Ferie ferie…

Stampa questo copione

Õ

Tale opera è pubblicata sotto una licenza Creative Commons,  http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/2.5/it/ Vedi sintesi alla fine del testo. L’utilizzo di tale copione secondo i limiti della Creative Commons sopra indicata e senza fini di lucro non è soggetto a diritti SIAE. Il motivo di ciò è che sono convinto che queste farse saranno utilizzati da compagnie amatoriali, parrocchiali o circoli non profit i quali fanno già grandi sacrifici per recitare e non voglio far pesare ulteriormente su di loro con i diritti d’autore. Mi riservo ogni diritto in caso di compagnie professionali.

Vi chiedo comunque per una mia soddisfazione personale di citare l’autore e mandare un e-mail per farmi sapere dellamessa in scena della farsa a: jomathan@libero.it

Siccome alcuni riferimenti sono strettamente regionali o a prodotti locali è concesso un adattamento alle proprie abitudini e usanze.

Cicci e Lele per una buona riuscita dovrebbero parlare il dialetto locale.

Cici e Lele vanno in ferie…

Ferie Ferie 

c’è chi può … e chi c’è sempre …

Questa fa parte di un ciclo di Farse che ha come protagonisti Cici e Lele, due contadinotti Veneti, apparentemente tontoloni, ma che con il loro comportamento fanno capire l’assurdità di alcune situazioni e di alcuni comportamenti della vita reale.

                                                                                                                                          

                                                                                                                                            

                                                                                                                                                  

C'è chi può…. E c'è chi sempre

Personaggi e interpreti

                 Impiegata                          Alessandra Poloniato

                          1° Turista                                 Lele Smaniotto

                     2° Turista                                 Cici  Rossetti

               Moglie di Lele                 Mariella Marian

SCENA - Agenzia viaggi, un tavolino, un computer, alcuni depliant di viaggio… sedie, 2 vasi di fiori vuoti.

Imp. – (E' seduta dietro la scrivania, al posto del telefono un modernissimo auricolare, grazie al quale può rispondere alle chiamate senza alzare la cornetta, ha un microfono davanti alla bocca che gli serve per rispondere. Suona il telefono) Buongiorno… agenzia "Ciàpa el treno e corri via"… mi dica… certo… va bene… Non si preoccupi, le prenoto subito il volo… Grazie… arrivederci. (Squilla ancora il telefono) Buongiorno… agenzia "Ciàpa el treno e corri via".. mi dica… vediamo:… per domani?... Si, si… ho giusto un posto libero su Alitalia… ok? Bene… glielo prenoto… grazie… arrivederci.

             (Entrano Lele e Cici , contemporaneamente suona il telefono. Tutta la gag si impronta sul fatto che l'impiegata parla al telefono, mentre i 2 pensano che stia parlando con loro, i quali non capiscono che l'impiegata sta parlando al telefono).

Lele      Permesso?

Cici      …messo?

Imp.      (Parlando al telefono) Buongiorno… agenzia "Ciòpa il treno e corri via"… mi dica…

Lele      Buongiorno.

Cici      …giorno.

Lele      Noàltri do, sen da Motta de Ivensa… mi son Lele…

Cici      …e mi son Cici.

Lele      Sen vegnùdi qua a Varese a trovàr so fradèl Meno…(Indicando Cicic) …e passando davanti àea so agenssia.. …

Cici      par caso, sàea…

Lele      Sen ven dita: parchè stuistà no fen na bea vacanza anca noàltri do? Cussì ven deciso de vegner dentro…

Cici      … e sen qua.

Imp.      (Al tel.) Bene!... (Coprendo il microfono, rivolta ai 2) Prego, prego, si accomodino...

Lele      Grassie

Cic       ...ssie! (Fanno per sedersi).

Imp.      (Al tel. Alzando un po’ la vocce) No, no.. lì no…

             (I 2 si guardano poi decidono per un'altra sedia)

Imp.      (Sempre al tel.) Ma no… ho detto che lì non si può!!!

Lele      (I 2 si guardano intorno e vedendo, sul fondo della stanza, altre 2 sedie) Quèe là?

Cici      Podèneo?

Imp.      (Al tel.) …si certamente… (I 2 vanno verso le sedie poste sul fondo. Sempre al tel.) Fermi, fermi…mi dicano esattamente dove vogliono andare…

Lele      Nden a sentarse!..

