E’ tempo di crescere

Stampa questo copione

SALVATORE NASTRO

E’ TEMPO DI CRESCERE!!!

…Benvenuta adolescenza…

Parte una musica allegra che ricorda vecchie atmosfere da bambini.

Si apre il sipario e in scena ci sono tutti i bambini in pigiama che in un’atmosfera magica giocano; chi si diverte a lanciarsi il pallone, chi crea con le costruzioni, chi cavalca un cavalluccio a dondolo, chi pettina le bambole. Tutti i bambini sorridono e si divertono.

All’improvviso dei rintocchi di una campana fermano repentinamente la musica. I bambini si immobilizzano, non giocano più, perdono dal loro volto qualsiasi sorriso. Entra un ragazzo e recita la seguente poesia:

___________________: Ridevi sereno fino a quel giorno
giocavi tranquillo
scherzavi sereno.
Correvi e saltavi di gioia
per ogni minima cosa
ti emozionavi, ti confidavi;
Ormai quel tempo è passato
non ridi, non giochi, non scherzi
non corri,  non salti....
Sei affetto da strani sintomi
di una malattia che si chiama
ADOLESCENZA.

Parte la sigla del documentario di Piero Angela “Quark” ed entra un ragazzo elegantemente vestito. Dalla parte opposta una lavagna con su scritto SOGGETTO IN TRASFORMAZIONE FISIOLOGICAMENTE INSTABILE

____________: Salve, questa sera vi parleremo dell’adolescenza. Questa frase che ho scritto è la vostra personale fotografia, ognuno di voi può riconoscersi in queste parole. Voi siete soggetti in trasformazione perché ogni mese che passa vi accorgerete che qualcosa in voi cambia come corpo. Ad esempio la tiroide finchè eravate bambini non funzionava, funzionava invece il timo. Ora invece è la tiroide che mette in circolo delle sostanze nuove nel vostro corpo chiamate ormoni che solo pochi mesi fa non c’erano….

____________: E come facciamo ad accorgerci?

_____________: Ci si accorge subito dal fatto che ai maschi la voce diventa più profonda e gli crescono i peli in più parti del corpo come sotto le ascelle e sul pube e si ha un forte aumento della statura….Alle femmine invece si sviluppano le mammelle, si pronunciano i fianchi e hanno le prime mestruazioni.

___________ E perché siamo fisiologicamente instabili?

_____________: Perché la vostra instabilità, cioè l’irrequietezza, il cambiare idea, il cambiare gusti è fisiologico. Cioè è normale per la vostra età. Se foste stabili sareste malati! Avete un corpo che cresce e quindi anche la mente deve crescere in armonia col corpo.

Alle vostre trasformazioni fisiche c’è un’evoluzione psicologica complessa fatta di atteggiamenti di rifiuto nei confronti della propria famiglia e del mondo in generale con conseguenze a volte drammatiche come l’anoressia e la bulimia soprattutto per le donne e il ricorso a cattive sostanze per i ragazzi.

Uno dei ragazzi va verso lui e declama la seguente poesia intanto che tutti i presenti  in maniera ordinata lasceranno la scena

__________________: L'adolescenza!!
Quel periodo in cui tutto va bene è finito
quel vecchio ''guscio'' ormai è poco gradito
bisogna cambiare per il tempo dei sogni
come va il mondo lontano che corre
corre senza tempo, senza età
corre  lontano e nei sogni scompare
come un ragazzo che vuole scappare
da un periodo coi suoi alti e bassi,
l'adolescenza che viene e poi scompare. (Va via di scena)


Parte una musica che introduce un’atmosfera romantica da fidanzatini di Paynet. Un ragazzo porta in scena una panchina che sistema al centro scena, altri due portano in mano due insegne da negozio e si pongono all’estremità del palco. Da un lato la scritta GELATERIA, dall'altro VETERINARIO.
Entrano due fidanzatini mantenendosi per mano, che guardandosi negli occhi ammiccano a mille smancerie; si siedono sulla panchina)

ALDO : "Vuoi venire con me in gelateria? Così ci prendiamo un gelato? Offro io!" (con tono disinvolto)
ROBERTA : "Per me va bene.." (riprende piano, toccandosi i capelli e guardandolo con dolcezza.)

