Dirottate su Betlemme

Stampa questo copione

Dirottate su Betlemme

Dirottate su Betlemme

di Chiara Citterio

domenica 21 DICEMBRE 2008

PERSONAGGI

MAGISTER Massimo Maitan

SCRIVANO Michele Bartesaghi

GABRIELE Giulia Proserpio

LEADER Christian Carbone

ALLELUJA Gabriele Busnelli

MARIA Chiara Salvioni

GIUSEPPE Gaston Nunez

BEATO Elisa Colombo

PIO Simone Galimberti

ANNA Valeria Frigerio

ROCK Matteo Turati

CUSTODE Edoardo Stoppa

SERENO Tommaso Nespoli

BULLO Samuele Longoni

FIFA Daniel Solera

COREOASTRO Luca Maitan

SPIA Michele Proserpio

NOE’ Michele Proserpio

FEDELE Camilla Frattoloni

AFFLITTO Francesca Cazzaniga

FAX Alen Nunez

DASH Benedetta Piu

RAGAZZA Giulia Molteni

COLTO Giulia Molteni

ZEFIRO Laura Galimberti

TRAMONTANA Laura Agosto

LIBECCIO Antonio Lista

RE MAGIO 1 Emanuele Colzani

RE MAGIO 2 Riccardo Russo

RE MAGIO 3 Antonio Cavalcante

PASTORE Emanuele Cavalcante

PASTORE Irina Barzaghi

PASTORE Luca Molteni

ANGELO Alice Panzeri

ANGELO Elisa Santambrogio

SCENA I

(musica di sottofondo “Christmas blues_modificata” )SIPARIO CHIUSO

Si accende luce che punta il sipario,da lì escono due angeli Magister(con una grossa calcolatrice in mano) e Scrivano (con penna d’oca e una pergamena/quaderno)

ANGELO MAGISTER (camminando avanti e indietro fermandosi sconsolato) conti, conti bisogna sempre tenere i conti.  Allora, cominciamo…

prima di tutto ci sono gli arcangeli: Gabriele, Michele, Raffaele… li hai segnati?

ANGELO SCRIVANO(scrive diligente) certo Magister!

AM:    Bene, poi abbiamo i serafini: dieci schiere da cento che fa….(finge di contare il pubblico)

AS:      mille

AM:    si! E poi i cherubini, 100 schiere da cento che fa…

AS:     diecimila

AM:     bravo, …oh però sono proprio…

AS :     (annuendo vistosamente) tanti!!

AM:    poi  troni, dominazioni, virtù, potestà e in tutto fanno altri centomila…scrivi eh,

AS:     scrivo, scrivo…tanti, tanti

AM:    Ma il vero problema sono gli angeli custodi, aumentano di giorno in giorno!! Guarda, abbiamo già superato vari miliardi …eh già,… ed alcuni sono anche costretti a fare il doppio e triplo lavoro.

E pensare che fino a ieri erano poco più di cinquecento milioni ed ora…

AS:      ieri ???

AM :   ah già, è vero, sei nuovo, ti hanno appena promosso: elevato ai cori angelici, dopo l'onorato servizio di angelo custode sulla terra.

Qui su, in Paradiso, i giorni non sono come quelli terrestri, no, no: qui un giorno è come mille anni e mille anni come il giorno di ieri che è passato (salmo 89, versetto 4) (compiaciuto) …

ma dove eravamo rimasti?

AS:      che gli angeli custodi sono proprio TANTI

AM:    eh sì, sì, tutti questi angeli da contare , è un lavoro immane. (sospirando)

Era meglio ieri l'altro, (correggendosi in fretta) be' scusa, circa  duemila anni fa, quando  Lui decise di scendere sulla terra…    Eh dovevo tribolare un po' meno

AS:      Lui?

AM: (indicando il cielo con aria un po' scocciata) Lui, e chi se no!

Ah, ma forse tu non eri ancora stato creato, però le cose fondamentali le sai no, Maria? L'angelo Gabriele? Gesù?

AS:     beh, certo!

AM:   eh, ci fu una gran bella confusione quassù in cielo in quel periodo!!! Proprio una bella confusione!

Ma sì, potremmo fare una pausa e ti racconto un po' quello che successe. Andiamo…

(si avviano lentamente per uscire…si spostano lateralmente)

Tanta confusione perché sì, eravamo tanti, ma non così tanti!!

AS:     tanti, tanti

AM :  dunque, un giorno Lui chiamò Gabriele…

SCENA II

Si ripete musica iniziale SI APRE IL SIPARIOsul palco sono già disposti i ballerini/cantanti

a)BALLETTO PICCOLI ANGIOLETTI (con ingresso di Gabriele!)

 

SIAMO ANGELI

coro: Siamo tanti, tanti davvero,

abitiamo felici nel cielo,

Sol 1ogni tanto qualcuno viene giù per tirarti amico un po' su.

Sol 2  Tu ci ascolti, ma non ci vedi, ogni tanto ci trovi tra i piedi

in servizio per ventiquattr'ore… sta tranquillo: ci manda il Signore

coro: Siamo angeli, angeli che volano solo per te.   Per te!

Siamo angeli, angeli che sanno tutto di te.

Siamo angeli, angeli, il Signore ci manda da te.     Da te!

Siamo angeli, angeli, gli amici più cari per te.

Sol 3: Qui ognuno fa qualche cosa ma c'è anche chi si riposa,

c'è chi soffia, chi canta e c'è chi spia, chi è un artista in acrobazia,

Sol 4  chi pulisce, chi porta i messaggi, chi fa sempre mille e più viaggi;

Coro: mille viaggi in ventiquattr'ore…  sta' tranquillo: ci manda il Signore

Siamo angeli, angeli che volano solo per te.

Siamo angeli, angeli, gli amici più cari per te.

Sol 5Oggi tocca a Gabriele, il Signore gli vuole parlare.

Una cosa importante gli dirà e di certo lui la farà.

Sol 6 Inviato in via ufficiale, di un messaggio molto speciale,

da portare in ventiquattr'ore…a chi vuole bene al Signore.

coro: Siamo angeli, angeli che volano solo per te.   Per te!

