Stampa questo copione

CINQUE

CINQUE

Di Claudio Salomoni

PROTAGONISTI:

- ANNA

- BARBARA

- CLAUDIA

- DANIELA

- ELENA

- LUCA

La scenografia è composta da un soggiorno di una casa moderna, con qualche richiamo agli anni sessanta ( lampade o quadri d’arte pop ), con un grosso divano al centro, un tavolo, 5 sedie e 5 porte ( per comodità di sceneggiatura le numeriamo partendo dalla sinistra del palco e le chiamiamo così: CUCINA (1) CAMERA DA LETTO (2) INGRESSO PRINCIPALE (3) BAGNO (4) BALCONE (5)  )

In scena c’è ANNA, seduta sul divano che legge un libro.

Suona il telefono.

ANNA si alza disturbata nel suo riposo

ANNA                                   A quest’ora ?

Sicuramente un errore

Il telefono continua a squillare

Magari l’ISTAT per una statistica sulle avvenenti single del giorno d’oggi

Si ferma quasi spaventata davanti alla cornetta del telefono

Magari che sia mia madre ?

… no, … no, … perché dovrebbe farlo ?

Finalmente risponde

pronto ?

Pausa ( non si sente la voce dall’altra parte )

Si sono io

Chi parla ?

Pausa

Si, … certo, … mi stavo chiedendo chi mai fosse ….

Pausa

Ma come fa a sapere che l’ho fatto ?

Chi è lei ?

Pausa

chi ?

Pausa

Si, … mi sono laureata a Pavia, ma …

Sbarra gli occhi

BARBARA, mio Dio, scusami

Dopo tanto tempo non avevo realizzato che fossi tu

Pausa

Sì 5 anni

Giusti, giusti

Pausa

No, … single convinta

tu ?

Pausa

ahhh ….

Tu non cambi mai

Fa un ampio cenno con la mano e mima un corpo da donna super carrozzata esagerando con il seno ed il fondoschiena proseguendo poi per tutta la lunghezza delle gambe e, arrivando ai piedi mimando una misura da gigante …

come ?

Pausa

Si, sempre allo stesso posto

Pausa

come ?

Pausa

Si, … si, … ripeto sempre “come” ad ogni domanda anche adesso …

Pausa

Co …  cosa ?

Certo, ti aspetto … Si

Pausa

ciao

Riaggancia il telefono e come un automa, con gli occhi sbarrati, va fino al divano e si lascia sprofondare come paralizzata dalla notizia.

La BARBARA

E’ qui e sta per salire

La BARBARA

Il nome dell’amica lo ripete come se avesse la bocca impastata

Tra 5 minuti sarà qui

La BARBARA

ride

Un paio di tette che si sono laureate

Restando quasi sempre al loro posto

Ride come se la raccontasse a qualche invisibile amica

Si, tra le mani del rettore

la BARBARA … e sta per venire qui

cazzo !!! Sta per salire qui !!!

urla come svegliatasi da uno choc. Corre intorno cercando di sistemare il possibile, raddrizza un quadro, cambia disposizione a dei soprammobili, su un comò prende una gondola “ricordo di Venezia” ( uno dei souvenir più orrendi della storia della città lagunare ) e lo fa sparire in un cassetto. La sua insicurezza si nota in tutto il suo maniacale tentativo di sistemare le cose.

Legge i titoli dei libri sulla mensola.

George Orwell, certo, questo non può mancare

Oscar Wilde, il mito

La cucina lombarda, no, Dio mio, questo no

E lo fa sparire nel solito cassetto

D’Annunzio …. Via ! via !

Stessa fine

Charles Henry Bukowsky, beh, questo…

Sta per farlo sparire

No ! Che si fotta la tettona, Buk non lo butto, mi ha sempre emozionato. Si, …. Rozzo, ma …

Campanello

Come ? Già qui ?

Va verso la porta d’entrata (3), sistemando ancora qualche cosa sul suo cammino e poi apre all’amica, una donna che sembra l’esatto opposto di ANNA, dove da una parte manca … dall’altra c’è abbondanza.

BARBARA                           Annina

E l’abbraccia forte sollevandola di peso da terra

tesoro mio

ANNA                                               … la BARBARA …

Imbarazzata sia nel tono che nei movimenti

Entra, accomodati, fai come se fossi a casa tua

BARBARA                           bello sentirtelo dire, avevo paura che … non mi volessi qui da te

ANNA                                               e perché mai … non ti avrei voluta ?

BARBARA                           sai, sempre per quella storia di Matteo

ANNA                                               Cosa ? Matteo chi ?

BARBARA                           ma si, dai … il laureando in medicina che sognavi ogni notte

ANNA                                   davvero non ricordo

BARBARA                           ma come no, quello che seguivi sempre in biblioteca al punto che sai meglio l’anatomia che la legge

ANNA                                               non direi visto che sono un ottimo avvocato

BARBARA                           beh io pensavo che tu, insomma che tu, ce l’avessi con me

ANNA                                               ma se non mi ricordo nemmeno chi cavolo sia questo …questo …

BARBARA                           Matteo

Ride allarga le braccia

sono sollevata, davvero

ANNA                                               mi fa piacere

BARBARA                           credevo che, se avessi saputo che me l’ero scopato, ti saresti arrabbiata a morte e che questo … avrebbe ucciso la nostra amicizia

ANNA                                               SCOPATO ?

Gli cade il libro che stava per riporre in libreria

BARBARA                           un paio di volte

ANNA                                               un paio ?

gli ricade il libro che aveva appena raccolto

BARBARA                           o forse tre … non ricordo bene

ANNA                                               come non ricordi bene, come si può dimenticare quello splendido  ….

Si accorge della gaffe

BARBARA                           già quello splendido ragazzo

Ride di gusto

peccato però

ANNA                                               peccato cosa ?

BARBARA                           che l’abbia scopato solo io

ANNA                                               Perché ?

BARBARA fa un segno con il pollice e l’indice per indicare che Matteo era … poca cosa ….

BARBARA                           Bello, molto bello davvero

con sarcasmo

BARBARA                           il nostro

ANNA                                               Pollicino

BARBARA                           già …Pollicino

Guarda in modo interrogativo l’amica

ANNA                                               non ero mica poi così imbranata, l’ho scopato anche io, cosa credi…

peccato per il suo PICCOLO difetto

BARBARA                           davvero un piccolo difetto

e ridendo abbraccia l’amica per poi sedersi entrambe sul divano.

BARBARA                           aspetta un attimo, arrivo

va fino all’uscita e si chiude la porta alle spalle

ANNA                                   la BARBARA … non ci posso credere, un paio di tette con gli sci incorporati

Mimando la lunghezza dei piedi dell’amica

Campanello

ANNA va ad aprire ed entra BARBARA con un paio di valigie ed un beauty-case in coordinato

BARBARA                           eccomi

entrando nell’appartamento e lasciando l’amica con la bocca aperta dallo stupore

 

BARBARA                           dove posso sistemarmi ?

ANNA                                               sistemarti ?

BARBARA                           solo un paio di giorni, tempo che passi la bufera

ANNA                                               bufera ?  ma se c’è il sole ….

Indica la finestra

BARBARA                           la mia bufera sentimentale, poi … con calma ti spiego… rilassati

ANNA                                               io sono calmissima solo che non mi aspettavo di doverti ospitare

BARBARA                           ho avuto qualche problemino

ANNA                                               uomini ?

BARBARA                           una donna

ANNA                                               COSA ?

BARBARA                           no, … no … cosa pensi …ho avuto problemi con una donna gelosa

ANNA                                               normale, no ?

BARBARA                           si , normale, peccato che fosse mia amica

ANNA                                               perché ne parli al passato ?

BARBARA                           perché, … ecco … allora, ti ricordi i tempi dell’università ?

ANNA                                               che domanda sono passati solo 5 anni

BARBARA                           il nostro gruppo, le ricordi tutte ?

ANNA                                   non ho ancora l’età per vivere di ricordi, ma è molto facile ricordare le migliori amiche d’università un gruppo affiatato di 5 donne, tutte matte

BARBARA                           esattamente

ANNA                                               io, tu poi CLAUDIA, DANIELA ed ELENA

BARBARA                           le magiche 5, le inseparabili, gli aggettivi si sprecavano

ANNA                                   si ma mica eravamo tanto amate, tra di noi si … d’accordo, ma suscitavamo anche parecchie invidie

BARBARA                           per forza ! si tocca il seno … chi c’era meglio di noi ?

ANNA                                               beh ! Insomma, arriviamo al punto, cosa c’entra l’università con

la BARBARA che mi piomba in casa con l’idea di farci le tende

BARBARA                           ragazza mia, non hai perso il vizio di essere diretta e schietta

meno male …

comunque, prima di venire qui da te ero stata a casa di ELENA

ANNA                                               ELENA …Non la vedo né la sento da …da ….

BARBARA                           5 anni

ANNA                                               esatto 5 anni giusti, ma dove abita ?

BARBARA                           Milano, fa la commercialista

ANNA                                   Logico … Comunque …Continua …

Sei stata a casa dell’ELENA, poi ?

BARBARA                           lei era felice di ospitarmi, davvero felice

ANNA                                               … ospitarti

lo dice sottovoce come per non farsi sentire dall’amica

BARBARA                           anche il suo compagno, Giorgio … gentilissimo, cortese

anche lui era MOLTO contento di OSPITARMI

Le parti in maiuscolo le dice accentuandole molto

ANNA                                               ci hai scopato

BARBARA                           MA CHE COSA DICI !!!! è lui che ha scopata me, un leone

ANNA                                               sei sempre la solita

BARBARA                           era tanto bello, dolce, forte e intraprendente

ANNA                                               ma ELENA …eravate amiche, come hai potuto fargli un torto simile

BARBARA                           io non ho fatto niente per incoraggiarlo…davvero, solo che lui …

lui …

ANNA                                   si, tu sei sempre stata la santa …con le tette nelle mani dell’uomo di turno

BARBARA                           hai usato un eufemismo per darmi della puttana ?

ANNA                                   No ! Mi era sembrato di essere stata molto chiara, ma, se non ricordo male eri proprio tu che dicevi sempre che la donna più è troia nel letto e più si tiene l’uomo stretto, stretto …

o ricordo male

BARBARA                           certo, hai ragione e la penso ancora così …

ANNA                                               ma com’è finita con ELENA ?

BARBARA                           si è accorta che il suo leone alla sera non ruggiva più …prima qualche sospetto, poi un giorno ha collegato il tutto ed io sono fuggita appena in tempo

ANNA                                   fuggita ?

BARBARA                           voleva uccidermi, ti rendi conto ?

solo per un po’ di sesso … voleva tagliarmi la gola

ANNA                                               e come mai hai pensato proprio a me ?

BARBARA                           Sei l’unica che non ha cambiato casa ne numero di telefono mi è bastato guardare nella mia agenda e … Bingo !

ANNA si alza e cammina nervosamente per la stanza

ANNA                                               Mi sorge un dubbio atroce …

BARBARA                           cioè ?

ANNA                                               il tuo stesso pensiero potrebbe averlo anche avuto …

Campanello

INSIEME                                          ELENA !!!

BARBARA                                       l’assassina !!!

urla correndo per tutta la stanza

ANNA                                                           devi nasconderti, svelta !

Rincorrendo l’amica

BARBARA                                       aiutami !!!