(i due si alzano, fanno alcuni passi, ma Roberta vede un gattino-peluche per terra)

ROBERTA : " Guarda, un gattino, che bello!…Sarà sicuramente affamato. Sembra abbandonato, lo portiamo dal veterinario?"
ALDO : "È una bellissima idea, tra l'altro è proprio qui vicino. Anche a te piacciono gli animali?..(lo prende in braccio).. Guarda! Non ha il collare, hai ragione: è stato abbandonato!"
ROBERTA : "Fammelo vedere..(porge le mani, Aldo glielo allunga e lei se lo porta accanto al viso.)
ALDO : "Mah! Sicuramente è mal nutrito, ma dall'aspetto non sembra abbia niente di grave. Portiamolo lo stesso: avremo salvato un cucciolo indifeso.."
ROBERTA : "D'accordo! Ma poi, dopo il gelato, mi accompagni a casa?"
ALDO : "Certo, come no!"
ROBERTA : "..(prendendogli una mano)..Ma tu ci credi all'amore che dura a lungo, l'amore eterno, quello vero?"
ALDO : "Beh!.. (imbarazzato) Non saprei…(Roberta lo bacia sulla guancia)… però, ora forse si… Andiamo dal veterinario, dai!"
(insieme portano il gattino-peluche dal veterinario)

Dalla parte opposta intanto entra un ragazzo sul suono di un battito cardiaco che declama la poesia:

____________________: Battiti leggeri forti uniformi
contorti, strani, che stordiscono.
Forse è il simbolo di un'adolescenza
che sopporti con pazienza
o forse è il simbolo di un amore precoce
impossibile atroce
guarda nel tuo cuore senza rimpianto
rimorsi lontani lasceranno il posto
a nuovi sentimenti di adolescenza. (Va via)

 (Rosangela e Sergio entrando da destra rispetto al pubblico)..