Siamo angeli, angeli che sanno tutto di te.

Siamo angeli, angeli, il Signore ci manda da te.     Da te!

Siamo angeli, angeli, gli amici più cari per te.

b) i ballerini/cantanti escono, Gabriele compreso luce fascia centrale (DIO=voce fuori campo)

DIO: Gabriele!                    Gabriele entra affannato

ANGELO GABRIELE: Eccomi, Signore.

DIO:   il tempo è maturo per intervenire nella storia degli uomini

AG:    Oh no! Tocca sempre a me! Perché tra tanti angeli chiami sempre me?

DIO:   perché tu sei il mio messaggero!

AG:    (lamentandosi) E sì, ogni volta che ti viene un'idea devo metterla in pratica sempre io.

DIO:   Gabriele!! Questa volta è una cosa SENSAZIONALE, straordinaria!!

AG:    E va bene, sentiamo un po' cosa devo fare.

DIO:   Devi andare in un paesino sperduto chiamato Nazareth.

AG:    Come? Naza che?

DIO:   Nazareth… lì in Galilea

AG:    Dove? Gali che?

DIO:   Gabriele, la geografia! E poi, è affar tuo trovar le indicazioni!!

            Devi andare da una giovane chiamata Maria.

AG:     Eh! Capirai, di questi tempi si chiamano in tante così!!

DIO:  Gabriele! Ascoltami, non trovare ostacoli ad ogni parola.

           Maria, la figlia di Gioacchino e Anna.

È una brava ragazza che ho preparato da tempo per questo momento.

Devi dirle che io l'ho scelta per diventare la madre del Messia.

AG:     Finalmente, era ora!! Quanta gente ti ha supplicato per tanti secoli!!

            Ci vado subito. Questa sì che è una bella notizia!!

             (si avvia rapidamente per uscire)

DIO:   Aspetta, non è tutto. Devi dirle che diventerà madre senza marito.

AG:     (si blocca esterrefatto)

Cosa? Oh, che guaio! E quindi dovrò dirle che rimarrà presto vedova!

DIO:   Gabriele, cosa hai capito!

AG:     Allora sarà una ragazza-madre.

DIO:   (duro) No! Aspetta, non interrompere sempre!

Sarà madre senza avere uno sposo.

AG:     E che altra novità è questa?! Non ci capisco niente.

DIO:   Non devi capire, devi riferire!!

AG:     (sconsolato) Povera creatura che nascerà: sarà un orfanello.

DIO:   No!

AG:     E allora, chi sarà il padre?

DIO:   Io.

AG:     (cambiando all'improvviso espressione)

Ah, allora ti sposi?! AUGURI!!

DIO:   Gabriele! Il Figlio che nascerà sarà il Figlio mio concepito per opera dello Spirito Santo!

AG:     INCREDIBILE!! Eh … la scienza che progressi che ha fatto!!

DIO:   Gabriele! Questa non è scienza, è potenza di Dio.

AG:     Va bene! Va bene! Non ho capito granché …

spero solo di saper rispondere a tutte le sue domande e difficoltà.

DIO:   è una creatura adorabile: se sa che vai da parte mia.. non troverà molte difficoltà.

AG:     Seeh, è arrivato il Padre Eterno … oh scusa!!

DIO:   Ti dirà subito di sì, senza fare tutte le difficoltà che hai fatto tu!

AG:     Allora è cotta di te!

DIO :  Sì, mi ama!

            Va’! E, mi raccomando, acqua in bocca prima che lei ti abbia dato la risposta!

Luce su Gabriele un po’ meno forte

AG:    Vado, vado! E dove vado?!                          (poi si decide e si avvia verso sinistra)

            Vado! E che Dio me la mandi buona!

c) Arriva velocemente Angelo Leader che gli anticipa l’uscita

Angelo Leader: Ciao Gabriele, come mai sei così sconvolto?

AG:    Niente!…cioè…beh…forse… chissà…, sai? sai tenere un segreto?

AL:     Sì, certo!

AG:     Dio sta per avere un Figlio sulla terra!

AL:     COSA?!?!?!?

AG:     Proprio così! (dandosi arie di importanza) Mi ha fatto delle confidenze poco fa.

E adesso viene il bello, perché la futura madre non sa ancora niente…,

sai (indica il cielo) non vuole che si sappia in giro!!

AL (prendendolo per un braccio)

Ma cosa dici, Gabriele?!sai che non si dicono le bugie!

Noi siamo per la verità, a differenza di Lucifero e i suoi compagni.

AG     Ma è la verità, ho solo un po' di confusione in testa, ma la confusione  non è bugia.

            Lasciami andare (si stacca, si avvia e poi torna indietro)

a proposito, sai dov'è Nazareth in Galilea?

AL:     Sì. Deve essere vicino a Gerusalemme.

AG:     Ma quella è la Giudea!

Lo vuoi saper meglio di me che sei mesi fa sono andato da quell'incredulo di Zaccaria?

AL:     Ah sì, quello che non ti ha creduto e che è rimasto muto!

            Adesso ricordo! La Galilea è molto più sopra di Gerusalemme.

AG:     Grazie dell'informazione, fammi andare

 (esce prima Gabriele a sinistra mentre Leader lo guarda a punto di domanda,si spengono le luci. poi esce a destra)

SCENA III

Musica di sottofondo ”Christmas_canon_-_Trans-siberian_Orchestra_(modificata)”: scende il telo

a)…vengono proiettati i disegni dei bambini sull’annunciazione…nel frattempo viene letto il brano di vangelo Luca 1,26-39:

“Nel sesto mese, l'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, chiamato Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: «Ti saluto, o piena di grazia, il Signore è con te». A queste parole ella rimase turbata e si domandava che senso avesse un tale saluto. L'angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ecco concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e chiamato Figlio dell'Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine».

