Deianira, colei che domina gli uomini

Stampa questo copione

DEIANIRA

“colei che domina gli uomini”

COMMEDIA BRILLANTE IN DUE ATTI

Autore:

Simonetta Chiavari

PERSONAGGI

DOLORES                        Madre / Nonna

CESARE                           Padre / Nonno

BEATRICE                               Figlia / Madre

DEIANIRA                                Figlia / Nipote

ESPERANZA                      Figlia di Ildefonso

ILDEFONSO                       Professore

GESUALDO                      Padre assente

La storia

La storia si svolge nel soggiorno di Dolores e Cesare in due periodi a distanza di 22 anni.

Una storia di donne, e non importa se sole o con un uomo, non importa se

 e si hanno 16, 18, 22, o quasi 60  anni, se si è figlie madri o nipoti.

 Un confronto generazionale   su come costruire il rapporto con gli uomini e affrontare e la maternità.

Una storia che si ripete la dimostrazione di come  ogni  madre se pur inconsapevolmente  finisce per condizionare  il destino della figlia.

I TEMPO

(Dolores sta preparando la tavola per mangiare, Beatrice si sta preparando una sigaretta con del tabacco,e lancia occhiatacce a  Cesare che  è stravaccato sul divano e segue una partita di calcio )

DOLORES          non guardarlo oggi ,non è sempre stato così, ci sono stati momenti in tutti questi anni che….

 

BEATRICE            mamma ma il mio lui non è come lui  (Beatrice  guarda con aria  quasi schifata il padre stravaccato sul divano il telecomando i n mano le cuffie che guarda completamente rapito la TV) è sveglio dinamico, piene di risorse e poi mi ama!!

DOLORES          tesoro mio, all’inizio è sempre così, per tutte è stato così …e poi guardati intorno, guarda le mie amiche : Erminia, Maria, Piera e guarda che fine ha fatto tua zia.

BEATRICE      ho capito mà, le tue amiche …una più sfigata dell’altra! e a proposito di zia lo sai come la penso : ha sempre avuto gli occhi foderati di prosciutto, non è che bisognava  proprio essere un genio  per capire di che pasta era fatto zio, anzi più di che pasta di che liquido….’mbriaco  già dalla mattina!!!

DOLORES       gia’,  vedi è proprio quello che volevo dire, quando siamo innamorate noi donne  vediamo solo quello che vogliamo vedere. Tua zia scambiava la sua allegrezza la sua leggerezza  per simpatia e diceva :è l’uomo per me è proprio quello giusto sempre allegro positivo, con lui avrò una vita bellissima ……e guarda ora come si è ridotta!!    e quella povera creaturina di tua cugina….

BEATRICE        i figli sono le vere vittime. Sempre. ( con la mano fa cenno verso se stessa girandosi verso il padre )

DOLORES               beh  che vorresti dire?

BEATRICE            niente ma’ niente ……ma senti un po’ ‘na cosa ? senti se zia aveva gli occhi foderati di prosciutto  …tu che avevi sull’occhi ?    

DOLORES              no  tesoro mio guarda che per me è stato diverso. Il nostro è stato vero amore ….un amore di quelli con la A maiuscola….e poi lui   (fa cenno verso Cesare) era proprio …come dire proprio  …….   SI   si lo so che a vederlo  ora, stravaccato sul divano con quel ridicolo cappellino, sembra impossibile, ma guarda  che allora era proprio figo

BEATRICE            AHHHH   ah ah   ho capito ma’ ?? mo ho capito tutto, lui era uno figo, tu c’avevi l’ormoni a 1000   e……poi so’ uscita io.

DOLORES      ma che dici? Guarda che io ero una ragazza perbene, timorata di Dio. Io non avevo mai avuto un ragazzo lui è stato il primo e… l’ultimo

BEATRICE        guarda ma’ che non sei poi così originale!  non c’è niente di speciale :  Un ragazzo, quasi uomo …che si piglia una bambina … avevi 16 anni quando sono nata   !!! e se la cresce come vuole lui….a mà??  ma te sei vista? ( Dolores si guarda e si aggiusta il vestito e i capelli ) Sei una bella donna pure  adesso! ..così, se lui era un figo, tu dovevi esse ‘na strafiga!!!!!!

DOLORES        non ti permetto di parlare in questi termini di tuo padre e di tua madre e che caz…..un po’ di rispetto!!!!!!! …non è così che è andata. E’ stato amore a prima vista. Vero amore…..stiamo ancora insieme e ci vogliamo ancora tanto bene!!!

BEATRICE               ma fate ancora …..roba ??    ( ridacchia e ammicca  e Dolores imbarazzata cerca di zittirla) Però boh che strano modo di volersi bene  discutete un giorno si e l’altro pure, state sempre a litigà.  Va bene che l’amore nun è bello se nun è litigarello però dico io voi esagerate!

DOLORES                   amore di mamma, tu che ne puoi sapere  della vita. La vita  è difficile. Alla tua età sembra tutto rose e fiori,  si è convinti che tutto andrà bene e che sarà sempre come vivere in una favola. Che sarà sempre come se fosse una luna di miele e poi….

            

BEATRICE                    poi vengono i problemi……si mà lo so lo so, lo dicono tutti… anzi,  no tutti .  Io nonna non lo mai sentita dire niente contro nonno.  L’ho  sempre vista felice … direi innamorata di nonno fino all’ultimo, anche se era rimasta sola da tanti anni. Me ne parlava sempre con amore, gli sbrilluccicavano gli occhi mentre ne parlava . Perciò lo vedi che è possibile l’amore eterno? la mia vita sarà come quella di nonna: una vita d’amore.

 

DOLORES        ecco ci mancava solo mia madre. Non bastava l’influenza che ha avuto su di me, anche su mia figlia .  Beatrice, prima ai tempi di nonna ,erano altri tempi!! tutto era più semplice : la donna era donna e l’omo era omo! L’uomo lavorava - la donna stava a casa e cresceva i figli- e la sera quando si riunivano  intorno al tavolo tutti si sentivano soddisfatti di aver fatto il loro dovere. Una donna, una madre ai tempi di nonna  doveva SOLO pensare a pulire la casa, lucidare i pavimenti, a lavare,  stirare, fare la spesa, rammendare, cucinare, preparare manicaretti , portare i figli a scuola a….

