Agente 0077 Missione Fregatura

Stampa questo copione

AGENTE 0077 MISSIONE FREGATURA

PERSONAGGI

DONATO

ILDEFONSO detto FONZY suo figlio

SOFRONIA,cameriera

GOSTO,villico

LORETTA,cameriera

ODELIA

BEGONIA LARIZZA

LUIDANA PASSERA’

Conte AUGUSTO MARIA DI ROCCACHIABONA

RAG.MOLLICA

TAMARA,trombaia

ADEMARO BROGLIONI

ESTER,sua moglie

ALIGHIERA ROTTAMI

ANSELMINA,sua sorella

1


ATTO PRIMO

LORETTA

Certo  che  i’  signorino  Ildefonso  l’è  proprio  un  be’  ragazzo…guardalo  lì…..e

prende i’ sole a torsolo gnudo e sembra proprio un Adone….

SOFRONIA

E to’ pa’ birbone…smoiti c’è un monte di cose da fa  re, l’è arrivate quella lontana

parente  di’  so’Donato  e  presto  anche  la  su’  figliol a,tu’  lo  sai  come  le  son

sofistiche,se vedano un granellino di polvere le si sentan male, dice che le c’hanno

l’allergia…

LORETTA

Allora icchè le ci vengano a fare in campagna,le mi sono anche uggiose,eppoi se

le si sentan male le stiano a casa sua….

SOFRONIA

Sie….le  preferiscan  fare  du’  starnuti  in  più,ma  god

essi  le  bellezze  di  questo

posto…un son mica sceme…eppoi servite e riverite….

LORETTA

Le   mi   stanno   su’   cogliomberi……tu   sapessi   quanto   spe

cialmente

la

giovane…quella smorfiosa la starà attaccata a i’ si

gnorino tutto i’ giorno….

SOFRONIA

O vien via icchè sarà…tanto te tu ci stai la notte…

.

LORETTA

Io ma che’ se diventata grulla…

SOFRONIA

Porta

rispetto

bambina…perché

potrei

essere

la

tu’

mamma…(riprendendosi)  diciamo la tu’ sorella maggiore…Icchè tu credi che

un ti

veda la notte che lesta,lesta tu sgattaioli dalla tu’ camera e tu t’infili in quella di’

signorino…..

LORETTA

Sarebbe meglio che tu facessi qualche altra cosa di notte…..invece di bracare e

pensare a fatti degli altri…Eppoi i’ sor Fonzi dice

che con

me

si trova

tanto

bene…

SOFRONIA

E chi sarebbe codesto Fonzi…..

LORETTA

I’  signorino  Ildefonso…..gli  intimi  lo  chiaman  così

,perché

l’è

fico  come

i’

personaggio di  Eppiday….

SOFRONIA

Oggi tu mi sembri briaca Fonzi ,gli Eppisday…..Comu

nque un ti montare tanto la

testa,  a  i’  signorino  tu  gli  servi  solo  come  allenamento  pe’  gli  incontri  fori

casa…

LORETTA

Ah sì,bene a sapersi….ora mi ci metto d’impegno e t

u’ vedrai che quando arriva

2


alla prima partita e va in panchina…..ma te un t’ha

mai voluto nessuno?

SOFRONIA

Sie porattè….Quando ero giovane ero belloccia sai…C

’hanno provato in  tanti ma

un c’è mai riuscito nessuno…..

LORETTA

Ma come…mai nulla?

SOFRONIA

Nichisse…Gliè vent’anni che sono innamorata sola,ma

quello l’è tanto timitoso e

un si decide mai…..

LORETTA

E chi sarebbe codesto Apollo?

SOFRONIA

Macchè pollo…unn’è un pollo…

LORETTA

Eh sì ,forse t’hai ragione,visto che…ancora nulla..

si vede che l’è cappone…(esce)

DONATO

(entrando con Odelia)Buongiorno Sofronia…

SOFRONIA

Buongiorno…..ben’arrivata sora Odelia….come la sta?

ODELIA

Un  c’è  male  cara,giù  in  città  c’è  un  caldo  da  morire  e  allora  s’è  pensato

d’accettare  l’invito  di  signo’  Donato,di  trascorrer e  qualche  tempo  in  questo

piccolo angolo di Paradiso….

SOFRONIA

V’avete fatto bene..ma la su’ Lillina ancora unn’è arrivata?

ODELIA

Ancora no,sai deve terminare gli esami della sessione estiva…

DONATO

A proposito come stanno andando?

ODELIA

Benissimo….tutti trenta e all’ultimo che l’ha dato

l’ha preso anche una lode….

SOFRONIA

Certo con questo caldo…..mettisi un cappotto di lod

en

ODELIA

Ma cosa hai capito? La lode è un elogio scritto che accompagna il voto, siccome

non esiste un voto maggiore, a chi si distingue oltre il trenta danno anche la

lode…

SOFRONIA

Ho’nteso…addirittura  di  cappotti  gnene  danno  trenta

….accidenti….di  sicuro

freddo la un lo patisce più la su’ figliola….

ODELIA

(ridendo) Beata ignoranza…..

SOFRONIA

Eh  l’ha  ragione  signora….gnorante  son  parecchio,spe

cialmente  nelle  cose  di

scola,sa l’ho frequentata tarmente poco…..

ODELIA

Ma che caldo…..anche qui….perché Donato non andiamo

un po’ al fiume,magari

facciamo un bel tuffetto

DONATO

Cara la mi’ Odelia  l’è troppo caldo


3


ODELIA

Ma se non le facciamo ora …

SOFRONIA

(fra sé)Bah,se v’aspettache i’ freddo e vi si ritira ugni cosa…

DONATO

Sofronia,per favore ci prepari la colazione….

SOFRONIA

Obbedisco..a lei so’ Donato gli vo’ preparare anche un bello zabaione..lo sa come

lo ritira su….

DONATO

Veramente non ne ho bisogno…..

SOFRONIA

E  invece  sì…la  vedrà  che  con  un  bello  zabaione  che

voglia  di  tuffassi  gli

viene…(esce)

DONATO

Sapessi Odelia sono così innervosito dopo quello che mi hai raccontato della

Lillina….

ODELIA

In che  senso?

DONATO

Sapere che la tu’ figliola la fa tutti codesti esami e i’ mio l’è du’ anni che l’è fori

corso….Ma come.. gli pago un appartamentino a Firen

ze pe’ evitargli di fare su e

giù….gli riempio i’ conto in banca e me lo prosciug

a come i’ deserto di’ Sahara,lo

fo venire quassù pe’ ossigenassi i’ cervello e con

tutte queste contadinelle invece

di’ cervello e s’ossigena…

ODELIA

Cosa ci vuoi  fare,Ildefonso è giovane ,attraente,pieno di belle ragazze che lo

circondano….anche te m’immagino che quando tu avevi

la su’ età un tu ti sia fatto

mancare nulla….ma neanche ora…questi occhi da malan

drino non me la contano

giusta….

DONATO

Ma icchè tu dici..a quest’età….

ODELIA

Ma  che  età  e  età…tu  sei  ancora  un  tipo  attraente,

i   nteressante,con  una

ragguardevole posizione sociale, eppoi tu se’ solo da tanti anni anni…eh sì che la

solitudine l’è una brutta bestia…..Anch’io sai quan  do vo’ a letto la sera in qui

lettone  troppo  grande…..e  metto  la  mano  nel  posto  d

ove

dormiva  il  povero

Giasone, e sento un ghiaccio, ma un ghiaccio….. che

m’attanaglia il cuore….e

quando m’addormento faccio certi sogni che quanto li racconto in confessione a

Padre Turibolo e vedo dalla grata che fa un viso bianco che pare un cero…..

DONATO

Se tutto i’ problema l’è codesto….riempire un posto

in un letto,ancora penso di

farcela….

ODELIA

Ma su Donato non mi fare arrossire….mandrillone…

DONATO

Vedi però..anche per fare certe cose ci vole la men te libera…io invece c’ho i’

pensiero fisso di qui’ figliolo….

ODELIA

Ma non ti angustiare caro vedrai che anche lui troverà la su’ strada….

SOFRONIA

(fra sé)E lo credo…quando l’è a Firenze lo vedano spesso in

via Tornaboni…e


4


non a guardar le vetrine….(a voce alta)Ecco la culi

zione! (mangia un grosso

panino)

ODELIA

Grazie cara, metti  sul tavolino…

DONATO

Ma Sofronia…che ci si presenta così davanti alla ge

nte….

SOFRONIA

Mi presenterò di dietro….

DONATO

Io intendevo co’ i‘ boccone in bocca…..

SOFRONIA

Oh la scusi lei la un fa culizione co’ i’ caffè e lo zabaione la posso fare io con

pane e salame….

DONATO

Salame d’Egitto!

SOFRONIA

Veramente l’ho comprato a Pontassieve,che ne vole un pocolino?

DONATO

Sofronia un mi far perdere la pazienza…

SOFRONIA

La un si preoccupi so’ padrone…tanto prima o dopo l

a si ritrova….

ODELIA

Sofronia la unne scherzi….l’è tinto male….

SOFRONIA

La chiami l’imbianchino e la si faccia dare un’antr a mano….

DONATO

Smettila di di’ bischerate…Da oggi i’ mi’ figliolo

l’è interdetto…..

SOFRONIA

E chi l’ha detto che l’è interdetto?

DONATO

Io l’ho detto!

SOFRONIA

Ben detto!

DONATO

Volevo dire che da questo momento l’unico che pole dare ordini quello son’io!Te

Sofronia di’ all’autista che chiuda la macchina in

garage e che levi le chiavi…Se

ho bisogno di andare da qualche parte lo chiamo…

SOFRONIA

Ma se i’ signorino l’ha bisogno d’andare a Firenze

pe’ degli esami……

DONATO

Va a piedi…..tanto l’è tutta discesa…..

SOFRONIA

Ma a ritornare l’è tutta salita…

DONATO

Farà l’autostoppe……Chiamami Gosto,intanto io esco a

prendermi una boccata

d’aria pe’ vedere se mi passa i’ nervoso…Vieni Odel

ia….

ODELIA

Certo,una boccata d’aria la farà bene anche a me …… (escono)

SOFRONIA

Eh  ma c’era da immaginasselo che a i’ signorino Il defonso o Fonzy come la lo

chiama quella grullerella della LORETTA,a forza di tira’ la corda ,la gli si sarebbe


5


spezzata….  (esce)

FONZY

(entra si avvicina all’apparecchio telefonico,compone il numero,attende)Pronto

Begonia…sì son io…senti un so’ se oggi potrò scende

re giù…l’è arrivata una mi’

lontana parente …ma no unn’essere gelosa….la c’ha q

uasi novant’anni….eppoi

l’arriverà anche la su’ figliola…..come tu dici? Gi   ovane? Se ti dico che la mamma

la  c’ha  novant’anni,  come  la  fa  la  su’  figliola  a  e ssere  giovane…sie  l’è  una

zittellaccia  inacidita…..  (fra  sé)Scusami  Lillina  mia….fra  poco  scendo  giù  a

prenderti….  (riprendendo la conversazione)Insomma per oggi un ci si pol vedere

si fissa pe’ domani…stessa ora..mi raccomando compo

rtati bene…Oh io….mi

sembra  d’essere  in  clausura…e  di  quella  stretta  cap  ito…Ciao  amore…a

domani,ciao ciao,ciao….

GOSTO

(entrando)  Che  si  pole  fare  l’ingresso  dell’entratura,oppure   noe….sennoe

rimango sulla sogliola della porta….

FONZY

Vieni ,vieno Gosto entra…

GOSTO

Che vu’ m’aete fatto veni’ voi…l’è venuta la Sofron

ia e la m’ha detto che i’

padrone e mi volea ….

FONZY

Veramente io un t’ho fatto chiamare…

GOSTO

E allora,la guardi come si fae…giro i’ culo e torno

a vangare…

FONZY

No, no non andartene…

GOSTO

E chi l’è codesto Nenè un lo cognosco io….

FONZY

Macchè Nenè,ho detto a te non andarte-ne…

GOSTO

Oh ma l’è zucchettone a bono….l’è tant’anni che son

qui a mezzadria da i’ su pa’

e ancora la un conosce i’ mi’ nome……me chiamo Gosto

….e non Nenè….Gosto

i’  mezzadro  lo  cognoscan  tutti,in  paese  e  un  fanno  che  discorreggiare  di

mene…anche perché no’ pe’ vantazione ma come tengo

i’ podere io…nemmeno

i’ giardiniere di Bomboli…

FONZY

Lasciamo andare….

GOSTO

Insomma,che ho andare o deo restare….

FONZY

No, no tu devi restare…lascia andare….

GOSTO

Oh so’ signorino Fonzy ma che è diventato grullo o l’è briaco di mattina…prima

deo rimanere,poi deo andare….un s’intende icchè la

ole….

FONZY

Vorrei un consiglio….

GOSTO                  Un cunigliolo?!? E vo nella stalla e glielo pigghio..ma come la lo vole grosso o piccino?


6


FONZY

Un consiglio Gosto,un consiglio…non un coniglio…ho

bisogno di un po’ della

tua sapienza contadina…

GOSTO

Che vole una bella passata di ramato?

FONZY

Ma no..te l’ho detto un consiglio,vedi Gosto io ho un problema, tu mi devi aiutare

a risolverlo…

GOSTO

L’è capitao benino a caso….io so’ fare appena due p

iù due, ho fatto solo la prima

alimentare…

FONZY

Il mio, Gosto, non è un problema aritmetico…..vedi

vorrei sapere secondo te qual

è la donna più fedele, la mora o la bionda?

GOSTO

La più fedele l’è quella beige…

FONZY

Bravo t’hai belle capito…la donna fedele non esiste

….ma lo sai che sei di una

intelligenza….

GOSTO

O un lo so….son sempre staco così…I’ me’ babbo mi d

icea sempre se invece

d’essere nato villico e c’avessi avuti i’ quadrini  pe’ fatti studiare, Gosto mio, mio

tu  saresti  doventaco  un  avvocatone,  perché  come  tu’ discorreggi  te  e  un

discorreggia nessuno....

FONZY

Vedi Gosto, io  l’è come fossi una locomotiva che si trova ad una diramazione di

binari e non sa quale prendere se quello a destra o quello a sinistra…

GOSTO

La va a man dritta vedrà che la un sbaglia….

FONZY

Un posso, le strade le son solo due, destra o sinistra…Vedi, io voglio bene a una

ragazza…..

GOSTO

La sora Lillina…e me ne sono accorto da qui’ mo’…ma

vu’ dovete allungare i’

collo so’ padrone perché lì c’è i’ passaggio a livello chiuso

FONZY

E s’apre, s’apre….

GOSTO

State attento di non rimanere sotto a i’ treno….

FONZY

Vedi Gosto, però c’è un’altra donna che la mi’ piac e…

GOSTO

E codesta i’ passaggio a livello come la l’ha apert o o chiuso….

FONZY

Aperto,  aperto,  ci  son  passati  tanti  di  que’  treni…

locali,  regionali  anche

internazionali….

GOSTO

Accipicchia, accipicchia insomma e pare di stare a Santa Maria Nouella!

FONZY

Vedi Gosto la prima, la Lillina la rappresenta una bella minestra in brodo che la

bolle nella pentola matrimoniale..la seconda….


7


GOSTO

Quella di’ binario affollato….

FONZY

Appunto….Begonia, la si chiama Begonia l’è i’ bocco  ncino prelibato, saportito,

piccante…..un filetto a i’ pepe verde…capito?

GOSTO

Eh ho capito, eh ho capito….

FONZY

Insomma tu cosa faresti….

GOSTO

Io vede so’ signorino Fonzy è mangerei la minestrina…la costa meno e poi la un

gli fa venire l’infiammazione allo stomico….

FONZY

Lo sai cosa faccio,le tengo tutti e due…

GOSTO

La bene come la fa….Armeno menù compreto….

FONZY

Tu  vedessi  che bambolina l’è la Begonia….senti  la

c  ’ha du’ guance che son

du’albicocche, du’ occhi che paian du’ spicchi d’ar ancia, le labbra du’ fragole

rosse, rosse e succulente….

GOSTO

E le pere che ce l’ha?

