Budget Burk

Stampa questo copione

ASPETTANDO UN LUNEDI

“ Mi chiamo Budget Burk… nessuno si ferma volentieri qui da me… solo quando piove questa locanda si riempie di persone, persone di passaggio per una notte, due al massimo. Non so perché non viene nessuno, forse perché sanno la mia storia, come? Voi non la conoscete? Non so se volete davvero sapere. 13 anni fa sono stato accusato di assassinio, assassinio non omicidio, perché quello per cui sono stato accusato non si può semplicemente racchiudere nella parola OMICIDIO .

8 ragazze, mi hanno accusato di aver ucciso e stuprato 8 ragazze. Di aver usato i loro corpi per soddisfare i miei piaceri personali.

In prima istanza sono stato considerato colpevole, il mostro di Milwake, pena capitale, sedia elettrica.

Poi dopo due anni di carcere, carcere dove sei già morto. Non entri li dentro se hai ucciso 8 ragazze … o meglio non ne esci, la tua dignità, il tuo essere uomo vengono uccisi prima della tua anima.dicevo dopo due anni, la nuova sentenza, definitiva… assolto… per non aver commesso il fatto. Libero.

Ma quando sei libero per lo stato e la giustizia non vuol dire che lo sei per il popolo. Mi aspettavano… davanti casa mia, mi hanno legato e percosso con bastoni e pietre… lasciato li a terra… cosparso di benzina e… colpevole! Urlavano Colpevole!

Colpevole… di cosa? Perché credete allo stato e alla giustizia quando ha detto che ero un mostro e non ora che dice che sono un uomo! Questo gridavo in silenzio. Ma nessuno mi ascoltava, accecati dalla rabbia e dall’ odio.

Nessuno si ferma mai volentieri da queste parti… solo quando piove. Devo andare a prepararmi ( Carica una pistola ) stasera ha cominciato a piovere.

BUIO

LA SCENA SI DIAPDE, UNA FINESTDA SUL FONDO A DESTDA, AFFIANCO UNA PODTA. IN SCENA UN SALOTTO E POCHE MOBILI .

DUMODE DI PIOGGIA

LA PODTA SI SPALANCA VIOLENTEMENTE, ENTDANO DUE PEDSONE. UN UOMO E UNA DONNA.

JAMES : c’è nessuno? Si può?

KYDA : allora? Che dici entriamo

JAMES : fuori piove… e la strada è bloccata. Possiamo entrare? Sembra non ci sia nessuno.

I DUE ENTDANO

KYDA : mmm che bel posticino.

JAMES : romantico questo viaggio di nozze…

KYDA : beh eccitante non trovi ( si avvicina all’uomo )…

1


JAMES : ferma… potrebbe esserci qualcuno… dai

KYDA : dai… non fare il timido

JAMES : non faccio il timido… non mi sembra una casa abbandonata… guarda… non un granello di polvere… biscotti…riviste… qui vive qualcuno KYDA : che adesso non c’è… e allora?

I DUE SONO SUL DIVANO.

ENTDA UN UOMO DALLA PODTA.

LUCAS : cristo che pioggia… o scusate… non volevo disturbare… è che fuori si è scatenato l’inferno…

JAMES : non si preoccupi, siamo nella stessa situazione…

LUCAS : cioè?

KYDA : non siamo i padroni di casa… stavamo cercando un telefono… ecco…

LUCAS : capisco… e lo avete trovato

KYDA : no… siamo in viaggio di nozze, la situazione ci eccitava…

JAMES : Kyra… insomma… magari non è interessato che dici

LUCAS : be, visto che siamo nella stessa situazione… Lucas Crane

JAMES : James Neville e lei è mia moglie Kyra

KYDA : piacere… buoni questi biscotti…

LUCAS : piacere mio… no grazie… allora cerchiamo il padrone di casa e ci facciamo dare il telefono?

JAMES : non c’è nessuno… ho provato a chiamare ma… non c’è nessuno.

LUCAS : allora cerchiamo il telefono…

KYDA : certo che piove proprio forte…

LUCAS : capita in questa stagione… non mi aspettavo che si bloccase così la strada. Si è creata una voragine…ci vorrà tempo… speriamo smetta presto…

KYDA : già per fortuna c’è questa casa… o avremmo passato non so quanto tempo in macchina…

JAMES : avremmo trovato il modo di passare il tempo

LUCAS : sposini… intanto non si trova un telefono. Il mio cellulare è scarico… voi come state messi?

KYDA : non prende… almeno 4 o 5 km fa ha smesso di avere campo.

JAMES : chiudi la porta cazzo fa freddo.

LUCAS : arriva qualcuno…

KYDA : magari è il padrone di casa…

LUCAS : è una donna… ehi ti serve una mano? Vado a prenderla!

KYDA : che cavaliere

JAMES : magari ti piace pure

KYDA ; sei geloso? Sei geloso. Ma dai l’hai visto? È un ragazzino.

JAMES : sarà… ma non lo guardare troppo… o gli stacco la testa.

LUCAS : ecco entri…

NOAH : fa freddissimo

JAMES : be diciamo che non è vestita proprio in modo adeguato…

NOAH : beh diciamo che non pensavo di dover oltrepassare un muro di fango…

KYDA : lo lasci stare… è un ignorante patentato… l’ho sposato per questo. Kyra piacere

NOAH : Noah, Noah Michels piacere mio.

JAMES : James, piacere.

NOAH : ricominciamo da capo allora… qualcuno sa dove è un bagno?

JAMES : no, in realtà non ci siamo mossi di qui.

LUCAS : lo cerco io… tu intanto asciugati con questo ( ha preso un asciugamano dalla sua macchina )

2


NOAH : grazie… gentile…vorrei togliermi questi vestiti di dosso… sono zuppi

KYDA : in macchina dovrei avere qualcosa… James ti va di andare a prendere la valigia?

JAMES : cosa ? sta diluviando

NOAH : non voglio disturbare tranquilla.

KYDA : james

JAMES : vado… stavo scherzando.

LUCAS : ( rientrando ) strano… l’ho trovato il bagno ma è chiuso…

KYDA : e non c’è nessuno?

LUCAS : penso di no, ho bussato… chiamato… questo posto non mi piace… ha qualcosa di…

non lo so… scusate non vorrei impressionarvi.

