Stampa questo copione

 

QUATER

COMMEDIA IN UN ATTO

DI

ANGELO ROJO MIRISCIOTTI

GAETANO – Commedia- 7 U. e 6 D. – durata  95 minuti

Sinossi: Gaetano è, come si dice a Napoli, ‘nu povero Ddio, un poveraccio oberato dei debiti, con lo sfratto esecutivo addosso, la cassa integrazione e dulcis in fundo, pure una realistica  ipotesi di corna…! Lui da omino di conseguenza cerca di resistere agli avversi strali della fortuna,si batte,prova pure a fare il vendicatore del proprio onore..ma poi alla fine  soccombe..

soccombe perché tutto anche la dignità ha un limite..-..Si ride, si ride a crepapelle sulle disavventure di questo sfortunato ometto e poi ridendo ridendo ci accorgiamo che tutto sommato stiamo ridendo di noi stessi………..

EDIZIONE R.  &  C.

   NAPOLI                                                                    GIUGNO 2006

RIDEPOSITATA ALLA S. I. A.E. REPERTORIO NAPOLETANO  l’ 8.06.2006

“ GAETANO ”

COMMEDIA IN UN ATTO

DI

ANGELO ROJO MIRISCIOTTI

PERSONAGGI E TIPI

GAETANO ESPOSITO..UN POVERO DIO CORNUTO E MAZZIATO….. MARIA , SUA MOGLIE…UNA ZOCCOLA DI BUON SENSO IL DOTTOR D’ORTA GABRIELE..UN MEDICO “TUTTOFARE”… SISINA,FIGLIA DI GAETANO, ADOLESCENTE CAPALLERTA CONCETTA,MADRE DI GAETANO..UNA NONNA BEAT… TANINO, UNO 007  GUAGLIONE ‘E BAR… GIGGINO,GHOSTBUSTER CU ‘A GUANTIERA RAFILINA,GUARDAPORTA TRASETICCIA GENNARO,CAMORRISTA DI QUARTIERE.. DONNA ITALIA NAVARRA TANTELLA PACHIALONE  ESPOSITO,IL PADRE DELLO SPOSO,NETTURBINO ROSETTA ESPOSITO, SUA MOGLIE ,NU POCO VAIASSA PEPPINIELLO,LORO FIGLIO,QUELLO CON L’ORMONE BIRBANTE...!

“ GAETANO ”2

COMMEDIA IN DUE ATTI

DI

ANGELO ROJO MIRISCIOTTI

LA STANZA DA LETTO DI GAETANO ESPOSITO.E’ UN APPARTAMENTO PICCOLO BORGHESE NELLA VECCHIA BAGNOLI.L’ARREDAMENTO E' MODESTISSIMO,DOZZINALE,LE PARETI PRESENTANO QUALCHE CREPA E MACCHIE DI UMIDITA’.SUL COMO’ ALCUNI LUMINI ACCESI DAVANTI A IMMAGINI SACRE E FOTO DI DEFUNTI.SULLA SEDIA A PIEDI DEL DIVANO LETTO BEN RIPIEGATI ED IN ORDINE ABITI MASCHILI DI OTTIMA FATTURA. A TERRA UNA BORSA DA MEDICO ED UNO STETOSCOPIO.ALL’APRIRSI DEL SIPARIO SUL DIVANO CI SONO DUE CORPI SEMINUDI ED AVVINGHIATI NEI PRELIMINARI DI UN RAPPORTO AMOROSO.LEI,MARIA ESPOSITO, E’ UNA BELLA E PROCACE DONNA DEL POPOLO BRUNA E PASSIONALE,LUI,GABRIELE D’ORTA,MEDICO, E’ UN CINQUANTENNE MOLTO DISTINTO QUASI CALVO IN CANOTTIERA ED OCCHIALETTI DORATI.

SUL LETTO IL CORPO A CORPO TRA I DUE PRODUCE GEMITI ESAGERATI, SOSPIRI,ANSIMI E QUANTO ANCORA E’ DEL CASO.AD UN TRATTO LA PORTA CHE ERA CHIUSA SI APRE DI BOTTO ED UN UOMO SI PRECIPITA DENTRO : SI,E’ LUI,GAETANO ESPOSITO,UN’OPERAIO DELL’ITALSIDER IN TUTA BLU’,CASCO GIALLO E GUANTI DA LAVORO ALLA CINTOLA.NELLA MANO DESTRA STRINGE UNA PISTOLA,NELLA SINISTRA UN FOGLIETTTO GUALCITO.E’ IN UNO STATO DI GRAVISSIMA AGITAZIONE.

Gaetano  :  (entrando impetuosamente, sibila)…grandissima zoccola…..!

Maria   : …uh Maronna….Gaetano…!!!!!

Gabriele  :(allarmato ma  di spalle)…Gaetano chi…?

Maria      : ..comme chi…?…..Gaetano mio marito…!!!!!

Gabriele  : …‘O cacchio….!! ( inforca gli occhiali e si copre)

Gaetano  : ...grandissimi schifosi…!….Allora era tutto overo…!!...la lettera anonima diceva ‘a verità…!!....la tresca è in atto.....siete amanti..!

Maria        : no Gaetà…. t' 'o giuro....nun steveme facenno niente ‘e male..….

Gaetano   : ..niente..?!!! E allora pure io mo nun faccio niente..si ve ‘nfizzo ‘ncuorpo sulo ‘na diecina ‘e palle ‘e revolvèr…

Gabriele  : signor Gaetano..non crederà alle apparenze..io la signora la stavo solo visitando…stia calmo….era solo una visita medica….…(sudando freddo)…una visita professionale…..il sono il dottor Porta..

Maria      : (rettificando)..D’Orta….

Gabriele  : Porta o D’Orta site sempe carne morta !!!…Prega Marì..Prega grandissima puttana ca ‘a primma si tu..(alzando il cane della pistola)..doppo tocca a chist’atu piecuro…

Maria      : nooooo…Aità..nun fa pazzie..io nun steve facenno niente ‘e male ..t’o giuro..io stevo malata…

Gaetano  : stammatina quando sono uscito stavi fresca come una rosa...po’,che..?... te si ammalata..accussì.... all’improvviso...?

Maria :     si. Aità.....un malore..all’intrasatto...aggio dovuto afforza chiamma ‘o miereco....po’comme me so’spugliata... è stat’isso ca..….

Gabriele  :  (terrorizzato) io.!????..Ma quando mai....Io sono stato chiamato per un consulto…sono stato coinvolto…stavo visitando la paziente quando.. insomma è sta lei che...stat’essa ca.....(piangendo) vi supplico..vi prego..vi scongiuro ‘on Gaetà..…non sparate…..

Gaetano  :  che schifo..!!!…nun saie manco murì ‘a omme…Primme me lieve l’onore e doppo chiagne…e daie pure ‘a colpa ‘a ‘na femmena ….me faie schifo doie vote…!

Gabriele  : no…no..vi prego..credetemi….io non volevo fare niente ..io non sapevo che…….non ho fatto nulla ….vedete..tengo ancora i calzoni

                  addosso…e tengo pure lo stetoscopio al collo ...io visitavo...

Gaetano : e si capisce stavate giocando  al dottore e all’ammalata alla faccia mia..

Gabriele  : noooo...guardate....tengo ancora lo stetoscopio...!!!!

Maria         : e io pure tengo ancora ‘o suttanino ‘ncuollo…

               

Gaetano   : è vero…state commogliati…bene…allora spugliatevi……spugliateve annure…!!!! Comme a due vermi…..v’aggia ccidere annure…a te levate ‘o monoscopio...!!! mo….lievate ‘o cazone…!!!

GABRIELE ESEGUE TREMEBONDO

Gaetano  :e mo’…lievete ’a mutanda…!!

Gabriele  :   no..vi prego..’a mutanda no…ci sta una signora…

Gaetano  : addo sta…?’..ca veco sulo ‘na malafemmena  che sta pe’ murì…A te..zoccola…lievate ‘o suttanino…!!!

Maria      :  a. no, Gaetà no,… me metto scuorno….io so’ ‘na femmena onesta..!

Gaetano   : (guardando la donna con rimprovero ed ironia) onesta comme…?…nel senso ca pave ‘e diebbete……lievete ‘o suttanino,o sparo.. !!!

LA DONNA ESEGUE POI SI COPRE ALLA MEGLIO CON UN LENZUOLO

Gaetano :   e mo’..tutte e due sul letto abbracciati..!Quando vi troveranno muorte e fridde ..hanna vede tutte quante qua schifezza stavate facento…: sparati durante la purcaria!!. è Delitto di onore….!.Tengo le attenuanti …tre anni e ghiesco….

Gabriele :  …Delitto d’Onore..???’ Ma quello non esiste più da un pezzo……vi danno l’ergastolo… state certo…il delitto d’onore non  esiste più..!

Gaetano  :  ….come non esiste più….?

Gabriele  : non esiste da quindici anni almeno…mo’ il vostro è un omicidio come un altro..….anzi ci stanno pure le aggravanti generiche…’a lettera ..’a premeditazione.. è ergastolo…ergastolo sicuro...non vi conviene….

Maria      :  (accomodante come una mamma con il bambino)...Gaetà stai a sentì al Dottore che ha studiato…tu sei ignorante....puoi fare un guaio…dopo ti penti…..

Gaetano   : (pensa perplesso,poi….)…che m’aggia pentì…?!.l’Onore ‘e Gaetano Esposito vene primma ’e tutto...!!ergastolo o nonn’ergastolo io v’aggia magnà ‘o core…grandissimi schifuse…fatte ‘a croce Marì…pe’ te è fernuta…..!!

Maria        :..noooooo….!!

Gabriele   : no..vi supplico signor Gaetano..tengo quattro figli…

Gaetano  : e ce pensave pimma…mo ‘e a murì...!!!!

GAETANO INFEROCITO STA PER SPARARE……QUANDO….QUANDO …DRINNN…DRINNN…E’  L’IMPORTUNO CAMPANELLO ALLA PORTA DI INGRESSO…

Gaetano  : proprio mo..!!??

