Due verità

Stampa questo copione

“Due verità”*

Atto unico di Giulio Dogliotti

Personaggi:

prima spettatrice -PRI

seconda spettatrice - SEC

terzo spettatore - TER

quarta spettatrice - QUA

quinto spettatore - QUI

sesto spettatore - SES

settima spettatrice - SET

ottava spettatrice – OT

nona spettatrice - NON

primo pubblico – PU1

seconda pubblico – PU2

terzo pubblico – PU3

quarta pubblico – PU4

custode – CUS

vigile - VIG

All’apertura del sipario sulla scena ci sono due file di poltrone teatrali rosse stile retrò. Sul fondale è proiettata l’immagine di un teatro, possibilmente lo stesso che ospita la rappresentazione. Alla spicciolata arrivano alcuni spettatori, vestiti con abiti forse anteguerra o comunque piuttosto originali, che prendono posto: due coppie di donne e una mista. Iniziano quindi a chiacchierare sommessamente. Un paio di uomini arrivano e si siedono da soli alle estremità delle file.

ENTRA  LA PRIMA COPPIA DI SIGNORE, GUARDANDO I

BIGLIETTI CERCA IL NUMERO DELLE POLTRONE CHE SONO IN

PRIMA FILA, CENTRALI.

1.

PRI

Ah proprio in centro! Quando chiamo Vittorio lo devo

ringraziare, mi aveva detto che erano ottimi posti, ma in

prima fila! Saranno di un assessore che ha dato forfait, o forse

un presidente di qualche fondazione…

2.

SEC

Sai che ti dico Bianca, questa cosa mi puzza, fa dubitare dello

spettacolo: se fosse bello non ci sarebbero questi posti

liberi…sarà una coltellata  intellettualoide!

3.

PRI

Adriana, sei sempre la solita disfattista: le autorità spesso


1


hanno più di un impegno in contemporanea, e non sempre

possono scegliere il più gradito…questa è una prima

nazionale  e so che gli attori hanno provato per mesi!

4.

SEC

Certo, ma il fatto che nessuno sappia chi sono e che  la trama

sia stata tenuta nascosta, mi fa dubitare e non poco…

5.

PRI

Ma è tutta una montatura, per creare interesse attorno

all’avvenimento…Ho saputo che  forse recitano Giorgio

Rosoni e Anna Sampietro!

6.

SEC

Noo! Non ci credo neanche se li vedo. Qui, in provincia

Rosoni e Sampietro…See, figurati.

7.

PRI

Sembra che si siano visti al “Pesce d’Oro” proprio l’altro ieri,

almeno così è parso alla Bice, sai che va spesso da suo genero

che fa il cuoco lì; me lo ha detto stamattina mentre mi faceva

i piedi!

8.

SEC

Ma quella è cecata come una talpa, non distinguerebbe  a due

metri suo marito dalla regina Elisabetta: non so come ti fidi a

farti fare il pedicure…Te lo fa in braille?

9.

PRI

Sempre esagerata, Bice è bravissima, e poi così onesta,

prende veramente poco!

10.

SEC

Per forza, non ha mai pagato una lira di tasse in vita sua!

11.

PRI

È in buona compagnia! Ma tu oggi hai il dente avvelenato

con tutti… che ti succede, hai litigato con il maestro di sci?

12.

SEC

Come, non lo sai? L’ho mandato a stendere la settimana

scorsa… invece di seguirmi come si deve, faceva il

cascamorto con una squinzia  tedesca alta due metri!

13.

PRI

Con quello che si prende all’ora…

14.

SEC

Già, e soprattutto fuori ora! M’era venuta voglia di

richiedergli indietro l’orologio!

15.

PRI

Adriana…sarebbe una caduta di stile!


2


16.

SEC

Caduta più caduta meno…sai quante ne ho fatte sugli sci, mi

sono massacrata il didietro grazie a lui! E poi lo potrei

regalare al personal di ginnastica, mi sta seguendo con molta

cura, sai…

17.

PRI

Non ho parole, non conoscevo questo tuo lato così

pragmatico!

18.

SEC

Ho deciso da poco di pragmare, con i tempi che corrono…

19.

