5 contro 5

Stampa questo copione

5 contro 5

5 contro 5

di Francesco Moccia

Atto Primo

Mattino di una domenica.

Ambiente:

tinello cucina con divano enorme dislocato lateralmente sulla sinistra del palco.davanti al  divano un piccolo tavolinetto

Sulla destra, tavolo da cucina. Con sedie..mobili con ante sia al centro )fondo) a destra e a sinistra

Entra Fulgenzia, rovista  fra le ante dei mobili e nei pensili.

Prende un barattolo con dentro dei soldi, ne prende un po e rimette tutto a posto.

Fa per andarsene  ma ci ripensa, lo riprende e agguanta altri soldi.

Fa ancora per andarsene ma ci ripensa ancora…agguanta il barattolo e se ne va.

Esce

Entra Alessandra

Si prepara del te con l’utilizzo di un forno a microonde, si sistema sul tavolo centrale a sorseggiare

Entra Roberta

Scena 1----------------------------------

Roberta-Buongiorno.

Silenzio

Roberta- Svegliata male?

Silenzio

Roberta- E’ Domenica…è una bellissima giornata e oggi non si lavora…

Silenzio

Roberta sbuffa

Roberta-BUONGIORNO!!

Alessandra- La citrosodina è nel primo cassetto(indicando distrattamente)

Roberta- Oohh..buongiorno cara, ti sei svegliata bene?…o si grazie……Ma come mai sei così pallida..non  

avrai mica preso freddo ieri sera?…o no grazie, è solo un leggero raffreddamento.. sei sicura? ti preparo un po’ di tè?..non ti disturbare…oohh per me è un piacere stai seduta che te lo preparo.. e mentre lo faccio mi racconti come è andata ieri sera …

Alessandra-Ti mando al diavolo subito o aspetto l’ora di pranzo?!!

Roberta- …ooh niente di speciale, è stata solo una serata diversa….mi sono divertita, sono andata a ballare allo Sfascio ed è stato inebriante..

Alessandra- Senti..

Roberta- …sentivo solo un po’ di nostalgia di casa..

Alessandra- mmmff..

Roberta- nostalgia?…sì..perché le mie coinquiline sono così amorevoli, tranquille, ci preoccupiamo le une per le altre, la nostra è una grande famiglia dove Tutte hanno bisogno ( come succede nelle famiglie) di esprimersi , raccontare ed ascoltare le altre soprattutto   nei momenti più cruciali, momenti in cui la tua vita POTREBBE CAMBIARE!!!

Alessandra- E va bene! Come è andata ieri sera?

Roberta- troppo tardi! Perso il tram..

Alessandra-Senti!! Vuoi la verità? Posso parlarti con il cuore in mano?

Roberta- Che cosa sei? un chirurgo?!!

Alessandra-…Tutte le volte che esci con qualcuno è come quando sorge e tramonta il sole..non  cambia niente..non c’è niente di significativo e la volta successiva è esattamente uguale a Tutte le altre..solo che  il sole sorge e tramonta sempre negli stessi PUNTI!!

Roberta- Che cosa vorresti dire??

Alessandra- Che tutte letue serate sono identiche…anche se gli uomini cambiano ogni sera!!

Roberta-Ah si??

Alessandra-Sì!!

Roberta- Non ti rispondo come dovrei perché sei solo di cattivo umore..

Alessandra- Quanto scommettiamo che sono in grado di descriverti esattamente cosa hai fatto ieri sera?

Roberta- non ti rispondo….

Alessandra-Ecco!!

Roberta- ecco che cosa??!!

Alessandra-sai che ho ragione..e non  vuoi rischiare di perdere la faccia…come tutti gli scrittori di romanzi rosa.

Roberta-Che cosa c’entra adesso il mio lavoro??

Alessandra- Sono stufa di parlare con te.

Roberta si siede

Roberta- E va bene…vediamo.. come ho trascorso la serata di ieri?

Alessandra- Lui…lui ti è venuto a prendere.. siete andati a mangiare in uno di quei ristoranti senza pretese ..si spende il giusto ma fanno porzioni molto abbondanti…avete mangiato bene e tanto..dopo dichè.. per smaltire.. siete andati a ballare, vi siete strofinati un po’ e proprio quando non ce l’avete più fatta..vi siete diretti a casa sua.. dove avete concluso con il superdolce!!.. dopodichè sei rientrata alle sei di stamattina..ecco perché sei così pallida…..ci ho azzeccato?

Roberta- No! Per niente…sono rientrata alle quattro!

Alessandra- ma ti senti ?

Roberta-Oh mio Dio..e va bene!! Ma almeno io passo delle serate come si deve..

Alessandra-Certo..

Roberta-…non mi alzo di cattivo umore le domeniche mattina..

Alessandra-…passiamo tutta la settimana a lavorare  ….. fuori casa….ecco perché è la domenica che sono di cattivo umore..

Roberta- ..allora cerchiamo di trovare un motivo per uscire insieme, visto che la domenica siamo Tutte in casa..

Alessandra-…eccolo un buon motivo per uscire..

Roberta- Ma insomma!!.. Alessandra!!

Alessandra-.che c’è?..

Roberta- Non puoi tentare almeno di comprendermi?

Alessandra- Dimmi che cosa c’è da comprendere!! Esci la sera ,mangi come un tacchino e concludi con attività notturne..

Roberta-Ecco ,vedi..l’aridità del tuo animo..fare l’arredatrice non ti ha certo giovato..non riesci più a comprendere la complessità dell’agire umano

Alessandra- Roberta..sto parlando del TUO agire…

Roberta-… non ti è mai passato per la mente che con i miei …partner occasionali.. va bene occasionali…condivido molto di più che non l’esaltazione delle qualità materiali …noi cerchiamo di soffocare l’enorme senso di solitudine nell’unione spirituale delle nostre anime…

Alessandra-..le anime si possono unire fisicamente?

Roberta-…noi condividiamo….sì condividiamo l’arte nelle sue forme più complesse..è attraverso l’arte e la lettura che si arriva alla perfezione della comunicazione…” ..galeotto fu il libro e chi lo scrisse”.. ti ricordi in quale lettura si trova questo passo?..

Alessandra- Nel Kamasutra?

(Roberta- Sì…e oohh sei impossibile…)

Entra Marta

Roberta- Oohh ecco un po’ d’aiuto finalmente. ..parla con lei e spiegagli   cosa significa la comunione spirituale di due esseri.

Alessandra- Ieri sera è uscita.

Marta- Ah! Mangiato come un tacchino e fatto sesso!!

Roberta(scocciata)- vado in bagno….

Marta- Lo sciacquone non funziona!

Roberta esce

Marta- Ma non è che siamo un po’ invidiose??

Alessandra- Che significa lo sciacquone non funziona?

Marta-E’ bloccato! Ho dovuto riempire un secchio e vuotarlo…come quando manifestavo.

Alessandra- manifestavi con un secchio?

Marta- NO!! Le condizioni igieniche dei campi di protesta non erano esattamente quelle di una scuola parrocchiale……..ti sei svegliata male?

Alessandra- per favore…non ti ci mettere anche tu

Marta- Cosa ho detto?ti ho solo fatto una domanda

Alessandra- ..Non sopporto le domeniche mattina…qui dentro.

Marta- Ah!… ti capisco…Passare una domenica con Ariel non è certo uno dei desideri che esprimerei al genio della lampada.

Alessandra- se è per questo non è ideale neanche passarla con te!

Marta- Ma senti….

Alessandra- ascolta! Sono di cattivo umore.. questa è veramente una mattinata che vorrei dimenticare.. aiutami a non ricordarla.

Marta- e va bene…non te la prendere…starò zitta e buona.

Silenzio

Marta- …devi ammettere però che in una domenica come questa è difficilissimo mantenere il cattivo umore.………aaahh….ho una voglia pazzesca di fare movimento..

Alessandra- vuoi fare movimento?

Entra Fulgenzia con  mille pacchi per la spesa….gli cade tutto..

Alessandra- Fulgenzia…vuoi una mano?

Fulgenzia- ..grazie  ..sì

Alessandra- Marta.. dalle una mano!!

Entra Roberta

Roberta- Lo sciacquone non funziona!!

Marta- Hai usato il secchio?

Roberta- non ancora…voglio tentare di capire che cos’è che non funziona….aaahh ecco le pesche sciroppate…grazie Fulgenzia……

Fulgenzia…prego…

Roberta- …ti sei calmata tu?

Alessandra- ..un po’…anche perché non ho alternative..

Roberta- mamma mia..che umor nero…non lo sfogare su Ariel però..

Marta- Perché?

Roberta- Ha il suo personale modo di vedere la vita…non credo che ti capirebbe..

Alessandra- Lasciamo perdere..

Marta- Perché non deve sfogarsi su Ariel?credo che sia la cosa migliore

Roberta- e’ troppo rinchiusa nel suo modo di vedere le cose…d’altronde tutti hanno la libertà di poter esprimere sé stessi..

Alessandra- la pensava così anche Hitler

Roberta- Non esagerare!! …ciascuno di noi possiede un punto di vista valido e ragionevole

Alessandra- Valido e ragionevole??!!..è una ragazzina di cinquant’anni che crede nella trasmigrazione delle anime…che cerca il sesso libero…e che rifiuta qualsiasi approccio al buonsenso..

Fulgenzia- ..Come sei dura…

Alessandra- Fulgenzia..ti ricordi quella volta che tentava di spiegare al suo analista il rapporto che aveva con il suo essere donna?

Marta- ..Già…

Roberta- E allora…? Sono cose che si raccontano agli analisti.

Alessandra- sì ..ma non mentre te lo porti a letto.

Fulgenzia-..come?…

Roberta-..tappati le orecchie…

Marta-..e quella volta  che aveva la polmonite e, che rifiutava di prendere gli antibiotici perché avrebbero ucciso delle vite?

Fulgenzia- ..è una persona che crede  in qualcosa..

Alessandra- Ma per favore!! Non ricordi come quasi ammazzava di botte il postino quando schiacciava  gli scarafaggi dell’androne?

Fulgenzia-…questi sono suoi?…( prendendo delle boccette dal frigo)

Marta- per non parlare dei suoi intrugli!!!

Roberta- Ragazze!! Ariel è una persona viva e felice di vivere..ha il suo modo interagire con il ondo  ..i suoi intrugli..come li chiamate voi hanno delle proprietà..

Alessandra- ..una,  ad esempio , è quella di   trovarsi dappertutto!

Marta- ..o quella di fare risuscitare gli insetti morti..

Roberta- E’ guarita quella famosa volta dalla polmonite!! bevendo   uno dei suoi preparati..

Alessandra- Sfido io…avrebbe ucciso qualsiasi cosa!!

Marta- Ma non Ariel!!

Scena 2-------------------------------------

Entra Ariel

Ariel-Buongiorno…buongiorno…buongiorno……….oggi è una domenica favolosa.. piena di luce e suoni

Marta- ArielTutte le giornate normalmente sono un po’ più luminose e sonore rispetto alla notte.

Ariel-… oggi il mio oroscopo mi dice bene ..sembra che   il destino mi riserverà un incontro straordinario ..che potrebbe cambiare la mia vita..

Alessandra- Non hai per caso letto quello di Roberta?

Ariel-Scusa?

Alessandra- Niente..niente..

Ariel- Dunque mie signore care… oggi festeggiamo il mio compleanno!!

Fulgenzia- ma non era lo scorso mese?

Ariel- No! Oggi è il compleanno di quando sono diventata donna!

Alessandra-..cosa c’è da festeggiare…?

Roberta dà uno scappellotto ad Alessandra

Ariel- Oggi abbiamo le paturnie?Ti sei alzata rovistando nella spazzatura?…no..non hai la febbre..

Roberta- vado in bagno…(esce)

Ariel- ma che hai?…( a Roberta che è uscita)..attenta allo sciacquone

Marta- oggi si è alzata male…

Ariel- e tu no?

Marta- No…non ho nessun problema.

Ariel-Sembra vero..

Fulgenzia- Litigato con nessun rappresentante dell’ordine?

Marta- Rappresentanti dell’ordine?Ma quale ordine?Quello di uno stato opprimente ed antidemocratico…

Alessandra- Fulgenzia…!!( A Fulgenzia)

Marta-…che limita le libertà più essenziali de cittadini…qualsiasi attività di protesta viene vista come un crimine…

Ariel-…dovresti bere il mio infuso alle ortiche..

Marta-….proprio perché il manifestare risulta pericoloso per qualunque centro di potere che vuole soggiogare ai propri interessi le risorse umane ed economiche della popolazione..

Alessandra- …infuso alle ortiche?

Marta-.. Ordine? rappresentanti dell’ordine?..

Ariel-Fa bene al sistema nervoso…

Alessandra- Tu sai perché lo sciacquone non funziona?

Marta- Ma mi state a sentire?!!

Alessandra- Ripeti sempre le stesse cose Marta..e sono anche le stesse che scrivi nei tuoi articoli…questa casa sembra  una succursale del cottolengo  comunale..pieno di pazienti ciascuno con con le proprie fissazioni..

Ariel-ragazze…ragazze…non scaldatevi…non è una giornata adatta a litigare…

Fulgenzia- Perché lo sciacquone non funziona?

Rumore di sciacquone che funziona

Ariel si volta allarmata

Entra Roberta

Roberta-Non funzionava perché c’era questo attrezzo che bloccava la valvola

Ariel-Oh  nooo!! (uscendo precipitosamente verso il bagno)

Marta- Io non ripeto sempre le stesse cose..

Alessandra- mmmff

Marta- e’ che sono cose che hanno bisogno di essere ripetute…

Alessandra- Ma perché devi essere tu a farlo?

Roberta- Mi sono persa qualcosa?

Rientra Ariel

Ariel- Assassina!!

Si siede piangendo con un bicchiere di plastica pieno d’acqua in mano

Marta- cosa è successo?

Ariel- Avevo detto attenta allo sciacquone..

Roberta- ma pensavo che ti riferissi al fatto che non funzionava..

Ariel- Nnooo! Non dovevi azionarlo…e neanche aggiustarlo.

Fulgenzia-( che ha finito di mettere a posto la spesa) forse aveva appena finito di pulire il cesso..

Marta- ..si chiama tazza del cesso..mia cara

Fulgenzia- tazza!.aveva appena finito di pulire la tazza!!

Roberta- Mi hai chiamato assassina!!

Ariel-Sì (sempre fra le lacrime)..tu ..e anche le altre..(si soffia rumorosamente il naso)

Alessandra- se non la smette subito giuro che fra poco la diventerò..

Roberta la mette a sedere a forza

Roberta- Maledizione Ariel.. ci vuoi spiegare cosa è successo?

Ariel- Hai appena ammazzato parte dei miei figli.. ( guardando nel bicchiere)

Tutte guardano nel bicchiere

Alessandra- ..sei andata a letto con Acquaman..?

Ariel- noo…(singhiozzando)..figli adottivi…

Roberta- calmati e spiegaci..

Ariel- L’associazione “animali dovunque”..di cui io faccio parte. .ha indetto per oggi la giornata della mamma…e io ho adottato…(piange)

Marta- Che cosa hai adottato(guardando dentro il bicchiere)?

Alessandra- Spero che non sia quello che credo…

Fulgenzia- che cosa credi?

Roberta- ssshhh…CHI  (guardando le altre) hai adottato?

Ariel- dei teneri e dolcissimi cuccioli….di ranaaaaaa (scoppia in lacrime)

Alessandra si  alza e se ne va infuriata

Marta-e li hai messi nello sciacquone?

Ariel- (annuendo)

Roberta- hai messo dei girini nel cesso?

Fulgenzia-si dice…..

Marta- ma si può sapere perché li hai messi lì?

Ariel-non erano nel cesso…(Fulgenzia fa per correggerla ma viene inibita dalle altre)…erano nella scatola dello sciacquone..

Marta- si dice serbatoio….ma perché non ci hai avvertite?

Ariel- L’ho fatto ieri sera…sono stata l’ultima ad andare a letto..

Roberta- No ..non sei stata l’ultima..

Ariel- comunque sia..li ho messi nel SERBATOIO!!.. non tutti …questi sono quelli che rimanevano……perché era l’unico ambiente che potesse non suggerirgli che si trovavano in una casa piena di umani..

Fulgenzia- Ariel!!..li hai messi nello scarico del cesso!!

Marta- tazza del.. mia cara..

Roberta- ma perché non ci hai avvertite??

Ariel-Volevo farlo..ma pensavo di alzarmi presto stamattina e toglierli di lì…per metterli in un ambiente più consono..(riprende a piangere) li avrei visti crescere…sarei stata la loro amica..confidente..

Roberta- se ciò ti può consolare…non credo che siano morti..

Ariel-No?…

Fulgenzia- ma sì…hanno solamente cambiato posto…

Marta- Le fogne cittadine….

Ariel riprende a   piangere rumorosamente

Roberta scocca un’occhiataccia a Marta

Roberta- ma cosa ho detto?

Ariel si alza e se ne va piangendo

Roberta- comprensione saltami addosso!!( guardando Marta)

Marta- ma che cosa ho detto?…che sono finiti dal serbatoio del cesso ( Fulgenzia reagisce al termine cesso) alle fogne cittadine..

Roberta- Un bel posto davvero…

Marta- maledizione!! Li aveva messi nel cesso…o comunque lo vogliamo chiamare….nella tazza adibita all’espletamento di alcune cosucce zozze….

Fulgenzia- Cosucce zozze?

Roberta- va tutto bene mia cara ( a Fulgenzia)…. Primo non era il cesso(tappa la bocca a Fulgenzia) e secondo (a Marta) è questione di termini…un po’ di delicatezza.. potevi dire che sono finiti in un posto molto caldo e umido.. ideale per loro..

Marta- perché non chiediamo ad Ariel se vuole raggiungerli?

Roberta- Smettila!! Per lei è stato uno shock..

Marta- anche per me è stato uno shock…anzi continuo a vivere in stato di shock ..sto in una casa insieme ad una pazza scatenata che vive in  un cartone di Walt Disney..

Roberta- Smettila….io..

Marta- insieme ad un’altra che di giorno fa la scrittrice e pesta sulla  macchina da scrivere come una matta ..e di notte… poco ci manca che giri con un materasso legato dietro la schiena..

Roberta- Non ti rispondo se non per dirti che le mie abitudini sessuali non ti riguardano…anzi ora   vado a battere..

Fulgenzia- sulla macchina da scrivere?

Roberta- certo!….cretina! (esce)

Scena 3------------------------------------

Fulgenzia si siede

Sul tavolo c’è un cestino con del pane morsicato

Marta- Ha ragione Alessandra…la domenica non dovremmo stare insieme..

Fulgenzia- Forse invece ha ragione Roberta…dovremmo tentare di venirci incontro..magari parlare un po’ di più….fra di noi…migliorare la comunicazione..

Marta- impossibile…siamo impegnate tutta la settimana  a lavorare..e quando non lo facciamo vorremmo evitare di parlare con qualcuno che ti somiglia tanto…

Fulgenzia-Un po’ di cornetti?

Marta- grazie…..( notando il pane sbocconcellato)..ma..non sopporto il pane sgranocchiato..deve essere stata Ariel

Fulgenzia- O no!..questa è opera di Dennis

Marta- Dennis? E chi è dennis?

Fulgenzia- E’ il nostro topolino!

Marta- Sc-scusa…che topolino

Fulgenzia- Sì..dennis..

Marta- Fulgenzia!! ..c’è un topo in casa!!

Sconvolta

Fulgenzia- E’ un topolino minuscolo…di quelli di campagna..non fa nulla..Ha la sua tana da qualche parte..e gli lascio ogni tanto da mangiare..

Marta- Gli hai lasciato una baguette?..

Fulgenzia- Marta…calmati…non è un orso…è solo un topolino.

