Everybody can speak english

Stampa questo copione

Inizio

Everybody can speak english

di Burrini Daniele

Inizio

Tutti parlano lingue diverse, improvvisamente arriva un mago che porta un grande microfono. Spiega che con questo microfono tutti d’ora in poi parleranno la stessa lingua. Infatti alcuni provano e riescono a parlare un inglese perfetto. Il mago prova a dirigere il coro nella canzone “Sunrise” ma si sente una gran confusione. Allora mette il microfono davanti a tutti e tutti cantano “Sunrise” (Duran Duran) in inglese.

Now, everybody can speak english!


1) The dinner

Personaggi e interpreti (classe quinta)

Pastisson               .

Strepol                  .

Cocca                   

!° Cameriere         .

2° cameriere        

Cuoco                 

Buffo                  

Teena                

Vegeteena:         .

Indicatore delle ore

Le signorine Strepol e Cocca telefonano al famoso ristorante “Le cook-Lumiere” per prenotare

Mrs Strepol: “Hello? Is the restaurant Le cook-Lumiere?”

Mr Pastisson: “Good morning, yes, it is!”

Mrs Strepol: “I want to book two seats for this evening!”

Mr Pastisson: “What time will you come?”

Mrs Strepol: “Half past eight, thank you and goodbye”!

Passa l’indicatore delle ore con un cartello “7.30 AM”

Mr pastisson: “Good evening, beautiful ladies, sit down at the table number sixteen!”

Mrs Cocca: “My darling, what do you want for dinner?”

Mrs Strepol: “Look at the menu!”

C'è il menu appeso: speck, russian salad, lasagne, fish, cheese, peas, peppers, carrots, celery, cakes, ice cream, coffee.

Intanto entrano nel locale anche Teena e Vegeteena, accolte dal secondo cameriere.

Il primo cameriere raccoglie le ordinazioni da Strepol e Cocca:

Mrs Strepol: “I want speck, lasagne, fish, peppers, cheese, ice cream and coffee!”

Mrs Cocca: “I want russian salad, lasagne, peas, cake and coffee!”

Mr Pastisson: “Very, very good!”

Il cameriere porta le ordinazioni al cuoco.

Teena e Vegeteena invece sono disgustate da tutto. Ordinano al cameriere, un po’ stufo:

Teena: “olive oil and carrots, please!”

vegeteena: “A celery, please!”

Quando I camerieri portano le ordinazioni al cuoco, fanno un po’ di confusione e se le scambiano. Gli ospiti ricevono i piatti sbagliati ma non se ne accorgono e mangiano, perché nel frattempo è iniziato uno spettacolino nel ristorante.

Mr Pastisson : “ Ladies and gentlemen , introducing the magnificent  Buffo, from Buffarina ! He can dance ! “

Buffo si mette a ballare in modo maldestro

Mr p . “ Buffo ! sing ! “ Buffo canta : “ I say potato, you say potato….” Applausi

Mr p . “ Buffo ! Do the splits ! “ Buffo ci prova , ma gli si strappano i pantaloni “

Se ne va imbarazzato .

 Passa un cartello con su scritto “9.30 AM” e nel frattempo i magri sono diventati grassi e viceversa.

Teena: “Vegeteena, you are fat!”

vegeteena: “You too!”

Mrs Cocca: “I am thin!”

Mrs Strepol: “Me too!”

I quattro ospiti si lamentano tutti insieme con i cuochi e i camerieri, ma questi portano degli specchi, le clienti si guardano e….

Mrs Cocca: “I want to follow a diet”

Mrs Strepol: “Me too!”

Teena e Vegeteena: “We’re very nice, so fat!”


2) Animals’ competition

Personaggi e interpreti (classe quarta)

Direttore di gara            

Cane                            

Padrone del cane          

Gatto                          

Padrone del gatto        

Pappagallo                 

Padrone del pappagallo

Milo                          

Padrone di Milo         

Tigre                       

Il direttore della gara dice: “Have you got your pets?”

M. “Yes! I’ve got a dog!”

Il cane abbaia

M. “Can you run?”

Il cane si mette a correre.

R: “I’ve got a cat!”

Il gatto comincia a miagolare.

