Francesco poverello del mondo

Stampa questo copione

FRANCESCO

poverello del mondo

Rock Opera

Testo                               D. Broggini

Musica                        P.F. Vincelli

Personaggi

Francesco

Chiara

Padre di Francesco

Madre di Francesco

Leone

Maffeo

Ruffino

Bernardo

Vescovo

Prelato

Innocenzo III

Cardinale

Servo


1


OVERTURE

RICCHI E FELICI


Ricchi e felici passiamo il tempo Viva l'argento viva l'amore


tra mille bicchieri e belle donne Viva il buon vino scalda ogni cuore


Io son Rufino bel giovinotto     tanto denaro e tanto casotto

Il mio cavallo dorme con me  e la mia donna non so chi è

Io son Leone impavido cavaliere  uso la spade per le sottane

Oh donne donne venite da me    che vi regalo il paradiso

Ricchi e felici passiamo il tempo tra mille bicchieri e belle donne Viva l'argento viva l'amore Viva il buon vino scalda ogni cuore

Eccomi amici eccovi a voi       io son Bernardo amico sincero

Voglio brindare a tutto l'oro grazie a mio padre gran ciambellano

Senza ne arte senza ne parte  che bello amare che bel godere

lascia il servo la' nel podere     e tocca alla moglie il bel sedere

Ricchi e felici passiamo il tempo tra mille bicchieri e belle donne Viva l'argento viva l'amore Viva il buon vino scalda ogni cuore

Eccomi a voi amici fedeli        sono Francesco il bel fanciullo

voglio una donna voglio denaro caro a mio padre farò da paro

Venite accorrete venite godete   mi piace il soldo mi piace il bel seno

su non pingete amici cari          tanto son tanti i nostri denari


2


LA CASA DI FRANCESCO


Servi: Di Assisi i nostri padronisono i ricchi e signoroni stoffe stuole tappeti pregiati del commercio i più apprezzati


Padre: Sente cara mia piccola amatacome tutti di noi son contenti qui da noi la stoffa è prelibata viva la vita senza stenti


madre: Ricordate la corte di Francia   dove io sono cresciuta

arrivaste donando la mancia  per avermi come sposa piaciuta

servi: Di Assisi i nostri padroni                                           Padre:           Donna Pica io sempre vi ho amata

sono i ricchi e signoroni                                                                           Messer Pietro io da voi  incantata

stoffe  stuole tappeti  pregiati                                                               Qui vivete nel caldo dell'oro

del commercio i più apprezzati                                                            Solo voi io certo adoro

madre: Ma la fuori c'è gente che muore

Padre: Che vi importa qui lieta passate le ore

madre Ma il timore di Dio ci è stato insegnato

Padre:   Che vi importa anche l'oro han creato


Servi: Di Assisi i nostri padronisono i ricchi e signoroni stoffe stuole tappeti pregiati del commercio i più apprezzati


Padre: O mio sposo sapete da me adoratonon vorrei che Dio sia adirato

ai miei figli voglio insegnare

che il prossimo è d'amare


padre: Ora basta madonna mia sposa  ai figli insegnate questa

cosa

che il buon Dio la ricchezza a noi ha dato   ed i poveri

guardino il creato

3


FORZA ALLA GUERRA

Servo                 Messere Francesco scusate                    ci son qui gli amici che attendono

e chiedono se possono entrare con grande umiltà io vi chiedo se posso farli passare

Francesco

Villano ignorante schifoso

tu meriti cento frustate -

non possono attende  gli amici miei ti ordino farli entrare

Amici

Forza

Francesco Assisi ci chiama la guerra ormai certo si

brama

E ora

Perugia deve morire e Noi li’ ci vogliam divertire

Pietro

Oh eccoti qui figlio mio ho sentito tutto questo fracasso

ho pensato all'allegra baldoria di sicuro voi farete la storia

Francesco

O padre pensate un po da stolto credendo che io ci creda

A voi

la storia sapete non importa a voi importa che porti

dell'

