Donne e motori… gioie e dolori

Stampa questo copione

Giustina

Scheda copione

Titolo

Donne e motori … gioie e dolori

Autore

Giuliano Angeletti

Data pubblicazione

10.12.2009

Anno di stesura

2009

Genere

Commedia brillante

Atti

1

Durata (min)

80

Lingua

italiano

Personaggi maschili

5

Personaggi femminili

5

Minimo attori maschili

5

Minimo attrici femminili

5

Premi e riconoscimenti

no

Depositato S.i.a.e.

si

Segnalazioni commissione di lettura

N.D.

Breve sintassi:

Donne e motori … gioie e dolori

Anche questa pièce ambientata a Lerici nell’anno 1962 ha un fondo di verità.

Ora vi racconto la trama: un comandante di un mercantile, causa avaria del cargo, sbarca e senza preavviso torna a casa da sua moglie, ma la consorte è una donna molto libertina e nel suo letto c’è un via vai di amanti. Il povero comandante quando entra nella sua abitazione vede un uomo che scappa dalla finestra:  il fuggiasco dimentica sul divano la giacca. Il navigante, insospettito prende il corpo del reato e all’insaputa della moglie va a fare regolare denuncia alla locale stazione dei carabinieri; e da questo fatto si innescano una serie di comici episodi .

I cognomi sono effettivamente del luogo, ma di fantasia per quanto riguarda i personaggi.

Buon Divertimento!

L’Autore

DONNE E MOTORI:

GIOIE E DOLORI ….

Commedia Brillante

Di

Giuliano Angeletti

ATTO UNICO

Personaggi:

GIUSTINA ARPESELA

ANGIOLINA BINI

SERAFINA COLOTTO

OLIVA BISO

DOLORES CANIGGIA

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

RAMON ARDILES

SCENA 1

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

LOLLI GHETTI (voce fuori campo)

(Buenos Aires, ufficio della compagnia di navigazione Lolli Ghetti )

DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

(prende la foto di una donna la bacia, poi la mette nel cassetto e cerca di impacchettare un regalo, non riesce nel suo intento e facendo confusione sulla scrivania riprende il ritratto: lo bacia, sente bussare, lo rimette dentro il cassetto e mette tutto il pacchettino  sul mobile e …)

Ma chi è !

Questi pacchetti sono un patimento

(sbuffa)

(voce fuori Campo)

Sono il  Comandante Gisello Giacopello

(il Dottor Gerardo Spazzaterra)

(buffa)

Avanti Signor Giacopello … Avanti !

(L’ Amministratore Delegato il Dottor Gerardo Spazzaterra della Compagnia di Navigazione Lolli Ghetti convoca il comandante del Cargo Mirandolina in ufficio)

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

(legge delle carte, nervosamente le posa, le riprende, è visibilmente contrariato)

Entri Giacopello! Entri … entri …

(Giacopello entra)

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

E’ permesso

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

Si sieda!

(Giacopello si siede)

 (legge degli incartamenti ma è visibilmente contrariato)

Comandante! Il motore di dritta è in avaria! E l’altro non è affidabile! Non ci voleva! Non ci voleva!

La Mirandolina ne avrà per mesi!

ILCOMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Non ci voleva! Non ci voleva!

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

L’armatore è amareggiato: ieri mi ha detto!

Spazzaterra cerchiamo di rimanere con i piedi per terra.

(interessato)

Però mi ha ribadito più volte! Anzi mi ha imposto!

ILCOMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Imposto!

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

(in piedi e fermo)

Si… Fermo come un condottiero mi ha guardato negli occhi e mi  ha detto!

ILCOMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Le ha detto!

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

(gesticolando)

Anche se la Mirandolina non naviga.

Giacopello Gisello deve navigare, uno come lui non può sbarcare….

ILCOMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Non credo di essere così indispensabile, non sono l’unico comandante!

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

Lei carissimo ha  l’esperienza! Lei  conosce del mare ogni rinsacca, ogni onda, ogni marea, lei è un vero marinaio

ILCOMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Tutti siamo marinai!

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

(dando una pacca sulle spalle a Gisello)

Gisello lei dove navigare! Il mare è la sua casa!

ILCOMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Davvero l’armatore ha detto così! Vorrei quasi chiamarlo!

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

Non chiamatelo, è impegnato! Molto impegnato, adesso che ha comprato!

ILCOMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

E cosa ha comprato !

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

Come non lo sa !E’ su tutti i giornali! Ha  comprato la Sampdoria!

(indica alle sue spalle la bandiera della Sampdoria)

(abbracciando Gisello)

Se lei vuole navigare, penso non ci siano problemi …. non c’è solo la Mirandolina !

(confidenzialmente)

Io ( avvicinandosi all’orecchio ) ! Ho conoscenze!  se proprio… vuole, posso  darle una mano!

ILCOMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Veramente, sono combattuto !

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

(preoccupato)

Capisco …la casa da pagare! La banca non aspetta! Ed in casa ci entra solo il suo stipendio! Capisco…

ILCOMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(perplesso)

Mi scusi ! Posso permettermi una domanda!

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

(sorridente)

Prego!

ILCOMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(perplesso)

Come fa lei …. a sapere tutte queste cose!

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

(sorridente)

Noi siamo tutti una famiglia!

ILCOMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(perplesso)

Giusto anch’io ho una famiglia, e visto che la mia nave è ferma io per sei mesi sbarco!

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

(sorridente)

Giusto! Anche se la nave è ferma: lei rimane a Buenos Aires a seguire i lavori!

ILCOMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(perplesso)

I lavori deve seguirli il Direttore di Macchina e tutti quelli della mano nera ….

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

(irato)

Giusto! Ma io sono il responsabile! Quindi non si  muove da Buenos Aires!

ILCOMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(perplesso)

Io voglio una spiegazione e la voglio dall’armatore!

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

(irato)

No! Non si può! …

ILCOMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(perplesso)

voglio telefonare! Voglio telefonare!

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

(si getta sul telefono per impedire di telefonare)

No! Noooo!

ILCOMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(telefona)

Presidente !

(voce fuori campo)

CLAUCO LOLLI GHETTI

Si! Con chi ho il piacere di parlare!

ILCOMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(telefona)

Presidente, io sono il Comandante Gisello Giacopello!

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

(mima il disappunto)

(voce fuori campo)

CLAUCO LOLLI GHETTI

Il Comandante della Mirandolina!

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

(mima il disappunto)

ILCOMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(telefona)

Si! La mia nave è in avaria!

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

(mima il disappunto)

(voce fuori campo)

CLAUCO LOLLI GHETTI

La mia … nave è in avaria!

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

(mima il disappunto)

ILCOMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(telefona)

La nave purtroppo rimane ferma per mesi!

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

(mima il disappunto)

(voce fuori campo)

CLAUCO LOLLI GHETTI

E allora!

ILCOMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(telefona)

Chiedo alla S.V. di poter sbarcare in questi mesi, per poi imbarcarmi per 24 mesi di fila!

(voce fuori campo)

CLAUCO LOLLI GHETTI

Mi risponda prima a questa domanda!

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

(mima il disappunto)

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(telefona)

Mi dica!

(voce fuori campo)

CLAUCO LOLLI GHETTI

Tommasin! Nome!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(telefona)

Glauco come lei Presidente!

(voce fuori campo)

CLAUCO LOLLI GHETTI

Atalanta - Sampdoria : settembre 62!

Risultato e marcatore del Doria!

(sottofondo musicale di uno spettacolo a quiz , si sente il battito del cronometro)

ILCOMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(telefona)

1 – 1 goal di Riccardo Da Silva

(voce fuori campo)

CLAUCO LOLLI GHETTI

Bravo Giacopello!

Risultato e marcatori

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

(mima il disappunto)

ILCOMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(telefona)

Grazie Presidente!

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

(mima il disappunto)

Chiedo la verifica della risposta

ILCOMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(telefona)

Grazie Presidente!

(voce fuori campo)

CLAUCO LOLLI GHETTI

Ricorso respinto!

ILCOMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(telefona)

Pronto! Pronto!

(nessuna risposta)

Allora io parto per l’Italia!

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

(mima il disappunto)

Tra dieci giorni! Come d’obbligo!

Io invece vado subito! Appena ho incartato il pacco!

Anzi non lo incarto!

ILCOMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(curioso, prende i pacchetti)

Cosa impacchettate, quel sopramobile e quella collana, ha una donna che l’ aspetta birbante!

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

(mima il disappunto)

Sono cose che non la riguardano!

(Con tutta fretta riprende i cadoux dalle mani di Gisello e con le valigie si dirige verso l’uscita)

(il dottore esce di scena, Gisello si avvicina al telefono)

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(cerca di telefonare, ma non riesce a prendere la linea)

Pronto! Pronto!

Non riesco e basta!

(controlla il numero di telefono)

Eppure è questo!

(riprova)

Non è possibile! Ecco ho preso la linea!

Mi da numero inesistente!

(deluso)

Basta!

Basta!

Vorrà dire che farò una sorpresa alla mia cara mogliettina!

SCENA 2

OLIVA BISO

GIUSTINA ARPESELA

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

(scena Lerici : casa  del Comandante Gisello Giacopello)

(Olivia e Giustina  sono in abiti succinti)

OLIVA BISO

Ciccino!

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

Si! Sono il tuo ciccino

GIUSTINA ARPESELA

Topolino!

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

Si! Sono il tuo topolino

Voglio la vostra paperina!

OLIVA BISO

Ciccino!

Giocare con la nostra paperina costa di più!

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

Voglio la vostra paperina!si voglio la paperina!

OLIVA BISO

Ciccino!

Non fare il dispettoso! Ci siamo noi! E noi ti vogliamo bene

GIUSTINA ARPESELA

Topolino!

Si sei il mio topolino!

(entrambe baciano il loro amante sulla guancia, poi prendono un lenzuolo e si avvolgono tutti e tre)

GIUSTINA ARPESELA

Topolino!