R: “Can you sing?”

Il gatto si mette a cantare.

S: “I’ve got a parrot!”

Il pappagallo si mette in mostra

S: “Can you dance?”

Il pappagallo si mette a ballare.

C: “I’ve got….Milo!”

Milo è un animale strano, un incrocio tra un coniglio e un elefante, tutti sono meravigliati

C: “Can you fly?”

Milo ci prova ma si schianta al suolo, tutti ridono.

C: “Can you skip?”

Milo ci prova ma si ingarbuglia.

C: “Can you whistle?”

Milo ci prova ma gli escono solo pernacchie. Tutti intorno si mettono a ridere, ma improvvisamente arriva una tigre e tutti si spaventano. Ma Milo ipnotizza la tigre: “Tiger, dance!”  e la tigre si mette a ballare!

L’incantesimo svanisce e la tigre va via. Tutti sono ancora pietrificati dalla paura. Milo cerca e trova uno specchio. Si ipnotizza e poi fa: “Now I can sing and dance”  e si mette a cantare e danzare tutti applaudono.

Il direttore della gara premia i tre migliori animali

“The third is the singing cat!”  Il gatto ringrazia e viene festeggiato

“The second is.....the talking parrot!” Il pappagallo ringrazia e viene festeggiato

“The winner is……Milo, the cat!”

Milo ipnotizza il direttore della gara e gli dice: “Multiply the cups!”

Il direttore tira fuori tutte le coppe e le consegna. Gli animali allora mangiano dentro le coppe.


3) Indian toothpaste

Personaggi e interpreti (classe quinta)

Indiano    

cliente A  

cliente B  

In televisione si vede un indiano che reclamizza dentifrici. “White teeth with my SOTT  (Shovel On The Teeth) Due persone a casa vedono la pubblicità, si guardano in faccia e A dice a B: “You’ve got black teeth!”, B si guarda allo specchio e si fa schifo da solo, poi guarda A e gli dice: “You too!” e decidono di andare a comprarlo. Trovano l’indiano che dice loro: “Try this toothpaste! Buy three and pay two!” comprano i dentifrici e tornano a casa soddisfatti. Dopo aver mangiato, provano i dentifrici e si accorgono che fanno schifo.

A: “It’s disgusting!”

B: “Mine too!” e gli viene da vomitare.

Tornano dall’indiano:

A: “It’s a vomit effect!”

Indiano: “But you’ve got wonderful white teeth!” con voce molto adulante che riesce a convincere entrambi.

B: “Really?…..OK!”

A casa, guardandosi allo specchio, si accorgono che hanno i denti splendenti. Mangiano di nuovo, poi si rilavano i denti e si ritrovano l’alito disgustoso, tornano al negozio e si lamentano di nuovo:

A: “It’s disgusting again”

B: “I can’t stand it!”

A: “I want to know what’s inside!”

L’indiano allora illustra i gusti: “SOTT with snails……SOTT with earwax….SOTT with mucus!”(mima ognuno dei gusti)

A e B sono così disgustati da avere conati di vomito.


4) The circus

Personaggi e interpreti (classe terza)

Domatore       

Tigre            

Pantera        

Cavallo        

Lupo           

Leone         

Pesce          

Gatto         

Scimmia    

Papera      

In un circo, il domatore presenta gli animali

Domatore: “The tiger! The panther! The horse! The wolf! The lion! The cat! The monkey! The fish! The duck!”

Ogni animale si presenta col proprio verso

Domatore: “Tiger! On the desk!”

La tigre sale sul banco.

Domatore: “Panther! Under the chair!”

La pantera va sotto la sedia.

Domatore: “Horse! On the chair!”

Il cavallo va sulla sedia.

Domatore: “Cat! On the floor!”

Il gatto si sdraia sul pavimento.

Domatore: “Wolf! In the cupboard!”

Il lupo si rifiuta di muoversi, il domatore ripete l’ordine ma il lupo non si muove. Allora il domatore va dentro l’armadietto per mostrare al lupo cosa deve fare, ma lascia la frusta per terra e la raccoglie la scimmia.

Leone: “Jump on the desk!”

Il domatore è costretto a saltare sul banco.

Papera: “Jump into the circle!”