Cici      Ciò… queste no, quèe gnànca… e allora…?

Imp.      (Al tel.) No, no… lasci stare, troppo lontano… Le consiglio qualcosa di più vicino…

Cici      No sen mia rachitici: fin là ghe riven…

Imp.      (Al tel.) Troppo lontano…vi dico.

Cici      (Stupore dei 2. Segnando col dito i vasi di fiori) Va ben questi?

Imp-      (al tel.) Ecco,si…quelli vanno meglio.

Lele      E va ben… se vede. che qua a Varese se usa cussì…

Cici      Ma dove sèneo capitadi (Prendono i due vasi di fiori e li avvicinano alla scrivania e si siedono).

Lele      …Allora ghe disensi . che se vorìa andar in ferie…

Imp.      (Al tel.) Va bene… vedrò di accontentarvi… ma per questa settimana ormai  è tardi…

Lele      Sta settimana no poden gnanca noialtri, parchè sen de turno in stàea e ne toca guarnàr le vache…

Cici      E po… ven ancora tut da sarpìr… Ne ndarìa ben par stuistà!

Lele      Però… no tant lontan…

Cici      Ne ndarìe ben Brische… Colfrancui…

Lele      (A Cici) Però s'el racolto el va ben…

Cici      (All'impiegata) …allora se podarìa rivàr fin a Carole.

Imp.      (Al tel.) Ah… bene, bene…allora vi prenoto l'aereo…

Cici      L'aereo par ndàr fin a Brische?...

Imp.      Vediamo… Partenza alle 5.40 dall'aeroporto Marco Polo di Venezia.

Cic       (Al pubblico) No là mia le fassine a cuèrt, questa!...

Imp.      (Sempre al tel.)…No… sa… siamo in alta stagione,… fanno 500 €. Ciascuno…

Cici      (Si alzano per uscire) Laè fora de testa… Ciapàr l'aereo par ndaàr fin a Brische…

Lele      L'è meio che ndene via, va…

Imp.      (Al tel.) Bene… grazie… arrivederci…

Cici      Rivederse un corno…

Lele      No ven mia tempo da perder noàltri…

Imp.      (Che nel frattempo ha finito la telefonata) Dove vanno? Aspettino un momento…

Cici      Ea mata? Vòea mandarne a Brische in aereo?

Lele      Po… no l'è gnanca l'arioporto… Ne buti dò col paracadute?

Cici      No, no… mi ò le "virtigènti"…

Imp.      Non avete capito… Io stavo telefonando… Vede? (Gli fa vedere il microfono) Questo è un microfono.. serve per parlare al telefonno senza tenere la cornetta in mano… E' un ritrovato della tecnologia moderna…

Lele      (Tirando un sospiro di sollievo) Noàltri se pensèa cheà voèsse farne ciapàr l'aeroplano a Venessia par andàr fin a Breische…

Imp.      Bene, abbiamo chiarito l'ecquivoco… Vi ascolto.

Lele      (Si siedono sui vasi da fiori) Allora…

Imp.      Perché non vi sedete sulle sedie?

Cici      (Si siedono sulle 2 prime sedie) Cussì va meio… senò qua i doeòri, i se fa sentir… Sa, dopo la sessantina, un de novo ogni mattina…

Imp.      Lasci stare i dolori e pensi alle vacanze… Mi dica…

Lele      Alora… se ghe disèa…

Cici      …par la terza volta…

Lele      …che passando de qua, ven vist la so vetrina piena de bèe fotografie de ferie… e alora ven dita:… Parchè non nden dentro a vèder dove che se pol ndàr in ferie stuistà.

Cici      Sa, noàltri veneti, tant lavoro… ma ferie….(Mima con il dito) "nisba"…

Lele      Par noàltri contadini po’… da marso ad aprìl, a piantàr biàva…

Cici      …col badìl…

Lele      Da màio a giugno:…, pompàr vide , semenàr fasiòi e solzàr biàva…

Cici      …col solzariòl…

Lele      A lùio...taiàr forment e pientàr zinguantìn…

Cici      (Al pubblico) Noì sa gnanca cosche l'è, lori…

Lele      … in agosto bagnàr i campi..

