Aperitivo con delitto

Stampa questo copione

APERITIVO CON DELITTO

APERITIVO CON DELITTO

ovvero

Il primo crittogramma di Baele

(All’inizio dello spettacolo, verrà distribuito il seguente programma di sala:

Crittogramma

Di messaggio il cui contenuto è stato cifrato, normalmente sostituendo una lettera con un'altra lettera, o con dei numeri ognuno dei quali indica una lettera. In genere il messaggio cifrato, o in codice, è preparato per essere letto solo dal destinatario.

La storia di Beale

 “C'era una volta, ma c'era davvero, un cercatore d'oro che sotterrò un tesoro da 20 milioni di dollari. Nel 1825 Thomas J. Beale, questo è il suo nome, affidò ad un amico i tre crittogrammi che custodivano il suo segreto, e poi partì per non tornare mai più. Sessant’anni dopo i tre crittogrammi misteriosi furono pubblicati e la storia  di Beale resa nota. Si venne così a sapere che nel secondo crittogramma Beale aveva descritto il tesoro stesso e quanto valeva, nel terzo aveva indicato gli eredi e le loro ripartizioni, e nel primo dei crittogrammi misteriosi aveva descritto il luogo esatto dove il tesoro si trovava. Questo primo crittogramma non è mai stato svelato. Per oltre un secolo i cacciatori di tesori e i crittanalistihanno fatto innumerevoli tentativi di svelare questo mistero, risolvere il primo crittogramma di Baele ed entrare in possesso dell’oro. Finora senza alcun successo”)*

Personaggi

Phil Zimmerman                famoso crittanalista

Clifford Cocks                   collega e collaboratore di Zimmerman

Alice Kober                       collega e collaboratrice di Zimmerman

Ispettore David  Lyndon      fratello di Daniel

Ispettore Daniel Lyndon      fratello di David

Frank                                pittore

Janet                                 pittrice

(In una sala il pubblico è invitato a partecipare ad un aperitivo che anima l’inaugurazione di una mostra di quadri. Musica. Kober, Cocks e Zimmerman sono sin dall’inizio tra il pubblico chiedendo, di tanto in tanto, dei commenti sui quadri esposti. I quadri sono sagome di polistirolo dove sono scritte delle lettere, possono essere alternati a quadri di vario altro genere, o essere realizzati essi stessi in modo del tutto fantasioso, fermo restando la leggibilità delle lettere e la loro grandezza, tale da essere lette anche a distanza)

 

(ipotesi di ripartizione delle lettere del crittogramma nei quadri)

P

M

I

S

 

U

N

A

R

A

P

I

U

I

F

N

T

T

A

V

O

T

I

T

T

N

E

O

R

C

A

I

E

O

C

S

C

H

E

Crittogramma completo:

A

R

A

P

M

I

S

P

I

U

D

A

U

N

I

F

N

O

C

S

A

T

T

A

C

H

E

D

V

O

T

N

E

C

A

I

T

T

O

R

I

E

 (Phil Zimmerman, sale su una pedana e attrae l’attenzione del pubblico)

Zimmerman - Gentili signore e signori, permettete che mi presenti, sono Phil Zimmerman, e come forse alcuni di voi sanno, sono un crittanalista. Parola misteriosa, “crittanalista”, ma non abbiate paura, dicono che sono famoso, quindi! (ride del suo umorismo di patata)(parte un applauso di cortigianeria da parte dei colleghi Kober e Cocks) Gentili signori, tra non molto sveleremo il significato segreto di questa mostra. Questi quadri infatti, apparentemente uno studio calligrafico, sono in realtà molto più preziosi del loro valore di mercato, poiché composti per la prima volta nella giusta maniera andranno a svelare un segreto. A questo proposito permettetemi di chiamare qui accanto a me, i miei illustri colleghi crittografi: il signor Clifford Coks e la signora Alice Kober. Un applauso, grazie. (Alice e Clifford lo raggiungono, sono intimiditi e temono Zimmerman, portano con loro i bicchieri del cocktail) A parte gli scherzi è bene spiegare cosa vuol dire essere crittografi. Ebbene signori noi costruiamo messaggi cifrati, e quindi siamo anche in grado di decifrarli. Ogni crittografo che si rispetti, si fregia di costruire messaggi cifrati inviolabili, e allo stesso tempo di saper violare quelli altrui. Tanta storia è passata per i nostri uffici e per quelli dei nostri predecessori, da Cesare in poi pochi governi hanno rinunciato al nostro lavoro  prezioso, ma sconosciuto, e per sua natura nascosto. Ma cosa c’entra questo con la mostra? Vi chiederete. E con i quadri? Ebbene questa sera voi avrete l’occasione di assistere ad una nostra pubblica esibizione, decifreremo il messaggio contenuto in questi quadri, svelando così un segreto centenario, e vi assicuro che non è cosa da tutti i giorni assistere a tre dei più noti crittanalisti del mondo, lavorare alla luce del sole.(A Clifford e Alice) Clifford, Alice, volete dire qualcosa?

(Clifford e Alice hanno in mano i loro bicchieri, e con gesto emozionato ne strofinano il bordo, sono in una certa soggezione, scuotono la testa in segno di diniego)

Zimmerman -  Tra non molto, signori, verrà svelato il segreto del tesoro di Beale. Come alcuni di voi forse sanno Thomas Beale visse all’inizio del diciannovesimo secolo, in quello che allora era noto come il Wild West, il selvaggio Ovest della sconfinata terra degli Stati Uniti d’America. Un giorno Beale ed i suoi amici seguendo una folta mandria di bufali a circa quattrocento chilometri a nord di Santa Fe, si trovarono fuori dalle piste tracciate dalla carte. Li sorprese il buio, e così si accamparono per la notte in una zona relativamente protetta, forse un fossato, quand’ecco che la luce del fuoco fece brillare qualcosa nelle rocce circostanti, non ci misero molto a capire che quello che scintillava intorno a loro, era oro. Sì, oro signori, Beale e suoi compagni si erano accampati nel bel mezzo di una ricca vena di oro puro. Scavarono per un anno e mezzo, in gran segreto, incessantemente, finendo per accumulare un tesoro calcolabile oggi in circa venti milioni di euro. Quel tesoro nascosto, fu protetto, dallo stesso Beale, con tre crittogrammi. Nel primo, il più importante, Beale descrive l’esatta ubicazione del tesoro, descrizione detta “delle più semplici, cosicché trovarlo non comporterà nessuna difficoltà”, come scrive in una lettera, ebbene questo crittogramma non è stato mai violato. Dello stesso Beale non si ebbero più notizie, alcune cronache narrano che si fece monaco in Tibet, altri lo vogliono ucciso in circostanze misteriose. Di fatto non tornò mai dal custode dei tre crittogrammi, né mai gli spedì alcuna comunicazione utile alla loro decifrazione. Torniamo a noi signori, questa sera, grazie ad anni di studi e tentativi, i tre più grandi crittografi esistenti, sveleranno gli uni a gli altri, la frase chiave che violerà il primo crittogramma di Beale. Non è stato facile trovarla, ed in verità non l’abbiamo ancora trovata, ma la troveremo insieme questa sera. Non siete certo degli esperti crittografi, quindi non ci aspettiamo che lo facciate voi, lo faremo noi, svelandola così in pubblico. Perché, questo? Perché? Béh, lasciate che vi spieghi quale grande onore sia per me oggi essere protagonista di un tale momento, momento che con ogni probabilità segnerà uno dei capitoli della cifratura contemporanea: oggi Clifford Cocks, Alice Kober e Philippe Zimmerman  sveleranno il primo crittogramma di Baele,  entrando così nella Storia! Come Mister Babbage, che violò il sistema francese di Vinegére, ritenuto infallibile, e costringendo i francesi a trovarne uno più efficace dopo secoli, o Thomas Phelippes, che decifrando i messaggi segreti tra Maria Stuarda e i suoi complici, contribuì in maniera decisiva a condannarla al patibolo, e sventare quello che, senza dubbio, sarebbe stato un colpo di stato e, forse, chissà, avrebbe cambiato il corso della storia. Insomma signori, capirete come nel nostro caso, qualche accortezza sia quanto meno necessaria, chi non farebbe carte fase per conquistarsi un posto nelle storia? Chi non tenderebbe anche un solo innocente tranello, nel tentativo così umano di prevalere, di vincere, anche a costo di qualche inganno? E siccome nella storia non vengono trascritte le scorrettezze, ma i vincitori, e la vostra presenza ci assicura che nessuno di noi tre, si approprierà della frase chiave a scapito degli altri. E a questo punto ci vuole un brindisi!

 

(Si rivolge a Cocks per prenderne il bicchiere, ma il bicchiere di Cocks è vuoto, allora Clifford fa cenno a Kober, che prima passa il suo bicchiere a Clifford, il quale ne toglie un pilucco dal bordo, e infine lo porge a Zimmerman,  che rivolto al pubblico alza il calice in segno di brindisi)

Zimmerman – Al primo crittogramma di Baele!

Cocks ed Alice - Al primo crittogramma di Baele!

