Frozen

Stampa questo copione

ANNA - RAFFAELLA MARIOTTI  REGISTA -  VALDREIA LIMA

ELSA - LUDOVICA BUS     NARRATORE - VALDREIA LIMA

KRISTOFF - GIULIO BELLUCCI      TECNICO DEL SUONO - SUOR JANE

HANS- MARIO MAIELLO    COSTUMISTA - MARGHERITA MALINI

OLAF- CRISTIAN BATTISTINI    TRUCCATRICE - VALDREIA LIMA

SVEN - STEFANO DEVECCHI                         

DUCA DI WESELTON - IRENE BERTOLINIPARTECIPAZIONI SPECIALI 

GRANPAPÀ - GUIDO AMBROSI     LE BAMBINE ELSA E ANNA    

RE - MARIA SOLE AMBROSI                                                     I BAMBINI TROLLS

REGINA -SILVIA MENEGHINI

VESCOVO - GUIDO AMBROSI

VOCE SERVO - CRISTIAN BATTISTINI                          

1 GUARDIA DEL DUCA -

2 GUARDIA DEL DUCA -

1

SCENA PRIMA FACCIAMO UN PUPAZZO INSIEME?

MUSICA CUORE DI GHIACCIO

NARRATORE: Nel regno di Arendelle, vivono le principesse Elsa e Anna. Elsa é la primogenita e ha un speciale potere magico: le basta un cenno delle mani per creare un meraviglioso mondo innevato dove giocare insieme alla sua sorellina Anna.     

SCENA CAMERA DA LETTO ELSA E ANNA VERSIONE BAMBINE PICCOLE

ELSA È SDRAIATA E ANNA PROVA A SVEGLIARLA.

ANNA: Elsa! Sveglia. sveglia. svegliati !!!

ELSA: Anna, torna a dormire.

ANNA: Non ce la faccio!! Si é svegliato il cielo perciò io sono sveglia, dobbiamo giocare!

ELSA: Vai a giocare da sola! ( Elsa butta giù dal letto Anna )

ANNA: Lo facciamo un pupazzo di neve?

ANNA E ELSA CORRONO INSIEME PER FARE IL PUPAZZO DI NEVE

ANNA: Corri,corri,corri !!! Fai la magia, fai la magia!

ELSA:  (Elsa gioca con le mani mentre simula di fare una palla di neve) Pronta?

ANNA: Ahan!

ELSA LANCIA IN ARIA QUALCOSA CHE SEMBRA NEVE

ANNA: É STUPENDO É STUPENDO!

ELSA: Guarda qui… ( batte la punta del piede sul pavimento)

INSIEME CREANO OLAF, ELSA PRENDE LE BRACCIA DI OLAF E IMITA LA SUA VOCE:

ELSA: Ciao io sono Olaf, e amo i caldi abbracci.

ANNA : Ti adoro Olaf!!!

INSIEME GIOCANO SULLA NEVE, ANNA COMINCIA A SALTARE DA UNA PARTE ALL’ ALTRA…

ELSA: Attenta!!

ANNA: Prendimi!

ELSA: Presa!

ANNA CORRE E SALTA AD OGNI LANCIO CHE FA ELSA CON LE MANI

ANNA: Ancora!!

ELSA: Aspetta!… PIANO ANNA!!!

ANNA: Un’altra volta (salta)

ELSA: Anna!!! ( per sbaglio colpisce Anna alla testa che cade e perdi i sensi )

ELSA SI AVVICINA MOLTO SPAVENTATA

ENTRA DA A IL RE E LA REGINA

ELSA: Anna? Madre ! Padre! ( piange e la abbraccia ) tranquilla Anna ci sono io..

RE: Elsa che cosa hai fatto? Non lo domini più ?

ELSA: É stato un incidente . Mi dispiace, Anna !

REGINA: É fredda come il ghiaccio.

RE: So dove dobbiamo andare.

ESCONO TUTTI DI SCENA DA B

NARRATORE ENTRA DA A

NARRATORE: BALLANDO E SALTANDO NELLA NEVE SOFFICE, ELSA COLPISCE INVOLONTARIAMENTE LA TESTA DI ANNA CON UNA FOLATA DI GHIACCIO MAGICO.LA BAMBINA CADE A TERRA E PERDE I SENSI.IL RE E LA REGINA CAPISCONO CHE NON C’È TEMPO DA PERDERE,SUBITO PRENDONO LE LORO BAMBINE, E RAGGIUNGONO IL REGNO DEI TROLL, MISTERIOSE CREATURE CAPACI DI GUARIRE I MALI PIÙ OSCURI.

2

GRANPAPÀ ENTRA DA B INSIEME AI BAMBINI TROLLS (SEDUTI SUL PALCO)

KRISTOFF E SVEN OSERVANO DA C

IL RE, LA REGINA ,ANNA E ELSA ENTRANO DA A

RE: Vi prego!! aiutateci, è..è per mia figlia…

I TROLLS ROTOLANO VERSO IL RE

BAMBINI TROLLS : É Il re… e la regina!