ROSANGELA : "A me piacerebbe vivere in Australia, ma nello stesso tempo in Africa…Quando inventeranno il teletrasporto, forse…Non so però se voglio fare la giornalista o la missionaria…"
SERGIO : "Beh! Vedo che hai le idee chiare! A me invece piacerebbe fare il pilota della formula 1... Fare il pilota è molto "costoso", però. Non so chi potrebbe finanziarmi..."
ROSANGELA : "Sai che quest'estate me ne vado in Germania? Frequenterò lì il primo anno delle Superiori. Sento che sarà un'esperienza importante. La prima grande prova della mia vita. Il "grande volo". Ti piace la Germania? A me piace tanto, mi piace soprattutto Monaco, mi piacciono le stradine del centro, quelle che portano verso l'università, verso il Kartodromo e il teatro.."
SERGIO : "(con entusiasmo) Anch'io le amo moltissimo!"
ROSANGELA : "Si? Le conosci anche tu? Sei stato a Monaco?"
SERGIO : "No!... Ma le amo lo stesso... perché, non si può?… Ma tu durante la giornata cosa fai? Guardi la tv? Giochi?"
ROSANGELA : "No, no, studio. Vado spesso a casa di una mia amica a studiare.."
SERGIO :  Anch'io vado spesso a casa di un mio amico, però non studiamo mai. Ma la cosa che mi piace di più, comunque, è passare il tempo vicino ai motori. È stato mio padre a darmi la passione. La mia paura è che i miei genitori mi considerino un piccolo genio!"
ROSANGELA : "Davvero?"
SERGIO : "Te lo giuro!"
ROSANGELA : "Bah! Secondo me è una paura che non dovresti avere..."
SERGIO : "Perché?"
ROSANGELA : "No, niente. Così..."
SERGIO : "Pensa che mi comprarono un kart già a 10 anni!!! A volte mi sento quasi costretto a non deludere mio padre! E questa sensazione mi fa paura e mi pesa…"
ROSANGELA : "Io, invece, ho delle paranoie da quando i miei genitori si sono separati. Tu ci credi all'amore che dura per sempre, l'amore eterno, quello vero?"
SERGIO : "Io sì. Ma da poco. Da pochissimo, diciamo da questo momento." (la fissa con lo sguardo innamorato)
ROSANGELA : "Oh, scusa, faccio un salto in casa e arrivo subito. Aspettami qui che poi andiamo in gelateria."
(scappa via, ma poi si ferma, torna indietro, lo bacia sulla guancia e se ne va. Sergio rimane come stravolto, gira su se stesso, alza le braccia)
SERGIO : "È come essere travolto da pallonate di gioia! Wow!!! La sposooo!!"
(entra in scena Roberta con Aldo, mano nella mano. Sergio la guarda. Roberta lo guarda con stupore)
ROBERTA : "Ciao!"
SERGIO : "Ciao!"
ROBERTA : "Tu ci credi all'amore che dura per sempre, l'amore eterno, quello vero?"
SERGIO : "Io sì. Ma da poco. Da pochissimo, diciamo da un momento fa!" (la guarda innamorato)
(Roberta, un po' titubante lascia la mano di Aldo che rimane impietrito, si dirige come un automa verso Sergio, lo prende per mano e insieme escono, mentre Rosangela, rientrando vede la scena)
ROSANGELA : "Ciao!" (rivolta a Aldo)
ALDO : "Ciao!"
ROSANGELA : "Tu ci credi all'amore che dura per sempre, l'amore eterno, quello vero?"
ALDO : "Beh! Mica tanto!"
ROSANGELA : "Sai che ora, ci credo poco anch'io?!"
ALDO : "Ci prendiamo un gelato? Offro io!"
ROSANGELA : "Per me va bene… Guarda, un gattino, che bello!"
ALDO : "Non toccare quel gattino! Che poi non è neanche un gattino... è un peluche!"
ROSANGELA : "Ah si, è vero! Ma perché non posso toccarlo?"
ALDO : "Perché no! Porta jella! Ma andiamo in gelateria che ti spiego!"
(escono insieme mano nella mano sulle note della musica romantica di prima)

Entra un ragazzo con una foto in mano e con sguardo trasognato va a sedersi sulla panchina. In un’atmosfera onirica entra il suo amore ballando su una canzone d’amore. Intanto durante la canzone entrano altre 4 ragazze che si pongono immobili sul fondo scena. Ad un dato punto della coreografia si blocca la musica e le ragazze recitano:

1______________________:Amori difficili
talvolta impossibili
che riempiono il cuore.


2 ______________________ E quando lo vedi                                      
il cuore ti batte
fino a scoppiare
e lo senti in gola
e la pancia ti fa male
e ti senti morire.

3 ______________________E se non lo vedi
ti senti ancor peggio
e lo sogni
e lo vivi minuto per minuto
come fosse lì con te.

4 ______________________E se ti sfiora
un brivido, percorre la schiena
e vorresti che non finisse mai.
E anche se sai
che non potrà mai funzionare
continui a vivere……


TUTTI : ….quell'AMORE NON CORRISPOSTO

Riprende la musica e la coreografia. Alla fine la ballerina prende per mano il ragazzo e lo porta via.

Su una musica d’altri tempi entrano due  vecchietti e con camminata incerta vanno a sedersi sulla panchina.

