Albergo Miramare mogli e mariti da rottamare

Stampa questo copione

1

ALBERGO MIRAMARE

MOGLI E MARITI DA….. ROTTAMARE

Due tempi in vernacolo fiorentino di Gabriele Verzucoli

personaggi

Rodolfo Sacripanti

Brunelda

Fiorenzo Maritati

Felicita

Gilberto Pennuti

Argenide

Alan

Lilly

Dionigi

Suzona

Adelasia

Nives

Eleonora

Salomè Sulsofà


2


NIVES


(facendo colazione)Guarda guarda oggi…..


quanti fiori…..Ci dev’essere una festa


ADELASIA


Davvero sa..l’è proprio una meraviglia…Icchè c’è una festa dell’albergo stasera?


ELEONORA


(sta apparecchiando i tavoli esce ed entra portando con sé il necessario)No no niente festa dell’albergo….L’è i’ compleanno della sora Felicita e i’ su’ marito l’ha ordinato che la terrazza la fosse così piena di fiori da sembrare una serra….


NIVES


Mi sembra che ci sia riuscito….Senti che profumo….Certo però un ce ne sarebbe stato bisogno,in questo posto m’hanno detto che c’è l’aria migliore di’ mondo…M’hanno detto che qui un more mai nessuno….


ADELASIA


A me mi sembra che l’esageri…appena son arrivata ho visto un funerale…..


NIVES


Sì,quello l’era i’ becchino che poer’omo l’è morto di fame….


ADELASIA


Certo che i’ signo’ Fiorenzo deve essere un gran signore… uno che festeggia in questo modo i’ compleanno della moglie,un pol’essere altro che un tipo fine…Mica come i’ mi’ marito….


NIVES


Perché l’è poco premuroso?


ADELASIA


Chiamiamolo poco premuroso…l’è ma un grande ignorante….L’altro giorno lessi su ‘ i’giornale che spesso le signore della nostra età pe’ sentissi ancora donne l’hanno bisogno di dare una svolta alla propria vita….Così un misi tempo in mezzo…andai dalla parrucchiera e mi feci una pettinatura all’ultima moda,poi dall’estetista che la mi fece un trucco modernissimo….I’ pomeriggio lo passai a fare shoppinghe….poi la sera quando i’ mi’ marito sono’ i campanello gli andai a aprire con una andatura sensuale..la vedesse ancheggiavo tutta…


NIVES


La pareva che gl’avessero fatto la protesi all’anca o che la fosse briaca insomma


ADELASIA


Macchè briaca …ero ma parecchio sessi…..La vedesse c’avevo un bustino di pelle e pizzo,carze a rete nere, tacchi a spillo….e con una voce languida gli fo: Orenzio secondo te quanti anni mi danno? Lui mi fissa per un pochino…..


NIVES


Eppoi icchè disse?


ADELASIA


Gli altri un saprei…io ti darei l’ergastolo….


NIVES


I mariti a una certa età bisognerebbe fare con le macchine…rottamalli…..Anche i’ mi’ marito sa unn’è da meno….Gli ha preso l’abitudine di comprare delle riviste osèe sa quelle indo’ ci sono quelle donnine parecchio svestite…..a me questa cosa la un mi piace punto …. l’altro giorno ce n’aveva una con una modella tutta ignuda…Che svergognta dissi…se fossi lei un’uscirei più di casa…


3


ADELASIA


L’avrà capito la lezione…..Icchè rispose?


NIVES


Certo che se tu fossi come lei unn’uscirei di casa nemmeno io…


ADELASIA


Cominciano a essere bifolchi da giovani…ieri pomeriggio ero in piscina…..a un certo punto mi prese un crampo a una gamba e facevo un po’ di difficoltà a risalire …..


NIVES


E nessuno gli dava una mano?


ADELASIA


Nemmeno un cane…A un certo punto un po’ stizzita e fo:signori ci vorrebbe un po’ di cavalleria….S’alza un giovanotto e mi risponde:più che la cavalleria basterebbe una bella gru….


NIVES


Che tempi…che tempi…..un c’è più l’educazione di una volta….La venga si va in camera a prepararci pe’ la spiaggia….Stamattina voglio rinnovare un du’ pezzi animalier di Cavalli…


ADELASIA


Icchè l’ha fatto un cavallo in du’ pezzi…


NIVES


Ma icchè l’ha capito…c’ho un costume leopardato di Cavalli lo stilista, che l’è una favola….


ADELASIA


Sì la venga andiamo…se l’acqua l’è abbastanza calda l’è capace che mi decida a farmi un bagnetto…


NIVES


Brava così mentre lei la si fa i’ bagnetto…io con i’costumino che mi metterò mi do da fare pe’ fammi i’ bagnino……


ADELASIA


Andiamo,andiamo….. (escono)


RODOLFO


Bongiorno Eleonora!


ELEONORA


Buongiorno sor Rodolfo già pronto stamani….mi sembra prestino,che gli posso servire un caffè?


RODOLFO


Grazie..ma altro che caffè,mi ci vorrebbe una camomilla…..bisogna alzarsi per forza,quando la mi’ moglie l’è nervosa la comincia a tirare pedate sotto i lenzoli….


ELEONORA


Mamma mia che brutto carattere…ma che è sempre stata così?


RODOLFO


Pressappoco eh… ma me lo dovevo immaginare…..Appena si fu sposi la mi disse:Caro da qui in avanti dividerò con te i tuoi guai…..Ma io veramente unn’ho guai….Tu ce l’avrai,tu ce l’avrai…..La mi rispose… Ma i’ mi’ amico Fiorenzo un s’è visto ancora?


4


ELEONORA


(versando il caffè) No ancora un s’è alzato e nemmeno la signora….(vedendo il mazzo di fiori)Perché penso che quello sia per lei…


RODOLFO


Certo,oggi lè la su’ festa…..


ELEONORA


Santa Felicita vergine e martire…


RODOLFO


Poera donna,vergine no,ma martire sì…..(beve il fretta il caffè) Se tu la sapessi tutta Eleonora…se tu la sapessi tutta…..


ELEONORA


Ma icchè dovrei sapere?


RODOLFO


Un ti posso di’ nulla… un ti posso di’ nulla… però l’è una vergogna stare a letto fino a quest’ora….


ELEONORA


Un ci sta’ mica sempre… oggi l’ha fatto un’eccezione …..


RODOLFO


Vabbene ritornerò fra poco…..però l’è una vergogna rimanere a letto fino a quest’ora..ma una vergogna!(esce)


ELEONORA


Ma icchè c’ha oggi i’ signo’ Rodolfo…bah…meglio cantare “Sono tre parole cuore ,sole,amore….”


GILBERTO


(entrando) Bongiorno ..che è già sceso il signor Maritati……


ELEONORA


No,l’è ancora in camera……


GILBERTO


L’è lui che l’è i’ proprietario di quell’attico sui affittare….l’ho sentito dire in spiaggia….


lungarni a Firenze che vuole


ELEONORA


Mi dispiace signore ma io un m’occupo dei fatti privati dei clienti dell’albergo…


GILBERTO


Fai bene,fai bene cara…..ritornerò per incontrarlo di persona…tanto sono anch’io in vacanza…soggiorno nell’albergo qui a fianco….. (esce)


ELEONORA


Mah o che fanno tutti buca qui stamattina….(ricomincia a cantare)


DIONIGI


(entrando)Buongiorno bon’omo…..


ELEONORA


E bona donna….E son l’Eleonora….


DIONIGI


Scusami sai ma ero soprappensiero,sai….


ELEONORA


L’è cieco come una talpa…altro che soprappensiero…


DIONIGI


Senti la signora Felicita indo’ l’è?


ELEONORA


In camera sua…


5


DIONIGI


E i’ su’ marito?


ELEONORA


Anche lui


DIONIGI


E la Lilly che è a letto anche lei?


ELEONORA


No,la Lilly l’è andata a comprare i fiori pe’ la festa della su’ mamma…..


DIONIGI


Anch’io  son  venuto  pe’  fare


gli


auguri


alla


signora


Maritati…


Senti


un


pochino,che ti parla mai di me?


ELEONORA


La signora Maritati parecchio….


DIONIGI


Ma no la Lilly….


ELEONORA


Mai!


DIONIGI


Mai,mai?


ELEONORA


Mai!!!


DIONIGI


Mai……(esce sospirando)


ELEONORA


Poero ragazzo che pena……(esce)


NIVES


Icchè la dice Adelasia di mi’ costumino…


ADELASIA


Bello,veramente un be’ capo…..


NIVES


E che bei colori un gli pare?


ADELASIA


Sa co’ colori c’ho poca dimestichezza….li riconosco poco…..


NIVES


Davvero….Un me n’ero accorta…..


ADELASIA


Eh sì…l’è la prima cosa che dico quando conosco una persona….Anche a i’ mi’ primo fidanzato…La prima volta che si fu in intimità gli dissi:caro ho da confessarti un piccolo difetto:sono daltonica…


NIVES


E lui?


ADELASIA


Carino,fu parecchio comprensivo,mi disse:anch’io c’ho da dirti un piccolo segreto,un sono svedese son di’ Ruanda!


NIVES


(squillodel cellulare) La mi scusi….eh…(risponde)Sì…allora come l’è andata?Oh..un maschio…tutto bene? Son proprio contenta,un vedo l’ora di vederlo,ciao Efisto,saluta tutti…(rivolta ad Adelasia)La mi’ cognata l’ha avuto


6

un bambino e i’ mi’ fratello l’ha voluto a tutti i costi essere lì al momento del parto…


ADELASIA


Uh bene…..


NIVES


Purtroppo s’era perso i’ momento di’ concepimento….


ADELASIA


Io invece son parecchio preoccupata pe’ i’ mi’ cugino,ieri sera m’ha chiamato e m’ha detto: Con ieri sera fanno due volte che torno da lavorare e trovo mia moglie tra le braccia di un altro. Non so più cosa fare...


NIVES


Icchè la gl’ha risposto?


ADELASIA


Guarda di fare un po’ di straordinario!


NIVES


E un ci son più le donne di un tempo,fidate e autentiche,come si potrebbe essere noi…..Oggigiorno un ci si capisce più nulla….Prima di partire sono andata a trovare una mia amica…la sapesse icchè la m’ha raccontato…..


ADELASIA


La dica,la dica…..


NIVES


I’ su’ figliolo s’è fidanzato con una bella ragazza….


ADELASIA


Mi sembra che un ci sia nulla di male….


NIVES


L’aspetti…..la prima volta che fanno all’amore,lui ti vede su i’ comodino la fotografia d’un omo….Tutto impensierito gli domanda:ma quello è tuo marito?


ADELASIA


E lei?


NIVES


Ma no sciocchino…….Allora i’ tu’ fidanzato? Ma icchè tu vai a pensare? Ma lui l’ha continuato:sarà i’tu’ amante segreto…..macchè sciocchino gelosone,quello ero io prima dell’operazione!


ADELASIA


Eh la dice proprio bene,c’è certe donne in giro….Ma anche gli omini un son da meno…Sono insensibili e egoisti.La pensi che l’altro giorno fo a i’ mi’ marito:ma lo sai che ogni volta che respiro nel mondo una persona muore…….Guarda di prendere qualcosa per l’alito-mi rispose-


NIVES


Via via andiamo Adelasia……si va in spiaggia e dopo voglio fare una visitina alla Sefora l’è uscita proprio ieri sera dall’ospedale,i su’ marito l’ha ferita con un ferro da stiro….


ADELASIA


Accidenti e perché?


NIVES


Dice che l’aveva preso una brutta piega……(esce con Nives)


LILLY


(entrando con un fascio di fiori) Signore buonasera…


7


NIV e ADEL


Buonasera a te,bellina….


ADELASIA


Fai tanti auguri da parte nostra alla tu’ mamma


NIVES


Poi gli si fanno di persona….Ora si va i’ mare….


LILLY


A dopo,grazie…….(posando i fiori) Ecco fatta anche questa….Chissà come la sarà contenta la mi’ mamma, la va matta per i fiori….