ANNA prendendo l’amica per un braccio la spinge verso la porta della cucina (1)

ANNA                                                           nascondi qui e cerca di startene un po’ zitta …

Campanello

ANNA                                               arrivo, arrivo

Esce dal nascondiglio BARBARA che corre a riprendersi le valigie ANNA le fa degli ampi cenni di andarsene velocemente

ANNA                                               chi è ?

da dietro la porta si sente una voce alterata

ELENA                                             sono ELENA

Esce ancora BARBARA dal suo nascondiglio e si riprende il beauty-case che aveva lasciato sul  divano ANNA le fa un segno come di un coltello alla gola

ANNA                                                           ELENA chi ?

ELENA                                             siamo state amiche d’università, non ti ricordi ?

ANNA                                                           ELENA ….ELENA ….

ELENA sempre più alterata bussa la porta

ELENA                                              dai fammi entrare, non fare la scema, come puoi non ricordarti del gruppo di amiche dell’università ?

ANNA apre la porta ed abbraccia l’amica

ANNA                                                           stavo scherzando, come avrei potuto dimenticarmi di te ?

anche se sono cinque anni che non ti fai sentire e ti presenti qui in casa mia come una specie di Attila l’Unno

ELENA                                             cerco una troia

ANNA                                                           un nuovo capitolo dell’Iliade : ELENA che cerca la Troia

ELENA                                              non scherzare, se trovo quelle tette senza cervello, le cambio la disposizione anatomica, la faccio pentire di essere nata …

ANNA                                                           scusa, ma chi stai cercando ?

ELENA                                             la BARBARA

ANNA                                                           e la cerchi qui da me ?

ELENA                                             sei l’unica che …

ANNA                                                           non ha mai cambiato indirizzo e telefono …. Lo so

ELENA                                             è qui vero ?

ANNA                                                           no, ma cosa dici ?

ELENA                                             me lo sento, più è vicina e più mi gratto

ANNA                                                           ti gratti ?

ELENA                                             si ! Una specie di orticaria nervosa …

si  gratta in modo nervoso in varie parti del corpo

ANNA                                               ma … scusami …se a te viene la rogna, io non posso farci nulla

ELENA                                              sempre diretta tu come al solito, ma io me lo sento la BARBARA è qui

e si dirige proprio verso la porta della cucina (1) dove si era nascosta BARBARA, ANNA corre e gli si para davanti

ELENA                                             lasciami passare, non difenderla

ANNA                                               io non difendo nessuno, solo …è che …insomma …non mi piace che si curiosi in casa mia sono una gran disordinata …..

ELENA                                              la peggiore scusa da quando Dio ha creato la donna, ma chi ti ha dato l’utero… la scuola radio-elettra ? Almeno sii donna nel mentire se devi dire una balla dilla convincente … come ogni donna sa fare

ANNA                                               forse io non sarò donna come te, ma in tribunale me la cavo benissimo

ELENA                                              ah , già, dimenticavo … sei un avvocato … pagata per dire delle balle … ma allora perché, nel tuo privato non sei capace di mentire ?

ANNA                                               guarda che io non mento, ti ripeto che li dentro non c’è nessuno

ELENA                                             spostati e fammi fare S. Tommaso

la spinge da parte ed apre la porta …

ELENA                                             ah .. ah … proprio come immaginavo ….

ANNA                                                           beh … sai …. Io …..

ELENA                                             è tutto in ordine, mi stavi mentendo

ANNA                                                           eh ??? …

guarda all’interno

ANNA                                                           e .. tu lo chiami ordine ? devo ancora lavare i piatti ….

Anche ELENA guarda dentro la porta e dalla porta dietro di loro (2)  esce BARBARA che di corsa s’infila nella porta del bagno (4)  dall’altra parte del palcoscenico

ELENA                                             comunque, avevi ragione, scusa se non ti ho creduta

la tr….

la …pu …….

La ….

ANNA                                                           la BARBARA

ELENA                                             si, appunto, la BARBARA non c’è ….

ANNA                                                           te lo dicevo

e si guarda intorno, non riesce a capire nemmeno lei come mai non ci sia in quella stanza

ELENA                                             posso fare una telefonata ?

ANNA                                                           certo, il telefono è li

e gli indica dove si trova l’apparecchio, vicino alla libreria ELENA si avvicina al mobile, dalla tasca prende un’agendina e sfogliandola trova il numero che cerca e lo compone

ELENA                                             pronto ?

pausa

si ciao, sono io

pausa

no, non c’era nemmeno qui

pausa

si sono da lei

pausa

sempre la stessa, lei non cambia mai ….

Pausa

certo, come no … ANNA, vieni al telefono

ANNA si avvicina stupita

ANNA                                                           pronto ?

pausa

cosa ?

pausa

chi ?

pausa

COME ?

Pausa

Certo … oddio, scusami … certo ….La CLAUDIA, Come potrei non ricordarmi di te

E fa il segno di un lungo naso

come ?

pausa

qui ? tu e la Dany ?

pausa

tra quanto ?

pausa

cosa ?  ….noooo  …. Daiiiiii

pausa

certo, vi aspetto, sarà bello riunirsi tutte e cinque

ELENA                                             cinque ?

ANNA                                                           cinque ! io, te, CLAUDIA e la DANIELA

conta con le dita

già ! Noi quattro

pausa

scusa ….

Riprende a parlare al telefono

Ciao

pausa

Si, a presto

Chiude il telefono

ELENA                                              Io non credo nei lapsus freudiani, tu hai detto cinque perché il tuo subconscio sa contare e tu, nonostante il lavoro che fai …

non sai mentire

ANNA                                                           ti sbagli, ero solo distratta

ELENA                                             sarà ma non ne sono molto convinta …

ANNA si gira e vede che BARBARA sta facendo capolino da dietro la porta del bagno (4) . Fortunatamente è di spalle ad ELENA che non può vederla, ma la situazione è pericolosa.

ELENA                                             posso andare in bagno ?

ANNA                                                           NOOO !

ELENA guarda stupita l’amica che ha fatto un’urlo da isterica …

ELENA                                             Ma sei scema ???? Faccio solo la pipì …non faccio odori ….

ANNA                                                           non puoi

ELENA                                             stai scherzando vero ?

ANNA                                                           no … non … Non funziona lo sciacquone

ELENA                                             che mi frega ? faccio solo 2 gocce d’acqua

ANNA cerca di trattenere ELENA

ELENA                                             e piantala ! lo scherzo è bello quanto dura poco ….

E si dirige verso il bagno (4), ANNA sprofonda nel divano tenendosi la testa tra le mani

ANNA                                                           sangue, sul mio pavimento di ceramica

guarda verso il pubblico con un espressione tra lo stupito e l’incantato ( con gli occhi sbarrati )

ANNA                                                           un casino pulire tutto, mi resterà la macchia

sempre con la testa tra le mani

ANNA                                               la casa si riempirà di polizia ….E dovrò lavare anche qui in soggiorno …

A quel punto esce dalla porta del balcone (5) BARBARA che scuote l’amica

BARBARA                                       cavoli ! saranno almeno 20 gradi sotto zero la fuori ….

ANNA la guarda come se si trovasse davanti ad un fantasma

BARBARA                                       cerca di mandarla via al più presto …ne va della mia vita

ANNA                                                           … e dei miei pavimenti ….

BARBARA corre nuovamente a nascondersi nella cucina (1) e proprio mentre chiude la porta esce ELENA dal bagno.

ELENA                                             avevi lasciato la finestra aperta

ANNA                                                           davvero ?

ELENA                                             certe distrazioni costano salate, il riscaldamento non lo paghi ?

ANNA                                                           è condominiale …

ELENA                                              io ce l’ho termo-autonomo ma spendo sempre … almeno un rene a stagione …

ANNA                                                           un rene ?

ELENA                                             si lo vendo …. Per pagare la bolletta

ANNA                                               cosa ?  …ops …  scherzi sempre ….Ed io che ci stavo per credere ….

ELENA                                             Ma …come ti va il lavoro ?

ANNA                                                           benissimo, perché

ELENA                                             no, così … strano …

ELENA va verso la porta d’entrata

ELENA                                             non sono ancora arrivate ?

ANNA                                                           cosa ?

ELENA                                             sveglia !! le ragazze non sono ancora arrivate ?

ANNA                                                           no, perché ?

ELENA                                             mi era sembrato di aver sentito un’altra voce …

Si dirige verso la porta della camera da letto (2) e guarda dentro con fare circospetto

ELENA                                             eppure ….Se il mio istinto non mi tradisce ….

Va verso la porta della cucina (1) ( proprio dov’è nascosta BARBARA)

ANNA                                                           si può sapere che cosa ti prende ?

e alzandosi va verso di lei, le mette una mano attorno alle spalle

ANNA                                                           ti vedo strana …che ansiolitici prendi  ?

ELENA si gratta distrattamente

ELENA                                             Ansiolitici ?  No, cara … Io non ne uso di prodotti chimici                                                           solo cose naturali

ANNA                                                           prodotti omeopatici ?

ELENA                                              No tesoro, solo tanto sano sesso…ore ed ore di sesso…allo sfinimento … e non ti viene la depressione di sicuro

ANNA                                               ore ed ore ……però …. Chi hai trovato come amante? Un vero macho

ELENA                                             mica serve che ci sia sempre lui ….

ANNA                                                           cosa ?

ELENA                                             ho comprato un vibratore

ANNA                                                           ma dai !?! non ci credo

ELENA                                             giuro !  E non mi vergogno, certo meglio di tutti gli psicologi e

di tutti gli ansiolitici del mondo

ANNA                                                           ma …

ELENA                                             ti ho scioccata ?

ANNA                                                           no … ne ho uno anche io ….

E si abbracciano ridendo ….

Campanello

Mentre si avvicinano insieme alla porta ANNA fa un gesto come di scampato pericolo ( come se si tergesse il sudore dalla fronte )

ANNA apre la porta

ANNA                                                           la CLAUDIA

e l’abbraccia baciandola tre volte

ANNA                                                           la Dany

e abbraccia anche lei con lo stesso sistema

ANNA                                               quanto tempo …siete sempre uguali, sempre …. Bellissime… giovanili….

CLAUDIA                                        anche tu non sei cambiata tesoro

DANIELA                                        a parte qualche filo bianco qui e la ….Sei sempre la stessa

E le tocca i capelli come per dare forza alle sue parole …

ANNA                                                           filo bianco ?

ELENA                                             non te la prendere, sono solo gelose

ANNA                                                           filo BIANCO ????

DANIELA                                        sempre permalosa e credulona …

ANNA

( rivolgendosi ad ELENA a bassa voce )

ma si vede la ricrescita ?

ed abbassa la testa

ELENA                                             STAVANO SCHERZANDO ! … E che cavolo…

ANNA                                                           si, si me n’ero accorta. …solo che ho fatto la tinta da poco ….

Entrate, accomodatevi

Le quattro amiche vanno verso il divano, si siedono Claudio e DANIELA con ANNA in mezzo mentre ELENA resta in piedi, grattandosi sopra pensiero. Le tre amiche la guardano, lei è come assorta, continua a grattarsi, poi indicando le porte le conta ad alta voce

ELENA                                              uno  … vista, due … vista anche quella, tre… sono arrivata da li ….quattro, il bagno, troppo piccolo e freddo, con la finestra aperta ….

Il prurito aumenta

la finestra aperta … che da ….

Va verso la porta cinque

sul balcone … ah ! ah !

grida isterica guardando fuori dalla porta del balcone

ho capito tutto, la troia è qui

CLAUDIA                                        chi ?