(Tutti brindano)

Zimmerman -  Pensate che i tre crittogrammi furono affidati da Baele …. ad un semplice oste, che dopo molti anni li affidò alle cure di un noto matematico che in effetti riuscì …. a violarne uno, il secondo, quello che ci informa dell’entità del tesoro, quanti lingotti … furono fusi…

(Zimmerman accusa un dolore al petto, gli assistenti fanno per soccorrerlo, ma lui fa cenno di voler continuare)

Zimmerman -  …Ma bando agli indugi, le lettere …

(sorride al pubblico, ma comincia soffocare)

Zimmerman - …Cominciamo il nostro lavoro…

(si accascia)

Cocks -   Aiuto! Un dottore presto!

Kober –  C’è un dottore in sala?! Per favore!

Cocks -   Non c’è un dottore in sala?!

(allargano la cravatta di Zimmerman, che rantolando muore) (se qualcuno del pubblico accorre,  verrà comunque fermato dalla battuta seguente)

Kober – come sta?

Cocks – Non avvicinarti, troppo tardi. E’ morto!

(Alice Kober emette un urlo) (parte una sirena alle spalle del pubblico)

(entrano gli Ispettori David e Daniel Lyndon)

Isp David/Daniel – (passando tra il pubblico) Scusate, con permesso signori.

(sono una coppia di gemelli eterozigoti, identici in tutto tranne che nel viso, portano vestiti identici, si muovono in modo quasi speculare, dicono la stessa cosa due volte, o completano il pensiero e il discorso l’uno dell’altro. I due Ispettori si avvicinano al morto. Kober e Cocks fanno un goffo e tardivo tentativo di fuga, ma gli Ispettori li bloccano)

Isp David– non lo farei se fossi in voi signorina Kober!

Isp Daniel – non lo farei se fossi in voi signor Cocks!

(Kober e Cocks si bloccano.)

Isp David - (ad una signora) Permette? (le bacia la mano) Siamo gli Ispettori David Lyndon..

Isp Daniel – (anche lui bacia la mano ad un’altra signora) .. e Daniel Lyndon.

Isp David - Gemelli eterozigoti.

Isp Daniel - Ci dispiace avervi interrotto

Isp David – Essere piombati qui a suon di sirena non è una cosa carina

Isp Daniel - ma ovunque si commetta un delitto efferato

Isp David – E misterioso

Isp Daniel - È nostro compito svolgere delle accurate indagini

Isp David –  e vi dobbiamo confessare che abbiamo sentito puzza di bruciato da molto lontano.

Isp Daniel -  per questo ci siamo trovati entrambi nei paraggi

Isp David – senza neanche dircelo

Isp Danile – Eh già, io e mio fratello ci capiamo senza neanche parlarci

Isp David – Né guardarci

Isp Daniel – Né vederci

Isp David – Siamo telepatici

Isp Daniel / David -  (insieme) Questo lo stavo pensando io!

Isp David– è questo il morto?

Isp Daniel – Mi sembra evidente David

Isp David – L’apparenza a volte inganna Daniel. Un morto fresco è molto simile ad uno svenuto caldo.

Isp Daniel - Hai ragione fratello, anche un arresto cardiaco è molto simile ad una forte emozione.

Isp David / Daniel – già.

Isp David - (a Clifford) Abbiamo bisogno di prove!

Isp Daniel –  (ad Alice) Di prove scottanti!

Isp David - (a Clifford) Anzi bollenti, come le tue labbra pupa!

Isp Daniel -  (ad Alice) Quanto è vero che la tua cravatta fa vomitare, bello!

(gli Ispettori si bloccano, c’è qualcosa che non va, si guardano, cambiano di posizione, ripetono le battute)

Isp David - (ad Alice) Anzi bollenti, come le tue labbra pupa!

Isp Daniel -  (a Clifford) Quanto è vero che la tua cravatta fa vomitare, bello!

(si guardano, compiaciuti e si fanno Okkei l’un l’atro)

Alice – perché guardate noi? Cosa volete che facciamo?

Clifford – Non siamo ispettori noi, siamo matematici!

Isp Daniel/David – e va bene, faremo da noi!

Isp David - (al pubblico) Lei, sì lei, le dispiace perquisire il morto?

Isp Daniel – (al pubblico) anche lei gentilmente, lei ha un aria particolarmente astuta. Le dispiace aiutare il suo collega?

(Il pubblico esiterà)

Isp David -Sai Daniel, oggigiorno nessuno fa niente per niente. Sai cosa dobbiamo fare? 

Isp Daniel – dobbiamo nominarli ufficialmente.

Isp David –Esatto

Isp Daniel – Allora ecco, ecco il suo distintivo (gli applicano un distintivo con scritto “perquisitore 1” e “perquisitore 2”)

Isp David - (idem) Così lei ora è nominato ufficialmente, contento? E ora per favore, le dispiace perquisire il morto?

Isp Daniel – Suvvia, da bravi!

(gli danno istruzioni, aspettando che eseguano)

Isp David - Aprite le giacca,

Isp Daniel – frugate nei calzini,

Isp David -nei polsini,

Isp Daniel – nei gemelli,

Isp David -nel colletto,

Isp Daniel – nel nodo della cravatta

Isp David -e nella patta

Isp Daniel – Potete evitare la patta

Isp David - Eccezionalmente

Isp Daniel – Eccezionalmente. Trovato niente?

Pubblico – no

Isp David – allora provate nella tasca destra.

Isp Daniel – cosa c’è?

Pubblico – un bigliettino

Isp David –  Daniel guarda, c’è un messaggio nella tasca di Zimmerman. Curioso: è in doppia copia.(gliene porge una)

Isp Daniel – Davvero curioso David

Isp Daniel/David – (ai perquisitori) Grazie. Ottimo lavoro. Un bell’ applauso ai perquisitori! Grazie.

Isp David – Signori un po’di attenzione (Leggendo) C’è scritto:  l’aperitivo …

Isp Daniel -  (idem) …è stato avvelenato!

(Reazione di sconcerto di Kober e di Cocks)

Clifford – non è possbile!

Kober – l’abbiamo bevuto tutti !

Isp Daniel – (al pubblico) farete bene a poggiare i vostri bicchieri, gentili signore e signori. Il morto ci ha appena comunicato che l’aperitivo è stato avvelenato.

Isp David – e non è una battuta!

Isp Daniel – Bisogna diffidare di un aperitivo con delitto! Dunque, ci pare di capire che nel bel mezzo di una mostra di quadri, un distinto signore sia stato avvelenato.

Cocks – Non  è un distinto signore, ma Phil Zimmerman, il più grande crittanalista vivente!

(Alice si commuove)

Isp Daniel – vivente non più, signor Cocks.

Isp David –  Oh ma non dubiti, sappiamo tutto di voi e di questa strana mostra di quadri “crittografici”.  Quando tre grandi crittanalisti si riuniscono in pubblico non è mai un buon segno

Alice – Come fate a dirlo? I critanalisti non si riuniscono mai in pubblico!

Isp David – Appunto signora Kober, non crede ci sia qualcosa che non va in un crittanalista che si mostra?

Isp Daniel - Sarebbe come una mostra che si nasconde. (a David) Che vuol dire questa?

Isp David –  (a Daniel) Non devi dire tutto quello che mi passa per la testa Daniel.

(al pubblico) Quindi signori, stando ai fatti c’è un morto, un aperitivo avvelenato, due forti sospettati, e molti, molti testimoni, cioè voi.

Isp Daniel – (al pubblico) Per caso qualcuno di voi ha parlato con i qui presenti Kober e Cocks?

Isp David –  O direttamente con il signor Zimmerman? Coraggio signori dovete continuare a dare il vostro contributo alle indagini.

Isp Daniel - Prego, signore, si faccia avanti, lei ha parlato con Zimmerman?

Pubblico – (risponde)

Isp David –   E cosa vi siete detti?

Pubblico – (risponde)

Isp Daniel – Può parlare più forte signore, in modo che tutti sentano? Anzi, la prego, venga qui davanti a tutti…

(fanno di volta in volta accomodare il pubblico al centro)

Isp Daniel – Le dispiace essere più preciso, e farci vedere se il signor Zimmeman ha fatto qualche gesto particolare, ha usato qualche espressione particolare?

Pubblico – (risponde)

Isp Daniel – La ringrazio. Permette? (applica all’abito del signore un distintivo con scritto “testimone, n°1” ) Grazie. Può tornare tra i suoi colleghi del pubblico. Qualcuno ha invece parlato con il signor Cocks?

(come sopra, individuato il testimone tra il pubblico lo fanno venire al centro e ripetere la frase della conversazione)

Isp David – e le è parso strano, turbato?

Pubblico – (risponde)

Isp Daniel - potrebbe affermare, a partire da queste parole, che il signor Cocks avesse intenzione di uccidere?

Pubblico – (risponde)

(lo congedano con il distintivo, stessa cosa per Alice, i testimoni devono essere 3)

Isp David – Bene signori. Siete stati di aiuto, dobbiamo riconoscerlo. (opp: non siete stati affatto di aiuto!)