oro

Donna Pica

O amato e caro figliolo perchè a vostro così parlate

Lui vi ama con tutto il cuore

E di voi è proccupato

Pietro db

Donna

Pica tornate a cucire con mio figlio ci voglio parlare

lui

soltanto saprà capire ciò che suo padre gli vorrà dire

Amici

Forza

Francesco da bere

Qualche donna di tanto piacere

Chissà quando si tornerà Chissa forse qualcuno morirà

Francesco

Cari amici sono felice  tra due giorni si parte alla guerra

tanto

sangue e tanti cadaveri questa si  sarà la mia strada

Leone

Io propongo di alzare i calici e brindare all'amico fraterno

Che a

Perugia sia grande e immortale tutto il resto importa

assai

Amici

Belle

donne venite da noi siam furenti caldi e amorosi

Siamo

pronti alla guerra lontana

Francesco

questo importa di tutto più assai


4


CANZONE DI MADRE

La mia vita per lui io darei

per capire che è successo

La mia vita per lui io darei

per vederlo correre ancora

Questo grembo che lo ha portato

sia ora di conforto per lui

queste mani che l'hanno fasciato

sian miniera di dolci carezze

O mio Dio perchè

questo succede a me

O mio Dio perchè

proprio lui proprio lui e non me

La mia vita per lui io darei

per capire che è successo

La mia vita per lui io darei

per vederlo correre ancora

Questa casa questo mondo per lui

Senza lui che cosa sarebbe

Questi occhi che l'hanno amato

Siano ciechi senza di lui

O Signore questa preghiera

che mi sgorga sincera dal cuore

èsoltanto la voce tremate di una madre che piange

5


LEBBROSI

Francesco e Chiara

FTu dolce Chiara negli occhi dolcezza e beltà

ti ho seguita curioso perchè dentro te portavi amor

CFrancesco no, non seguire i passi miei signore sei ma nel cuore tuo manca amor.

FHo visto scorrere sangue e gente

e ho pensato alla vita manca qualcosa,  qualcosa di giusto

CIo vorrei che il Signor illumini

il cuore tuo sei strano ma  qualcosa in te....

FIo ti prego dolce donzella non capisco se voglio seguirti o amarti ma qualcosa di strano c’è , che ora danza e respira dentro di me.

Io non so cosa sta succedendo tu per me sei qualcosa qualcosa di bello qualcosa di bello, qualcosa di bello di bello di bello!

COh Francesco stanotte io ho sognato che all’improvviso apparivi e volevi sapere che cos’è che muove e spinge e sospira a Dio.

Io non so ma è il bisogno degli altri accanto a me intorno a me  guarda quanti lebbrosi

tanti lebbrosi, tanti lebbrosi, lebbrosi......

C            Apri il tuo cuore Francesco

Apri le mani Francesco

Tocca costoro col cuore  il tuo amore dona a Gesù

FOh su Chiara ti prego ora allontana costoro non posso vedere

o toccare non so che fare perchè  perdi il tuo tempo qui in mezzo a loro.

Si perchè perdi tempo con loro, il tuo tempo i tuoi anni qui in mezzo a loro, qui in mezzo a loro, qui in mezzo a loro!

CApri il tuo cuore Francesco, le tue mani, i tuoi occhi rivolgi e osserva tocca costoro con il cuore e il tuo amore dona a chi soffre a chi piange

Io non so ma è il bisogno degli altri accanto a me intorno a me guarda quanti lebbrosi tanti lebbrosi, tanti lebbrosi, lebbrosi......


C


Apri il tuo cuore Francesco Apri le mani Francesco Tocca costoro col cuore il tuo amore dona a Gesù


6


PERCHE' IO

Mio Dio ho veduto la gente morire

ho bagnato la mia spada di sangue

ho combattuto per avere vento

ho sofferto per sentire tempesta

Son tornato ad Assisi piangente

ho veduto la gente soffre

e con loro ho diviso il mio pane

e gli amici mi dicon sei pazzo

Ma mio Cristo che cos'è che succede stasera

il tuo viso mi guarda con due occhi strani

sulla croce tu sembri soffrire

per quello che sono e che ho fatto

Son partito per Roma a cercare

qualcosa che non sapevo neppure

sulla tomba di Pietro mi son ritrovato

e laggiù questo uomo ha pregato

Son tornato in mezzo ai più deboli

ho scoperto che questo è Vangelo

ho scoperto che cosa tu vuoi

le tue spine stasera io prendo

Ed il tuo volto si illumina dentro di me

una voce mi prende per mano

"Francesco va e ripara la mia Chiesa"

