Ferie ferie…

Stampa questo copione

Ferie …ferie…

Tale opera è pubblicata sotto una licenza Creative Commons,  http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/2.5/it/ Vedi sintesi alla fine del testo. L’utilizzo di tale copione secondo i limiti della Creative Commons sopra indicata e senza fini di lucro non è soggetto a diritti SIAE. Il motivo di ciò è che sono convinto che queste farse saranno utilizzati da compagnie amatoriali, parrocchiali o circoli non profit i quali fanno già grandi sacrifici per recitare e non voglio far pesare ulteriormente su di loro con i diritti d’autore. Mi riservo ogni diritto in caso di compagnie professionali.

Vi chiedo comunque per una mia soddisfazione personale di citare l’autore e mandare un e-mail per farmi sapere dellamessa in scena della farsa a: jomathan@libero.it

Siccome alcuni riferimenti sono strettamente regionali o a prodotti locali è concesso un adattamento alle proprie abitudini e usanze.

Cicci e Lele per una buona riuscita dovrebbero parlare il dialetto locale.

Cici e Lele vanno in ferie…

Ferie Ferie 

c’è chi può … e chi c’è sempre …

Questa fa parte di un ciclo di Farse che ha come protagonisti Cici e Lele, due contadinotti Veneti, apparentemente tontoloni, ma che con il loro comportamento fanno capire l’assurdità di alcune situazioni e di alcuni comportamenti della vita reale.

Personaggi:

Cici: Contadinotto Veneto

Lele: Amico di Cici

Impiegato /a; Commesso dell’agenzia (maschio o femmina)

Scena:

Un tavolino sulla sinistra , alcune piante sul fondo verso destra, e alcuni vasi che evidentemente servivano per un rinvaso delle piante. Alcuni depliant di viaggi appesi, un piccolo salottino d’attesa sulla destra. Porta d’ingresso a destra.

L’impiegato dell’agenzia viaggi è seduto dietro la scrivania… ha al posto del telefono un modernissimo auricolare, grazie al quale può rispondere al telefono senza alzare la cornetta, ha un microfonino davanti alla bocca che gli serve per rispondere…

               Drinnn .crinn … (suona il telefono …un addetto risponde)

Imp.to:   Bongiorno …agenzia “Ciapa el treno e corri via” …. Mi dica …   certo …. Va bene …. Non si preoccupi, le prenoto subito il volo …. Si … grazie .. arrivederci .

               Drinn drinn (squilla ancora il telefono)

Imp.to:   Buongiorno … agenzia …“Ciapa el treno e corri via” …  mi dica ….. vediamo … per domani …. Si si … ho giusto un posto libero su  Alitalia … ok ? Bene …glielo prenoto. … grazie … arrivederci .

               (ora entra cicci, e contemporaneamente suona il telefono. Tutta la gag si impronta sul fatto che l’agente parla al telefono e intanto guarda il computer ... e cicci pensa che stia parlando con lui , il quale non capisce che l’agente sta parlando al telefono )

Cici:        Permesso ..

Lele:       Permesso…

Imp.to:   (parlando al telefono) buongiorno … agenzia …“Ciapa el treno e corri via”… Mi dica …

Lele:       Ah buongiorno .. (si guarda intorno …) noi siamo da Motta di Livenza… io sono Lele…

Cici:        Ed io sono Cicci

Lele:       siamo venuti qui  a trovare mio fratello Meno, qui a varese, e passando davanti alla sua agenzia ….

Cici:        Per caso sa?

Lele:       Ci siamo detti:  .. perchè quest’estate non mi faccio una bella vacanza … ho visto la vostra agenzia di viaggi e siamo entrati dentro

Cici:        Ed eccoci qua!

Imp.to:   (tel)bene … (rivolto a cicci e coprendo il microfono ) , prego prego …si accomodino … …

Lele:       ...grazie .. 

Cici:        … grazie ..(e fa per sedersi)

Imp.to:   (alza la voce parlando evidentemente al telefono con un cliente ) No !!! No… lì no …( i due si guardano, poi decidono per un’altra sedia.)

Cici:        Come ???

Imp.to:   (Sempre parlando al telefono…) No!, No! … Ho detto che li non si può !!!

Lele:       Allora quelle li? (indicando altre 2 sedie o il salottino sulla destra)

Cici:        Possiamo?

