Biancaneve

Stampa questo copione

BIANCANEVE

     BIANCANEVE

SCENA 1 narratore 1,2, re, regina, matrigna, specchio, guardia

NARRATORE 1: Tanto tanto tempo fa, in un bellissimo castello,

                               vivevano un re e una regina che erano molto felice,

                               anche perché avevano avuto una bellissima bambina.

RE: Moglie mia, mi hai fatto un regalo meraviglioso; questa bambina è

        bellissima!

REGINA: Ha la pelle candida come la neve e i capelli neri come la pece;

                  potremmo chiamarla Biancaneve!

NARRATORE 2: Biancaneve cresceva felice insieme a sua madre e a suo

                               padre, ma un brutto giorno la madre morì.

NARRATORE 1: Il re, dopo qualche anno, si risposò con una donna

                             bellissima ma, molto vanitosa; lei aveva uno specchio

                             magico al quale chiedeva:

MATRIGNA : Specchio Specchio delle mie brame, chi è la più bella del

                          reame?

SPECCHIO: La più bella sei tu o mia Regina!

NARRATORE 2: E così passava il tempo e Biancaneve, crescendo,

                               diventava sempre più bella e un giorno…

MATRIGNA: Specchio Specchio delle mie brame, chi è la più bella del

                         reame?

SPECCHIO: La più bella non sei più tu oh mia regina; c’è un’altra più

                       bella di te: BIANCANEVE!

MATRIGNA: Lo sapevo, lo sapevo che quella ragazzina mi avrebbe

                         rovinato la vita… <<GUARDIAAA, GUARDIA!!!>>

GUARDIA: Sì maestà?

MATRIGNA: Porta Biancaneve nel bosco, uccidila e portami il suo

                         cuore.

GUARDIA: Sì maestà, agli ordini Maestà!

SCENA 2 narratore 1,2, guardia, Biancaneve, animali

NARRATORE 1: Il guardiano camminava insieme a Biancaneve e ad un

                               certo punto…

GUARDIA: Biancaneve, la tua matrigna mi ha ordinato di ucciderti e di

                     portarle il tuo cuore; ma tu sei buona e io non ti ucciderò, ma

                     tu scappa più lontano che puoi e non tornare più al castello; io

                     porterò alla regina il cuore di un cervo.

BIANCANEVE: Grazie, grazie per avermi salvato la vita!

NARRATORE 1: Biancaneve dopo aver camminato a lungo nel bosco,

                               stanca, si sdraiò sotto un albero e si addormentò…

                               Quando si svegliò attorno a lei si erano radunati tanti

                               animali.

APE 1: Ciao Biancaneve! Come mai sei qui tutta sola? Se vuoi possiamo

              restare a farti compagnia.

APE 2: cosa cerchi qui nel bosco? E dove sono la tua mamma e il tuo

              papà?

NARRATORE 1: Biancaneve racconta la sua storia e alla fine…

TARTARUGA: Io vorrei ospitarti, ma la mia casa è troppo piccola, ci sto

                           solo io!

COCCINELLA: Ho sentito dire che dietro quella montagna c’è una casa.

                            Sì, una casetta piccola piccola. Potresti andare lì!

BIANCANEVE: Qualcuno di voi può accompagnarmi?

FARFALLA: C’è qualcuno che ci va spesso, potresti chiedere a lui!

                       Si chiama Topo Contadino! va spesso a portare le verdure in   

                       quella casa.

TOPO CONTADINO: chi ha bisogno di me? Chi mi cerca? Chi mi

                                       vuole? Chi ha nominato il mio nome?

TARTARUGA: Questa bellissima fanciulla ha bisogno di trovare un

                           rifugio sicuro dove poter stare.

                           Tu potresti accompagnarla in quella casetta che c’è dietro              

                           questa montagna.

TOPO CONTADINO: Sto andando proprio da quelle parti a portare   

                                       questa buona zucca. Seguimi e ti porterò fin là.

NARRATORE 3: Biancaneve e il Topo Contadino camminarono a lungo

                               e ad un certo punto…

TOPO CONTADINO: Ecco la casetta!!! La vedi quella laggiù? Ciao

                                        Biancaneve e buona fortuna!
SCENA 3 narratore 2,3, i 7 nani

NARRATORE 2: Biancaneve entra nella casetta e da un piccolo tavolo

                             apparecchiato assaggia un po’ di minestra da ogni piatto

                             e poi stanca si addormenta sdraiandosi di traverso su

                             sette lettini.

NARRATORE 3: Gli abitanti della casetta non erano sette bambini, ma

                              sette nanetti che lavoravano in una miniera lontana dalla

                              casetta. Finito il turno di lavoro, i sette nani, in fila

                              indiana, rientravano a casa…

NANO 1: Non spingere!

NANO 2: Tu cammina!

NANO 3: Shhh silenzio!

NANO 4: Non fate confusione!

NANO 5: In fila!

NANO 6: In marcia!

NANO 7: Si torna a casa!

MUSICA

SCENA 4 narratore 3, i 7 nani, Biancaneve

NARRATORE 3: appena tornati a casa…

NANO 1: Chi ha lasciato la porta aperta?

3

NANO 2: Chi ha spostato la mia sedia?