Allora Maria disse all'angelo: «Come è possibile? Non conosco uomo». Le rispose l'angelo: «Lo Spirito Santo scenderà su di te, su te stenderà la sua ombra la potenza dell'Altissimo. Colui che nascerà sarà dunque santo e chiamato Figlio di Dio. Vedi: anche Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia, ha concepito un figlio e questo è il sesto mese per lei, che tutti dicevano sterile: nulla è impossibile a Dio». Allora Maria disse: «Eccomi, sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto». E l'angelo partì da lei.”

b)Il telo si rialza la musica si abbassa entra Gabriele gridando forte e con contentezza

AG:      Ha detto sì! Ha detto sì! Ha detto sì!…

Mentre urla si raduna un gruppo di angeli intorno a lui

DIOMa che strilli?!!

AG:     (si ferma senza fiato) ha detto sì!!

DIO:   (severo) Ti avevo ben detto di non farne parola con nessuno! (raddolcito)

Sono contento comunque e colgo l'occasione per dirvi che divento padre!!

Gli angeli quando parlano fanno un passo avanti e si rivolgono verso Cielo

(approssimativamente cabina regia)

Angelo Beato(parla con aria beata)  Ma tu già lo sei.

DIO:   Sì, ma ora sarò Padre di un uomo chiamato Gesù.

Angelo Pio:    Uomo, uomo?

DIO:   Sì, ma è  Figlio mio.

Angelo Beato:Che forte!!!

DIO :  Voglio portare la luce tra gli uomini… ma sono sicuro che molti non l'accetteranno.

Angelo Pio:    E allora perché lo fai?

DIO:   Perché sono Padre e un padre da la vita per i suoi figli e io attraverso Gesù darò la vita per loro.

Angelo Beato: è un gesto coraggioso! Bravo, siamo tutti con te!

DIO :  Bene, l'avventura comincia e vi voglio tutti pronti e mobilitati per l'occasione.

Angelo Pio:    Che bello, cominciamo a preparare la festa: i canti, l'ambiente, le danze…tutto il mondo lo deve sapere!!!

DIO:   Seguite il mio Figliolo con amore come lo fate con me; però vi ricordo che non voglio particolarità, quindi NON ESAGERATE!! E meno male che siete angeli e che gli uomini non vi vedono, per cui potete fare ben poco.

            Solo nel momento della nascita permetterò che possiate scatenarvi.

Angelo Beato: lascia fare a noi, il Figlio di Dio sarà difeso come si deve!!

Musica 04Christmas_blues_(modificata) Gli angeli escono di scena

SI CHIUDE IL SIPARIO

SCENA IV

Musica sfuma.

a) rientrano Angelo Magister e lo scrivano e restano nel proscenio

ANGELO SCRIVANO Allora c'era proprio un bel fermento in quei giorni!

A MAGISTER:Sì, l'arcangelo Gabriele aveva impiegato un po' a trovare Maria, ma poi era tornato come un fulmine con l'annuncio e tutti gli angeli erano ansiosi di fare qualcosa .

AS :     qualcosa che cosa ?

AM:    Qualcosa  perché il figlio di Dio fosse trattato con tutto il rispetto.

            in cielo fervevano i preparativi, all'inizio i più attivi erano i coristi, perché sai, anche se si trattava di angeli, non è così facile mettere insieme una bella melodia…

ma poi anche tutti gli altri…

 AS:    E in terra?                                                          SI APRE IL SIPARIO: 

                                                              casa di Maria_in scena: Maria, Anna e Angelo Custode(poche mobili: tavolo, sedie…)

AM :    In terra l'angelo custode di Maria faceva il suo dovere, anzi si affannava fin troppo, come se tutto dovesse dipendere da lui…

 

musica di sottofondo “Rahcel Portman - Minor Swing”…faccende di casa  

b)

ANNA: Sei così silenziosa, figlia mia, ma che, non stai bene?

Angelo Custode: è incinta

ANNA: Vuoi che ti prepari qualcosa per tirarti su?

A Custode: Sarebbe il caso, aspetta un bambino!!

                                              

MARIA: No, mamma, sto bene. Sai, però, ho la sensazione che Elisabetta abbia bisogno di qualcosa: è da molto che non la vediamo e non abbiamo notizie. Vorrei andare a farle visita.

Angelo Custode: Ma che ti salta in mente ora? Devi stare riguardata!

ANNA: è vero, sei giovane e potresti essere un po' di aiuto alla sua vecchiaia.

A Custode: Specie adesso che anche lei aspetta un figlio!!

MARIA: Mamma mi consenti di andare ?

Angelo Custode: Dille di no, ti prego!

ANNA: Sì, vai!

A Custode: Lo sapevo, sei un'incosciente. Devi impedirglielo, come te lo devo dire?

                                              

MARIA: Parto domani con la carovana dei cammellieri.

L'Angelo Custode fa cadere qualcosa dalle mani di Anna

ANNA: No!

MARIA: Come, non vuoi?

ANNA: Ma certo, prima vai e prima sarai di ritorno.

A Custode: No, devi dire di no! (le fa cadere qualcosa di nuovo)

ANNA: No!

MARIA: Ma non ti capisco: perché dici di no ogni tanto?

ANNA:  Mi scappa tutto di mano: prima la scopa ora la cesta… non ce l'avevo con te.

MARIA Porterò i tuoi saluti e il tuo affetto

L'Angelo Custode fa cadere ancora qualcosa

ANNA: No!

MARIA : Ma dimmi la verità, non vuoi?

ANNA: No, vai, vai.

 

MARIA Cara mammina, sei stanca, hai lavorato molto quest'oggi a ripulire il pollaio… alla tua età (le fa le coccole).

A Custode: (indignato) Ma guarda come si fa coccolare! Ehi, lei porta il Figlio di Dio, è lei che devi curare e riguardare. Devi convincerla a non affaticarsi: in queste condizioni è pericoloso per il bambino…

ANNA: Hai ragione cara, forse è meglio riposare, andiamo a letto

A Custode: Così va meglio

                                     

ANNA: Domani devi viaggiare. (Escono)

A Custode: (sconsolato al centro del palco) Ci risiamo, come devo fartelo capire che non ci deve andare, non deve affaticarsi, non deve stancarsi, non deve…, non deve…, non deve…

Escono seguite dall'Angelo custode che continua ad agitarsi

Musica ”Frank Sanatra - Come Fly With Me”

via scenografia da casa..si ritorna in Paradiso…

c)Entra l'Angelo Capo-coro Alleluja e il resto del coro

ALLELUJA:  Allora coristi, cherubini e serafini, tutti voi sapete che stiamo preparandoci al grande evento, la nascita del Figlio di Dio, vediamo di fare del nostro meglio, tutti dritti, fuori la voce  e proviamo questa bella melodia!