ANNA                                                           crede che BARBARA sia qui …

DANIELA                                         la BARBARA ? che bello, tutte e cinque insieme … come una volta

CLAUDIA                                        ma sei pazza ? quella l’uccide …

ELENA                                             è qui vi dico, me lo sento

e si gratta per sottolineare la cosa

BARBARA esce dal suo nascondiglio

BARBARA                                       sono qui ! … E allora ? che cosa mi vuoi fare ?

l’atteggiamento è minaccioso, le due rivali sono alle estremità del palco, una di fronte all’altra, sembra un duello da far west, ANNA fischia il motivo di “per un pugno di dollari “  di Morricone

ELENA                                             spero tu abbia fatto testamento

BARBARA                                       invece di usare dei vibratori, perché non ti tieni più stretto il tuo uomo ?

CLAUDIA e DANIELA insieme     vibratori ?

ELENA                                             il mio uomo lo spompavo da mattina a sera

BARBARA                                       allora perché, spiegami perché, quando siamo restati soli in casa mi ha attaccata come un toro di Pamplona ?

ELENA                                             ti ha attaccata ?

BARBARA                                       un selvaggio … uno …

splendido ( lo dice a mezza voce )

toro selvaggio che appena mi ha raggiunta mi ha trattata da giumenta

ELENA                                             il mio Giorgio ?

è stupita ….

BARBARA                                       mi sono sentita un oggetto … una donna da usare e buttare …

una puttana

ANNA                                                           quindi a tuo agio …..

BARBARA la guarda male …

ELENA                                             il mio Giorgio, che non si toglie mai la maglia della salute.

Fa sempre sesso con i calzini … che farebbe diventare frigida una attrice pornografica

BARBARA                                       ti giuro, io non ho preso l’iniziativa, sono stata

quasi ( a mezza voce )

passiva, credimi

le due donne si avvicinano sempre minacciose

ELENA                                             puttana

BARBARA                                       frigida

ELENA                                             io non  sono frigida

BARBARA                                       lo so, ma io invece un po’ puttana lo sono sempre stata

ELENA                                             questo è vero

CLAUDIA

DANIELA ed ANNA in coro          sicuramente

le due rivali si abbracciano ridendo

BARBARA                                       mi hai perdonata ?

ELENA                                              No di certo! Ma almeno ho buttato fuori quel traditore di Giorgio ed ho capito che era uno che faceva il doppio gioco, solo grazie a te e per questo ….Credo …

BARBARA                                       si ?

ELENA                                             che ti lascerò vivere …

prende una sedia e si siede al lato del divano, BARBARA va anche lei per prendersene una, ma sceglie la strada da dietro il divano, come per evitare comunque ELENA.

C’è silenzio, le donne si guardano, nessuna parla, una cerca di accennare qualcosa, ma poi ci ripensa e ritorna a tuffarsi nel suo silenzio. Imbarazzante, ma immobile, nessuna riesce a venirne fuori. ANNA si alza dal divano

ANNA                                                           prendete un caffè ?

CLAUDIA                                        certo ! è quello che ci vuole

BARBARA                                       io con un po’ di latte

ELENA                                             a me lo fai corretto grappa

DANIELA                                        grappa ?

ELENA                                             certo, mi scuote come un terremoto … e ci ho preso gusto

DANIELA                                        è buona anche la sambuca nel caffè

ANNA                                                           si, ma non ne ho in casa

DANIELA                                        allora grappa anche per me !

ANNA                                                           vado, cercate di non uccidervi nel frattempo

BARBARA                                       vuoi una mano ?

ANNA                                               no tesoro, resta pure comoda … io, te e le tue tette non ci stiamo insieme in cucina

BARBARA                                       è tutta invidia ….

ANNA                                                           no, no, per carità … dovrei cambiare posizione nel dormire …

BARBARA                                       chiaro, tu dormi a pancia in giù, tranquillamente

e fa con la mano un segno come di una tavola liscia

ANNA                                                          il seno migliore sta nelle coppe da champagne

BARBARA                                       vero ! ma non nei bicchierini da vodka ….

ANNA se ne va mandandola a quel paese ed entra in cucina ( 1 )

DANIELA                                         sempre la stessa la nostra ospite, non è mai cambiata, pensate che non l’ho mai vista con un uomo all’università

BARBARA                                       ma no, ma no !! mi confessato che si è scopata lo stesso uomo che scopavo io … un tale Matteo

CLAUDIA                                        Matteo chi ?

BARBARA                                       il cognome non me lo ricordo, era un laureando in medicina

DANIELA                                        Matteo che studiava medicina

La faccia preoccupata, corrucciata

BARBARA                                       mi ricordo solo che lo chiamavano Pollicino

CLAUDIA                                        nooooo !

Urla

non può essere

ELENA                                             che ti succede ?

CLAUDIA                                        era il mio moroso

BARBARA                                       ops ….

DANIELA                                        come faceva di cognome ?

CLAUDIA                                        Orsini

DANIELA                                        cazzo, no !!

ELENA                                              ahhh ! cavoli lo conosco … me l’ero scopato anche io, ma non lo sentivo nemmeno … tanto bello e tanto … poco …

DANIELA                                        anche tu ?

ELENA                                             si perché ?

DANIELA                                        è mio marito

TUTTE LE ALTRE INSIEME         cosa ?

ANNA esce con la testa dalla porta della cucina

ANNA                                                           incredibile

e se ne torna dentro

DANIELA                                         ex da parecchio, c’eravamo sposati appena laureati, ma lui … come dire … lui mi ha tradita

ELENA                                             benvenuta nel club delle cornute

DANIELA                                        ma almeno per te … è stato normale

ELENA                                             come normale

BARBARA                                       spiegati meglio

DANIELA                                         no, intendevo dire … almeno a te ti ha tradita … con una donna

TUTTE INSIEME                             era gay !!

ANNA uscendo con la testa dalla porta

ANNA                                               certo che abbiamo classe e gusto nel sceglierci gli uomini, siamo state capaci di scoparci tutte e cinque lo stesso uomo  ma, particolare insignificante … preferisce gli uomini a noi !!!

e torna in cucina

CLAUDIA                                        acida !

DANIELA                                         ha ragione ! Ci ha provate tutte, dalle piatte alle tettone e poi ha scelto gli uomini

ELENA                                              i gay non scelgono di diventarlo, è una condizione ormonale, lo sono e basta

BARBARA                                       ma se non fosse stato per il suo …Pollicino … Non era poi tanto male a letto

DANIELA                                        io ho sempre avuto splendidi rapporti con lui

ELENA                                             ma dai

DANIELA                                        davvero, a volte voleva stare sotto lui, ma … nel complesso

BARBARA                                       preferiva stare sotto ….Un maschio !

CLAUDIA                                        ma c’è una gara di cinismo ? no,  perché sembra che la Dany ci soffra ancora per il suo perduto ….Amore ….

ANNA uscendo dalla cucina con il vassoio e la caffettiera fumante

ANNA                                               ecco il caffè donne, impegnate la bocca per mandare giù qualcosa di caldo, avete detto troppe cattiverie e dovete sciacquarvi la gola

ELENA                                             dove tieni i liquori ?

ANNA                                                           nella vetrina del mobile dietro di te

Le amiche si siedono al tavolo per consumare il loro caffè mentre ELENA trova nel mobile la bottiglia di grappa e la mette sul tavolo in modo solenne.

CLAUDIA                                        ecco a voi le 5 amiche 5

che non si vedono da 5 anni 5

che si sono scopate lo stesso uomo tutte e 5

e che ….

DANIELA                                         un momento … ma, non notate un che di magico in questo numero ?

ELENA                                             cosa intendi ?

DANIELA                                        guardati intorno , siamo in 5 …  5 sedie …5 cuscini

ANNA                                                           5 porte

BARBARA                                       io porto la quinta

CLAUDIA                                        questo non centra

DANIELA                                        ma fa sempre parte del 5 … inteso come formula magica

ELENA                                             la cosa è intricante, ma io non ci vedo altro che un numero

anche se, obbiettivamente, se io fossi una che crede nelle coincidenze … questa è davvero bella

ANNA                                                           va beh ! prendiamo il caffè  … quanto zucchero?

ELENA                                             uno

CLAUDIA                                        uno

BARBARA                                       amaro, sono troppo dolce io … e quindi non voglio esagerare

DANIELA                                        uno

ANNA                                                           per me due, io sono acida e devo addolcirmi

DANIELA                                        e fanno 5

ELENA                                             cosa ?

DANIELA                                        i cucchiaini di zucchero

BARBARA                                       ora non esageriamo su ….

DANIELA                                         magari non significa nulla, ma perché non lasciare nell’aria un po’ di mistero, come se fosse un’essenza che c’intorpidisce i sensi …

CLAUDIA                                        in fondo, ognuno crede quello che vuole

ANNA                                                           …se crede …

BARBARA                                       non sarebbe più pratico parlare del tempo perduto ?

di tutte le nostre esperienze in questi 5 anni … dei nostri successi, le nostre delusioni, i nostri amori … insomma della nostra vita che …da amiche non abbiamo condiviso

CLAUDIA                                        bell’idea, ma … da dove cominciamo ?

DANIELA                                        lo so io come fare

ANNA                                                           cioè ?

DANIELA                                        cominciamo con un gioco

ELENA                                             un gioco ?

DANIELA                                        si una cosa semplice ma divertente, vedrete

ANNA                                                           ok , proviamoci

DANIELA                                        hai un bloc-notes ?

ANNA                                                           certo, te lo prendo subito

va verso la libreria, apre un cassetto e tira fuori un bloc-notes nuovo

DANIELA                                        anche 5 biro

ANNA                                                           certo, certo

e dallo stesso cassetto tira fuori una scatola intatta di penne biro e ne tira fuori 5

ELENA                                             ma hai una cartoleria in quel cassetto ?

ANNA                                               no, sono previdente e compro sempre il materiale per l’ufficio in offerta al 3 per 2 … così risparmio …

ELENA                                             chi ti sposa trova un tesoro … nel vero senso della parola …

ANNA                                               tanto a me non mi vuole nessuno ….

CLAUDIA                                        dai siediti, così la smetti di lagnarti e sentiamo che razza di gioco vuole fare la nostra Dany

DANIELA                                         allora, ognuna di noi scrive il nome delle altre su un foglio bianco, così ognuna di noi avrà 4 fogli davanti, poi … in ogni foglio dovrà scrivere 5 difetti dell’amica

BARBARA                                       difetti ? ma non finiremo per sbranarci alla fine ?

DANIELA                                         no, sono anonimi, scritti in stampatello … poi, in altri 4 fogli metteremo i pregi ma … solo dopo

ELENA                                             e chi vince ?

DANIELA                                         vince chi indovina da dove arrivano tutti i quattro fogli, ma poi in pratica vedrai … sarà un modo per conoscerci tutte meglio

ANNA                                                           strano, ma mi piace

CLAUDIA                                        io non ho problemi, proviamoci

ANNA distribuisce i fogli per ognuna delle ragazze ed anche le biro, poi tutte si fermano e si guardano, come per scrutare ognuna i difetti dell’altra che magari gli erano sfuggiti.