GRAN PAPÀ: Maestà. È nata con il potere, o è un maleficio ?

RE: Ci è nata, e si intensifica.

GRAN PAPÀ: Vediamo..( CHIUDE GLI OCCHI MENTRE AFFERRA LA TESTA DI ANNA) È una  fortuna che non sia il cuore, con il cuore non si ragiona facilmente, ma con la testa si può provare…

RE: Fatte ciò che dovete.

GRANPAPÀ: io consiglio di rimuovere tutta la magia, perfino il ricordo della magia, per sicurezza. Ma non temete. Lascerò  il divertimento. ( tocca la testa di Anna )….Se la caverà.

ELSA: Ma non ricorderà più che ho il potere?

GRANPAPÀ: Ascoltami, Elsa. Il tuo potere crescerà con te. ( girando verso il pubblico e gesticolando con le mani ) C'è bellezza in esso… ma anche un grande pericolo. Devi imparare a controllarlo. La paura sarà tua nemica.

RE: No no!!! noi la proteggeremo. Imparerà a controllarlo. Ne sono sicuro.

GRANPAPÀ ESCE DA A INSIEME AI BAMBINI TROLLS

RE REGINA ANNA E ELSA ESCONO DA B

NARRATORE ENTRA DA A

NARRATORE: DOPO IL LORO RIENTRO A CASA, I SOVRANI, PER EVITARE CHE QUALCUNO VENGA A CONOSCENZA DELLE MAGIE PERICOLOSE DI ELSA, CHIUDONO OGNI INGRESSO DEL CASTELLO.TERRORIZZATA ALL’IDEA DI POTER FARE ANCORA DEL MALE, ELSA SI RINCHIUDE NELLA SUA STANZA E SI RIFIUTA DI GIOCARE CON LA SORELLINA. ANNA NON RICORDA PIÙ NULLA DELLE MAGIE DELLA SORELLA E TENTA SPESSO ENTRARE NELLA SUA CAMERA PER GIOCARE CON LEI. ELSA PERÒ TROVA SEMPRE UNA SCUSA PER TENERLA LONTANA

NARRATORE ESCE DA B

ANNA ENTRA FELICE DA B

ELSA ENTRA DA A

RE ASPETTA PER ENTRARE DA A

MUSICA FACCIAMO UN PUPAZZO INSIEME? ❄️⛄️

SCENA DELLA PORTA IN MEZZO CON ANNA E ELSA PICCOLE, ADOLESCENTI E ADULTE

OGGETTI SCENA : PORTA, OROLOGIO, BAMBOLE, GUANTI

1° PARTE BAMBINE TUTTA LA CANZONE  : FACCIAMO UN PUPAZZO INSIEME FINO 41 SEC

ANNA: Elsa? Sei già in piedi oppure dormi?

ELSA: Vattene via Anna!

ANNA: Okay, ciao.( dall'altra parte della porta  elsa, il re e la regina )

RE: I guanti ti aiuteranno… vedi?

2° PARTE ADOLESCENTE CONTINUA LA CANZONE: FACCIAMO UN PUPAZZO INSIEME

ANNA: …Sei sveglia oppure dormi? MUSICA….(Scena orologio ) MUSICA FINO 1.18

ELSA: Ho paura!! É sempre più forte.

RE: agitarsi peggiora solo le cose, calmati.

ELSA: Non toccarmi! vi prego, non voglio farvi del male!

*(Anna si avvicina alla porta ma questa volta non bussa, la scena si sposta un po’ più in avanti sul palco)

ANNA: (correndo verso i genitori) Ci vediamo fra due settimane! (Loro l’abbracciano)

ELSA: Dovete  proprio andare?

RE: Andrà  tutto per il meglio, Elsa.

3

IL RE E LA REGINA ESCONO DA C

ANNA ESCE DA B

ELSA ESCE DA A

ENTRA IL NARRATORE DA A

 SCENA SECONDA IL GIORNO DELL’INCORONAZIONE

NARRATORE: QUALCHE ANNO DOPO, DURANTE UN VIAGGIO, UNA TEMPESTA AFFONDA LA NAVE REALE E I SOVRANI NON FANNO PIÙ RITORNO A CASA. ORA ELSA E ANNA SONO PIÙ SOLE CHE MAI. SONO PASSATI PERÒ MOLTI ANNI E PER ELSA È GIUNTO IL MOMENTO DI DIVENTARE REGINA. LE PORTE DEL CASTELLO SI RIAPRONO IN ATTESA DELL’INCORONAZIONE. ANNA NE APPROFITTA SUBITO PER FARE UN GIRO NEL REGNO DOVE INCONTRERÀ HANS, IL PRINCIPE DELLE ISOLE DEL SUD, CHE A LEI SEMBRA DAVVERO UN BEL TIPO!.