ELEONORA


E codesti son parecchio belli….


LILLY


Che m’ha cercato qualcuno,pe’ l’appunto ho lasciato i’ cellulare in camera


ELEONORA


L’è venuto i’ signor Rodolfo che cercava i’ tu’ babbo,poi un altro signore che voleva sapere che v’eri voi che v’affittavi un appartamento sui lungarni a Firenze,poi l’è venuto Dionigi che cercava proprio te…


LILLY


Mamma mia che esoso!


ELEONORA


L’è cotto di te come un tegolo,poeraccio….un fa che sospirare..


LILLY


L’ha a sospirare quanto vole a me un me ne frega nulla….Gliè inutile che sospiri tanto io la mi’ scelta l’ho belle fatta…


ELEONORA


Davvero? Dimmi dimmi…


LILLY


Eh no carina…questo l’è un segreto e un lo dico a nessuno


ELEONORA


Nemmeno a tu’ genitori?


LILLY


Fossi scema…a loro men che meno…Sarebbero capaci di fammi sposare pe’ forza qui’ bischerello di Dionigi…Dice che l’è di bonissima famiglia,che l’è ricco,che mi garantirebbe un bellissimo futuro….ma a me un me ne frega nulla,un lo posso nemmen vedere…Anche i’ nome mi sta sulle scatole…Dionigi….Bellino Dionigi…Invece senti un pochino:Alan…senti come sono bene all’orecchio….


ELEONORA


Eh t’hai ragione gliè un be’ nome…Eppoi deve essere anche un tipo elegante codesto Alan…


LILLY


Elegante….eppoi bello…con du’ occhi…..


ELEONORA


O quanti ne dovrebbe avere?


LILLY


Due occhi che un si possan nemmen guardare….


ELEONORA


Perché gliè strabico….


8

LILLY

Macchè strabico….Son du’ occhi magnetici,eppoi un fisico che sembra i’

Davidde, con de’ capelli neri come l’ebano….

ELEONORA

Accidenti….O chi l’è codesto Adone?

LILLY

Oh mi raccomando tientelo per te questo segreto..intendiamoci bene!

ELEONORA

Un dubitare,eppure tu v’avresti a conoscere,io un sono una chiacchierona

davvero….Dimmi ,dimmi indove tu l’hai conosciuto?

LILLY

L’ho

conosciuto

a

Firenze

in

discoteca…..che

ragazzo

meraviglioso…Distinto,spiritoso,pensa che in tutta la sera un mi disse che due o

tre parole

ELEONORA

Accidenti s’è sprecato…

LILLY

Sì ma delle parole così carine,così carine che mi son arrivate subito a i’ cuore….

ELEONORA

Me lo immagino…l’avrà detto :t’amo,t’adoro….

LILLY

Macchè codeste sono parle che unn’usano più….

ELEONORA

Icchè si dice ora?

LILLY

Mentre si ballava,mi disse in un orecchio:Che cardo che fa,vero?

ELEONORA

Tutto costì?

LILLY

Sie….poi quando si tornò a sedere mi fa.ora mi vo’ a dare una sciacquata

perché da quando son sudato,se alzo un braccio stendo quarcuno…e gli andò

via…. Tu capirai dette da me queste parole le sembran stupide ma dette da lui

con quella voce suadente…..mi sembrava d’essere in un puntata di Beautiful,io

Brooke e lui Ridge

ELEONORA

Boh contenta te….

LILLY

Ma c’è dell’altro sai….Ho saputo che il giorno dopo l’ha chiesto notizie di

me….della mi’ famiglia…

ELEONORA

E allora?

LILLY

E allora aspetto che venga a trovammi,gliel’ho fatto sapere che sono qui in

vacanza….

FIORENZO

Bongiorno a tutti!


9


LILLY


Bongiorno babbo…


ELEONORA


Ben’alzato signor Maritati (esce)


FIORENZO


Buongiorno Eleonora…


LILLY


Hai dormito bene?E la mamma icchè la fa stamattina che la un si leva?


FIORENZO


Oggi l’è la su’ festa e la fa un pochino i’ su’ comodo,guarda icchè gli darò (estrae dalla tasca un cofanetto)


LILLY


Fammi vedere,fammi vedere….


FIORENZO


Tu lo vedrai dopo….


LILLY


Certo te tu gli voi parecchio bene alla mamma…


FIORENZO


O che discorsi tu fai..tu l’hai visto da te quanto gli voglio bene…


LILLY


Sai babbo se mi dovessi sposare che marito vorrei? Uno che somigliasse a te….


FIORENZO


Cara la mi’ bambina…..


LILLY


Un marito che mi mi volesse bene e mi rispettasse come te tu voi bene e tu rispetti la mamma…alllora sarei sicura di essergli fedele come te tu sei fedele alla mamma


FIORENZO


(comincia a tossire)


LILLY


Che ti senti male?


FIORENZO


No,no….c’ho un po’ di raschìo di gola….(tossisce)


LILLY


La mamma l’è proprio fortunata perché c’è un sacco di mariti che tradiscan le mogli…


FIORENZO


(continuando a tossire)Ma icchè tu dici…


LILLY


Essai… parecchi babbi delle mi’ amiche mettan le corna alle su’ mogli..


RODOLFO


Che si pole?


FIORENZO


Toh…ecco i’ nostro Foffo….


RODOLFO


Bongiorno vecchiaccio,ciao Lilly…


LILLY


Come la sta signor Rodolfo…


10


RODOLFO


Come che tu voi che stia bambina….sulle gambe e poco bene….


LILLY


E la su’ moglie?


RODOLFO


Chie? Lei?Nervosa,ma sempre parecchio bene in salute….(fra sé)purtroppo


ELEONORA


Lilly,la tu’ mamma la m’ha detto se tu poi salire in camera a dagli una mano a prepararsi…..


LILLY


Vado! (ai due) Ci si vede dopo…


RODOLFO


(avvicinandosi a Fiorenzo)Fiorenzo,Fiorenzo son nei casini….


FIORENZO


Vien via dimmi icchè tu hai…


RODOLFO


Guardami bene in faccia… Un ti fo paura?


FIORENZO


Oddio dimorto bellino un tu sei…ma proprio pauraun tu me la fai…..Vien via,vien via dimmi icchè tu c’ha da dimmi senza fa’ tante sceneggiate…


RODOLFO


La mi’ moglie l’è diventata gelosa,anzi di più gelosissima….


FIORENZA


Di te?


RODOLFO


Sì,sì di me..ma così tanto gelosa che in casa la un vole che cameriere brutte e vecchie….


FIORENZA


E infatti quella che vu’ vi siete portati qui nella villa a i’ mare la fa proprio schifo…


RODOLFO


La Carmelina? Quella l’è un mostro in tutto e per tutto!!!


FIORENZO


E questo l’è tutto icchè tu mi volevi dire?


RODOLFO


Macchè,c’è di più,c’è di più….Quella vipera della mi’ moglie,per gelosia e anche perché l’è una gran taccagna da un po’ di tempo a questa parte la vol tenere lei i’ maneggio de’ quattrini e la mi passa la paghetta mensile ,200 euro a i’ mese pe’ vizi….Tu capirai d’inverno vo’ benino…ma in primavera quando la natura la si risveglia e i’ sangue comincia a bollire nelle vene…..200 euro un son nulla..


FIORENZO


T’ha ragione poeraccio


RODOLFO


Così ieri per vedere d’incrementare la cifra,mi feci prestare 100 cameriera e tentai i’ colpo ,andai a i’ circolo e giocai


euro dalla


FIORENZO


E tu perdesti…


RODOLFO


Avessi persi solo quelli…per cercare di rifarmi


ho giocato sulla parola e ho


11

perso…..Fiorenzo io m’ammazzo,m’ammazzo….Soldi pe’ pagare un ce l’ho,alla

mi’ moglie un glielo posso dire….Dunque addio Fiorenzo,vo a annegarmi…

FIORENZO                 Ma vien via bischero,a quasi tutto c’è rimedio…macchè morire…si troverà i’

modo di risolvere questa situazione

RODOLFO                  Un si pole,un si pole….

FIORENZO                 Ma si pol sapere quanto tu hai perso…

RODOLFO                  Cinquemila euro

FIORENZO                 Cinquemila euro?

RODOLFO                  E i 100 della cameriera

FIORENZO                 E pe’ codesta miseria tu ti vorresti ammazzare,tu se’ poco bischero…E te li

presto io! (estrae dalla giacca il libretto degli assegni e ne compila uno,lo

stacca)Ecco qui tu me li renderai appena tu potrai…..

RODOLFO                  Te tu sei più di un fratello…..grazie…vien via dammi anche cento euro della

cameriera

FIORENZO                 (estraendo il portafogli)Sicuro…piglia anche questi…però tu sei un gran cretino

RODOLFO                  Perché?

FIORENZO                 Perché un tu sai nemmen trovare un mezzuccio per assicurarti un po’ di

libertà…..Invece io per essere più libero e avere più quattrini a disposizione ho

inventato una trappola micidiale…..

RODOLFO                  Dimmi dimmi,così ci provo anch’io

FIORENZO                 Fossi scemo,tu se’ troppo ingenuo ,ho paura che qualche volta ti scappi detto…

RODOLFO                  Sie..quando un voglio dire una cosa un me la cavan di bocca nemmen colle

pinze…

FIORENZO                 Allora sta a sentire:anche se come tu sai,son sposato da parecchio,io la vita e i

piaceri della vita da giovanotto un gli ho mai potuti dimenticare…Che voi che ti

dica.per me la donna l’è al di sopra di ogni cosa,specialmente quando l’è

giovane e bella…poi da quando la mi’ moglie la voluto lasciare Firenze per

ritirarsi ne’ su’ possedimenti ni’ Chianti…in qui paese mi son sentito un omo

morto…A me mi pacciano i locali indo c’è quelle ragazze che le ballano su’ i’

cubo….che le divincolan tutte intorno a quella sbarra di ferro parecchio

svestite….ha capito…


RODOLFO                  Zitto,zitto,tu mi fai venire l’acquolina in bocca…


12

FIORENZO                 E per trovare qui’ genere di locali bisogna viaggiare e io per muovermi senza

problemi ho dato a intendere che a Pistoia c’ho un figliolo che ebbi da una

ragazza prima di sposare lei….

RODOLFO                  E la l’ha bevuta?

FIORENZO                 Eccome no! L’è tanto bona ,poera donna…Pensa ora le lei che la si raccomanda

di non abbandonarlo,di andarlo a trovare spesso perché la dice che i’ Padreterno mi castigherebbe se un facessi i’ mi’ dovere

RODOLFO                  Ma allora l’è un po’ grulla….

FIORENZO                 Macchè ,la mi’ moglie l’è tutt’altro che grulla…..L’è una donna di cuore….Sono

io che sono un birbante…ma d’altronde un siamo mica fatti tutti uguali…A me

mi piace divertimmi e soprattutto mi piaccian le belle donnine….

RODOLFO                  Ma codesta l’è un’invenzione strepitosa…..

FIORENZO                 L’è fenomenale…Perché ora ho più quattrini e libertà di quando stavo in

città…..Lo sai icchè gli ho fatto credere alla mi’ moglie che mi ci vogliano più di

diecimila euro l’anno per le tasse poi c’è i i libri tu capirai va all’università i’ mi’

figliolo..l’affitto di casa.. Eppoi c’ho la scorta di tutti i mensili che dico di

mandargli,mille euro a i’ mese….

RODOLFO                  Ma ti costa un occhio della testa codesto figliolo

FIORENZO                 Eh sì…ma i’ su babbo però l’è fortunato:liberta,quattrini,divertimento…Ora

c’ho sotto mano una cubista che l’è uno schianto….la si chiama Suzona …

RODOLFO                  Icchè t’ha detto sudiciona?

FIORENZO                 Macchè sudiciona… Suzona…..Tu vedessi che davanzale,che gambe…..altro che

quelle della Bamby

RODOLFO                  O che hai praticato anche quella?