 

BEATRICE          si va beh ?!? ho capito ma, a seguire il copione che la società aveva scritto per loro. A ma’? ma adesso che vorresti dire  ? che  tutte  le lotte, le contestazioni, le manifestazioni  del movimento femminista so’ stronzate ?  Noi vogliamo un mondo migliore dove ci sia parità tra uomo e donna. ……almeno me pare che sia così - o no!?!?!?! Io mamma?   non voglio ritrovarmi, a dov’è fa la serva a mi marito per un piatto de minestra. E sennò perché  dovrei studia’ me dovrei  diplomà e poi pure laureà  se l’avvenire mio sarà quello di sentirmi gratificata perché il pavimento di casa mia è più lucido di quello della mia vicina!!!!

DOLORES      e  brava!! brava la mia piccola donnina …femminista hai proprio centrato il problema.  A parte che non mi sembra proprio che ti ammazzi sui libri e?   e non è per fartelo pesare, però adesso ci sta proprio bene e te  lo devo ricordare :  quello…( fa cenno al padre) che tu disprezzi tanto sono 16 anni che si spezza la schiena, fa pure 3 turni di notte a settimana  per farti studiare, povero! e io…io pure e..?  allora?  (si alza prende dei biscotti e li porta a Cesare )

BEATRICE          allora ?

DOLORES            allora?

BEATRICE          allora ma’ che stavi a di? Finisci il discorso,

DOLORES     che discorso devo finire? Lo sai quello che faccio per te ! anche io ho studiato te lo se dimenticata ? eppure, per campare la famiglia,  all’inizio prima del posto fisso prima che lui entrasse in ferrovia,  per non farti mancare niente non mi tiravo  indietro e se capitava andavo pure  a servizio ….ed è capitato sai?

BEATRICE      ecco fatto…lo sapevo io !!! sempre a rinfacciarmi sta cosa : voi vi siete sacrificati, -  non avete vissuto la vostra giovinezza  - avete rinunciato a tutto per me  -  e io sono una figlia ingrata. Non so cosa sia la riconoscenza !! che palle!!!!!!

DOLORES    io non ti sto rinfacciando niente è che vorrei solo che tu capissi … ecco  si vorrei solo un po’ di…di….

BEATRICE    di riconoscenza?  Invece no!  io sono una figlia ingrata non so cosa sia la riconoscenza !! che strapalle!!!!!!

DOLORES     Bea, amore, ascolta, non litighiamo, ti fa male arrabbiarti, cerchiamo di parlare con calma da donne mature, da donna a donna. Io volevo solo farti capire quanto ti voglio bene, quanto ti vogliamo bene, e vorremmo per te un futuro felice senza problemi, vorrei tanto che tu non ti dovessi mai trovare in situazioni difficili …come invece è stato per me. Tutti i genitori vorrebbero vedere  i propri figli realizzati  e felici no ? Ma il futuro ognuno se lo costruisce con le proprie mani mattoncino su mattoncino e….gli errori di gioventù si pagano sai ?  si pagano e si strapagano nel corso della vita.

BEATRICE       che mi stai dicendo? Allora io sono stata un errore uno sbaglio di gioventù che vi ha rovinato la vita?.... che tu e papà vi siete sposati solo perché nascevo io ? che senza di me avreste avuto una vita migliore?

DOLORES             nooo!!! Questo mai !  sei la ragione della mia vita, della nostra vita, sei il regalo più  bello che la vita ci potesse fare!!!  Non c’è giorno ora attimo che non ringrazio il cielo per avermi donato te, sei stata la luce che ha illuminato il mio cuore fin dal primo istante in cui come un piccolo batuffolo ti ho stretta tra le mie braccia …e come per magia la tua piccola vita ha fatto diventare grande la mia.

BEATRICE     e allora, adesso che sono grande perché sei così cattiva con me? Perché mi   tratti come se fossi un’ incapace ? Guarda che  IO SO cosa voglio!!!!! SO che la vita è la mia  – SO che il corpo è   mio e…....Insomma sono padrona del mio destino

DOLORES        ma che padrona e padrona! sei ancora una bambina! “ti puzza ancora la bocca di latte” come direbbe la buonanima della  tu nonna.

BEATRICE       bocca…..hai detto Bocca !!!!! lui ha una bocca …una bocca da baciare!!!!!

                                                

DOLORES        ma ragioni con il cervello?  o....hai gli ormoni a 1000???  Ma poi insomma sto lui ce l’ha un nome?

BEATRICE    pure  il nome è bello Gesualdo  ge – su -  al -  do senti come suona bene! a nonna Giustina piacerebbe : GESU’ ( si fa il segno della croce )+ ALDO l’amore della sua vita nonnino bello!!!

DOLORES     O Dio mio ti sei proprio giocata il cervello appresso a questo !! e dimmi bella di mamma Che fa? lavora? Studia? E i genitori ?

BEATRICE      e mò che centrano i genitori ? e chi li conosce!   A che ci servono? Gesualdino  ha tante idee per il nostro futuro!!! Per adesso lavora in proprio, una piccola attività in armonia con la natura!!!

DOLORES    fa il giardiniere??

BEATRICE              ma  no raccoglie i frutti  che la madre terra  ci regala, con tanto amore li confeziona,  in pacchettini piccoli piccoli (mima il gesto di confezionare cartoccetti) e li offre a chi vuole condividere l’esperienza inebriante di sentirsi in armonia con l’universo

DOLORES    ho capito va!  vende le fusaie!(mima il gesto di confezionare cartoccetti)

BEATRICE             mamma non ti permetto !! rispetto quello che fa, e intendo aiutarlo. Ho già disegnato il logo dell’azienda!  E gli ho dato  i miei risparmi per tutte quelle cose,… … per  le carte, i documenti, l’avvocato , si insomma per avviare l’attività

DOLORES              hai detto  i tuoi risparmi? Quali?  

