C’è uno scozzese, un’italiana e un greco

Stampa questo copione

C'È UNO SCOZZESE, UN'ITALIANA E UN GRECO

gioco scenico per tre personaggi di Patrizio Cigliano

SCENA UNICA

Due signore elegantissime sono sedute ad un tavolino da tè. Rumori di fondo di

campagna (uccellini e brezza), mentre una misurata filodiffusione diffonde

nell’aria, in lontananza, un morbido brano di Purcell o di Hendel. L’inizio

dello spettacolo, assecondando la musica, ha un “andamento lento”. Le due

signore sono occupate a leggere due voluminosi libri. Di tanto in tanto,

all’unisono, emettono dei lunghi sospiri, dei colpetti di tosse, sfogliano una

pagina, sorseggiano il tè. Più indietro, come se fosse in attesa, c’è un giovane

seduto. E’ un po’ insofferente, e accanto a lui si intravede uno straccetto

bianco buttato lì per terra.

LADY A (si accorge solo adesso che al suo tavolo è seduta anche l’altra signora)

Oh! Salve, Lady B!

LADY B (la stessa cosa accade a Lady B) Oh! Salute a lei, Lady A !

LADY A (correggendola) ...Qui da noi non si usa il “Lady”!

LADY B Lo dimentico sempre! Salute, cara signora!

LADY A Salute a lei... e sono signorina!

LADY B Dimentico sempre anche questo! Allora “salute a lei, signorina”. Non mi

ero accorta che fosse qui ! Sono mortificata!

LADY A Anche io non l’avevo vista! Quando è arrivata?

LADY B Più o meno alla solita ora! E lei? Da quanto è qui?

LADY A Da sempre, come di consueto!

Una pausa. Riprendono le relative letture replicando il precedente rituale

all’unisono. Il giovane cerca di richiamare la loro attenzione con un innaturale

colpetto di tosse.

LE LADIES (risolute) No! (pausa)

LADY B ...Ho visto che iersera le hanno recapitato un voluminoso pacco! Qualche

sorpresa, immagino.

LADY A Beh, non proprio una “sorpresa”: è deceduto il mio ultimo parente

scozzese. Così da Edimburgo mi hanno inviato il materiale che ha voluto

spettasse a me!

LADY B Chiedo scusa per la gaffe! (una lunga pausa) ...ne sarà addolorata!

LADY A (con solarità, sorridendo) Non si angosci. Faceva l’attore. (lunga pausa)

LADY B (teneramente) Sprovveduto! (lunga pausa) ...Era ricco?

LADY A No.

LADY B Era famoso?

LADY A No.

LADY B Era ...bravo?

LADY A No.

LADY B E che attore era?

LADY A Di cinema.

LADY B Sprovveduto. (una lunga pausa) Ma lei non ne ha mai nostalgia?

LADY A Lo conoscevo appena.

LADY B No, dico della Scozia. Della sua città! Edimburgo è davvero una città

affascinante, carina.

LADY A Carina? Edimburgo è semplicemente straordinaria! La più bella del mondo!

Almeno di quello occidentale!

LADY B Beh, molti esperti trovano che le più belle città del mondo siano qui in

Italia. Firenze!

LADY A La vecchia signora. ...Sì interessante... ma con quell’Arno che straripa!

LADY B Venezia!

LADY A Umida. Prima o poi sprofonderà!

LADY B Napoli!

LADY A Cialtrona. E poi che angoscia vivere con quel Vesuvio che incombe.

LADY B Roma!

LADY A Cattolica!

LADY B ...Sarà anche carina, ma in confronto a Roma...

LADY A Prego?

LADY B Voglio dire: sì per l’estate può andar bene ma...

LADY A Non la seguo!

LADY B Dico che Cattolica, non è niente di che...

LADY A ...Roma! Roma è cattolica. Nel senso di tutti quei Papi lì!

LADY B ...Ahh! ...Cattolica! Nel senso dei Papi... avevo frainteso. Pardonez

moi!

LADY A Semmai “Exscuse me”! Please.

LADY B Esattamente.

LADY A You’re wellcome. (una lunga pausa)

Il giovane richiama ancora la loro attenzione tossendo vistosamente.

LE LADIES (risolute) No! (pausa)

LADY A (guardando in platea) ...Ah... Che splendido pomeriggio! (una lunga

pausa)

LADY B (guardando la platea) ...Ah... La temperatura è ottimale! (una lunga

pausa)

LADY A Il sole delle 5 è davvero rilassante!

