Favola party

Stampa questo copione

Porcellino -

                                             

                                       

FAVOLA PARTY

Ovvero: quando le favole si incontrano a cena

di Anna Garofalo

PERSONAGGI

1 PORCELLINO – imprenditore

2 LUPO –  dentista, oppresso da sua moglie, cappuccetto rosso

3 POESIA – narratore

4 FANTASIA – narratore

5 BIANCANEVE –  moglie di principe azzurro, casalinga, logorroica

6 PRINCIPE AZZURRO –  marito di Biancaneve, vende mele biologiche

7 ALICE –  psicoanalista

8 GRETEL – ha una pasticceria con Hansel

9 STREGA – assistente sociale, è cambiata.

10 PICCOLA FIAMMIFERAIA – gestisce una azienda di stufe a gas, idealista

11 CAPPUCCETTO ROSSO – rapper di successo

12 SPECCHIO – maggiordomo della casa, tutti vi si riflettono

13 SIRENETTA – biologa marina

14 FATA TURCHINA – sempre in lite con pinocchio, fa i tarocchi in tv

15 CENERENTOLA – single per scelta, grossolana.

16 TRILLY – moglie di Peter pan, litiga sempre col marito

17 BRUTTO ANATROCCOLO – modella di Armani, vanitosa e sempre a dieta

18 REGINA DELLE NEVI – cattivissima, pratica, quando parla tutti rabbrividiscono.

19 PRINCIPESSA SUL PISELLO – lagnosa e sempre a disagio

20 BELLA – moglie di bestia, combatte la rozzezza del marito

21 BACCHETTA MAGICA – fa gli scherzi e cambia la realtà

22 LA FAVOLA – narratore

23 TERRY – bambina che cade nella storia

(Le favole non si incontrano da centinaia di anni: Biancaneve organizza una rimpatriata coi vecchi compagni di libro. Però, sono tutti cambiati, hanno un lavoro e la maggior parte, è perfettamente integrata in un mondo caotico e stressato.

La scena si svolge in un salotto ben arredato, un lungo tavolo apparecchiato al centro; è evidente l’attesa per i molti invitati).  

Porcellino – (dalla sala) Buonasera… salve… avvocato… ingegnere, come sta la sua signora?... ma siete venuti tutti per la festa? Quanta gente! Scusi, ma lei ha portato qualcosa per la padrona di casa? Io avevo chiesto alla mia segretaria di comprare dei fiori ma lei lo ha dimenticato. Non ci sono più segretarie efficienti! (registra sul memo vocale): ricordarsi di licenziare segretaria.  Mi spiace, perché Biancaneve merita, ha organizzato questo favola party in pochissimo tempo… beh, noi non ci incontriamo da qualche secolo! La padrona di casa è in salotto?

Lupo – (dalla sala)… buonasera, salve… per caso avete visto Cappuccetto rosso? Porcellino, da quanto tempo…

Porcellino – ehilà, Lupo… cerchi tua moglie?

Lupo – eh, magari la trovassi! Tu l’hai vista per caso Cappuccetto rosso?

Porcellino – no, sono appena arrivato… posso provare col satellitare…

Lupo – con permesso… cappuccetto rosso… amore… (esce)

Porcellino – (telefona) sì, pronto… Tappeto volante, vorrei prenotare un volo… (esce)

Fantasia – c’erano una volta… le favole… favole dove tutto era chiaro, semplice, forse scontato… però… rassicurante!

Poesia - Nelle favole il buono vince ed il cattivo muore, la bella si sposa e la strega fa una brutta fine! Una volta c’erano le favole…

Fantasia - … oggi c’è la playstation, internet, maria de filippi e il grande fratello… le mie favole sono state scacciate dai divani e dai comodini e hanno trovato lavoro nella pubblicità, testimonial di profumi biscotti e lavatrici.