Marta-..O  mio dio…dio dio…..

Fulgenzia-Marta…non stai un po’ esagerando..??

Marta-Oh no …scusa…è che.

Silenzio

Fulgenzia- ..Un topolino..

Marta- Ho un blocco…un grande blocco quando si parla di topi….

Fulgenzia-Tu??!!

Marta-(annuisce)

Fulgenzia-Ma…Marta, ..tu hai un vissuto molto denso..sei sempre stata in lotta contro le convenzioni…hai vissuto nei campi di protesta..hai vissuto nei campi!!…hai paura di un minuscolo topolino?

Marta- E’ tutto collegato ad un trauma che ho vissuto da bambina….Ho visto un cartone di Walt Disney..sai ,…quelli del gatto silvestro che insegue il canarino…e così via..

Tutto bene finchè un giorno non ne vidi uno di un topo inseguito da Silvestro..che si rifugiava nel laboratorio del dottor Jekyll…beveva un intruglio per la sete…e si trasformava in un orrendo mostro ripugnante che riduceva Silvestro in un cotechino…

Fulgenzia- Oddio! hai paura che il topo beva uno degli intrugli di Ariel??!!

Silenzio

Marta- Sai che non ci avevo pensato….?

Fulgenzia si alza per controllare le boccette di Ariel

Marta- Bè….da quel momento non sono più riuscita a guardare i topolini nello stesso modo

Fulgenzia-Certo che ne ha tanti( rovistando nel frigo)…

Entra Ariel

Fulgenzia fa finta di niente e richiude il frigo prendendo un po di latte

Ariel si dirige verso il frigo e prende uno dei suoi intrugli

Fulgenzia- stai meglio?

Ariel-Oh….sì…tutto bene…mi sono versata un po’ di linfa di quercia sotto la lingua e mi sono calmata subito……..

Marta- La quercia era d’accordo?

Ariel-Prendimi pure in giro..intanto io guarisco e sto meglio senza dover prendere quella montagna di veleni che chiamano farmacologia tradizionale…

Fulgenzia- Era solo per sdrammatizzare…vero Marta?

Marta-mmm….

Ariel- ( si siede con il suo intruglio in mano) Con tutto questo trambusto mi sono anche dimenticata di darvi la reale novità della giornata…

Marta- ..adotterai dei cuccioli di muflone?…o di topo?( guardando Fulgenzia)

Ariel- Mi ha telefonato Rocco da Parigi.

Silenzio

Marta- L’ex di Roberta?

Fulgenzia-L’ex di Roberta?

Ariel- L’ex di Roberta!

Marta- E cosa voleva?

Ariel- La mamma è morta…

Fulgenzia- la mamma è morta?

Ariel-….e lui sta venendo in Italia per i funerali…

Marta- I funerali?

Ariel-…sì i funerali…viene giù con la sua attuale compagna..

Fulgenzia- attuale compagna?

Ariel- ma c’è l’eco da queste parti??!!. compagna sì…e smettetela di ripetere tutto quello che dico!!

Marta- Salute!!

Fulgenzia- Ma la madre è morta..

Marta- voglio dire…perbacco!!…e Roberta lo sa?

Ariel- No non ancora….ma sarà il caso che glielo dica il prima possibile..

Marta- che bisogno c’è?

Ariel- Bè…prima che lo veda….

Marta- E perché dovrebbe vederl….o no!…NO!!

Ariel- ..mi ha chiesto se poteva ..

Marta- Non dirmi che lo hai fatto ancora!!..

Ariel- Ma cosa potevo fare?….sono tanti anni che non ci vediamo…sarebbe sembrato sgarbato..

Marta- …No!!..ancora..ancora..lo hai fatto ancora!!

Fulgenzia- Che cosa ha fatto ancora?

Ariel- Insomma!!!…tutto!!…ma io non mi comporterò mai come una maleducata…

Marta- Ariel…Tirargli una mattonata sui denti è maleducazione….ma non evitare di lanciarti ad offrirgli ospitalità in una casa dove esistono già delle dinamiche molto complesse..

Fulgenzia- Oddio! Avremo un uomo in casa?

Marta-ecco!!

Ariel- Non è un uomo!!

Marta- No! E’ una scopa!!

Ariel-Volevo dire che Rocco lo conosciamo da così tanto tempo..che non è come gli altri uomini..

Marta- è infinitamente peggio!!!

Ariel-lo conosciamo benissimo ….è quasi prevedibile…non rappresenterà nessun pericolo..anzi porterà in questa casa un po’ di novità e freschezza..

Marta- Ariel!!..Và subito a dirlo a Roberta!!

Ariel- devo proprio?

Marta-Sì!!

Ariel-Ma e se le facessimo una sorpresa..?

Marta- Ariel..la sorpresa che vuoi fare a Roberta gli farà saltare il ciclo per un anno!! Non ricordi come si sono lasciati?!

Ariel- ma dopo così tanto tempo..

Marta- Và subito a dirglielo!!

Ariel-Ma vorrei aspettare..

Marta- Subito!!

Ariel-Ma devo farlo io?

Marta- Hai fatto il guaio e ora rimedi!! Vai..!!!

Ariel(alzandosi) e va bene……..

Fa per uscire e rientra

Ariel-…ma e se………….?

Marta- VAI!!!

Ariel esce lasciando la boccetta dell’intruglio sul tavolo

Marta- Va a controllare che non faccia altri guai..per favore Fulgenzia

Fulgenzia-Marta..

Marta- (si volta in attesa)

Fulgenzia-Avremo un uomo in casa?..

Marta- Tranquilla..almeno in una cosa Ariel ha ragione…Rocco non è un uomo.

Fulgenzia-Ma un uomo in casa….come faremo?

Marta- rilassati…ora và dietro Ariel e controllala per favore….và—

Scena 4-----------------------------------

Fulgenzia esce

Entra Alessandra

Marta-…( mormorando fra sé e sé).cretina…

Alessandra- stronza!

Marta- ma no!!..non dicevo  a te…prima di chiudere la porta controlla di aver tirato via  tutta la coda… .. quella di paglia!!

Alessandra- Io entro e mi sento dare della cretina..

Marta- ce l’avevo con Ariel..

Alessandra-ah bè….

Marta- Mi stavo chiedendo  quante saranno quelle come lei in giro per il pianeta….

Alessandra- fa parte degli scarti dell’evoluzione…come la nostra amica Fulgenzia..

Marta- Lasciala stare…è innocua..non come Ariel

Alessandra-E l’unica di noi che non ha un vissuto  di uomini..e tanto meno di matrimonio….e sai perché?…gli è mancato il coraggio..

Marta- ..ma non il buonsenso…

Alessandra-  …non rischia niente…fa sempre le cose nel solito modo per paura dei cambiamenti….sai qual è stata la cosa più pericolosa che ha fatto in vita sua?. .Dimenticarsi di prendere le vitamine..

Marta- Bè ..un cambiamento dovrà affrontarlo fra non molto…grazie a quella decerebrata di Ariel

Alessandra-che ha fatto?

Marta-Vedi Alex…se ti affacci sul profondo pozzo dell’evoluzione e guarderai molto …ma MOLTO in basso…scorgerai l’anello…quel famoso anello di congiunzione fra l’uomo e la scimmia..e lo chiamerai…” Ariel?…Ariel…?”..e sotto…” Aahhr…ahhr….”

Alessandra-Mi vuoi dire che ha fatto?

Marta- Ha invitato Rocchetto a dormire qui da noi!!

Alessandra- No!

Marta- Sì!

Alessandra- e chi è Rocchetto?

Marta-Rocchetto!!!..Rocco ..

Alessandra-Aahh  …Rocco…!!...il pittore..!

Marta- E’ la Nemesi di Roberta! e’ come invitare a dormire qui uno dei nostri ex-mariti.

Silenzio

Marta- non sembra che ti tocchi più di tanto..

Alessandra- basta solo che mi lasci in pace e non sia invadente..poi..può anche girare per casa con le mutande sulla testa..

Marta- ma non pensi a Roberta?

Alessandra- Fa parte del passato di Roberta non il mio!…Che si prenda le conseguenze delle scelte che ha fatto..

Marta- E’ esattamente quello che deve aver pensato Ariel……ma   a te non darebbe fastidio se qualcuna di noi offrisse ospitalità al tuo ex-marito?

Alessandra-  Nessuna di voi avrebbe lo stomaco per farlo…..

Da fuori-CHE COSA?……….( è Roberta)

Marta- E’ Roberta….vado a vedere..non mi fido di quelle due

Esce

Entrano Fulgenzia ed Ariel

Ariel-..uno cerca di essere gentile…

Fulgenzia-.. Forse potevi stare un pò attenta a come dirglielo..

Ariel-..La mia diplomazia è universalmente riconosciuta…non è colpa mia se Roberta non se n’è resa conto..

Fulgenzia-..Ha fatto in effetti molta fatica..soprattutto quando le hai preso la testa fra le mani e le hai detto..” Indovina chi viene a cena”?..

Ariel- Era un modo per sdrammatizzare..le ho offerto l’occasione di poter ironizzare sugli eventi

Alessandra- Non era meglio se fosse stata lei  a decidere di farlo?

Ariel-Ah.. ma allora sai tutto!…Sì il muso ti è quasi passato…

Fulgenzia- allora sai che avremo un uomo!

Alessandra- Non lo avrà nessuna di noi…piuttosto viene solo?

Ariel-No!!…viene con la sua attuale compagna…una francese..

Alessandra-Alt! Questo mi preoccupa!!!

Fulgenzia- perché?

Ariel- Paranoia mia cara………..

Alessandra- Un uomo non mi preoccupa, ..e neanche uno dei nostri ex …ma uno dei nostri ex…con la nuova compagna mi preoccupa…

Fulgenzia-Ah…

Ariel- Mia cara…ma dove?..dove vedi i pericoli?

Alessandra-tu ricordi male vero?..non ricordi come si sono lasciati?….e non hai notato come da allora Roberta non è riuscita a tenersi un uomo per più di 48 ore?

Fulgenzia- Ah…

Ariel-Vuoi dire che è…ancora innamorata di Rocco?

Fulgenzia- AH…!!

Ariel- Oddio! Non lo avevo capito……….(silenzio)..ma allora è molto meglio!!(felice)..ecco perché era così eccitata poco fa..

Fulgenzia- Ah…

Ariel-ma certo …mi è grata!! Assolutamente grata!!..le ho offerto l’occasione di poter ricominciare…di poter rivedere alcune cose del passato….

Alessandra- le hai parlato anche della compagna?

Ariel-Certo!…meglio!!….Rocco che accetta di essere ospite a casa della sua ex-moglie con la sua compagna…non è evidente essere un segnale di voler rimettere in discussione la propria vita?

E vuol farlo qui con la sua ex-moglie !!!…ecco perché viene con la compagna (Fulgenzia e Alessandra si guardano)..per dimostrare a Roberta quanto in basso è caduto..e quale sia la voglia di ricominciare con lei ..per uscire dal buio del proprio presente e pensare alla luce del futuro..ancora una volta….insieme!!

Alessandra-Ariel….

Ariel-Io e Roberta saremo amiche per sempre…il nostro sarà uno di quei legami fondati sulla gratitudine!!

Entra Roberta come una furia insieme a Marta che la TRATTIENE

Roberta- Cretina!!!

Ariel-..come?

Alessandra + Fulgenzia- ..cretina…

Ariel-Ho capito…ma..

Roberta-Come diavolo ti sei permessa di invitarlo senza neanche consultarmi?

Ariel- ma ti ..ho ..consultato…

Marta_ Dopo!!

Ariel- oohh….prendersela per certi dettagli…ho pensato a te…solo alla tua felicità

Roberta si siede ancora sconvolta

Marta-Ariel…forse è finalmente arrivato il momento di mettere ben in chiaro alcune cose ..

Alessandra- MMmmmm…campo minato..

Marta- ..è bene che tu ti ricordi che non  vivi da so….che hai detto? ( ad Alessandra)

Alessandra- ho detto “ campo minato”..lascia perdere!

Fulgenzia-Giusto..abbiamo un problema più importante ed urgente

Alessandra- quale?

Fulgenzia- avremo un uomo in casa…

Roberta-No!!

Ariel- Come no?!!

Marta- Ariel!!..ti piacerebbe che qualcuno  ,senza avvertirti, invitasse gli scarafaggi dell’androne a trasferirsi altrove?

Ariel- Sei ridicola!!

Marta- IO?..sono ridicola??!

Alessandra- quello che Marta vorrebbe farti notare, è che non puoi prendere arbitrariamente delle decisioni che riguardano la casa e Tutte noi, senza consultarci!!

Roberta- In particolare quello che  coinvolge la sfera personale di altri!!

Ariel-Ma quanto la fate pesante!! Ho tentato di farti un favore..

Roberta- un favore??

Fulgenzia- un favore??!

Roberta- la prossima volta che vuoi farmi un favore..dammi un pestone sul piede!!!

 

Scena 5-------------------------------------

Silenzio

Ariel- e va bene….basterà rispedirlo indietro quando si presenterà alla porta….ma non lo farò io!!!…non mi farete fare una simile figura!

Alessandra- E chi dovrebbe pensarci secondo te?

Ariel si guarda in giro

Ariel-Fulgenzia!!

Fulgenzia- Come?

Ariel- Certo!!..Fulgenzia è la persona più indicata..

Fulgenzia impallidisce

Marta- e come mai?

Alessandra-Per esclusione...credo che abbia ragione  ..Ariel si esclude ..non tanto per farle evitare una brutta figura, quanto per non farle  peggiorare le cose…io …con l’umore che mi ritrovo… non mi sembra il caso..dobbiamo sempre mantenerci educate..anche perché lui non ci ha fatto niente..rimangono Roberta…( Roberta maneggia un coltello)…..no….rimangono Marta e Fulgenzia. .Marta potrebbe essere una buona scelta se non fosse per il suo punto debole

Ariel-Uno solo?

Marta- quale punto debole??

Alessandra-Basta un qualsiasi riferimento casuale alla politica e tu ti accendi senza capire più niente…

Marta- Non è vero!!!

Alessandra- Rischieresti di farlo entrare solo per continuare uno dei tuoi comizi..

Marta-Io non ho colpa se la società è strutturata in modo così squilibrato!! Benediciamo gli estremisti..loro sì che mantengono gli ideali di lotta per un riscatto delle masse deboli e …( le alte la stanno guardano)…

Si siede

Alessandra- Stavo dicendo dunque che l’unica di noi che può farlo è Fulgenzia

Ariel- Mia cara ….tocca a te!

Fulgenzia- ma..io…cosa devo dirgli..??

Ariel – che può dormire nel salotto mentre la compagna..

TUTTE-NO!!

Ariel- scusate..mi ero dimenticata…

Alessandra- Gli dici che non è il momento di venire a disturbare e che se vuole un posto per dormire se ne vada sotto un ponte!!

Ariel-…… mantenersi educate?

Fulgenzia- ma io non posso parlare in questo modo

Marta-Digli che non abbiamo posto in casa..e che non possiamo ospitarlo..

Alessandra-E’ bene che ci mostriamo decise..

Ariel –Se vuoi ti presto la mia pistola..

Fulgenzia- ma non posso parlare così ad una persona che non conosco..e poi..come gli parlo? Attraverso il citofono?..lo faccio salire?..

Roberta- NO!

Marta- Meglio non farlo salire…

Fulgenzia-Non mi sento di parlargli dal citofono…

Marta- E allora che vorresti fare?

Fulgenzia- Non so…farlo salire…conoscerlo un po…’ guardarlo in faccia…

Ariel- Ma ha ragione!! Non possiamo rispedirlo indietro dopo tanti anni..lo conosciamo Tutte  (guardando Fulgenzia) o quasi....almeno due parole di convenevoli..

Fulgenzia- E’ quello che dico anche io..Poi non possiamo essere così indelicate…se devo dirgli che se ne deve andare ..almeno..offriamogli un caffè..

Silenzio…Roberta che le guarda.

Marta- Non ha tutti i torti…..un caffè…due chiacchiere..

Alessandra-mmmmmsì…..Potremmo anche fare uno sforzo ed invitarlo a pranzo..e così se ne va con la pancia piena…

Ariel- magari farlo sentire a suo agio..tranquillo..

Fulgenzia-Sì ecco…

Roberta- Ma certo..perché non gli offriamo anche  un bidè???!!

Fulgenzia-..Roberta..

Roberta- ..Roberta un corno!!..deve anche venirmi a trovare il Banchiere per la proposta di matrimonio…non voglio che lui si trovi qui!!

Tutte- Matrimonio???

Alessandra- Roberta…il vero punto è che nessuna di noi si sente di essere dura ed aggressiva con Rocco…lo rispediremo indietro..ma non senza avergli offerto la dose minima di civile accoglienza..

Roberta-io non voglio esserci!

Alessandra- tranquilla..facciamo noi..tu va pure a battere…aehm..a scrivere …noi faremo il resto

Roberta si alza e se ne va

Mentre a gesti Marta conferma a Fulgenzia che Roberta va a battere sui tasti.

Ariel- hai sentito? Matrimonio!!

Alessandra- (ad Ariel) quando hai detto che arriva Rocco?

Scena 6----------------------------------

campanello

Ariel-Aahh…. Adesso!

Confusione

Aggiustano la tavola e il resto della cucina tinello

(definire oggetti da sistemare in modo da infilare  le seguenti battute)

-Di là

-Qui non c’è posto

-Sono ancora in pigiama..

-Fa lo stesso..

-Per Rocco i vestiti di qualunque tipo non hanno importanza

- sono solo  orpelli inutili…

-Lui le donne le preferisce nude!!

-io non voglio denudarmi..

-Non dire idiozie e metti a posto questo(prendendo la boccetta dell’intruglio di Ariel)

-Qui no..è tutto pieno

-Mettila da un’altra parte..

-Pieno!

-Pieno!

La x si trova nel mezzo con questa boccetta in mano

-E sbrigati!!

La beve per poter buttare la boccetta

Ariel—Nooo…( prendendogli la boccetta di mano) serve per depilarsi!!

Mentre va a metterla a posto

Marta- Che schifo!! Hai fatto un’intruglio per depilarti?

Alessandra- Ragazze ..sbrigatevi!!..Fulgenzia..và a rispondere…

Ariel non trova un altro posto e la rimette sul tavolo

Si sistemano..Fulgenzia vicino al citofono e le altre in gruppetto vicino al tavolo

Alessandra- pronte?….( a Fulgenzia)..vai.

Fulgenzia-Sii?

Silenzio

Fulgenzia-( alle altre) è una ragazza…chiede di Ariel.

Silenzio

Marta- una ragazza?

Alessandra- una ragazza?

Fulgenzia- Una ragazza.

Ariel- e chiede di me?

Fulgenzia annuisce

Alessandra- La facciamo salire?

Marta- Non corriamo pericoli vero?

Ariel-Non ho nessuna idea di chi sia…chiedile che cosa vuole

Fulgenzia- Che cosa vuole??…

Silenzio

Fulgenzia-Dice che è una cosa personale…

Ariel-personale!!…io non ho affari personali..digli che non abbiamo tempo da perdere e che dica che cosa vuole.

Fulgenzia-(al citofono)Mi scusi..ma siamo un po’ indaffarate qui..se vuole  salire ci dica  prima che cosa vuole..

Marta-Dove avrà imparato ad  essere così diplomatica?

Fulgenzia sbianca..si appoggia alla parete.

Fulgenzia- Dice che è tua figlia!!

Silenzio

Alessandra-hai una figlia?

Ariel-Non credo…

Marta- Non credi?..

Alessandra-Ariel.. non pensi che sia possibile che tu abbia avuto una figlia ?

Ariel- Dici..che me lo ricorderei?

Marta-Ariel..non è un’esperienza che si dimentica…

Alessandra-A meno che non fossi imbottita di erba…

Ariel-Non ricordo di aver avuto una figlia..