LADY B L’aria è fresca, pulita, salutare!

LADY A La mente è invitata a rilassarsi!

LADY B Che pace!

LADY A Che civiltà!

LADY B Che differenza!

INSIEME Che fortuna, essere vecchie!

Ancora il rituale all’unisono e le letture individuali. Insieme, estraggono

dalle loro borsette:

LADY A (annunciando) Finest blended Scotch Whisky!

Estrae una piccola bottiglietta di whisky scozzese con cui "corregge" il tè,

usando il tappo come misurino.

LADY B (annunciando, con un minimo di imbarazzo) ... Caffè Borghetti.

INSIEME Salute!

Fanno cin-cin e bevono. Una pausa.

LADY B (alludendo al libro) Cosa legge?

LADY A Ovviamente Sir Walter Scott 1771-1832. Genio di Edimburgo. E lei?

LADY B (con un minimo di imbarazzo) ...“In cucina con amore” di Sophia Loren.

... due Oscar. ...Uno però alla carriera!

Si guardano perplesse per un attimo, poi perfettamente in coro alzano i

bicchieri.

INSIEME Salute! (una pausa)

LADY A Gradisca!

LADY B Fellini?

LADY A Whisky! Gradisca del puro whisky scozzese triplo malto invecchiato 30

anni in botti di querce della foresta di...

LADY B Nottingham!

LADY A ...Quello è Robin Hood, ed è inglese! Non m’innervosisca! Mi riferivo

alla foresta di Sherwood, Scozia. Le migliori querce del mondo. Gradisca.

LADY B Grazie! Mi sono confusa! (assaggia) Buono! Forte! Devo farle assaggiare

questo, allora. (le avvicina il Borghetti)

LADY A Please!

LADY B Sorry! (finisce il cicchetto nervosamente) E’ un bel gesto questa sua

offerta! Grazie! E poi dicono che gli scozzesi sono tirchi!

LADY A La prego.

LADY B Davvero ottimo! Posso averne ancora?

LADY A (sorride mentre fa delicatamente segno di no col capo) Rischia di

finirmi!

Ancora una lunga pausa di imbarazzo mentre A sorseggia lentamente e B si versa

ancora del Borghetti che beve d’un fiato. A estrae un giornale dalla borsetta.

Il giovane tossisce ancora.

LE LADIES (risolute) No! (pausa)

LADY A ...Che ore sono?

LADY B Le 5 e un quarto.

LADY A Allora arriverà da un momento all’altro.

LADY B Chi?

LADY A (portando un po’ la voce) Quel giovane che deve intervistarci!

LADY B Ah, già, dimenticavo.

Una lunga pausa. Le Ladies sono evidentemente in attesa, ma il giovane si è

distratto a raccogliere quello straccetto bianco: sembra un indumento.

LE LADIES (spazientite) Ora! (non accade nulla) ORA!!

IL GIOVANE (recuperando. Tossisce)

LE LADIES Chi è?

GIOVANE E’ permesso?

LADY B Che tempi! Complimenti! un’entrata davvero efficace!

LADY A Non riuscirà mai a rifarla così bene!

LADY B Che tempi!

GIOVANE Buongiorno signore...

LADY A “Ladies”, sono una Lady, non sono del vostro Paese.

GIOVANE Sì, ma la Signora...

LADY B Già, io sì!

GIOVANE Eh, lei è italiana!

LADY A Ognuno ha la sua croce!

LADY B Veramente io sto benissimo!

LADY A Certo, certo. Bene cominciamo?

GIOVANE ...A fare cosa?

LADY B E ce lo domanda? Se non lo sa lei!

GIOVANE Ah, va bene un ramino?

LADY A Please! Don’t be funny!

LADY B Eh?

GIOVANE Che ha detto?

LADY A Non sia sciocco!

LADY B Ecco! Lei è venuto fin qui perchè voleva parlare con noi, vero?

GIOVANE ...Certo, certo. Come dite voi!

LADY A (a Lady B) Che galante! Ha visto: mi da del Voi!

GIOVANE No, no, “Voi” due! Voi, come si dice, tu con più di uno! ...Plurale!

Voi!

LADY A Simpatico! Grossolano, ma simpatico.

LADY B Bene che voleva chiederci?

GIOVANE ...Mah, non saprei...

LADY A Cominciamo dalle presentazioni! Qual è il suo nome?

GIOVANE Certo! Mi chiamo Dioniseios Epifanoumenos. Vengo da Creta.

LADY A Un Greco! Per di più Cretino!