KYDA : non preoccuparti adoro i film horror

NOAH : io no… e non vorrei trovarmici dentro. Pensate riusciremo ad andare via? LUCAS : non credo, piove sempre più forte… la voragine si andrà allargando… serve un carro attrezzi per tirare fuori le macchine da li…

KYDA : se smette potremmo andare a piedi alla stazione di servizio

NOAH : saranno 10 km almeno…

JAMES : cristo Kyra ma quanti vestiti ti sei portata per una settimana.

KYDA : gli uomini… non capiranno mai… a loro basta un jeans e 5 magliette. Ah già un paio di mutande…

JAMES : spiritosa… non accenna a smettere… che facciamo?

LUCAS : aspettiamo direi… non possiamo fare altro…

JAMES : potremmo metterci fuori e aspettare la prima macchina che passa.

LUCAS : è una grande idea, cominci tu?

JAMES : beh io… ho capito aspettiamo. Tanto sono quasi le nove . Bel sabato sera direi.

NOAH : io dovevo andare al cinema con le amiche.

LUCAS : qualcuno ha qualcosa da mangiare in macchina?

NOAH : merendine… questa va bene… posso?

KYDA : certo scegli quello che vuoi

NOAH : grazie sei molto gentile…

KYDA : tanto mi sa che il nostro viaggio di nozze è andato in fumo

JAMES : no amore mio non dire così… vedrai che ce la facciamo per lunedì sera…

KYDA : spero.

LUCAS : ehi, problema cena risolto… la dispensa è piena.che succede? ( buio )

KYDA : saltata la luce

JAMES : sta diventando meglio di un horror.

LUCAS : mi sembra di aver visto delle candele prima sul mobile vicino a te Noah, ci arrivi? Noah! Tutto a posto? Noah. Cristo Noah stai bene. Ahia il tavolino. Kyra tu riesci ad arrivare alla dispensa.

KYDA : credo di si… ma Noah?

LUCAS . accendiamo una luce…

JAMES : scherzavo sul film horror…

KYDA : trovata, chi ha un accendino?

JAMES : tieni amore…

KYDA : che ci fai tu con un accendino, tu non fumi.

JAMES : misteri della fede

LUCAS : vi sbrigate invece di fare gli stupidi.

KYDA : ecco… Noah !

KYDA CEDCA NOAH MUOVENDO LA LUCE DELLA CANDELA, LA VEDE DIVEDSA SUL DIVANO

KYDA : Noah… Noah !

3


JAMES : è morta?

KYDA : non lo so… io non la tocco

JAMES : coraggiosa… Noah ( allunga la mano per toccarla Noah si alza gridando e poi si mette a ridere )

NOAH : ah ah ah … che faccia… ci siete cascati come polli

LUCAS : non lo fare mai più

KYDA : Noah ma sei pazza… a momenti mi prende un colpo…

JAMES : a me è preso… ok… quindi evitiamo … ora con questa candela cerchiamo il generale

LUCAS : mmm l’ho visto prima, vicino la cucina. Vado io.

KYDA : aspetta se tu vai via con la candela noi rimaniamo al buio nuovamente.

LUCAS : non avrai sul serio paura?

KYDA : no… no … James vieni qua

JAMES : non me lo faccio ripetere due volte… Noah vuoi venire anche tu?

(si sente il rumore di uno schiaffo ) KYDA : stronzo

NOAH : no no rimango qua sul divano… li è pericoloso…

LUCAS ; ( fuori ) è scattato il salvavita… un corto forse…ecco… e luce fu!

LA LUCE TODNA , I DUE DAGAZZI SI STANNO BACIANDO. JAMES : spegni!!!

NOAH : no… non dirmi che vi stavate baciando…

JAMES : la cosa ti turba?

KYDA : ma la smetti… che scherzo è?

JAMES : quale

KYDA : chi ha portato quel vassoio?

INDICA SOPDA LA CONSOLLE DOVE PDIMA C’EDA LA CANDELA, ODA C’E UN VASSOIO CON 6 TAZZE E UNA TEIEDA.

NOAH ; se è uno scherzo è di pessimo gusto. Però il the dall’odore sembra buono…

KYDA : Lucas, sei stato tu?

LUCAS : ( rientrando ) a fare cosa?

KYDA : a portare questo vassoio qui.

LUCAS : no, come avrei potuto scusa…

JAMES : magari prima quando sei andato in cucina lo hai messo a fare e adesso al buio lo hai portato dentro.

LUCAS : certo… sono un gatto e mi muovo meglio al buio che alla luce… non diciamo stronzate. Piuttosto… non è uno scherzo giusto?

NOAH : e questo lo abbiamo appena appurato… qualcuno vuole del the

LUCAS : c’è qualcun altro qua dentro…( va in cucina ) e non ha fatto il the qui , i fornelli sono freddi…

KYDA : il proprietario di casa è timido?

JAMES : sicuramente sappiamo una cosa… si muove maledettamente bene al buio.

NOAH : allora qualcuno vuole un the o lo prendo da sola?

KYDA : the , biscotti… conosce le buone maniere.

JAMES : si e allora perché non si fa vivo? Ehi! Dove sei? Hai un telefono?

LUCAS : beh comunque arriva al momento giusto questo the

KYDA : ci fidiamo?

LUCAS : come?

KYDA : voglio dire… non sappiamo neanche chi è…

NOAH : è un tipo raffinato… the alle erbe… allora verso…

LUCAS : mettiamola così se voleva ucciderci chiunque fosse ,prima avrebbe potuto 4


tranquillamente. Invece ci offre il the…io mi fiderei JAMES : non sa neanche contare… sei tazze. NOAH : magari una è per lui, ci raggiungerà KYDA : e l’altra?

JAMES : a questo punto nei film horror bussano alla porta…qui invece no… non arriva nessuno. ( si affaccia alla finestra )

SUONO DI BUSSO ALLA PODTA, JAMES GUADDA GLI ALTDI. APDE PIANO PIANO LA PODTA MA NON C’E’ NESSUNO.

JAMES : adesso anche le allucinazioni uditive… voi lo avete sentito vero?

LUCAS : certo

KYDA : ragazzi non facciamoci impressionare, sarà stato il vento

NOAH : fate come volete io bevo il the prima che si freddi

LUCAS : mi sembra un ottima idea, non vorrei che si arrabbiasse il padrone di casa

JAMES : dici che è permaloso?