Maria  : ..Gesù,Giuseppe e Maria..pietà…Gaetà… questo è  un segnale del Signore….lo vedi, Gaetà...il Padreterno .ha mandato l’Arcangelo Gabriele e ti ha fermato la mano…!

Gabriele  : ha ragione la Signora ..l’Arcangelo Gabriele ha suonato il campanello ....è un segno del destino….

Gaetano  : non ci sperate…mo vado a vedere …mi libero e vengo a voi…

RESOSI CONTO CHE LA STANZA DA LETTO COMUNICA CON L’INGRESSO,REPENTINAMENTE COPRE I DUE AMANTI CON UN GROSSO PIUMONE COLORATO,LI IMBAVAGLIA ALLA MEGLIO, LI LEGA MANI E PIEDI ALLE SBARRE DEL LETTO E VA AD APRIRE….DALL’INGRESSO SI ODE LA VOCE DI ‘ONNA RAFILINA LA PORTIERA,UN DONNONE CIARLIERO E PETTEGOLO….

Rafilina   : (da fuori della stanza)..oh,finalmente ‘on Gaetà..….avite araputo..sto

                  bussanno ‘a mez’ora…è ‘na cosa urgenta….

Gaetano   : (sempre dall’ingresso) scusate il ritardo ...stavo ...con rispetto parlando

                   dentro al walter closo....(la donna entra d’impeto quasi travolgendolo) ..neh, ma dove  andate..uè…fermatevi..arò iate…??

Rafilina  : (che si è fermatolo al centro  della stanza da letto)…no..avita scusà..però parlammo cca perché giù  tenco la guardiola sola e devo vedere chi trase e chi jesce...L’amministratore ha detto così che dove sto sto .....devo controllare i cacchi di tutto il palazzo (difatti va alla finestra ed occhieggia giù)…permettete...

Gaetano  : prego ( comprensivo)...fate il dovere vostro....vuie site ‘a patrona ..ma….il fatto è ca tengo la casa un poco sopra e sotto...

Rafilina  : e nun ve mettite scuorno…stiamo tra di noie…pure si ce sta ‘o pucurillo di disortine..io non ci baco…e po’ è normale ..Dint’a ‘na casa quanno ‘a femmena nun se fira...nun se capisce chiù niente...Io .’o saccio..’o saccio ca ‘a Signora vosta sta bona malata…

Gaetano   : sta malata..? ma pecchè....‘o sapite pure vuie..?

Rafilina    : e comme !!!...scusate ‘on Gaetà...oggi che giorno è..?

Gaetano   :...lunedì...

Rafilina :  .Esatto....e quella la signora si ammala puntualmente ogni lunedì ..diciano verso le nove e mezza dieci  e subito..ma dopo che voi siete uscito si capisce.....chiamma ’o miereco...

Gaetano : ...ogni lunedì chiama ‘o Miereco..?

Rafilina  : Eh,si...senza meno.... comme. nunn’o sapite..? ..chillu bellu giovane.... elegante..alto alto ..’nu poco scucciaiello..cu’e lente..E pure stammatina l’aggio visto ‘e trasì.....comme se chiamma…? Ah,si….Dottor Porta…!

Gaetano  : ..D’Orta….!

Rafilina  : appunto…Insomma il dottore D’Orta è trasuto a quase ‘na bon’ora e poi non è uscito più…

Gaetano   : . da dove...?

Rafilina : uh Gesù....dal palazzo (ambigua)….E pure cca nunn’o veco…Va truove addò se ‘mpezzato…..neh,ma  pure ‘a signora vosta addo’ sta..…???

Gaetano  :  mia moglie sta nella vasca da bagno….

Rafilina    :  Ma comme ?….malata e bona dint' 'a vasca 'e bagno..??!

Gaetano   : eh…si chiamma idraulico terapia…una novità americana…tu tiene la freve e ti refreschi…quanto al Duttore ..se n'è ghiuto perché teneva altre visite di pressa sempre dentro al palazzo…

Rafilina  : overo…? e  addu’ chi ..? chi sta malato ?….faciteme sapè…

Gaetano : Rafilì ma che ne saccio…piuttosto…avete detto che è cosa urgente..parlate perché tengo che fa…

Rafilina  : neh..ma comm’è bello 'stu piumone….è Bassetti,ove…? …che bella fantasia….Ma ch’è seta..? comm’e lucente…!!..’o pozzo tuccà…??

Gaetano : Noo..!…(d’impeto)..stateve ferma…!!!..nun ma nunn’avita tuccà… perché..perché… quella mia moglie  a questo ci tiene assaie ..poi dice chi l’ha toccato chi  l’ha ‘nguacchiato…?

Rafilina  : e perché io po ve 'nguacchiavo ‘o piumome,..?..le mane le tenco pulite ..vetete…..annosate…so’ disinfettate…Stammatina aggio fatto la liscivia…

Gaetano  : e difatti..quella resta la puzza di "lascivia" sul piumone ..chi la sente a mia moglie …scusatemi tanto…Dunque 'Onna Rafilì a che dobbiamo il piacere…?

Rafilina   : (osservando curiosa il piumone)..neh, ma comm’è stu fatto …?…l’ho veduto.... il piumone si è movuto….!!

Gaetano :… no..e quello….quello…ecco : ci sta il mio cano sotto…Manuele…’o sapite. il cano lupo…è freddugliuso…addo vede ‘nu piumone piglia e ‘nce se ‘mpizza a sotto…Dunque..lassate stavo ‘o piumone..e o cano.. e veniamo a noi…avete detto che era cosa urgente…allora..?

Rafilina   : 'On Gaetà..non vi pigliate collera…questa è la terza ..…!

Gaetano  : la terza.!??..brutti vigliacchi (tra se)…e dicevano pure che non avevano fatto niente…ne ‘Onna Rafilì, ma voi comm’o sapite..? Niente niente ..stavate presente..?

Rafilina  : presente..? no…sta scritto qua…sopra alla busta..ecco vetete…Pretura di Napoli …Atti giudiziari…terzo avviso..!..On Gaetà…chisto è 'o sfratto…!’E’’a stessa carta che arrivaie sei mise fa e ‘a signora vosta chiagnienno chiagnienno m’a facette leggere..sissignore..E’ ‘o sfratto, sicuro..!Chilla chiaveca d’a patrona ‘e casa tanto che ha fatto,tanto che ha ditto.. ca pure è stato cacchia ‘e ve ne mannà….!!

Gaetano  : ma voi siete sicura..?

Rafilina  : ’Ncoppe cca.’o vedite… ce sta anco lo stampino..Sotto a Pretura di Napoli….liggite….Terzo avviso…è sfratto..!…Atto  esecutivo…!

Gaetano  : ..'o sfratto…!??!…Ehhh…..Ehhh (ridacchia)…Meno male….io mi pensavo che la cosa era già di dominio pubblico… a confronto…’o stratto è cosa 'e niente…

Rafilina  : ma comme..??…qua vi buttano in mezzo alla strada e voi dite che è cosa 'e niente….e dove ve ne andate ad abitare…?

Gaetano  : (tragico e sottintendendo)…a Poggioreale …!…Per mia moglie è la sistemazione definitiva…..a me invece basterà una sistemazione temporanea ..pure piccola..due metri per quattro….!!!...Mo ve ne dovete andà… donna Rafili…..tengo che ‘nu poco che fa…

Rafilina   :….Ma io no…..!!...’a signora vosta sta malata… ve sciacquo duie piatte

                  …non mi risparmiate. senza complimenti….vulite che ve stenno   

                  coccosa…???

Gaetano  : (brusco)..grazie assaie…ma cca nun tenimme niente a stennere…ja

                  ..’Onna Rafilì… (spingendola verso al porta)…antate..antate…!!!

Rafilina  : ….e che maniere….! …io ve vulevo fa ‘na cortesia…!

Gaetano  : e me l’avite fattta…. . jatevenne…..!!!

Rafilina  : (sull’arco della porta)...Don Gaetà...!

Gaetano :  ch’è..?

Rafilina .  :   io devo guardare i cacchi di tutto il palazzo...!!

USCITA LA DONNA GAETANO TORNA AD OCCUPARSI DEI DUE AMANTI.TIRA VIA IL COLPERTINO,IMPUGNA LA PISTOLA E AI DUE CHE LO GUARDANO TERRORIZZATI,MOSTRA NUOVAMENTE LA SUA FACCIA FEROCE DI VENDICATORE DELL’ONORE.

Gaetano  : e ora a noi…avete finito le preghiere..? siete pronti a murì..? io so’ pronto..( solleva il cane delle pistola)..chi aveva essere ‘o primmo..?

I DUE SI GUARDANO IMPAURITI CERCANDO DI INDICARE L’ALTRO COME PRIMA VITTIMA..

Gabriele   : . avevamo detto prima la Signora...

Gaetano   : …e nu poco ‘e dignità..che  Madonna.…comunque come se dice  a buordo durante il naufragio..”prima le donne e i bambini”…peccato Marì ca  te stai ‘mbarcanno pe’ l’Inferno…un Inferno specifico : chillo d’‘e Zoccole..(alza i cane dell’arma )..muori..!

MENTRE STA PER SPARARE..DRINNNNN…DRINNNN….DRINNNN….

E’ NUOVAMENTE  IL CAMPANELLO LA PORTA…

Gaetano  : Gesù..Giuseppe e Maria..e vedite si m’‘o fanno fa….!!

GAETANO MOLTO NERVOSO VA AD APRIRE DOPO AVER COPERTO I DUE  DRUDI.TORNA DOPO POCO SEGUITO DA UN TIPACCIO,TALE DON GENNARO MALAVIA,UN UOMO ROBUSTISSIMO E DAI MODI PIU’ CHE SPICCI.

Gennaro  : (entrando d’impeto per primo) col vostro permesso….

Gaetano  : (seguendolo)…per carità don Gennà... ..fate i fatti vostri…d’altra parte

                già state dentro…

Gennaro  : …e voi mi stavate chiudendo la porta in faccia…?

Gaetano  :.. p’ammore ‘e Dio,.. io a voi..?..sarà stata impressione ..il fatto è ché sto un poco soprapensiero perché tengo qualche problemino di famiglia…

Gennaro  : mi dispiace assaie..ad ogni modo io mi sbrigo in un attimo….Don Gaetà..voi lo sapete perché io sono qua..?…

Gaetano   : ( con la voce tremante)…fatemi indovinare..: una visita di cortesia…?