PRI

Come darti torto?

20.

TER

(ENTRA UN’ALTRA COPPIA, UOMO – DONNA, E SI SIEDE IN II

FILA. L’UOMO AIUTA LEI A TOGLIERSI IL CAPPOTTO)

…Lo sai che non lo sopporto, ma no! Continui a perseverare,

sembra quasi che tu lo faccia apposta per mettermi in

imbarazzo con gli amici!

21.

QUA

Ma quale imbarazzo, lo sanno tutti che hai un problema con

Valeria, mica è un segreto!

22.

TER

Sì, ma non per questo bisogna ricordarlo al mondo ad ogni

piè sospinto!

23.

QUA

Ma ti accorgi come parli? Sembri una  maestra delle

elementari in pensione…

24.

TER

Ah, parlerai bene tu, con tutte le tue “ conditio sine qua non”

e i “melius est abundare ” sparsi qua e là!

25.

QUA

Senti, guarda, piantiamola, non mi far andare di traverso la

serata per una stupidaggine; oltretutto  quello svanito di

Ettore dopo due minuti non si ricorderà  più nulla  di Valeria

delle sue grane e delle tue gaffes. Piuttosto, hai notato che

non ci sono i programmi di sala?

26.

TER

Sì, sì, cambia pure discorso che ti conviene… Certo che non

ci sono i programmi, è una prima a sorpresa:  se ti spiegassero

cosa stai per vedere che sorpresa sarebbe!


3


27.

QUA

Beh, lo so bene…hai dimenticato chi si è messo in coda per i

biglietti quattro mesi fa? Comunque due righe le potevano

fare…magari in modo criptico…

28.

TER

(Sbuffa contrariato) Se l’avessero fatto sono certo che li

avresti criticati aspramente; comunque  forse li daranno

all’uscita, programmi a posteriori!

29.

Entrano altri due spettatori e si siedono all’estremità delle

file. L’uno vede che è entrato l’altro e cambia posto

sedendoglisi accanto)

30.

SES

Ciao Corrado, come mai? Mi avevi detto che questa sera non

saresti venuto…

31.

QUI

È vero, in effetti pensavo di fare qualcosa di più interessante,

ma mi hanno telefonato che neppure il presidente poteva, e

quindi come vice m’è toccato! Piuttosto, ti ha poi contattato il

tizio della ristrutturazione, il toscano…quell’Ugo Masci?

32.

SES

Certo, stamattina, ma…sembra che non…

33.

QUI

Che non, che non…non c’è problema , digli che passiamo al

secondo nominativo, la ditta di Bari…un cavillo si trova così!

(schiocca le dita) Basta volere…

34.

SES

Guarda che ho già provato ad accennare, ma più di tanto non

si riesce a smuoverlo.

35.

QUI

Domani gli telefono e gliela do io la smossa !

36.

SET

( Entrano altre due donne)  Passa prima tu, cara!

37.

OTT

No preferisco rimanere  in capo alla fila…sai perché vero?

38.

SET

Ma hai ancora quel problemino?

39.

OTT

Sì, dev’essere anche psicologico…più so che non posso e più

mi scappa!

40.

SET

(Sedendosi) Hai visto che bella gente stasera?

41.

OTT

Spiritosa…vuoi dire che oltre alle solite, solitissime facce hai


4


notato qualche novità  interessante?

42.

SET

Che piacere quando ti capiscono al volo le boutades!

43.

OTT

Senti Magda, ma la collana della Martinotti dici che è vera?

44.

SET

Vero fintume! Le perle di famiglia se l’è vendute da quel dì,

per pagare i debiti di gioco di Alberto.  Eh sì, lei se lo è

proprio comprato il bel marito; certo che, anche se a rate, l’ha

pagato un po’ troppo caro! E poi chissà che peso in testa!

(Ridono)

45.

OTT

Dì, hai visto la coppietta due file dietro di noi?

46.

SET

Taci…che faccia tosta, Ottavia si rivolterà nella tomba…Ma

quanto è, tre o quattro mesi al massimo…

47.