FONZY

Diamine che la c’ha, eccome…l’è un albero pieno dei

più magnifici frutti

GOSTO

La stia attento che un ci si buttin sopra de’ merlacci….sennò gliela smangiucchian

tutta….c’hanno de’ beccacci lunghi….che ti trapan l

a frutta da parte a parte….

FONZY

T’ha ragione e siccome non voglio che mi trapanin nulla, gli ritelefono, gli dico

che la mi’ parente l’è belle arrivata da sé…. vorra

’ dire che la Lillina la verrà su

da sé con la corriera di’ pomeriggio.e io mi fiondo a Firenze…

DONATO

(entrando con Odelia)Indo’ tu vorresti andare te?

FONZY

A Firenze…sai c’ho da andare a prendere de’ libri d

a un mio amico….così ni’

pomeriggio e  comincio a preparare l’esame pe’ la s essione autunnale….

DONATO

Mi dispiace ma la macchina l’è a  riposo, chiusa in garage…se tu voi andare a

Firenze tu ci vai a piedi….

FONZY

A piedi? Ma son più di trenta chilometri babbo….

GOSTO

Sapete padrone, i’ vostro figliolo e gli piace viaggiare in treno….su binari anche

se sono un po’ rotti….no voleo dire interrotti

DONATO

L’è bene che d’ora innanzi tu metta la testa a sesto…

GOSTO

Sarebbe meglio a Quinto….

DONATO

A sesto….

GOSTO

Ma vien prima Quinto!


8


DONATO

Ho detto Sesto!

GOSTO

Va bene, contento voi….

DONATO

Dunque,da qui in avanti studio ad oltranza….di qui

un ci si move….se tu ti voi

fidanzare con la Lillina, io unn’ho nulla da eccepire

FONZY

Grazie babbo…

DONATO

Però a un patto….che in poco tempo tu prenda la lau

rea….

GOSTO

Giuè…che ne vole dare unn’attra, o chi ella questa

Laura?

DONATO

Laurea in giurisprudenza….

GOSTO

Iurispondenza l’è i’ cognome….Un la conosco l’istes

imo…

FONZY

E va bene accetto!

GOSTO

Accetto anch’io….

DONATO

E te icchè tu c’entri…

GOSTO

Io noe..ma c’entra lui….

DONATO

Dunque.t’ho  fatto  preparare  la  dependance…tu’

verra

i  in

villa  solo  per  i

pasti…per il resto del tempo:studio, studio e solo   studio…

FONZY

O babbo, ma così tu mi metti agli arresti domiciliari….

DONATO

Tu mi c’hai costretto …..

FONZY

Senti babbo, tu lo sai che a me da solo un mi riesce studiare….la Lillina gli esami

che devo preparare la gl’ha belle dati…ecco insomma

mi ci vorrebbe ….mi ci

vorrebbe…

DONATO

Insomma bambino…meno discorsi veniamo a i’ sodo…

GOSTO

O porannoi la testa a Sesto, lui a i’ Sodo….

DONATO

E te a San Salvi…

GOSTO

Ma io un ci voe..un son mica tettero…c’ho più sale

ioin questa testuggine quie!!!

FONZY

Avrei bisogno d’un professore che mi insegnasse un i’ metodo di studio, sennò da

solo un compiccio nulla…

ODELIA

Donato, m’è venuta un’idea…se scrivessi alla signor

a Luidana

Passerà?

DONATO

E chi la sarebbe questa signora…

9


ODELIA

Una professoressa con i fiocchi…

GOSTO

Bellina co’ fiocchi, come la me’ vacca Bianchina qu ando la comprai alla fiera

ODELIA

Dicano che la sia bravissima…conoscere personalment

e non la conosco, ma me

ne parlò i’ mi’ nipote, l’era nelle stesse condizio  ni di Fonzy e lei la lo rimise in

sesto…

GOSTO

Ovvia la lo vol mandare a Sesto anco  lei!

DONATO

Ma, per me va bene, e a lui…Oh dico a te…

FONZY

Ah,sì..sì…per me va bene…

DONATO

Allora un c’è altro da fare che dagli una telefonata…

ODELIA

Mi dispiace, ma so’ che la unn’ha telefono…però con

osco l’indirizzo, gli si pol

scrivere du’ righe…

DONATO

Ecco brava Odelia, vai di là nello studio e scrivig li un biglietto

ODELIA

Obbedisco! (esce)

DONATO

E te Gosto, vai nella stalla, attacca i’ calesse e vai a Firenze

GOSTO

Obbedisco anch’io soi padrone (fa per uscire)

DONATO

Gostoooo! Ma dove vai?

GOSTO

Vo’ a Firenze! Bah un lo soe, vu’ me l’aete comanda to voi….

DONATO

Aspetta,  tu vai  sì  a  Firenze ma co’  i’ biglietto ch e ora la porterà la  signora

Odelia….

GOSTO

Allora deo pigghiare i’ trieno…

DONATO

Ma che treno d’Egitto…

GOSTO

In Egitto? Ma un la ‘avea detto che doveo andare a Firenze?

DONATO

Certo che tu devi andare a Firenze,ma tu devi aspettare che l’Odelia la ti porti i’

biglietto…

GOSTO

Vede allora che deo andare co’ i’ trieno….

DONATO

Ma non è un biglietto del treno….

GOSTO

Ah di’ tranvai allora….ma di quie un passa…

DONATO

Gosto…Gosto….tu mi farai salire la pressione a mill

e….Dicevo che la signora

10


Odelia la ti porterà ora un biglietto per…

GOSTO

Ho’nteso…pe’ andare a i’ cinematografo…Che vienghe

anco la Sofronia? Noe

perché a me andacci da solo e un me garba!

FONZY

Gosto, il babbo vol dire che ora la signora Odelia la ti porterà un biglietto dentro a

una busta….

GOSTO

Ah…una lettiera…o che ci voleva tanto pe’ dillo…..a

ccipispolina!

FONZY

Una lettera da portare a Firenze alla signora di cui sopra…

GOSTO

Allora se l’è di sopra, perché vu’ mi fate andare fino a Firenze….

FONZY

Di cui sopra,vol dire della signora Passerà…

GOSTO

E chi ella codesta signora Passera….

FONZY

Passerà, Passerà, l’è una professoressa che la mi’  aiuterà nello studio….

GOSTO

E allora aveo ragione io, la Passerà la l’aiuterà,

ma ora che ancora la unn’ha

aiutato l’è passera e non Passerà…..

DONATO

Va bene, va bene…diamoci un taglio…

GOSTO

O poerinannoi o perché la la vol tagliare poera donna….

FONZY

(prendendola  lettera  che  Odelia  gli  ha  dato  rientrando)  Questa  lettera  tu  la

consegnerai all’indirizzo che c’è scritto…Che ha ca

pito?

GOSTO

Ho capito sicuro…prima vu’ parlavi in un modo che c

i volea lo strologo pe’

capisciare quarcosa..

DONATO

Quando tu avrai consegnato la lettera, se la professoressa l’accetta di venire qui in

villa, tu aspetti che la si prepari e tu la porti su in villa….Chiaro?

GOSTO

Limpido! Recoaro! Vo’ giuè la svincolo, la carico e la porta quie…

DONATO

Ma icchè tu svincoli…la unn’è mica un pacco postale  ….La pregherai di salire su

i’ calesse, tu gli aprirai lo sportello….tu farai u  n bell’inchino….

GOSTO

Noe,noe l’inchino un lo foe…

DONATO

Ma come no? Perché? E’ una mancanza di rispetto nei confronti di una signora…

GOSTO

Noe, noe so’ padrone l’è tutto all’incontrario…..i’

rispetto glielo leerei se facessi

l’inchino

FONZY

Come sarebbe a dire….

GOSTO

Sarebbe che siccome mi conosco e c’ho l’occhio biri chino, mentre lò salirebbe lo


11


sguardo m’andasse tutto sotto la sottana, lo soe c’ ho l’occhio sgarzollino….

FONZY

Senti babbo qui non si cava un ragno da un buco….

GOSTO

Noe, noe i’ un so’ in coresto modo, intendiamoci be ne….biforco sì ma a me mi’

piaccin le donne e parecchio….

FONZY

Non potrei andare a prenderla io con la macchina…

DONATO

T’ho detto di no…la macchina l’è in garage…oltretut

to la c’ha un problema alle

candele…

GOSTO

O puerina gli si son spenti i moccoli si vede

DONATO

Siccome qui’ cavallaccio gl’ubbidisce solo a Gosto, bisogna pe’ forza mandacci

lui….

GOSTO

Fra bestie ci s’intende meglio guà….

ODELIA

(entrando) Ecco la lettera…Luidana Passerà via Mart

elli 84

DONATO

Dagliela pure a Gosto

FONZY

(si avvicina a Gosto, tenendolo per un braccio)

ODELIA

Allora Donato andiamo, i signori dal Corto ci stanno aspettando pe’ i’ doppio a

tennis…

SOFRONIA

(entrando,fra sé)Si è tanto l’è giovanino pe’ fare i’ doppio…per me   quello un fa

nemmeno lo scempio…(a voce alta)  Andate, andate lo sport l’è un toccasana

DONATO

Sì andiamo, lo sport ricrea lo spirito e io ce n’ho parecchio bisogno….O te Gosto

che sei sempre qui…

GOSTO

E son qui’ sicuro. se i’ signorino un mi molla…

FONZY

(va dal padre)No..l’è che gli volevo dire che potrei andare con lui…sai un vorrei

che ci facesse fare una brutta figura con la professoressa, la un si conosce, lui un si

sa spiegare…

ODELIA

L’ha ragione… Gli è meglio.. che gli parli lui…senn

ò ho paura che Gosto faccia

qualche pasticcio…  andiamo Donato, su via…andiamo….

(escono)

FONZY

E ora a noi due…

SOFRONIA

Eh no in tre ci son anch’io…

FONZY

Ah sei qui?

SOFRONIA

Passavo….E  m’è  venuta  una  curiosità…sa  la  curiosità

l’è  femmina….e  son

curiosa di sapere come mai pur di andare a Firenze la s’adatta a andare ci’ i’


12


calesse di Gosto….

FONZY

I’ babbo l’ha paura che Gosto combini qualche pasti ccio…

SOFRONIA

E invece di Gosto, qualche pasticcio la lo vole combinare lei….e lo conosco bene

signorino Fonzy….li conosco bene i’ mi’ polli…

GOSTO

Come mene…Io li conosco a uno a uno e ‘ me’ maiali

e li chiamo pe’ nome come

se fosse me’figlioli….Tu sapessi Sofronia alla scro

fa gli ho messo i’ tu’ nome…

FONZY

Un c’è che dire bello come complimento….

SOFRONIA

Un sarà bello e raffinato, ma l’è genuino, si vede che gliè uscito dritto dritto da i’

core!

FONZY

Senti che pappa e ciccia…..insomma Gosto e la Sofro

nia….benissimo vuo dire

che mi aiuterete entrambi…

GOSTO

Macchè tramme, un s’è detto che si va in calesse…

FONZY

Oh capito, ma io volevo dire che si pole fare un patto a tre….

SOFRONIA

E se io un fossi d’accordo?

FONZY

Va bene, (parlandole nell’orecchio) vol dire che spiffererò a tutti che fra te e

Gosto e c’è di’ tenero…

SOFRONIA

Ma codesto puzza di ricatto….

GOSTO

Veramente  stamattina  e  mi  son  messo  in  conca  e  mi  son  strigliato  come  un

cavallo…sicchè  e un puzzo…

FONZY

(prendendo una bottiglietta di deodorante) Guarda come si dà una spruzzatina e i’

puzzo sparisce….Ora ascolta bene:io e Gosto si

va

a

Firenze…e fin qui

tutto

liscio….

GOSTO

Veramente  io  a  ballare  i’  liscio  un  ci  son  m’hai

an daco  a  malapena

so’  i’

trescone…

FONZY

Invece che dalla professoressa si va dalla signorina Begonia….

GOSTO

Quella che la c’ha i’ binario affollato…

SOFRONIA

Ma icchè c’entra ora i’ binario…un siamo mica alla

stazione…

FONZY

E invece di portare in villa Luidana Passerà…

GOSTO

Come la ce l’ha i’binario?...Se l’è anzianotta la ce l’avrà senz’altro morto

FONZY

Insomma si porta su Begonia Larizia E la si presenterà a tutti, senti come fila

liscio, come Luidana Passerà…senti come filo liscio


13


GOSTO

Ohè,ma mi vo’ fa’ ballare i’ liscio pe’ forza!!! Se nti come fila liscio….

SOFRONIA

Ho capito tutto, chiarissimo, ora vu’ andare a Firenze e invece della professoressa

vu’ portate su codesta Begonia…senti come fila lisc

io…quando vu’ arrivate i’ su’

babbo  gli  scopre  tutto…senti  come  fila  liscio…e  vi

corca  di  legnate

tutti  e

due….senti come fila liscio

GOSTO

Senti come fila ruvido….mi dole digià la stiena pri   ma d’ave’ preso le legnate

FONZY

Ma state tranquilli, tanto la professoressa un la conosce nessuno…

SOFRONIA

E la sora Lillina…

FONZY

Nemmen lei..la su’ mamma la disse che la conoscevan di nome perchè l’aveva

dato delle ripetizioni a i’ nipote…

SOFRONIA

Ma i’ su’ babbo unn’è mica grullo…e se n’accorgerà

subito che codesta unn’è

quell’altra…

FONZY

Niente paura la Begonia l’è una donnina intelligente e la parte la la saprà fare a

pennello…la vol fare anche  l’attrice…insomma l’org

anizzazione l’è perfetta..io

sarà la mente, voi le braccia….

SOFRONIA

No,via un me la sento….

FONZY

(senza che Gosto senta) Ah no? Allora ricordati….che racconterò tutto… di t

e e di

Gosto alla LORETTA e in  quattro e quattr’otto lo saprà popolo e  comune

SOFRONIA

No, no…  (cambiando tono)Via Gosto…icchè tu voi che sia…un piacerino…

GOSTO

Noe,noe, noe io le legnate un le ogghio….

SOFONIA

O vien via….

GOSTO

Gli ho detto di noe….

SOFRONIA

Via, topolino..o diamola una mano a i’ signorino….

GOSTO

Sie…e pe’ dare una mano a lui, mi fa spaccare la te

sta di legnate, essai qundo i’

padrone e s’arrabbia e diventa una furia….I’ un vo’

fa truffe…..

FONZY

Ma unn’è una truffa …l’è un bidone….

GOSTO

Perchè con codesto bidone, di legnate se ne piggian meno…?

SOFRONIA

Più che un bidone,si potrebbe dire che l’è un trucco….

GOSTO

No, no un vo’ trucchi…son un mastio io, a i’ ciento

per ciento….

14


SOFRONIA

Questo  lo  so…ehm…me  lo  immagino….Ma  si  voleva

dire

che  l’è  un

trucco….una fregatura insomma….

GOSTO

Ah ho ‘nteso,come quelli che ti vendan l’oriolo che a bottega va precisa e quando

uno torna a casa e un va piue…

SOFRONIA

Preciso, noi la sora Begonia la si fa passare pe’ la Professoressa Luidana e siamo a

i’ posto….

FONZY

Io studio da solo….

GOSTO

Lei vede la studia i’ sistema di fammi prendere un sacco di botte….Noe, noe un ci

sto…

FONZY

E  questa la sarebbe la gratitudine per i loschi traffici che vi ricopro?…

GOSTO

Io unn’ho nulla da ricoprire….

FONZY

Ah,no…è….e la srcofa indo’ tu me la metti….

GOSTO

Nello stabbiolo noe….

FONZY

Indo’ tu me la metti…..

GOSTO

Nello stabbiolo…ni’ maialaio ‘nsomma, se la vole gl

ielo posso portare anco in

villa…

FONZY

Un  fare  lo  spiritoso…..volevo  dire  della  scrofa   ch

e

tu  gli

hai  messo  nome

Sofronia…..

GOSTO

Ho’  capito  gliè  geloso….vorra’  dire  che  quando  la

s

cofa

la  mi  sgrava,  un

lattonzolo lo chiamerò Fonzy…che è contento

SOFRONIA

So’ Fonzy, la un dica pù nulla, Gosto un sa nulla de’ mi’ sentimenti….