Si sei il mio topolino! Ti piace la paperella! Ti piace…

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

Si che mi piace! Si che mi piace!

Io la paperina e Olivuccia!

OLIVA BISO

Ciccino!

Olivuccia è tutta per te! Basta che lasci i soldini!

GIUSTINA ARPESELA

Topolino!

Io adesso esco, vado a fare spesucce, tu rimani con Oliviuccia, ma non dimenticarti l’assegnino!

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

Si ! tesoruccio!

GIUSTINA ARPESELA

Topolino! Fai il bravino … ciao Olivia!

OLIVA BISO

Ciao! A presto!

(Giustina esce di scena)

 OLIVA BISO

Ciccino adesso noi andiamo nell’altra stanza a fare un giochino!

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

Si ! Si! Oliviucciccia!

(i due escono di scena )

(Oliva torna in scena, mette la catenella alla porta … poi)

(voce fuori scena)

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

 Oliviucciccia!

OLIVA BISO

Vengo Ciccino! Vengo!

(esce di scena)

(breve pausa)

SCENA 3

OLIVA BISO

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

 (si sente armeggiare alla porta, la toppa si apre ma la catenella impedisce allo sconosciuto di entrare)

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(armeggiando con la chiave)

Aprite! Giustina, veni ad aprire!

OLIVA BISO

(entra in scena e di corsa si precipita verso la porta)

Vengo Ciccino! Vengo!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(spingendo la porta)

Aprimi!

OLIVA BISO

 (verso la porta, ma senza aprire)

Chi è lei ! ha un appuntamento!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(spingendo la porta)

Come chi sono io! Come si permette!

OLIVA BISO

 (verso la porta, ma senza aprire)

Come si permette lei !

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(spingendo la porta)

Come si permette, lo devo dire io a lei!

OLIVA BISO

 (verso la porta, ma senza aprire)

Aspetti e stia calmo !

(prende l’agenda)

Mi spiace non ci sono appuntamenti per stasera!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(spingendo la porta)

Apuntamenti! Sto par de bale! Io sono il padrone di casa!

OLIVA BISO

 (verso la porta, ma senza aprire e canzonandolo)

Padrone di casa !

(ridendo)

Tutti gli uomuni che entrano in questa casa sono i padroni di casa!

(irata)

vada via altrimenti chiamo i Carabinieri!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(annichilito)

Io sono il padrone di casa! Io sono il padrone di casa!

Questo è il numero 48! Via Roma 48!

OLIVA BISO

 (verso la porta, ma senza aprire, canzonandolo)

48 asino cotto, giocatelo al lotto… via da questa casa!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(annichilito)

Io sono il padrone di casa! Io sono il padrone di casa!

(esce di scena)

OLIVA BISO

 (esce di scena entrando nell’altra stanza)

Qui siamo proprio in un porto di mare!

SCENA 4

GIUSTINA ARPESELA

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

ANGIOLINA BINI

SERAFINA COLOTTO

(un telo che funge da paratia nasconde Angiolina Bini e Serafina col otto che da buone pettegole spiano la scena da un foro)

(Giustina è a letto con l’amante, il comandante Giacopello con le sue chiavi apre ed entra)

(voce fuori campo)

GIUSTINA ARPESELA
vieni topino, baciami topino … cosa aspetti, sono un fuoco …

(entra il Comandante Giacopello, si sente un trambusto, si vede un uomo scappare dalla finestra)

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(grida)

Chi è la!

(si sente un rumore di qualcosa di rotto)

(nascosta dalla paratia e rivolta alla comare)

ANGIOLINA BINI

Cosa si vede!

SERAFINA COLOTTO

È scappato dalla finestra

ANGIOLINA BINI

E poi!

SERAFINA COLOTTO

Ssssssssssssssssssssss!

(voce fuori campo)

GIUSTNA ARPESELA
cosa combini topino! Vieni … vieni , sono in caldo…

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(grida)

Giustina ! Giustina!

GIUSTINA ARPESELA

(di soprassalto e in vestalia arriva di corsa )

 Cosa è successo! E tu Gioia cosa fai qui!

(abbraccia il marito)

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(sorridente)

Sono venuto ieri, ma una donna non mi ha fatto entrare!

GIUSTINA ARPESELA

( sorridente )

 Sarà stata la donna di servizio, Olivia è una donna previdente, con tutti i malfattori che circolano per Lerici! Dimmi casa fai a casa!

(abbraccia il marito)

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(sorridente)

E adesso dov’è Olivia!

GIUSTINA ARPESELA

( sorridente )

Sai fa solo poche ore la settimana, tutto il resto lo faccio io: questa è una casa grande, con tante camere, tutti quei letti da rifare: ma dimmi come mai sei a casa!

 IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(grida)

La nave ha avuto un’avaria, ma Giustina ho visto un uomo scappare dalla finestra!

GIUSTINA ARPESELA

(cercando di minimizzare )

 Dalla finestra! Il troppo mare ti ha fatto prendere lucciole per lanterne

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(grida)

No era ladro! Ho visto bene ! Un ladro in casa mia!

(trova una giacca

E questa cos’è!

GIUSTINA ARPESELA

(cercando di minimizzare )

 Non vedi cos’è una giacca!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(grida)

E di chi è questa giacca!

GIUSTINA ARPESELA

(cercando di minimizzare )

 Ma è la tua giacca!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(fa l’atto di provarla ma non è di misura)

Non è la mia!

GIUSTINA ARPESELA

(cercando di minimizzare )

 Oh signore: ho sbagliato la misura!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(sorpreso)

Hai sbagliato la misura !

GIUSTINA ARPESELA

(sorridendo )

 Si topolino, volevo farti una sorpresa !

(nascosta dalla paratia e rivolta alla comare)

ANGIOLINA BINI

Cosa si vede!

SERAFINA COLOTTO

Prova una giacca

ANGIOLINA BINI

E poi!

SERAFINA COLOTTO

Ssssssssssssssssssssss!

ANGIOLINA BINI

Fai vedere a me!

GIUSTINA ARPESELA

(sorridendo )

 Ti voglio bene Gisello, sono in caldo per te, andiamo a letto che ne ho voglia !

(nascosta dalla paratia e rivolta alla comare)

SERAFINA COLOTTO

Cosa si vede!

ANGIOLINA BINI

Vanno a letto

ANGIOLINA BINI

Povero cornuto! E poi!

SERAFINA COLOTTO

Ssssssssssssssssssssss!

Sono entrati in camera …

Adesso possiamo andare!

(entrambe escono di scena)

SCENA 5

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(esamina la giacca, e perplesso tra se e se)

Questa non è la mia giacca! Io ho visto uscire un uomo! Ma: la cassaforte è intatta!

Questa è la sua giacca, ne sono sicuro: adesso vado dai Carabinieri a sporgere denuncia!

SCENA 6

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

L’ APPUNTATO COSTANZO ZANATTA 

(il comandante ha la testa fasciata, l’agente scelto sta facendo la settimana enigmistica ed è seduto su una sedia con accanto una macchina da scrivere, il Maresciallo si tocca la testa ed è seduto  )

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(con la settimana enigmistica)

Mammifero con le corna

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(assorto)

Quante lettere!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(con la settimana enigmistica)

7

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(assorto)

Muflone!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(con la settimana enigmistica)

No non va bene! Comincia con la C

(entra senza bussare il Comandante Gisello Giacopello ha tra le mani la giacca)

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(con la settimana enigmistica)

Come si permette! Lei  entra in casa d’altri senza bussare!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(concitato)

Io voglio fare una denuncia!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(con la settimana enigmistica)

 Come! Lei entra in casa d’altri così, senza bussare! E poi pretende di fare una denuncia! Fuori !

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(concitato)

Io voglio fare una denuncia!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(con la settimana enigmistica)

 Lei prima di entrare in casa d’altri deve bussare! Chiedere permesso e poi! Aspettare che l’altro dica: avanti!

Esca!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(concitato)

Io voglio fare una denuncia!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(con la settimana enigmistica)

 Esca! Bussi e aspetti

(il Comandante Gisello Giacopello esce e bussa e entra)

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(concitato)

Permesso! Io sono venuto per una denuncia!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(con la settimana enigmistica)

 Esca! Io non le ho detto di entrare!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(concitato, esce bussa ed entra)

Permesso! Io sono venuto per una denuncia!

E poi questo è o non è un ufficio pubblico!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(con la settimana enigmistica)

 Esca! Io non le ho detto di entrare!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(concitato… esce di nuovo, bussa)

Permesso … posso entrare!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(con la settimana enigmistica)

 Prego!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(concitato)

disturbo … posso entrare!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(con la settimana enigmistica)

 Prego! Si segga … desidera

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(concitato)

Io vorrei fare una denuncia!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(con la settimana enigmistica e rivolto al comandante Gisello Giacopello)

 Mammifero con le corna! 7 lettere

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Cornuto!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(con la settimana enigmistica e rivolto al comandante della Stazione)

 Maresciallo è cornuto!

IL MARESCIALLO BAJO  BAJONETTA

(assorto)

Carabiniere, mi meraviglio di voi! Io non posso essere cornuto!

(ride)

Non sono neppure sposato!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(con la settimana enigmistica e rivolto al comandante della Stazione)

 Ma Maresciallo, io … cornuto … per voi va bene o no !

IL MARESCIALLO BAJO  BAJONETTA

(assorto)

Carabiniere, voi  potete essere cornuto! Io no! Un uomo della benemerita secondo il nuovo decreto si deve sposare dopo il trentunesimo anno di età, ed io ne ho 29!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(con la settimana enigmistica e rivolto al comandante della Stazione)

E’ vero! Io posso essere cornuto! Ma anche questo signore può essere cornuto!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(concitato)

Come si permette! Io sono venuto per fare una denuncia!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(con la settimana enigmistica e rivolto al comandante della Stazione)

Una Denuncia! Ma scusate … posso fare una domanda!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(concitato)

Dite! senza remore!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(con la settimana enigmistica )

Sì! lo dico senza rumore!