BEATRICE                a mà !!  i buoni no? I buoni fruttiferi  postali che nonnina mi faceva a ogni compleanno.

DOLORES             Oddio e   quando li hai presi?

BEATRICE       un mese fa  ! il giorno del mio 18 compleanno. Il giorno in cui anche per la legge sono diventata padrona del mio destino .

DOLORES         Cesare? oddio Cesare ? a Ce’?? ?  Oddio me sento male.  Ma la senti ? hai capito che ha fatto?

CESARE                    ( si sposta le cuffie  e la guarda ) che succede ? Ma piantatela! state sempre a litigà, sembrate due galline , e non mi scocciate!! sta per finire la partita e se ce fanno gool  semo  ro vi na ti

DOLORES        va Beh, continua a guardare la tua partita, tanto…( rassegnata)…..allora senti  scusa, scusa  amore di mamma, forse ho capito male, come sempre , cioè mi stai dicendo che sei in società con lui in questa  attività ?

BEATRICE         ma che società , niente legami ne vincoli . Noi ci amiamo e  viviamo l’amore libero, senza ricatti, senza lacci e lacciuoli insomma no?  Vabbè ma tu sei vecchia!!!  queste cose non le puoi capire. Il mio JESUS – super - ald me lo ripete sempre : ci amiamo no ? e  per vivere il nostro amore non abbiamo bisogno di firmare nessun pezzo di carta queste cose sono antiche superate, noi apparteniamo alla nuova generazione  siamo liberi. Ogni uomo e ogni donna è un essere perfetto da sé. E non ha bisogno di altro per esistere!!!!!!!!

DOLORES            senti, ora  spiegami che c’entra l’amore con gli affari?  Ma si, si forse avevo capito male. Allora forse adesso ho capito! Gli  hai fatto un prestito, poi i soldi te li ridà. Ma quando? Con gli interessi ovvio!

BEATRICE            lo vedi lo vedi?  tu non capisci !!! i soldi, le macchine le case i vestiti le cose. Tutte  cose materiali, solo zavorra !! noi siamo spiriti liberi, puri, eterei , ci nutriamo di amore!!!

DOLORES        oddio  non  c’è niente da fare, ti sei fumata il cervello!!! Odio oddio oddio ! Ma fammi capire l’azienda  delle fusaie è un luogo vero ?  fisico?  o anche questo è immateriale, etereo,  puro spirito???

BEATRICE      ma certo che sì  è un idea  un’ idea – stu -  pen -  da - nasce come strisciando……. Cioè è  un progetto  che crescerà e pian pianino prenderà forma.

DOLORES       ( sconsolata e preoccupata )  qui c’è solo una cosa che crescerà e pian pianino prende forma!! ( indica la pancia di Bea ) Ma te ne rendi conto ? e adesso? Adesso che si fa?  che facciamo?

(squillo di telefono)

DOLORES     pronto? famiglia CERCAPACE… si sono la signora Dolores   in  Cercapace…subito  è per te  è Gesus  …..dall’alto dei cieli!!!!!..... E quaggiù è un inferno in cui vaghiamo in cerca di  pace

BEATRICE      JESUS – super –ald   smack smack  …davvero??? Che bello???? Ma quando? Allora mi devo sbrigare faccio  in fretta . certo certo  ce la faccio. No no sto bene(abbassa il tono della voce e comincia a parlare ciciando dando la schiena alla madre)

DOLORES             ( guarda la figlia pensierosa   comincia ad annusare l’aria) ma porca la miseria!!! Sto qui a parlare con questa  svitata e  il sugo si sta bruciando ( si alza e di corsa va in cucina).

BEATRICE               ( con aria beata attacca il telefono si mette un sciarpa bacia il padre che neanche se ne accorge e esce ) ciao ma’, ciao pa’

DOLORES                   (rientra si siede si guarda intorno si alza cerca in un cassetto prende penna carta e una pergamena arrotolata  torna a sedersi e scrive)

                                                             MUSICA

BEATRICE           ( rientra bacia il padre che si è addormentato gli toglie le cuffie spegne la tv  e lo sveglia)  mamma? Papà? vi devo parlare (rientra Dolores )….allora abbiamo deciso io il mio Jesus – super – ald e il  ( fa segno alla pancia ) vivremo con voi. Jesus è appena partito, per lavoro, ma quando torna verrà a stare qui .E’ proprio un genio!!  ( tira fuori dalla sacca un foglio scarabocchiato ) guarda questa e’ la piantina  di come va ristrutturata QUESTA casa per creare la nostra intimità  la nostra stanza da letto e lo spazio giochi per il .. (e si tocca la pancia ) 

DOLORES            ma che stai dicendo? (si siede in poltrona )        Io non ci sto a capì niente dove e’ che e’ andato lui?   Quando torna? ( tenta con difficoltà di rialzarsi e rivolgendosi a Cesare  )aoh ?! voglio proprio vedere quando ce li rimetti i piedini a sta poltrona !!!

BEATRICE        è andato a Liiverpool poi deve passare ad Amsterdam dove si deve incontrare con un agente di commercio colombiano  e forse farà un salto a …Ber.. Bee...Bee…boh me lo ha detto ma non me lo ricordo. (Dolores sta per parlare ma lei la zittisce subito ) mamma e’ andato, per lavoro. Bisogna allargare gli orizzonti aprire strade nuove per favorire gli scambi. Certo è un po’ rischioso ,così mi ha detto, ma bisogna provare. Se non lo si fa adesso che si è giovani e che non abbiamo problemi di altre spese  :aoh in fin dei conti  la casa c’è ! un piatto a tavola per pranzo e cena pure !!! perciò ?!…………mammina non ci crederai ma quando mi ha salutato mi ha parlato, così ho capito  di si- ste – ma – zio - ne, non è che forse intendeva dire  matrimonio.

DOLORES         cosa??????? Ma tu si pazza!!!!