Gennaro  :  ah..ah..ah.bravo!!! (scherzoso gli fa il sganascino) siete di spirito…me fa piacere…vuol dire che state di buon umore e i problemini vostri sono cosarelle  che si risolvono molto facilmente (gli da uno schiaffetto)..bravo..!(diventando d’improvviso serio e minaccioso)…e comunque…Don Gaetà..... a me mi liquidate in un attimo…io come sono comparso così sparisco...a me mi liquidate subito.. il tempo di mettere una firmetta...

Gaetano  :   ...una firmetta…?? e perché devo firmare..? ci stanno novità..?

Gennaro  : e come se ci stanno..!…Oggi è lunedì…non vi dice niente questo...??...è.il ventuno…esattamente lunedì....

Gaetano    :  .....sapite pure vuie ‘o fatto d’o lunnedì..?

Gennaro  : ....qua fatto ...?

Gaetano  : . ‘o fatto d’o miereco...

Gennaro : no..ca nun ce stanno miedece..almeno per ora..dunque..don Gaetà....non divaghiamo..e non mi fate perdere tempo che dopo a voi tengo altre due visite.…Don Gaetà…alle corte....con tutt’oggi…state con quindici giorni di ritardo….e il ritardo costa..Mi sono spiegato..

Gaetano   : (con un filo di voce)…non troppo….

 

Gennaro  :  e mo mi spiego meglio..dovevate pagare il vostro debito con noi  il giorno sei del mese …sei milioni…!!..Sono passati quindici giorni..e noi stiamo ancora aspettando..nel frattempo per il disturbo...i milioni giustamente sono diventati sette…Che fate don Gaetà..pagate sull'unghia..oppure……

Gaetano  :   (fremendo).ma come....per quindici giorni…un milione di più….?!…e che siete il Monte dei Pegni..? Comunque io adesso non mi trovo comodo…anche perché lo stipendio lo piglio a fine mese....allora..state certo…avrete i vostri soldi..

Gennaro  : e noi nel frattempo aspettiamo per senza niente….?....e no..no…no…allora non avete capito con chi avete a che fare..Noi siamo peggio dell’Erario di Stato..ce sta ‘a mora..!

Gaetano  :     mora o  bionda ripeto…mo in contanti nun tengo una lira…!!!!!

Gennaro   : i contanti..? e che so ? Mo si usano poco…meglio i bancomat…’e carte ‘e credito…’e bonifico…’e cambialette…….eccola qua…..a vì la farfallina..… per pura combinazione ne tengo in tasca una …uh, che combinazione è già pure compilata…..ecco qua…un milione…a vostro nome : firmate..!!!…’On Gaetà,firmate….!!!!!

Gaetano   :   nun  tengo ‘a penna…

Gennaro  :  (porgendola)..state servito… firmate chiaro…e non tremate troppo che dopo non si legge….

Gaetano     :  ( firma)...va bene così..?

Gennaro  :   (controllando attentamente)…perfetto.!!...’On Gaetà..tutto a posto…ci vediamo il mese entrante e vi prego….nell’interesse vostro…fatevi trovare coperto….se no…che so…ai cani dicendo…vi può succedere qualche piccola disgrazia..per esempio.: voi camminate per i fatti vostri e vi cade una pianta in testa dal terzo piano ..alla pianta si rompe il vaso e a voi…. si rompono le corna…!!

Gaetano     : lo avete saputo pure voi..?.(demoralizzato)..e come lo  sapete…?

Gennaro  : così..pura premonizione…( si tocca il cappello)…Stateve buono ‘on Gaetà..ah…e riguardatevi….ESCE

Gaetano  : un milione per quindici giorni di ritardo..!!! E comme  Dio faccio….??

                  Un momento…io tra  quindici giorni sto a Poggioreale….che me ne fotte a me…sorde,diritti e interesse se venene a piglià ‘ngalera…voglio vedè comme fanno…Dunque..dove eravamo rimasti….?...ecco qua..( scoprendo i due concubini)…voi avete sentito..?Avete capito che saciccie ‘e mariule…Come…che dite..?

IL DOTTORE SI AGITA CERCANDO DI FAR CAPIRE CHE VUOLE ESSERE PRIVATO DEL BAVAGLIO

Gaetano    : che volete dire..l’ultimo desiderio..? ( lo libera dal bavaglio )

Gabriele  :. (tossisce..ansima,poi con un filo di voce)…coff..coff...signor ..coff….

                   Esposito…senza volere ho avuto la possibilità..sotto al piumone di ascoltare…delle vostre momentanee ..coff…coff..diciamo…difficoltà economiche…ora..vi volevo proporre…senza offesa..coff…coff…se siete d’accordo..ecco..io…vi darei la somma necessaria pagare quel signore…..quello della cambialetta..e voi..in cambio…a me e alla signora ci lasciate ..vivere….

ANCHE MARIA SI AGITA FORSENNATAMENTE E FA INTENDERE DI VOLER  ESSERE LIBARATA DAL BAVAGLIO E DI VOLER PARLARE..GAETANO DI MALAGRAZIA LIBERA ANCHE LEI….

Maria  :    coff..cofff…Gaetà…ti scongiuro….non ci ammazzare..il Dottore qua è tanto buono….ci vuole aiutare…paga lui i sette milioni…..e pure ..gli affitti arretrati..è vero Dottò..che ce li pagate..?…in fondo sono solo altri tre/quattro  milioni….accontentiamo la  padrona di casa .che pure tiene ragione …così…coff..coff..’a Pretura non ci da nemmeno più lo fratto.....…Dottò…voi pagate..è vero che pagate..?.(fa cenni di intesa strizzando gli occhi)

Gabriele   : si capisce..pago pure tutti i pigioni arretrarti….anzi..coff..senza offesa…se volete…ve ne anticipo pure altri tre….

    

Maria  :  sei..facciamo sei….!...Il Dottore è un vero Signore …e non gli costa assai…su…coff…Gaetà stai a sentire al Dottore D’Orta che è tanto buono e ci vuole aiutare…

Gaetano  : overo..?..e nel prezzo ci vogliamo mettere pure una diecina di buone sciammerie con te....chiamiamolo,ecco…un “abbonamento alla sciammeria”…che so… il dottore viene qua una volta alla settimana,                                                                                                         fotte con te,…..io dopo ci do  pure    la ricevuta fiscale e così i debiti ce li scontiamo a botta di corna…neh, ma vue duie fusseve asciute  pazze..?…l’onore va lavato  con il sangue..!!

 

DRINNN..DRINN…DRINN..LA PORTA… SONO TANINO E GEPPINO I RAGAZZI DEL BAR DELL’ITALSIDER CHE RECANO UN’IMBASCIATA..: GAETANO È CHIAMATO DI GRANDE  URGENZA ALLA DIREZIONE  DELL’AZIENDA….TANINO E GEPPINO SONO DUE SCEM,ORRORE E POLIZIESCHI..SEMPRE CON LA TESTA TRA LE   NUVOLE SOGNANO AZIONI ED AVVENTURE MISTERIOSE.GAETANO NEL FRATTEMPO HA RICOPERTO I DUE CONCUBINI.

Tanino       : (cacciando dentro solo la testa con un vistoso paio di occhiali scuri e   

                    con aria furtiva)…Siamo soli..?..Stiamo sicuri..?

Geppino     :..(in tranch da detective pe sott’o muro) .. ce stessero Alieni  in giro..?

Gaetano  : guagliù..qua alieni ..tengo cierti alieni ca m'abballano pe' cervelle…Che vulite..??...parlate e ghiatevenne…(a Tanino che si guarda in giro e tocca con fare da indagatore) Tanì, nun tuccà..e ti ho pregato..... parlate e po’ jatevenne..!

Tanino    :..(con fare misterioso) Don Gaetà..ascoltate bene perché non posso ripetere :… ventiquattro barra cento e uno…dodici… due punti ..mille e tre sotto zero..!

Gaetano  : Tanì furniscila si no ti ciacco,.!!!…che so 'sti strunzate…?

Geppino   :   strunzate..? On Gaetà…questo è un messaggio in codice..dobbiamo essere cauti…il nemico ci ascolta…avete guardato dentro all'armadio..? sotto al letto..e sotto a questo piumotto..? 

Gaetano  : statte fermo..nun tuccà 'o piumotto..fermo..!

Tanino     : il piumotto si è mosso..!

Gaetano   : ce sta ‘o cane mio ‘a sotto…

Tanino  :   ‘o cane..??!!..e non’è che ci sta qualche alieno…no, perché questi alieni sono furbissimi, astutissimi..eh, ma  a noi no nci fanno..nuie simmo chiù astutissimo 'e lloro..!!Don Gaetà…ventiquattro barra cento e uno…dodici… due punti ..mille e tre sotto zero..!  Avete capito..? Geppì..addo sta ‘o messaggio..?

Geppino   : Il messaggio scritto l’ho ingoiato io per non farlo cadere nelle mani del nemico…!

Gaetano  : uh, Maronna ce vulevano  pure ‘e duie  figlie scieme ‘e James Bond..! Tanì,Geppì per la matosca diteme ch’è succieso si no ve squaglio dint'’a varricchina..!

Tanino    :  no..dint’a varricchina no…!..parliamo..cediamo alle torture..’On Gaetà..dovete correre subito alla Direzione dell’Italsider…hanno detto di andare mo mo’..cose gravi..urgentissime..drammatiche……

Geppino    :....chi sa..?..forse una Guerra batteriologica…!

Gaetano  :  (stringendo per il collo)…..Geppì.....!!!

Geppino      : ahhh.aiuto…!…e va bene parliamo..…parla tu Tanì...

Tanino      :.....ecco..vi ha mandato a chiamare il Dottor Muselli dell’Ufficio               

                  Personale…chesta è ‘a cartulina…pare che ci stanno delle casse

                  integrate  con dei  licenziamenti in corso ..

Geppino   : e voi state nella lista..

Gaetano  : ..pure..!!!  E io mo’ comme faccio .?.a chiste  ca comme ‘e lascio…?