Isp Daniel – Mi raccomando che nessuno lasci l’edificio se non in nostra compagnia

Isp David – Farete bene d’ora in poi a richiamare alla memoria tutto, tutto, tutto, quello che avete visto fino a poco fa in questa sala

Isp Daniel - Perché la vostra memoria

Isp David  - Anche del più minimo dettaglio

Isp Daniel - sarà la chiave

Isp David – Per risolvere il delitto

Isp Daniel - Siete pronti?

Isp David – Bene signori, allora possiamo andare.

Isp Daniel  – (a  Kober e Cocks) – Oh, va da sé che il signor Clifford Cocks

Isp David – E la signora Alice Kober

Isp Daniel - Devono seguirci

Isp David / Isp Daniel – (al pubblico) insieme a tutti voi

Isp David – da questa parte signori

Isp Daniel - prego

Isp David - seguiteci

(Il pubblico si dividerà in due gruppi, uno seguirà Daniel e Cocks e l’altro David e Kober. Il primo gruppo andrà nell’atelier dei pittori e il secondo nel teatrino.

Nelle due sale si svolgerà lo stesso dialogo e la stessa scena con poche varianti necessarie)

Teatrino / Atelier Pittura

(Teatrino. Alice Kober va a sedere su una sedia d’ufficio, accanto a lei la luce di una lampada le colpisce violentemente il volto. E’ una donna timida, sexy e nervosa. Nella stanza la luce livida della luna filtra da una invisibile finestra,

David Lyndon, che non si è mai tolto l’impermeabile e il cappello, le cammina intorno, scrutandola)(stessa situazione per Clifford Cocks, uomo apparentemente innocuo ma in realtà astuto e sottile come un matematico)(le battute qui attribuite ad Alice  Kober sono attribuibili anche a Clifford Cocks, entrambe fumano, Alice da un bocchino, Cocks con un filtro corto o altro che ne dimostri una certa civetteria)

Kober/Cocks – Carino qui, è il vostro ufficio?

Isp David/Daniel –È la prima stanza che ho trovato

Kober/Cocks – è indispensabile che ci sia tutta questa gente Ispettore?

Isp David/Daniel – necessario direi,  necessario al nostro contraddittorio. Infatti i  signori qui presenti saranno chiamati a smentire o confermare le sue affermazioni, Signor Cocks /Kober, in quanto testimoni dei fatti accaduti.

Kober/Cocks –– Senta, non vorrei sembrarle scortese ma ho un importante lavoro su degli antichi codici babilonesi, potrei dirle semplicemente quello che so, e poi andarmene?

Isp David/Daniel – temo non sia possibile, signor/ina Kober. Non prima di averci detto: perché avete ucciso il signor Zimmerman!!?

Kober/Cocks –– Ma noi non abbiamo ucciso proprio nessuno! Almeno io Ispettore, parlo per me.

Isp David/Daniel – benissimo, doveroso atto da parte sua, discolparsi, e io sarei anche tentato di crederle, ma è mio fratello David (– Daniel) che non le crede! Ma atteniamoci ai fatti. (al pubblico) Il signor Zimmerman è stato ucciso attraverso del veleno presumibilmente presente nell’aperitivo. Così afferma il messaggio che forse lui stesso, o forse l’assassino, ci ha fatto trovare all’interno della tasca del morto. Sul messaggio torneremo più tardi, concentriamoci piuttosto sull’aperitivo (ad uno del pubblico) Ecco, lei ad esempio, vicino al testimone nà1, lei conferma che il signor Zimmerman ha bevuto l’aperitivo?

Pubblico – (fino a quando qualcuno risponde)Sì

 

Isp David/Daniel – E non è forse, presumibilmente, lo stesso liquido che voi tutti avete bevuto in quanto invitati a questa bizzarra mostra - spettacolo? E lei, mi dica, come si sente?

Pubblico – (se necessario la domanda si ripete fino a quando non viene risposto) “bene”

Isp David/Daniel – bene? Ne è sicura? Dunque se lei si sente bene, stando all’assassinio consumatosi poc’anzi, vuol dire che lei potrebbe essere una potenziale sospettata! Conosceva il signor Zimmerman?

Pubblico – no

Isp David/Daniel – Questo non la discolpa del tutto. D’altro canto nessun agente segreto potrebbe ammettere di conoscere le proprie vittime. E’ uno dei punti di forza della polizia segreta, nulla collega gli assassini alle loro vittime, il caso è il loro alibi. (rivolgendosi ad un altro del pubblico) Lei ha avuto la sensazione, o addirittura visto qualcosa di strano questa sera?

Pubblico – no

Isp David/Daniel – Per caso, qualcuno, ha dato un bicchiere al signor Zimmerman per brindare?

Pubblico – Sì/no

Isp David/Daniel – Signora Kober (/Cocks), vuole dirci come è andata la storia del bicchiere?

Kober –– Zimmerman voleva fare un brindisi ma era senza bicchiere, allora si è rivolto a..,   non mi ricordo, forse a me - no a Cocks, ma il suo era vuoto allora ha chiesto il mio e gliel’ho passato. (Cocks – sì a me, ma io avevo il bicchiere vuoto, e la signora Kober mi ha dato il suo)

Isp David/Daniel – Come mai non è stato dato il bicchiere direttamente al signor Zimmerman?

Kober –– non lo so, non mi ricordo, io avevo soggezione di Zimmerman, tutti avevamo soggezione di lui, e comunque nel nostro ambiente le donne non sono accettate facilmente, e Zimmerman era alla vecchia maniera, non mi sentivo in confidenza.

[Cocks - non lo so, non mi ricordo, forse.. non so, la signorina Kober aveva molta soggezione di Zimmerman, anche io in verità, ma sa, non è un ambiente in cui vengono facilmente ammesse le donne il nostro, e Zimmerman era alla vecchia maniera, la signorina Kober, ecco, non credo si sentisse in confidenza.]

Isp David/Daniel – (al pubblico) Benissimo, possiamo dire di aver ricostruito gli ultimi istanti di vita della vittima. A meno ché non ci sia qualcuno che possa contraddire quello che abbiamo appena detto o correggere o aggiungere qualche importantissimo dettaglio. C’è un testimone oculare del momento in cui fu passato il bicchiere al signor Zimmerman?

[Se qualcuno parla del pilucco tolto:

Pubblico – Sì, ho visto togliere qualcosa dal bordo del bicchiere

Isp David/Daniel –bene! Ma benissimo! Ottimo direi! Lei è un ottimo testimone oculare signor..

Pubblico – X

Isp David/Daniel –signor X, la terrò in considerazione per i prossimi omicidi

(gli da un distintivo da “testimone oculare n°..” devono essere 2]

Oppure:

Pubblico – No.

Isp David/Daniel – prego tenga. Lei si merita il distintivo di omertoso. (gli porge il distintivo “Omertoso n°..”gli omertosi devono essere 2) Vedo che la vostra capacità di osservazione, nonché la vostra memoria sono davvero, davvero pessime! Mi auguro di non dover mai, mai, mai essere ucciso sotto i vostri occhi, sareste in grado di affermare che sono scivolato su una buccia di banana.]

Isp David/Daniel –  Bene, bene, bene, giusti a questo punto signori, c’è ancora qualcosa che mi sfugge… qualcuno di voi si sarà fatta un’idea a proposito di questo misterioso caso di avvelenamento, immagino. Nessuno di voi ha un dubbio? Un tarlo? Nessuno di voi vuole chiedere qualcosa alla qui presente Signora Kober/Cocks? Nessuno ha uno straccio di idea?! Ad esempio lei, provi a chiedere qualcosa! Prego si accomodi (lo fa andare in scena) Permette? (gli mette un preventivo distintivo da “Assistente Ispettore n°..”, che poi gli strapperà indignato, o gli lascerà per premio) Prego, faccia il suo interrogatorio

Pubblico – eventuale domanda

Isp David/Daniel –  Ma complimenti! Lei ha fatto la domanda del secolo! / lei ha fatto una domanda totalmente inutile! Mi tolga una curiosità, che lavoro fa lei? Ne è sicuro? Ritorni al suo posto. Grazie (guarda il pubblico come una proff che deve scegliere per l’interrogazione)  Lei. Si alzi, grazie, e ora chieda alla signorina Kober, di voler mostrare, per favore, la sua mano destra ai signori qui presenti. Lo faccia bene, per favore. A voce piena, come se fosse un vero investigatore.

Pubblico – esegue

(l’Ispettore lo torturerà a piacimento, facendoglielo ripetere, o chiamando altri dal pubblico ad aiutarlo, con rispettivi cartellini, fino a fargli prendere l’applauso)

Isp David/Daniel –  Grazie lo stesso. Potete tornare al vostro posto (Ad Alice) Signorina Kober, le dispiace fare quello che il mio Assistente Investigatore n°… le ha chiesto?

(Kober/Cocks esegue)

Isp David/Daniel –Grazie. Vedete nulla di particolare signori? Una mano come tante altre apparentemente. (la annusa) Come sospettavo!

Kober/Cocks – Lei sta fantasticando signor Ispettore!

Isp David/Daniel – le dispiace Signorina Kober passarsi i polpastrelli sulle labbra, anzi sfregarli con forza, come ha appena fatto sul bordo del bicchiere del signor Zimmerman avvelenandolo?!

Kober/Cocks – non so di cosa stia parlando!!