BEATRICE            si!!!!!sono pazza d’amore !!!

DOLORES     No  tu sei tutta scema!!!! !!!!!  ma ti rendi conto di quello che dici?  Oddio Cesare oddio Cesare  digli qualcosa  pure tu .

CESARE         che devo dire?  io non ci sto a capì niente:  ma di cosa state parlando?

DOLORES        Cesare mio qui è un casino tra qualche mese diventiamo nonni !!!!! … però guarda, il problema il vero problema non è,che la nostra bambina sta per avere un bambino, il problema è Gesus

CESARE             che cavolo centra Gesù ? aoh?? Ma   me ce fate capì qualcosa ? nonno?  Io nonno ? ( si avvicina a Bea  la accarezza con amore e poi arrabbiato ) bella de papà chi è stato ? dimme chi è stato?dimme chi è stato … io lo ammazzo.  ( Bea inizia a piangere )

DOLORES             tu non ammazzi nessuno, stai calmino , e ascolti : adesso ti spiego . Allora…  Beatrice   si è innamorata di uno…( Beatrice fa per parlare )  si si ho capito  un bravo ( con tono ironico ) ragazzo che ha tante idee imprenditoriali  per la testa. Ma  che ha riempito la sua testa di stupidaggini New age …si insomma amore libero, le donne sono padrone del loro corpo, amiamoci ma senza legami,  perché siamo puri spiriti  bla bla bla bla bla .   Adesso però  sembra,  -  ma forse anche no, - che voglia in qualche modo ufficializzare il loro legame

BEATRICE         certo!!! perché lui  si sente  già padre e vorrebbe starmi vicino …ma adesso il lavoro lo terrà un po’ lontano… ma si guarda che è meglio così, a ma’ se dobbiamo fare i lavori in casa e’ meglio. Così  quando torna e’ tutto fatto e ( si accarezza amorevolmente la pancia )che bello!!!  Sono così felice!!! io lo voglio così tanto questo figlio.

DOLORES          (guardando la figlia  si accarezza con nostalgia e tenerezza la pancia)   ascolta Bea ascolta  bene quello che sto per dirti, Cesare zitto parlo io tanto so che sei d’accordo con quello che sto per dire, perciò stà zitto . Se proprio lo  vuoi così tanto  questo bimbo e va bene lo faremo nascere e noi ti saremo vicini vi proteggeremo e ti aiuteremo a crescerlo……. però  adesso non facciamo nessuna modifica alla nostra casa, la tua camera c’e’, e rinuncio volentieri alla cameretta dove stiro  per mio nipote e per mia figlia. Ma come madre  io ho il dovere di dirti che sarà dura crescere un figlio da sola…(  Bea sta per parlare ma la interrompe subito) ..si si  ho capito Bea statte zitta , da sola… almeno all’inizio, almeno fino a quando il padre tornerà. Se ritornerà….ma io ho seri dubbi.

                                                                                                                                

BEATRICE   come sei cattiva sempre rigida severa,

DOLORES         sei severa mi dici? È vero  Si a volte è vero. A volte lo sono , ma  a volte  parlo poco e non dico quello che dovrei, perchè non sono brava a parlare. Tu  sei la mia vita, e a te vorrei dare tutto, tutto quello che la vita ha tolto a me.

CESARE      Dolores a Dolores ? mo ho proprio capito !!! Io nonno? Me sento male il coree oddio me sta a venì  un infarto

DOLORES    ma quale infarto? Stai calmo non è niente vieni ti accompagno in camera ti sdrai, ti riposi un po’ e passa tutto. vieni

 ( Dolores cerca di calmarlo e lo accompagna in camera per stendersi un po’)

BEATRICE      ( si siede al tavolo prende in mano la pergamena e il foglio ) ecco fatto  gli è ripartita la penna ma che caz… c’ha da scrive  sta sempre a scrive, sempre a scrive  , un giorno voglio proprio  vedè in quel cassetto tutti sti foglietti scritti fitti fitti …..sta a vedè che ciò per madre una scrittrice e non lo so  intanto adesso  voglio proprio vedere che sta a scrive  (inizia a leggere  )

NON RIUSCIAMO A TROVARE PAROLE NUOVE PER DIRTI QUANTO TI VOGLIAMO BENE,  - lo so me lo dite sempre  - PERCIO’ CI RIPETIAMO. – ancora -

DESIDERATA .    E QUESTO DICE GIA’ TUTTO . – se lo dici tu -

SEI PER NOI IL BENE PIU’ PREZIOSO E COME TALE VORREMMO CUSTODIRLO SEMPRE, ABBIAMO CERCATO DI TRASMETTERTI VALORI PROFONDI PER DOTARTI DELLA FORZA NECESSARIA AD AFFRONTARE LA TUA VITA DA ADULTA, ED E’ PER QUESTO CHE QUANDO ANCORA, CUCCIOLA, TI AFFACCIAVI NEL NOSTRO MONDO DI GRANDI, TI HO REGALATO QUESTO ANTICO TESTO, ( Bea prende la pergamena e la rigira incuriosita tra le mani poi la riposa e continua a leggere) MA NON TE L’HO MAI DATO PER PAURA DI ESSERE DERISA  FORSE PERCHE’ ERI ANCORA TROPPO CUCCIOLA PER COMPRENDERE. CARA E AMATA BEA RILEGGENDO QUESTE RIGHE, ASCOLTA, NON LA TUA, MA LA VOCE DI PAPA’ E MAMMA CHE ANCORA UNA VOLTA HANNO PRESO IN PRESTITO LA SAGGEZZA DI UOMINI DI ALTRI TEMPI, CHE NON HANNO UN VOLTO E UN NOME, FORSE PROPRIO PERCHE’ VOLEVANO REGALARE A NOI POSTERI LA POSSIBILITA’ DI UN LINGUAGGIO UNIVERSALE CHE COSTITUISCE L’ESSENZA VERA DELLA NOSTRA VITA. IL FILO INVISIBILE CHE LEGA PER L’ETERNITA’ I GENITORI AI PROPRI FIGLI.