DANIELA                                         non scrivete temi, poche parole o meglio ancora un solo aggettivo

BARBARA                                       non mi viene in mente nulla … devo concentrarmi

ELENA                                             guardati le tette … magari il cervello si connette

BARBARA                                       ecco, per te il primo l’ho trovato subito…

DANIELA                                        silenzio, non dirlo adesso

Passano pochi minuti

ANNA                                                           finito

DANIELA                                        anche io

CLAUDIA                                        io ho finito da un pezzo

BARBARA                                       un attimo ….Ecco… fatto ho finito anche io

ELENA                                             ci sono anche io

Le donne restano con i foglietti girati davanti a loro

DANIELA                                         allora mettiamo qui al centro quelli di ANNA, poi un altro mucchietto qui per quelli di CLAUDIA, qui mettiamo quelli di DANIELA,  qui invece quelli di ELENA e qui i miei

i biglietti vengono disposti ordinatamente

DANIELA                                         ora li mischiamo in modo che non si possa riconoscere il mittente … da dove cominciamo ?

ANNA                                                           partiamo da me, dai, sono curiosa

CLAUDIA                                        sicura ?

ANNA                                                           al massimo vi butto tutte fuori di casa …..

DANIELA                                        ok ! eccoti i tuoi biglietti, cominciamo a leggere il primo ?

ANNA                                                           dai,  dai

ELENA                                             leggo io : ACIDA

ANNA                                                           beh questa è una vecchia accusa, credo di essere cambiata

ELENA                                             FRIGIDA

ANNA                                                           qui il campo si restringe

ELENA                                             INSICURA

ANNA                                                           ok, lo so chi mi ha scritto questo

DANIELA                                        vuoi dirlo o preferisci aspettare ?

ANNA                                                           aspettiamo

ELENA                                             TIRCHIA

ANNA                                                           previdente, si chiama essere previdente ed oculata nelle spese

ELENA                                             PROBABILMENTE LESBICA

ANNA                                                           Sei stata tu vero Dany ?

DANIELA                                        si, ma come hai fatto a beccarmi ?

ANNA                                               sai, quei giochetti che facevamo a casa tua, non piacevano solo a me … o ricordo male ?

DANIELA                                        cosa ?

CLAUDIA                                        ah però !

ANNA                                               tu ululavi che non volevi altro che me … poi ti sei sposata mentre io ti ho sempre portata nel mio cuore, ma senza essere mai più andata con nessun’altra donna. Infatti ho un uomouna storia seria

CLAUDIA                                        fantastico

ANNA                                                           ed è anche un …un vero stallone

BARBARA                                       bene , ti abbiamo scoperta calda e focosa come un treno

leggi gli altri biglietti

ANNA                                                           ok

CLAUDIA                                        leggo io adesso

gira il secondo biglietto

CLAUDIA                                        TIRCHIA

ANNA                                                           avanti

CLAUDIA                                        FREDDA

ANNA                                                           che può fare da sinonimo a frigida ….

CLAUDIA                                        COMPLESSATA

ANNA                                                           almeno questa è nuova

CLAUDIA                                        SINGLE

ANNA                                                           ho già capito, ma … ti prego, continua

CLAUDIA                                        NON HA GUSTO NELL’ARREDAMENTO

ANNA                                                           ok è quello di BARBARA vero ?

BARBARA                                       verissimo, ma come cavolo hai fatto ?

ANNA                                                           solo tu potevi mettere single come un difetto ….

CLAUDIA                                        e brava l’avvocato, continuiamo

ANNA                                                           leggi gli ultimi due insieme che così mi sbrigo prima

CLAUDIA                                        va bene, come vuoi

mette i bigliettini uno in fianco all’altro e comincia

CLAUDIA                                        TIRCHIA, e qui TIRCHIA

ANNA                                                           non è vero comunque … solo che non mi piace buttare i soldi

CLAUDIA                                        SOLA qui invece ACIDA

ANNA                                                           avanti

CLAUDIA                                        INSICURA e FREDDA, Poi ancora … DALTONICA e CAMPAGNOLA

ANNA                                                           campagnola per me è un pregio,  ma ti prego, continua

CLAUDIA                                        SI NASCONDE DENTRO AD UN GUSCIO, Mentre invece qui … COMPLESSATA

ANNA                                               anche questi sono molto facili, il primo è il tuo CLAUDIA mentre l’altro è di ELENA

CLAUDIA                                        sei un mostro in questo gioco

ANNA                                               guarda che è molto facile, tu mi hai sempre voluto bene ed anche i miei difetti li hai addolciti, io non sono daltonica …

ho solo ereditato questo divano che, lo so anche io … fa schifo

ma non ci posso fare niente … a cavallo donato …. Come si dice

ELENA                                             io l’avrei buttato invece

ANNA                                               tu sei sempre stata così … così …superiore ….Il fatto che ti sei trasferita a Milano ti ha fatto sentire a casa tua, un posto dove nessuno si conosce, dove non ci sono rapporti interpersonali … se non sporadici … a te la provincia è sempre stata stretta

BARBARA                                       comunque questo gioco fa schifo

DANIELA                                        perché ?

BARBARA                                       diciamo i difetti, buttiamo benzina sul fuoco, questa dovrebbe essere l’occasione per riunirci, magari solo per oggi … un solo giorno, ma almeno il nostro gruppo, le 5 magiche 5 sarebbero unite e solidali come un tempo

ANNA                                               effettivamente … sembra una gara al massacro … dire 5 difetti è cattivo, molte di voi ne hanno solo uno … gli altri sono sforzati, tirati per i capelli, non valgono

BARBARA                                       per esempio fammi vedere i miei

E prende i 4 bigliettini che la riguardano dal tavolo e si alza per evitare che le altre la fermino

BARBARA                                       PUTTANA, SQUALLIDA, FALSA, INFIDA, PIEDONA E questo è solo il primo …. PUTTANA, Idem, Idem, Idem,  Idem, Questo è tuo ANNA vero ?

ANNA si alza e si avvicina a lei ( al centro del palco )

ANNA                                               Certo, come ti dicevo uno basta ed avanza … anche se non è propriamente un difetto visto la tua filosofia di vita non lo reputerei offensivo

ANNA si siede sul divano

BARBARA                                       lasciamo stare, continuo … PUTTANA … MIGNOTTA … TROIA … BAGASCIA … MERETRICE … Questo è di DANIELA, visto che tutti conosciamo la sua vena spiritosa basata sui sinonimi

DANIELA fa solo un cenno con la mano ma non si alza, come se fosse intimorita

DANIELA                                        colpita

BARBARA                                       credo che il primo sia stato dell’ELENA a questo punto

ELENA si alza e si avvicina a BARBARA con fare minaccioso

ELENA                                             esatto

BARBARA                                       non mi stupisce, visto quello che è successo tra di noi per colpa mia o no … ti capisco

ELENA                                              si, sono nella fase di sbollimento della rabbia, non sempre contengo l’animale che dentro di me vorrebbe ribellarsi ed uscire

e si siede sprofondando sul divano

CLAUDIA quasi sottovoce, come per non farsi sentire da ELENA dice nell’orecchio di DANIELA

CLAUDIA                                        di che animale parla ?

DANIELA                                        di una Mucca, certamente , usando un sinonimo

BARBARA                                       l’ultimo, quello di CLAUDIA, leggiamo …

SOLA, LAUREATA ? , TRUCCO PESANTE, I SOLITI PIEDI , LE SOLITE TETTE

CLAUDIA                                        si sono stata io ….

BARBARA                                       tu sei sempre stata quella con il cuore più buono di tutte noi

comunque ti rispondo in ordine

NO, ho un magnifico uomo che , quando può mi soddisfa a pieno

SI, mi sono laureata con il massimo dei voti in Archeologia

Si, sono sempre stata una che si trucca troppo

Si e si, i piedi e le tette non li posso ridurre

I primi mi aiutano a tenere su tutto questo ben di Dio

E si tocca le tette con il solito gesto un po’ volgare

ELENA                                             ah… però, un archeologa, una specie di Indiana Jones

BARBARA                                       solo nei film vedi gli archeologi che vivono avventure io passo moltissimo tempo in scavi nel deserto e molto di più nei musei

e sui libri, molto meno romantico ed avventuroso di quanto uno creda

ELENA                                             allora parlaci del tuo stallone

BARBARA                                       bello, selvaggio, proibito

in risposta veloce a queste parole

CLAUDIA                                        proibito ?

ELENA                                             selvaggio ?

ANNA                                                           bello ?

BARBARA                                       si, si ed ancora si,  è molto bello, è un selvaggio, un amante instancabile … e … essendo appunto un amante …. proibito

DANIELA                                        te la fai con un uomo sposato ?

BARBARA                                       no, non è sposato … ma è fidanzato e non può essere sempre con me come lo vorrei io

CLAUDIA                                        ma come fate ?

BARBARA                                       semplice, quando i nostri impegni coincidono ….Motel ….e tanta passione

ELENA                                             banale …

ANNA                                                           come banale …non mi sembra …

ELENA                                             io il mio amante lo incontro nel mio studio

Tutte insieme                                     amante ?

ELENA                                             si,  bello, ricco, dolcissimo

ANNA                                                           racconta, non lasciarci qui con il fiato sospeso

ELENA                                             è un cliente del mio studio, all’inizio era solo lavoro …ora ….

Viene da me verso sera, quasi all’ora di chiusura … E poi …Ci tratteniamo … a volte anche per un’ora …

BARBARA                                       stanno saltando fuori un bel po’ di altarini ….

DANIELA                                        anche io ho l’amante

Tutte insieme                                     la DANIELA ?

DANIELA                                         vi stupisce ? sono una bomba del sesso da quando ho divorziato

BARBARA ( ridendo )                     non ti ci vedo molto in calze autoreggenti e movenze feline,  scusami tesoro, ma sai che sono molto sincera

DANIELA                                        invece ci sono lati di me che non conoscete

ANNA                                                           io ne conosco qualcuno in più  ….

DANIELA                                         a parte te …..io comunque da quando ho divorziato non mi lascio scappare nessun’occasione

ELENA                                             parlaci di lui ….

DANIELA                                        bello, remissivo, sottomesso

ANNA                                                           un perverso ….

DANIELA                                        no, no … gli piace solo che sia sempre io a comandare

ELENA                                             tanto tu eri pratica …..

DANIELA                                        io sono brava a fare la padrona in pelle nera

CLAUDIA                                        da vedere…..un würstel non può diventare sexy …sarà sempre e solo un würstel vestito di nero …

DANIELA                                         magari lui vede in me quello che voi, invidiose, non riuscite a vedere e soprattutto non volete vedere

BARBARA                                       ma tu con chi fai l’amore, scusa …. Ray Charles ?

DANIELA                                         va bé , non sarò una super gnocca come voi, ma … a lui piaccio…

ELENA                                             particolari ….dacci dei particolari …

DANIELA                                        ci siamo conosciuti al corso di sushi

ANNA                                                           sushi ? che schifo !

DANIELA                                         comunque, lui era molto imbranato, non riusciva mai a fare gli esercizi pratici ed un giorno gli ho detto che era un incapace ed un imbranato anzi gli ho gridato sulla faccia tutta la mia frustrazione  e lui …

BARBARA                                       lui ? … continua ….

DANIELA                                         lui si è inginocchiato davanti a me e mi ha detto una frase sconcia …

io gli ho dato una sberla … volevo ucciderlo …

BARBARA                                       poi ? ….non farci stare in pena …

ELENA                                             dicci anche la frase sconcia ….

DANIELA                                         poi casa mia,  poche parole, molte sberle e … altro …e tanto sesso e …continua così ogni volta che possiamo vederci

ANNA                                                           potete vedervi …..è impegnato ? sposato ?