LUCAS : non lo so, ma non intendo neanche scoprirlo. Questo è l’unico riparo comodo che abbiamo per la notte e se chi abita qui ha deciso di non farsi vedere a me va bene.

KYDA : e se gli stessimo dando fastidio? Forse è il caso di andare … ci mettiamo in macchina…

JAMES : e aspettiamo che l’acqua ci sommerga… ma che problemi ci stiamo facendo? Se gli davamo fastidio non ci avrebbe offerto il thè

KYDA : perché non si fa vedere? Chi sarà? Non ci sono foto alle pareti… chi è?

NOAH : ti interessa così tanto?

KYDA : no però… ho la sensazione che lo stiamo disturbando.

NOAH : chiunque tu sia grazie per il the

JAMES : già grazie… tra poco passiamo alle ordinazioni per la cena.

LUCAS : già caviale e champagne… non smette. Siamo bloccati qui.

NOAH : situazione interessante…

KYDA : ci saranno delle camere da letto si…

LUCAS : certo, mettiamo pure il cognome fuori dalla porta e viviamo qui per sempre no.

KYDA : mmm, con qualche spostamento… pulita è pulita…

NOAH : già anche molto… maniaco della pulizia il nostro misterioso padrone di casa.

JAMES : allora che facciamo?

KYDA : un orgia? Noi siamo in viaggio di nozze!

NOAH : prima sera?

KYDA : e già avremmo dovuto essere in albergo a quest’ora.

JAMES : su un letto comodo… e invece… divano

LUCAS : ( rientrando con delle coperte ) divano per le donne, io e te dormiamo per terra…

JAMES : ma…

LUCAS : non vorrai far dormire una donna per terra vero( passa la coperta a James )

NOAH : dormi con tua moglie, non preoccuparti. Cavaliere

JAMES : grazie, ma dormiamo tutti in questa stanza?

NOAH : tranquillo se fate in silenzio non ci disturbate

KYDA : beh non credo sia la serata adatta

LUCAS : prima non sembrava aveste certi pudori

KYDA : prima eravamo soli

LUCAS : e la situazione era eccitante lo so

NOAH : ehi ascoltiamo un po di musica? Incredibile lettore e cd non siamo dispersi nell nulla

KYDA : io darei meno fastidio possibile, volgio dire… non possiamo sapere

NOAH : andiamo , per un p di musica… Beatles , che n dite?

JAMES : io dico che vorrei smettesse di piovere per poter andare via di qua, questa casa nn

5


mi piace

LUCAS : già, stessa sensazione… e brutta situazione, 4 persone isolate in una casa sperduta e un misterioso padrone di casa che nonsi fa vivo BUSSANO ALLA PODTA

LUCAS : cristo, non arrivo a domani se continua cosi

DA FUODI

V.F.C. : aprite stà diluviando

NOAH : apro?

JAMES : chiediamolo al padrone di casa

LUCAS : certo come no ( aprela porta )

BUDGET : ( entraun uomo sui 50 anni ) Grazie, scusate ma fuoti diluvia e la macchina

NOAH : è finita nel fosso come le nostre, si lo sappiamo

BUDGET : quindi non siete i padroni di casa?

JAMES : no, affittuari per una notte

BUDGET : capisco, e pensate ci sia posto per due persone?

NOAH : due?

BUDGET : una ragazza, faceva autostop qua vicino, è tutta bagnata

KYDA : anche io

JAMES : si amore ma tu per altri motivi.

BUDGET : l’ho lasciata in macchina per non farla bagnare ancora, avete un ombrello ? Vado a prnderla

LUCAS : ombrelli no, tieni prendi questa

BUDGET : a buon rendere

LUCAS : puoi tenerla

JAMES : compagnia numerosa

NOAH : uomo affascinante… e donnina bionda in arrivo

BUDGET : entra… eccoci.

KYDA : o mio Dio sei tutta bagnata e tremi, vieni asciugati con questo

SYLVIA : grazie, piacere Sylvia… fa freddissimo

KYDA : adesso passa. Kyra, e lui è mio marito james, Lucas e Noah

BUDGET : Budget Burk piacere. Gran casino direi

JAMES : volete un podi te? Adesso si sarà freddato ma è ancora tiepido

BUDGET : vi site organizzati vedo

NOAH : veramente ce lo ha offerto ilpadrone di casa

BUDGET : e ora ove è?

NOAH : non lo sappiamo?

BUDGET : come?

LUCAS : si… non si è fatto vedere

BUDGET : e il te? Ve lo ha spedito

LUCAS : lo ha portato mentre eravamo al buio

BUDGET : singolare non trovate

KYDA : pauroso direi

NOAH : comunque ecco a voi… due tazze di te alle erbe per voi. Speriamo non venga nessun

altro, abbiamo finito il servizio in porcellana.

LUCAS : non verrà nessuno

KYDA : come? Veggente?

LUCAS : no… il tempo sta peggiorando se possibile. Si bloccherà anche prima la strada… non arriverà nessuno.

JAMES : potremmo quasi dire che il nostro misterioso padrone di casa lo sapesse

LUCAS : come?

6


JAMES : sei tazze… sei persone

LUCAS : una cooincidenza…

NOAH : già aveva solo sei tazze e le ha portate tutte.

JAMES : sarà

KYDA : ragazzi la smettete…

SYLVIA : grazie sto molto meglio…

KYDA : forse è meglio se togli questi vestiti.

JAMES : tanto ne abbiamo una valigia piena.

KYDA : sei sarcastico?

JAMES : no anzi, guarda vao a prendere anche la mia nela cqaso voi voleste cambiarvi, o dei pigiami di seta per lla notte… che cazzo di serata

BUDGET : non c’è bisogno di alteararsi… tanto da quello che ho capito dovremo passare la notte tutti insieme

JAMES . Tutti insieme si… e questo mi sembra un ottimo motivo per alterarsi.

KYDA : james smettila, scusatelo a volte diventa nervoso senza motivo.

NOAH : uomo fragile…

JAMES : ma che ne sai tu di come sono io.

NOAH : che c’è adesso vuoi mettere le mani addosso a una donna?ti senti impotente se non lo fai? Ho capito che tipo sei. Il livido che ha tua moglie sulla fronte… non dobbiamo neanche chiederci chi stato.

JAMES : ma come ti permetti.