FIORENZO                 Essai la mi costò un soldo a caso la Bamby….Però poi la lasciai perché scoprii

che la se la faceva con un ragazzotto,un abituè di’ Lussuria Park ,un certo Alan

Pennuti…….Spennacchiati…insomma un me lo ricordo bene i’ cognome,mi

ricordo solo che si chiama Alan

RODOLFO                  Ma quelle signorine che ti conoscano co’ i’ tu’ vero nome?

FIORENZO                 Siè fossi bischero…per loro sono il cavalier Marsilio Marsicani,possidente di

campagna…


RODOLFO                  Ma io un credevo mica che tu fossi così intelligente….


13


FIORENZO


Zitto,zitto c’è la tu’ moglie….


BRUNELDA


(entra in modo brusco) Bongiorno!


FIORENZO


Bongiorno sora Brunelda,come la sta?


BRUNELDA


Parecchio bene (vedendo il marito che cerca di nascondersi alla sua vista)Ah tu se qui!!!


RODOLFO


Che mi volevi tesoruccio?


BRUNELDA


Sì ti cercavo…che è vero che tu ti sei fatto prestare 100 euro dalla cameriera?


RODOLFO


(fra sé)Accidenti a quella cretina,la gliel’ha raccontato subito!


BRUNELDA


Rispondi:sì o no?


RODOLFO


(titubante) Sì….


BRUNELDA


Per dare a qualche donnaccia,disgraziato sudicione che un tu se’ altro!!!


RODOLFO


No..no…unn’è così,te lo giuro Bruneldina….


BRUNELDA


Indo’ tu l’hai messe si po’ sapere?


FIORENZO


La senta sora Brunelda,la colpa l’è anche un po’ mia.L’altro giorno io e Rodolfo siamo andati a all’inaugurazione della sala giochi,lì in passeggiata….Ci siamo messi a giocare a i Videopoker e lui l’ha perso cento euro…siccome unn’aveva uno pe’ fa due glieli ho dati io……Così pe’ rendimeli se l’è fatti prestare dalla cameriera….La guardi se la li rivole eccoli qui (estrae il portafogli e le mostre le banconote)


BRUNELDA


(strappandogliele quasi di mano) Benone,le renderò Felicita indo l’è?


alla Carmelina….La sora


FIORENZO


L’è ancora in appetito….


su,la si sarà messa a leggere in terrazza….Io avrei anche


BRUNELDA


Vo su a diglielo…..Rodolfo…moviti,vien con me….(esce trascinandosi dietro il marito)


FIORENZO


(all’amico)Da retta pallino ora e son cinquemilacento


SALOME’


(entrando)Buongiorno ….


FIORENZO


Buongiorno  a


lei


bella


signora…Un


l’avevo


mai


vista,è


arrivata


ora


in


quest’albergo?


14

SALOME’                    Son arrivata stanotte ….Fino a iero ero in montagna,mi annoiavo e così ho

deciso di venire a passare una settimana qua….

FIORENZO                 Beh io sono Fiorenzo Maritati….

SALOME’                    Salomè Sulsofà (accavallando la gamba)

FIORENZO                 Un c’è che dire,questa su i’ sofà la ci sta proprio bene! ….Sposata?

SALOME’                    Vedova e divorziata purtroppo!

FIORENZO                 Accipicchia…..la un s’è fatta mancar nulla

SALOME’                    Il  mio  primo  marito  l’è         morto  durante  un  viaggio  che          si  fece  in

Germania…Mentre si attraversava la Selva Nera nera si vide scritto”Pozzo dei

desideri”.Ci si fermò,si lessero le istruzioni ed io presi una monetina e la

lanciai….Così fece anche i’ mi’ poero Arduino…

FIORENZO                 Perché “poero”

SALOME’                    Perché mentre buttava la monetina,si sporse troppo e cascò dentro tutto d’un

botto…

FIORENZO                 E lei?

SALOME’                    Io ritornai alla macchina e dissi fra me e me…”cavolo,funziona davvero!”Poi

chiamai i soccorsi e lo portarono a i’ pronto soccorso…purtroppo c’era poco da fare…

FIORENZO                 M’immagino….

SALOME’                    Mentre l’era più di là che di qua mi faceva:Salomè giurami che un tu rimarrai

sola,che tu ti risposerai… Tu porterai i’ tu’ novo marito in casa e tu gli darai

tutti i’ mi’ averi……Diamine caro,ma ora un ci pensare…Ma lui continuava: tu gli

potrai dare la mi’ macchina che l’è nova,nova……Diamine caro….

FIORENZO                 E lui continuava…

SALOME’                    Bravo,o come la fa a sapello? Mi fa:a i’ tu novo marito tu gli potrai dare tutti i

miei vestiti,sono tanto belli ed eleganti…..

FIORENZO                 Premuroso,però…

SALOME’                    Io allora mi commossi e gli dissi:unn’è possibile…unnn’è possibile….Te tu c’hai

la 54 e lui invece una 50 scarsa….


FIORENZO                 Poi la s’è risposata quindi….


15


SALOME’


Diamine….Lasciai passare un annetto poi sa la solitudine l’è tanto brutta…che mi decisi a ripigliar marito….Ma sbagliai….Trovai un omo geloso…ma geloso e taccagno….Dopo due’ mesi s’era belli separati…


FIORENZO


Veloce eh…


SALOME’


Mi diceva sempre:Salomè se tu imparassi a lavorare bene tra i fornelli,si potrebbe fare a meno della cuoca, sarebbe uno stipendio in meno….E questo tutti giorni...Una volta un ne potevo più e gli risposi:Senti bellino se tu imparassi a lavorare bene sotto i lenzoli,si potrebbe fare a meno dell’autista….anche quello sarebbe uno stipendio in meno…


FIORENZO


Detto questo chiese la separazione…


SALOME’


No…mica pe’ questo…. I’ fattaccio successe un paio di settimane dopo….Tornò dall’ufficio un po’ prima e mi trovò a letto co’ Salvatore i’ su miglior amico……Diventò paonazzo e tutto inferocito si rivolse a qui’ poerino e gli disse:E ora Salvatore come la mettiamo!


FIORENZO


E lui ?


SALOME’


Poeretto un po’ ci pensò e gli rispose….Un mi viene in mente più nulla le si son provate digià tutte…. A qui’ punto i’ mi’ marito sparì e così finì anche i’ mi’ secondo matrimonio….


FIORENZO


E lei la si consolò con Salvatore…..


SALOME’


(intrigante) Ma lo sai che lei l’è proprio un gran birichino….


FIORENZO


Sempre stato….


SALOME’ FIORENZO


Sì mi consolai con Salvatore ma per poco….uh….un siciliano geloso,geloso fino all’esasperazione…La pensi che un giorno mi trovò in intimità con un nano che s’era conosciuto a i’ circo la sera avanti…..Come s’arrabbiò,urlava:ma che è possibile che negli ultimi tre mesi tu mi hai tradito quindici volte …M’avevi promesso di non farlo più ed eccoti invece con lui….. C’è un po’da capirlo…


SALOME’


Salvatore,gli dissi,ma un tu lo vedi che sto cercando di smettere……Via via l’è meglio che un ci pensi,altrimenti m’avveleno anche questa settimana di vacanza…(alzandosi)Vado in spiaggia…se la mi vuol trovare sono al Bagno Sirena….ombrellone 7 fila 5 Bye!Bye! (esce)


FIORENZO


Arrivederci Sirena…a dopo…..


DIONIGI


(entrando) La senta signor Fiorenzo (va incontro ad Eleonora che è entrata in scena) Oh Eleonora se te?


16

ELEONORA               Sì son io!

DIONIGI                      Scusami….(sempre ad Eleonora) Signor Fiorenzo la deve sapere….

ELEONORA               E son sempre io….Dionigi!

FIORENZO                 Eccomi qua un tu mi vedi?

DIONIGI                      La senta signor Fiorenzo ,io avrei bisogno di parlare con lei a quattr’occhi….

FIORENZO                 Tu ti metti un paio d’occhiali così tu puoi discorrere solo quanto ti pare….

DIONIGI                      La un mi prenda in giro…..Insomma quando si farà questo matrimonio?

FIORENZO                 Quale matrimonio?

DIONIGI                      Quello fra me e la Lilly!

FIORENZO                 Mah….

DIONIGI                      Come mah?

FIORENZO                 Caro mio,tanto io che la mi’ moglie si sarebbe contenti che te e la Lilly vu vi

sposassi..ma

DIONIGI                      Ma mi pare che alla Lilly gl’importi poco di me…Ecco io vorrei sapere icchè la

pensa la di me…

FIORENZO                 Domandaglielo alla mi’ moglie…lei la lo saprà di certo….Fra donne che voi che

un si sian dette qualcosa,vai vai…

DIONIGI                      Sì glielo domanderò perché così io e un vivo più…..(esce sospirando)

GILBERTO                  (entrando) La disturbo?

FIORENZO                 (fra sé) O questo chi gliè? La s’accomodi,la s’accomodi…La scusi con chi ho

l’onore?

GILBERTO                  Non glielo dico mica che mi chiamo Gilberto Pennuti…Un si può mai sapere…Gli

dirò il nome di battaglia Uberto Pertici

FIORENZO                 Dunque ho il piacere di parlare con….

GILBERTO                  Uberto Pertici,industriale tessile…Son venuto perché ho sentito dire in spiaggia

che la vorrebbe affittare un appartamento a Firenze sui lungarni…..


FIORENZO                 Esatto…l’è una meraviglia,la mi creda…


17


GILBERTO


Se ci si trova d’accordo su i’ prezzo….


FIORENZO


Ma certamente…Scusi è per la su’ famiglia,perché m’immagino che sarà sposato…


GILBERTO


Se un fossi sposato un farei di queste pazzie…tanto siamo fra uomini si può parlare….


FIORENZO


Giustissimo…..(fra sé) E la essere un tipino a caso anche questo…..


GILBERTO


Vede io ho una moglie meravigliosa,una bravissima madre di famiglia…ma mangiare tutti i giorni la solita minestra….la viene a noia…


FIORENZO


Ho capito..La prenderebbe l’appartamento per cambiare pietanza….


GILBERTO


La c’ha dato dentro…caro mio una donnina che l’è la fine di’ mondo


FIORENZO


(dandogli una pacca sulla spalla) Birbantello,birbantello…(Come me,come me)


GILBERTO


Ci accordiamo dunque?


FIORENZO


Ma diamine…..Anzi visto che la mi sta parecchio simpatico glielo do a un prezzo speciale….Duemilaeuro i’ mese….


GILBERTO


Chiamalo prezzo speciale…mi pare dimorto caro….In certi casi però un si guarda alla spesa….Affare fatto! (fra sé) Chissà come la ci starà bene quella diavolaccia della Suzona!


ELEONORA


(entrando,a Fiorenzo,con un mazzo di fiori)C’è la signora (gli consegna i fiori)


FIORENZO


(a Gilberto) Sa oggi l’è la festa della mi’ moglie,Santa Felicita


LILLY


(entrano in successione rientrare immediatamente) Attenti,eccola,eccola…..


Lilly,Rodolfo,Brunelda,Dionigi.Lilly


esce


per


poi


FELICITA


(entra,prende la brocca del caffè dalle mani di Eleonora)


TUTTI


Tanti auguri a te…tanti auguri a te….tanti auguri a Felicita,tanti auguri a te….


FELICITA


Grazie,tante grazie…carini ( mette la brocca in mano a Gilberto che fa una smorfia di dolore perché la caffettiera è calda) Vu mi commuovete….


LILLY


Sì cara mammina..oggi l’è la tu’ festa e noi tutti ti auguriamo


FIORENZO


Un mondo di gioia mogliettina bella…


18


FELICITA


Cara la mi’ bambina e anche te maritino….


GILBERTO


(facendo smorfie perché la brocca gli sta bruciando le mani)Io vorrei sapere perché la me l’ha messa in mano…


(ognuno dà il proprio mazzo di fiori a Felicita)


FELICITA


Grazie,grazie a tutti un vu vi dovevi incomodare…..