Isp David/Daniel –Non le conviene mentire oltre, la giustizia sarà più clemente con lei se confessa subito signorina Kober (/signor Cocks) . (al pubblico)La qui presente signora ha passato e ripassato il polpastrello avvelenato sul bordo del bicchiere per poi farlo avere (passarlo) a Zimmarman. Anzi le dirò di più, per essere sicuri di procurarne la morte, lei e il suo complice il signor Cocks (la signorina Kober), avete entrambe passato i polpastrelli avvelenati sul bordo del bicchiere, in modo che qualunque bicchiere fosse stato preso avrebbe sortito il medesimo effetto!

Kober/Cocks –Io non c’entro nulla! E’ stata un’ idea di Clifford (Alice)!

Isp David/Daniel – Ma bene. Generoso da parte sua scagionare il suo complice. Mentre invece eravate complici! Complici fin nelle ossa, signorina Kober! (signor Cocks) (le porge il bigliettino, Kober/Cocks lo prende sconsolato, toccandolo abilmente con tutte le dita) Ha scritto lei questo biglietto?

Kober/Cocks –  E’ stato scritto a macchina, potrebbe averlo fatto chiunque

Isp David/Daniel – me lo ridia per favore

(Kober/Cocks esegue, Isp Daniel /David lo porge a qualcuno del pubblico)

Isp David/Daniel – le dispiace leggere cosa c’è scritto per favore?

Pubblico - (legge)  L’aperitivo è stato avvelenato.

Isp David/Daniel – non nota niente di strano?

Pubblico - no /sì, dei forellini.

Isp David/Daniel – Benissimo, grazie. (non fa niente, grazie) Questo biglietto non è una falsa pista per gli investigatori, come avete voluto far credere lei e il signor Cocks (la signorina Kober). No. Questo biglietto, contiene un messaggio segreto. Un procedimento semplice, invero, per dei crittografi evoluti come voi. Roba da antichi romani: una serie di piccoli forellini invisibili alla vista ma percepibili al tatto, scritti in alfabeto Braille che lei ha avuto l’accortezza di prendere con tutte le dita, in modo da sfiorare con i polpastrelli l’intero foglietto. Ora si da il caso che per sua sfortuna, io conosca questo alfabeto, e in questo messaggio è contenuto un appuntamento, tra alcuni mesi in un luogo conosciuto solo a lei e al signor Cocks (la signorina Kober), per dare seguito al vostro progetto criminoso insieme! Può negarlo? Può negare che avevate previsto ogni minimo dettaglio compreso il fatto che un eventuale investigatore vi avrebbe dato in mano i biglietti, astutamente in duplice copia, per chiedervi se ne riconoscevate qualche dettaglio o scrittura, o altro!? In questo modo l’altro avrebbe saputo il luogo dell’incontro, deciso per prudenza all’ultimo momento, solo se il colpo fosse andato a buon fine. Può negarlo? Può negare di aver voluto con il suo complice fare fuori Zimmerman per prendere la chiave del primo crittogramma di Baele e quindi il tesoro senza doverlo dividere con il vostro odiato collega?

Kober/Cocks – E va bene, Ispettore Daniel Lyndon!!

Isp David/Daniel –  David (/Daniel)

Kober/Cocks – E va bene, Ispettore David Lyndon!!  Avevo deciso che mi sarei uccisa se fossi stata scoperta, ma invece vi dirò la verità. Sì, la verità! Riconosco le vostre capacità deduttive, avete saputo leggere i dettagli, e conoscete l’alfabeto Braille, e i vostri assistenti sono.. bèh, lasciamo stare. Non siete un ispettore qualunque, lo riconosco. Una crittografa non è mai insensibile a queste capacità. Quando capimmo di essere vicini alla soluzione del primo crittogramma di Beale, ci ponemmo il problema di difenderci gli uni dagli altri. Fu Zimmerman a porci la questione, d’altra parte la brillantezza del suo ingegno si stava appannando e doveva temere probabilmente una nostra macchinazione a suo danno. Per niente al mondo avrebbe rinunciato alla sua parte di ricchezza e di prestigio. Violare il primo crittogramma di Beale, lui lo sapeva, avrebbe conferito un prestigio enorme a chiunque ci fosse riuscito. E’ l’unico crittogramma mai svelato al mondo, capisce? La stele di Rosetta è stata violata, anche la macchina Enigma del Terzo Reich è stata espugnata, ma non il primo crittogramma di Beale! Nessuno è mai riuscito a violare quel codice, si rende conto!? Dopo anni di tentativi, le nostre forze si stavano indebolendo, ma poi come spesso accade in queste cose, la fortuna ci è venne incontro, e ci trovammo incredibilmente vicini alla frase chiave. Decidemmo di dividere il codice in tre parti, ognuno di noi ne prese solo una parte, poi scegliemmo tre pittori qualunque, che all’oscuro l’uno dell’altro, avrebbero dipinto dei quadri contenenti delle semplici lettere, quelle date da noi, che prese separatamente non hanno nessun senso, ma una volta ricomposte, avrebbero dato la frase chiave. Tutto questo decidemmo di farlo avvenire alla presenza di un pubblico, Zimmerman era molto vanitoso, lo convincemmo a stento a non invitare la stampa, il pubblico lo esaltava, decidemmo allora per un pubblico casuale, ignaro, in modo che leggere la frase in chiaro e avere nello stesso momento la soluzione del tesoro, non avrebbe rappresentato nessun particolare vantaggio per nessun altro, tranne che per noi.

Isp David/Daniel – La frase chiave è quindi l’indicazione del luogo, della grotta dove si trova il tesoro di Baele?

Kober/Cocks –  No, la frase chiave è una semplice frase, con ogni probabilità una frase qualunque che ci permetterà di decifrare il testo dove è descritto il luogo del tesoro. E’ la chiave, avuta la chiave hai in pugno la soluzione, è solo questione di tempo.

Isp David/Daniel – Quindi una crittografa abile come lei avrà facilmente capito a colpo d’occhio la frase contenuta nei quadri, vedendoli poco fa per la prima volta tutti e sei insieme?

Kober/Cocks  – non so, in realtà sembrano essere incompleti… come se non fossero arrivati tutti i pezzi..

Isp David/Daniel – Incompleti ? Come mai?

Kober/Cocks –  non lo sappiamo. Zimmerman era molto preoccupato, per questo ha affrettato i tempi, era nervoso, temeva delle incursioni del controspionaggio. Era anche molto paranoico. Avrebbe dovuto parlare solo molto più tardi. Comunque il senso della frase è intuibile.

Isp David/Daniel – e cioè?

Kober/Cocks – (esita, sorride) Mi crede così stupida Ispettore?se lo dirò, qualcun altro potrà trovare il tesoro di Beale!

Isp David/Daniel – temo dovrà correre questo rischio signorina Kober.

Kober/Cocks – E perché mai? Ho confessato, non era questo quello che voleva?

Isp David/Daniel – Sì certo, io sono solo un ispettore ed ho ottenuto quello che mi interessava, ma vede Signora Kober, quei quadri di là, sono a disposizione di tutti e tempo qualche ora, la notizia farà il giro del mondo, ed altri crittanalisti potrebbero attraverso le foto, decrittare il messaggio, entrare in possesso della chiave, trovare il tesoro di Beale

Kober/Cocks – Altri? E chi?

Isp David/Daniel – russi ad esempio…

Kober/Cocks – (con disprezzo) Oh, i russi ..! un tempo forse

Isp David/Daniel – O indiani…

Kober/Cocks – indiani? Perché indiani?

Isp David/Daniel – Perché no?

Kober/Cocks – Singh! Lei è uno scagnozzo di Singh non è vero?! Lo sapevo…

Isp David/Daniel – Stia calma, non si agiti, io sono solo un ispettore che cerca di aiutarla signora Kober. Perché vede, se lei svela adesso la frase chiave del primo crittogramma di Baele questa frase le apparterrà per sempre, perderà il tesoro è vero, qualcun altro lo avrà, ma la fama, il prestigio, la storia, ci pensa? Quella le apparterrà per sempre, sarà il suo nome ad essere scritto sui libri di storia, “come Alice Kober/Clifford Cocks,  violò il primo crittogramma di Baele”. Ci pensa?

Kober/Cocks – come Charles Babbage, come Thomas Phelippes...

Isp David/Daniel – Esattamente, e dica la verità, in cuor suo, non sono mai stati i soldi il vero motivo di tanto lavoro, lei non è una persona gretta e meschina, lei ama la sua scienza, non è così?