FONZY

Tu sei innamorata sola? Sofronia…meglio o si conclu

de l’affare o spiffero ogni

cosa…

SOFRONIA

Lei l’è proprio senza core..Gosto io direi di accettare…in fondo un ci si rimette

nulla…

GOSTO

Te noe, ma i’ piglio un buscherio di bastonate…

FONZY

A me mi basta d’avella quassù per una quindicinadi giorni la mi’ Begonia……

GOSTO

Quindici giorni noe, noe un posso….son troppi….

SOFRONIA

Eh ma quelle le son donne che pe’ meno le un si movano..le vanno a quindicine…

15


FONZY

Dieci…icchè voi che siano dieci giorni….

GOSTO

Noe, noe gliè ancora troppo….e un posso!

FONZY

Cinque, facciamo cinque…….icchè son cinque giorni….

GOSTO

Noe noe l’è troppo…

FONZY

Quattro, tre, due, uno….

GOSTO

An…Abbiamo trasmesso i’ segnale orario delle ore un

dici….

FONZY

Gosto se tu mi fai questo piacere ti regalo centomilalire…..

GOSTO

Grazie, un le ogghio, ma le pigghio…

FONZY

Allora siamo d’accordo….

GOSTO

Noe, e ho detto che un posso…

FONZY

Ma ei quattrini tu gli ha potuti prendere….

GOSTO

Gli ho presi pe’ accontentavvi….

SOFRONIA

Via Gosto, queste le son altre centomilalire….

GOSTO

Icchene, e’ quadrini da una donna…..Tu fosse un mas

tio sì li prenderei ma da una

donna noe….  (Sofronia ritira la mano) O che fa tue ritratti la mana?

SOFRONIA

T’hai detto che da una donna un tu li voi….

GOSTO

Da una donna noe, ma da un mastio sie, te tu gli dai a lui, lui li passa a mene e

siamo a i’ posto…Noe, noe io quadrini da una donna

un li posso pigghiare…

SOFRONIA

Intendiamoci signorino…siamo intesi due giorni..epp

oi telare….e ora prepariamo

i’piano strategico

FONZY

1° Missione a due a Firenze per rintracciare la sud detta

SOFRONIA

Rientro alla base centrale con finta professoressa

GOSTO

E chi se lo immaginaa che tu fussi strutta a codesto mo’ costie…

SOFRONIA

Te tu sarai come un agente segreto come 007…..

GOSTO

Noe un sette solo un mi ci piace, ne ogghio due “Ag ente 0077 settantasette come

le gambe delle donne…

FONZY

Va bene e la missione la si chiamerà “Fregatura” se

nti come sona bene Agente

0077 Missione fregatura


16


GOSTO

Certo però i’ soi’ padrone le l’è un canarino a cas o….

FONZY

Del resto i’ mi’ babbo un vole che studi, e se da s olo un ce la fo  ho bisogno di un

professore…la professoressa l’ha voluta lui….

SOFRONIA

Ma quella lì la unn’è una professoressa….

FONZY

Codesto tu lo dici te…ti posso garantire che nella   su’ materia la unn’ha rivali….

GOSTO

E me l’immagino vah!

FONZY

Se tu voi Gosto un par di lezioni te le fo dare anche a te…

SOFRONIA

Eh no…signorino….Gosto e me lo istruisco da me….

FONZY

Ma se un tu’ sei nemmeno laureata…

SOFRONIA

Codesto la lo dice lei….Ho servito in tante case….L

’esperienza me la son fatta su

i’ campo…..Laura honorisse causasse 110 e e co’ lod

en!

FINE ATTO PRIMO


17


ATTO SECONDO

FONZY

(entrando)Buongiorno LORETTA, si pol avere un po’ di caffè?

LORETTA

Veramente i’ caffè gliel’avevo belle portato in camera come tutte le mattine, ma

ho bussato un monte e un m’ha risposto nessuno

FONZY

E te tu dovevi continuare a bussare, lo sai che c’ho i’ sonno duro……

LORETTA

Eh sì, mi pare che in questi ultimi tempi di duro un gli sia rimasto che i’ sonno…

DONATO

(entra)

LORETTA

Buongiorno sor Donato…..

DONATO

Buongiorno LORETTA (pacca sul sedere)

LORETTA

Ma codesto vizio, la un lo perde mai….

DONATO

Lo dice anche i’ proverbio “Una mela a i’ giorno to glie i’ medico di torno”…e

siccome io voglio stare in salute….

LORETTA

Oh capito ,ma i’ sindacato m’hanno detto che come c ollaboratrice domestica, pe’

la pacca e dovrei avere l’aumento….

DONATO

E va bene, qualche giorno un aumentino te lo darò….

Insomma che c’è da avello

un gocciolino di caffè’

LORETTA

Diamine, l’è tanto che la Sofronia la l’ha preparato…anzi, ero andata in camera

pe’ portallo a i’ signorino Fonzy, ma gliera chiuso dentro…

DONATO

E  te  tu’  se’  rimasta   a  secco….Già  che

siamo  entrat

i  ni’  discorso  ti  volevo

dire….insomma gli sta bene ogni cosa,

ma ora l’ha da studiare…un me lo fare

allenare troppo..ci siamo intesi? Se poi tu rimanessi disoccupata….e ci son io che

c’avrei bisogno di fare un po’ d’attività….fisica….

GOSTO

(da fuori)Soi’ padrone, che si pole…..

18


DONATO

Vieni entra Gosto….

GOSTO

Che  i’ permesso…Buongiorno a vossignoria i’ sor pa

drone…..

DONATO

Allora  tutto  a  posto?  Certo  che  ieri  sera  vu’  siete  tornati  parecchio  tardi  da

Firenze…

GOSTO

Qui’ diaolo di qui’ cavallaccio un volea camminare. .

DONATO

Ma la professoressa che è arrivata?

GOSTO

Se semoli arrivati noi l’è semola arrivata ancho lei…

DONATO

E com’è? Com’è?

GOSTO

Bona, soi padrone….

DONATO

Vorrai dire buona,d’animo gentile….

GOSTO

Come la c’ha l’anima un glielo soi dire…ma i’ fore

l’è a posto parecchio….

DONATO

Insomma buona?

GOSTO

Noe, noe….bona,soi padrone bona, bona, bona….

DONATO

Be’ diamoci un taglio…

GOSTO

L’è rinova..ora vo’ tagliare anche la professoressa…

DONATO

Lasciamo perdere.sentiamo cosa avevi da dirmi di tanto importante?

GOSTO

I’ voleo ,che lei so’i padrone la me consigliasse,v ede perché oggi e vo’ a i’

mercato e dovrei andare alla cantina sociale per comprare una partita d’uva pe’

i’taglio di’ vino alla svinatura….

DONATO

Ma cosa dici, siamo a Luglio, icchè c’entra la svinatura…….

GOSTO

No. vede un consiglio unn’è per questo……, gli vorre

i fare un discorreggiamento,

discorreggiato, discorreggiando con lei…

DONATO

Allora discorreggia…..ehm discorri invece di  dire

tutte codeste castronerie…

GOSTO

E sembrerebbe facile, ma ghiè difficile….Donche me

mae la m’ha detto che che

siccome a i’ gallo la gl’ha tirato i’ collo un mese

fa, pe’ avè delle ova gallate e

bisogna comparanne un aittro…

DONATO

Un tu vai a i’ mercato, tu ne’ compri uno e tu’ fai  gallare tutte le ova che la vole la

tu’ mamma….

GOSTO

Bene,  grazie  …..come  l’è  intelligento  lei…..ma  icch

è  l’avrà  in  quella  zucca

costiè….(fa per andare, torna indietro) soi padrone

……


19


DONATO

Cosa c’è ancora?

GOSTO

Me mae……la m’ha detto che la vacca l’è ita in calor

e e che sarebbe far quarcosa

pe’ falla impregnare….

DONATO

Icchè tu lo dici a me….Tu vai a i’ mercato tu fissi

un toro e tu ce la porti alla

monta….un tu vorrai mica che la monti io?

GOSTO

Noe icchè la dice…perché oramai lei….Grazie soi pad

rone…..(fa per anadarsene,

torna indietro) Me mae….

DONATO

Icchè la vole la tu’ mamma ancora?

GOSTO

Un  mi  fermate ora che  sono

ni’ più bello di’ dicsor reggiamento parlato..Noe

sinnoe un riparto piue…donche

me mae la m’ha detto

che la un gli parrebbe i’

vero d’aver de’ nipotini,e allora?

DONATO

E allora icchè? A me tu me lo domandi….

GOSTO

Lo domando a voi sicuro…a chi lo dovrei dimandare….

DONATO

Non vedo ichè potrei fare per aiutarti…..

GOSTO

V’aete trovato la risoluzione pe’ tutto:i’ gallo, i ’toro pe’ impregnare la vacca e per

mene, per mene nulla….

DONATO

Eh ho capito tu vo’ rinegoziare i’ contratto….

GOSTO

Noe, noe, i’ un vo’ negozi né botteghe…i’ son mezza

dro….insomma soi padrone

un ci siamo ntesi mo’ due…i’ voglio pigghiar moglie

….

DONATO

Te tu’ se’ mezzadro e tu mi vorresti fa fare i’ mez zano…tu’ vorresti che ti trovassi

moglie..Ma scusa un si tratta mica di trovare qual è l’innesto migliore….

GOSTO

Noe, noe..pe’ innestagene nell’innestatura ci penso da mene…

DONATO

Ma insomma che l’hai trovata?

GOSTO

Icchene?

DONATO

La sposa…

GOSTO

Sie, sie…quella lo troa…l’è la Sofronia però chi glielo dice…

DONATO

Questa è veramente buffa…..Quella che dovrebbe esse

re la tua sposa la unne sa

nulla…

GOSTO

Brao, proprio così….

DONATO

Ma allora come fai a spere se gli piaci, se la ti vole?

20


GOSTO

Pe’ piacere gli piaccicotto eccome, eppoi gl’ho bel le parlato…a cenni….

DONATO

A cenni?

GOSTO

Sie…gl’ho parlato con gl’occhi furminanti…..Lei l’è

diventata tutta rossa nelle

guance delle gote di’ viso…donche soi padrone fache

mi la chiesta….allora che

me la fate?

DONATO

Ma io un son mica i’ tu babbo, vai vai a i’ mercato poi ci penserò…

GOSTO

Mercato? Che mercato?

DONATO

O un t’hai detto che tu devi andare a  i’ mercato?

GOSTO

Ah già i’ mercato…me n’ero belle scordo…

DONATO

Vai a i’ mercato, stai tranquillo che alla Sofronia ci penso io….

GOSTO

Veramente preferisco pensacci da mene, basta che lei soi padrone la mi dia l’anda

che io mi butto…

DONATO

Va bene io ti darò l’anda…

GOSTO

E io come resto?

(si sente il suono del clacson )

DONATO

A piedi….se un tu peni poco la corriera la parte..

GOSTO

Allora lo sapeche icche fo soi padrone:vo’ a i’ mer cato, compro l’anello e se

quando torno vu’ gne avete  belle discoreggiato, voi di la gnene infilo e vo’ via, no

perché io un so’ di quelli che chiacchierin dimorto, pigghio l’anello glielo infilo e

vo’ via..o un fo’ bene? Che ha’ capito soi padrone,

vo’ di lae piglio l’anello….

DONATO

Tu gnene infili e tu va’ via….

GOSTO

O a voi chi ve l’ha detto?

DONATO

E tu’ fai tardi, la corriera la parte….

GOSTO

Voe, voe…ma tanto quando torno gnene infilo e vo’ v

ia….quando arivo…tanto

gnene infilo….(esce)

LORETTA

(entra con un mazzo di fiori) So’ Donato  che gli piaccian queste ortensie?

DONATO

Accidenti se le mi piacciano….però ti volevo dire c

he sarebbe meglio di levattela

codesta minigonna….

LORETTA

Se  la  fu  lei  che  i’  primo  giorno  che  presi  servizio  in  questa  casa

la  mi’

disse..gambe  fresche  come  le  tua  l’hanno  bisogno

di  aria  e  di  sole

..e  io

21


l’accontentai subito…

DONATO

Sì,ma ora vedi…..

LORETTA

Icchè la vorrebbe dire che in meno d’un anno le gambe le mi son diventate tantio

brutte che le deo coprire…..

DONATO

Ma icchè tu dici, le sono ancora du’ fiori e per questo un vorrei che Fonzy si

distraesse troppo…..

LORETTA

Poero figliolo, la lo vol tenere proprio a stecchetto, chiuso a studiare con una

vecchia  professoressa  che  magari  la  si  scandalizza  a  vedere  le  gambe  della

collaboratrice domestica…

DONATO

Mi sa che la un sia tanto vecchia la professoressa, da quanto m’ha detto Gosto, a

parte questo voglio che tutto sia più sobrio a cominciare dal tuo abbigliamento….

LORETTA

Va bene, ma se proprio i’ mi’ abbigliamento e gli d à noia…la si ricordi che da

domattina niente  “mela a i’ giorno”….mani in tasca

…(esce)

DONATO

Accidenti…l’è un peperino di nulla…

(entra Odelia)

TAMARA

Che si pole, c’è qualcheduno….C’è la Tamara…. (entr

ando) Scusi so’ Donato se

la c’ha gente torno dopo

DONATO

Oh  Tamara….bongiorno.. macché gente … ti presento

Odelia Bianchi, una mia

lontana parente che è qui in vacanza…

veramente io aspettavo Anacleto…c’avevo

bisogno di lui perché c’ho lo scarico di bagno di servizio che l’è intasato….

TAMARA

Anacleto l’ho mandato a qui’ paese e ho preso io in mano le redini della Premiata

ditta Trombaio presto e subito  e& C”

DONATO

Davvero? Codesta la mi giunge nova?

TAMARA

E invece l’è proprio così…  icchè la crede che un sia brava….sembro nata pe’ fa   la

trombaia….la mi dica indo’ l’è i’ guasto..che ci pe

nsa la Tamara…la regina di’

tubo…

DONATO

Ma la mi dica un pochino…un lo sapevo che vu’ v’eri

lasciati….

TAMARA

Pe’ forza l’è una cosa recente..di stamattina….

DONATO

Ora Tamara bisogna che lasci, devo andare ni mì studio, pensaci te Odelia (esce)

ODELIA

Ma icchè l’è successo pe’ farle prendere una decisione così drastica…

TAMARA

Icchè l’è successo…l’è successo che l’è troppo gelo so…io e sono una donna

libera….e mi son spogliata da tutti i condizionamen

ti maschilisti e clericali che la

società oscurantista l’ha per millenni riversato su lla donna…..

ODELIA

Ma ci sarà stata la goccia che l’ha fatto traboccar e i’vaso….


22


TAMARA

Ieri sera l’era venuto a trovammi i’compagno Settim io e si mise a punto i dettagli

pe’ la manifestazione di sabato.....a un certo punto torna Anacleto e te lo trova

gnudo sotto i’ letto……S’arrabbiò di nulla….Mi comin

ciò a dire.”Tamara,Tamara

icchè ci fa Settimio sotto i letto, rispondimi!” E io” Sotto i letto un lo so…ma se tu

vedessi sopra…

ODELIA

Certo se l’è un caso isolato……poteva chiudere un oc

chio….

TAMARA

Veramente quarcosina l’era successa anche una settimana fa….

ODELIA

Una settima fa appena….

TAMARA

Venne i’ compagno Rodrigo..poer’omo l’è disoccupato da parecchio tempo, c’ha

la  moglie  che  l’è  parecchio  malata  di  nervi…..gli  o  ffrii  quarchecosina  da

mangiare, qualche vestito smesso d’Anacleto……quando

qui’ marrano tornò e

casa e ci trovo a letto insieme….invece d’aver un p

o’ di compassione pe qui’

disgraziato gl’andò fori di cervello e ci trattò di

tutti i titoli…..Poi poi icchè  l’avrà

fatto di male poero Rodrigo.-gli dissi-.m’ha chiesto se gli davo qualcosa che te

t’un usi più da parecchio tempo!

ODELIA

Perché tra voi…..

TAMARA

Eh sor Donato….un so’ come l’è come unn’è..ma Anacl

eto mi s’è rammollito

parecchio….Da quando gl’ha cominciato a fa’ le scol

e serali..e mi declama le

poesie, l’è diventato tutto azzimato, s’improfuma…l

a si figuri che a me l’omo mi

piace maschio ma maschio parecchio, magari

che gli spunti due o tre centimetri

di pelo da i’ colletto della camicia…   che sappia anche un po’ di servatico…..oh

c’è poco da fare e son fatta così……Insomma un paio

di settimane fa dopo che

s’era  fatto  all’amore  mi  fa  tutto  sdilinquevole:  ”T amara  sento  i  fischi  negli

orecchi…. E io: ”Per come tu lo fai icchè tu vorres  ti sentire gli applausi?”