DANIELA                                         no, ma ha una donna fissa, che non lo capisce e non conosce le sue …. deviazioni …

ANNA                                                           solo io e CLAUDIA allora siamo salve ?

CLAUDIA                                        tu forse … io no …

BARBARA                                       no CLAUDIA, tu no … mi crolla un mito …

CLAUDIA                                        mi dispiace,  ma ho un uomo anche io … e, … credo sia … sposato

ELENA                                             TOMBOLA !

ANNA                                                           credi  ?

CLAUDIA                                        si

DANIELA                                        racconta

CLAUDIA                                        bello, possessivo, dominatore

ELENA                                             particolari, dai, mettici del pepe

CLAUDIA                                        lui viaggia spesso per lavoro, quando passa dalle mie parti ….

Mi chiama e mi dice : Passo tra quindici minuti e …

E …. Mi dice come vuole che mi vesta

BARBARA                                       cose strane ?

CLAUDIA                                        no, ma sempre diverse e devo sempre recitare una parte, una cosa particolare, che so la fatina di pinocchio o cenerentola.  Poi lui arriva mi prende con forza e passione, mi seduce e mi abbandona nell’arco di 20 minuti

ELENA                                             sempre e solo venti minuti d’amore ?

CLAUDIA                                        si,  ma io lo amo anche per questo

ANNA                                               beh ! almeno il mio uomo, quando non viaggia mi dedica del tempo ed è un uomo dolcissimo, attento, tenero e … per di più bello

BARBARA                                       ma non avevi detto al telefono che eri single ?

ANNA                                               beh ! lo sono in effetti, il fatto che abbia un uomo che frequento non fa di me una moglie e forse non siamo nemmeno ufficialmente amanti ….ma …

BARBARA                                       scopate come ricci …

ANNA                                                           Più o meno … almeno LUCA è sempre con me ….

BARBARA                                       LUCA ?

ANNA                                                           si perché ?

BARBARA                                       anche il mio uomo si chiama LUCA

CLAUDIA                                        anche il mio

ELENA                                             ed anche il mio

DANIELA                                         non ci crederete, ma anche il mio schiavetto si chiama LUCA un altro ripetersi del magico numero 5 ….

ELENA                                              io non credo molto alle coincidenze, cognomi, dai … sveliamoci i nostri più intimi segreti … fuori i cognomi

BARBARA                                       non mi sembra corretto

ELENA                                              che ci frega, non vorrai che il destino ci ha messe tutte e 5 nel letto e tra le braccia dello stesso uomo ?

ANNA                                                           si, vero, è impossibile

ELENA                                             ok!  Allora , fuori i cognomi

CLAUDIA                                        comincia tu

ELENA                                              bene … io tradisco un segreto professionale … ma vista l’occasione

DANIELA                                        dai, dai …

ELENA                                             si chiama LUCA

Pausa …. Le guarda tutte negli occhi e si abbassa con fare cospiratorio …..

ELENA                                             LUCA Adorni

CLAUDIA sviene sul divano che fortunatamente era proprio dietro lei, DANIELA si siede su una sedia e prende la bottiglia di grappa che era rimasta sul tavolo e la comincia a bere a collo, ANNA è immobile con gli occhi sbarrati e la bocca aperta. BARBARA si avvicina a DANIELA, gli strappa la bottiglia, gli fa segno di no poi si attacca lei al collo della bottiglia e si siede come se fosse appena tornata da una maratona di 40 chilometri.

ELENA non ha ancora capito che cosa sta succedendo, si guarda in giro

ELENA                                              ma che succede ?

DANIELA                                        andiamo tutte a letto con lo stesso uomo … scema

ANNA                                                           il mio LUCA

BARBARA                                       il nostro LUCA vorrai dire

CLAUDIA ( riprendendosi )             lo stesso uomo … tutte e cinque

ELENA ( che ora ha finalmente capito la situazione )

non è possibile …non è possibile

Va verso il mobile dove ha trovato la grappa e prende una bottiglia di bourbon e, ci si attacca a collo

ANNA                                                           non è possibile

BARBARA e ELENA fanno cin-cin con le bottiglie

BARBARA ed ELENA insieme      possibile, stranissimo ma … possibile

E ricominciano a bere

ANNA                                                           e adesso che facciamo ?

CLAUDIA                                        non saprei …. Bisogna pensarci su

ELENA                                             ho bisogno di fumare una sigaretta … posso ?

ANNA                                                           no, non in casa … vai sul terrazzo se vuoi

ELENA                                             ok, ok

Prende dalla borsetta le sigarette e va in terrazza (5)

DANIELA                                         io posso sfruttare il bagno ? Tutta questa tensione mi ha scombussolata …..

e si alza tenendosi la pancia

ANNA                                                           certo, la porta dietro di te

DANIELA                                        grazie

e va in bagno (4)

BARBARA                                       io un idea ce l’avrei ….

CLAUDIA                                        dai spara

BARBARA                                       ricordate i tempi dell’università ?

cosa facevamo per prendere decisioni importanti ?

ANNA                                                           aglio, olio e peperoncino

BARBARA                                       esatto, spaghetti aglio, olio e peperoncino

CLAUDIA                                        finalmente un’idea intelligente da quell’apparato a te sconosciuto che hai a due spanne sopra alle tette …..

BARBARA si misura due spanne partendo dal seno

BARBARA                                       ah, che spiritosa ….

Torna ELENA dalla rapida fumata che ha fatto in terrazzo ( una cosa veloce visto che c’è freddo)

ELENA                                              mamma mia che puzza di fogna esplosa nel deserto che c’è li fuori ….

           

DANIELA esce dal bagno proprio in quel momento

DANIELA                                        ahhhhhhh

Un lungo sospiro

DANIELA                                        adesso sto proprio meglio

Le altre tre ridono

ELENA                                              cosa succede ? perché ridete ?

ANNA cambiando discorso

ANNA                                               abbiamo deciso di metterci davanti ad un piatto di spaghetti aglio olio e peperoncino per cercare di decidere sul da farsi come ai tempi dell’università

DANIELA                                         ottima idea, bisogna accompagnare il piatto con un vinello importante … che ne dite ?

ELENA                                             sicuro ! Io vado a prendere il vino, chi viene con me ?

DANIELA                                        vengo io, io l’ho proposta ed io ti accompagno ….

ed escono dall’appartamento(3)

ANNA                                                           benissimo, vado a mettere l’acqua sul fuoco

CLAUDIA                                        … e io ti taglio l’aglio

Ed insieme vanno in cucina (1) , lasciando da sola BARBARA.

BARBARA resta ammutolita dalla situazione che si è venuta a creare, poi si siede sul divano.

BARBARA                                       loro sempre insieme ed io da sola, come sempre, come all’università, io ero la numero 5, la parte dispari del gruppo, quella che spesso ci si dimentica di invitare

Si alza e cammina avanti ed indietro per la stanza

BARBARA                                       quella che se c’è provoca invidia per le sue prominenti tette

e si tocca il seno con il suo “consueto” gesto

BARBARA                                       ma anche quella che quando non c’è nessuno ci fa caso … basta … È ora di cambiare le carte in tavola

Va in camera (2) e recupera il suo bagaglio

BARBARA                                       tanto non si accorgeranno nemmeno che io non ci sono

ed esce di scena (3)

Dalla cucina (1) esce CLAUDIA …

CLAUDIA                                        in quale cassetto hai detto che è ?

Voce di ANNA fuori scena               il secondo

CLAUDIA apre il cassetto ….

CLAUDIA                                        o …cazzo

ed estrae un fallo di gomma

Voce di ANNA fuori scena               il secondo di destra

CLAUDIA ripone immediatamente l’aggeggio e si pulisce le mani sul vestito con movimenti nervosi come se si fosse sporcata in modo irrimediabile.

Apre il cassetto giusto e trova la mezza luna da cucina che cercava

CLAUDIA                                        hai proprio di tutto in questi cassetti …cara ….

Voce di ANNA fuori scena               tutti attrezzi utili, cara … credimi

CLAUDIA                                        se lo dici tu ….. ti credo sulla parola

e se ne torna in cucina

BARBARA rientra e rivolta al pubblico

BARBARA                                       che vi avevo detto ?

ed esce nuovamente

Esce ANNA dalla cucina, ha un grembiule buffo addosso ed un’improbabile cappello da chef, corre verso il cassetto “incriminato”, prende il fallo di gomma e, cerca un posto migliore dove nasconderlo, ma non trovando di meglio decide di metterlo sotto il cuscino centrale del divano.

Poi torna in cucina.

Campanello

CLAUDIA esce e va a rispondere

CLAUDIA                                        si

Pausa

CLAUDIA                                        salite

poi parlando ad alta voce ….

CLAUDIA                                        sono tornate … apparecchio il tavolo ?

Voce di ANNA fuori scena               si … la tovaglia è nel primo cassetto

CLAUDIA va invece verso il secondo cassetto, lo apre senza guardare e girando la testa come se non volesse vedere, muove la mano all’interno nel chiaro intento di trovare il “gommino”.

Spalanca gli occhi stupita, non trovandolo e comincia ad aprire tutti gli altri cassetti, come se credesse di aver sbagliato cassetto

Voce di ANNA fuori scena               ti ho detto il primo cassetto !!!

CLAUDIA chiude tutti i cassetti tranne quello della tovaglia ed a malincuore incomincia ad apparecchiare il tavolo.

Trova i piatti nella vetrina del mobile e, in quel momento rientrano le altre due

DANIELA                                        bicchieri … metti tanti bicchieri

ELENA                                              ho trovato un po’ di ottime bottiglie e possiamo vederci il fondo di tutte senza problemi … ma non mischiamo il bianco con il rosso

DANIELA                                        non nei bicchieri almeno

Mettono in tavola 5 bottiglie di vino 2 di rosso 2 di bianco ed uno spumante ed aiutano l’amica con i preparativi del caso.

Dispongono 5 piatti, 10 bicchieri e sistemano le 5 sedie in modo giusto, e CLAUDIA s’impegna per fare delle forme con i tovaglioli da mettere sopra i piatti come nei migliori ristoranti.

DANIELA                                        vado ad aprire il vino

ELENA                                             ti aiuto cara, così metto in frigo lo spumante

vanno in cucina lasciando CLAUDIA da sola.

Lei si guarda in giro con fare sospetto, poi comincia ad aprire in modo furtivo tutti i cassetti della casa, alla ricerca del “fallo perduto” …..

Tornano le altre due seguite da ANNA

ANNA                                                           manca poco…vedo che è tutto pronto

DANIELA                                        è tutto … come dire … di…vino

ELENA                                             un momento, ma non vi accorgete di nulla ?

CLAUDIA                                        no, di cosa stai parlando ?

ELENA                                             dov’è finita la tettona ?

ANNA                                                           non ci avevo proprio fatto caso

Tutte si dirigono verso una stanza (evitando l’uscita (3) ) guardano dentro chiamando BARBARA

ANNA                                               non c’è

ELENA                                             se n’è andata !

DANIELA                                         povera BARBARA …si sarà sentita trascurata da noi tutte … come al solito

CLAUDIA                                        mi spiace mortalmente, come possiamo rimediare ?

ELENA si siede sulla sinistra del divano e DANIELA sulla destra, lasciando libero il posto al centro che viene occupato da CLAUDIA…

Fa una faccia stupita, poi …. Beata … come di piacevole sorpresa  e si accomoda meglio

ANNA                                                           invece di starvene sedute, perché non andiamo a cercarla ?