Siete pronti? Si va!

Parte musica classica…di quelle barbose…il coro inizia a cantare ma ognuno fa da sé, urlano, non seguono il ritmo, gorgheggi…

ALLELUJA: stop, stop, fermi tutti…così non va ….riproviamo al mio 3…uno, due…

ANGELO ROCK (lo interrompe): ma no! È così che non va!!! Siete indietro, siete antichi!…qui ci vuole qualcosa di moderno, un po’ underground!… ragazzi tutti con me!!!

Parte musica rock pesante…gli angeli si  scatenano

ALLELUJA: no, no! (si stoppa la musica) eh no! così non si può fare…è poco celeste…

ANGELO ROCK:…ma Alleluja, essere il coro angelico non vuol dire essere noiosi…ci vuole un po’ di ritmo…

ALLELUJA: e va bene…proviamo a mettere insieme le due cose….e tu pettinati decentemente!

L’angelo rock tira fuori un pettine e si abbassa la cresta di gel, pettinandosi da bravo ragazzo

ALLELUJA: bene ragazzi… e 5,6,7,8…

Alleluja dirige con arte, il coro si muove a tempo…

PREPARIAMO UNA CANZONE

Solista:        È una grande emozione prepariamo una canzone!               

Accordiamoci sul La quando il bimbo nascerà.

            Coro:                        Quando il bimbo nascerà accordiamoci sul La.

Solista:        Qui ci vuole attenzione è la nostra occasione:                     

moduliamoci sul Si e cantiamo poi così.

            Coro:                        E cantiamo poi così moduliamoci sul Si.

Solista:        Sembreremo tutti matti, crolleranno anche i tetti:                

qui ci vuole un bel Do, il più basso che si può.

            Coro:                        Il più basso che si può, qui ci vuole un bel Do.

Solista:        Non possiamo sfigurare, un bel Sol non può mancare:        

proprio questa nota qua tanta luce porterà.

            Coro:                        Tanta luce porterà proprio questa nota qua.

Solista:        È una nascita regale, è la nota ideale:                                  

prepariamoci un bel Re, se sei pronto tocca a te.

            Coro:                        Se sei pronto tocca a te, prepariamoci un bel Re.

Questo è un coro di gran classe, meglio di cinquanta casse,

questo coro canterà quando il bimbo nascerà.

                                   Quando il bimbo nascerà, questo coro canterà.

Quando il bimbo nascerà, questo coro canterà.

             

SI CHIUDE IL SIPARIO

SCENA V

a) (musica di sottofondo Christmas_blues_(modificata)) rientrano Angelo Magister e lo scrivano, sempre nel proscenio.

ANGELO SCRIVANO: E così Magister, Maria andò da Elisabetta e rimase là per tre mesi?!

A Magister: Sì, e  quando tornò ci fu un bel da fare, perché il suo fidanzato Giuseppe mica l'aveva presa bene…

AS :     Ah sì,  l'avevo sentito dire, ma… mi sembra che fosse intervenuto uno di noi, no?

AM:    Veramente più d'uno, anche se lui se ne è ricordato uno solo,

vedi… eravamo MOLTO preoccupati, non potevamo lasciare  che tutto andasse a rotoli.

Ormai si erano fatti tanti preparativi.

 AS:    In cielo?

AM :   In cielo e in terra …quassù, tra danze e canti si provava giorno e notte!! La nostra proverbiale serenità… era andata a farsi friggere

Escono continuando a chiacchierare

b) musica “Bert Kaemfert Happy Whistler” entra nel Proscenio Giuseppe seguito da angelo Sereno (suo angelo custode)

Giuseppe:Ha il coraggio di venirmi a dire  con aria ingenua che aspetta un bambino… e meno male che ha avuto la saggezza almeno di dirmi che io non sono il padre.

Angelo Sereno: Calma Giuseppe, calma, ragiona…

Giuseppe:  Mi scoppia la testa, non so più cosa pensare: io non ci capisco più niente.

Angelo Sereno:  Ecco, adesso cominci a ragionare!

Giuseppe: L'unica soluzione è quella di sfasciare il matrimonio.

Angelo Sereno: No, Giuseppe.

Giuseppe: La rimando da sua madre dicendo che c'è incompatibilità di carattere.

Angelo Sereno:  E chi se la beve la bugia, conoscendo la bontà di Maria e la tua pazienza?

Giuseppe:  Ma non mi crederanno. E poi quando si saprà in giro che aspetta un bimbo…

Angelo Sereno: Ecco, vedi, te lo dicevo io, arrivi sempre con un leggero ritardo…

Cosa pretendo da un povero falegname?

Giuseppe: Altrimenti la denuncerò come infedele.

Angelo Sereno:  Avresti questo barbaro coraggio?

Giuseppe: … Così la lapideranno

Angelo Sereno:  Ehi! Così muore il bambino! Non facciamo scherzi!

Giuseppe: Se non prendo subito una decisione finirò per accettarla in questo stato.

Angelo Sereno: Bravo.

Giuseppe: Ma chi mi ha messo in questa situazione? Se lo prendo…

Meglio che provi a dormire, forse la notte mi porterà consiglio.

(si sdraia per dormire e si abbassano le luci)

Angelo Sereno: Decisione saggia!

(mentre Giuseppe si accomoda e si addormenta si apre un po’ il sipario e nello spazio altri angeli due o più)

A. Bullo: Qui le cose si mettono stra male. Non credevo proprio che questa storia dovesse essere così complicata..cioè fratello…siamo solo all’inizio

Angelo Fifa: il guaio è che non possiamo intervenire: è tanto difficile capire i progetti di Dio.