1 VECCHIETTO: Ah, sti giovani di oggi! Giurano amore eterno pur AVENDO LA TENERA ETA' DI 14-15 ANNI....

2 VECCHIETTO : CERTO NON VOGLIO ESSERE NOSTALGICO MA L'AMORE ADOLESCENZIALE COSI COME LO RICORDO Ai NOSTRI TEMPI ERA BEN DIVERSO DA COME LO VEDO ORA.

1 VECCHIETTO: LO PUOI BEN DIRE AMICO! OGGI SEMBRA QUASI CHE IL SENTIMENTO VADA ESPRESSO SOTTO FORMA DI CODICE FISCALE....TVTTTTTTB,TATTTTTTTTT,SLMV....MA QUELLA CHE PREFERISCO E' "IO E TE 3MSC" CHE TRADOTTO VUOL DIRE "IO E TE 3 METRI SOPRA IL CIELO!!!"....QUALCUNO DI VOI SA COSA CASPITA  VUOL DIRE???

2 VECCHIETTO : BOH! L’ALTRO GIORNO HO VISTO UN RAGAZZO CHE STAVA SCRIVENDO SUL MURO DELLA CASA DELLA SUA FIDANZATA: IO E TE 2 METRI SOPRA IL CIELO! MI SONO AVVICINATO E GLI HO DETTO: SCUSA! MA NON ERANO TRE METRI SOPRA IL CIELO?

1 VECCHIETTO: E LUI CHE TI  HA RISPOSTO?

2 VECCHIETTO: NO NOI STIAMO A DUE METRI, perché A TRE METRI STANNO TROPPI SCIEMI!

1 VECCHIETTO :  DOVE SONO FINITE QUELLE FANTASTICHE FRASI SCRITTE SUI DIARI DEL TIPO "DALLE ALPI ALLE ANDE UN SOLO GRIDO SI SPANDE...AMORE MIO SEI GRANDE"....QUEI FANTASTICI CUORICI TRAFITTI DA UNA FRECCIA CON SU LE INIZIALI DEI 2 AMATI.....ORA E' TUTTO DIVERSO...... GLI INCONTRI SI FANNO VIA CHAT...CI SI SCAMBIA LE FOTO CI SI PIACE E CI SI INCONTRA….

2 VECCHIETTO: ANCHE IO CI HO PROVATO L’ALTRA VOLTA. VEDEVO MIO NIPOTE CHE AGGANCIAVA UN SACCO DI POLLASTRELLE E ALLORA ANCHE IO CI HO PROVATO. HO SCAMBIATO LA MIA FOTO CON UNA DONNA BELLISSIMA, MA CHE DICO BELLISSIMA; ERA L’OTTAVA MERAVIGLIA DEL MONDO, SEMBRAVA MISS UNIVERSO. ERA ALTA BIONDA E SUPERGENEROSA! CI SIAMO SCAMBIATI I NUMERI DI TELEFONO E CI SIAMO DATI APPUNTAMENTO. E’ STATA UN’ESPERIENZA INDIMENTICABILE!

1 VECCHIETTO: e CI CREDO! ! TI SEI INCONTRATA CON MISS UNIVERSO!!!

2 VECCHIETTO: MA QUALE MISS UNIVERSO?? DA VICINO SEMBRAVA IL Più BRUTTO DEI GORMITI!!!! CHE FREGATURA!!!!!!!

1 VECCHIETTO: (RIDENDO) UNA VOLTA CI INCONTRAVA SOTTO I PORTICI O NEI VIALI....UNA PASSEGGIATA MANO NELLA MANO E POI VIA SULLA PRIMA PANCHINA PER SCOPRIRE IL SIGNIFICATO DELLA PAROLA "BACIO”....OGGI INVECE CHE SI FA.....CI SI BECCA IN CHAT....2 CHIACCHERE E POI VIA,UNA LUNGA PASSEGGIATA NEL MONDO DI FACEBOOK....

2 VECCHIETTO: SE VUOI FARE COLPO TI PORTI ANCHE DIETRO IL TUO CUCCIOLO PRESO DIRETTAMENTE DA PET SOCIETY E POI VIA...ARMATI DI WEB CAM E MSN A BACIARSI VIA WEB...MAMMA MIA CHE TRISTEZZA!!!