 

Kober/Cocks – Sì, è così. E’ vero, un tempo ero diversa. Poi la vita a poco a poco mi ha cambiata. Non credevo che sarebbe andata così. Ma poi un giorno ti accorgi che ti hanno tolto tutto, i sogni soprattutto, sono scomparsi, e intanto nessuno ti riconosce niente, e la solitudine che ti porti dentro, quella Ispettore, quella è diventata assordante! Alla fine ti aggrappi ai soldi, e ne vuoi tanti, sempre di più, non ti bastano mai!  Per me la crittografia è sempre stato tutto. Ho dato la mia vita alla cifratura! Tutta la mia vita, e cosa ne ho avuto in cambio? Niente, sottomessa per tutta la vita al grande maestro! Lui, l’uomo di genio, il grande professore i cui scritti andavano a ruba, bèh, lo vuole sapere? Quell’uomo era un invidioso, e un ladro! Sì, un ladro! Una volta, me lo ricordo come fosse ora, eravamo ad un congresso e prima del mio intervento mi chiese su cosa vertesse la mia relazione, e io, ingenua, all’epoca ero una giovane dottoressa, glielo dissi. Si trattava uno studio di una funzione multipla sulla teoria delle stringhe. Zimmerman si mostrò molto interessato all’argomento, ed io ero lusingata da quelle domande approfondite e pertinenti sulla mia ricerca. Il turno della sua relazione era prima del mio, non volli credere alle mie orecchie quando, una volta raggiunto il pulpito, Zimmerman ripetè parola per parola la mia relazione. Citò a memoria. Aveva un’ottima memoria. Dovetti rinunciare al mio intervento, finsi un malore. Più tardi mi chiese di diventare sua assistente. Considerai la cosa un onore e l’incidente un tributo necessario alla mia carriera. Da allora ho continuato a dargli tutto, con una generosità al limite della patologia, lo ammetto, ne sono più che consapevole, ma poi arriva il momento in cui senti che c’è un limite, e non puoi più andare oltre! Io questo limite l’ho trovato, si chiama primo crittogramma di Baele. Perché il primo crittogramma di Baele è mio! Mio e basta! E’ merito mio! Sono stata io!! Ha capito? Io, Alice Kober (Clifford Cocks) a intuire la soluzione! E per una volta nella vita voglio restare a testa alta, nessuno potrà togliermi il crittogramma di Beale!! (esita ancora, sospira) E va bene! Curioso il destino, non trova? Glielo dirò, ha ragione lei, la Storia mi aspetta. La frase chiave per svelare il primo crittogramma di Baele è…

(Kober guarda il pubblico, poi l’Ispettore, e proprio quando è pronta a rivelare ciò che sa, entra una donna, (o è tra il pubblico) cappello, guanti e soprabito,  punta un ombrello su Alice Kober chiamando “Alice!” e lo apre a scatto, Kober si accascia trafitta da un ago al cianuro, l’assassina fugge da dove è entrata)

(Cocks guarda il pubblico, poi l’Ispettore e proprio quando è pronto a rivelare ciò che sa, un uomo dal pubblico, cappello, guanti e soprabito, chiama: ”Clifford!” spara due colpi uccidendolo, l’uomo fugge da dove è entrato)

Isp David/Daniel – (guarda la vittima) Ago al cianuro (colpo di pistola). Signore e signori, abbiamo pochi minuti per lasciare il teatro del delitto alla scientifica, quindi vi prego di raccogliere tutti gli oggetti personali  e di non lasciare nessuna traccia biologica o inerte, che possa essere usata a vostro svantaggio. Lo dico nel vostro interesse. E’ ora giunto il momento di raccogliere le idee e risolvere questo enigma, prima che la cosa si faccia davvero pericolosa, per tutti noi. Seguitemi.

(escono tutti verso il parcheggio)

Esterno parcheggio

Daniel e David Lyndon escono seguiti dal pubblico. Radunando il pubblico fuori dalla porte. Se necessario si aspettano.

Isp Daniel – Signori, un attimo di attenzione

Isp David – Signore, un attimo di attenzione.

Isp Daniel –  faremo ora un percorso alternativo per evitare ulteriori pericoli

Isp David – … e occhi aperti perché ogni indizio è utile per risolvere questo delitto

Isp Daniel –  vedete niente di utile?

Pubblico – indicherà la lettera “z” appesa

Isp David – Daniel fermati! Sopra la tua testa

Isp Daniel – cosa c’è?

Isp David – una lettera!

Isp Daniel – una lettera! Dove sono i nostri assistenti?

Isp David – prendete l’indizio!

Isp Daniel – lo consegni a mio fratello

Isp David – lo consegni a mio fratello

Etc..

Isp Daniel – lo tenga lei! Lo faccia vedere a tutti, cos’è?

Pubblico - risponde

Isp David – la custodisca a costo della sua vita

Isp Daniel –Seguiteci! Da questa parte non c’è tempo da perdere!

Isp David – e a questo punto occhi aperti!

 (Il pubblico e gli Ispettori girano l’angolo, ci sono altre numerose lettere su altre macchine, ben visibili, le lettere sono: 3 n, 2 e, 2 l, 1 t, 1 z, , 1o, 1 p, 2 u, 2 i,  )

Isp Daniel– Bene signori, avete visto qualche indizio?

Pubblico – risponde

Isp David – sì? Dove?

Pubblico – risponde

Isp Daniel – fermi! I testimoni vengano avanti.

Isp David  - andate a raccogliere le lettere

(mentre cercano)

Isp Daniel – bene, a questo punto dobbiamo nominare alcuni crittografi

(assegnano il distintivo “crittografo n..”, gli altri tornano con le lettere)

Isp David – disponetevi in riga, lettere visibili.

(gli ispettori guidano i crittografi e gestiscono i testimoni)

Isp David– (ai crittografi) suggerisco di partire dalla doppia zeta, come forse avrà notato le parole con la doppia zeta sono poche, ad esempio…

Isp Daniel – anche quelle con la doppia “enne”

(Alla  fine verrà formata la frase: “non unite il puzzle”, servono otto persone che tengono le sedici lettere così disposte: no – nu – ni – te – il – pu – zz - le)

Isp David - interessante!

Isp Daniel – interessantissimo!

Isp David – molto interessante!  

Isp Daniel – Ho il sospetto signori,

Isp David - che ci sia un bella gatta da pelare

Isp Daniel – che ci aspetta.

Isp David – ora i testimoni passino le lettere a qualcuno di loro fiducia (gestendo persona per persona)che verrà nominato fiduciario.

Isp Daniel – Ora, voi fiduciari, abbiate cura di queste lettere se avete cara la vita, perché l’enigma è tutto da svelare!

Isp David – … e chissà cosa accadrà!

Isp Daniel – da questa parte signori!

(il pubblico e gli Ispettori Lyndon entrano in Officina passando per la stanza bianca fluorescente, al centro del quadrato c’è un pony express a terra con un coltello piantato sulla schiena che trafigge  un grande foglio con un “!”. )

Isp Daniel /David – (al poco pubblico che li segue) Avete visto cosa può succedere? Non toccatelo, mi raccomando! Passate parola.

Pubblico - esegue

Sala della mostra

(Il  pubblico e gli Ispettori tornano nella sala della mostra dove sono state disposte delle sedie per il pubblico. Nel fondo sala, Frank, un pittore scapestrato e senza scrupoli, e Janet una pittrice del tipo “cavalla pazza”, stanno spostando i quadri freneticamente, sono visibilmente agitati. All’ arrivo del pubblico, Frank e Janet gli puntano la pistola contro)

Frank – Ben arrivati signori!

Isp Daniel – Ehi, ehi, ehi! Calma …

Isp David - Calma signori con quelle pistole…

Janet - Poche storie! Entrate e mettetevi seduti!!

Isp David – (al pubblico) Signori, ci conviene dargli ascolto! (il pubblico entra)

Frank - Forza! Veloci!!  

Janet - Tenete a bada i vostri amici, e non fateli passare oltre questa fila di sedie! (indicando la prima fila) Avete capito? Ecco, così, bravi. Sedetevi.

Frank - Dove va lei?! Si sieda! Veloce!

Isp David - Non mi sembra abbiamo i piacere di conoscere i signori, vero Daniel?

Isp Daniel - Ma no David, ti sbagli. (A Frank) Non ci siamo forse conosciuti a Baltimora due anni fa?

Isp David - (A Janet) O no, no, eravamo insieme in una crociera verso Tangeri, vero?

Janet - Mani in alto signori, voi chi siete?

Isp Daniel /david - Ispettori David e Daniel Lyndon, gemelli eterozigoti, piacere di conoscervi. Con chi abbiamo la fortuna?

Frank – non cercare di fraternizzare amico, con me non attacca

Isp Daniel - Forse la signora è più incline alla conversazione?

Janet – ma che razza di attrezzi sono questi due, eh Frank?

Frank – Non lo so Janet, non erano previsti dai nostri piani, ma poco male, non ci faranno un baffo

Janet – “Non ci faranno un baffo”? ma come cazzo parli, si può sapere, eh Frank?

Frank – Non essere aggressiva con me Janet! Non essere aggressiva con me! Okkei? Ho dei problemi va bene, lo ammetto, ma se sei aggressiva con me, non mi aiuti okkei?

Janet – ti ho solo chiesto come cazzo parli, tutto qui, mi sono interessata a te, che male c’è? Sono o non sono, la tua fidanzata?

Frank – sì, ma ormai lo dovresti sapere, te l’ho detto, me l’ha detto anche la strizza cervelli, io sono un tipo passivo e allora mi scelgo delle compagne aggressive, ma questo non mi fa bene, okkei Janet? allora se tu vuoi aiutarmi devi smettere di essere aggressiva con me, okkei?

Janet - E che cazzo dovrei fare allora, secondo te?