(si avvicina all’orecchio di Gisello)

Ma! Vede Quel albero laggiù

(segna verso il pubblico)

È maschio o femmina…

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(perplesso)

A seconda del momento! Adesso vado dal maresciallo! Posso!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(con la settimana enigmistica e perplesso)

Prego!

(il Comandante Gisello Giacopello si avvicina alla scrivania del Maresciallo)

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Maresciallo! Cosa ha fatto alla testa!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(dolorante)

Ho battuto la testa contro una porta!

(si mette sull’attenti)

Maresciallo Bajo Bajonetta al vostro servizio!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Maresciallo, io vorrei fare una denuncia!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente)

Una denuncia! Non capisco!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Si io voglio fare una denuncia!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(alterato)

Una denuncia! Ma scherziamo! Una denuncia è una cosa seria! Una denuncia non si fa per passare il tempo! Un cittadino non deve andare da un comandante di stazione, così sui due piedi: e gli dice: io voglio fare una denuncia!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Io sono venuto per una denuncia!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente)

Una denuncia è una cosa seria! Poi oltre la denuncia c’è una controdenuncia, e poi ! ma …  dove andate con due giacche?

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Bella, vero!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente)

Si! E poi è alla moda!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Non è per niente brutta, vero!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente)

Sembra quasi della mia misura!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Vuole misurarla!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente)

No!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Io vorrei denunciare, questa !

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente)

Appuntato … prenda appunti!

( Si avvicina l’appuntato )

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA 

(sull’attenti)

Appuntato Costanzo Zanatta, agli ordini!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente)

Appuntato … prenda appunti! Prenda appunti!

( Si avvicina l’appuntato )

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA 

(sull’attenti)

Agli ordini!

(e di corsa porta i punti del Basko)

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente)

Grazie mi mancano solo 10 punti per prendere due tovaglie!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Cosa centrano i punti del supermercato ! Io vorrei denunciare, questa !

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(irato nei confronti dell’appuntato )

Appuntato! Metta via i punti del supermercato ! Appuntato Vada alla macchina da scrivere: questo signore a subito un furto!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA 

(di corsa prende la macchina da scrivere)

Agli ordini! Vado subito ad inseguire il ladro con la macchina da scrivere!

(di corsa esce di scena, portando via la macchina da scrivere)

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente e rivolto a Giacopello)

Che cosa gli hanno rubato!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

niente!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente)

niente!

(irato)

Niente e lei è venuto qui a denunciare niente!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Io entravo in casa, e mentre entravo ho visto un uomo che scappava dalla finestra, lasciando  una giacca sul divano, una giacca  che mia moglie dice di avermi regalato!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente)

Una giacca! Questa giacca!

(irato)

Ma il ladro cosa ha rubato!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Niente! Ha lasciato una giacca, ma non è della mia misura e non è vero che mia moglie me l’ha regalata, non sono mica scemo io!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente)

Comandante! Ma scherziamo! Noi siamo in un mondo dove tutti rubano, a partire da quelli che sono al governo! E voi! E voi! Venite qui a denunciare una persona che dite vi ha lasciato in dono una giacca. Ma fatemi il piacere!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(mostra la giacca)

Ecco la giacca ! sembra la sua misura!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente)

La mia misura! Ma scherziamo!

( e la misura)

Come mi sta !

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

Veste bene !

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente)

( gira per la stanza con la giacca facendo i movimenti)

E’ la mia misura, e poi è intonata anche con i calzoni che ho a casa !

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

Adesso però, la tolga !

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente, si toglie la giacca)

Questa giacca è requisita! Questa è il corpo del reato!

E poi!

Per voi è troppo larga!

(e la mette via)

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

Io vorrei fare la denuncia!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente)

Ma se non c’è dolo!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

Vorrei fare sorvegliare mia moglie! Io ho dei sospetti !

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente)

Sospettare della fedeltà di vostra moglie, ma siamo pazzi!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

Circolano strani individui in casa mia !

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente)

Strani individui! Indagheremo!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

Eppure! Quello che scappava dalla finestra si assomigliava a voi!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente)

Ognuno di noi ha un sosia: caro comandante! Ma è sicuro che lei non sente dolori alla testa!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

No ! perché!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente)

Dicevo così per dire! E poi sa  viviamo in un mondo dove ogni donna ha l’amico!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

Ogni donna ha l’amico!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente)

Si ogni donna ha un amico che le da una mano al momento del bisogno

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

Solo una mano!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente)

Anche qualcos’altro!

(e fa in gesto)

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

Cosa avete fatto con la mano!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente)

È un tic che ogni tanto mi prende, ma niente di personale!

(e fa in gesto)

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

Io volevo sapere, che cosa ci faceva quel uomo che è scappato dalla finestra con mia moglie!

(perplesso)

Eppure si assomigliava a lei!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente)

A me! Ma scherziamo! Io sono un tutore dell’ordine!

(irato)

Un uomo di rispetto!

Sì! assomigliava! E allora

(sorridente)

Mi assomigliava!diciamo, solo un pochino….

(sorridente)

Ma è sicuro di non sentire niente sulla fronte!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato, si tocca)

No … non mi sento niente

(a voce alta)

Io voglio sporgere denuncia!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente)

Denuncia! Ma per che cosa! Non capisco!

Venga a vedere!

(e lo porta davanti alla finestra)

Vede  ! Il vostro caso!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

Il mio caso!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente)

È un caso comune! Vede tutta quella gente! Vede quello sul marciapiede che ramificazioni che ha sulla testa! Sembra un cervo! Vede!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

Ma porta il cappello!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente)

Nasconde, quello che ha sotto!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

Ma lei come fa a saperlo!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente)

Sono o non sono! Tutore dell’ordine!

E quello!

(fa il gesto delle corna)

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

Io non vedo niente!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente)

Quello, sembra un becco!

E quello!

Un cerbiatto

(fa il gesto delle corna)

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

Io non vedo niente!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente)

Per forza, voi non avete la mia esperienza!

E quello!

Uno stambecco

(fa il gesto delle corna)

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

Se è una cosa così comune, cosa mi consiglia!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente e paterno)

Comandante Lasci perdere e torni a casa dalla sua mogliettina!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(deciso)

Io voglio che lei metta sotto sorveglianza la casa, altrimenti mi rivolgerò ad un mio amico!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente)

Va bene, va bene! Se è solo per questo … bastava dirlo subito!

Incaricherò, l’appuntato di fotografare ogni persona sospetta che entra in casa, o che gironzola attorno!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(sorridente)

Bravo maresciallo, mi tenga informato!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente)

Comandi, sempre ai vostri ordini Comandante Giacopello!

(il comandante esce di scena, rimane in scena il Maresciallo )

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(a voce ferma)

Appuntato!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(arriva di corsa ed ansando)

Comandi !

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(a voce ferma)

Appuntato, mi sorvegli la casa di Giacopello, e fotografi tutti coloro che entrano ed escono! Ma con discrezione!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(prende appunti)

Comandi !

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(a voce ferma)

Riposo e adesso volate!

(l’appuntato prende la rincorsa e si butta nel retropalco, si sentono suppellettili cadere)

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(a voce ferma)

Appuntato cosa è successo!

(fuori scena)

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

( triste )

Comandi Maresciallo!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(a voce ferma)

Appuntato cosa è successo!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

( triste )

Mi sono gettato dalla scale!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(a voce ferma)

Appuntato in non gli ho detto di gettarsi ma di volare !

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

( triste )

Maresciallo se vuole  posso riprovare!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(a voce ferma e perplesso)

No!

(pausa)

Forse è meglio di no!

(il Maresciallo esce di scena)

SCENA 7

SERAFINA COLOTTO

ANGIOLINA BINI

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(casa del comandante, il dottor Zappaterra trova la porta aperta e si siede sul divano)

IL DOTTOR GERARDO ZAPPATERRA

Giustina amore mio sono arrivato!

(nessuna risposta)

Giustina  dove sei!

Olivia!

Olivia!

Chissà dove sono! Aspetto!....

(prende una rivista e legge)

(bussano alla porta)

Chi sarà! E cosa vogliono: io ho un appuntamento, e non voglio essere disturbato!

(bussano alla porta)

E insistono!

(bussano di nuovo)

Ma chi sarà mai!

(va ad aprire)

Chi è!

(Serafina e Angiolina)

SERAFINA COLOTTO

Posso!

ANGIOLINA BINI

Posso!

IL DOTTOR GERARDO ZAPPATERRA

Chi cercate!

SERAFINA COLOTTO

Cercavamo Giustina!

ANGIOLINA BINI

Volevamo un pizzico di sale!

IL DOTTOR GERARDO ZAPPATERRA

Io non so dove sia il sale, tornate quando la padrona è a casa!

SERAFINA COLOTTO

(rivolta ad Angiolina)

E la chiama anche padrona, hai sentito !

ANGIOLINA BINI

Possiamo entrare! Noi sappiamo dove la padrona tiene il sale!

 SERAFINA COLOTTO

Ma lei chi è? un amico del comandante !

ANGIOLINA BINI

O un amico della signora?

IL DOTTOR GERARDO ZAPPATERRA

Io sono un amico del comandante

SERAFINA COLOTTO

Possiamo entrare!

ANGIOLINA BINI

Non ci lascerete lì sulla porta!

IL DOTTOR GERARDO ZAPPATERRA

Prego entrate, se sapete dove mettere le mani!

Accomodatevi!

(si siedono sul divano)

ANGIOLINA BINI

La signora Giustina, lei sa dove mettere le mani!

IL DOTTOR GERARDO ZAPPATERRA

E una donna d’oro

SERAFINA COLOTTO

Sì  va ghiotta per l’oro.