IL DUCA DI WESELTON ENTRA DA D

DUCA DI WESELTON: Ahhhhhhhh…Arendelle, il nostro alleato  commerciale più misterioso! Apre le sue porte e mi svela il suoi segreti per farmi sfruttare le sue ricchezze! L’ho detto ad alta voce? ( rivolto alle sue guardie )

DUCA DI WESELTON ESCE DA C

ANNA ENTRA DA A TUTTA SCOMPIGLIATA E  MEZZA ADDORMENTATA SU UNA SEDIA

VOCESERVO: Principessa  Anna? Principessa Anna?

ANNA: ( Si sveglia ) Si?

VOCE SERVO:  Scusatemi se vi ho svegliata, altezza…

ANNA: No,no,no per niente. uahhhhh  Sono sveglia da ore. ( si riaddormenta )

VOCE SERVO: Principessa Anna?

ANNA: Chi é?

VOCE SERVO: Sono sempre io, altezza. Presto le porte saranno aperte. Dovete  prepararvi .

ANNA: Ma certo. Prepararmi per cosa?

VOCE SERVO: L’incoronazione di vostra sorella, altezza.

ANNA: L’ “incornazione" di mia sorella… ohhhhhh c'è  “l’incoronazione”!!!

(MUSICA: OGGI,PER LA PRIMA VOLTA) FINO A 1.13

ANNA BALLA VERSO IL PUBBLICO (BAMBINE ELSE )

ENTRA IL PRINCIPE HANS DA C E MENTRE BALLA, ANNA SI SCONTRA CON HANS SUL PALCO…OGGI PER LA PRIMA VOLTAAAAAAAAA ( SCONTRO)

ANNA: EHI!

HANS: Sono desolato, ti sei fatta male?

ANNA: Ciao. Ah.. io.. eh no, tutto bene.

HANS: Sei sicura?

ANNA: Si, non guardavo dove mettevo i piedi. Ma vado alla grande. Davvero. 

HANS: Grazie al cielo.( la aiutala ad alzarsi ) Principe Hans delle Isole del Sud.

ANNA: Principessa  Anna di Arendelle.

HANS: “Principessa”? Milady. ( si inchina )

ANNA: ( senza sapere come comportarsi si inchina pure lei e le loro teste si scontrano)

HANS: Ohh perbacco !

ANNA: ah che imbarazzante! Non tu, ma io sono imbarazzata , tu sei bellissimo… Aspetta cosa ho detto?

HANS: Mi scuso per aver urtato la principessa di Arendelle con il mio cavallo, e per tutto il resto.

ANNA: No non, fa niente. Non sono quel tipo di principessa. Se avessi urtato mia sorella Elsa sarebbe stato un : OOHH MAMMA! Perché lei é…Ma per tua fortuna sono solo io!!

HANS: “Solo” tu? (SI GUARDANO E SUONANO LE CAMPANE) MUSICA CAMPANE

ANNA: Le campane, l’incoronazione… Io… è meglio che vada, eh..devo andare (inciampa) meglio che vada. Addio!!  ANNA ESCE DA A

4

HANS ESCE DA B

ANNA ENTRA DA A

ELSA ENTRA DA A

VESCOVO ENTRA DA B MUSICA GOSPEL HEIMR ARNADAR 10 SEC

ELSA:PRENDE LO SCETTRO E LA SFERA CON I GUANTI

VESCOVO: Vostra Maestà, i guanti.

VESCOVO : CAPUT IMPERARE, NON PEDES. CARPE DIEM, QUAM MINIMUM CREDULA POSTERO. EDAMUS, BIBAMUS, GAUDEAMUS. Elsa regina di Arendelle.(applausi)  E la principessa di Arendelle: Anna (applausi)

ANNA SI POSIZIONA LONTANA DA ELSA E IL VESCOVO LA RIMETTE AL SUO POSTO INSIEME AD ELSA. (POSIZIONE PALCO PIU A SINISTRA )

ANNA: OH!! Qui? Sicuro? Perché non credo che dovrei… d’accordo!

ELSA: Salve.

ANNA: “Salve” a me? OHHH ehhh SALVE.

ELSA: Sei molto bella.

ANNA: Grazieee!! tu sei spaventosamente bella. Non “spaventosa” nel senso da spavento… solo più bella.

ELSA: Grazie….Allora…É cosi un ricevimento ?

ANNA: É più caldo di quanto pensassi.

ELSA: Cos’é questo profumino invitante?

LORO DUE INSIEME ANNUSANO VOLTANDOSI UNA VERSO L’ALTRA E DICONO: CIOCCOLATO! E POI RIDONO

DUCA ENTRA DA A

VESCOVO: Vostra Maestà. Il duca di Wafertown.

DUCA: “Di Weselton”! Il Duca di Weselton, Vostra Maestà! Come vostro maggiore alleato commerciale mi sembra quanto meno doveroso invitarvi al primo ballo da regina.

DUCA FA UNA MOSSA “VINCENTE DA BALLERINO”:

DUCA: Uno, due, saltello.

ELSA: Grazie, purtroppo non ballo.

DUCA: OHHHH

ELSA: Ma mia sorella si!

ANNA:RIDE DISPERATAMENTE … Cosa?