JAMES SI SCAGLIA SULLA DONNA, VIENE TDATTENUTO A FODZA DA LUCAS E BUDGET.

KYDA : smettila… smettila

JAMES : diglielo che non sono stato io a quella troietta.

KYDA : no… sono inciampata. Sono un po distratta… sono inciampata.

JAMES : stronza.

NOAH : ok scusa, va bene. Se è la verita…

LUCAS : la smetti anche tu adesso?

NOAH : scusate tutti. Notte da lupi.

SYLVIA : e questo cos’è?

SI GIDANO TUTTI VEDSO IL MUDO INDICATO DA SYLVIA. UN CADTELLO CON SCDITTO BENVENUTI.

LUCAS : ok, il te va bene ma adesso credo sia arrivato il momento di andare via.

NOAH : certo e dove andiamo? Lo vedi fuori? Ci sarà acqua alta un metro intornoo alla casa.

LUCAS : cristo

JAMES : stiamo esagerando adesso

LUCAS : stiamo esagerando? Prima fa comparire il te, ora un cartello addirittura. Ma chi è Copperfield?

SYLVIA ci stava aspettando.

BUDGET : non diciamo stupidaggini, per cortesia. Che vuol dire ci stava aspettando.

LUCAS : certo, non poteva certo sapere che saremmo passati tutti per di qua no.

BUDGET : io sono escluso, faccio questa strada tutti i sabato sera. Sempre a quest’ora.

NOAH : be non credo che Sylvia faccia autostop tutte le sere qui vicino. Silvya

SILVYA : veramente non faccio autostop…( guarda Budget )

BUDGET : be, così su due piedi non sapevo cosa inventare.

JAMES : si una prostituta?

SYLVIA : si.

JAMES : non siamo moralisti tranquilla… o qualcuno di voi vuole fare un bel sermone?

KYDA : noi siamo in viaggio di nozze, dovevamo partire ieri per il messico ma uno zio ci ha 7


regalato due notti in un albergo qui vicino.

JAMES : uno zio , in realtà non sappiamo neanche chi è, alla cerimonia non c’era e ha spedito il regalo tramite posta.

LUCAS : e coì 4 di noi per un motivo o per l’ltro dovevano passare di qua per forza

JAMES : no, forse non ci siamo capiti. Noi no

BUDGET : lucas sta dicendo che il misterioso zio potrebbe essere il misterioso padrone di casa.

KYDA : no… cioè non è possibile.

LUCAS : lo conosci vero lo zio che ti ha fatto il regalo…

KYDA : veramente pensavo fosse un tuo zio

BUDGET : bene. 4 su 6

SYLVIA : che vuol dire?

BUDGET : che siamo stati gentilmente invitati ad entrare

NOAH : chi può essere così pazzo da organizzare tutto questo? Cioè aspettare i giorno di pioggia… sperare che piova …

LUCAS : o uno particolarmente fortunato… o uno molto meticoloso.

KYDA : dici?

LUCAS : non ha lasciato niente al caso.

NOAH : beh in realtà io e te Lucas non dovevamo passare di qua per forza

LUCAS : no, in realtà no.

NOAH : io dovevo andare al cinema con le amiche ma, abbiamo organizzato oggi pomeriggio.

Mi ha chiamato Tina e mi ha detto se mi andava di uscire. Certo per muovermi con la

macchina deo per forza fare questa strada ma… non credo di avere il telefono sotto controllo.

LUCAS : no… non credo. Non lo so.

JAMES : e tu?

LUCAS : io, non so che dirvi. Non ho una meta fissa. Faccio quello che mi va di fare quindi.

Non dovevo passare per forza di qua.

BUDGET : allora potresti essere benissimo l’organizzatore di tutto ciò

LUCAS : potrei si… ma non lo sono.

JAMES : dici?

LUCAS : dovete fidarvi… non ho elementi a mia discolpa.

NOAH : eppure sei tu che sei andato in giro al buio. Tu sapevi dove erano le coperte, l’interruttore generale… troppe coincidenze non trovi? LUCAS : sono un acuto osservatore

JAMES : no, sei un bugiardo patentato.

LUCAS : pensala come vuoi…ve lo ripeto io non dovevo passare di qua

NOAH : e allora perché sei passato?

LUCAS : vi mettete a fare i detective? Se permettete sono affari miei

BUGDET : ha ragione lui, non abbiamo diritto di…

JAMES : oh andiamo è chiaro che lui c’entra qualcosa. Mister mistero

SYLVIA : forse è fin troppo lampante no?

JAMES : come?

SILVIA : voglio dire… se lui fosse il nostro misterioso padrone di casa forse avrebbe un alibi più corposo.

LUCAS : questa donna è molto intelligente

KYDA : anche io penso non c’entri niente

JAMES : ho anche te contro?

LUCAS : andiamo James, si vede lontano un miglio che non puoi vedermi…che c’è ti do fastidio?

BUDGET : abbiamo chiarito il mistero del cartello apparso misteriosamente.

8


SILVIA : cioè?

BUDGET : guardate, gira. C’è un intercapedine anche abbastanza larga. Sembra che questo muro sia stato costruito un metro dentro il muro originale. LUCAS : e perché? Chi restringerebbe la propria casa?

KYDA : uno che vuole costruire una trappola… una trappola grande come una casa.

NOAH : stiamo esagerando vero? Qualcuno vuole provare a rassicurarci…

JAMES : è difficile… se questa intercapedine gira tutta intorno alla casa il nostro misterioso padrone di casa potrebbe vivere li.

LUCAS : spiegato come ha fatto a portare il te al buio. Lui in realtà ci vedeva benissimo.

BUDGET : e ora dove è?

KYDA : può essere dovunque

NOAH : e ci sta guardando

SILVIA : che vuole da noi?

LUCAS : a questo punto non lo sappiamo… ma se ho capito il gioco , lo sapremo presto. JAMES : be io non ho voglia di aspettare. Se c’è un intercapedine che gira intorno alla casa, ci deve essere un entrata cerchiamola. Dividiamoci e… LUCAS : non mi sembra un’ottima idea dividerci.

DUMODE DI PASSI AL PIANO DI SOPDA BUDGET : un rumore… c’è qualcun altro qui dentro KYDA : ehi sveglia, lo stiamo dicendo da due ore

BUDGET : scusate, volevo dire… è al piano di sopra andiamo a vedere. ( tira fuori una pistola)

SILVIA : e quella?