                 (pensa e ripensa freneticamente..guarda a lungo i ragazzi e gli viene

                   un’idea) Tonì..vuie fusseve capace ‘e fa un’azione eroica per il bene

                  del Paese..?

Tanino  : . nuie ?..Nuie simme meglio ‘e Dylan Dog…!!!  l’azione eroiche ce magnammo comm’e zeppulelle ...Dite,’on Gaetà…...dite….’e che se tratta..??…Ufo…??..Mostri…?..Vampiri…?..Spie segrete..?

Geppino  : ...Qualsi cosa, Super Tanino e Super Geppino  a disposizione…!!!

Gaetano  : bene..!..Allora guagliù..attenzione (con fare solenne e mistico)…io  vi nomino super eroi e agenti secreti: dunque ecco qua..!(scopre i due sotto al piumone)..’e vidite a chisti duie..?

Tanino    : Uh..’a signora Maria co suttanino e ‘nu signore in mutante dinto ‘ o lietto vuosto…!!!!

Geppino    :....Don Gaetà ..io nun me vulesse sbaglia ma fino a prova contraria .....cheste so’ corna…!!

Gaetano  : apparentemente..in realtà..mia moglie nome in codice Super Zoccola 2002 (si guarda intorno furtivo)..in realtà questa donna  è una spia dei Talebani..!! e chistu cca ..nome in codice Agente 71….

Tanino   : ….l’omme ‘e merda…!!!!

Gaetano  : appunto…chisto è ‘o frate cucino ‘e Bin Laden....Insomma Super Zoccola si era incontrata cu Omme ‘e Merda pe’ ce da ‘a posizione de’ saittelle ‘e Napule…scopo attentati…

Tanino     : uh che figlie ‘e cantere….!!!

Gaetano  : allora Tanì…Geppì vi consegno i due spioni..cca sta ‘a pistola..stateve accorto ca è carica..vado da Muselli… poi passo per la CIA e ‘e faccio correre cca…tu nunn’e perdere e vista per nessun motivo e se fanno ‘nu muvimento ..Tanì spara..spara..senza pieta..!! ne va del mio onore..

Tanino    :  pe’ mezza d’ ‘e saittelle..’..?

Gaetano  : esatto…Tanì,si è coccosa ..spara..!…Spara senza pietà….ESCE

Geppino  :  ( brandendo na mazza ‘e scopa)..grandissimi scurnacchiate….vuliveve fa zumpà Napule pe’ l’aria..ma avite fatto palla corta..con super Geppino ve facite ‘nculo..passate a dint’o lietto  a Sing Sing..!

Tanino  : ...(alla donna che cerca disperatamente di parlare e di farsi togliere il bavaglio)…nun vuo’ ì ‘ngalera eh,spiò..!?..tu me vulisseve arravuglià a me..? ma io non ci casco…Comme..?..Che staie dicenno brutta Talebàna..??..Come..??? non capisco…aspè.. (Le toglie il bavaglio e le mette la pistola sotto il naso)..e parla chiaro..!..

Maria     : Tanì, a signora…nun è overo…maritemo è asciuto pazzo…ha trovato ‘o Duttore che me ste visitanno e  pe’ n’accesso ‘e gelusia ci ha attaccate annure a tutt’e duie cca ‘ncoppa…..E’ ‘mpazzuto..t’o giuro..è pazzo..!!! sciugliece, Tanì..…sciugliece primma ca torna maritemo….

Tanino    : così io fesso fesso vi scioglio e vuie chiammate ‘o Mullàh Omar Sivori ca me fa aglio e uoglio..!

ANCHE IL DOTTORE CERCA DI PARLARE….

Maria     : …Tanì..fa ‘o bravo….libera ‘o Duttore  (Tanino esegue)

Gabriele    : coff…ma quale Sivori e Altafini…??Coff..coff……noi siamo vittime di una congiura..di una lettera anonima che ci inchioda….di un complotto di circostanze.. che congiura..!

Tanino     : ovvì ca ce sta ‘a lettera anonima....’a cungiura…’o cumplotto…!!!

Maria       : Gabriè, statte zitto tu ca faie peggio cu ‘stu parlà difficile…. mo me lo vedo io…Tonì,a Signora…tu a me me saie…io so’ a  signora Maria, chella ca quanno veneva dinto ‘o barriciello tuoio tu te pigliave sempe ‘o passaggiello..te ricuorde..?..T’o ricuorde ‘o passaggiello ...??

Gabriele  : uh, brutta zoccolona …..e tu ti facevi toccare da un garzone..?

Tanino  :   prego....io toccavo solo per perquisizione ..per vedere si ‘a signora teneva ‘na bomba dint’o reggipetto…(con cadenza ebete)

Geppino  :....e chille puteva pure zumpà ‘o Bar pe’ llaria..!

Maria    :  e va buò ca tengo ‘e bombe dint’o reggipetto..ma addirittura fa zumpà ‘o Bar pe’ ll’aria..comunque, Tanì ‘a signora…comm’è stato è stato..mo fa ambressa.. scuogliece primma ca torna maritemo e c’accide…

Tanino  :   super Tanino non tradisce la consegna…avita aspettà ‘o Boss…!!!

Gabriele  : Guagliò…ubbidisci …si no io ti mando in galera per complicità in omicidio…

Geppino    :    ah..facite pure ‘o ‘nfinfero ??..e io mo vi abbavaglio e po’ v’o vedite direttamente  cu’ Bush e cu’ ‘e Marines Americane……

Gabriele  :   Uh Maronna…!!!!

DRINNNN..DRINNNN…..L’ENNESIMA SUONATA DI PORTA…!!!

Maria    : ancora..?…hanno pigliate ‘a casa mia p’a Galleria…

Gabriele  : Marì..chi è è….cerchiamo aiuto….

Tanino  : a chi..?…io mo vi commoglio comme  a prima..

Maria     :…. e nuie alluccammo…..!!

Gabriele : giovanòtti… se ci aiutate io vi regalo una bella centomila lire

Geppino  : (minacciando con il revolver) super Tanino e super Geppino non tradiscono la consegna…Avante… aizateve e cammenate dint’‘o cesso…!

Gabriele  : no…..dint’ ‘o cesso no..!!!

Tanino     :      avante..!!….ca si no sparo….e badate ca io sparo….

Maria         : (a Gabriele) Gabriè…..chisto so tutte scieme   …chisto sparano overo  ..!.....senti a me….obbediamo….

Geppino       : guè…e zitte sa..!!

I DUE SALTELLANDO PERCHE’ LEGATI SI AVVIANO VERSO IL GABINETTO DOVE TANINO E GEPPINO PROVVEDONO  A RINCHIUDERLI.POI IL RAGAZZI VANNO AD APRIRE. TORNANO SEGUITI DOPO POCO DA CONCETTA L’ANZIANA MADRE DI GAETANO E DALLA FIGLIOLA DELLO STESSO,SISINA UNA MONELLA DI QUINDICI SEDICI ANNI CHE HA POCO PRIMA PRELEVATO FUORI ALL’ISTITUTO MAGISTRALE.

Concetta  : Maronna e che stanchezza ..sti tre piane ‘e scale nun ‘e mantengo chiù….…faciteme assettà.. ‘e gamme..Maronna mia… ‘e gamme…!!

Sisina       : (a Taniello)..guè…. ca ce stanno pure ’e duie scieme  neh, ‘e ’o siè..e tu che facite cca…?..uh Gesù..e che d’è chella pistola..?

Tanino    :   stiamo in missione segreta…

Geppino  :   ...ma nun facite domande ca nun putimmo parlà…

Concetta  : no….chesta è proprio ‘a jurnata de’ pazze,..ce mancava pure chist’ati duie …Taniè…addo sta mia nuora….?…comm’è ca state sulo vuie ca ‘ncoppa..?…e figlieme..?..e ‘a pistola..?

Sisina     : ‘a Nò..faie una domanda alla volta pecchè chisti duie tenene ‘a cervella comme l’entrata d’‘a grotta azzurra..!

Geppino    : (vanitoso)….troppa bella..?

Sisina     : no….. troppa stretta…ce trase ‘na cosa ‘a vota..!

Concetta  : e allora Taniè…rispunne ‘a Signora…mia nuora…?

Tanino    : ‘Onna Maria ‘a Talebana…

Sisina        : ..comme…?!!??….

Geppino    : …..‘a Cummara ‘e Bin Laden…..

Concetta  : ….ma che dice…?

Tanino  : eh..isso e essa …stevano facenno zumpà  tutte ‘e saittelle ‘e Napule…nun pozzo dicere di più……sicreto di stato..

Geppino     : ’o figlio vuosto ha parlato cu’ Bush e sape tutto.’o fatto…

Concetta :  …. Gaetano ha parlato cu’ Bush..? e quanno…?? Chillu figlio mio fa ‘e cose sempe ‘e nascosto…’na vota tanto ca ce puteva fa cunoscere a uno importante…e quanto me piecesse a me di antare alla Casa Bianca.....a fa doie chiacchiere cu a’a mugliera ‘e Bush..

Sisina       :  ‘a No’..ma che si scema pure tu..?..stai a sentì a ‘stu deficiente…

Tanino      :   …bada come parli ca deficiente sarraie tu..Pippa Calzelunghe…!!! Io songo ‘o frate cucino ‘e  Dylan Dog…….

SI ODONO COLPI RIPETUTI ALLE PARETI..SONO I DUE AMANTI CHE PICCHIANO AI MURI PER FARSI SALVARE…

Sisina     :  ..ma ch’e stato neh…???

Tanino  : ve l’aggiu ditto….ce sta ‘nu Talebane dint’o bagno…

Concetta  :  ‘nu….che..? uno  Tale e Quale..?

GAETANO RIENTRA TRAFELATO DALLA SUA COMMISSIONE..VEDE CON DISAPPUNTO CHE IN CASA CI SONO ALTRE PERSONE CUI VOLENTE O NOLENTE DEVE UNA SPIEGAZIONE ED IL MOMENTO NON E’ PROPRIO ADATTO ..

 

Gaetano    :... mammà......Sisì....