DUCA: Allora fanciulla fortunata? Se svenite, avvertitemi vi prenderò in braccio. ( la trascina per ballare)

ELSA : Scusaaa…(RIVOLTO AD ANNA)

MUSICA TIPO “CAN CAN “

IL DUCA FA UN BALLETTO DIVERTENTE INTORNO AD ANNA MENTRE FA DELLE DOMANDE CON TONO INQUISITORIO

DUCA: Come un agile pavone. ( calpesta il piede ad Anna) A proposito, è splendido che abbiate aperto  le porte, perché sono state chiuse tanto a lungo? Ne conoscete la ragione ? Hummmm?

ANNA: No!

DUCA: No? Va bene. Tenetevi . ( e la fa girare..) non per niente mi chiamano il “Reuccio del Casqué!” Come un galletto scimmione io volo, volo… ditemi quando sarete pronta per il prossimo giro!!!

DUCA ESCE DA B

ANNA: (camina verso Elsa un po’ scombussolata )

ELSA: Beh molto agile.

ANNA: Specie per un uomo con i tacchi alti.

ELSA: Sei tutta intera?

ANNA: Si. io non mi sono mai sentita meglio. È così bello. vorrei tanto che fossi così  sempre.

5

ELSA: Anche io.(cambia faccia) Ma non posso.

ANNA:Perché  no? Insomma se noi… ( prova a toccare Elsa, che la evita)

ELSA: Non posso e basta.

ANNA: Scusa con permesso.

MENTRE ANNA SI ALLONTANA SI SCONTRA NUOVAMENTE CON HANS

HANS: Ti ho presa, grazie al cielo.

ANNA: Hans..

MUSICA  IL VALZER DELL’INVERNO  15 SEC. POI DOPO SI SEDONO ED INIZIANO A PARLARE .

HANS: Che cos’hai li? (indica i capelli)

ANNA: Ci sono nata in effetti, anche se ho sognato che sono stata baciata da un troll.

HANS: Mi piace.

ANNA: Scusami e quanti sono i tuoi fratelli?

HANS: Dodici, e tutti più  grande di me. Tre di loro hanno finto che io fossi invisibile, letteralmente, per due anni.

ANNA: È orribile.

HANS: I fratelli  fanno  così.

ANNA: Anche le sorelle. Elsa e io eravamo così unite da piccole. Ma poi un giorno mi ha esclusa dalla sua vita… e… non ho mai saputo il perché.

HANS: Io non ti escluderei mai della mia vita. (prende la sua mano)

ANNA: Ecco vorrei… Posso dire una follia?

HANS: Amo le follie.

MUSICA ( LA MIA OCCASIONE ) A PARTIRE DA 8 SEC FINO A 1.50 SEC

HANS: Posso dire una follia? (in ginocchio) vuoi sposarmi?

ANNA: Posso dire una follia ancora più folle? SÌ!

ALLA FINE DEL BALLO ANNA CORRE AD ANNUNCIARLO AD ELSA

ANNA: Elsa! Voglio dire, Regina.(inchino) Sono  sempre io. Posso presentarvi il Principe Hans delle Isole del Sud?

HANS: Maestà. (inchino)

ANNA: Noi vorremmo..

HANS: La vostra benedizione...

ANNA: Per… il nostro matrimonio!

ELSA: Che? Matrimonio ??

ANNA: Sìii!!!!

ELSA: Perdonate, sono confusa.

ANNA: beh, anche noi, dobbiamo ancora decidere dei dettagli, ci vorrà qualche giorno  per organizzare la cerimonia; certo ci sarà la zuppa, l’arrosto, il gelato e poi… Aspetta. Ma vivremo qui?

ELSA: Qui?

HANS: Assolutamente sì .

ELSA: No, calma, un momento qui non viene a stare nessuno, e non ci sarà alcun matrimonio.

ANNA:Aspetta, che?

ELSA: Posso parlarti per favore, in privato?

ANNA: No. Quello che deve dire puoi dirlo a tutti due.

ELSA: Va bene. Non puoi sposare un uomo che conosci appena.

ANNA: Puoi, se è vero amore.

ELSA: Anna che cosa sai tu del vero amore?

ANNA: Beh, molto più  di te. Tu sai solo chiudere le porte in faccia.

ELSA: Eh… Avete chiesto la mia benedizione e la mia risposta è no! E ora… con permesso… (passa davanti hans)

HANS: Maestà, se potessi chiarire con voi.

ELSA: No, non puoi e io ritengo che tu debba andare. La festa è finita. Chiudete le porte.

DUCA ENTRA DA A e osserva la scena

6

ANNA: Che cosa ? Elsa non! Aspetta. (le toglie un guanto)

ELSA: Ridammi il guanto! (arrabbiata)

ANNA: Elsa, ti prego! Ti prego! Non posso più  vivere così !

ELSA: Allora vattene !

ANNA: Ma che cosa ti ho mai fatto?

ELSA: (si allontana) Basta, Anna!

ANNA: No, perché, perché mi escludi sempre? Perché? Di che cosa hai tanta paura?