BUDGET : difesa personale… e credo di non aver mai benedetto così tanto questa pistola.

JAMES :mi sento meglio anche io.

LUCAS : noi tre andiamo su. Voi ragazze rimanete. Qualsiasi cosa succede urlate.

KYDA : io vengo con te James

JAMES : tranquilla tesoro , rimani qui. Torniamo subito.

BUDGET : shhh… si è fermato!

SILVIA : ho paura… chi sarà

NOAH : ce lo stiamo chiedendo da prima… speriamo solo che smetta di piovere così potremo andarcene da questo fottutissimo posto.

JAMES : si è fermato…è vero non si sente più un passo, e questa pioggia lo aiuta.

LUCAS : che facciamo.

JAMES : io direi di andare alla ricerca dell’entrata dell’intercapedine…

BUDGET : e se fosse fuori?

JAMES : intanto cerchiamo dentro. Forza tutti contro le pareti, stanza per stanza troveremo

qualcosa.

LUCAS : il bagno

KYDA : cosa?

LUCAS : il bagno è chiuso a chiave… forse è li l’entrata

JAMES : ma certo, bravo Lucas

LUCAS : ti sto più simpatico adesso?

JAMES : in questa situazione mi siete tutti simpatici… e ho paura di ognuno di voi.

BUDGET : buttiamo giù la porta del bagno

LUCAS : mi è sembrata abbastanza solida.

JAMES : vado a vedere, voi rimanete qui. Posso avere la pistola?

BUDGET : vengo con te

JAMES : non ti fidi?

BUDGET : vengo con te

9


JAMES : va bene, tu Lucas rimani con le ragazze

LUCAS : andate, non credo che voglia farci del male… almeno spero.

I DUE ESCONO, BUDGET VA PED PDIMO.

SILVIA : noi che facciamo?

KYDA : direi di continuare a cercare comunque… potrebbe non essere il bagno il punto di accesso

NOAH : e allora perché è chiusa a chiave?

LUCAS : ragioniamo, la prima volta ha fatto apparire le tazze. Giusto?

Qui su questa credenza… quindi potrebbe essere anche qui un punto di accesso o uno sportello.

COLPO DI PISTOLA

DIENTDA JAMES CON LE MANI SPODCHE DI SANGUE KYDA : James… James cosa hai fatto

JAMES : è tutto pieno di sangue… è tutto pieno di sangue

LUCAS : dove è Budget? Dove è Budget!!

BUDGET : sono qui tranquilli

KYDA : cristo James , pensavo che…

NOAH : e il colpo di pistola?

BUDGET : per aprire la porta… no… non andate di la

LUCAS : cosa c’è?

BUDGET : sangue, sangue dappertutto

SYLVIA : chi è morto?

BUDGET : non c’è nessuno

LUCAS : non è possibile

BUDGET : non c’è nessuno ti dico…

NOAH : è sangue umano?

BUDGET : penso di si… ma…

SILVIA : ma…

BUDGET : non è il sangue di una persona sola.

JAMES CODDE A VOMITADE FUODI

LUCAS : come fai a esserne sicuro?

BUDGET : si vedono macchie più scure… a terra sangue vivo ma sotto… sotto si vede altro sangue.è dappertutto

KYDA : abbiamo risposto a parecchie domande…credo sia ora di andare via e di corsa DIENTDA JAMES

JAMES : non ci possiamo muovere… non si riesce a fare un solo passo. L’acqua ha reso molle

la terra… è come se fosse un immensa palude qui intorno… è franata la collinetta la casa è

al centro di una conca.

ESCONO FUODI

KYDA : O mio dio… adesso che facciamo?

BUDGET : stiamo calmi… e tutti insieme, non potrà succederci niente… se stiamo tutti insieme

JAMES : tu dici?

LUCAS : james smettila, ci servi lucido. Servi lucido a Kyra

SILVIA : continuiamo a cercare, magari se lo troviamo prima noi …

JAMES : non ce la faremo… ha organizzato tutto nei minimi dettagli. Ha aspettato a

provocare la nostra reazione, ha aspettato che la pioggia ci bloccasse qui per chissà quanto

tempo. Ha aspettato… perché sapeva

LUCAS : basta James

JAMES : non toccarmi… non toccarmi

10


KYDA : basta tutti e due… non è ammazzandoci tra di noi che risolveremo tutto. Cerchiamo questa cazzo di entrata e andiamo ad ammazzarlo. NOAH : giusto. È inutile star qui senza far niente

SILVIA : cosa dicevi prima Lucas? Delle tazze…

LUCAS : beh si, prima sono comparse le tazze quindi li vicino per logica dovrebbe esserci un apertura

BUDGET : giusto… vediamo… ehi qui , c’è uno spiffero. Datemi una mano.

I DAGAZZI GIDANO UNA PODTA, APPENA GIDATA UNA DAGAZZA MODTA CADE

ATEDDA. BUIO

LUCE.IN SCENA I SEI DAGAZZI, NOAH è SUL DIVANO, KYDA E’ VICINO A LEI CON UNA TAZZA CALDA IN MANO. SILVIA DIETDO DI ODO. I TDE DAGAZZI SONO AUL LATO DESTDO VICINO LA FINESTDA.

BUDGET ; e cosi ora sono 5 le persone volute qui per forza

LUCAS : già con Tina morta qui dentro è evidente che è stata costretta a telefonare a Noah,

per dirgli di andare al cinema.

JAMES : Noah non si riprende più

LUCAS : la situazione è difficile per tutti…

SILVIA : Lucas a questo punto rimani solo tu… sei sicuro di non volerci raccontare il tuo segreto?

LUCAS : nessun segreto davvero… volete sapere?

BUDGET : a questo punto siamo molto interessati Lucas

LUCAS : sono un giornalista… Lucas Morrigan… cronaca nera…

JAMES : e?

LUCAS : mi sono occupato di un caso… non so se vi ricordateil mostro di Castle Dook.

BUDGET : quello che aveva ucciso 8 , 10 donne?

LUCAS : proprio lui…Mathias Burk… il mostro del Maine

JAMES : e questo cosa c’entra

BUDGET : fu giustiziato 4 anni fa se non sbaglio

LUCAS : sbagli, Mathias Burk fu rilasciato…

BUDGET : rilasciato?