 (rimane pensierosa un po’ poi prende la pergamena )anvedi che roba c’ha pure il fiocco !! (la srotola e inizia a leggere )

                                                   DESIDERATA

PASSA TRANQUILLAMENTE TRA IL RUMORE  E LA FRETTA,

 E RICORDA QUANTA PACE PUO’ ESSERCI NEL SILENZIO .

FINCHE’ E’ POSSIBILE SENZA DOVERTI ABBASSARE,

SII IN BUONI RAPPORTI CON TUTTE LE PERSONE .

DI’ LA VERITA’ CON CALMA E CHIAREZZA;

E ASCOLTA GLI ALTRI ANCHE  I NOIOSI E GLI IGNORANTI ; ANCHE LORO HANNO UNA STORIA DA RACCONTARE

EVITA LE PERSONE VOLGARI ED AGGRESSIVE;

ESSE OPPRIMONO LO SPIRITO.

SE TI PARAGONI AGLIA ALTRI,

CORRI IL RISCHIO DI FAR CRESCERE  IN TE ORGOGLIO E ACREDINE, PERCHE SEMPRE CI SARANNO PERSONE  PIU’ IN BASSO O PIU’ IN ALTO DI TE.

GIOISCIDEI TUOI RISULTATI

COSI’ COME DEI TUOI PROGETTI .

CONSERVA L’INTERESSE PER IL TUO LAVORO,

PER QUANTO UMILE E’ CIO’ CHE REALMENTE POSSIEDI PER CAMBIARE LE SORTI DEL TEMPO.

SII PRUDENTE NEI TUOI AFFARI,

PERCHE’ IL MONDO E’ PIENO DI TRANELLI ; MA CIO’ NON ACCECHI  LA TUA CAPACITA’ DI DISTINGUERE LA VIRTU’ : MOLTE PERSONE LOTTANO PER GRANDI IDEALI, E DOVUNQUE LA VITA E’ PIENA DI EROISMO .

SII TE STESSA

 SOPRATTUTTO NON FINGERE NEGLI AFFETTI E NEPPURE SII CINICA  RIGUARDO ALL’AMORE , POICHE’ A DISPETTO DI TUTTE LE ARIDITA’ E DISILLUSIONI ESSO E’ PERENNE COME L’ERBA.

ACCETTA BENEVOLMENTE 

GLI AMMAESTRAMENTI CHE DERIVANO DALL’ETA’  LASCIANDO CON UN SORRISO SERENO LE COSE DELLA GIOVINEZZA .

COLTIVALA FORZA DELLO SPIRITO

PER DIFENDERTI CONTRO L’IMPROVVISA SFORTUNA , MA NON TORMENTARTI CON L’IMMAGINAZIONE .

MOLTE PAURE NASCONO DALLA STANCHEZZA E DALLA SOLITUDINE.

AL DI LA’ DI UNA DISCIPLINA MORALE ,

 SII TRANQUILLA  CON TE STESSA.

TU SEI FIGLIA DELL’UNIVERSO, NON  MENO  DEGLI ALBERI E DELLE STELLE .

TU HAI IL DIRITTO  DI  ESSERE QUI-

E CHE  TI SIA CHIARO O NO,

 NON VI E’ DUBBIO CHE L’UNIVERSO TI STIA SCHIUDENDO COME DOVREBBE-

PERCIO’

 SII IN PACE CON DIO, COMUNQUE TU LO CONCEPISCA  E QUALUNQUE SIANO LE TUE LOTTE E LE TUE ASPIRAZIONI CONSERVA LA PACE CON LA TUA ANIMA PUR NELLA RUMOROSA CONFUSIONE DELLA VITA .

CON TUTTI I SUOI INGANNI, I LAVORI INGRATI E I SOGNI INFRANTI E’ ANCORA UN MONDO STUPENDO.

FAI ATTENZIONE

CERCA DI ESSERE FELICE

TROVATA NELL’ANTICA CHIESA

                                        DI  SAN PAOLO  a  BALTIMORA  DATATA 1692

BEATRICE             anvedi questa !!!!!!!!ma ‘ndo l’avrà trovata ? ……………………( pensierosa ammicca, riflette, sorride, si guarda in giro…  )troppo forte mi madre!!!!!

 

II TEMPO

Stesso ambiente

 

DEIANIRA                seduta al tavolo con libri aperti e  cartine geografiche

BEATRICE               che dipinge con cavalletto e tela

CESARE                  gioca con il plastico dei trenini

DOLORES                in poltrona legge un libro

ESPERANZA           seduta in disparte che disegna e gioca con le bambole

BEATRICE                 insomma, cosa è che vorresti fare ?

DEIANIRA               stai parlando a me ?

BEATRICE           e chi altri c’è qui? A già,  il nonno e la nonna, ma tanto loro sono immersi nei loro pensieri  . lui gioca,  da quando è andato  in pensione sono 10 anni che traffica con quel coso,  e lei legge …scrive un po’ legge e un po’ scrive è una vita che lo fa-  certo che sto parlando con te e quando ti faccio una domanda gradirei avere una risposta, o per lei milady ‘è troppo disturbo?

DEIANIRA             mamma scusa è che sto lavorando, sto preparando la spedizione per il sito Maya in Perù , devo fare in fretta , concludere!  La partenza è ormai prossima. Scusami ero assorta, e non ho sentito cosa mi hai chiesto.

BEATRICE             appunto ! ma no niente, sai ? mi dispiace, mi dispiace  rubare del tempo ad un archeologa così impegnata, ma sai com’è?  una madre avrà pure il diritto di sapere cosa una figlia vuole fare della sua vita !

DEIANIRA        mammina tu lo sai già,  ne abbiamo già parlato. Io apprezzo i tuoi consigli e ti ringrazio, ma devi prendere atto che oramai sono una donna e sono  in grado di fare le mie scelte e prendere decisioni in maniera autonoma.

DOLORES     ( alza gli occhi dal libro si toglie gli occhiali ) Beatrice? Deianira  ha già 24 anni è adulta perciò   non so se te lo ricordi ( fa un gesto come per dire ti ricordi?)…..è padrona del suo destino.