Ma mio Cristo ecco cosa vuoi da me

questo piccolo uomo è chiamato da te

il tuo volto che soffre entra dentro di me

o Gesù perchè lo hai fatto capire a me


7


A VITA NUOVA

(vescovo)  Che cosa succede sapete stavo pranzando        ho sentito la gente

accorer cantando

(prelato) Vostra magnificenza o illustre Eminenza qui c'è il buon Bernardo che chiede udienza

(vescovo)   Se proprio debbo sentire si faccia salire     veloci come saetta mi

aspetta una.......bistecca

(Bernardo)

Abbiate pietà di questo sciagurato  che oggi si è permesso di avervi

disturbato

Mio figlio Francesco amato e riverito  oggi stranamente si e'

impazzito

(vescovo)

Vi sembra che io sia studioso di mente io sono saggio e  pure tanto

saccente

ma posso soltanto dar benedizioni non posso certamente io far

guarigioni

(prelato)

Il vostro ardir messere Pietro

è assai sciagurato e senza alcun

riguardo

Sapete

sua Eminenza  era molto occupato  per una sciocchezza

l'avete disturbato

(Bernardo)

Non sia mai il mio ardire tale ma qui si tratta di un fatto certo

immorale

mio figlio Francesco parla di povertà e dice che Iddio è la sua

verità

(vescovo)

Vabbene

sentiam codesto sciagurato che all'improvviso parla come un

pretato

dimmi Francesco che ti ha preoccupato da divenir scortese e sciagurato

(Francesco)Se lieto voglio essere in core mio eminenza altro padre non ho che Dio

Perdona o padre che mi hai generato ma la sofferenza di Gesù mi ha creato

(Bernardo)    Vede Eminenza costui qui parla senza più alcun minimo rispetto

io che l'ho nutrito e anche vestito e sempre a lui ho dato un tetto

(Francesco) Padre non temere non voglio rinnegarema tutto il ricevuto ti voglio ridare

Ritorno al padre mio che stà lassù che tutti noi ha creato con virtù

Coro Figlio del Padre fratello del mondo torna a Dio come un immondo Francesco svestito ecco è rinato tutto il passato ha rinnegato

E' nato l'uomo nuovo rinato in Gesù il grande restauratore e nulla più Piccolo uomo nel progetto di Dio Servo del mondo e dell'umanità


8


CHIARA

Nei suoi occhi l'amore del povero

Nel suo cuore l'amore di Dio

Nella voce la pace dell'anima

Nelle mani la vita del mondo

Se fossi un fiore vorrei sbocciare nelle tue mani

Se fossi   colomba posarsi sui tuoi capelli

Se fossi il vento entrarti negli occhi

Se fossi amore averti per me

Quante volte ti ho visto sorridere con la voglia di vita che avevi ma nel cuore avevi il deserto se fossi amore averti per me