Angelo Bullo: Come facciamo a convincere questo testardo di giovane?

Angelo Sereno: Aspettate, ho un'idea: gli uomini non ci vedono, non ci sentono, ma quando dormono - proprio perché i sensi sono assopiti - possiamo intervenire attraverso il sogno.

A. Fifa: Giusto, l'abbiamo già fatto altre volte. Ti ricordi il sogno di Giuseppe, figlio di Giacobbe?

A.Bullo:  E allora forza!

Angelo Sereno: Non tutti e tre, siamo troppi, si impressionerebbe e sembrerebbe irreale.

A.Bullo:  Uno solo.

A.Fifa: no…viprego…io no…Io… , io non…, non ho il coraggio!

Angelo Sereno: (rivolgendosi all'angelo Bullo) Fallo tu, dai.

A.Bullo: (gradasso) E se va male, sfasciamo tutto!

(poi più tranquillo)  Va bene dai, proviamo. (si sposta nel proscenio)

Mettetemi una musichetta dolce di sottofondo… (parte musica forte)

Eh..cche sei scemo?!Fratello, ho detto dolce! (parte musica dolce…)

si avvicina a Giuseppe dolcemente e lo tocca…

Giuseppe, Giuseppe,

Giuseppe: dai, ancora 5 minuti…

A. Bullo: eh buonanotte!!!!Giuseppe…non temere di prendere con te Maria come tua sposa,

poiché colui che nascerà da lei è opera di Dio.

Giuseppe: (svegliandosi e stroppicciandosi gli occhi)  Oh che paura! (impressione?)

Chi ha parlato? Chi c'è qui dentro? Pure l'angelo ci voleva a complicarmi la vita!

A.Bullo: Sciocco, io ti aiuto. Ricorda, cosa ti ho detto…

Giuseppe: (come sforzandosi di ricordare)…Colui che nascerà da lei è opera di Dio...

A.Bullo: Ah, l'hai capito. Evvai il messaggio è arrivato!

Mentre lo dice gli altri due angeli si congratulano tra loro (batti 5)

Adesso pensaci, Giuseppe.

Giuseppe: (si alza) Sì, voglio correre questo rischio, ho fiducia in Maria ed ho fiducia in Dio.

Egli non mi abbandonerà (SI CHIUDE IL SIPARIOcon angeli)

(come rivolto a se stesso) Su Giuseppe, vai da lei, vai a dirle che le vuoi bene. (esce)

Musica.SI APRE IL SIPARIO

c)  Cambio musica “Antonio Vivaldi - Der Frühling Allegro” danza classica mentre entra l'Angelo Coreografo di stelle COREOASTRO

COREOASTRO:(accento francese) Su, su dove sono tutti le mie stelle danzanti…

Entrano alla spicciolata

Insomma, sempre in ritardo, ce n'est pas possible…

come si può fare a preparare una decente danza celestiale si non siete mai puntuali alle prove…

Oh la la,  non saremo maaai pronti per Noel!

Su su, disporsi ai vostri posti enlever, plier

Alors: un, deux, trois, quatre…

un, deux, trois, quatre…!

BALLETTO STELLE (sono le prove) “lo Stelliere-zecchino d’oro” in conclusione si spengono le luci e gli angeli-stelle accendono delle torce

d) ALLELUJA:  (arrabbiato) CoreoAstro…sei ancora qui?!basta basta!Ora tocca a me e ai miei  coristi!via via…sciò sciò!

       Forza ragazzi, è il nostro turno…in posizione..e che venga meglio dell'ultima volta che lo abbiamo provato eh!!

Non accetto stonature da parte di nessuno!Pronti? Musica!

In un angolo capo coro dirige con arte

                          CAMPANE DI NATALE(BALLETTINO?)

            Coro:                 Ehi fratello: le campane di Natale

                                        hanno un suono, niente male.

                                        Risuonano allegre nella notte santa,

                                        la gente le ascolta e poi felice canta.                              

                                        E canta din din  e canta din don

                                        e canta canta din dan.

            Sol 1:                  Ehi sorella, ascoltale anche tu

                        e quando tu sei triste ascoltale di più.

                                        Risuonano nell'aria con un suono celestiale,

            Coro:                  lo sai che cosa sono? Campane di Natale!

            Sol 2:                  Ehi amico, il mondo ha tanti suoni,

                                        bombe, lamenti e colpi di cannone;

                                        ma c'è un suono buono che sconfigge il male,

            Coro:                 tu lo sai qual è? Campane di Natale!

                                  

            Coro:                 Ehi fratello: le campane di Natale…

            Sol 3:                  Ehi amici, sentiamole insieme,

                        è un suono sereno che ci fa bene,

                                        è un suono che unisce, è un suono solidale,

            Coro:                 ascoltale anche tu? Campane di Natale!

            Sol 4:                  Ehi fratello, ascoltale col cuore,

                        è un suono unico che non ha colore

                                        e che ogni uomo all'altro rende uguale,

            Coro:                 lo senti come suonano? Campane di Natale!

                                                                      

            Coro:                 Ehi fratello: le campane di Natale…

                                        E canta din din  e canta din don

                                        e canta canta din dan.

SI CHIUDE IL SIPARIO

SCENA VI

a) (musica “Christmas blues_modificata”) rientrano Angelo Magister e lo scrivanonel Proscenio

ANGELO SCRIVANO: Ma Magister, dimmi, c'era musica in ogni momento? …

A Magister: Sì, quassù musica, trombe, violini, campane e campanelle, ma anche sulla terra non si scherzava …

AS :     Sulla terra? Gli uomini si preparavano alla venuta del Messia?

AM:    Seeeh gli uomini,! Erano gli angeli che andavano e venivano e  moltiplicavano i loro sforzi, …se avessero potuto avrebbero fatto diventare Nazareth un paradiso terrestre

 AS:    Nazareth… ma il Messia, sì, Gesù,  non è nato a Nazareth!