Poesia - Hanno imparato un mestiere lasciando me, la poesia…

Fantasia – … e me, la fantasia…

Poesia - … a guardare da lontano mentre si trasformavano in adulti, vestivano griffato diventavano tecnologicamente corretti. Tu vivi nel mondo delle favole… ma non è un’offesa, davvero!

Fantasia – Le favole sono emigrate nel nostro mondo e si sono integrate…

Poesia – oggi si rivedono, dopo più di 2 secoli. Cambiate, stressate, ridicolizzate. In una parola: umanizzate!

Fantasia – Però i libri continuano a parlare anche se sono chiusi…

Poesia - … beato, chi sa ascoltare il loro ostinato sussurro!

Lupo – (sala) cappuccetto rosso… cappuccetto rosso… non è che l’avete vista e non me lo volete dire? Cappu… (esce sala)

Specchio – (aprendo il sipario) Signori, siate i benvenuti… io sono lo Specchio Magico… e servo con onore in questa casa! Prego…

Fantasia – Porcellino oggi è un imprenditore di successo, ha investito nel mattone ed è miliardario.

Poesia – Lupo ha dimenticato di essere stato un predatore, e per una strana storia degli umani, è diventato un dentista insicuro e tenero, sempre a caccia...

Fantasia - … ma di sua moglie, la famosa rapper Cappuccetto rosso!

Biancaneve – (entra, apparecchiando) dunque gli antipasti sono pronti, il pollo è in forno lo champagne in freezer, i fiori li prende principe… Specchio, prepara gli stuzzichini e datti una lucidata… (esce Specchio) è tutto perfetto, sono una mitica padrona di casa… molto glamour… Porcellino!!! Che onore sei venuto i tuoi fratelli dove sono ho saputo che fate affari con l’America siediti adesso che bel vestito…

Principe – (entrando) Biancaneve!

Biancaneve - … sììììììììì…

Principe - … respira! Porcellino carissimo… come mi trovi?

Porcellino – Principe azzurro… bianco bianco! Come ti va, che hai fatto in questi secoli?

Principe – eh… ho un’impresa di mele biologiche che esporto in tutto il mondo…

Biancaneve – diciamo che ha una bancarella e che non ha il senso degli affari anche se io cerco di spronarlo ma lui sembra più addormentato di me quando ero addormentata…

Principe – Biancaneve!

Biancaneve – sìììììììììììì…

Specchio  – Gli ospiti sono arrivati! (Entrano Alice e Gretel, Specchio esce)

Fantasia – Alice è uscita dal paese delle meraviglie ed è una psicoanalista affermata.

Poesia – ascolta i sogni degli altri e cerca di trasformare i loro incubi in una vita accettabile. Gretel, invece…

Gretel – Hansel si scusa per non essere venuto, ma uno di noi due doveva badare alla pasticceria, in questo periodo abbiamo molto lavoro e dobbiamo consegnare i dolci per la comunioni. Ho portato una torta, dov’è la cucina?

Principe – di là…

Gretel – la metto in frigo… (sbriciolando, esce cucina)

Alice – scusatela, non ha ancora superato lo shock della perdita della sua famiglia!

Specchio – (entra) La Strega e la Piccola fiammiferaia stanno parcheggiando.

Gretel – (rientrando) sì, sono arrivate! Ma è vero che Strega è diventata…

Poesia - … assistente sociale! Adesso assiste gli anziani, i bambini ed i barboni. Ha riscattato così migliaia di pagine di cattiverie e mele avvelenate. Mentre  la Piccola fiammiferaia…

Alice - … è una ragazza davvero in gamba: dirige l’azienda di stufe a gas di suo padre, e dice che un giorno riscalderà tutti quelli che non se lo potranno permettere. È rimasta legata al suo passato. È un’inguaribile romantica!

Piccola fiammiferaia - (entrando con Strega) … chi è un’inguaribile romantica?

Strega – Non fare caso alle parole di Alice. Si sa che gli psicoanalisti sono tutti un po’ toccati!

Alice – Strega, vedo che sei sempre la solita simpatica!