ODELIA

Insomma Tamara, questo Anacleto unn’è un grand’amatore…

TAMARA

Addio sora Odelia….un tempo magari..ma ora..l’è un

mollaccione…  Un pensa che

a mangiare..appena torna a casa e un saluta nemmeno e domanda “icchè si mangia

stasera?”

ODELIA

Ho  letto  proprio  ieri  su  una  rivista dalla  parrucchiera, che in  Svezia l’hanno

trovato un sistema infallibile pe’rinvigorire i maschi un po’ in declino….

TAMARA

Ahsì! La mi dica, la mi dica….

ODELIA

Vede tu ti dovresti comparare un completino intimo nero un po’ aggressivo, un

cappello nero e naturalmente una bella mascherina nera anche quella…

TAMARA

E c’ho belle provato…. Mi misi tutta come l’ha dett

o lei….quando l’arrivò a casa

mi squadrò dalla testa ai piedi..mi riguardò ancora

ODELIA

E allora?

23


TAMATA

E allora mi fa…Oh Zorro icchè si mangia stasera?

ODELIA

Insomma l’è irrecuperabile..a quanto pare….

TAMARA

Purtroppo penso proprio di sì…ma pensiamo a i’ lavo

ro….indo’ l’è questo scarico

da stasare…

ODELIA

Ni’  bagno  di  servizio  nella  depandance..aspetti  che  chiamo  la  Sofronia,  la

l’accompagna…(chiama) Sofronia, Sofronia!

SOFRONIA

(entrando) Eccomi “sor Donato…..” La senta e ci son fori du’

signori…dice pe’

una riunione di condominio….boh?

DONATO

(entrando) Si ho capito…una bella seccatura…pe’ fa piacere a

un mio amico mi

son  preso  la  bega  di  cercare

i’  bandolo  della

matassa

ad

una  questione

condominiale…falli  passare…..Ah

proposito  accompagna

la

Tamara  nella

dependance e fagli vedere lo scarico da stasare….

SOFRONIA

Subito , vieni vieni Tamara…..(esce)

TAMARA

Allora io vo…..So’ Donato la un guardi icchè c’ho s

critto su i’ davanti, la guardi

anche i’ didietro…..Basta un fistio….Bona!!!!(esce)

ODELIA

Donato vado in terrazza a prendere un po’ di sole…a

dopo….

SOFRONIA

(d.d) Entrino,entrino pure…

ADEMARO

Che è permesso?

DONATO

Avanti,avanti….signori Broglioni

ESTER

(entra con il marito)Bongiorno sor avvocato..siamo i primi a quanto pare…

DONATO

Sì, ma le signorine Rottami, son sicuro che non tarderanno ad arrivare,appena ci

saranno anche loro potremo cominciare…

ESTER

Benone…così la si renderà subito conto con che razz

a di persone ci s’ha a che

fare….

DONATO

Mi raccomando signora non dica altro…voglio iniziar  e la discussione quando ci

sarete tutti e non mi voglio fare influenzare da una delle parti…

ALIGHIERA

(d.d)Che è permesso?

DONATO

Devono essere loro.Avanti!

ALIGHIERA

(entrando con la sorella)Bongiorno sor avvocato noi siam le Rottami….

ESTER

(fra sé) Un c’era bisogno che la lo dicesse, basta guardalle…più rottami di loro…


24


ALIGHIERA

Alighiera, e Anselmina Rottami signorine….

ESTER

E ci credo che le son signorine, chi tu voi che se le pigliasse quelle du’ mummie…

ALIGHIERA

La gl’ha a dire a quella scorfana della su’ moglie che la chiuda qui’ forno che c’ha

pe’ bocca…sennò con un manrovescio gli rincarco i’naso

ESTER

Ma icchè la rincarca lei….

ANSELMINA

I’ naso e anche i’ muso se la un si cheta! Di già m i cominciano a prudere le

mani…

ESTER

(rintuzza)

DONATO

Signori,signori……Il mio caro amico Rag.Tani  mi ha c

hiesto il favore, come

legale, di vedere di comporre le liti che sorgono tra di voi. Ma questo mi sembra il

peggior  modo  di  cominciare!  Se  vogliamo  concludere  qualcosa  vi  prego  di

comportarvi da persone civili!

ADEMARO

L’ha ragione...la  vada pure avanti…

DONATO

Dunque…per prima cosa devo dirvi che mi sembra assu

rdo che in una villetta di

due appartamenti, e di conseguenza,abitata da due sole famiglie,ci sia una guerra

continua. Possibile che un vu vada d’accordo su nulla? Mi risulta che per ben due

volte  le discussioni son degenerate e l’è dovuto intervenire i’ 113. E’vero?

ADEMARO

Verissimo..la  prima  volta  lo  chiamai  io,  perché  le qui  presenti  Rottami,  le

tenevano la televisione troppo alta e alla mi’ rimostranze l’alzarono ancora di più

i’ volume che s’andava via di cervello….

ALIGHIERA

Chissà indò ce l’hanno i’ cervello….

ANSELMINA

Unn’è  vero  nulla  che  fosse  troppo  alta!  lei  piuttosto,  la  la  tiene  a  tutto

volume…Quando la guarda la partite c’è un bordello

che pare d’essre in curva

Fiesole…

ADEMARO

E in casa mia invece siamo costretta sentire tutte le telenovelle che piacciano a

loro….

ALIGHIERA

Meglio le telenovelle che le partite…

ANSELMINA

Davvero sai.che gusto ci sarà a veder degli omini i n mutande a correre dietro a un

pallone..

ESTER

Forse alle signorine gli piacerebbe di più vedelli senza le mutande….

ALIGHIERA

Ma come la si permette…..

ANSELMINA

Certo un vorrei vedere i’ su’ marito senza mutande…   ..


25


ALIGHIERA

Se s’ha voglia di’ frattaglie…

ANSELMINA

E si va in piazza a fassi fare un be’ panino co’ i’  lampredotto!!!!

ESTER

Brutte screanzate o come vu’ vi’ permettete….a offe

ndere i’ mi’ marito che l’è un

omo tutto d’un pezzo….

ALIGHIERA

Ben per lui…però le meglio che la lo faccia segare

in due e la gli cambi quello di

sotto…..

ANSELMINA

Si, perché secondo noi e funziona poco…..

ADEMARO

Oh befane….qui cominciano a vola’ manache eh!!!

DONATO

Eh no…un ricominciamo! mi avete promesso di tenere

un comportamento educato

e  civile…vediamo  di  mantenere  la  promessa,per

favor  e(breve  pausa)  Dunque

riassumendo:  la  prima  volta  il  113  è  intervenuto  a causa  del  volume  del

televisore,e la seconda?

ALIGHIERA

L’è stato la settimana passata…

ANSELMINA

L’è stato pe’ via di’ bottino!

DONATO

Il bottino, spiegatevi meglio….

ADEMARO

Glielo spiego io sor avvocato….e gli dico anche se

su i’ bottino o la ci mette

bocca lei o ci metto le mani io….

DONATO

La senta signor Borglioni, io la bocca ni’ bottino e un ce la metto, se lei la ci vol

mettere le mani la faccia pure padronissimo…

ADEMARO

No..icchè l’ha capito?!? Volevo dire che i’ problema di’ bottino o la lo risolve lei

a parole…o lo risolvo io a manate (guardando le Rot

tami)

ANSELMINA

(alzandosi) O la si provi!!!!

DONATO

Per favore mi volete spiegare?

ESTER

Il fatto gliè questo: l’è più d’un mese che i’ bottino gliè pieno e più d’una volta

c’ha traboccato in casa.. Pe’ l’appunto l’accesso a

i’ pozzo nero l’è ni’ giardino

delle Rottami e loro le si son rifiutate più d’una volta di far passare i bottinai…

ADEMARO

Icchè v’avete paura che vi violentino? Tanto le son belline..portatele dietro…

ALIGHIERA

Sente, sente come ci provocano…..

DONATO

Signor Broglioni..la prego…Continui pure signorina

Rottami.


26


ALIGHIERA

Dicevo che noi siamo disponibili a far entrare la gente in casa, ma di giorno, non

certo di notte….

ESTER

Ma se quelli possan venire solo di notte?

ANSELMINA

Allora arrrangiatevi!

ADEMARO

Arrangiatevi un corno…Io la cacca in casa pe’ colpa

vostra un la voglio avere….

ALIGHIERA

Essai..la ci dovrebbe essere abituato con quella str…..(la sorella le tappa la bocca)

DONATO

Signorine  calma…telefonerò  io  alla  ditta  e  spiegher

ò  il  caso.  Chiederò  che

vengano di giorno ad effettuare la votatura….

ANSELMINA

Bravo, la ci pensi lei lei, perché sennò la va a fini’ male…Lo sa icchè osò fare

quello lì?

ESTER

E  un  fu  i’  marito..l’idea  la  fu  mia….E  un  mi  pento

d’avello  fatto.  Caro  sor

avvocato la sa icchè feci. e presi un po’ di quella robina profumata che l’era

straboccata da i’ bottino..riempii n vasetto di Nutella voto, lo presi e lo misi ni’

sacchetto della spesa che i’ garzone di’ pizzicagno lo lascia tutte le mattine davanti

all’usci delle  di queste du’ bambole….

ADEMARO

Appena le videro i’ barattolo le cominciarono a dire: Guarda, guarda che carino

Ciccio i’ pizzicagnolo c’ha fatto un regalino….

ESTER

Sì perché pidocchiose come le sono un vasettino di Nutella, le un se lo sarebbero

mai comprato……

ADEMARO

La signorina Alighiera la diceva:”Anselmina prendi  una passerina fresca che la si

fa burro e Nutella…”.

ESTER

Poi un si senti più nulla…..

ALIGHIERA

E si capì subito che l’erano stati loro ..io presi i contenuto e andai a spiaccicaglielo

bello bello su’ i’ su’ uscio….

ANSELMINA

E gli stava proprio bene….l’uscio di du’ str….(la s

orella le tappa la bocca) Poi io

mi levai una scarpa e cominciai a tempestagli di botte i’ campanello---

ADEMARO

Non solo i’ campanello la ci fracassò, ma anche que lla bella targa porcellanata

indò c’è scritto “Villino serenità”

ALIGHIERA     E la bona donna di su’ mà! E la prossima volta tant e’è vero che mi chiamo Alighiera Rottami gli fo anche saltare la dentiera!

ADEMARO        La dentiera la ce l’avrà lei….

ALIGHIERA     Poero grullo..io c’ho tutti i denti mia….


27


ADEMARO

Pe’ forza la l’ha pagati a i’ dentista….

ANSELMINA

O be’ fico Lei la farebbe meglio a sta zitto, che crede che un si sappia che l’è

pelato…e che la s’è messo qui’ coso in capo…

ADEMARO

Quale coso?

ALIGHIERA

Codesta  frittata  che  la  c’ha  in  capo…come  se  un  si

vedesse  che  la  c’ha  i’

parrucchino!

ADEMARO

Ma icchè la dice boccalona, io ho  avuto sempre i’ mi’ capelli .. in testa unn’ho

mai avuto nulla…

ANSELMINA

Bugiardo e le corna che la gli mettevo la su’ moglie la un se le ricorda

ALIGHIERA

Accidenti e lo chiamavano “Cervo a primavera” come  la canzone di Scocciante!

ALIGHIERA

E ora visto che la su’ moglie le corna le un glielo fa più perché chi tu voi che ci

vada con qui’ cesso e si mette i toupette…Stroncape

ttine!

ADEMARO

(alzandosi e brandendo una sedia) Io gli stronco ma questa su’ i’ groppone!

ALIGHIERA

(rimboccandosi  le  maniche)O  se  c’è  da  dare,  io  un  voglio  essere  seconda  a

nessuna….

ESTER

Vien via Ademaro un ti compromettere….Un ti sciupar

e pe’ quelle du’ scimmie…

ANSELMINA

Essai l’è poco sciupacchiato! eppoi la moderi i’ frasario perché se qui c’è una

scimmia quella l’è lei….Se rigirassero un filme di

Tarzan la parte di Cita un gliela

leverebbe nessuno!

DONATO

Basta! Basta! Ma vi rendete conto dell’indegno spettacolo che state offrendo? Non

mi meraviglio affatto che sia dovuto accorrere i’ 113!

ESTER

Infatti lo chiamarono delle persone che passavano pe’ la strada e che l’avevano

sentito i’ putiferio che si stava scatenando..

DONATO

Ora vediamo di mettere una pietra sopra tutto quanto: Vu’ dovete cercare di essere

più tolleranti l’uno con l’altro..Vediamo di aggius tare le cose una volta per tutte.

ALIGHIERA

C’è i’ fatto dell’orto!

DONATO

Sarebbe a dire?

ALIGHIERA

Vede sor avvocato intorno alla villetta c’è uno spazio di terra diviso fra noi e

loro…

ESTER

Naturalmente quelle due le si sono appropriate della parte su i’ davanti!

ANSELMINA

Pe’ fortuna,sor avvocato,per fortuna! Lo sai icchè l’hanno fatto i Broglioni ni’ su’


28


pezzo?

ADEMARO

Signori Broglioni..Per voi no siamo  signori Broglioni!

ANSELMINA

Signori de’ mi’ stivali!

ALGHIERA

Noi qui di’ signori iun si vedano…

ESTER

Allora la si metta una paio di barelle….orba…

DONATO

Per favore non ricominciate! Si pol sapere signor Boglioni, cosa ha fatto nel suo

pezzo di terra?

ADEMARO

C’ho  fatto  un  piccolo  orticello:  ho  piantato  un

po’  di  pomodori,  radicchio,

insalata….

ALIGHIERA

Ma che gli pare decoroso vedere tutta quell’ortaglia? Vedesse invece che bellezza

i fiori che s’è piantato ni’ nostro pezzo!

ANSELMINA

Ma basta girare l’angolo che ci si trova di fronte  quella porcheria d’orto…L’è

proprio un cazzotto in un occhio..

ADEMARO

Magari unbe’ cazzotto a chi m’intendo io…

ALIGHIERA

Lo sente, lo vede che cercan sempre la rissa…..

DONATO

Pe’ piacee, smettetela!!!!

ESTER

Noi la si smette anche…però volgio che sia chiaro c

he ni’ nostro pezzo ci si pianta

icchè si vole…

ALIGHIERA

E io voglio aggiungere che quell’ortaccio maledetto, oltre a sciupare i’ decoro

della villetta, l’è diventatato un covo pe’ tutti gli uccelli che passano, che vanno a

becccare lì, poi sporcano tutto, e a noi ci tocca tenere le finestre chiuse…

ANSELMINA

Sa che l’altro giorno ce n’entrò in casa uno?

DONATO

Addirittura!

ESTER

Invece d’esse’ contente….

ALIGHIERA

Si rimpiattò sotto l’armadio e un c’era verso di fa rlo venire fori….

ESTER

E ci credo….

ANSELMINA

Pe’ fortuna  ci fu i’ postino che co’ una bona manc ia riuscì a stanarlo e cacciallo

via…..

ADEMARO

Questo l’è vero..Le signorine Rottami le dettero 10000 lire a i’ postino perché

cacciasse fori l’uccello…


29


ANSELMINA

Certo se si chiamava lei la un ce lo trovava nemmeno..l’ha perso la pratica…..

DONATO

Fate  un  momento  di  silenzio  per  favore!  Allora  cari  signori,  vedo  che  una

convivenza pacifica fra di voi l’è impossibile…Comu  nque come vi ho detto mi

occuperò della votatura  di’ pozzo nero, voi signor ine Rottami, siete pregate di

non  intralciare  l’operazione…  Quanto a voi  signori

Broglioni, siccome  ritengo

anch’io che l’orto non sial il massimo del decoro, vi consiglierei di piantare su i’

davanti una fila di fiori in modo da mascherarlo un poo.

ADEMARO

Se la me lo dice lei lo faccio senz’altro.io sono amante della pace e spero, quanto

prima di offrire alle signorine Rottami un be’ mazzo di fiori….