Imp.to:   (al telefono) …si certamente …

Cici e Lele: (si allontanano  per andare a sedersi su un’altra sedia …)

Imp.to:   (tel) fermi… fermi… fermi … mi dicano esattamente dove volete andare …

Lele:       Andiamo a sederci.

Cici:        Insomma, queste no, allora andiamo in quelle li in fondo  …

Imp.to:   (tel) noooo … lasci stare … troppo lontano  … le consiglio qualcosa di più vicino …

Cici: …   ma cosa  dice, non siamo mica rachitici sa? … guardi che fino alla sedia laggiù ci arriviamo sa? 

Imp.to:   (tel) troppo lontano le dico, e è meglio se prendete qualcosa di più vicino ….

Cici:        (si guarda attorno , stupore dei 2 . Segnando i vasi da fiori vuoti , si avvicinano ) .. questi vanno  bene?

Imp.to:   (tel)…ecco si … questo direi che è meglio  …, 

Lele:       Eh, va bene, si vede che qui a Varese si usa così  … 

Cici:        Paese che vai , usanza che trovi …   ma dove siamo capitati? … ! (prendono i vaso da fiori e rovesciadoli lo mettono di fronte alla scrivania,  si asciugano i sudori e poi  si siedono davanti all’agente)

Lele:       Allora le dicevo che volevamo andare in ferie …

Imp.to:   (Tel) …va bene….. , vedrò di accontentarvi,…ma per  questa settimana ormai è tardi …

Lele:       …cosa cosa? per questa settimana ..non possiamo nemmeno noi,  siamo di turno in stalla e abbiamo le mucche da governare.

Cici:        E poi al pomriggio dobbiamo andare a potare le viti  …. Ci andrebbe bene per quest’estate !!!

Lele        Però non tanto lontano…

Cici:        … sa … io non volevo cose impegnative … mi bastava anche una settimana a  Brische, ( frazione di un paesino a pochi km da Motta di Livenza…) o a Colfrancui (idem ) …

Lele:       … e se il raccolto  va bene…

Cici:        (All’impiegata) … allora  si può arrivare  fino a Caorle (localià balneare a 40 Km da Motta di Livenza) .

Imp.to:   (tel) ah …. Bene  … bene … allora vi prenoto un bell’aereo …

Cici:        Cosa … Cosa? L’aereo per andare fino a Brische?

Imp.to:  Vediamo ….Partenza ore 5.40 dall’aeroporto marco Polo di Venezia

Cici:        (Al pubblico) Ma sta scherzando? … è fuori con il cervello?   …

Imp.to:   (tel).. no.. sa .. siamo in alta stagione …, fanno 850 euro … ciascuno…

Cici:        (..si alzano e fanno per andarsene) hei  ..giovanotto … non ho mica tempo da perdere io, lei è matto … prendere l’aereo per andare fino a Brische…

Lele:       Si, è meglio che ce ne andiamo …

Imp.to:   (che sta chiudendo la telefonata)Bene … grazie … arrivederci …

Cici:        …ah ..no , no … arrivederci un corno …non voglio più vederla…

Imp.to:   (che ha finito la telefonata rincorre Cicci che stava uscendo  …) Aspetti  aspetti … dove andate? …(lo prende per un braccio )

Cici:        Lei è matto !  …vuole mandarmi in aereo a Brische ?… ??

Lele:       E poi non c’è nemmeno l’aeroporto a Brische, ci buttano giù con il paracadute?

Imp.to:   no … no.. non  ha capito … io stavo parlando al telefono … vede (gli fa vedere il microfono )  .. questo è un interfono … serve per parlare al telefono senza tenere la cornetta in mano .. è un ritrovato della tecnologia moderna …

Cici:        (tirando un sospiro di sollievo) ah …be’ io pensavo che volsse farci prendere l’aeroplano a  Venezia par andare fino a Brische… 

Imp.to:   Bene, adesso che abbiamo chiarto l’equivoco… prego .... ditemi …

Lele:       (fanno per risedersi sul vaso da fiori vuoto)… allora dicevamo…

Imp.to:   ma perché non vi sedete su una sedia?  

