Amici!

Stampa questo copione

AMICI!

di Angelo Dani

Versione teatrale della serie televisiva "Friends" liberamente elaborata dalla Combriccola Junior

(Parrocchia Maria Regina Pacis, Via Kant 8 – Milano)

Personaggi:

ROSS                        Puntiglioso, laureato in archeologia, molto formale

CHANDLER         Impiegato finanziario,  cuore da bambino in un corpo da uomo

JOEY                 Aspirante attore,  versione maschile della bionda svampita

PHOEBE             Testa perennemente tra le nuvole, vive in un mondo tutto suo

RACHEL             Bellissima, poco concreta, appariscente

MONICA            Sorella di Ross, ansiosa, pignola, alla ricerca del grande amore

GUNTER            Barista del Central Perk, segretamente innamorato di Rachel

FRED                 Tassista, senza infamia e senza lode

GEORGE            Collega di Fred

Siamo nell'appartamento di Monica e Rachel; da un lato un angolo cucina opportunamente attrezzato, mentre al centro della scena la zona soggiorno con un tavolo, divano e una poltrona.

Al centro della scena vi è una finestra attrezzata a piacere (piante, fiori, oppure sfondo di un palazzo.

L'uscita lato angolo cucina immette sul pianerottolo del palazzo (si intuirà che l'altro appartamento sul pianerottolo è occupato da Chandler e Joey); dietro l'angolo cucina vi è l'uscita verso il bagno, opportunamente segnalata.

Dall'altra parte due uscite o due porte indicano le camere di Rachel e Monica.

L'arredamento e gli addobbi di scena sono a piacere, tenendo conto dell'età dei protagonisti (circa trent'anni).

Il sottofondo musicale utilizzato è la sigla del telefilm, ed è facilmente rintracciabile su Internet attraverso i motori di ricerca tradizionali.


I° ATTO

(sipario. Sottofondo musicale: Friends)

VOCE- (durante la presentazione entrano i personaggi uno alla volta e si accomodano in scena a soggetto con Joey seduto in poltrona, magari evidenziati dall'occhio di bue) Quello che vogliamo raccontare sono alcuni frammenti della vita di sei ragazzi qualunque, residenti a New York, alle prese con i piccoli grandi problemi di sempre. Ross lavora al Museo Archeologico della città, appassionato del periodo giurassico, ha alle spalle un matrimonio fallito e ora sta con Rachel, amica di infanzia, la quale si occupa di moda ed è decisamente frivola. Monica, sorella di Ross e compagna di liceo di Rachel è alquanto pignola e non sopporta il disordine (in scena occuperà molto tempo a riordinare oggetti). Chandler lavora per una società finanziaria, e ancora oggi non ha la minima idea di quello che fa. Joey è un attore, o meglio: vorrebbe fare l'attore ma non riesce a sfondare. Per parecchi mesi ha partecipato alla soap opera "giorni della nostra vita" nei panni del Dottor Drake Remorade, ma si è montato la testa e il direttore di produzione ha pensato bene di farlo cadere nella tromba dell'ascensore; ma non è stupido per questo: è così da sempre. Phoebe (con la chitarra) invece è… semplicemente Phoebe!

PHOEBE- (strimpella e canta la sua tipica canzone) gatto rognoso bel gattone tu puzzi come un caprone… allora ragazzi cosa dite della mia ultima composizione?

CHANDLER- (imbarazzato) direi che è… toccante

JOEY- (convinto) a me è piaciuta molto.

ROSS- (imbarazzato) si, decisamente insolita…

MONICA- (per rompere la tensione) sai Phoebe, anche Ross da giovane suonava e cantava… (Ross la guarda malissimo)

PHOEBE- (entusiasta) davvero?

RACHEL- si, cantava alle feste scolastiche. Mi ricordo che ha avuto un successone in 3° liceo…

CHANDLER- (ironico) si, mi ricordo che eri molto seguito…

MONICA- direi… inseguito più che altro. Una volta è dovuto scappare a casa.

ROSS- voi non potete capire. Il mio modo di fare musica era troppo avanti. (si vanta) cosa vuoi che ne capisca un gruppo di poveri adolescenti!

JOEY- dai Ross, facci sentire qualcosa! (Ross si nega)

PHOEBE- dai, forza!

RACHEL- tesoro, non farti pregare!

ROSS- (si sgranchisce la gola e intona una vecchia filastrocca) row row row your boat, gently down the stream, merrilly merrilly merrilly merrilly life is like a dream… (tutti meno Joey lo seguono a cori alterni iniziando a metà strofa, come fra' Martino campanaro. Si interrompono alla fine di un giro completo lasciando Rachel per ultima a sfumare imbarazzata sotto lo sguardo di tutti)

JOEY- (dopo un attimo di pausa incita a proseguire) row row row…

CHANDLER- (interrompe bruscamente) e basta!

JOEY- ma era divertente!

(buio. Stacco musicale)

(luce)

JOEY- (In scena con Chandler, che siede sulla poltrona. Apre il frigo e osserva) acqua, succo d'arancia… questo assomiglia a sidro. (prende un bicchiere dal frigo)

CHANDLER- Assaggialo.

JOEY- (beve e rimette con calma terrificante il bicchiere sul bancone) Si è grasso! Ho bevuto il grasso!

CHANDLER- Lo so, l'ho fatto anche io un minuto fa.

ROSS- (entra molto elegante) Ciao!

CHANDLER- Ehi! è arrivato mister eleganza!

ROSS- (in stato di agitazione,  che manterrà per tutto il tempo) Perché non vi siete ancora cambiati?

JOEY- Abbiamo ancora mezz'ora.

ROSS- No, quattro minuti fa mancava mezz'ora. Dobbiamo essere fuori alle otto meno venti.

JOEY- Rilassati Ross, ce la faremo. Ci bastano due minuti per cambiarci.

ROSS- Mi sentirei molto meglio se vi cambiaste adesso.

CHANDLER e JOEY- Va Bene. (nessuno dei due si muove)

RACHEL- (esce dal bagno) Ehi! Accidenti come sei sexy.

ROSS- (tenero) Davvero?

RACHEL- (sexy) Perché non sei venuto un po’ prima?

ROSS- (ebete) Perché sono un uomo stupido, molto stupido.

JOEY- (riprende il bicchiere) Ehi, Ross, vuoi del sidro?

ROSS- No. (poi rivolto a Rachel) Allora vediamo sei quasi pronta, il trucco è a posto i capelli sono in ordine…

RACHEL- Sì, mi devo soltanto vestire.

ROSS- Bene! Quanto ti ci vuole? sei o sette minuti?

RACHEL- Sì! (pausa) Quando ho deciso cosa mettermi! (va in camera sua)

JOEY- Un goccio di grasso? (Ross declina l'invito ed è molto nervoso. Chandler va' in bagno e Joey prende il suo posto sulla poltrona)

JOEY- Qual è il problema Ross? sei nervoso per il tuo discorso?

ROSS- (ironico) Nooo! (speranzoso) Lo vuoi sentire?

JOEY- Mi riguarda?

ROSS- (ironico) Sì, dopo aver ringraziato tutti quelli che hanno dato soldi al museo, canto una  canzone che dice “quanto è carino il Joey”!!!

JOEY- Ehi, grazie amico!

PHOEBE- (entra molto elegante) Ciao!

JOEY- (fischia) Ragazzi!

ROSS- Accidenti, sei stupenda!

PHOEBE- Grazie! Lo so…in effetti.

ROSS- (a Joey) La vedi questa, questa è una persona che è pronta per andare, Phoebe tu…tu sei la mia stella!

PHOEBE- Oh,…e tu il mio penny portafortuna!

CHANDLER- (esce dal bagno con in mano una rivista femminile) Ecco qua: ho fatto il test e risulta che do' più importanza alla carriera che agli uomini. (a Joey) Alzati.

JOEY- Cosa?

CHANDLER- Sei sulla mia poltrona!

JOEY- Perché questa è la tua poltrona?

CHANDLER- Perché prima ero seduto li'.

JOEY- Ma poi ti sei alzato.

CHANDLER- Si ma non sono andato in Spagna o in Portogallo, sono solo andato in bagno, e sapevi benissimo che tornavo.

JOEY- Non vedo il problema, siedi da un’altra parte.

CHANDLER- Il problema è che io ero seduto li' per ultimo, perciò…il posto è mio!

JOEY- Bene, in realtà l'ultimo posto dove eri seduto è…  (indica il bagno) là dentro quindi?

ROSS- Ragazzi lasciate perdere, non ha nessuna importanza adesso, perché dovete andare a cambiarvi tutti e due…prima che mi scoppi l’arteria cerebrale!

CHANDLER- D’accordo Ross, devo solo fare ancora una cosa, non ci vorrà molto. (si rivolge a Joey urlando) Alzati!

MONICA- (entra) Ciao.

TUTTI: Ciao.

MONICA- Ehi, Phoebe, sei stupenda!

PHOEBE- (imbarazzata) Oh va Bene…basta ora.

MONICA- (rivolta a Ross) Oh, e tu? farai il prestigiatore?

ROSS- (ride) Che divertente. (serio) Cambiati!

MONICA- Un secondo! sono appena arrivata.

ROSS- (seccato) Non importa se sei appena arrivata. La cena comincia alle venti e noi saremo presenti.

PHOEBE- Ross ha ragione: Dobbiamo andare non possiamo tardare. (ride per la rima)

ROSS- Il nostro tavolo è davanti, il mio capo sarà li e ci vedranno tutti se arriviamo dopo che sarà iniziato (si è avvicinato alla finestra) Uh, è arrivato il taxi (esce velocemente).

MONICA- Qualcuno ha bevuto per caso il mio grasso? (Joey e Chandler si guardano)

RACHEL- (esce dalla  camera con in mano un vestito) Ragazzi secondo voi è un vestito che può indossare la ragazza di un paleontologo?

PHOEBE- Non lo so, ma sua figlia sicuramente si.

MONICA- Rachel, hai sentito se ci sono messaggi in segreteria? (va' in camera sua)

RACHEL- No. Sapete che vi dico questo vestito m’ingrossa i polpacci non lo metto (ritorna in camera mentre rientra Ross con Fred il tassista)

ROSS- Ancora qualche minuto e saremo pronti.

FRED- Non si preoccupi signore: il mio motto è: il cliente ha sempre  ragione, soprattutto quando mi paga per stare fermo (ride scioccamente)

CHANDLER- Lo sai Joey, ho scritto una canzone oggi, s’intitola Alzati!

JOEY- D’accordo! La poltrona e tua!

CHANDLER- Davvero?

JOEY- (mostrando le mani) Oh accidenti, ho le dita incrociate, non vale! (nel frattempo Phoebe aziona la segreteria)

VOCE DI PHOEBE- (messaggio sulla segreteria) "Ciao, sono io, sto per arrivare…e se fossi già li quando ascolterete questo messaggio?”

PHOEBE- Non è incredibile? Ah, la tecnologia!

VOCE DI ROSS- (messaggio sulla segreteria) "Rachel, ci sei? rispondi, Rachel…Rachel! Rachel!!!

RACHEL- (esce dalla sua camera) Mi hai chiamato?

ROSS- Non è niente. (la riporta in camera)

RICHARD: (messaggio sulla segreteria) "Monica, sono Richard. Chiamami." (tutti si fermano agghiacciati)

MONICA- (rientra da camera sua titubante) Quel messaggio è vecchio o nuovo? (urlando isterica) Vecchio o nuovo?! Vecchio o nuovo?!

ROSS- (tutti sono imbarazzati) Sicuramente è vecchio, non hai sentito il doppio bip?

MONICA- (sconvolta) E se invece fosse nuovo? Avevamo detto di non sentirci più, magari ha una cosa importante da dire! Dite che dovrei chiamarlo?

CHANDLER- Monica l’hai già richiamato: quello è un messaggio vecchio.

ROSS- Sì, Monica ascolta. (la prende in disparte da buon fratello maggiore) Quando io e Carol ci siamo lasciati ho avuto anche io gli stessi problemi e lo sai che cosa ho fatto?

MONICA- Cosa?

ROSS- Sono andato a cambiarmi! E l'ho fatto davvero alla svelta su avanti, forza. (Invita anche Rachel a tornare nella sua stanza).

FRED- Ehi, ma vivete tutti qui?

ROSS- No, le due ragazze vivono qui. Loro due (Joey e Chandler) invece vivono nell'appartamento di fronte, mentre io abito a tre isolati da qui e Phoebe (indica) abita… abita… Phoebe, dove abiti?