Biancaneve – signori per favore non cominciate a litigare sedetevi e prendete l’aperitivo nel frattempo aspettiamo gli altri che sono sempre in ritardo che non è proprio il massimo dell’educazione visto che io mi sono spezzata la schiena…

Principe – Biancaneve!

Biancaneve – sììììììììì!!!

Lupo – (entra sala) scusate, è arrivata per caso Cappuccetto Rosso?

Tutti – NO! (Lupo sale scena)

Specchio – (entra) Ha chiamato il signor Pinocchio, dice che ha avuto un guasto alla macchina e che tarderà…

Fatina – (entrando) Non è vero, perché, credete ancora alle sue storie? Non è cambiato di una virgola! Bugiardo infamone!

Piccola fiammiferaia - … il lupo perde il pelo ma non… OPS, scusa Lupo!

Cappuccetto rosso – (entra, reppando) cappuccetto rosso vieni vieni qua, che adesso viene il lupo che ti mangerà. Io non ho paura perché devo andare dalla mia nonnina che mi aspetta già. Yeah!

Piccola fiammiferaia – … forte!!! Che mitica!

Cappuccetto rosso – allora, che si fa? No, perché avrei lo studio di registrazione fra un’ora e un’intervista su MTV! Lupo, seduto! (Lupo esegue)

Fantasia – Ma non ci sono ancora tutti. Manca…

Specchio – (entra) Signori, è sbarcata la signorina Sirenetta… (entra Sirenetta)

Poesia – laureata con lode e pubblicazione della tesi in biologia marina…

Specchio -  … e la signora Cenerentola…

Cenerentola – (entrando) signorina, Specchio, signorina. Single per scelta. E non ne potevo più di principi fissati per le scarpe! Io ho anche un cervello, oltre che un piede bellissimo!! E poi, avete mai provato a camminare con le scarpe di cristallo? Certi calli!!

Sirenetta – Sempre graziosa, tu! Ma sei sicura di essere una principessa?

Cenerentola – sta parlando la sardina! Guarda che io non passo le mie giornate a chiacchierare con le cozze pelose!

Regina delle nevi – (entrando) Specchio delle mie brame, chi è la più cattiva del reame?

(Tutti rabbrividiscono) ciao a tutti… vedo con piacere che siete ancora vivi…

Piccola fiammiferaia – Regina delle nevi, che bello vederti… riscaldi il cuore…

Regina delle nevi – Io volo nella grandine e ricopro i campi di neve. Paralizzo i fiori con la brina e gelo i fiumi. Il mio cuore è di ghiaccio e vorrei che anche quello degli altri fosse come il mio…

Bella – (entrando) … io adoro quelli sempre allegri! Che freddo, qui! Biancaneve, ciao… ma non funziona il riscaldamento?

Sirenetta  – no, è Regina delle nevi… purtroppo ha questa controindicazione! Ciao, Bella… Bestia, dov’è?

Bella – chi, quella bestia del mio fidanzato? A casa, a vedere la partita di Champions League!

Regina delle nevi – ah ah ah… si fa due chiacchiere con la teiera e tu resti sempre sola con i tuoi libri…  Non è giusto che una donna legga. Le vengono in testa strane idee, e comincia a pensare…

Bella – infatti, tu non hai questo problema! Non pensi!

Poesia – Stop!!! … In effetti, le favole  non vanno proprio d’accordo fra loro, perché è normale…

Fantasia – … perché non hanno più compiti precisi…

Poesia – … perché il bene e il male sono confusi…

Fantasia – … perché si sentono sole… fuori moda…

Brutto anatroccolo – (entra) Raga, come mi sta questo completino? Quante cose buone… peccato che non le mangerò, sono a dieta, devo perdere 15 chili, faccio una sfilata per Armani e non vuole le grassottelle, mi trovate un po’ ingrassata, vero?

Bella – sì, come un filo interdentale…

Specchio – (specchio) è arrivata la signorina Brutto anatroccolo.