Nei suoi occhi l'amore del povero

Nel suo cuore l'amore di Dio

Nella voce la pace dell'anima

Nelle mani la vita del mondo

Oh Francesco ti ho sempre amato ma solo ora

io ho capito che l'amore che ho per  te

è il buon Dio che me l'ha donato

Quante volte vorrei abbracciarti    Quante volte vorrei baciarti

Quante volte vorrei parlarti  Quante volte quante volte ...ora ho capito

Nei suoi occhi l'amore del povero

Nel suo cuore l'amore di Dio

Nella voce la pace dell'anima

Nelle mani la vita del mondo


Fatti amare o povero Francesco Fatti amare come ti ho amato io


Fatti capire o povero Francesco

Fatti amare come vuole Dio


9


FAMMI SCHIAVO SIGNORE

Gesù fammi capire perchè debbo seguirti

tu arrivasti su questa terra mandato dal Padre celeste

Nascesti tra umile gente

crescesti con santa famiglia

Io ho gioito dell'oro di mio padre

Ho goduto delle premure di mia madre

Sono cresciuto tra l'oro e l'abbondanza

e alll'umile gente neppure uno sguardo

Fammi schiavo Signore di Te

Prendi il mio cuore e fallo sanguinare

Prendi l'anima mia e falla morire

Solo a te solo in te voglio  gioire

Non capisco perchè proprio a me

Proprio io che son peccatore

Doni a  me tanto amore

Senza nulla chiedermi in cambio

Ho capito soltanto ora

che il Vangelo chiama ogni giorno

io Tuo servo io tuo schiavo

Tu mio Dio  Tu mio amore

Fammi schiavo Signore di Te

Prendi il mio cuore e fallo sanguinare

Prendi l'anima mia e falla morire

Solo a te solo in te voglio  gioire

Fammi schiavo Signore di Te

Prendi il mio cuore e fallo sanguinare

questo io voglio questo chiedo

questo bramo di fare con tutto il cuore


10


GLI AMICI

(Maffeo)

L'ho veduto laggiù nella piana

con la neve che cadeva

lavorare come un dannato

ai suoi piedi neppure un calzare

(Leone)

Gli ho parlato l'ho supplicato

mi ha guardato e poi sorriso

"Dai Leone il Signore ti attende"  le parole sue non ho capito

(Rufino)

Gli ho guardato i piedi e le mani il bel viso che sempre ha avuto

Sai  Francesco no non è cambiato però con certezza  non ho capito

ancora  LEONE e    RUFFINO

(Bernardo)     Dite un po’ Francesco ora dov'è ? Forza coraggio perchè non è qui Dite un po’ Francesco ora che fa ? Voglio sapere voglio vedere

(Maffeo)         Caro Bernardo cavaliere valoroso  di ritorno dalle crociate  tu  ti devi  riposare

(Bernardo)    Voglio sapere voglio vedere dannazione  che succede

come mai Francesco non c’è dai vostri occhi capisco che....

qualcosa è successo dai vostri discorsi io non capisco perché

(Leone)             Francesco il nostro Francesco  sembra abbia avuto una visione

Il Signore in persona dice che gli ha parlato

(Rufino)           Pietro il padre ha rinnegato     ha gridato da oggi  io

posso dire Padre nostro e non più, mai più padre Pietro

(Bernardo)   Voglio vedere voglio parlare

No Francesco non può essere impazzito

Voglio andare voglio sentire

la sua voce non può essere cambiata


Coro


Eccoli lì verso Francesco se ne vanno a sentirelui li attende lui lo sa e sapranno come spiegare e sapranno come capire


11


PRIMI FRATELLI

Bernardo

Francesco mio fratello

che succede all'amico fraterno

lasci che io ti copra con il mio mantello non posso vederti soffrire

Maffeo

Non capisco cosa succede questa tua mania di ricostruire una chiesa ormai diroccata tant'è che a nessuno interessa

Rufino

Tu Francesco non sei muratore sei cresciuto tra mille comodità manda una schiera dei tuoi servi e vedrai che prima farai

Leone

Ecco Bernardo capisci il perchè noi non dovevamo venire Francesco è impazzito si sà

ed giusto che resti qui a morire

Francesco

Vedete i vostri mantelli ricamati d'oro e bianchi fardelli di voi fanno bei cavalieri

ma in fondo al cuore c'è il buio


Francesco

Bernardo amico mio

ti ringrazio non serve

la mia anima mi riscalda

il Signore è  mio compagno

Francesco

Questa casa è chiesa di Dio

e il Signore mi ha pregato

Va Francesco ricostruisci

la mia chiesa che cade a pezzi

Francesco

Oh Rufino caro Rufino

Io sono il servo di Dio

Ciò che è stato l'ho lasciato

Sono figlio di unico Padre

Francesco

Grazie Leone amico fraterno

Si Francesco quello vecchio è morto Son risorto per Cristo e con Lui voglio soffrire e morire di più

Guardate agli uccelli del cielo hanno colori dell'arcobaleno Guardate ai colori dei fiori sono magnifici vestiti d'amore