BEATRICE         a mà a mà?  ma non stai a scrive ?   e continua …! Ma tu sei proprio sicura che sia la scelta giusta? Il lavoro che fai ti piace così tanto,  hai passato anni e anni a studià e mo sei pronta a mollà tutto e a lascià a qualcun altro il merito delle tue ricerche?

DEIANIRA        mamma ti ho già spiegato che non è così!  mi so organizzare,  ho un cervello io! e un  QI superiore alla norma.  Riuscirò  a conciliare le due cose … però adesso ti prego, lasciami lavorare. Devo urgentemente fare una telefonata (prende il cellulare  e inizia a parlare in spagnolo .sottolineando  LIMA -  CUSCO – MACHU PICCHU )

BEATRICE                   (rivolgendosi a Dolores )   ma si , tanto è inutile! Non se ne viene a capo.  E’ testarda come un mulo.

DOLORES           la testardaggine !!! chissà da chi l’ ha ereditata !

CESARE       ah  da me no di certo . ( rivolgendosi a Dolores) oramai abbiamo sperimentato che è il tratto caratteristico delle femmine della tua famiglia: se vi viene in mente di mordere  una mela, magari senza denti—te la ricordi tua madre ? – lo fate e poi……..non si sa come  riuscite a farla mangiare pure a vostri uomini…pure se non gli và…..pure se è la mela stregata ------filo diretto da EVA a DEIANIRA … tutte uguale …fatte con lo stampino

DOLORES                  cosa vorresti dire? Che io ti ho avvelenato con la mela stregata ?

DEIANIRA            ma nonna cosa dici? Nonnino forse voleva farci un complimento forse voleva dire che siamo donne con le pall...pardon chiedo scusa, si effettivamente non è da me questo linguaggio. cioè  io credo che nonno volesse dire che siamo talmente brave che otteniamo sempre quello che vogliamo dai nostri uomini.  Sei d’accordo mamma ?

BEATRICE    ma che facciano un po’ quello che gli pare sti uomini …..a me devono sta a distanza

DOLORES         ma ….prima o..  dopo ? certo non durante   (ridacchia alludendo a un rapporto )

BEATRICE        adesso  basta! mi avete stancato, mi distraete e quando creo non voglio distrazioni devo finire  la mia ultima opera. Domenica ho la mostra  a Fabroficulle

DOLORES      perche ? anche in quel paese c’è il mercatino delle pulci ?  ma guarda !!!  non lo sapevo.

BEATRICE        ho bisogno di atmosfera accendo lo stereo  ( e inizia dimenarsi come una forsennata e a spennellare la tela. Anche Esperanza comincia a ballare Dolores e Cesare si fanno trascinare dal ritmo e cominciano a battere le mani seguendo la musica- Deianira fortemente disturbata è a disagio e  comincia manifestare insofferenza )

                                                    MUSICA

DEIANIRA                 mamma ti prego puoi abbassare quel coso (Beatrice lo ignora e continua a dipingere dimenandosi come una forsennata Dea si alza esperata e va a spegnere lo stereo) questa musica mi fa venire la tachicardia

( beatrice  si precipita preoccupata verso di le per informarsi sul suo stato di salute )

BEATRICE         lo vedi ? come si fa a stare tranquilli ? basta un po’ di ritmo e vai in panne … me lo dici tu come puoi andare a scavare buche a 3000 metri in Perù.? E peggio ancora come pensi di poterti trascinare dietro pure quell’anima innocente ?

DEIANIRA         infatti su questo hai perfettamente ragione. non sarà sempre necessario che il cucciolo o la cucciola mi segua , può tranquillamente restare a Roma con Ildefonso  il suo lavoro all’Università  gli lascia così tanto tempo libero. E poi è proprio bravo a trattare con i bambini ed ha anche una certa  esperienza.  Sta crescendo da solo sua figlia Esperanza !

BEATRICE          stava!!!  cara la mia talentuosa figliola ! da quando state insieme -4 anni la piccola ESPERANZA sta più qui che a casa sua  !!!!!!!

DEIANIRA       con questo cosa vorresti dire ? mi vuoi per caso far pesare il fatto che lo sto aiutando con la bambina?

BEATRICE     ma figurati? Tu non stai facendo proprio un bel niente, stai sempre in giro  per conferenze convegni ricerche …cazzi e mazzi !!!!!  siamo noi che da 4 anni ci occupiamo a tempo – più o meno pieno -  di lei. E come sei permalosa ! diventi una iena appena nominiamo il tuo esimio ATTEMPATO  professore  ILDEFONSO  GOMEZ MARTINEZ SERRANO DE MOLINA immigrato del Perù !!!! Ma poi io dico … —ma razza di nome è? Il – de – fon – so… con che fa rima Ildefonso ? con….

DEIANIRA    MAMMA!!!! tu mi chiedi che nome è Ildefonso ? e il mio allora ? ma come ti è venuto in mente di chiamarmi DEIANIRA ?

BEATRICE  chiedilo a tua nonna !!!

DOLORES          e già.  il tuo nome l’ho suggerito io alla tua mamma. Lo trovo molto musicale e poi il significato “ colei che domina gli uomini”  mi ha sempre affascinato.  Ora però non vorrei essere fraintesa: ci tengo a precisare che io non ho mai avuto niente contro l’altra metà del cielo, però …allora…vedere tua madre soffrire così per un uomo, mi ha riportato alla mente un mito Greco : DEIANIRA appunto… perché in effetti la professoressa  ci disse che la traduzione letterale più giusta del nome forse sarebbe …colei che infiamma il marito …,…o meglio ancora , colei che uccide  il marito.

CESARE          che vi ho già detto? È proprio  una tara genetica   : testarde e  psicopatiche !!!!!!