Cici      Anca in lùio se l'è sec…

Lele      … e da setembre a ottobre, vendemàr… ciòr su panòce…

Cici      Insoma no laè mai finida. Par noàltri rurali, no resta mai temp de ndàr in ferie.

Imp.      Non c'è problema… troveremo la soluzione giusta anche per voi 2. Prendiamo le schede clienti da compilare   (Ne prende due, poi rivolto a Lele) Lei si chiama?...

Lele      Fedele Smaniotto… (Mentre l'impiegata scrive…).

Cici      …detto Lele…

Imp.      (rivolta a Cici) Lei non faccia confusione…

Cici      O' precisà!

Imp.      (A Lele) Continui…

Lele      …da Maentràda, Motta de Ivenza, de Gorgo al Monticano, Cavalier, Treviso.

Cici      Te sì de Gorgo, no de Motta…

Imp.      Ancora?...

Cici      Preciso!...

Imp.      …Treviso. (Rivolto a Cici) Ora tocca a lei… Nome?...

Cici      Cici.

Imp.      Questo è un soprannome… Qual è il suo nome di battesimo?

Cici      (Ci pensa un po’) Boh… mi no me ricorde el nome de batìdo… I m'à sempre ciamà cussì… A casa mia imeni i se ciamèa tuti Cici…Me nono iò ciamèa sior Cici, me pàre cicio, e mi l'è 72 anni che i me ciàma Cici…

Imp.      Và bè… faremo una ricerca all'anagrafe… (Scrive) …Cici… Cognome?...

Cici      Bo.

Imp.      Come bò… Non mi dica che non sa nemmeno come si chiama di cognome?...

Cici      Parchì me ciàpea… par un ALFA BETA? Certo che lo so el me cognome…

Imp.      E allora me lo dica…

Cici      Bo… ghiò dita!...

Imp.      Mi prende in giro?

Cici      Noooo… no me permeterìa…Per chiaressa… mi me ciàme: Cici Bo.

Imp.      Ok ok… mi scusi… volevo dire che è un cognome strano!...

Cici      Eo meio ciamàrse "Gattamelata"?...

Imp.      (Al pubblico) Mi sa che questo è un cliente difficile…

Cici      No, la se sbaglia… Difficile l'è me barba Nane… Nane Difficile! …lo conòsseo?

Imp.      (Un po’ confusa) No, ma… lasciamo perdere… continuiamo a compilare questa benedetta scheda cliente e poi cerchiamo una bella vacanza dove andranno a riposarsi… ne avete bisogno… (Leggendo la scheda) Allora, Cici Bo… Sesso?...

Cici      (La guarda, poi guardda Lele e scuote la testa). Senti bèa… no l'è pì staiòn… ò mès via tutte le impreste…

Imp.      Lasciamo perdere… (Scrive) Sesso maschile… Data di nascita?...

Cici      No me ricorde… Ière massa piceo co son nat… e po’ l'è passà tanti ani…

Imp.      Quanti?

Cici      Metti 72… anca se me sente ancora un gardeìn … almanco 20 ani de manco… (Fa un po’ di ginnastica, flessioni e altro..) …vèdea?

Imp.      Certo, certo… ma è meglio se si ferma… sa, la sua schiena potrebbe… Allora mi dica un po’, dove volete trascorrere le vostre vacanze…? Noi possiamo soddisfarvi in tutto e per tutto: Abbiamo tantissime offerte… Guardi qui:… Thajti, Seiscelles, Tonga, Tomolo,Baleari, Dakar…

Cici      (La guarda ammutolito).

Imp.      Rio de Janeiro, Sharm El Sceick, Awai…

Cici      (A Lele) Stàea teèfonando con un todesco?

Lele      …o co un inglese!

Imp.      (Dopo un attimo di pausa lo guarda perplessa) Mi segue?...

Cici      Ah… pàrlea co mi?

Imp.      Si!... Le stavo citando alcune località turistiche dove potete trascorrere le vostre vacanze...

Cici      Ah… èo nomi de paesi? Mi pensèe cheà fusse al teèfono co un todesco…

Lele      O co un marochìn…

Imp.      Allora onde evitare equivoci,questo…(Il microfono davanti alla bocca) …è meglio che me lo tolga… (Esegue) Penso, sia meglio mandarvi in qualche posto più comune… più usuale…

Cici      Si, si… no ven grosse pretese… Sa, co vae al marcà dèe bestie, me perde anca a Uderso… Seà me manda tant lontàn… Dio sà cos-che pol sucèderne…

Imp.      (Pensando) Porto… Maurizius… Vienna…?