PHOEBE- A New York, perché?

ROSS- Niente, così…

FRED- Quindi siete in sei.

ROSS- Se la matematica non è un'opinione…

PHOEBE- Già, due volte i re magi (ride scioccamente, magari  come Fred prima)

FRED- Ma allora non ci stiamo tutti sul mio taxi. Sono omologato per 5.

ROSS- (si agita) E quindi?

FRED- Nessun problema, chiamo il mio socio "5° strada".

ROSS- "5° strada"? E perché?

FRED- Be', vive lì.

ROSS- E fa il tassista?

FRED- Sempre meglio che fare un lavoro d'ufficio… ad esempio lavorare in un museo.

ROSS- (scocciato) Ok ok, chiami pure il suo collega. (Fred esce)

CHANDLER- (nel frattempo è rimasto dietro a Joey osservandolo e facendo dei dispetti per cercare di recuperare la poltrona) Sai una cosa? Non ti alzare resta pure seduto, spero che non t’importi se ti metto…la mano qui (mette la mano davanti alla faccia di Joey) non ti sto toccando, non puoi arrabbiarti,…non ti sto toccando, non puoi arrabbiarti,…non ti sto toccando, non puoi arrabbiarti, (Joey per farlo smettere muove la mano e getta quello che sta bevendo addosso a Phoebe, seduta sul divano, macchiandole l'abito).

PHOEBE- Oh mio Dio! Che razza di monellacci!

CHANDLER e JOEY- Scusa tanto, scusa Phoebe.

PHOEBE- Che cosa faccio adesso? (tenta di asciugare)

ROSS- (agitato) No! Non lo strofinare! Non lo strofinare! Che cosa toglie la coca cola? Come si toglie la coca cola?

PHOEBE- (rivolta a Monica che esce dalla sua stanza) Monica, tu lo sai come si toglie la coca cola?

MONICA- Se era un messaggio nuovo chissà che cosa voleva dire?

PHOEBE- D’accordo grazie, credo che lo proverò.

CHANDLER- Può darsi che ti chiami soltanto per dire che sei pazza?

MONICA- E… allora dovrei richiamarlo?

TUTTI- No!!! (Monica fa il gesto di andare verso il telefono) No!!! (Monica torna angosciata in camera sua)

CHANDLER- (rivolto a Joey  ancora seduto in poltrona) va bene, sai che ti dico, ci staremo in due (si siede sopra a Joey) io ci sto comodissimo

JOEY- Anche io, a pensarci…credo di stare anche…un po’ troppo comodo.

CHANDLER- (si alza di scatto urlando)

ROSS- (rivolto a Chandler) Sta a sentire abbiamo 19 minuti, ora voglio che tu vada di la e ti cambi ok? Poi quando tu torni Joey andrà a cambiarsi e lascerà a te la poltrona d’accordo?

CHANDLER- D’accordo! Va bene! Vado! quando tornerò sarò il Re della poltrona e sarò io quello…che avrà il diritto di sedersi! (esce)

RACHEL- (esce dalla sua stanza e vede Phoebe uscire dal bagno) Phoebe che ti è successo?

PHOEBE- (dispiaciuta) coca cola, una macchia di coca cola (cambia tono) fattami dal disgustoso Joey!

RACHEL- Tesoro ti troviamo noi qualche cosa, vuoi la mia giacca nera?

PHOEBE- Non sta bene con questo vestito.

RACHEL- No, hai ragione. Troveremo qualche cosa, devi solo levarti questo.

ROSS- No, no, non devi levarti questo, non dovete levarvi niente. (entra Fred con il suo collega George. Ross si rivolge a loro angosciato) Come si leva la coca cola? Come si leva la coca cola?

GEORGE- facile, con la linguetta, oppure se è in bottiglia con il cavatappi.

ROSS- (disperato) o no, no, no!

FRED- (si avvicina a Phoebe e copre la macchia con il suo cappello) così potrebbe andare?

PHOEBE- (entusiasta prende il cappello e lo regge sul petto) Ma certo!

ROSS- Senti Phoebe, non credo che suoneranno l'inno nazionale tutto il tempo, ok?

RACHEL- (rivolta a Monica che esce dalla sua stanza) Monica, Phoebe può usare il tuo vestito verde?

MONICA- L’ho chiamato.

TUTTI: No!!!

MONICA- Sì. Ha risposto la sua segreteria, ho lasciato un messaggio ma non fa niente, è lo stesso perché sono stata…ecco …casuale e molto spigliata, molto sciolta…(disperata) lo sono stata abbastanza?

PHOEBE- Non puoi esserlo stata abbastanza: sei esattamente l’opposto della scioltezza.

MONICA- Ho capito, vi farò ascoltare il messaggio e voi direte se sono stata brava. (si avvia al telefono e comincia a comporre il numero)

JOEY- (perplesso) ma come fai a farcelo sentire?

MONICA- conosco il codice della sua segreteria telefonica.

ROSS- Senti Monica non credo che questo sia il momento… (Monica chiama) invece si stai chiamando, si stai chiamando. (Chandler entra, e con Joey che nel frattempo si era alzato, prima si guardano poi fanno uno scatto verso la poltrona, vince Joey che si siede per primo).

VOCE DI RICHARD- (segreteria) "Ciao, sono Richard, lasciate un messaggio dopo il segnale acustico." (Monica compone il codice)

SEGRETERIA- (voce metallica) "Ci sono due nuovi messaggi."

JOEY- Senti che bel mestiere, (imitando la segreteria) ci sono due nuovi messaggi, prego la pizza è pronta, (tutti lo guardano strano)

VOCE DI MONICA- (messaggio sulla segreteria) "Ciao, sono Monica, ti ho chiamato perché ho un tuo messaggio sulla mia segreteria e non so se è vecchio o nuovo, cosi… solo per controllare… quindi voglio sapere… o no come vuoi… sono molto sciolta.

JOEY- Ehi, non puoi dire sono molto sciolta, questo nega totalmente la tua scioltezza.

VOCE DI DONNA- (sulla segreteria) Ciao sono io, ieri è stato molto divertente, chiamami per questo weekend, ok. (attimo di silenzio: tutti sono imbarazzati tranne…)

JOEY- Lei è molto sciolta.

FRED- Decisamente sciolta.

GEORGE- Assolutamente sciolta.

MONICA- Ma di che v'impicciate voi due! (sconvolta) Richard si sta vedendo con un’altra.

PHOEBE- Non ne sei sicura.

MONICA- E di chi era quella voce?

CHANDLER- Forse è di sua sorella, o magari della figlia.

MONICA- Michelle! Certo era Michelle! Anche a voi è sembrata Michelle?

ROSS- (guarda dalla finestra; poi ironico) Fantastico è iniziato a piovere! Meno male che abbiamo già trovato il taxi (i due tassisti si avvicinano alla finestra).

MONICA- (sollevata) Era Michelle ma si era sicuramente Michelle. (ritorna in camera)

RACHEL- Phoebe, vai con Monica a provare il suo vestito verde, se invece non ti va ti do il mio grigio di seta, Oh, se non lo metto.

ROSS- Tu…tu non sai ancora che cosa metterti?

RACHEL- Tesoro, cerco di farmi bella per la tua serata.

ROSS- (agitato) Sì, per la quale dobbiamo andare via esattamente tra 12 minuti, d’accordo sceglierò io qualcosa per te (esce con Rachel).

FRED- Hei George, quel tizio ti sta fregando la macchina!

GEORGE- ma figurati, chi vuoi che sia così scemo da rubare un taxi! (guarda meglio) hei, giù le mani dal mio taxi! (esce di corsa seguito da Fred)

CHANDLER- (rivolto a Joey) Allora tu noterai che io mi sono completamente cambiato, io al contrario ho notato che tu non lo sei affatto e quindi come dice il proverbio…levati dalla mia poltrona razza d’idiota.

JOEY- D’accordo (si alza e prende i cuscini della poltrona avviandosi verso la porta)

CHANDLER- Che cosa stai facendo?

JOEY- Hai detto che dovevo darti la poltrona, non hai parlato dei cuscini.

CHANDLER- (arrabbiato) I cuscini sono l'essenza di una poltrona!

JOEY- esatto! Mi porto via l’essenza!

CHANDLER- Oh oh lui tornerà (si accorge che è solo) Oh oh sto parlando con i fantasmi. (si sentono degli spari)

FRED- (da fuori) Bravo George, così si fa!

GEORGE- (da fuori) l'ho fatto secco quel disgraziato! (Chandler ha osservato dalla finestra alquanto scioccato)

ROSS- (rientra con Rachel) Mi dispiace io lo trovavo carino.

RACHEL- Ross, era un costume di carnevale, a meno che tu non voglia che io vada in giro vestita da pastorella.

ROSS- Senti non lo avevo riconosciuto senza le pecore gonfiabili.

RACHEL- Già, a proposito Chandler, quando ti decidi a restituirmele? (Chandler si schernisce imbarazzato)

PHOEBE- (esce dalla camera di Monica indossando un vestito sopra il precedente) Oh Rachel, guarda non trovi che questo mi stia bene?

RACHEL- Oh, si è perfetto! Ma non per stasera.

PHOEBE- Certo, non per stasera, vado ad una festa di beneficenza.

ROSS- (irritato) Ragazze non per stasera ma cosa…cosa state facendo?

RACHEL- Scusa, scusa non volevamo (si avviano verso la camera di Rachel).

CHANDLER- (rivolto a Ross) Le abbiamo usate come cuscini quando andammo in campeggio.

ROSS- Cosa?

CHANDLER- Le pecore.

ROSS- Questo riguarda solo la tua vita privata.

JOEY- (entrando nell’appartamento arrabbiato) Dove sono le mie mutande?

ROSS- Come? Come? (rivolto a Chandler) Andiamo forza gli hai preso le mutande?

CHANDLER- Lui mi ha preso l’essenza!

ROSS- Ok, Joey, perché, perché non puoi tenerti le mutande che hai addosso ora?

JOEY- Perché, non ho niente addosso ora!

ROSS- D’accordo e perché devi mettere le mutande stasera?

JOEY- E’ un abito affittato, Ok? E non posso mettere senza mutande l’abito di un altro uomo.

CHANDLER- Bene, allora penso proprio che qualcuno dovrà restituire ad un altro i suoi cuscini.

JOEY- E va bene, tu hai nascosto i miei vestiti, io farò esattamente l’opposto con te!

CHANDLER- Che vuole dire? Che cosa vuoi fare? Mostrarmi i miei vestiti forse?

JOEY- Ehi, l’opposto è… l’opposto! (esce dall’appartamento)

CHANDLER- (arrabbiato) Non sa che cosa dire.

PHOEBE- (entra con una coccarda natalizia che copre la macchia) Ecco, sono pronta.

ROSS- (distrutto) Noo!

PHOEBE- Rachel non aveva niente che mi piacesse ma aveva questo addobbo di natale e ho pensato…farò una dimostrazione politica.

CHANDLER- Scusa per sostenere che cosa?

PHOEBE- Be, Il Natale!

ROSS- D’accordo mi sta bene, voi due siete pronti (controlla l’orologio) e ho esattamente 12 minuti…cosa? Si è fermato l’orologio, il mio orologio ecco guarda la coda del dinosauro non sta girando più (prende il braccio destro di Chandler) che ore sono?

CHANDLER- (guardando il polso sinistro) Sono le 19.33!

ROSS- 19.33! ho ancora 7 minuti (alzando la voce) 7 minuti!

RACHEL- (esce velocemente dalla sua stanza) Ok, Phoebe, presto quali scarpe metto le nere o le viola?

ROSS- Scegli un paio qualunque!

PHOEBE- (decisa)Va bene si le nere (titubante) ma…tu hai quelle con le fibbiette no?

RACHEL- Si ma, quelle stanno meglio con i pantaloni, forse starei meglio in pantaloni.

ROSS- (ironico ma molto arrabbiato) Sì, pantaloni ma che bell’idea o meglio ancora perché non esci senza pantaloni, senti non so cosa stai cercando di farmi ma vattene subito di la e metti qualunque paio di scarpe ti stia bene! Non mi interessa niente se non si abbinano, non mi interessa niente se ti ingrossano le caviglie o le ginocchia o le orecchie o chi sa che altro!!!

RACHEL- (interrompe Ross) Ma io...

ROSS- (interrompe Rachel incalzando) no, no, no, devi solo ascoltare, va di la e mettiti qualcosa così c’è ne andiamo!