ELSA: Ho detto, basta! (si volta di scatto verso Anna e fa la magia con il ghiaccio)

DUCA: Stregoneria!!! Sapevo che c’era qualcosa di losco qui.

ANNA: Elsa.

ELSA TENTA DI  SCAPPARE

DUCA: Eccola, fermatela!

ELSA: Vi prego, state lontani da me. State lontani… (spara il ghiaccio, il Duca cade a terra)

ELSA SCAPPA VIA da C

DUCA: Mostro!! È un mostro!           

ANNA: Elsa! Elsa, aspetta. Ti prego!

HANS:  Anna! Stai bene? Tu lo sapevi?

ANNA: No.

( Scena con la neve e il fumo )

DUCA:Ohhh guardate. Nevica, sta nevicando. La regina ha maledetto questa terra! Deve essere fermata!  Inseguitela!

ANNA: Aspettate, no!

DUCA: Voi. Siete una strega anche voi? Siete un mostro anche voi?

ANNA: no, no, che dite, sono una persona comune.

HANS: Comune è vero… in senso buono.

ANNA: E mia sorella non è un mostro.

DUCA: Stava per uccidermi.

ANNA:È stato un incidente. Era spaventata non voleva fare niente di tutto questo, è tutto colpa mia, devo inseguirla.

HANS: Anna no, è pericoloso! Vengo con te.

ANNA: No. Devi restare qui, per governare Arendelle.

HANS: Sul mio onore. Ma sei sicura di poterti fidare di lei? Non voglio che ti faccia del male.

ANNA: È mia sorella. No mi farebbe mai del male.

ESCONO TUTTI D B

NARRATORE ENTRA DA A

SCENA TERZA  L’INVERNO PERENNE

NARRATORE: Elsa sprigiona involontariamente i suoi poteri davanti a tutti i sudditi, perdendone il controllo e causando un inverno perenne su Arendelle, solo ora Anna ha capito perché Elsa l’ha sempre tenuta a distanza e l’unica cosa che può fare è riportarla a casa, cosi parte al galoppo, lasciando ad Hans l’incarico di governare Arendelle fino al suo ritorno. Nel frattempo Elsa si è rifugiata in cima alle montagne, dove può dare sfogo ai suoi poteri. e mentre agita le mani, folata dopo folata, l’aria si raffredda il passaggio si riempie di neve e la regina costruisce uno scintillante palazzo di ghiacchio, D’ora in poi e li che vivrà, da sola ma finalmente libera di essere se stessa.

MUSICA ALL’ALBA SORGERÒ  30’’ (NEVE FINTA/FUMO)

ELSA ENTRA DA C

BAMBINE FROZEN SOTTO PALCO               (MUSICA 3.20)

ESCONO TUTTI DA C

NARRATORE ENTRA DA A

7

NARRATORE: Purtroppo, lungo la strada, il cavallo scappa, abbandonando Anna che prosegue a piedi e fa la conoscenza di un giovane montanaro che si chiama  Kristoff, un venditore di ghiaccio con la sua simpatica renna Sven. La principessa convince Kristoff a farle da guida verso le Montagne del nord perché solo cosi la sua sorella può tornare a casa e riportare l’estate in tutto il regno di Arendelle. Il gruppo fa anche la conoscenza di Olaf, che li conduce dritti dalla regina.

KRISTOFF SVEN E ANNA ENTRANO DA B e AMMIRANO IL MONDO CREATO DA ELSA

SVEN SALTELLA COME UN CANE

ANNA: Non ho mai pensato che l’inverno potesse essere così  bello.

ENTRA IN SCENA OLAF DA C

OLAF: Sì. È bello davvero. No? Ma è tutto cosi bianco. Non sarebbe meglio avere un po’ di colori, pensavo che magari un po’ di rosso cremisi, o il verde Caraibi, e che ne dite del giallo? No, giallo no. Giallo sulla neve. BRRRR! Non va. Dico bene? Va bene ricominciamo da capo. Ciao a tutti io sono Olaf e amo i caldi abbracci.

ANNA: Olaf? È vero, Olaf!

OLAF: E tu.. sei…???

ANNA: OH .. ANH.. Io sono Anna.

OLAF: E chi è quella specie di somaro li?

ANNA: Quello è Sven.

OLAF: Aham e la renna invece?

ANNA: Sven..

OLAF: OH. .. Hanno lo stesso nome... Okay. È più  facile per me.

SVEN TENTA DI MANGIARE IL NASO DI OLAF

OLAF: Che carino!! Cerca di baciarmi il naso. Mi piaci anche tu!

ANNA: Olaf. Ti ha fatto Elsa?

OLAF: Si, perché ?

ANNA: Tu sai dov'è ?

OLAF: Si, perché ?

ANNA: Pensi di poterci indicare la strada?

OLAF: Si, perché ?

KRISTOFF: Te lo dico io il perché. Elsa deve far tornare l’estate.

OLAF: L'estate ? Ohhhh Non so perché ma ho sempre amato l’idea dell’estate e del sole, e il caldo afoso.

KRISTOFF: Davvero ? Direi che non hai molta familiarità con il caldo.