Cici      Come?

Imp.      Dicevo:… Porto… Maurizius… Vienna…!

Cici      Se l'à n'apuntamento urgente… tornen doman…

Imp.      Perché dice questo?

Cici      No là dita che l'à da Portàr Maurissio a Vienna? Tornen n'altra volta,,, no ven premura noialtri…

Imp.      Non ci capiamo:… Porto virgola, Maurizius virgola, Vienna…

Cici      (Subito) Punto!

Imp.      (Declamando) Sono altre tre località dove potete trascorrere le vostre vacanze.

Cici      Ciò, seà me parla cussì complicà… co sti nomi strani…

Imp.      Ho capito… Prendiamo un altro catalogo… (Prende) Ecco, consultiamo questo… Asia e dintorni… Che ne dite di qualche località asiatica?

Cici      Asiatica!!!!... Ahhh, o capìo: la SIATICA…infati ò un doeorìn ch'el parte drìo la schena… el me ciàpa tuta la gamba… el me va do, fin suà ponta del pìe… e po’ el me vien su da cheàltra parte… ch'el me fa un mal doeoròso… Par carità, noà stai parlarme de Siatica.

Imp.      Santa pazienza… lei mi fa scoppiare le mie povere coronarie… (Riprendendosi) Va bene… Anche se non ha capito niente, accantoniamo l'Asia. (Cambia catalogo) Qui non c'è che l'imbarazzo della scelta. (Lo pone sulla scrivania, davanti a Cici e indica l'intestazione)…Mosca!

Cici      Dovèa?

Imp.      Guardi… proprio qui (Ripete l'indicazione)  sopra questo catalogo… dove ho il dito..

Cici      (Arrotola una rivista) Mi no la vede!

Imp.      Guardi bene…

Cici      O' desmentegà iociài… e da vizìn no ghe vede… El meà indichi mèio…

Imp.      (Indica ancora il titolo, con il dito , e poi ad alta voce) …MOSCA!

Cici      O' capìo… no ocore zigàr… anca se no la vede co un colpo la fulmine… (Colpisce con forza, prendendo la mano della ragazza… la quale comincia ad urlare)

Imp.      Aaaiiih..Ma è pazzo???

Cici      L'òio ciapada?

Imp.      Il mio dito ha preso…

Cici      E la mosca?

Imp.      Il mio dito non è una mosca…

Cici      Caspita, gheò dita che no ghe vede senza ociài!...

Imp.      E allora perché ha colpito?...

Lele      Ciò… la gheà dita che ièra na mosca… l'ò sentìo anca mi!

Imp.      Ma che mosca d'Egitto!!!

Lele      Mosca in Egitto?...

Cici      Me par che laè drìo far un pòc de confusiòn

Imp.      Mosca… Indicavo qui sulla rivista, Mosca, ex capitale dell'unione sovietica Russa… Mosca:… ha presente?

Cici      Quèa de Gorbacioffy???

Imp.      (Stizzita per il dolore al dito… correggendolo) Gorbaciof!! Sì!!! Quella è Mosca!

Cici      Alora la confusiòn lò fata mi. La me scusi… Ciò la me dizèa mosca…

Lele      …e po la segnà col deo…

Imp.      Va bene, va bene… è perdonato… (Prende il catalogo dalle mani di Cici) Questo è meglio che lo metta giù… lei è un tipo pericoloso…

Cici      L'ha razòn!... (Saluto militare) Settima artiglieria da sbarco… bisogna èsser decisi, scattanti…

Imp.      (Aprendo il catalogo che aveva in mano Cici) Vediamo… Ecco qua… (Legge) Capitali europee… Bene|… Le capitali europee potrebbero essere una soluzione giusta per voi 2,così rimarrete vicini a casa. Prendiamone una a caso… diciamo…(breve pausa, sempre guardando il catalogo) …Diciamo Franco forte… Va bene Fracoforte?

Cici      Parchè?

Imp.      Così!... E' il primo nome che mi è venuto in sottomano… Va bene?