RACHEL- (piccata, meditando vendetta) D’accordo.

ROSS- Grazie!

MONICA- (entra e si siede sulla poltrona) Ok. Devo chiamare Michelle per capire se era la sua voce o no. Devo farlo!

ROSS- (agitato e sconsolato) Era, Era, la sua voce.

CHANDLER- Monica, credo che ti sia seduta nel posto sbagliato.

VOCE DI DONNA- (al telefono in viva voce) Pronto?…pronto?

MONICA- (chiude la comunicazione) Perfetto, era lei vero?

PHOEBE- (falsa) Certo, certo, si Certamente.

MONICA- (contenta) E’ tutto chiarito ora vado a vestirmi.

ROSS- Perfetto. (suona il telefono)

PHOEBE- Rispondo io, (risponde) pronto casa di Monica e Rachel. Solo un secondo, posso chiedere chi parla? (allarmata si rivolge a Monica) è Michelle!! …avrà l’apparecchio per vedere il numero di chi chiama, dovresti fartelo anche tu? (passa il telefono a Monica)

MONICA- (Prende il telefono, incerta) Michelle, Sì ero io, si ho fatto il tuo numero per sbaglio…(da un pizzicotto a Ross che nel frattempo le faceva fretta)…come sei dolce, si eravamo una belle coppia…mi manca tanto, sai come vanno le cose…(continua a parlare al telefono girando per il salotto seguita continuamente da Ross, mentre rientrano Fred e George)

FRED- Bravo George, se ci fossero più persone come te, il crimine avrebbe finito di esistere!

CHANDLER- si, insieme a metà dell'umanità. Ma l'avete ammazzato?

GEORGE- Non lo so. Comunque non si muoveva più.

CHANDLER- direi che è inequivocabilmente morto allora.

ROSS- (si divide tra Monica che continua a parlare e i due) Signori, ancora un attimo di pazienza

GEORGE- nessun problema mister. Siamo a sua completa disposizione.

ROSS- Grazie. Quindi se volete attendere in macchina… grazie.

FRED- Come no! Andiamo George, c'è giusto un bar qui sotto: tanto offre il mister (escono)

CHANDLER- (rivolto a Phoebe mentre Ross ritorna da Monica) Sai una cosa? Paperino non usava mai i pantaloni, ma ogni volta che usciva dalla doccia metteva l'asciugamano intorno alla vita: perché se girava sempre nudo?

MONICA- (sempre al telefono con tono seccato) Michelle, ho chiamato solo per sentire il mio messaggio non ci trovo niente di male, certo! (cambia tono diventa più imbarazzata) Ecco sarei davvero molto contenta se tu non parlassi a tuo padre della mia…che cosa vuol dire che ti senti in imbarazzo ma andiamo siamo amiche…(Michelle chiude la comunicazione e Monica parla con tono deciso guardando il telefono) ma guarda questa! Mi ha sempre odiata ma io la richiamo!!!  

ROSS- (interrompendo Monica) No, no, Monica tic tac tic tac.

MONICA- Ho capito vado. (va di corsa nella sua stanza).

CHANDLER- c’è un telefono di la o sbaglio?

PHOEBE- è vero andiamo! (urla) lascia stare quel telefono!!! (esce di corsa insieme a Chandler. Rachel entra in tuta da ginnastica e si avvia verso il tavolo senza parlare).

ROSS- (imbarazzato) so che si dice…la cravatta nera non è obbligatoria ma così forse è un poco esagerato.

RACHEL- (seccata) io tanto non ci vengo.

ROSS- (titubante) hai detto che non ci vieni?

RACHEL- Si, credo che sbrigherò un po’ di corrispondenza.

ROSS- (dispiaciuto) Come, come, come fai a rinunciare?

RACHEL- Ho deciso che non vengo quindi restando qui credo che saprò rinunciare.

ROSS- Ecco sai è soltanto per curiosità…

RACHEL- (interrompendolo) Vedi da quando sono stata umiliata e offesa davanti ai miei amici io... non è che avrei una gran voglia di musei o di beneficenza.

ROSS- Certo, d’accordo mi dispiace di aver urlato…

RACHEL- (interrompe di nuovo) Non fa niente…

ROSS- No? Ma tu sei arrabbiata…

RACHEL- Non sono arrabbiata ma non ci vengo…

ROSS- Non ci vieni?…

RACHEL- No!

ROSS- Ok, tu sai che io ci devo andare giusto? (Rachel annuisce) Quindi è quasi come se io ti abbandonassi…mentre sei un po’ arrabbiata.

RACHEL- No!

ROSS- Perché tu non sei arrabbiata per il fatto che ho urlato?

RACHEL- Si e mi hai umiliato!

ROSS- Certo e perché ti ho umiliato, e allora tra di noi e tutto ok? Regolare?

RACHEL- Certo!

ROSS- Tesoro ti amo (cerca di baciare Rachel che si gira).

PHOEBE- (urlando dalla camera di Monica) Lascia stare quel telefono (esce dalla stanza con la cornetta in mano) si sta vestendo. (Joey entra indossando un gran numero di capi d’abbigliamento)

JOEY- Ok, amico mio ecco fatto, tu mi nascondi i vestiti ed io mi metto tutto quello che hai!

CHANDLER- Questo non significa l’opposto di prendere le mutande a qualcuno!

JOEY- Guardatemi sono Chandler! Potrei mai indossare degli altri vestiti? Lo potrei fare, ma non senza mutande!

CHANDLER- (urla a soggetto inorridito)

JOEY- Fa' caldo con tutta questa roba addosso, forse sarà meglio non fare flessioni. (esegue piegamenti sulle ginocchia con Chandler disperato che cerca di fermarlo).

ROSS- (arrabbiato) Adesso basta con queste flessioni, mi sono stancato ne ho fin sopra i capelli di voi due, nessuno di voi due potrà venire alla festa!!

CHANDLER- Sei proprio un bambino.

JOEY- Sì, Ross, hai rovinato tutto, stavo andando a vestirmi.

ROSS- Sapete che vi dico? Non m’interessa! L’unica persona che m’importava che venisse è la sola di voi che ha detto che non vuole venire! Rachel mi dispiace veramente tanto, hai ragione sono stato sciocco, scusa se ho urlato, voglio che tu ci sia, ho bisogno di te, che posso fare per dimostrare quanto ci tengo che tu sia li con me?

JOEY- Puoi bere il grasso!

ROSS- Grazie! Questo si che è parlare da adulti!

RACHEL- (la vendetta…) No, no, aspetta un momento a dire il vero sembra interessante.

ROSS- (inorridito) Cosa?

RACHEL- Io credo che dovresti bere il grasso!

JOEY E CHANDLER- Si!

ROSS- D’accordo se è questo che ci vuole per dimostrarti quanto conti per me e quanto voglio che tu venga lo farò! (con molta difficoltà si prepara a bere il grasso) Un frullato di vaniglia…è solo un frullato di vaniglia… (smorfia di disgusto) con pezzetti di pollo che galleggiano…salute! (sta per bere quando Rachel lo ferma)

RACHEL- (colpita dalla prova di coraggio) Ok non lo fare! Ok! Vengo!

ROSS- Davvero?

RACHEL- (intenerita dall'eroico gesto) Lo stavi per bere sul serio?

ROSS- Si.

RACHEL- Stavi per bere quel grasso? (si scioglie e abbraccia Ross)

JOEY- Vediamo che altro farebbe!

ROSS- (rivolto a Joey con tono deciso) Che ne pensi di andarti a cambiare (rivolto a Chandler) tu restituiscigli le mutande, voi dovete essere tutti giù fra 2 minuti. Monica!!!! (Joey, Chandler e Ross lasciano l’appartamento, mentre Rachel va a cambiarsi in camera sua)

CHANDLER- (rivolto a Joey che continua a flettersi sulle ginocchia mentre esce) Smettila!! Smettila! (Monica entra e cerca di prendere il telefono)

PHOEBE- Ross, è sceso e noi dobbiamo…che fai? No Monica no! (Monica compone il numero di Richard e ascolta la segreteria)

SEGRETERIA TELEFONICA- ci sono tre nuovi messaggi.

MONICA- (compone il codice e li cancella) ora non più!

SEGRETERIA TELEFONICA- i messaggi sono stati cancellati. (compone un codice) Per registrare un messaggio parlate dopo il segnale acustico.

MONICA- Ciao, Richard sono Monica… ho fatto una cosa un po’ pazza… ho ascoltato la tua segreteria e ho sentito un messaggio che mi ha sconvolto… Michelle ti dirà il resto… mi dispiace molto… ciao. (chiude la comunicazione).

SEGRETERIA TELEFONICA- l’annuncio della segreteria è stato cambiato.

MONICA- (terrorizzata) l’annuncio!, ha detto l’annuncio! Non volevo cambiarlo!

VOCE DI MONICA- (segreteria telefonica) Ciao, Richard sono Monica… ho fatto una cosa un po’ pazza… ho ascoltato la tua segreteria e ho sentito un messaggio che mi ha sconvolto… Michelle ti dirà il resto… mi dispiace molto… ciao.

MONICA- (urlando disperata) no!!! No!!!

PHOEBE- Monica ma come hai fatto?

MONICA- Non lo so!

SEGRETERIA TELEFONICA- Arrivederci.

MONICA- Noooo!!!!

ROSS- (entra nell’appartamento) Ok, ho due taxi e nessuno che sia pronto, Via! Via!

MONICA- (rivolta a Phoebe) Chiamiamo la società dei telefoni loro potrebbero cambiare il messaggio, forse possono cambiare il suo numero!

PHOEBE- Credo che dopo questa faccenda lo farà da solo. (escono dall’appartamento mentre entra Rachel, elegantissima e sexy).

ROSS- Rachel!! wow… tu sei…wow (si abbracciano).

RACHEL- a me sono rimasti ancora 5 secondi (si abbracciano dolci) questo abbraccio è durato 7 secondi.

ROSS- fa niente saremo un po’ in ritardo.

RACHEL- andiamo (prende per mano Ross ed escono)

(buio. Stacco musicale)

(luce)

(rientrano tutti dalla festa di beneficenza. Joey e Chandler, che nel rientrare ha ripreso i cuscini dal suo appartamento, corrono spingendosi l'un l'altro verso la poltrona. Vince Chandler e Joey rassegnato si avvicina al bancone della cucina e armeggia con bottiglie e bicchieri. Gli altri si accomodano a soggetto con Monica in piedi dietro al divano. Per tutta la scena continuerà nervosamente a guardare il telefono.)

PHOEBE- Accidenti Ross, ma quanto pezzi da museo.

ROSS- sono i miei colleghi.

RACHEL- Una serata veramente interessante.

ROSS- ma se ti sei addormentata con la faccia sul tavolo.

RACHEL- si , ma solo dopo il tuo discorso tesoro!

CHANDLER- Non te la prendere amico. Il tuo discorso ha avuto successo.

ROSS- Si, è andata meglio dell'anno scorso.

PHOEBE- Perché lo fate tutti gli anni? (sconsolata) Oh Signore!

ROSS- Con i fondi che abbiamo raccolto finalmente potremo comprare un fossile rarissimo che proviene dal Brasile.

RACHEL- non pensavo che i fossili si potessero commerciare…

CHANDLER- si, si chiama ricettazione!

RACHEL- pensavo che la vita di un paleontologo fosse molto simile ad Indiana Jones… (guarda Ross) poi ho conosciuto te.

ROSS- simpatica!

PHOEBE- comunque ti sarei grata se il prossimo anno tu ti dimenticherai di invitarmi… (guarda il vestito) ora devo portare il vestito in lavanderia. (esce)

JOEY- Ehi Chandler, vuoi finire il sidro? (solleva il bicchiere)

CHANDLER- No amico, lascio a te l'onore.

JOEY- (beve tutto il bicchiere mentre gli altri osservano disgustati) veramente ottimo! (pausa; poi riprende contento) ci siete cascati eh? Ho cambiato bicchiere (mostra il bicchiere precedente ancora pieno) questo si che è buon sidro!

RACHEL- (disgustata) Monica, tesoro? Abbiamo del sidro in casa?

MONICA- No

RACHEL- allora hai bevuto il preparato per gelatina! (si disgustano tutti. Joey impallidisce e, proprio mentre…)

PHOEBE- (rientra…) scusate, ho dimenticato…

JOEY- (spruzza addosso a Phoebe il disgustoso preparato per gelatina mentre…)

MONICA- (si avvicina al telefono…) sentiamo se ci sono nuovi messaggi?