            Lo dicono anche le scritture…

AM :   Ah bene, vedo che sei preparato, mi congratulo…, non come  molti di noi allora…,

successe proprio un putiferio

Escono continuando a chiacchierare

SI APRE IL SIPARIO 

musica: James_Bond_007_theme

b)entrano: Spia, Leader, Fedele, Pio, Gabriele, Afflitto, Colto (che ha sempre il naso su un grosso libro e ascolta solo di tanto in  tanto…)

A. Spia : Sono le dieci e tutto va bene.

A. Leader: Quali notizie ci sono? Qualche difficoltà?

A. Spia: Dunque è un po' di tempo che le cose vanno per il meglio. Maria è tornata dal viaggio presso sua cugina, dopo che ella ha partorito. Elisabetta ha avuto un bel maschietto di nome Giovanni. Quando è tornata a Nazareth, Giuseppe si è calmato e l'ha presa in casa come sua sposa.

Ormai è all'ottavo mese ed è serena e tranquilla nella sua casetta a preparare l'arrivo del        figlio.

Il falegname lavora sodo per affrontare le spese.

E voi a che punto state con i preparativi?

A. Leader: Ah guarda, la schola cantorum sta preparando delle nenie meravigliose, oltre al solenne Gloria in excelsis Deo per il quale stanno lavorando circa 300 elementi tra orchestrali e cantori.

              Sai, provano e riprovano giorno e notte; sono rimasti tutti senza voce, ma il guaio è che non c'è neanche più pace!

A. Fedele: Abbiamo detto all'angelo CoreoAstro di preparare su Nazareth un cielo stellato danzante da fuochi d'artificio.

A. Pio: Abbiamo messo gli angeli soffioni: Zefiro, Libeccio e Tramontana, tutti intorno a Nazareth per spazzare via continuamente le nuvole, perché per la circostanza ci deve essere un cielo tersissimo. Gli angeli più piccoli li abbiamo usati per pulire le strade di Nazareth… ti assicuro che stanno facendo un lavoro straordinario!

A. Fedele: Angelo Noè sta contattando gli animali più pregiati e più eleganti per una coreografia sensazionale.

A. Leader: Angelo Dash si sta preoccupando di creare attorno a Nazareth un ambiente ecologico: pota le piante , pulisce i boschi, porta via il letame…

A. Spia: E agli uomini di Nazareth chi ci ha pensato?

A. Pio:   Eh! Purtroppo solo per gli uomini non possiamo farci niente. Quelli sono gli unici estranei a questa storia; anzi, più noi lavoriamo più essi sono indifferenti!

Arriva trafelato l'angelo Fax

A. Fax: (gridando)  Ultimo dispaccio!!!

Lo passa all'angelo Spia che lo legge e dopo averlo letto si mette a gridare

A. Spia: Allarme!! A Roma si registra un avvenimento straordinario.

L'imperatore ha in mente un censimento di tutto l'impero. Ognuno deve andare a farsi registrare nella propria città di origine. Anche Giuseppe è partito per andare a Betlemme!!

Brusio di confusione tutti commentano, poi più forte degli altri:

A. Fedele: ma con Maria in quelle condizioni, può essere pericoloso!

A. Leader: che dici Gabriele, faranno in tempo a tornare da Betlemme?

A. Gabriele:  Ma sì, non c'è dubbio. E poi Dio ci tiene al suo Figliolo. Anzi, perché non lo avvertiamo?

A. Leader: Ma lo saprà già, viene sempre informato di tutto. Però forse è meglio avvertirlo, un domani dovesse rimproverarci!

Dio Ho sentito un gran chiasso, che c'è?

A. Leader:  Tutto è pronto per la nascita a Nazareth, ed ora l'imperatore ha scatenato un putiferio: il censimento. Tutti devono andare a farsi registrare nella città di appartenenza. Anche Giuseppe deve andare. Che non accada che il bambino nasca durante il viaggio!

Dio: Ma perché, dove deve nascere?

TUTTI: A Nazareth!!

Dio: Ma figlioli, voi date i numeri. (severissimo) Non avete letto cosa dicono le Scritture?!) È vero che esse sono per gli uomini, ma  che voi non lo sappiate è assai grave.

A. Gabriele: Colto, tu lo sai?

A. Colto: Cosa?

A. Gabriele:  Dove nascerà Gesù?

A. Colto: A Betlemme.

A. Gabriele: E perché non ce l'hai detto prima?

A. Colto: Perché non me lo avete chiesto

A. Afflitto:  Accidenti, lavoro sprecato!

(poi rivolto verso Dio)  Ma tu che puoi tutto, non puoi farlo nascere a Nazareth?

Dio: Eh no! Ho stabilito così perché Betlemme è la città

del re Davide.

A. Leader:  E perché non ci hai avvertiti?

 

Dio: Perché sapevo che vi sareste mobilitati e io NON VOGLIO. Il mio Figlio è vero uomo e nascerà come tutti gli uomini, anzi ho scelto per lui delle condizioni estreme proprio perché ogni uomo lo possa sentire suo fratello, anche il più piccolo.

A. Leader: E noi ci daremo da fare ugualmente!!

 (dando disposizioni a tutti gli altri che escono solo alla fine quando dice correte )

            Voi andate a veder dove sono arrivati Giuseppe e Maria e cercate di aiutarli in tutti i modi.

            Tu vai da CoreoAstro e convincilo a trovare qualche espediente per mobilitare la stelle verso Betlemme.

            Tu corri dal Capo Coro Alleluja e di' che comincino a spostare tutti gli strumenti verso Betlemme, non si bada a spese in questa circostanza. Corri!

            Tu vai dall'angelo Dash e digli che vada a fare pulizia da quelle parti.

            Tu vai dagli angeli "Soffioni": che spostino le perturbazioni in un altro luogo.

            L'angelo Noè porti subito nella zona di Betlemme i pavoni, i leoni, le zebre, le volpi, ( tigri, elefanti, le antilopi …) che ha scelto e selezionato,.

            Correte, correte, sta per nascere il figlio di Dio.

C)     Inizia la musica ed essi corrono piuttosto confusamente da una parte all'altra del palco …creando una specie di BALLETTO-MIMO   (TUTTI gli ANGELI!!!!)