DONATO

Bravo,così mi piace!Son sicuro che pianterà dei bel lissimi fiori e le offrire alle sue

gentili coinquiline…che fiori pianterà…

ADEMARO

Crisantemi!!

ALIGHIERA

Ah sentito questo  vigliacco che augurio che ci fa?

ANSELMINA

La mi dica lei come si pole andare d’accordo con queste bestie…..

ESTER

(alzandosi di scatto) Bestie a chi?

ADEMARO

(si alza anche lui) Ora basta!

ANSELMINA

(togliendosi una scarpa) se qui c’è qualcuno che l’ha i’ diritto di di’ basta quelle

siam noi…(si scaglia contro Ademaro)

ESTER

(difendendo il marito)Butti giù le mani scimpanzé!(le tira un calcio nel sedere)

ALIGHIERA

La lasci sta’ la mi sorella mummia egiziana……(la pr

ende per i capelli)

(VOCI CONCITATE ESCONO TUTTI TRANNE DONATO)

SOFRONIA

(rientrando)Mamma mia che casino….

DONATO

Unn’è nulla beghe di condominio…..

SOFRONIA

Senta so’ Donato che ci posso contare su i’ pomerig gio libero….

DONATO

Diamine, diamine tanto in casa la rimane la Loretta…però…vieni Sofronia mettisi

qui a sedere….vedi pensavo….

SOFRONIA

Ora icchè gli piglia..l’ha fatto uno sguarda mandrillone…Icchè la pensava?

DONATO

E pensavo che sarebbe ora che tu cominciassi a guardatti intorno….

SOFRONIA

Essai icchè ci sarà di novo…gliè più di vent’anni c

he sono in questa casa e la

conosco bene…

DONATO

No, un tu m’hai capito…sarebbe l’ora che tu ti guar

dassi intorno pe’ trovatti un


30


marito….,ma chè possibile che fra tutti gli omini d

i’ paese unn’abbia trovato la

scarpa pe’ i’ tu’ piede..

SOFRONIA

Pe’ codesto l’è un di’ che ho trovato la scarpa pe’

i’ mi’ piede, ma si vede che

c’ho i’piedi difettosi…

DONATO

Scusa Sofronia, ma te quando tu’ se’ nata?

SOFRONIA

O che domande son eglino codeste…la lo sai che a un

a donna l’età la un gli si

chiede mai…

DONATO

A parte i’ fatto che io un t’ho domandato quanti an ni tu hai…eppoi io un ti ho

nemmen mai considerata una donna…..

SOFRONIA

O bellina..icchè sono un omo…Oddio lo so da me che

un son dimorto bella..

l’altro giorno andai da i’ farmacista pe’ via che c ’aveo un po’ di mal di gola e gli

chiesi:Menta forte? E lui: Bonona!

DONATO

Insomma un pensavo a i’ sesso e volevo sapere i’ gi orno e il mese di nascita per

vedere di che segno sei?

SOFRONIA

O che se’ messo a fare lo strologo…io un ci credio

nemmeno…

DONATO

E tu fai male, guarda Napoleone…

SOFRONIA

Indo’ gliè….?

DONATO

Gliè morto!

SOFRONIA

Oh poerino..un sapevo nemmen che l’era malato….

DONATO

Chi?

SOFRONIA

Napoleone, i’ mezzadro della tenuta che c’è qui accanto….

DONATO

Ma no, io parlo del condottiero, del grande imperatore, i’ corso…

SOFRONIA

Ah ho capito….l’ha corso troppo e un gl’ha retto i’

core…..

DONATO

Ma  cos’hai  capito?  Corso  perché  nato  in  Corsica….qu  ello  della  disfatta  di

Waterloo..

SOFRONIA

Poerino, doveva avere un disturbo di nulla se s’è disfatto su’ i’ waterclose….Eh

con i’ mal di pancia bisogna stacci dimorto attenti … l’altro giorno, avevo fatto

una strippata di fagioli  c’aveo degli strizzoni .. pe’ l’appunto aveo d’andare dalla

mi’ sorella a Pelago e mi volevo lava’ per benino…t   elefonai a i’ dottore e gli

chiesi: Con la diarrea che lo posso fare i’ bagno…

DONATO

E icchè ti rispose?

SOFRONIA

Se tu ne fa’ tanta da riempire la vasca sì!


31


DONATO

Torniamo a noi….

SOFRONIA

Ecco torniamo a noi….

DONATO

Ti volevo dire che anche i grandi uomini come Napoleone, interrogavano le stelle

prima di una battaglia..

SOFRONIA

Ho ‘nteso ma quella volta di waterclose le gli dettero un consiglio poco bono..

DONATO

E  invece  no…le  gli   dicevano:   Napoleone   un  c’andare,

Napoleone  un

c’andare….Ma li duro…

SOFRONIA

E si sa quando a uno gli scappa d’andare a i’ water close un c’è barba d’oroscopo

che glielo possa impedire….

DONATO

Di che

segno sei?

SOFRONIA

Son nata  i’ 15 di marzo…..

DONATO

Tu’ se’ dell’acquario…(apre il giornale)Pesci, pesc

i, pesci…..ecco qui: PER LEI

oggi

riceveraiunapropostadimatrimonio

…un

omo

bello…..elegante…fascinoso….

SOFRONIA

Allora unn’è lui….

DONATO

Ti verrà incontro e senza tanti discorsi te lo infi lerà….

SOFRONIA

Benino…così senza un po’ di sentimento, senza un po

’ di poesia….

DONATO

Ma icchè t’hai capito? t’infilerà l’anello di fidan zamento…

SOFRONIA

Ecco  vai…ora  sì…..A  proposito  dianzi  l’ha  telefonat

o  uno,

l’ha

detto  che

ritelafana fra una mezz’ora…

DONATO

O chi l’era?

SOFRONIA

L’era uno di Milano…

DONATO

Che era uno con un vocione?

SOFRONIA

Sì davvero….pe’ forza pe fassi sentire da Milano….

LORETTA

Postaaaaaaa,c’è la posta….

DONATO

Ma quando vu l’imparerrete un po’ d’educazione…un p

o’ più di rispetto…..qui se

un rivedo i’ personale di servizio un si va più avanti..(escei)

LORETTA

O icchè gl’ha fatto?

SOFRONIA

Ma che lo so…se l’è presa anche con Napoleone….

32


LORETTA

Con Napoleone? Poer’omo ma se un dà noia nemmeno a  una mosca….

SOFRONIA

Ma no Napoleone quello lì…quell’altro quello di wat

erclose…

LORETTA

AH…Napoleone Su una parte…..ho’nteso…

SOFRONIA

Boh..io se stesse su una parte o a buco punzoni un lo so..comunque ce l’avea con

Napoleone che interrogava le stelle, poi m’ha guardato l’oroscopo e m’ha deto

delle cosine che m’hanno fatto proprio felice…...Ma

a proposito che l’hai belle

vista la professoressa?

LORETTA

Sì dianzi, ma gli ho dato appena una guardatina….a

me però la mi sembra troppo

giovane…ma poi tu vedessi come l’è elegante, vestit

a in un modo, capelli rossi

sciolti, du’ nei uno qui e un altro qui….Poera sign

orina Lillina…

SOFRONIA

Ora un mi venire a dire che ti dispiace per lei….pp

oi te tu se’ dell’Ariete alle

corna tu ci se’ abituata…

LORETTA

Sì l’è vero,ma la deve essere diell’Ariete anche la sora Lillina,tu vedessi come

vanno in giro avvinghiati que’ due i’ so’ Fonzy e l a professoressa…(esce)

GOSTO

Accidenti a ugni cosa….e unn’ho fatto in tempo e ho

perso la curriera….

BEGONIA

(entrando con Fonzy) Sono molto soddisfatta …lei è

un ottimo allievo….

FONZY

Allora che ne dice professoressa, le piace la mia idea delle lezioni a domicilio….

BEGONIA

Altro che…la quiete delle colline, il profumo della

campagna, il profumo dei

fiori…ah che vita spensierata…..

GOSTO

Gl’arriva i’ so’ padrone e ci sverga una legnata…

FONZY

Vedete mi sembra di essere uno sposino davanti alla torta nuziale..…

BEGONIA

Sì e stanotte se n’è asaggiate diverse fette vero?…  .

SOFRONIA

E  v’ho  sentito…mentre  vu’  assaggiavi…vu’  facevi  un

casotto…M’è  toccato

tossire tutta la notte…parea c’avessi la tosse cava

llina…Eh, ma domani la finisce

la festa!

FONZY

Domani? Ma che siete impazzati…v’avresti i’ coraggi

o di separacci….

GOSTO

Unìè corpa nostra, l’è la sorte che l’è in gratella…

BEGONIA

Se vu’ mi costringerete ad andar via di qui, piglio e mi butto sotto i’ treno….

GOSTO

No l’è meglio che la si butti sotto i’ capotreno..l’è anche un be’ figliolo…

FONZY

E io con lei..sotto i’ treno..All’alba troverete i nostri corpi stritolati….

33


BEGONIA

Spezzetati….

GOSTO

Vai così tu ripararmi difa’ da cena..lo spezzatino ce lo fanno loro….

BEGONIA

Ci ritroveranno sminuzzati…ridotti in poltiglia san

guinolenta….

GOSTO

Meglio!!!Oltre allo spezzatno s’ha a mangiare anco i roventini….

SOFRONIA

I patti l’erano questi massimo du’ giorni eppoi ogn uno a casina sua….

DONATO

(entrando con Odelia e LillinaB)Ma icchè c’è da borbottare? (vede Begonia e resta

meravigliatissimo) Buongiorno signora….

BEGONIA

Begonia Larizza, insegnante di lingua…italiana….

DONATO

Io no….ehm volevo dire Donato Benesperi, sono il pa

dre di Fonzy….

BEGONIA

Senti…senti…

DONATO

Già…Permette…le presento la   signora Odelia Bianchi

e sua figlia  Lillina la

fidanzata di mio figlio….

LILLINA

Piacere…ma io la conosco…

BEGONIA

Mi conosce?

ODELIA

Sì, me n’ha parlato tanto i’ mi’ cugino…la lo aiutò

pe’ la maturità….

BEGONIA

Pol essere, n’ho fatti maturare tanti…..

LILLINA

La se lo dovrebbe ricordare Patrizio Bianchi….

BEGONIA

(ci pensa un po’ su) Bah….sa signora sapesse quanti

me ne passa fra le mani…se

mi dovessi ricordare il nome di tutti…

GOSTO

Codesto gliè vero….

DONATO

Ma che t’intrometti Gosto….

GOSTO

Noe diceo così pe’ stai ni’ mezzo di’ discorreggiam ento…

ODELIA

Lei è sposata?

BEGONIA

Vedova! Ah sì sempre vedova…oggi ce n’ho uno…

domani un altro….vero signor

Donato…

DONATO

(imbarazzato) Ma io non saprei…

BEGONIA

Oggi prendo uno scolaro…domani mi tocca lasciarlo o

ppure gli sparisce, a volti

me li ritrovo dopo un paio d’anni quando meno me l’ aspetto….


34


GOSTO

Sotto i’ letto!

FONZY

Vedi babbo..la professoressa la sarebbe vedova dello studio…

BEGONIA

Davvero…e quandi me n’è passati…dimorti son diventa

ti de’ pezzi grossi…due

anni fa mi capitò un vedovo sulla cinquantina…. che

s’era messo  in testa di

studiare….gli   piaceva   tanto   come   insegnavo   che   mi   v  oleva   addirittura

sposare…ma appena ebbe ottenuto icchè volevo si fec  e uccel di bosco…..

SOFRONIA

Ma icchè la dice….

BEGONIA

Eh  sì…appena  ottenuto  i’  diploma  di  scuola  media  su

periore,  un  si  fece  più

vivo….

GOSTO

E mi capitò anche a mene a scola, m’innamoriedi del la maestra, ma dopo dieci

anni che studiavo la piantiedi….

SOFRONIA

T’hai studiato diec’anni? O che classe t’hai fatto?

GOSTO

La prima!

BEGONIA

La prima superiore?

GOSTO

Noe..la prima alimentare

BEGONIA

La prima elementare e poi?

GOSTO

La prima,o hè ma vu’ siete duragnoli nella cervice…  .

SOFRONIA

Ma quant’anni tu l’hai fatto questa prima?

GOSTO

Diec’anni, dopo però mi passonno in seconda!

BEGONIA

Menomale…si vede che era diventato bravo….

GOSTO

Noe..mi  assonno  pe’  anzianità  sennò  arrivavo  dritto

dritto  alla  pensione…ma

siccome la maestra di seconda gliera brutta e fece festa…come i’ su’ studente

professoressa…

BEGONIA

Ah,ah,ah…il vostro Gosto è veramente spassoso…    ..

DONATO

Ad ogni modo le raccomando mio figlio…anzi vorrei p  arlarne a quattr’occhi,

perché Fonzy l’è di molto, ma di molto indietro…

ODELIA

Ma penso che con le spiegazioni che gli ho dato io, la professoressa l’abbia capito

benissimo la situazione…

BEGONIA

Veramente non capisco di quali spiegazioni stiano parlando….

DONATO

Non a voce..ma nella lettera che gli ho scritto io…


35


BEGONIA

Ah! I quella che Gosto e Fonzy mi hanno portato quando sono scesi a Firenze per

propormi di venire quassù…

…ma sinceramente un c’era spiegato nulla…

LILLINA

Non  quella…per paura che Gosto un si sapesse spieg  are, sa noi un si sapeva che

veniva a Firenze anche Fonzy…alora gli s’è scritto

una raccomandata espressa

DONATO

In quella c’erano tutte le spiegazioni del caso….

GOSTO

Allora son casi amari….ora vien su anche quell’altr

a

DONATO

Cosa state borbottando voi due….

GOSTO

Nulla….peroe ci sembrava che bastasse quella che gh  iaveo portaco io…se la un

vienia  allora  vu’  dovei  mandà  la  lettera,  ma  siccom e  l’è  viensuta  chi  v’ha

raccomandato di fa la raccomandata?

DONATO

Gosto fammi il piacere di levarti di torno….anzi un

tu dovevi andare a i’ mercato?

GOSTO

E doveo andare ma tra discorreggiamento e un’antro e perdiedi la curriera e mi

toccherà aspettare quest’attra…e l’aspetto…

DONATO

Aspettala  di  là,  queste

le  un  son  cose

che  le  ti  r iguardano….  Ci

penseremo…..Vieni Odelia andiamo nel mio studio…

SUONANO SOFRONIA VA AD APRIRE

SOFRONIA

Eccomi!

GOSTO

E vo’ anche io….

FONZY

Dove scappi…..

GOSTO

Vo’ a mettere gli ossi in sarvo…..la lettiera la c’

ha messo poco a arrivare perché

se l’era raccomandata…..e si sa con le raccomandazi  one si vae più veloci….e mi

sento sdrucciolare che tra un pochino gl’arrivi la  professoressa, quella vera, la

Luidana Passerà…. Che in tasca a tutti quanti la ce

lo metterà…(via)

SOFRONIA

Signorino Fonzy, ci sarebbe una signora che la chiede di lei….

FONZY

Ora un posso, falla parlare con il babbo…

SOFRONIA

Infatti, la vorrebbe parlare co’ i’ su’ babbo….ma l

’è meglio che prima la ci parli

lei…

FONZY

Ma chi l’è?

SOFRONIA

La professoressa Luidana Passerà….

GOSTO

Di  giaaà accidenti?

LUIDANA

E’ permesso, sono Luidana Passerà, insegnante priva ta!


36


GOSTO

Accidenta a lei e a chi ce l’ha portata….

LUIDANA

Forse disturbo?

SOFRONIA

Ma nemmen pe’ scherzo, anzi la un pol sapere i’ pia cere che la c’ha fatto….

GOSTO

La s’aspettava…anzi e si diceva…ma questa Passerà q

uando arriverà, forse in

ritardo un po’ la sarà…accidenti alla trottola di s   u’ mà….

LUIDANA

Appena ho ricevuto la lettera son partita, son venuta di corsa….

GOSTO

La un s’è rotta nemmen l’osso di’ collo…

LUIDANA

Son montata sulla corriera…che ignoranti questi gio  vani…se ne fosse alzato uno

pe’ fammi mettere a sedere….