TUTTI INSIEME- No!!!

(sipario. Musica: Friends)


II° ATTO

VOCE- Sono passati alcuni mesi rispetto alle vicende narrate nel 1° atto. Ross ha combinato un guaio veramente grosso: (entrano sul proscenio Ross e Rachel, vestiti da nozze)

RACHEL- Io Rachel, prendo te Ross come mio legittimo sposo, nella buona e cattiva sorte, nella salute e nella malattia, per amarti e onorarti ogni giorno della mia vita! (Ross si gira verso il pubblico e sorride)

ROSS- Io Ross, prendo te Carol… (Rachel è scandalizzata: da' uno schiaffo a Ross ed esce) Carol? (Ross è scioccato) no Rachel aspetta, ti posso spiegare… (esce)

VOCE- Phoebe continua tranquilla la sua esistenza senza troppi pensieri…

PHOEBE (entra sul proscenio e canta) Gatto rognoso bel gattone tu puzzi come un caprone… (esce)

VOCE- Joey è sempre alla ricerca del provino giusto per sfondare finalmente nel mondo del cinema, mentre le vite di Chandler e Monica sono profondamente cambiate: (Sul proscenio entrano Monica, Chandler e Joey)

JOEY- (triste) la gente si ricorderà di me? Vi ricordate del Dottor Drake Remorade? (ovviamente silenzio) no? Lo sapevo!

MONICA- dai non ti abbattere! Vedrai che prima o poi sfonderai, ne sono certa! Tu hai stoffa, grinta da vendere… ti ricordi? Sei stato chiamato per fare la controfigura di Al Pacino!

CHANDLER- (ironico) si, e vero… peccato che era inquadrato sotto la doccia… di schiena! (squilla il telefono di Joey)

JOEY- Pronto? (è una voce femminile, quindi ritorna allegro) si sono Joey… (ammicca) ciao… certo che mi ricordo di te… (non si ricorda) ti chiami… ti chiami… hey, potresti darmi una mano, no? inizia per m? m… m… non ricordo… Marina? Monica? no, Monica è qui…

CHANDLER- Mentecatta?

JOEY- (Ripete con cenni di assenso) Mentecatta? no è? non ti arrabbiare, me l'ha detto un amico (sconforto di Chandler) senti per caso eri in vacanza a Londra ultimamente… no è? non ti muovi da molto… ho capito… allora sei la cubista del Central Perk… no è?

MONICA- Ma non possiamo stare qui tutto il tempo!

JOEY- Ah, adesso ho capito… (finge) ciao come stai? i tuoi studi? …ah… lavori…

CHANDLER- Andiamo avanti così e facciamo notte. Ma chiedi chi è no?

JOEY- Senti scusa, proprio non ricordo, mi devi capire… incontro tante donne… chi sei? (cambia espressione e si avvia per uscire) ah, mamma! scusa non ti avevo riconosciuto! (esce)

MONICA- Mi sono stufata di fare le cose di nascosto.

CHANDLER- Già, anch’io.

MONICA- Nello stesso tempo però non mi sento pronta per dire agli altri di… di noi.

CHANDLER- Già, anch’io.

MONICA- Pensa a cosa direbbe Ross…

CHANDLER- Già, anch’io.

MONICA- Ma sai dire solo quello? Voglio dire… grazie dell'aiuto!

CHANDLER- Hey! Che ne dici se ce ne andassimo via per un week-end? Insomma, non avremmo interruzioni e potremmo stare insieme tutto il tempo.

MONICA- Tutto il week-end? Ci sarebbe un bel po’ da stare insieme.

CHANDLER- Già, potrei dire che ho una conferenza e tu potrai dire che hai… una di quelle cose da chef.

MONICA- Oh, ho sempre voluto andare ad una fiera culinaria che si fa in New Jersey!

CHANDLER- Sì, hai visto? Non ci andrai però. Andiamo (escono)

(sipario. Musica: Friends)

(Chandler, e Rachel stanno facendo colazione. Monica entra dalla sua camera mentre dall'esterno entrano Phoebe e Gunter con un vassoio con tazze e brioche)

GUNTER- Salve a tutti e buongiorno. Ecco le brioche e il cappuccino all'italiana per Rachel… (diventa sdolcinato) fatto da me personalmente!

MONICA- Si vede! il cuore di cacao è enorme!

RACHEL- Non mi piace il cacao nel cappuccino.

GUNTER- (Imbarazzato, riprende frettolosamente la tazzina ed esce)Torno subito.

MONICA- Hey, indovinate cosa faccio nel week-end? Vado ad una fiera culinaria in New Jersey.

RACHEL- Oh che strano, Chandler mi ha appena detto che ha una conferenza proprio lì!

MONICA- Oh che…che…che buffo! (scocciata) Magari la conferenza di Chandler avrebbe anche potuto tenersi in Connecticut o in Vermont.

CHANDLER- Non decido mica io dove si tiene una conferenza. Vuoi che pensino che sia una conferenza finta? È una conferenza vera. Comunque ora vado o farò tardi (si alza e si avvia all'uscita mentre entra Joey, che osserverà la scena con stupore). Devo proprio andare (inconsciamente bacia Monica molto appassionatamente. Rachel e Phoebe li guardano incredule. Dopo il bacio, Chandler si rende conto di quello che ha fatto, e quindi decide di fare una cosa). E… Rachel, sono felice che tu sia tornata. (va a baciare Rachel così come ha baciato Monica. La differenza è che Rachel è scioccata)

RACHEL- Tornata da dove?

CHANDLER- Phoebe! È sempre un piacere vederti la mattina! (Va a baciare anche Phoebe, la quale resta altrettanto sbalordita)

PHOEBE- Quel ragazzo mi odia, ne sono certa!

CHANDLER- Joey, amico mio! (si avvicina per baciarlo)

JOEY- (scostandosi) Ci si vede!! (Chandler esce, lasciando le ragazze a guardarsi) E quello che diavolo era?!

MONICA- Forse un modo europeo di salutare che ha imparato a Londra.

RACHEL- Ma quale europeo!

PHOEBE- Be’, forse alla Francese.

GUNTER- (rientra con il cappuccino) Eccomi, ho fatto più in fretta che ho potuto… si è formata una coda al bar, ma voi avete sempre la precedenza.

RACHEL- (guarda la tazzina) c'è troppa schiuma… (fa' per prenderla lo stesso ma Gunter rapidamente torna indietro)

GUNTER- Ok ci metto un minuto (esce).

JOEY- Hey Phoebe, come va?

PHOEBE- Be', così così, sono appena tornata dall'ospedale.

RACHEL- Cosa?

MONICA- Va tutto bene?

PHOEBE- Oh io sto bene,  però mia nonna è alquanto morta.

JOEY- Phoebe! Mi spiace!

PHOEBE- Oh, va bene, insomma, lei ha vissuto una vita meravigliosa, e non è che non la rivedrò più, insomma, si farà viva in un altro modo.

RACHEL- Be', forse, forse è già qui con noi, adesso?

PHOEBE- Come no, il suo primo giorno sul suo nuovo "aereo" spirituale, e viene proprio qui??!

MONICA- Oh mio Dio, sono dispiaciuta.

PHOEBE- Non fa niente. Anzi, è bello, perché, insomma, una vita finisce e un'altra comincia (la guardano).

MONICA- Ok capisco… ma che…che è successo? Com'è morta?

PHOEBE- Be', uhm, eravamo al supermercato e lei s'è abbassata per prendere dello yogurt e non s'è più alzata. È stato molto dolce. L'ultima cosa che m'ha detto è stata: "D'accordo cara, va' a prendere le uova e io prendo lo yogurt e poi ci incontriamo alla cassa." E insomma, è proprio lì che ci incontreremo!

GUNTER- (rientra con il solito vassoio e svariate tazzine) Ecco fatto, ora puoi scegliere comodamente: latte macchiato, cappuccio con tanta schiuma, cappuccio senza schiuma, caffè lungo… coca cola.

MONICA- Coca cola alla mattina? che schifo, ma come si fa a berla! (Joey si avvicina goloso e la beve tutta) ecco, appunto!

(buio. Stacco Musicale)

(luce)

(in scena Joey seduto comodamente sulla poltrona. Entra Chandler che sta tornando dal week-end. Getta in terra la sua valigia e si siede sul divano)

JOEY- Hey, sei tornato!

CHANDLER- Ciao.

JOEY- Come t’è andata la conferenza?

CHANDLER- È stata terribile. Ho litigato con…(pausa) i miei colleghi…per tutto il tempo con Mo.. mo… molti miei colleghi…

JOEY- Oh, quindi il tuo week-end è stata una completa scocciatura?

CHANDLER- Uh, no, ho incontrato Donald Trump, che aspettava l’ascensore.

MONICA- (entrando) Ciao!

JOEY- Ciao, sei tornata anche tu! Hey, come è andata il tuo…impegno culinario?

MONICA- Oh, è stato tremendo. (A Chandler) Mi sa che certa gente non riesce davvero ad apprezzare del buon cibo.

CHANDLER- Be’, forse era quel tipo di cibo che sembra buono all’inizio (cambia tono) ma poi fa venire a tutti il vomito e la diarrea!

MONICA- Chandler! (Gli fa segno di avvicinarsi)

CHANDLER- Monica. (si avvicina)

MONICA- allora, voglio sapere quanto è costata la camera, perché voglio pagare la mia metà.

CHANDLER- Ok, d’accordo, 300 dollari.

MONICA- 300 dollari?!

CHANDLER- Già, praticamente…25 dollari a stanza!

MONICA- Urghh!! come 25 dollari a stanza?

CHANDLER- Ti ricordo che abbiamo cambiato 12 stanze, per una media di 4 ore a stanza!

MONICA- ma cosa c'entra! non erano a posto… una era sporca, l'altra aveva la vasca e non la doccia…

CHANDLER- (continua) un'altra ancora non era imbiancata con un colore di tuo gusto, un'altra aveva i comodini troppo bassi, un'altra aveva la luce troppo forte…

JOEY- (sempre dalla poltrona) Di che discutete?

MONICA- Niente. Chandler mi ha fregato venti dollari dalla borsa!

JOEY- Nooooo!!! Sai una cosa? Ora che ci penso, io mi ritrovo sempre senza biglietti da venti, mentre tu ne hai sempre in abbondanza!

CHANDLER- sono sicuro che ci sarà un motivo, no? Non sarà forse perché tu sei sempre al verde?

JOEY- Comunque Signor Bing, hanno chiamato dall’albergo in cui sei stato. (attimo di panico tra Chandler e Monica. Si avvicinano a Joey con il timore che si sappia qualcosa)

CHANDLER- e quindi?

JOEY- (con sorriso complice) Hanno detto che qualcuno ha lasciato un mascara nella tua stanza.

CHANDLER- Sì, era mio.

JOEY- (sorpreso) Oh, avevo pensato che avevi agganciato una ragazza e che lei lo avesse lasciato lì.

CHANDLER- Sì, forse questa era una spiegazione più logica.

JOEY- Sai, io…io sento di non conoscerti più, amico. Bene, senti, te lo chiederò una volta sola. E qualunque cosa dirai, ti crederò. (Pausa) Sei andato in giro per locali gay?!

CHANDLER- no amico, stai tranquillo (attimo di pausa, poi si avvicina per baciarlo come nella scena precedente)

JOEY- Hey, Hey Hey, stai lontano da me amico! (si alza ed esce frettolosamente)

CHANDLER- Il week-end è stato disastroso, eh?

MONICA- Sì, infatti.

CHANDLER- Quindi, credo sia finita?

MONICA- Cosa?

CHANDLER- Be’, insomma, tra me e te. Doveva finire prima o poi.

MONICA- E perché?

CHANDLER- Per il week-end, abbiamo litigato.

MONICA- Chandler, è una follia! Se rinunci ogni volta che litighi con qualcuno, non avrai mai una relazione lunga come quella che ho avuto con… (si interrompe)

CHANDLER- Si, infierisci pure!

MONICA- Scusa amore, non volevo…

CHANDLER- Allora, non è finita?

MONICA- (ride) Sei così carino! No, abbiamo litigato. Si affronta la cosa, e si va avanti. Non c’è nulla di cui spaventarsi.

CHANDLER- Davvero? Bene. Fantastico!

MONICA- Ohh, benvenuto in una relazione adulta! (Va a baciarlo)

CHANDLER- (la ferma) Abbiamo una relazione?