Fulgenzia-..ragazze..

Marta- Non hai mai sofferto in vita tua d’indigestione?

Alessandra- ..non ricordi di aver fatto sogni strani per un po’  di tempo?

Ariel-Oh..sì..!!!!

Marta- No.. Ariel.. non quando bivaccavi nei campi di papaveri…

Ariel- ah..

Fulgenzia-..Ragazze…(al citofono) un attimo..

Marta- Indigestione..sogni..voglie strane…

Fulgenzia-..ragazze..

Alessandra- Digli che aspetti!!

Marta-..una sensazione di benessere e  malessere allo stesso tempo..

Ariel- ..benessere e malessere allo stesso tempo..

Alessandra-..Ariel..fai uno sforzo..

Fulgenzia- Un attimo per favore…(al citofono)

Marta- ..Ariel…ma…il parto tu te lo ricordi?

Ariel- Il parto?…( entra in stato confusionale)

Alessandra- E’ partita!!

Marta- Portiamola di là.

La caricano

Alessandra- tu falla salire!

Fulgenzia- Venga su!!

Alessandra dà il cambio a Fulgenzia

Alessandra- Aiutala tu…io la faccio entrare

Fulgenzia e Marta escono portandosi Ariel a braccia…

Entra Roberta particolarmente agghindata

Alessandra la osserva..

Roberta- Bè..?? che hai da guardare?

Alessandra-sai che cosa mi piace di te?

Roberta- (guardandosi)..che cosa?

Alessandra- La tua coerenza!!

Roberta- avete cambiato idea voi.. non posso farlo anch’io?

Alessandra- smettila di sbraitare…tutta questa roba (indicando i vestiti) è inutile..Non è Rocco ad aver bussato..

Roberta-No? E chi è allora?

Alessandra-La figlia di Ariel.

Roberta- CHE COSA?

Alessandra-Zitta! Almeno   è così che si è presentata.. Ariel ha avuto un mezzo svenimento e l’hanno portata  a sdraiarsi..

Roberta- la figlia di…o signore!!

Alessandra- Guarda che sta salendo

Rientrano Fulgenzia e Marta

Alessandra- che cosa ci fate voi qui?

Marta- E’ stesa sul letto, non può far male a nessuno..

Fulgenzia- ..E dobbiamo ricevere la figlia..

Alessandra-.E l’avete lasciata sola?

Marta-. Sta solo riposando.non ha bisogno di assistenza..almeno per i prossimi minuti..ma come ti sei conciata? ( a Roberta)

Fulgenzia-..E dobbiamo ricevere la figlia

Alessandra- Non è che siete un po’ curiose?

Si guardano

Tutte-ma no..assolutamente…cosa vai  a pensare…siamo Tutte padrone di casa…. Dobbiamo essere Tutte presenti..

Alessandra- Io direi di sì..

Marta- ma ti rendi conto?….è la figlia di Ariel!

Roberta- DOBBIAMO conoscerla!!

Alessandra- ragazze…non mettiamola in imbarazzo con la nostra curiosità…( campanello)…ora la facciamo accomodare e ..quando Ariel sarà in grado di connettere…

Marta- ..ha..ha..ha…

Alessandra- …la porteremo  qui e la lasceremo sola con questa ragazza..

Roberta- ma…

Campanello

Alessandra- ( a Fulgenzia)..Và ad aprire

Marta- Vado io!

Roberta- No cara! Tu prepara un tè ..vado io!!

Alessandra- SShh…Fulgenzia vai..noi stiamo qui….mi raccomando( alle altre)..

Scena 7-------------------------------------

Fulgenzia rientra con una ragazza

 

Ragazza-Buongiorno….

Alessandra-Buongiorno…

La guardano

Alessandra tossisce per smuovere le altre

 

Tutte-…buongiorno…

Imbarazzo

Amanda- mi dispiace di ..avervi disturbato…ma ….è una cosa importante….almeno per me

Roberta- anche per noi..

Occhiataccia di Alessandra

Alessandra-Non si vuole accomodare?

Amanda-..grazie..

Si accomoda sedendosi al tavolo

Tutte intorno.

Alessandra- Vuole. .possiamo  offrirle qualcosa??

Tutte- …Oh sì..un te…un succo di frutta..(prendendo la boccetta dell’intruglio di Ariel)..

Alessandra-(strappando di mano la boccetta a Marta)..un caffè?..le faccio un caffè?

Amanda-..grazie..no..ho bisogno urgentemente di vedere Ariel….sono un po’ nervosa

 

Si guardano

Marta-..bisognerà che aspetti un po’…è..

Roberta- è di là…..

Fulgenzia- Gliela vado a chiamare..

Marta- STA DORMENDO……!!!

Amanda- Ah …posso tornare .più tardi..

Tutte-NOOO……

Marta- Starà per svegliarsi da un momento all’altro..

Roberta- ..Ci dica ..che cosa la porta qui?

La guardano

Roberta-..voglio dire….com’è che si fa viva solo ora?

Marta- le piacciono le rane?

Amanda- Come?

Alessandra- mia cara…noi siamo molto amiche di Ariel e siamo molto curiose di sapere come ….non sapevamo che avesse una figlia….( gesticola in modo significativo)

Amanda- ..ma…Ariel..la mamma….vive qui?

Si guardano

Marta- Ma certo..

Fulgenzia- Viviamo Tutte qui..

Alessandra-già…..

Amanda-..e …quindi non ha una casa sua?

Alessandra- ..questa è casa sua..

Amanda-.intendevo..una casa in cui vive da sola…

Marta- No..non ha una casa in cui vive da sola.

Fulgenzia-Stiamo meglio insieme.

Alessandra—ehmm…diciamo che ….troviamo conveniente vivere insieme..per il momento..

Amanda-….che bello…

Sorridono

Amanda-…è bellissimo..

Alessandra-( sempre sorridendo) cosa?

Amanda-Voglio dire…voi qui Tutte insieme…(sorride)…è una cosa bella, ..stare tutti insieme…

Sorridono

Marta-..( sempre sorridendo..fra i denti)..è davvero sua figlia..!!!

Amanda-..come?

Roberta-..stavamo notando come le somigli…

Amanda-Le somiglio?..

Fulgenzia- Sì..hai gli stessi occhi…

Alessandra-..i …capelli..

Marta- ..dici le stesse cretinat…

Roberta-(alzando la voce e interrompendo Marta)..hai lo stesso modo di vedere..la vita..

Amanda-Davvero…?

Alessandra-..eh…sì…

Amanda-Allora è proprio mia madre!!

Silenzio

Marta- Sì…sei proprio sua figlia!!!

Roberta- (guardando male Marta)..sì…ma..

Fulgenzia-..non ne eri sicura?…

Alessandra-..come hai fatto a trovarla?

Amanda-oh..dio….è proprio lei….

Marta- E tu sei proprio tu..ma (occhiataccia di Tutte)

Amanda piange

Fulgenzia-..perché..?

Marta- E ora …?

Roberta- Mia cara…perché piangi?

Fulgenzia-E’ l’emozione!!

Amanda- Scusatemi…. È che non ne ero sicura….ho cercato tanto …e ho tanto faticato..

Alessandra-Ma …chi ti ha detto che Ariel è tua madre?

Amanda-( asciugandosi le lacrime)..sono riuscita..ad entrare di nascosto nella segreteria del centro IFA…e ho dato un’occhiata alla lista dei donatori…

Fulgenzia-donatori?

Alessandra- Donatori?

Si guardano

Amanda-..sì …sono riuscita ad individuare mio padre…ma con lei ho fatto fatica…perché era una donatrice estemporanea..

Marta-..scusa…ma non conosci neanche tuo padre?

Amanda-Oh  no! Sono già andata a trovarlo….per fortuna l’indirizzo era lo stesso che aveva fornito l’anno della donazione e quelli successivi…

Roberta- Aspetta, aspetta…non sto capendo niente..

Alessandra- sai che novità..

Marta- tu hai detto che …non hai mai conosciuto nessuno dei tuoi genitori…??

Amanda-Oh..ma neanche loro si sono mai conosciuti.

Silenzio

Marta- Internet fa veramente miracoli..

Alessandra- scusa….( fa cenno di chiedergli il nome)

Amanda- Amanda..

Alessandra- Amanda! Di quale centro stavi parlando?

Amanda- Il centro IFA.

Fulgenzia-IFA?

Amanda- Sì…Istituto per la Fecondazione Artificiale..

Fulgenzia- Fecondazione artificiale?

Marta- ..sei una figlia..in provetta?

Fulgenzia- oh..povera cara!!

Roberta-va tutto bene mia cara( a Fulgenzia)..

Alessandra-..allora..non hai mai conosciuto nessuno dei tuoi genitori?..

Amanda- (annuisce)…posso…andare un attimo in bagno?

Silenzio

Marta-Senti un’attrazione per lo scarico del..

Alessandra(scuotendosi)..certo!! ..certo!…è di là ..ti accompagno…vieni

Scena 8------------------------------------

Escono

Roberta- Una figlia in provetta!!

Fulgenzia-Che disgrazia!!

Marta- Fulgenzia, non è una disgrazia!!. .piuttosto questa è una cosa proprio da Ariel..

Roberta- Non cominciare..

Fulgenzia- Non è una disgrazia?

Marta- proprio tu…!!! Con il tiro che ti ha giocato la difendi ancora??

Roberta-Non la voglio difendere..

Fulgenzia-perché non è una disgrazia?

Roberta- ..bisogna prenderla per quello che è ..

Marta- Un’idiota totale!!

Fulgenzia-.ma..

Roberta-..Zitta!! la figlia  ti può sentire…

Fulgenzia-..l’hai fatta piangere prima..

Roberta- Era l’emozione…

Fulgenzia-L’emozione di sapere che non è una figlia in provetta..ma che ha una madre?

Marta- Reagirei anch’io così se venissi a sapere che mia madre è Ariel!!

Roberta-Smettila!!

Rientra Alessandra da sola

Alessandra-Qui bisogna che Ariel si rimetta Immediatamente!!!

Roberta-Va do a chiamarla..

Marta- Aspetta!!…dobbiamo improvvisare una linea d’azione..

Alessandra- che azione? Ariel si rimette ed incontra sua figlia…( Tutte entusiaste)…mentre noi ci defiliamo(guardando le altre e troncando sul nascere l’entusiasmo)…..!!!!

Fulgenzia- Dobbiamo prima dirle della provetta…

Roberta-Qualcosa mi dice che se lo immagina…

Fulgenzia-Come?

Alessandra-Fulgenzia!! Maledizione!!Non  fare la finta tonta.!!

Marta- Non fa finta..

Roberta-..Ariel una donatrice di ovuli!!

Fulgenzia-Come?

Alessandra- devono aver utilizzato un suo ovulo e il seme di qualcun altro..

Marta- C’è qualcosa di perverso in tutto ciò…

Roberta- Ma cosa dici?

Marta-Può darsi che facessero un’esperimento…sai..cose come clonare una pecora…o lavorare sul patrimonio genetico per ottenere un individuo migliorato..

Alessandra- Con Ariel non dovrebbe essere difficile..

Roberta-Ma..e Tutte le implicazioni morali…e religiose?

Fulgenzia- Mi spiegate cosa state dicendo?

Entra Ariel

Ariel-Stanno dicendo che hanno fecondato un mio ovulo in laboratorio con il seme di qualcuno…un ovulo che ho donato tanti anni fa..

Fulgenzia- Stai meglio?

Alessandra- da quanto tempo stavi origliando..?

Ariel-Non stavo origliando!!..Stavo guardando mia figlia…senza che lei vedesse me..

Marta- Giusto!

Roberta- ti piace?

Ariel-(ha appena bevuto uno dei suoi intrugli)..no ha un sapore schifoso..ma ti rimette in moto le basse energie..

Marta- Ariel,,tua figlia!! Ti piace tua figlia??

Ariel-Mia figlia?….

Silenzio

Ariel- E’ carina…….. spero che abbia preso il meglio di me.

Alessandra- Che cosa esattamente?

Marta- Se avesse preso il peggio di te qualcuno l’avrebbe soppressa appena nata..

Ariel- ..non so…..la mia capacità percettiva….eeehhh

Alessandra- Ti lasciamo sola con lei..

Ariel-NO!! Per carità ..non saprei cosa dirgli..

Fulgenzia-Dille che ti dispiace di averla messa in provetta.

Roberta- Devi stare da sola con lei…dovete parlare di tante cose.

Ariel-Ma di quali cose dobbiamo parlare??..Non la conosco..per me è una perfetta estranea..

Marta- E’ tua figlia…è una parte di te..parte del tuo codice genetico…ce l’ha lei!!

Ariel-ma dobbiamo rompere il ghiaccio…voi siete la mia unica famiglia..state con me finchè non riesco a camminare con le mie gambe..

Alessandra- Possiamo stare un po’ qui con te..ma poi dobbiamo lasciarti sola..

Ariel-Ma perché??

Fulgenzia- Le hai dato la vita!!Devi pure spiegarle perché l’hai fatto!!Sono argomenti personali!!

Marta- e’ necessario che tu ti prenda la responsabilità delle azioni del tuo ovulo!!

Ariel-E cosa c’entro io con lui!!??

Alessandra- ma cosa fanno i tuoi neuroni?? Hanno crisi di solitudine?..

Ariel-E va bene…va bene….è giusto ..devo prendermi le mie responsabilità..

Fulgenzia-Allora ce ne dobbiamo andare?

Roberta- Non subito!  vero Ariel??

Ariel-Sì……..( si guardano e sorridono) e pensare che credevo avesse bussato Rocco

Scena 9-----------------------------------

Campanello

Tutte-Aaahh….

-che domenica…che domenica

-Non siamo neanche all’ora di pranzo..

Alessandra- Fulgenzia..rispondi!!

Fulgenzia-IO??..ma…ho risposto prima!!

Marta- rimane il programma originale…e tu che fai?( a Roberta che sta uscendo)

Roberta- Ho ricambiato idea!!

Esce

Alessandra- Rispondi!!

Fulgenzia-Siii?

Silenzio

Fulgenzia-( alle altre) è Rocco…salga…venga su!!

Marta-E ora? Con Amanda di là?

Ariel-E chi è Amanda??

Marta-Tua figlia, tua figlia si chiama Amanda..

Ariel-Ah…

Fulgenzia- Allora lo facciamo accomodare? Lui e la sua….compagna?

Alessandra- Sì….gli offriamo un caffè…gli offriamo al limite un pranzo…e poi gli spieghiamo che non possiamo ospitarlo..

Ariel - Chissà con quale scusa …..quella del posto in casa che non c’è  con un appartamento gigantesco come questo…non può reggere..

Marta- Amanda!!

Ariel- Dov’è??

Marta- NO!!…Amanda!!

Ariel- Ho capito che si chiama Amanda!! Non sono mica sorda e smemorata!!

Alessandra- NO!! Amanda!!

Ariel- e dai!!Ho capito!

Alessandra- No,,non hai capito…

 Ariel-Sapete?…sono stufa di essere trattata come un’imbecille…almeno c’è Fulgenzia che mi capisce!!

Fulgenzia- AMANDA!!

Ariel- ma cosa avete Tutte??Alzhaimer precoce ??

Tutte stanno compiendo gesti frenetici

Alessandra- Ariel!!…..

Ariel-abbiamo cambiato soggetto??…

Alessandra-ARIEL!!..tua figlia Amanda è la scusa ideale!!

Ariel-Come?

Marta- Esatto!! Non ti ricordavi che veniva a trovarti…e l’unica camera disponibile ce l’ha lei..

Alessandra-devi solo dire che ti sei sbagliata e che non ricordavi che ci sarebbe stata tua figlia ..

Ariel-Ho come l’impressione di non sembrare una madre modello….

Alessandra- Andrà tutto bene.. sono cose che capitano…

Fulgenzia-Una volta Mia madre si era scordata di me in un centro commerciale.

Alessandra- davvero?

Fulgenzia-sì…sono rimasta un’intera domenica  e la notte nel reparto intimo uomo..

Marta- Vedi??( ad Ariel)

Alessandra- E tua madre come si è giustificata?

Fulgenzia- Non ne ho idea!! Non l’ho più rivista!!

Ariel- Grazie,Fulgenzia…..

Alessandra- lascia perdere…Ariel!! hai solo confuso le date.. niente di grave…te la senti??

Ariel- e va bene..

Alessandra- benissimo..pronte??…Fulgenzia…vai ad aprire..

Campanello

Fulgenzia-è stato un gesto d’amore…-

Alessandra-certo..certo…ora và ad aprire!!

Fulgenzia esce

Marta- certo che Amanda non è l’unica qui a somigliare ad Ariel

Alessandra-SSSHHH…….

Scena 10------------------------------------

Entrano Rocco e dietro ,nell’ordine..Louise e Fulgenzia

Rocco- Signore mie care!!!!!

Alessandra- carissimo….come stai?

Marta-…è una vera sorpresa!!..

Ariel- Rocco caro….ma come potevo non invitarti qui??!!

Si abbracciano

Rocco- Potevi..ma non l’hai fatto!!Ah..Ah!!!

Ridono..ridono anche le altre a denti stretti

Alessandra- Accomodati…..vuoi che ti offriamo qualcosa?

Rocco-Grazie..ma ..prima permettetemi di presentarvi.Louise

Louise-Piascerre….io sono LouiseLouise Bertrand..

Tutte-Molto lieta..piacere…

Fulgenzia-ma lei viene proprio dalla Francia??

Rocco-(interrompendo Louise che sta per rispondere)..Francia Pura..la Francia di..Renoir…Rembrandt

Marta- Ma non era Olandese?

Louise-ma oui mon cheri..lui era olandese…quante volte te lo devo ricordare??..ma tu sei così magnificamente scordarello…oohhh..les italiènnes…

Marta-Anche il mio  ex-marito è scordarello….con gli alimenti ..

Fulgenzia-faccio un tè?

Alessandra-Bravissima……eehh…allora..Rocco…e..Louise..(ridono)..che cosa hai fatto in questi anni?

Ariel-Mia cara ..mia cara..mia cara..dagli un po’ di respiro…sono appena arrivati…bisogna che si rinfreschino…che si riposino un po’ …che mangino qualcosa..bisogna fargli vedere la camera..(Marta passando gli dà una padellata in testa..e Ariel si accascia)

Marta- Oh mia cara scusa….!!pensavo di starla posando sul fornello..

Rocco- tutto bene?.

Ariel-Oh sì…solo un po’ rintronata…sei perdonata mia cara…dunque..caro Rocco…che cosa hai combinato in tutti questi anni?

Rocco-Ohh…niente di speciale…tu sai che io campavo dipingendo..e facendo ritratti su commissione…e..bè non è cambiato niente…in Francia continuo a fare la stessa cosa…e…ti dirò….campo piuttosto bene…i francesi sanno perfettamente riconoscere gli artisti…

Louise-Rocco è un artista..inimitabile!!..

Marta-Lo spero bene……ma…continui a dipingere quei soggetti strani con uomini e donne intenti a ..

Alessandra-..facevi anche delle nature morte..se non sbaglio..

Fulgenzia-Cos’è una natura morta?

Rocco-..mmsì…sto più o meno utilizzando gli stessi temi di una volta…..con qualche cambiamento naturalmente…sai..l’età porta un po’ di esperienza..

Louise-..una meravigliosa esperienza…

Ariel- mi piacevano tantissimo i tuoi quadri…ne hai per caso portato qualcuno dei nuovi?

Rocco-Oh no…come tu ben sai …non sono tornato qui per diletto..ma ……

Fulgenzia-Ah…

Marta-per tua madre…

Rocco-Già..