Cici:        Ah, sì. …è meglio sì, altrimenti i dolori dell’età si fnno  sentìre …sa… come si dice  … dopo la sessantina c’è un dolore nuovo ogni mattina …

Lele:       e dopo la settantina… uno alla sera ed uno alla mattina…

Imp.to:   …lasciamo stare i dolori .. e pensiamo alle vacanze… mi dica  …

Lele:       allora le dicevo …

Cici:        …per la terza volta …

Lele:       che siamo passati di qui per caso , abbiamo visto la sua vetrina piena de cataloghi di  ferie … e ci siamo detti:  “Perchè non andiamo fino dentro a vedere dove si può andare in ferie questa estate“ …

Cici:        …sa noi nel veneto lavoriamo tanto …e ferie (mima con le dita) …niente….

Lele:       Per noi contadini poi…, a marzo aprile si semina il mais ..

Cici:        Con il badile…

Lele:       Da maggio a giugno si pompano le viti  e si piantano  i fagioli, a giugno bisogna bagnare il mais,

Cici:        Con i tubi da collegare…

Lele:       e poi a luglio, tagliare il furmento, si semina il cinquantino ( tipo di grano precoce) .

Cici:        (Al pubblico) “Eh ridono loro … non  sanno nemmeno cos’è il cinquantino.

Lele:       …  inagosto bisogna bagnare i campi …

Cici:        Anche a Luglio se viene il secco…

Lele:       … e da  settembre a ottobre si vendemmia … si raccoglie il grano …

Cici:        … insomma… non resta mai tempo per andare in ferie … … 

Imp.to:   non c’è problema, .. troveremo la soluzione giusta per voi … prendiamo due schede clienti da compilare  …(prende la scheda…poi rivolto a Lele…) lei si chiama ….

Lele:       Fedele Smaniotto… (mentre l’impiegato scrive)

Cici:        … detto Lele…

Imp.to:   Lei non faccia confusione…

Cici:        ho precisato…

Imp.to:   (a Lele) …continui…

Lele:       Da Malintrada, Motta di Livenza, di Gorgo al Monticano, Cavalier, Treviso!

Cici:        Tu sei di Gorgo al Monticano, non da Motta…

Imp.to:   Ancora …

Cici:        Precisavo …

Imp.to:   (scrive …)Treviso… (Rivolto a Cici) Ora tocca a lei… Nome?

Cici:        Cici.

Imp.to:   Come… Cicci… Cicci sarà un soprannome … qual ‘ è il suo nome di battesimo ?

Cici:        (Ci pensa su un po’) … può darsi che abbia ragione lei, però … mio nonno..  lo chiamavano Cicci, mio papà lo chiamavano  Cicci, e anche io sono 72 anni che  mi chiamano Cicci e… io non mi  ricordo piu’ qual è il mio nome di battesimo…

Imp.to:   Va’ be’ .. eventualmente faremo fare una ricerca all’anagrafe …(scrive) Cicci… Cognome?

Cici:        Bo!

Imp.to:   Come bo, non mi dirà mica che non sa nemmeno come si chiama di cognome  … 

Cici:        Aooo .. per chi mi ha preso  .. per un ALFA BETA?…. Certo che lo so qual è il mio cognome  …

Imp.to:   ..e allora me lo dica …

Cici:        Bo, le ho detto …

Imp.to:   Mi prende in giro ?

Cici:        Noooo non mi permetterei mai …per chiarezza, mi chiamo Cicci Bo.Cicci il nome e Bo ,  è il cognome, come Mario Po’ … Dario Fo’ … ecco, io sono Cicci Bo!!!

Imp.to:   ok , ok mi scusi … voglio dire che ha un nome strano …!

Cici:        (Al pubblico) … sarà meglio chiamarsi allora “Gattamelata?

Imp:        (tra se  o rivolto al pubblico) mi sa che questo sarà un cliente difficile…

Cici:        No! Difficile è il cognome di mio zio … Giovanni  Difficile, detto Nane… lo conosce?

Imp.to:   (un po’ confuso …) … lasciamo stare …  continuiamo a compilare questa scheda cliente che  poi cerchiamo una bella vacanza e la mandiamo a riposare .. credo ne abbia bisogno … (Leggendo la scheda …) Allora Cicci Bo…   sesso …

Cici:        (Pausa, la guarda , poi guarda Lele e scuote la testa…) eeh.. na volta ..!!

Imp.to:   come ?