DIONIGI


E questo unn’è nulla….Ho preparato anche un discorso,in versi…..


LILLY


Chissà che roba…


DIONIGI


Io sono,cara signora Felicita

Parecchio contento

e sul suo nome vorrei mettere l’accento,

e anche a lei piacerebbe,mi sa,

avere come nome Felicità


FIORENZO


(fra sé)E la bona donna di tu’ ma’….Bella,bellissima…i’ resto tu ce lo domani…I’ principio mi pareva bono….


leggerai


DIONIGI


Mah io fo icchè posso,un son mica Leopardi…


FELICITA


(a Fiorenzo) Tu lo potevi anche lasciar finire…poerino…


GILBERTO


(sempre con la la caffettiera in mano)La scusi ma vorrei andar via….


FELICITA


La scusi sa..ma sono un po’ frastornata (gli riprende la brocca)


FIORENZO


Vedi cara,questo signore prenderà in affitto il nostro appartamento su i’ Lungarno Serristori…


FELICITA


Bravo….La ci si troverà benissimo…


FIORENZO


(gli dà un biglietto)Questo è il mio biglietto da visita….ci sono tuti i miei recapiti,poi se mi vuol trovare sono qui…


GILBERTO


Perfetto,a presto…Bongiorno a tutti…(esce)


BRUNELDA


Si va anche noi…


FELICITA


Aspettate ancora un momentino…..


BRUNELDA


Grazie,ma la Carmelina la c’aspetta per l’ordinazione della spesa


RODOLFO


La   Carmelina….Accidenta


a lei,quando


arrivo


acasa


la


strozzo


quella


chiacchierona


19


FIORENZO


Pe’ stasera fissato,siete tutti invitati qui a cena,la festa della Felicita la si deve chiudere in bellezza


BRUNELDA


Va bene,arrivederci a stasera…..(esce)


FIORENZO


(a Rodolfo)Ripassa da me tra un pochino


RODOLFO


Va bene


BRUNELDA


Ma insomma che ti voi smovere,svelto…..


DIONIGI


(prima di uscire,a mezza voce)Signora Felicita….


FELICITA


Dimmi Dionigi…


DIONIGI


La un sa mica per caso se io piaccio alla Lilly?


FELICITA


Perché un tu glielo domandi,l’è lì…


DIONIGI


Mi vergogno…..


FELICITA


Sciocchino tu sei….alla tua età essere così timido….Va’ a fare una passeggiata su i’ mare


DIONIGI


Unn’ho voglia,mi fanno anche male i piedi….


FELICITA


Vai ti dico…dopo colazione ti mando la Lilly e così tu glielo potrai chiedere in tutta tranquillità…


DIONIGI


Io vo…speriamo che la mi dica di sì….perchè io…..(via sospirando)


FELICITA

LILLY


(mettendosi seduta) Via facciamo colazione… Sì perché c’ho abbastanza appetito..


FIORENZO


(estraendo dalla tasca un cofanetto) E questo un tu lo voi vedere?


FELICITA


Un regalo? (apre il cofanetto) Un pendente….con la tua immagine….Bello,bello davvero….Tu s’è troppo bono Fiorenzo…


FIORENZO


Non quanto tu meriteresti,cara la mi’ Felicita


FELICITA


(alla figlia)Vedi Lilly,l’augurio più bello che la ti pol fare la tu’ mamma,gliè quello che anche te tu possa trovare un marito affettuoso e soprattutto fedele come i’ tu’ babbo…


FIORENZO


(tossisce perché gli va a traverso i’ caffè)


20


ELEONORA


C’è la posta….Questo l’è per lei (dà una lettera a Fiorenzo)e queste due per la Lilly (le dà due lettere) Posso portar via….


FELICITA


Sì,sì Eleonora grazie…


ELEONORA


(canticchia)Sono tre parole,sole,cuore,amore…….(sparecchia ed esce)


FIORENZO


(dopo aver letto la prima pagina della lettera) (fra sé) Cara,cara la mi’ Suzona….(dalla busta esce una foto che cade per terra)


FELICITA


Chi ti ha scritto Lilly?


LILLY


Una mia amica…


FELICITA


Guarda Fiorenzo t’è cascata una fotografia


FIORENZO


(raccogliendo)Grazie…(fra sé) Accidenti l’è una fotografia della Suzona


FELICITA


Chi ti scrive?


FIORENZO


L’è i’ solito amico di Firenze….


FELICITA


(gli prende la lettera di mano) Fammi vedere…..


FIORENZO


(tentando di riprendergliela)Ma icchè tu voi vedere….


FELICITA


Ma icchè c’è di male….


FIORENZO


Nulla..nulla..però…..


FELICITA


E allora (si mette a leggere)Caro puffetto,sto partendo per Milano quindi non ci possiamo incontrare.Fammi lo stesso l’accredito sul mio conto corrente come mi ha promesso.Grazie e a presto.Pensami Suzona


FELICITA


Puffetto…Suzona….


FIORENZO


Son soprannomi…nient’altro che soprannomi che ci si dava quando s’era giovani..


FELICITA


E questo tuo amico ti chiede soldi così?


FIORENZO


Ma un tu capisci…l’incaricato di recapitare tutti i mesi a “quella persona” l’è lui, i’ mi’ amico Achille Suzona


FELICITA


Ah…ho capito i soldi pe’ i’ tu’ figliolo…


FIORENZO


Sta zitta un vorrei che la sentisse la Lilly.Ridammi la lettera


21


FELICITA


Aspetta un momentino c’è dell’altra roba in fondo…..Ti mando quella foto che mi chiedesti facendo le fusa come un gatto soriano…..


FIORENZO


(fra sé) Accidenti!!!


FELICITA


Un gatto soriano capisci?


FIORENZO


Tu voi un gatto?Appena si torna a casa te lo compro….


FELICITA


Macchè io un voglio nessun gatto ,da quello che capisco tu se’ te che tu facevi i’ gatto soriano pe’ avere quella fotografia…


FIORENZO


Ma vien via…..i’ mi’ amico Achille Suzona l’è sempre stato una sagomaccia….


FELICITA


Ma poi i’ ritratto di chi? Di’ tu’ figliolo? Fammi un po’ dare un’occhiata….

(prende la foto,poi sbalordita)Una donna…tutta gnuda….


FIORENZO


Uh….ma è possibile che tu veda sempre i’ bicchiere mezzo voto….Unn’è mezza gnuda…l’è poco vestita….


FELICITA


Ma chi l’è?


FIORENZO


(con tono drammatico) Vedi Felicita l’affare l’è dimorto..ma dimorto grave…L’è un segreto di famiglia..


FELICITA


Tu c’hai un altro figliolo?


FIORENZO


Macchè stai tranquilla…


FELICITA


Ma allora di chi l’è questa fotografia?


FIORENZO


Stammi a sentire (tentenando)….vedi….Felicita…tu devi sapere……vedi…


FELICITA


(spazientita) Ma icchè devo sapere?!?


FIORENZO


Rodolfo…il nostro caro amico Foffo…..


FELICITA


Dimmi…..


FIORENZO


(fingendo di piangere) I’ poero Rodolfo…..i’ poero Foffino….


FELICITA


Ma icchè l’ha fatto?


FIORENZO


Foffo…qui’ poeretto…..


FELICITA


Ma ti voi sbrigare…..


FIORENZO


I’


poero


Rodolfo…..Foffino….in


gioventu’


l’ha


commesso


lo


stesso


mio


22

sbaglio…Anche lui c’ha una figliola….

FELICITA                     Accidenti ma l’era un’epidemia….

FIORENZO                 Brava,come la suina…… Anche lui prima di sposare la Brunelda gli aveva una

bambina che l’ha fatto allevare di nascosto…E siccome poeraccio voleva avere

una una fotografia della su’ bambina,io ho incaricato i’ mi’ amico Achille

Suzona di mandarmela così appena lo vedo gliela do….Chissà come sarà

contento…

FELICITA                     Eh lo credo poerino…ma chi l’avrebbe pensato che anche lui….

FIORENZO                 Quando siam giovani un s’ha giudizio

LILLY                             (leggendo la seconda lettera,saltando sulla sedia)”Lilly tu m’acchiappi un

casino,voglio stare con te.Appena posso  vengo lì da te a i’ mare “ Ma io lo

dicevo che un gliero indifferente….

FELICITA                     Accidenti Lilly…come tu se’ diventata di bon’umore,chi t’ha scritto?

LILLY                             (richiudendo la lettera) Un’altra amica…..

DIONIGI                      (entrando)Sora Felicita,l’è tanto che aspetto

FELICITA                     Davvero sai …me n’ero scordata….poerino…Lilly,ascolta Dionigi che ti vuole

chiedere qualcosa….

LILLY                             A proposito di’ su’ amore per me…E allora carino mettiti pure l’anima in pace

perché di te un me ne importa nulla….

DIONIGI                      (quasi per svenire)

FELICITA                     A codesto modo tu gli farai venire un infarto

LILLY                             L’è bene che gli dica le cose come le stanno…..Da un mese a questa parte i’ mi’

cuore l’è stato rapito da un bellissimo ragazzo che ho conosciuto a ballare e

che io amo da impazzire….

FELICITA                     Ha sentito Fiorenzo,la l’ama da impazzire….

FIORENZO                 Che disastro….moglie mia…..(fra sé)L’è tutta me questa figliola…..

DIONIGI                      E io?

LILLY                             Te tu se’ un gran bravo ragazzo, ma un tu mi piaci…che vai in discoteca te,che ti

piacciano le ragazze immagine,che hai dei debiti…..


FELICITA                     Ma Lilly che sei impazzata?


23


FIORENZO


L’è tutta me…tutta me….


DIONIGI


Ma io sono un ragazzo per bene…


LILLY


Un dico di no,ma a me un tu mi piaci….


FELICITA


Ma finora un tu c’avevi mai parlato che tu c’avevi questo ragazzo…..


LILLY


Aspettavo a parlarvene perché ancora unn’ero sicura…..ma ora che invece so che gli interesso e che vole stare con me…o lui o nessuno….


DIONIGI


Mamma mia….l’infarto…l’infarto….


FELICITA


(va per soccorrerlo)


FIORENZO


Sie e noi ti si dà i’ permesso di frequentare un soggetto simile…


FELICITA


I’ tu babbo l’ha ragione…


LILLY


Ah sì..allora sapete icchè vi dico…o lui o m’ammazzo!!!(esce)


DIONIGI


(piagnucolando) Signora Felicita,signor Fiorenzo…che dolore….


FELICITA


Ma vien via….tu vedrai Dionigi che s’accomoderà ogni cosa…. Noi ti si dà i nostro aiuto….Vai vai a fare una bella giratina per fatti passare un po’ i nervi…..(Dionigi esce)


FIORENZO FELICITA


Bisogna che la Lilly la se lo faccia piacere a tutti i costi Dionigi,l’è figliolo di’ più

grande industriale di Prato….la si sistemerebbe proprio bene..co’ i nostro

patrimonio e quello di’ futuro socero…

Ma se un gli piace come si fa?


FIORENZO


Bisogna che la se lo faccia piacere in tutti i modi


FELICITA


Vedrai che si tratta solo di un capriccio momentaneo…Eppoi la nostra figliol l’è una ragazza così ragionevole che la si lascerà guidare e così la sarà felice…(sospirando)Si potesse fare così anche con quell’altro…..


FIORENZO


Quell’altro?!? (riprendendosi e sospirando) Eh già…


FELICITA


Manca qualcuno in questa casa caro Fiorenzo,qualcuno che unn’è responsabile degli sbagli de’ su’ genitori….


FIORENZO


O indo’ la vole andare a parare…


FELICITA


Mettiti a sedere qui vicino a me… Gliè dimolto tempo che c’ho in testa questo progetto…..


24


FIORENZO


Scusami Felicita ma unn’ho capito nulla…


FELICITA


Ma come un tu capisci,si tratta di’ tu’ figliolo…..Pensavo che sarebbe l’ora di farlo venire in casa nostra…tu capirai,anche te tu cominci a invecchiare e fare su e giù per andare a trovarlo un ti fa’ certo bene…Un ti pare?