OLAF: No. Ma a volte amo chiudere gli occhi… e immaginare come sarebbe se venisse l’estate.

MUSICA SOGNANDO L’ESTATE 45’’ a partire dai 13 sec

KRISTOFF: Io glielo dico.

ANNA: Non ci provare!

OLAF: Su andiamo. Elsa è da questa parte. Facciamo  tornare l’estate!!

ANNA: Arrivo….

KRISTOFF: ( VERSO IL PUBBLICO) Qualcuno glielo deve dire!

ESCONO TUTTI DA B

NARRATORE ENTRA DA A

NARRATORE: Poco dopo, il gruppo arriva al magnifico castello di ghiaccio. Le due sorelle si rincontrano, ma ben presto litigano: Anna vorrebbe riportare Elsa a casa, ma quest’ultima ha ancora paura di poterle fare del male e si rifiuta di seguirla. Tuttavia quando Anna insiste, Elsa perde il controllo e, nella furia, senza volerlo colpisce Anna al cuore con un getto di ghiaccio.

ANNA  KRISTOFF SVEN E OLAF ENTRANO DA C

ANNA SI FERMA DAVANTI LA SCALA DEL PALCO E PROVA A BUSSARE

8

OLAF: Bussa. Dai bussa. Perché non bussa? Secondo te sa bussare? (Domanda a Kristoff ) ANNA: (BUSSA).. È aperto! mai successo. Tu è meglio che aspetti fuori.

KRISTOFF: Che cosa?

ANNA: L’ultima volta che gli ho presentato un ragazzo ha congelato tutto.

KRISTOFF: Ma… dai! Smettila! È un palazzo fatto di ghiaccio, il ghiaccio è la mia vita!

OLAF: Addio Sven.

ANNA: Anche tu Olaf. Lasciateci solo un minuto.

OLAF: Va bene… 1,2…3..

KRISTOFF: …4 ( contano insieme seduti sul bordo del palco)

ANNA: (sale sul palco)Elsa! Sono io Anna:

ELSA ENTRA DA A

ELSA: Anna!

ANNA: Oh.. Elsa.. sei.. cambiata… in meglio. Davvero. E questo posto è... meraviglioso.

ELSA: Grazie. Non mi rendevo conto di cosa fossi in grado di fare.

ANNA: Mi dispiace per quanto è successo  se avessi saputo io non…

ELSA: No, no, va tutto bene. Non devi chiedermi perdono, ma dovresti andar via. Ti prego.

ANNA: Ma sono appena arrivata.

ELSA: Il tuo posto è ad Arendelle.

ANNA: Anche il tuo.

ELSA: No, Anna. il mio posto è qui. Da sola. Dove posso essere me stessa. Senza far male a nessuno.

ANNA: Veramente a proposito di questo…

OLAF: ..58..59..60

ELSA: Ma chi è?

ENTRA OLAF DA C

OLAF: Ciao, io sono Olaf e amo i caldi abbracci!

ELSA: Olaf?

OLAF: Si, mi hai fatto tu. Non te lo ricordi ?

ELSA: E sei vivo?

OLAF: Eh... credo di sì.

ANNA: Sembra quello che abbiamo fatto da piccole.

ELSA: Sì.

ANNA: Elsa eravamo così unite. Possiamo esserlo di nuovo.

ELSA: No. Non possiamo. Addio Anna.

ANNA: Elsa, aspetta.

ELSA: No. Cerco solo di proteggerti.

ANNA: Non devi proteggermi, io non ho paura. Non escludermi di nuovo dalla tua vita.

ELSA: Anna mi domandi troppo. Dai retta a me. Tu pensi che mi aiuterai, ma senza di me problemi non avrai. E non dovrai più preoccuparti, ormai.

ANNA: Sai non è cosi! Purtroppo tu hai creato un inverno perenne ovunque. Ma non fa niente, puoi sciogliere tutto.

ELSA: No. Non posso. Non so come fare.

ANNA: Tranquilla, vedrai, ce la farai.

ELSA: No, Anna, è colpa mia vai viaaaa!!!

ANNA: Puoi contare su di me.

ELSA: NO, DAI, VAI VIA!!!( colpisce il cuore di Anna)

ANNA CADE IN GINOCCHIO A TERRA

KRISTOFF ENTRA DA C

KRISTOFF: Anna! Tutto a posto?

ANNA: Sto bene.

ELSA: Chi è lui? Aspetta non importa deve solo andare via!

ANNA: No insieme possiamo trovare una soluzione.

ELSA: Come? Che potere hai tu per fermare questo inverno? Per fermare me?

ELSA ESCE DA A

9

KRISTOFF: Anna, penso che sia meglio andare via. I tuoi capelli….

ANNA: Cosa? sono appena stata colpita al cuore i tu pensa ai miei capelli? Dovresti vedere i tuoi!

KRISTOFF: No, i tuoi capelli stanno diventando bianchi.

ANNA: Bianchi? Sto invecchiando??

KRISTOFF: No. È perché lei ti ha colpita, vero? Anna hai bisogno di aiuto so dove portarti! Forza andiamo!