Cici:        eh caro il mio agente .. non mi vede ? non è più stagione… ho i miei anni i … ho anche messo via tutti gli attrezzi …

Imp.to:   ….lasci perdere … (scrive) …sesso maschile …  Data di nascita  ..?

Cici:        Non mi ricordo … ero troppo piccolo quando ero nato per ricordarmi la data di nascita, e poi sono passati  tanti di quegli  anni …

Imp.to:   appunto quanti ?

Cici:        scriva … 72….. anche se mi sento un giovanotto.…. almeno 20 anni di meno ( fa un po’ di ginnastica, flessioni, gesti con le mani ..) vede? 

Ag.         Certo .. certo … è meglio che con la scheda ci fermiamo qui …sa , la sua schiena potrebbe…  Allora mi dica un po’  dove volete trascorrere le vostre vacanze …noi possiamo soddisfarvi in tutto e per tutto , abbiamo tantissime offerte…. Guardi qui …Thajti, seiscelles, tonga tomoko, baleari, dakar …

Cici:        (lo guarda e non risponde)

Imp.to:   Rio de Janejro , sharm el sceick, awai,

Cici:        (guarda il pubblico )  .. credo abbia preso un'altra telefonata con  un tedesco o un inglese …

Imp.to:   (dopo un attimo di pausa lo guarda perplesso )… mi segue?

Cici:        ah .. parla con me ?

Imp.to:   si!!! … le stavo citando alcune località turistiche dove potete trascorrere le vostre vacanze ..

Cici:        ah .. sono nomi di paesi ? Io pensavo che fosse al telefono con un tedesco …

Lele:       O con un marocchino…

Imp.to:   Allora onde evitare equivoci questo (il microfono davanti alla bocca) è meglio che lo togliamo e noi è meglio che vi mandiamo in qualche posto  più comune  … più usuale ..

Cici:        .. si si guardi … non abbiamo grosse pretese .. sa …e poi  quando vado al mercato delle bestie mi perdo anche per Oderzo (paese a pochi Km da Motta dove una volta c’era il mercato del bestiame) .. se mi manda tanto lontano .. ..Dio sa cosa può succedere …

Imp.to:   (proponendo altrernative ma quasi pensando tra se  …) … Porto … Maurizius, (piccola pausa poi come se le fosse venuta un’idea…) … a Vienna ..

Cici:        come ?

Imp.to:  Dicevo:…Porto … Maurizius … a Vienna ..

Cici:        Signor agente  … se ha un appuntamento torniamo anche domani.

Ag:         Perché dice questo?

Cici:        non ha detto che deve portare Maurizio a Vienna?   io torno anche un'altra volta … sa non ho fretta…

Imp.to:   Non ci capiamo: Portovirgola Maurizius virgola  Vienna…

Cici:        (subito pronto) Punto!

Imp:        Sono altre località dove potete trascorrere le vostre vacanze.

Cici:        Ciò ..se mi parla coì  complicàto … paesi così strani …

Imp.to:   … ho capito … prendiamo un altro catalogo e consultiamo questo … L’ASIA e dintorni … che ne dite di qualche regione Asiatica?

Lele:       Asiatica ? cosa … cosa …??  (Pensa e guarda Cici) Ah!  O capito … LA-Sciattica? La SCIATTICA .. eh.  Si infatti … ho un dolore che da dietro la schiena mi prende tutta la gamba … fino alla punta del piede… dopo passa dall’altra parte… risale il piede fino all’anca di là … uhhhh che male che male … che dolori … non mi parli di sciattica per carità …

Imp.to:   Santa Pazienza … !!!lei sta tentando le mie coronarie … (si riprende dall’agitazione…) Va be’ anche se no ha capito niente, l’Asia l’accantoniamo (mette giù il catalogo che ha in mano e ne prende un altro …) Sa … (continuando a cercare tra i cataloghi ..) le ripeto che qui non c’è che l’imbarazzo della scelta… (prende un catalogo , lo mette sopra la scrivania…. Appoggia un dito sopra e indica l’intestazione del catalogo . poi dice …) MOSCA !

