Stampa questo copione

BURQUA

BURQA

DUE ATTI DI

ANGELO ROJO MIRISCIOTTI

BURQA

DUE ATTI DI

ANGELO ROJO MIRISCIOTTI

PERSONAGGI E TIPI

1.DONNA VIOLA  BRAMANTE, UNA MAMMA E UNA BIZZOCA…….60 A

2.VALENTINA BRAMANTE, SUA FIGLIA,……………………………….22 A.

3.GABRIELE, SUO FIGLIO, L’ARCHEOLOGO, L’ORIENTALISTA,……30 A.

4.PIERINA, LA TATA CICCIOTTA,………………………………….……..55 A.

5.CIACILLO,UN PORTIERE INTRIGANTE,………. ………………………60 A.

6.RICCARDINO MUSCARIELLO, FIDANZATO DI VALENTINA……….24 A

7.FATMA NASSIRY, LA DONNA COL BURQA………………………...…22 A

8.IL COMPARE SELLITTO…………………………………………………..65 A

9.LA COMARE SELLITTO…………………………………………………...58 A

10.RACHID, FRATELLO DI FATMA……………………………….25A

11.IL COMMISSARIO PERCOPO………………………………….40A

12.ESPOSITO, I^  GUARDIA

13.SODANO,II^ GUARDIA

                            “BURQA”

DUE ATTI DI

ANGELO ROJO MIRISCIOTTI

Prefazione.

Questa commedia non ha bisogno di alcuna spiegazione..Chi,con un minimo di buona volontà vuole intendere...intenderà!Datosi,però,che le parole servono a dialogare, a capire ed a capirsi non me ne vorrà nessuno se ne spendo un po’ per chiarirmi le idee su quello che ho scritto di getto. Si,perché questa commedia è stata pensata, inseminata (nel vacuocerebro),gestita e semplicemente  partorita in una settimana al massimo..così..all’impronta..come viene viene e con pochissimi ripensamenti. La qual cosa se è un difetto per quel che riguarda la precisione  filologica,semantica, scientifica, legale,consequenziale degli eventi è tuttavia un pregio notevole per quel che concerne invece a partecipazione emotiva,l’attrazione  carnale  dell’Autore  verso il soggetto. Dunque Burqa...! Che cosa sia il Burqa spero lo sappiano tutti i possessori di una televisione tramite i cui transistor ci arrivano in casa le immagini di centinaia di Irachene, Algerine, Marocchine, Turche, Libiche, Afgane, Iraniane etcetc avviluppate dal curioso indumento..”Poveracce...povere creature.. !!”... Ecco lo sapevo..appena ho scritto “ poveracce”..subito si è levato tra i miei venti lettori il “sinistro” coro dei dissidenti..Sento le loro  voci come fossero qui in basco rosso/firmato, falce martello d’argento  Manifesto ed Espresso patinato sotto al braccio della Lacoste..: “Ma come ti permetti..?” “Ma che ne sai tu..?...Come fai a dire che quelle donne sono delle poveracce.? ” “ Brutto Razzista..Sporco Fascista..!!! Terrone cazzuto e fallocrate !!!” etc..etc..etc.. etc..etc..etc.. etc..etc..etc.. etc..etc..etc.. etc..etc..etc.. etc..etc..etc.. etc..etc

Alt...al tempo.Fermi tutti...!..Faciteme parlà..!..Donc..a parte il fatto che il burqa al quale io mi riferisco nell’opera        è un burqa più che altro metaforico (ma ‘e chesto ne parlammo doppo)..il burqa – dicevo - è deprecabile perché alle suddette “ poveracce” adda purtà  ‘nu calore ‘e pazze...Ma si può –dico,no dico- si può andare in giro a quaranta gradi all’ombra cu ‘na termocuperta ‘ncuollo.? Nera..!Se lo mettessero ad Helsinki cu chillu cazz’‘e fridd, capirei,ma a Rabat,al Cairo,a Beirut and so on a me me pare ‘na ‘nfamità..Tenesse almeno a latere delle consistenti prese d’aria per un gioco di correnti..envece niente:‘na fenestella tantella davanti agli occhi e basta.! Dicono che col calore forte bisogna coprirsi.....Stronzate..tutte stronzate...io tanto per fare la prova una sera di estate mi sono messo la vestaglia di seta a Panza di Ischia e quand’è vero Iddio stavo schiattando..E allora tra l’altro con rispetto parlando tutte quelle donne commogliate, cu’‘o burqa ‘ncuollo,senz’acqua e cu’ chillu calore..non è che possono profumare proprio di verbena e di gelsomini....E poi detto tra di noi... a parte il discorso olfattivo...il burqa è pericoloso perché da delle sorprese notevoli...E’ un poco come un mellone di primavera..può mortificare le fragoline di bosco..ma può pure restituire dignità ‘e cetrule...Insomma ‘a sotto ‘a ‘nu burqa po’ ascì qualunque cosa..:. baffe...cosce storte e pelose..uocche che vanno ognuno pe’ fatte loro et ancor.

Si è saputo di parecchi giovani sposi arabi che,caduto durante la prima notte il burqa, tanto della delusione hanno perso l’appetito,la potenza sessuale e ‘a voglia ‘e campà..

Vuoi mettere invece le nostre femmine europee..tutta un’altra cosa..!

Dunque…Tu le vedi passare, benignamente d’umiltà vestute,cu ‘e braccelle annure,‘e zizze puntate a mezzogiorno,‘a panzella rigorosamente a fore e cierti culilli appusati in jeans stretti ma accussì stretti che solo a pensare di sfilarli ci vuole la tronchese…Esse, passando, ti inchiodano con uno sguardo fisso fisso che vuole  dire “ Pescetiè…guarda ‘o cielo che te mena...vide chello che ‘a fa…e deciditi subito pecchè cà tenimmo ‘a fila..Bello..chesta è ‘a merce,mo’ fance vedè che sai fa..Ah..e pronti contanti alla mano…!”..Troppo bello…Tutto nella nostra trasparente civiltà senza burqa è palese,evidente,sfrontato..Non c’è trucco e non c’è inganno..!!!!

…Seh,… non c’è inganno..Magari..!..Il fatto è che succede spesso che i culilli e le tette sono quasi sempre a pressione  (diciamo 2 e 2 avanti,2 e 4 dietro comme ‘e rote d’‘a Mencedes…),le bocche sono al silicone..’e pellecchie so’ tirate modello tenda canadese e infine tre o quattro volenterosi vonderbra aizano,arrotondano,incurvano chello ca manco ‘o Pateterno ha saputo aregnere..

E poi (mo che ‘e femmene nun sentono)…diciamocelo tra noi :..tutta questa offerta sfacciata,prepotente,pressante a noi maschietti che stiamo stressati dal lavoro,dalla famiglia,dai debiti da quella chiavica del Napoli.. a noi maschietti che  Dio lo sa e la Madonna lo vede..insomma …pure ci può fare male.. Come dire..pure a Pantagruel dopo tre ore duty free dentro da Scaturchio ce avotasse ‘o stommaco..!!!!

E allora..?…E allora bisogna fare mente locale e pensare..cogitare..dubitare..Dubito ergo sum..Vediamo..Mettiamoci su di un altro punto di vista magari seduti comodi comodi a cavalcioni sull’Equatore e dubitiamo…Facciamo l’ipotesi un po’irreale di fare ‘na diece d’acchiappanza mussulmana…Non succederà....ma facciamo pure l’ipotesi che la mussulmana dopo che è caduta cu ‘a capa ‘nterra, te la vuole dare…

…Insomma può darsi che alla fine tu sfuglianno pezza a pezza n’irachena comme ’na cepolla alla fine te truove annanze ‘nu capolavoro ‘e femmena,’na crisommola ‘nzuccarata..’na fravola ‘e ciardino..’na mulignana ‘a scapece và…cu ll’uocchie nire nire, la pelle ambrata e che per giunta di ruotolo…è remissiva,parla pochissimo..e viva Dio…solo se interrogata .Insomma  la vera perfezione fatta donna ….!!!…Senza contare che sfuglianno ‘a cepolla,pardon l’irachena,si recuperano la curiosità, il mistero,il gusto della scoperta ( mo ce vò..) nonché i giusti tempi pneumosanguigni…

E allora..? E allora siamo punto a capo..Cu ‘o burqa ‘o senza ‘o burqa..? Mah…

La verità è che mussulmana o cristiana,la donna come la giri e come la volti, come la vesti o come la spogli rimane sempre un immane mistero..!

Et mantenant ..prima di transvolare finalmente al vero succo dell’opera presente mi si consenta una notazione dotta,seria…Domanda delle mille pistole :….ma come..come nasce stu cacchio ‘e burqa..??..Maometto..!!..Una brillante pensata di Maometto che piglia il corano e scrive..”Le donne si coprano con i veli del capo entrambi i seni, non facciano mostra di ornamenti femminili se non ai mariti” (Sura 24, Versetto 31 ) et ancor… “Oh profeta,dì alle tue spose ed alle tue figlie ed alle donne dei credenti che si ricoprano dei loro mantelli; essi permetteranno di distinguerle e di non essere offese” ( Sura 33, Versetto 59 )..Carino..no..? Si…ma la parola  Burqa  addò sta..? Io..avrei scritto più sinteticamente…”Carissime donne, scurdateve ‘o topless e nun facite troppo ‘e zoccole..!” Ma si sa..io resto sempre  un laico ottuso e pragmatico nonché un terrone fascista,cazzuto e fallocratico..!!!

Ora a noi…La Commedia…!..Dove vado a parare e come ci vado è fin troppo chiaro…c’est a dir..:.Ciascuno ci ha il burqa che si merita o meglio che la Società che lo ha generato gli infila senza pietà sulla capoccia..!!!

Visto che del burqa orientale si disse fin troppo,spendiamo solo due parole sui burqa nostri..quei nostri elegantissimi burchetielli traparenti che ogni giorno indossiamo per occultare di volta in volta di noi  la cattiveria, l’egoismo, la falsità, la presunzione, la superbia, l’invidia, l’ingordigia, l’avidità …..………,…………..,(al posto dei puntini ciascuno ci metta i 777 peccati capitali che vuole e/o che io mi scordai).

Forme e stili dei burqa nostrani sono molteplici e variabili a piacere…Ognuno si disegna sulla faccia il suo..siamo o non siamo considerati i migliori stilisti del mondo..?A Napoli poi…artisti come siamo della finzione realizziamo nella fattispecie dei veri capolavori.La marca più conosciuta è “Pare brutto of the Loom” Eh…Putesseme fa pure ‘e magliette…..Roba che Napolimania al confronto diventa una imbecille senza fantasia…Volete vedè…..?

1.Quella zoccolella della vostra figlia minore è rimasta incinta ?

                  “I due ragazzi si amano così  tanto che noi non ci siamo opposti…”……Burqa..!!

2.Vostro figlio è di nuovo stato bocciato nonostante le tante lezioni private..?

             Abbiamo imposto noi  ai profesori di bocciarlo, così matura” ….Burqa…!!

3. Vi siete dovuta vendere la barca per i troppi debiti fatti ..?

          “Alla mia signora il rullio del nostro  16 metri dava la nausea..” …Burqa…!!!

4.Avete lasciato la moglie arrepecchuiata per due tettine da favola..?

 “ Sapete, amici,in fondo noi due non avevamo più nulla da dirci..”………Burqa…!!!

Vado avanti..? E perché ? Tanto queste cose tutti voi le fate e le sapete come me meglio di me che per il solo fatto che di scriverne può darsi che ne provi ribrezzo…!

Salutiamo meis amices e ricordatevi : La  mattina, subito dopo messo il  vostro burqa personale sorridete..sorridete sempre..con affabilità, con simpatia,con tenerezza…in modo che da voi  il  prossimo se lo prenda a quel servizio  dolcemente…Ah, però ricordatevi sempre pure di pararvi il culetto..pure ‘o prossimo tene ‘o burqa…!!!!

                                                                                          Angelo Rojo Mirisciotti

23.08.2005

BURQA

DUE ATTI DI

ANGELO ROJO MIRISCIOTTI

LA SCENA RAPPRESENTA IL SALOTTO BUONO DI CASA D’AMORE: QUADRI DISCRETI  CON NATURE MORTE E SEVERI RITRATTI ALLE PARETI,PESANTE TRUMOUX DI NOCE, TAVOLO CENTRALE IN STILE CON AL CENTRO TRIONFO DI FRUTTA IN CERA. UNA PORTA A SINISTRA ACCEDE ALLA CAMERA DA LETTO DI VALENTINA D’AMORE, LA SUCCESSIVA  DA ALLA CUCINA..... SULLA DESTRA UNA PORTA CHE DA NELLA STANZA DA LETTO DI DONNA VIOLA D’AMORE  OVVERO LA PADRONA DI CASA UNA VEDOVA SULLA SESSANTINA. SUL FONDO LA COMUNE.

AL SIPARIO DALLA FINESTRA A DX SI COMPRENDE CHE E’ IL VESPRO, L’ORA DELLA PREGHIERA IN CASA D’AMORE...DONNA VIOLA, VESTITA DI SCURO, TRUCCO SOBRIO, CAPELLI TIRATI INDIETRO, E’ INGINOCCHIATA SU UN PICCOLO INGINOCCHIATOIO D’EPOCA E PREGA DINANZI A ALLA SACRA IMMAGINE DELLA MADONNA DI POMPEI. ALLE SUE SPALLE PIERINA LA SERVA DI CASA, ULTRACINQUANTENNE GRASSOCCIA CON I CAPELLI A TUPPO.

Viola  : (con tono deciso)...’e cannele....!

PIERINA SI MUOVE VERSO LA CREDENZA , DA UN CASSETTO TRAE UN  PACCO DI CANDELE E CON FARE SACRALE NE ACCENDE DUE DINANZI ALLA SACRA IMMAGINE POI TORNA COMPUNTA AL SUO POSTO..

Viola  :..( come prima)...’e scure.....!

PIERINA SI MUOVE DI NUOVO E SILENZIOSA PRECISA CHIUDE GLI SCUDI DELLE FINESTRE ALLA NAPOLETANA, POI TORNA AL SUO POSTO.DALLA COMUNE ENTRA VALENTINA, UNA RAGAZZA CARINA , FRESCA,SUI VENTIDUE ANNI..VEDE LA SCENA IN ATTO, SILENZIOSA POSA DEI PACCHETTI SUL TAVOLO, SI TOGLIE IL TRENCH E SI ACCOSTA COME PER PARTECIPARE  ALLA PREGHIERA..

Valentina  :..( sommessamente, a Pierina )..a che state.....?

Pierina   :  alla quarta posta...

Viola     : schhh...!...silenzio ...(poi come guidando un coro di giaculatorie)...” Salve Regina madre di misericordia….

Pierina e Valentina : (all’unisono)..Regina nostra salve....A te ricorriamo gementi e piangenti...(biascicano il resto)

Viola            :..in questa valle di lacrime..”..l’acqua santa....!