KYDA: sembra quasi che ti turbi questa notizia

BUDGET: no, assolutamente… è che segui la storia poi dovetti partire… ricordavo che fu condannato…

LUCAS : si ma poi la testimonianza della nona vittima… o meglio quella che sarebbe dovuta

essere la nona vittima lo scagionò. Usci dal coma giusto in tempo, pensate che la polizia non

voleva neanche riaprire il caso.

BUDGET : quindi Mathias usci di galera

LUCAS : già e quella fu la sua condanna a morte… quando arrivò sotto casa una 50 di persone lo aspettavano e dopo averlo pestato a sangue lo cosparsero di benzina e gli diedero fuoco

BUDGET : dio…

KYDA : che orrore

LUCAS : già… la cosa assurda è che il suo corpo non fumai ritrovato… probabilmente è

andato a morire in un suo nascondiglio.

NOAH : ma era innocente?

LUCAS : nessuno lo sa… nessuno lo avrebbe mai saputo se…

JAMES : se

LUCAS : se non avessi ricevuto questa lettera oggi

11


BUDGET : cosa dice?

LUCAS : mi dice di venire qui, mi dice che questa casa era il nascondiglio del mostro del

Maine ed è firmata Mathias Burk.

BUDGET : non è possibile… credo

LUCAS : mi racconta per filo e per segno il motus operandi del killer, la scelta metodica delle vittime, il modo in cui le attirava in questa casa, l’attesa dei giorni di pioggia. Tutto perfettamente organizzato come stasera.

SILVIA : stai dicendo che noi saremmo le prossime vittime del serial killer?

LUCAS : più o meno…

NOAH : quindi se l’assassino non era questo Mathias… chi è?

LUCAS : non ne ho idea… ma a questo punto lo scopriremo presto… siamo destinati a morire.

BUDGET : come ha fatto a salvarsi quella ragazza

LUCAS : dopo che si è risvegliata ha raccontato di aver sentito una lite tra due persone, era bendata e drogata… poi non ha sentito piu niente.

Il colpo di pistola ha perforato il cranio… è stata fortunata.

SILVIA : se era bendata come ha fatto a dire che quel Mathias non era l’assassino

LUCAS : dalle mani…e dalle braccia. Era stata cieca fino all’eta di 16 anni… era abituatat a a riconoscere le persone così.

BUDGET : quindi questo Mathias sarebbe ancora vivo

LUCAS : oppure questa lettera è il mio specchietto per le allodole… il serial killer sapeva che sarei corso qui ricevendo la lettera… che sarei corso incontro alla mia morte. KYDA : bene… a questo punto cosa facciamo?

BUDGET : credo che la cosa migliore sia stare tutti uniti e aspettare che spiova.

JAMES : mi sembra sensato…

NOAH : si ma se facesse come prima e facesse saltare la luce? Al buio da quello che ho capito può fare quello che vuole.

LUCAS : giusto, accendiamo per precauzione tutte le candele.

KYDA : questa è un ottima idea

BUDGET : in cucina ce n’è una scatola piena… vado a prenderla.

SILVIA : aspetta vengo con te. Mai da soli

BUDGET grazie. Torniamo subito.

LUCAS : già che ci siete prendete qualcosa da mangiare.

SILVIA : certo…

NOAH : tu riesci a mangiare?

LUCAS : morire di fame non ci aiuterà.

JAMES : ( vicino alla porta aperta ) quanto tempo ci ha messo a crearsi questo nascondiglio perfetto? Voglio dire , ci vuole una pazienza inaudita.

LUCAS : la prima vittima l’ha studiata per 6 anni. Dopo ha ucciso con un ritmo molto più frenetico… probabilmente tutti quglianni gli sono serviti per tutto questo. KYDA : quindi tu pensi che le abbia uccise tutte qua?

LUCAS : ne sono convinto, si. Il sangue nel bagno, Budget ha detto che è di varie persone… NOAH : sarebbero passati circa undici anni dal primo omicidio…il sangue si conserva per tutto quel tempo?

LUCAS : non ti so rispondere

JAMES : e i corpi delle vittime?

LUCAS : mai trovati… vogliamo fare una passeggiata per le catacombe?

NOAH : cioè?

LUCAS : l’intercapedine, sono sicuro che sono tutti li

KYDA : sembri più eccitato per la scoperta che impaurito per la tua prossima morte. 12


LUCAS : ho seguito questo caso per dieci anni, e ora lo sto vivendo. Forse morirò, o forse vincerò il Pulitzer

DIENTDA SILVIA BADCOLLANDO

SILVIA : aiutatemi…

CADE A TEDDA CON UN COLTELLO CONFICCATO NELLA SCHIENA

JAMES : CDISTO SANTO!

NOAH : silvia!!!

LUCAS : o mio Dio… mio Dio…

JAMES : che c’è non ti interessa più vincere il Pulitzer stronzo

LUCAS : senti ma che problemi hai? È morta una persona…riesci a non pensare alla tua

voglia di spaccare il mondo per una volta.

KYDA : James ti prego… smettila… smettila.

JAMES : dove è Budget? BUDGET!!!

LUCAS : è sparito… perfetto.

NOAH : sarà stato lui?

LUCAS : non credo, se fosse stato lui avrebbe usato la pistola visto che poi avrebbe deciso di sparire.

JAMES : è stata accoltellata alle spalle, probabilmente un altro maledetto pertugio.

LUCAS : il che vuol dire, non avviciniamoci alle pareti.

NOAH : lo so che è una richiesta assurda ma vi prego potete portare di la il corpo di Silvia…

LUCAS: certo, ce la fai James…

JAMES : certo che ce la faccio.

I DUE PODTANO IL CODPO IN CUCINA. MENTDE ESCONO UN OMBDA PASSA

DAVANTI LA FINESTDA

KYDA : ahhhh

I DUE DIENTDANO DI CODSA

JAMES : Kyra che succede?

KYDA : c’è qualcuno fuori

LUCAS : ( cercando conforto negli occhi di Noah ) fuori?

NOAH : io non ho visto nessuno.

LUCAS : può essere il vento Kyra

KYDA : era un uomo ti dico , non sono pazza.

JAMES : sta giocando come il gatto con il topo.

LUCAS : dobbiamo andare via.