Cici:        Dove !?!?!?(rispondendo con un tono tra un interrogativo ed una domanda)

Imp.to:   Guardi proprio qui, sopra questo catalogo, proprio dove ho il dito ……

Cici:        (Arrotola una rivista di carta  per ammazzare ciò che lui crede sia una mosca , in realtà l’agente intendeva Mosca la città ) … Perbacco … io non la vedo …

Imp.to:   (gli avvicina la rivista …) guardi bene …

Cici:        Mi scusi sa ma ho anche dimenticato gli occhiali per vedere da vicino ..  non la vedo … me la indichi lei ...

Imp.to:   (indica con il dito il titolo e legge ad alta voce) …MOSCA…

Cici:        Va bene, va bene, ho capito…. anche se no la vedo… lei tenga il dito lì …(intanto alza il rotolo di giornale e colpisce con forza … e prende il dito dell’agente.. il quale comincia a urlare..)

Imp.to:   ahhh…ahh..   uuuuhhhh….  ma è pazzo  ???

Cici:        L’ho presa ???

Imp.to:   (Sempre dolorante ..) Mi ha preso sì !!!

Cici:        No!, La Mosca , l’ho presa ???

Imp.to:   Il dito mi ha preso … ma è impazzito ?!?!?!?

Cici:        Pebacco, le ho detto che avevo dimenticato gli occhiali per vedere da vicino  …

Imp.to:   Ma perché ha colpito con la rivistà!!

Lele:       E.. ha detto lei che c’era una Mosca … ho sentito anch’io…!

Imp.to:   Ma che mosca e mosca  d’egitto!!! 

Lele:       Mosca in egitto ?

Cici:        Guardi che sta facendo confusione  ..

Imp.to:   Ma no .. Mosca , Le stavo indicando qui su questa rivista MOSCA , l’ex capitale dell’unione sovietica Russa … Mosca  … ha presente ?

Cici:        Ah! .. quella di Gorbacioff ??

Ag :        (un po’ stizzito ed ancora dolorante al dito… correggendolo ) Gorbaciv !!  Sì !!! Quella Mosca…

Cici:        E mi scusi sa …allora ho fatto confusione ! .. lei mi diceva mosca

Lele:       e poi  segnava con il dito …

Imp.to:   va bene.. va bene .. è perdonato …. (Si alza prende il catalogo dalle mani di Cicci) e questo è meglio che lo metta giù… lei è un po’ pericoloso …

Cici:        (spavaldo ) Comandi signore  … ha ragione  …sono della settima artiglieria Alpini  …decisi, scattanti, pronti a tutto…

Imp.to:   … vediamo … ecco qua … proprio il catalogo che aveva in mano … (legge…) Capitale Europee… .. bene… le capitali europee potrebbero essere una soluzione proprio bella per lei .. anche perché almeno stiamo vicini a casa..… prendiamone una a caso … diciamo ….(breve pausa guardando il catalogo…) diciamo FrancoForte … va bene?

Cici:        Perché?

Imp.to:   Così.. il primo nome che mi è venuto sotto mano … va bene ?

Cici:        Va bene, come vuole … pronti ?… insieme è ! 1,2,3 …(e grida ) Francoooooo Francooooo ..

Imp.to:   (si alza stupito) Ma cosa fa ! Stia zitto … schhhtt

Lele:       E…  lo ha detto lei …di chiamare Franco forte!

Imp.to:   Che cosa ho detto io …

Lele:       Di chiamare Franco, e forte anche…

Cici:        Ed io ho detto Franco forte .. speriamo che abbia sentito  …

Imp.to:   (disperato ..) santa pazienza .. ma lei come si dice : “ci è  .. o ci fa ?)

Cici:        Ci fa cosa?

Imp.to:   …(esasperato …pensa un po ..) aspetti che vediamo qualche occasione … vediamo di qua tra i last minute…  (sfoglia ) ecco … potrei mandarla a VANCOUVER (Si legge FANCUVER)

Cici:        Hei .. hei … hei ..giovanotto !!! A Fan Cuver ci manda qualcun altro … stia attento con le parole .. io la denuncio …

Imp.to:   (in preda ad una crisi di nervi …) Ahhhhh….  Lasciamo stare tutto … calma ..calma .. (parlando tra se’) con questi clienti la tecnica del perfetto venditore raccomanda di non perdere la calma …(rivolto a Cicci con un sorriso falso ..)  …prendiamo qualcosa di più vicino …è … che ne dite ? …  vediamo in quest altro catalogo … …. (parla sottovoce scorrendo un elenco  ) .. curmajer, alleghe, forni di sopra, claut …

Cici:        ( si sta guardando le maniche della giacca che sono decisamente corte)

Imp.to:   (esclamando a voce alta pensando di aver trovato la soluzione al problema ) CORTINA!!!