                   DIROTTATE SU BETLEMME

            Sol1:              Attenzione, attenzione. Codice celeste. Ripeto: codice celeste.

                        Dirottate su Betlemme. Ripeto: dirottate su Betlemme….

                       

                        Coro: Dirottate su Betlemme, dirottate fate presto,

                        Ogni angelo sia lesto a spostare tutto là.

                                   Dirottate su Betlemme, dirottate per favore,

                        ce lo chiede il Signore di spostare tutto là. Tutto là, tutto là, tutto là, tutto là.

Sol  :              Caro il mio Stelliere usa tutto il tuo mestiere:

            quelle stelle preparate vanno subito spostate,

vanno messe un po' più su, a Betlemme o su per giù.

Sol  :              Orsù dunque miei cantori, cherubini e suonatori,

            il concerto è spostato, che nessuno sia stonato:

canteremo un po' più su, a Betlemme o su per giù.

                                                                                             

Coro: Dirottate su Betlemme, dirottate fate presto,

                        Ogni angelo sia lesto a spostare tutto là.

                        Dirottate su Betlemme, dirottate per favore,

            ce lo chiede il Signore di spostare tutto là. Tutto là, tutto là, tutto là, tutto là.

Sol  :              Bentrovati miei soffioni fate scorta nei polmoni:

                        alle due perturbazioni date altre direzioni,

vanno spinte un po' più su, a Betlemme o su per giù.

                                              

Sol  :              Dash tu dov'eri andato? Al giardino che hai curato

            faccio i miei complimenti , ma ti prego, adesso senti:

va piantato un po' più su, a Betlemme o su per giù.

                                                                                             

Coro: Dirottate su Betlemme, dirottate fate presto,

                        Ogni angelo sia lesto a spostare tutto là.

                                   Dirottate su Betlemme, dirottate per favore,

                        ce lo chiede il Signore di spostare tutto là.

                        …

                                   Ogni angelo sia lesto a spostare tutto là.

                        Dirottate su Betlemme, dirottate per favore,

            ce lo chiede il Signore di spostare tutto là.

Tutto là, tutto là, tutto là, tutto là.

(tutti escono di scena)

Sol :   A Betlemme!  A Betlemme!

            A Betlemme! A Betlemme!

Coro: Tutto là!!

Buio

Luce: CoreoAstro sta spostando le stelle ballerine…BALLETTO con entrata di corsa (questa volta uffiiciale)…ma qualcosa non va…cortocircuito… effetto stella cometa con le torce…

Buio. Tutti fuori.

SCENA VII

a)Musica di sottofondo. “Evanesence - My Immortal” . Buio. Scende telo su cui si proiettano disegni di Cesare Augusto, del viaggio e del “non c’era più posto per loro nell’albergo”. Lettura di Luca 2,1-7

“In quei giorni un decreto di Cesare Augusto ordinò che si facesse il censimento di tutta la terra. Questo primo censimento fu fatto quando era governatore della Siria Quirinio. Andavano tutti a farsi registrare, ciascuno nella sua città. Anche Giuseppe, che era della casa e della famiglia di Davide, dalla città di Nazaret e dalla Galilea salì in Giudea alla città di Davide, chiamata Betlemme, per farsi registrare insieme con Maria sua sposa, che era incinta. Ora, mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. (…)Ma non c`era posto per loro nell`albergo.”

Entrano Giuseppe, Maria (con il pancione) e l’angelo custode…nel proscenio. Luce su di loro.

Musica si abbassa. Maria è molto stanca e Giuseppe la sostiene.

Giuseppe:  Coraggio, Maria, siamo arrivati a Betlemme. Il viaggio ti ha troppo stancata e se non stai attenta rischiamo di farlo nascere qui!

Maria: Giuseppe, non ce la faccio più!

Giuseppe: come possiamo fare? Qui nessuno a più posto per noi… (entra ragazza)

Ragazza aiutami tu, dov'è un posto tranquillo e riparato?

Ragazza: Tranquillo e riparato hai detto, non caldo e pulito.

Se ti accontenti, ti porto dove io vado a giocare.

Angelo Custode: non starlo a sentire, quello è solo un ragazzo.

Giuseppe: Accompagnami subito!

Si rialza la musica  ed escono tutti, Giuseppe e Maria e l'angelo  dietro il ragazzo. Il telo sale.

b)La scena si sposta in cielo ed entrano gli angeli: Angelo Gabriele, Alleluja, Leader (da parti diverse)tristi, stanchi e sconsolati.

Angelo Gabriele: Tutti i preparativi sono stati fatti a Nazareth, non possiamo fare la stessa cosa a Betlemme… non ce la faremo mai!!

Alleluja: Già,… non è proprio possibile spostare gli strumenti, dovremo accontentarci delle voci.

CoreoAstro: (entra tutto bruciacchiato) Ha funzionato, ha funzionato! Ho cercato di spostare le stelle su Betlemme, ma per la fretta non ho potuto isolare bene i contatti e c'è stata una scarica elettrica FENOMENALE.

            Si è vista su tutta la terra e sai che effetto ho ottenuto? Che dei magi astrologi si sono messi in viaggio verso Betlemme. Arriveranno in ritardo, ma meglio di niente.

Alleluja: Alleluja, la prima buona notizia!!

Angelo Gabriele: Speriamo che non sia l'unica e l'ultima!!

                                                                                                                                                                                                            

Entra l'angelo Dash con straccio e spazzolone

A. Dash: Sentite, è proprio impossibile riuscire a ripulire in tempo quella zona, sembra una pattumiera, con tutta quella gente che si è radunata per il censimento. Mi dispiace molto.

            Ma se mi dite il posto preciso in cui li fate arrivare, posso provvedere a ripulire alla meglio

Entrano gli angeli Soffioni

A. Zefiro (soffione1) Così però non si fa! Per ottenere il sereno a Nazareth ci siamo spompati e abbiamo accumulato delle forti perturbazioni a sud, proprio sulla zona di Betlemme!!