ANGIOLINA BINI

Così lei è amico del comandante

IL DOTTOR GERARDO ZAPPATERRA

Amico! Amicone … quasi come un fratello

ANGIOLINA BINI

Voi due siete così

(e fa il segno delle dita giunte)

SERAFINA COLOTTO

E lei cosa è venuto a fare a Lerici! A trovarlo…

IL DOTTOR GERARDO ZAPPATERRA

Si! A trovarlo!

ANGIOLINA BINI

E perché lei è venuto a trovarlo!

(e fa il segno dei corni)

(si sente aprire la porta)

(entra il comandante Gisello Giacopello e rimane sorpreso)

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

ahh! Cosa fate a casa mia!

ANGIOLINA BINI

Io e Serafina, siamo venuti prima di tutto a salutarla!

SERAFINA COLOTTO

E poi a chiedere una manciata di sale!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Ma come avete fatto ad entrare!

ANGIOLINA BINI

Questo signore è stato così gentile ad aprirci

SERAFINA COLOTTO

Si è stato così gentile!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Volevete il sale !

ANGIOLINA BINI

Sì! Una manciata …

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Vado a prendere il sale !

(va a prendere il sale)

Ecco il sale …

(lo consegna a Serafina)

Adesso prego … io vorrei stare solo con il mio amico!

(le due pettegole non si alzano)

ANGIOLINA BINI

Noi vorremmo se è possibile anche un pò di zucchero, non è per noi ma per la Carò …

SERAFINA COLOTTO

Come sta bene signor Giacopello! Siete bene in salute!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Volete lo zucchero) !

(va a prendere lo zucchero)

Ecco lo zucchero

(lo consegna ad Angiolina)

Adesso prego….

(e le accompagna alla porta)

SERAFINA COLOTTO

(capisce)

Si andiamo, buona serata comandante!

ANGIOLINA BINI

Buona serata Gisello e buona serata signor?

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Zappaterra! Si chiama Zappaterra

IL DOTTOR GERARDO ZAPPATERRA

Ossequi!

SERAFINA COLOTTO

(servizievole)

Comandante sono stata nel campetto alla Serra e  ho portato un cesto di fagiolini

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Grazie ! Serafina mi sono sempre piaciuti i fagiolini

ANGIOLINA BINI

(sarcastica)

Questi vi piaceranno sono i cornetti

(le due donne fanno il gesto delle corna ed escono di scena)

SCENA 8

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Finalmente soli, e finalmente  si è deciso di venirmi a trovare

Mi avete trovato un imbarco! Mi dia la bella notizia!

Io ho bisogno del mare, senza il mare mi sento spaesato.

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

La  capisco comandante, la capisco! Purtroppo non ci sono imbarchi in questo momento!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

La Mirandolina!

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

Un motore è già stato sostituito! Adesso deve arrivare l’altro: purtroppo ci vuole più di sei mesi.

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

I tempi tecnici sono quelli!

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

Ma lei dottore non sarà passato a trovarmi per questo!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

No, sà che io sono un appassionato di moto, mi trovavo a transitare vicino a casa vostra quando!

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

Quando!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Ho sentito un botto, ed il motore si è messo a fumare, ed un pistone

(e fa il gesto)

Si è talmente ingrossato ed indurito che ha spaccato mutanda è camicia !

(e fa il gesto)

E sono rimasto a piedi!

Allora visto che ero vicino alla sua casa  sono salito per telefonare, vostra moglie mi ha fatto entrare, ma purtroppo lei è dovuta uscire.

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Ha fatto bene!

IL DOTTOR GERARDO SPAZZATERRA

Venga che le faccio vedere la moto!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Si … voglio vedere la moto!

(entrambi escono di scena)

SCENA 9

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

GIUSTINA ARPESELA

ANGIOLINA BISO  (nascosta dietro la paratia)

SERAFINA COLOTTO (nascosta dietro la paratia)

(casa del comandante)

(il maresciallo e Giustina entrano di corsa si rincorrono si abbracciano )

(il maresciallo è in borghese, camicia sbottonata, Giustina ha la camicetta sbottonata ed è scalza, un paio di mutandine con il pizzo è sul divano)

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(rincorrendo Giustina)

Bella mia briosciona, vieni qua! Vieni qua!

(ride)

GIUSTINA ARPESELA

(ride e fugge)

Prendimi topino! Prendimi!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(rincorrendo Giustina)

Se ti prendo! Se ti prendo!

(entrambi ridono e si abbracciano)

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(ridendo)

Certo che ci mancava anche l’arrivo del maritino!

(ride)

GIUSTINA ARPESELA

(ride)

Non sospetta nulla, Prendimi topino! Prendimi!

(si sente aprire la toppa della porta)

GIUSTINA ARPESELA

( in apprensione)

Gisello! È arrivato Gisello!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( in apprensione)

Gisello! Gisello! E adesso! Io ho una reputazione!

GIUSTINA ARPESELA

( in apprensione)

Io vado di là, tu cerca di tenerlo impegnato!

(il maresciallo si riveste, vede le mutande sul divano e le mette in tasca, ma una parte della mutanda esce dalla tasca)

(entra il comandante Giacopello)

(in scena il comandante Giacopello e il maresciallo Bajo Bajonetta)

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(vede il maresciallo e rimane sorpreso)

Maresciallo cosa ci fa  a casa mia!

(tra se e se)

Questa casa è proprio un porto di mare

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( in apprensione e sull’attenti)

Il Maresciallo Bajo Bajonetta al suo servizio!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

Lei è venuto, per …

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( in apprensione e sull’attenti)

Il Maresciallo Bajo Bajonetta al suo servizio! Le indagini vanno a gonfie vele!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

ha scoperto qualcosa ?

(il maresciallo chiamando a se il comandante)

ANGIOLINA BISO  (nascosta dietro la paratia e da un buco osserva la scena)

SERAFINA COLOTTO (nascosta dietro la paratia)

ANGIOLINA BISO

(rivolta a Serafina)

Hanno scoperto qualcosa

SERAFINA COLOTTO

Cosa?

ANGIOLINA BISO

(rivolta a Serafina)

Hanno scoperto qualcosa ….

SERAFINA COLOTTO

Cosa? Dimmi!

ANGIOLINA BISO

(rivolta a Serafina)

Dopo! Dopo! Ssssssssssssssssss….

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( zittendo)

Comandante, stiamo seguendo una traccia!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

Una traccia ?

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( zittendo)

Si una traccia importante!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

importante?

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( zittendo)

L’appuntato Zanatta è un segugio, quando fiuta lui va fino in fondo!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

Bravo ?

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( zittendo)

Io sono in questa casa per servizio!

(starnuta ed involontariamente prende le mutande per soffiarsi il naso)

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

Che cosa sono quelle ?

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( dopo un attimo di sgomento sorride)

Non vede cos’è! Un fazzoletto  …

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

Che cosa sono quelle ?

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( dopo un attimo di sgomento sorride)

Non vede cos’è! Un fazzoletto  … triangolare …

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

Ma a me sembrano mutande ?

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(  sorride)

Non sono mutande è un fazzoletto, un mandillo fate voi!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

Non sarà lei per caso  il mandrillo?

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( alterato )

Un mandrillo io, ma scherziamo… io ho una dignità!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

Allora, sei dell’altra sponda! Siete gaio

(e sghignazza)

Chi l’avrebbe mai detto! Il maresciallo Bajo è gaio….

(sghignazza)

Bajo … Gaio … Gaio … Bajo

MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( alterato )

Io non sono gaio!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

E queste mutande di chi sono?

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( alterato )

Queste non sono mutande, ma un fazzoletto triangolare, di quelli che usano adesso!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

Con il pizzo e fatto a mutanda?

(prendendo in mano le mutande e mostrandole al pubblico)

Maresciallo sono le sue  queste !

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( alterato e guardandosi attorno con sospetto)

Si … questo fazzoletto è il mio!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(sghignazzando a crepapelle)

E’ suo …. È suo …lei ha il fazzoletto fatto a mutanda e di pizzo, quando lo sapranno i miei amici?

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( alterato e guardandosi attorno con sospetto)

I suoi amici! Silenzio, mantenga il segreto. È indispensabile per il proseguo delle indagini!

(e si riprende le mutandine)

Nessuno deve sapere di queste mutandine!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(sghignazzando a crepapelle)

Lei ha  detto mutandine?

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( alterato e guardandosi attorno con sospetto)

No! Ho detto fazzoletto!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(sghignazzando a crepapelle)

Ma ditemi ! lei abitualmente indossa questo fazzoletto?

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente e guardandosi attorno con sospetto)

No! Assolutamente !

(e da una pacca amichevole alle spalle di Gisello)

ANGIOLINA BISO (dietro la paratia e guardando tutto da un buco)

(rivolta a Serafina)

Cosa ho scoperto ! ….

SERAFINA COLOTTO (dietro la paratia)

Cosa? Dimmi!

ANGIOLINA BISO (dietro la paratia e guardando tutto da un buco)

(rivolta a Serafina)

Più  tardi ! ….

SERAFINA COLOTTO (dietro la paratia)

Cosa è successo… cosa è successo!

ANGIOLINA BISO (dietro la paratia e guardando tutto da un buco)

(rivolta a Serafina)

Sono cose delicate… sono cose delicate… chi l’avrebbe mai detto!

SERAFINA COLOTTO (dietro la paratia)

Dimmi!

ANGIOLINA BISO (dietro la paratia e guardando tutto da un buco)

(rivolta a Serafina)

Zzzzzzzzzzzzz! Più tardi con calma ti spiego tutto! Ma adesso silenzio! Adesso andiamo via prima che ci scoprono…

(Serafina ed Angilolina escono di scena)

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(sghignazzando a crepapelle)

Non si preoccupi : dalla mia bocca non uscirà niente?

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente e guardandosi attorno con sospetto)

Sono sicuro!

(e da una pacca amichevole alle spalle di Gisello)

(il maresciallo Bajo Bajonetta esce di scena)

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(ad alta voce e mieloso)

Giustina… Giustina …

GIUSTINA ARPESELA

Si amore … vieni … vieni !