FIORENZO


Vien via,smetti di scherzare….


FELICITA


Macchè scherzare ,io dico su i’ serio….Perchè un tu sei contento?


FIORENZO


Contento?...Contentone….(fra sé) Ma ora indo’ lo trovo i’ ragazzo?


FELICITA


Allora icchè tu ne pensi?


FIORENZO


Ma sai…l’è pe’ via della Lilly…..Icchè gli si dice?


FELICITA


Gli si dirà che l’è un lontano parente che stava in America e che essendo rimasto orfano,s’è deciso di farlo venire da noi…


FIORENZO


Mcchè macchè io un giovanotto in casa con la mi’ figliola un ce lo metto….


FELICITA


Peccato…..io invece sarei stata tanto contenta….Ma come si chiama un tu me l’hai mai detto….


FIORENZO


(tentennando)Si chiama…si chiama…..


FELICITA FIORENZO


Come?

Si chiama…si chiama…Voi che un sappia come si chiama….(fra sé)Un nome..un

nome…chi me lo dà un nome….


FELICITA


Allora?


FIORENZO


Accidenti un tu mi lasci nemmeno i’ tempo di rifiatare…Ma che ci tieni dimolto a sapere come si chiama?


FELICITA


Sì perché gliè come se fosse anche un po’ i’ mi’ figliolo…


FIORENZO


Si chiama…si chiama…Io gli do i’ nome di’ qui’ tipo che faceva i’ bischero con la Bambi….Lo sai Felicita come si chiama? Si chiama Alan….


FELICITA


Alan,solo?


FIORENZO


Macchè…c’ha


i’


cognome


della


sua


poera


mamma(a


voce


bassa)


Alan


Pennuti….


FELICITA


Come unn’ho capito….


25


FIORENZO FELICITA FIORENZO ALAN FELICITA FIORENZO RODOLFO FIORENZO RODOLFO FELICITA RODOLFO FELICITA FIORENZO FELICITA RODOLFO FIORENZO FELICITA FIORENZO RODOLFO


(a voce leggermente un po’ più alta)Alan Pennuti…

Ma icchè t’hai stamattina…che se’ diventato fioco…ridimmello…

(urlando) Alan Pennuti!

(entrando)Sono io! (vedendo Fiorenzo) Cavolo..ma quello l’è l’amante della

Bamby…l’è meglio smammare..(esce)

Hai sentito Fiorenzo…qualcuno l’ha detto son io……

L’ho sentito anch’io….Chi è che ha detto son’io……

(entrando)E son’io..

Guarda chi l’è…..

O chi tu voi che sia…son’io!

(battendogli    sulla    spalla)Anche    lei    signor    Rodolfo…ma    chi    l’avrebbe

immaginato…

Icchè?

La guardi sulla tavola icchè c’è….

Sulla tavola…

La fotografia che tanto l’aspettava….la s’è ricevuta poco fa…

Ma che fotografia?

(in un orecchio a Rodolfo) Dopo ti spiego tutto!

Via la un faccia i’ timido…la fotografia…della su’ figliola….(esce)

Della tu’ figliola……(esce)

(prende la foto sulla tavola) La fotografia della mi’ figliola?....(ripensandoci)Ma

quando l’ho fatta….Fiorenzo…Fiorenzo…..


26

ATTO SECONDO

NIVES

Insomma qui’ poero Dionigi unni sta mica bene…..

ADELASIA

Poeraccio a sentissi rifiutato in qui’ modo…..

NIVES

Sì,sì

l’ha ragione l’è stato uno stress psicofisico notevole ma unn’è nulla di

grave…

ADELASIA

Bisognerebbe trovare un bravo dottore,che c’ha qualcuno da consigliargli…

NIVES

Diamine la pensi che l’altra settimana era a Salsomaggiore per passare le acque

e ni’ mi’ albergo c’era un Congresso di medici…n’ho conosciuti tanti….Con uno

c’ho avuto anche un incontro ravvicinatissimo…

ADELASIA

Davvero?La mi dica,la mi dica….

NIVES

S’era a cena allo stesso tavolo e come l’è come unn’è lo invitai in camera

mia….Si bevve un gocciolino in più…e ci si ritrovò sotto le coperte…ha capito

insomma…

ADELASIA

Ho capito,ho capito un son mica grulla….

NIVES

Dopo che s’era fatto icchè si doveva fare,lui mi fa:Scommetto che un tu

t’immagineresti mai qual è la mi’ specializzazione….Tu sbagli gli risposi:tu sei un

anestesista…..

ADELASIA

O come l’aveva fatta a indovinallo?

NIVES

Unn’avevo sentito nulla….

ADELASIA

Allora se la conosce tanti medici la mia dia l’indirizzo d’un bravo dietologo…I’

mio un mi dà fiducia…La pensi che tempo fa m’aveva dato una cura che la

c’aveva  degli  effetti  collaterali  parecchio  fastidiosi…uh  uh…ero  diventata

nervosa…..Una mattina leticai con la mi’ vicina di casa e gli mangiai un

orecchio….Preoccupata tornai subito da i’ dottore e glielo dissi ma lui tutto

serafico mi rispose.Venga via la un si preoccupi un orecchio saranno al

massimo cinquanta calorie….

NIVES

Uh…a proposito di dottori…Voglio chiamare i’ mi’ marito oggi l’è andato pe’

l’invalidità….Scusi lo chiamo….(prende il cellulare compone il numero)Pronto

Sileo

allora  come  l’è  andata…Ah  ho  capito….Come  solo?  Sì,sì  ho

capito…..vabbene ci si risente stasera…..Ciao…(riattacca)


27


ADELASIA


Come l’è andata?


NIVES


Mica bene….Dice che i dottore gli ha detto si tolga la giacca…poi si tolga la camicia,poi la canottiera….Basta così: poi gl’ha detto gli do i trenta per cento…


ADELASIA


Un po’ pochino….


NIVES


Di certo..se seguitava e gli faceva levare anche i pantaloni e le mutande dava anche l’accompagnamento….


gli


ADELASIA


Via via…andiamo a veder come sta qui’ povero Dionigi….


NIVES


L’ha ragione…l’è capace sia ancora tutto un monte…..(escono)


FELICITA


Che disgrazia….ma chi l’avrebbe mai creduto….


FIORENZO


Davvero sai….


FELICITA


Orami un ci si pol far più nulla….Poero Fiorenzo la un ti voleva codesta batosta.In un giorno tu sei invecchiato di diec’anni…..


FIORENZO


L’è stato un gran colpo…..C’ho ancora tutto un gran tremito addosso….


FELICITA


Poerino…Vo in cucina a farti fare una bella tisana….. (fa per andare)


FIORENZO


(si frega le mani e si mette a saltellare)L’è andata bene….l’è andata bene….


FELICITA


Oh icchè tu fai,che ti metti a ballare?


FIORENZO


Macchè ballare…l’è tutto i’ nervoso che ho ancora da scaricare


FELICITA


Allora la tisana te la fo fare bella carica (esce)


RODOLFO


Tu se’ un amico fenomenale…Ho capito tutto…la fotografia…la figliola…..


FIORENZO


Ma icchè t’hai capito?


RODOLFO


Ho capito che t’hai inventato tutto perché anch’io divertirmi senza dare tante spiegazioni finga d’aver figliola,come te insomma


per poter andare a da occuparmi d’ una


FIORENZO


Un tu l’avrai mica detto alla tu’ moglie?


RODOLFO


Siè un son mica scemo un gliel’ho detto,gliel’ho scritto…Una lettera parecchio commovente…gli scritto che quando ancora un s’era sposati ho avuto una bambina da una ragazza che la morì di parto.....quindi la figliola l’è rimasta sola a i’ mondo e he bisogna aiutarla…


28


FIORENZO


Chissà la Brunelda quando la la leggerà….


RODOLFO


La stianta…così me ne libero alla grande…Senti a proposito m’è venuta un’idea…Perché la tu’ figliola la un si fa sposare a i’ tu’ figliolo….


FIORENZO


Tu sei arrivato tardi, i’ mi’ figliolo l’è morto…


RODOLFO


O da quando?


FIORENZO


Da qualche ora…l’ho dovuto ammazzare intrafinefatta….Ma lo sai chi l’è stato a spingermi a commettere questo omicidio?


RODOLFO


Un saprei….


FIORENZO


La mi’ moglie,quella bravissima donna l’è stata l’artefice d’un figlicidio…


RODOLFO


Perché la un lo voleva?


FIORENZO


Sie..la lo voleva a tutti i costi qui in casa nostra….Allora ho dovuto inventare un telegramma tragico di’ mi’ amico di Firenze che mi informava della morte di qui’ poero ragazzo…..Tu sapessi come la c’è rimasta….la s’è messa piangere come una vite tagliata… E io invece mi son tolto da questo po’ po’ di pasticcio….


RODOLFO


Ho capito..ma ora pe’ andare a spassartela in giro come tu farai?


FIORENZO


Tu vedrai che inventerò qualche altra cosa…. Zitto c’è la mi’ moglie….


FELICITA


(entrando con una tazza)Tieni,tieni…la ti farà bene…Signor Rodolfo l’ha saputa la brutta notizia?


RODOLFO


Sì sì me l’ha detto lui…..


FELICITA


Poero i’ mi’ Fiorenzo…..(piagnucola)


FIORENZO


(piagnucola anche lui,poi a Rodolfo)Piangi anche te animale….


RODOLFO


Ah…devo piangere anch’io (si mette a piagnucolare)Fatevi coraggio…


FELICITA


Si sarebbe stati tanto felici…Qui poero ragazzo si sarebbe potuto godere i’ su babbo,l’avrebbe trovato in me una mamma,in più anche una sorella e invece….Signor Rodolfo io gli auguro di non provare questo dolore,perché anche lei la c’ha una figliola…


RODOLFO


Sì ma per ora la stianta di salute…..


LILLY


(entrando)O icchè c’è stato?


29


FELICITA

FIORENZO

RODOLFO

FELICITA

RODOLFO

RODOLFO

LILLY

RODOLFO

LILLY

FIORENZO

RODOLFO

FIORENZO

RODOLFO

FELICITA

FIORENZO

RODOLFO

LILLY

FIORENZO

FELICITA

LILLY

FELICITA


(piangendo)Tu     sapessi,tu     sapessi     che     disgrazia…S’è    saputo     che     i’

figliolo…(ripensandoci)No un gli si pol mica dire alla Lilly…I’ figliolo di……..

Di Rodolfo,di’ nostro povero amico Rodolfo…..

Ehhhh?

Davvero..ieri stava benissimo….

E oggi invece zac…gliè sparito e per sempre……(a Rodolfo)Piangi disgraziato

sennò la un ci crede….

E ora mica uno…ce n’ho due de’ figlioli….

Quanto mi dispiace…..veramente però un lo sapevo che lei e la signora

Brunelda vu c’avessi un figliolo…..

Veramente un l’ho fatto mica con la mi’ moglie….

O che l’ha fatto da solo?

Poeromo un tu lo vedi  che un sa più quello che dice (a Rodolfo)Piangi,piangi

animale!

(piange esageratamente)

Coraggio amico mio….tieni bevi un po’ di tisana

(ne beve un sorso,poi schifato)Accidenti la pare fango…

L’ho fatta fare bella carica…..

Si va un po’ in piscina?

Ovvia,questa sì che l’è una bona idea…

Come gliè morto i’ figliolo e pensa a andare in piscina….

E fo pe’ distrallo sennò mi more di dolore…

Tu fa bene….fallo un po’ distrarre….

(escono Fiorenzo e Rodolfo)

Scusa mamma mi spiego un po’ la storia di’ figliola di signor Rodolfo…

Vedi,non avendo figlioli i’ signor Rodolfo e la signora Brunelda l’avevano


30

adottato un povero orfanello….


LILLY


E gli avevano dato i’ loro cognome?