ELENA                                              hai ragione, andiamo a fare un giro in macchina, magari la troviamo

e si alza dal divano, ANNA va a vedere nella camera da letto (2) poi esce e

ANNA                                               si è portata via le valige, converrà fare un salto alla stazione,  magari l’abbiamo offesa per qualche cosa …. Chissà…….

 ELENA                                            voi due non venite ?

Rivolta a CLAUDIA e DANIELA che sono ancora sul divano.

DANIELA                                        si, si vengo con te

CLAUDIA                                        no, no … io sto bene qui

e sfodera un sorriso a 32 denti …..

ANNA                                                           cosa può averla offesa ?

CLAUDIA                                        si sono formate le solite coppie e lei, poverina, è sempre la dispari del gruppo

ANNA                                                           quella che per far quadrare il cerchio cercava sempre

Insieme                                              un uomo

CLAUDIA                                        va beh, ma mica possiamo giustificare alla nostra amica il suo comportamento libertino prendendo noi la colpa

ANNA                                               questo no, ma nemmeno ignorarla così come abbiamo fatto da sempre …

CLAUDIA                                        io non mi sento in colpa per lei in fondo non ha mai manifestato il suo affetto noi eravamo sempre prodighe le une alle altre lei invece era sempre al di fuori

ANNA                                               ma era lei che voleva questo oppure, siamo state noi, magari involontariamente ad escluderla dalla parte attiva del gruppo ?

CLAUDIA                                        non lo so, ma certo non mi sembra che lei abbia lottato tanto per cambiare la sua situazione a parte andarsene oggi, non ha mai dato segni di insofferenza …

ANNA                                               vero …. Non l’ha mai fatto … Comunque… Io vado a buttare gli spaghetti …se arriva bene …. Altrimenti Aglio olio e peperoncino solo per noi

CLAUDIA                                        sei la solita …ma, stavolta approvo in pieno

ANNA va in cucina (1)

CLAUDIA finalmente da sola si guarda intorno con fare circospetto poi, lentamente infila una mano sotto i cuscini dove è seduta. Quando riesce a raggiungere quello che cercava spalanca gli occhi ma torna ANNA …

ANNA                                                           ne ho buttati un po’ di più, non si sa mai

CLAUDIA è riuscita a ritrarre la mano velocissima senza farsi notare dall’amica

CLAUDIA                                        hai salato l’acqua ?

ANNA                                               no, metto sempre il sale appena butto la pasta così l’acqua bolle prima

CLAUDIA                                        ma non c’è il rischio che te ne dimentichi ?

ANNA                                                           si, effettivamente a volte capita

CLAUDIA                                        vai a salare l’acqua dai, non fare che te lo scordi proprio oggi 

ANNA                                                           hai ragione …

e va in cucina

CLAUDIA riprende la sua ricerca tra i cuscini del divano , spalanca gli occhi e la bocca ( mimando un WOW )  appena riesce a ritrovare l’oggetto della sua ricerca  ….

Torna ANNA, sempre in modo veloce, un fulmine

ANNA                                                           fatto, così tutto sarà perfetto

Anche stavolta CLAUDIA è stata rapidissima a togliere la mano e l’amica non l’ha colta sul fatto…

ANNA                                                           speriamo che trovino la BARBARA

CLAUDIA                                        si, lo spero tanto anche io

Campanello

ANNA va al citofono

ANNA                                                           salite

CLAUDIA                                        allora ?

ANNA                                                           stanno salendo

La porta si apre ed entrano DANIELA ed ELENA

ELENA                                             niente da fare, donne, non l’abbiamo trovata

CLAUDIA                                        siete state fuori 10 minuti

DANIELA                                        si, 10 minuti, cioè 2 volte 5

TUTTE INSIEME                             e basta !!!

DANIELA                                        va beh …. Va beh … ma la magia continua ….

ELENA                                              abbiamo girato tutte le vie qui attorno, ma poi, non potevamo fare notte fuori … no ?

DANIELA                                        e magari perderci l’aglio-olio ? non esiste !

ANNA                                                           vado a vedere a che punto è la pasta

e va in cucina

CLAUDIA                                        ho una fame ….

DANIELA                                        anche io, da lupo

ANNA ( dalla cucina )                      è pronta ! mettetevi a tavola

campanello

ANNA ( dalla cucina )                      CLAUDIA, vedi chi è che rompe ….

CLAUDIA si alza e va al citofono, chiede un paio di volte “CHI E’ ?” ma nessuno risponde

CLAUDIA                                        non mi risponde nessuno

DANIELA                                        magari hanno sbagliato

ELENA                                             ho uno scherzo di qualche ragazzino

ANNA ( dalla cucina )                      se ha bisogno suona ancora

Bussano alla porta d’entrata

CLAUDIA corre ad aprire e si trova davanti ad una donna che, in un primo momento non riesce a conoscere, ma poi …

CLAUDIA                                        BARBARA !

Grida e gli salta al collo

Tutte le donne vanno incontro all’amica che è cambiata in modo radicale. Veste Jeans stracciati, una felpa abbondante che nasconde il seno prominente, scarpe da ginnastica e, la splendida chioma è racchiusa in una acconciatura liscia, pudica. Sembra l’esatto opposto della BARBARA che tutte loro conoscevano, niente tacchi a spillo, nessun vestito scollato che mettesse in bella mostra il seno, tutta un’altra persona.

Sembra persino una donna anonima, non la solita vamp che fa girare la testa agli uomini.

ELENA                                             che ti è successo ?

ANNA                                                           perché te ne sei andata via così ?

CLAUDIA                                        ci hai fatto preoccupare da morire

DANIELA                                        raccontaci dai ….

BARBARA va a sedersi sul divano e le altre gli si mettono tutte intorno aspettando una sua parola

BARBARA                                       ANNA vai a scolare gli spaghetti che ho fame

ANNA                                                           corro, ma parla a voce alta che voglio sentire anche io

BARBARA                                       non c’è molto da dire, sono andata in una pensione che c’è qui dietro, ho preso una stanza, mi sono cambiata e sono diventata la BARBARA di tutti i giorni, quella che nessuno vede mai, quella vera, senza maschera

ELENA                                             una donna normale

BARBARA                                       esatto ! Sai che gli uomini non mi vengono nemmeno vicino quando sono ….vamp ? Sono come intimiditi, hanno paura, mi guardano, mi ammirano, ma niente forse credono che me li voglia mangiare …

DANIELA                                        strano però

BARBARA                                       sarà strano ma io l’ho provato sulla mia pelle, mi guardano, magari vorrebbero anche provarci, ma sono intimiditi e quasi sempre mi lasciano sola. Io sono quella donna, la più classica delle donne che di notte sogna, sola nel letto e, sogna sempre una storia d’amore che non verrà mai …

CLAUDIA                                        ma così ?? .-…

BARBARA                                       così è diverso, si avvicinano, mi cercano, cercano di conquistarmi, fanno i galanti, ma in modo gentile. Riesco ancora a sembrare una studentessa nonostante che l’università sia finita da 5 anni e quindi ….È così che si cucca, io sono sicura del mio metodo

ELENA                                             strani gli uomini

BARBARA                                       il tuo Giorgio per esempio, mi ha fatto la corte solo quando mi ha vista così,  prima non si avvicinava nemmeno

ELENA                                              un senza palle … l’ho detto devo solo ringraziarti per avermi permesso di scoprirlo

DANIELA                                         ma allora, il tuo detto …che la donna deve essere  … eccetera,  eccetera ?

BARBARA                                       uno scudo sotto cui nascondere la mia verità, la mia anima io comunque sono così nella mia realtà, questa è la vera BARBARA quella che avete sempre conosciuto non era altro che una maschera, un arlecchino che parla di sesso, ma sogna il vero amore che nel suo io sogna la famiglia, i figli …

CLAUDIA                                        una cosa incredibile, se non ti vedessi con i miei occhi ….

ANNA                                                           gli spaghetti

ed esce dalla cucina con una zuppiera fumante di spaghetti aglio olio e peperoncino.

Tutte si siedono a tavola e la zuppiera viene messa al centro.

Si siede anche ANNA

ANNA                                                           cominciamo ?

BARBARA                                       aspetta ho una proposta da fare a tutte voi

DANIELA                                        sentiamo

ANNA                                                           dai, stupiscici ancora

BARBARA                                       la cosa che è rimasta in sospeso, il motivo per cui abbiamo fatto questa fantastica spaghettata è il nostro rapporto con i nostri amanti

CLAUDIA                                        il nostro unico uomo in 5 vorrai dire

ELENA                                             esatto

BARBARA                                       si, noi lo sappiamo, ma lui no, lui non sa niente …

ANNA                                                           questo è vero ….

BARBARA                                       la mia idea sarebbe questa : lasciamo le cose come stanno, siamo tutte amiche, dividiamocelo amorevolmente  scambiamoci le nostre impressioni … giochiamo …noi 5 gatti e lui uno stupido topolino da laboratorio

CLAUDIA                                        si, potrebbe essere un’idea  … ma …

ELENA                                              manca l’elemento bastardo …non c’è gusto così ….Dobbiamo escogitare qualche cosa

BARBARA                                       stavo per dirlo,  l’elemento bastardo sarà solo e semplicemente il fatto che noi tutte lo sappiamo, ma …. Per metterci il pepe che tanto ci piace …

ANNA                                                           il peperoncino …

BARBARA                                       esatto il peperoncino … ogni tanto, ci scambieremo i ruoli …. Senza che lui lo debba sapere, un giorno verrà qui da ANNA che lo picchierà violentemente

ANNA                                                           ma dai ….

BARBARA                                       se ti chiederà perché ….Gli risponderai : per uccidere la noia ed ogni volta non saprà mai la donna che troverà davanti quando arriverà da CLAUDIA convinto di trovarla vestita da fata turchina … la troverà invece …

CLAUDIA                                        in pelle nera, fruste e cappello nazi

BARBARA                                       esatto

ELENA                                              fino a che i ruoli saranno completamente sconvolti, fino a che lui si troverà disorientato e realizzerà di essere solo un oggetto nelle nostre mani, solo un pupazzo

BARBARA                                       quale miglior vendetta ?

DANIELA                                        non è che rischiamo che alla fine lui ne scelga una sola ?

CLAUDIA                                        no, tra di noi c’è l’accordo e non la guerra, poi … come regola mettiamo di ritrovarci una volta alla settimana e parlare del nostro caro uomo, quindi

ELENA                                             tutti i mercoledì ci troviamo qui

ANNA                                                           davanti ad una spaghettata

ELENA                                             e ci raccontiamo tutto, senza nasconderci nulla

BARBARA                                       anche i particolari più intimi

CLAUDIA                                        i più piccanti …

Tutte                                                  d’accordo

BARBARA si alza in piedi e prendendo un bicchiere propone un brindisi

BARBARA                                       alle 5 streghe dell’amore

ANNA                                                           all’amore

ELENA                                             al sesso

CLAUDIA                                        alla vita

DANIELA                                        alla salute … ed ai soldi

BARBARA                                       a tutte noi, le 5 streghe 5

ANNA                                                           tutte per uno ….

ELENA                                             ed uno per tutte

ridono, si alzano tutte e brindando dicono

insieme                                               alle 5 magiche 5

Suona il telefono, ANNA si alza e va a rispondere

ANNA                                                           pronto, chi chiacchiera ?

pausa

ciao … tesoro

… fa un’espressione del viso per confermare alle altre che è LUCA al telefono

si, … certo, … si sono sola ….