MONICA- Temo di sì.

CHANDLER- Ok, giusto per sapere. (fanno per baciarsi ma entrano Phoebe e Rachel, seguite a breve distanza da Joey, sempre timoroso)

PHOEBE- Ciao!

RACHEL- Ciao tesoro, come è andato il week end?

MONICA & CHANDLER- (sognanti) Fantastico! (Rachel e Phoebe si guardano perplesse)

JOEY- (Interviene indicando Chandler) è andato in giro per locali gay!

PHOEBE- Oh hey, Monica, ho sentito dire da Ross che hai incontrato Donald Trump alla fiera.

MONICA- Già, l’ho visto mentre aspettava un ascensore.

JOEY- (trova il tutto familiare, fa' per dire qualcosa ma poi scaccia il pensiero)

MONICA- Hey, Rachel, ho preso in prestito il tuo mascara, perché credo di aver perso il mio.

RACHEL- Ok.

JOEY- (fa' due più due, poi scioccato indica Monica e Chandler) Oh! Ohh! Oh!!

CHANDLER- Joey, posso parlarti per un minuto? (Lo afferra e lo spinge al lato opposto della scena)

JOEY- Oohh!! Ohh! Oh-oh-oh! Oh-oh!!

PHOEBE- ma cosa ha oggi Joey?

MONICA- niente, deve fare un provino e si sta esercitando, vero?

JOEY- (sempre indicando Monica e Chandler) Ohh, Oh-oh-oh-oh Oh-oh! (Monica si avvicina mentre Rachel va' in camera sua e Phoebe si ferma sul divano a leggere qualcosa)

JOEY- (a Chandler) Tu?! (a Monica) E…e te?!

MONICA- Sì, ma non puoi dirlo a nessuno! Nessuno lo sa!

JOEY- Ma…come…? Quando…?

CHANDLER- È successo quando siamo stati a Londra.

JOEY- A Londra!!!

CHANDLER- Il motivo per cui non l’abbiamo detto a nessuno è perché non volevamo farne una cosa troppo importante.

JOEY- Ma lo è!!! Devo dirlo a qualcuno! (Tenta si scappare ma lo acchiappano e lo fermano)

CHANDLER- No-no-no-no-no! Non puoi!

MONICA- Per favore! Per favore! Non vogliamo affrontare adesso il fatto di doverlo dire a tutti, va bene? Prometti che non lo dirai.

JOEY- (ci riflette su) D’accordo! Diavolo, è incredibile! Insomma, è anche meraviglioso, ma…

MONICA- Lo so, è meraviglioso! (Va ad abbracciare Chandler)

JOEY- Aww, non voglio vedere! (Joey si sposta verso l'entrata mentre Monica si allontana subito perché rientra Rachel)

ROSS- (entra) Salve a tutti! (si ritrova quasi abbracciato con Joey, sconvolto) Hey amico, cosa ti prende?

JOEY- (nel panico) Oh Ross… Monica e Chandler… (sguardo fulminante dei due) …sono andati in giro per locali gay!

ROSS- (ride) ma cosa dici Joey! (serio) ma è vero?

CHANDLER- certo, e ho incontrato Donald Trump!

JOEY- (come prima) Oohh!! Ohh! Oh-oh-oh! Oh-oh!!

MONICA- Ross, ma ti pare che la tua sorellina possa fare una cosa del genere? (poi guarda Chandler)

ROSS- (Guarda Monica, poi guarda Chandler) Chandler vergognati!

CHANDLER- (sconfortato) ma guarda cosa mi tocca!

RACHEL- (con il telefono in mano) Qualcuno beve qualcosa? (non riesce a terminare la frase che entra Gunter)

GUNTER- Eccomi (con un blocco notes in mano prende le ordinazioni)

RACHEL- Quanti caffè? (a soggetto alcuni dei presenti alzano la mano) Ok 4 caffè.

GUNTER- Ok volo (esce di corsa)

PHOEBE- (si agita sul divano) Su cosa sono seduta?

CHANDLER- In cima al mondo? Sul pontile della baia? (Cerca di trovarne qualche altra) Finite le idee.

PHOEBE- (prende qualcosa da sotto il divano) Ew-eww!! Mutande! (Le butta in un angolo e Rachel le raccoglie con il manico di un grosso cucchiaio. Chandler e Monica sono nel panico)

RACHEL- D'accordo: queste di chi sono? Di chi sono?

ROSS- Be', non sono mie!

CHANDLER- Be', sono di Joey! Devono essere di Joey! (Rachel si gira a guardarlo)

JOEY- Sì, sono mie.

CHANDLER- Visto? Sono di Joey! Di J-J-J-J-J-Joey!

ROSS- Perché sono qui?

JOEY- Non lo so…uhh…(Ci pensa su) Be', sono Joey. Sì, sono disgustoso, mi tolgo le mutande a casa degli altri.

RACHEL- Be', portale via! Che diavolo t'è preso?

CHANDLER- Già!

MONICA- Già!

RACHEL- (sventolandogliele in faccia) Prendile! (Joey dà un urlo e fa un salto all'indietro) Joey, tu le puoi toccare! Sono le tue mutande.

JOEY- (le prende riluttante) Chandler? Possiamo parlare? (Chandler segue Joey in un angolo dell'appartamento)

RACHEL- Che schifo! (esce verso camera sua)

PHOEBE- Vergogna! (esce con Ross)

JOEY- Ora basta! Non voglio coprirvi! Questa storia deve finire! (Si accorge di avere ancora le mutande in mano) Ahh! (Le getta a Chandler che le mette subito in tasca) E poi, slip bianchi! Cos'hai, otto anni?

MONICA- (si avvicina mentre gli altri parlano tra loro a soggetto) Grazie, Joey, grazie infinite!

JOEY- Be', non aspettarti che ti dica prego. Sentite, odio questa storia! Voi due mi mettete in imbarazzo!

CHANDLER- (interrompendolo) Tutte queste bugie sono difficili anche per noi.

JOEY- Oh-oh, come no!

MONICA- Cercheremo di stare più attenti, va bene? È solo che non vogliamo farlo sapere a tutti, almeno per ora, perché sta andando tutto bene, e forse il motivo per cui ci sta andando tutto così bene è proprio perché è un segreto.

CHANDLER- Lo so che sembra strano, ma noi non siamo tanto bravi nelle relazioni.

MONICA- Infatti! Dacci una mano!

CHANDLER- Aiuto!

JOEY- D'accordo! Però… questo ti costerà un mese di pizza gratis… tutti i giorni!

MONICA- Joey!

CHANDLER- Facciamo focaccia ok?

(Buio. Stacco Musicale)

(Luce)

(Joey entra con qualcosa da mangiare e con un giornlaela posta. All'improvviso cade una foto di Monica. Si abbassa a raccoglierla e rimane senza fiato. A questo punto entra Rachel da camera sua)

RACHEL- (vede una foto) Oh mio Dio! Quella è Monica!!

JOEY- Oh no-no-no! No-no-no-no-no-no-no!

RACHEL- Sta' lontano da me!! Sei malato, malato, malato!!

ROSS- (entrando col resto del gruppo) Che sta succedendo?

RACHEL- Joey ha uno spioncino segreto!

CHANDLER- (Vede la foto) Oh no! No! No! No! (Anche Monica resta senza fiato)

RACHEL- Sì! Ha una foto di Monica nuda! Fa delle foto di noi nude! E poi mangia del pollo mentre le guarda! (Ross lo guarda scioccato. Joey arrabbiato mette giù il pollo)

RACHEL- Guarda! (Fa vedere a Ross la foto)

ROSS- (coprendosi gli occhi rivolgendosi a Joey) Ehi Amico! È mia sorella! (Rachel fa vedere la foto a tutti gli altri)

MONICA- (prendendo la foto) Dammela!

PHOEBE- (accomodante) D'accordo, aspettate. Calmatevi tutti, d'accordo? Diamo al nostro amico Joey la possibilità di spiegare (gridando acidissima) perché è un disgustoso pervertito!

JOEY- No! Io non sono un pervertito, d'accordo? È solo che…che io…in pratica…

CHANDLER- D'accordo, sentite, credo di potervi spiegare tutto (Va vicino a Joey).

JOEY- Grazie!

CHANDLER- Joey è sesso-dipendente.

JOEY- Cosa?!! (Si gira e guarda Chandler che gli chiede con lo sguardo di coprirlo) Non è vero!!

MONICA- Ma va bene così! Davvero, va bene! È un malattia.

JOEY- No! No! Io non sono sesso-dipendente!

MONICA- Invece sì! È l'unico modo per spiegare tutto questo!

JOEY- No, non è l'unico! Perché si può anche spiegare con la verità!

RACHEL- Be', qual è la verità?

ROSS- Già, che sta succedendo?

PHOEBE- Che sta succedendo?

JOEY- (ci pensa) Sono andato a letto con Monica.

CHANDLER- Be', vediamo…vediamo cosa dicono gli altri!

MONICA- Oh no!

ROSS- Sei andato a letto con mia sorella?

JOEY- Uh…sì, ma solo una volta, a Londra.

ROSS- Questo non fa bene al mio umore. (Prende una pillola)

RACHEL- Monica, è vero?

JOEY- Ma certo che è vero! Altrimenti, come spieghereste tutte le strane cose che stanno succedendo?

MONICA- Sì, è vero.

RACHEL- Be', ma se è successo una sola volta a Londra, com'è che abbiamo trovato le tue mutande nel nostro appartamento?

JOEY- Ah, oh! Quelle erano le mutande che portavo quella notte a Londra. Giusto Monica?

MONICA- Già, le volevo tenere…come souvenir.

ROSS- Mio Dio, Monica!!

CHANDLER- Ne sei sicuro Joey? Non è che sei solo un sesso-dipendente?

JOEY- No! Se c'è qualcuno che è sesso-dipendente qui, quella è Monica! Sì, sì. Sta cercando di ricatturarmi da quando siamo tornati da Londra!

PHOEBE- Ecco perché ti ha dato una foto di sé nuda?

JOEY- Non fa una piega, no?

ROSS- Incredibile! Insomma, davvero hai conservato le mutande di Joey?! Perché? Perché lo avresti fatto?

MONICA- Be', sono Monica. Sono disgustosa, tampino i ragazzi e tengo le loro mutande.

JOEY- Be', credo che finalmente abbiamo fatto chiarezza su chi è disgustoso e su chi non lo è, eh? Bene, ora posso tornare al mio cartone di pollo. Io mangio solo la pelle, quindi, se qualcuno ne volesse…(lo offre a tutti)

(buio. Stacco Musicale)

(luce)

(Entra Rachel da camera sua con una rivista in mano. Dopo qualche secondo prende il telefono. Non avrebbe dovuto, visto che lo stanno già usando. Monica sta parlando da camera sua con Chandler, e ora Rachel può sentire tutto)

MONICA- (al telefono) Non vedo l’ora di stare con te! Sgattaiolerò via dicendo a Rachel che andrò a fare il bucato per un paio d’ore.

CHANDLER- (al telefono) Bucato. Oh, è il mio nuovo soprannome? (Rachel è scioccata, apre la bocca incredula)

MONICA- (al telefono) Oh no tesoro! Lo sai qual è il tuo soprannome…Mister Big!

CHANDLER- Ma io mi chiamo Bing!

MONICA- (sensuale) appunto!

RACHEL- Arghh!! (Riattacca in fretta e va in camera sua. Dopo qualche secondo, con circospezione, Monica esce dalla sua camera, attraversa la scena, rimette in ordine le due o tre cose che Rachel ha spostato ed esce. Dopo qualche secondo Rachel rientra quasi contemporaneamente a Joey, che entra dall'altra parte)

RACHEL- Joey, hai un minuto?

JOEY- (sta mangiando qualcosa) Veramente avrei da fare (indica il cibo)

RACHEL- Oh, Joey, ho un grave problema!

JOEY- Oh be’, non potevi beccare momento migliore. Praticamente sto risolvendo problemi a tutti oggi.

RACHEL- Ok. Ok. Ok. Joey, devo dirti una cosa!

JOEY- Cos’è…cos’è?

RACHEL- Oh mio Dio, è così enorme, ma devi promettermi che non lo dirai a nessuno.

JOEY- Oh no, no-no-no-no! Non voglio saperlo!

RACHEL- Sì! Sì, invece, vuoi saperlo! È incredibile!

JOEY- Non m’importa, Rachel! Mi sono rotto di essere quello che conosce dei segreti e non può parlarne con nessuno!