FELICITA


No..no… si chiamava…..(fra sé) I’ nome glielo posso dire….Qui’ poero ragazzo si chiamava Alan Pennuti…


LILLY


(svenendo)Alan Pennuti…..


FELICITA


Lilly,Lilly   icchè    t’è    preso….Di


certo


l’arrabbiatura


che


la


s’è


presa


stamattina…Eleonora,Eleonora…


ELEONORA


(entra) Lilly…Icchè l’ha fatto?


FELICITA


Tutt’un tratto la mi s’è svenuta….sorreggila un momento,vo a prendere l’acqua antisterica ce l’ho su in camera….(esce)


ELEONORA


(a Lilly che sta riprendendosi) Lilly…ichhè l’è successo?


LILLY


Tu sapessi…tu sapessi…i’ mi’ Alan….i’ mi’ Alan….Un lo rivedrò più…..


ELEONORA


Perché la lasciata?


LILLY


Sì per sempre….gliè morto……


ELEONORA


Tutt’a un tratto….


LILLY


Sì…..

(entra Alan)


ALAN


Speriamo che qui’ brutto ceffo di’ Marsilio Marsicani sia andato via….sennò gli ritorna di cero a mente di quando gli beccai la Bamby…


FELICITA


(entrando)Xccomi,eccomi,un la trovavo…


ELEONORA


(vedendo Alan)Scusi lei chi è,cosa desidera?


ALAN


Io? Io sono Alan Pennuti!


(Le tre donne,dopo aver urlato,scappano)


ALAN


Accidenti che accoglienza!


FIORENZO


(vedendo Alan) Alan Pennuti qui?


ALAN


Marsilio Marsicani?Speriamo che la gli sia passata?


FIORENZO


(fra sé) E io che ho dato a intendere alla mi’ moglie che l’era stiantato…


31


ALAN


Come la sta signor Marsilio?


FIORENZO


(meravigliato) Signor Marsilio? (fra sé) Ah già che stupido…lui mi conosce per Marsilio Marsicani,possidente di campagna….(riprendendo)bene,benissimo grazie…..


ALAN


(gli tende la mano)Ma via signor Marsilio…sotteriamo l’ascia di guerra fra due “peperini” come noi..la un ci si deve prender se uno porta via la ganza a quell’altro.Oggi capita a me,domani a lei…Del resto appena seppi che la Bamby l’era roba sua la mollai subito…e dopo qualche giorno mi consolai con un’altra cubista,la vedesse che schianto…..la si chiama Suzona….


FIORENZO


Suzona,l’ha detto Suzona? Ma lei la mi fa una porcheria dietro l’altra,la mi’ piglia tutte le mi’ ganze….


ALAN


Come anche la Suzona l’era roba sua?


FIORENZO


Sì carino anche la Suzona dopo la Bamby


ALAN


La capirà io unne sapevo nulla….Eppoi con la nulla…


Suzona un c’è stato nulla di


FIORENZO


Ma che mi racconta le novelle….


ALAN


No,no la mi deve credere,ora ho deciso di mettere la testa a posto e ho deciso di fare le cose su’ i’ serio con una brava ragazza che la m’ha preso un casino,l’ho conosciuta in discoteca un po’ di tempo fa e da allora unn’ho mai smesso di pensare a lei…Anzi la senta signor Marsilio siccome da quello che ho capito anche lei l’è ospite di quest’albergo la dovrebbe conoscere la famiglia di questa ragazza…ecco gli chiedo di metterci una parola bona …


FIORENZO


(fra sé) L’è lui i’ disgraziato che che l’ha fatto perdere i’ capo alla mi’ figliola…Ora sì che mi posso vendicare e sbarazzamenne pe’ sempre….(rivolto ad Alan)Caro giovanotto…la si metta a sedre perché i’ discorso che ho da fargli l’è parecchio lungo…


ALAN


(sedendosi)la mi dica..la mi dica….


FIORENZO


La signorina Lilly lè una gran brava ragazza,la su’ mamma una donna ammirevole,ma i’ su’ babbo…i’ su’ babbo… l’ un disgraziato farabutto che sperpera tutto i’ patrimonio con le donne


ALAN


Cero se i quattrini son sua li pol spendere come vole…


FIORENZO


Sua…..I’ quattrini son della su’ moglie e della su’ figliola…A quella poera ragazza u gli rimarrà nemmeno un centesimo….


32


ALAN


Di codesto un mi preoccupo, finanziariamente son sistemato bene….


FIORENZO


(fra sé) Questa la unn’attacca…Inventiamone un’altra…..(ad Alan) Eh ma c’è dell’altro caro mio…La si figuri che gliè stato dentro pe’ un ferimento…..


ALAN


L’avranno offeso……


FIORENZO


(fra sé) La un va bene nemmen questa….Rincariamo da dose (ad Alan)Ma unn’è mica stata la prima volta sa….la seconda….o la terza…. La seconda pe’ furto con scasso e la terza per rapina a mano armata….(fra sé) Mi pare che ora basti!


ALAN


Cavolo ma allora l’è un delinquente su i’ serio…


FIORENZO


Un delinquente la dice…io direi una bestiaccia capace di tutto e lei che l’è una persona perbene un gli merita di certo imparentarsi con un tipo di’ genere….


ALAN


Sì sì l’ha ragione signor Marsilio,anzi grazie di avermi informato….arrivederci…


FIORENZO


(ad Alan che sta per uscire)Arrivedello……la si faccia coraggio giovanotto…..


RODOLFO


(entra) O chi l’era a quello che andava via a gambe levate….


FIORENZO


L’era quello che avevo dato i’ su’ nome a i’ mi’ figliolo morto….


RODOLFO


(Lo guarda sbigottito)


FIORENZO


Menomale che con un’altra delle mi’ pensate me ne sono sbarazzato per sempre…


ALAN


(rientrando) Sta arrivando Suzona…..(scappa)


FIORENZO


Icchè t’hai detto?


RODOLFO


Io nulla…..


FIORENZO


Eppure qualcuno l’ha detto Suzona…….(a Rodolfo che è perplesso)Eppure qualcuno l’ha detto questo nome….(va verso il fondo,poi precipitosamente)la c’è davvero la Suzona…


RODOLFO


La Suzona..o chi l’è?


FIORENZO


Come chi l’è la mi’ amante..la tu figliola…..(esce)


RODOLFO


La mi’ amante..la tu’ figliola…ma che se’ briaco…..(esce)


SUZONA


(entrando) Mamma mia….che posto da provincialotti……C’è nessuno…..


ELEONORA


Eccomi….Buongiorno desidera?


33


SUZONA


Sto cercando il signor Uberto Perticiil industriale tessile sono stata a dare un’occhiataa all’appartamento che certi signori che alloggiano qui,affittano sui lungarni a Firenze ed il signor Pertici mi ha data appuntamento qui….


ELEONORA


Veramente questo signor Pertici non lo conosco,non è fra i clienti dell’albergo…..


SUZOSA


Ma veramente……


ELEONORA


Glielo assicuro….


SUZONA


(con fare altezzoso)Va bene, va bene….(fra sé) Che provincialismo….(esce)


ELEONORA


Accidenti come l’è vestita……O l’è una grande artista o una gran….


LILLY


(entrando)Mi pare che la prova più certa che unn’è morto sia quella che gliè ancora vivo,vero Eleonora?


ELEONORA


Come?


LILLY


Dicevo che la prova più sicura che Alan unn’ morto l’è quella che sia ancora vivo no?


ELEONORA


Codesto ragionamento un fa una grinza….


LILLY


L’ho rivisto dianzi dalla finestra di camera mia…Ne son sicura….Ecco io vorrei sapere chi l’è quell’imbecille che l’ha inventato che l’era morto


ELEONORA


Di sicuro sarà stato uno che si chiamava come lui


LILLY


Ma lo sia che Alan l’è i’ figliolo adottivo di signor Rodolfo e della signora Brunelda


ELEONORA


Davvero?


LILLY


Sì la me l’ha detto la mi’ mamma…poeraccio chissà come sarà rimasto male quando dianzi e sian scappate tutte impaurite….


ELEONORA


Pe’ forza si credeva che fosse un fantasma…


ALAN


(entra,appena vede le due cerca di fare marcia indietro)


LILLY


(ad Eleonora) L’è ritornato,vai lasciaci soli…


ALAN


(entrando) Ciao!


34


LILLY


Ciao….Son proprio contenta di rivederti…. Scusa perla fuga di dianzi,sai un t’aspettavo…così…Perché la lettera che ho ricevuto ieri la m’aveva reso veramente felice….e invece tutto a un tratto…che cosa spaventosa


ALAN


La deve sapere tutto…..


LILLY


Ma ora tu sei qui…e questa l’è la cosa più importante….dimentichiamo tutto


ALAN


(fra sé)Proprio tutto no…


LILLY


Che gli hai visti i signori Sacripanti?


ALAN


I signori Sacripanti….


LILLY


Allora ho capito un tu li hai gl’hai ancora visti….


ALAN


Ho visto invece il signor Marsilio e m’è bastato…


LILLY


I’ signor Marsilio?


ALAN


Sì,sì il signor Marsilio Marsicani,e ho parlato parecchio con lui…di te…


LILLY


Sai io unn’ho nessun pregiudizio….su di te…


ALAN


(fra sé) Sfido co’ i’ babbo che la si ritrova…..


LILLY


Te tu poi parlare subito con i miei genitori…se tu voi ci si puo’ far parlare il signor Rodolfo e la signora Brunelda…anche se in fondo te un tu sei mica i’ su figliolo…


ALAN


(fra sé) Di chi?


LILLY


Dei signori Sacripanti


ALAN


(fra sé) Ma chi cavolo sono questi signori Sacripanti


LILLY


Allora fatti avanti,senza paura come dice sempre i’ mi’ babbo…


ALAN


(fra sé) Lo so che i’ su’ babbo unn’ha paura di nulla…di quello sono gli altri che devano avere paura di lui….


LILLY


I signori Sacripanti saranno felicissimi…..


ALAN


(fra sé)E ridagli con questi signori Sacripanti…. Vedi Lilly,poco fa ho parlato co’ i’ signor Marsilio e lui mi ha detto che te tu sei una gran brava ragazza,che la tu’ mamma l’è una donna perfetta ma i’ tu babbo ..te lo raccomando….gliè stato due volte in galera….


35


LILLY

ALAN


I’ mi’ babbo in galera…ma icchè tu dici? Questo signor Marsilio l’è un

pazzo…sarà senz’altro un nemico di’ mi’ babbo……e tuo perché in questo modo

ti voleva allontanare da me…

T’hai ragione….


LILLY


Promettimi che quando tu incontri questo signor marsilio tu gli darai una lezione come si merita...farabutto!


ALAN


Te lo prometto…e ora vo’ a dare subito la bella notizia di noi due alla mi’ mamma…


LILLY


Sì sì vai dalla signora Brunelda,spero che la unn’abbia da ridire di me anche se l’è tanto scorbutica…


ALAN


(fra sé) La deve essre una su’ zia questa Brunelda (esce,scambio di sguardi con Lilly)


LILLY


(correndo incontro a Rodolfo che sta entrando) Signor Rodolfo,la sapesse che felicità…che gioia!!!


RODOLFO


L’è schiattata la mi’ moglie…..?


LILLY


Ma icchè la dice….Si tratta di lui…Gli è vivo…vivo capisce?


RODOLFO


Io veramente un capisco nulla…Lui chi?


LILLY


I’ su’ figliolo!


RODOLFO


I’ mi’ figliolo?


LILLY


Sì sì i’ su figliolo,lui mi ama,io lo amo e noi ci amiamo insieme…..


RODOLFO


A me mi sembran diventati tutti grulli vai vai…(esce rapidamente)


FELICITA


(fra sé) Quasi quasi si potrebbe pensare a un fantasma se un l’avessi visto con quest’occhi…


LILLY


(vedendola) Mamma,mamma se tu’ sapessi…..Alan…


FELICITA


Lo so ,lo so…l’ho visto anch’io


FIORENZO


(entrando)C’è la Felicita,ora icchè gli invento….