BEGONIA

Ah, un c’è più il rispetto di una volta…

LUIDANA

Davvero sa….Nello scendere dalla corriera, c’è manc

ato poco che restassi sotto

un’automobile….

GOSTO

Peccato che la un c’è rimasta…

LUIDANA

Loro sono i padroni della villa?

BEGONIA

No siamo i villeggianti!

SOFRONIA

(indicando Gosto) Noi vede siamo marito e moglie..

GOSTO

Lei la sarebbe la moglie….

LUIDANA

Ma è chiaro, evidente…

GOSTO

Noe, siccome la c’ha un po’ di barba e baffi, parec chi e la sbaglian pe’ i’ marito…

LUIDANA

E loro sarebbero i figli?

FONZY

Sì davvero…

GOSTO

Figli d’N.N.…

LUIDANA

Ma che dice? N.N.?

SOFRONIA

La scusi sa signora….ma i’ mi’ marito fa sempre lo

spiritoso..e dice che sono

figlioli d’N.N perché un gli somigliano dimorto…un

sono ignoranti e biforchi

come lui…sa gl’hanno preso tutto dalla su’ mamma

LUIDANA

Benissimo….allora, dato che i padroni non sono loro

, mi potrebbero dare delle

informazioni sulla famiglia di’ signor Donato….

37


BEGONIA

Ma certamente, siamo a sua disposizione, chieda pure….

LUIDANA

I’ signor Fonzy lo studente, che tipo è….

GOSTO

Che tipo? Un tipaccio…l’è un maniaco

SOFRONIA

Gosto…….ma lei la un sarà per caso la professoressa

che la doveva arrivare?

LUIDANA

Sì….mi sembrava di averlo già detto!

BEGONIA

Ma noi un s’era mica capito..poera donna….

LUIDANA

Poera donna….ma icosa dice…ma così mi fate impressi

one….

BEGONIA

La pensi che lo studente…l’era tra quelli che assal  tarono l’università e gli dettero

foco….

LUIDANA

Cielo..un piromane….

GOSTO

(guardando per la stanza) In do gliè?….

LUIDANA

Ma lui lo studente…è piromane!!!

GOSTO

No un si chiama Piromane, si chiama Ildefonso…Pirom  ane l’è i’ su’ cugino…

LUIDANA

Anche i’ su’ cugino l’è piromane…eh l’è una bella f

amiglia di nulla….

SOFRONIA

Davvero e dette foco anche a un professore!

GOSTO

Sì, ma un gli venne bono…gli venne un po’ troppo co

tto…

LUIDANA

Ma allora è proprio vero…l’è un maniaco

BEGONIA

E  che  maniaco….un  maniaco  sessuale,  pensi  che

un

an

no  fa,

violentò

una

professoressa di  sessanta anni….

LUIDANA

Vergine!!!!!

GOSTO

No, vergine la unn’era ma nemmeno sbertucciata a qui mo’ che lie!!1

LUIDANA

Però   a   ripensacci   bene…..codesto   signorino

Fonzy

de

v’essere

un

maschiaccio….lo vorrei proprio conoscere….

GOSTO

O  porannoi…gli  piacciano  e’  maniaci…..guarda  come  l

a

punta

con  l’occhio

porcellone….

FONZY

(fingendo  una  risata)Maschiaccio..ma  che  avete  sentito..un  maschiaccio  i’

signorino Fonzy…Ma se la sera si veste da donna e v

a alle Cascine!

LUIDANA

Alle Cascine?!?


38


SOFRONIA

Davvero….lo sa come lo chiamano  qui’ gran pezzo de

ll’Ubalda!

LUIDANA

No, no non ne voglio sentir più..me ne vado…(va l’a

tto di andarsene ,poi ritorna)

Ma il padre?

SOFRONIA

Come i’ figliolo…travestito anche lui…. ma lo sa ch

e quando e’ vanno fori come

li chiamano?

LUIDANA

No,come?

GOSTO

Le sorella Bandiera!

SOFRONIA

Ma poi un ci si ragiona, l’è pazzo capisce…

FONZY

No, tre!

BEGONIA

Ma icchè vu’ dite….quattro!

GOSTO

Facciamo dieci! E gliè sortito proprio stamani!

LUIDANA

Madonnina santa…arrivederci e scusate…..(finta usci

ta) Ma il paese?

GOSTO

Peggio di come l’è ridotto un potrebbe essere….C’è

un’epidemia?

SOFRONIA

Davvero! C’è la peste…

GOSTO

Davvero…la peste bubbonica…c’è la gente che la c’ha

de’ bubboni addosso che

paian poponi……

LUIDANA

Ma com’è possibile negli anni ottanta..la peste?!?

GOSTO

Ma come la un gli legge e giornali sora professoressa…

LUIDANA

Certo  che  li  leggo,  ma  questa  notizie  si  vede  che  l’ho  persa…mi  dica,  mi

dica…com’è accaduto?

GOSTO

Tempo  fa   i’ commendatore Bontemponi che gli sta  qui di fianco…gli andò

nell’Africa a fare un safarì…. quando gl’arrivò a r   ipartire pe’ l’Italia s’accorse che

mentre l’erano a girelloni pe’ la furesta l’avea pe rso la su’ moglie che forse se

l’era sgranocchiata un lione…allora pe’ unn’avere r

ottura di cogliomberi

alla

frontiera…bah unn’avrebbero fatti più ripartire, e

prese uno scimpanzé lo vestì

con i vestiti della su’ moglie e partì…un se n’acco

rse nessuno….anche quando

gl’arrivonno qui in paese qualcuno notò quarcosa di

strano…ma poco…perché fra

la moglie di’ professore e lo scimpanzé di differenza ce n’era poca…

LUIDANA

Ho capito, ma non capisco che nesso c’è tra questa storia strampalata e la peste…

GOSTO

Ora  c’arrivao….oh  come  l’è  frettolosa  a  qui’  mo

chequie…purtroppo

la

scimpanzé l’avea la peste e in quattro e quattr’otto i’ morbo e s’è sparso fra la

popolazione…..


39


BEGONIA

La pensi che ieri l’altro c’era di già cento casi m ortali….

SOFRONIA

Io direi duecento!

FONZY

No, l’era trecento….

GOSTO

Gioani e forti e son morti!

LUIDANA

Scusate, ma io scappo di corsa…..(finta uscita) Ma

voi?

GOSTO

Io ghi ho digià la valigia pronta..vo’ da i’ mi’ fr atello a Montespertoli….aria bona!

LUIDANA

Bene,bene….ma  quella  signora  che  mi  ha  fatto

venire

fin

quassù  mi  sentirà

eccome se mi sentirà…abita lontano la signora Bianc

hi?

SOFRONIA

La signora Bianchi? Gosto…La signora Bianchi….

GOSTO

La signora Bianchi l’è diventata Verde!

LUIDANA

Verde?

BEGONIA

Ma non capisce ..verde…l’è morta di peste…

LUIDANA

Oh Madonnina….E sua figlia?

FONZY

Morta anche lei, prima della mamma….

LUIDANA

Che disastro…e il marito pover’uomo….

SOFRONIA

Quello gli’ rimasto stecchito prima di tutti…..

GOSTO

Quella donna la vadia prima che sia troppo tardi…qu

i’ l’è un mortorio generale

LUIDANA

Sì,   sì   ha   ragione….   Mi   porti   via   lei…buon’uomo….vog

lio   morire   a

Firenze….Oddio  sento  che  sono  stata  già  contagiata…

..reggetemi  vengo

meno….vengo meno….Sansone, Sansone….

GOSTO

E topà birbone…vai l’è belle ita…..O chi egli quest

o Sansone…..

SOFRONIA

Sarà stato i’ marito …se l’è vedova…..

GOSTO

Allora l’è andata a troallo….

SOFRONIA

Ma icchè tu dici citrullo…l’è svenuta, ma ora la ri

nviene….

GOSTO

Ci vorrebbe l’acqua antistitica…

SOFRONIA

E  i’  confetto  Falqui…andate  a  prendere  un  po’

d’ace

to..movetevi…..(escono

Fonzy e Begonia)

LUIDANA

Ohimene, ohimene…la mi testa…..


40


(rientrano con una bottiglietta, Sofronia le fa annusare l’aceto)

LUIDANA

Ohimene….e ora dove  finiremo?

GOSTO

Lei a i’ manicomio e noi nelle peste…

LUIDANA

Ah…la peste…ora mi ricordo! Sì forse voi un vu lo s

apete ma in questo paese c’è

la peste….

TUTTI

Noooo?

LUIDANA

Signor  Gosto  la  venga  via  anche  lei  con  me..la  si  salvi…..salvami  bifolcone

mio….

SOFRONIA

Menomale che la volea morire….

BEGONIA

La voleva andare da Sansone….

LUIDANA

Ah già…Sansone……!!!!!!

GOSTO

La  me scusi  sora professoressa, ma io da Sansone un ci ogghio venire ea me i’

fantasmi m’hanno sempre fatto paura…

LUIDANA

Sansoneeee!

GOSTO

E sarà a giocare  a scopone…..

LUIDANA

(afferrando Gosto)Vieni villicone mio, andiamo….(es

cono)

BEGONIA

(entrano Fonzy e Begonia)Finalmente..la unn’andava mai via….

FONZY

Ma ora siam liberi, liberi come l’aria….

LORETTA

Sofronia, Sofronia…signorino Fonzy….

SOFRONIA

Oh LORETTA icchè c’è tu se’ tutta concitata….

LORETTA

Gosto e deve’essere dooventato pazzo….

SOFRONIA

Perché?

LORETTA

Ho visto che saliva le scale della torretta e c’avea

attaccata come una mignatta

una signora anziana…gl’aveva du’ occhi..du’ occhi…..

SOFRONIA

O quanti tu volei che ce n’avesse quattro…….

LORETTA

C’avea    du’    occhi    che    pareva    l’Anticristo    e    mentre

s aliva    e

vociava….Sansone,Sansone!  Aspettami  che  si  fa  una  b  ella  partita

a  scopone

(URLO DI DONNA)

41


SOFRONIA         Cielo,l’ha ammazzata!!!!

(ENTRA GOSTO)

SOFRONIA         Ma perché tu la portavi lassù?

GOSTO                  La voleo nascondere nella torretta..poi domattina….

FONZY                  Ma perchè allora tu l’hai buttata di sotto?

GOSTO                  E un sono stato io…..l’è stata lei, l’ha fatto tutt      o da sene….

BEGONIA           Ma come?

GOSTO                  Quanto siamo arrivachi a i’ terzo piano della torretta,c’era un finestrone aperto..lei

l’è montata sopra i’ davanzale e l’ha detto.”Sanson e e vengo” e la s’è buttata di

sotto….

FONZY                  Ma te che tu eri vicino un t’hai cercato di fermarla?

GOSTO                  E ci  provavo, ma un ci riuscivo…unn’ho fatto a tempo…

FONZY                  Ma come un t’hai fatto in tempo….

GOSTO                  Noe perché quando quella la s’è buttata dalla finestra di’ terzo piano E son corso

subito a i’ secondo…ma l’era belle passata….

BEGONIA           Cielo!!! Morta!!

SOFRONIA         Schiantata ….ma che fine l’ha fatto

GOSTO                  Di merda, l’ andata a fittoni ni’ bottino…..!

FINE ATTO SECONDO


42


ATTO TERZO

DONATO

(seduto sta leggendo il giornale)

TAMARA

(di fuori) Che è permesso so’ Donato…..

DONATO

(si alza e si avvicina alla comune)Vieni vieni Tamara…

TAMARA

Grazie so’ Donato

DONATO

Senti Tamarina…con quello scarico siam punto e a

c  apo…qui’ lavoretto che tu

facesti unn’è servito a nulla….

TAMARA

E icchè la m’ha chiamato pe’ questo?

DONATO

E pe’ icchè? Pe’ offritti un caffè…

TAMARA

Sì bravo la me l’offra e ce n’ho proprio di bisogno , son tutta un monte…

DONATO

Sempre pe’ via D’Anacleto…..

TAMARA

Sie Anacleto….fra poco un mi ricordo nemmen chi l’è  ….E c’ho problemi co’ i’

mi novo ragazzo Ramirez l’è uno spagnolo di Figline…

TAMARA

Siè..tutt’iccontrario,  l’è  un  donnaiolo,  ma  un  donnaiolo…..l’è  un  gran  be’

fico….ma mi rincorna dalla mattina alla sera…la più

domnne che capelli in capo

DONATO

Accidenti!

TAMARA

L’altra mattina, dopo una notte di foco, gli porto la colazione a letto un be’ fiasco

di vino, una rota di pane e du’ belle aringhe affumicate…poso i’ vassoio su i’

como e gli sussurro: Indovina chi sono? Lui mi fissa pe’ una mezzoretta e mi dice:

di preciso un lo so, però un tu mi sei faccia nova…   .

DONATO

Accidenti….

TAMARA

Io son diventata così gelosa…cerco di fare di tutto

pe’ piacelli di più…Ieri gl’ho

fatto: Ramirez se mi facessi un intervento di chirurgia plastica…

DONATO

E lui  icchè  gli rispose?

TAMARA

Vedi  Tamara  la  chirurgia  plastica  l’è  come

cambiare   i’  rivestimento  di’

bagno…tu cambi le mattonelle, ma i’ cesso rimane….

DONATO

Eh ma codesto l’è anche un po’ maleducato…

TAMARA

L’è stato così fin da i’ principio…Quando ci s’inco

ntrò alla Festa dell’Unità a

Bucine mi disse: “Dopo ti racconto una barzelletta

così divertente che la ti farà

cascare le tette dalle risate….”poi la sera s’andò

a letto appena mi spogliai e mi

43


“Unn’importa che te la racconti,vedo che tu la sai  digià!”

DONATO

L’avrà fatto per scherzare…sarà un tipo burlone…

TAMARA

Mah, speriamo che sia così…comunque stamattina m’ha    detto che stasera vol

passare una bella serata

DONATO

Via menomale una bona notizia….. tirati su…

TAMARA

Ma un so lo so perché dopo avemmi detto questo m’ha salutato e m’ha detto

“Allora ci si vede domattina!”

BEGONIA

(da fuori) Che sei in salotto gufettino…..

TAMARA

O chi egli questo gufettino che chiamano…che è lei?

DONATO

Io, per carità….avrai sentito male…..

TAMARA

Sie icchè la crede che c’abbia le voci come la Giovanna d’Arco….e ho sentito

proprio bene…..

BEGONIA

Eccolo qui i’ mi’ gufettino….

DONATO

(imbarazzatissimo) Ah cercava me……professoressa…le

presento Tamara .

TAMARA

Piacere, son Tamara la trombaia…e lei….

BEGONIA

In un certo senso anch’io!

DONATO

E’ la Professoressa  Begonia Larizza…..l’insegnante

privata di’ mi’ figliolo

BEGONIA

Cara, ti vedo un po’ giù hai qualche problema?

TAMARA

Son piena di problemi..co’ i’ mi’ ragazzo…glilo dic

evo prima a i’ sor Donato…e

l’è diventato così gnorante ne’ mi’ confronti…

TAMARA

L’altra sera e mi guardavo allo specchio e dicevo”G uarda caro, mi sono spuntate

le  prime  rughe,  il  seno  unn’è  più  quello  d’una  volta,  i’  sedere  m’è

calato……dimmi quarcosa di carino pe’ tirammi un po’

su…

BEGONIA

E lui?

TAMARA

Ma tesoro tu devi essre contenta d’avere una vista così perfetta!

BEGONIA

Povera cara….su, su non t’abbattere…e se qualche vo

lta tu ti vuoi sfogare vieni

da me……mi tratterrò ancora per un po’ vero gufettin

o….

DONATO

(cercando di sviare il discorso) sì, sì si vedrà…   Ora Tamarina vai nella dependance

a vedre se tu mi fai un lavorino a modo a quello scarico, tanto la strada tu la

conosci…se tu c’hai bisogno chiama…(la butta fuori,

poi a Begonia) Zitta e parla

piano..e falla finita co’i’ gufetto….


44


BEGONIA

Ma unn’è così che ti chiamavo…anzi che tu volevi ch

e ti chiamassi….