PIERINA PRENDE DAL TRUMOUX UNA SCODELLINA D’ARGENTO E LA PORGE PRIMA A VIOLA POI A VALENTINA CHE SI INTINGONO LA PUNTA DELLE DITA E POI SI SEGNANO..TUTTA LA SCENA DEVE AVERE L’ATMOSFERA PRECISA E SACRALE  DI UNA FUNZIONE RELIGIOSA CANONICA.. PIERINA AD ESEMPIO OGNI VOLTA CHE PASSA DINANZI AL TRUMOUX, ACCENNA UNA LIEVE RIVERENZA E SI BACIA DEFERENTE IL POLLICE UNITO ALL’INDICE....

Viola        :.(dopo una serie di mugolii che sintetizzano una serie di versetti mistici, va alla conclusione ) ..per secula seculorum..

Pierina e Valentina  :.(concludendo)...ammen....!!!!

Pierina :  (rimettendo a posto la scodellina d’argento e poi spegnendo le due candele) ah...oggi mi sono proprio consolata...è stata proprio una bella funzione..

Viola : ( puntigliosa, con aria di severo rimprovero, mentre si siede al tavolo di centro stanza)..era ancora meglio se  voi due andavate a tempo nelle  risposte delle giaculatorie......lo sapete che non mi piace quando non andiamo all’unisono...

Valentina  :..scusa mamma’..è colpa mia..stavo un poco distratta...

Viola  :....e non ti devi distrarre..quando si prega si sta in conversazione diretta con l’Altissimo..la distrazione non è consentita...concentrazione..concentrazione massima ci vuole...

Pierina  :..e va beh, quella è ragazza...tiene un’altra cervella...noi siamo anziane e siamo femmine di Chiesa ..teniamo un’altra calmitudine...ci teniamo l’abitudine col collegamento con l’aldilà...

Viola   : Pierina..per carità di Dio, non dire sciocchezze...lieva ‘a robba a miezo e statti zitta….E sentiamo...tu..perchè mai stavi distratta..?....non è che per caso  tieni ancora dentro alle cervelle quel ragazzo pervertito...quel figlio di Satana che ti piaceva tanto..comme se chiama ?..ah,si... Riccardino..è bello pure ‘o nomme..che schifo!...Riccardino...che bellu mobile...terzo anno fuori corso a medicina..e quello si laurea il mese di poi.. e l’anno di mai ..!

Valentina  : va bene..ma quello lavora...

Pierina   : fa l’aiutante sopra da un fotografo...

Viola    : vade retro Satanasso..!!...Quei due senza Dio fanno le foto oscene alle donne spogliate.,.che vergogna..!!!...prima le fotografano e po’ fanno i calendari e se li rivendono...Cuore Verginello di Gesù  e Cuore Immacolato di  Maria proteggeteci dai lussuriosi..!!...

Valentiana  : .va buò, mammà.,sarà un poco originale..ma è pur sempre un  un lavoro

                  onesto..

Pierina  : ( pettegola)...ma poi dico io...a te non ti fa specie che il tuo pretendente...

Viola    : prego, fidanzato...

Pierina : il tuo pretendente...tiene attorno tutte quelle belle guaglione con le cose da fuori...

Valentina : ma quali belle guaglione..?...quello Riccardino adesso con la moda dei calendari a tema..deve fotografare delle categorie particolari..La settimana passata si è dovuto sciroppare le Dattilografe Comunali Pruriginose over 50...e adesso deve fare le Infermiere super sexy in pensione..

Viola     : che vutamiento ‘e stommaco..pensasse piuttosto a studiare e presentarsi qua con il pezzo di carta..se no non se ne parola nemmeno..vicino a te il marito deve essere Laureato, benestante e cattolico praticante altrimenti non se ne parla proprio...

Pierina  : ....hai voglia di fare la muffa..!

Viola   :  Pierina ..non essere sboccata...

Valentina  : uffa mammà..io tengo 22 anni..quando penso a maritarmi..???

Viola     :  al momento giusto..pure per al gente..Santa Cunegonda da Spilimbergo si maritò.a 47 anni rimase per sua scelta  vergine fino alla morte...

Pierina   :  Che costanza..che santità...che pacienza …!!!

Viola     :  Pierina..!!!!

Valentina  :  mammà..io per la gente non voglio rimanere vergine fino a 47 anni...

Viola      : scomunicata..!...e si dice questo ..? tu farai quel che vorrà il Signore....

DRINNDRINN  BUSSANO ALLA PORTA..PIERINA SI AVVIA ….

Viola   : addò vaie….?

Pierina  : ad arapì a porta…

Viola : e ci vai così.???...disarmata ?…e se è un maleintenzionato..un grassatore..peggio…uno stupratore…? Qua siamo tre povere femmine indifese…Tiè...Miettete ‘a prutezione…(le porge un abitino sacro che ella indossa)..San Terenzio da Sottopanzano…chisto cca  meglio ‘e ‘na  rivultella P38….Va..!

LA DONNA E’ ANDATA E CI METTE UN PO DI TEMPO A RIENTRARE..SI SENTE INVECE UNO STRILLO DI PIERINA..

Viola     : ‘o sapevo…. ‘o stupratore…!!!

Valentina  : San Terenzio aiutaci…Pierina..!!! Pierì,ch’è stato..? (le due donne si pongono sulla difensiva imbracciando improbabili armi di difesa..un ombrello…un lume a petrolio…)

Pierina  : ( rientrando)..falso allarme, pe’ chesta vota abbiamo salvato l’onore ...è solo Ciacillo il portiere...dice che tiene una notizia bomba..

E’  ENTRA DIFATTO CIACILLO PANICO, IL PORTIERE DELLO STABILE,UN OMETTO STRIMINZITO E PETTEGOLO SUI SESSANTA  IN MANICHE DI CAMICIA E BERRETTO, LATORE DI IMPORTANTI NUOVE...

Ciacillo :...’nu bicchiere d’acqua..presto..m’aggio fatto, ‘e grade ‘a quatto a quatto..

Pierina  : (per far presto gli da l’acqua santa dalla coppetta - Ciacillo beve di un fiato)

              Tiè Ciacì… chesta a te te fa bene....

Ciacillo : ( con una smorfia di disgusto)..ma che acqua è..liscia ..gassata..

Pierina   : …Santarelle... !

Ciacillo : nun ‘a saccio..e comunque....( ansima per lo sforzo ) me pozzo assettà..? (si siede subito)..Onna Violà..’o grosso..abbasce ‘o palazzo...giu’...vicino a guardiola..Maronna io nun ce putevo credere quando l’ho visto..

Valentina  : Ciacì..calmati e spiegati..chi ce sta abbascio..?..Fatte capì...

Ciacillo    :.Gabriele..vostro fratello Gabriele...!! 

Viola  : Gabriele...!!..’o figlio mio...E’ tornato ‘o figlio mio...!! Core ‘e mamma soia..dopo quattro anni...all’improvviso..

Pierina  : Gabriele nostro..finalmente...doppo quattr’anni passati per il mondo selvaggio a scavà ‘e muorte..

Ciacillo  :  .ma pecchè Gabriele fore Napule faceva ‘o Terrasantiere..?

Valentina : ma che dici..?Gabriele ha fatto l’archeologo..:..Egitto, Marocco...Palestina ..addò ce stevano cose vecchie e perdute da scommogliere ce steva chillu bellu frato mio ca ‘e truvava..

Ciacillo :  insomma era una specie ‘e sapunaro storico....

Viola  . ma che dici..archeologo..archeologo..e pure famoso..quello è andato su tutti i giornali..Ma piuttosto perché non è salito con te..???

Ciacillo : Uh Gesù..l’ho fatto per voi..Immaginatevi che quello bussava alla porta dopo quatto anni così antrasatto.. e a voi vi veniva sicuro una mossa..così io arapenno ‘e porte aggio bloccato l’ascensore e ntrunkete ntrankete so’ salito a piedi.... E’ stata una strategia per prendere tempo..’Onna Viò..so’ geniale..è ovè..so’ geniale..?

Pierina   :...Ciacì’..si ‘o solito fesso...chillo mo comme saglie senz’ascensore cu ‘e bagaglie ‘o quarto piano..va curre ....chiude ‘e porte..

Gabriele  : (entrando  è un bel giovane sui trenta anni bruno abbronzatissimo, con abiti coloniali e stivali...si asciuga il sudore )...doppo quatte anne in questo condominio tutto come prima.....non è cambiato niente...’o stesso culore..’e scale fetente sempe l’ascensore scassata...

Viola        :….Gabriè..!!!!

Valentina  : Gabriele...!!  (le due corrono ad abbraccialo. Lui ricambia l’abbraccio con trasporto..)

Gabriele  : Mamma’.!!.(la bacia a lungo)..ti trovo benissimo..Valentina..comme ti si fatta grande.....eri una signorinella quando sonno partito l’ultima volta….torno e ti trovo una donna fatta...Pierina.ciaciona mia..!!…sempe cchiù chiatta..quanta si bella...Guè ..e qua ci sta pure Ciacillo nostro..il Re dei portinai….

Ciacillo   : bentornato dottò..bentornato a casa vostra….

Gabriele : macchè dottore..io sono sempre Gabriele..quel ragazzino discolo che pigliavi con la mazza quando faceva le monellerie..Quà tra le mie braccia..!(I due sia abbracciano)..che bello essere di nuovo a casa...

Viola     E’ bello..è bello ‘o figlio mio...però...ti ucciderei..ma come ..tu torni così senza scrivere..senza fare una telefonata..ti preparavo un pranzetto..la tua stanza con le lenzuola fresche..

Valentina  : ….magari potevi fare un telegramma...

Gabriele  : e come..?..io stavo sempre in viaggio..deserto del Sahara ..foreste pluviali..savane...Là Uffici delle poste non ce ne stanno ..era difficile mandare un telegramma e poi...’a verità...vi ho voluto fare un sorpresa...

Viola  :    e  ce l’hai fatta la sorpresa..però a mammarella tua ci poteva pure venire una cosa..sei stato cattivo...

Ciacillo  : e va buò l’importante che mo sta qua sano e salvo...Ma piuttosto Dottò...dico così...bagagli niente..

Gabriele : comme..mo arrivano...Un poco di pazienza sono voluto salire prima io..e salutarvi...e poi mostrarvi tutte le cose che vi ho portato..con calma..

Valentina..: che ci hai portato..a me ti sei ricordato  i Sahari  di seta...i gioielli del Nilo..il Cajhare per gli occhi..i profumi di Oriente..?

Viola      : e per me l’incenzo...qualche reliquia della Città santa..?

Gabriele  :   tutto..mi sono ricordato di tutto ...ma la cosa più bella che ho trovato in quei paesi lontani e vi ho portato qua è stato...non ci potete mai arrivare..è...una cosa straordinaria ..indovinate..su indovinate....!!!

Viola     :...Arabia....Egitto...:…sarrà ’nu cammello... !!

Valentina  : e ‘nu cammello....e po’ Gabriele se purtava ‘nu cammello ‘a casa..Piuttosto..sarrà ‘na mummia egiziana..

Ciacillo  :     magari cu tutto ‘o tavuto. Sapite comme fa bello dint’o salotto...

Pierina      : ma che  saciccio  dici Ciacì.??....mettimmo  ‘na mummia egiziane dint’o salotto a...?!! sa che  pòvere.. …

Valentina  : ..Gabriè..tu ci stai facendo morire..basta...su...facci vedere questa cosa straordinaria...

Gabriele  :  è una grande sorpresa.....!!! ... non ci potrete mai credere......aspettate qua e non vi muovete (si invola verso l’ingresso fuori del quale  si intende che ha lasciato qualcosa o qualcuno..dopo qualche istante..si ode di nuovo la sua voce , mentre le tre donne si guardano con aria interrogativa e perplessa)...Vieni bella...vieni avanti...non avere alcuna paura..vieni...

ENTRA DALLA COMUNE GABRIELE CHE SI METTE IN POSA COME UN BANDITORE CHE STA PER MOSTRARE A TUTTI UNA COSA STRAORDINARIA..DOPO POCHI ATTIMI, TITUBANTE. ED A PICCOLI PASSI REGGENDO DUE GROSSE VALIGIE PACCHI E PACCHETI SOTTO LE BRACCIA FA IL SUO INGRESSO UNA DONNA COMPLETAMENTE COPERTA DA UN BURQA AZZURRO...SOLO I GRANDI OCCHI NERISSSIMI SONO VISIBILI....

Gabriele  : ....et voilà...!!!!

Pierina       :  uh, mamma mia....

Ciacillo      : un fantasma...che impressione...!!

Viola         :... ma che d’è...?

Valentina  :  .... ma  chi è..?

Pierina    : ....fosse pericolosa...???

Gabriele  : ma che dite..??..quà pericolosa..?...Signore mie ..Ciacillo...è con immenso piacere che vi presento:... Fatma...mia moglie...!!!

Viola  :       ...San Pasquale Bajlonne...!!

Pierina     : Gesù Giuseppe e Maria...!!

Valentina : ..tu..a..tu...a …mo...moglie...? Ti se..sei sposato...???

Gabriele.  :.... da tre mesi...

Viola     :  .cu sta cosa cca...

Gabriele  : sta cosa cca si chiama Fatma...Fatma Nassiry El Percochi...della tribù Tuareg  dell’Oasi Percochi vicino a Casablanca...Fatma è la figlia del Rais El Percochi ..

Viola      :….io non ho capito...

Ciacillo     : è la figlia del Rais d’‘e Percoche  vicina ‘a casciabanca...

Gabriele  :....Se va buò.. lasciamo perdere ….il nome della mia principessa col tempo lo imparerete..per il momento vi basti sapere che costei è mia moglie e che io la amo tantissimo....

Valentina  .: e non ci potevi avvisare di aver preso moglie..che so..con un telegramma...una lettera...

Gabriele  : n’ata vota..?..un telegramma e la lettera dall’Oasi..?...noooo..e quando arrivavano...e poi come ve la facevo la sorpresa...

Valentina  :...e .già.....e come ce la faceva la sorpresa..?

Gabriele  : o no..?..Bene ...Fatma...questa signora è la mia mamma..(Fatma si inchina)..questa è mia sorella Valentina (Fatma si inchina)...e questa bella chiattona qua è Pierina..la mia tata...cet  à dir...la serva di casa..

Pierina    : prego..la collaboratrice domestica...Piacere e conoscenza : Pierina Crisommola (si inchina pure lei)..la famme de chambre....

Gabriele  : posa pure le valigie...(Fatma esegue)..e saluta la mia famiglia..(Fatma lancia il gridolino gutturale dei Tuareg)..

Viola         : ....ch’è stato..nun sta bona....?

Gabriele  : ma che dici..? questo jodel è il loro saluto di bentrovato..significa sono davvero felice di conoscervi..Su, voi tre, da brave...abbracciate mia moglie..(con titubanza le tre donne eseguono mentre Fatma resta immobile)...