FELICITA


Fiorenzo vien qua…C’è da chiarire alcune cose…Lilly,lasciami sola co’ i’ tu babbo…(appena è uscita la figlia) Fiorenzo i’ tu figliolo l’è vivo…


FIORENZO


Ma no unn’è possibile…


36


FELICITA


L’è possibilissimo,l’ho visto co’ mi’ occhi….


FIORENZO


Che bella notizia….Ma sei sicura?


FELICITA


Tu lo sapevi che i’ tu’ figliolo l’era vivo….allora perché tu mi volevi dare a intendere i’ contrario?


FIORENZO


(fra sé)E ora icchè gl’invento……Vedi i’ mi’ figliolo può essere vivo per tutti ma non per me….


FELICITA


E i’ motivo?


FIORENZO


Vedi quando tu mi dicesti di prendere con noi qui’ ragazzo,io gliera diverso tempo che gli avevo scritto per dirgli di venire a stare con noi…Ti volevo fare una sorpresa per la tu’ festa…


FELICITA


E io che credevo…..Fiorenzo tu se’ un santo….


FIORENZO


Via unn’esageriamo proprio un santo no…dicamo un santino…Un tu t’immagini di quando ero contento quando tu mi facesti scrivere quella lettera per farlo venire ad vivere da noi…Mi pareva di scoppiare (fra sé) Se un scoppio ora un scoppio più….Quando andai a pigliallo---


FELICITA


A pigliallo indove?


FIORENZO


Alla stazione…Lui scende da i’ treno…ci s’abbraccia (fra sé)indo’ vo’ a finire un so…Lo vedo tutto nero…..


FELICITA


Tutto nero?


FIORENZO


Sì ma unn’era sudicio…l’era nero d’umore…Mi brutta le braccia a i’ collo e mi dice:babbo,babbo son rovinato….Glia aveva fatto….gli aveva fatto…..


FELICITA


Icchè l’aveva fatto? Scommetto dei dei debiti…


FIORENZO


Brava tu c’hai indovinato…Qui’ disgraziato l’aveva fatto più di diecimila euro di debiti per pagare cene e regale alle cubiste ….


FELICITA


E come vu’ siete rimasti?


FIORENZO


Male….l’ho scacciato come un cane…


FELICITA


Ma abbia pazienza,comprendilo,anche te tu’ se’ stato giovane….


FIORENZO


Sì ma io unn’ho mai speso un soldo pe’ le donne….(convulso di tosse)


FELICITA


No,no unne sta bene…abbandonarlo a se stesso…..bisogna aiutarlo….la vita l’è dura e lui potrebbe trovarsi in serie difficoltà e allora la t’avresti de’ rimorsi di


37

coscienza che un ti farebbero vivere tranquillo…ricordati che tu’ sei i’ su babbo…


ELEONORA


C’è il signor Alan Pennuti


FIORENZO


Digli che io un lo voglio ricevere


FELICITA


No,no un si pol mandare mica via così poero ragazzo,sentiamo quello che c’ha da dirci….fallo passare vai Eleonora,grazie!


FIORENZO


Io te lo dico subito un ci parlo assolutamente…


ALAN


Signora…..


FELICITA


La venga la venga signor Alan….La s’accomodi


ALAN


(sedendosi tira un calcio a Fiorenzo) (fra sé)Tu l’avere!(a voce alta) Poi si regolerà i nostri conti… La vedrà signor Marsilio chi sono io!!!


FELICITA


Ma perché ti chiama Marsilio?


FIORENZO


(piano) Perché gli ho detto che un lo voglio più come figliolo


FELICITA


Certo ti somiglia parecchio…..La scusi se gli parlo con schiettezza ma io sa un so fingere…


FIORENZO


Io c’ho piacere di parlare con persone sincere….


FELICITA


Vede tanto io che i’ mi’ marito si sa bene che siamo giovani una volta sola nella vita…ma un bisogna esagerare,capito…..e i’ su babbo l’ha ragione ad essere un po’ arrabbiato con lei


ALAN


La conosce i’ mi’ babbo?


FELICITA


Eh se lo conosco…..e a parecchio bene


FIORENZO


(fra sé) Se un tiro i’ calzino ora un lo tiro più….


FELICITA


I’ su babbo glie un omo parecchio bono e son sicura se la gli promette di non fare più ragazzate,gli perdonerà ogni cosa….


ALAN


Io la ringrazio tanto signora…Un so come contraccambiare la su cortesia…


FELICIA


Ma nulla caro….Ora un gli resta….


ALAN


(uscendo)Che andare a chiamare la mamma…..


FIORENZO


(fra sé) Vai..ora la frittata l’è belle fatta!


38


FELICITA


Icchè l’ha detto la su’ mamma? Ma perché tu m’avevi detto che l’era morta….


FIORENZO


Se tu lo vuoi proprio sapere,Felicita,l’è proprio perché c’aveva la su’ mamma con sé che mi sono arrabbiato come una furia….


FELICITA


Io spero che un c’abbia nessun legame con quella donna…


FIORENZO


Ma che scherzi…


FELICITA


Giuramelo!!!


FIORENZO


(solenne)Te lo giuro sulla testa di’ mi’ figliolo…..Guarda ora vo e metto alla porta lui e la su’ mamma….


FELICITA


No..no..no sono io che voglio conoscere quella donna---


FIORENZO


(fra sé) Accidenti a quando ho inventato di avere un figliolo….


ALAN


(rientrando con la mamma)Vi presento la mi’ mamma!


ARGENIDE


Signora ,liete di fare la su’ conoscenza…signore….


FELICITA


La s’accomodi…la s’accomodi pure….sarà inutile che gli presenti i’ mi’ marito perché la lo conosce bene…..


ARGENIDE


Veramente…..


FELICITA


(fra sé) Faccia tosta….La c’ha fatto un figliolo…..


ARGENIDE


Poco fa nel giardino dell’albergo ho conosciuto una graziosa ragazza,penso che la sia la su’ figliola…


FELICITA


Sì…l’è una bravissima ragazza perché sa la s’è sempre tenuta con noi, io l’ho sempre parecchio seguita sa…unn’ho fatto come certe mamme che le lasciano i figlioli a giro per il mondo..


ARGENIDE


Eh lo dice a me….


FELICITA


(fra sé) Lo dico a lei sicuro! La l’ha scodellato un figliolo e l’ha mollato come un pacchetto postale….


ARGENIDE


Oggigiorno le ragazze ben seguite dalla famiglia l’è sempre più rare…Son proprio sicura che quella ragazza la sia veramente un angelo,purtroppo non posso dire altrettanto di Alan….


FELICITA


Poco fa gl’ho fatto un bel discorsino….


39


ARGENIDE


L’ha fatto proprio bene….Però in fondo unn’è un cattivo ragazzo e la su’ figliola la un si pentirà se la lo sceglie pe’ marito…


FELICITA


Icchè? Icchè l’ha detto? Ma che è diventata matta…matta…matta…..(esce)


FIORENZO


La la scusi ma i’ mare un gli fa bene alle mi’ moglie…sa la soffre di nervi…..L’anno prossimo la porterò in montagna…


ARGENIDE


Fa bene…povera donna….si vede che l’è proprio esaurita….


BRUNELDA


(correndo dietro a Rodolfo)Disgraziato,farabutto…..(lo picchia)La guardi so’ Fiorenzo (gli fa vedere una lettera) La guardi icchè ho trovato ni’ mi’ cestino da lavoro….Quiesto disgraziato c’ha una figliola e io unn’ho mai saputo….Ma io l’ammazzo….lo spezzo in due….


LILLY


(entrando)Sora Brunelda,sora Brunelda gliel’ha detto i’ su’ marito che i’ su’ figliolo…..


BRUNELDA


Come…t’hai anche un figliolo?!? Disgraziato….due …maschio e femmina…..


SUZONA


(entrando) Ho parlato adesso con l’agente immobiliare,mi ha detto che il signor Pertici ci ha dato appuntamento qui….


BRUNELDA


La figliola del mi’ marito….(sviene)


ALAN E


La Suzona!!! (scappano)


MARSILIO


SUZONA


Alan..Marsilio (sviene)


GILBERTO


Suzona mia bella…..ODDI LA MI’ MOGLIE


ARGENIDE


(urlando) I’ mi’ marito (sviene)


40


FELICITA


(entra)


LILLY


Mamma,mamma…tu sapessi come son contenta…quanto gli vole bene a i’ mi’ Alan…


FELICITA


Disgraziata!!!! L’è i’ tu’ fratello (sviene)


LILLY


I’mi’ fratello?????(sviene)


DONIGI


Signora Felicita…(vedendo tutti svenuti)Ma qui son tutti morti….Oddio che paura…..(viene)


GILBERTO

Ma vedi tesoro appena ho visto la mi moglie ho pensato che l’era meglio

un

fassi vedere…un volevo creare altri problemi… (vedendo riapparire Argenide

scappa)

(entrano Argenide….si siede,poi subito dopo Rodolfo e Brunelda)

RODOLDO

(fra sé) maremma cane…c’è la mi’ figliola…

BRUNELDA

(fra sé) La mi’ figliastra (a Suzona)Finalmente la trovo qui…..

ARGENIDE

Come anche lei conosce questa signorina……

SUZONA

Icchè la intende dire con “signorina”?

BRUNELDA

Ma la un si vergogna a portare via i’ mariti all’altre donne…

SUZONA

Ma lei farnetica….

ARGENIDE

No..no un farnetico…l’ho visto proprio co’ mi’ occhi i’ mi’ marito fare i’

cascamorto con lei….Messalina…..

BRUNELDA

(al marito)Senti senti la tu’ figliola…la dev’essere un soggettino a caso…

ARGENIDE

Capite..capite…i’  mi’  marito

abbracciato  a  quella  spudorata…ma

io

l’ammazzo…l’ammazzo (esce)

BRUNELDA

(avvicinandosi) E ora tocca a me….signorina….

RODOLFO

(fra sé)Io andrei volentieri a fare una giratina…

BRUNELDA

Vede io unn’ho avuto la fortuna d’avere un filgiolo…

RODOLFO

La colpa la unn’è mica stata mia…


41


BRUNELDA


Te chetati perché un tu lo poi sapere…..Dunque dicevo,che unn’ho mai avuto la fortuna d’avere un figliolo ma l’istinto materno l’ho sempre avuto ni’ sangue e lo sento ancora….Così la si pole immaginare come ci son rimasta a sapere che i’ mi’ marito l’è babbo di du’ figlioli mentre io un son la mamma di nessuno….


SUZONA


Ma io icchè c’entro…


BRUNELDA


Eppure dopo i’ primo momento di raqbbia…pe’ questo istinto materna che sento ni’ mi’ sangue…m’ero illusa magari da vecchia di far la mamma anch’io…


RODOLFO


Un ci mancherebbe che questo…


BRUNELDA


T’ho detto di chettatti!!! Dicevo frea me:forse questi du’ ragazzi potrebbero essre la consolazione della nostra vecchiaia……son du’ bravi ragazzi….ma mi accorgo invece che per quanto riguarda lei,signorina,mi sono decisamente sbagliata perché qualche volta un dico di no…mi son fatta fotografare ,ma vestita,mica tutta gnuda come lei….


RODOLFO


Macchè tutta gnuda…mezza…..


BRUNELDA


Io capisco che la colpa l’è tutta di’ su’ babbo


SUZONA


Ma icchè c’entra i’ mi’ babbo…..


BRUNELDA


C’entra eccome perché i du’ dovere l’era quello di vegliare su di lei,di educarla a i’ bene e non fargli mettere tutto in mostra come in questa fotografia…..


SUZONA


Ma la la finisca di dire bischerate perché a me la m’ha belle rotto….


BRUNELDA SUZONA


Ma vede io potrei…..

Potrei un corno…..


BRUNELDA


(al marito) Ha’ sentito?La m’ha detto un corno……


RODOLFO


Vien via….lascia perdere corno più..corno meno…..