Cici:        (sobbalza di paura ..) cosa?

Imp.to:   Cortina !!

Cici:        Ah .. la giacca  ??   Stavo guardando anch’io … forse è ora che ne compri una più grande, perché questa è diventata cortina  ..

Imp.to:   No, Cortina la giacca … portebbe andare in ferie a Cortina…

Lele:       Cortina ? (Ci pensa …) Va bene …

Cici:        Ma la ascolti è lontana la spiaggia dal centro ?

Imp.to:   Che Spiaggia ? Guardi che Cortina è in montagna …(legge il catalogo…)  è un bellissimo posto .. nel cuore delle dolomiti 

Lele:       E quanto ci costa …!?!?

Imp.to:   … vediamo …. Mezza pensione o pensione intera ..?

Lele:       No .. no .. io prendo la minima più reversibiità … ,

Cici:        (rivolto al pubblico) anche se a dire la verità la minima  al giorno di oggi è meno di una mezza pensione …

Imp.to:   ma voi capite sempre sbagliato … intendo volete il pernottamento e la prima colazione, il pernottamento la cena e la prima colazione  o tutto compreso con anche il pranzo ?

Cici:        Mi prenoti Colazione, Pranzo, Cena....  e  dormire!!!

Lele:       Certo, e il dormire lei non lo considera? 

Imp.to:   Pernottamento significa il dormire

Cici:        Ah … e allora  mi prenoti il perontto …e..pernottti le pernacchie…  che casino …insomma,  faccia un po’ lei quello che vuole  .

Imp.to:   Va bene … va bene.. allora un albergo  …facciamo in centro così potrà passeggiare per le vie dove ci sono un infinità di negozi, anche negozi “alla moda ”… come trussardi, Valentino, Dolce e Gabbana…

Lele:       oh… piano  con le parole …

Cici:        Voltagabbana glielo dice ad un altro, altrimenti me ne vado è..?

Imp.to:   Sentite ..signori, voi mi state facendo perdere tempo   … non potete prendere ogni volta fischi per fiaschi …   allora in centro , pensione intera… ci mettiamo dentro qualche escursione.. oppure attività alternative come : (parla un po’ strascicato)  RAFTING, FREEKLAIMBING , TREKKING  …

Cici:        … sta bène?

Imp.to:   si , perché ..

Cici:        no, perchè lsono gli stessi gesti che faccio io quando mi viene il mal di pancia e vado in bagno( e imita) IIINNBINNGGHHIIINNN

Imp.to:   ..Ma no!!!, sono attività sportive … in voga ora ..

Cici:        Sa signore , è meglio che lasciamo stare … mi ha già venuto il mal di pancia ..

Lele:       e inoltre questo paese mi sembra di averlo già visto  … con la gita parrocchiale..

Imp.to:   Ah, si ?

Cici:        Si , e anche in guerra nel  45 contro i tedeschi … e sono brutti ricordi ..

Imp.to:   va bene .. come volete … (cerca ancora tra le varie carte qualche possibile consiglio …) … …forse, da quello che ho capito  preferite una località di mare …

Cici:        be’ si ..direi che è meglio … adèsso si che ci capiamo ....

Imp.to:   Allora guardi qua… offertissima una settimana a Rio de Janeiro!  Una bellissima località di mare , donne , e caldo … e tanta Samba …

Cici:        be’ si potrebbe essere … io vado  sempre a vedere le ballerine a motta …il mio paese  .. sa..quando c’è il carnevale vengono sempre le “maggiorate” che sculettano in piazza …. mezze nude ..

Lele:       Si, e con il freddo chefa … avessero almeno un po’ di ciccia per stare calde …....

Cici:        (si prende la pancetta)  come me ..guardi  qua!

Imp.to:   (Felice di aver trovato forse una soluzione) Allora Rio de Janeiro può andar bene?

Cici:        Sì, Ma mi spieghi .. , Quando arrivo all’incrocio di Caorle per andàre a questo Rio di San Pietro  devo girare verso la Brussa o verso el Marango ( o Duna Verde) (Frazioni di Caorle)  …?