BACIA LA MADRE MENTRE SISINA A SUA VOLTA GLI DA UN BACINO

Concetta : neh, Gaetà figliu mio...ma che sta dicenno chisti guaglione  ..?...ca tu  tiene a ‘nu Talebano dint’o bagno..?

Gaetano  : no..quà Talebano..? chillo ‘o racazzo non si è saputo spiecare..voleva dire che ...che..... ( SI ILLUMINA E SPIEGA LUI ) ecco...si ..ca ..ce sta ‘o Tubista dint’o gabinetto ca ce sta aggiustando la frecale….

Concetta : ....e tua moglie..? sta chiusa dint’ ‘o cesso cu’ isso…?

Tanino  :    se capisce.....

Geppino  : ’a Signora ce sta cuntrullanno ‘o tubo…!

Gaetano  : (dopo averlo guardato storto)…già….’o saie comme so ‘sti tubiste, mammà..si nun te guarde ’e fatte tuoie…te fottono..e po’ si nun ‘e dai n’ucchio,..e minacce...chille ..se ne fuiene ....senza accuncià…!!!

Concetta   : nientemeno mo’ce vo stu poco cu ‘nu Tubista ..?..Na vota quanno se chiamavano Stagnare accunciavano ambressa  e se pigliavano tre sorde..

Sisina :.’a no’ tu si rimasta ancora ’o Stagnaro..?...oggi l’idrauliche è un professionista..cammina cu l’assistente appresso e va a tariffa oraria comme a ‘nu  Tassì....

Concetta  . Gesù Giuseppe e Maria ..Sisì....e quanta cosa ca so’ asciute...... !!!

Gaetano  : già….…comunque Tanì..Geppì il vostro compito oramai è finito..la missione è risolta…’e saittelle ‘e Napule so’ salve..’o Tubista ha quase fernuto… ..e ve ne potete pure scennere….non abbasto a ringraziarvi… Tanì.....damme ‘a pistola..!

Tanino  : (porgendo la pistola) …preche….!!

Concetta  : ma comme c’è data na’ pistola overa mano a stu’ cretino..?

Gaetano  :…(mentendo)….chella è faveza,….spara sulo ‘e ferdinande…Tanì grazie ancora e statte buono…

 Geppino   : (ritirandosi..) quanno ve serveno  duie  ‘nu Super Eroi chiammatece….non ci risparmiate…perché ....Tanino e Geppino comme Starch e Huschy arrivano  e salvano  ‘a Città..!!! .ESCONO.

TUTTI LO GUARDANO USCIRE PIU’ CHE PERPLESSI DAI LORO  ATTEGGIAMENTI FOLLI...

MENTRE CONCETTA SI SIEDE E SISINA SI TOGLIE IL GIUBOTTO SI ODONO  DEI COLPI SORDI PROVENIRE DALLE PARETI DEL BAGNO…

Concetta  : neh, ma che so’ ‘sti trunate..?

Gaetano  : niente….è sempe ‘o tubista dentro ‘o bagno…te l’ho detto…sta facenne l’impianto frecale..si nun scassa nun po’ accuncià…comunque mo’ vado di la  e gli dico di non disturbà…..

Sisina     : papà vado io ....ce lo dico io....così saluto pure a mammà...

Gaetano  : ...No...!!!!!!!! Ferma...!! nin te movere ‘a ccà..!! Vado io...

Sisina      :  ma pecchè papà..??

Gaetano : l’impiante frecale so’ cose pericolose ..’e tube..’o chiummo..’a fiamma ossidrica..m’o vech’io...Vuie nun ve munite ‘a cca...            ESCE

Concetta  : io a patete manco ‘o veco buono

ESCE DOPO POCO SI ODONO DEI COLPI E DEI GEMITI COMME SE QUALCUNO STESSE ABBUSCANDO PESANTEMENTE..SCENA A SOGGETTO DI NONNA E NIPOTE CHE SI GUARDANO E GESTICOLANO INTERROGATIVAMENTE…DOPO UN ATTIMO RIENTRA GAETANO UN POCO  SPETTINATO ED ANSIMANTE…

Sisina    :    papà  ma ch’è fatto..? ‘e vattuto ‘o tubista…?

Gaetano : vattuto..mo’..l’ho consigliato solo di scassare piano piano  : e dunque mammà a che dobbiamo l’onore…?..comme maie sei sagliuta sopra..?

Concetta  : niente….se tratta d’a piccerella….Sisina..ha vuluto essere fatta cumpagnia…ce sta ‘na pestella….

Gaetano  : …aggiu capito…..n’atu tre in matematica..!!!!

Sisina.  : . ma quando mai ….(vanitosa ) in matematica tengo quatto..!

Gaetano :    …meno male e  …allora..?

Concetta  : niente..è cosa ‘e niente…ma tua moglie nun po’ venì ‘nu mumento a chesta parte.…?Chella è chiù cosa ‘e femmene….

Sisina      :   si, papà…..è meglio ca ce stesse pure mammà….

Gaetano  :… e non è possibile..non insistete…. Maria adda sta dint’ ‘o cesso appriesso ‘o Tubista…!

Concetta  : …che casa scumbinata..!!…e comunque…veniamo a noi…Gaetà..tu ‘o saie ‘a Peppino ‘o guaglione d’o carruzziere cca sotto…’…insomma ‘o ‘nammuratiello ‘e Sisina…

Sisina      :…..il mio boy friend…!

Gaetano : ….e allora……???!!

Concetta  : ecco..qua…’e guagliune se vonno assaie bene..e comme è naturale..se vulessero  spusa’…

Gaetano..: e se sposano, se capisce…..solo ca primma Sisina si deve diplomare maestrina…e Peppino s’adda arapì ‘na puteca tutta da soia…

Concetta  : Gaetà..tu non hai capito..i ragazzi se vonno spusà…ambressa….!

Gaetano  : …e certo..appena possibile….quando sarà il momento si sposano..

Concetta..: no,Gaetà..tu non hai capito buono (fa il cenno di un pancione) guardame  a me....guarada ’a mano...i ragazzi s’hanna spusà..!!!

Gaetano  :….no…!

Concetta  :…si…!

GAETANO CROLLA DISTRUTTO DALLA RIVELAZIONE SULLA SEDIA PIU’ VICINA..

Gaetano   : e comm’è stato…?

Sisina  : papà devi sapere ca io e Peppeniello ci amiamo alla follia da più di tre anni..meglio di Rigge e di Tailor…un amore assoluto..totale….guè tu devi ringraziare a Dio che il fatto è successo solo adesso…

Gaetano  : (con gli occhi al Cielo)…overo..?..e grazie..!..Signore Iddio,’o sa,..io ti ringrazio..veramente di cuore…non ti dovevi disturbare..qua se non era per Te …tre anni fa ….facevano Comunione, Cresima Matrimonio e Battesimo tutta una funzione….!!!

Concetta : insomma Gaetà oramai la cosa è andata..i ragazzi si devono sposare massimo tra un paio di mesi…la Famiglia di lui è tanto brava gente…e sono già d’accordo che se li pigliano in casa…solo che per la verità…non tengono una lira….

Gaetano  : loro……

Sisina   :  insomma Papi..per le prime spese ci dovresti aiutare tu…e noi in cambio quando nasce il bambino lo chiamiamo Gaetaniello..Gaetaniello Esposito…comme a te…..comm’ ‘o nonnariello suoio……insomma ti facciamo questo grande onore …sei contento..?

Gaetano  : comme…..non sto dentro ai panni!!..e famme sentì..quanto ce vulesse pe’ me fa avè chistu … “ grande onore ? ”

Concetta  : poco Gaetà..’na sciocchezza….lo stretto necessario….tra Cerimonia, Funzione e un poco di Mobilia ..diciamo una ventina di  milioni..

Sisina      : diciamo una trentina..no, perchè  un viaggetto di nozze alle Maldive non ce lo dobbiamo fare…?

Gaetano  : e ci’ lo vulessimo perdere…??!!..E va bene..oramai si ‘a frittata è fatta mo cela dobbiamo mangiare..’nzipeda o salata…comm’è è….E mo che mi avete data la bella notizia…fatemi il piacere di lasciarmi ‘nu poco sulo…devo controllare il tubista…’o sapite comme so’ sti Tubiste…scassano loro e po’ te diceno che hanno accunciato…jate…jate…e te (a Sisina) oggie rieste a mangià adda Nonna..stammo senz’acqua….…

Sisina  :  (indossando il giubbotto)..a Nò..non mi pare che papà  l’ha presa tanto male…

Concetta  : è vero..? …ma pateto è uomo di mondo....ha stutiato….non per niente l’hanno  fatto saldatore all’ITALSIDER….

Sisina  : io me pensavo peggio ..chillo è stato sempe accussì geluso..cu me.. cu mammà…’a verità…ero sicuro ca quando sapeva ‘o fatto m’accedeva…

Concetta  : esagerata…E oggie mica s’accide chiù per l’onore..(Gaetano si accosta e distrattamente origlia quello che dice la madre)…oggie ci vuole una mentalità aperta..moderna…oggie l’unico onore vero so’ chisti cca (fa il noto gesto del danaro)…per esempio….na guagliona fa ‘o nguacchio..? l’unica cosa che importa overo è ‘a posizione economica d’o ‘nguacchiatore…nu marito s’appicceca cu a mugliera..?…so’ corna..?’nu buono  fotografo..duie scatte e nun se pavano l’alimente…ato che delitto d’onore..o’sanghe..’a galera…’e lacrime ..’e catene…

Sisina    :  ‘a Nò..ma tu overo si forte..si proprio super moderna…

Concetta  : nennè..io si nunn’era pe’ chesti cosce ‘o sabato venevo cu te a balla l’ARRAPE  DANCE..!!!…

ESCONO MUOVENDO QUALCHE PASSO DI DANZA MODERNA…

GAETANO E’ RIMASTO SOLO ..SOLO CON I SUOI PENSIERI..CON I SUOI GRANDI PROBLEMI…CON LE SUE GELOSIE…CON I SUOI DUBBI…POI  I RAGIONAMENTI DELLA MADRE LO HANNO FINITO DI RINCOGLIONIRE..CERCA DI FARE IL PUNTO DELLA SITUAZIONE

Gaetano  :  dunque…ricapitolando….vediamo se mi ricordo tutto…in ordine di   

                   accadimento…nun me vulesse scurdà quacche guaio ..dunque….