Cici      Come cheà vol! (Grida forte) Francoooooo!...

Imp.      Ssssstt… Ma perché grida così forte???

Lele      L'à dita ea ch'el ciame Franco forte.

Imp.      Cosa ho detto io?

Lele      De ciamàr Franco… e forte anca…

Cici      E mi lò ciamà… speren che l'abia sentì…

Imp.      (Disperata) Santa pazienza… ma lei è davvero… (Tocco sulla fronte) …o finge di esserlo?

Cici      Cossa!?

Imp.      (Spazientita) Lasciamo perdere (Tra sé) Calma, con simili clienti non bisogne perdere la calma (Con un falso sorriso) Prendiamo qualcosa di più vicino… e?.. che ne dice? Vediamo un altro catalogo… (Lo prende, poi sottovoce, scorrendo l'elenco) … Curmajer, Alleghe. Forni di Sopra, Claut…?

Cici      (Sta guardando le maniche della propria giacca, decisamente corte).

Imp.      (A voce alta, pensando di aver trovato la soluzione al problema) CORTINA!

Cici      (Pensando alle maniche della giacca) Me sun acòrt anca mi… l'è ora de cambiarla, parchè questa laè vècia, la scomissia deventàr curtina…

Imp.      No curtina: CORTINA! Potreste andare in ferie a Cortina…

Lele      Cortina?... Va ben!...

Cici      Ma la spiàia èa lontàn dal centro?

Imp.      Che spiaggia? Cortina è in montagna. (Legge nel catalogo) …Bellissimo posto nel cuore delle Dolomiti.

Lele      E quant ne còsteo?

Imp.      Vediamo… Mezza pensione o pensione intera?

Lele      Mi ciàpe la minima pì la reversibilità…

Cici      (Rivolto al pubblico) Che a dir la verità, la minima, al zorno de ancùo, co sto euro, se pol considerarla na meza pensiòn…

Imp.      Voi capite sempre sbagliato… Intendo: Volete il pernottamento e la prima colazione… Il pernottamento, la cena e la prima colazione… o tutto compreso, anche il pranzo?

Cici      Ea la prenoti, merenda disnàr, zena, e anca el dormìr!

Lele      Certo… el dormìr,ea, no lo considera?

Imp       Pernottamento significa dormire!

Lele      Bene!... La ne prenoti quel che ven stabilì!

Cici      La prenotali… le prenotti… le pernacchie… Insoma la scrivi qel cheà vol!

Imp.      Va bene. Va bene… Allora facciamo un albergo in centro, così potrete passeggiare per le vie dove ci sono molti negozi alla moda… come Trussardi, Valentino, Dolce e Gabbana….

Lele      Pian coè paròe…

Cici      A noialtri "voltagabbana" no la neò dize…

Lele      La pol dirgheo a so fradel…

Imp.      Sentite… voi mi state facendo perdere tempo… Non potete ogni volta, prendere fischi per fiaschi… Allora… in centro, pensione intera… Ci mettiamo dentro anche qualche escursione?... Oppure attività alternative come… (Parla un po’ strascicato)…RAFTING, FRREKLAIMBING, TREKKING…

Cic       Stàea ben?

Imp.      Si, perché?

Cici      No… parchè la fa i stessi sesti, che fàe anca mi co vae al cesso… (Imita)…IIINNBINGGHIIINNN… Sa, son stitico!

Imp.      Ma no… che c'entra… Sono attività sportive… in voga, ora…

Cici      L'è meio che lassène star, meà zà vegnù mal de pansa.

Lele      Oltre tut sto paese credo che l'avene zà vist co la gita parrocchiale…

Cici      Mi son sta anca in tel 44, nea guerra contro i todeschi. Eh… iè bruti ricordo quei…

Imp.      E va bene… come volete… (Cerca ancora tra le carte qualche altra possibilità).Forse, da quello che ho capito preferiscono una località balneare…

Lele      Baeàr?...

Cici      Par carità… no ndèe gnanca da zòvane!

Imp.      Balneare… vuol dire: località di mare!

Lele      Cussì dirìa che l'è meio.

Cic       Ades se ven capì puìto!

Imp.      Allora guardate qua… Offertissima: una settimana a Rio de Janeiro! Una bellissima località di mare, donne, caldo e… tanta Samba:

lele       Bè, sì, podarìa esser!