A. Libeccio (soffione2)Sì, Ormai è impossibile  creare la temperatura giusta. Lì c'è neve  e freddo intenso!!

A. Tramontana (soffione3) Ora, pur con tutta la buona volontà, non si riesce a spostare tutto da un'altra parte!

A. Leader: Vuol dire che rimedieremo con un bel fuoco e con le pellicce delle volpi, degli orsi… a proposito dov'è l'angelo Noè?

 

Entra tutto fasciato e incerottato e zoppicante

A. Noè:Eccomi qua, ma con nessun risultato… Vi pare che sia facile spostare e tenere insieme tutti quegli animali, sono fieri e se si spazientiscono…(mostra le fasciature) i risultati sono solo questi.

            (disperato) Non mi chiedete più niente!

Alleluja: No, dai, fai il bravo!! Trova qualche animale bello, e soprattutto innocuo.

A. Noè: Io trovo quelli innocui, belli poi… vi accontenterete.

Esce ancora  zoppicando

A. Leader: E ti pareva,  ma che figura faremo??

 

Buio

SI CHIUDE IL SIPARIO

SCENA VIII

a)Musica di sottofondo “Christmas blues(modificata)”  rientrano Angelo Magister e lo scrivano nel proscenio…

ANGELO SCRIVANO: Oh Magister, ma che disastro, andava proprio tutto storto, dopo un viaggio difficile e pericoloso, l'indifferenza, il rifiuto della gente!!

A Magister: Sì, non c'era posto per loro negli alberghi…

AS :     E poi, i preparativi , tutti andati a rotoli… (sconsolato) non poteva andare peggio di così!!! Si sono dovuti affidare ad un ragazzo, per trovare un posto riparato…

            Ma Lui(indicando il Cielo)… Lui non poteva intervenire…

AM:    Ma dimmi, mio caro scrivano e pensaci bene… quale era il progetto di Dio?

Ci medita pensieroso e poi dice

AS:     Era quello di rivelare il suo amore agli uomini !!

AM :   E allora non pensi che esso si sia rivelato, lo stesso, senza sfarzo, nella povertà e nella semplicità di quella situazione?? L’essenziale era Lui, tutto il contorno non era indispensabile.

AS:     Avete ragione Magister, oh , come mi sarebbe piaciuto essere là quel giorno, essere già stato creato…

AM:    Ma tu lo sai, vero, che nulla è impossibile a Dio… mettiti qui e ammira

Si dispongono seduti in un angolo… musica(gloria Vivald?) …si abbassa rimanendo sempre di sottofondo..

b)da fuori si sentono le voci dei rispettivi personaggi:

Dash: forza ragazzi..ritirare il mocio, le scope e gli stracci…non abbiamo fatto molto...questo posto rimane sempre una stalla!! veloci… stanno arrivando!

Giuseppe: Ma dimmi figliolo, è lontano ancora?

Ragazzo: No! Siamo quasi arrivati. Ecco là…non è un albergo…è solo una stalla…mi dispiace…

Giuseppe: Fa niente, l'importante è che sia un posto sicuro, Grazie!!

A. Noè: Ecco, per scaldare un po' il luogo ho portato loro, forse non sono regali e fieri, ma almeno sono innocui!

                                                                               

Zefiro : Scusate la neve

Libeccio:  Ma non abbiamo più fiato

Tramontana:  nei polmoni!

Musica si alza

SI  APRE IL SIPARIO

c)i personaggi finora nominati sono già in scena…si accendono pian piano le luci…si sta formando la scena del presepe

Arriva dalla platea CoreoAstro e le sue stelle seguito da Magi e Pastori (anche i ragazzi della scenografia), si dispongono accovacciati o seduti a doppio semicerchio, lasciando libero lo spazio davanti a mangiatoia, bue e asino

Musica si abbassa

COREOASTRO: Guardate con un corto circuito quanta gente vi ho portato!!

A. Leader  E gli altri angeli dove sono?

Entrano dai lati gli altri angeli che hanno recitato

Angeli : Eccoci!!

Angelo Leader: Scusaci Dio

Dio: Bravi tutti!, era questo il Natale che desideravo per il mio Figliolo!

d)Inizia la musica della canzone, si sistemano per bene, tutti cantano il ritornello, durante la prima strofa, dal fondo del locale arrivano Giuseppe e Maria(senza pancia), con in braccio bimbo o bambolotto. Sono scortati da Custode e Sereno che hanno candele tipo cantari(?)

Si sistemano vicino alla mangiatoia formando il presepe

È LA NOTTE DI NATALE   (solo una strofa?)

            Sol1:              È la notte di Natale, la notte santa,

                        nasce un bimbo re, tutto il cielo canta

un canto nuovo, un canto di Natale

per dire all'uomo qualcosa di speciale;

che non sarà più solo da ora in poi:

guarda quanta luce e canta con noi .

                       

            Coro:            Gloria nell'alto dei cieli, pace, in terra pace

Gloria nell'alto dei cieli , pace agli uomini di buona volontà.

            Sol:                È la notte di Natale, più luminosa,

                        il leone, sai, con l'agnello si riposa.

È un regno nuovo, il regno dell'amore,

non conta più qual è il tuo colore,

Coro:            saremo tutti uguali da ora in poi;

batti le tue mani e canta con noi .

                       

                                   Gloria nell'alto dei cieli, pace, in terra pace

Gloria nell'alto dei cieli , pace agli uomini di buona volontà.

Sol:                È la notte di Natale, la notte chiara,

                        una stella già porta a noi la luce vera,

per cambiare il mondo oggi splende,

per ogni uomo è un dono così grande;

coro:            saremo meno tristi da ora in poi:

apri le tua braccia e canta con noi .

                       

                                   Gloria nell'alto dei cieli, pace, in terra pace

Gloria nell'alto dei cieli , pace agli uomini di buona volontà.

Gloria nell'alto dei cieli , pace agli uomini di buona volontà.

Tutti: BUONNATALE!

                  

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 1 volte nell' ultima settimana
  • 11 volte nell' ultimo mese
  • 421 volte nell' arco di un'anno