Eccovi a voi amici miei eccovi a voi venite con me

se pazzo io sono evviva pazzia  il Signore ha preso l'anima mia

Coro   Perdona Francesco Pietà di me fratello mio Ec comi a te sono con te

12


LEONE

Ricordo con Francesco i momenti felici insieme

scorribande con puledri tra i bosci d'Assisi

belle donne alla sera in taverna

davanti a carni e boccali di vino

Ricordo con Francesco la guerra

siam parti contro Perugia

abbiamo combattuto fianco a fianco

con la spada sempre sporca di sangue

Ricordo con Francesco quella sera

che sua padre ci diede le armature

luccicanti pesanti e dorate

per i giovin di Assisi partenti

Ma ora non capisco  perchè tutto è cambiato

ora Francesco vive là nella piana

costruisce una chiesa e parla con i poveri

non veste più armature ma soltanto degli stracci

Ricordo con Francesco ho parlato l'altra sera

mi guardò sorridendo con quegli occhi penetranti

mi ha guardato dolce dolce e mi ha detto vieni anche tu No Francesco no hai sconvolto la mia vita non so più cosa fare penso a te ogni momento

come puoi rinnegare bella vita amici e donne

per parlare con dei poveri destinati a morire

Mi hai sorriso preso la mano e mi ha detto vieni anche tu poi mi hai detto guarda la croce ecco vedi quello è Gesù ha sofferto e soffre per noi perchè siamo peccatori siam chiamati Leone per lui per donare la nostra vita

a soffrire per chi soffre , ad amare come Lui ha amato noi

Ma ora ho capito perchè tutto è cambiato

eccomi a te oh Francesco la mia vita io ti offro

nel sangue del Cristo che soffre

vengo a te fa di me ciò che vuoi

13


INNOCENZO III

(Innocenzo)Strano il sogno che ho fatto mio Dio illumina la mia menteIo successore di Pietro ho l'animo scosso da strane visioni sul futuro della Chiesa

Percosso dai tempi presenti percosso da strani personaggi Percosso da segni premonitori il soglio Laterano stava crollando Ho veduto un uomo piccolo piccolo che mi guardava negli occhi mi sorrideva e con le sua mani ha sollevato tutto il peso della Chiesa


Cardinale

Santità la vostra mente è stata tentata

Santità il Cristo vittorioso sulla morte


il re del male ha voluto ingannarvi veglierà sul soglio pontificio


(Innocenzo)Voi non capite cos'è stato questo sogno voi noncapite la Chiesa stà morendovoi non capite l'uomo stà morendo e io Pietro sulla terra mi lascio morire

Percosso dai tempo presenti percosso da strani personaggi Percosso da segni promonitori Il soglio Laterano stà crollando

Oh mio Signore abbi pietà di questo uomo oh Signor e dammi luce per capire che cosa non và Dammi la forza di capire questo sogno Dimmi chi è quell'uomo


Cardinale

Santità la vostra mente è stata tentata

Santità il Cristo vittorioso sulla morte

(Francesco)    Santità nell'obbedienza a Cristo chiedo la Vostra benedizione per vivere con i miei frati sulle orme del Vangelo


il re del male ha voluto ingannarvi veglierà sul soglio pontificio


(Innocenzo)

Eccovi a me , Dio mio ti ringrazio

solo ora capisco quello strano sogno

quell'uomo è innanzi a me

Francesco ecco il tuo nome

Francesco figlio di Dio

Francesco segno di Dio

Tu salverai la Chiesa , riscostruirai la Chiesa

Mio Dio ti ringrazio

Francesco va , ripara la nostra Chiesa , Francesco strumento di Dio.

Coro

Francersco va

Francesco strumento di Dio

Francesco segno di Dio

Francesco come Gesù

14


TUA PER SEMPRE

Francesco eccomi a te son fuggita stasera di casa

mio padre mi ha inseguita ho lottato all'altare mi sono aggrappata non posso scordare quel giorno coi lebbrosi laggiù al fiume perdona Francesco per le cose che ti ho detto

Non posso neppure scordare quando ti vidi ad Assisi davanti a sua Eminenza quel tuo gesto tanto strano che quel giono neppure capii ma ora vedo chiaro