OTT

Sei mesi il venti…mi ricordo bene perché  proprio il giorno

del funerale  era anche il compleanno di Carmelo…Un freddo

quella mattina, pareva di essere in una scena del Dottor

Zivago!

48.

SET

Va bè che la cornificava da una vita, razzolando  dentro  e

fuori l’ospedale, ma portare a teatro  l’ostetrica agghindata

come un albero di Natale tirolese…poteva aspettare almeno,

che so, un anno!

49.

OTT

Eh, il professorone è al di sopra di queste convenzioni… e

dire che la povera si era dedicata completamente a lui e alla

famiglia rinunciando alla  carriera di concertista…Oddio, lei

è sempre stata un tipo un po’ algido, come dire, privo di

calore! Comunque lui rimane un grande…grandissimo

stronzo!

50.

SET

L’hai detto, un primario…degli stronzi!

51.

PRI

(Guardando l’orologio) Abbiamo già più di un quarto d’ora

di ritardo. In questi teatri di provincia la puntualità lascia

sempre a desiderare!


5


52.

SEC

Certo che a Londra, a Parigi o semplicemente a Milano và,

chi arriva tardi…entra nell’intervallo!

53.

PRI

Sì, ma qui sono gli attori ad essere in ritardo, se li facciamo

“entrare nell’intervallo” stiamo freschi…

54.

SEC

Sciocca, con te non si può mai fare un discorso serio!

55.

PRI

Senti chi parla…la signora “battuta sempre pronta”!

56.

QUI

Stavo pensando che magari potremmo far intervenire il

ragionier Tafano!

57.

SES

Beh, forse…anche se l’ultima volta mi pare che non sia stato

troppo convincente…

58.

QUI

È stato un caso particolare; era proprio il periodo in cui ha

scoperto che il figlio se la intendeva con quel puttanone

della moglie del droghiere, ed era un po’ frastornato.

Comunque tutti sappiamo come è andata a finire…

59.

SES

Già, se non avessi preso le redini tu, l’affare sarebbe saltato,

con conseguenze imprevedibili…anzi prevedibilissime!

60.

QUI

Veramente io mi riferivo alla fuga notturna dello sprovveduto

con la nave scuola…

61.

SES

Ah , intendevi quello! Certo che i danni collaterali sono stati

devastanti…in città non c’è più una drogheria degna di questo

nome!

62.

QUI

Comunque questa volta non vorrei espormi troppo in prima

persona, ho la sensazione come…di essere controllato!

63.

SES

Vuoi dire al telefono o cosa?

64.

QUI

Mah…lo so che fa un po’ telefilm americano, però mi capita

spesso di sentire strani rumori nella cornetta…

65.

SES

Dai, non penso che possano arrivare a tanto!

66.

QUI

Gianni, di questi tempi, non mi stupisco più di niente!

67.

TER

Hai mica delle mentine?


6


68.

QUA

Certo, ho le pasticche…ma prendine subito due o tre e

ficcatele in bocca, così ne hai per un po’ ed eviti di far rumore

ravanando nel silenzio!

69.

TER

Guarda che non sono io quello che disturba durante gli

spettacoli, forse  stai confondendo partner!

70.

QUA

Insomma, hai proprio deciso di farmi pagare  per tutta la

serata la piccola svista di prima?

71.

TER

Sì! (Si abbassano le luci) Ah, finalmente!

72.

PRI

Comincia! Chissà se ci saranno Giorgio e Anna?

73.

SEC

Sentitela, sembra che parli dei suoi fratelli di latte!

74.

SET

Bene, solo venti minuti, temevo peggio!

75.

OTT

Ohi ohi, Magda, a me scappa già!

76.

SES

SSSh! Un po’ di silenzio per piacere

77.

OTT

Sì, papà!!!

78.

SI APRE UN  SIPARIO IMMAGINARIO E GLI

“SPETTATORI” RESTANO ATTONITI PER QUALCHE

SECONDO  (Potrebbe essere un velo trasparente)

79.

PRI

Tale e quale un vero teatro!

80.

SEC

E…quanti spettatori-attori! Saranno tutti veri o ci sono degli

ologrammi?

81.