Viola  : (poi)..prego..accomodatevi..(Fatma non si muove) Prego..accomodèz voùs...ici...sur  la seggia..( Fatma resta immobile).. Ma ch’è...Forse non capisce la lingua...

Gabriele  : ah..ah..ah... capisce ,capisce... Fatma per vostra norma ha fatto l’Universita di Rabat e parla arabo,italiano e francese ....solo che non può sedersi se io sto ancora in piedi...e poi glielo devo comandare io che sono il marito di sedersi..lei senza mio comando non lo farà mai...Guardate come si fa...(con tono deciso)...Fatma ..alè..su amore siedi..icì.....vicino a me..(Fatma solo allora si accoccola ai suoi piedi..)..Alè Fatma...assejèz vous..!

Ciacillo    :... è ammaestrata...!!!

Gabriele :  ma no..che ammaestrata..!!...Sono le loro usanze..se il marito sta in piedi la moglie resta in piedi...aspetta il permesso..

Viola  : guardate...Senti Gabriè...ma dille così,di mettersi comoda..certamente sarrà stanca..falle luvà chillu saciccio ‘a capa...se mette ‘na vestagliella..

Gabriele  : non sia maie..chillo è ‘o BURQA..e che fa ?...piglia e in pubblico se leva ‘o BURQA...!!???!!

Pierina    :  .......‘o BURQA..?? …. che cacchi’è..?

Gabriele : ma come non la vedete la televisione ?..non lo sapete che in Irak, in Arganistan, in Arabia  le donne Mussulmane Ortodosse vanno in giro sempre con l’abito tradizionale imposto dalla loro Religione..Fatma si vergognerebbe come una ladra a toglierselo davanti a tutti.....non è vero amore mio ?...( Fatma assentisce)

Valentina  : e nuie ‘a faccia soia nun l’avimma vedè..? Stu coso ‘o tene ‘ncapa d’a matina ‘a sera..?  ( a lei) Toujour le BURQA ‘ncuoll..?

Fatma :     no..madamoiselle....Al momant joust.....sains hommes....icì et avec la notre confidence..pardon..(in un italiano infiorato da una deliziosa cadenza francese) ..cet a dir ...quando non ci sono uomini presenti e quando si sarà creata tra noi una certa confidenza..

Pierina      : comme parla belle....quant’è carella..Piccere te piace ‘o cafè...?

Fatma       : ( Fatma guarda Gabriele che sorride assentendo)...ouì...mercy...

Pierina     E allora mo  ve e vaco ‘a fa ‘nu bellu cafè napulitano   astritto astritto..chino ‘e devuzione ... ve faccio cunsulà..Permettete..  .(ESCE)

FATMA PARLA CON BREVI SOFFI NELL’ORECCHIO DI GABRIELE  E POI RESTA TIMIDAMENTE IN ATTESA DI UNA SUA PAROLA

Gabriele  : Hai ragione..: le abluzioni...prima di bere il caffè  che per loro nel deserto è un rito... i Tuareg Mussulmani si lavano accuratamente le mani ed i piedi...vieni amore mio andiamoci a lavare le estremità....Il bagno se non ricordo male sta da questa parte..

Ciacillo .: ‘e bagaglie li porto io dentro alla stanza vostra ....dateme a me...

Gabriele  : no..fermo...!..Presso i Tuareg spostare i bagagli è un compito ed un onore  delle mogli ... Par icì mon amour.. (ESCONO. FATMA COI BAGAGLI)

Ciacillo   : embè.. sti mugliere Tuareg a me me piacene...mia moglie Nunziata quando andiamo a mare a Miliscola nun porta manco ‘o mellone...

Viola  :..Ciacì mo vattenne..grazie di tutto...ah, e dai la lieta novella nel palazzo..

Ciacillo   : state senza pensiero..E che ne facite d’o telegiornale..?..se entro stasera il Quartiere Vomero  nun sape ‘a nuvità non mi chiammo più Ciacillo Panìco! ( ESCE  FACENDO A MODO SUO IL JODEL TUAREG )

Viola  : ( sedendosi)...Gesù, Giuseppe e Maria..io mi sono trattenuta...ma a me un altro poco mi veniva una mossa...ma come dico io..tu, Gabriele disgraziato mio, non solo ti vai a sposare senza dire niente a mamma tua..te puozze piglià pura a Belfagor..na femmena ‘e n’ata razza..’e n’ata religione..

Valentina : che  nun se po vedè ‘nfaccia.,..nun se sape si è bella è brutta..si è sana o si è ammalata..Che ne sapimme nuje si porta quacche peste..si dinte’e ‘e valigie soie  s’è  ‘mpezzate quacche diece ‘e scurpione, quacche serpente velenoso...Mammà nun sarrà ‘o caso ‘e chiammà l’ASL ...che so...pe’ ‘na visita ‘e controllo...magari pe’ ‘na disinfestazione d’e bagaglie...che ne putimmo sape nuie...

Viola  : hai ragione bella ‘e mammà...cu ‘sti gente nere..pecchè sicuramente chella femmena sarrà nera nera..sicure nun stammo...?’e sentite ca se lavano ‘e piede primma ‘e se piglià ‘o cafè...sa comme ‘e tenarranno fetente...Ah, ma primma ca s’assetta ‘a tavola stasera io ce faccio fa ‘nu bellu bagno d’a capa ‘o pere....A proposito..e chiste mo hanna durmì cca..chi sa si dormene ‘nterra comm’e scigne....

Valentina : ‘o paese loro è probabile..ma qua stiamo in un paese civile.... mammà mo ci dobbiamo fare il letto matrimoniale agli sposi..

Viola : (perplessa)....Ma pecchè ‘e Musulmane dormono ‘nzieme..?...e non è pericoloso..?

Valentina  :...mah..non credo..in fondo pure là nascene i bambini...neri..ma nascene..

Viola  :  ...allora pure là fanno ‘e schifezze...???

Valentina  :..comme...mammà quelli sono miliardi..vuol dire che bene o male (fa il gesto dell’accoppiamento)..si conoscono,diciamo così,Biblicamente..

Viola: Gesù, Giuseppe e Maria..miettitece ‘e mane vuie  ..jammo...( ESCONO)

RIENTRA PIERINA CON IL VASSOIO BUONO, LE TAZZINE E LA CUCCUMA DEL CAFFE’...SUL VASSOIO FA BELLA MOSTRA UN BOTTIGLINA DI ANICE...

Pierina  : ecco pronto il caffe’ per gli sposini...! Ma addò stanno tutte quante..? Mah..probabilmente si stanno ancora rinfrescando..e quello mo si fa freddo il caffè...che peccato..Beh,mo ci metto una goccia di anice dentro così si fa ‘nu poco alcolico non ci pare che si è freddato e si consolano lo stesso....Ecco qua..no, ancora un altro pochettino...così la sposina non va dicendo che  Napoli siamo pidocchiosi con il liquore...(esegue, poi poggia tutto sul tavolino basso si riprende la bottiglina di anice ed esce)...

RIENTRANO GABRIELE E FATMA...LUI AVANTI LEI INDIETRO...LUI SI SIEDE..LEI PRENDE IL VASSOIO, LO POGGIA SU DI UN TAPPETO A PREGHIERINA CHE AVEVA CON SE E SI INGINOCCHIA AI SUOI PIEDI PER PREPARARE LA FUNZIONE DEL CAFFE’..

Gabriele  : e allora mon amour..che te ne pare delle mie donne..?

Fatma    : tres jolie...tre simpatiche...tua sorella è molto graziosa...molto carina..anche se mi pare un poco vestita ..come dire..all’ancien..all’antica..

Gabriele  :...già..hai ragione e quella mammà da quando Valentina era piccola le impedisce di essere molto alla moda..dice che la moda femminile di oggi è senza pudore..è svergognata....le ragazze europee lo hai visto adesso portano la minigonna..la pancia di fuori...il percing..i tatuaggi...

Fatma :   (zuccherando il caffè)..com bien de sucre..? (Gabriele fa segno due cucchiaini)...anche noi Tuareg abbiamo i tatuaggi e percing...Nèst Pas des probleme ..Se lo fanno senza malizia...pas mal...la vera vergogna è nel cuore e negli occhi ...A toi,mon amour...le cafè.s’il vu plait..(lo porge)

Gabriele  : grazie..e bevi..bevine anche tu....Sentirai sentirai come è buono il caffè napoletano...(aspetta che lei ne beva per gustarne la soddisfazione..)

Fatma    : (si è sollevata leggermente il velo per poter bere, assaggia  e da un urlo disperato)...Ahhhhh...l’alcool..l’alcool...!Allah...je te demand.pardon..!

Gabriele..: ch’è stato..? (assaggia a sua volta)...oh Cristo..ci hanno messo dentro ‘na presa d’annese..Sputa..Fatma sputa....è cosa ‘e niente...è niente...tu non lo potevi sapere..Sputa,amore..sputa...Allah ti perdona....!!! Ma che avete combinato...?!..Pierina ..Disgraziata....Assassina...!

SCENA II

STESSA LOCAZIONE DELLA I SCENA.SONO LE 10 DELLA MATTINA DEL GIORNO SUCCESSIVO...SULLA SCENA SONO PRESENTI VALENTINA E RICCARDINO, IL FIDANZATO,UN LUNGAGNONE SECCO E ANEMICO CON BARBETTA ED OCCHIALINI DA INTELLETTUALE,SACCENTE....VESTITO IN MANIERA SBRINDELLATA..VALENTINA E’ IN CAMICINA DA NOTTE...

Valentina : e così è successo l’inferno...insomma per un poco di anice dentro al caffè quella cosa curiosa si è fatta venire una mossa... un altro poco doveva correre la Croce Rossa..

Riccard.  : semmai per loro deve correre la Mezza Luna..Ma dico io come si fa..come si fa  ad essere così ignoranti..come si fa a non sapere che i Mussulmani non bevono alcolici....per loro è peccato mortale..una cosa da perdere il Paradiso di Allah...

Valentina  : ma Pierina sape sti cose..quella ci aveva fatto il caffè con la mano del cuore...’a guerra ..si era cicuta nemmeno così..e poi Gabriele se l’è presa con noi...Ha fatto il pazzo..ha detto che le usanze di sua moglie vanno rispettate...Teh, guarda..ha fatto pure una lista in triplice copia con tutte le cose che possiamo e che non possiamo fare....

Riccard. : famme vedè...(legge)...si..in linea di massima va bene...Niente alcolici, niente pietanze a base di maiale..mai girare per casa in mutande..ma pecchè , assamme sentere, voi qua abitualmente  girate in mutande..?

Valentina  : noi giriamo in mutande ?.. ma che si scemo..No..ma quando stiamo sole tra donne..può succedere che una esce dalla doccia...stando sole ..chi ci vede...

Riccard.  :..non dire mai parolacce...non fornicare in pubblico..non nominare il nome di Allah invano...e chisto ha fatto i dieci comandamenti...non far toccare mai Fatma da mano maschili...e cheste me parene usanze chiù siciliane ...

Valentina  :.e quelli i Siciliani dalla dominazione Araba hanno preso queste usanze..la loro gelosia morbosa da la viene….

Riccard.   :..è vero..comunque,ad ogni buon conto io mi sono portato il Corano..con la traduzione in Italiano...così..nel dubbio controlliamo come ci dobbiamo controllare...

Valentina  : avimmo passato ‘stu guaio dint’a casa nosta...ah, ma noi stiamo mantenendo in mano perché vogliamo bene a Gabriele..Altrimenti...Senti Riccà...io mi vado un momento a vestire..non vorrei che esce la figlia di Maometto e ci viene qualche altra mossa vedendomi in camicia da notte..Non toccare niente e non fare guai che mammà pure a te poco ti può vedere....ESCE

RICCARDINO RIMASTO SOLO GIRONZOLA UN POCO,TOCCA QUALCHE RIVISTA  POI ATTACCA LO STEREO CON UN HARD ROCK E COMINCIA A DIMENARSI FORSENNATAMENTE ALLA MANIERA  DEI ROCCHETTARI DURI....ENTRA ALLE SUE SPALLE FATMA CHE LO OSSERVA INCURIOSITA...POI GIRANDOSI SU DI UN PASSO R. SI ACCORGE DELLA DONNA...CERCA DI DARSI UN TONO MA CONTINUA A BALLARE VOLTANDO IL BALLO AD UNA IMPROBABILE  DANZA DEL VENTRE..

Riccard.  :  hem..hem....danza del ventre napoletana...nostra specialità... a tempo di hard rock....tu conosce..?

Fatma       : ..no...ma tu dance tres bien...balli molto bene..

Riccard..  :  grazie...permette...je suis Riccardino Muscariello..le fiancè..il fidanzato di Valentina...

Fatma        :.. bocoup de  plasir.....io sono Fatma la moglie di Gabriele...sono felice di conoscerti...

RICCARDINO E’ INDECISO SE PUO’ O MENO DARE LA MANO ALLA GIOVANE ARABA...NEL DUBBIO ATROCE CONSULTA FRENETICAMENTE IL CORANO...

Fatma  : ..oh, il Corano..!....anche tu mussulmano...? Tu italiano..non sei cristiano..?

Riccard.: tengo dei dubbi...una crisi mistica..chissà...(Poi convinto dalla cortesia di Fatma si risolve e avanza spedito cercando di afferrare la mano della giovane che invece impaurita si ritrae facendo un passo indietro )...la mano..vi davo solo la mano...

Fatma  : no....io sposata..non potere toccare mano di altro uomo maschio..per questo marito può ripudiare Fatma...

Riccard. : pardon...nunn’o sapevo..(prende nota ed aggiunge una nuova regola)..ecco qua i comandamenti passano a undici...e per sapè come ci dobbiamo regolare nel saluto...

LA DONNA  FA UN LEGGERO INCHINO..POI SI TOCCA LEGGERMENTE IL CUORE,LA BOCCA E LA FRONTE...

Riccardino  :  bellissimo..e che significa…?

Fatma   : il tuo nome  è nel mio cuore, sulle mie labbra nella mia mente adesso è ora di mia preghiera..tu scusare...senti..?..il Muezzin ha chiamato..ESCE

Riccard. : uhà..troppo bello...appena veco a qualche d’uno ‘o faccio ‘o saluto Mussulmano..

DRINNN.DRINN..LA PORTA..PIERINA ATTRAVERSA IL SALOTTO E VA AD APRIRE..E’ CIACILLO CON LA SPESA...

Pierina  : ti sei rotto le cosce, cretino !...un’altro poco è ora di mangiare e tu non hai ancora portato la robba...Possibile che non capisci che devi volare...sei un scignone imbecille e deficiente...

Ciacillo : accumminciammo cu ‘e maleparole ..Femina..Aspetta a fare  le cazziate...tenco le mie ragione ....e primma  fammi salutare le persone civile..: Buongiorno signorino Riccardo...

Riccard. : buongiorno Ciacì...( fa il saluto all’araba)

Ciacillo : ….non ho capito…

Riccardino : e perché Ciacì tu sei un  ignorante…Impara ..impara dagli Arabi….