GIOVANE Cretese! Sono Cretese, non cretino!

LADY B Questo è tutto da dimostrare!

LADY A Noi siamo Lady a e Lady B

LADY B No, lei è Lady A e io sono la “signora”! Sono italiana, di Spoleto!

GIOVANE Piacere. (una pausa) Che si fa?

LADY A Come?

LADY B Se ha tanto premuto per intervistarci ci sarà un motivo, no?

GIOVANE ...Ah... Ma certo! Scusi, ero distratto!

LADY A Don’t Worry!

GIOVANE Questa la so: vuol dire non preoccuparti!

LADY B Che cultura!

LADY A Ecco, “cultura”! Visto che ha chiesto di noi sarà questo l’argomento no?

Cultura!

GIOVANE Eh. Cultura.

LADY A Subject?

GIOVANE Eh?

LADY A Argomento!

LADY B Qual è l’argomento “culturale” di cui parleremo?

GIOVANE Eh, ...qual è?

LADY B Si sforzi! Vedrà che c’arriva! Uno a caso!

GIOVANE Ma... non saprei... Un libro...

LADY A C’è di meglio!

GIOVANE ...Poesia...

LADY B Leziosa.

GIOVANE ...Storia dell’arte...

LADY A Che noia!

GIOVANE ...Archeologia...

LADY B Detto da lei è alquanto prevedibile!

GIOVANE ...Pittura...

LADY A ...perchè?

LADY B Ci pensi bene! Qual è l’unica forma di cultura che ha resistito in tutte

le epoche?

LADY A Si concentri! (prende il giornale e lo passa al giovane. Suggerendo,

piano) Pagina 7. 7 come...?

GIOVANE Il numero pitagorico?

LADY B La smetta! 7 come la settima fila di corridoio da cui si fanno le luci

in...

GIOVANE (guarda a pagina 7, poi, molto ma molto sconsolato) ...Ah, già... “Uno a

caso”, vero? ...Teatro!

LADY A Magnifico! Teatro! Ottima idea, la sua, di intervistarci sul teatro!

(notando l’espressione di disappunto del giovane) Cos’è quella smorfia di

dolore? Non vorrà dire che...

LADY B Non starà affermando che...

LE LADIES (insieme, esagerando in ira) Non le piace il teatro???

GIOVANE (timidamente) Avrei preferito il cinema...

LE LADIES (dopo una pausa tesa) Eretico!

GIOVANE ...La televisione...

LADY A Sto digerendo!

LADY B Bene! Cominciamo?

LADY A Già! Visto che si parla di teatro... apriamo il sipario su questa

intervista “culturale”. ...Cominciamo da Lady B?

LADY B Non sono Lady! Sono signora!

LADY A Oh, please, signora, abbiamo un’età, un rango, anzi, visto l’argomento,

un ruolo! Veniamo intervistate sulla cultura, da un greco cretino...

GIOVANE Cretese!

LADY A ...concediamoci questo sfizio: Lady tutte e due! Lady A e Lady B. La

prego! Please!

GIOVANE La faccia contenta! Che le costa! Non è mica disdicevole l’appellativo

“Lady”! Sia brava!

LADY B Ah, sulla bravura non ho dubbi!

LADY A Vedremo.

GIOVANE No, intendevo sia “brava” nel senso di “buona”! Lady A ci tiene tanto!

LADY B La vostra nota pìetas greca! E sia! Sarò Lady B. Cominciamo l’intervista!

Una lunga pausa. Il giovane non sa che fare. Pausa. Lady A gli ricorda di

guardare il giornale. Il Giovane lo prende, vi dà un’occhiata. Tira un sospiro

di incoraggiamento.

GIOVANE Avete visto, signore...

LADY A Ladies.

GIOVANE ...Sì, ...avete visto qui?

LADY B Cosa, amico mio?

GIOVANE Qui, sul giornale di oggi. Il Messaggero!

LADY A La smetta di citare Eschilo!

LADY B Non l’ho ancora comperato. Potrei leggere dal suo?

LADY A ...Volentieri... ma... non lo stropicci! E’ ancora nuovo! E vorrei usarlo

anche domani!

GIOVANE Certo! Ottima idea! D’altronde le notizie si assomigliano sempre!

Cambiano le storie, ma il succo è sempre quello da secoli, anzi, dal V° secolo!

LADY B (spazientita) Avanti!

LADY A (c.s.) Cristo!

GIOVANE (sorpreso) Appunto.

LADY A Tanto vale comprare un giornale ogni tre, quattro giorni, non è vero?