Louise-Rocco ha un meraviglioso attaccamento alla madre….che cosa squisita e tenera…oh..les italiènnes …tanto è il loro attaccamento che la cercano nella loro compagna….pensate che i primi tempi che ci siamo conosciuti..mi portava la sua roba da lavare….e doveva essere pronta per quando diceva lui, assolutamente, insieme a…..

Rocco- Sì!! Come stavo dicendo…credo che lo sappiate Tutte..mia madre  è morta e io ..sono qui per i funerali..

Ariel-E quando sono i funerali?

Rocco-Dopodomani.

Ariel-Ohh..ma è splendido..potrai stare con noi altri du…aaahhhiii(Alessandra gli dà un pestone sul piede passando)

Alessandra-Oh scusami..è che qui è pieno dei scarafaggi(continua a pestare per terra)..

Louise-io non vedo nulla…

Marta- Sono insetti veloci e astuti..

Fulgenzia-Di solito però stanno tutti nell’androne..

Ariel-..E non fargli del male…accidenti!!.

Rocco- Io…ecco..appunto..speravo in questo vostro invito…

Ariel- ma certo!!..non c’è nessun…aaahia(Marta continua a pestare per terra)

Marta- Eccolo il topo….!!

Alessandra-Topo?

Fulgenzia-Dennis..non fargli troppo male per favore..

Alessandra-Abbiamo i topi in casa?

Marta-(prendendo la boccetta dal tavolo)..sono topini ..ma mi rendono molto nervosa..

Ariel-Visto che dormirai qui..potresti occupartene tu…aaaahhiaaa( Marta fa cadere inavvertitamente la boccetta sul piede di Ariel)

Marta- Oohh…vedi?…mi sudano le mani…

Ariel-ma cosa sono??Un ‘autostrada????!!

Alessandra-Perché non mi avete detto che abbiamo i topi in casa?

Fulgenzia-Un topo|!!!Uno solo…!!!E’ solo un piccolo topino di campagna..

Louise-(guardando rapita tutta la scena)ooohh…les italiènnes…

Ariel-Ma se è solo uno possiamo anche far finta di niente…possiamo comunicare con lui..

Rocco- Già..fate amicizia..

Louise-..OOOhh..les italiènnes…

Ariel-ecco…vedete..ho ragione…

Marta- Ariel..mi sono dimenticata di farti vedere quella crepa nel muro in camera…vuoi venire a vederla?è urgente!!

Rocco-Una crepa nel muro?

Louise-Oohh..le case italiane…

Ariel-Quale crepa nel muro?

Alessandra- Scusa..Rocco…non viene mai nessuno a trovarci…e dimentichiamo che cosa significhi avere ospiti…dunque…

Fulgenzia porge il tè

Alessandra-dicci quali sono i tuoi programmi.

Rocco-bè….se non vi  disturbo troppo..

Entra Amanda

Amanda-Buongiorno

Louise-..buongiorno..

Rocco-(alzandosi)..Buonnngiorrrnnno…( gli prende la mano e gliela bacia)

Ariel-E tu chi sei?…aah…Aahh..(allontana Rocco dalla ragazza)

Marta- Rocco..ti presento Amanda…la figlia di Ariel

Amanda-Mamma?….

Rocco-la figlia di…….è uno scherzo!!

Guardando insistentemente la ragazza

Fulgenzia-No..non è uno scherzo…e neanche la faccenda della provetta lo è ..

Rocco-Che cosa??!!

Louise-scusate..ma ho bisogno di rinfrescarmi un poco..posso andare in bagno?

Fulgenzia-Sì ..il bagno è di qua..

Louise-(passando accanto ad Amanda)..che carina che sei…

escono

Rocco-Complimenti Ariel..hai una figlia molto bella!!

Ariel-Chiudi la bocca mio caro….e (le altre gli fanno cenno)..cosa?…Ahh…AAAAHHH sì!

Mio caro Rocco…credo di essermi lasciata andare un po’ troppo al telefono..

Rocco-(sorridendo)…Tranquilla…Louise non lo sa..

Ariel-(sorridendo)..no..…mi riferivo al mio invito a fermarti qui per la notte…

Rocco-Ah!!

Ariel-Succede che…ecco…io mi ero dimenticata che veniva mia figlia a trovarmi…e….

Amanda-Come lo sapevi?

Marta- Tua madre ha delle qualità nascoste..

Alessandra- Molto nascoste!!

Marta-Già….e

Ariel-ma perché non ne parliamo dopo pranzo?..con calma?…così..prima tu e Louise vi rinfrescate un po’…vi riposate..mangiamo..e..

Amanda-ma io…

Ariel-Mia cara …

Rocco- va bene….

Rientra Fulgenzia

Rocco-..a proposito…non ..mi avevi detto che eravate in cinque in questa casa?

Alessandra-Già….c’è..

Marta-..c’è..

Fulgenzia-Chi c’è?

Ariel-..c’è Roberta

Rocco-..COSA???!!!

Alessandra-Roberta…non lo sapevi?

Rocco-No!! Non lo sapevo!!!

Ariel-Ma come?…Non è per questo che sei venuto qui?..

Rocco-No!! Non è per questo che sono venuto qui!!!…Roberta qui!!…ma perché non me lo hai detto??

Ariel-ma io pensavo..

Rocco-Che cosa?

Marta- pensava che tu fossi venuto qui per rivedere lei!!

Rocco-ma tu sei pazza!! E Secondo te io vengo qui a rivedere la mia ex-moglie portandomi la mia nuova compagna?

Amanda-E’ simpatica…

Ariel-Oh grazie mia cara..

Alessandra- Ariel aveva elaborato una teoria molto interessante sulla tua presenza qui…

Ariel-E’ ancora in piedi….

Entra Roberta

Rocco si alza dal tavolo e prende le distanze

Silenzio

Alessandra-dunque..Ariel..quella famosa crepa nel muro..la vuoi venire a vedere?

Ariel-Ma di quale crepa stai cianciando?

Marta-Quella nel muro..di camera tua….per non parlare di quelle nella tua testa..

Alessandra- vieni anche tu…così vedi la camera di tua madre..

Amanda-Ma….ma..io..non …so

Escono Tutte tranne Fulgenzia

Da fuori(Alessandra)-FULGENZIA!!!

Fulgenzia esce

Scena 11------------------------------------

Silenzio

Roberta-Ciao Rocco

Rocco-Ciao..

Silenzio

Roberta-Stai bene?..

Rocco-Sì …sto bene….sto bene..

Roberta-Bene…bene……anch’io sto bene……

Rocco-Ah…….

Roberta-perché sei qui?

Rocco-Mia madre è morta….e sono venuto per i funerali..

Roberta-Ah…sì….. mi dispiace

Silenzio

Roberta-Stai bene…..

Rocco-..sì…sto bene…..

Roberta-…si vede…

Rocco-..che cosa?..

Roberta-SI vede che stai bene..

Rocco- ..sì..anche se in questo momento..

Roberta-Ah…già….tua madre….ma io intendevo…

Rocco-.cosa?..

Roberta-..che si vede che fai una vita che ti fa star bene…

Rocco-..Me la cavo..

Roberta-..dico sul serio…hai un buon aspetto…

Rocco-..sì..ho avuto un po’ di fortuna…

Roberta-…stai proprio  bene.,

Rocco-…Sì…

Silenzio

Roberta-( contemporanemamente a Rocco).Stai bene….

Rocco-..Sto bene…(contemporaneamente a Roberta)

Silenzio

Roberta-..sono contenta di vedere che stai bene..

Rocco-Anch’io ti vedo star bene..

Roberta-..Sì..non c’è male…ma tu..stai proprio particolarmente bene..

Rocco-Anche tu …credimi.

Roberta-..Hai proprio un magnifico aspetto..

Rocco-Anche tu..

Roberta-..Sì..ma tu ..il viso l’espressione del viso…sei anche un po’ ingrassato..

Rocco-Ingrassato?

Roberta-..sì..un po’…ma ti fa star meglio..

Rocco-Come ingrassato?

Roberta-Solol qualche chilo in più..

Rocco-Peso esattamente lo stesso di quando ci siamo visti l’ultima volta!

Roberta-..no..no.. non hai lo stesso aspetto …

Rocco-come non ho lo stesso aspetto?..

Roberta-..Gli anni passano..e lasciano sempre delle tracce..

Rocco-..ma quali tracce?

Roberta-…ci sono tracce del passare del tempo..anche il tuo viso..

Rocco-Che cosa ha il mio viso?

Roberta-hai qualche rughetta in più..

Rocco-Rughetta??!!

Roberta-..ma sì…e poi vedo anche i tuoi fianchi..

Rocco-Ma cosa dici????!!!

Roberta-..e i tuoi capelli..

Rocco-…se mi dici che ho meno capelli dell’ultima volta..

Roberta-..ma no!!..

Rocco-AH!

Roberta-..sono solo un po’ più grigi..

Rocco-CHEE!!????

Roberta-..Rocco..sono passati dieci anni..

Rocco-Grigi…

Roberta-..non posso dirti che sei esattamente lo stesso .porca miseria!!! sono passati dieci anni…qualche traccia la lasciano..

Rocco-..Non è successo a me…

Roberta-..ma per favore..!!!

Rocco-..I miei capelli sono solo un po’ più chiari…sono stato al mare e ho preso un po’ di sole..e poi questa luce inganna..

Roberta-..ma la smetti?..ti ho detto solo..

Rocco-.rughette??…ma dove vedi  delle rughette??….sei sempre la solita acida..

Roberta- ma solo perché ti ho detto che sei ingrassato..

Rocco-E DAI!!

Roberta-…scusa..ho sbagliato!! Non sei cambiato per niente…-

Rocco-.,..cominciamo a ragionare…

Roberta-..sei rimasto sempre uguale..

Rocco-..Ora non..

Roberta-..il solito stronzo!!!

Rocco-..stronzo a me???..ma senti chi parla..

Roberta-..Non posso dirti niente senza che tu abbia da ridire..

Rocco-..ma..mi hai dato del vecchio ciccione!!!

Roberta-…sarebbe  un complimento!!

Rocco-Un complimento??..ma infili sempre queste battute nelle schifezze che scrivi?

Roberta-..schifezze???!!!

Rocco-..andiamo Roberta!!..non è certo alta letteratura..

Roberta—ah..sì?? …e come lo sai???

Rocco- Non ti ricordi che ho letto qualcuno dei tuoi libri?

Roberta-Sì?..non sapevo che avessi imparato  a leggere!!

Rocco-…no!! Mi sono foderato lo stomaco!!

Roberta-AH!!

Rocco-..certo!.. a furia di vomitare mentre leggevo i tuoi romanzi rosa!!

Roberta-..Ecco..vedi..ignorante come una capra!!…tu l’arte non sai neanche dove sta di casa!!

Rocco-IO l’arte..

Roberta-…sì..perché credi che il fare due scarabocchi su una tela ti consacri artista!!!??

Rocco-MA…

Roberta-…nature morte..soggetti metafisici…hai avuto un po’ di fortuna solo quando hai cominciato a fare soggetti porno!!

Rocco-ma vuoi abbassare la voce??!!..

Roberta-..io sono in casa mia e non abbasso niente!!

Rocco-..Almeno i miei soggetti sono realizzati con una gran tecnica..

Roberta-..ma senti!!

Rocco-..tu invece dovresti pubblicare con una rivista di racconti horror.. da quanto scrivi male!!

Roberta- L’unica tecnica in cui ricordo eri maestro..era quella di schivare i creditori!!

Rocco-..L’avrei sicuramente utilizzata se sapevo che ti trovavi in questa casa!!!

Roberta-E allora perché non te ne vai??!!

Rocco-..perché…….

Silenzio(calo)

Rocco-..perché non voglio fare uno sgarbo ad Ariel..

Roberta-..Guarda che..

Entra Louise

Scena 12------------------------------------

Louise-Buongiorno….

Roberta-Buongiorno…e lei chi è?

Louise-..Sono Louise Bertrand..la compagna di vita di Rocco..

Roberta—Aahh..la compagna di vita’???

Rocco- Louise .ti presento la mia ex-moglie..Roberta.

Louise-…La ex-moglie?

Roberta-..Già..

Louise-.ma perché non mi avevi detto di aver avuto una moglie così carina?..è un piacere conoscerla…approfitteremo di questi giorni per fare un aggiornamento su Rocco..

Roberta-..Stavo appunto per dire a Rocco..

Louise-….vede..il mio obiettivo è conoscerlo sempre meglio..e quale occasione migliore che avere delle informazioni preziosissime dalla sua ex-moglie?

Roberta-Lei è parente di Ariel?

Louise-Come?

Rocco-Louise…ora è meglio se ci rinfreschiamo un po’.

Louise-ma io ..mi sono già rinfrescata…

Rocco-Io no invece!! devo andarmi a cercare un iceberg…

Louise-..facciamo uno scambio..io le racconto tutto quello che lei non sa di Rocco..il suo lavoro… i suoi incontri..la sua vita sociale…la sua vita intima…e lei mi racconta le stesse cose di quando eravate sposati.

Rocco-Louise..non credo che sia una buona idea..

Roberta-.. a me sembra meravigliosa invece..

Rocco- A..me no!!! Perciò credo che faremmo meglio a cercare un buon albergo..

Louise-..Ma non siamo ospiti con le tue amiche?

Rocco-..Credo che loro non possano..hanno già altri ospiti…

Roberta-..ma che cosa stai dicendo?..non vorrai fare uno sgarbo ad Ariel! LA nostra casa è gigantesca…ha un gran numero di stanze..anzi..mentre tu vai a rinfrescarti io porto la carissima ..

Louise-.Louise..

Roberta-Louise!!..a vedere la vostra stanza..

Rocco-..un attimo..

Roberta- (prendendo la valigia e Louise a braccetto)..tu fai pure con comodo..tanto noi credo che ne avremo per un po’..e..posso darti del tu Louise?.

Louise-..ma certo..

Roberta- .allora ne approfitto per cominciare a raccontarti il tipo di menàge che avevamo..io e quel sacco di letame…

Louise-Come scusa…?

Roberta-..è una forma idiomatica  e affettuosa per dire “Rocco mio marito”…  è un modo di dire ..aahh.. devo spiegarti  tante di quelle cose..abitudini..costumi tutti italiani..

Louise-.oohh..les italiènnes.

Roberta-..già les italiènnes..

Escono

Rientrano Alessandra ,Fulgenzia  , Marta ,Ariel ed Amanda

Alessandra- caro Rocco..abbiamo deciso che andremo tutti fuori a pranzo…sarete nostri ospiti.

Rocco-..credo invece che sarebbe meglio togliervi il disturbo..

Ariel-Non dire sciocchezze…è un piacere poterti vedere..e poter conoscere la tua meravigliosa  compagna

Amanda-Credo che sia della Borgogna..ha un accento particolare..

Rocco-E tu come lo sai?

Ariel-Studia lingue all’università…sai…ha un orecchio formidabile..mi stava giusto dicendo quanto ha faticato per poter pagarsi gli studi

Amanda-Vi ringrazio ancora per l’ospitalità ..così mi date l’occasione per conoscere meglio mia madre..

Ariel-Oh cara figliola..

Amanda-Madre cara..

Ariel-Mia prole..

Amanda-Mio inizio..

Ariel-Il mio prosieguo..

Marta-Il mio stomaco…

Ariel-io e Amanda ci avviamo verso il ristorante…voi ci raggiungerete dopo…diciamo…una mezz’oretta?

Tutte-va bene…va bene

Ariel-Bene..ciao a Tutte..vieni tesoro

escono

Scena 13a-----------------------------------

Silenzio

Rocco-Io penso veramente di dover togliere il disturbo

Marta-No..non è un disturbo..

Rocco-..qualsiasi cosa sia è meglio che la tolga..

Alessandra-Rocco…calmo..siediti……

Marta-Tu e Roberta avete fatto una bella rimpatriata?

Rocco-..Già..non è cambiato assolutamente niente….per giunta ha conosciuto Louise e l’ha portata a vedere la nostra stanza..

Marta-Che ha fatto???!!

Rocco-Sono uscite a braccetto come vecchie amiche..pronte a mettermi in mutande con i loro pettegolezzi..

Alessandra-ma..

Fulgenzia-..ma ..

Marta-..che stronzetta…

Rocco-..puoi dirlo forte.

Alessandra-..Tu vuoi dire che Roberta vi ha detto di rimanere qui..?

Rocco-..ha anche insistito…voi dovevate vedere con quale protervia  si è accalappiata Louise…io ho tentato di dire che non potevamo rimanere..considerando che avete anche altri ospiti..ma..lei ..no!!

Marta-..che diavolo di domenica.

Fulgenzia-ma perché?

Alessandra-Perché??

Fulgenzia-Sì..perché?? Abbiamo degli ospiti una volta tanto.. possiamo passare una domenica diversa dal solito ..   non facciamo altro che stare rinchiuse nelle nostre stanze a rimuginare sui nostri guai…

Marta-Invece questa domenica rimugineremo   anche su quelli di altri!!

Fulgenzia- ma perché questo pessimismo? C’è una ragazza..la figlia di Ariel..siamo Tutte curiose di conoscerla.. sapere che vita fa…e qui c’è il signor Rocco.. che viene dalla Francia.. fa il pittore…chissà quante cose ha da raccontarci..

Alessandra-Fulgenzia,il problema è che quando Rocco e Roberta stanno nella stessa stanza la temperatura comincia a lievitare ..

Fulgenzia-..ma insomma..sono passati così tanti anni…l’età porta consiglio

Rocco-anche LEI!!???….

Fulgenzia-..le cose bisogna buttarsele alle spalle…rivedersi dopo tanto tempo porta anche la curiosità di sapere che vita ha fatto l’altro..

Rocco-Vivo bene anche senza…

Fulgenzia-..ma non è neanche un pochino curioso?

Alessandra-Fulgenzia…è un problema caratteriale..

Marta-se tu metti lui e Roberta in una gabbia insieme ad una tigre, a questa gli viene una crisi d’identità.

Rocco-..Roberta non mi ha mai sopportato..non ha mai digerito che facessi il pittore di successo..mentre lei arrancava per poter pubblicare quelle cagatine..e questo l’ha portata ad odiarmi e rendere impossibile qualsiasi tentativo di comunicazione…ha reso impossibile e sfibrante il nostro rapporto.

Alessandra- ma non è che tu avessi contribuito a migliorarlo..

Rocco-..Non so a cosa ti riferisci..

Marta-Si riferisce al fatto che ti portavi a letto qualsiasi forma di vita basata sul carbonio.

Rocco-..oddio..la mentalità femminile…

Fulgenzia-Eehh?

Marta- la mentalità maschile invece…

Rocco-Cosa?

Marta-..Hai mai letto la favola del sarto senza paura?

Rocco-Cosa c’entra ora la favola del sarto senza paura?

Fulgenzia-Cos’è la favola del sarto senza paura?

Alessandra-E’ una favola in cui il personaggio principale compie imprese sulle spalle di altri per poi prendersene tutto il merito..

Marta-Definisce chiaramente la mentalità maschile..che è intenta a ripiegarsi solo su se stessa allevando i propri desideri e necessità..

Fulgenzia-Lei è un paraculo?

Marta-Afferrato interamente il concetto!!

Rocco-Ho solo bisogno di affetto e comprensione..cerco un accordo particolare con la mia partner ideale..cosa c’è di male?E’ un contratto che ,se va bene a lei ce ne possiamo  anche infischiare di come vanno le cose nel mondo.. o di come gli educatori insistono dovrebbero andare!!

Alessandra-L’accordo sarebbe cheTu  conduci una tua vita senza prenderti responsabilità..e l’altra deve raccogliere i cocci e  aggiustare tutto??

Rocco-Questo è il problema del femminismo..distorce tutti i punti di vista per convogliarlo in uno solo!! Invece di parlare di sudditanza e schiavismo io parlerei di.. divisioni dei compiti..destinarli secondo le proprie attitudini..

