Dramma di mezzanotte

Stampa questo copione

Achille Campanile

Achille Campanile

DRAMMA DI MEZZANOTTE

Personaggi

IL PENSATORE

LA SUA FIDANZATA

L’orologio della torre batte dodici rintocchi. Nella notturna penombra d’una via solitaria sotto la luna, IL PENSATORE e LA SUA FIDANZATA, i quali stavano baciandosi, all’ultimo rintocco si staccano precipi­to­samente. (Tutta la scena con sottofondo musicale)

LEI        (atterrita) Mezzanotte!

LUI        Mezzanotte di ieri o di domani, amore?

LEI        Come sarebbe a dire? Mezzanotte di oggi.

LUI        No, tesoro. La mezzanotte non è mai di oggi, perché sta proprio in mezzo fra ieri e domani. Infatti a mezzanotte l’oggi diventa ieri e il domani diventa oggi, ma non è più ieri e non è ancora domani; e tanto meno è oggi, perché la mezzanotte sta precisamente fra due oggi, dei quali però uno è ormai ieri e l’altro non è ancora domani.

LEI        Taci, amore, mi farai diventare pazza. Già, è vero, non lo so mica se la mezzanotte di oggi sia quella di ieri, o quella di domani.

LUI        E non si saprà mai, questa è la cosa atroce. Perché non si sa se il giorno comincia o finisce alla mezzanotte.

LEI        Ne finisce uno e ne comincia un altro.

LUI        Vedi, dunque, gioia, che la mezzanotte non potrà essere mai quella di oggi.

LEI        E’ mezza di ieri e mezza di domani, ma nelle rispettive metà tanto ieri quando domani sono oggi.

LUI        Ma sono rispettivamente ieri e domani e perciò non oggi.

LEI     Cioè, quando ieri era oggi, l’oggi di oggi era domani.


LUI        Precisamente, amor mio: l’ieri di ieri era ieri, quando l’oggi di oggi non era oggi; ma oggi che l’oggi è oggi, l’oggi di ieri è ieri.

LEI        (con un gemito) Ah! (Sviene tra le braccia del pensatore)

LUI        (sgomento) Amore, gioia, che hai? Tu mi muo ri tra le braccia. (Disperato): Dovevo immaginarlo. Le ho fatto discorsi troppo gravi. La sua tenera mente non ha retto. (Dandosi le pugna nel capo) Questo capita ad essere la fidanzata di un pensatore. (Le spruzza sul volto un po’ d’acqua che prende da una vicina fontana, la scuote e la chiama con dolci nomi per rianimarla) Dolcezza mia, apri gli occhi! Non mi spaventare!

LEI        (esalando un debole sospiro). Ah! (Apre gli occhi, si guarda attorno sgomenta. Con voce flebile) Dove sono?

LUI        Tra le mie braccia, amore, al sicuro, protetta contro tutto e tutti. Non temere.

LEI        (rianimandosi) Oh, piccolo mio, mi hai fatto girare la testa con le tue parole. Ma ora lascia che vada a casa, è già tardi. Ci vediamo domani.(Si stacca da lui).

LUI        (subito all’erta) Oh, giusto, parliamo un po’ di domani.

LEI        Sono un po’ stanca. Abbiamo già parlato abbastanza di oggi, oggi. Di domani, parleremo, com’è giusto, domani.

LUI        Anima candida! Ignara creatura! Ma non sai che domani domani sarà oggi, e quindi, se domani parlassimo di domani, ci troveremmo a parlare di domani oggi, come se parlassimo oggi, quindi, tanto vale parlarne oggi e parlare domani di oggi, che naturalmente domani sarà ieri?

LEI        (terrorizzata) Come?

LUI        Ma sì. Ti sei mai domandata per esempio, quando sarà domani.

LEI        Che sciocchezza, amor mio! Domani sarà domani.

LUI        E perché?

LEI        Diamine, perché oggi è oggi, e domani sarà domani.

LUI        Errore, gravissimo errore! Oggi, soltanto oggi, domani è domani, ma domani, domani non sarà più domani, poiché sarà oggi e oggi sarà ieri, mentre il domani di domani, domani sarà quello che oggi è posdomani, e che posdomani sarà oggi. Chiaro?

LEI        (geme)

LUI        Insomma, domani è domani soltanto oggi, ma appena trascorso oggi, diventa oggi e posdomani ieri diventa domani.

LEI        Allora, secondo te, domani non è mai?

LUI        (gravemente) Purtroppo, l’atroce verità è proprio questa: domani non è mai, ma sarà sempre; appena è, non è più domani ma è oggi. Invece ieri…

LEI        (con un gemito) Ah! (Sviene rantolando tra le braccia di lui con un fil di voce) Piccolo mio!

LUI        Dimmi tesoruccio.

LEI        Che bello!

LUI        Che cosa?

LEI        Il mistero! (Chiude gli occhi e muore).

    Questo copione è stato visto
  • 1 volte nelle ultime 48 ore
  • 12 volte nell' ultima settimana
  • 35 volte nell' ultimo mese
  • 143 volte nell' arco di un'anno