C’era una volta… cento favole

Stampa questo copione

Piccola scenetta per bambini delle elementari, già sperimentata con successo in oratorio.

Come attività collegate, chi non se la sente di recitare, può preparare gli scenari dipingendoli su cartoni riciclati e qualche ragazzino più intraprendente può essere d’aiuto nella parte tecnica(luci, mixer ecc).

C’ERA UNA VOLTA…CENTO FAVOLE

Al centro del Palco un POZZO DEI DESIDERI con un secchio per prendere l’acqua

Il personaggio C’era una volta: buona sera caro pubblico, il mio nome è C’eraUnaVolta, tutto attaccato, e vi racconto questa favola, che voi non ci crederete, ma è tutta vera…..

Un giorno nel bosco non mi ricordo dove,  c’erano il principe Azzurro e il principe Smemorato che vagavano tutti in ansia…..

Princ. Smemorato: oddio non mi ricordo più niente, non so più il mio nome e qual è la mia principessa…

Princ.Azzurro: Coraggio ti aiuterò io, se no a che servono gli amici, cerchiamo un po’ qui intorno

Si sente il verso di una rana, : Ci devono essere delle rane qui intorno, ma non si vedono

Smemorato: cosa sono le rane?Non mi ricordo più niente

Azzurro:  Ah, andiamo bene,  ancora il gracidio “Ma dove sono tutte queste rane?”

Se ci sono abbastanza Bambini, fanno i nani e seguono i due principi frugando da per tutto, possono anche scendere dal palco e frugano nella prima fila di spettatori facendo un po’ di confusione

Entrano il Gatto e la Volpe, che parlano sempre con voce falsa, si capisce che vogliono prendere in giro

Volpe: Guarda due poveri principi disperati, chissà se possiamo far qualcosa per loro…guarda guarda…..

Gatto : Ma che dici, io devo fare il cieco!

Insieme: Buona sera cari principi, abbiamo ascoltato i vostri discorsi, e sicuramente possiamo aiutarvi; abbiamo tante conoscenze, siamo in tanti giri importanti , se ci date una certa somma di denaro faremo le ricerche per voi

Azzurro: Che ne dici Smemorato, forse hanno ragione, noi non sappiamo da che parte cominciare

Entrano dal lato opposto il Re Leone con la Bella Addormentata che si appoggia alla sua spalla, continuando a dormire

Re leone: Fermatevi, non gli date nulla, costoro sono due impostori e imbroglioni!

Volpe: Signore come vi permettete? E poi chi sareste?

Re Leone, agitando la criniera: Sono il Re Leone, e questa è la Bella Addormentata

Bella Addormentata: Piano non mi svegliate, sto facendo un bel sogno, ma ora non ve lo posso raccontare

Re Leone: Insomma questi sono due imbroglioni che non hanno nessuna intenzione di aiutarvi

Entrano di corsa Cappuccetto Rosso che porta per mano il Lupo e una scopa

Cappuccetto: Sì il Re Leone ha ragione, hanno cercato di approfittare delle disgrazie di Smemorato, meritano una bella punizione, forza Lupo, per una volta datti da fare seriamente

Lupo: e va bene, uffa!Si stava così bene nel letto della nonna! Su su  furfanti via via!

E li spazza via con la scopa, poi rimane con Cappuccetto da un lato del pozzo

Si sente il verso della rana molto insistente

Tutti insieme, ma senza accavallarsi: Non possiamo cercare dappertutto, è troppo grande, ma dove sono tute queste rane?

C’eraUnaVolta: i nostri eroi decidono che bisogna bandire un grande concorso di principesse, esaminandole tutte si riuscirà a trovare quella del principe Smemorato?

Smemorato. Ma io non mi ricordo nullaaa…..

Intanto si porta velocemente un tavolino piccolo con una cornice di cartone a forma di televisore.

Il giornalista si siede:  Signore e signori buonasera, oggi c’era il sole,ma domani forse pioverà.

Questa sera invece si svolgerà il Grande Concorso di principesse intitolato “Chi l’ ha vista?”

Bella Addormentata, sempre con la mano appoggiata sulla spalla di Re Leone:

  Ma insomma non fate rumore che devo ancora finire il sogno

Giornalista:  Ecco a voi la prima principessa, Biancaneve, nel suo elegante abito disegnato da Valentino seguita dai suoi animaletti del bosco

Biancaneve sfila sul palco e il tavolo movendosi un po’ da smorfiosa , e mentre cammina cuciti al vestito ci sono i pupazzetti che sono gli animaletti e quindi ballonzolano dietro di lei ,torna indietro

Si sente la rana

Giornalista: Lasciamo perdere queste rane che danno noia, e ora è la volta della bella Cenerentola, luccicante nel suo abito da sera di Versace

Cenerentola  sfila sul palco e il tavolo movendosi un po’ da smorfiosa e agitando una borsetta che perde carbone,torna indietro

Si sente la rana

Giornalista: E per ultima ecco a voi la principessa Fiona, che veramente è la moglie di Shrek, ma nella vita non si sa mai, ed è davvero molto elegante e soprattutto molto allegra

Fiona sfila sul palco e il tavolo saltellando un po’ in modo buffo come per fare i campanili,torna indietro

Si sente la rana

Cappuccetto: ma non siamo nella giungla, che ci fanno qui tutte queste rane!