Marta-Se tutti  gli uomini avessero avuto le tue attitudini Cristo sarebbe dovuto tornare un altro centinaio di volte per spurgarci!!

Alessandra-Non è che sei cambiato molto Rocco….

Rocco-Da quel che vedo niente è cambiato qui..

Fulgenzia-la sua compagna   però la soddisfa!!

Rocco-..eehhmm…sì..non …io  ...abbiamo raggiunto un buon accordo…

Silenzio

Alessandra-E’ simpatica..

Marta-Per campare lavori solo tu o anche lei contribuisce?

Rocco-Siamo in due a tirare la carretta..

Marta-avrei detto invece che era solo lei a farlo..

Rocco-Scusa??

Alessandra-..Che cosa fa?

Rocco-.Sempre con le tue frecciatine..ma questa volta non ci casco…

Marta-Che mestiere fa?

Scena 13b-----------------------------------

Silenzio

Fulgenzia-ma lavora anche lei?

Rocco-Sì..sì certo che lavora..

Alessandra-E che lavoro fa..?si può sapere o è un mistero?

Rocco-E’ che è molto …complicato da spiegare..non è un mestiere usuale..

Marta-La paghi per poter fare il paraculo?

Fulgenzia-Basta,  Marta per favore..

Marta-io direi che questo potrebbe essere un mestiere inusuale..

Rocco-E’..una …fa ..la….lavora nel sociale..

Alessandra-Fa l’operatrice sociale?

Rocco-..in un certo qual senso..

Marta-Si occupa di te?

Rocco-Gli anni ti hanno reso più spiritosa!!..No!! Non si occupa di me..è ..un lavoro socialmente utile!!

Marta-Tenerti a bada è più che utile..è sopravvivenza della specie!!

Alessandra-Rocco…non stiamo capendo che mestiere fa..

Rocco-..è..difficile da spiegare..

Fulgenzia-Si occupa del sociale…bambini, disadattati?

Rocco-.Non esattamente..

Marta-Fa l’operatrice sociale?Si occupa di reintegrare in qualche modo gli elementi alienati nella società?

Rocco-.Non esattamente…..

Alessandra-..E allora?

Rocco-bè..noi lavoriamo insieme..la nostra è una sorta di piccola azienda familiare…io …mi occupo del marketing..per così dire..e lei…è la fornitrice di servizi..

Marta-,che servizi?

Rocco-..lei…si occupa delle esigenze umane più elementari..

Fulgenzia-..è una ristoratrice!

Rocco-No..ecco…ci sono uomini che hanno delle normalissime esigenze ..diciamo..psicofisiche…e lei si occupa di reintegrare il loro..equilibrio chimico..

Marta-E’ una psichiatra!!

Rocco-Ecco!! Bravissima…gli si avvicina molto…

Alessandra-E quindi?..

Rocco-..E quindi…

Marta-Che tipo di equlibrio chimico?

Silenzio

Rocco-..Ormonale..

Silenzio

Fulgenzia-Fa la puttana?

Rocco-..Ecco……..perché chiamarla in questo modo?E’ una operatrice sociale…!

Alessandra-RoccoLouise è una prostituta??

Rocco-altro termine improprio…è una operatrice sociale specializzata nel settore …

Marta-...delle zoccole?

Rocco-Finitela!!..e’ un mestiere che ha la sua dignità!!

Fulgenzia-E  lei si occupa del marketing?

Alessandra-Fa il pappa!!

Marta-E’ un termine improprio mia cara..oggi si dice ..operatore delle comunicazioni!!

Rocco-..Vedi che quando vuoi diventi seria??

Alessandra-Rocco..tu fai il protettore di una prostitua?

Rocco-Smettetela con questa terminologia…e soprattutto non usatela davanti a Louise..è molo sensibile..potrebbe risentirsene

Fulgenzia-Povera cara…

Alessandra e Marta ridono nervosamente

Rocco-Non vi permetto di giudicarmi..ne io né lei…non si giudica un uomo dal mestiere che fa per campare..

Alessandra-E i tuoi quadri?

Rocco-..A tempo perso ..per arrotondare….

Entrano Louise e Roberta a braccetto

Roberta-Eccoli tutti qui…mie care!!..ho appena fatto una piccola chiacchierata con Louise..

Alessandra-Noi l’abbiamo fatta con Rocco..

Roberta-E mi ha raccontato un po’ di cose molto interessanti….

Marta-Anche Rocco..

Louise-..sono molto contenta di essere venuta con te Rocco carissimo…ho raccontato che tipo di vita conduciamo…..La tua cara ex-moglie ha voluto sapere tutto!!..

Rocco-Tutto??…

Roberta-Sì!! Tutto..!!!

Louise-..io gli ho raccontato quali sono le nostri abitudini giornaliere..(Rocco si porta una mano sulla fronte)……a che ora mangiamo ….a che ora ci svegliamo la mattina…ma quello che ha  l’ha piacevolmente sorpresa.è vedere quanto sei diventato tenero e premuroso..

Marta-premuroso?

Louise-Ma sì..mi accompagna sempre al lavoro e poi mi viene sempre a riprendere…come un bravo maritino..

Alessandra-.o dirigente d’impresa..

Louise-Come?

Roberta-…Louise mi ha detto che fai un altro lavoro per arrotondare…

Louise-..non è caro?Fa due lavori per portare avanti la famiglia.

Roberta-Con me non sei mai stato così premuroso..

Rocco-Se ricordi bene ci avevo anche provato…

Alessandra-AH sì???

Marta-Ma quante novità..

Fulgenzia-Che bello!! Ce ne sono tante..e tante…non vedo l’ora di parlarne ancora.. sono molto curiosa..

Roberta-anch’io sono molto curiosa..

Louise-Ma oui..però ricordati che mi devi raccontare anche tu qualcosa del mio adorato italiano..

Marta-basta che legga l’archivio giudiziario..

Louise-il..che?

Roberta-..Ti racconto tutto io..non preoccuparti..ma dimmi

(uscendo a braccetto con Louise)..porta sempre mutande gialle?

Louise-( sono quasi fuori)..sempre ..non se ne separa mai..

Roberta-(fuori)..ora ti racconto  di  quando ha cominciato a portarle.

Louise-(fuori) sono tutta orecchi..

Escono Tutte tranne Rocco

Alessandra rientra dalla quinta

Alessandra-Rocco?

Rocco-..mmsì??

Alessandra-Non vieni?

Rocco-Mi manca tanto mia madre.

Alessandra-coraggio..su…non è altro che una bella rimpatriata..fa bene al morale di noi quarantenni..( prende la borsa di Rocco e gliela porge…lo aiuta ad alzarsi dalla sedia e lo porta fuori)

Rocco-..sicura???

Alessandra-…Abbiamo solo voglia di stare insieme..questa è veramente una domenica particolare..

Rocco-Non credo che la scorderò tanto facilmente…

Alessandra-.muoviti…

Escono

Fine primo atto

Atto Secondo

Scena 14----------------------------------

Rientrano Tutte tranne Rocco e Louise.

Rientrano nell’ordine:

Ariel,Amanda,Roberta, Marta Fulgenzia ed  Alessandra

Ariel-Aahh..finalmente….che splendido pranzo.

Marta-Splendido??..Ariel, è l’ultima volta che andiamo in un ristorante vegetariano!!

Amanda-Io ho mangiato benissimo..

Fulgenzia-Anch’io ho mangiato benissimo..

Alessandra-Bè..non era male..

Roberta-Non fa male mangiare diverso ogni tanto..

 Marta-…non era male? Non so voi..ma io avevo un piatto fatto con foglie di fico e posate di canna di bambù..i bicchieri erano di cellulosa ed il cibo aveva lo stesso sapore della muffa che cresce vicino alla tazza del cesso…sarà un miracolo se per domani non sarò diventata un  baccello..

Ridono divertite

Amanda-ma tu parli sempre così?

Roberta-No..solo quando è a corto di uomini.

Ariel-Da quando ha fatto la prima comunione..

Amanda-da quanto tempo vivete insieme?

Roberta- ..vivere insieme..

Si guardano

Alessandra-Noi viviamo insieme,ma in realtà siamo separate in casa!

Fulgenzia-(ad Amanda)io tento sempre di fargli capire l’importanza di viverci un po’ l’una con l’altra..ma non ne vogliono sapere..stanno sempre in disparte….lavorano tutta la settimana e la domenica è l’unico giorno in cui potremmo stare un po’ insieme ma…stanno sempre per conto loro..

Ariel-Io no!! Anch’io tento sempre di coinvolgerle in attività di gruppo….anzi ragazze,vi dico una cosa…se non imparate a vivere insieme con qualcuno..vi troverete…

Marta+Alessandra+Roberta-..fra qualche anno vecchie, bavose e con una gran voglia di..ca…

Fulgenzia-RAGAZZE!!!…( andando verso Amanda)..c’è una bambina..

Marta- ne sa sicuramente più di te..

Amanda-Grazie..Fulgenzia..ma  ho imparato  come va il mondo quando ero ancora piuttosto giovane?

Ariel-Come..piuttosto giovane?

Amanda-..bè..

Fulgenzia-Sì..raccontaci qualcosa di te.

Marta-Visto che non abbiamo potuto farlo a tavola!!

Alessandra-.che razza di monopolio dell’etere che hanno quei due..

Amanda-Tu parli di Rocco e…

Alessandra-Louise…sì..

Ariel-vero…non abbiamo potuto parlare d’altro che di pittura, letteratura e medicina..

Marta-  quando abbiamo parlato di medicina?

Ariel-Non abbiamo parlato del mestiere di Louise?…quel mestiere strano che ha a che fare con un laboratorio chimico….ma sì insomma…..sostanze chimiche che si riequilibrano nei corpi delle persone…

Alessandra-Sì ..più o meno

Marta- suppergiù…

Ariel-Deve essere un gran lavoro…mi pare di capire che abbia a che fare con le relazioni..

Roberta-Ecco..sì relazioni..

Ariel-Dite che è per questo che si sono fermati in farmacia prima di salire?

Alessandra-lasciamo perdere…allora Amanda

Ariel-ah sì….

Marta-..raccontaci che cosa fai ..

Ariel-fa la linguologa….(sorridendo soddisfatta)

Amanda-Studio lingue, mamma

Ariel-E cosa ho detto?Linguologia…giusto?

Marta- Per favore Ariel, lasciala parlare e non dire idiozie..

Amanda-Bè..in effetti qualcuno la denomina anche in questo modo…ma sono dei gran ignoranti.

Marta-..vedi Ariel?

Alessandra- prima di parlare accertati di sapere che cosa stai dicendo..

Amanda- Ma non ditele così..questo capita spesso con le persone che hanno manie di protagonismo..non è colpa sua..

Roberta- Bè ..ma se avesse l’umiltà di ascoltare le persone questo non succederebbe..

Amanda- ma che colpa ne ha?..non è colpa sua se non ha studiato e se fa fatica a capire il mondo..Tutte le persone persone ignoranti hanno questa debolezza intrinseca..

Ariel- Mia cara ..ti ringrazio per la passione con cui mi difendi..

Alessandra- Mia cara..tua madre non è saldamente ancorata in questo mondo..

Marta- ..è convinta che il mondo funzioni secondo leggi Tutte sue….

Roberta- Guarda anche il modo in cui ti ha concepita..

Fulgenzia- la faccenda della  provetta è stata veramente grossa..

Ariel- ..Posso dire una cosa?…

Amanda- E’ un modo diverso di avere figli ,e io sono contenta di essere nata..

Ariel- ..ragazze..

Amanda- Se mia madre non avesse donato i suoi ovuli per poter essere sparsi sul terreno e in mezzo ai boschi e le piante.. non ci sarebbe mai stata la possibilità di poter utilizzarli per l’inseminazione artificiale…

Marta- Scusa??

Ariel- Attraversavo una fase inseminatrice..

 Marta- Pensavi veramente che i tuoi ovuli inseminassero il terreno e le piante..??

Ariel- Attraversavo anche la mia fase verde..

Alessandra- Scusa Amanda.. ma se tua madre aveva disposto una cosa del genere..perché li hanno invece utilizzati per l’inseminazione artificiale?

Amanda-Questo non l’ho veramente capito..ma penso che fossero a corto di ovuli e che abbiano utilizzato degli scarti

Fulgenzia-Volevi che i tuoi ovuli venissero sparsi in giro?

Roberta-Non l’hanno fatto vero?

Marta-Avete mai visto quel film di fantascienza in cui degli enormi baccelli spaziali invadono la terra..e…

Fulgenzia-basta..ragazze…non è il caso di farla sentire così in imbarazzo davanti a sua figlia..

Amanda-Ma no!!..io ho un gran senso dell’umorismo…e da qualcuno devo averlo ereditato..

Ariel-da tuo padre mia cara…!!

Roberta-Avanti..avanti..lascia che ci vendichiamo amorevolmente degli scherzi che ci hai combinato..

Amanda-Quali scherzi?

Alessandra-Tua madre ci ha servito una domenica ricca di sorprese..

Ariel-signore mie…vogliamo lasciarla parlare?

Si dispongono

Amanda-Che cosa volete sapere?

Scena 15-----------------------------------

Campanello

Marta- Addio pace!!

Alessandra-Sono loro?

Marta-hanno detto pochi minuti..

Fulgenzia-va do ad aprirgli..

Va al citofono

Marta-io non ho voglia di passare ancora del tempo con loro..

Fulgenzia-Sì?(al citofono)

Roberta-Anch’io ho bisogno di una pausa..

Fulgenzia-sì..venite(riattacca il citofono)..sono loro

Alessandra-Andiamo a farci la nostra siesta..

Ariel-certo che nel vostro caso la buona educazione va invocata con un rito satanico….

Marta-che male c’è se andiamo a fare una siesta?

Ariel-Primo è un po’ tardi per la siesta..sono quasi le cinque..

Fulgenzia-Le cinque???..ma quanto siamo stati al ristorante?

Marta-Le foglie di cactus tansmaniano erano dure da masticare..

Alessandra-Fra Rocco e Louise, non siamo riuscite renderci conto del tempo che passava..

Ariel-secondo …non ci si defila in questo modo..aspettate almeno che salgano e poi andate..

Fulgenzia-Allora rimangono a dormire qualche giorno qui?

Alessandra-Non credo .Rocco non vuole rimanere…rimaniamo nel programma originale..

Roberta-Che era?..

Alessandra-Finiscono di riposarsi e poi entro stasera se ne vanno

Amanda-Anch’io dovrei andarmene..ma prima vorrei rimanere un po’ di più con mia madre..non so quando potrò venire a trovarvi..

Ariel-Mia cara..non rimani qui?..

Amanda-No mamma..ho da fare..

Roberta-Bene..fate tutto quello che volete..basta che per le sette mi lasciate il salotto libero

Marta-Perché?

Roberta-ricevo un Banchiere.

Ariel-Ah già!!!!

Fulgenzia-Il matrimonio!!!

Ariel-Mia cara non ci hai ancora raccontato niente!!

Roberta-Decidetevi!!fate bene i vostri programmi..alle sette voglio tutto libero qui..per favore..(si avvia)

Alessandra-Dove vai?

Roberta-A fare la siesta..(tronca l’esplosione delle altre)..dopo vi racconterò tutto..ma ora me ne vado ..non voglio vedere Rocco e devo riposarmi…ciao

Tutte-Ciao

Esce

Campanello

Fulgenzia va ad aprire

Alessandra si alza e se ne va

Marta-e tu?

Alessandra-Me ne vado anch’io a dormire un po’

Esce

Ariel-E sarei io quella intrattabile?

Marta-Almeno non usa la testa solo per separare le orecchie..

Ariel-Quanto sei scorbutica….(si alza e se ne va)

Marta-Dove vai?

Ariel-Tranquilla…torno subito…..vado a sistemare i miei figli adottivi…con Roberta in giro ..non si sa mai..(esce)

Amanda-Figli adottivi?

Marta-Poi ti spiego…

Entrano Louise , Rocco e Fulgenzia

Louise-Mie care..signore….ma….dove sono Tutte quante?

Marta- Trance digestivo…i bRoccoletti in salsa verde hanno preso vita dentro lo stomaco e stanno ballando il tip-tap..occorre sdraiarsi per calmarli..

Rocco- Sono andate a far la siesta?

Louise- Ah,ah,ah…mia cara..quanto sei divertente…Che scherzi favolosi che fai..i bRoccoletti che prendono vita..ah,ah,ah

Marta- E chi scherzava?..

Louise-  Bè..io ho preso un po’ di regalini per Tutte quante voi….questo è per te. Quest’altro è per te...e questo è per questa giovane amica..

Rocco- il bagno è libero?

Marta- vai,..tranquillo.

Rocco esce..Fulgenzia fa per andarsene

Marta_e tu dove vai?

Fulgenzia-Io mi emoziono troppo quando apro i regali…vado in camera ad aprirlo.

Marta-Cerca di non affogare nelle lacrime..(esce Fulgenzia)

Amanda- Non dovevi disturbarti Louise..

Marta-(aprendo il regalo e tirando fuori una cosa orribile)..non dovevi proprio..

Amanda-che cos’è?

Marta-Una confezione gigante di profilattici…ne ho fino al 2020

Louise-Ma sono appena una diecina..

Marta-Appunto..

Amanda-Sul serio ..non dovevi disturbarti..

Louise-Oh… Mia giovane amica…è solo un petit pensierino…che ti farà ricordare questa giornata..così importante per te..

Amanda- Ma è bellissimo( ha appena aperto il regalo)..grazie….lo porterò sempre nel mio cuore per ricordare questa importante congiunzione astrale..

Louise- Ti interessi di astrologia?

Amanda- Oh..più che un interesse…è uno scopo ,una missione.. tentare di capire come svelare il destino delle persone..

Pausa

Louise- Ma tu non ti rendi conto con chi stai parlando?

Amanda- no..con chi?

Louise-  Io sono madame Bertrand!!…madame Bertrand!!

Amanda- Tu sei madame Bertrand?

Marta- tu sei madame Bertrand??!!(inespressiva)

Louise- Io sono Madame Bertrand..

Amanda- mio Dio Marta..lei è madame bertrand!!!

Marta- Ma certo!!..madame Bertrand!!…e…

Amanda- La maestra della negromanzia europea!!!

Marta- Che cosa fantastica!!(nota di sopportazione malcelata)

Amanda- Non lo trovi straordinario??..Due incontri importanti nell’arco di una stessa giornata!!

Louise- Che incredibile coincidenza..è un segno

Amanda- Lo penso anch’io…..ma che cosa meravigliosa e inebriante

Louise-ma oui..inebriante.

Amanda-Non posso crederci..

Louise-Credici mia cara….

Amanda-Devo assolutaMENTE DIRLO A MIA MADRE!!!

Marta- Mia cara!!(alzandosi)..vado io a dirglielo..non ti preoccupare..te la spedisco immediatamente…(fa per andarsene)

Amanda- Mi dispiace…non volevo farti alzare..

Marta- Oh no..mia cara….vedi vado a stendermi anch’io un po’ sul letto..le foglie di cactus tansmaniano mi  si stanno arrampicando lungo il duodeno..e credo che se  mi metto stesa starò meglio..

Amanda- ASPETTA…Ho delle gocce di estratto di fegato di pecora somala…aiutano la peristalsi…(guardando nella borsa)

Marta- NO!!..tesoro..sono allergica al fegato di pecora somala..il solo odore mi fa sorgere l’asma bronchiale..

Louise- Oh..mia cara!…

Marta- L’unica cosa che potrebbe darmi sollievo è il succo di milza di muflone artritico.. ma ho finito le scorte..

Amanda- sei fortunata..ce l’ho!!

Marta- Ecco…(nota di disperazione nella voce)

Louise- Forse mia cara…è il caso che non mangi più nient’altro…basterà sicuramente un riposino..