DALLA STANZA DI VALENTINA LA VOCE IMPERIOSA DELLA RAGAZZA..

Valentina  :...Riccardino,brutto imbecille....cammina qua...Mi hai scassato un’altra volta il mouse del computer..cammina  qua e aggiustalo se no abbuschi…

Riccardino : niente da fare,.Pierina fa una chiavica a Ciacillo..Valentina fa una chiavica a me..non c’è scampo...Ciacì sai che c’è di nuovo :  io me faccio mussulmano...Pierina..Ciacì,con permesso ESCE (rifacendo il saluto arabo)

Ciacillo  : chist’ è n’ato che è asciuto scemo…

Pirina  : e allora si può sapere perché hai fatto cosi tardi…? Io aggia cucenà..

Ciacillo : ho avuto un controtempo..

Pierina :  un controtempo...E comme parla bello..Dunque ...hai comprato tutto  ?

Ciacillo :... tutto...la frutta......il sedano..i limoni..lo zucchero..il caffè...ah, solo la carne di filetto non ci stava..ha detto don Ciro il macellaio che invece  del filetto vi ha messo da parte un chilo e mezzo di fettine di maiale magro magro ...ha detto così che è un maiale da leccarsi i baffi..!!

Pierina  :..meglio accussì ..’stu filetto ha fatto ‘o suoio..Chillo po’ don Ciro ce manna vitellone e s’o piglia pacato pe’ filetto..vuol dire che faccio le fettine di maiale alla pizzaiola piene piene di pomodoro e di origano..e pure  un mezzo bicchiere di vino bianco..(poi ci pensa)..no il vino no..è alcolico...e la signora Fatma ci viene qualche cosa.....

Ciacillo  : pe’ miezo bicchiere di vino..?

Pierina  : nientedimeno…e perché Ciacì tu sei ignorante..ai Mussulmani appena ci metti un poco di alcool dentro al mangiare ci viene una cosa..alla Signora Fatma per un goccio di annese entro al caffè stamattina la stavamo portando al pronto soccorso..n’atu poco  ce vuleva accidere  a tutte quante…

Ciacillo : guardate che stranezza ‘e pupulazione..io envece dopo duie litre d’Aglianico voglio bene a tutt’o munno ..al terzo litro po’ t’abbracciasse pure a te..(fa per metterle le mani addosso)

Pierina   :. ( ritraendosi ma non troppo un poco civetta)..lè ..lè…a posto cu ‘e mane..

ENTRA VIOLA CHE INTUISCE IL FIETO DEL MICCIO

Viola    :  Che vedo..? Sodoma..Sodoma e Gomorra in casa mia..! che succede qua..?..Tu Pierina, svergognata..…vai subito in cucina..e tu Portinaio insidioso .. statti al posto tuo..! ( Pierina ESCE )

Ciacillo : ‘Onna Viò si scherzava…piuttosto vi ho portato la spesa : qua stanno pure i giornali quaotidiani che  ha ordinato il Dottor Gabriele…

Viola     : metti lla sopra e sparisci…brutto depravato…

Ciacillo  :..sissignora…’Onna Viò…avete visto le prime pagine..Insomma per tutto il mondo stamattina ci stanno una diecina di attentati …nun saccio quanta muorte…ma pecchè ‘sti Tale e qquale..’sti Tale e bane fanno tutto chesto..?

Viola  : pecchè so’ Gente senza Dio e senza cuscienza ..ma  tu che ne  può capì…tu si ignorante…

Ciacillo   :.ho capito…( tra se) chesta è n’ata ca m’ha truvata dint’a munnezza..va be’ io me ne scendo…Ah…’Onna Viò…per la spesa sarebbero 50 euro…ho anticipato io…senza premura..ma se state comoda….So’ 50 euro..

Viola   : ..Comme..!!! 50 euro..? ma che si pazzo ??..pe nu poco ‘e robba  che ‘e purtato…dammi la lista con i conti…Devo controllare i prezzi e rifare tutte le somme (Ciacillo porge un foglietto che  viola esamina con enorme attenzione)..ecco lo sapevo… a occhio già ci  stanno almeno due euro di più..…niente Ciacì si mbruglione..sì mbruglione…

Ciacillo  : io so’ mbruglione..???..ma guardate bene…voi poco ci vedete ..e po’ i numeri so scritte piccerille…

Viola   :…basta..! .in attesa di verifica il conto è sequestrato…statte buono Ciacì….ci vediamo domani..e spera per la tua anima che non hai imbrogliato perché io in caso contrario ….ti butto l’anatema….!!

Ciacillo  : e va bene ci vediamo domani..pe’ tramente  ( fa il saluto Arabo)…

Viola  : embè..e che significa…?

Ciacillo : ve tengo ncopp’ o stommaco..’ncanne.. e comme a ‘nu chiuve ‘nfronte..! Saluto arabo…!!!…’mparateve pure vuie…( ESCE)

Viola   : (guardandolo uscire severa)…che gente..che plebe..questi sottoposti..questi braccianti…!!! (poi butta un occhio veloce alle copertine dei giornali)..Guardate..guardate che assassini..che criminale..na cosa chiù de’ nata tra Iraq, Algeria,Arabia…..chiù ‘e ciente muorte..ma che vonno …che vonno ‘sti streveze ‘e mussulmane..?..che vonno..?

ENTRANO FATMA E GABRIELE..HANNO ASCOLTATO LE ULTIME PAROLE DI VIOLA E SPECIALMENTE FATMA NE E’ RIMASTA MOLTO TOCCATA E FERITA…

Fatma  : forse vogliono un mondo migliore…..

Viola  : e ‘stu mondo migliore ‘o vonno fa ‘a botte ‘e muorte accise…:..criature piccerelle, viecchie…. femmene..tutta gente ‘nnucente….

Gabriele  :  e perché le nazioni imperialista che vanno in Oriente a  prendersi  il loro petrolio e le loro ricchezze non fanno migliaia di morti innocenti…?..I giornali non ne parlano di tutti i bambini stupidi di quelle parti scamazzati dalle migliaia di bombe intelligenti degli americani....

Fatma  :..almeno quei giovani che  si fanno saltare per aria..impiegano  la propria vita per un’idea… qui i giovani muoiono stupidamente per alcool e droga...

Viola    : silenzio..basta..non una parola di più…!!! Voi state bestemmiando….!!

Gabriele : Fatma..mamma..vi prego..la polemica è inutile..ognuna di voi due è troppo impregnata delle proprie idee per poter ragionare apertamente e capire la mentalità dell’altra...col tempo magari... comunque voi due siete le donne che amo di più al mondo e non voglio che litighiate..è chiaro..

Viola  : Gabriele..fai capire a tua moglie che comunque in questa casa è un’ospite e si deve adeguare alle nostre usanze occidentali...

Fatma   : per la nostra gente gli ospiti e il rispetto delle loro usanze sono  sacri..

Viola   :’o rispetto s’adda merità.....e dince ca se levasse chillu mantesino ‘a capa...ca fa impressione..se facesse guardà buono ‘nfaccia...

Fatma  : ...non ancora...

Viola    : ...e allore è comme dich’io...Mugliereta è brutta..brutta comma a ‘na peste e se mette scuorno e se scummuglià a faccia...

FATMA SI METTE LE MANO SUL VISO E PIANGE PER L’UMILIAZIONE

Gabriele : (Adirato)...mamma....!!..io non so come vi appare mia moglie ma io la amo e la vedo bellissima ...

Viola      : e a te t’adda piacè....(ESCE IMMUSONITA)

Gabriele  : ( abbracciandola)..non piangere mon amour..mia madre è una brava donna ma un poco  troppo all’antica..è difficile farle accettare cose diverse o contrarie al suo mondo..abbi pazienza..vedrai che con un poco di tempo....

Fatma   :  anche per me il vostro mondo è strano..folle ...a volta inaccettabile..pieno di cattiveria inutile e di violenza..eppure cerco di amarlo perché è il tuo mondo...è il mondo che ti ha generato ....quando mi hai chiesto di venire a stare Napoli..anche se avevo paura...non ho esitato...

Gabriele  : lo so e anche per questo ti amo (le solleva un poco il velo e le bacia la bocca con tenerezza..ella risponde al bacio con passione)

Riccardino : (rientrando con Valentina)..Ah..allora è così che si fa..bisogna alzare la tenda e assaggiare la merce in esposizione..

Valentina  : Riccardì...guarda e impara...

FATMA COLTA SUL FATTO IN UN GESTO DI PASSIONALITA’ SI COPRE E FUGGE VIA VERGOGNOSA...

Gabriele  : l’avete spaventata e fatta vergognare..per loro è disonorevole essere visti durante le effusioni d’amore..

Riccardino  :.mi scuso...ma scherzavo...una battuta innocente..

Gabriele  : tu sei Riccardino suppongo..Valentina mi ha parlato molto di te...( si danno la mano)..piacere..

Riccardino  :.Muscariello... Ah, Valentina vi ha parlato di me..?...male suppongo...Quella non perde occasione per farmi una chiavica..

Valentina  : e tu si miezo scemo..nu guaio fernisce e n’ato guaio accummience...mo’ proprio ovvì..mi ha finito di distruggere il computer..diceva “ io sono l’esperto..lo riparo io...famme  fa a me..famme fa a me..”..Embè..se non levavo  la spina a tempo  andava  a fuoco il computer con tutta la casa..

                    Niente Riccà,si scemo...ciuccio e presuntuoso.... soprattutto ciuccio...

Riccardino : hi che bella presentazione ..e che considerazione per un futuro marito..

Gabriele    :...Ah..ah...Questo vedete presso i Mussulmani non esiste..la moglie in pubblico se parla del marito è solo per tesserne le lodi...per dirne le virtù...

Valentina  : ma pecchè..? ‘e marite mussulmane so tutte chine ‘e virtù..nun fanno maie guaie..? So’ tutte esseri perfettissimi e senza macchia ..?

Gabriele  : non credo..però come si dice i panni sporchi si lavano in famiglia...le mogli li aspettano a casa ..ci offrono il tè verde...le levano ‘e scarpe...e po’..doce doce..con molto rispetto...

Riccardino  : ‘e fanno ‘na mappina..! Ho capito...Niente da fare..’e femmene,con o senza burqa so’ tutte quante ‘nu saciccio ‘e guaio...

Valentina :   allora pure io sono un guaio..? A sì...e mo ti faccio vedere questo guaio che ti combina..(cerca comicamente di picchiarlo,Riccardino si sottrae impaurito,finchè non inciampa e Valentina gli è sopra - mazzate..!)..

Gabriele   :  (divertito separandoli) guè guè...smettetela..quella mia moglie non ci mette niente ad imparare le abitudini occidentali e non mi vorrei trovato scommato di sangue...

Valentina .. ti grazio perché teniamo che fare.. a momenti arrivano il compare Sellitto con la moglie per salutare Gabriele e conoscere la sposina..Anzi siccome quelli sono dei criticoni,tutti e due andatevi a rendere civili....Marsch..!.

SCENA III

E’ SERA IN CASA BRAMANTE.....C’E IL RICEVIMENTO CON RINFRESCO DEI FAMOSI COMPARI.TUTTA LA FAMIGLIA E’ SCHIERATA IN ASSISE : SU POLTRONE E DIVANI BUONI A SEMICERCHIO... DA SIN.: DONNA VIOLA,VALENTINA CON RICCARDINO, GABRIELE,FATMA IN UN ELEGANTISSIMO BURQA DI SETA BLU ED ARGENTO POI LUIGI SELLITTO,ISPETTORE DELLE FERROVIE IN PENSIONE,UN UOMO CORPULENTO,TARCHIATO,A SUO MODO POSITIVO,VESTITO CON  PACCHIANA ELEGANZA E SUA MOGLIE CONCETTA, UNA GRASSOCCIA  PERVENU’ INGIOIELLATA CHE A MALA PENA NASCONDE LE SUE ORIGINI DI FIGLIA DI TRATTORE DI PORTA CAPUANA. PIERINA VA AVANTI E INDIETRO CON BIBITE, GELATI E PASTICCINI...

Pierina    : ( porgendo)..non fate complimenti..

 

Commara : grazie basta ...ne faccio a meno..a me il dolcetto dopo il gelato mi da i torcimienti di pancia che con rispetto parlando ...mi devo appartare…..

Riccardino  : (ingoiando l’ennesimo pasticcino)..io un altro me lo prendo...buono...

Compare  :  .(rifiutando l’offerta di Pierina cafone)..eh, buono...macchè buono..? mo che apriamo la cassata di Scaturchio che ho portato io sentirete la delizia della vera pasticceria napoletana.......non per niente..Donna Viò...trentacinque euro al chilo... dico: trentacinque euro al chilo!

Viola      : ( toccata )..e voi ci dovete scusare..queste sono cosette prese al Bar qua sotto all’ultimo momento..quello Gabriele è arrivato stamattina all’improvviso...poi abbiamo avuto una giornata movimentata...

Valentina :  e già..mia cognata..stamattina per un sorso di caffè con l’anice si è sentita male...a pranzo poi è successa un’altra opera..questa cretina di Pierina ha cucinato le fettine di maiale...

Commatra  :.. pure a me le fettine di maiale si mettono sopra allo stomaco...si vede che la signora è delicata comme a me...

Gabriele  : no..il fatto è che lei, per religione non può mangiare la carne di maiale..Pierina non lo sapeva e..

Riccardino :(saccente).ma se lo sanno tutti che i mussulmani non mangiano il maiale..

Pierina       : ma io che ne saccio ‘e sti fatte...io ‘e felle ‘e carne l’avevo fatte alla pizzaiola chiene ‘e devuzione..

Viola      :.... (acida)..vuol dire la prossima volta prima di cucinare facciamo un corso di storia delle Religioni... questo no..quello è peccato..

Compare  : e va buò è cosa ‘e niente..piuttosto Gabriè..raccontaci qualche cosa...come l’hai conosciuta la tua bella sposina..?

Gabriele  : ...e niente..una combinazione..io stavo scavando la tomba di un sacerdote Fenicio vicino a Rabat..in Marocco..lei era studentessa universitaria e veniva là per preparare  la sua tesi sugli insediamenti protofenici...ci siamo conosciuti..e devo dire che mi è piaciuta subito..

Compare   :  . Gesù...e comm’è possibile...? Si essa steva tutta cummugliata come hai capito che era ‘na bella guagliona e che ti piaceva..?

Gabriele   : difatti indossava il burqa e non ne ho visto l’aspetto..tuttavia  mi hanno colpito subito la grazia dei suoi movimenti...il garbo nel parlare, la dolcezza dei modi..oltre alla grande cultura nella materia che io amo...(alle parole gentili gli occhi di Fatma esprimono riconoscenza ed amore)..insomma mi ha impressionato...lei poi...dopo qualche giorno mi ha invitato a prendere un te a casa sua..

Valentina :  e là..... essa s’è levata ‘o burqa e ti ha sedotto...!!!