Frank  - Perché non fai quello che sai fare meglio? Perché non provi a risolvere questo accidentaccio di rebus?

Janet – (trattenendosi) “Accidentaccio di rebus”?

Frank  - Sì

Janet - Okkei Frank , mi metto a lavoro

Frank  - Brava

Janet - Ma …

Frank  - Sì?

Janet - Ma tu non dovrai dire mai più “accidentaccio”, okkei?

Frank  - Okkei.

(pausa. Janet va al puzzle)

Isp David – E’ bello vedere una coppia che si ama Frank

Isp Daniel - Janet ti ha dato una bella prova d’amore, davvero bella

Isp David - Non è stata aggressiva con te, hai notato?

Isp Daniel - E tu le hai fatto una promessa. Davvero bello

Isp David – Allora dicci pure cosa vuoi che facciamo Frank.

Frank –  Bravi fratellini, così mi piacete! (a Janet) Stai procedendo Janet?

Janet – Sì Frank, sono vicina, lo sento, me lo sento! Presto saremo lontano da tutta questa merda!

Frank – Mi piaci, Janet! Lo sai? Tu sei il mio piccolo genio della lampada, tu sei la mia Sherazade delle mille e una notte!

Janet – Non so di che cazzo stai parlando Frank, ma mi piaci quando hai quel tono di voce! Anche tu sei affascinante come un numero periodico.(continua  ad assemblare i quadri, per poi dare uno sguardo di insieme e poi cambiarne la disposizione e poi di nuovo guardarli nell’insieme)

Isp Daniel – Non ne verrete a capo Frank!

Isp David – non in pochi minuti Janet!

Isp Daniel – ci vuole …

Isp David – Intuito…

Isp Daniel –E fortuna…

Isp David – E tempo a disposizione …

Isp Daniel –Per …

Isp David – Risolvere …

Isp Daniel – Un crittogramma…

Frank – poche storie fratellini! Non mi incantate con la vostra parlantina alla “qui quo qua”, avete capito?!

Isp Daniel – cercare di risolvere il rebus è fatica sprecata Frank!

Isp David – Perchè vede Janet…

Isp Daniel - deve essere difficile lavorare sul crittogramma

Isp David –…visto che è incompleto.

Frank – cosa volete dire?

Isp David - Non lo sapevate? mancano dei pezzi...

Isp Daniel –  .. forse un quadro

Isp David -  …un tassello

Isp Daniel – o forse due

Isp David – o forse di più

Frank – due tasselli…forse più?

Janet –non farti fottere Frank, so a cosa si riferiscono (agli Ispettori) Lo sappiamo, mancano due tasselli, e allora?

Frank – Sì certo lo sappiamo! Io e Janet abbiamo portato i nostri due quadri a testa e gli altri due sono stati spediti, ecco come sono andate le cose.

Isp David - spedizione incompleta.. Frank, non avete contato?

Isp Daniel – piccola dimenticanza…. Janet. Mi sorprendo che non se ne sia accorta.

Janet - Non ho bisogno dei tasselli mancanti, Frank, ma cosa si credono? non sono mica la crittografa della domenica!

Isp Daniel – se permette signorina, i nostri amici fiduciari avrebbero qualcosa di interessante da mostrarle

Janet -  tipo?

Isp David – (al pubblico) prego signori, chi ha le lettere le mostri, si faccia avanti, non abbiate paura

Janet – lettere? Quali lettere? (Janet fa per avanzare verso i pubblico)

Frank - (al pubblico) Chi ha le lettere si alzi! Venga qui! (legge il distintivo) Persona di fiducia. Di chi?

Pubblico – risponde

Frank – dove ha trovato queste lettere?

Pubblico – risponde

Frank – è sicuro di non averla ricevuta da qualcun’altro?

Pubblico – risponde

Frank – è mai stato negli Stai Uniti d’America?

Pubblico – risponde

Frank – perchè?

Pubblico – risponde

Frank – Lei è del KGB!!?

Pubblico – risponde

Frank – smammi! Ho detto fuori. Avanti un altro, veloci! (altra “persona di fiducia”)

Janet - Su che tipo di macchina erano queste lettere?

Pubblico – risponde

Janet - Non lo sa? E si aspetta che io le creda? (di scatto) Cosa ne sa lei del Mossad?

Pubblico – risponde

Janet - Fuori di qui! Sparisca.

(altra “persona di fiducia”)

Frank – Anche lei è una persona di fiducia. (lo osserva a lungo, poi a brucia pelo)

lei è un informatore della Yakuza?

Pubblico – risponde

Frank – Non mi ha convinto affatto! Lo sa? Fuori! Faremo i conti dopo!

(altra “persona di fiducia”)

Frank – quando è stato l’ultima volta in Israele?

Pubblico – risponde

Frank – perchè?

Pubblico – risponde

Frank – La macchina era sporca o pulita?

Pubblico – risponde

Frank – Avanti un altro!

(altra “persona di fiducia”)

Janet -  bene bene bene, quindi lei è dello IOR??!!

Pubblico – risponde

Janet - Non tratto con quelli dello Ior, può tornare al suo posto!

(altra “persona di fiducia”)

Frank – lei ha proprio la faccia di uno della Cia, qual è il nome della sua missione?!!

Pubblico – risponde

Frank – La sua faccia è registrata lo sa? Scopriremo presto se ha detto o no la verità. Avanti un altro!

(altra “persona di fiducia”)

Janet - che rapporto ha con i Federali?

Pubblico – risponde

Janet - Resti qui. Non si muova. Venga avanti l’ultima persona di fiducia. Lei lavora per la Telecom?

Pubblico – risponde per chi lavora

Frank – Ma naturalmente il suo è un lavoro di copertura! Conosce questo agente segreto della polizia federale degli Stati Uniti d’America?

Pubblico – risponde

Janet - Ha mai ascoltato le sue conversazioni telefoniche? E lei cosa ha a che fare con la Telecom? Perché non passa a telel2 ad esempio?

Pubblico – risponde

Frank – Via! Via! Sparite! (al pubblico) Avete consegnato tutte le lettere che avete trovato?! Siete sicuri? (minaccioso) Se qualcuno verrà scoperto in possesso di una lettera farà una brutta fine! avete capito? Lei! Nasconde una lettera? Alzi le braccia! Apra la borsa! (agli Ispettori) E attenzione voi due Ispettori gemelli, voi sarete considerati i primi responsabili! (a Janet) Ci sono molte lettere qui Janet, ci sono delle “enne”,  c’è una “pi”, una zeta…

Janet –  (è tornata al puzzle) Non mi interessano le loro misere lettere Frank.

Frank – ma possono essere d’aiuto. Janet, proviamo con la “enne”, o con la “zeta”, sono lettere insolite …

Janet -  sono polpette avvelenate Frank , me lo sento!

Frank – Almeno la “ti”…!

Janet - Frank, ma come è possibile che dopo tutti questi anni tu ancora non capisca un cazzo di crittogrammi? Non ti sei accorto che quel punto esclamativo che abbiamo accopato poco fa, appartiene a questa stupida frase di merda?

Frank – Quale frase Janet?

Janet – (spazientita) “non - unite  - il  - puzzle”. Punto esclamativo!

Frank – Ahhh! Certo, un avvertimento!

Janet - Sì, il solito avvertimento del c..

Frank – Abbiamo capito Janet, okkei!

Janet - E’ il controspionaggio, ci stanno alle calcagna ormai. Ma è solo questione di minuti ormai, tra poco ne verrò a capo, riuscirò a metterli nell’ordine giusto, nell’ordine parlante, basta arrivare ad una sola parola di senso compiuto, capisci? Quella sarà la chiave! Per il resto sarà un gioco da ragazzi.

Isp David -  Presuntuosa la ragazza.

Isp Daniel – davvero presuntuosetta, pretende di risolvere in quattro e quattr’otto il primo crittogramma di Beale!

Frank  – Ehi piccoli rospi vestiti uguali, voi non sapete di chi state parlando! la mia complice e fidanzata, altri non è che Janet Zimmerman!

Janet – già, Janet Zimmerman in persona!

Isp Daniel – Mi scusi signorina ma la cosa non ci impressiona affatto

Isp David – tutto sommato Zimmerman è un cognome piuttosto comune.

Frank – Non cercate di dissimulare ispettori, lo sapete benissimo che Janet è la sorella illegittima di Phil Zimmerman, il famoso crittanalista poc’anzi ucciso, proprio in questa sala!

Isp Daniel – a proposito, che fine a fatto il suo cadavere?

Janet – Il suo cadavere? È stato dato in pasto per i prossimi aperitivi! (ride sguaiatamente con Frank, sospendendo il suo lavoro) Ma noi non c’entriamo nulla con la sua morte. Non sa che il mio fratellastro aveva una grave malattia contagiosa? Sarebbe morto comunque prima di ottenere il visto per gli Stati Uniti. Lo avremmo semplicemente battuto sul tempo.

Isp Daniel – e allora perché uccidere Alice Kober con un ago di cianuro?

Isp David – e perché  sparare  a Clifford Cocks?

Janet – Pua! Erano dei mediocri!

Frank - meritavano di morire!