Tu sei per me il Cristo quaggiù

Io voglio come te esser tutt'uno con Lui

Ti prego Francesco  prendimi a te

Ti prego Francesco  fammi sentire la Croce

Nel silenzio dei tuoi occhi vorrei rimanere

Nella luce del cuore vorrei addormentarmi

Nella pace della tua anima restare in silenzio

Francesco Francesco Francesco

questo nome mi fà impazzire

Francesco Francesco Francesco

questo nome mi fà amare

Vorrei restare con te abbracciati al dolore

Tu sei per me il Cristo quaggiù

Io voglio come te esser tutt'uno con Lui

Ti prego Francesco prendimi a te

Ti prego Francesco fammi sentire la Croce

Gesù sofferente dimmi perchè hai scelto Francesco

Dio Padre voglio sapere perchè lui

Guardalo ora piccolo uomo con un peso grande

La Chiesa è su di lui la sua Croce si compie

Dio mio Dio mio perchè questo a lui

Gesù perdonami  Gesù prendimi

Eccomi a te figlia del Padre che stà lassù

Eccomi a te Francesco tua per sempre

15


LE REGOLE

Rufino

Oh, Francesco da un po' di chiarezza ai tuoi frati

ormai siamo proprio tanti e così no, non può più an dare

qui bisogna regolare questo ordine da te generato

Arrivan da ogni parte  e chiedon di unirsi a noi

dalla Francia alla Spagna chiedon regole di vita

(Francesco)

Guardate  alle cose che avete guardate alla croce di Cristo

vivete il Vangelo ogni giorno  pregate il buon Dio per noi

Maffeo

Eppure così no non va bene  tu che dici

vivere il Vangelo ma ciò può sol esser solo confusi  one

ognuno lo può interpretare  come gli suggeris ce il cuore

Francesco tu devi spiegare ci devi regolare

Francesco tu devi sforzarti pensa anche a noi

(Francesco)

Perchè insistete cosi io ormai non capisco questa vostra bramosia

di avere qualcosa di scritto  qualcosa regolato da me

Guardate alle cose del mondo  guardate al volto di Cristo

guardate al povero afflitto  guardate al ricco che dà

Leone

Ancor ti prego Francesco e perdona se insito  ma devi ora capirmi

ogni regola è buona se da te dettata

anche sua Eminenza  chiede regole comuni

perchè dobbiam viver così perchè dobbiam fare così

(Francesco)