LADY B Sono assolutamente d’accordo! Non tema, il suo giornale è in buone mani!

(prende il giornale e comincia a leggerlo. Lady A sembra irrequieta, impaziente)

LADY A Oh, Dio! Ne abbia cura!

LADY B Non tema, le dico!

LADY A Lei capisce!

LADY B Certamente!

LADY A Non se ne avrà?

LADY B Vuole scherzare?

LADY A Contavo sul suo stile!

LADY B Ed io sul suo!

LADY A Salute!

LADY B Salute!

Contemporaneamente prendono i cucchiaini dai piattini del tè e danno tre

mescolate. Posano i cucchiaini e sorseggiano tre boccate di tè. Posano

nuovamente la tazza.

GIOVANE Potrei anch’io...?

LADIES No!

LADY A L’intervista calerebbe di ufficialità! Dettagli! Dettagli!

LADY B Cosa voleva farci notare su questo quotidiano?

GIOVANE Ecco, se me lo ridà, le faccio subito vedere!

LADY A E’ proprio necessario?

GIOVANE Cosa?

LADY A Me lo rovinerete, così, di mano in mano! Lo racconti! Noi, qui, ci

accontentiamo di poco! Tradizione orale! Dovrebbe conoscerla!

LADY A Allora? Che c’era di interessante?

GIOVANE Guardi qui: un argomento “a caso”! C’è una città segreta che sta per

essere il punto di incontro di diversi giovani autori teatrali....

LADY B Autori teatrali?

LADY A Già, non è incredibile?

GIOVANE Eccome, se lo è! Autori teatrali! (ridacchia)

LADY A Teatro! (tutti e tre ridono sguaiatamente) Non posso crederci! C’è ancora

qualcuno che lo fa? Sono senza parole! Abbiamo noi l’esclusiva mondiale! Solo

noi scozzesi sappiamo farlo!

GIOVANE Non sono d’accordo...

LADY A Cosa vuole saperne lei!

GIOVANE Ne so, ne so! Lo faccio, quindi ne so!

LE LADIES Lo fa?!

GIOVANE Sì, lo faccio! Con una compagnia amatoriale!

LADY A (a Lady B) Ci risiamo!

LADY B (a Lady A) Almeno quelli incassano!

LADY A (sfidandolo) E che genere fate?

GIOVANE Abbiamo fatto un Feydeau...

LADY B Lo supponevo.

GIOVANE ...Ed ora ci prepariamo a fare “l’uomo dal fiore in bocca”!

LADY B (indignata) Pirandello???

GIOVANE (timidamente) ...Sì... ma fatto a Musical! (silenzio. ancora più

timidamente) ...Va di moda!

LADY A E lei che parte fa?

GIOVANE Il coro.

LADY B Sempre più prevedibile!

LADY A Transeat! ...E comunque smettetela! E’ inutile che vi affatichiate tanto!

Sarete sempre dei dilettanti! Lo ripeto: noi scozzesi siamo i soli autorizzati!!

LADY B Non sia presuntuosa!

GIOVANE (spazientito) Vabbè, torniamo alla scenetta?

LADY B Quale scenetta? (il giovane indica il giornale che ha in mano)

LADY A (risentita) L’intervista! Questa è un intervista! Chiaro? (piano)

Scenetta! Tzshz! (al greco, piano) Ignorante!

LADY B Ignorante e cafone!

GIOVANE Comunque ci sono questi tizi che si riuniscono perchè sono autori di

teatro!

LADY A Non sanno a cosa vanno incontro!!

GIOVANE Oh, mamma!

LADY B Sapevo che l’avrebbe detto! (una pausa) Non invochi sua madre! Non può

aiutarla!

LADY A Lei qui è solo. Come noi: solo!

LADY B Solo!!

GIOVANE Solo!!! Oh mamma!

LADY A Complimenti, il suo Edipo galoppa!

GIOVANE Edipo?

LADY B Lei è sempre più prevedibile! Pazienza, ci divertiremo di meno! Allora:

questi poveri autori incoscienti?

LADY A Autori teatrali! Più che incoscienti mi sembrano pazzi!

LADY B Ehh sì! Bisogna essere proprio pazzi per voler scrivere ancora per il

teatro!

LADY A Dovrebbero fermarli! Sono dei giovani! Qualcuno dovrebbe farli

ravvedere!... Teatro! Altroché Teatro! Questa è la legge!