1 VECCHIETTO: UNA VOLTA ERA OVVIO DIRE STAFANIA ESCE CON LUCA....ANDREA SI VEDE CON GIULIA ETC....ORA INVECE "KEKKO 89 MANDA UN KISS A DESY88 RICORDANDOLE CHE L.A.TTTTTTTT"....."STASE MI BECCO CON TITTY76 SPERANDO CHE INNAMORATA75 NON CI BECCHI ALTRIMENTI NON L’AGGIUNGO SU FACE!!!!".....DAVVERO NON VOGLIO ESSERE NOSTALGICO MA TUTTO QUESTO CHE VUOL DIRE????

I due vecchietti se ne vanno intanto si sentono dei tuoni in lontananza e i soffi di un vento sempre più impetuoso. Entra una ragazza


__________________: Sento un pensiero che corre nel vento
pensiero d'amore, pensiero di gioia
sento un'aria speciale armoniosa
corrente gioiosa che gioca con me.
Cammino da sola in mezzo la strada
cammino distratta e senza nessuno
non guardo la gente
le case, le strade
sono felice anche cosi.
Però ci vorrebbe un cambiamento sai
una scarica di elettricità
che dia scossa alla mia vita
che mi faccia sentire sicura,
e non insicura davanti la gente
davanti la gente che già ci è passata
per una scossa, per una novita...
Adolescenza…… questa è la novità!

Entrano 5 ragazzi e si mettono in semicerchio attorno alla ragazza. Ognuno di loro ha in mano uno specchio  che regge all’altezza del volto quasi nascondendolo. Al momento della battuta abbasseranno lo specchio e alla fine della battuta lo tireranno su di nuovo.

Madre: Ragazzi è tornato papà!                                                                                                     Carlo: - Papà com'è andata al lavoro?
Padre: - È andata male.
Carlo: - Il progetto? Non te l'hanno accettato?
Padre: - No!
Madre Cosa? Non te l'hanno accettato?-
Carlo: - Beh! a me invece oggi mi è andata bene, si perché ho preso ottimo in matematica.
Padre: - Bravo figliolo, con i tuoi voti mi fai sempre tornare di buon umore. E tu Chiara, cos'hai preso in matematica? Non avevi un compito in classe?-
Chiara: - Ehmmm, non è andata bene.-
Padre: - Perché cosa hai preso?
Chiara: - Non sufficiente-
Padre: - (arrabbiato) Ma è mai possibile che sia sempre la stessa storia?! Renditi conto che quest'anno hai l'esame !-
Madre: - Dai, chiudiamo questa storia! Metto in tavola!!-
Carlo: - Ma', oggi mi compri un paio di jeans da Bonini?-
Madre: - Certo, tutto per fare contento il mio figlioletto, che prende sempre buoni voti in tutto!-
Chiara: - A me servirebbe una maglietta a maniche corte per fare fisica.-
Padre: - Te la scordi, prima impari a studiare e dopo ne riparliamo! Ma guardala!-
Chiara [arrabbiata e urlante sbotta]: - Basta mamma, io mi sono proprio rotta, magari se mi riservaste maggiori attenzioni io studierei anche, perché io mi sono proprio stancata di fare il fantasma in questa casa, sono sempre e solo inesistente per voi! Solo se studio mi volete bene? Sono una macchina per voti? E non vi viene in mente [comincia quasi a piangere] che io possa avere i miei problemi? Che se mi sento triste o grassa o poco simpatica non riesco più a capire un equazione o la seconda guerra mondiale?                                                                                     Madre (guarda con aria di rimprovero il padre): - Vedi cosa hai combinato?!-
Carlo: - Però, papà, cerca di capirla…
Padre: - (sospirando) Hai ragione Chiara scusa!, ma ne riparliamo domani sera,  ora c’è  la finale di coppa in tivu.                                                                                                                                 Carlo: Domani sera no, vi prego c’è il Grande fratello. Ne riparliamo martedì sera.                   Madre: siete impazziti! Martedì c’è “distretto di polizia” su canale 5. Ti vogliamo bene così come sei, va bene tesoro?! Dai, su, non te la prendere!