(l comandante Gisello entra nell’altra porta ed esce di scena)

SCENA 10

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

ANGIOLINA BISO 

SERAFINA COLOTTO

SCENA: (in strada)

ANGIOLINA BISO 

(rivolta a Serafina)

Così al maresciallo gli piacciono i maschi

SERAFINA COLOTTO

Chi l’avrebbe mai detto? sembrava così virile

ANGIOLINA BISO 

(rivolta a Serafina)

Si mette le mutande di pizzo

SERAFINA COLOTTO

E anche costose!

ANGIOLINA BISO 

(rivolta a Serafina)

Io non mi posso permettere, un intimo così di lusso!

(eccolo che arriva… Silenzio)

(entra in scena il Maresciallo Bajo Bajonetta)

SERAFINA COLOTTO

Buon giorno maresciallo!

ANGIOLINA BISO 

Buon giorno maresciallo, come state bene!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

Bene … bene !

SERAFINA COLOTTO

Avete cambiato pettinatura Maresciallo

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

Un taglio ci voleva

(e mostra i capelli)

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(effeminato)

Si ! mi sono tirato i capelli all’ingiù!

ANGIOLINA BISO 

Ma come le stanno bene! Sembrate un gingillino

SERAFINA COLOTTO

Un amorino! Si siete un amorino maresciallo!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(effeminato)

E il profumo !

SERAFINA COLOTTO

Si amorino! Di chi è di Dolce e Gabbana

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(effeminato)

No! È mio !

ANGIOLINA BISO 

E le mutandine! Immagino che lei le ha di pizzo e colorate

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(effeminato)

Colorate ! si !

SERAFINA COLOTTO

Si amorino! Anche quelle sono di Dolce e Gabbana

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(effeminato)

No … sono di Armani !

ANGIOLINA BISO 

Ve le scambiate

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(a voce alta e virile)

Adesso  purtroppo devo lasciarvi, devo andare in caserma il dovere mi aspetta !

SERAFINA COLOTTO e ANGIOLINA BISO 

Ossequi maresciallo

(il maresciallo esce di scena, dall’altra uscita escono le due donne)

SCENA 11

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

 (frugando per casa vede dietro un divano un abito talare)

E questo cos’è ! un abito talare: una tonaca, e cosa ci fa qua!

 (tra se e se )

Adesso lo chiedo a Giustina, sicuramente lei saprà qualcosa!

(ci ripensa)

No! Anzi! Adesso vado dal Maresciallo, e gli porto questa tonaca!

(fa l’atto di provarsela)

È abbondante! Chissà che marcantonio l’ha indossata!

SCENA 12

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(caserma CC il carabiniere scelto Zanatta diretto da Bajonetta fa esercitazione)

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( autoritario)

Appuntato! 1 – 2 – 3  - 4 passo

(l’appuntato fa una piroetta)

(musica )

Appuntato! 1 -2 -3 – 4 passo

(e l’appuntato balla con il maresciallo )

(tutto si ripete due volte)

(cessa la musica, i due finiscono di ballare)

Appuntato mani ai fianchi e torsione del busto

(l’appuntato esegue l’ordine)

(il maresciallo fischia, infine fischia e mima come un arbitro di calcio, fischia il gol, lo annulla. Poi fischia il rigore)

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(grida non condividendo l’operato dell’arbitro)

Arbitro cornuto … Cornuto … cornuto

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( autoritario)

Ma appuntato cosa fa!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(grida non condividendo l’operato dell’arbitro)

Non era rigore … si è buttato apposta … si è buttato … si è buttato …

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( autoritario)

Era rigore, e basta!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(con voce soffocata)

Non era rigore … si è buttato apposta

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( autoritario)

Appuntato le sembra proprio questo il momento per scherzare!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(con voce soffocata)

Non era rigore … va bene basta….

(bussano alla porta)

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(con voce soffocata)

Bussano!

Ma non era rigore …

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( autoritario)

Appuntato un po’ di contegno: andate ad aprire!

(il maresciallo si siede dietro la scrivania, l’appuntato va ad aprire)

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(autoritario)

Chi è!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(entra senza aspettare di essere ricevuto)

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(autoritario)

Chi le ha detto di entrare!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(risoluto)

Io entro e conferisco con il maresciallo altrimenti telefono al questore

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( pacato)

Il questore… no il questore nnnooooooooo! venga … venga si accomodi !

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(ansante)

Ho trovato questo a …

(mostra la borsa)

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( pacato)

Si calmi … prenda fiato e parli!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(ansante)

Io … io … io …

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( pacato)

Calma … calma!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(ansante)

Ho trovato questo in casa…

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( pacato prende la borsa)

Un abito talare…

(deciso)

E dove lo ha trovato!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(ansante)

In casa… in casa lo ho trovato in casa!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( deciso)

Questo da una svolta alle indagini…

(deciso)

Abbiamo trovato il bandolo della matassa!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(ansante)

Si… finalmente…

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( deciso)

Appuntato! Il bandolo della matassa! Il bandolo della matassa!

(l’Appuntato Zanatta porta una matassa di lana)

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(compiaciuto)

Ecco la lana Maresciallo! Adesso cerchiamo il bandolo!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( deciso)

Appuntato! Ma è un modo di dire!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Appuntato la smetta!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( deciso)

Appuntato! Faccia sparire quella lana!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(compiaciuto)

Si Maresciallo! Allora la porto a mia moglie!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( deciso)

Appuntato! Adesso voglio vedere tutte le persone che hanno frequentato la casa del signor Giacopello !

Appuntato fuori le foto!

(l’Appuntato Zanatta mostra le foto ai due uomini che si avvicinano e le sfogliano)

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( deciso)

Vedete Signor Giacopello questi sono tutti quelli che sono entrati nella sua casa negli ultimi dieci giorni!

(mostrando le foto)

 Riconosce qualcuno!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(guarda le foto)

Appuntato, ma queste sono le foto della comunione di suo figlio!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(scusandosi)

Ho sbagliato! Sono queste. Sono queste!

(e le passa al maresciallo)

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( deciso)

Vede… Signor Giacopello queste foto non perdonano! Queste foto incastrano! Queste foto condannano quel delinquente della peggiore specie che frequenta la sua casa! L’ergastolo gli faccio dare!

(e passa le foto a Giacopello)

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(guarda le foto)

Maresciallo, ma queste sono le sue foto!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(scusandosi)

Quelle sono!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( scusandosi)

Signor Giacopello, perdoni questo scemo: io… si è vero frequentavo la casa ma solo per indagini: il dovere ha capito!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(guarda le foto perplesso)

Capisco Maresciallo … capisco ….

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( scusandosi)

Comunque il ritrovamento dell’abito talare ha dato una svolta alle indagini.

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(perplesso)

Ecco la tonaca

(il maresciallo la prende)

Sembra che sia la sua misura!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( provandola)

È stretta di maniche! vedete.

Don Alfredo! Si Don Alfredo è lui la causa di tutto

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(alterato)

Adesso! Vado io … a prenderlo in canonica…. E mi sente

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( pacato come un prete ed imitando un prete)

Figliolo! Perdona loro che non sanno quello che fanno!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(alterato)

Io non perdono nessuno!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( chiamando a se Giacopello e pacato come un prete ed imitando un prete)

Appuntato!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(sull’attenti)

Comandi!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( chiamando a se Giacopello e pacato come un prete ed imitando un prete)

Appuntato! Andate a coprare il tabacco … volate …

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(sull’attenti)

Comandi

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( chiamando a se Giacopello e pacato come un prete ed imitando un prete)

Appuntato! Ho detto … di volare …

(l’appuntato di corsa esce di scena )

(si sente rotolare l’appuntato giù dalle scale)

Appuntato! Problemi!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA

(scusandosi)

Maresciallo mi scusi! Bisogna che vado a piedi! Non riesco a volare

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( chiamando a se Giacopello e pacato come un prete ed imitando un prete)

Si figliolo, vada… vada …

Piano … piano e a piedi …

(rivolto a Giacopello)

Finalmente adesso siamo soli… telefoniamo al Vescovo

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(alterato)

Ma che Vescovo! Ci vado io a prenderlo in canonica, quel cornuto di Don Alfredo.

Gli spacco la testa a quel farabutto !

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

 (si toglie la tonaca)

(rivolto a Giacopello)

Silenzio… telefoniamo al Vescovo …

(compone il numero)

(dall’altra parte della cornetta una voce femminile)

Ciccino! Sua Eccellenza è impegnato, vi prego di attendere!

( musica )

Devo avere sbagliato numero!

(ripete il numero)

(musica)

(la musica si interrompe)

(rimette la cornetta al suo posto, la rialza)

(musica)

(prende la cornetta la sbatte contro la scrivania ma la canzone non smette, infine stacca il telefono)

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(con calma)

Posso provare…. mi consente!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

 (rivolto a Giacopello)

Provi pure,ma è il telefono che ha dei problemi

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(con calma fa il numero)

Non funziona!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

Lo dicevo io!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(con calma)

Per forza è staccato!

(il maresciallo attacca il telefono )

(si sente a tutto volume AMEN di Zucchero)

(stacca subito la spina)

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(con calma)

Provo io!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

Non va! Non va!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(con calma)

Provo, mi è concesso!

(attacca la spina)

(il maresciallo con  le mani si tura le orecchie)

(non si sente nessuna musica)

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(con calma)

Il numero!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

Ecco il numero!

(passa il foglietto a Giacopello)

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(con calma compone il numero)

Ecco maresciallo, è così semplice!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(meravigliato)

Ma come ha fatto!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(con calma compone il numero)

Ecco maresciallo, è così semplice!

Basta fare così con il dito …

(e simula )

(passa il telefono al maresciallo)

(si sente AMEN di Zucchero)

(il maresciallo getta la cornetta del telefono)

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(batte le mani)

(la musica cessa di colpo)

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(meravigliato)

Ma lei è un mago!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(batte le mani)

Noi a bordo, con i telefoni siamo così!