-- muglierema Maria me fa ‘e corna….

-- ‘o padrone ‘e casa m’ha sfrattato e adda avè pure ‘nu sacco ‘e sorde arretrate…..

-- ‘e cammurriste vonno arreto ‘e sorde lloro con gli interessi…

-- ‘a Fabbrica ‘e L’Italsider m’ha miso a cassa integrale con minimo  di stipendio…

-- mia figlia Sisina è incinta ‘e uno ca nun tene ‘na fetente ‘e lira…

-- di conseguente ‘nce vonno vinte..no ‘e chiù... trenta meliune po’ matrimonio…ossia trenta   meliune a morte ‘e subbeto…

Ecco..pare ca nun me so scurdato niente….Madonna.. io nun ce capisco chiù un cacchio….s’è arravugliata tutta ‘a matassa… eppure.. quanno ho scoperto il fatto di Maria  m’ero fatto i conti tanto bello..avevo fatto tutto il programma preciso  ….ho detto…” mo’ accido a essa e all’amante.”..delitto d’onore…vado a Poggioreale cinque sei anni e mi levo davanti pure qualche scassa ‘mbrello di debitore…Eh, ma mo’ stu fatto d’a piccerella ..mo’ adda nascere ‘a criatura…sono un nonno….e ‘nu nonno tiene dei doveri...nun po’ essere n’assassino…che dicene ‘a Gente..” Guardate…Povera anema ‘e Dio…’a mamma è ‘na zoccola ..’o nonno è n’assassino…’a Nonna morta accisa..!…e non sta bene..”…

SI ODONO ANCORA COLPI ALLE PARETI….

Gaetano  : silenzio..sto ragionando..!!

DAL BAGNO LA VOCE DI MARIA CHE E’ RIUSCITA A LIBERARSI LA BOCCA DAL BAVAGLIO…

Maria   :   Gaetà…ti scongiuro…sciugliece…pietà…!..Gaetà…siente…’o Duttore te vo’ parlà..è cosa importante…vienece a piglià....

Gaetano  : uffa… e va buò..tanto ‘e pozzo sempe sparà doppo sentuto…

ESCE E DOPO POCO RIENTRA SORREGGENDO I DUE AMANTI ANCORA PARZIALMENTE LEGATI.APPENA NELLA STANZA TOGLIE IL BAVAGLIO ANCHE ALL’UOMO.

Gabriele  :..grazie stavo soffocando…coff..coff…io tengo il cuore debole..un altro poco lla dentro e mi veniva veramente un infarto..il bavaglio stretto..la paura…il rimorso…la puzza…

Maria   : ‘a proposito..Gaetà noi veramente dobbiamo chiamare un tubista,…lla dinto starrà ‘ frecale bona appilata…

Gaetano  : sono frecali che non ti riguardano più..tu ‘e a murì ‘nzieme a chist’ato..…dunque…il Dottore ha detto che voleva esprimere l’ultimo desiderio…parlate..una sigaretta…’nu bicchierino..?

Gabriele   : non mi uccidete…la dentro io e la signora abbiamo sentito tutto…tra poco siete nonni….congratulazioni..!

Gaetano   : grazie….e allora…dite che non tengo tempo da perdere (controllando con cura e falsa indifferenza il caricatore dell’arma)…

Maria  :     Gaetà..non fare lo scostumato.un poco di maniera ...il dottore qua ti stava facendo i complimenti per il lieto evento Oddio..io non sto più nei panni..ma ci pensi..ci pensi..??...la nostra bambina che avrà una creatura.,.saremo nonni..!!!

Gabriele      : ancora auguri...

Gaetano      : ancora grazie.....

Maria  :      Gaetà...Sisina e Gigino se vonno bene veramente ..primma o doppo doveva succedere ..Meglio adesso..così li aiutiamo..i primi tempi stanno con noi..Io do a mangiare alla creatura,poi la vesto..dopo tu tanto bello la porti all’Asilo..so’ soddisfazioni...

Gaetano  : Ha fatto già ‘o Film Luce..Marì ma non lo vuoi capire che sono soddisfazioni che non ti attoccano..Tu alla creatura al massimo la puoi vedere dall’altro mondo perché è là che ti devo mandare

Maria         : .... Gaetà...

Gabriele  :  ( intervenendo) signor Gaetano (deglutisce)....in fondo non è successo proprio niente…..”la cosa sporca ”…diciamo …il “fatto”…non è accaduto……il “delitto”… non è stato consumato…Certo io alla signora vostra la avevo per un attimo..ma solo per un attimo....come dire… desiderata..non lo nego…ma  che vuol dire..?...questo vi deve solo inorgoglire..perché..come dire..io…un dottore ..avevo trovato bella e desiderabile una zan…cioè .una vajas....cioè…..la vostra hem.hem..signora..insomma per voi è come fosse stato un complimento…come dire…ecco…un devoto omaggio alla vostra fortuna e al vostro buon  gusto nello scegliere al Signora Maria come sposa…..

Gaetano   : dottò…ma che state accucchianno…?…mo me vulisseme fa credere che mi stavate facendo un grande onore…voi a me l’onore fino a prova contraria me lo stavate togliendo….

Maria     : Gaetà non interrompere ..quello il Dottore poi non si ricorda più….a questo non oramai ci funziona niente..fa sulo fummo…

Gabriele  :   signora Maria  ..non rivoltate il coltello nella piaga…il fatto , caro signor Gaetano che..che che io sono al momento…..come dire ..sono un po’…ecco…diciamo….un po’ giù di tono……ammosciato….

Gaetano   : ma che significa….?....che volete dire.?....ammosciato come..

Maria       : ......che è impotente…!

Gaetano :... impotente..?Ma se voi prima stavate arravogliato addosso alla mia signora..vi ho beccati io che stavate facendo la schifezza..!!!

Maria      :....lui stava tentando..lontanamente..ove mai.....possibilmente.....ma nun s’accucchiava niente pecchè chistu  ccà Gaetà..nunn’è buono..!!

Gaetano  : ( a lui)  e ghiate facenno ‘e figure ‘e merda ‘ncopp’e case da gente…??!

Gabriele  :  beh…c’è sempre la speranza di guarire..voi mi capite…magari con una bella donna..e vostra moglie devo dire che si è rivelata ..come dire..una buona operatice..come dire una buona terapista ...come dire..

Gaetano :  ... ‘na bona zoccola...!!

Maria       : Dottò..e non deviate il discorso…parlate di quel fatto la…

Gabriele  :  già….ecco signor Gaetano..io non per offendere...ecco ma giusto per riparare al disturbo ..al fastidio che ho arrecato alla vostra casa….ecco  per riparare..all’equivoco… io vi offro un  piccolo risarcimento..con tutto il cuore….si..ecco…io….vi offro…..duecento milioni…!

Gaetano  :  ….duecento milioni…?!…

Gabriele   :  si..duecento….! ..uno sull’altro..in contanti..Telefono mo mo alla mia Banca e ve li faccio portare fino a qua…

Gaetano  : ( confuso)….ma il mio onore…la mia reputazione….

Maria     :   Gaetà  ….e l’ha detto pure tua madre che è ‘na femmenona esperta..e saggia…Gaetà, tua madre..e che femmena….e che capa…!!

Gaetano     : ma se tu ‘a mammà non l’hai mai potuta alleggerire..!!??

Maria     :  quando mai..era solo gelosia di femmina..tu eri d’o mio..ed io  era gelosa della sua ...come dire “ trasiticceria..!…e comunque…..non mi distrarre…dicevo così.. l’onore overo oggi so’ ‘e pesielle…..’a reputazione te la danno o te la tolgono a secondo che paghi i debiti….tieni la casa al mare…la macchina fuoriserie..e ti compri un sacco di cose belle..Aità…’o rieste so’ tutte chiacchiere..

Gabriele  :  …( rivestendosi) ..giusto..allora Don Gaetà…….posso telefonare….?

Gaetano  : …(confuso)….ma che state dicendo..?…il mio onore…il mio nome onorato  dove andrà a finire…?

Gabriele  :  andrà a finire in mezzo a una strada insieme  a voi quando sarete  senza una lira…..fallito e pure disoccupato…

Maria    : ( pettinandosi rivestita) e cu ‘a merda fino a quà pure con i consuoceri….

Gaetano  :  …già……..Avete detto ….duecento milioni..?

Gabriele   : …si….

Gaetano   : e m’è portano fino a qua…???

Gabriele  : sono azionista della Banca Sannitica…i soldi stanno qua tra dieci minuti….mi basta una telefonata…

DRINNNNN..DRINNNN...ANCORA IL CAMPANELLO ALL’INGRESSO...

Gaetano  : niente..non c’è pace..( alla moglie) ....Arape.....va vide chi è..

MARIA VA AD APRIRE E TORNA SEGUITA DA RAFILINA CHE ANNUNCIA UNA ELEGANTISSIMA SIGNORA,LA MARCHESA ITALIA NAVARRA TANTELLA , ‘A PADRONA ‘E CASA..

 Rafilina : ..la Marchesa Italia Navarra Tantella..! ‘A padrona ‘e casa...!!!!

Tutti  : ...buongiorno....

Italia    :.(con un forte r moscia) buongiorno un piffero...!!..è piuttosto per educazione che vi dico “.salute a tutti..!”  Buongiorno no ..buongiorno no,perchè per voi questo ve lo assicuro sull’anima dei mie Antenati Crociati...è un giorno pessimo...un giorno da ricordare....!!!

Gaetano  : ...nooooo....e perché....?

Italia      : perché tengo i facchini abbasso per il vostro trasloco....So che stamattina avete avuto la terza notifica di sfratto esecutivo...e mo ve ne dovete andare.....adesso adesso....subito.!!!...primma ‘e mo’...!!! e vedete se non lo fò...s’adda perdere ‘o nomme dei miei Antenati Crociati...!!!!!