Biancaneve – Specchio, stai perdendo colpi…

Specchio – Chiedo scusa. È che è così magra che non si rifletteva… (esce)

(Entrano dalla sala Trilly (al telefono), Principessa sul pisello e Bacchetta magica)

Principessa sul pisello – … che schifo di viaggio! Ho la schiena a pezzi! Bacchetta magica, la prossima volta non mi faccio trasportare, prendo un treno!

Bacchetta magica – io prima o poi ti faccio sparire e vedi se non lo faccio!  

Trilly – (al cellulare) no, Peter, ti avevo detto di no! Ti sei fatto male? Così impari! Non si mettono la dita nella presa! Adesso metti il pigiama e vai a dormire. Senza storie! Ciao!

Bacchetta magica – ma… Trilly, l’hai lasciato da solo a casa?

Trilly – no, ci sono i bambini che lo guardano! 
Fantasia – E sono arrivati proprio tutti.

Poesia – e mi sa che adesso…

Specchio – la cena è servita!

Biancaneve – no, non è servito proprio niente dobbiamo aspettare visto che devo riscaldare tutto quanto e visto che nessuno arriva puntuale e visto che nessuno rispetta le regole della buona educazione…

Tutti – Biancaneve!

Biancaneve – sììììì!!! Vado… (esce cucina)

Cappuccetto rosso – Allora… che si fa? Perché io avrei lo studio di registrazione e tra l’altro mi sto pure annoiando…

Porcellino – io ho un consiglio direttivo e mi parte il tappeto volante…

(adesso tutti parlano freneticamente e sovrapponendosi)

Gretel – io devo impastare 200 torte allo zenzero e Hansel non ce la fa da solo…

Lupo – io devo prendere un calco per una dentiera…

Piccola fiammiferaia – allora me ne torno in azienda perché gli operai devono essere seguiti da qualcuno…

Bella – quasi quasi è più divertente la partita di Champions League…

Alice – pensate che ho lasciato il mio studio e i pazienti hanno bisogno di me ed io sono qui come se non me ne importasse niente…

(Tutti ripetono al proprio compagno vicino: io me ne vado, io ho da fare, io ho sonno, …)

Biancaneve – (rientrando) EHI!!! SILENZIO!!! (tutti continuano, Bacchetta magica si alza, azione bacchetta, tutti in stop.) … grazie, Bacchetta magica!

Bacchetta magica – … dovere!

Biancaneve – CHE NESSUNO SI MUOVA! HO BISOGNO DI MEZZORA… SONO 2 GIORNI CHE CUCINO E MANGERETE SINO ALL’ULTIMA BRICIOLA!!!

Regina delle nevi – mmmm…

Biancaneve – CHE C’E’??

Bacchetta magica – Scusa, li libero… (azione bacchetta)   EFFETTO AUDIO

Regina delle nevi – … Grazie. La casalinga ha ragione. Ormai ci siamo. Voi non avete pazienza… vai, cara… noi restiamo qui ad annoiarci in pace… (Biancaneve esce)

Piccola fiammiferaia – vabbè… ma nel frattempo che facciamo, io ho anche freddo… nessuno ha un fiammifero? (tutti la guardano male) … e che ho detto!

Principessa sul pisello - Signori, a parte la scomodità delle sedie, avete l’alto onore di avere fra voi una mente: io vi darò una grande idea per scacciare la noia!

Cappuccetto rosso - … ah, quindi hai deciso che te ne vai??

Principessa sul pisello - … sei acida da quando sei diventata famosa!

Cappuccetto rosso – Sentiamo, la nostra “mente” che ha da raccontarci… almeno io canto, faccio soldi, ho successo… le idee non servono a niente, sono vuote, non si mangia con le idee!!

Lupo – … cappu…

Cappuccetto rosso – CUCCIA!

Brutto anatroccolo – non è corretto… Fatela parlare…

Alice – Ma stai zitta, anatroccola spennacchiata!!