TER

La scenografia è davvero impressionante!

82.

QUA

Che effetto straordinario.

83.

QUI

È una proiezione trompe l’œil,  il palcoscenico sembra un

vero e proprio teatro!

84.

SES

E ora il teatro sembra un palcoscenico

85.

SET

Mai vista una cosa simile, è geniale!

86.

OTT

Ma adesso le toilettes saranno di qui o di lì?

87.

Qualche attimo di silenzio

88.

TER

Due colpetti di tosse


7


89.

QUI

Si schiarisce la voce

90.

QUA

Sospira con un lieve gemito

91.

SES

(Grattandosi vigorosamente la testa)  Mah!

92.

OTT

(Sussurrando rivolta a SET)  Dici che mi posso alzare?

93.

SEC

L’avevo detto: “Coltellata intellettualoide!”

94.

PRI

Smettila…e guarda ora che succede!

95.

SEC

…Ma non succede un bel niente!

96.

Fugaci sguardi  imbarazzati

97.

SES

Qui facciamo notte!

98.

OTT

Io devo proprio! (si alza ed esce con rumore di tacchi)

99.

SES

Ticchetta con le dita sulla poltrona

100

SEC

(Protendendosi verso la platea)  Signori attooori…

101

PRI

(A mezza voce) Smettila, ma che fai?

102

SEC

Ne abbiamo ancora per molto prima di iniziare?

103

PU1

Veramente, è quello che ci stiamo chiedendo tutti, penso…

104

PU2

Credo lei pensi proprio bene!

105

TER

Abbiate pazienza, non so se la cosa è voluta, ma sono più di

cinque minuti che lì, in scena non succede nulla…

106

PU1

Ma quale scena…la scena e lì , anzi, come direbbe un fine

dicitore: “ costassù”!

107

QUI

Ah, questa è bella, ma che dice…

108

PU1

Dico che la scena è sul palcoscenico, e che gli attori

dovrebbero recitare!

109

PRI

Appunto! Noi siamo in platea e abbiamo pagato… (pausa)

insomma, hanno pagato il biglietto,  perciò vorremmo vedere

lo spettacolo!

110

SES

In effetti apprezziamo la scenografia e il numero

impressionante di comparse ma…se non c’è storia, se

nessuno recita, cosa significa?


8


111

QUA

Già, cui prodest?

112

TER

Ci risiamo col latino!

113

PU2

Appunto, se qualcuno deve recitare questa sera non è certo

qui in platea, bensì lì sul palcoscenico: siete voi gli attori e

noi gli spettatori…fino a prova contraria!

114

TER

Adesso comincio a capire…è prevista un’interazione tra noi

pubblico e voi  attori! Ma, recitate a soggetto…dovete

riuscire a farci dire quel che volete voi?

115

PU1

Signori, il gioco è bello se dura poco! Qui gli attori siete voi,

e se il copione vi dice il contrario, l’autore e di sicuro anche il

regista, sono un tantino confusi!

116

QUA

Ehilà, piano con gli insulti, come si permette: ma lei sa di chi

sta parlando?

117

PU1

No, e lei?

118

QUA

Io neppure…ma è una questione di creanza, di buona

educazione…

119

PU2

Ma via, ha ragione il signore! Questa cosa, non ha né capo né

coda…e non mi si venga a parlare di “teatro dell’assurdo”, io

a questo gioco non ci voglio stare! E dire che non sono andata

alla festa di Gabriele per venire qui!

120

SEC

Scusi…lei conosce Gabriele?

121

PU2

E a lei che gliene importa!

122

SEC

No, niente, siccome dopo lo spettacolo dovrei raggiungere,

alla sua festa, un amico che si chiama Gabriele…

123

PU2

Il mio Gabriele  ha la erre moscia!

124

SEC

Anche il mio!

125

PU2

Sedicesimo arrondissement?

126

SEC

Che cosa?

127

PU2

Villa con piscina?


9


128

SEC

No…ha una roulotte al campo Rom e fa l’arrotino!

129

PU2

Divertente…Lei quando l’ha conosciuto?

130

SEC

Da molto…siamo amici da prima che mollasse Rossella.