Imp.to:   (un po spazientito ) uhhhh… guardi intanto non è Rio de S.Piero , ma rio de Janeiro , e per arrivare lì, bisogna prendere l’aereo … Rio de Janeiro è in brasile …

Lele:       Brasile ? osteria … E quanto tempo ci vuole per andare lì ...

Imp.to:   3 giorni per andare e tre per tornare.

Lele:       (conta tra se e se …) tre giorni per andare, tre per tornare , un giorno per fare il cambio di aereo  … avendo una settimana di ferie …

Cici:        .. non si può dire che non siano una vacanza riposante … i sta sempre seduti in aereo …(cambia espressione…) .

Lele:       No no ..  lasciamo stare  le zone oltre oceano perché ci vuole troppo tempo e poi bisogna passare il mare e se cade l’aereo io non  so mica nuotare …

Imp.to:   Hei .. tocchiamo ferro … e poi se cade un aereo avrà ben altri pensieri che non quello di  nuotare … 

Lele:       Ma mi ascolti, non si può andare più vicini ? magari torniamo in europa . ..

Imp.to:   Allora ..prendiamo questo catalogo e vediamo …. Europa … sempre una località di mare giusto ? … (cercando sull’indice) …Della SPAGNA  che ne pensa ?

Lele:       SPAGNA ?(la spagna in dialetto Veneto è il c.d. trifoglio o erba medica che si semina nei campi)  Io quest’anno ne ho seminato tre campi di SPAGNA ,  la chiamano anche Erba Medica,

Cici:        Ma quest’anno c’è stato troppo secco , non pioveva mai e non è cresciuta bene,,, era meglio se seminavo qualcos’altro ..

Imp.to:   (ormai esausto ) Ascolti ho esauritto tutte le soluzioni , ma mi è venuta un’idea semplice semplice … che adesso va molto di moda … e forse fa proprio al caso vostro …una bella Beauty Farm credo faccia proprio al caso suo  che ne dice?

Cici:        Biutifull ? la telenovela che guarda sempre mia figlia più grande  ?

Lele:       ..cosa centra ..

Imp.to:   Non Beautifull, Ma Beauty Farm, ..la fattoria della bellezza … è un posto dove manager e  imprenditori passano una settimana per reincontrarsi con la natura e riacquistare le energie per riprendere il lavoro.

Cici:        Fattoria …???  guardi che a Motta di Livenza, di fattorie no ce ne sono , ma di stalle  ….siamo pieni  …

Imp.to:   Ma no, non è una stalla , aspetti che prendo il catalogo ….

Lele:       Una fattoria senza stalla? Ma qui in città non capiscono prorpio niente…

Cici:        (stupito guerda il pubblico) ..ma .. biutifull… ti sempbra poco?

Imp.to:   (legge) : “la Beauty Farm è un posto ameno …

Cici:        ameno ? … a meno soldi ?

Lele:       cioè economico ?

Imp.to:   no ameno .. bello… grazioso …   è un posto dove trascorrere le proprie vacanze in pieno relax e serenità … immersi nella natura ….

Cici:        Va bene .. va bene … e quanto costa …. Questo  AMENO ,  Cosa si fa  in questa Byutifull…

Imp.to:   …Beauty Farm … allora  vediamo il prezzo è di 2.500 euro e comprende: le leggo il programma tipico del giorno …     Sveglia alle 4.50 , ginnastica sul prato, piccola corsa per i prati fino alle otto, poi colazione … con latte di mucca appena munto … . Alle 10.00  si prende il sole in modo alternativo , raccogliendo i pomodori  e spalmandoseli sul corpo in modo che aumentando la vitamina E, favorisce e migliora l’abbronzatura. Ore 12.00  Pranzo leggero con gambo di sedano, carotina scondita spruzzata di sedano. Riposino pomeridiano fino alle 15.30 , dopodichè fanghi caldi fino alle 17.30 con  mezz’ora in grotta termica aryuvedyca. Alle ore 18.00 bagno di fieno , e alle 19.00 cena a base di Polenta e Cotechino . Dopodichè …a letto ..pronti per la giornata sucessiva.