GAETANO DISTRUTTO E’ CADUTO A SEDERE SU DI UNA SEGGIOLA POSTA AL CENTRO SCENA..DA QUESTO MOMENTO E SINO AL FINALE NON PARLERA’ PIU’ PERCHE’  CON LE MANI SUL VISO E’ ORAMAI CHIUSO NEI SUOI PENSIERI DISPERATI...UNICA REAZIONE SARA’ QUELLA DI ATTEGGIARE IL VISO A SECONDA DEI DIALOGHI CHE SI SVOLGONO INTORNO A LUI

Maria    : neh,marchè...ma che maniera è questa...mica v’avimmo arrubato...

Gabriele : è vero...non si fa così..per quanto moroso.. i signori Esposito...

Italia : ..stia zitto lei..che si intromette..chi è..?

Gabriele :... onoratissimo...dottor Porta...

Maria : .....D’Orta...è il nostro medico di famiglia...

Rafilina.:..Uh..o’ vì ccanno ‘o vì addò s’era ‘mpezzato ‘o Duttore..e io ca l’aggio juto cercanno pe’ tutto ‘o palazzo....(maliziosa) e lui “invece” stava ancora qua dentro..!!!

Gabriele  :.(piccato) ..... i signori Esposito..se vogliono (guardando con intenzione Gaetano)  se vogliono dico.....sono ancora solvibili  (Gaetano lo fissa impassibile)..basta che pagano il debito...

Italia     : troppo tardi..Oramai ...“Alea jacta est ” .....come disse varcando il Rubicondo..... il grande Aginulfo uno dei miei....

Tutti  :  ....antenati Crociati...!

Italia   :  ...esatto...! dicevo  questo è il terzo sfratto esecutivo che vi manda il Tribunale.C’è la sentenza....e con la sentenza non si pazzea...Rafilì...

Rafilina  : ...( sull’attenti)...comandi.. 

Italia  : mo’ overo se n’hanna ì... Via..Via....!!...e poi d’altra parte pure volendo...a me adesso la casa mi serve...Aggia mettere cca ‘ncoppo ‘nu bellu studio di filmini porno... sapete..quelli rendono assai...Rafilina...!!

Rafilina  :...( c.s)  comandi...

Italia    :  ...Rafilina, mia brava....  hai lasciato la porta aperta..?

Rafilina :  (ancora mettendosi sull’attenti) Sissignora....!!!!

Italia      : ..e allora dai una voce ai facchini giù...cominciassero a mettere ‘e quattro carabattole  di questi pezzenti in mezzo alla strada...

Maria   : neh guè  marchè...e comme te permiette..?..’e pezziente..’e carabattole.. .no,.io a chesta pure ‘a sfesso..(trattenuta a stento dal Dottore)..Gaetà..ma tu non dici niente..ma che ommo sì..?

MENTRE RAFILINA STA PER OBBEDIRE RECANDOSI ALLA PORTA, VIENE PRECEDUTA E MESSA DA PARTE DA DON GENNARO IL GUAPPO CHE ENTRA COME UN TORNADO...

Gennaro  :..levateve  ‘a miezo.....!

Rafilina  : e che maniera...

Italia  :   oh cielo....un barbaro..!! Ma chi è costui ...che vuole..?

Gennaro : prego,Gennaro Malavia...diciamo così..esattore delle imposte dirette..

Maria     : embè...così si entra in casa della gente onesta...che andate trovando..?

Gabriele : giusto..ha ragione la signora ...non si fa così..come vi permettete  di entrare con tanta tracotanza in una casa onorata...???

Gennaro:...(mollandogli un sonoro ceffone che lo mette a sedere)..zitto tu !!...Dunque ..gente onesta...vi volevo avvisare che ci sta un piccolo problemino...e si perchè questo galantuomo di Don Gaetano quando mi ha firmato la cambialetta ...ha scritto Gerardo Esposito.... vuleva fa fesso a me..a me..seh.... vuleva fa fesso a me..a me ...a Gennaro Malavia...

Rafilina.  :..Ma po’ essere che ha sbagliato...

Gennaro e cu nuie gli errori se pavano salate...Firmate..Don Gaetà..firmate quest’altra cambiale di altri sette meliune ...!....con noi si gioca a Lascia e Raddoppia..! Firmate...!!!

GENNARO SENZA ALCUNA REAZIONE PRENDE LA PENNA CHE GLI PORGE IL CAMORRISTA ED IMPASSIBILE FIRMA..

Italia    : (ammirata)...a voi,giovane sentite...... venite un poco qua..lo sapete che  mi siete piaciuto...?...a vostra irruenza mi ha rammentata quella dei miei

Tutti     :.....Antenati Crociati...!!

Italia  : esatto ..!! .Amico... la vostra irruenza..la vostra forza..la vostra brutalità me servono...: tengo altri cinque appartamenti con inquilini morosi..vi volete interessare per me del recupero crediti..?

Gennaro : ...a disposizione...mi date..il 20%...

Italia  :Affare fatto...e sia chiaro.. agli sfratti...vengo pur’io m’aggia cunsulà...Paccheri ai morosi...!!...Paccheri..Guè...a me quanto  me piace quando chisto dà paccheri...!!!!!

DALLE SCALE LA VOCE DI TANINO E GIGGINO ...

Tanino  : Don Gaetà... Don Gaetà...!!!

IRROMPONO A CENTRO STANZA CON OCCHIALI SCURI E TRENCH E POI RIVOLTI A GAETANO URLANO:

Tanino  : ....Don Gaetà...centoedue barra ventitre’...due punti...stop...!

Giggino  :.. messaggio secreto per Gaetano Esposito dal Signore degli Anelli ...!

Italia     : Oh cielo.. altri scombinati..!!...(Tanino e Giggino sono affascinati dalla curiosa marchesa e la puntano - lei li tiene a bada con l’ombrellino-Gag-a-soggetto)..Indietro vile  marrani..vade vetro...!|!!

Tutti         : ....comme ?

Italia      : ...vade vetro..!!!..faciteve chiù a là......Neh,Rafilina,mia brava... ma questi individui fossero pericolosi ..?

Rafilina :. No signora Marchesa..chisto so’ Tanino.e Giggino ’e guaglione d’o Bar..so’ nu poco scombinati ....se credono un agente segreti...ma di solito nun fanno danno....

Tanino  : Super Tanino e Super Giggino in missione speciale  Don Gaetà...ce sta ‘sta lettera pe’ vuie dall’Italsider...

Giggino   :...in codice..: centoedue barra ventitre’...due punti...stop...liggite...!

GAETANO APRE LA LETTERA CON CALMA LA LEGGE..POI LA LASCIA SCIVOLARE A  TERRA...LA MOGLIE LA RACCOGLIE E LEGGE..

Maria   :  Ma che d’è .? che dice..?  Ecco : ( legge) - Licenziamento in tronco per gravissima insubordinazione.con sospensione immediata della pensione e della liquidazione..”..neh, Gaetà,ma che è combinato..?

Tanino   : ...niente....ha sputato ‘nfaccia al dottor Muselli..l’hanno cacciato..

Maria      : Gaetà..????!!!!

GAETANO FA UN GESTO SULLA TESTA CON LA MANO DESTRA CHE GIRA COME PER DIRE CHE NON NE POTEVA FARE A MENO...TUTTO HA UN LIMITE...NEL FRATTEMPO DALLE SCALE ALTRE VOCI..SONO SISINA E CONCETTA..

Sisina  : .(da fuori) ..Papà..Papà....

Italia  :  ....arrivano altri lazzari...

Sisina  : (entra) Papà...una granda notizia...sta venendo Peppino con i con suoceri per organizzare lo sposalizio..sei contento...?

Concetta : (entrando ansimando) Madonna questi tre piani ..e non la fate mettere un’ascensore..no..Uh, la Marchesa Navarra Tantella..!!!....Salute Marchèsìna.....A che dobbiamo l’onore..?

Italia     :  così come i miei antenati Crociati..venni a scalzare da Gerusalemme  gli occupanti arbitrari..( mostra le pareti di casa Esposito).....mi attesto e co’ i miei drudi presidio le murecine...!

Concetta:io nunn’ aggiu  capito niente...comunque benvenuta....assettateve..Allora Gaetà.....t’avimma da ‘na bona nutizia..Sisì parla, a nonna...!!

Sisina . : no..no...‘a no...parla tu..parla tu che io sto troppo emozionata..

Concetta : Gaetà...quello il ragazzo ti viene a chiedere scusa e a baciare la mano..i consuoceri invece..si vengono a prendere l’anticipo per le prime spese,sai il Ricevimento ..l’addobbo..cu tre o quattro milioni te la cavi...

Tutti  : ...bravo..auguri..evviva gli sposi...felicitazioni....!!

ENTRANO INFATTI SULLE FELICITAZIONI  ROSETTA E PACHIALONE ESPOSITO COL FIGLIO PEPPINIELLO...LEI E’ TROPPO KICH NELL’ABITO DI RASO ROSA E CAPPELLO ENORME DI TULLE..LUI UN PO’ BRILLO IN BLU...IL FIGLIO PEPPINIELLO EBETE TOTALE....

Rosetta  : è permesso..? Putimmo trasì..?...putimmo  fa cunuscenza cu ‘sta bella famiglia ‘e pariente...?

Sisina :  Peppiniello.!! (gli corre incontro e lo bacia)...!..Onna Rusè.....’on Pachialò..accomodatevi (a tutti presentando)...papi questo è Pepi,il mio boy friendo,...la mia gnora,..il mio gnoro...

Italia      :.. (a Rosetta)..Anchantè....ma che siete stranieri, cari..?

Rosetta   : praticamente si....!...Senz’offesa nun simme ‘e cca ....venimmo  d’o’ Buvero ‘e Sant’Antuono...Quartieri Alti.Io nun disprezzanno  songo  ’a mamma d’o sposo..Carciuffulella ossia  alla nacrafe Rosetta Esposito in Esposito...

Maria     :   (baciandola sulle guance )...piacere..Maria Esposito in Esposito.....

Concetta  :cert’è ca comme stammo ...avimme fatto ‘nu bell’albero ginecologico...

Maria   :.  Accomodatevi signò... e scusate il disordine ma da stammatina dint’a sta casa pe’ colpa ‘e stu fesso ‘e mio marito nun se capisce chiu’ niente. (a Pachialone che le bacia goffamente la mano) ...grazie..grazie..accomotatevi..assentatevi....