Gabriele  : ma a chi ?..nooo..a casa sua nell’Oasi di El Percochi c’erano più di venti persone. I genitori..i fratelli...cugini...i nipoti..i servitori...

Commara  : ....praticamente ‘na folla..!

Gabriele  : già..là le famiglie sono molto unite..non si separano mai..vivono insieme..si aiutano ..ragionano insieme..il problema di uno è il problema di tutti...la gioia di uno è la gioia di tutti..

Pierina   : ...tale e quale quando ero giovane al Paese mio....là quanno s’aveva vennere ‘na vacca ..quanno s’aveva spusà ‘na figlia..c’assettaveme tutte quante attorno ‘e fuculare e se parlava..na parola uno na parola n’ato.. e se squagliava ‘a ‘nzogna..insomma ereme aunite.....

Riccardino  : (caustico e amaro)..tale e quale a casa mia..i miei sono separati..io sono figlio unico...i problemi miei sono problemi miei ..le gioie mie...nun ce stanno..(Valentina gli prende la mano)..

Gabriele    :.  e così vai oggi, vai domani sono entrato in simpatia con la famiglia di suo padre il Rais..ma adesso continua tu.eh, amore mio.

Pierina       :... si,..si..fance sentì che ti è piaciuto ‘e chistu bellu mobile napulitano..

Fatma      : ....tuot...tutto...!

Viola       :  (velenosa) ...e vulevo pure vedè..io a mio figlio l’ho fatto con il pennello...perfetto..neh chillo ne puteva  fa chiagnere belle guaglione ‘e cca...no..niente....mal d’Africa..!

Gabriele     : mammà., per piacere...!...Fatma..s’il te plais..parle ancor..

Fatma      :  (guarda il marito per chiedere il consenso ad  esprimere in pubblico i suoi sentimenti, G.assentisce...)..Anche io ho subito amato i suoi sguardi..i suoi gesti,..le sue mani forti e delicate..la sua gentilezza.. (calcando il tono)..il rispetto verso di me e le mie origini...

Compare  :. si va buò..’o rispetto..’a gentilezza...ma ‘o poco ‘e ciacella quando s’è vista..? io a mia moglie per esempio,la vidi camminare al Rettifilo trent’anni fa...Cu rispetto parlando Donna Viò..nu movimento ‘e cianche...’nu sedere a mandulino.. ..’nu pare ‘e mummare ‘e chesta posta....Nun capette niente più..e la fermai...

Commara  :.. non faccio per dire ma io ai tempi miei fermavo il traffico...’e machine facevano capa e capa quanto passavo..bruna..cu l’uocchie nire accussì..

Compare    : dopo fermata...io avetta dà duie schiaffe a ‘nu giovane ‘nsiste ca l’aveva siscata arreto..cominciò così..sangue e arena..

Valentina  : che cosa romantica...!...(Poi a Riccardino) e tu ..tu quanno ‘o schiaffie pe’ me a uno ca me sisca arreto.?

Riccardino  : Valentì a parte ‘o fatto che  a te areto nun t’ha maie  siscato nisciuno..io sono per la non violenza...sono un intellettuale...

Valentina  : no..tu si fraceto...jamme annanze...

Fatma       : e bien.. allor...mio padre diede il consenso che frequentasse la casa..lui veniva alla ma maison ..portava doni..mangiava avec nous..

Pierina      :... comme acca..

Gabriele :   poi un giorno davanti alla nonna,alla madre ed alle sorelle lei si tolse il velo....bellissima...! e  così io la chiesi in moglie..

Compare   : Uh,madonna Gabriè e se usciva brutta..?..quella era come il mellone..

Gabriele  : non lo so.....certo è che oramai la amavo per come era fatta dentro..sotto il burqa...e poi l’avevo  vista ballare.. una favola ... Fatma...su fai vedere agli amici come balli..(Fatma  cerca di  si sottrarsi vergognosa)..ma dai stiamo tra noi..( va a mettere un disco con musica orientale)...

FATMA CONVINTA SI PONE A CENTRO SCENA E INIZIA UNA FAVOLOSA DANZA ESTREMANENTE COINVOLGENTE E SENSUALE..ELLA SI MUOVE SINUOSA, AGGRAZZIATISSIMA..OGNI TANTO IL BURQA SI APRE PER MOSTRARE DUE GAMBE LUNGHE E SNELLE,AMBRATE CHE ELLA MUOVE CON GRAZIA ASSIEME AL BACINO CHE RUOTANDO SIMULA MOVIMENTI D’AMORE..ALLA  FINE C’E’ UN APPLAUSO CONVINTO...!

Compare  : alla faccia del bicarbonato di sodio...! e chesta po’ fa venì n’infarto...

Riccardino  : mamma mia...altro che il 144....!...Guè..quello non si vedeva niente ma mi stava venendo jl mal di mare..

Valentina   : overo..?..Te steve venenno ’o male ‘e mare..? Fatma...dopo sta cosa me la insegni pure a me..!

Viola      : Guè...mo  basta mo ..basta con queste sconcezze... qua stiamo in una casa timorata..ce vuleva pure a danza dei sette veli...Queste fetenzie ve le andate al fare nel privato...

Gabriel  :  ...mammà..ma quella è un danza rituale di comunicazione..quasi mistica,..

Viola      : mistica..? si..? Io però a Santa Rita da Cascia nun l’aggio vista mai ‘e fa ‘sti ballette a vutamiento ‘e stommaco...

Commara :  e va be..Vio’ dalle parti nostre si vedono certe fetenzie...Piuttosto dico io...certo è stato un azzardo..Va bene l’attrazione.però...Popoli così diversi..abitudini differenti...

Compare  : già..po’ senza offesa per i presenti....chisti Arabe pure so’ gente strane...fanatiche...pe’ niente ..mettene ‘e bombe.. se fanno zumpà pe’ l’aria ..Quà abbiamo perso la pace..la tranquillità..Pensate che il telegiornale delle sei ha detto così che  Napoli è un obbiettivo dei terroristi e si aspetta un attentato da un momento all’altro ..Pare ca Bin Laden ha mandato proprio da noi una banda di kamikaze..

Viola       : Gesù  mio libera nos a malo..Scanzaci Vergine del Rosario..

Pierina     : Mamma d’o Carmene aiutaci tu...!! arrassusia...

Commara   :. . eh.,si....ho sentito pure io...Ha detto così il Prefetto  che girano per Napoli tre o quattro di questi assassini pronti a farsi zompare... Tengono tutti un turbante nero.. ‘na barba longa accussì e portano in mano una valigetta  piena di esplosivo..s’anna fermà tutte quante..

Gabriele  : ma mi pare esagerato..sapete quanti arabi girano senza cattive intenzioni..

Riccardino  :..si..ma hanno detto in TV che gli assassini sono pronti a tutto e si riconoscono perché tengono lo sguardo allucinato..so’ drogati…

Valentina   : . stiamo tutti in pericolo..sentiamo che dice la tele...

VOCE SPEAKER ; “ TG3: Edizione straordinaria..i Nocs hanno individuato  a Napoli uno dei terroristi Islamici nel Quartiere Vomero...Attenzione ..Chiunque noti un uomo col turbante nero ed una lunga barba è invitato a darne comunicazione al 113,..Immediatamente.!..Non cercate di fermarlo..non toccatelo..potrebbe essere imbottito di esplosivo” NEL SALONE SI E’ SPARSA UN’ATMOSFERA DI DISAGIO e PAURA ..TUTTI CONSIDERANO IMMINENTE IL PERICOLO IN CITTA’..TUTTI TACCIONO PREOCCUPATI ED IMPRESSIONATI. AD UN TRATTO  NEL SILENZIO..DRINN.....DRINNNN..LA PORTA..NESSUNO HA IL CORAGGIO DI ANDARE AD APRIRE..FINALMENTE SI ALZA GABRIELE

Ciacillo  : (entrando)...ci sta una visita per voi...ha insistito molto per salire..io non volevo..ma quello tiene gli occhi di pazzo e poi..non mi capisce..So corso sopra prima di lui..sta salendo le scale..tiene una valigia in mano...

Compare  : ( incerto)..ma si può saper chi è..?

Ciacillo  :  non lo so...però è straniero..un Arabo... quello tiene un turbante in testa.e una barba longa accussì..Ho capito solo che diceva ..Bramante..Bramante...subito vedere..subito salre..me so miso paura.,..

DALLA PORTA LASCIATA APERTA ENTRA UN UOMO ALTO ROBUSTO.ARABO CERTAMENTE CON LA CARNAGIONE SCURA E GLI OCCHI ALLUCINATI. PORTA IN MANO UNA VALIGETTA NERA ..ENTRA LENTISSIMAMENTE..TUTTI TERRORIZZATI..SI SONO RAGGRUPPATI DA UN LATO DEL SALONE...L’UOMO AVANZA A PICCOLI PASSI TRAE DI TASCA UN BASTONCINO ..POI L’ACCENDE..A QUESTO GESTO ALCUNI SI BUTTANO PER TERRA ALTRI SI NASCONDONO DIETRO MOBILI SICURI DELLE SCOPPIO..SOLO FATMA GLI VA INCONTRO SERENA:

Fatma  : Rachid...!!! Allah. Akbàh...!! Allah. Akbàh...!!

CALA LA TELA FINE PRIMO ATTO

BURQA

DI

ANGELO ROJO MIRISCIOTTI

II ATTO

LA SCENA E’ LA SOLITA E RAPPRESENTA IL SALOTTO BUONO DEI GIORNI PRECEDENTI...C’E PERO’ CONFUSIONE PERCHE’ L’ARRIVO DI RACHID HA RAPPRESENTATO PER LA FAMIGLIA BRAMANTE UN EVENTO TRAUMATICO..NON SI E’ DIFATTI CHIARITA NE L’IMMAGINE DI QUESTO MISTERIOSO INDIVIDUO NE TANTO MENO IL MOTIVO REALE DELLA SUA PRESENZA A NAPOLI...PIERINA E CIACILLO SONO IN SCENA

Ciacillo  : qua stanno i giornali...e questo è il tabacco da pipa del signorino Gabriele...

Pierina  : grazie assai e statti bene..la Madonna ti accompagna...

Ciacillo : e come me ne mandi così...non  mi dici niente..? E’ successo quel poco l’altra sera con l’arrivo dell’arabo...

Pierina  : ..marocchino.... 

Ciacillo  : arabo..marocchino è ’o stesso...e comunque nuie ce simme pigliate chella diece ‘e paura..insomma si può sapere qualche cosa...

Pierina   :.. ma che vuò sapè...che vuò capì tu..? Quello il signor Rachid non era un terrorista ma il fratello carnale della signora Fatma ..Il signorino Gabriele non l’aveva riconosciuto perchè  ‘stu Rachid vive in un’altra città..Insomma ci siamo impressionati..

Ciacillo : impressionati..? noi ci siamo fatto sotto..quann’isso ha appicciato chella mazzarella avimme pensato ‘e zumpà pe’ l’aria..io nun tenevo chiù sanghe dint’e vene..sicuro ca era il ditonatore di una bomba..

Pierina  : ma qua bomba..?..chella era ‘na mazzarella ‘e ncienzo..dice a ‘o paese loro l’appicceno per buono auguri quando arrivano in una casa... e comunque il signor Rachid è tanto una brava persona..ha spiegato così che è venuto a Napoli per controllare comme sta ‘a sora..e have pure ragione..’na guagliona sola in un paese straniero..miezo a tante fetiente..

Ciacillo : mo ‘e fetiente simme nuie..cos’e pazze...ma che  fa ca..comme campa..?

Pierina : questo non si è capito...per mo’ è ospite..beh, mo va vattenne..

Ciacillo  : salutammo..e se avete bisogno di aiuto..chiamatemi.....Permesso  ......ESCE

ENTRA IN SCENA RACHID NASSIRY EL PERCOCHI. NON HA PIU IL TURBANTE MA INDOSSA ABITI OCCIDENTALI. NONOSTANTE IL BARBONE E’ INDISCUTIBILMENTE UN GRAN BEL GIOVANE SU TRENT’ANNI, ATLETICO CON UN PORTAMENTO ELEGANTE...ENTRANDO CORTESEMENTE SALUTA ALLA MANIERA ARABA LA SERVA...

Pierina  : ben alzato messiè,..volete fare un poco di colazione..’nu cafè..duie biscotte

               cu’ ‘o latte.?Comme se dice...?..vulevu’ fè ‘nu poco de petit colazion..?

Rachid  : ..no merci madame...rien...mercy boucup...je mangè rien de tout la matin…

Valentina  : (entrando)..bonjour..Rachid..ca va..?

Rachid  : … tres bien merci...madamoiselle Valentinà...

Valentina :... Pierì..puortace ‘o stesso doie tazzulelle e’ cafè…va…PIERINA ESCE...Rachid avete dormito bene stanotte...? Mi dispiace che siete stato a dormire per terra ..ma letti non ne tenevamo più..pas de lit.. avez vous bien dourmì ..?

Rachid   : ouì...comme el dìt...io sempre dormir par terre..dans ma petit tend.dans le Oasi el Percochi ..toujour je aime touchèr la terre ..la nature...

ENTRANO GABRIELE E FATMA..FATMA SI INCHINA AL FRATELLO E PONE LA MANO DI LUI SULLA SUA FRONTE COME UN SEGNO DI BENEDIZIONE..IL FRATELLO LA CAREZZA...GABRIELE GLI DA LA MANO.

Gabriele : ben alzato cognato...ti hanno offerto qualche cosa...? Valentì pensa che quando ero ospite a casa El Percochi.la mattina arrivava di tutto.latte di capra,pane fresco,dolcetti,confetture varie,frutta,datteri appena colti..una meraviglia ....vediamo di non fare brutte figure..

Rachid  : (inchinandosi poi parla in Arabo alla sorella) Fatma...Abbllae jamm bkelleh..bbeth,,ccheue..annahakl,,ahhr..saratttal..aller...abdar..atip...ablah.!

Fatma :   Rachid chiede scusa di non parlare ben la vostra lingua..e si scusa pure di essere capitato così all’improvviso senza portare i regali tradizionali..è dovuto partire di fretta dal Marocco...dice che spera di poter ricambiare al più presto la vostra gentilezza ed ospitalità..Adesso..si scusa pure perché deve uscire per alcune commissioni..

Valentina   : digli così che lo accompagno io volentieri..lui non è pratico di Napoli..

FATMA TRADUCE..RACHID RISPONDE IN ARABO IN MODO CONCITATO.

Rachid   : (in tono molto deciso, quasi duro) ..noooo...Rachid..adr..acab...eserm samir Allah ibmar.....No Fatmà...ibrahim..haggiàì sulh...!!!

Fatma    : .(Fatma lo ascolta perplessa poi traduce) Rachid dice che ringrazia ma per lui meglio andare solo...(poi cambiando tono, in modo complice e conciliante)..Io credo che lui vuole comprare modesti regali per vostra famiglia..vuole fare piccola sorpresa...