BRUNELDA


Certo un ti faccio i’ mi’ complimenti perché questi figlioli tu gli hai educati dimolto ma dimolto male… Se quell’altro e somiglia alla sorella c’è sta’ freschi


RODOLFO


(fra sé)Già un me lo ricordavo ..c’ho anche i’ maschio


BRUNELDA


(vedendo entrare Alan) Eccolo…Ora gli vo’ a parlare….Giovanotto!!!


ALAN


La mica signora….


BRUNELDA


Sa per quell’istinto materno che sento ni’ mi’ sangue…..


42


RODOLFO


(fra sé) Ora la glielo racconta anche a lui….


BRUNELDA


Capisco che l’unico colpevole in tutta questa faccenda l’è i’ su’ babbo…


ALAN


(fra sé) Anche questa la conosce i’ mi’ babbo----


BRUNELDA


Ma io unn’ho nulla da rimproverarmi e non mi posso portare addosso per tutta la vita una colpa che la unn’è mia…ma voglio riediare a i’ male che l’ha fatto i’ su babbo…Quanto è vero che mi chiamo Brunelda Sacripanti….


ALAN


(fra sé) Sacripanti……Finalmente dopo tanto so chi sono questi Sacripanti….


BRUNELDA


Però io unn’intendo riconoscere né te ,né quella spudorata della tu’ sorella….


ALAN


La mi’ sorella?


BRUNELDA


Sì s’ la tu sorella…ci siamo intesi….Addio povero ragazzo…Rodolfo moviti!!!


RODOLFO


(fra sé)Menomale che si va via…Eccomi Bruneldina…


ALAN


(a Rodolfo) Ma la su’ moglie che è malata all’ultimo piano….


RODOLFO


La se ne accorto anche lei?


ALAN


La capirà con quei discorsi…..che è dimolto tempo che l’è in quelle condizioni?


RODOLFO


Dopo i’ primo giorno di matrimonio……Ma sa basta facci l’abitudine….


Alan esce,Fiorenzo entra


RODOLFO


Senti Fiorenzo io unne posso più…unne posso più….C’ho i’ cervello in campanelle…qui succedano delle cose da diventare scemi….Menomale che la mi’ moglie la m’ha sbarazzato in cinque minuti de’ du’ figlioli che tu m’avevi appioppato…


FIORENZO


Ma allora tu se’ fortunato…..Invece a me m’è restato un figliolo che si gode tutte le mi’ amanti,l’è innamorato della mi’ figliola e la mi’ moglie la li crede fratello e sorella….però spero di aver trovato i’ mezzo per accomodare questo imbroglio…..


RODOLFO


Ma ora come tu la rimedi…lui l’è ancora qui…..


FIORENZO


Alan?


RODOLFO


Lui e anche la Suzona!


FIORENZO


Allora l’unica cosa da fare l’è scappare…..


43


RODOLFO


Macchè scappare…l’unica cosa l’è tu’ confessi tutto alla tu’ moglie….(vedendo felicita che entra)


FIORENZO


Fossi grullo…(scappa seguito da Rodolfo)


RODOLFO


Fiorenzo…Fiorenzo indo’ tu vai?


ARGENIDE


(entrando con Alan) Ti dico e ti ripeto,che son sicurissima di’ fatto mio…l’ho vista benissimo i’ tu’ babbo che faceva lo scemo con quella sudiciona…


ALAN


(fra sé) Quella l’è Suzona…..Vien via mamma s’è bona stai calma….


ARGENIDE


Calma?! Eh no a me le un si fanno le un si fanno….(esce)


ALAN


Poera mamma…Però l’è strano…ma come un omo serie come i’ mi’ babbo a fare i’ bischero con la Suzona…


LILLY


(entrando) Toh i’ fratello…..Ma perché dianzi tu m’hai piantato in asso in quella maniera……


ALAN


Pe’ forza avevo visto quell’accidente della Suzona….


LILLY


Come t’hai detto?


ALAN


No…no…dicevo che andai via in qui’ modo perché avevo un affare urgente da sbrigare…


LILLY


Ma ora quando si torna a casa….tu verrai a stare da noi….


ALAN


No davvero….Io voglio stare in città…un voglio mica che la mi’ famiglia la abiti in un paesucolo come quello in cui vu’ abitate….


LILLY


T’hai deciso di sposarti allora……


ALAN


Esatto….


LILLY

ALAN


(triste)Ah sì?! E’ carina….come la si chiama?

Come te….


LILLY


Come me?


ALAN


Ma tu’ se’ te…ancora un tu l’hai capito----


LILLY


Ma allora un tu sai nulla,un t’hanno detto niente…..Io un posso diventare la tu’ moglie…un devo capisci….Perchè noi siamo fratello e sorella…..


ALAN


(crollando sulla sedia)Icchè tu dici? Io la tu’ sorella…te i’ mi fratello?!?


44

LILLY

Me l’ha confessato la mi’ mamma….

ALAN

(fra  sé)  Conosco  i’  su’  babbo  da  tanto  tempo…..l’ha  m’ha  detto

dianzi…(rivolgendosi a Lilly) Ma almeno te spiegami qualche cosa

LILLY

L’è un mistero che forse un s’arriverà mai a spiegare….Io volevo chiedere

qualcosa anche a i’ signor Rodolfo e alla signora Brunelda…..

ALAN

La signora Brunelda .Ah già ……(fra sé) Anche quella l’ha detto che la conosceva

i’ mi’ babbo…..

ALAN

(perplesso)ma  come?  Te  la  mi  sorella..io  i’  tu  fratello…e  dire  che  io

invece……(va per abbracciarla)

FELICITA

(entrando) Ragazzi!!!

LILLY

Ma scusa mamma…potrò abbracciare i’ mi’ fratello…..

FELICITA

(ad Alan) Chissà anche per te che tremenda sorpresa ma capirai un potevo

mica permettere che si commettesse un incesto simile…..

ALAN

Ma io un potevo mica domandare alla ragazza che volevo sposare:scusi lei che

è la mi’ sorella?

FELICITA

Eh…caro mio…Icchè tu ci voi fare….Vol dire che l’era destino…Intanto figliolo

mio  guarda  di  non  aver  rancora  verso  coloro  che  ti  hanno  dato

l’esistenza…..Vieni Lilly andiamo a pranzo…Addio figliolo….

ALAN

Addio mamma…..(rimasto da solo) I’ mi’ babbo allora l’è stato l’amante della

sora   Felicità….la

m’ha   chiamato   figliolo   e   anche   della   signora

Brunelda…..accidenti  unn’ha  salvate  io…be’  tipino  sì……(vedendo  entrare

Gilberto)Eccolo….

GILBERTO

(fra sé) I’ mi’ figliolo…

ALAN

Babbo perché nascondermi questa verita?

GILBERTO

Verita? Ma icchè tu dici?

ALAN

Riconosco che io

la mamma..eh..(correggendosi) la tu’ moglie s’abbia vuto i’

torto di non averti detto quali l’erano i nostri programmi ma si aspettava a

dirtelo quando la cosa l’era sicura e quando i signori Maritati fossero stati

d’accordo

GILBERTO

(fra sé) I signori Maritati… mai sentiti nominare.

ALAN

Ma perché babbo un tu mi hai avvertito che io sono i’fratello della ragazza che

volevo sposare della Lilly…..


45


GILBERTO


Ma cosa stai dicendo…Ma sei sicuro?


ALAN


Certo la signora Maritati me l’ha assicurato…..


GILBERTO


Su i’ serio?


ALAN


Un si puo’ mica scherzare su certe cose… (esce)


GILBERTO


Ma allora…la mi’ moglie che ho sempre creduta la donna più onesta di questo mondo,l’ha avuto un amante e c’ha fatto un figliolo….ma come i’ signor Maritati che io non conosco…l’è stato i’ ganzo della mi’ moglie e l’è i’ babbo di Alan che fino a oggi fosse i’ mi’ figliolo……C’è da perdere i’ capo….(si siede,ad Argenide che è entrata)Eccola qua,l’adultera…Dov’è signora il vostro ridicolo amante?


ARGENIDE


I’ mi’ amante…e t’hai una bella faccia tosta…Tu fai una scenata di gelosia a me….quando tu hai un’amante e tu c’ha fatto anche un figliolo….


GILBERTO


Meno discorsi signora…dov’è quell’uomo,lo voglio in ridurre in pezzetti…..


ARGENIDE


Ma smettila ridicolo…..


GILBERTO


Ridicolo a me?!? (la prende per il collo)


ARGENIDE


Aiuto…m’ammazza!


FIORENZO


(entrando)Ma icchè succede?


GILBERTO


(vedendolo) (fra sé) Il proprietario dell’appartamento?!Mi scusi lei conosce un certo signor Maritati?


FIORENZO


E parecchio bene…Son’io!


GILBERTO


Lei il signor Maritati?


FIORENZO


Io! Caro signor Uberto Pertici industriale tessile


GILBERTO


Macche Uberto Pertici..io sono Gilberto Pennuti!So tutto! Lei l’è stato l’amante della mi’ moglie e l’è i’ babbo di’ mi’ figliolo…


FIORENZO


Io? Come? (fra sé) E mi son messo in un casino di nulla…


ARGENIDE


Ma scusi la dica qualcosa…Io la su’ amante? La parli,la mi difenda…


FELICITA


(entrando) Fiorenzo,Fiorenzo….la Brunelda e Rodolfo si scannano…


FIORENZO


Vengo subito!


46


GILBERTO


No! Lei la un si move di qui se prima la un confessa tutto…..


BRUNELDA


Disgraziato,farabutto,criminale!!!!


RODOLFO


Io un ne voglio prendere più…io dico tutto…


FIORENZO


Anch’io dico tutto alla mi’ moglie e a lei signor Gilberto perché se la storia la va avanti così si finisce tutti a i’ manicomio…..


LILLY


Ma icchè succede?


ALAN


A sapello….


RODOLFO


Fiorenzo comincia te….


FIORENZO


No,insiemema piano un c’abbia sentì qualcuno…(Fiorenzo parla Glberto,Rodolfo a Brunelda.Poi Fiorenzo va da Felicita e Gilberto ad Argenide)


a


ARGENIDE


Ma un tu lo farai più…eh?


BRUNELDA


Né maschio ,né femmina?


FELICITA


L’era un figliolo inventato?


FIORENZO


Sì…un sapevo icchè fare,e così ho inventato un figliolo….


TUTTI E TRE


Allora che ci perdonate?


ARGENIDE


(a Gilberto) Te un tu lo meriteresti!


BRUNELDA


(a Rodolfo)Vecchio scemo!


FELICITA


(a Fiorenzo)Sì ma a un patto che tu sia contento che la Lilly la sposi i’ tu’ figliolo posticcio e che i’ signor Gilberto dia il suo consenso….


GILBERTO


Ma diamine…Alan…Lilly venite oggi deve essere festa per tutti!!!


FIORENZO


S’acconsente a i’ vostro matrimonio…


ALAN


Grazie signor Marsilio!


FIORENZO


Macchè Marsilio io mi chiamo Fiorenzo Maritati!


ALAN


Ma allora?


FIORENZO


La un cerchi di capire,perché parola d’onore..qui un c’ha capito nulla nessuno..


47


DIONIGI


Vieni vieni (entra con Suzona)


I TRE


La Suzona?!?


SUZONA


(fa cenno ai tre di stare zitti)


DIONIGI


Signor Rodolfo,signora Felicita…..non ricevendo mai la vostra risposta,visto che ho trovato questa onestissima e timorata ragazza…vi presento la mi’ fidanzata…


FELICITA


(fra sé) Oh poerino!!!


SUZONA


Saremo felici…ho scoperto in lui delle meravigliose qualità di ballerino…faremo una coppia affiatata….Vero tesoruccio?


DIONIGI


Davvero!!! Bambola Suzona e Dionix


FINE DELLA COMMEDIA


48

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 2 volte nell' ultima settimana
  • 4 volte nell' ultimo mese
  • 35 volte nell' arco di un'anno