NANO 3. Chi ha toccato il mio cucchiaio?

NANO 4: Qualcuno ha assaggiato la mia minestra?

NANO 5: Chi ha dato un morso alla mia fetta di pane?

NANO 6: Chi ha usato la mia coperta?

NANO 7: E le mie lenzuola?

NARRATORE 3: Guardano un po’ più in là

Coro dei NANI: Ohhhhhhh!!!

BIANCANEVE (svegliandosi):Oh! Chi è? Dove sono? Chi siete?

NANO 1: Veramente sei tu che dovresti dirci chi sei!

BIANCANEVE: Avete ragione, scusatemi

NARRATORE 3: Biancaneve racconta la sua storia e…

NANO 2: Se vuoi puoi restare con noi!!

NANO 3: Sì, potresti cucinare e tenere in ordine la casa!!

NANO 4: Potresti essere un po’ la nostra mamma!

BIANCANEVE: Sì, sì, per me va bene, ne sarei felice!!

NANO 5: Attenta però Biancaneve, mentre siamo a lavoro non devi aprire

                 la porta a nessuno…

NANO 6: Mi raccomando, a NES-SU-NO!!!

NANO 7: EVVIVAAAAA!!!

 SCENA 5 narratore 3, matrigna, specchio

NARRATORE 3: Intanto, al castello, la matrigna, sicura che Biancaneve

                               fosse morta, chiese allo specchio:

MATRIGNA: Specchio specchio delle mie brame, chi è la più bella del

                         reame?

SPECCHIO: La più bella non sei più tu, o mia regina, ce n’è un’altra più

                        bella di te: Biancaneve!

MATRIGNA: Biancaneve? Ma allora la guardia non l’ha uccisa! Sarà

                          punita severamente! Specchio, dove si trova Biancaneve?

SPECCHIO: Nella casetta dei sette nani, lassù, lassù lontano nel bosco,

                       dietro la montagna

MATRIGNA: Bene, mi travestirò da vecchia strega e le porterò una bella

                         mela avvelenata.

NARRATORE 3: La matrigna, travestita da vecchia strega, con in mano

                               una mela avvelenata, andò nel bosco verso la casa dei

                               sette nani. Arrivata lì vicino, vide Biancaneve

                               affacciata alla finestra.

SCENA 6 strega, Biancaneve, narratore 4, nani

STREGA: Belle mele! Bellissime mele!!! Chi vuole una bella mela,

                  succosa, gustosa e profumata? Ne vuoi una tu bella fanciulla?

BIANCANEVE: Non posso cara vecchine, non posso aprire la porta a

                             nessuno! Ma tu sembri una generosa vecchina quindi

                             posso fare un’eccezione!

STREGA: Va bene, sei così bella! Te ne voglio regalare una, tieni!

NARRATORE 4: Biancaneve prese la mela, le diede un morso e cadde a

                               terra. Quando i sette nani tornarono…


Coro dei NANI: BIANCANEVE!!!

NANO 1: E’ morta!

NANO 2: Che disgrazia!

NARRATORE 4: I sette nani piansero tanto, poi decisero di metterla in

                              una cassa trasparente e lasciarla nel bosco dove tutti gli

                              animali amici potessero farle compagnia.

SCENA 7 narratore 4, principe, Biancaneve, matrigna, specchio

NARRATORE 4: Un giorno passa da quelle parti un bel principe azzurro

                               che vedendo Biancaneve…

PRINCIPE: Che meravigliosa fanciulla! Non ne ho mai visto un’altra così

                    bella! Voglio portarla nel mio castello, le darò un bacio per

                    svegliarla!

BIANCANEVE: Dove sono? Chi sei tu?

PRINCIPE: Sei qui con me, io sono il Principe Azzurro, vuoi diventare la

                   mia sposa?

BIANCANEVE: Oh sì, oh sì, lo voglio con tutto il cuore!

(Festa)

NARRATORE 4:  Quella sera la matrigna chiese ancora una volta allo

                              Specchio…

MATRIGNA: Specchio, Specchio delle mie brame, chi è la più bella del

                        reame?

SPECCHIO: La più bella non sei più tu; ce n’è un’altra più bella di te:

                     Biancaneve!

MATRIGNA: Biancaneve, ancora?! Non è possibile! Ahhh!

NARRATORE 4: La matrigna si arrabbiò talmente tanto che cadde a terra

                               morta, mentre nel castello del principe, i nanetti e gli

                               amici animali festeggiavano il matrimonio di

                               Biancaneve con il suo bel Principe Azzurro.

PERSONAGGI:

NARRATORE   1.                   2.               3.                 4.

RE

REGINA

MATRIGNA-STREGA

SPECCHIO

GUARDIA

BIANCANEVE

NANO 1

NANO 2

NANO 3

NANO 4

NANO 5

NANO 6

NANO 7

PRINCIPE

APE 1

APE 2

TARTARUGA

TOPO CONTADINO

FARFALLA

COCCINELLA

    Questo copione è stato visto
  • 1 volte nelle ultime 48 ore
  • 7 volte nell' ultima settimana
  • 24 volte nell' ultimo mese
  • 105 volte nell' arco di un'anno