(e fa il segno con le due dita)

Prego…. Maresciallo ecco a lei la cornetta!

(il comandante prende la cornetta e la ripassa al maresciallo)

(il maresciallo la prende titubante)

(squilla il telefono dall’altra parte del filo)

SCENA 12

ILMARESCIALLO BAJO BAJONETTA

S.E. RAFFAELE PERFETTI (voce fuori campo)

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(caserma CC )

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( deciso)

Sua Eccellenza io vorrei conferire con lei

(dall’altro capo del filo)

S.E. RAFFAELE PERFETTI

(voce fuori campo)

(autorevole)

Riguardo a quella tonaca che è stata trovata in casa del comandante Giacopello

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( titubante)

Sua Eccellenza  come fà a saperlo!

S.E. RAFFAELE PERFETTI

(voce fuori campo)

(autorevole)

Il nostro servizio informazioni è più credibile che il vostro

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( titubante)

Noi abbiamo trovato sul luogo del misfatto un abito talare che si presume sia di Don Alfredo!

S.E. RAFFAELE PERFETTI

(voce fuori campo)

(autorevole)

Magari … ci fosse uno di noi che avesse tenuto alto la bandiera del Vaticano, invece purtroppo Don Alfredo ha quasi 80 anni e a lui neppure un flacone di viagra  non gli fa  effetto.

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( deciso )

Eccellenza, ma noi abbiamo le prove!

S.E. RAFFAELE PERFETTI

(voce fuori campo)

(autorevole)

Ma mi faccia il piacere, ha visto la taglia, Don Alfredo è talmente minuto che dentro quella tonaca ci sta due volte! Chi ha usato quella tonaca non è lui!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( titubante )

Eccellenza  e allora !

S.E. RAFFAELE PERFETTI

(voce fuori campo)

(autorevole)

Ma non ci sono voci in paese, e neppure quelle due pettegole Angiolina e  Serafina non dicono niente: quindi!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( titubante )

Eccellenza  e allora io cosa devo fare !

S.E. RAFFAELE PERFETTI

(voce fuori campo)

(autorevole)

Provate a misurarvi la tonaca!

(il Maresciallo si misura la tonaca)

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( titubante )

Vedete mi è stretta di maniche !

S.E. RAFFAELE PERFETTI

(voce fuori campo)

(autorevole)

È la sua misura!

(il Maresciallo fa le prove piegandosi)

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( titubante )

È quasi la mia misura, ma mi è stretta di maniche !

S.E. RAFFAELE PERFETTI

(voce fuori campo)

(autorevole)

Maresciallo vada a confessarsi!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( titubante )

Eccellenza grazie per il consiglio !

S.E. RAFFAELE PERFETTI

(voce fuori campo)

(autorevole)

Dovere, figliolo, dovere!

(si sente Amen di Zucchero)

(la comunicazione si interrompe)

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

Che cosa ha detto?

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( sorridente )

chi !

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

Sua Eccellenza?

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( sorridente )

E chi è !

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

Sua Eccellenza, lei ha telefonato a Sua Eccellenza?

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( sorridente )

Ahh… si! Sua Eccellenza  sta bene!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

E cosa ha detto!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( sorridente )

Sua Eccellenza ha detto che le consiglia di riconciliarvi con vostra moglie, tanto le corna sono di moda!

(squilla il telefono)

(risponde il Maresciallo)

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( sorridente )

Stazione di polizia al vostro servizio!

(dall’altro capo del filo)

S.E. RAFFAELE PERFETTI

(voce fuori campo)

(autorevole)

Carissimo Maresciallo, mi lasci il recapito  della pecorella smarrita che presto gli farò una privata visita pastorale.

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( preoccupato )

Ma lei non sà tutto!

S.E. RAFFAELE PERFETTI

(voce fuori campo)

(autorevole)

Carissimo Maresciallo, non posso sapere tutto, purtroppo quello sopra di me, non mi ha fatto nessuna delega.

(a voce alta)

Fuori il numero!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( preoccupato )

Ecco ! ma stia calmo!

(rivolto al comandante Giacopello)

Comandante il numero di telefono!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

Cosa le interessa!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( preoccupato )

Lo vuole Sua Eccellenza, si sta interessando personalmente al caso!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

In questo caso!

0342455555

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( ripete il numero )

0342455555

S.E. RAFFAELE PERFETTI

(voce fuori campo)

(autorevole)

Bravissimo Maresciallo, ho preso nota!

La pace sia con voi

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( ossequioso )

E con il suo spirito!

S.E. RAFFAELE PERFETTI

(voce fuori campo)

(autorevole)

Il mio spirito non le interessa: piuttosto  la carne è debole, ma voi siete più forte e non dovete cedere alle tentazioni!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( ossequioso )

Io no, ma lei !

S.E. RAFFAELE PERFETTI

(voce fuori campo)

(autorevole)

Io sono il suo pastore e devo toccare con mano il peccato!

(si sente Amen di Zucchero)

(la comunicazione si interrompe)

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

Sua Eccellenza si sta interessando personalmente al mio caso! Lui lo vuole toccare con mano!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( deciso )

Anche con qualche cosa d’ altro!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(interessato)

Non capisco!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

( deciso )

Adesso vada a casa dalla cara mogliettina!

(il Comandante esce di scena, il maresciallo subito dopo)

SCENA 13

OLIVA BISO

GIUSTINA ARPESELA

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(casa Giacopello)

(il comandante è seduto a tavola )

GIUSTINA ARPESELA

Gisellino, guarda che cosa ti ho preparato…

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Che cosa tesoruccio!

GIUSTINA ARPESELA

I biscottini che ti piacciono tanto , fatti a mano ad uno ad uno pensando all’amore che ho per il mio Gisellino.

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Giustina, sei la mia patatina!

(Giustina porta il the )

Anche oggi viene Olivia a trovarci

GIUSTINA ARPESELA

Si topolino, Oliviuccia che ti vuole tanto bene, viene da noi

(bussano alla porta)

(il comandante va ad aprire, entra Olivia e bacia Gisello)

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Olivia, sei la mia topina!

(Olivia bacia di nuovo Gisello)

(Gisello si siede ed Olivia si siede sulle sue ginocchia arriva Giustina e tutti ridono)

(bussano alla porta)

(Gisello fa l’atto di andare ad aprire, Giustina lo precede)

GIUSTINA GIACOPELLO

( davanti alla porta, apre ma la porta rimane chiusa con la catenella)

(voce fuori campo, maschile profondamente eccitata)

Apri Giustina, dai che ne ho voglia… apri …

GIUSTINA GIACOPELLO

( davanti alla porta, apre ma la porta rimane chiusa con la catenella)

Ma sei scemo … adesso basta, ho deciso di cambiare vita…

(voce fuori campo, maschile profondamente eccitata)

Cambiare vita ma scherziamo … tu sei così, e questa è la tua vita. Apri Giustina, dai che ne ho voglia… apri …

GIUSTINA GIACOPELLO

( davanti alla porta, apre ma la porta rimane chiusa con la catenella)

Ho detto di andare via … Mario vai via … vattene …

(Giustina torna in salotto )

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Patatina chi era !

(Giustina bacia Gisello, che ha sempre sulle ginocchia Olivia)

(squilla il telefono, risponde Giustina)

GIUSTINA GIACOPELLO

(soffocando la voce)

Piero, smettila non posso! Non posso… dai … ho deciso di cambiare vita,

(a voce alta)

Ho deciso di cambiare vita! Capito!

Io amo mio marito …

OLIVIA

(togliendosi dalle ginocchia di Gisello, prende la borsetta e la apre tira fuori una lettera per il comandante Giacopello)

Gisellino guarda cosa mi ha dato il postino!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Una lettera per me !

Ed è della Compagnia di navigazione!

(la apre e legge e ad alta voce )

(euforico)

La Mirandina è pronta per salpare… domani partenza  per Buenos Aires e tra una settimana si levano le ancore …

GIUSTINA GIACOPELLO

(soffocando la voce con un singulto)

Amorino, ora parti ! proprio ora che finalmente andiamo d’accordo!

(piange)

Parti tesoruccio! Il mare me lo sta riportando via!

OLIVA BISO

Sbarca Gisello!Sbarca … tu non hai bisogno di navigare …

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Io ti voglio bene Giustina, ma il mare è la mia vita!

GIUSTINA GIACOPELLO

(soffocando la voce con un singulto)

Amorino, la tua vita è qua con me!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

Si la mia vita è con te, ma il mare è il mare!

Adesso corro a preparare le valige …

(esce di scena)

GIUSTINA ARPESELA

(piange sul divanetto)

Se ne va! Adesso per un anno non lo rivedo!

Se ne torna a navigare!

OLIVA BISO

(cerca di consolarla)

Giustina non piangere, dai un anno fa presto a passare! E non è la fine del mondo … non sarai la prima e né l’ultima!

Dai coraggio… io ti aiuterò a superare questi momenti tristi

(le due si abbracciano)

(il comandante Giacopello euforico con le valige in mano)

IL COMANDANTE GIACOPELLO

Amore … sono pronto!

GIUSTINA ARPESELA

(piangendo)

Vai via proprio adesso !

IL COMANDANTE GIACOPELLO

Amore faccio in tempo per il Diretto delle 17,30 per Genova!

GIUSTINA ARPESELA

(piangendo)

Ti accompagno, amore mio ti accompagno !

(Giustina e Gisello escono di scena)

(rimane in scena Olivia che voltandosi verso il pubblico)

OLIVA BISO

(ad alta voce e con gestualità)

Ma che potere che ha l’amore!

(esce di scena)

SCENA 14

OLIVA BISO

GIUSTINA ARPESELA

GERARDO ZAPPATERRA (voce fuori campo)

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(casa del comandante Giacopello)

GIUSTINA ARPESELA

(rivolta a Oliva)

Meno male che quello scemotto di mio marito si è tolto dai piedi,

ormai non lo sopportavo più.