Amanda- Sicura?

Marta- E’ un’esperta..io gli darei retta.

Amanda- E va bene…mi raccomando però ..sdraiati con i piedi esposti a sud..ma piegata in modo   che la testa venga esposta a nord-ovest..

Marta- e’ esattamente come pensavo di fare..ci vediamo più tardi…

Esce

Scena  16-----------------------------------

Amanda- Louise..

Louise- sì mia cara?..

Amanda- Ne approfitto ..ora che siamo rimaste da sole.

Louise- Sì?

Amanda- Vorrei chiederti…..

Louise- Dimmi mia giovane amica..

Amanda- so che ti potrà sembrare strano ma…

Louise- tesoro…parla tranquilla…dimmi…ti turba qualcosa?

Amanda- .mia madre…vedi ..credo che sia una donna molto sola…HA bisogno di un uomo..

Louise- Più che giusto..

Amanda- ma ..non voglio certo pretendere di risolverle il problema in mezza giornata…è solo che pensavo di regalarle un evento che potesse restituirle un po’ di fiducia nel futuro..che la convincesse che è ancora una donna piacente….e..

Louise- Sì?

Amanda- Posso chiedere a Rocco di corteggiarla?..intendo ..per finta…sai quel gioco del corteggiamento ..senza sbocco….ma che aiuta a ristabilire le alte energie..

Louise- Mia cara…io farò di tutto per aiutarti..ma di queste cose tu devi parlare con Rocco personalmente…è lui che tratta queste questioni..

Entra Rocco

Rocco-Scusate..non c’è nessuno?

Louise-Ci siamo noi!

Rocco-Intendevo qualcuna di casa..lo sciacquone funziona male

Louise-Lascia stare mio caro…vieni e siediti qui che questa signorina ti deve parlare…Vado io a vedere questa cosa dello siaquone….vi lascio soli…

Esce

Rocco-(mieloso) Dimmi..che cosa posso fare per te?

Amanda- E’ imbarazzante..

Rocco- Rilassati..  vuoi che ti faccia un paio di massaggi?

Amanda- Oh no.. è che non so come chiederlo..

Rocco- chiedimi quello che vuoi.

Amanda- Ma è una cosa molto imbarazzante..

Rocco- sono abituato a tutto (gli mette una mano sulla coscia)

Amanda- Faresti la corte a mia madre?

Rocco  ritira violentemente la mano dalla coscia

Rocco- Scusa???

Amanda-So che è una richiesta un po’ strana..

Rocco-Non più di altre..

Amanda-..ma non sto parlando  di una corte con sbocco…tanto tu te ne andrai presto….io parlo di quel gioco del corteggiamento che fa smuovere gli ormoni….e fa star bene le persone…quel palpito che si smuove e che mira ad inseguire l’amore stesso.

Silenzio

Amanda-Cosa c’è?

Rocco-Stavo notando alcune somiglianze..

Amanda-Scusa…??

Rocco- Niente…niente…dunque…tu dici che io ..dovrei..(Amanda annuisce)..senza sbocco..

Amanda- Voglio fare un regalo a mia madre.. per questo primo incontro..

Rocco- E come regalo..tu dici che ….vuoi..insomma..io dovrei corteggiarla..

Amanda-Sì

Silenzio

Rocco si alza violentemente in piedi

Rocco-ma tu sei…sei esattamente come tua madre.

Amanda-ma…

Rocco-ma come ti è venuto in mente un’idea del genere? Cosa credi che siamo noi quarantenni?…dei disperati?

Amanda-ma..

Rocco-E poi come ti permetti di giocare così con la mia dignità?..io sono una persona che dà un valore infinito ai sentimenti ..non posso permettermi di avere certi atteggiamenti con tua madre!!

Amanda-ma poi tu te ne vai!!

Rocco-Appunto!!..e dovrei illuderla per poi sparire nella notte? Così furtivamente.. come un ladro??!!

Amanda-Ma non è così impegnativo..

Rocco-Impegnativo..certo che è impegnativo!!Ogni gesto è una promessa inespressa..non chiedermi mai più una cosa del genere..

Amanda-Posso pagarti bene..

Attimo di pausa

Rocco- per questo tipo di servizi ho una tariffa particolare…cosa preferisci? il genere “ aspettami..tornerò a prenderti”..oppure..”..i nostri cuori saranno uniti per sempre..qualunque uomo o donna ..o bambino ..io incontrerò mai ..tu sarai sempre unita a me”..

Amanda-Niente di così banale….solamente qualche complimento…farle capire che è ancora attraente..e che quello che potresti sentire tu per lei potrebbero sentire gli altri uomini..

Rocco-capisco..

Amanda-Magari ti lanci in un baciamano.

Rocco-Un baciamano?

Amanda-Sì..concludere con un gesto elegante e raffinato..una donna si sente riscaldare dentro quando un uomo le fa il baciamano..

Rocco-Quando le fa il baciamano…senti mia cara.. a che ora sei nata…ieri???!!

Amanda-Non voglio che tu le prometta niente e tantomeno non voglio che  approfitti di lei!!

Rocco-Io!!?? Approfittare di lei??…

Amanda-Sì..è molto fragile…deve solamente riacquistare un po’ di fiducia in se stessa.

Rocco-..Va bene.. ti chiederò la tariffa minima..(Amanda apre il portafogli e tira fuori delle banconote)..no…due di quelli…no,no…quelli gialli..sì..due..bravissima… due zeri( prende i soldi dalla mano  di lei)vedrai che non ti deluderò.

Amanda- Mi raccomando..vado di là a chiamarla…approfitta che non c’è nessuno..

Esce

Scena 17------------------------------------

Rocco conta i soldi e se li mette in tasca

Entra Ariel

Ariel-Ma come ..non c’è nessuno?…Dove sono andate le altre?

Rocco-(finendo di mettere a posto con calma i soldi)..ah..non so…Louise è in bagno..le altre…sono andate a fare la siesta

Ariel-. .ah già…sono andate..a far la siesta…

Pausa

Rocco- Ariel..

Ariel- (Ariel armeggia con oggetti-sta preparando una specie di acquario per i girini-)Sì?

Rocco- Ariel…perché non vieni qua a sederti?

Ariel- Un momento…è che sono impegnata con questi recipienti ..

Rocco-Coraggio…non puoi rimandare? Con tutto il tempo che è passato non ne trovi un po’ da dedicarmi?

Ariel-Va bene…non ti dispiace se continuo a fare questo lavoro..

Si avvicina al divano con qualche recipiente e il bicchiere pieno dei girini rimasti-li posa sul tavolo mentre Rocco continua a parlare-

Rocco-..ehm…stavo pensando cara Ariel..

Ariel-Sì?

Rocco-Che…noi non  ci siamo mai conosciuti molto bene.

Ariel-Sì?(molto concentrata in quello che sta facendo)

Rocco-Intendo …non ci siamo mai frequentati in modo serio ed impegnativo..

Ariel-Impegnativo?

Rocco-sì..
Ariel-(si ferma un momento) ti senti bene?(riprende a lavorare)

Rocco-..noi abbiamo consumato la torcia della giovinezza..in modo erratico..non ordinato..e non ….ma ti dispiace smettere di lavorare ed ascoltarmi un momento?

Ariel smette per un attimo e si dispone ad ascoltare

Rocco-Dunque….ti ho mai detto che …io ti ho sempre trovata.. è il modo in cui ti comportavi..il modo  in cui vedevi la vita,riuscivi sempre a sorprendere tutti… e anche me.

Ariel-Oddio..scusa(si alza e va a prendere qualcosa in un armadietto)..

Torna a sedersi

Ariel-stavi dicendo?(mentre riprende ad armeggiare)

Rocco-(pausa)stavo dicendo che ti ho sempre trovata…interessante..

Ariel(mentre continua ad armeggiare)davvero?

Rocco-sì!…ed è per questo che..

Ariel-Scusami un attimo(si alza ancora e va verso un pensile che tenta di aprire con forza)

Rocco-(si alza e la segue-gli si piazza accanto).Ariel..sto tentando di dirti una cosa importante..la  mia vita da quando ti ho conosciuta si è riempita di imprevisti..

Ariel apre di scatto lo sportello del pensile  colpendo violentemente Rocco sul naso

Rocco-AAAhhi!!

Ariel-Oh mio Dio!! Scusa..non ti avevo visto…fammi vedere

Rocco-NO!!

Ariel-Coraggio…fammi vedere…mmmm ho quello che ci vuole..vai a sederti. Ora arrivo ,continua pure a parlare..stavi dicendo?(mentre apre il frigo e prende una boccetta-si avvicina e si siede con Rocco sul divano posando la boccetta e un bicchiere di vetro sul tavolo-riempie il bicchiere con un po’ del contenuto della boccetta)

Rocco-(Che nel frattempo si è seduto da un pezzo)..(con voce nasale)..ti dicevo che ti ho sempre trovata affascinante..e piena di vita..magnetica…

Ariel-Oh mio caro ti ringrazio

Rocco-e..

Ariel-Ora bevi questo tutto d’un fiato

Rocco beve d’un fiato

Rocco-(tossisce e sputa)AAAHHH…che cos’è??(gli cade il bicchiere che si frantuma in mille pezzi per terra)

Ariel-E’ un estratto di peperoncino con polvere pirica..

Rocco-AAAGGhh…….

Ariel-Fa molto bene per la ripresa dai traumi..(mentre si volta ed esamina la boccetta)

Rocco prende il bicchiere con i girini dentro  e lo beve d’un fiato

Ariel-NOOO..i miei figli adottivi

Pausa

Rocco si rende conto e sputa con violenza

Ariel-NOOO…risputali qui dentro!!..(riprende il bicchiere pieno e si gira mentre lo guarda)

Rocco, si riprende velocemente e si getta in ginocchio sui cocci di vetro davanti ad Ariel

Rocco-Ariel..io…..AAAAHHHHH

Ariel-OH mio Dio!! I vetri… Ti sei fatto male??

Rocco-NO!! Lo faccio Tutte le mattine!!…me l’ha ordinato il dottore!!

Ariel-Alzati e mettiti a sedere…o mio Dio..ma guarda qui

Rocco-io ti volevo dire una cosa importante..

Ariel-ma come ti sei combinato…

Prende una scopa

Rocco-Ariel..mi ascolti per favore ho..

Ariel-vado a prenderti qualcosa per disinfettarti…

Ariel fa per andarsene

Rocco-Ariel---Vieni a letto con  me??

Ariel-Come??

Rocco-Volevo dire…(si alza zoppicando e porta Ariel a sedersi)..volevo solo dire che ..non te l’ho mai detto ..ma tu sei una delle donne più ….(Ariel gli da una botta  su uno stinco con il manico della scopa) aahh..pericolos…AFFASCINANTE!!..affascinante..che abbia mai incontrato.

Si siedono

Ariel-ma cosa dici?

Rocco-Ariel, sei ….una delle donne più attraenti che abbia  mai incontrato e   sarai sempre nei miei pensieri

Ariel-ma come? Niente letto?

Rocco-…mmmsssì…si può fare…

Ariel-Sono anni che nessuno mi dice più una cosa del genere….

Rocco-Ariel..tu sei bellissima…mi riempio gli occhi di te..

Ariel-OOOhhh..

Rocco-Non so come ho fatto a sposare quell’isterica di Roberta…avrei voluto sposare te.

Ariel-O mio Dio…Rocco

Rocco-Ma cosa dico..che sarai sempre nei miei pensieri??NO!! Devo averti Ariel..per essere felice..

Ariel-O..Rocco….mi prendi alla sprovvista  mi ubriachi……vado a prenderti del disinfettante..torno subito…….amore mio.

Esce

Entra Marta

Marta-ma cosa hai fatto?

Rocco-Incidente sul lavoro…

Marta-(Si avvicina per guardare)-Perbacco..ma quello è sangue?

Rocco-Sono dei graffietti….

Marta-Sembra che hai litigato con un rastrello..

Rocco-Marta..non eri a far la siesta?

Marta(sedendosi)Sì..ma non riesco a riposarmi….sto pensando ad Alessandra e al suo malumore..

Rocco-Non sembrava di malumore..

Marta-perché ci sei tu..

Rientra Ariel

Ariel-ah..tu qui?

Marta-sì…io qui…e tu lì?

Rocco-basta solo po’ di cotone e disinfettante..

Marta-Hai lasciato tua figlia da sola in camera…

Ariel-Ah..

Rocco-Poi mi devi raccontare questa cosa che hai una figlia.

Ariel-Sì,sì…te lo devo raccontare….scusa un attimo amore mio vado da mia figlia…noi ci vediamo più tardi……(gli lancia un bacio)

Esce

Scena 18------------------------------------

Marta-certo che per te il lavoro  è tutto eh?

Rocco-Marta…che cosa c’è? Cosa vuoi?

Pausa

Marta-Ho bisogno di te

Rocco-Ah…vedo che in fondo uno che faccia il lavoro sporco vi fa comodo!!

Marta-ma cosa stai blaterando?

Rocco-dimmi di cosa hai bisogno….devi smaltire il regalo che ti ha fatto Louise?

Marta-Non per me idiota..per Alessandra

Rocco-Scusa?

Pausa

Marta-Alessandra è sempre di cattivo umore….però oggi, da quando ci sei tu ha cambiato atteggiamento...sì..lo so che è quasi inspiegabile, ma è proprio la tua presenza a fargli questo effetto..

Rocco-Molto toccante..

Marta-..quindi ho pensato che forse ha bisogno di una riscaldatina agli ormoni…tu capisci che cosa intendo?

Rocco-No!

Marta-fagli qualche complimento…fagli capire che nonostante il caratteraccio, i modi da bufalo,la scostanza, l’aggressività, la permalosità..

Rocco-Come fa di cognome..Jekyll?

Marta-..è ancora una donna piacente e attraente!!!.

Rocco- Hai appena fatto il ritratto di mia zia Elvira!

Marta-Rocco….è solo per qualche momento…in ogni modo dopo te ne andrai e non ti farai mai più rivedere…

Rocco-Vedo che la cosa ti prostra..

Marta-..Ti sto chiedendo un favore…anzi..non farlo a me..fallo a lei …ad Alessandra..

Rocco-E va bene

Tende la mano aperta con il palmo verso l’alto

Marta-Sì?

Rocco insiste con la mano tesa

Marta-Devo leggerti la mano?

Rocco-Non fare la finta tonta..(e insiste con la mano aperta)

Marta guarda meglio

Marta-hai un pezzo di vetro incastrato sotto l’unghia del dito medio

Rocco-(mentre si toglie il pezzo di vetro)Io non faccio favori…ma servizi

Marta-ma cosa…aaahhh…capisco!Questa è proprio da te….(tirando fuori il portafogli da un armadietto) e va bene…quanto?

Rocco-Diciamo….cento!

Marta lo guarda

Marta-Calci negli stinchi!! Io ti do cento calci negli stinchi!!!

Rocco-Sono le tariffe usuali..

Marta-Ti sto chiedendo di fare appena una normale conversazione (perché di più non voglio chiederti, sia ben chiaro) e tu mi chiedi cento euro per il servizio!!!

Rocco-E va bene!! facciamo ottanta…(Marta gli dà un pestone sul piede)AAHHH…va bene! Allora cinquanta…(Marta lo guarda fisso)…uffa!!Fai tu allora!!

Marta-(tirando fuori un biglietto da 5 euro) questi sono più che sufficienti…

Rocco prende la banconota

Rocco-Io per cinque euro non la chiamo neanche per nome!!

Marta-AAAHhh…basta!! Te ne do trenta va bene??E neanche un soldo di più…

Rocco-Trenta euro!!Questa è la considerazione in cui tieni la tua amica??Vergognati!!..(Marta lo guarda malissimo)..cosa devo dirle?

Marta-Non so…non è forse il tuo mestiere?

Rocco-Non esattamente,io mi occupo del marketing..

Marta-Sì..certo!..Dille…fagli solo dei complimenti…dille che è bella e che tutti gli uomini vorrebbero scoparsela..

Rocco-E in quale momento vuoi che gli sussurri queste parole? Mentre si gratta la schiena su un tronco d’albero?

Marta-Non ho idea di cosa suggerirti!! Questo è il tuo ambiente….mi fido di te….ora te la vado  chiamare.. cerco di fare in modo che vi troviate da soli…

Fa per uscire

Marta-ho detto che mi fido di te…..??

Rocco sventaglia i trenta euro

Marta- MMM….

Esce

Scena 19------------------------------------

 

Entra Louise

Louise-Rocco mio caro…mmmmmuà(gli da un bel bacio)…hai parlato con la nostra giovane amica?

Rocco-Sì..tutto a posto..

Louise-Allora gli farai quel favore?

Rocco-Sì..

Louise-Bravissimo…sapevo di poter contare sulla tua generosità..

Rocco-Tu mi conosci…il mi motto è” non occorre essere ricchi e famosi per essere felici.”.

Louise-ma oui…è proprio vero( mentre lo abbraccia)

Rocco-basta solo essere ricchi..

Louise-Mio amore…che cosa farei senza di te?

Rocco-Assolutamente niente…chi ti mette in ordine l’amministrazione?

Louise-Tu..

Rocco-Chi ti fornisce la struttura logistica perché tu possa svolgere la tua professione?

Louise-Tu!!

Rocco-Chi ti cucina favolosi manicaretti che ti rimettono in forze per poter affrontare la giornata successiva?

Louise-Tu..tu..tu!! sei sempre tu…..

Rocco-mia cara..ora però lasciami lavorare…ho bisogno di continuare la mia opera…vai di là  con a dormire un po’..che quando ti sveglierai ce ne andremo da questa gabbia di matte..

Louise-Rocchetto!!

Rocco-Scusa..lo so  sono mie amiche..ma sono un po’ bislacche…ora però vai in camera e fatti una gran bella dormita…ciao

Bacino e Louise esce.

.Louise-aaahh..les italiènnes…..

Rocco si sposta in qualche modo sulla sinistra della scena

Entra Alessandra

Alessandra-Rocco…eccoti qui

Si avvicina

Alessandra-Speravo di trovarti da solo…ho avuto un’idea ..

Si spostano leggermente

Alessandra-Avrei bisogno di chiederti una cosa

Rocco-Dimmi..(mielosetto)

Alessandra-Potresti far finta di corteggiare Fulgenzia?…E’ l’unica di noi che non ha mai avuto uomini..e non sa come gestirsi…non riesce ad uscire dai suoi schemi così saldamente strutturati..e qualsiasi cosa capiti la mette in confusione…il tuo intervento potrebbe finalmente svegliare la parte femminile che è in lei..

Rocco-Alessandra…veramente

Alessandra-Ti do cinquanta euro se lo fai.

Entra Fulgenzia con l’accappatoio, inciampa

Rocco-Sarebbe lei?

Prende qualcosa dall’armadietto e se ne va farfugliando delle scuse

Alessandra-E va bene! Te ne do cento!!

Rocco prende i soldi dal portafoglio di Alessandra che lo richiude violentemente

Rocco-AAHHII…

Alessandra-Ora..io me ne vado…parlo un po’ con lei e con una piccola scusa te la mando di qua…va bene?

Rocco-Sì.

Alessandra fa per andarsene

Rocco-Ah..oh…Alessandra!!

Alessandra-Sì?

Rocco-Che fretta c’è?..rimani un po’ qui a conversare..

Alessandra-..veramente avrei delle cose da fare..

Rocco-per favore…sono tanti anni che non ci vediamo…su..coraggio…siediti qui…vicino a me.

Alessandra-Vicino a te?

Rocco-non mordo..

Alessandra-No…lo so che cosa fai…

Rocco-Alessandra…ho aspettato per anni un momento come questo..ti prego.

Alessandra-Cosa stai…dicendo?