Cici      Mi vae sempre a veder le baerine a Motta… el me paese, a carneva! Vien zò le "maggiorate"… brasiliane che le scueattèa in piàssa… che l'è fin gusto vèderle…

Lele      Si, ma col freddo che fa… Almanco le avesse un poc de pì lardo intorno… par difenderse meio dal freddo…

Cici      (Toccandosi la pancia) Come mi… Varda qua!...

Imp.      (Felice di aver trovato forse una soluzione) Allora Rio de Janeiro può andar bene?

Cici      Si, ma… na volta rivadi all'incrocio de Carole, par andàr a Rio de san Piero, se deve giràr verso Brussa o verso Duna Verde?

Imp.      (Spazientita) Intanto non è Rio de san Piero, ma è Rio de Janeiro, e per arrivare lì, bisogna prendere l'aereo: Rio de Janeiro è in Brasile.

Lele      Brasil? E quant ghe vol par arrivàr fin là?

Imp       Tre giorni per andare e tre per tornare.

Lele      (Contando tra sé) Tre par ndàr, tre par tornar, un zorno par far el cambio dell'aereo… avendo na settimana de ferie…

Cici      Podèn dir che laè stada na vacanza riposante: se sta sempre sentai…

Lele      No, no… ghe vol massa temp… e po’ bisogna passàr l'oceano… e se l'aereo casca?...

Cici      Bravo!... mi no sò gnànca nodàr…

Imp.      Se cade l'aereo… avrà ben altri pensieri che non quello di nuotare…

Lele      No se pol andàr pì vissìni?...

Imp.      Allora prendiamo questo catalogo e vediamo l'Europa! Sempre una località di mare vero? (Cercando sull'indice) Della Spagna che ne pensate?

Lele      Spagna? Stano ghe no semenà tre campi!... Ià ciàma "erba medica", ma fa lostès…

Cici      Stano però, l'à regnà poc… l'è sta massa sec… noà piovù mai.

Imp.      (Esasperata) Ascoltate… mi è venuta un'idea semplice che adesso va molto di moda e forse farà al caso vostro… Una bella Beauty Farm… credo faccia proprio al caso vostro…

Cici      Butiful? La "tea-nova" che varda sempre me mojèr?

Lele      Cossa c'entrea Butiful?

Imp.      No Beatiful: Beauty Farm… La fattoria della bellezza… E' un posto dove maneger e imprenditori passano una settimana per incontrarsi con la natura e riacquistare le energie per poi riprendere il lavoro.

Cici      A Motta de Livensa se pieni de Fattorie… e l'è ancora qualche stàea…

Imp.      Ma questa è una fattoria speciale… e sensa stalla. Aspetti che prendo il catalogo…

Lele      (Stupito guarda Cici) Na fattoria sensa stàea?

Cici      Ciò: Butiful! Te par pòc?

Imp.      (Legge) "La Beauty Farm è un posto ameno…".

Cici      A meno schèi?

Lele      Pì economico?!

Imp.      Ameno… vuol dire bello… grazioso… E' un posto dove trascorrere le proprie vacanze in pieno relax… in piena serenità… immersi nella natura.

Cici      Va ben, va ben… quant còsteo sto MENO? Eo tut come Butiful?

Imp.      Beauty Farm! Allora vediamo il prezzo… Costa 3000 € e comprende… "Leggo il programma del giorno"…: Sveglia alle 4.50; ginnastica sul prato, poi corsa in mezzo ai campi fino alle 8; colazione… con latte di mucca fresco… appena munto…; Alle 10, si prende il sole in modo alternativo: raccogliendo pomodori e spalmandoseli sul corpo, in modo che aumentando la vitamina E, fiorisce e migliora l'abbronzatura. Ore 12, pranzo leggero con gambo di sedano, carotina scondita, con una spruzzatina d'aglio. Riposino pomeridiano fino alle 15.30, dopodichè, fanghi caldi fino alle 17.30, con mezz'ora di grotta termica ARYUVEDYCA; Alle 18 bagno di fieno, e alle 19 cena a base di Polenta e Cotechino. Dopodichè a letto e… pronti per la giornata successiva.

Cici      (Sconvolto) Scusi…secondo èa, mi, ò da ndàr in ferie par far fadiga?