OLIVA BISO

( compiaciuta)

Adesso per un anno e forse più, possiamo spassarcela

GIUSTINA ARPESELA

(rivolta a Oliva)

Si! Organizziamo una grande festa!

OLIVA BISO

( compiaciuta)ù

Grandissima e indimenticabile, inviteremo tanti uomini e solo uomini

GIUSTINA ARPESELA

Si il MARTINI deve scorrere a fiumi, voglio dimenticare Gisello, facendo il bagno nuda nello champagne

( accendono il giradischi)

(squilla il telefono, Giustina risponde)

GIUSTINA ARPESELA

Pronto!

(dall’altro capo del telefono, il Dottor Gerardo Zappaterra)

IL DOTTOR GERARDO ZAPPATERRA

(disperato)

Giustina … tesoro …io …

(ha un singulto)

GIUSTINA ARPESELA

Pronto!

Gerardino dimmi! Dimmi ? cosa è successo ?

IL DOTTOR GERARDO ZAPPATERRA

(disperato)

Giustina … tesoro …io … mi mandano via!

GIUSTINA ARPESELA

Pronto!

Gerardino dimmi, non capisco …

IL DOTTOR GERARDO ZAPPATERRA

(disperato)

Giustina mi mandano via!

GIUSTINA ARPESELA

Come!

Ti licenziano! …

IL DOTTOR GERARDO ZAPPATERRA

(disperato)

Noooo! Giustina mi mandano via!

GIUSTINA ARPESELA

Come!

Ti trasferiscono! … e dove!

IL DOTTOR GERARDO ZAPPATERRA

(disperato)

Questa mattina apro la posta e mi ritrovo una lettera dell’armatore, sembrava una lettera normale come tante, subito non gli do importanza poi la apro!

(un singulto)

 Giustina mi mandano via! Mi mandano via!

(breve pausa … prende fiato)

Mi mandano a dirigere un ufficio a Bombay in India!

Mi mandano in India!

E così senza preavviso, come un punito!

GIUSTINA ARPESELA

Come!

Ti mandano in India! Vai dall’armatore a sentire spiegazioni….

IL DOTTOR GERARDO ZAPPATERRA

(disperato)

L’armatore non vuole neppure ricevermi …. parto …. domani!

Domani … vado via domani … in India … mi ha detto il Vice presidente della compagnia di navigazione che sono stato punito per cattiva condotta! Io non ho fatto niente! Niente! Di veramente importante…

GIUSTINA ARPESELA

(dispiaciuta)

Mi dispiace! Mi dispiace …

IL DOTTOR GERARDO ZAPPATERRA

(disperato)

Domani, amore, vado via domani!

Domani … vado via domani …

(stacca la comunicazione)

GIUSTINA ARPESELA

(dispiaciuta)

Povero Gerardo lo trasferiscono in India!

OLIVIA BISO

(dispiaciuta)

Povero Gerardino, era così simpatico!

GIUSTINA ARPESELA

(dispiaciuta)

Ma non è mica morto ! Ritornerà …

OLIVIA BISO

(dispiaciuta)

Ci mancherà ! A me sicuramente!

GIUSTINA ARPESELA

(dispiaciuta)

Ti mancano i suoi soldi!

OLIVIA BISO

(dispiaciuta)

No anche come persona! Dal punto di vista umano era …

GIUSTINA ARPESELA

(sorridente)

Generoso ! Ma chissà adesso quanti ne troviamo

(ride)

OLIVIA BISO

(sorridente)

Ma si! Vita nuova!

(ed entrambe ridono)

Giustina!

GIUSTINA ARPESELA

(sorridente)

Dimmi!

OLIVIA BISO

(sorridente)

Il postino, non aveva voglia di fare la salita e mi ha lasciato questa lettera per te!

GIUSTINA ARPESELA

(sorridente)

Mettila lì, tanto non è niente di importante!

(entra il Maresciallo Bajo BaJonetta)

(euforico)

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente e festoso, abbraccia le due donne e le bacia)

(le due donne lo abbracciano)

GIUSTINA ARPESELA

(abbracciando Bajo)

È partito! È partito! Adesso abbiamo tutto il tempo per noi!

( e si baciano)

OLIVIA BISO

(sorridente prende una bottiglia di champagne)

Stappiamo una bottiglia e brindiamo all’amore e alla partenza di Gisello

(passa la bottiglia a Bajo)

GIUSTINA ARPESELA

(abbracciando Bajo)

Brindiamo alla partenza di quel tamburo di mio marito

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente e festoso, abbraccia le due donne e le bacia)

(le due donne lo abbracciano)

Siiiii!

( Bajo stappa la bottiglia)

(E tutti gridano )

Cin … cin … all’Amore

(tutti si siedono sul divano, la lettera sul mobile cade per terra, la vede il Maresciallo)

Giustina quella lettera!

GIUSTINA ARPESELA

(abbracciando Bajo)

Buttala via, tanto non sarà niente di importante!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente e festoso)

No, magari è qualcosa di importante!

(ha in mano la lettera)

OLIVIA BISO

( baciando tutti)

Io vi lascio soli piccioncini, io devo andare

(piano e chiamando tutti a se )

Bisogna che vado!

Torna mio marito, e vuole due coccole!

GIUSTINA ARPESELA

 (ridendo)

Salutami il cornuto!

OLIVIA BISO

(ridendo)

Non mancherò!

Baci!

(manda un bacio a loro e a il pubblico ed esce di scena)

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sorridente e festoso, guarda la lettera ed è sconvolto)

Giustina, ma cosa hai combinato!

GIUSTINA ARPESELA

 (ridendo e baciando Bajo)

Che cosa vuoi che ho combinato: niente!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sconvolto)

Ma ti ha scritto un avvocato!

GIUSTINA ARPESELA

 (ridendo)

Ma cosa vuole da me un avvocato!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(preoccupato apre la lettera)

apro!

GIUSTINA ARPESELA

 (ridendo)

E leggi!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(preoccupato)

leggo!

GIUSTINA ARPESELA

 (ridendo)

E dai, cosa aspetti tesoro!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(preoccupato)

Brutto cafone!

GIUSTINA ARPESELA

 (preoccupata)

Cosa c’è scritto!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(preoccupato)

L’avvocato di tuo marito , ti comunica che …

(pausa)

GIUSTINA ARPESELA

 (preoccupata)

Cosa mi comunica!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(preoccupato)

Ha chiesto il divorzio …

(pausa)

Il divorzio, e qui c’è una serie di prove, ed un elenco di testimonianze che testimoniano la tua infedeltà Giustina….

GIUSTINA ARPESELA

 (preoccupata)

La mia infedeltà, ma è pazzo!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(preoccupato)

E non solo, ha messo in vendita anche la casa …

GIUSTINA ARPESELA

 (preoccupata)

La casa, ed io dove vado!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(preoccupato)

Non so, io non ti posso ospitare in caserma …

GIUSTINA ARPESELA

 (preoccupata)

Aiutami ti prego; tu puoi tutto!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(preoccupato)

Cercherò di fare qualcosa, ma adesso calmati …

(i due si abbracciano ed escono di scena)

SCENA 15

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA 

ANGIOLINA BINI

(casema cc)

Bussano alla porta

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA 

Con questo freddo e questo vento chi bussa al mio convento

ANGIOLINA BINI

Sono una cittadina bellina e con la corta gonnellina

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA 

(sfregandosi le mani dalla contentezza)

Vieni … vieni ….cittadina bellina e con la corta gonnellina

(apre la porta)

(entra Angiolina Bini)

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA 

(alterato)

Chi le ha dato il permesso di entrare! Uscite e tornate nell’orario di ufficio

ANGIOLINA BINI

Siamo in pieno, orario d’ufficio

(entra)

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA 

(timoroso)

Io non le ho dato il permesso

ANGIOLINA BINI

(decisa)

Devo fare una denuncia

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA 

(timoroso)

Devo chiamare il Maresciallo

ANGIOLINA BINI

(decisa)

Maresciallo! Devo fare una denuncia

(il Maresciallo Bajo Bajonetta nell’atra stanza)

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(alterato)

Cosa succede …

ANGIOLINA BINI

(decisa)

Maresciallo! Devo fare una denuncia

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(alterato)

Vengo … vengo, ma con calma

ANGIOLINA BINI

(decisa, si siede alla scrivania)

Maresciallo!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(alterato)

Cosa ha lei di tanto importante

ANGIOLINA BINI

(decisa, si siede alla scrivania)

Mi hanno toccato la macchina e quel malvivente è scappato

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(alterato)

Appuntato, presto dobbiamo fare una denuncia! Alla macchina …

(l’appuntato fa l’atto di uscire dalla porta)

Dove va appuntato! Ho detto alla macchina!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA 

(perplesso)

Comandi maresciallo, io sto andando alla macchina!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(alterato)

Appuntato! Alla macchina …  al computer, alla macchina da scrivere! Ha capito!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA 

(perplesso)

Si Maresciallo !”

(e si posiziona alla macchina da scrivere)

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(alterato)

Signora mi racconti il fatto !

Attento appuntato!

(l’appuntato si mette sull’attenti)

Ma cosa ha capito! Attento a verbalizzare

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA 

(perplesso)

Si Maresciallo

(e si posiziona alla macchina da scrivere)

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(alterato)

Signora mi racconti il fatto !

ANGIOLINA BINI

(decisa, si siede alla scrivania)

Maresciallo! Io avevo appena parcheggiato, quando un’auto come una freccia bruciava l’asfalto

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA 

(perplesso  batte la tastiera)

Maresciallo

(preoccupato)

Bisogna chiamare i pompieri

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(alterato)

perchè !

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA 

(perplesso  batte la tastiera)

Brucia l’asfalto…

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(alterato)

Appuntato, voi non deve pensare ma scrivere!