OLAF: D’accordo. Dove andiamo?

KRISTOFF: Dai miei amici.

ANNA: Gli esperti in amore?

KRISTOFF: Tranquilla loro ti guariranno.

ANNA: Come lo sai?

KRISTOFF: Perché gliel’ho già visto fare una volta.

OLAF: Amo considerarmi  un esperto in amore.

ESCONO TUTTI DA C

GRANPAPÀ ENTRA DA B INSIEME AI BAMBINI TROLLS  CHE SI POSIZIONANO SUL PALCO

KRISTOFF ENTRA DA A

ANNA ENTRA DA A

OLAF ENTRA DA A

KRISTOFF: Ti presento la mia famiglia. ciao ragazzi.

ANNA: Sono rocce.

KRISTOFF: Siete una gioia per gli occhi!

OLAF: È completamente pazzo.

KRISTOFF SALUTA TUTTI, ANNA E OLAF LO GUARDANO SPAVENTATI

OLAF: io lo distraggo e tu scappa. Ciao famiglia di Sven! Piacere  di conoscervi! ( sottovoce ad Anna)….io ti voglio bene Anna , insisto che tu scappi ! Ho sentito che siete  esperti in amore ..ohhhh….( sottovoce ad Anna).. perché  non scappi?

ANNA: Certo…beh iooo andrei….

KRISTOFF: No, no , Anna, aspetta.

I TROLLS SI MUOVANO e salutano kristoff

ANNA: Troll, sono troll!!

TROLLS: Ha portato una donna!!!!

KRISTOFF: Vi state sbagliando!!

ANNA: Giusto, noi non siamo... non sono…

ANNA SI INDEBOLISCE E CADE IN BRACCIO A KRISTOFF

KRISTOFF: È fredda come il ghiaccio.

GRAN PAPÀ: Qui c’é una strana magia, Anna la tua vita è in pericolo, hai del giacchio nel cuore, è stata tua sorella a metterlo, se non verrà rimosso il ghiaccio ti congelerà. Per sempre.

KRISTOFF: Ma tu lo puoi rimuovere vero?

GRANPAPÀ: Non posso, mi dispiace, se fosse nella testa sarebbe facile, ma solo un atto di vero amore può sciogliere un cuore ghiacciato.

OLAFF: Il bacio del vero amore, magari?

KRISTOFF: Anna ti devo portare da Hans... Olaf andiamo...

OLAF: Eccomi, andiamo a baciare Hans. Ma chi è questo Hans?

ESCONO TUTTI DI SCENA DA A

NARRATORE ENTRA DA B

                      SCENA QUARTA   RITORNO AD ARENDELLE

NARRATORE: Nel frattempo Kristoff  è preoccupato: Anna  sta sempre peggio e deve riportarla subito ad Arendelle, dove Hans potrà baciarla e salvarle la vita. Tuttavia, i due hanno una brutta sorpresa: Hans ha imprigionato Elsa, vuole ucciderla e impossessarsi del regno di Arendelle.

10

ANNA ENTRA DA A HANS ENTRA DA BSCENOGRAFIA CAMINO

HANS: Anna. sei ghiacciata!

ANNA: Hans deve baciarmi, subito, subito!

HANS: Cos’ é successo laggiù ?

ANNA: Elsa mi ha colpita con i suoi poteri.

HANS: Dicevi che non ti avrebbe fatto del male.

ANNA: Sbagliavo. (indebolita) mi ha gelato il cuore e solo un atto di vero amore può salvarmi.

HANS: Il bacio del vero amore! (FINGE DI VOLERLA BACIARE): Oh, Anna. Se solo qualcuno ti amasse davvero.

ANNA: Che cosa? Tu dicevi di amarmi.

HANS: Come 13° nella linea di successione del mio regno non avevo speranze, sapevo di dover sposare l'erede al trono di qualche regno... Come erede Elsa era preferibile, certo! Ma nessuno aveva possibilità con lei, mentre tu...

ANNA: Hans, cosa… cosa stai dicendo?

HANS: Tu avevi  una tale sete d'amore da sposarmi senza che io facessi niente. Ora non resta che uccidere Elsa e far tornare l’estate.

ANNA: (INDEBOLITA) Tu non sei all’altezza di Elsa.

HANS: No! Tu non sei all’altezza di Elsa. Io al contrario sono l'eroe  che salverà Arendelle dalla distruzione.

HANS ESCE DA B

ANNA RIMANE PER TERRA, DIVENTA SEMPRE PIU FIACCA .

OLAF ENTRA DA A DOVE VEDE ANNA PER TERRA,CORRE AD ACCENDERE IL CAMINO.

OLAF: Cavolo!! Allora questo è il caldo? Lo amo. (si brucia la mano) Ahi ma non si tocca!

ANNA SI AVVICINA AL FUOCO

OLAF: Beh, dov'è Hans e come è stato quel bacio?

ANNA: Mi sbagliavo su di lui. Non era vero amore.

OLAF: Ma se siamo venuti di corsa fin qui.