Lele      Son d'acordo: l'è meio che lassene star!

Imp.      Perché? Non vi piace questo programma?

Cici      Sta atenta bèa… La nostra zornada, laè: Ore 4.50 sveglia… Ndèn in stàea a molzer le vacche… e se bevèn el latte fresco; Ae 6… vangàr l'ort… "e questa l'è la nostra ginnastica…", e vorìa cheà vegnesse co mi domàn de matina a veder se dopo l'à ancora el coràio de ciamàrla ginnastica!!! Ae 7 marenda:4 vovi strapassadi co mezo saeàme strangoeà dentro; tre fete de poènta e do gòti de raboso. Ae 8 sul camp, fin ae 10. Tornèn sul'ort… cioèn su i pomodori… e se me imbratesse el corpo… co, càvoeo faria la conserva. Comunque el nostro programma , poc su poc zò, l'è come el suo, a parte la marenda… che laè un poc diversa dàea sua. Quel po’ che èa li ciàma i fanghi caldi, noialtri la ciamèn "buassa spray"… parchè in stàea, co se nèta le vache, le fassie ciapàrse qualche sprusso sul muso… Anca lore leà qualche colpetìn de tòs… e quèa robetta laè calda, gheo garantisse mi!!! Fin qua la matina… Dopo disnà riposìn fin àe 17… pò scomissièn a far sù el fièn… a màri, parchè la nòt nol ciàpe l'aguàz; e po’ ancora in stàea… fin l'ora dea zena. L'unica roba de diverso, l'è che lori, àea sera, i magna Polenta e Cotechino, e invenze noialtri magnèn "poenta e musèt"… co na bea terina de radici e fasiòi e tre zègoe taiàde a fettine fine fine.

Lele      Questo l'è magnàr! Questa laè vita!

Cici      A sentìr come cheà contè voialtri, noialtri contadini sen in fèrie tut l'anno… e allora stuistà invense de andàr in ferie, tirèn fora l'ombreòn e se metèn in giardin, e cussì sparagnèn 3000 €… che parlando scèt iè quasi sie milioni del vecio conio…

Lele      E me sa che se divertin e se riposen de pì.

Cici      E ades, se la ne permette… tornèn a Motta… vist che l'è nùvoeo, e sicòme le anuncià buràsca… ndèn bagnàr l'ort, prima che piove. Ciao, bèa!...

Lele      A non rivederse!...(Escono).

Imp.      L'avevo detto che erano 2 clienti difficili…

Cici      (Rientrando) No! Difficile l'è me barba Nane! (Esce).

CANTO: Arietta: "E' arrivato un squadrone…"!

Impiegata                                              L'è rivà do contadini

                                                                     pieni de schèi

                                                            ignoranti e un po’ cretini               CORO  Oh! Oh! Oh!

CORO                                                     I_vorìa ndar in ferie                    BIS 2 v.

Impiegata                                                           Dove?                               (Parlato)

Lele e Cici                                                    A Corboeòn!

Impiegata                                            Ma uno el gà na rogna

                                                                     mòlzer vacche

                                                                         tàia canòi

                                                                         carica fièn

                                                                     sbuàssa porsi                         CORO   Oh! Oh! Oh!

CORO                                                l'altro el gà un problema

                                                            sempre_la_fiasca piena

Lele                                                         Per farla in allegria

                                                              ogni dì na sbornia sia!

CORO                                               Ma per farla proprio bona

                                                         El gà sposà na imbriagòna!

Moglie (Entra con due fiaschetti, barcollando) Dai mosto, vienstu?

Lele      (Prende il fiaschetto, mentre Cici improvvisa un balletto con l'impiegata, che sembra più un… "attacca toro"!)

Valzer: Arietta: "Te ricordestu Ninute"?

Moglie                                                    Te ricòrdestu Mosto

                                                             quando zèrimo sul fièn

Lele                                                    se basàimo, se strucàimo

                                                              se voèvimo tanto bèn!

Moglie (Seria)                                    Era el tempo che Berta

                                                           Filava - filava – filava…

                                                                        (Sospiro)

                                                            M'à el tempo l'è passà!

F i n e

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 0 volte nell' ultima settimana
  • 1 volte nell' ultimo mese
  • 4 volte nell' arco di un'anno