RACHEL- Cosa? Quali segreti? Sai dei segreti? Quali?

JOEY- E tu non dovresti spettegolare!!

RACHEL- Lo so, lo so! Ma non riesco a tenermela dentro questa cosa, allora, ho alzato il telefono…(Joey, come i bambini, si mette le dita nelle orecchie e comincia ad urlare. Rachel si gira e se ne va nella sua stanza, vedendo che Joey non le dà ascolto. Arriva Chandler, che guarda quello che sta facendo Joey)

JOEY- Non ti do ascolto! (Chandler, vedendo che Joey ha chiuso anche gli occhi, prende di soppiatto un soprammobile orrendo e lo tiene a pochi centimetri dalla faccia di Joey. Questi smette di urlare e, aprendo gli occhi, vede il soprammobile, urla, e cade sul pavimento scioccato. Chandler, che era venuto a controllare se Monica era già uscita, verifica e se ne va tutto contento, osservato da Rachel, sconcertata, che nel frattempo rientra dalla sua stanza)

RACHEL- Hey, uh, Joey?

JOEY- (si riprende e si rialza) Uh?

RACHEL- Ti ricordi quella cosa importante che ti stavo per dire?

JOEY- Oh, no! (Comincia a fare di nuovo la scenetta per non sentire. Rachel lo fa smettere tirandogli via le dita dalle orecchie)

RACHEL- Non ho intenzione di dirtelo, ma se lo scoprissi di tuo, ne potremmo parlare tranquillamente. Giusto?

JOEY- Be’, in tal caso, non sarebbe un segreto. Perciò, andrebbe bene. Sì. Sì!

RACHEL- (si è calmata) Già. Bene. (Pausa) Hey, Joey, ti spiace andare in lavanderia da Chandler a chiedere se mi vuole ridare quel libro che gli ho prestato?

JOEY- Adesso? In lavanderia? Vuoi che ci vada adesso?

RACHEL- Sì!

JOEY- Ma sai qualcosa?

RACHEL- Tu sai qualcosa?

JOEY- Potrei sapere qualcosa.

RACHEL- Anch’io potrei sapere qualcosa.

JOEY- E cosa sai tu?

RACHEL- Oh no, non te lo posso dire finché non mi dici quello che sai tu.

JOEY- Non posso dirti quello che so.

RACHEL- Be’, allora io non posso dirti quello che so io.

JOEY- Ok, d’accordo. (Pausa di silenzio. I due si guardano) Tu non lo sai!

RACHEL- D’accordo, che ne dici se io vado di là ed entro in camera di Chandler e vedo coi miei occhi che quella cosa che credo di sapere è effettivamente la cosa che credo di sapere?!?

JOEY- (ansimando) Lo sai!!

RACHEL- Lo sai anche tu!!

JOEY- Sì, io lo so!!

RACHEL- Chandler e Monica?!! Oh, è incredibile! Da quanto lo sai?

JOEY- Da troppo! Oh, mio Dio, Rachel, morivo dalla voglia di dirlo a qualcuno! Senti, senti, non ne possiamo parlare a nessuno, dicono che non sarebbero a loro agio!

RACHEL- Andiamo, Joey!! Voglio dire, è una notizia enorme! (Si siede accanto a lui sul divano) Bene, voglio…ho bisogno di maggiori dettagli: chi…chi ha preso l’iniziativa del primo bacio?

JOEY- (ci pensa su) Non lo so.

RACHEL- Lui è romantico con lei?

JOEY- Non lo so.

RACHEL- Sono innamorati?

JOEY- (ci pensa) Non lo so.

RACHEL- Ma non sai niente!

JOEY- Ohh, una cosa la so!

RACHEL- Cosa?

JOEY- L’hanno fatto proprio lì sul divano (Indica il punto in cui sta seduta lei. Rachel fa un balzo in piedi velocemente. Entra Monica, ancora un po' accaldata)

MONICA- Ciao

RACHEL- Ciao tesoro, tutto bene?

MONICA- Si, sono appena stata in… lavanderia… a fare il bucato.

JOEY- Ok , io vi saluto (esce)

RACHEL- Senti, devo dirti una cosa che non ti ho mai detto durante la nostra amicizia! Quando eravamo al liceo, ho pomiciato con James Farrell anche se sapevo che ti piaceva! Oh, mi sento proprio bene ad essermi tolta questo peso! Ok, è il tuo turno.

MONICA- Il mio turno? Di…di che stai parlando?

RACHEL- Di toglierti un peso!

MONICA- Ma io non ho pesi da togliermi!

RACHEL- Monica, so di te e Chandler.

MONICA- Cosa?!

RACHEL- Vi ho origliati al telefono e tu dicevi: "Dirò a Rachel che andrò a fare il bucato per un paio d’ore."  E lui ha detto: "Bucato? È quello il mio nuovo soprannome?" E tu hai detto: "No! Lo sai qual è il tuo soprannome, Signor Big."

MONICA- Be', sembra che ti stia facendo un film tutto da sola, Rachel. Fammi sapere come va a finire.

RACHEL- Be', non lo so perché sono rimasta scioccata e ho riattaccato.

MONICA- Be', se avessi continuato a sentire, mi…mi avresti sentita chiamarlo Signor Big… (ci pensa) Bigotto.

RACHEL- Cosa?!

MONICA- Signor Bigotto. Racconta delle barzellette così razziste!

RACHEL- D'accordo. Quindi mi stai dicendo che non c'è niente tra te e Chandler.

MONICA- Tra me e Chandler?! (risata finta)

(Entrano Phoebe, Ross, Chandler e Joey. Saluti a soggetto.)

MONICA- (di soppiatto a Chandler) racconta un barzelletta razzista!

CHANDLER- (stupito) Cosa? (gomitata di Monica) Ahia! Ehm…ragazzi, voi ammazzereste prima un messicano o un portoricano? (molto imbarazzato mentre scende il gelo)

JOEY- (che come sempre non ha capito) un portoricano, perché?

CHANDLER- (sempre molto imbarazzato mentre gli altri, soprattutto Phoebe lo guardano male) no, prima un messicano.

JOEY- E perché?

CHANDLER- …prima il dovere… poi il piacere… (Joey non ride. Gli altri sono gelati. Monica guarda Rachel come per dire: Hai visto?)

RACHEL- (per sdrammatizzare prende il telefono) ehm… qualcuno prende qualcosa?

GUNTER- (Entra di corsa con il vassoio) Ecco, offre la casa (sistema i bicchieri e le bottiglie e si ferma a breve distanza da Rachel, cercando di carpire un suo sguardo e annusando il suo profumo di tanto in tanto)

PHOEBE- (guardando fuori dalla finestra, cioè verso il fondo della scena) Oh, ragazzi, guardate: l'Orribile Uomo Nudo sta mettendo la sua roba in degli scatoloni! (Corrono tutti a guardare tranne Joey)

Joey (che era rimasto pensieroso ora ha capito il senso della battuta) Ahahha ahahahhaha! (tutti lo guradno male e lui si avvicina alla finestra)

RACHEL- A quanto pare il nostro amico nudo sta per trasferirsi.

ROSS- Che buffo, sulla maggior parte delle scatole c'è scritto "vestiti".

RACHEL- Ohh, mi mancherà quel vecchio sederone molle.

CHANDLER- (Disgustato mentre si versa da bere dal vassoio di Gunter) E abbiamo finito anche la cedrata.

ROSS- Hey! Hey! Se si trasferisce, potrei provare a farmi dare il suo appartamento!

Tutti: Buona idea! Sì!

ROSS- Sarebbe grandioso vivere dall'altra parte della strada, ragazzi!

JOEY- Sì! Potremmo fare quella roba del telefono! Sì, tu ti trovi una lattina, ce ne troviamo una anche noi e le uniamo con del filo!

CHANDLER- Oppure potremmo usare il telefono vero.

ROSS- Vado subito a vedere l'appartamento!

MONICA- Vengo anch'io fratellino.

CHANDLER- Allora direi che c'è posto anche per me (Rachel e Joey si guardano)

ROSS- Oh mio Dio! sento già di adorare quell'appartamento! Non è perfetto?! Non posso credere di non essermi mai reso conto di quanto fosse bello!

RACHEL- Be', il motivo è che l'attenzione è attratta subito da quell'omone nudo.

PHOEBE- È incredibile! Farai meglio a sbrigarti a compilare la domanda o lo farò prima di te. (escono Ross, Monica e Chandler)

JOEY- (verso Gunter) ma non hai portato niente da mangiare?

GUNTER- Io non mi interesso del tuo appetito!

PHOEBE- (estrae dalla tasca uno di quei fischietti ad ultrasuoni. Rachel si avvicina mentre Gunter e Joey in secondo piano conversano a soggetto)

RACHEL- Cos'è?

PHOEBE- E' l'eredità di mia nonna.

RACHEL- Un fischietto?

PHOEBE- Si, mia nonna era molto povera… anche mia mamma era molto povera… e io non me la passo troppo bene… comunque è un fischietto particolare.

RACHEL- In che senso? a me pare un fischietto normalissimo.

PHOEBE- Vedi, è uno di quei fischietti ad ultrasuoni, quelli che non si sentono ma si sentono.

RACHEL- (Sguardo interrogativo)

PHOEBE- Ma si, questo fischietto possono sentirlo solo le menti semplici, sottosviluppate, ad esempio i cani o altri animali (Phoebe soffia nel fischietto e improvvisamente Joey si tappa gli orecchi e comincia a girare per la stanza osservato da un Gunter alquanto stupito)

RACHEL- Che bello! Posso provare? (ridendo) non vorrei fare impazzire il cane di quella del 2° piano!

PHOEBE- Prova pure. Un soffio leggero per menti semplici; un soffio prolungato… be' quello è proprio per sottosviluppati! (Rachel emette un soffio prolungato e… Gunter si tappa gli orecchi e comincia a girare per la stanza osservato da un Joey alquanto stupito)

RACHEL- (stupidina) E' divertente!

PHOEBHE- Ora basta però. Non si può usare molto.

RACHEL- L'ultimo (soffia ancora molto forte e Gunter e Joey, sempre sconvolti e con le mani sulle orecchie escono di scena sconvolti)

PHOEBE- (ritira il fischietto e guarda fuori dalla finestra) Oh, guarda! Nella casa dell'orribile uomo nudo ci sono Monica e Chandler! (Comincia a urlare) Hey! Hey, ragazzi! Hey! (Chandler e Monica sono ovviamente fuori scena ma cominciano ad abbracciarsi) Ohh! Ohh! Ahh-ahhh!!

RACHEL- Che c'è?!

PHOEBE- (urlando) Ahhh!! Chandler e Monica!! Chandler e Monica!!

RACHEL- Oh mio Dio!

PHOEBE- Chandler e Monica!!!!

RACHEL- Oh mio Dio!!

PHOEBE- (chiude gli occhi come per rifiutarsi di vedere) Oh!! i miei occhi!! i miei occhi!!

RACHEL- Phoebe!! Phoebe!! Non è nulla!! Non è nulla!!

PHOEBE- No! Si stanno baciando!!

RACHEL- Lo so, lo so!!

PHOEBE- Lo sai?!!

RACHEL- Sì, lo so! E anche Joey! Però Ross no, quindi devi smetterla di urlare!!

ROSS- (entrando con dei fogli in mano) che sta succedendo?

PHOEBE e RACHEL- Ohhh!!!

RACHEL- (cercando di distogliere l'attenzione di Ross dalla finestra saltellando su e giù) Ciao! Ciao!

ROSS- Che c'è?! Che c'è?!

RACHEL- Niente! Oh Dio, siamo solo eccitate per il fatto che prenderai quell'appartamento!

ROSS- Già, sembra davvero bello. Ho giusto il contratto in mano. (Si gira verso la finestra e ora è Phoebe che saltella per distogliere l'attenzione di Ross)

PHOEBE- (Urlando incoerentemente) Vieni qui!! (Gli fa segno di unirsi a lei e a Rachel. Ross comincia a saltellare incoerentemente assieme alle due, come prima saltellava con Joey)

ROSS- Grazie per l'affetto ragazze, ma ora devo andare a consegnare la proposta (le guarda e poi esce salterellando nello stesso modo)

PHOEBE- E quindi tu sapevi?