Pausa

Le altre gli fanno gestacci inconsulti per dirle di non farlo, di non invitarlo, “sei pazza” … una follia far venire qui l’uomo della disputa … ecc. ecc. 

Come ? Cosa ? Adesso ?

Pausa

dammi il tempo di vestirmi …

pausa

No, no ripetono le altre, ma ANNA è decisa nel suo intento

no, TESORO, niente sesso stasera

( tesoro lo dice con la solita cantilena ironica )

ho i parenti

Pausa

no, cos’hai capito, non la mamma

ho … i parenti nobili ….

Pausa

no, TESORO riprenditi

(idem)

fai collegare l’ultimo neurone che ti è rimasto, sono indisposta

Pausa

no, che cavolo, SONO MESTRUATA, Devo farti un cartello illuminato perché ti entri in testa ?

C’è nessuno ?

( fa la voce della pubblicità dell’acqua Lete )

Svegliati

Pausa

ok, va bene, ti aspetto …

Pausa

Con ansia … TESORO ..

BARBARA                                       sei pazza ? L’hai fatto venire qui ?

ELENA                                             lo voglio uccidere con le mie mani

DANIELA                                        se te ne lascerò un pezzo …

CLAUDIA                                        uccidiamolo a morsi … piccoli, piccoli ….

BARBARA                                       torturiamolo

ANNA                                               ferme, tutte zitte. Qui nessuno ammazza nessuno … il mio pavimento ne risentirebbe …. Aiutatemi a far sparire i segni della vostra presenza, poi decideremo come muoverci

Le cinque donne insieme sparecchiano la tavola e portano tutto in cucina, poi rientrano in soggiorno e sistemano tutto come era all’inizio. Tutto ordinato e pulito.

ANNA                                                           bene, tutto è in ordine, la lavastoviglie cancellerà il resto

BARBARA                                       ma noi non possiamo mica sparire …

ANNA                                               sparire no, ma nascondervi si ….e qui la nostra vendetta sarà dolce e … sottile

ELENA                                             nasconderci dove ?

CLAUDIA                                        non vorrai buttarci fuori vero ?

ANNA                                                           no, lasciatemi pensare … fatemi venire un’idea

DANIELA                                        non in terrazzo però …li c’è morto un pinguino congelato …

Campanello

ELENA                                             Oddio è già qui ….

ANNA va al citofono a rispondere   si ? chi è ?

Pausa

certo, sali pure. Voi tutte, via, andate al piano superiore, svelte

CLAUDIA                                        Di sopra ?

CLAUDIA corre davanti al divano e con la scusa di legarsi le scarpe sfila il “gommino” da sotto i cuscini e lo nasconde nella sua borsa, facendo l’occhiolino al pubblico.

ANNA                                                           dai, dai … e fatevi venire in mente qualche cosa ….

BARBARA                                       ho io un’idea, andiamo svelte ….

Ed escono tutte insieme, dopo poco tempo appare sulla porta d’entrata LUCA.

LUCA                                                ciao tesoro

ANNA                                                           ciao … entra

LUCA                                                che ti succede ? come mai così fredda ? non stai bene ?

ANNA                                                           te l’ho detto che sono indisposta … e di pessimo umore

LUCA                                                preferivi stare da sola ?

ANNA                                               no, no … tanto il male non passa, stare sola o con te … non cambia … sempre crampi e malumore… sempre …

LUCA                                                sono venuto per starti vicina

E l’abbraccia da dietro baciandole un guancia

ANNA                                                           siediti che ti faccio il caffé

LUCA si siede sul divano, è spaesato, la sua donna, solitamente remissiva e dolce ora è fredda, lo evita, scosta i suoi abbracci ….

ANNA va in cucina (1) …

Suona il telefono

LUCA                                                rispondo io ?

ANNA Uscendo dalla cucina           no, lascia

pronto ?

Pausa

cosa ?

Pausa

ma daiiiiiiiiiii, non ci posso credere

Pausa

Cosa? Dove sei?

Pausa

ma daiiiiiiiiiii, non ci posso credere

pausa

certo, … no, no, non disturbi … Sali che ti aspetto

Pausa

ma daiiiiiiiiiiiiiiii , non vedo l’ora …..

LUCA                                                chi è che viene ?

ANNA                                               una mia vecchia compagna d’università, non la vedevo da 5 anni una specie di bomba erotica … tutta tette e sex appeal

LUCA                                                come mai viene proprio qui ?

ANNA                                               fa l’archeologa, era in città …ha provato a chiamarmi e mi ha trovata … e tra poco …la BARBARA sarà qui …

LUCA                                                BARBARA …. Archeologa … no, no …. Impossibile

( parla sottovoce, quasi bofonchiando i suoi pensieri, scuote la testa, non crede alle coincidenze )

ANNA                                               Che agitazione, chissà quante cose avrà da raccontarmi dopo 5 anni

LUCA continua nel suo monologo semi silenzioso …

Campanello

ANNA                                                           la BARBARA

BARBARA                                       Tesoro ! Quanto tempo

LUCA dal divano vede BARBARA e prendendo uno dei cuscini se lo mette sulla faccia

LUCA                                                ahhhhhh

ANNA                                                           che ti succede ??

LUCA                                                mi si è rotto un dente, … un male cane, …faccio un salto dal dentista

ANNA                                                           a quest’ora ?

LUCA                                                si vado da quelli aperti 24 ore su 24 ore

BARBARA                                       beh, ANNA, almeno presentami al tuo uomo … no ?

LUCA è sempre girato di mezza schiena come per non farsi riconoscere

ANNA                                               certo, scusami tesoro … BARBARA ti presento LUCA, l’uomo della mia vita ….

LUCA cerca di non girarsi, ma l’educazione gli impone di farlo e quindi porgendo la mano si presenta …..

LUCA                                                piacere

BARBARA spalanca gli occhi ( facendo credere a LUCA di averlo riconosciuto solo adesso ) e …

BARBARA                                       torno subito, aspettatemi qui  …

Ed esce sbattendo la porta, poi dopo pochi secondi da fuori scena

BARBARA                                       che torno armata …

LUCA si siede sul divano, è spaventato, non sa come affrontare ANNA che è rimasta vicino all’ingresso come paralizzata…

ANNA                                                           mi aveva promesso che non avrebbe più usato acidi …..

LUCA                                                ma che razza di amiche hai ?

Cercando di fare l’indifferente ….ANNA va a sedersi vicino a lui

ANNA                                               non capisco davvero, che strano comportamento, non riesco a capire…

Si alza va verso il telefono

ANNA                                               provo a chiamare CLAUDIA o DANIELA … erano all’università con me, magari mi possono aiutare

LUCA                                                le conosco per caso ?

con l’espressione del … non si sa mai …. ?!?!?

ANNA                                                           non credo, CLAUDIA Zilli non la vedo da cinque anni

LUCA riprende a borbottare prendendo anche l’altro cuscino e se lo mette sul viso ….

ANNA                                               ed anche DANIELA Costa non la vedo dalla laurea ….Chissà quante cose avremo da raccontarci ….

LUCA è sempre più disperato  … ANNA telefona ….

ANNA                                                           pronto CLAUDIA ?

Pausa

Ciao sono ANNA

Pausa

si proprio quella ANNA

Pausa

si, cara, ben cinque lunghi anni

Pausa

volevo parlarti della BARBARA

te la ricordi ?

Pausa

si proprio lei, sai è stata qui a casa mia e mi ha parlato di armi …mi è sembrata drogata

Pausa

si, anche a me aveva promesso di smettere con gli acidi magari è anche sieropositiva

LUCA continua a disperarsi sul divano mentre ANNA ride nel vedere la sua reazione

vieni qui ? Adesso ?

Pausa

perfetto

Pausa

perché non chiami anche la DANIELA ? potremo fare una rimpatriata

Pausa

l’ELENA ? cavoli me la ricordo adesso non è una commercialista ?

Pausa

si, si proprio lei … ELENA Rebolini … Cavoli se me la ricordo …

Pausa

porti anche lei ??? Ma daiiiiiiiiii, Che bello

Pausa

tra quanto ? cosa ?

pausa

fantastico

chiude il telefono e si mette a saltellare come una scolaretta all’entrata di scuola.

LUCA è disperato, non sa che fare, prova ad andare verso la camera (2) poi si dice … no, no….

Gira per tutta la stanza come un pazzo, con il cuscino sulla guancia. Decide di cercare la fuga :

LUCA                                                me ne vado, il dolore è troppo …. Non resisto proprio

ANNA                                               non fare lo scemo, prendi un analgesico e tutto passa, vai in bagno, nell’armadietto c’è quello rapido

LUCA                                                quale ? lo sai che sono allergico

ANNA                                                           no, no, questo è testato su tutti gli animali, … è anallergico

LUCA                                                come si chiama

ANNA                                                           VADAVIALMAL… scatola rossa

LUCA va in bagno, chiude la porta. ANNA corre verso l’entrata e chiama le amiche che erano fuori in attesa ….

BARBARA nell’entrare suona varie volte il campanello per far credere che tutto sia reale ….

ELENA                                             come sta la vittima ?

parlando sottovoce

DANIELA                                        non vedo l’ora di vedere la sua faccia quando esce

ANNA                                                           è cotto a puntino …. Non manca molto all’esplosione …

Va verso il bagno

ANNA                                               LUCA, tesoro … Ne hai ancora per molto ? Ci sono qui TUTTE le mie amiche che ti vogliono conoscere

E ridono complici

LUCA ( dal bagno )                          non ce la faccio, mi si sta gonfiando la faccia forse una reazione allergica

ANNA                                                           impossibile, è testato su ogni tipo di animale

BARBARA                                       forse non sul maiale domestico ….

Tutte ridono …

ANNA                                                           dai esci di li … non fare lo scemo

LUCA (dal bagno)                            no, …. DIO !!!!!

grida


che schifo !!!!!! mi sto riempiendo di strane macchie …

Sembra realmente disperato ….

ANNA                                                           hai preso l’analgesico ?

LUCA                                                certo

ANNA                                               non può essere colpa di quello non è che hai una qualche malattia infettiva ? hai toccato qualche scimmia magari arrivata dall’estero ?

LUCA (dal bagno )                           scimmia ?

ANNA                                                           si, infettiva, tipo … VIRUS LETALE …

Le amiche sul divano si divertono davanti alla scenetta che ANNA sta recitando ….

LUCA (dal bagno)                            io sto male e tu mi prendi in giro …

Singhiozzante

ANNA                                                           dai esci, smettiamola adesso

Silenzio

ANNA                                               muoviti! esci o entro io e ti tiro fuori prendendoti per i gioielli di famiglia

Silenzio

La porta del bagno si apre e, lentamente esce LUCA, sul viso si è arrotolato tutto il rotolo di carta igienica, sembra una versione moderna della mummia

ANNA                                                           Oddio, ma cos’hai fatto ?

LUCA                                                mi sono riempito di strane pustole, mi sono avvolto con la  carta, ora vado al pronto soccorso, poi ti racconto

e cerca di guadagnare l’uscita, ma ANNA gli si mette davanti

ANNA                                                           ma dove vai ? aspetta

le altre si avvicinano alla coppia

ANNA                                                           la mia amica ELENA è un dottore

LUCA                                                si, in economia e commercio…

ANNA                                                           certo …

ELENA                                             se muori almeno i tuoi soldi sono al sicuro ..