La papera ha tirato fuori un cerchio di fuoco; il domatore prova a rifiutarsi ma la scimmia lo frusta e allora il domatore salta nel cerchio.

Pesce: “Jump into the water!”

Gli animali spingono il domatore nella vasca del pesce.



5) The accident

Personaggi e interpreti (classe quinta):

chirurghi         

automobilisti   

festeggianti      

Due automobilisti si scontrano (intanto i chirurghi sono ad una festa)

Y. chiama l'ambulanza col telefono, ma non è sicuro del numero

Y: “1-1-8...or 1-2-8? 1-2-8, yes!................An ambulance, quick!”

Rispondono tre chirurgi un po' ubriachi ad una festa di carnevale.

1 ch: Hey! An operation! Let's go!

2 ch: Ok! Let's go!

3 ch: Ok! Let's go!

Arrivano sul luogo dell'incidente cantando:

Don't know much about bistury, don't know much about surgery!”

portano via l'automobilista sano che urla: “No! Not me! He is the injured!  (indicando il moribondo)

I chirurgi lo portano via dicendo: “Come! Come with us!”

I chirurgi escono, il ferito muore, si alza e va via tipo zombie.

I chirurgi rientrano per iniziare l'operazione, sopra al tavolo ci sono i pezzi da ricomporre. Il capo chirurgo chiama i pezzi e via via li mette in ordine sparso:

“Arms....legs.....hands.....nose.....mouth....eyes.....hair....ears.....(intanto i chirurgi sghignazzano)....belly.....bottom....(e gli passano la faccia)....feet!

I chirurgi si scambiano le congratulazioni: “Congratulations!”, coprono il corpo e tornano alla festa.

Il cadavere si rialza con un telo bianco sopra e li raggiunge alla festa. I presenti vedono arrivare il “fantasma” e dicono “wow! A ghost!” “Fantastic!”. Uno dei chirurghi gli chiede: “Who are you?”, un festeggiante gli toglie il velo. Tutti sono terrorizzati e scappano, ma dall'altra parte arriva lo “zombie”, i due accerchiano gli invitati e li coprono con il telo, tutti si trasformano in zombie e se ne vanno ballando “Thriller”



6) Christmas

Personaggi e interpreti (classe quarta):

papà                   

Guendalina         

Franceschina     

È Natale, il papà chiede alle figlie: “What do you want for Christmas?”

Guendalina risponde: “I want a doll!”

Franceschina risponde: “No, I don't want a doll! It is boring!”

Papà: “Do you want a skateboard?”

Franceschina: “No, it is dangerous!”

Papà: “Do you want a bike?”

Franceschina: “Yes, I do!”

Guendalina: “Hey! I want a bike too!”

Papà: “you want the doll!”

Guendalina: “No! Now I want the bike!”

Papà: “Franceschina, do you want the doll?”

Franceschina: “NOOOO! I want the bike!”

Guendalina: “I want the bike!”

Papà: “No! You are too small! The bike is dangerous for you!”

Papà (a Guendalina): “Do you want a kite?”

Guendalina “yes, I do!”

Il papà le dà l’aquilone, Guendalina vola via e lui e la sorella la rincorrono.


7) Blackout

Personaggi e interpreti (classe terza): se stessi

I bambini rientrano dalla palestra. Stanno per indossare i giubbotti, quando la luce viene a mancare.

Si sentono spintoni e “Be careful!”

Si riaccende la luce, si accorgono di avere indossato ognuno la giacca di un altro.

“Hey! This is my jacket!”

Stanno per prendere gli zaini, ma la luce va via di nuovo.

Si sentono spintoni e “Be careful!”

Si riaccende la luce, si accorgono di aver preso gli zaini sbagliati!

“Hey! This is my schoolbag!”

Stanno per mettersi in testa i berretti, quando la luce va via di nuovo.

“Be careful!”

Torna la luce. “Hey! This is my hat!”

Stanno per uscire, quando la luce va via di nuovo.

“Oh, no! Where’s the door?” “Hey! Be careful!” “Hey! This is my head!”


8) Ghosts in the house

Personaggi e interpreti (classe quinta)

Dracula           

Spiritelli           .