LADY B Capirei se fossero degli anziani attori in cerca di retorici ricordi di

promiscue tournée, ...ma dei giovani! Forse è il caso di scrivere due righe al

Papa.

GIOVANE Ormai è tardi! Inizierà tutto domani!

LADY B Domani? Santo Cielo! Ma “inizierà” cosa?

GIOVANE Non ci crederà! Devono proprio scrivere per il teatro!

LADY B Ma è una follia! Per il teatro! Per quale motivo? C’è ancora qualcuno che

ci va?

LADY A Non mi risulta! Sarebbe vergognoso! ...Poveri ragazzi!

LADY B E chi saranno i malcapitati?

LADY A (guardando il giornale) Non dicono i nomi!

GIOVANE Certo, per proteggerli!

LADY A (c.s.) Saranno in 21 (?)!

LADY B Per Dio!

GIOVANE Per Giove!

LADY A Per la Regina!

GIOVANE Da 6 stati d’Europa!

LADY A No! E quali? C’è ancora qualcuno in Europa che non ha vietato il teatro!

Che Paesi? Voglio sapere i nomi!

GIOVANE Spagna.

LADY A Ma hanno il flamenco... Perché chiedere di più?

LADY B (prendendo il giornale e leggendo) Olanda.

GIOVANE L’ho sempre detto che tutto quel loro permissivismo nascondeva qualcosa

di spartano!

LADY A (prendendo il giornale e leggendo) Francia?

LADY B Pur di far parlare un po’ di loro, sarebbero disposti a tutto! Chi altro

viene?

GIOVANE (prendendo il giornale e leggendo) Arrivano i tedeschi!

LADY A Ancora? Non gli è bastata?

GIOVANE Ma no! Per il teatro! C’è anche la Germania!

LADY B Uhm... Muratori con la mania del colpo di scena: ...scenografi. E poi?

GIOVANE Italia.

LADY A Italia? Guardi bene, cara, ci deve essere un errore!

LADY B (fiera) No, no! C’è anche l’Italia!

LADY A Cultura di spettacolo in Italia?...Speriamo bene! Che hanno fatto dopo

quel siciliano?

GIOVANE Ho smesso di chiedere notizie sull’Italia da quando Tornatore ha vinto

l’Oscar!

LADY B Sono finiti?

LADY A Sì, la Danimarca ha dato forfait!

GIOVANE A quelli li ha rovinati quel principe orfano!

LADY A E d’altronde, che lì c’era del marcio si sapeva da un pezzo!

LADY B E tutte queste povere anime saranno obbligate a scrivere per il teatro?

LADY A Così è scritto!

LADY B E chi li paga?!

GIOVANE Nessuno, è uno “stage”! Anzi dovranno pagare l’iscrizione! E

l’allestimento dei lavori!

LADY A Li metteranno in scena? Oddio, si salvi chi può!

LADY B Quindi ci saranno anche attori?

LADY A Al male non c’è limite! ...E immagino che anche loro...

GIOVANE Gratis!

LADY B Ma perchè? Perchè lo fanno?

GIOVANE Forse perchè saranno recensiti!

LE LADIES (dopo una pausa) Pagando.

LADY A E i soldi dell’iscrizione?

LADY B Andranno agli organizzatori.

GIOVANE ...E al pubblico che li vedrà!

LADY B Geniale! Un teatro ad abbonamento alla rovescia!

LADY A Vogliono vedere se almeno così la gente ci va!

GIOVANE D’altronde se pagano i figuranti televisivi, perchè non pagare quelli

teatrali?

LADY B Perchè quelli del teatro non sono figuranti!

LADY A Sicura?

GIOVANE Ha ragione lei, signora... sorry... Lady A: geniale!

LADY B Ma no! Il pubblico teatrale è un’altra cosa! Ci va spontaneamente a

teatro! E’ un pubblico colto...

LADY A Serio...

GIOVANE Scic...

LADY B Snob...

LADY A Impellicciato...

GIOVANE Pieno di brillocchi...

LADY B Truccatissimo!

GIOVANE Stanco! (le donne lo fissano) Dormono sempre! Ma non ce l’hanno un

lettuccio? Va bene che le sovvenzioni sono statali, ma passargli anche il tepore

di un teatro di velluto per il riposino... E’ quasi pietà!

LADY A La smetta! Fanatico arcaico! Pensi ai suoi “musical”! ...Dite a tutti i

giovani del mondo di lasciare perdere il teatro! Tanto non sapranno farlo mai!

Io l’avevo detto che tutti quei festival teatrali a Edimburgo erano pericolosi!