Gabriele  : ma no...ma pecchè si deve mettere in cerimonie..digli così che siamo lieti del suo arrivo..non vogliamo altro..

FATMA TRADUCE..IN MANIERA RAPIDA..UN PO’ CONCITATA..

Rachid   : ...nooooo..!..vadreth...ioh..moaggià ìh   amorht ìeh subith afà chellh ca saye purh’tuh.. (poi agli altri)..Pardonne moi...(fa il solito saluto arabo ed  ESCE)

Gabriele :  ma pecché vo fa chesto...?..non era proprio il caso..potevi insistere..

Fatma    : tu sai nostre usanze..: uomo di casa comanda..io sorella minore posso solo chiedere al primo fratello...mai ordinare..

Valentina   : e va bene Gabriè.....vuol dire che non ce lo teniamo..mandiamo pure noi dei doni alla  famiglia loro quando Rachid riparte..

Fatma  :   (assorta) Rachid non riparte...

Gabriele  :...... no..????

Fatma   : ....no...!                                                                 ESCE DECISA

Valentina  : ho capito bene..?  ha detto  Fatma che Rachid non riparte...?..Allora resta a Napoli...Può essere che si vuole trasferire qua..trovare un lavoro...Beh, a me me fa assaie piacere...un bel ragazzo di quella maniera..

Gabriele  : già...( poi pensoso)...certo che  è strano...

Valentina  : che cosa è strano..?

Gabriele  :.... Rachid....io sono stato a casa di Fatma per mesi e mesi...ho conosciuto tutta la sua famiglia...cugini e nipoti di secondo grado compresi...eppure non ho visto mai Rachid ..neanche in fotografia e mai nessuno mi ha parlato di questo primo fratello chiamato Rachid che viveva in un’altra città ..lontano dalla famiglia..

Valentina  : magari sarrà quacche frato disoccupato...e ‘a  famiglia se mette scuono ‘e  ne parlà. (a Pierina che intanto  entra portando il vassoio con il caffè)..Ah.. brava Pierì....damme’ na tazzulella ‘e cafè...

Pierina       : e ‘o signurino Rachid...??

Valentina :..è dovuto uscire di pressa...dice così che ci deve fare una sorpresa..

Pierina      :  ....un’altra..? Allora ‘o tene pe’ vizio..Intanto ‘o cafè mo se fa friddo..

Gabriele  : .. damme cca ...ce lo porto a mia moglie..La vado ad addolcire un poco ...mi pare che dopo la parlata col fratello si è  urtata..A dire la verità da quando la conosco...è la prima volta che la vedo un poco meno  dolce..anzi..’a verità..me sembrava ‘nu pucurillo spruceta..!

Pierina    : quella pure se Marocchina..sempre femmina è..!...Primma ‘o poie la vera natura femminile e scassanbrella viene  fuori...

Gabriele  :      già...la vera natura  ...................( prende la tazzina ed ESCE)

ENTRA VIOLA. E PIUTTOSTO ARRABBIATA E RECA IN MANO UN GROSSO CROCIFISSO

Viola     :  No, chiste so’ nummere...!!..Ah..ma mo basta mo.....mo me faccio sentì..chiste marrucchine fossero venute a cumannà dint’a casa mia..?

Valentina  :   ma ch’e stato mammà..?

Viola     :    ch’è stato..? Nientemeno che ‘a  Principessa de’ percoche s’è permisa  ‘e luva’ ‘o Crocifisso avorio a faccia ‘o muro dint’a stanza ‘e lietto ‘e fratete ..’o Crocifisso che io e ‘a bonanema ‘e papà vostro mettettemo ‘capo ‘o lietto ‘e Gabriele  quando teneva tre giorni..!!

Pierina      : uh, Gesù...overo.?..e pecchè...? Chillu Crocifisso è accussì bello e po’ è ‘a prutezione d’a stanza..Guarda ‘e suonne ’e chi dorme dint’a chillu lietto...

Viola     : no,ma io stammatina faccio succedere ‘a terza guerra mondiale si ‘o Crocifisso nun torna’o posto suoio!

Valentina  : mammà..non ti alterare..magari è stato un malinteso...vedrai che...

Pierina  : e si...magari ‘a signora Fatma è scurnosa...forze si piglia scuorno ‘e Gesu Cristo ca guarda ‘a cap’o lietto...

Viola  : si..? ‘a “signora”..se piglia scuorno d’o Crocifisso e po’ abballa comme ‘na zoccola..ah..famme sta zitta ca so’ ‘na femmena ‘e Chiesa....e chillu figlio mio ca ‘a tratta comme a ‘na riggina..che ‘a guarda mmocca pe’ vulio..

Valentina  :‘a guarda mmocca pe’ vulio..? e comme.?..chella tene sempe chillu saciccio ‘e velo ‘ncapa..chi sa si ‘a notte s’ ‘o leva o dorme accussì...

Pirica  :  ..so leva..so leva..’a cammarella mia sta vicina a loro e aggio sentito io stanotte certi suspire  e cierti ‘nzunchete ‘nzù d’o lietto ca me so mise scuorno io pe’ loro...Sant’Anna..Santa Barbara e Santa Agnese aiutatece ..e che vergogna..! ‘Onna Viò..tutt’ ‘a nuttata...senza truvà pace ‘nu mumento..

Viola     : povero figlio mio so’ sta zucanno...abbasta ca nunn’o fa venì quacche malatia.. quacche infezione..Gabriele mio è accussì delicato.. va truove si ‘sta gente africana  se lava..nun se lava..si se fa ‘nu bellu bagno comme nuie Crestiane ‘na matina si e una no...

Pierina   :...mmmhhhh..fort’è..!..Pensate che stammatina so’ trasuta nella stanza d’’o frate pe’ ce fa ‘o lietto...’Onna Viò..’na puzza..ma ‘na puzza ca nun ve dico..Isso steva ‘nginucchiato sopra al tappeto cu l’uocchie fisse fisse e pregava..Appena m’ha vista ha fatto primma ‘a faccia janca..janca ..po’ rossa rossa..poi ha detto..”Via..Via..donna infedele via..!”..Infedele a me che all’età mia so’ ancora signorina..!!

Valentiana  : ma forse stava scoperto..mezzo nudo..?

Pierina : a chi..? Quello era coperto da capo a piedi e pure cu ‘o turbante ‘ncapa.., sulo steva senza scarpe..Insomma me n’ha cacciata..” Io ora pregare..tu venìr apres ....apres....Allez!!”...Allora sono tornata dopo una mezzora..pe’ da ‘nu poco d’a ‘a stanzulella..Guè..quello prima non mi ha fatto aprire la finestra.. e dopo quando io tanto bella ho cercato di metterci la roba dalla sua valigia nell’armadio ha fatto il pazzo..” Ne pas touchèz..!..ne pas touchèz rien..Non toccare..!! Via Via...dangerous..!..dangerous..!!”

Valentina  : “. dangerous.?”. e dangerous vuol dire pericoloso..Ma comme ‘a valigia ‘e Rachid è pericolosa..?...e che ce tene chisto dint’a valigia..?

Riccardino : (entrato da qualche secondo ed avendo ascoltato le ultime parole di Valentina)..che ci tiene...è chiaro..esplosivi...dinamite..nitroglicerina..!!

Valentiana  : nitroglicerina..?.. tu che  cazz’ dice..?

Riccardino  : e allora non sapete niente..non avete sentito niente alla Radio..alla Televisione..? stamattina c’è stato un attentato..!! Davanti alla Chiesa di San Francesco di Paola : tre morti e venticinque feriti.!!!..Tutta  povera gente c’asceva d’ ‘a Messa..

Viola e Pierina    : Madonna mia bella del Soccorso...!!

Riccardino  : e in mezzo ai morti ed ai feriti è stato trovato un messaggio in arabo di Al Kaida.: “..Napoletani !!- diceva- Questo è il primo attentato..molti seguiranno..molto sangue infedele scorrerà..fino a quando l’Islam non avrà cacciato dalle terre Sante i suoi nemici ..! Allah..Acbàh!!”

Pierina :   ....Mamma d’a Saletta...!!

Riccardino : insomma..il TG 3 ha detto che bisogna chiudersi in casa e segnalare tutti i sospetti..tutti gli orientali con la barba lunga ed il turbante nero da fondamentalista.. e pure tutti i mussulmani  che vanno in giro circospetti con pacchi, con borse..e  con “valigie”.....tutti esplosivi potenziali..!!!!

Valentina :...e tu hai pensato a Rachid..?

Riccardino : subito..!..’A barba, ‘o turbante..’a valigia, l’uocchie ‘e pazzo..Ho fatto due più due..e sono corso qua..(poi abbassando la voce con fare da agente segreto) E chiaro che per la legge siamo complici e  tutti in pericolo mortale...Sta in casa l’attentatore...?

Viola      : no..è sceso una mezzora fa..da solo...

Valentina : (anch’ella con aria complice)...mo che ci penso ....è uscito con fare “circospetto”..non ha voluto a nessun costo che accompagnassimo...ha trovato una scusa ed è andato solo ..

Riccardino  : era armato.? .teneva appresso pacchi, borse.. valigie..?

Viola   :. No..perchè la sua valigia sta.. sta...Uh Madonna !!!..(tappandosi la bocca per il terrore) ..quella la valigia del Kamikaze sta qua in casa nostra dentro alla stanzolella.... e mo’ che facciamo..che facciamo..?...Quà  da un momento all’altro salta in aria salta  tutto il palazzo...!

Riccardino :.. niente paura ..e io che ci sto a fare..? (chiamando a sè le tre donne, sottovoce)...prima di venire ho telefonato alla Polizia, ai Carabinieri,ai Vigili Urbani ed alla Croce Rossa..tra dieci minuti sta qua tutto l’Esercito Italiano in assetto di guerra...

Le donne : Bravo....!!

Riccardino : ah...e dobbiamo starci attenti pure alla cosiddetta “ Fatma” che certamente è una donna Kamikaze...Quella di sicuro si è fatta sposare da Gabriele per avere una entratura a Napoli..una copertura..

Valentina : e ci ha preparato la base al terrorista..è chiaro che lei è il gancio ..la complice..

Viola      : e pure Gabriele mio è complice ‘e chisti duie..?

Pierina : ma quando mai..chillo ’o signorino sta in buona fede..se l’avrà arrevutato dinte ‘e mane..e che ce vuleva..?..’na guardata appassionata....’nu balletto del ventre (lo imita) accussì...e ‘o povero giovane non ha capito più niente..!

Valentina : e si capisce,..adesso è tutto chiaro: - l’incontro fortuito alla tomba del Gran Sacerdote,..vieni a casa mia...bivete ‘o tè verde..spusammece..-..era tutto un piano perverso per arrivare senza sospetti a Napoli...

Pierina : e nuie pe’ tramento che facimmo..?

Riccardino    : Io direi fuimmencenne...!!

 Viola   no,facciamo finta di niente..facciamo come se niente fosse...dobbiamo preparare la trappola ai terroristi..indifferenti..indifferenti...

DRINN..DRINN. LA PORTA TUTTI SALTANO IN ARIA PER IL TERRORE..NESSUNO SI MUOVE INCHIODATO AL SUO POSTO...DRINNN..!!

Gabriele  : (che ha sentito la porta entra nel salotto) ..neh, ma che non  la sentite la porta..?..nessuno apre..?..Va beh, vado io..(tutti gli altri sono agglomerati al fondo sala immobili come un cespo di cozze)..

Compare  : (entrando con aria concitata seguito dalla moglie)...è successo..?..si è già fatto esplodere ..?

Gabriele : ma chi ..?

Commara : comme chi..? ‘o terrorista..!!

Gabriele  : ‘o terrorista..?

Commara  : eh, vostro cognato...!

Gabriele  :Mio cognato..’o terrorista..???!!..Commà ma che andate dicendo...? Ma comme ve vene ‘ncapa ca...Rachid mio cognato...

Compare : guagliò..ti devi rassegnare....oramai è sicuro..Dopo l’attentato a San Francesco di Paola il TG3 ha diramato pure i didentikit dei Telebani complici del kamikaze : uno è isso..!...senza sbaglio uno è isso..!!

Gabriele  : neh,ma vuie e ‘a cummara fusseve asciute pazze.?..guardate che non vi consento di...

Viola     :...che cosa non consenti..? ‘O cumpare Sellitto....ave ragione !! Ormai è certo..: tuo cognato è venuto a Napoli per fare l’attentato..e tua moglie è di sicuro la sua complice...

Valentina  : è vero..!

Pierina   : ...quant’e certo Iddio..!!

Riccardino : .senza tema di smentite...!!!Teniamo le prove documentali..!!

Gabriele   : tenete le prove documentali...??...( li guarda tutti uno per uno per cercare nei loro occhi il segno della follia)...no,no.. io mo telefono al Morvillo e vi faccio ricoverare tutti quanti ...Mo chiamo Fatma.e vi faccio internare..Fa...

Compare : (puntandogli al petto il suo  bastone)...Zitto e non muoverti:...!Guagliò non fare sciocchezze..quà è in pericolo la salvezza della Patria.. Riccardì, afferralo..!

Riccardino  : (bloccandogli un braccio e tappandogli la bocca)..Agli ordini...

Viola        : ( a Pierina ) tu va chiude ‘a signora Fatma dint’a stanza soia...!

Pierina     :   Obbedisco.. !!                                                              ESCE

Compare  : ora ..prendo io il comando delle operazioni..( vanaglorioso)..sapete sotto le armi ero Caporal Maggiore dei Bersaglieri e non faccio per dire..

Commara : ( saltando di palo in frasca data la situazione)...Cummà avita vedè Rafele mio quanta vote era bello vestito a bersagliere...cu ‘nu cappiello piumato tanto......tutte ‘e capille ‘ncapa ‘e pure..senza panza..

Viola       : ....overo..?

Commara :..comme.!!!..Quando veniva in licenzia ‘e femmene so’ mangiavano cu’ l’uocchie..Io aveva sta sempe cu’ ‘na mazza pronta..

Compare  : (lusingato ma tagliando corto) beh, va bè..sono cose andate..Adesso  ci dobbiamo organizzare per la difesa in caso tornasse  il terrorista..Dunque....Avete chiamato la Polizia 😕

Riccardino : (orgoglioso) sicuro..e con loro ho chiamato pure i Carabinieri, la Finanza ed i Vigili Urbani..

Valentina   :...’e  Pompiere se l’ha scurdate..

Riccardino : (guardandola brutto)...non fare la spiritosa che il momento è drammatico...tra una decina di minuti massimo le Forze Armate stanno tutti qua...

Pierina     :  ( rientrando ) missione compiuta..è stato facile perché ‘a Terrorista s’era addurmuta..l’ho ‘nchiusa dentro a due mannate...a là nun se ne fuie...

Valentina    : brava...!..e dunque allora Compà... come ci organizziamo..?

Compare    : ..ci armiamo e pigliamo posizione...ma pe’ primma cosa come faceva il grande Maresciallo Badoglio...contiamo le forze..Gabriè rispondi..tu da che parte stai...?