131

PU2

Veramente mi risulta sia Rossella che gli ha dato il

benservito, e ne ha pure sofferto una cifra!

132

SEC

Secondo i punti di vista… Però è strano, che non l’abbia  mai

vista da Lele…

133

PU2

In effetti, quando ci incontriamo, di solito non è una cosa di

gruppo.

134

SEC

(Caustica) Capisco!

135

PU2

Credo non capisca un bel niente: sono la sua terapeuta!

136

SEC

Massaggiatrice?

137

PU2

Psicologa…carina!

138

SEC

Per questo parlava di cifra!

139

PU1

Signore, un po’di rispetto per la privacy…dottoressa,

soprattutto lei! Piuttosto, non ho ancora capito dove andiamo

a parare questa sera…

140

QUI

Infatti, se non c’è lo spettacolo direi che potremmo anche

togliere il disturbo! Ci sono cose più divertenti del vuoto

assoluto!

141

PU3

(Con spiccato accento toscano)Prima però, caro signore, a

proposito di privacy, vorrei chiarire una situazione…visto che

so’ stato tirato in ballo!

142

QUI

E quando sarebbe stato “tirato in ballo,” egregio signore?

143

PU3

Quando son stato nominato “coram populo” …nome e

hognome!

144

SES

Ma lei chi è?

145

PU3

Ugo Masci, quello che ha vinto l’appalto per la

ristrutturazione!


10


146

QUI

E, di grazia, che cosa ci farebbe laggiù tra gli attori: lei non è

un personaggio, una parte teatrale, lei è una persona autentica,

come noi…sempre che sia veramente questo Masci!

147

PU3

Se vole le fò vedere il passaporto! Comunque al telefono ho

capito che aria tirava; perciò son partito a spron battuto per

venir qui, per andare domattina, di persona,  all’ufficio

ristrutturazioni pubbliche, a far le mi ragioni. Io c’ho le carte

in regola e non accetto hompromessi!

148

QUI

E come hobby è iscritto a una compagnia di filodrammatici

itineranti…

149

PU3

Ma che a lei gli scoreggia il cervello? Il biglietto per

questa…cosa l’ha acquistato la mi moglie su Internet, per

programmarmi una serata intellettuale…avrei fatto di molto

meglio ad andare in un locale di lap dance!

150

SES

Che niente niente lei è di Livorno?

151

PU3

O come lo fa a sapere, vivo ad Arezzo da vent’anni!

152

SES

Così…quelle sensazioni inspiegabili…

153

PU1

Signori, per cortesia! (Battendo le mani) Dobbiamo

rapidamente affrontare il nocciolo della questione, senza più

divagare. A proposito, in sala c’è qualche moglie di

droghiere?...Nessuna? Bene, allora possiamo continuare.

154

NON

( Con lieve accento teutonico) Io sono ostetrica!!!

155

PU1

Ah, bene!...Qualche astronauta, incantatore di

serpenti…primario ospedaliero?

156

NON

Se n’è andato undici minuti fa, ha detto che andava alla

toilette!

157

PU1

Quindi, direi che a questo punto possiamo affrontare in modo

serio e costruttivo questo problema di identità collettiva.

158

PU4

Non mi pare sussista alcun problema. Qui la confusione sta,


11


senza ombra di dubbio, da una parte sola: quella degli attori.

159

OTT

(Rientra rumoreggiando con i tacchi sulle tavole del palco)

Mi sono persa qualcosa di importante?

160

SET

Poco o nulla!

161

OTT

Mentre uscivo dalla toilette ho incontrato il professore e…sai

com’è, ha fatto il cascamorto. Per rispetto alla povera Ottavia

non l‘ho mandato al diavolo, e così ho perso un po’ di tempo!

162

SET

Ti basta  un rapido rapporto orale dell’accaduto, o vuoi delle

note scritte?

163

OTT

Beh , hai detto “poco o nulla”…no?

164

SET

Già, più o meno…

165

NON

( Si alza ed esce di scena)

166

PU1

Prego, signori, riprendiamo  per qualche istante il discorso

sull’identità, prima di recarci al botteghino per farci restituire

i soldi del biglietto…

167

TER

E lei crede che ce li restituiranno?

