Derby in sala parto

Stampa questo copione

DERBY IN SALA PARTO

Tale opera è pubblicata sotto una licenza Creative Commons,  http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/2.5/it/ Vedi sintesi alla fine del testo. L’utilizzo di tale copione secondo i limiti della Creative Commons sopra indicata e senza fini di lucro non è soggetto a diritti SIAE. Il motivo di ciò è che sono convinto che queste farse saranno utilizzati da compagnie amatoriali, parrocchiali o circoli non profit i quali fanno già grandi sacrifici per recitare e non voglio far pesare ulteriormente su di loro con i diritti d’autore. Mi riservo ogni diritto in caso di compagnie professionali.

Vi chiedo comunque per una mia soddisfazione personale di citare l’autore e mandare un e-mail per farmi sapere dellamessa in scena della farsa a: jomathan@libero.it

DERBY IN SALA PARTO

- Atto Unico -

di Rino Campagna

Personaggi:     Mariella , Vittorio , Marzia, Sebastiano, Infermiera.

Scena:       Prima parte:  un salotto qualunque  con un divano dove ci sono le donne ed un tavolino dove i mariti leggono il giornale  o giocano a carte    

Seconda parte, Sala attesa (attigua alla sala parto)

Mari:          Insomma lasseme sfogàr parchè sòn stufa de ingiotir sempre. Ste ingiustissie le deve finir!

Mara:         Tà ga razòn comare. Serte condissiòn le difissie soportàr. Se te parla te si na lenguassòna, se te tase, te si na egoista e na musona.

Vtio :         Ghe rissèn ...

Seba :        Ogni volta cussi. No leè contente se no le canta el "miserere.;.m"

Mara :        (Ai due) Dovaressi soltanto ammiràr do femene cussi!

Seba :        (Finto) Lo sò cara, che te si na dona superiore…

Mara :        Questo lo vèn zà stabii el zorno del matrimonio.

Vito:          L'è el nostro destin: resa sensa condissiòn!

Mari:          Cossa ditu su. Qualsiasi roba che fasse, teà sempre da dir la tua. Se me compre un capetin de roba, subito: "Ambissiosa, magna schèi a tradimento. T'à pòc da sbufàr... No l'è vero forse'?

Vito:          (Sempre calmo) I pati ièra ciàri, e se te vol starme vissin te deve capir la me indole. Mi sòn fat cussi! .

Mari:          L'è fat cussi lu... poarèt! E mi'? costreta a viver co un òn che no l'è'bòn de colmàr sto vuoto che me dilaga dentro (mima).

Seba:         Dovè capìr, care, che anca noaltri vèn el nostro orgoglio Na brava dona de casa, la deve rispetàr l'autoritcà del marì

Mara:         Senti lu, el marito gioello, ciò. El pensa a tut... El se preocupa de tut... a paròe! Ordini precisi, dettagliati, perentori, detadi co na pignoerìa da SS. Pretende lu ma che sia a farlo la moièr parchè lu "el lavora" e nal pol far tut

Mari:          Almanco i ghe ndesse ben quel che te fa. In cusina pò

Vito:          Lassa star sto tasto!

Mari:          Mai na sodisfassiònl Qualsiasi pietansa che te mete in tòea, te te sinte dir...: "Sarìa stà bòn se …. Eeeeh'?.. Come che fèa la pasta e i ceci me mare, ti no te sì bona de farlo!

Mara :        Le solite "Litanìe" giornaliere: "Inpara l'economia deà nona", “La mama sì che ramendèa ben i calsetti ".

Seba :        Le la verità !

Mara:         Le vero anca che la teà tirà el fero da stiro….

Seba :        Si, ma la meà sbaglià!

Mara :        Ma mi ò fat centro.

Mari:          Cussi l'è la nostra dolce compagnìa.

Mara :        Compagnìa'? Gnanca la domenega Mai che i te porte a far na passegiata…

Mari :         O sì: inseminidi davanti àea teèvisiòn, par vardar 4 stupidi che ghe core drìo a na bàea

Vito:          Parchè ditu insemini'? Disi pitòst... un'equilibrata passiòne sportiva. ...