LUCA continua ad indietreggiare, ma le donne gli sono sempre più addosso, quasi a circondarlo, fino a che il malcapitato urta contro il divano e cade all’indietro, facendo una tale capriola che la sua maschera di carta igienica si toglie dal viso, lasciandolo solo e scoperto davanti alle sue donne, tutte e cinque le sue donne che, cambiano l’espressione del viso, dalla sorpresa alla rabbia ed al furore.

Lui è davanti al divano e loro 5 dietro, ELENA che è la più vicina alla credenza apre un cassetto e tira fuori degli arnesi da cucina che passa alle altre :

Ad ANNA un matterello

ANNA                                                           bastoniamolo

A BARBARA un coltellaccio da macellaio

BARBARA                                       tagliamoglielo

A CLAUDIA un pela patate … lei lo squadra un poi, ma poi decide

CLAUDIA                                        peliamolo tutto e cospargiamolo di sale

A DANIELA una grattugia da formaggio … anche lei è un po’ imbarazzata da questa scelta ….

DANIELA                                        questa qui la voglio mettere …..

Tutte insieme                                     nooooo !!!!

DANIELA                                        ma cosa avete capito ? la voglio mettere al posto della sella

sulla sua amata bicicletta

Tutte insieme                                     Ahhhh !! ….

Per se stessa ELENA tira fuori uno snocciola olive ….

ELENA                                             so io …. Lo so io quali olive snocciolare …

E tutte sono ora davanti a LUCA, ma tra loro c’è il divano. Inizia una specie di balletto con le 5  che fingono un attacco a sinistra e lui che finge una fuga a destra. La scena si ripete dalla parte opposta e per altre due volte, poi le donne si organizzano e 3 da una parte 2 dall’altra stanno per prendere il poveraccio che, scavalcando il divano, riesce ad eludere l’accerchiamento.

Scappa verso la cucina (1) inseguito da tutte le donne che gli urlano contro

Tutte                                                  Bastoniamolo

LUCA                                                aiuto

Tutte                                                  tagliamoglielo

LUCA                                                pietà

Tutte                                                  peliamolo

LUCA                                                misericordia

Tutte                                                  grattuggiamolo

LUCA                                                perdono

Tutte                                                  snoccioliamolo

LUCA                                                sono pentito

Scompaiono tutti nella cucina (1), poi LUCA esce dalla camera (2) e corre verso il bagno (4) sempre inseguito dalle donne che gli continuano ad urlare le stesse parole .

Esce dal balcone (5) e corre verso la camera da letto (2) sempre inseguito a breve distanza dalle donne. {( ad ogni entrata in una stanza la porta si chiude con tutti i protagonisti all’interno e poi si apre quella successiva )} .Esce poi dalla cucina(1) e guadagna nuovamente il bagno(4).

Le donne si organizzano, in bagno (4)  ci va solo ANNA, BARBARA va in terrazzo (5) CLAUDIA torna in cucina (1) DANIELA in camera (2) ed ELENA resta al centro della stanza come un portiere di calcio durante un rigore, attenta e concentrata.

LUCA non si vede, dopo pochi secondi si apre la porta della cucina (1) e CLAUDIA spunta

CLAUDIA                                        qui non c’è

DANIELA

Uscendo dalla camera da letto (2)

nemmeno qui

ANNA

Uscendo dal bagno (4)

non è nemmeno qui il porco …

BARBARA

Esce dalla porta del balcone (5)

non c’è, qui non si è proprio visto….

ELENA                                             ok ! ci ha fregate ….

Tutte vanno sul divano, chi si siede e chi si appoggia ai braccioli … deluse …. Poi si sente un rumore e, dalla porta della cucina (1) procedendo all’indietro come i gamberi esce quatto, quatto, LUCA. BARBARA che è la più vicina si alza in piedi e si mette sulla traiettoria dell’uomo che, sempre indietreggiando va a sbattere contro la donna. Senza guardare, allunga una mano, tocca la coscia, sale, un seno …

LUCA                                                BARBARA !!!!

Urla terrorizzato

BARBARA                                       uccidiamolo

 LUCA riesce a scappare di nuovo in cucina (1) rincorso da tutte le donne, si ripete la scena di prima con lui che esce dalla camera da letto (2) poi scappa fino al bagno (4), qui però BARBARA non lo segue,si nasconde dietro al divano e, quando l’ignaro fuggiasco esce dal balcone (5) cercando di guadagnare la porta d’uscita (3) inciampa su un abile sgambetto fatto dall’ archeologa.

LUCA è steso a terra, e tutte e cinque le sue donne sono in piedi sopra di lui con fare minaccioso.

 La situazione è tesa …

LUCA                                                posso parlare ?

ELENA                                             te lo concediamo, come ultimo desiderio …

LUCA si alza e va a sedersi sul divano, seguito “dall’inquisizione” ….

LUCA                                                io … non ho scuse, nessuna, davvero

ANNA                                                           non ne esistono, sei stato smascherato, porco ….

LUCA                                                si, hai ragione, voi tutte avete ragione, ma solo per colpa di un destino beffardo…io che non credo al destino e nemmeno alle coincidenze devo credere che, per tutto questo ci sia un disegno… superiore

CLAUDIA                                        se stai cercando un modo di pregare prima di morire, dovresti cominciare con PADRE NOSTRO ….

LUCA                                                no, … ascoltatemi, chi di voi era delusa da me prima ?

ELENA                                             prima ?

LUCA                                                si, prima di scoprire tutto questo, prima che il mio inganno venisse smascherato. Qualcuna di voi aveva delle lamentele ?

chi di voi non era soddisfatta di me ?

ANNA                                                           obbiettivamente io no ….

BARBARA                                       nemmeno io, di certo

CLAUDIA                                        Quasi singhiozzando, i momenti più belli della mia vita

DANIELA                                         non mi ero mai sentita tanto donna …. Che sensazione fantastica

ELENA                                             mi hai fatto sentire l’unica donna dell’universo

LUCA                                                appunto, è quello che volevo dirvi, non sono mai “mancato” a nessuna di voi, ero sempre presente e, soddisfacendo tutti i vostri più reconditi desideri sessuali, ero l’uomo perfetto per ognuna di voi. Il marito, l’amante, il compagno …

BARBARA                                       l’amante … supremo …

LUCA                                                quello che voglio dire è che non ho mai sacrificato nessuna di voi 5 per l’altra, sono sempre stato premuroso, non ho mai dimenticato un compleanno, una ricorrenza con nessuna di voi …. il fatto di dividermi tra voi non è mai stato un sacrificio per le altre …

Tutte insieme                                     questo è vero, l’incarnazione dell’uomo perfetto

LUCA                                                lasciatemi vivere e, se voi siete d’accordo … non cambierà nulla, l’unica cosa, chiaramente, che non ci saranno più finzioni. Tutto chiaro, tutto alla luce del sole.

ANNA comprendendo la situazione io voglio il sabato

CLAUDIA                                        cosa ?

ANNA                                               si, il sabato … mi aiuta a finire bene la settimana e, alla domenica riprendermi,  per affrontare il lunedì come un leone

CLAUDIA                                        ahhh …. Chiaro …allora io voglio la Domenica … perché a me fare sesso carica ….

LUCA                                                calma, ragazze … io al sabato ho il torneo di tennis ed alla domenica la partita di pallone al mercoledì ed al venerdì gli allenamenti …

BARBARA                                       tu non hai nessun diritto di scelta

quindi, il tennis te lo scordi …al sabato devi essere pronto per la nostra ANNA

ELENA                                              la partita di pallone ti innervosisce e poi non rendi ….E tu DEVI SEMPRE RENDERE AL MASSIMO …

Calcando sulle parole( in maiuscolo )  con fare minaccioso 

DANIELA                                         gli allenamenti del mercoledì te li concediamo, ti devi mantenere in forma ….E noi al mercoledì ci troviamo tutte insieme per la nostra spaghettata

Aglio, olio e peperoncino … A cui tu non sei invitato….Anche perché sarà il giorno in cui noi tireremo le somme e ci racconteremo come sei andato con le altre …. Quindi … ATTENTO A QUELLO CHE FAI …

Anche lei minacciosa …

DANIELA                                         poi al venerdì devi essere mio, sai che ho il corso di cucina orientale, dopo di che ho sempre una fame enorme …. Di te …

ELENA                                              beh !! allora io mi prendo il giovedì … dopo la scorpacciata di peperoncino del giorno prima … avrò il sangue in ebollizione 

BARBARA                                       ho capito, a me tocca averlo solo il lunedì ed il martedì ..

LUCA                                                due giorni ?

Tutte insieme                                     due giorni ?

BARBARA                                       cosa credete ? solo perché mi sono ripulita … vi siete forse illuse che io non sia fondamentalmente la solita vecchia porca? A me un giorno non basta … e quindi mi sembra logico prendermi i vostri “scarti” … Poi il poverino dopo che io l’ho spolpato per benino si riposa al mercoledì e … dal giovedì riprendiamo il giro … no ? … tutto logico …

ANNA                                                           la solita porca

DANIELA                                        troia

ELENA                                             puttana

CLAUDIA                                        beata lei ….

TUTTE INSIEME con LUCA          beata lei ?

CLAUDIA                                        si , beata lei ….

Io voglio fare una proposta … se a voi va bene …non è giusto così quindi ….Ho un’idea … ed è anche buona

ANNA                                                           parla, buttala sul tavolo e vediamo

CLAUDIA                                        al mercoledì, oltre alla spaghettata ci facciamo un poker come ai vecchi tempi e, chi vince, si becca il lunedì …. Con il nostro giocattolino …

BARBARA                                       non mi piace molto

ELENA                                             però è più democratico

ANNA                                                           mi sembra ottimo …

LUCA                                                lasciarmi un giorno di riposo in più no? Non sono mica fatto di ferro …

quasi supplicante, come se terrorizzato dal futuro che lo attende …

DANIELA                                        ok, vada per il poker per giocarci il porco

BARBARA                                       continuo a dire che a me non piace molto …. avrei preferito a modo mio ….

CLAUDIA                                        una cosa però deve essere chiara a tutte e soprattutto a te

rivolgendosi a LUCA

Tutte insieme                                     parla

CLAUDIA                                        se il maschietto qui fallisce …. L’idea di tagliargli l’attributo e di metterlo sotto spirito rimane vero ?

BARBARA                                       giusto … alla prima cilecca che fa : ZACK !

Facendo il segno delle forbici all’altezza dell’inguine

LUCA                                                ma così non è giusto, voglio avere anche io dei diritti

ANNA                                                           l’unico diritto che ti è rimasto è :

Tutte Insieme                                     VIVERE !

Vanno verso il tavolo e dalla vetrinetta spuntano magicamente i bicchieri, ANNA apre la parte sotto del mobile e tira fuori una bottiglia di spumante. La scuote e la apre come i campioni di formula uno, poi versa il contenuto nei vari bicchieri e tutte le amiche festeggiano la loro rinata unione e lo strano accordo da poco trovato. I calici si alzano e

ELENA                                             alle magiche 5

ANNA porta un bicchiere al povero LUCA che seduto sul divano sembra un cane bastonato …

BARBARA                                       tutte per uno

LUCA si alza, alza il calice verso le donne, verso il pubblico con fare solenne e

LUCA                                                ed uno per tutte

FINE

    Questo copione è stato visto
  • 1 volte nelle ultime 48 ore
  • 1 volte nell' ultima settimana
  • 3 volte nell' ultimo mese
  • 31 volte nell' arco di un'anno