RACHEL- Si

PHOEBE- (arrabbiata) E non mi hai detto niente? (poi si calma) E cosa sai? (Rachel racconta tutto a Phoebe, parlando all'orecchio, con Phoebe che "mima" i passaggi più interessanti) Quindi vuoi dire che ogni volta che Monica e Chandler stavano, che so, facendo il bucato o andavano dal droghiere o…Oh! Tutto quel tempo che Monica passava al telefono con "Linda la triste" del college?!?

RACHEL- Ti lascio immaginare!

PHOEBE- Oh! Oh, non posso crederci! Insomma, è grandioso! Per lui. Lei poteva trovare di meglio.

JOEY- (entra un po' stordito) Ragazze, non so' che cosa mi sia preso…

RACHEL- Joey! Vieni qui! Vieni qui!

JOEY- Che c'è? Che c'è?

RACHEL- Phoebe ha appena scoperto di Monica e Chandler.

JOEY- E cioè che sono amici e nient'altro? (Fa un'occhiataccia a Rachel)

RACHEL- No. Joey, lei lo sa! Stavano nell'appartamento dell'Orribile Uomo Nudo e li abbiamo visti mentre si baciavano attraverso la finestra. (Joey resta senza fiato) In realtà li abbiamo visti mentre si baciavano contro la finestra.

PHOEBE- Allora, loro sanno che tu lo sai ma non sanno che Rachel lo sa?

JOEY- Sì, ma sai una cosa? Ora non importa chi sa cosa. Insomma, la maggior parte di noi lo sa, quindi possiamo dirglielo! Così si finirà con tutte le bugie e i segreti!

PHOEBE- Oppure, potremmo non dirgli che lo sappiamo e prenderli in giro.

RACHEL- Che…che vuoi dire?

PHOEBE- Be', sai, ogni volta che loro dicono che devono fare il bucato, potremmo dargli un bel po' di bucato da fare.

RACHEL- Ohhh, sarebbe divertente!

JOEY- No-no-no! No-no aspetta, Rachel, lo sai cosa sarebbe ancora più divertente? Dirglielo!

RACHEL- Ehhh, no, voglio fare come ha detto Phoebe.

JOEY- Non voglio prendermi nessun…

PHOEBE- No! Tu non devi fare niente! Solo non dirgli che lo sappiamo!

JOEY- Noo! Non posso sopportare altri segreti! (A Rachel) C'è il tuo segreto, c'è il loro segreto. Ci sono i miei segreti!

RACHEL- Tu non hai segreti!

JOEY- Ah sì? Be', non sai di Hugsy, il peluche con cui dormo. (Joey fa il timido)

RACHEL- (a Phoebe) Allora, come…com'è che li prendiamo in giro?

JOEY- Ugh.

PHOEBE- Be', tu potresti sfruttare il tuo ruolo di…coinquilina.

RACHEL- Ok.

PHOEBE- E poi io userei lo strumento più potente che ho a disposizione. Il mio sex-appeal.

CHANDLER- (entrando) Ciao ragazzi!

Tutti: Ciao!

PHOEBE- Ok, guardate, imparate e non mangiate il mio dolce. (Si alza e va da Chandler che sta versando qualcosa da bere)

CHANDLER- Hey.

PHOEBE- Ciao! Ohh, wow, questa giacca ti sta proprio bene!

CHANDLER- Davvero?

PHOEBE- (gli tocca il braccio) Sì, e la stoffa è così morbida…salve Signor Bicipite! Cos'è, hai fatto palestra?

CHANDLER- Be', sai, cerco di…alzare delle cose ogni tanto. (Phoebe ride incontrollatamente) Stai bene?

PHOEBE- Be', se lo vuoi sapere davvero, io…Oh, non posso dirtelo.

CHANDLER- Phoebe, sono io. Puoi dirmi tutto.

PHOEBE- Be', in realtà tu sei proprio quello a cui non posso dirlo. E quello a cui vorrei più dirlo.

CHANDLER- Ma che sta succedendo?

PHOEBE- Credo che…insomma, non sto con un ragazzo da un po' e certe volte cerchi qualcosa e non ti accorgi che quel qualcosa è proprio lì davanti a te a sorseggiare… (Chandler posa immediatamente il bicchiere) Oh no, ho detto troppo? Be', è solo una cosa su cui riflettere. Io lo farò. (esce e Chandler rimane allibito)

RACHEL- (a Joey, insieme al quale ha fatto finta di non vedere niente) Joey, andiamo anche noi a vedere l'appartamento nuovo di Ross?

JOEY- Ma li' non c'è niente da mangiare!

RACHEL- (Si alza e lo solleva di peso) Vieni, ci fermiamo da Gunter (Escono mentre rientra Monica)

MONICA- (dato che sono soli abbraccia Chandler) Sei così carino! Come fai ad essere così carino?

CHANDLER- Be', mio nonno era svedese e mia nonna era una coniglietta niente male.

MONICA- Be', ora sei anche più carino!!

CHANDLER- Sai, è un'opinione condivisa da molti oggi.

MONICA- Come?

CHANDLER- È appena successa una cosa stranissima. Credo…credo che Phoebe ci abbia provato con me.

MONICA- Ma che blateri?

CHANDLER- Ti dico che credo che Phoebe mi trovi sensuale.

MONICA- Non è possibile!

CHANDLER- Ow!

MONICA- Mi dispiace, è solo che…Phoebe ti ha sempre trovato…affascinante in…in modo…

CHANDLER- Oh, sai, può bastare.

MONICA- Mi spiace, credo che tu abbia equivocato.

CHANDLER- No, non ho equivocato, ok? Mi metteva le mani dappertutto! Mi ha toccato il bicipite, cavolo!

MONICA- Questo bicipite?

CHANDLER- Be', ora non ho il braccio piegato!

(buio. Stacco musicale)

(luce)

(In scena ci sono Monica, Rachel, Phoebe, e Chandler. Monica arriva dalla sua camera.]

RACHEL- Hey Monica, hai da fare? Vuoi venire a vedere un film con noi?

MONICA- Uhh, sai, veramente, ho del bucato da fare.

RACHEL- Oh.

MONICA- Hey Chandler, mi accompagni?

CHANDLER- Certo!

RACHEL- Bene, grande, aspettate un po'! (Corre il camera sua e ritorna con un'enorme sacco di panni) Oh, ecco qua! Non vi dispiace, vero? Mi sarebbe davvero di aiuto! Grazie!

MONICA- Oh, insomma, non credo di avere abbastanza spiccioli.

PHOEBE- Ce li ho io gli spiccioli! (Tira fuori una busta piena di spiccioli)

ROSS- (entrando) Ciao!

RACHEL- Hey Ross! Saputo niente dell'appartamento?

ROSS- Be', ho lasciato il contratto ma pare che l'Orribile Uomo Nudo subaffitti l'appartamento e ha già avuto un centinaio di richieste.

RACHEL- Oh.

ROSS- No-no, io sono in pole-position. So che non è proprio etico, ma gli ho mandato una specie di bustarella per far pendere la bilancia nella mia direzione. Guardate lì, forse potete vederlo attraverso la finestra. (Vanno tutti alla finestra)

MONICA- Oh, è quel flipper con sopra quel grosso fiocco?

ROSS- No.

CHANDLER- Quella mountain bike nuova?

ROSS- No.

MONICA- Be', tu che hai mandato?

ROSS- Un cesto di dolci.

PHOEBE- Ma c'è un tavolo pieno di cesti di dolci. Quale hai mandato?

ROSS- Quello piccolo.

RACHEL- Che?! Hai pensato davvero che quel cesto ti avrebbe fatto avere l'appartamento?

ROSS- Be', sì! Qualcuno ci ha mandato un cesto al lavoro una volta e si sono tutti innamorati di quei dolci. È stato una giornata fantastica.

CHANDLER- Il tuo lavoro mi rattrista.

ROSS- Oh cavolo! Volevo quell'appartamento così tanto!! Ero sicuro che avrebbe funzionato! Dodici dollari che non rivedrò mai più! (Esce sconsolato)

RACHEL- Allora, sarà meglio andare se non vogliamo perdere quel film.

MONICA- Ciao!

Tutti: Ciao!

PHOEBE- Ciao Chandler! (Va da lui e a bassa voce) Mi manchi già. (Gli dà un pizzicotto sul sedere)

CHANDLER- (dopo che tutti se ne sono andati) Allora, hai visto?! Totalmente inopportuna, e il pizzicotto!!

MONICA- Già, ho visto!

CHANDLER- Allora, ora mi credi se dico che le piaccio?

MONICA- Ohhh, oh mio Dio! Mio Dio! Sa di noi due!

CHANDLER- Dici sul serio?

MONICA- Phoebe lo sa e sta provando a spaventarci! È l'unica spiegazione!

CHANDLER- (offeso) Ma il mio sedere da pizzicotto e i miei bicipiti sviluppati…sa di noi due!

MONICA- Aspetta un attimo… vai a chiamare Joey!

CHANDLER- Ma sta facendo il suo riposino!

MONICA- Forza muoviti! (Chandler esce e Monica rimane pensierosa qualche secondo fino al rientro dei due. Joey ha Hugsy, il suo peluche)

MONICA- Joey!

JOEY- (Prova velocemente a nascondere Hugsy buttandoselo dietro la testa) Sì?

CHANDLER- Phoebe sa di noi due!

JOEY- Be', io a loro non l'ho detto!

MONICA- Loro?! Loro chi?

JOEY- Uhh, Phoebe e Joey.

MONICA- Joey!

JOEY- E Rachel. Ve lo avrei detto, ma mi hanno fatto promettere di non dirvelo!

CHANDLER- Oh cavolo!

JOEY- Mi spiace! Ma, hey, ora è finito, giusto? Perché potete dire loro che voi sapete che loro sanno e io posso tornare a non sapere assolutamente nulla!

MONICA- A meno che…

JOEY- No! Niente a meno che! Sentite, bisogna smetterla!

MONICA- Oh cavolo, pensano di essere scaltre! Ma, vedi, loro non sanno che noi sappiamo che loro sanno! Perciò…

CHANDLER- Ahh sì! Che suonino pure le loro trombe, e noi suoneremo le nostre campane!

JOEY- (che ha capito poco) Si ma fate piano eh? Posso tornare a dormire ora? (non ricevendo risposta perché Monica e Chandler stanno rimuginando) OK (riprende il peluche) Vieni Hugsy (esce mentre rientrano Phoebe, Rachel e Ross, che si mette a guardare l'appartamento dell'Orribile Uomo Nudo con un binocolo)

MONICA- ma non dovevate andare al cinema?

RACHEL- Abbiamo cambiato idea.

ROSS- Noooo.

RACHEL- Oh Ross, devi smetterla di torturarti!

PHOEBE- Sì, perché non cerchi un altro appartamento e basta?

ROSS- Senti, ho già guardato un migliaio di appartamenti questo mese e nessuno si avvicina minimamente a questo!

RACHEL- Sai che dovresti fare?

ROSS- Cosa?

RACHEL- Dovresti scoprire quali sono i suoi hobby, e poi usarli per stringere con lui. Sì! Come se io cominciassi una conversazione (alza la voce) sui sandwich…

JOEY- (rientra di corsa) Ti ascolto.

RACHEL- oppure sulla mia biancheria…

GUNTER- (entra di corsa) Ti ascolto.

RACHEL- (A Ross) Visto?

ROSS- È un'idea grandiosa! E in più, conosco l'Orribile Uomo Nudo, perché siamo stati a guardarlo per quasi cinque anni, il che mi rimette in pole position. Allora, vediamo, aveva un tappeto elastico (Joey e Gunter, delusi escono insieme).

PHOEBE- L'ha rotto.

ROSS- Be', aveva degli stivali anti-gravità.

RACHEL- Sì, ha rotto anche quelli.

CHANDLER- Quindi gli piace rompere le cose.

ROSS- Allora, adesso devo andare ma m'inventerò qualcosa. (sta uscendo ma si ferma) non aveva un gatto una volta?

PHOEBE- Non gli ricorderei del gatto, lo farebbe solo deprimere.

CHANDLER- Già, povero gattino, non aveva visto quel sederone che stava per atterrare su di lui.

ROSS- Giusto. (Esce mentre Rachel va' in camera sua. A questo punto Monica invita Chandler ad approcciare con Phoebe e poi si ritira nella sua stanza)

CHANDLER- (Imbarazzato) Ciao cara!

PHOEBE- (imbarazzata ma si riprende e con voce sexy) Oh? Ciao, caro.

CHANDLER- Ciao, Phoebe. Ho pensato a te tutto il giorno. (Monica spia dalla sua camera, così come Rachel)

PHOEBE- Eh?