BEATRICE         ( rivolgendosi a Deianira )vedi anche il tuo nome dovrebbe farti  riflettere. E’ un avvertimento se lo ami così tanto, se veramente  ci tieni a lui  non lo sposare  perché  come diceva nonna Giustina un nome un destino ( fa il cenno di tagliare il collo e   ridendo riprende a dipingere )   e  comunque io ti ho sempre chiamato DEA la mia Dea

DOLORES       e già Un nome un destino. Dolores  coniugata Cercapace!!!!

DEIANIRA       comunque io lo sposo !!, è così caro! Sarebbe disposto a scalare l’Everest per esaudire ogni  mio desiderio. A dispetto della differenza di età,  siamo fatti per stare insieme e poi e’ il padre di mia figlia!!

CESARE        o figlio !!!  io ci spero eh? un nipotino  che bello !!!  la speranza è sempre l’ultima a morire –

(Beatrice smette di dipingere prende Daianira per mano si siedono sul divano)

BEATRICE       vieni Dea sediamoci ti devo parlare : molte volte la vita ci mette di fronte a situazioni nelle quali  scegliere quello che riteniamo giusto è davvero difficile ma il giusto sembra  sempre quello che ci sentiamo di fare in quel momento. Vedi anche io …allora pensavo che io e tuo padre  eravamo fatti per stare insieme; però a volte le persone che ami si rivelano diverse da come le credi: le vedrai cambiare e  questi cambiamenti ti turberanno, come hanno turbato me .

Io non avrei voluto, che andasse così. Ho aspettato e sperato tanto  che lui tornasse. Alla fine ho capito. Ho capito che non eravamo fatti per stare insieme   ma che forse stavamo insieme perché eravamo fatti ( fa il cenno di fumare )….e allora ho scelto seguendo il mio istinto di  ribellione agli eventi e ho scelto  di essere MADRE, ho deciso di essere  un genitore singol – lo so non sono una mamma perfetta ma ti amo così tanto …ho fatto  quello che ho potuto , lo so che non sono una madre da prendere a modello ma ti giuro che  ho cercato di migliorare mentre  ti crescevo… e crescevo con te. (Deianira abbraccia la mamma che si commuove )

DOLORES      ( si alza e dal cassetto prende una raccolta di foglietti tutti scritti fitti fitti )  adesso mi sembra proprio il momento giusto-  e io vi voglio dire qualcosa, Vi racconto di come malgrado tutto questa donna è diventata madre bambina, nonna ragazza e ora non appena  sessantenne bisnonna . 

BEATRICE        lo sapevo! Io sapevo io ! ecco  tutti quei foglietti scritti fitti fitti  servivano per un libro . Mia madre scrittrice. Non ci posso credere!!!!  Leggi

DOLORES       ho imparato sul campo vivendo giorno per giorno. Non esistono scuole per genitori, e nemmeno manuali ..si va a naso, a sperimentare empiricamente, si formulano ipotesi, balenano idee, pensieri, ci si  interroga a volte facendosi divorare dai dubbi che si sottopongono al vaglio dell’esperienza per testarne l’efficacia, la validità o meno. Non è un metodo sempre certo …o si azzecca o si sbaglia, o ci si bea o ci si danna e… si ritenta all’infinito con i figli e poi anche con i nipoti. Ma più di tutto ho seguito il cuore  e quella luce piena di dolcezza negli occhi blu di mia madre : un faro, un porto sicuro nella mia vita  sempre ( guarda Beatrice ) perciò amandoti  in maniera illimitata, non ricattabile, instancabile, secondo a nessuno. Io che ero stata fino allora,   il centro dei miei pensieri, io che assecondavo i miei ritmi e spesso obbligavo gli altri a seguirli, io che ascoltavo i miei bisogni e spesso li anteponevo a tutto ... io che…( guarda verso  Cesare) da quando il nostro amore si è concretizzato con te che crescevi dentro me, sono caduta in schiavitù.  Anche per lui è stato così il mio giovane principe azzurro. Ho assistito alla magia  di vedere    questo papà bambino  trasformarsi in uomo, grazie ad un gesto, ad una parolina ad un sorriso senza denti, ad un balbettio incomprensibile grazie alla nascita di nostra  figlia .

 

DEIANIRA              nonna ma che bello !!!  da quando stai scrivendo questo libro ? è finito?  lo vuoi pubblicare?

BEATRICE          Lo sto scrivendo …beh si… diciamo da una vita. Da sempre fisso sulla carta le mie riflessioni i mie pensieri le mie emozioni e anche citazioni che leggo qua e la sui libri.

BEATRICE         ma si, ma si  dai! Pubblichiamolo! alle illustrazioni ci penso io. Dai ma’ continua a leggere  è troppo forte!!

DOLORES        Una condizione di  schiavitù  che ancora continua e ancora continuerà. Essere mamma è stupendo essere nonna è semplicemente meraviglioso. …( guarda verso  Deianira)  Una nipote è la vita che si rinnova è il tempo che ti toglie la vita ma al contempo ti regala nuova linfa. Che strana che è la vita ! metti al mondo una figlia e pensi che la vita ti ha dato tutto, tutto il meglio che si può desiderare, poi nasce una nipote e ti accorgi che quel tutto era rinnovabile e non lo sapevi. Amore che si moltiplica, che si esalta, ti prende e ti travolge in sensazioni uniche. Non so se sono una mamma e una nonna perfetta ma so che amarvi mi fa sentire perfetta. Con voi tutto ha un senso e accetto volentieri le catene di questa schiavitù traendo forza dal vostro sorriso.

CESARE            posso dire anche io una cosa ? Io non sono bravo a parlare e non sono uno scrittore come nonna perciò quello che provo ve lo dico in due parole : grazie e grazie (rivolgendosi  prima a Bea e poi a Dea )bella de papà Grazie, amore di nonno grazie . Perchè tu Beatrice 22 anni fa mi ha regalato il passaporto per l’eternità e ora la mia piccola DEA sta per rinnovarmelo. Grazie. Grazie  . Ho detto tutto e ho finito-

BEATRICE          certo che voi uomini siete sempre così sbrigativi, quello che hai detto, papà, si è bello,  però ti potevi impegnare un po’ di più, te la sei cavata con due parole ! ma voi uomini siete …siete …ma che ne so che siete, forse l’ aggettivo giusto è alieni ! vivete su un altro pianeta, quello che succede intorno a voi e alla vostra donna per voi è solo una seccatura. Io sono  stata sola, e sono stata bene così. Sono contenta di aver fatto la scelta di non avere un uomo fisso al mio fianco.