Parte una musica molto lenta. La ragazza al centro si osserva agli specchi attorno a lei e si tocca il corpo immaginandosi grassa, si guarda e non si piace. Entra dalla parte opposta un’altra ragazza vestita uguale a lei e declama la poesia

__________________  E’ quella ragazza che sta tanto male

Che nutre il suo corpo anche con un bicchiere d’acqua…

Che si odia e si detesta…

Che vuole autodistruggersi

Che ormai è cosa abituale vomitare

Che convive con la sua depressione

Che odia il cibo…. È un suo nemico

…odia il mondo…

E ormai nessuno la capisce

Ed è felice solo quando si è punita…

Non dando nutrimento al suo corpo…

È un modo per rifiutare la vita

Distruggere mente e corpo…

Io la odio questa ragazza… (le due ragazze si mettono una di fronte l’altra e dicono insieme)

Ma purtroppo sono io!

Parte musica finale

Madre   Quando sarai grande, ti sembrerà così stupendo…. E ti ricorderai di quel ragazzo che ti aveva fatto piangere…. Quell’amica che ti ha tradita, di quel brutto voto preso a scuola…. Quell’insegnante che eri così sicura ce l’avesse con te

Padre Quell’ostinazione a truccarti sempre di più…. Quell’ostinazione del vero amore che mai arriva

Chiara Ti ricorderai delle mille notti piangendo e delle mille notti a zonzo con i migliori amici, quelli di sempre, quelli che mai ti tradiranno.

Carlo Ti ricorderai di quel ragazzo che ti ha fatto provare l’amore e poi ti ha lasciata senza spiegazione e ti ricorderai che mai avevi capito il perché…

Madre Ti ricorderai di quanto sei stata ingiusta coi tuoi genitori e quanto lo sei stata con le amiche e con quel ragazzo che ti moriva dietro e tu lo trattavi male

Ragazza che ha recitato poesia Ti ricorderai delle cose più piccole e di quelle un po’ più grandi… e capirai che quel ragazzo non meritava le tue lacrime,

___________ : (entrando) che quella amica non era stata sincera

________________: (entrando) che quel voto era uno stupido voto che non giudica te come persona, che eri il preferito di quell’insegnante che si impuntava su di te perché sapeva che potevi dare di più,

___________________: (entrando)che il trucco non serve nella vita, molto meglio avere una faccia pulita,

_______________ (entrando) che l’amore arriva quando meno te l’aspetti

_________________(entrando) che piangere non serviva a niente, bisognava prendere in mano la situazione,

_______________(entrando) che quelle notti erano da gustare fino in fondo

_______________(entrando) che i veri amici si contano sulle dita

________________(entrando) ti accorgerai che quel ragazzo non era così bello, ma ricorderai che tu lo vedevi fantastico,

________________(entrando) capirai che i tuoi genitori sono le uniche persone che qualunque cosa accada ti saranno al fianco e che le tue amiche meritavano più attenzioni e che

_________________(entrando)  quel povero ragazzo cercava solo un po’ d’amore ma…

RINTOCCO DI CAMPANA. TUTTI GLI ATTORI GUARDANO IN ALTO IMPAURITI.

______________ Ora è ancora presto per capire. la vita è meglio viverla al presente! Viviamo la nostra età! Gridiamola!

TUTTI:  La nostra voglia di vivere!!!

fine





    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 5 volte nell' ultima settimana
  • 53 volte nell' ultimo mese
  • 270 volte nell' arco di un'anno