ANNA-. Ti prego Olaf devi andare via subito. Ti scioglierai.

OLAF: No me ne andrò finché non troveremo un’altro atto di vero amore per salvarti. tu hai in mente qualcosa?

ANNA: Non so nemmeno che cosa sia l’amore.

OLAF: Fa niente. Io si. l'amore è mettere il bene di un’altro prima del tuo. Sai, come Kristoff che ti ha portata da Hans e ha rinunciato  a te per sempre.

ANNA: Kristoff mi ama?

OLAF: Cavolo, ma allora tu non sai proprio niente dell’amore vero?

ANNA: Olaf ti stai sciogliendo.

OLAF: A volte vale la penna sciogliersi per qualcuno. (mentre sta per sciogliersi) ma forse questo non è il momento adatto.

OLAF VEDE DA LONTANO HANS: EHI un momento vedo qualcosa! AHHHHH  sono Kristoff e Sven! Vengono verso di noi.

ANNA: Davvero? aiutami Olaf, per favore.

OLAF: No, no! resta accanto al fuoco.

ANNA: Devo andare da Kristoff.

OLAF: Perché ? ahhhh lo so perché... eccolo il tuo atto di vero amore che galoppa lungo il fiordo  come un valoroso e puzzolente re delle renne. Andiamo!!!

SCENA CON FUMO/ VENTO/NEVE

ESCONO DA B

NARRATORE ENTRA DA A

DOPO AVER RINCHIUSO ANNA NELLA BIBLIOTECA, IL MALVAGIO PRINCIPE SI RECA NELLA CELLA DOVE È STATA RINCHIUSA LA REGINA, TROVA LA CELLA VUOTA! IL GHIACCIO MAGICO HA FATTO ESPLODERE LE CATENE E I MURI DELLE PRIGIONE. INTANTO, SULLE MONTAGNE CIRCOSTANTI, KRISTOFF OSSERVA LA VIOLENTA BUFERA CHE SI È SCATENATE SOPRA ARENDELLE E FA MARCIA INDIETRO: DEVE SALVARE LA SUA PRINCIPESSA!

11

ELSA ENTRA DA A con le catene appena tolte

HANS ENTRA DOPO DI ELSA DA A

ELSA: Anna.(cerca Anna) Anna!

HANS: (CERCA ELSA PER UCCIDERLA)

ANNA ENTRA DA  D

KRISTOFF ENTRA DA C

ANNA: K..R..I..S..T..O..F..F

KRISTOFF: Annaaaa!

HANS: Elsa! Non puoi sfuggire  a questo!

ELSA: Abbi solo cura di mia sorella!

HANS: Tua sorella, tu le hai gelato il cuore!

ELSA: No!

HANS: Ho tentato di salvarla ma era troppo tardi, la sua pelle era ghiaccio  i cappelli bianchi. Tua sorella è morta per colpa tua.

ELSA: No. (gira e si inginocchia piangendo)

AD UN CERTO PUNTO ANNA VEDE KRISTOFF E VA NELLA SUA DIREZIONE, MA VEDE ANCHE HANS CHE STA PER COLPIRE ELSA. TORNA INDIETRO PER AIUTARE ELSA SI METTE DAVANTI AL COLPO DELLA SPADA DI HANS, CHE LA FA DIVENTARE GHIACCIATA .

KRISTOFF: Anna!!! ( vedi Anna)

HANS:( afferra la spada per colpire Anna)

ANNA: Elsaaaaaaa!!(blocca il colpo della spada di Hans che sta per colpire elsa) (statua)

ELSA: ( se rialza e Piange)… No no ti prego no…( disperata abbraccia sua sorella )

OLAF:Anna? ( avvicinandosi alla statua )

MUSICA MAGIA( battito del cuore) ‘’ERAVAMO COSI UNITE ‘’ 20 SEC

ANNA: ( le dita ghiacciate della statua cominciano a sciogliersi )

ELSA: Anna? (Si abbracciano)

ANNA: Oh, Elsa, io ti voglio bene.

ELSA: Ma come hai fatto? Volevi sacrificarti per me?

OLAF: lo so, lo so, “UN ATTO DI VERO AMORE PUÒ SCONGELARE UN CUORE DI GHIACCIO!”

ELSA: “L’amore scioglierà.”( riflette Elsa)  L’amore. Ma certo ! Ora so come mettere fine a questo inverno! ( alza le mani e fa le magie)

ANNA e ELSA si abbracciano

HANS: Ma… Elsa ti aveva congelato il cuore… (balbetta stordito)

ANNA: Qui l’unico cuore di ghiaccio è il tuo! ( tutti lo prendono a calci e pugno buttandolo fuori scena )

MUSICA FINALE VUELLE 38 SEC

RIENTRANO TUTTI IN SCENA A BALLARE

❄️⛄️FINE⛄️❄️

12


    Questo copione è stato visto
  • 5 volte nelle ultime 48 ore
  • 28 volte nell' ultima settimana
  • 162 volte nell' ultimo mese
  • 809 volte nell' arco di un'anno