Voi non capite oppure sono io  il Vangelo è regola, regola di vita

ma se voi  cambiar volete  io qui  pronto sono alla sfida

pregherò Dio  che mi dia  la Luce

Rufino e Meffeo


Va Francesco ti preghiamo Va Francesco fallo per noi


Va Francesco cerca la luce

Le tue regole capiremo


16


STIGMATE

Oh Signore eccomi a Te

con un dubbio grande nel cuore

non capisco cosa possa io fare

per poter essere così

come tu sei stato per noi

con il peso della Tua Croce

Io cerco la verità

cerco di essere come Te

Voglio viver sulla nuda terra

perchè sia vicino a Te

Voglio sentitrti dentro di me

Voglio essere parte della Tua Sofferenza

Francesco non cercare

Francesco non dannare

Francesco sei Gesù

La mia colpa è di volere

la mia colpa è di capire

prender su di me le Tue sofferenze

prender su di me la Tua Croce

Oh mio Dio dammi la Luce

per capire perchè

la mia disperazione è nelle mie colpe

ho voluto essere come Te

ora gli altri mi chiedono perchè

questa vita che voglio io non capisco se

è quella che vuoi Tu

La Sua Croce ti darò  La Sua Croce sarà in te

ecco Francesco la Luce che dono a te

Oh mio Dio  oh mio Dio

questa Luce entra dentro di me

i miei occhi non vedono più

la mia carne si spezza e sanguina

le mie mani i miei piedi il mio costato

Oh Gesù su di me la tua Croce

Perchè a me  perchè a me perchè mio Dio

Va Francesco va Francesco


17


Cantico

Nella grande  tua bontà hai creato

il mondo intero hai fatto cielo e terra

hai fatto  uomo e donna  e sotto il tuo nome

li hai fatti fratelli e sorelle

Lodato tu sia per le tue creature

che agli occhi nostri appaiono in cielo

in terra e acque e gli uccelli maestosi

e belli che da mille colori

tu hai cosparso e dall'alto già lodano

la tua bontà a tutti gli uomini

Cavalli cervi lupi e altri

che dalla terra prendono nutrimento

Liberi e spensierati vivono ogni dì

senza preoccupazione alcuna oh no

Certi del loro Creatore che li nutre

I pesci tutti dal mare ai fiumi

ai torrenti  che nelle  acque belle

si pasciano della grandezza di Dio

Lodato tu sia per sorella acqua

da fonte pura sgorga a segno

di vita e lava ogni impurezza

lei bella fresca dolce e chiara

Si culla nel letto dei monti  e giù

all'impeto del mare sempre più giù

Rit.     Lodato tu sia per frate vento che soffia lui brezza o bufera ci porta la tua voce Lodato tu sia per sorella notte la luna e le stelle di lei sono sorelle

ci ispira al riposo ci alza ai pensieri Lodato tu sia per frate sole caldo compagno del giorno ci dona la vita la luce con lui ci accompagna

La lode a te Signore innalza l'anima mia il cuore a te si dona la pace è con me

Lodato tu sia per fratello fuoco le fiamme sue sorelle portano dolore ma ancor le sue sorelle portano calore potenza e mistero nel suo colore

sostenuto

Lodato tu sia per sorella morte

che chiama a  Te nel giorno  segnato

sia dolce il suo sorriso e calda la  mano

e l'uomo avanti a lei sia nelle tue mani

Lodato tu sia

per il tuo creato

che l'uomo ama come suo fratello

la lode a te dal cuore dei tuoi figli

cantiam con forza  lode alla tua bontà

La lode a te Signore innalza l'anima mia, il cuore a te si dona la pace è con me


18


SORELLA MORTE

Oh mio Signore eccomi a te con le mani sporche di amore con il cuore gonfio di pace la mia anima affido a te

Sorella Morte

i potenti di te han paura

ma nessun ti vuole vedere

e nessuno a te pensare

Sorella Morte

hai il silenzio compagno di vita ed il pianto bagna i tuoi passi ma fai parte della nostra vita


Oh mio Signore eccomi a te

con gli amici che ho vicino

dona a loro la pace del cuore

nelle mie ultime ore

Sorella Morte

tu l'angoscia ci porti nei cuori

ma ti ringrazio perchè sei strumento per tornare nel Padre nei cieli

Sorella Morte

ti ringrazio di essere qui

su di te non ricada la colpa

se il momento per noi è giunto


Coro: Ecco il buio nei suoi occhi

Sorella Morte lo prende con se

Lui per mano dolcemente la prende

Verso il Padre camminano insieme

19


PACE E BENE

Pace e bene ad ognuno di voi

Pace e bene a chi è nel peccato

Pace e bene a chi soffre da solo

Pace e bene ad ognuno di voi

Tu Francesco poverello d'Assisi hai portato nel mondo la pace hai portato l'esempio di Cristo sulla croce sei morto con lui

Pace e bene ad ognuno di voi

Pace e bene a chi è nel peccato

Pace e bene a chi soffre da solo

Pace e bene ad ognuno di voi

Tra i fratelli più bisognosi hai trascorso la tua vita

hai fondato un impero di pace per chi crede trionfi l'amore

Pace e bene ad ognuno di voi

Pace e bene a chi è nel peccato

Pace e bene a chi soffre da solo

Pace e bene ad ognuno di voi

Del buon Dio e del creato

hai cantato mille poesie

la tua umile gente ha capito che il buon Dio parla con te

Pace e bene dicevi guardando Pace e bene dicevi piangendo Ma nel mondo la tua umiltà grida a tutti che Dio è bontà.


Sei partito per la guerra

come Paolo hai visto la luce

sei tornato gemente e piangente

di Gesù avevi la croce

Con Gesù sulla croce hai sofferto

e da lui hai avuto i suoi segni

sulla tua povera carne

dei chiodi avevi le piaghe

Tanti anni ormai son passati

e la Chiesa ancora di osanna

poverello d'Assisi incompreso

forse il mondo non ha ancora capito

20

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 0 volte nell' ultima settimana
  • 3 volte nell' ultimo mese
  • 6 volte nell' arco di un'anno