Eravamo gli unici a saper fare ancora Teatro. Finalmente la nefasta stirpe degli

attori e degli autori si stava estinguendo in tutto il mondo per far trionfare

l’unico vero teatro mondiale, quello scozzese....

LADY B Beh, se permette la tradizione teatrale italiana non teme confronti!

LADY B Prima trovatevi una lingua sola per tutti che non suoni antica e poi ne

riparliamo! D’altra parte si è sempre saputo che noi scozzesi siamo l’humus

della Terra!

GIOVANE Ah, humus è latino! Lo vede che i classici tornano sempre?

LADY B Le radici della cultura occidentale sono sul Mediterraneo!

LADY A La vostra cultura è morta! Siete fermi agli adulteri tra madri e figli.

Da noi a 15 anni si abbandona il nido!

LADY B Già: per fare famiglie promiscue!

GIOVANE La figura materna è importante! Senza, sei accecato! E’ l’elettricità

che t’illumina la scena!

LADY B Adesso tocca a Sofocle?

GIOVANE Eh?

LADY B In una frase di poche parole ha fatto il riassunto dell’Edipo! Figura

materna, accecamento... Elettra! Non sia noioso!

LADY A Quante ne ho viste! E quante ne vedrò! Ridendo! Il duemila è arrivato,

ora aspettiamo il tremila!

GIOVANE Vorrei tanto esserci quel giorno!

LADY A Eh, lo so! Ne avete parlato tanto dell’immortalità, e deve essere triste

per voi averla persa. Io ci sarò, tutti noi ci saremo! Tutti gli scozzesi ci

saranno!

LADY B Ah, già! Highlander! ...Ma questa storia è poi vera?

LADY A Certo che è vera! Noi scozzesi non diciamo bugie! Noi siamo il motore del

mondo! Ogni cosa importante viene dalla Scozia!

LADY B Certe volte divento troppo dubbiosa, troppo inglese!

LADY A La prego! Moderi il linguaggio! Anzi ora che mi ci fa pensare, sarà

meglio che torni a chiamarsi “signora”.

LADY B Mi stavo divertendo! Non sono stata brava?

LADY A Cara, anche un bambino si renderebbe conto che il suo nome suona

pericolosamente simile al titolo di una canzonetta di quel gruppetto che faceva

rumore negli anni 60!

LADY B Non la seguo.

LADY A Ma sì! Quei 4 con il nome degli insetti - ovviamente erano inglesi!

LADY B The flyes?

LADY A Beh, c’è una canzone che si chiama come lei!

GIOVANE (trasalendo come un ispettore sagace che sta arrivando al nocciolo)

"Lady B"! (canta) Lady B Lady B Lady B Lady B ...

LADY A La smetta con quel coro! Greco Cretino!

GIOVANE Cretese!

LADY A No, cretino, cretino. Cara signora, cambi quel nome! Me ne infischio del

ruolo! Tutto ha un limite!

Prendono ancora del tè allungato con il whisky.

LADY A Scotland Uber Alles! Finalmente stanno uscendo fuori tutte le verità!

Abbiamo dato lo schiaffo morale all’America sulla fantascienza che non è stato

poco!

GIOVANE Fantascienza? Cos’è?

LADY A L’ho detto che siete antichi, greci! Beh, gli Yankies credevano di avere

inventato loro la fantascienza! Noi sono secoli che conviviamo con il mostro?

LADY B Il principe Carlo?

LADY A Nessie!! I mostri del cinema sono tutti figli di Nessie! Ormai lo sanno

tutti! Poi ora abbiamo dimostrato che il più grande scrittore di fantascienza

del ‘900 era scozzese anche lui!

LADY B E chi è?

LADY A Isaac Asimov!

GIOVANE Ma non era di origini russe?

LADY A Il vostro fanatismo genealogico è insano! Le vostre famiglie erano

disumane! Non facevano che ammazzarsi l’un l’altro! ... Asimov aveva mentito per

ragioni politiche... in realtà di chiamava ... Guardi:

Prende dalla sua borsetta una lavagna da scuola e ci scrive sopra "Isaac

Asimov".

LADY A ...allora: la lettera “i” è la numero 9 dell’alfabeto, la S è la numero

19, la A è la 1, la C è la "traccia" che ha lasciato l’autore per farci risalire

alla sua vera identità scozzese, quindi la mettiamo da parte.

LADY B Perchè proprio la C?