JAMES : lo hai deciso tu ora

LUCAS : no, lo dice quel cartello

UN CADTELLO CON SCDITTO “ SCAPPATE ODA E’ MEGLIO PED VOI “ KYDA : ma come fa?

NOAH : non lo so e non lo voglio sapere… ma seguiamo il suo consiglio

JAMES : site pazzi, voi vorreste seguire il consiglio di un serial killer. Probabilmente è fuori ad aspettarci e vuole attirarci lì

LUCAS : beh, se Kyra è sicura che fuori c’era un uomo, il cartello chi lo ha messo?

NOAH : che vorresti dire?

LUCAS : non lo so , no riesco a capirci niente

KYDA : che facciamo? Dentro o fuori?

LUCAS : fuori non abbiamo grandi possibilità… e dentro è il suo campo di battaglia. Non ci sono grandi alternative.

JAMES : non vorremo aspettare qui serene la nostra morte.

NOAH : se passiamo la notte potremmo farcela

JAMES : se passiamo la notte? E come pensi di riuscirci? Dimmi?

13


NOAH : senti non lo so va bene, era un idea. Se tu sei più bravo di noi dimostralo, invece di stare sempre li a criticare gli altri.

KYDA : rimaniamo qui, sono le tre. All’alba mancheranno 4 ore. Possiamo farcela.

UN DUMODE FODTE COME UN CODPO CHE SBATTE PED LE INTEDCAPEDINI

DELLA STANZA.

KYDA : James, dove sei?

JAMES : sono qui amore… sono qui.

NOAH : che cosa è’

LUCAS : è come se qualcuno stesse correndo e andasse a sbattere contro i muri… sta salendo.

NOAH : era dietro di noi?

LUCAS :già, stava aspettando in silenzio.

JAMES : aspettava la nostra decisione… dentro o fuori. Si sta preparando.

KYDA : stiamo per morire vero?

LUCAS : abbiamo buone possibilità che questo accada

JAMES : abbiamo buone possibilità che questo accada? Cristo ma da dove sei uscito?

LUCAS : non credo che io e te saremo mai buoni amici.

JAMES : spiritoso.

LUCAS : ( apre la porta ) aiuto!!!! Qualcuno ci aiuti

JAMES : grande idea

KYDA : ne hai una migliore? Perché se ce l’hai dilla altrimenti…

JAMES : altrimenti cosa? È’ ? altrimenti cosa?

JAMES SPINGE KYDA CHE CADE A TEDDA E BATTE LA TESTA NOAH : complimenti, allora non avevo sbagliato prima JAMES : stanne fuori Noah

NOAH : tutto bene?

KYDA : mi fa male la testa…

NOAH : ti esce un po di sangue. Vado a prendere del ghiaccio.

LUCAS : vado io, tu controlla il mostro.

JAMES : amore scusami…

KYDA : fanculo stronzo

LUCAS : James corri, c’è Budget qui sembra svenuto.

JAMES CODDE AD AIUTADE LUCAS, MENTDE NOAH AIUTA KYDA A SEDEDSI SU

UNA SEDIA

NOAH : ecco , forza

KYDA: grazie.

NOAH : Lascialo quello stronzo

KYDA : non è come sembra…

LUCAS : ( entrando ) ecco posiamolo sul divano

JAMES : una bella botta in testa

LUCAS : tieni il ghiaccio

KYDA : grazie… come sta?

LUCAS : non se la deve esser vista bene, ha una botta in testa. Si riprenderà, credo non sono un dottore.

BUDGET : ( comincia a muoversi ) Dio la testa…

LUCAS : si riprende.

JAMES: che è successo? L’hai visto?

BUDGET : mi ha preso alle spalle…la pistola era a terra

LUCAS : non c’era niente a terra

BUDGET : era a terra lo ricordo…mi stavo chinando per prenderla

NOAH : ti ha aggredito prima o dopo aver ucciso Silvia?

14


BUDGET : Silvia è morta?

JAMES : accoltellata, dietro la schiena.

BUDGET : non ricordo niente.

LUCAS: certo è stato silenzioso, non abbiamo sentito niente da qua.

JAMES : e adesso se già non lo era il nostro assassino è anche armato

KYDA : gli basta un coltello per ucciderti…

BUDGET : già… o anche le mani

NOAH : come?

LUCAS : se stiamo parlando dell’killer del Maine, amava uccidere le sue vittime strangolandole. Pensavo non ne sapessi granchè? BUDGET : come? Beh in quel periodo se ne parlò molto.

LUCAS : già… io ne parlai molto.

KYDA : c’è qualcosa da bere?

NOAH : certo, vado a prenderti un bicchiere d’acqua.

BUDGET : potresti portarlo anche a me se non ti dispiace?

BUDGET TENDE LA MANO VEDSO NOAH CHE LA PDENDE E LA STDINGE CON

FODZA

NOAH : sei tu

BUDGET : cosa?

NOAH : niente… niente… acqua

LUCAS : ti accompagno

NOAH : no, vado da sola

LUCAS : è pericoloso

NOAH : tu dici?

JAMES : sai qualcosa che non sappiamo?

NOAH : assolutamente.

SI SENTONO I DUMODI DI PASSI DA SOPDA LUCAS : sta scendendo, ti accompagno

NOAH : e se ha una pistola che facciamo moriamo in due? Dimani qui… magari ti salvi

LUCAS : d’accordo.

NOAH ESCE. DOPO POCHI SECONDI SI SENTE IL COLPO DI UNA PISTOLA

LUCAS : noah!!!!

KYDA : noooooo

JAMES : ma perché l’ha fatto?

BUDGET : ( si siede sul divano e comincia a ridere ) Budget! Budget!

LUCAS : ma che stai dicendo

BUDGET : andate via

KYDA : Budget… che dici… lo sai che non possiamo andare via.

JAMES : la smetti di ridere.

BUDGET : andate via!

JAMES : spiegaci come… molto volentiri

BUDGET : al secondo piano, la porta vicino al bagno. Sembra chiusa, dovete sollevarla. Se vi affacciate da quella finestrella… vedrete la strada… LUCAS : che stai dicendo , tu chi sei?

BUDGET : e tu saresti il giornalista che vuole vincere il pulitzer… e ancora non hai capito niente?

JAMES : andiamo a vedere, sembra sappia molte cose… magari dice la verità

BUDGET : andate via

KYDA : andiamo, andiamo a vedere forza Lucas ?