168

PU1

A noi spettatori, credo di sì!

169

PU4

Giuridicamente ineccepibile: niente spettacolo, indietro i

soldi!

170

SEC

Ma quali sono gli spettatori?

171

QUA

Indubbiamente noi!

172

PU2

Che sicurezza granitica! Io invece concordo con

l’avvocatessa, (sventolando un biglietto) ho prove irrefutabili

che gli spettatori siamo noi!

173

PRI

Santo cielo, ma si sta sprigionando del fumo!

174

QUA

Ahia, dove c’è fumo c’è arrosto!

175

TER

C’è poco da scherzare, credo che potremmo essere veramente

in pericolo!

176

QUI

Ma no…sicuramente è un effetto speciale!


12


177

SES

Non ne sarei così certo, l’odore che si sente è un po’ troppo

acre…troppo vero!

178

PU4

Confermo, si avverte distintamente anche qui in platea.

179

OTT

(Si alza e viene in proscenio) Potrebbe proprio essere un

incendio! Pensate se una persona malintenzionata avesse, a

poco a poco, introdotto e nascosto degli inneschi in teatro…

sapete, quelli che usano i piromani. Poi, con la scusa di

andare in bagno durante lo spettacolo, avesse incollato le

uscite con la colla-cemento istantanea e poi…dato fuoco alle

micce a tempo…

180

SET

Tu…tu, quest’anno hai fatto l’abbonamento a tutti gli

spettacoli: anche al tris di sceneggiate lituane!

181

OTT

(Incurante) Questa persona quindi, avrebbe comodamente

avuto modo di infliggere un  mortale colpo di rasoio

all’arteria femorale di quel gentleman, che l’aveva seguita nei

bagni delle signore. Eh sì: dopo anni di paziente attesa

nell’ombra, il verme le aveva dato il benservito…aveva

promosso l’ostetrica Andrea Tannenbaum a fidanzata

ufficiale, forse promessa sposa. Per sua sfortuna però, sentiva

ancora nostalgia di certi incontri ravvicinati…

182

SEC

Che storia torbida…

183

PRI

Molto teatrale…ma assolutamente inverosimile!

184

SEC

Ma poi perché prendersela con tutti,  perché assassinare attori

e spettatori?

185

OTT

Perché no? C’è chi  a ragione se la prende col mondo intero…

186

NON

(Rientra in scena stravolta) Aaah!!! Nella toilette delle

signore c’è Aroldo Warner…il professore! È a terra, morto, in

un laco di sangue!

187

OTT

Colpo di scena!


13


188

SES

Gente, il fumo degli spettacoli non dà fastidio agli occhi e

non fa venir la tosse…questo sì!  (tossicchiando)

189

SEC

Via, non faccia dell’inutile allarmismo!

190

PRI

Qualcuno si potrebbe spaventare!

191

SES

Vi dico che questo è un incendio vero!

192

PU2

Ma è un vero incendio per noi o per voi?

193

TER

Come, non avete ancora capito che siamo tutti nella stessa

barca? Faremo tutti quanti la stessa fine!

194

PU4

Mi oppongo! L’affermazione è un mero parere del teste!

195

QUI

E no, caro mio, gli attori hanno l’ingresso degli artisti, che la

piromane non ha potuto incollare. Quindi solo gli attori

faranno in tempo a salvarsi, prima che il fumo invada tutto il

teatro. Dunque…chi sono gli attori e chi gli spettatori?

196

PRI

Ma è ovvio, noi siamo gli attori!

197

PU2

Storie, gli attori sono da questa parte! Ce l’ avete ripetuto fino

alla nausea e ora rivoltate  la frittata!

198

PU3

O che ci pigliate per grulli? Voi siete gli spettatori!

199

QUI

Masci, siamo noi: gli attori sono da questa parte della sala, lo

sa benissimo!  ( Un attimo di esitazione e poi i quattro attori

in platea si precipitano sul palco, i nove dal palco scendono

veloci in platea)

200

PU4

Vedo dei bagliori e sento uno strano calore…presto

fuggiamo!