Ragazzi          

Ragazzo WC    .

Clienti           

In Transilvania dei ragazzi vedono una casa: vicino ad essa c’è un vecchissimo cimitero, in cui risiede il conte Dracula, che chiede loro:

“Do you want to rent my house”?

I ragazzi rispondono elettrizzati “Yes, yes!”

I ragazzi entrano e rimangono meravigliati dalle stranezze della casa:

C: “What a strange shower!” (è uno spiritello che fa da doccia!)

D: “What a strange lamp” (è uno spiritello travestito da lampada)

B: “What a strange wardrobe!”(è uno spiritello che fa da armadio)

Arriva la notte e in quella casa dormono tutti.

Il conte entra in casa e ordina ai suoi spiritelli di spostare i mobili:

“Wardrobe in the graveyard!”

“Shower on the sofa!”
“Lamp under the fridge!”

Il giorno dopo i ragazzi, spaventati, ma bisognosi di un bagno, chiedono ospitalità dal conte:

A:“Can I go to the toilet?”

Il conte stupito dice: “This is a graveyard, not a toilet!” e indica loro un piccolissimo sgabuzzino: “That is a toilet!”

I ragazzi guardano perplessi il WC. A. dice “I can’t resist!” e prova ad entrarci dentro ma ci rimane incastrato. Gli altri si mettono a ridere, poi B. ha un’idea:

B: “Hey, we can get money from this! Listen!” e bisbiglia all’orecchio agli altri cos’ha intenzione di fare, gli altri sono d’accordo e in quattro e quattr’otto mettono su un cartello con su scritto

“Welcome to the haunted house! You can see spirits moving the furniture and the only WC man in the world! Only 1 Euro”

Arrivano I primi clienti ma gli spiritelli non si muovono. Allora i ragazzi chiedono a Dracula:

“Why don’t they work?”

Allora Dracula va dagli spiritelli a chiedere:

“Why don’t you work?”

E gli spiritelli, a gambe strette:

“Because we want to go to the toilet!”

 

9) The lesson

Personaggi e interpreti (classe quarta)

Alunno 1          

Alunno 2          

Alunno 3          

Alunno 4          

Alunno 5          

Alunno 6          

Maestro            

Direttore         

1 va alla lavagna, scrive “6+7=11” e dice “I'm good at maths”!

Arriva 2 e le dice ridendo “You aren't good at maths!”.

1 risponde “Yes I am”. 2 insiste: “You are stubborn!”

Arriva 3 e dice: “Stop! I'm very good at maths!” e scrive 7+6=76.

Arriva 4 e le dice ridendo “You aren't good at maths!” e litigano tirandosi pugni e sberle.

All'improvviso arriva 5 e dice: “I'm good at music”, prova a suonare il flauto ma non ci riesce, entra 6 e le dice: “You aren't good at music!”

e si mettono a litigare. 5 si stanca, ripete “I'm good at music”, fischia nelle orecchie di 6 che sviene.

Entra il maestro che domanda: “What's up?”, guarda la lavagna ed esclama “How many mistakes! I'm very good at maths!” ma anche lui scrive un'operazione sbagliata, per cui tutti ridono e gli mettono il cappello da asino.

Arriva il direttore, bussa e dice: “Can I get in?”, vede quel trambusto e sgrida tutti “SIT DOWN!” vede il maestro in quelle condizioni e gli dice:

“You are dismissed!”

I bambini dicono: “No! No! It was a joke!” e scrivono alla lavagna le operazioni giuste, anche il maestro. Tutti allora mettono il cappello al direttore che si arrabbia e grida:

“Stop! I give you a note!” Tutti i bambini attendono con spavento, ma il direttore dà la nota “A” e i bambini cominciano a cantare la canzone dell’alfabeto.


Finale

Mentre i bambini prendono in giro il direttore, rientrano in scena tutti (spiritelli, Dracula, ragazzi + ragazzo WC, clienti arrabbiati), rientra il personaggio iniziale e grida STOP! Tutti si fermano, il personaggio dice:

Raccoglie il microfono e se ne va

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 2 volte nell' ultima settimana
  • 6 volte nell' ultimo mese
  • 21 volte nell' arco di un'anno