DONATO

Ma mi dici come t’è venuta l’idea di fatti passare pe’ una professoressa e per di

più di’ mi’ figliolo…che ti sembra una bella trovat

a…

BEGONIA

L’è una trovata di Fonzy…gli mancavo…..lui un fa co

me te che venivi a casa mia

solo una volta la settimana quando tu dovevi andare da i’ ragioniere….

DONATO

Ma vedi…

BEGONIA

Zitto sai….le prime volte ti trattavo come gli altr

i, tu mi’ davi i’ mi’ trentino e tutti

pari….poi tu cominciasti a fare i’ geloso a buttall

a ni’ sentimentale…tu mi volevi

sposare…e così un vidi più un becco d’un quattrino

e dopo un vidi nemmen più

te..gufetto..si vede che t’avevi trovata da beccare da qualche altra parte..

DONATO

Ma vedi Begonia…cominciai a riflettere…e capii che

unn’ero l’omo

adatto e

allora…

BEGONIA

E allora tu mi dovevi dare la liquidazione…I’ tu’ f

igliolo l’è stato più sincero e mi

disse “Tu mi piaci, ma unn’ho una lira….E siccome m

i piaceva parecchio anche  a

me…le lezioni gliele davo gratisse ed  eccomi qua…m

a ora che ho

scoperto che

te, gufetto, tu sei i’ su’ babbo….allora i’ gioco c   ambia…

DONATO

Insomma icchè tu voi?

BEGONIA

Arretrati, liquidazione, pagamento delle lezioni pe’ i’ tu figliolo e le marchette….

DONATO

Un milione che va bene?

BEGONIA

Affare   fatto…un   son   venale   io…perché   se   aprissi

boc   ca

lo

sai   che

scandalo..gufetto……ma un ti preoccupare mi diverto

ancora un paio di giorni

con i’ tu figliolo….poi vo via alla chetichella com

e son venuta….

DONATO

Ma no….io e te si potrebbe ricominciare…e poi anche

da i’ lato finanziario ci si

potrebbe mettere d’accordo….

BEGONIA

Certo di donne,gufetto, un tu ne capisci nulla….Bam

bino…anche le donne come

me….quando le vogliano le sanno essere oneste…(via)

GOSTO

(che ha assistito alla scena) Ghi ha fatto come e ‘ pifferi di montagna..l’è andaco

pe’ sonare e l’hanno sonato….

DONATO

Gosto!…..

GOSTO

In carne e orecchi….Ghi ho anco sentito la bella fi  gura che v’avete fatto con la

signorini Begonia….

DONATO

Gosto mi raccomando…acqua in bocca….

DONATO

Ma è un modo di dire….mi raccomando di non proferir

e parola a nessuno di

45


quello che hai sentito….ecco: queste le sono centom

ilalire….

GOSTO

O  per  chi  vu  m’aveche  preso…i’  e’  quadrini  un

ghi  r

icatto  a  nessuno,  ghi

vinco….Lo sapete icchene si fa…le si giocano a pall

e e santi…

DONATO

Ma no….un siam mica du’ bambini, io te le do e bast

a….

GOSTO

E io ghi dico che unne vogghio, senno voe di lae e spiffero ugni cosa….che la fa i’

fioraio…

DONATO

I’ fioraio?!?

GOSTO

Sì..insomma che gli interessa parecchio la begonia della sora Begonia…

DONATO

E va bene….

GOSTO

Ecco qua se esce palle e vinco io..vu’ mi date duecentomilalire…

DONATO

Veramente abbiamo detto cento…

GOSTO

Appunto….100 vu me le date…10 le vinco fanno 200…se

invece viene santi un

vu’ mi date nulla e tutti pari…..

DONATO

Un mi torna tanto…ma  vabbene lo stesso….(getta la

moneta)

GOSTO

Icchè ghiè venuto?

DONATO

Palle…si insomma testa…Eccoti le 200 mila lire…oh…m

a niente ricatti….

GOSTO

State tranquillo…vu m’aveche fatto anco i’ fidanzam   ento…questi serviranno pe’

i’ corredo….Vossignoria vi riverisco….(uscendo) E c

’è un trasmetìio di nulla in

questa casa…

ODELIA

(entra con Begonia) Allora buonanotte anche a lei….è stata veramente   una bella

serata…sa le è una persona molto allegra….

BEGONIA

Eh sì…più allegra di me…..indo’ la ne vol trovare u

n’altra…

ODELIA

Se la mì figliola avesse bisogno di qualche ripetizione….Di nuovo buonanotte

(esce)

BEGONIA

Grazie pe’ la fiducia, ma sa i’ mì sono specializza ta in ambito maschile

GOSTO

(fischiettando)Gufetto….?!?….Io ghiò sentito tutto…

..

BEGONIA          Gosto per carità…questo deve rimanere un segreto..c he se’ capace di tenere un segreto’

GOSTO                 Dipende….

BEGONIA          Un lo fo per me, credimi, ma credimi unn’è bene che un figliolo venga a sapere


46


che i’ su’ babbo…ma forse un tu poi capire…..comunq   ue questo l’ un assegno di

un milione, domani si va in banca a cambiallo e si fa a mezzo…

GOSTO

Noe, noe  noe, io e’ quadrini da una donna un li pigghio…se la fusse stata mastio

sie..ma l’è una donna…

BEGONIA

Ma tanto un è mica mia l’assegno, l’è di sor Donato…

GOSTO

Noe, noe un li posso accettare..piuttosto lo sapete icchè,si lascegghi che la sia la

sorte a fare i’ destina mento..le si giocano

BEGONIA

Sie a nascondino….

GOSTO

Magari…con lei ci giocherei anco volentieri a nasco  ndino…e si gioca a palle e

santi…..

BEGONIA

Ho capito…testa o croce….

GOSTO

E  sarà  in  che  coresto  mo’  che  costie,  da  queste

par ti  lo  chiamin  palle

santi…..insomma se vien palle vinco io e mi becco l

’assegno…

BEGONIA

S’è detto mezzo…

GOSTO

Scusa che sora professoressa .mezzo vu me lo date, l’aittro mezzo lo vinco…se

invece vu’ vincete voi vu’ vi pigghiate tutto i’ mi lione…

BEGONIA

E va bene….o tutto o nulla…mi pacciano gli omini co

sì…..

GOSTO

Anche a mene…no’ intendevo dire le donne come lei…p

erché sa io e un sono un

sedano come ce n’è tanti alle cascine….io sono mast

io…ma mastio….

BEGONIA

Si vede,si vede…e quando tu avrai bisogno di qualch

e ripetizione, sarò contenta di

dartela…(Gosto gira la moneta, Begonia osserva)Test

a…bravo, ho perso…

GOSTO

E io ghi ho vinto…e pensare che perdo sempre…

FONZY

(entra con Donato) Stai tranquillo babbo, studio, studio e vedrai che con le lezioni

della professoressa preparerò una tesi che la sarà

una cannonata….Ma ora ho

bisogno di andare a riposarmi….sai lo studio l’è du

ro….signora professoressa a

domani…(esce)

SOFRONIA

(entra  con  una  tazza,  passa)  Sor  Donato,  gli  porto  in  camera  la  su’  solita

camomilla…

BEGONIA

Brava….la lo tenga calmo….sa a una certa età…buonan

otte a tutti (esce)

DONATO

Quelli cominciano  a prendimi pe’ fondelli…e a me m

i tocca stare anche zitto

perché un voglio che Fonzy venga a sapere che fra me la Begonia….Gosto,vien

qua…

GOSTO

Eccomi qua a vostri comandi de’ comandamenti….


47


DONATO

Gosto l’è arrivata l’ora di fa’ sparire la signorina professoressa, il più presto

possibile…fa come ti pare, basta che tu me la levi

di torno….e ora vo’ a letto….e

di camomille me ce ne vorrebbe una doppia…   (a Sofronia che è rientrata) e come

fidanzati, vi autorizzo a darvi i’ primo bacio. Bonanotte (esce)

GOSTO

Oh Sofronia…

SOFRONIA

Oh Gosto….

GOSTO

Oh Sofronuccia….

SOFRONIA

Oh Gostino….

GOSTO

E i’ bischero di’ tu’ cugino…quant’anni l’è che n’h

o vogghia…

SOFRONIA

Di baciammi…siamo stati anche autorizzati

GOSTO

E   mi   ergogno…son   timitoso   ni’   qui’   moe…eppoi   nella

sala   di’   soi

padrone….fusse stato ni’ letto nemmanco c’avre’ pen

sato…..

SOFRONIA

Ni’ letto o icchè tu vai a pensare, porcellone….

GOSTO

E ni vergognerei anco lì ma tanto ci si nasconde sotto e’ lenzoli….

SOFRONIA

O come tu poi pensare queste cose…dopo tant’anni…..

GOSTO

Appunto ghiè tant’anni che aspetto…me la da me la d

ai la tua pensane?

SOFRONIA

Visto che s’è aspettato tant’anni e si pole aspettare dopo i’ matrimonio…

GOSTO

Ghiè giusto, unn’insisto…

SOFRONIA

No, dicevo se tu insisti…..

GOSTO

No unn’insisto…

SOFRONIA

Ma se proprio tu insisti…….

GOSTO

Lo sai icchè si fa, m’è viensuta un’idea, si gioca a palle e santi….insomma si

lascia che sia la sorte a decidere i’ destinamento…

.(prende una moneta) Io tiro se

vien palle e vengo in camera tua…  se vien santi vo’ giù nella stalla a dormire con

la ciuca….

SOFRONIA

Va bene…ma codesta l’è una violenza bella e bona….(

fra sé) Speriamo che vinca

lui…..unne posso più, l’è tanto che bollo…

GOSTO

(facendole vedere il risultato) Ecchequae!

SOFRONIA

Palle! Gosto…t’hai vinto! T’hai vinto! Ora son nell

e tu’ mani…piglia la mi’

purezza, maschione…unn’avrei pensato di dover…di do

ver…cedere così….

48


GOSTO

Se le cose le steino così, io un vogghio fatti fa’

peccato, prima di vedettii con le

lacrime agli occhi…rinuncio….

SOFRONIA

Icchè tu diciii? No, no, no….io i debiti di gioco….

li onoro….

GOSTO

O poerammene..gliè proprio ingrifata abbono….

SOFRONIA

O vieni…..mio toro…vedrai che bella corrida che si

farà…

GOSTO

Speriamo  a  bene…alla  corrida  e  tori  spesso  e  fanno

una  brutta  fine….santo

protettore de’ tori aiutachemi voi…..

DONATO

(entrando) LORETTA,LORETTA….

LORETTA

(entrando) La dica so’ Donato…

DONATO

Macchè   sor   Donato…se   devo   sostituire   i’   mi’   figliol  o…chiamami

Gufetto….(sculaccione) Belloccia tu’ sei….

LORETTA

Anche lei, la unn’è mica da buttare via……

DONATO

Tu vedrai che un tu rimpiangerai nulla di Fonzy….Io

c’ho più esperienza, più

resistenza, più grana…..più…

LORETTA

La un metta tanti più..la un’avesse a fa cilecca…An

diamo……

BUIO, LENTAMENTE GIORNO

SOFRONIA

Ciao torellino mio…

GOSTO

Allora se io sono i’ tu’ toro..te tu’ se’ la mi’ va cca….

SOFRONIA

Stupido, e gnorante…son la tua matadora…Olè….

RUMORI

SOFRONIA

Poverini c’è gente

GOSTO

Un pigghia’ freddo (rientra)

LORETTA

Allora a stasera….

DONATO

Ciao bambolona d’oro! (le dà dei soldi) Tieni compr ati un regalino….ciao

LORETTA

Ciao gufetto….(esce)

DONATO

(si scontra con Gosto)

GOSTO

Ohè…piano gufetto…Ora l’ho capito perché la si fa c

hiamare a  qui’ mo’ che

49


lie…l’è un uccellone notturno…eppoi la dice di’ su

figghiolo…

DONATO

Ma che ti trovo sempre fra piedi….(prende dei soldi

) Prendi e zitto!

GOSTO

Che mi deo comprare un regalino anch’io?

DONATO

Ma a proposito…icchè tu ci fa te qui? Indo tu vai?

GOSTO

Vo’ a i’ mercato ….

DONATO

I’ mercato icchè lo fanno in camera della Sofronia?

GOSTO

Un cominciamo…l’è staco lei….la c’ha autorizzato…

DONATO

Io vo’ autorizzato a davvvi un bacino….

GOSTO

Co’ i bacino s’è somosso le correnti, i’ mare s’è ingrossato e allora come ghiè

come un ghiè… s’è fatto un maremoto….

BEGONIA

(DA FUORI) Sofronia! LORETTA!

DONATO

Vieni Gosto l’è meglio anda’ ni’ mi studio…

BEGONIA

(entra) Allora ma un c’è nessuno….(la segue Fonzy)

LORETTA

Eccomi, icche la vole sora professoressa?

BEGONIA

Vorrei un po’ di caffè…(CAMPANELLO)

LORETTA

Subito…A proposito le lezioni che vanno bene?

BEGONIA

Benissimo..perché?

LORETTA

Pensavo che gl’andassero male, visto che la gli fa le ripetizioni notturne..(esce)

SOFRONIA

Di là c’è i’ conte Augusto Maria de’Roccachiabona….   cerca la signorina Begonia

La rizza…

FONZY

Digli che la un c’è, che la un si conosce nemmeno e se insiste vai a cercare Gosto

e facci parlare lui….lui sa tutto…

GOSTO

E son quae che m’avete chiamato…..

BEGONIA

Noi si sparisce..di là c’è i’ marchese di Roccachia bona…(escono)

GOSTO

Benino…..vu’ mi lasciate solo e vu’ me l’appiccicat

e….a marroni….

SOFRONIA

So’ conte, gli dico che l’ha sbagliato….

AUGUSTO

Non è possibile…non è possibile…


50


SOFRONIA

Gosto pensaci te…la parli con lui…dice che sa tutto

….(esce)

AUGUSTO

Dunque villico, sai dirmi ove trovasi la mia Begonia diletta…

SOFRONIA

Sora  Begonia  più  che  diletta…l’è  diletto…ni’  senso

che  de’  letti  la  ne

gira

parecchi….

AUGUSTO

Cosa dici non capisco e non hai risposto alla mia domanda…Dove trovasi la

Begonia La rizza, su dimmela villano, altrimenti mi verrà la stizza!!!

GOSTO

Bellino…la ghia fatto anco la rima….Larizza-stizza…

…v’aeco fatto la poesia…

AUGUSTO

Hai detto bene ,io fui poeta…fui poeta e feci di mi

a penna arma feroce, con la mia

voce: Andrea Chenier

GOSTO

Piacere  Gosto Telometto! Ma signore la unn’è i’ conte di Roccacogliona…

AUGUSTO

Roccachiabona! Roccachiabona! Andrea Chenier non è il mio nome è il titolo

dell’opera, conosci l’opera?

GOSTO

La conosco di sicuro, l’opera pia, l’opera di’ domo …..

AUGUSTO

Ah!Ah!Ah! Simpatico…Vedi io fui poeta  e fui cantan

te…Rossini me lo bevevo e

Leoncavallo…

GOSTO

La se lo mangiava…tanto le bona di nulla la carne d

i cavallo….

AUGUSTO

Puccini però mi era un po’ ostico…

GOSTO

Certo l’ostriche dopo i’ cavallo le un ci stavan mi ca bene….

AUGUSTO

Verdi l’è tutta un’altra cosa…  tu conosci Otello…

GOSTO

Lo conosco di certo l’è i’ governatore …

AUGUSTO

Macchè governatore….

GOSTO

Se gnene dico io la ci poi credere,,,e governa e’ maiali di podere qui accanto….

AUGUSTO

Ma io intendevo Otello i’ moro di Venezia….

GOSTO

La mi scusi so’ Conte  ma io arrivo solo fino a i’ Girone….

AUGUSTO

Giuseppe Verdi…l’Otello sembrava me l’avesse fatto

addosso…

GOSTO

Gnen’ha fatta addosso …e lei zitto? Chissa come la

puzzava….

AUGUSTO

Mi vedi nella parte di Otello?

GOSTO

Boh..un  lo  soe…certo  se  gnen’aveva  fatto  addosso

lovedevo  meglio

come

bottinaio….


51


AUGUSTO

Ma  pensami  in  Otello…pensa,  viso  nero,  mani  nere,  p

iedi  neri…la

gente  la

m’avrebbe gridato…

GOSTO

Laati sudicione!