Gabriele    : mmm..mmm..(divincolandosi dalla stretta ferrea di Riccardino)..vuie site asciute pazze..ah, ma io ve la faccio pagare....( flebile)..Aiu..Aiuto....(poi cerca di gridare)....Fa...Fa....( Riccardino gli tappa la bocca)

Commara     :..no ..io dico che a questo qui non lo possiamo contare...

Viola        :.. e quando mai ci ho potuto fare affidamento su questo disgraziato quà.... ’a piccerillo......Cummà.... niente....alla famiglia non ha voluto dare mai niente..Eh,ma quello il padre buonanima me lo diceva sempre “ Viò..’stu fetente, ‘o vì, ‘stu fetente sarrà la dannazione nostra ” ....e aveva ragione Ottavio mio Buonanima ...Cummà pensate che a sedici anni se ne scappò per andare dentro agli Hipps,....

Riccardino  : (saccente, spiega ) “Hippies”, altresì detti “Figli dei fiori”.. movimento giovanile di origine anglosassone che agli inizi degli anni ’70 tendeva ad attuare la rivoluzione non violenta..e pure la liberalizzazione sessuale….

Valentina  : ....Riccardo...!!

Viola          :. a ventiquattro anni po’..dopo la laurea invece di cioncare qua a Napoli... e se truvà ‘nu bellu posto sicuro ...se ne andò in Africa a scavare ‘e mummie egiziane ...e mo m’ha combinato stu diece ‘e guaio.

Valentina   : e quello papà non voleva..che credete …pure per questo sei  anni fa ci venne l’infarto...vedeva che Gabriele era un disamorato..non scriveva non telefonava..e si aggravò  il crepacuore che se lo portò alla tomba......

Commara : ‘e figlie so’ tutte ‘a disperazione d’e mamme..pensate Cummà..ca pure Marcello mio..

Compare :   basta.!!...Quà siamo in pericolo mortale e vuie ve cuntate ‘e fattarielle...

Gabriele  :. (a Riccardo)..lassame, Riccà..non strillo..non ti preoccupà ..non strillo..non faccio niente..lo giuro...ma lasciami.. (Riccardino dopo avere consultato con gli occhi il Compare Capo manipolo che assentisce, lo lascia)..ma aggia parlà..Aggia sapè...Insomma, Valentì se ho capito bene...in questa casa cominciando da papà..nessuno mi poteva vedere...Mia madre mi schifava perché facevo l’Hippy e nun ghievo a Chiesa ‘nzieme cu essa...per tutti voi ero un disamorato.addirittura a mio padre ci avrei  fatto venire il crepacuore..e a te..a te che ti ho fatto..?

Valentina  :... mi hai rovinato la vita..!...e sì perché mentre tu te ne andavi in giro per le piramidi a fa’o bellillo..io stavo qua in casa seppellita a curà a papà malato..a fa ‘a moneca ‘e casa..appriesso a chest’ata pazza...essa e ‘e Sante ..’e Maronne ...

Viola       : comme... comme..? io sarei una pazza..?? Ma come ti permetti, piccola sciagurata...Tu stai bestemmiando...!..Osi parlare così di tua madre ..di tua madre che ti ha dato un’educazione e una morale Cristiana...che per darti l’esempio  ha vissuto per tanti anni in odore di castità e santità...

Valentina   : tu..?...tu stavi in castità solo perchè per le tue manie religiose e sessofobiche cominciando da papà l’uommene te schifavano....

Viola       : a me..? me schifavano a me ...?...Ah, ma mo basta,..quand’è chesto ..quando tiene ‘a faccia ‘e parlà accussì  a tua madre ..a tua madre che ti ha sempre coperto..che ti ha fatto passare per una Santa agli occhi di quest’altro imbecille mentre tu...tu invece...mah, non mi far parlare..

Riccardino  : come sarebbe.?...io sarei un imbecille.? e perché...?.No ..no...mo dovete parlare...che significa che Valentina doveva sembrare agli occhi miei una santa e invece..

Viola         :  ...significa cretino mio che....la tua fidanzata..la santarella ...

Valentina  :   ...zitta, statti zitta..non parlare..!!

Viola         : e invece io parlo...Riccardì...devi sapere che...

Valentina   :... statti zitta, mammà..!...statti zitta...!!

Viola        :  Riccardì..Valentina,a quattordici anni faceva l’amore con un uno studente universitario di fuori Napoli ..un certo.Martino..embè ‘stu Martino la mise incinta.e dopo se la squagliò..

Riccardino : cosa..??!! (alla ragazza) tu....tu hai fatto questo..???!!!!... Tenevi in corpo questo serpe e non mi hai mai detto niente..? E io stupido... stupido che ti ho sempre rispettato perché ti volevo portare all’Altare con l’abito bianco..Cu me facive ‘e verginella ed cu’ ll’ate invece.. che schifo..che schifo...!!.... tu Gabriè..tu non sapevi niente...?

Gabriele     : no..te lo giuro io stavo fuori.. a me non mi hanno fatto sapere niente...

Viola        : queste non so’ cose che si vanno dicendo in giro...i panni sporchi si lavano in famiglia...se no dopo come lo trovavi un altro fidanzato...un altro..

Riccardino  : ....un altro stronzo che ti sposava..è ovè...?...(è distrutto, si prende il capo tra le mani)..e nessuno, nessuno mi ha detto mai niente...

Commara  :  e va be..ma cheste so’ cose passate...Magari ‘a piccerella non ti ha detto niente per non farti andare in gelosia...

Compare   :. . e po mo stiamo nel duemila..a chesti cose cca non si bada più...so cose d’e tiempe nuoste..voi giovani jate sempe dicenne che la verginità è un fastidio..la fedeltà una antichità..la liberalizzazione sensuale…

Riccardino  : (non lo ascolta) e il bambino....che ne è stato del bambino...?

NESSUNO RISPONDE RICCARDINO SEMPRE PIU’ DISPERATO RIPETE LA SUA DRAMMATICA DOMANDA, FINO  AD ARRIVARE A PIERINA..

Riccardino  : tu..tu..almeno tu rispondi..dove sta il bambino..?..Parla..Rispondi..!!!

Pierina       : ..io non ho potuto fare niente...a me mi hanno mandato al paese mio quando è successo..perchè.....io non volevo che abortiva...

Gabriele  :… Valentina.....a 14 anni ...ha abortito..?

Pierina     :..si...

Viola       : zitta cretina...fatti i fatti tuoi...!!! se dici un’altra parola te ne caccio... !!!

Pierina    :   e me ne cacciate…  anzi,.sapete che c’è di nuovo :  me ne vach’io..! Me se scucciata ‘e sta dint’a ‘na casa addò se dicene ‘o Rusario ogni minute e quarte d’ora e po’stanno chine ‘è nfamità…

Vola       : ..basta zandraglia …non ti permetto di dire un’altra parola..Vatte ’a fa ‘a borza..e ghiesce  ‘a chesta casa...mo ‘o vì..subito..!!!!!

Pierina   :  e me ne vaco..me ne vaco…Via..aria pulita..basta cu st’addore ‘e ‘ncienzo che serve ‘a cummuglià  l’uosemo ‘o fraceto ca teninite pe’ tutte parte..Cummà pensate che Donna Violante..’a “Santa” da ‘e sorde co’ ‘nteresse  e a me po’ me  fa mangia ‘e remasuglie loro ..

Valentina  : va via..vattene via…serva schifosa…!!..Questo è il ringraziamento per averla tenuta a servizio per venti anni..

Pierina  : ( infilandosi un liso cappottino) vint’anne ‘e sperpetuo…Cummà voi non avete idea..So’ cattive..cattive..dint’all’anema..!

Viola   e Valentina  :  ( all’unisono) …. via..!

Pierina    : ‘a robba mia ma manno ‘a piglià pe’ Ciacillo…Addio  la Pierina vi saluta e se ne va..! Sciù …pa’ faccia vosta..!

Gabriele  : che vergogna ..che vergogna…una casa disonorata..

Riccardino  :….col vostro permesso me ne vado pure io….e mi ritiro la parola di     

                    fidanzamento…trovatevi ad un altro imbecille…

Valentina  : ma dove vai cretino..e quando mai ‘e fatto l’omme ‘e carattere…?

Riccardino  : a volte di fronte alla menzogna ‘o carattere adda ascì pe’ forza…e non me ne vado perché hai abortito..una disgrazia può capitare a tutti..ma tu non me lo dovevi nascondere..magari…chi sa forse mi avresti fatto pena e ti avrei amato di più…Addio…   ESCE PIANGENDO

Valentina  :…Idiota…! Cretino..Impotente..perché pure impotemte sei…mi rispettavi..? ma che cosa rispettavi..stronzo…?Un uomo che in quattro anni non ci provato una volta.. ( grida verso la porta)….Ricchiò…!!!

Compare  : beh, mi pare che a chistu punto forse è meglio che ce ne andiamo pure noi…Marì andiamo…

Viola     : e come …?….ci lasciate soli proprio mo’ che sta arrivanno ‘o terrorista….

Commara  : Vio’…chillo ‘o Terrorista  si trase dint’a ‘sta casa tene tutt’a perdere e niente ‘a guadagnà…s’adda fa sotto d’a paura…

Viola         :  neh, e comme te permiette pure tu…?…Mo avessema da cunto pure  a’ Cummara Sellitto.? È arrivata n’ata nobildonna delle mie valanze….

Compare  :  …ne perché donna Viò..che ci tenete da dire sopra a mia moglie…????

Viola         : mazz’e uno..non è vostra moglie..Dint’o Quartiere ’o sanno pure ‘e criature che non vi siete mai sposati ma convivete..more uxorio….

Compare  .:… e che vuol dire..? Non abbiamo potuto regolarizzare perché  difatto ero separato ma no divorziato..però…io e Maria ci vogliamo bene da quasi trent’anni e abbiamo avuto tre figli…

Valentina  :  Si è pe’ chesto….‘e figlie l’ha avuto ‘Onna Maria..va truove chi è ‘o pate…?…chille nun ve sumigliano manco nu poco…

Commara  : Uh..Maronna…e comme te permiette, sfaccimmella ..io pe tua norma e regula so’ ‘na femmena onesta..

Viola       :   ma nun me fa ridere …’A femmena onesta!,’O sapimmo tutte quante addò t’a pigliato ‘o cumpare quando avevi venti anni..:.ncopp’a una ‘e chelli case…a Vico San Liborio piano matto numero zero…(irridente e cattiva)…Filumena Marturano…!

 Compare  : Donna Viò..io non vi schiaffeggio pecchè site ‘na femmena ‘e pure ‘na femmena ‘e tre sorde…Se poi Gabriele che è vostro figlio giustamente vuole una soddisfazione sa dove trovarmi..All’età mia tenga ancora ‘a forza e difendere l’onore d’ ‘a casa mia ..cosa che vuie nun putite fa chiù……Jammo…!!                        ESCONO INFEROCITI

NELLA STANZA SONO RIMASTI SOLO IN TRE  LA MADRE E DUE FIGLI      CHE SI GUARDANO L’UN L’ALTRO E’ UN GIOCO DI SGUARDO CHE DEVE ESSERE PERFETTAMENTE COORDINATO TRA I PERSONAGGI : SI DEVE INTELLIGERE RANCORE, RIMPIANTO,RIMPROVERO..IL PIU COLPITO E’ GABRIELE CHE HA MENO COLPE, SE COLPA MINORE E’ QUELLA DI ESSERE ANDATO LONTANO DA UNA REALTA’ CHE POTEVA FORSE SANARE. NEL SILENZIO DENSO DI TANTE SENSAZIONI NEGATIVE -…..ALL’IMPROVVISO SI SENTE IL DIASPERATO BATTERE ALLA PORTA DELLA SUA STANZA DI FATMA CHE RISVEGLIATASI SI E’ SCOPERTA INOPINATAMENTE RINCHIUSA

Fatma    : BUM..BU..BUM..BU…Gabriel …aprì la port s’il vous plais.. aprite la porta je son remaiste fermè…io  sono remasta chiusa dentro.. Gabriele… Gabriele..vien..ti prego..ho paura….

GABRIELE DOPO AVER GUARDATO CON ARIA DI SFIDA LE DUE DONNE SI AVVIA AD APRIRE LA PORTA DELLA MOGLIE ..I DUE RIENTRANO INSIEME DOPO POCHI ATTIMI …LEI E’ MOLTO AGITATA, IMPAURITA..E PER LA PRIMA VOLTA NON INDOSSA IL SOLITO BURQA..RIVELA DUNQUE IL SUO BEL VISO ABBRONZATO E PERFETTO  DA NORD AFRICANA BELLA ED I LUNGHISSIMI CAPELLI NERI BEN ONDULATI …GABRIELE LA SEGUE CUPO CON GLI OCCHI BASSI…

Fatma     : ma cosa è successo..si ha guastata la ….comme on dit...la serrature….de la porte..?…Sai Gabriel….io ho avuto tanta paura… nessuno mi sentiva..

Gabriele  : .scusaci..deve essere stato un problema di chiave ..un scatto…domani farò venire qualcuno per ripararla…

Valentina  : (osservando con invidia la bellezza della donna)..cacchio…e chesto ce steva sotto ‘o Burqa…

Fatma      : ( rendendosi conto di non avere la testa coperta e sentendosi quasi nuda per questo)…pardonne moi…se vi da fastidio..io vado subito e metto il mio Burqa…

Valentina  :..no..e perché..siamo in famiglia no..? Gabriele …ma lo sai che la bombarola te la sei presa proprio bella… è un peccato che prima o poi…. quel bel faccino nero debba saltare per l’aria …

Gabriele : Valentina ti prego..smettila..non sei divertente e non è proprio il caso…

Valentina :…..no è il caso…oggi è la giornata dei chiarimenti e chiariamo tutto..a te..faccetta nera…addò ‘a tiene ‘a bomba…?

Fatma        :  ( sorride senza capire) quesque vuos avez..dit ? …non capisco..

Viola         : e mo te faccio capì io..siete stati scoperti..tu e fratete…ton frere..le terrorist…sta arrivando la Polizia…Police…avite fatto palla corta…

Fatma      : Gabriele mais  quesque as dit elle..?  Terorist moi….??

ALL’IMPROVVISO SI SCATENA L’INFERNO..SUONI DI SIRENE..GRIDA CONCITATE…E’ ARRIVATA LA POLIZIA..FORSE ANCHE I CARABINIERI E TUTTI COLORO CHE HA CHIAMATO RICCARDINO..

Viola    : ‘e vì canno….mo’ ce pensano lloro….

Fatma    : ma che succede..?….C’est la Police…!!