Brutto anatroccolo - Non importa che sia nata in un recinto di anatre: l'importante è essere uscita dall’uovo di un cigno.

Cenerentola - … TIE’! quando ci vuole ci vuole! ( a Principessa sul pisello)… Prego, Principessa sul pisello…

Poesia – le nostre favole…

Fantasia – o almeno quello che ne è rimasto…

Poesia – decidono di ingannare il tempo raccontandosi delle storie…

Fantasia – le favole… che raccontano le favole!

Trilly  - … Sì!!!! Le favole che raccontano le favole!

Poesia e Fantasia – veramente l’abbiamo detto prima noi!!!

Specchio – signori, se ho il vostro amabile permesso, considerato che servo questa casa da millenni e mi onoro di…

Strega  – Specchio, per favore, potresti arrivare al punto..?

Specchio – certamente, Strega… io sono lo specchio e vi invito a riflettere… sulla rilevanza del racconto…

Trilly – ah, scusate un attimo… (al cellulare, fuori di sé) PETER!!!!!!!!! … NO, NON DEVI BERE IL DETERSIVO DEI PIATTI!!!... COME? … STAI FACENDO DELLE BOLLE BELLISSIME??? PASSAMI I BAMBINI… Scintilla, sono mamma… prendete papà e LEGATELO, poi me la vedo io quando torno… NON LO SO QUANDO TORNO!!!  Ciao, fate i bravi. E NON APRITE AD UNCINO!!! (chiude) Dicevamo?

Regina delle nevi – parlavamo di riflettere, quindi tu che cosa c’entri?

Trilly – sono sempre Trilly la fata, e ti posso fare moolto male…

Regina delle nevi – sempre fata di serie B, resti!

Principe – signore!!! Ma non vi vergognate di litigare in casa mia?

Trilly – Regina delle nevi – TU – STAI- ZITTO!!!

Principe - … va bene!

Specchio – riprendo la parola per proporre la mia idea filosofica sulla riflessione del doppio che è in noi e che si esterna nel racconto…

Sirenetta – non ho capito molto, ma secondo me ha ragione…

Cenerentola – ah, beh… se lo dice la sardina allora è così… ma si sente un odoraccio di pesce avariato…

Cappuccetto rosso - Secondo me ho ragione solo io che non ci volevo venire, io ho un sacco di impegni, ho la sala di registrazione…

Strega - … la sala di registrazione… e ti aspettano per il trucco… abbiamo capito…

Principessa sul pisello – vorrei finire il discorso, e ho mal di schiena, si potrebbe avere una sedia più comoda, sono a pezzi… o almeno un cuscino…

Alice – secondo Freud, il cuscino è la rappresentazione dell’inconscio scomodo che vorrebbe stare comodo…

Cenerentola – secondo me, è la rappresentazione di un’ernia lombare!

Fata turchina  – secondo me, avete torto tutti!!

(Tutti litigano con tutti, unisono)

Fata turchina – (batte 3 volte sulla tavola, via l’audio di tutti, resta l’azione) oh! Un po’ di pace! Strega… Bacchetta… Adesso ci divertiamo! Gallina padovanas! (azione) lupus in fabula! (azione) serinus canaria (azione) dormi ormi! (azione, tutti a dormire)

Strega – e visto che ormai danno tutti i numeri… numerus pitagoricus!!! (azione lite con numeri)…

Fata turchina – (batte 3 volte, via l’audio di tutti, resta l’azione) dormi ormi! (azione c.s.)

Bacchetta magica – aspetta, come Bacchetta magica sono ancora in forma… Musica! (azione con 3 musiche) Dormi ormi! … ahahah! Non ridevo così da secoli!!!

Fata turchina – Che tristezza, però, Bacchettona…

Bacchetta magica – … non mi chiamare così, Turchi!!

Fata turchina - Che facciamo con questi esauriti? Secondo te sono in grado di far fantasticare ancora la gente? E i bambini..? E i sognatori? E gli scrittori?