Cici:        (sempre puù sconvolto durante la lettura )  Oh…!!! Ma vuole mandarmi in ferie o in campo di concentramento ??

Lele:       Sono d’accordo, per me è meglio che lasciamo stare tutto ...

Imp.to:   Perché ? non le piace questo programma ?

Cici:        Stia attento … caro il mio agente di Varese… La nostra giornata tipica è :  Ore 4.30 sveglia… vado in stalla a mungere le mucche e mi bevo il latte fresco . Alle 6.00  vado nel campo a vangare l’orto e questo lei l’ha chiamata ginnastica, … ma vorrei che venisse con me domani mattina a vedere se ha ancora il coraggio di chiamarla ginnastica!!!  Alle 7.30 merenda con 4 uova strapazzate e mezzo salame strangolato dentro. Tre fette di polenta e due bicchieri di Raboso. Poi nel campo fino alle 10.

               Alle 10, 00 visto che sono nell’orto raccolgo i pomodori …e se me me li spalmassi sul corpo , con il piffero che la Ginetta farebbe la salsa … Quello  che lei ha chiamato fanghi caldi , noi la chiamiamo buàzza…(sterco delle mucche)  Quado vado a pulire le bestie mi  capita di andarci  dentro finao al còllo… e… calda .. è calda glielo garantisco io  ..!!

                Comunque fino a  qua la storia è quasi uguale a quella che ha detto lei, a parte la colazione.

               Dopo mangiamo e alle due e un quarto vado a buttami a letto  mezz’oretta ..fino alle cinque ...

               Alle 17,00, perchè di notte il fieno non prenda la rugiada vado a raccoglierlo  … e poi di nuovo in stalla fino all’ora di cena. ha capito?  

               L’unica cosa di veramente diverso è che lei di sera ha detto che si mangia polenta e  Cotechino, e noi invece mangiamo Polenta e Musèt (Cotechino in dialetto) con una terrina di fagioli  e tre cipolle tagliate a fettine fine fine…!

Lele:       Questo è mangiare, questa è vita!

Cici:        Allora se cosa le dico ?   Che siccome ho capito che come la raccontate voi, noi contadini sembra che siamo sempre in ferie tutto l’anno .. quest’estate invece di andare in ferie porto fuori di casa l’ombrellone e ci mettiamo nel giardino. Così risparmio  2.500 euro (che parlando chiaro sono e quasi due milioni di vecchie lire  ..)

Lele:       E mi sa che ci divertiamo e ci riposiamo di piu’.

Cici:        E adèsso . Se mi permette , visto che vedo un nuvolone nero che sta arrivando ,  vado a bagnàre l’orto ….. prima che piova.  Ciao Bella !!!

Lele:       A non rivederci …! (Escono) 

(Probabilmente c’è l’applauso …si attende e poi l’agente dice…)

Imp.to:   L’avevo detto io che erano 2 clienti cliente Difficili…

Cici:        (Torna dento) .. nooooo Difficile è mio zio Naneeee …  (Esce - Sipario)

                                                                      

                                                                  FINE                                    

By Bortolin Marco

Traduzione in italiano del 11.03.2006


Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 2.5 Italia

Tu sei libero:

di riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, rappresentare, eseguire e recitare quest'opera di modificare quest'opera

Alle seguenti condizioni:

·Attribuzione. Devi attribuire la paternità dell'opera nei modi indicati dall'autore o da chi ti ha dato l'opera in licenza.

·Non commerciale. Non puoi usare quest'opera per fini commerciali.

·Condividi allo stesso modo. Se alteri o trasformi quest'opera, o se la usi per crearne un'altra, puoi distribuire l'opera risultante solo con una licenza identica a questa.

Ogni volta che usi o distribuisci quest'opera, devi farlo secondo i termini di questa licenza, che va comunicata con chiarezza. In ogni caso, puoi concordare col titolare dei diritti d'autore utilizzi di quest'opera non consentiti da questa licenza. Nothing in this license impairs or restricts the author's moral rights.

Le utilizzazioni consentite dalla legge sul diritto d'autore e gli altri diritti non sono in alcun modo limitati da quanto sopra.

Questo è un riassunto in linguaggio accessibile a tutti del Codice Legale (la licenza integrale).

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 1 volte nell' ultima settimana
  • 5 volte nell' ultimo mese
  • 10 volte nell' arco di un'anno