Janet – I mediocri devono morire!

Frank - sono stati loro ad avere l’assurda idea di avvelenare Zimmerman. Noi lo avremmo neutralizzato in altro modo, senza bisogno di sporcarsi le mani, invece loro con i loro vecchi metodi…. Alla fine non ci hanno dato scelta!

Janet - Phil, lui sì che aveva talento, non come me, ma aveva stoffa, perdio! La stoffa, la classe del matematico, non quella robetta lì, Kober e Cocks, ma per piacere! Lei una gatta morta di prima categoria, tutti lo sanno come si era fatta strada. Povero Phil ci era rimasto imbrigliato. E Cocks! Bèh lui era capace di prostrarsi talmente tanto, che qualunque primadonna avrebbe goduto ad averlo intorno, figuriamoci quel pallone gonfiato del mio fratellastro. Comunque gente senza slancio, senza personalità, crittografi da bunker austriaco. Altro che noi Zimmerman! Noi tentiamo le grandi imprese, noi sappiamo osare, noi siamo i protagonisti della crittografia del futuro!

Isp David – Non lo mettiamo in dubbio signorina Zimmermann ma…

Isp Daniel - Siete sicuri di cavare qualche indicazione da quelle scritte incomprensibili?

Isp David - Infondo siete solo dei pittori!

Frank – Siete patetici Daniel e David Lyndon,… patetici e goffi ispettori gemelli!

Janet – Gli Ispettori eterozigoti!

(ridono insieme. Una musica di pianoforte che giunge da lontano irrompe nella sala. Janet rimane come ipnotizzata, guarda dritto davanti a sé con faccia sognante come pervasa da visioni meravigliose)

Frank – Janet! Oddio, no! Janet! Janet!

(Janet è totalmente presa dalla sua allucinazione, parla all’improvviso come una bambina)

Janet – Oh, papà, che bella musica, papà.

Frank – Non adesso Janet, svegliati ti prego!

Janet - Come suoni bene il piano, papà!

Frank – Ma quale piano Janet!? E’ solo nella tua testa! Janet…

Janet – (A Frank) Shhhh! (sorride come una bimba) Ohhh… il clavicembalo ben temperato di Bach, papi. Il mio preferito. (ascolta dondolando la testa con gli occhi socchiusi) Quarantotto preludi e quarantotto fughe, centoquarantaquattro melodie che si rincorrono, si sovrappongono, si richiamano. Oh papi, costruirò per te una funzione a centoquarantaquattro incognite che ti stupirà! La chiamerò “la funzione di Bach”, e la mia funzione sarà bella ed elegante, come dici sempre tu papi, che le belle formule sono eleganti e semplici e risolvono problemi grandi e complicati! Sì, sarà così la mia “funzione di Bach” sarà bellissima, e quando vincerò la medaglia mondiale della matematica, te la dedicherò papi, sì, la dedicherò a te! (poi si incupisce di colpo) Cosa ci fai qui dentro Phil? Questa è la mia cameretta! Come hai fatto a prendere il mio quaderno? Era chiuso a chiave nel cassetto! Quella è la mia funzione, la mia funzione di Bach! E non ridere! Non devi ridere di me Phil!! Oh sei un ladro Phil, sì, sei un ladro! Oh no… No! Phil, no!! Ridammi il quaderno, Phil! Ridammelo subito!! Non la toccare, no, non la strappare.. no, ti prego no!!! Ahhhh!

(si rifugia nella braccia di Frank, la musica svanisce)

Frank – Calmati Janet! e’ tutto finito. Calma. Adesso ti sveglierai e non ricorderai più niente.

Janet – (come risvegliandosi) Cosa cazzo è successo Frank?

Frank – Niente Janet. E’ stata solo la solita crisi.

Janet – Di nuovo? Merda. Stanno aumentando Frank, comincio a preoccuparmi…. (vede gli ispettori) Ancora qui questi due? Perché non li elimini subito Frank? Mi distraggono, io devo lavorare. (si rimette al crittogramma)

Isp Daniel -  Non sia scortese Janet, noi vogliamo aiutarla..

Janet – non sprecare energie con quelle mozzarelle Frank, tra non molto saremo liberi!

Isp Daniel -  sempre che prima non vi arrestino.

Frank – (sempre puntando la pistola)  c’è tanto di quell’oro nascosto signori, che potremo comprare il silenzio di tutti voi!

(Janet nel frattempo ha trovato una disposizione dei quadri che lei ritiene attendibile, ma che è sbagliata, tipo)

T

T

A

O

C

S

V

O

T

C

H

E

I

T

T

P

M

I

S

A

R

A

U

N

P

I

U

C

A

N

E

I

F

N

I

E

O

R

Janet –  Ecco! Ecco! ho trovato!Le parole.. le parole… ! “che”, “più”, “ca – ne”… “più che cane”! sì signori, è abbastanza, sì… deve essere la chiave! Più che cane! Un uomo, ma certo, più che cane! Un uomo! Proveremo con tutte e quattro queste parole, è fatta amore mio!

Frank – ho sentito bene? Mia piccola Sherazade?

Janet – sì Frank, mio affascinante numero periodico, ho la soluzione!

Frank -  ne sei sicura Janet?

Isp David – Ne siete sicura Janet?

Isp Daniel – siete davvero sicura che sia sufficiente?

Janet –   sì! di queste tre parole sono sicura Frank!

Frank – mi fido di te Janet, lo sai.

Janet –   lo so.

Frank – (le si avvicina, la stringe alla vita con passionalità) Sapevo che ne saresti venuta a capo, sapevo che avresti sconfitto l’odiato fratellastro che non ti ha mai voluta riconoscere…

Janet –   giustizia è fatta Frank, saremo ricchi!

Frank – ricchissimi Janet! Entreremo nella storia!

Janet – Siamo già nella Storia!

(Si baciano, poi Janet emette un lamento soffocato. Frank mostra uno stilo insanguinato, l’ha colpita al cuore)

Frank – (mentre Janet appoggiata a lui scivola a terra con un lungo lamento Frank le prende il volto tra le mani e l’accarezza guardandola negli occhi) Mia bella e intelligentissima farfalla della notte, quante avventure insieme, ti ricordi? Questa senz’altro la più grande, la più impegnativa, anni di ricerche, anni di tentativi, e poi quest’ultima grande occasione. Non sai quanto mi dispiace, soffocare te, piccola Janet, il mio genio della lampada, la mia Sherazade. E’ stato bellissimo, ma non posso dividere questa fortuna con nessuno, il tesoro di Baele deve essere tutto e solo mio, l’ho cercato troppo a lungo e adesso che la soluzione è vicina non posso permettermi nessuna distrazione, il mio piano è stato perfetto, assolutamente perfetto. Sono io il crittografo migliore del mondo, un umile pittore, ci pensi? Ti ho guardata in tutti questi anni, e quante volte ti ho vista arrancare piccola farfalla della notte, mentre io un pittore qualunque ero superiore anche a te, la figlia illegittima di un ramo nobile di matematici. Ma il talento è fatto così. E’ dunque vero che “non chiunque può essere un’artista, ma un’artista può essere in chiunque”! Ci pensi Janet? Me lo dicevi sempre anche tu…

Isp Daniel – Piano non del tutto perfetto Frank, cosa intendi farne di noi?

Isp David – ucciderci tutti?

(Li guarda con disprezzo)

Frank – esattamente.

(Poggia una valigetta sul tavolo, la apre, mostra un vistoso apparecchio con fili e timer che fa tic - tac )

Frank – mi dispiace signori, ma è giunto il momento in cui dobbiamo dirci addio. Ah, dimenticavo, quando sarò uscito tutte le porte verranno chiuse dall’esterno, e nel caso riusciste ad uscire, vi avviso, le vostre automobili sono state tutte rimosse, con una multa salatissima, sono sicuro che verrete a chiedermi un prestito piuttosto che denunciarmi! Buona fortuna.

(Frank si fa strada tra il pubblico impugnando la pistola, e ridendo fragorosamente)

(all’improvviso si ferma, comincia a tremare e sussultare tra i rantoli di dolore. E’ rimasto impigliato nel filo elettrico trasparente che i due investigatori hanno teso sin dall’inizio alzandolo da terra, al passaggio di Frank)

(Mentre Frank si contorce nello spasmo, i due Ispettori gli si rivolgono)

Isp Daniel – sei uno sciocco Frank!

Isp David – credevi davvero che ti avremmo lasciato andare via?

Isp Daniel- metterci fuori dal gioco così, non è carino!

Isp David – per niente gentile, escludere proprio noi…

Isp Daniel –  già, noi!

Isp David –  proprio noi!

(i due ispettori si tolgono per la prima volta il cappello, prendono dalle tasche due nasi rossi da clown, li indossano, si tolgono il soprabito e la finta camicia svelando la camicia da clown, d’ora in poi potranno infarcire le frasi di parole russe)

Isp Daniel –  I clown gemelli venuti dal freddo!

Isp David –  I clown gemelli che si chiamano Da Da! Vero Da?