DEIANIRA          per me non è così ! io non riesco a pensare a una vita senza amore:

BEATRICE                    l’amore l’amore ma cos’è ……una tortura : - noi siamo donne   e siamo una cosa  -  loro sono uomini e sono tutta un’altra cosa -. L’unico motivo per cui vale la pena incontrarsi è …….va   beh insomma hai capito no? Io di uomini ne ho avuti quanti ne ho voluti poi ognuno a casa sua e sto bene così. Non ti sposare dammi retta, continua a studiare  e a dedicarti alle tue ricerche. E poi non ti ci vedo proprio barricata in casa dedicarti ai fornelli e ad allevare marmocchi.  Certe cose  lasciale ad altre donne, tu puoi avere altre gioie, dammi retta non vale la pena sacrificare la propria vita a un uomo, nessun uomo lo merita . Non dare troppa importanza ai piaceri del sesso è il cervello che conta. Ma non ti sposare non rinunciare alla tua libertà. Se proprio lo  vuoi così tanto  questo bimbo e va bene lo faremo nascere e noi ti saremo vicini,vi proteggeremo e ti aiuteremo a crescerlo. Vero mamma? Vero papà? 

DOLORES         Dea, non avere fretta prima, pensaci bene e poi decidi. Quello che ha detto mamma è anche vero: sarà comunque  difficile . Però ascolta il tuo cuore.

BEATRICE       il cuore , l’amore  due cuori  e una capanna la famiglia del mulino bianco . a mà che palle !!!  Dea metti in moto i neuroni chiama a raccolta i 120 punti del tuo   QI  scatena la tua intelligenza e risolvi sto problema:  gli uomini e le donne esistono per farsi la guerra PUNTO  e ogni tanto c’è una tregua PUNTO  come si fa per far  regnare sempre la pace? E’ IRRI SOL VI BI LE!!!

DOLORES        ma no ! ma  forse sia gli uomini che le donne ALZANO MURI, caricano i cannoni  E FANNO LE BARRICATE dietro le quali si trincerano per paura di soffrire.

 Forse perché sia gli uomini che le donne hanno solo paura di non essere abbastanza per le persone che amano  così decidono di nascondersi, di chiudersi a riccio  e perdono l’occasione per incontrarsi.

DEIANIRA      ( si siede e comincia a piangere )

CESARE              ( prende da un cassetto una vecchia lettera che scrisse a Dolores tanti anni prima e si avvicina a lei ) ti ricordi come eravamo? Ti ricordi quando  ricopiai questa  poesia per te ?       senti amore mio, noi ci abbiamo provato :  a volte ci siamo riusciti - a volte no . Questa ( e indica Beatrice ) non c’ha neanche provato. Ma per Dea forse  c’è ancora una speranza    

DEIANIRA   nonno perché non ce la leggi ?

CESARE    (comincia a leggere)  : un giorno esisterà la fanciulla e la donna il cui nome non significherà…..no! no! non ci riesco me emoziono.

DEIANIRA  dalla a me nonno continuo io

UN GIORNO ESISTERA’ LA FANCIULLA E LA DONNA,

 IL CUI NOME NON SIGNIFICHERA’ PIU’ SOLTANTO UN CONTRAPPOSTO AL MASCHILE,

MA QUALCOSA PER SE’,

QUALCOSA PER CUI NON SI PENSERA’

 A COMPLETAMENTO E CONFINE 

 MA SOLO A VITA REALE:

L’UMANITA’ FEMMINILE .

E QUESTO PROGRESSO TRASFORMERA’

L’ESPERIENZA DELL’AMORE, CHE ORA E’ PIENO D’ ERRORE,

         LA MUTERA’ DAL FONDO, LA RIPLASMERA’

IN UNA RELAZIONE DA ESSERE UMANO A ESSERE UMANO,

 NON PIU’ DA MASCHIO A  FEMMINA .

E QUESTO PIU’ UMANO AMORE

 SOMIGLIERA’ A QUELLO CHE NOI FATICOSAMENTE PREPARIAMO,

ALL’AMORE CHE IN QUESTO CONSISTE:

CHE DUE SOLITUDINI

SI CUSTODISCANO, DELIMITINO

                                            E SALUTINO A VICENDA

Drin Drin   ( campanello porta- Carlo va ad aprire  arriva Ildefonso accompagnato da un uomo distinto e ben vestito)

ESPERANZA                 (appena vede il padre le va incontro  e da la mano ad Ilsefonso).  Papi !!!!  sei Tornato ? che mi hai portato?

ILDEFONSO  (entra abbraccia la piccola le da un pacchettino e rivolgendosi a Dea ) : Deianira ! ho scalato l’Everest e ho esaudito il tuo desiderio più grande. E’ il mio regalo per il nostro matrimonio : ti presento  Gesualdo tuo padre.

BEATRICE   (sorpresa si aggiusta i vestiti e  i capelli e gli va incontro) Iesus!!!!! (E si prendono per mano guardandosi dolcemente negli occhi)

JESUS   Si amore sono tornato per te ( si abbracciano e si baciano )

DOLORES    (rivolta a Cesare e sorridendo)  Cesare mio credo proprio che saranno 2 i matrimoni da organizzare e non 1.

BEATRICE             ( si divincola dall’abbraccio si  gira verso Dolores e gli fa l’occhietto) a ma MATRIMONIO? Ho capito bene hai detto ma tri mo nio ?    MA DE CHE?

SONO  DONNA …  UNO SPIRITO LIBERO!!!!!!!!!!

MUSICA

Fine

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 0 volte nell' ultima settimana
  • 3 volte nell' ultimo mese
  • 17 volte nell' arco di un'anno