Gabriele :..no..! io non la farò portare via..Fatma è mia moglie..Sono sicuro che almeno lei è innocente.sono sicuro che non c’entra niente con quei delinquenti ( si mette davanti a lei per proteggerla)

Viola       : nun te mettere miezo che ce vaie pe’ sotto pure tu…

COLPI ALLA PORTA…SCAMPANELLATE FURIOSE,..URLA DA FUORI. ALLA  PORTA “ Polizia..!”...”Aprite…..non fate resistenza….!” “La casa è circondata..!!.” “ Aprite..!!!” 

Valentina  : mo è fernuta overo..mo è fernuta..!!

CON UN SORRISO MALIGNO  CON CALMA SI ALZA E VA AD APRIRE..ENTRANO D’IMPETO IL COMMISSARIO MANLIO PERCOPO E DUE GUARDIE CON I MITRA SPIANATI..

Percopo  : non fate resistenza….alzate le mani e non vi muovete…! Sodano tu alla porta..!…Espò..controlla le stanze..! 

I TRE ITALIANI ALZANO LE MANI MENTRE FATMA TERRORIZZATA ED ANCOR PIU’ VERGOGNOSA PER ESSERE STATA SORPRESA DA ESTRANEI SENZA IL BURQA SI COPRE COME PUO’ VISO E CAPELLI CON UN FOULARD..

Percopo  : ..una telefonata anonima ma circostanziata ci ha avvisato che in questa casa si nascondono dei terroristi….Addò stanno..?…Parlate !!…Se non collaborate siete complici…Vi avverto non aggravate la vostra posizione…Avanti....Chi sono i Terroristi…???

Valentina  :  ( indicando Fatma)….una è chesta…!

Gabriele    : non è vero…lei è mia moglie…

Percopo  : ah..marito e moglie terroristi mussulmani…Sodà vedi se stanno armati…!

                 (la guardia esegue e diniega non essendoci armi addossoo ai due )…Non ve mettite scuorno ??  Un Italiano complice ‘e ‘sti fetiente….!!!

Gabriele : ma quali fetenti...?..Voi vi sbagliate...io sono il dottor Gabriele Bramante..sono un noto archeologo..e lei è mia moglie Fatma ...

Viola       :   no...è vero...commisà..lui è mio figlio e non c’entra  niente...il terrorista  è ‘o frato ‘e chesta femmina..Si chiama Rachid ...

Valentina  : si.. esattamente ...Rachid Nassiry El Percochy...so’ marucchine

Fatma      : (intervenendo  disperata)..non è vero..mon frere Rachid n’est pa un terorist... lo giuro..Noi non siamo terroristi..io sono student di Archeology a Rabat ..controllè mes documents...nou sommes innocents..

Percopo   : se..se..dicene tutte quante accussì...pure chille scurnacchiate che hanno mise ‘e bombe a Londra e a Madrid dicevano accussì..eh, ma a Napule avite fatto palla corta...

Esposito  : (rientrando con una valigia nera)...Commissario ,ho trovato questa valigia sospetta...che faccio apro..?

Valentina    : . ‘a valigia di Rachid..

Percopo  : (perplesso)..fermo.!!..Ci potrebbe essere un meccanismo automatico di scoppio collegato con la serratura..Aspettiamo la scientifica......miette lla ‘ncoppa..piano.piano...con la massima cautela (Esposito esegue con cura)..

Fatma      : mais non..è la valigia di lavoro di mio fratello..luì est commerciant...!

Viola       : non la credete...sicuro sta piena di esplosivo..pensate che la mia cameriera la voleva mettere a posto e il terrorista ha fatto il pazzo.... ( tutti  gli agenti fanno un passo indietro)..

Esposito  : Commissario..al corso di antiterrorismo dicono di mettere la valigia dentro all’acqua..che facciamo..? riempiamo la vasca da bagno..?

Percolo     : forse non c’è tempo..e po’ è pericoloso spostarla..piuttosto  Espo’..scendi e chiama per radio la squadra artificieri ..ca ci’’o vedimmo nuie..va..!

Esposito  : comandi                                                                      ESCE

Gabriele  : Commissario... le ripeto che qui c’è un equivoco..

Percopo   : può darsi..nel dubbio vi portiamo in galera..ve lo vedete col magistrato..la vostra innocenza la dovrete dimostrare a lui ..è troppo ‘o sanghe che state facenno scorrere ..(notando che Fatma continua a coprirsi il viso ed i capelli)...e tu nun te cummuglià a faccia..scopriti....Sodà levale chella pezza ‘a faccia..(Sodano esegue forzando le resistenze della giovane)

Gabriele  : lasciatela stare..se le togliete il velo è come se la violentaste..è la loro religione..

Viola        : e invece ha ragione il signor Commissario....basta cu ‘sta gente che se nasconde sotto a ‘sti stracce ...(alla donna)..ve vulimme guardà ‘nfaccia..!

Valentina. :..e già...brave a loro....se metteno ‘o burqa ‘ncuollo e ‘a sotto fanno  chello ca vonno ...Sodà..procedete..

Commissario : questo lo devo dire io..Sodà procedi..!

Gabriele  :   nooo.... Vigliacchi...nooo..!  (Sodano blocca a forza il giovane)

AL TRAMBUSTO INTERNO FA ECO QIELLO ESTERNO..E’ SUCCESSO QUALCOSA..: LA POLIZIA HA ARRESTATO SOTTO AL PALAZZO RACHID CHE TORNAVA DALLE SUE COMMISSIONI..ENTRANO DIFATTO CIACILLO E SUBITO DOPO LA GUARDIA ESPOSITO CHE TIENE PER UN BRACCIO RACHID GIA’ AMMANETTATO ALLA SCHIENA..

Ciacillo    : prego..da questa parte...’a famiglia Bramante è questa qua..

Fatma    :  ...Rachid..!!!

Rachid   : ..Fatma...!!!!

Esposito  : Commissà...lo abbiamo acchiappato mentre si aggirava con fare sospetto sotto al palazzo...

Percolo  : bravi..! Era armato...Ha fatto resistenza..?

Esposito :..no...o meglio lo abbiamo reso inoffensivo prima che potesse offendere..

Ciacillo  : dottò ‘a verità chille teneva mmano sulo duie cartocce ‘e paste ‘e Pintauro..

Fatma  :  Rachid...Manemh abeh..Rachid...nuah edelem debillah…

Rachid  : hachmell daliah salem depour Fatmah….ueh naulam..ueh naulam…!!

Percopo  : parlate cristiano..!!..è proibito parlare arabo tra sospettati....Avete diritto di telefonare ad un avvocato...

Rachid : Commissarie...io no  terrorist.. regardè le documants...io commerciant...je vend tobacco par le narghilé...controllè..dans la valigie...

Ciacillo   : ( non sapendo della proibizione e volendosi rendere utile apre d’istinto la valigia)..Cà ce stanno tutte pacchetielli marrone..

Percopo    : Attento,possono essere esplosivi.. Esposito,controlla..con molta cautela ..

Esposito  : (appaurato, molto cauto..)...non mi pare...piuttosto forse è droga..

Rachid  : ....c’est tobacco par le narghilé....c’est. mon travail...mio lavoro..

Percopo : vedremo..vedremo ....per il momento gli arabi in commissariato per gli accertamenti..!!..(ai Bramante)..Voi tre per il momento non vi potete  muovere da questa casa..Espò..tu porta la valigia..jammo..!!!!

Ciacillo : ..prego dottò,da questa parte...a disposizione...caso mai avete bisogno di qualche informazione..io sono il portiere del condominio e senza offesa...saccio ‘nu poco ‘e fatte ‘e tutte quante...(uscendo con gli altri)....A me per esempio ‘stu marrucchino mi ha subito insospettato.......cu sta barba..l’uocchie ‘e pazzo...prego, dottò...da questa parte...

Fatma     : ...Gabriele...!

Gabriele  : ...Fatma...!!!! Non temere..verrò con l’avvocato..ti tirerò fuori..

ESCONO IN SEQUENZA CIACILLO, IL COMMISSARIO, RACHID, FATMA E LE GUARDIE.. SILENZIO PESANTE...QUELLO CHE E’ SUCCESSO HA STORDITO E COINVOLTO IN MODO DIVERSO TUTTI I PRESENTI...POCHE ORE SONO BASTATE PERCHE’ LA VITA DI UNA COSIDETTA “FAMIGLIA NORMALE” FOSSE SCONVOLTA DA EVENTI IMPREVISTI ED IMPREVEDIBILI..CIASCUNO DUNQUE RIFLETTE SU LA PARTE CHE HA AVUTO NELLE VICENDA E SUI TRAGICI RISVOLTI DELLA STESSA...PER VALENTINA E’ FINITO UN AMORE...PER VIOLA SI E’ REALIZZATA PER LA PRIMA VOLTA VERAMENTE LA DISGERGAZIONE DELLA FAMIGLIA...PER GABRIELE E’ DIVENTATA PALESE LA DIFFICOLTA DI RAPPORTI TRA IL SUO AMORE E LA SUA REALTA’..

Gabriele  : (Va al telefono e fa un numero) L’Avvocato Marotta..?..Gabriele..Gabriele Bramante..si....grazie...No.non vi chiamo solo per salutarvi,..Ho bisogno delle vostre prestazioni professionali..dovete venire subito......si tratta di mia moglie : l’hanno arrestata pochi minuti fa..lei e il fratello Rachid...Il Reato? Che so..?Forse Terrorismo..Si,certo è un equivoco....No...al. Commissariato Arenella..vi prego..venite subito..Si..?..Grazie..siete un amico..

Viola  : Ancora..!...Ancora ce pierde ‘e cervelle appresso a chella gente ?...invece ‘e ringrazià  chella bella  Madonna che te si scanzato ‘nu fuosso.....

Valentina.: Si Gabriè... Tu hai avuto una grazia..tu devi andare a piedi a Pompei..ma ti rendi conto.?..tu imparentato con dei terroristi !!...tu,una persona perbene..un dottore....e noi..la nostra famiglia che è stata sempre conosciuta per l’onestà ..che non ha avuto mai  a che fare con la legge...

Viola    : mo vedrai a mammà...dopo l’arresto sarà più facile per te di ottenere il divorzio..(Gabriele si allontana dalla stanza mentre la madre imperterrita continua a parlargli dietro)...e si capisce...tu non sapevi niente..non ne potevi sapere niente..eri in buona fede...succede..Qualunque Giudice italiano ti rende subito la libertà..E una volta divorziato a mammà..ti vai a fare un bel viaggetto per dimenticare..per svagarti un poco..ma non in Africa.. magari in Svezia,eh.....

Valentina : no..in Svezia no..là mammà sono tutte donnacce ...tutte prostitute...quelle appena vedono un bel ragazzo come a Gabriele nostro ci zompano addosso..

Viola  : hai ragione..Valentì..in Svezia no.. allora magari in Spagna..a San Giacomo di Compostella ..in pellegrinaggio ..così con te viene pure mammà...

Gabriele : (rientra pensoso..tra le mani porta il burqa azzurro ed argento della moglie.) ..il burqa ..il burqa  di Fatma....

Valentina  : lieva ‘stu coso ‘a miezo....basta cu ‘sti veste  africane..mussulmane..cu ‘sti cose barbare...

Viola      : ma si... miettancillo dentro alla sua valigia..e po ci’a manne pe’ Ciacillo al Commisariato ‘nzieme ‘a tutte ‘e cose soie...Aria..aria...facimme sparì tutte rimasuglie ‘e  chesta gente da dentro alla nostra bella casa...Che ha detto all’avvocato Marotta..?..mette tutto a posto lui..e si trova facendo prepara pure le carte per il tuo divorzio...vedrai a mammà...un paio di mesi e sarai libero...sarà come se non fosse successo mai niente..

Gabriele  : come se non fosse successo mai niente.. come se non fosse successo mai niente.. ma perchè cosa è successo ?...niente.... niente....

Viola       : bravo..non è successo niente....

Gabriele  :..già... non è successo niente....è giusto...che può mai succedere a gente come e noi..niente...mia sorella perde il fidanzato perché ha abortito di nascosto ..è niente è cosa ‘e niente (si cala in testa il burqa, poi se lo leva)...mia madre confessa candidamente che per lei io sono stato sempre un peso....è niente è cosa ‘e niente ..(si cala in testa il burqa, poi se lo leva)..mio padre è morto di crepacuore per colpa mia... è niente è cosa ‘e niente (si cala in testa il burqa, poi se lo leva)....gli amici di sempre  se ne sono andati dopo che li abbiamo umiliati e offesi è niente è cosa ‘e niente ..(si cala in testa il burqa, poi se lo leva)... mio cognato è accusato di essere un sanguinario terrorista.e sta in galera ...è niente è cosa ‘e niente. (si cala in testa il burqa, poi se lo leva)...io...ho perso l’unica donna che mi ha fatto felice.. è niente è cosa ‘e niente  (si cala in testa il burqa, poi se lo leva)...ah, dimenticavo..Pierina..la serva..la mia tata..doppo vint’anne l’avimmo ittata dint’a munnezza  comme a ‘na mappina... è niente è cosa ‘e niente  (si cala in testa il burqa, poi se lo leva)...

Viola    :  ne ma che dici..?....che fai cu ‘stu coso ..???..fusse asciuto pazzo..??

Gabriele :  pazzo io..?’o mo pazzo so’ io....?...e se pure  fosse..? tanto pure chesto è niente è cosa ‘e niente..l’importante è che nessuno lo sappia,che nessuno se ne accorga ..come sempre il guaio lo copriamo..lo nascondiamo..lo neghiamo al Condominio..al quartiere..alla città..al mondo intero..e pure  a noi stessi..Ce mettimmo ‘o burqa nuosto..e sotto ‘o burqa...hop...! tutto scompare..tutto si dissolve..tutto si annulla..: la mancanza di coscienza, di onestà, di dignità si coprono sotto il nostro burqa quotidiano fatto di falsi e sorridenti  “stammece zitte....nun facimme sapè...lavammece ‘e panne spuorche tra di noi”..(mostra la parte esterna dl burqa di seta)..E’ bello è ovè...?..Tutta seta..seta pura con ricami a mano in lamè di argento...un lavoro di fino..un ricamo artistico..Guardate...le donne mussulmane se lo metteno così...(lo indossa ancora una volta)..perchè..?..Mah..forse per fede..per ignoranza..per paura magari per timidezza...Però se vogliono prima o poi. ‘stu coso.. so’ ponno pure luvà così..hop..(lo leva)..ma voi....voi  che cazzo ve levate..?..Ve putite  levà ’a pelle….’a faccia... l’anema..? E non è possibile.. no..Voi il vostro fetente di burqa privato lo tenete da sempre appiccicato addosso..e non ve lo potrete levare mai.mai..!

Viola      :  Gabriè...!!!!

Gabriele : ...mammà.....a ognuno il burqa che si merita...!!!!

INDOSSA IL BURQA  E  VOLTA LE SPALLE AL PUBBLICO.

FINE DELLA COMMEDIA

NAPOLI                                                                                                                                                    

                                                                                                         23 AGOSTO 2005

         

 

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 1 volte nell' ultima settimana
  • 2 volte nell' ultimo mese
  • 20 volte nell' arco di un'anno