LADY A Non faccia domande idiote! Si domandi piuttosto perchè Fò ha preso il

Nobel! Allora abbiamo i numeri 9, 19, 1, 1! Beh, anche uno stupido noterebbe che

in realtà, sono solo due numeri, ripetuti: l’1 e il 9, no? Bene, 9 + 1 quanto

fa?

LADY B ...10.

LADY A Eccellente! La C che numero è nell’alfabeto?

GIOVANE ...Il 3 aristotelico!

LADY A Sciovinista! ...10 + 3 fa 13, no?

LADY B Certamente!

LADY A E la lettera 13 dell’alfabeto qual è?

LADY B (pensando fa un mugugno che somiglia ad una “emme”)

LADY A Benissimo! Emme! Qual era la "lettera traccia" lasciata dal genio?

GIOVANE La C ...... E’ incredibile! Rimane ...Mc Asimov!

LADY A Visto? Scozzese! Tutto viene dalla Scozia! Perché siamo più vecchi degli

altri! E da buoni immortali vediamo più cose!

LADY B Ma allora tutti gli scozzesi che muoiono?

LADY A Sono dei computer che abbiamo introdotto apposta per depistare!

GIOVANE Dei computer?

LADY A Voi chiedete agli oracoli, la signora chiede al Signore e noi abbiamo

inventato il computer!

LADY B Anche i computer?! ...Ma non erano stati i giapponesi?

LADY A Non dica eresie!

LADY B Ma se si chiama...

LADY A Ci pensi bene! Si chiama... Mc Intosh! Scozzese!

GIOVANE Va bene, ma non esageri! E allora gli Hamburger!

LADY A Certo: Mc Donald! Scozzese.

LADY B Non canti presto vittoria! E che mi dice della Italianissima pasta?

LADY A Certo, i Mc Keroni! Arrendetevi: Siamo superiori!

LADY B Mi gira la testa!

LADY A Sarà l’ Whisky!

LADY B Non sarò mica ubriaca?

GIOVANE Da Ubris: tracotante!

LADY A Questo se non ci infila in mezzo una citazione non è contento! E’ inutile

che faccia adesso il nostro deus ex machina grecista Cretese e cretino! Tanto

siete inferiori! Salute!

I 2 Salute! (bevono)

Si sente il rumore dell' entrata che si apre. Le due donne sorridendo salutano

con un lieve cenno del capo qualcuno che è entrato. Rumore di tacchi femminili.

Le due Ladies guardano curiosamente, educatamente. Il rumore sfuma.

LADY B (piano) Scusi se la disturbo... Ma ... Chi è quella signora che è appena

entrata?

LADY A Naturalmente è Lady C!

LADY B Dovevo immaginarlo! (Una pausa. Lady B guarda l'orologio) ...Chi doveva

offrire oggi?

LADY A Oggi toccava lei cara!

LADY B ...Non mi sembra! Ieri ho offerto io!

LADY A E’ proprio sicura? ...Guardi che tocca a lei!

LADY B (educatamente) ...No! ...Si ricorda tutta la dissertazione per dimostrare

che Leonardo Da Vinci era di Edimburgo?

LADY A Non vorremo tornarci sù?

LADY B No, no! Mi ha dato delle prove oggettivamente inequivocabili!

GIOVANE Leonardo di Edimburgo?

LADY B Ecco, e ricorda questo quando è stato?

LADY A Certamente! Ho ancora un ottimo cervello! Era esattamente ...ieri!

LADY B Ecco, e ricorderà chi ha offerto, ieri?

LADY A Ma certo! ...Io!

LADY B ...Ehm... Si sbaglia...!

LADY A Avanti, non sia tirchia!

Le Ladies si fissano e poi fissano il Giovane.

LE LADIES (portando la voce) ...Uhm ... Accidenti ho lasciato a casa il mio

portamonete...

GIOVANE Per Diana, lasciate che offra io. (a parte) Arpie!

LE LADIES (insieme) Grazie! (una lunga pausa)

GIOVANE ...Sa, mi domando una cosa!

LADY A Fare domande è nel suo DNA!

LADY B Provi a rispondere, una volta tanto!

GIOVANE Allora domandatemi voi qualcosa!

LADY A Benissimo: “qual è quella cosa che al mattino va su quattro zampe...”

LADY B No, amica, quella domanda no! E’ un greco! Cretino, sì… Ma pur sempre un

Greco!

GIOVANE …Cretese! … E comunque non la so!

LE LADIES (dopo una pausa) ...Via!!!! … Vuole prendersi gioco di noi?

GIOVANE No, non la so davvero!