Mari:          Senti, senti, equilibrata... la coràio de dir. Basta che un zogadòr sbaglie un gol, o l'arbitro no fisce un calcio de rigòr par la so squadra ch'el te fa de duee zigade…ch'el te fa spaventàr anca el gàt... Teò vede partìr come na saèta e ndàr sconderse Sotola panèra, poaret

Mara :        El mio no l'è de manco, el m'à impinì fin l'armadio de bandiere. EI ghi nà de tuti i coeòri e de tute le misure: a strisse, a stendardo, retangoeàri, quadrate, a punta, a doppia punta... una par… quando che la zoga in casa e una per la trasferta.  Co la so squadra vinse, te ò vede sventoeàr la bandiera fora daea finestra, coà perde me sa tant de ritirata de "Caporeto"...

Mari:          E che paroeasse ai ..arbitri, poareti...

Mara:         Zornai sportivi dapartut. Fotografìe de zogadori, allenatori e presidenti taìade e tacàde su tute le pareti dèa casa...

Mari:          Tutti compagni... Vittorio cò l'incontra un amigo par strada, nol dise mai "Bongiorno" , ma. .."Atu vist che assiòn, Adriano? "

Vito:          (Al pubblico) Sentìoche ràcoe?,..

Seba :        Ma lassa cheè parle...

Mara :        Se maeadi  omeni .. maeadi de tifo …

Vito :         E voeàltre de testa…

Mari:          Gnanca nei momenti importanti, i sa essèr seri... Conteghe, conteghe (Segna il pubblico), la scenettà all'ospedàl, co mi e èa se ièra in sala parto... e voiàltri dò spetessi in sala atesa !

Vito :         Acqua passpda!...

Seba:         Se "Ven conossù in quea ocasiòn, e da alora sen deventài amissi: aversari, ma amissi!

Mara:         Su, racontè... Fe un fiantìn de teatro anca qua. Noaltre zà savèn la commedia, ma lori... (Segna il pubblico) no! Su, forza...

Mari           Dai, coraio, parlè!…

Seba:         La ven contada mie volte ormai

Mari:          Racontèa naltra volta.

Vito :         Ièra na domenega e se zoghèa el derby Inter -Milan... Lore le ièra in sàea parto, e noaltri dò, là in atesa, nervosi, come sucede in queè ocasiòn, specialmente parchì come noaltri dò se tratèa dèa prima volta, ma ciò, noè se sbrìghèa pì de partorìr... e mi ière preocupà anca par la partìa... A un serto momento ghe domande a lù...

(Giù le luci : Cambio scena Scena: Ospedale, sala attesa)

PARTE SECONDA

(Vito e seba, nervosi, camminano su e giù. A un certo momento….. )

Vito :         "Anca so moièr èa in sàea parto?"

Seba :        Si.

Vito:          Primo fiòl?

Seba:         Si. (Pausa) Anca lù?

Vito:          Grande zornada ancùo. Pecà che sia sucès de domenega

Seba:         Eeeh ...sì... purtropo. (Pausa).

Vito:          (Dopo l'ennesima "maratona") Ancùo i zoga el derby Inter -Milan...

Seba :        Eeeh... sì... Par mi l'è na soferensa no vèder la partìa... Me toca stàr qua... se no la seà ciàpa... la se ofende...

Vito :         Tute compagne (Pausa) Interista?

Seba :        No! Mianìsta!

Vito :         Ah!

                  ( Da quel momento i due si guardano con meno simpatìa!)

Infe :         (Apre la porta ed entra) Il signor Rossi?

Seba :        Sòn mi !!

Infe :         Lei è diventato padre proprio  adesso.

Seba :        (Gridando a mani alzate) Inteeeer, tò (Gesto dell’ombrello) : Uno a zeroTira fuori dalla tasca capellino e bandierina del Mllan e sventolandola grida:) Milan, Milan, Milan …!

Vito :         Calma, calma, sen apena ài primi minuti del parto

Seba :        Ma intanto mi ò un fiòl e lù no1

Vito:          Infermiera, me moièr cossa fàea? Dormea?...

Infe :         Vadò a vedere (Esce). .

Seba:         (Euforico) Coi milanisti non resisti... E con Nesta facciamo festa...

Vito:          No sta cantàr vitoria tant presto.

Infe :         (Tornando) Signore, (A Vittorio) anche lei è padre!

Vito :         Tièl (Gesto dell'ombrello) Pareggio…!

Seba :        Infermiera, èa sicura? No sarà stada par caso una svista dell'Ostetrico?