201

PU1

(Dal palco si rivolge ora agli spettatori, ora agli attori)

Fermi, non temete! Non vi è alcun pericolo, è la macchina del

fumo, per ora è solo suggestione! Ma…quando sentirete

solletico alle nari e poi  la tosse squassarvi gola e petto, il

calore divenire insopportabile,  tanto da avvertire il lezzo

della vita che brucia…allora vi chiederete se la realtà non sia


14


altro che una forma di rappresentazione… se la

rappresentazione e la realtà non siano invero la stessa cosa,

vista da diversa angolazione. Due, sì, due verità!

La menzogna invece, è  una sola, quella che ogni giorno

raccontiamo a noi stessi, essenza di falsità rinnovata ogni

minuto,  per rimandare ancora e ancora, la presa di coscienza

delle assurde verità che ci attendono…dietro le quinte della

vita!

202

CUS

( dalle quinte entra il custode del teatro , tossisce ed è

terrorizzato) Qualche malintenzionato ha parcheggiato

un’auto proprio contro l’ingresso degli artisti e non si può

aprire la porta…

203

OTT

I malintenzionati spesso hanno utilitarie,  molto utili…a

bloccare  dal di fuori l’uscita degli artisti!

204

CUS

È terribile, moriremo tutti!

205

PU1

Certo, moriremo tutti, a tempo debito, è il destino di ogni

essere vivente…Faccia chiamare i vigili per rimuovere l’auto!

206

CUS

Ma che dice, (tossendo) moriremo adesso… adesso, soffocati

dal fumo, tra le fiamme!

207

PU1

Buon uomo, non si scalmani: come ho già detto, è la

macchina del fumo, non c’è pericolo!

208

CUS

La macchina del fumo è completamente fuori uso da mesi e

non ci sono i soldi per comprarne un’altra!

209

PU1

Comunque…non c’è motivo di preoccuparsi, siamo a teatro,

questa è una commedia, si tratta di finzione, non realtà…

210

CUS

Quale commedia? La rappresentazione di questa sera è stata

cancellata già dal mese scorso.  La compagnia s’è sciolta.

Qui in teatro, questa sera, è prevista la riunione straordinaria

di tutti i partiti di larga coalizione della città!


15


211

PU1

E allora? Che vi dicevo… è la conferma: “ Prestatemi

orecchio, il male che gli uomini fanno sopravvive loro”…

Dietro le quinte della vita ci attendono assurde verità!

212

PU3

Ma via, la smetta di sproloquiare con queste trombonate

retoriche…caro signore lei sta scoprendo l’acqua calda, sono

cose che sappiamo tutti benissimo, senza che ce le propini

( sarcastico) un fine dicitore come lei!

213

PU1

Scusi, ma dov’ è finito il suo marcato accento toscano?

214

PU3

È finito qui: come lei! (Estrae una pistola e spara a PU1 che

si accascia a terra morto)

215

PU2

Aaah, l’ha ammazzato!

216

PU4

Flagranza di reato!

217

QUIN

Ma no…è finzione scenica, è un colpo di teatro! (Risale sul

palco seguito da SES)…Vedete…via, basta scherzare, si alzi,

si alzi ho detto! (Prende a calci il cadavere di PU1 )

218

PRI

(Sale sul palco seguita da SEC ) Santa Cunegonda, ma è

morto stecchito!

219

SEC

(Rivolgendosi a PU3)  Ma lei chi è?

220

OTT

(Sale sul palco seguita da SET e dagli altri attori rimasti in

platea) Già, chi è lei veramente?

221

PU3

Ha importanza? Non importa chi sono ma, cosa sono!

222

TER

Come…Cosa è?

223

PU3

Sono maggiore del corpo speciale dei SSSAT…

224

SET

Cos’è il SSSAT?

225

PU3

La Squadra Speciale Soppressori Attori Teatrali! Diamo la

caccia a quelle sanguisughe perdigiorno che, oltre a non

produrre nulla di utile per la comunità, con la scusa della

cultura, inculcano alla gente idee sovversive!

226

PRI

E come sapeva che quel poveretto era un attore?