Tutti, ma uno dopo l’altro: Allora Smemorato, ti ricordi di qualcuna? Ti sembra di conoscerle?Non ti viene in mente proprio niente?

Smemorato: Macchè non mi sono ricordato neanche come mi chiamo!

Azzurro e Cappuccetto, allargando le braccia sconsolati: Ma sei proprio un disastro!

Si sente la rana

Tutti: ancora queste rane! Ma adesso dove possiamo cercare questa principessa?

                      Tutti sono sulla scena intorno al pozzo

Arrivano alcuni soldati stanchissimi (se hanno i costumi possono anche vestirsi diversi, da soldati romani ecc)

I soldati, se vogliono possono parlare con accento romanesco o napoletano, come nei film

 : Come siamo stanchi, chissà dove siamo…..

Re Leone: E voi chi siete?

Soldati: Siamo soldati, stavamo andando alla guerra ma abbiamo Perso la  strada….

Anche il Gatto e la Volpe salgono di nuovo sul palco e tutti si affollano, ma le voci si devono sentire bene:

 La guerra? E perché è scoppiata? Chi sta combattendo, e contro chi? Ma dov’è questa guerra?

Uno dei Soldati. Ma noi non lo sappiamo, ci hanno solo detto di partire per la guerra, ma le armi erano pesanti e noi abbiamo sbagliato strada….

Un altro soldato: Sentite, ma se invece di andare alla guerra ci fermiamo un po’ da voi? Potremmo aiutarvi a cercare la vostra principessa, noi siamo soldati siamo bravi a cercare

Lupo,Gatto e Volpe sghignazzando: Ma se non avete trovato neanche la strada della guerra dove dovevate andare! Va bene che uno non ci tiene tanto a trovare la guerra…

Si sente la voce della rana che stavolta intona una canzoncina

Lupo,Gatto e Volpe :Accidenti anche alle rane canterine, va bene vogliamo fare anche noi qualcosa di buono per una volta. Vi prenderemo l’acqua per dissetarvi

Buttano il secchio nel pozzo ma non riescono a tirarlo su, tirano tutti insieme ma non riescono. All’improvviso la corda cede e tutti ruzzolano per terra,e salta fuori una rana verde che saltella per tutto il palco

Le principesse una dopo l’altra: Questa rana mi ricorda qualcosa…

Ma non c’era quella favola che il principe bacia una ranocchia e quella diventa principessa?

Beh si potrebbe provare, tanto a questo punto…..

Smemorato: Vabbè che ho perso la memoria ma non sono mica scemo, non ci penso neanche a baciare una ranocchia

Ranocchia: E figurati io brutto come sei!

Tutti: Dai principe lo devi fare

Alla fine  Smemorato si convince, e gli butta un bacio con la mano

La ranocchia si alza in piedi e si pulisce la faccia, si sente un rullio di tamburi

C’era una volta: E ora ecco a voi Superman, o scusate, volevo dire la principessa

La ranocchia si apre sul petto il vestito verde, e sbuca fuori col suo vestito rosso di principessa

Smemorato: Adesso ti riconosco! Finalmente ho trovato la mia principessa!

Ranocchia: Sì’ ma peccato che non mi ricordo come ti chiami tu…….

La Bella Addormentata, si sveglia di colpo e viene davanti a tutti al centro del palco

Fermi tutti, finalmente  posso raccontarvi il mio sogno: ho fatto un sogno bellissimo, che tanti amici tutti insieme lasciavano da parte i loro problemi e si davano da fare per aiutare uno di loro. Pensate, poi ho sognato anche che il principe Smemorato trovava la sua principessa e sarebbero stati sempre insieme

Tutti ridendo: Sì ma questo è già successo dormigliona!

Bella Addormentata: Ma alla fine ho fatto il sogno più bello di tutti: che la guerra finiva per sempre, perché nessun soldato ci voleva più andare, nessuno più voleva combattere, e quindi non c’erano più eserciti a fare quello che volevano i generali, e un po’ alla volta smontarono tutte le armi, e con i pezzi fecero tante biciclette per tutti i bambini. E la guerra non ci sarà mai più

Tutti : Questo sì che è un  sogno bellissimo!

Principessa Ranocchia: Anch’io ho qualcosa da dirvi, il mio nome è Desiderata, perché sono stata cercata con affetto e con qualche risata da tutti quanti. Eppure ero tanto vicina, ma nessuno se ne accorgeva. Il racconto di questa favola vuol dire a tutti di non cercare lontano le cose buone che abbiamo vicino a noi, e che  anche il verso di una rana parla al nostro cuore se sappiamo ascoltare.

  Tutti si tengono per mano e vengono sul davanti del palco, anche se si sta stretti non fa niente.

Se ci sono anche i nani si siedono e gli altri in piedi dietro

C’eraUnaVolta: La compagnia vi saluta, e vi augura ogni bene e tanta serenità per il Santo Natale.

E mi raccomando, non mangiate troppo in queste feste, o non riuscirete più a stare seduti a giocare a tombola!

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 6 volte nell' ultima settimana
  • 33 volte nell' ultimo mese
  • 115 volte nell' arco di un'anno