AUGUSTO

Non scherziamo…La gente l’avrebbe detto.”Ecco il ve

ro Otello!…Ed ora se trovo

la mia Begonia, sarò più crudele di Otello…Salve mi

o fedele Cassio

GOSTO

Ma che cassio la dice? i’ son Gosto

AUGUSTO

Cassio amico fedele…tradito da Jago..l’uomo viscido

, piccolo, che ti pugnala alle

spalle…Ite e narrate ai posterri come unn dì in Ale

ppo un turco audace seppe

percuotere  un  veneziano..Morto  Cassio,  morto  Jago,  morta  Desdemona..tutti

morti, morti…sangue…sangue….il tuo sangue….

GOSTO

Aiuto…questo   più   che   i’   Conte   di   Roccacogliona…l’è

i’

Conte

Dracula…aiuto…aiuto

AUGUSTO

Sangue…sangue…il tuo sangue….Ma dove sei Begonia mi

a diletta?!?

GOSTO

La sarà andata a Pontassieve in bicicletta…..(esce)

FONZY

(entra con Sofronia)Ma che se’ sicuro di quello che tu dici?

SOFRONIA

Non  sicura…sicurissima,  il   maresciallo  dei  carabin  ieri

l’ha  interrogato  una

signora che l’è all’ospedale in grave stato d’asfissia e che l’ha raccontato che l’è

stata buttata da una finestra della torre di questa casa dentro i’ bottino….

LORETTA

(entrando) Oh gente,ma che la sapete l’ultima…in pa

ese l‘è scoppiata la peste…

FONZY

Ma icchè tu dici….

LORETTA

La verità,  gliene stavo per dire io…i’ sindaco l’ha

belle dato l’ordine  pe’ la

disinfestazione,  tutti  i dottori son belle stati allertati…i carabinieri son consegnati

in caserma….

FONZY

(a LORETTA) Te intanto va a chiama’ Gosto….

LORETTA ESCE

FONZY

Se scoppia un casino…la colpa l’è tutta di quell’im

becille

di Gosto che unne

combina una giusta…

DONATO

(entrando) Chi l’è che unne fa una giusta?

FONZY

Nulla, nulla parlavo di’ professore che m’ha boccia to

DONATO

Un  te  la  prendere….con  tutto  icchè  sta  succedendo….

a

proposito

passo  in

farmacia a vedere se c’hanno ancora i’ vaccino…un v

orrei che mi venisse la peste,

sennò vo’ da Gosto dice che c’ha un decotto portent oso, lo fa pagare 10000 lire la

52


bottiglia…..(esce)

FONZY

Figlio d’un cane…i’ decotto…ora gnene do io i’ deco

tto…

BEGONIA

(entrando ) Fonzy..sarebbe l’ora di studiare….

AUGUSTO

Alfin ti trovo…..io son Otello e tu Desdemona….Ed o

ra ti strozzerò!

BEGONIA

Ma un lo fare i’ bischero…scusate l’è i’ mi’ fidanz   ato….

FONZY

Ma perché gli urla tanto?

AUGUSTO

Perché quivi si nasconde l’amante della mia donna…M  a io lo infilerò come un

tacchino…Cirano di Bergerac

BEGONIA

Ma quale amante…ma questo l’è i’ mi’ cugino e quell

a la mi’ zia….

AUGUSTO

Pardon…porgo a voi le mie umile scuse….e allora  di

venta candida sposa, dolce e

profumata come rosa…e tutte le mie ricchezze sarran

no alli piedi tuoi….

BEGONIA

Va bene tesoruccio….va bene ti sposo…Vo’ a fare le

valigie e si parte….(esce)

AUGUSTO

Qual giubilo….Scusatemi ma è meglio che la segua…(e

sce)


SOFRONIA       E ora noi due si va mi’ Gosto e me me…signorino…


a cercare di rimediare a questa storia di’ colera….altrimenti i’

lo   mettan   dentro   pe’   procurato   allar me….la             venga        co


FONZY

Facciamo anche questa..(i due escono)

GOSTO

(entrando)Porca vacca…se questa storia delle peste

bubbonica la regge per un par

di giorni..diento milionario divento ma chi l’abrebbe mai detto che de’ cacherelli

di peora bolliti nell’acqua me l’avrebbano pagati 1 0000 la bottiglia…

LORETTA

(entra  con  l’ufficale)La

venga,  la  venga    dottore,  vo’  subito  a  cercare  i’

padrone….so’ padrone c’è

i ragionier Mollica delll

’Ufficio sicurezza di’ Comune

MOLLICA

Bene, bene, bene…...voi?

GOSTO

(si guarda alle spalle)

MOLLICA

Dicevo voi?…

GOSTO

Ah, voi sarei mene…

MOLLICA

Certo e a voi che parlo…dunque  voi siete il colono

del signor……..

GOSTO

Sicuro assicurato..e voi chi vu’ siete…

MOLLICA

Io sono il  funzionario demandato….


53


GOSTO

E a chi vu’ l’aete domandato…

MOLLICA

A nessuno…..

GOSTO

E allora come vu’ fate a sapello…..

MOLLICA

Che cosa?

GOSTO

Che vu’ siete funzionario…se un vu l’aete domandato

a nessuno….

MOLLICA

Lasciamo perdere..andiamo avanti……(A Gosto che fa d

ue passi avanti) Ma dove

andate?

GOSTO

O un vu’ me l’aete detto vossignoria d’andare avant i….

MOLLICA

Dicevo avanti nel discorso…..Bene….dovete sapere ch

e io sto indagando su un

delitto che pare sia stato commesso in questa casa…  ..comincerò con l’interrogare

voi….

GOSTO

Io un so’ nulla, un conosco nessuno e unn’ho fatto nulla,innocento sono….

MOLLICA

State calmo…Dunque come vi chiamate?

GOSTO

O codesta gliè bellina…o come ghi ho a fare a chiam  ammi…e mi chiamano

quegghiattri…

MOLLICA

Va bene, ma gli altri come vi chiamano?

GOSTO

A seconda…se son lontano co ‘ i’ fistio, si son vic   ino sottovoce…

MOLLICA

Ma  io  intendevo  dire  il  vostro  nome…avrete  un

nomeGiuseppe,  Mario,

Francesco…o che altro……

GOSTO

Occhealtro un mi piace, ghiè megghio i’ mio….scriet

e..mi chiamo Gosto, ch’aete

scritto?

MOLLICA

Augusto detto Gosto…e dietro cosa avete?

GOSTO

Dreco un c’ho nulla e un vo’ nulla….

MOLLICA

Non dite scemenze, dietro ce lo abbiamo tutti, ce lo mettono appena si nasce…

GOSTO

Ve l’avranno messola voiattri in città…A mene qui i   n campagna quando nacquetti

mi legonno i’ bellicolo e basta!

MOLLICA

Gosto è il vostro nome?

MOLLICA

E dietro al nome?

GOSTO

Ah i’ cognome…I’ cognome..o che c’era bisogno di fa   ’ tante storie, davanti, di

dreco…Telometto


54


MOLLICA

Che cosa mi mettete?

GOSTO

Un dito in un occhio ma un posso…Telometto le i’ mi  ’ cognome…

MOLLICA

Oh finalmente….Gosto Telometto…..I natali?

GOSTO

Tutti gli anni i’ venticinque dicembre….

MOLLICA

Volevo sapere dove avete visto la luce la prima volta…

GOSTO

Alla fabbrica della luce elettrica, perché prima inpaese la un v’era….

MOLLICA

Insomma, dove vostra madre vi ha scodellato…

GOSTO

Icchè vu m’ache preso pe’ una minestra di maghero….  .

MOLLICA

Insomma voglio sapere se siete indigeno….

GOSTO

O’ sor MOLLICA, vabbene che so’ gnurante ma dammi p roprio dell’ndigeno ghiè

troppo no….

MOLLICA

Siete nato qui?

GOSTO

NO! Son nato ni’ podere delle erzecchìa laggiù indo e c’è qui’ filare di pioppi…

MOLLICA

Insomma siete nato nel luogo!

GOSTO

Sentite  una  cosaquell’omo…voi  vu’  siete  strutto

eio  sono  un  poero

contadino..ma offendere un v’aete a offendere..Ni’ logo vu’sarete nato voi e tutti i

vostri figghioli….

MOLLICA

Volevo  dire  che  siete  nato  qui,  nelle  vicinanze  insomma..andiamo  avanti….il

nome del padre…

GOSTO

(si inginocchia)

MOLLICA

Ma cosa fate….?!?

GOSTO

E ho capito che vu’ volei pregare e mi sono inginocchiato….i’ son parecchio

religioso…a piccino faceo anco i’ chierichetto…

MOLLICA

Ma alzatevi….Il nome del padre..di vostro padre…vog

lio sapere come chiamate

vostro padre!

GOSTO

O come l’ho a chiamare…O babbooooo! E lui: Figghiol

d’un cane icchè tu voi?

MOLLICA

Voi vi chiamate Augusto o Gosto  Telometto…

GOSTO

Vu l’aete anco scritto…

55


MOLLICA

E vostro padre?

GOSTO

Ahhh! Ghi ho inteso…i’ nome nominato..scriete, virg  ola e punto….

MOLLICA

La virgola e il punto non servono….

GOSTO

Le gli potrebbero servi’ dopo….

MOLLICA

Dunque…

GOSTO

Me pae si chiama Basilico Telometto….

MOLLICA

Vostro padre fu?

GOSTO

Noe..unn’ha mai fumato!

MOLLICA

Voglio sapere se è passato!

GOSTO

Se ghiera passato e si vedea unn’è nemmen piccino…

MOLLICA

Volevo sapere se è vivo o morto?

GOSTO

Ghiè vivo e vivo bene e tira certe spunzonache…

MOLLICA

Bene andiamo avanti….

GOSTO

Un’antra vorta? (fa due passi avanti)

MOLLICA

Volevo dire andiamo avanti nel discorso….Vostra mad

re? Da ragazza prima di

essere legata…

GOSTO

L’era sempre sciorta…

MOLLICA

Volevo dire prima di entrare…

GOSTO

La bussava sempre..a vorte la c’avea la chiave…

MOLLICA

Prima di entrare nella famiglia Telometto, come si chiamava?

GOSTO

Ah….ho  capito  da  mene  I’  nome  nominato  come

prima…Scriete.Armida

Spinacioni….in Telometto

MOLLICA

Quanti anni avete?

GOSTO

Ma come, voi vu’ siete un omo di cultura, truito o  che vi ci vole di molto a

indovinare gli anni della gente?

MOLLICA

Perché voi ne siete capace?

GOSTO

Sicuro, io vi guardo nelle palle degli occhi e indovino quanti anni vu’ c’avete!


56


MOLLICA

Non è possibile!

GOSTO

Guardachemi negli occhi…fermo…..Voi v’aete cinquant

’anni!!!!

MOLLICA

Bravo! Ma come avete fatto?

GOSTO

Ghiè facile…mentre venio quae e ho incontrato uno m

ezzo scemo che n’avea

venticinque, ho raddoppiato….

MOLLICA

Ora basta villanzone….seguitemi che vi porto nella

caserma dei carabinieri e vi

faccio mettere in camera di sicurezza…

GOSTO

Noe, noe, noe…in camera un ci vengo…ma io l’aveo ca

pito che vu’ avei de’

brutti vizi quando vu’ avete detto che in città e l o mettan di dietro….un ci vengo

in camera con voi…

MOLLICA

Questo lo vedremo parlerò con il vostro padrone….

GOSTO

Un credo che ci venga nemmen lui in camera con voi…  .

MOLLICA

Seguitemi!

GOSTO

Io vi seguo..ma in camera un ci vengo, no, no, no (piagnucola)

DONATO

(entra con Fonzy e Sofronia) Guarderò se possso far e qualcosa, qui’ deficiente

ch’ha messo in un bel ginepraio….Quella disgraziata

che l’è andata a finire ni’

bottino …lui dice che la s’è buttata ma un ci son t

estimoni….

MOLLICA

Dunque mi assicurate che la s’è buttata improvvisamente…

GOSTO

Diamine…la paura della peste la gl’ha fatto andare

di barta i’ cervello e la s’è

buttata di sotto e l’è finita ni’ bottino…Unn’è ver

o soi padrone?

MOLLICA

I’ padrone della villa?

DONATO

In persona!

MOLLICA

Devi  farle le mie scuse   ma  giravano  certe

voci

di  tentato omicidio, che ho

preferito venire di persona a constatarne la veridicità o meno…

DONATO

Ma lei ha fatto il suo dovere…

MOLLICA

Tolgo il disturbo…  Arrivederci a tutti….

AUGUSTO         (entrando si scontra sulla porta con Mollica) Signori scusatemi se da sol mi presento….


57


DONATO            O questo chi l’è?

BEGONIA            Questo l’è i’ mi’ gufettino…I’ conte Augusto Maria chiesto in moglie ed io ho accettato…andiamo andare….ciao cugino, ciao zia…ciao zio…Gosto che ce

la peste


Di Roccachiabona…Mi ha tesoru ccio, dobbiamo l’hai ancora l’antidoto pe’


GOSTO

Me n’è rimasta una bottiglia sola, ma le la unn’ha di bisogno…

BEGONIA

Io no....ma è per il mio amore ..un vorrei che si fosse contagiato…

GOSTO

Pe’ lui? E gnene do di sicuro…e anco volentieri e m  ’è simpatico…

BEGONIA

Paga caro!

AUGUSTO

Bastano 100000 ?

BEGONIA

Mi sembrano pochine….

AUGUSTO

200000?

GOSTO

Noe, noe…io dagli amici un li ogghio e’ quattrini….

lei la unn’è uno che l’ha

coraggio?

AUGUSTO

Mi vuoi sfidare a singolar tenzone?

GOSTO

No, la sfido a pallone e santone…palle e santi…

AUGUSTO

Carino…sarebbe testa o croce! Benissimo Però t’avve

rto che io al gioco vinco

sempre!

SOFRONIA

Pe’ forza beccarone come gliè! Gosto un giocare, quello a corna gliè corrazzato…

GOSTO

Con mene e perde anco i’ diavolo, che di corna n’ha di sicuro più di lui….Allora

(prende la moneta) se vien palle vinco 400000lire…

AUGUSTO

Ma no 200!

BEGONIA

Ma caro se 200 000 gliele dai e d 200 le giochi..se perdi son 4000000 mila

AUGUSTO

Ma se vinco ripiglio tutto! Lancio io? Cosa scegli Gosto?

GOSTO

Io scelgo palle!

AUGUSTO

E io santi! (getta la moneta)

SOFRONIA

(che ha visto)Eevviva!!!Palle!!!(si mette a ballare)

GOSTO

Guarda che effetto le gli fanno le palle a questa…

AUGUSTO

Strano…è la prima volta che perdo al gioco….L’è per

ché son fortunato in amore,


58


vero tesoruccio? Col lor permesso ci ritiriamo, signori enchantè! (esce)

BEGONIA

Arrivederci a tutti! E te Gosto se tu avessi bisogno di lezioni…

SOFRONIA

E gnene do da me….e gratisse!

GOSTO

Peroe le pigliao volentieri anco da lei….

BEGONIA

Per chi mi vole salutare di persona…sa dove trovamm

i…(esce)

DONATO

Te tu pol essere contento! hai guadagnato un monte di quattrini..però la un mi va

giù voglio veder se tu hai i’ coraggio di giocare con me le 400000 mila che tu hai

vinto co’ i’ conte…Queste le son le mi’ 400…o metti

le tua!

SOFRONIA

No,Gostino un azzardare più! T’hai famiglia ora!

GOSTO

O se’ bona..che voi cominciare a comandare..ecco e’ quattrini

DONATO

(prende  dalle  mani  di  Gosto  la  moneta)  un  momento!  Ma  questa  moneta  l’è

truccata!

GOSTO

Essai..o che è proibito..oggi si truccan tutti…anch  e gli omini…

DONATO

Volevo dire che davanti ci son palle, la giro altre palle….

GOSTO

L’è tutto un giramento di palle….

DONATO

Tu sei ma un gran farabutto….

GOSTO

Ma icchè la dice…..e sono l’agente segreto 0077  mi

ssione fregatura……

FINE


59

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 0 volte nell' ultima settimana
  • 1 volte nell' ultimo mese
  • 21 volte nell' arco di un'anno