E voi signora Angiolina continuate…

ANGIOLINA BINI

(continua)

Era una Fiat Panda, grigia metallizzata…. Un fetentone

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(alterato)

Sì! Un fetentone, se io lo prendo gli straccio la patente in faccia !

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA 

(perplesso  batte la tastiera)

Maresciallo

(preoccupato)

Ed io gli metto le manette e butto via la chiave

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(alterato)

Questi cornuti non meritano neppure di circolare in strada

ANGIOLINA BINI

(continua)

E poi questa Fiat Panda, grigia …. Ha anche!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(alterato)

Che cosa ha fatto!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA 

(batte la tastiera)

Maresciallo! Cosa ha fatto!

ANGIOLINA BINI

(continua)

E poi questa Fiat Panda, grigia …. Ha anche, toccato una Mercedes nera, e non si è fermato, quel delinquente!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(alterato)

La targa! La targa! Incaricherò tutti gli organi di polizia, i vigili, i pompieri, il Milan, l’Inter e l’ Interpool ma lo voglio vedere in galera quel maiale

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA 

(batte la tastiera)

Il numero… il numero!

ANGIOLINA BINI

(continua)

AB 66666 777777 GGG BBBB

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(alterato)

Scriva appuntato! Scriva !

ANGIOLINA BINI

(continua)

Prendetelo quel fetentone! Prendetelo! Voglio mangiarci tutto!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(preoccupato)

Signora … il numero è proprio AB 66666 777777 GGG BBBB

Sicura …. Sicura ….

ANGIOLINA BINI

(continua)

Prendetelo quel fetentone! Prendetelo! Il numero di targa è ancora stampato nella mia mente!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA 

(batte la tastiera)

Si! L’ ergastolo … bisogna dargli l’ergastolo …

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(preoccupato ed agitato)

Signora … adesso può andare … abbiamo tutti gli elementi necessari!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA 

(batte la tastiera)

Si! Posso scrivere supermercato …

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(preoccupato ed agitato)

Cosa centra il supermercato!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA 

(batte la tastiera, titubante)

Gli … alimenti … essenziali … maresciallo!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(preoccupato ed agitato)

La smetta Appuntato! La Smetta … e lei prego si accomodi!

ANGIOLINA BINI

(agitata andandosene)

Prendetelo quel fetentone! Prendetelo!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(preoccupato ed agitato)

Lo prenderemo, ma ora prego si accomodi!

(Angiolina esce di scena )

SCENA 16

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

L’ APPUNTATO COSTANZO ZANATTA 

IL CAPITANO DELLA LEGIONE (voce fuori campo)

 

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(alterato insegue l’appuntato che scappa per il palco)

Disgraziato!

Cosa mi ha combinato! Le ho prestato la macchina una volta e ha tamponato una anzi due auto in sosta!

 L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA 

(correndo, e giustificandosi)

Una solo un graffio …

Quasi niente …

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(alterato insegue l’appuntato che scappa per il palco)

Disgraziato! Se la prendo … prima l’ammazzo e poi lo faccio trasferire …

( si fermano)

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA 

(ansando, giustificandosi)

Maresciallo, ma se mi ammazza … come fa a trasferirmi

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(alterato)

No … prima la trasferisco e poi vengo ad ammazzarla!

(riprendono a correre)

L’ APPUNTATO COSTANZO ZANATTA 

(ansando)

Maresciallo, come viene ad ammazzarmi! facendo il foglio di viaggio di comandata, oppure personali …

( si fermano)

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(alterato)

Personali! Ma a lei cosa importa … tanto deve morire

L’ APPUNTATO COSTANZO ZANATTA 

(ansando)

Maresciallo, con il foglio di viaggio risparmierebbe i soldi del treno e in più ci sarebbe anche il rimborso

( riprendono a correre)

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(alterato)

Perché si interessa così tanto! Io appena la prendo l’ammazzo …

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA  

(ansando)

Maresciallo! Sono io che devo fare i fogli di viaggio

( si fermano)

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(alterato)

A giusto! È lei … che si occupa della parte amministrativa

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA 

(ansando)

Pensi Maresciallo, con il foglio mi sembra tutto più legale

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(alterato)

Va bene Costanzo allora ci pensa lei …

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA 

(ansando)

Va bene … mi dia solo il tempo di riprendermi

(squilla il telefono)

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(alterato)

Ma cosa vogliono! Sempre quel telefono!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA 

(calmo)

Rispondo io!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(alterato)

E risponda! Cosa aspetta!

(l’appuntato risponde al telefono)

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA 

(agitato)

Pronto!

( dall’altra parte del filo)

Vorrei parlare con il Maresciallo!

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA 

(agitato)

Maresciallo vogliono lei!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(alterato)

dica a quel cornuto che non ci sono!

( dall’altra parte del filo)

Maresciallo non deve dire !

DICA A QUEL CORNUTO CHE NON CI SONO

Io sono

Il SUO COMANDANTE

ILMARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(ossequioso e sull’attenti)

Si comandante! Agli ordini comandante!

( dall’altra parte del filo)

Maresciallo !

Mi risulta che lei ha tamponato due auto,

tra le quali una Mercedes nera … la mia!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(ossequioso e in ginocchio)

Mi scusi ! comandante mi perdoni! Mi perdoni …

( dall’altra parte del filo)

L’ho fatta riparare, ha mie spese !

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(ossequioso e in ginocchio)

Mi mandi il conto! Mi mandi il conto!

( dall’altra parte del filo)

Poco male !

Io le ho telefonato per un’altra cosa! Per una nota di merito

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sull’attenti)

Comandante sono contento che finalmente lei si sia accorto della mia devozione! La mia condotta di vita, la mia efficienza

( dall’altra parte del filo)

L’arma è orgogliosa di voi ed è per questo che manda lei Maresciallo e la sua consorte in gita premio!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(sull’attenti)

Dove comandante! Dove!

( dall’altra parte del filo)

In Sardegna, una lunga vacanza!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(salta in preda all’euforia)

Si in Sardegna nel periodo estivo! Siii!

Per quanto tempo Comandante!

( dall’altra parte del filo)

Ad Orgosolo per cinque anni! Pagato domani … il comando della stazione all’Appuntato Costanzo Zanatta

(stacca il telefono)

L’APPUNTATO COSTANZO ZANATTA 

(salta euforico)

Sono stato promosso!

IL MARESCIALLO BAJO BAJONETTA

(isterico e rivolto all’ appuntato )

Io vi ammazzo!

(l’appuntato scappa, esce di scena e il maresciallo lo insegue )

EPILOGO

DOLORES CANIGGIA

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

LOLLI GHETTI (voce fuori campo)

IL SENATORE (voce fuori campo)

RAMON  ARDILES

(la scena: una poltrona Gisello e Dolores )

(sottofondo musicale note del tango, la coppia balla)

( squilla il telefono, smettono di ballare)

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(risponde)

Pronto!

(dall’altro capo del filo)

Gisello come stai!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(risponde)

Bene Glauco … e tu!

(dall’altro capo del filo)

ho trasferito Spazzaterra, nel nuovo ufficio di Bombay

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(risponde)

Bene Glauco! Bene …

(dall’altro capo del filo)

Sono sempre stato dell’idea che è meglio avere un buon comandante che un buon segretario, e poi sono sicuro che in India in dottor Gerardo si troverà bene.

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(risponde)

Grazie  Glauco! Grazie …

(dall’altro capo del filo)

Non c’è di che Gisello e adesso il mare ti aspetta

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(risponde)

Non vedo l’ora di partire! Grazie …  di nuovo

(Glauco stacca il telefono)

DOLORES CANIGGIA

Mi ami tesorino!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(abbracciandola)

Si tesorina!

(squilla il telefono)

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(risponde)

Pronto!

(dall’altro capo del filo)

Gisello! Come va!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(risponde)

Senatore, cosa mi racconti e la famiglia, i ragazzi come vanno!

(dall’altro capo del filo)

Bene! E tu, come te la passi con Dolores, salutamela !

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(risponde)

È qua vicino a me e ti manda i saluti!

DOLORES

Ciao Salvatore!

(dall’altro capo del filo)

Un bacio Dolores ! Gisello ti ho fatto un regalo!

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(sorridente)

Un regalo dimmi!

(dall’altro capo del filo)

Ho fatto trasferire Bajonetta ad Orgosolo !

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(sorridente)

Sei un amico Salvatore, e la casa!

(dall’altro capo del filo)

Ha già un acquirente !

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(sorridente)

E la mia ex moglie!

(dall’altro capo del filo)

È tornata ad abitare a Pugliola ! adesso ti saluto Gisello

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(sorridente)

Ossequi Salvatore!

DOLORES

Un bacio Salvo!

(il senatore stacca la comunicazione)

( Gisello e Dolores si abbracciano )

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(grida)

Ramon! Ramon!

RAMON

(con le mani sporche d’olio)

Comandante, la sua moto è ridotta male, io dovrei tirare giù il motore smontarlo fare un alesaggio e cambiare un pistone

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(sorridente)

Si cambi pure il pistone! Io adesso devo partire

DOLORES

Si! Io voglio il pistone nuovo

RAMON ARDILES

(facendo il gesto dell’ombrello)

Vedrò di accontentarla signora

IL COMANDANTE GISELLO GIACOPELLO

(sorridente)

Dolores Amore mio! Io adesso devo partire … e in quanto a lei: mi raccomando il pistone!

(i due si abbracciano, Gisello prende le valigie)

RAMON ARDILES

(facendo il gesto dell’ombrello)

Al suo servizio signora!

( Gisello esce di scena, rimangono in scena Dolores e Ramon che si abbracciano e si baciano)

RAMON

(ad alta voce e rivolto verso il pubblico)

DONNE E MOTORI ....... GIOIE E DOLORI

SIPARIO

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 0 volte nell' ultima settimana
  • 0 volte nell' ultimo mese
  • 11 volte nell' arco di un'anno