LUCAS : chi sei?

15


BUDGET : il mio nome è Budget Burk

LUCAS : questo lo so , ma?

BUDGET : ti stanno aspettando Lucas

LUCAS : e se io volessi rimanere?

BUDGET : allora dovrei ucciderti

KYDA : ( da sopra ) è vero Lucas, da qui possiamo andare via. Forza sali

BUDGET : è ora che tu vada

LUCAS : grazie…

BUDGET : non ringraziare me…io ti avrei ucciso… ringrazia Mathias Burk

LUCAS SALE DI CODSA LE SCALE, BUDGET SI SIEDE E COMINCIA OME UNA LITANIA A PDONUNCIADE IL SUO NOME

BUDGET : Budget, Budget… ( sente dei passi ) pensavo fossi morto

BUDK : ( una figura entra dalla cucina , è sofferente con il viso mezzo deturpato da un incendio ) pensavo avessi smesso, speravo non lo avessi fatto BUDGET : Come hai fatto a trovarla?

BUDK : ho seguito te, ti ho studiato passo dopo passo, ti ho rubato il territorio di caccia.

BUDGET : sei stato bravo…

BUDK : ti sei messo paura quando hai capito che avevo murato la tua entrata per l’intercapedine vero

BUDGET : devo ammettere che mi sono preoccupato si, non capivo chi fosse stato. Ho pensato a Silvia.

BUDK : Silvia già, per questo l’hai uccisa.

BUDGET : era l’unica che conosceva la casa a memoria, era l’unica che poteva tradirmi.

BUDK : e invece… eccomi qua

BUDGET : hai fatto tutto da solo?

BUDK : shhh, sono io a fare domande a te… sono io a voler sapere.

BUDGET : chiedi quello che vuoi…

BUDK : quanto sei buono Nicolhas… avrei voluto ucciderti nel momento in cui ti sei presentato. Budget… hai rubato tutto di me, hai rubato la mia vita, i miei sogni, la mia dignità. E poi ironia della sorte ti sei fatto chiamare come mi chiamava mamma. BUDGET : Mathias senti… non è stata colpa mia

BUDK : ero tuo fratello! Tuo fratello! Nicholas e un fratello non si fa questo. Dovevi

costituirti, dovevi testimoniare.

BUDGET: mi avrebbero ucciso

BUDK : hanno ucciso me, hanno ucciso me.

BUDGET : quando ti hanno condannato sono fuggito, non potevio vederti morire. Ho critto una lettera dove testimoniavo.

BUDK: per caso è questa? ( tira fuori un foglio dalla tasca )

BUDGET : come l’hai avuta?

BUDK : l’ho trovata qui… è vero hai scritto la tua confesione… ma mi spieghi come avrebbero trovato questo posto?

BUDGET : pensavo che facendo le indagini…

BUDK : una volta trovato il mostro le indagini si sono concluse… tu… ti sei solo lavato la coscienza con questa.

BUDGET : non è vero io volevo…

BUDK : rimani dove sei… ho pagato io per i tuoi crimini…io… tuo fratello

BUDGET : senti… va bene ho sbagliato… ma poso rimediare.

BUDK : certo che rimedierai, con la tua morte.

BUDGET : no, Mathias fermo, non è necessario

BUDK : non è necessario? Ho aspettato sei anni…sei!!!! Tutto studiato, tutto perfetto. Eri così

16


che uccidevi le tue vittime vero. Ti piaceva che la paura li assalisse.ti piaceva vivere con loro

questi momenti, troppo facile attirarli qui e ucciderli subito. Far sparire le loro macchine nel

fiume, o bruciarle piano piano. Ti piaceva che sentissero le tue mani avvolgergli il collo… e

dopo il coltello, li nel bagno. Ingegnosa l’intercapedine. La parte dove le hai seppellite, molto

curata. Le croci i rosari.

BUDGET : Mathias

BUDK : zitto, Mathias è morto… è morto! Il mio nome è Budget Burk.

BUDGET : perché hai ucciso Noah?

BUDK : uccisa , non dirmi che ci sei cascato anche tu?

BUDGET : il colpo di pistola!

BUDK : andiamo fratellino, io non sono un ‘ assassino. Glielo avevo promesso

BUDGET : cosa?

BUDK : a me serviva la sicurezza, mi serviva solo che ti riconoscesse… poi l’avrei nascosta. Sai quando una ragazza è cieca per 16 anni si affida agli altri sensi, e quando ha toccato la tua mano… davvero non l’hai riconosciuta? La tua nona vittima. Stavi litigando con Silvia vero? Ti aveva detto di smettere di scappare, la polizia era sulle vostre tracce forse vi avrebbe trovato. Non sei mai stato bravo con la pistola… meglio le mani. BUDGET : non è possibile…

BUDK : oh si, pensavi di essere il migliore? L’hai sempre pensato. Forse è per questo che hai creduto che la mia vita fosse meno importante della tua. BUDGET : avevo un destino da compiere

BUDK : avevo una vita da vivere… e tu me l’hai rubata.

BUDGET : e adesso cosa vuoi?Vuoi uccidermi? Fallo fallo!

BUDK : non sono un ‘assassino, ma tu si.

GLI PODGE LA PISTOLA

BUDK : decidi ora chi merita di morire

BUDGET : sei mio fratello…

BUDK : lo ero anche 10 anni fa.

BUDGET : non può finire così

BUDK : uscirà solo una persona da questa stanza, e comunque vada sarà Budget Burk

BUDGET : ( punta la pistola in faccia al fratello ) non doveva finire così

BUDK : decidi il giusto. Io sono già morto, non puoi uccidermi di nuovo

BUDGET : io non voglio morire

BUDK : non è il volere importante ma quello che è giusto. La giustizia Nicholas… quella

conta. Sei innocente o colpevole?

BUDGET : innocente

BUDK : innocente o coplevole!

BUDGET :Innocente

BUDK : innocente o colpevole!!!!

NICHOLAS SI INGINOCCHIA A TEDDA

BUDK : io sono il popolo, e io dico colpevole. ( uscendo )

“ il mio nome è Budget Burk, nessuno si ferma mai volentieri in questa locanda… nessuno. Neanche io “

BUIO : SPADO

FINE

17


18

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 0 volte nell' ultima settimana
  • 1 volte nell' ultimo mese
  • 25 volte nell' arco di un'anno