Strega – Come assistente sociale, mi sembra che tutti abbiano bisogno di aiuto! Liberali, dai!

Fata turchina – Per fare che? Per continuare a sentirli litigare? No, no… preferisco combattere con le bugie di Pinocchio…

Strega -  ok, ma così il mondo resta senza favole! Niente più leggende, niente più miti… niente più illusioni!

Bacchetta magica – beh, un po’ se lo merita!

Fata turchina - No, ha ragione Strega. Io sono costretta a fare i tarocchi in televisione per dare qualche speranza, ma non è giusto… che si fa? Questi sono pazzi!!!

Fantasia – Però l’idea della Principessa sul pisello non era male… magari si calmano e capiscono…

Poesia – … e magari!!! Credo abbiano bisogno di ricordare…

Fantasia – signori umani, ci date una mano? Abbiamo bisogno della voce di tutti…

Poesia – per tre volte, a voce alta, al mio via… C’ERA UNA VOLTA!!!

(Boato, entra Terry) Terry - … ehi, dove mi trovo… voi chi siete…

Fantasia - No, chi sei tu!!

Terry - No, chi siete voi!!! Veramente io stavo leggendo Biancaneve e i 7 nani e mi sono ritrovata qui…

Poesia - Ah…

Fantasia – Eh!

Poesia - Ah…

Fantasia – Eh!

Terry – ohh??? Interessante dialogo… Quindi???

Fantasia - Quindi… qualcuno di questi signori stava pensando a Biancaneve e sei stata trasportata qui!

Terry - Io voglio tornare immediatamente a casa, SUBITO, sennò… (si accorge delle favole) … ihhh… la Regina delle nevi… la Sirenetta… la Strega… il Principe azzurro… però me lo ricordavo un po’ più alto! Che bello, dove sono? (sale palco)

Poesia - A casa di Biancaneve e del Principe…

Fantasia - In pratica, sei capitata in una storia che non è ancora stata scritta!

Terry - Ma… è tutto finto! Il pollo è di carta!

Poesia - Certo, sono favole, esistono solo nei libri!

Fantasia – mi sta venendo un’idea geniale!

Poesia – OH, NO…

Fantasia - OH SÌÌÌ… se lei… come ti chiami?

Terry - … Terry.

Fantasia - Se Terry riscrive questa storia, possiamo sistemare tutte le litigate e la loro paranoia… le riportiamo nel loro mondo… (a Terry) sei d’accordo??

Terry - Sì… basta che mi fate la giustifica per la scuola!

Poesia - Scusa, una domanda: (al pubblico) ma chi di voi ha pensato a Biancaneve? … cose da matti…

Fantasia - Allora: questa è la carta… (indica l’aria) e questa è la penna (una bacchetta)…

Poesia \ Fantasia - E questa è la nostra gratitudine! (inchino)

Terry – allora… c’era una volta, in un paese lontano… le favole, che…

(segue azione portata cibi e pacifica chiacchierata)

Favola - … che decisero di incontrarsi dopo tanti secoli. Erano cambiate, diverse, litigiose, ma… capirono, parlandosi e raccontandosi, di essere importanti nella storia degli umani, compresero di essere dei punti di riferimento per i bambini piccoli e per i bambini grandi e anche se… starnutivano continuamente… (azione)

Terry – SCHERZAVO!!!!!

Favola – … e anche se qualche volta sembrava che tutto fosse perduto, il bene alla fine vinceva sempre e i cattivi erano sconfitti… e tutti ritrovavano la buona sorte. All’inizio era la Favola. E vi sarà sempre. C’era una volta, una principessa buona, che si chiamava… (musica)

Bella - Specchio, chiudi la finestra che fa freddissimo, per favore?

Specchio – Certamente! (Al pubblico) Con permesso… (azione chiusura sipario)

Fine

 

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 2 volte nell' ultima settimana
  • 18 volte nell' ultimo mese
  • 148 volte nell' arco di un'anno