Rocco-Siediti vicino a me….(si siede) così…brava…vuoi che ti faccia un paio di massaggi per rilassarti?

Alessandra-Che cosa….vuoi dirmi?

Silenzio

Rocco-Tu sai perché ho sposato Roberta ?

Alessandra-Per non pagare l’affitto?

Rocco-Sto tentando di parlarti seriamente..sai perché ho sposato Roberta?

Alessandra-No..

Rocco-Perché all’epoca il mio cuore ha subito un trauma…mi ero innamorato follemente di un’altra persona…ma non potevo averla…era una dea …irraggiungibile….e io ero un piccolo essere piccolo e meschino senza un briciolo di consistenza…..il mio animo ,paragonato al suo risplendeva di un buio proprio….e il suo animo risplendeva di una luce propria….quello dell’altra persona intendo…

Alessandra-Ah…

Rocco-Sì…dunque..non potendo averla…in un impulso di autoflagellazione mi sono gettato nelle braccia di Roberta….ricordo che piangevo il giorno del mio matrimonio..

Alessandra-E’ stato lo stesso giorno che il padre di Roberta Ha perso al gioco tutto il suo patrimonio?

Rocco-Sì….ma come fai a saperlo?……….E’ stata un’incredibile summa di fattori …Io piangevo per la drammatica rinuncia..e allo stesso tempo il mio animo mi imponeva di consolare Roberta per …quel fatto…

Alessandra sospira

Rocco-ma ora!!…ora posso ancora correggere la  mia vita miserabile e priva di passione..e darla nelle mani del mio unico ed  eterno ….amore.

Silenzio

Rocco-Sei tu

Alessandra-Io??

Rocco-sì…non l’avevi capito?

Alessandra-(con orrore)No!!

Rocco-sei tu..l’unico vero amore della mia esistenza…(Alessandra fa per alzarsi..ma Rocco la trattiene)…l’anima gemella….l’eternità ritrovata….io ti ho sempre amata..e ti amo ancora…non ho perso la speranza..

Alessandra-ma…io..(confusa)..

Rocco-Ti prego…dimmi che ho una ..vaga…speranza.

Alessandra-Rocco!!Cosa stai dicendo??

Rocco-Sto dicendo che il mio cuore appassionato..ti necessita..per battere….guarda!!(prende i soldi che gli ha dato)..farò il favore che mi hai chiesto.(glieli porge)…gratuitamente…

Rocco sta soffrendo

Alessandra-Io…..non so che cosa dire..

Rocco-Dì di no!!

Alessandra-Come?

Rocco-Volevo dire ..dì no alla tua diffidenza…ed ascolta il tuo cuore.

Alessandra-Ma ….sono molto confusa…è molto tempo che un uomo non mi rivolge frasi del genere….mi confondi..

Rocco-(alzandosi)La maggior parte degli uomini è stupida …anch’io ero così..ma ora …ora vedo..i miei occhi si sono aperti e vedono solo …te

Alessandra-Rocco..

Rocco-Vedo solo te….

Alessandra si scosta e Rocco rintasca furtivamente i soldi

Alessandra-vado a chiamarti Fulgenzia…..Dammi un po’ di tempo per pensarci…mentre tu parli con Fulgenzia….(ride nervosamente)oddio!…sapendo come dovrai parlare a Fulgenzia…mi sento ..a disagio…e Louise?

Rocco-(ride pomposamente)..Louise non è altro che una collega …con la quale…ogni tanto….condivido qualche momento ..di relax!!

Alessandra-oh santi numi!!(ride nervosamente)..sono gelosa!!

Rocco-Mi conforta..questo vuol dire che ho una speranza..

Alessandra-Vado a chiamarti Fulgenzia…..allora…a dopo.

Rocco-A dopo….vita mia!!

Alex esce

Scena 20------------------------------------

Rocco si siede sbuffando sul divano e chiude gli occhi sdraiandosi

Entra Amanda concitata

Amanda-Rocco…che cosa hai fatto?

Rocco-(si alza di scatto)AAHH!! No !!Non sapevo che fosse minorenne..….ah sei tu?

Amanda-Rocco..che cosa hai fatto?

Rocco-Come che cosa ho fatto?

Amanda-mia madre..

Rocco-Tua madre..

Amanda-Mia madre..

Rocco-Tua madre..

Amanda-Mia madre è impazzita!!

Rocco-E qual è la novità?

Amanda-Rocco—ti avevo detto solo di corteggiarla senza impegno…ora lei è di là che sta parlando di fuggire con te!!

Rocco-Cosa??!!

Amanda-Sta facendo le valigie!!

Rocco-ma…come…cosa si è messa intesta quella capra??

Amanda-La capra….la mamma ha detto che tu gli hai detto che lei ti aveva detto …(s’interrompe)

Rocco-Sì?

Amanda-capperi come sono agitata!!

Rocco-Calmati!! E dimmi cosa è successo!!

Amanda-Sta parlando di andare via con te..

Rocco-con me?

Amanda-In Francia..

Rocco-E’ matta…

Amanda-che cosa gli dico?

Rocco-Niente! Tu non devi dirgli niente!!! Ci penso io…dopo!! ora ho da fare

Amanda-Ma..

Rocco-Tu va dilà e convincila a non fare niente finchè non riparla con me

Amanda-E cosa gli dico?

Rocco-Che deve prima riparlare con me.. mandamela ma dopo dieci minuti…..ora va che ho da a fare!!

Amanda esce

Entra Fulgenzia

Rocco-cara Fulgenzia….ti chiami così vero?

Si avvicina con fare mieloso

Fulgenzia-Buongiorno..

Rocco-ma quale buongiorno!!..volevo dire..tu ..puoi darmi del tu

Scivola sul pavimento e cade rovinosamente

Fulgenzia-Oh Signore..(si china per aiutarlo)……si è fatto male?

Rocco-No..grazie..ormai ho la pelle di titanio (la voce non è più mielosa).

Fulgenzia-Venga a sedersi..(lo porta verso il divano)..vuole che le porti qualcosa da bere?

Rocco-No grazie..

Fulgenzia-Un tè?

Rocco-Se proprio insisti vorrei un amuleto..

Fulgenzia-ho un tè verde alla papaya cresciuta in una serra in Siberia..ce l’ha portato Ariel

Rocco- ma guarda…..

Fulgenzia-Forse prima è meglio che beva questo..(gli porge un bicchiere con qualcosa)

Rocco-(sospettoso)..che cos’è?

Fulgenzia-un comunissimo amaro

Rocco-Ah..

Beve e nel frattempo Fulgenzia gli si siede accanto e gli mette una mano sulla coscia

Rocco nota tutto ciò

Rocco-Fulgenzia!

Fulgenzia-Sì?

Rocco-Fulgenzia..

Fulgenzia-lei è un uomo bellissimo signor Rocco..

Rocco-Un momento..

Fulgenzia-da quando l’ho vista il mio cuore ha preso a palpitare.

Rocco-Aspetta….

Fulgenzia-..Appena Alessandra mi ha detto che lei era solo di qua allora mi sono precipitata..per poterle parlare…

Rocco-Fulgenzia…hai mai pensato di cambiare nome?

Fulgenzia-lei sveglia la donna che è in me..

Rocco-Senti..

Fulgenzia-Non ho mai amato tutta la vita..perché aspettavo un uomo come lei che ..sì…mi prendesse..

Rocco-Aiuto..

Fulgenzia-Un uomo che potesse possedermi con la passione che ho anelato ..per tutta la mia esistenza..

Rocco-Lasciami il braccio per favore…

Fulgenzia-Ho un’intera vita di privazioni da riscattare signor Rocco

Rocco-Il braccio..

Fulgenzia-(riscaldandosi)..mi prenda!!

Rocco-Come?

Fulgenzia-Mi prenda ..mi possieda..mi faccia sua!!

Rocco-perché non mi dai del tu??

Fulgenzia-Fammi tua!!

Rocco-Aspetta!!

Fulgenzia cade addosso a Rocco

Entra Roberta

Fulgenzia si ricompone

Fulgenzia-Oh signore…oh Signore….Oh SIGNORE!!!!

Esce precipitosamente

Rocco è steso sul divano con il respiro affannoso

Roberta-Ti stai divertendo?

Rocco-Per niente!

Roberta-vedo che non hai perso le vecchie abitudini..

Rocco-Senti ..non è assolutamente come sembra..

Roberta-Questa mi pare di averla già sentita..

Rocco-E’ tutto un equivoco.

Roberta-Anche questa..

Rocco-Posso facilmente spiegarti..

Roberta-E tre…

Rocco-Insomma!! perché devo giustificarmi davanti a te?

Roberta-Già perché?

Rocco-Non lo so ..ma non intendo farlo!!

Roberta-Bravo!!

Rocco-Sono dieci anni che non siamo più sposati e ancora mi opprimi..

Roberta-Povero caro..

Rocco-Tu non l’hai capito ..ma mi avevi  reso la mia vita impossibile!!.:..

Roberta-Oohhh..

Rocco-Non mi hai mai permesso di condurre la mia vita..non mi hai mai lasciato la mia libertà!!

Roberta-la tua libertà?

Rocco-Già la mia libertà!!

Roberta-Vuoi dire che non dovevo tornare a casa mia..perché era casa mia!!..prima degli orari convenzionali.. e beccarti con la sfinfera di turno perché lo vedevi come una privazione della tua libertà?

Rocco-non è esattamente questo che intendo..

Roberta-Oppure non avrei mai dovuto chiamare la polizia quando arrivavano le quattro del mattino e tu non rientravi a casa?

Rocco-Non esagerare..

Roberta-E quando i carabinieri ti trovavano in un alberghetto di sesta categoria..mandati da me naturalmente…intento a scambiare polvere di talco con soldi..anche questa è libertà negata??

Rocco-non era talco!!

Roberta-Era  Talco idiota!!!..non sapevi neanche riconoscere la cocaina…

Rocco-Ora basta!!

Roberta-NO!! Ora basta lo dico io!! Come credi che mi senta nell’aver dato i migliori anni della mia vita ad un idiota irresponsabile,

Rocco-Ero giovane!! Sono sbagli di gioventù!!

Roberta-E che non riesce neanche di fronte all’evidenza..ad assumersi le proprie responsabilità e colpe..

Rocco-Tu invece sei immacolata e candida come un giglio....

Roberta-Solamente per averti sopportato merito la qualifica di santa…

Rocco-tu sei solo una squacquera invidiosa…e viziata..

Roberta-maledetto!!

Rocco-Mi sparerei nella milza pur di ritornare con te!!

Roberta-Io preferirei accoppiarmi con una scimmia fosse anche la sola scelta oltre te!!

Rocco-Ah sì?

Roberta-Sì!!

Rocco-ripetilo!!

Roberta-preferirei….

Silenzio

Si avvinghiano abbracciati e cadono dietro il divano

Scena 21------------------------------------

Dopo qualche secondo

Roberta-Oohh…Rocco(voce passionale)

La testa di Rocco sporge dallo schienale del divano

Rocco-Ho sentito un rumorino…non vorrei che venisse qualcuno..

Le mani di Roberta spuntano da dietro lo schienale e afferrano la testa di Rocco

Roberta-Vieni qui!!

Lo trascina giù

Passa ancora qualche secondo

Compaiono i pantaloni di Rocco sullo schienale del divano

Campanello

Rocco-(voce tremula)..chi è?

Roberta-Niente d’importante…è il Banchiere..

Rocco-Il Banchiere?

Pausa

Spuntano tutt’e due le teste

Roberta-Oh signore!! Il Banchiere!!!

Rocco-ma quale Banchiere?

Si alza in fretta

Roberta-Oddio!!(afferrando i pantaloni di Rocco e gettandoli di lato)..è il Banchiere…viene a chiedermi di sposarmi!!

Rocco-Che cosa???!!

Roberta-Ora che faccio??

Rocco-Vieni un po’ qui..

Roberta-Non c’è tempo è alla porta….

Rocco-Qualcuno viene a chiederti di sposarti??

Roberta-nasconditi…non ti far trovare..

Rocco-Ti proibisco di sposarti!!

Roberta-Ne parliamo dopo..ora devi sparire!!

Rocco-E invece rimango qui!!Non ti dispiace se rimango vero?

Campanello

Roberta-Sbrigati!!Prima che vengano le altre!!..nasconditi

Rocco-i miei pantaloni!!

Roberta-Non c’è tempo..vai di là!!

Rocco sparisce

Roberta-Sì?(al citofono)…sì..sì vieni su …quarto piano:

riattacca

rientra Rocco

Rocco-Di là è tutto occupato..

Roberta-vai in bagno..

Rocco-Mi dici dove hai messo i miei pantaloni?? Guarda come sto girando…

Roberta-Chiuditi in bagno!!Fai quello che ti pare,ma sparisci..!!

Rocco-La porta del bagno è senza chiave!!

Roberta-Non importa…vattene da qui!!….non voglio che ti trovino  …

Rocco  e Roberta corrono avanti e indietro

Rocco-ma dove vado???!!

Campanello

Roberta-Oddio…è già qui!!

Rocco-ma cosa..

Roberta-per quando torno..devi essere sparito…hai due secondi!!

Esce

Rocco-E invece io rimango ..per controllarti!!

Fa per andarsene, ma alla fine non riesce  trovare i pantaloni e, nel momento in cui rientrano si nasconde dietro il divano

Scena 22------------------------------------

Entrano Roberta e il Banchiere

Roberta-prego …accomodati…

Banchiere-Troppo gentile

Si siedono sul divano

Roberta-Allora?…

Banchiere-Sono qui..

Roberta-già..

Banchiere-Quando è stata l’ultima volta che ci siamo visti?

Roberta-L’altro ieri..

Banchiere-Già..ti trovo splendida..come la prima volta che ti ho vista

La testa di Rocco sporge da dietro il divano

Roberta-grazie..aaahh(vede Rocco-Rocco si abbassa  )

Banchiere-Mia cara..cosa c’è?

Roberta-Oohh….(riprende fiato)..ho il cuore che salta sul petto..così all’improvviso..

Banchiere-spero che la causa siano state le mie parole..

Roberta-Oh…sì….poche persone in effetti mi parlano in questo modo..

Banchiere-Ne sono felice..

Roberta-Anch’io..aaah(Rocco rispunta- )

Banchiere-Ancora mia cara?

Roberta-Sì..e stavolta è stato un po’ più forte..

Banchiere-santo cielo! Devo dirti delle cose..spero che quello che ho da dirti non ti sconvolga in questo modo..

Roberta-Stai tranquillo…mi sto riprendendo..

Banchiere-Roberta..

Roberta-sì?

Banchiere-Io…tu sai perché sono qui?

Roberta-Credo…

Banchiere-No…no….è meglio che cominci dal principio..Ti ricordi la prima volta che ci siamo incontrati?

Roberta-Non molto bene..

Banchiere-Era l’ora di pranzo..io camminavo per il parco masticando..

Roberta-Oh scusami…ti posso offrire qualcosa da bere?

Banchiere-Mia cara grazie..ma   ho una certa fretta di dirti una cosa…dunque..stavo masticando malinconicamente  e un panino..il cielo era terso non c’era l’ombra di una nube..(Rocco rispunta-il Banchiere continua a parlare mentre Rocco e Roberta intessono un dialogo muto-litigano e Rocco termina dichiarando a gesti che toglierà il Banchiere di mezzo)…il parco era semideserto..e i ciottoli del  sentiero scricchiolavano sotto le mie scarpe come un pacchetto di pop-corn appena sfornati..la giornata si preannunciava essere come Tutte le altre..mi sarei fermato a sedere su una panchina e avrei osservato il cielo guardando con speranza… o rassegnazione ..al prosieguo della  mia vita..mi sarei poi alzato e mi sarei riavviato verso l’ufficio…questo era quello che pensavo mentre masticavo il panino…ad un tratto….i miei occhi si posano su una panchina…e su quella panchina …vedo una creatura ..una diafana e luminosa creatura.che con gesti lenti porta  alla bocca qualcosa di bianco e luminoso…(si protende verso Roberta)

Roberta-Sformato di cavolfiore..

Banchiere-Ah…sì…certo..dunque..(ricompare Rocco con una corda  fra le mani..fa per strangolarlo)

Roberta-Caro…mi racconti come è andato il tuo ultimo torneo di Karate?(Rocco si blocca)

Banchiere-Oh..oh..oh..mia cara..è andata benissimo….tranne che per un piccolo incidente..

Roberta-quale incidente?

Banchiere-Niente di grave..ogni tanto capita…mi sono esibito in un calcio aereo laterale e ho colpito con un po’ troppa forza l’avversario…hanno dovuto rianimarlo con la respirazione artificiale..(Rocco si eclissa dietro il divano)..

Roberta-Sei proprio travolgente..

Banchiere-Bè..

Entra Ariel con una valigia…LA POSA

Ariel- Oohh…scusate…non intendo disturbarvi….scusate..io cercavo….bè non fa niente..

Roberta-Cosa fai con la valigia?

Ariel-Oh….niente….un ….tentavo di ….

Banchiere-Io sono Fulgenzio..(alzandosi e stendendo la mano-si alzano tutt’e due)..piacere

Ariel-aahh..piacere….

Roberta-( nel frattempo Rocco si alza e tenta di defilarsi andando verso le camere).. Questa è Ariel una mia coinquilina… io e Fulgenzio….ci siamo conosciuti qualche tempo fa ..

Fulgenzio-Stavo appunto ricordando con Roberta le circostanze del nostro primo incontro…è stato..magico..per così dire..

Ariel-Oohh..queste sono cose da registrare in qualche modo…non bisogna permettere al tempo di prenderci anche questi ricordi.. come ha detto che si chiama?(Rocco si rende conto che sta per entrare qualcuno e ritorna dietro il divano)

Fulgenzio-Fulgenzio.

Ariel-Fulgenzio..ma che bel nome..maschile..

Entra Alessandra

Alessandra-Ah….salve

Roberta-questa è Alessandra..

Fulgenzio-il piacere è tutto mio…oh ma che bella compagnia.(Rocco tenta ancora di defilarsi ma non ci  riesce)

Alessandra-Piacere…scusate…avete visto Rocco per caso?

Ariel-Ah..ecco!!

Roberta-(che avverte gli spostamenti di Rocco)No…credo che sia in bagno..

Fulgenzio-Oh.. ma abbiamo anche un uomo nella compagnia!!

Alessandra-bè io vi tolgo il disturbo..( si volta un attimo dopo che Rocco è risparito dietro il divano)

Fulgenzio-Non  è stato un disturbo..anzi..io credo che dopo potremmo andare fuori tutti quanti a cena…voglio che siate miei ospiti..

Ariel-ma che cosa carina..e..

Roberta-Non credo che oggi sia possibile..

Alessandra-Bè..non contate su di me..io ho da fare…molto piacere sig…

Fulgenzio-Fulgenzio!!

Alessandra-Fulgenzio..sì… 

Esce rapidamente

Fulgenzio-Allora oggi no?

Roberta-No mio caro…domani ci alziamo Tutte quante presto per andare a lavorare..

Ariel-ma certo!!..ma certo….una cosa alla volta..ora vi lascio soli..così potrete…fare quello che dovete fare(li accompagna al divano e li fa sedere)..io vado a fare quello che devo fare..(fa per andarsene e finalmente nota Rocco steso dietro il divano)

Fulgenzio-stavamo dicendo mia cara?(spunta la testa di Rocco che guarda Ariel)

Ariel-E tu cosa ci fai senza pantaloni??(Rocco si abbassa nel momento in cui si volta Fulgenzio)

Roberta-Ah..io preferisco la gonna..tu sai che io porto la gonna vero???!!