16


227

PU3

Dal microchip che ogni teatrante ha installato,  per obbligo,

dall’anno scorso,  nel padiglione auricolare sinistro: (Estrae

un piccolo aggeggio dalla tasca)  il rivelatore è infallibile!

228

OTT

Fatica sprecata signor SSSAT, tanto moriremo tutti nel rogo,

e chi s’è visto s’è visto!!

229

PU3

Ma quale rogo!...Era tutta una montatura per snidare

quell’attore…sapevamo che si era dotato di un

controrivelatore ,  a ultrasuoni ultravioletti, che però

viene disattivato dal legno delle tavole del palcoscenico.

230

OTT

Sì, ma le mie micce, l’attaccatutto…

231

PU3

Il negoziante è un nostro gancio, le ha venduto micce scadute

da trentasette anni. Per l’attaccatutto  poi , io stesso

all’ingresso, ho scambiato il tubetto dalla sua borsetta…con

una pomata per le emorroidi!

232

OTT

( Tra sé ) Screanzato,maschilista…proctologo!

233

VIG

(Entra un vigile urbano, con fare autoritario) Stiamo per

rimuovere un’utilitaria verde pisello che blocca l’ingresso

degli artisti: appartiene a qualcuno di voi?

234

PU3

(Fa fuoco contro il vigile che stramazza a terra) Ecco fatto!

235

SES

Va bè avercela con i vigili, ma non le pare di esagerare…in

fondo faceva il suo dovere.

236

PU3

Non s’impicci, quello era il secondo attore da neutralizzare,

erano mesi che  stavo appresso a quel parassita!

237

QUA

Ma perché, perché questo accanimento, in fondo questi

“attori” non sono poi così pericolosi…

238

PU3

A esser buoni queste sono opinioni da sprovveduti…oppure

da sovversivi! Questa gente toglie il pane a chi lavora

davvero, a chi produce cose tangibili, con il sudore della

fronte!


17


239

QUI

Ma lo sa che è proprio vero, non ci avevo mai pensato, questi

cosiddetti artisti, attingono al bene comune e impoveriscono

le risorse, per cose assolutamente non indispensabili…

240

SEC

Sì, addirittura…intellettualoidi!

241

QUA

Ma, non si vive di solo pane…

242

PU3

Signora, ringrazi che non ha il microchip, altrimenti andrebbe

lunga e tirata a far compagnia  a questi pericolosi  fannulloni !

243

PRI

Insomma maggiore, la prego, lei che può, faccia qualcosa per

far finire tutto questo…è un vero incubo!

244

PU3

Per me invece è un sogno: il mio bel sogno.(Un riflettore lo

illumina mentre assume un aspetto iconografico) Verrà il

giorno in cui sulla faccia della terra la SSSAT avrà portato a

compimento la sua missione, quando  i corvi voleranno sazi

sull’immonda carogna dell’ultimo attore, lasciando che i resti

del banchetto si trasformino in polvere portata via dal vento.

Scomparsa la pericolosa progenie, saremo finalmente tutti

liberi di recitare le nostre vite e di vivere le nostre

commedie…in ogni tempo e in ogni luogo. Ma questa sera

ancora non è il tempo , ahimè, non oggi si compirà il

miracolo, anche se proprio adesso  tutto può finire, tutto si

può dissolvere  nel nulla cosmico…per poi ricominciare

daccapo ancora e ancora e  ancora ancora in un eterno

immutato girotondo. Fermiamo questa danza mortale, può

bastare una parola, una  sola parola !

245

TUT

(All’unisono)  Qual è ?

246

PU3

È quella finale!

247

TUT

… (pausa,1-2-3)  SI-PA-RIO!!!  (Buio, Sipario)

248

FINE


18


NB. Tutti i nomi dei personaggi sono quelli di famosi attori italiani di teatro.

Aprile 2012.

*Vietata la riproduzione anche parziale.

- Per rappresentazione contattare: giuliodogliotti@gmail.com


19

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 0 volte nell' ultima settimana
  • 1 volte nell' ultimo mese
  • 8 volte nell' arco di un'anno