LADY A (ci pensa) …Certo! Ancora la vostra proverbiale pìetas! Grazie, ma non

c’è bisogno!

GIOVANE Di che?

LADY B Di fingere di non saperlo per non mortificarci!

GIOVANE Non fingo affatto!

LADY A Certo che lo fa! Lei si “s” finge modesto! (ridacchiano compiaciute del

giochino) …La smetta! Non si azzardi più a compatirci!

LADY B Forse il suo intento era persino gentile, ma se insiste diventa

offensivo! E alla nostra età non apprezzeremmo!

GIOVANE Signore, ma se vi dico…

LADIES BASTA! …E poi siamo Ladies!!

GIOVANE Certo, Ladies.

LADY A … E comunque qui le domande doveva farle lei. Erano i patti! E voi greci,

mi risulta che odiate, venir meno ai patti! Dimentichi il nostro indovinello! (a

lady B, piano) …Ormai con questo boom di quiz televisivi anche i villani

conoscono la risposta!

LADY B (a Lady A, piano) Quiz e nozionismo da settimana enigmistica! … Vagli a

chiedere chi l’ha inventato e brancolano nel nulla! E-DI-PO (si ferma per

schiarirsi la voce. Ripete) … E dì poi che questa è civiltà!

LADY A (a Lady B, piano) D’altra parte, questo indovinello gira da parecchio

tempo, in effetti non è più pensabile che qualcuno non sappia ancora la

risposta! … (al Greco) Allora, greco! La domanda! Cosa stava per chiederci prima

di scadere nella farsa?

LADY B Nel dramma satirico tanto caro ai suoi avi?

GIOVANE Sinceramente…

LADY A Ecco già ricomincia male! “Sinceramente”, un greco, NON può dirlo! NON è

credibile!

LADY B Non avete fatto altro che raccontarvi bugie l’un l’altro!

LADY A Infatti! Via questo ipocrita “sinceramente” e ricominci! Da bravo!

GIOVANE …Non … credo di aver capito questo sproloquio, ma mi fido di voi…

LADY A E dalli! …Anche la fiducia nel prossimo vi è interdetta! …Lei è un

faticoso intervistatore, sa? …Allora: questa domanda!

GIOVANE … Mi avete sfinito, ma eccola qui: la mia domanda si riferisce alla

signora che è appena entrata e uscita da qui.

LADY A (ridacchiano) ...Se possiamo esserle d'aiuto...!

GIOVANE Se lei è Lady A e la signora è Lady B, e considerando che la signora che

è appena entrata è Lady C, a rigor di logica, la prossima signora che entrerà

dovrebbe essere...... (una pausa, le Ladies si guardano)

INSIEME ...Impossibile!!! (Una pausa)

Guardano in platea e ognuna riprende la propria lettura. Con movimenti

sincronizzati sfogliano le pagine, si schiariscono la voce, sospirano. Si

sentono tre rintocchi di una campanella.

LE LADIES (terrorizzate) Per chi suona la campana?

GIOVANE Tranquille, per me! Comincia il fresco. Bisogna rientrare. Devo tornare

al lavoro. E se arrivo tardi mi becco pure la multa!

LADY A Allora aspetti!

LADY B Che fretta c’è? Lo faccia per noi!

GIOVANE Oggi ho già fatto abbastanza per voi! Domani vi mando un altro!

Il Giovane si alza e torna alla sediola che occupava all’inizio. Prende lo

straccetto bianco: è un camice da infermiere. Lo indossa. Si avvia verso un

lembo del sipario.

LADY A alza lo sguardo in platea, sorride, c’è un velo di tristezza.

LADY A (guardando in platea) ...Ah... Che splendido pomeriggio! (una lunga

pausa)

LADY B (guardando la platea) ...Ah... La temperatura è ottimale! (una lunga

pausa)

LADY A Il sole delle 5 è davvero rilassante!

LADY B L’aria è fresca, pulita, salutare!

LADY A La mente è invitata a rilassarsi!

LADY B Che pace!

LADY A Che civiltà!

LADY B Che differenza!

INSIEME Che fortuna, essere “ex attrici teatrali a riposo”!

Il GIOVANE ha afferrato il sipario e lentamente lo richiude, nel silenzio.

Quando ha quasi congiunto i due lembi, si ferma e guarda anche lui in platea.

GIOVANE (sorridendo teneramente) Sipario.

Chiude il sipario.

SIPARIO

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 2 volte nell' ultima settimana
  • 9 volte nell' ultimo mese
  • 98 volte nell' arco di un'anno