Infe :         (Offesa) Ma che cosa dice, signore?!!! (Esce).

Vito :         Uno a unol Lo savèe che varìa segnà subito anca me moièr!

Seba :        Te capiràl... La se sarà aiutada co l'anestesìa …

Vito :         Vòeo insinuàr che me fiòl nol sia regoeàre?

Seba:         No lo sò. Mi no ière presente quando che sò moièr l'à fat.

Vito:          Ridìseo se teà coràio?!!!!

Infe :         (Arriva trafelata) Signor Rossi...

Seba :        Noà stai dime che i meà annuà el.fiòl !!!...

Infe:          Tutt'altrol Le è nato un'altro figlio !!...

Seba:         (Con un grido disumano) Gooooll Due a uno…!!! Inteeer, ades come la metteneo. ...???

Vito:          Infermiera, èa sicura?

Infe:          Sicurissimal Ero lìl (Se ne torna in sala parto).

Seba:         (A pugni stretti e mani alzate) Dai Maldini: n'altra botta ai ..,cugini

Vito:          (Va alla porta e grida) Forza Mariella, tiente pronta che fen la rimonta !!!...

Seba :        Mà che rimonta d'Egitto !!!

Vito :         Ma cossa votu parlàr, che tò moièr l’ha partorio el secondo fiòl par puro caso...

Infe :         (Rientra allucinata) Incredibilel Un'altra nascita... (A Vittorio) Stavolta ha partorito sua sua, signore... (Esce sconvolta).

Vito :         Mio !!!! (Gridando) Pareeegiol Dò a do !!!

Seba :        Noè possibie...

Vito :         Mianista, no te canta ades?

Seba :        No vàll El tempo ièra scadù…!!! (Alla porta) Ostetrico, venduto!!!...

Vito :         El me secondo fiòl l'è validissimo. El se vergogni, el deve esser pì sportivo  !!!

Seba:         E mi no me vergogne, va ben?..

Infe :         (Entra in trance) E' troppol (A Rossi) Signore, un'altro.

Seba :        Mio?

Infe :         Si. ( esce ) .

Seba:         (Al culmine dell'euforìa) Urrrraaaahhhhl Tre a do!!! Inteeer sei steso- finito -tramortito... (Ballo con molte bandierine rosso- nere).

Vito :         No le dita l'ultima paròea...

Seba:         (Gridando verso la porta) Ostetrico, tempooooo!!!  l'è finida par ti, Inter!

Inf             (Entra barcollante, stravolta e con un filo di voce, si rivolge a Vito) Sua moglie le ha dato un'altro figlio!

Vito           (Con un urlo) Gooooooalll  !!!! (Salta, balla e infine abbraccia l'infermiera)

Inf             Il parto è terninato (Sfinita cade sulla sedia)

Seba          (Si porta le mani nei capelli) Brutta miseria, che sfortuna !!! all’ultimo minuto ….

Vito           (Euforico) Pari e patta, milan! Te ho  dita che i morti se i conta àea fine .

Seba          (Altero) I me tre fioi i deventerà campioni de calcio!

Vito           (cs) Anca i mii

Seba          E i sarà le speranse del milan!

Vito           E i mii dell'Inter!

Seba          Viva il milan !

Vito           Viva l’lnter!

Inf             (Che aveva seguito l'enfasi dei due, dispiaciuta) Signori, scusatemi, ho dimenticato di dirvi che sono 6 femminucce !!!

(I due infuriati, la verso la porta)

Seba          Ostetrico, disgrassià!

Vito           Vendutoooo ! ! !

Seba          Cafone !!

Vito           Incapace!

Seba          Rovina fameie!!!!

Inf             E' inutile gridare, tanto l'Ostetrico non vi può sentire: l'hanno portato in cameera di rianimazione (Esce)

(I due ripongono mestamente: bandierine. fazzoletti, cappellini, ecc)

Seba          Un derbi cussì no lo ho mai vist !

Vito           Gnanca mni!

Seba          Speren che l'anno prossimo el sia pì tranquìo!

Vito           Dipende dàe femene!!!

(Entrano le due puèrpere- e l'infermiera con le neonate vestite con i colori del milan e dell'Inter)

F I N E

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 0 volte nell' ultima settimana
  • 4 volte nell' ultimo mese
  • 18 volte nell' arco di un'anno