Fulgenzio-(voltandosi verso Roberta)Mia cara…la gonna ti dona particolarmente…snellisce e evidenzia la tua graziosa figura( nel frattempo Rocco sporge e fa segno ad Ariel di stare zitta-Ariel comincia ad incattivirsi)..non ho ragione?(voltandosi verso Ariel.nel momento in cui la testa di Rocco si riabbassa)

Ariel-certo!!Molto…!!carogna!!…

Fulgenzio-Come?(si volta ancora verso Ariel)

Roberta-Oh mio Dio Ariel…è una gonna che mi hai prestato altre volte(Rocco ricompare e implora Ariel di stare zitta)..non credo che sia il caso di reagire così…

Ariel-bene..sì..capisco!!Voi (Fulgenzio si è rigirato e Rocco è risparito) fate come se io non ci fossi..io devo fare un po’ di pulizie…(esce)

Fulgenzio-persona particolare..

Roberta-(sudando)già….

Fulgenzio-Non mi scompongo io….rilassati..mi piace una certa dose di improvvisazione nelle cose….con il tempo scoprirai che so essere anche molto anticonvenzionale..

Roberta-ce ne sarà bisogno..

Fulgenzio-(abbracciandola e adagiandosi sulla spalliera del divano)..ti stavo dunque raccontando di come abbassando gli occhi ..io abbia(Rocco fa per uscire a quattro zampe..ma entra Ariel con la scopa e ritorna dietro il divano) intravisto una creatura diafana e priva di materia..priva di materia..così mi appariva l’essere che stava malincolicamente sbocconcellando il suo..

Roberta-Sformato di cavolfiori..

Fulgenzio-Sformato di cavolfiori…all’improvviso due sono stati i pensieri che hanno invaso la mia mente(entra Ariel con la scopa e va dritta verso il retro del divano)..il primo è stato”ma ho le allucinazioni?”..e il secondo”sono morto e sono precipitato in paradiso e sto contemplando un angelo?(Ariel dà una forte bastonata colpendo Rocco)

Rocco-AAAMmm..

Fulgenzio-Come?

Roberta-AAAmmm…. Nella foga hai stretto troppo forte e mi hai fatto un po’ male..

Ariel-Non fateci caso…ogni tanto trovo dei parassiti!!

Fulgenzia-Mia dolce colomba..ti ho fatto male?(durante il dialogo seguente Rocco e Ariel in piedi discutono mutamente…Rocco implora Ariel..)

Roberta-No mio caro…niente di grave….hai solo stretto un po’ forte..

Fulgenzio-O mio Dio! Dovrò controllare la mia passione se ha questo effetto su di te..

Roberta-tranquillo ..sono solo un po’ dolorante…

Fulgenzio-ma come potrò mai controllare la mia passione tenera colomba mia?

Roberta-Non è una cosa grave,..credo che con un po’ di tempo potrei abituarmici

Fulgenzio- Ma Tutto il tuo essere chiama l’amore nel suo stato più elevato…non sono  degno di te.. oh amore mio..mi dispiace

Roberta-Non fa niente, ..mi piace il tuo impeto

Fulgenzio-devo assolutamente farmi perdonare convenientemente…

Roberta-sei perdonatissimo…

Fulgenzio-Lascia che controlli di quale entità è il danno che ho causato..

Roberta-Credimi..non occorre( nel frattempo Rocco si trova in ginocchio davanti ad Ariel e l’afferra per l’addome—entra in quel momento ,non vista, Alessandra che osserva la scena infuriandosi e infilza  il sedere di Rocco con una Forchetta)

Rocco-AAAhhh..

Roberta-(prendendo la testa di Fulgenzio e mettendosela sul seno)..Aahhh….mio caro ..la passione che tu metti nel toccarmi…mi contagia e mi scalda..(Rocco rientra dietro il divano)

Fulgenzia-Ehm..Roberta cara..non siamo soli..forse è meglio evitare queste effusioni quando poi ..(si volta)

Ariel-fate come se noi non ci fossimo!!(sorridendo)

Fulgenzio-Comincio a sentirmi in imbarazzo(Alessandra e Ariel vanno verso Rocco,  il quale sporge la testa dal divano e cominciano silenziosamente a discutere)

Roberta-Purtroppo non ci è possibile stare completamente soli

Fulgenzio-ma tesoro mio, noi possiamo anche andare in un posto un po’ più riservato ,se casa tua non è disponibile…

( Rocco si alza e fa per andarsene mentre Ariel e Alessandra discutono tra di loro, ma nel momento in cui sta per uscire, una delle due lo trascina dentro e cominciano a discutere)..

Roberta-temo di non potermi allontanare oggi….ho un po’ di stanchezza accumulata..

Fulgenzio-Ma..io ho bisogno di parlarti in privato…strettamente in privato..

Roberta-Non possiamo..basta che tu!(afferrandogli la testa nel momento in cui si stava per voltare)concentrati e guarda solo me e i miei occhi…ti

piacciono sempre i miei occhi?

Fulgenzio-immensamente!(A turno Ariel e Alessandra abbracciano Rocco a mò di sfida e segno di possesso)

Roberta-bene e allora…aaaaaa(guardando la scena che si svolge alle spalle di Fulgenzio)

Fulgenzio-Cosa c’è?

Roberta-aaaa…sgranavo gli occhi per farteli rimirare ancor di più…ma tu continua a parlare…cosa mi dicevi?(lo abbraccia mentre Rocco la guarda e va verso di lei-nel momento in cui passa davanti ad Ariel, questa prende una padella e lo colpisce sulla testa mettendolo K.o.-Rocco cade dietro il divano)

Fulgenzio-dicevo che sei una creatura del paradiso ..forse scesa sulla terra(al rumore della padellata si volta)…

Roberta-Oh care …vi avevo pregato di togliere tutti i parassiti da terra..

Ariel-Tranquilla..abbiamo quasi finito..abbiamo un ultimo verme da togliere

Fulgenzio-Verme?

Roberta-Ce ne sono tanti in questa casa..

Alessandra-No,no..uno solo..!!

Fulgenzio si rivolta-e in quel momento Ariel e Alessandra lo trascinano via per le gambe

Fulgenzio-Forse è meglio che torni un’altra volta….scusa se insisto ma non è che ti andrebbe di uscire invece?

Roberta-O no! Mio caro  temo di dover dare una mano alle mie coinquiline..ci sono vermi molto grossi in questa casa..

Fulgenzio-ah…capisco…ma..

Voci da fuori

Fulgenzio-ma…siete sicure che non posso darvi una mano?

Roberta-Mio caro…ci sono delle questioni che devo risolvere insieme alle mie coinquiline..magari te ne parlerò più in là..ora..ora vai perché si sta facendo piuttosto tardi..

Fulgenzio-Sì…devo andare anch’io…ma…..non fa niente

Roberta-Vai caro…

Entra Fulgenzia

Fulgenzia-Oh..mio Dio! Roberta….buongiorno(a Fulgenzio)….Roberta..è bene che tu venga di là..abbiamo qualche problemino..

Roberta-Ora arrivo….accompagno Il signore e poi vengo

Fulgenzio-Tolgo il disturbo..

Fulgenzia-Roberta….sbrigati!!

Roberta-Mi dispiace ..credo..possiamo provare un’altra volta….

Fulgenzia-Roberta…..Il signor Rocco ha dei problemi….

Roberta-un attimo !! Ora vengo…

Fulgenzio-ma avete bisogno di una mano!!!
Roberta-Tranquillizzati…niente che non possiamo gestire noi..ora vai che ho da fare e noi…ci vediamo fra qualche giorno

Fulgenzia-Roberta.(l’acchiappa e la porta da una parte)….la situazione è grave….di là ci sono il signor Rocco, Marta, la signorina Amanda ,la signora Louise .. e due tigri tibetane….

Roberta-Bene!!

Fulgenzia-Non è stata colpa del signor Rocco…Ha ricevuto soldi da quasi Tutte perché facesse finta di farci la corte..

Roberta-Come??

Fulgenzia-ora…non c’è tempo…se non andiamo di là a dare una mano  ..del signor Rocco non rimarranno neanche le unghie.

Roberta-caro Fulgenzio…devo proprio andare di là…ti accompagna la mia amica…..ciao caro..(esce)

Fulgenzia-venga..(guardandolo)..

Accompagnandolo fuori

Fulgenzia-Lei sa che abbiamo lo stesso nome?

Fulgenzio-Sì?…congratulazioni..

Escono

Scena 23------------------------------------

Silenzio

Entra Rocco con Louise, e le valigie e Tutte le altre dietro

Alessandra-aspetta…non andartene!!

Rocco-basta!!

Ariel-Non avevamo intenzione di ..

Rocco-Ora mi sono stufato….vieni Louise…usciamo da questa casa di matte!!

Marta-E dai!! Non fare l’immacolato..

Rocco-sapete che vi dico…..siete matte da legare….non ne esiste una di voi che sia normale..ecco perché vi trovate qui..perché non siete riuscita ad avere una vita normale!!

Louise-Rocco!!

Rocco-Louise…vieni!!andiamocene….via di qui…via…via!!

Ariel-Non fare così …ti consuma le guaine dei tendini.

Louise-ma calmati---è stato tutto un equivoco!!

Amanda-Giusto!!Un equivoco..

Rocco-Un equivoco??…Vi dico io cosa è stato un equivoco…è stato un equivoco pensare di poter avere un’ospitalità normale….è stato un equivoco aspettarsi di trovare persone maturate dall’età…è stato un enorme sbaglio anche solo telefonare…ma questo si corregge subito…vieni Louise!!

Louise-Arrivederci mie care….andrà meglio la prossima volta..

Rocco-Non ci sarà nessuna prossima volta…aaahhh(è entrata di nascosto Fulgenzia e si è messa accanto a Rocco, il quale si volta e la vede)…Louise…vieni!!

Louise-Arrivederci mie care

Marta-Fulgenzia…accompagnali

Rocco-Nnooo!! Conosco la strada

Escono

Silenzio

Amanda-Oddio…è stata colpa mia..

Silenzio

Ariel-Mio tesoro…no…..

Marta-Che razza di situazione..

Alessandra-già…..che idea geniale.

Marta-Scusa..pensavo di farti un favore.

Silenzio

Amanda-Mamma..

Ariel-dimmi tesoro

Amanda-Io devo andare..

Fulgenzia-Oh no..

Marta-perché non puoi rimanere?

Alessandra-lasciatela stare…volete invischiare anche lei?

Amanda-O no! Io rimarrei volentieri..ma è che …abito anche in un’altra città….non voglio fare tardi tornando a casa..

Ariel-(sospirando)ma certo…(gli dà un bacio)..però fatti vedere ogni tanto..

Amanda-Certo mamma…certo…

Saluta Tutte

Ariel-Vieni…ti accompagno io

Esce con Amanda

Si siedono Tutte sconsolate al tavolo.

Scena 24---------------------------------

Silenzio

Marta-che domenica..

Silenzio

Roberta-Forse gli chiederò di sposarmi..

Fulgenzia-Al Banchiere?

Roberta annuisce

Alessandra-Non doveva chiedertelo lui?

Roberta-Dopo un pomeriggio come questo…dovrò farmi avanti io..

Silenzio

Rientra Ariel

Ariel-ma quanti musi lunghi….che cosa sarà mai successo?…abbiamo avuto una domenica un po’ movimentata..

Alessandra-Piantala per favore!!

Silenzio

Ariel-ma….ragazze…

Roberta-E smettila di chiamarci ragazze!!Non lo siamo più da un pezzo!!

Marta-Un attimo..

Fulgenzia-L’importante non è essere giovani…dentro?

Alessandra- Anche mia nonna si sente giovane dentro..ma ti assicuro che rivorrebbe tutti i suoi denti com'erano una volta…

Marta-Scusate….ma chi vorrebbe tornare giovane?

Silenzio

Alessandra-già…chi vorrebbe tornare giovane?

Fulgenzia-io!

Alessandra-Vedi?( a Marta)..abbiamo un candidato.

Marta-Ragazze..parlavo sul serio…..avete veramente voglia di tornare indietro?

Roberta-pIantala con questo “ragazze”!!

Marta-Per favore, un po’ di elasticità..è solo un idiotismo

Fulgenzia-Idiota sarai tu!

Alessandra-No Fulgenzia..non è quello che pensi..

Marta-Ascoltatemi ..per favore..

Ariel-Io mi sento ancora ragazza..

Marta-Probabilmente  sei anche molto più giovane..ma ascoltatemi..volete sul serio tornare indietro..rivivere i problemi dell’adolescenza?..per fare un esempio.

Silenzio

Ariel-La mia adolescenza non è stata male..

Alessandra-la mia è stata orribile..

Roberta-Anche la mia..

Fulgenzia-E la mia..

Marta-esattamente…volete rivivere l’infanzia?

Silenzio

Alessandra-Bè..

Marta-pensateci…avete voglia di un gelato..dovete chiedere un permesso…avete voglia di andare al cinema…dovete chiedere i soldi…e non potete andarci da sole…avete voglia di passare le vacanze alle Baleari…niente da fare…

Fulgenzia-Io andavo a Riccione, quando ero piccola…andavamo sulla spiaggia tutte le mattine e mi scaraventavano in mezzo alla sabbia a fare castelli che odiavo fare…non potevo neanche fare il bagno perché ero allergica all’acqua di mare…

Ariel-Io andavo in mezzo ai campi e passavo tutto il mio tempo in mezzo alla natura…finchè mio padre non mi chiamava per andare a mangiare…che sfinimento….io sarei rimasta anche la notte, e il giorno dopo, e la notte dopo..e il giorno dopo ancora..e il giorno ancora..

Marta-E cosa è che è cambiato?

Roberta-Io..mi ricordo che l’Estate andavamo su un paese al confine con la Francia  ricordo ancora gli odori..la casa di legno…la staccionata dipinta di giallo…..le frittelle di mele che mio padre andava la sera a prendere per tutti quanti…

Tutte la guardano

Roberta-però..era una gran barba!!

Tutte-Aahh…

Marta-Noi invece..possiamo andare dove vogliamo….quando vogliamo….possiamo alzarci a qualsiasi ora..possiamo andare al ristorante…possiamo…

Silenzio

Marta-Possiamo …gettarci dal balcone senza paracadute…?

Scena 25-----------------------------------

Silenzio

Fulgenzia-A me piace la vita che faccio…

Silenzio

Improvvisamente Ariel ride

Ariel-Avete visto che razza di mutandoni porta Rocco?

Roberta-Li ha sempre portati..(ridendo)

Marta-sembrava Gianburrasca…(ride

Alessandra-accovacciato dietro il divano con una faccia..(ride)

Ariel-Chissà perché li porta gialli…

Marta-perché quando si fa la pipì addosso non si nota..(ridono)

Calo

Alessandra-certo…che razza di fine che ha fatto..

Marta-il protettore di una prostituta…

Roberta-L’accompagna al lavoro…(ridono)..

Alessandra-…da bravo maritino…(ridono ancora più forte)

Marta-Mio marito si prendeva la macchina..e io dovevo attraversare mezza città con i mezzi pubblici per poter  andare al giornale..un giorno gli ho bucato le ruoteee..(ridono a crepapelle)

……ha passato l’intera giornata a studiare l’orario dei pullman  per poter andare al lavoro….(ridono)… e poi non ci è andato..(ridono)…

Fulgenzia-Sfido io che ti ha mollata..

Roberta-Il marito di Marta era una bestia…non l’hai conosciuto..

Alessandra-No..un attimo ..il mio era una reale bestia…….il tuo(a Marta) non era degno neanche di legargli le stringhe..

Roberta-E voi avete appena rivisto il mio..

Marta-E pensare che i primi tempi mi portava anche la colazione a letto Tutte le  mattine..

Fulgenzia-Tutte le mattine?..

Marta-Senza neanche sgarrare di un giorno….si svegliava  una mezzora prima di me..andava in cucina..sferragliava..e mi portava un caffè che sapeva di varichina..(Tutte ridono)..perché aveva lui lavato la caffettiera la sera prima.(sempre ridendo a crepapelle)…e  due fette di pane tostato al cui confronto il carbone sembrava una delizia…(ridono)…io facevo finta di mangiare il pane, ma in realtà , nel momento in cui si voltava, lo sputavo tutto masticato per concimarci le mie gardenie….e con il caffè ci lavavo i  suoi calzini…

Alessandra-Il mio cucinava..

Ariel-Ma dai!!

Alessandra-Sì..e cucinava anche piuttosto bene…se non fosse per il fatto che dovevo poi pulire io tutto quanto..

Fulgenzia-ma almeno cucinava…

Alessandra-Sì..ma quando tornavo a casa e lo vedevo cucinare mi sembrava di trovarmi nella legione straniera….dovevo chiedere mezza giornata di permesso per pulire la cucina….il problema è che riduceva la cucina in quello stato per cucinare anche solo due uova in tegamino..

Ariel-le uova in tegamino sono complesse.

Ridono

Ariel-No..ragazze,..sul serio..cucinare due buone uova al tegame..non è affatto semplice come dicono…il mio ex-marito me le cucinava Tutte le volte per colazione…entrava in cucina alle sei del mattino per servirmele alle dieci…

Marta-le covava lui?

Ariel-Non so che cosa combinasse…si rinchiudeva in cucina….(silenzio)..e poi mi portava le mie uova………lui puliva tutto…

Silenzio

Marta-E’ un bene non avere nessuno a cui dover endere conto…

Alessandra-Sì..

Ariel-Già..

Roberta-Vero…

Silenzio

Marta-Ora siamo libere..possiamo fare quello di cui abbiamo voglia..nel momento in cui lo vogliamo….

Annuiscono

Marta-Vogliamo cenare?………..no…….

Silenzio

Silenzio

Silenzio

Roberta allunga una mano per prendere quella di Marta

Ariel comincia a piangere in silenzio, Alessandra le si avvicina e Fulgenzia l’abbraccia

La tensione si scioglie..

Marta si alza per andare la frigo(lo apre e prenderà un intruglio per Ariel..glielo porta-fa per andarsene ma poi si ferma e le dà un bacio)

Alessandra sistema qualche cosa

Fulgenzia va a prendere il cestino del pane e lo posa sul tavolo con sopra un pezzo  di pane

Roberta sistema qualche cosa

Roberta-Che cos’è?

Marta-E’ per Dennis..vero?

Fulgenzia-glielo lascio sempre aquest’ora..

Alessandra-Chi è Dennis?

Marta-il topolino di casa..

Roberta sistema il cestino al centro, lo sposta un paio di volte

Alessandra-ma ..niente formaggio?

Fulgenzia-il formaggio è troppo costoso..

Alessandra-ma scusa!!…(si alza e va al frigo a prendere un po’ di parmigiano-torna al tavolo e toglie il pane)..i farinacei gli fanno male.

Fulgenzia-ma il formaggio gli appesantirà il fegato..

Ariel-verdure..ragazze!!Le verdure sono la vera soluzione..

Roberta-e se provassimo con del dolce..?

Marta-Così gli facciamo venire il diabete…

Ariel-Intanto gli lasciamo pane e formaggio…e vediamo domattina che cosa mangia e cosa lascia..

Alessandra-Vuoi lasciare decidere  a lui?

Ariel-Gli animali sono molto più evoluti degli uomini..sanno molto bene di che cosa hanno bisogno…

Fulgenzia-ma..

Marta-E va bene..facciamo così..tanto se un giorno mangia male..non può succedergli niente di grave…vero?

Silenzio

Ariel-Ah dimenticavo…

Alessandra-Cosa?….

Ariel-Mentre andavo al ristorante con Amanda ho incontrato il tuo ex-marito( a Marta)

Gelo

Ariel-e’ di passaggio in città e mi ha chiesto se ……..

Sguardo feroce

Silenzio

Ariel-No?…………

  Marta posa con molta forza il bicchiere sul tavolo

Parte la musica

Buio

Sipario

 

                            

 

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 0 volte nell' ultima settimana
  • 0 volte nell' ultimo mese
  • 4 volte nell' arco di un'anno