Pachiamone :..grazie..permettete ? (con albagia)..Esposito Papele,scopatore comunale...per gli amici della scupata Pachialone....la mia dorge signora Carciuffulella si presentò da se medesima...e chisto è mio figlio Peppiniello....Peppeniè..fatti avante...nunn’avè appura...fatte vedè quanto si bello a papà......

Peppiniello: (portandosi in proscenio sull’attenti)..Vattilamiere Peppiniello Esposito..di Esposito Rosetta casalinca e di Esposito Papele, scupatore nella scupata......cu rispetto parlanno : io song’o sposo... !

Sisina    : ....quanto parla bello...!!!

Rosetta  : o no..?  Stu  figlio mio è ’na miniatura ‘e Capemonte..!

Concetta : overo ...proprio ‘nu bisquit...!

Rafilina  :  dicimmo : ’nu soprammobile....!

Peppiniello  : (poi presentandosi a tutti con monotonia ed insistenza) permettete.. i ....io song’o sposo...

D’Orta  : io sono il medico di famiglia ....onoratissimo...Porta...

Maria    : ...D’Orta...!

Peppiniello:..(continua imperterrito)...io song’o sposo... io song’o sposo..(tutti gli danno la mano)...

Gennaro  : ...basta...!!! n’ata presentazione e  ‘sta mano t’a spezzo...!

Peppiniello : (fa il saluto militare salvando al mano)....’o sposo...

Pachialone  : Peppiniè..comm’è tuo dovere..vasa a mano a don Gaetano e cercale scusa..

Peppeniello :..(esegue, Gaetano cerca di ritirare la mano da baciare ma Peppiniello lo costringe con forza)..io song’ ‘o sposo..!...(Poi caccia di tasca un foglietto e legge)..Don Gaetà...Col consenso di papà e con la benedizione di mammà...io vi cerco scusa dello ‘nguacchio combinato..lo so....sono colpevole...ma tengo le attenuanti generiche...

D’Orta    :  ...chisto ‘ n’ato ca conosce  buono ‘o Codice..

Peppiniello  : (mentre Gaetano resta impassibile)..Primo : Io e Sisina ci vogliamo troppo bene (Sisina sospira ed assentisce )..Secondo:.. quella Sisina è troppo bona ( Sisina sospira ed assentisce) ....e Terzo:  ’a verità... io tengo gli ormoni troppo  birbante !!!!! (Sisina sospira ed assentisce) ....Onde per cui (gira la pagina)..onde per cui..vi vaso..mi addenocchio alle vostre denocchie ..vi cerco la mano della suddetta guagliona e vi comunico che dopo il matrimonio ..noi quà veniamo ad abitare...!!!!

Sisina       : bravo...core ‘e Sisinella soia...

Rosetta   :.(asciugandosi una lacrima) che bellu discorso..!...ma vuie vedite comme parla bellu chillu figliu mio...

Concetta  : ....proprio ’nu scienziato...

Rafilina     : è poco.....dicimmo ‘nu premio Nobello...!

Gennaro  : guagliò tieni fegato...hai fatto’o dovere tuoio..bravo...!! (tende la mano al ragazzo che impaurito gli fa solo un saluto fascista)

D’Orta  : ...se volete ...io posso fare il testimonio...

Rafilina  :..Duttò,  vuie meno ve mettite mmiezo...meglio è...!

Rosetta   : Bene..e mo che tutto si è acconciato...Mettimme tanto bello tutte ‘e cose in chiaro...nero su ghianco....Pachialò  parla tu....!

Pachialone  :.(dopo essersi più volte schiarito la voce.)..ehm..ehm...Dunque, cari consuoceri grazie del concedimento perché con questo bel matrimonio risaniamo la situazione e noi....come dire ...

Rosetta : .....ci acconciamo quattro uova dentro al piatto...!

Pachiamone :  esatto!!....noi praticamente...facimmo un avanzamento sociale.. e siccome sia chiaro che al momento ..come dire...

Peppeniello  : .... nun tenimmino ‘na fetente ‘e lira...

Pachialone : esatto !!..Insomma decitiamo che ....(imperioso)...voi a Peppiniello ci aprite la poteca di vattilamiere...e mo. proprio mò...mi favorite un assegno di quattro milioni per le prime spese ...

Tanino  : ...quattromilioni..?...uh..e quello Don Gaetano pure volendo non può...

Geppino : ...eh,mo mo lo hanno licenziato dall’Italsider...

Gennaro : ....e poi tiene quindici ...dico quindici milioni di debito con la mia Onorata Società di Assicurazioni ..

Italia   : e lo sfratto esecutivo ce lo scovdiamo..?...io tengo ‘e facchine abbascio,..

Rosetta : .....neh,Pachialò..ma che stanno dicenno chiste..?

Pachialone : Don Gaetà..non facciamo scherzi ca ce pigliammo collera ..quello mio figlio è stato disonorato..

Peppiniello : ...io so stato disonorato....

Maria       : ( irata) neh, rafaniè..fino a prova contraria ‘o ‘nguacchio l’è fatto tu...!

Rosetta  : guè, bella bè.. quanno ‘a femmena nun vò..se tene chiusa  ’a bancarella..

Concetta   : Sisì, a nonna ..ma che fatto cu sta bancarella ?  

Sisina  : ...( piangendo)..e chille teneva l’ormone birbante...

Pachialone :.Don Gaetà a parte ‘a bancarella e ‘o birbante il fatto è che qua  noi ci siamo impegnati : io già aggio prenotato ‘o Ristorante...

Rosetta   : e io aggio ordinato la connola per il criaturo.....!!!

Pachialone :..Don Gaetà facite o duvere vuosto  ca io cca scasso tutte cose..!!

Gennaro :.... nu mumento...si se tratta ‘e scassà io tengo a precedenza...!!

NEL PARAPIGLIA GENERALE GAETANO SI ALZA LENTISSIMAMENTE POI CHIEDE CON UN GESTO A TUTTI IL SILENZIO..

Gaetano  : Basta...!!!!!..Silenzio...!! ...Vorrei dire una parola....

Concetta  : su Gaetà.. mo tocca a te...parla... appara stu casino...

Italia   : si..si..Don Gaetano...fateci un bel discorso..noi siamo tutt’orecchi...

Gaetano   : (al Medico)..Dottò..avete detto duecento milioni...?

Gabriele..:...Si..

Gaetano  : e me lei portano fino a qua...?

Gabriele : ve l’ho detto sono socio della Banca Sannitica ..basta una telefonata..

Gaetano   : ca sta ‘o telefono..e nun sbagliate ‘o nummero..!!    

MENTRE IL DOTTORE TELEFONA GAETANO ASCOLTA..ASSENTISCE SODDISFATTO PER QUANTO HA UDITO E POI SI PORTA AL PROSCENIO DAL QUALE GUARDA CON INSISTENZA IL PUBBLICO….

Gaetano  : …ve faccio schifo,è ovè..?…..e avete ragione…pur’io mi faccio schifo…(cava di tasca una banconota)….Chesta è ‘na mille lire…Bella.,no..?Tutta pittata…disignata precisa…Guardammola ‘a coppa..(insegue un ricordo)..Quarant’anni fa ‘a buonanima ‘e papà mandò un tale ai Pellegrini perché dentro alla Floridiana si era preso un passaggio con mia madre….Papà fu arrestato per lesioni aggravate e si fece tre mesi di carcere....Quando uscì da Poggioreale pareva Carlomagno ca turnava de’ Cruciate…eh già...Gli amici che dicevano “Bravo,Giovà..!..Ben Fatto..!..Don Giovà ben tornato..!…Siete stato grande Don Giovà..!Siete stato un uomo vero..!!!”- ..e poi le visite  dei parenti…i saluti…..i cumplimenti dei vicini...…i brindisicu ‘a vermutta.…Mammà che a papà se lo guardava con ammirazione..nuie figlie ca ‘o vedevamo comm’a ‘nu Dio per aver salvaguardato …la sua Donna…la sua casa …. il Suo Onore! Già..ma allora erano altri tempi…erano ati uommene..erano ati femmene..era tutto n’atu munno…?.. ‘A Patria....Dio…..’a Famiglia…l’Onore…

                  …Ma mo..col vostro permesso ‘sta mille lire guardammola ‘a sotto…come si dice…..guardiamo il rovescio della medaglia….Papà mio era guardiano notturno….con la fedina penale sporcata perse il lavoro…e in più con la nomea di guappo e di violento..stette tre anni disoccupato..Fu la fame… la miseria..si…io mammà e quattro fratelli piccoli abbiamo fatto la fame vera…..però eravamo onesti..onestissini. ….dignitosi…..o n o r a t i….onoratissimi ….e muorte ‘e famma !

Dottò, avete fatto….?..Si..? Tra dieci minuti arrivano i soldi..?..Bene..!!

Fatto..!!…Tra dieci minuti…il qui presente Gaetano Esposito nel suo piccolo già cornuto, fallito, sfrattato, cassaintegrato, indebitato con la camorra….rispettivamente marito e padre di due puttane sarà un benestante…Duecento milioni..!

Ma voi ci pensate a quante cose  si possono fare con tutti questi soldi…?…Dice….si…..tieni i soldi,ma sei sempre una chiavica di uomo….Sono d’accordo…Voi mi disprezzate ed è giusto…Già ..perché mo voi…..voi tutti potete ridere di me..potete ridere di questo piccolo ridicolo “gaetano esposito” qualunque ca s’è vennuto l’onore l’onore pe’ tre sorde…Che vi devo dire…ad ognuno l’onore che si merita….Chiurite ‘stu  ‘e sipario….l’opera è fernuta..!Ah….a proposito..sentite a me,sentite a ‘nu fesso : primma ‘e v’arritirà…telefonate !…..non si può mai sapè...‘Nu Duttore ca ve gira p’‘a casa ‘o putite truvà pure vuie….e magari pure pe’ senza niente..                                     

 Musica : Tammurriata palazzola              

                    CALA LA TELA

                                                                    Angelo Rojo Mirisciotti

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 0 volte nell' ultima settimana
  • 2 volte nell' ultimo mese
  • 36 volte nell' arco di un'anno