Isp Daniel – sì, Da. Pensa Frank, nessuno scommetterebbe più un soldo su noi russi

Isp David – E invece si stanno tutti sbagliando di grosso

Isp Daniel – Perché i clown gemelli Da Da

Isp David – Sono ancora in gioco Frank, e hanno rubato i quadri mancanti!

Isp Daniel – e hanno cosparso la zona di false piste

Isp David – false piste Frank!

Isp Daniel – stavi per cascarci Frank

Isp David – se non fosse stato per Janet, lei sì che era una crittanalista di talento

Isp Daniel – e tu l’hai uccisa! per questo sei morto

Isp Daniel – oh, naturalmente sei morto anche perché il crittogramma possa essere solo nostro!

Isp Daniel –  Sai il nostro Presidente ci tiene molto!E grazie ai tasselli mancanti risolveremo l’enigma

Isp David – i tasselli che noi abbiamo rubato a quel povero pony express

Isp Daniel –  c’è chi si trova al posto sbagliato nel momento sbagliato! Frank!

(Frank muore) (vanno alla bomba) (nella valigia la sveglia continuerà ad andare, farà driin solo a spettacolo finito)

Isp David – abbiamo ancora qualche minuto Da

Isp Daniel –  E’ ora Da

Isp David – E’ ora di agire Da

Isp Daniel –  sì, Da

Isp David –  “da” è la particella che manca due volte al puzzle, vero Da?

Isp Daniel –  Sì Da.

Isp David – quella che abbiamo rubato.

Isp Daniel –  già, ops! Guarda Da, ce l’ho proprio qui!

Isp David – Che combinazione, Da! Anche io!

(estraggono due pergamene)

Isp Daniel –  Andiamo Da!

(si avvicinano al puzzle, ne ordinano i pezzi e aggiungono le due pergamene mancanti con la particella “da” al punto giusto)

Isp David –  ecco fatto Da

Isp Daniel –  ben fatto Da

(Si guardano compiaciuti, ora il crittogramma è disposto in maniera corretta)

A

R

A

P

M

I

S

P

I

U

D

A

U

N

I

F

N

O

C

S

A

T

T

A

C

H

E

D

V

O

T

N

E

C

A

I

T

T

O

R

I

E

Isp David –  guarda Da, è un crittogramma semplice

Isp Daniel - Davvero semplice. Sì Da, basta leggere una frase cominciando da destra e una cominciando da sinistra

Isp David –  cominciamo da destra Da

Isp Daniel –  sì, cominciando da destra. (leggendo) S’impara..

Isp David – più da un..

Isp Daniel –  …a sconfi..

Isp David –  … tta che d..

Isp Daniel – … a cento v..

Isp David –  .…ittorie!

Isp Daniel/David – s’ impara più da una sconfitta che da cento vittorie

Isp Daniel –  è una frase saggia Da

Isp David –  è la nostra chiave, ci pensi? E sembra insegnarci qualcosa

Isp Daniel –  già Da. Siamo stati sconfitti a lungo da questo eni…

Isp David – Da! non senti anche tu..?

Isp Daniel –  ..uno strano odore..?

Isp David – sarà qualche resto di Zimmerman..?

Isp Daniel – .. o è semplicemente l’aperitivo andato a male?

(annusano con più forza)

Isp David –  andiamo via velocemente, Da!

Isp Daniel – Sì Da. Battiamocela il più presto possibile!

(Ma non possono fare a meno di annusare, si odorano le mani, poi si avvicinano ai quadri, si allontanano terrorizzati, i quadri possibilmente cambiano colore, il  fumo aumenta)

(nel dialogo seguente i due Ispettori /clown eseguiranno un bizzarro  numero dello specchio)

Isp David - da quadri…?

Isp Daniel - da quadri…!

(all’improvviso soffocano)

Isp Daniel – Tavarish Da

Isp David –   Tavarish Da

Isp Daniel – Il Presidente…

Isp David – si arrabbierà

Isp Daniel – molto!

 (Soffocano, cadono a terra, morti, musica. Zimmerman rientra, si avvicina ai corpi)

Zimmerman – (guarda i due clown e Frank morti) Grazie a tutti del lavoro fatto ragazzi! Ottimo, efficiente e preciso. Peccato non aver tenuto conto delle mie superiori capacità non solo di matematico, ma anche di conoscitore dell’animo umano! (al pubblico)  Ben trovati signori! Stupiti di vedermi? Oh, ma è stato facile tutto sommato, ho semplicemente finto di bere, mentre poco prima di attrarre la vostra attenzione, ho preso un semplice ritardante del battito cardiaco. Un gioco da ragazzi. Per il resto ho lasciato che l’avidità, e la disperazione di ognuno di loro facesse il suo corso, spingendoli all’eliminazione reciproca. (legge) S’impara più da una sconfitta che da cento vittorie. E’ una bella frase, nevvero? Chissà che non sia davvero la frase chiave del primo crittogramma di Beale, ah!,  perché dimenticavo di dirvi quello che i miei colleghi si ostinavano a voler negare: il primo crittogramma di Baele è inviolabile, e probabilmente lo resterà per sempre. C’è chi dice sia un falso, altri che il tesoro sia stato comunque trovato dal Governo degli Stati Uniti, altri ancora che Beale abbia semplicemente voluto tendere una trappola per gli avidi e i creduloni. Non lo sappiamo. Non sappiamo niente, se non che nessuno, ancora oggi, nell’epoca dei computer a milioni di giga, ha sciolto il crittogramma.Volete provare voi stessi?  Accomodatevi, è riportato nel vostro programma di sala, ma attenzione! Un consiglio, fatelo solo nel tempo libero, magari sorseggiando un aperitivo, in compagnia di amici fidati!

(risata fragorosa)(musica)(Buio)

(dopo il primo ringraziamento si fa silenzio e si dà inizio a

la premiazione:

Le donne chiamano sul palco le cinque categorie dei partecipanti:

- 2 perquisitori

 - 4 testimoni (3 + 1 oculare)

- 4 omertosi

- 8 Assistenti ispettori

- 8 persone di fiducia

- 4 crittografi

si procede ad un estrazione  - o se si preferisce e sarebbe meglio, una votazione da parte della compagnia e del pubblico per alzata di mano, del miglior uomo e migliore donna per categoria, ma rischia di essere lunga – la soluzione veloce credo sia un’estrazione dal cappello, verranno estratti due nomi per categoria, si vincono dei buoni sconto per biglietti o corsi MaMiMò, a tutti gli altri dei magnifici gadgets)

Fine*

*Sul retro del programma di sala sarà riportato il primo crittogramma di Baele:

71,194,38,1701,89,76,11,83,1629,48,94,63,132,16,111,95,84,341
975,14,40,64,27,81,139,213,63,90,1120,8,15,3,126,2018,40,74
758,485,604,230,436,664,582,150,251,284,308,231,124,211,486,225
401,370,11,101,305,139,189,17,33,88,208,193,145,1,94,73,416
918,263,28,500,538,356,117,136,219,27,176,130,10,460,25,485,18
436,65,84,200,283,118,320,138,36,416,280,15,71,224,961,44,16,401
39,88,61,304,12,21,24,283,134,92,63,246,486,682,7,219,184,360,780
18,64,463,474,131,160,79,73,440,95,18,64,581,34,69,128,367,460,17
81,12,103,820,62,110,97,103,862,70,60,1317,471,540,208,121,890
346,36,150,59,568,614,13,120,63,219,812,2160,1780,99,35,18,21,136
872,15,28,170,88,4,30,44,112,18,147,436,195,320,37,122,113,6,140
8,120,305,42,58,461,44,106,301,13,408,680,93,86,116,530,82,568,9
102,38,416,89,71,216,728,965,818,2,38,121,195,14,326,148,234,18
55,131,234,361,824,5,81,623,48,961,19,26,33,10,1101,365,92,88,181
275,346,201,206,86,36,219,324,829,840,64,326,19,48,122,85,216,284
919,861,326,985,233,64,68,232,431,960,50,29,81,216,321,603,14,612
81,360,36,51,62,194,78,60,200,314,676,112,4,28,18,61,136,247,819
921,1060,464,895,10,6,66,119,38,41,49,602,423,962,302,294,875,78
14,23,111,109,62,31,501,823,216,280,34,24,150,1000,162,286,19,21
17,340,19,242,31,86,234,140,607,115,33,191,67,104,86,52,88,16,80
121,67,95,122,216,548,96,11,201,77,364,218,65,667,890,236,154,211
10,98,34,119,56,216,119,71,218,1164,1496,1817,51,39,210,36,3,19
540,232,22,141,617,84,290,80,46,207,411,150,29,38,46,172,85,194
39,261,543,897,624,18,212,416,127,931,19,4,63,96,12,101,418,16,140
230,460,538,19,27,88,612,1431,90,716,275,74,83,11,426,89,72,84
1300,1706,814,221,132,40,102,34,868,975,1101,84,16,79,23,16,81,122
324,403,912,227,936,447,55,86,34,43,212,107,96,314,264,1065,323
428,601,203,124,95,216,814,2906,654,820,2,301,112,176,213,71,87,96
202,35,10,2,41,17,84,221,736,820,214,11,60,760

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 2 volte nell' ultima settimana
  • 5 volte nell' ultimo mese
  • 26 volte nell' arco di un'anno