CHANDLER- Be', sai quella cosa che hai detto prima, mentirei se dicessi che non mi hai intrigato.

PHOEBE- Davvero?

CHANDLER- Sì, ascolta, tra poco qui non ci sarà nessuno… quindi perché non vieni a… (mostra il braccio) toccarmi il bicipite?

PHOEBE- Ti farò sapere. Ok, ciao! (va' verso la camera di Rachel. Chandler soddisfatto prende Monica ed insieme escono. Phoebe rientra con Rachel) Oh mio Dio! Vuole che vada da lui a toccargli il bicipite!

RACHEL- Stai scherzando?!

PHOEBE- No!

RACHEL- Non posso credere che farebbe una cosa del genere a Monica! (pensa) Hey, aspetta un attimo (esce e va' a prendere Joey, che entra come prima. Joey evita di guardarla) Joey, per caso loro sanno che noi sappiamo?

JOEY- No.

RACHEL- Joey!

JOEY- Loro sanno che voi sapete.

RACHEL- Ugh, lo sapevo! Oh, non posso crederci!

PHOEBE- Oh, pensavano di poterci fregare! Provano a fregarci eh?! Be', loro non sanno che noi sappiamo che loro sanno che noi sappiamo! (Joey scuote la testa) Joey, tu non devi dire niente!

JOEY- Non potrei neanche se volessi. (entra Ross) Ciao

ROSS- Ciao

RACHEL- Phoebe, vieni un attimo da me che ti mostro un vestito che ho comprato ieri (escono)

JOEY- (guarda un attimo Ross) Ciao (esce)

ROSS- (molto timido) Dunque, io potrei dire così: Buona sera signore. Io mi chiamo Ross Geller. Sono uno di quelli che hanno fatto domanda per l'appartamento. E mi sono reso conto che...che la competizione è accanita ma…mi dispiace, io non posso fare a meno di notare la sua nudità e…(applaude) E io la applaudo. Insomma, mi piacerebbe starmene nudo. Insomma, sembra…sembra fantastico. È come Dio aveva progettato. (Pausa) Non ce la farò mai! (esce mentre rientrano Rachel e Phoebe che parlottano tra loro)

PHOEBE- D'accordo, d'accordo: vuole un appuntamento? Avrà un appuntamento. Bene, vado.

RACHEL- Bene. Sii sexy.

PHOEBE- (ride) Ti prego. (vengono interrotte dall'ingresso di Chandler, Monica e Joey. Ognuno prende una posizione distante e Joey in particolare, sempre con qualcosa da mangiare, si avvicina alla finestra, ovvero al fondo della parete. Monica sfoglia una rivista sul divano ma cerca di ascoltare quanto avviene. Chandler è distante da Monica, volutamente. Rachel è tornata in camera sua)

PHOEBE- (Va da Chandler con gli occhi che dicono "vieni qui". Dà un'occhiata a Monica) Allora Chandler, mi…mi piacerebbe che sia stasera.

CHANDLER- (all'inizio è preoccupato, ma poi supera la cosa) Davvero?

PHOEBE- Oh sicuro. Diciamo, attorno alle sette?

CHANDLER- Sì.

PHOEBE- Bene. Davvero non vedo l'ora di… di… non vedo l'ora e basta (Grande imbarazzo di entrambi, mentre si allontana Chandler apre la bocca come se stesse urlando e Monica mima che va tutto bene)

JOEY- (guardando fuori della finestra) Hey, hey, guardate! Guardate! L'Orribile Uomo Nudo ha un Amico Nudo! (Corrono tutti alla finestra, compresa Rachel che rientra)

PHOEBE- Oh sì! (Restando senza fiato) Oh mio Dio! Quello è il nostro amico! (Monica si copre la faccia)  È Ross Nudo! (Monica si gira e affonda la testa sulla spalla di Chandler)

Tutti: Sì, è vero, è Ross Nudo!! (Monica e Chandler escono sul pianerottolo)

RACHEL- Ok il momento è buono, comincia lo spettacolo!

PHOEBE- Ok, Rachel, prendimi il profumo!

RACHEL- Ok! (Va a prenderlo)

PHOEBE- E Joey, mi prendi una bottiglia di vino e dei bicchieri? (Lo fa contro voglia, poi esce verso il bagno, mentre nel frattempo Rachel è tornata col profumo e lo spruzza un po' davanti a Phoebe che si fa "cogliere" dallo spruzzo facendo una giravolta. Poi ritornano in camera di Rachel. Joey fa capolino dal bagno e riesce subito. Entrano Monica e Chandler)

MONICA- Allora, sarà grandioso! Tu falle credere di volerci stare! La spaventerai da matti!

CHANDLER- Ok, senti, fino a che punto mi devo spingere con lei?

MONICA- Rilassati, lei…lei si arrenderà molto prima di te!

CHANDLER- E come lo sai?!

MONICA- Perché tu sei nella mia squadra! E la mia squadra vince sempre!

CHANDLER- A questo gioco?! (Monica accompagna fuori Chandler e si reca in camera sua. Joey come prima, sempre più perplesso. Phoebe rientra con Rachel che fa' capolino dalla sua stanza)

RACHEL- Allora, io cerco di sentire da qui!

PHOEBE- Ok.

RACHEL- Ok? Whoa, aspetta! (Apre un bottone del vestito di Phoebe)

PHOEBE- Buona idea!

RACHEL- Sì, oh aspetta! (Ne apre un altro)

PHOEBE- Oh senti, non farmi scoprire tutte le mie carte! (Rachel esce e Phoebe si siede sexy sul divano. Dopo qualche secondo entra Chandler)

CHANDLER- Phoebe.

PHOEBE- Chandler.

CHANDLER- Mettiti pure comoda.

PHOEBE- Stavo per farlo. Uh, ho del vino. Ne vuoi?

CHANDLER- Certo. (Fa tutta una scena sexy per stapparla e versare il vino)

PHOEBE- Allora, eccoci qua. Nervoso?

CHANDLER- Io? No. Tu?

PHOEBE- No, voglio che succeda.

CHANDLER- Anch'io. (Fanno cincin e bevono un sorso. Ma poi continuano a bere fino a finire il bicchiere, o la bottiglia)

CHANDLER- Metto su un po' musica.

PHOEBE- Forse, forse potrei danzare per te. (Comincia a fare una danza che dovrebbe essere sexy)

CHANDLER- (imbarazzato) Sei… sei fantastica.

PHOEBE- Grazie! Sai, quando dici cose così, mi viene voglia di strapparti quel maglione di dosso!

CHANDLER- Be', perché non ci trasferiamo in camera mia, allora?

PHOEBE- Davvero?

CHANDLER- Oh, non ti va?

PHOEBE- No. No! È solo che prima voglio togliermi tutti i vestiti e che tu mi spalmi della lozione su tutto il corpo.

CHANDLER- (Inghiotte rumorosamente) Sarebbe bello! Monica ha una lozione eccezionale, vado a prenderla (esce verso la camera di Monica mentre Phoebe va da Rachel. Chandler fa capolino, vede che non c'è nessuno e si affaccia in scena con Monica) Senti, mi sta totalmente sfuggendo tutto di mano, chiaro? Vuole che le spalmi della lozione addosso!

MONICA- Sta bluffando!

CHANDLER- Senti, non si sta tirando indietro! Faceva così (Imita la danza di Phoebe e poi ritornano in camera. Si affacciano in scena Phoebe e Rachel)

PHOEBE- Non si sta tirando indietro. È andato a prendere la lozione.

JOEY- (entra) Oh cavolo, non avete ancora finito? Voglio stravaccarmi in poltrona!

RACHEL- (fa' segno di parlare a bassa voce) Joey senti, guardala sotto questo punto di vista: prima Phoebe fa cadere Chandler, prima finirà questa storia e tutto sarà allo scoperto.

JOEY- Ok Mi piace l'idea! (A Phoebe) Oh, d'accordo: fagli vedere il reggiseno! Ha paura dei reggiseni! Non sa affrontarli! (Apre velocemente il vestito di Phoebe mostrandone il reggiseno)

PHOEBE- Joey! (Esaminando il vestito) Wow, non ha strappato neanche un bottone.

JOEY- Non è la mia prima volta. (Joey torna in bagno, Rachel in camera sua e Phoebe si siede sul divano. Dopo qualche secondo torna Chandler titubante)

CHANDLER- (ci prova) Oh, te…te ne vai?

PHOEBE- Umm, non senza di te, mio amante. (Lentamente si avvicina a lui facendo bella mostra del suo reggiseno) Allora, ecco il mio reggiseno.

CHANDLER- (inghiottendo rumorosamente) È molto…molto carino (estrae un fazzoletto) ecco il mio fazzoletto.

PHOEBE- che carino. Ci sono le iniziali!

CHANDLER- Sono davvero… contento che stiamo per fare… un sacco di…

PHOEBE- Fai bene ad esserlo. Io sono molto…malleabile. (Pausa) Ora ti do un bacio.

CHANDLER- Non se te lo do prima io. (Si avvicinano e Phoebe mette, esitante, la sua mano sul fianco di Chandler. Lui mette la sua sull'anca sinistra di lei. Phoebe gli palpa il sedere. Chandler va per toccarle il seno, ma si ferma e preferisce metterle la mano sulla spalla)

PHOEBE- Oh.

CHANDLER- Be', credo non ci sia rimasto nulla da fare che baciarci.

PHOEBE- Eccolo che arriva, il nostro primo bacio. (Si baciano appena. Phoebe ha gli occhi spalancati: è scioccata. E Chandler squittisce. Alla fine, lui interrompe il bacio e spinge Phoebe via)

CHANDLER- Ok! Ok! Ok! Hai vinto! Hai vinto! Non posso, non posso non posso!

PHOEBE- E perché no?!

CHANDLER- Perché sono innamorato di Monica!!

PHOEBE- Co…cosa sei?! (Monica e Rachel rientrano dalle loro stanze, mentre Joey dal bagno)

CHANDLER- La amo! Sì, è vero, io…la…amo!!! La amo!! (Si avvicinano e si abbracciano) Ti amo, Monica.

MONICA- Anch'io ti amo, Chandler. (Si abbracciano)

PHOEBE- Io…non sapevo che eravate innamorati!

JOEY- Amico!

CHANDLER- E tanto di cappello a Phoebe. Un'avversaria niente male. (Pausa) E devo dire che ti si vede ancora il seno.

PHOEBE- Oh! (Si gira e si abbottona il vestito)

JOEY- Bene! Questo è quanto! È finita! Lo sanno tutti!

MONICA- Be', in realtà, Ross non lo sa.

CHANDLER- Sì, e apprezzeremmo molto se nessuno glielo dicesse ancora.

JOEY- (arrabbiato) Eh no! adesso basta! Bisogna dirlo anche a Ross altrimenti…

MONICA- altrimenti?

JOEY- (titubante) Ok (sta per tornare in bagno ma entra Ross)

ROSS- (trionfante) Ragazzi, ho ottenuto l'appartamento!

TUTTI- (a soggetto) Bravo, Complimenti!

PHOEBE- Io devo scappare… (si avvicina a Chandler per dargli una pacca sul sedere) Complimenti campione! (Chandler si sposta e la pacca la prende Ross che reagisce allargando le braccia. Phoebe ridacchia ed esce)

RACHEL- Io sono stanchissima (si avvicina a Ross, lo accarezza e lo guarda con passione) Buonanotte tesoro (esce verso la sua camera. Ross la guarda contento)

MONICA- Vado anch'io (da un bacio a Ross) Buonanotte fratellino (si avvia verso camera sua non senza aver lanciato occhiate molto chiare verso Chandler)

JOEY- Senti amico, quando ti dissi che Monica e Chandler erano andati per locali gay… be', non era vero (esce)

ROSS- Grazie amico, ma non avevo dubbi.

CHANDLER- Andrò anch'io. Buonanotte amico (si avvia con molta naturalezza verso la camera di Monica)

ROSS- (sereno) Una nuova casa per un nuovo Ross! Inviterò tutti i miei colleghi una volta ammobiliato. E tutta quella storia della rabbia, be', me la sono buttata alle spalle: sono decisamente pronto per tornare al lavoro (si avvia verso la camera di Rachel ma rimane un attimo inebetito, poi realizza e corre verso la camera di Monica) GIÙ LE MANI DA MIA SORELLA!!!

(sipario)

FINE

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 1 volte nell' ultima settimana
  • 2 volte nell' ultimo mese
  • 7 volte nell' arco di un'anno