I fochi de: SS.Pietro e Paolo TT.


Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /home/mhd-01/www.ateatro.info/htdocs/wp-content/themes/consulting/partials/content-post_details.php on line 8

Notice: Trying to get property 'slug' of non-object in /home/mhd-01/www.ateatro.info/htdocs/wp-content/themes/consulting/partials/content-post_details.php on line 8

Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /home/mhd-01/www.ateatro.info/htdocs/wp-content/themes/consulting/partials/content-post_details.php on line 9

Notice: Trying to get property 'slug' of non-object in /home/mhd-01/www.ateatro.info/htdocs/wp-content/themes/consulting/partials/content-post_details.php on line 9
Stampa questo copione

I fochi de: SS

I fochi de:

SS.Pietro e Paolo

TT.

Tra le tradizion muntignusine, una volta accera anche queja de fà dei fochi per le vigiglia de SS. Pietro e Paolo, vale a dì la sera del 28 giugno. Asse’ncumincia una sittimana prima add’accappà le legne in un punto ben priciso. Isse feene in piazza, po’ abbian douto falli sempre più lontan da le cà, fine a finì per falli drento al canalo.

Assa-recchataa ogni cò ch’al podesse pigghjà foco, cascette de legno, fascine, tronchi, carton,  per fà la pila più alta ch’asse podea. doppo una sittimana ariaa anche a toccà cinque o sé metri in aria e dieci, ondice de cerchio.

La sera del 28 a buio tutta una focata, ch’al duraa più o meno a segonda de quanta roba aerene risciti accatastà. Comunque sempre assà per fasse passà una serata in compagnia.

I fochi i-vviniene fatti in diversi posti, quagi in ogni frazion asse ne podea vedè un acceso. I salutaeene i Santi del diman, igghjeren un invito a la stagion, un modo per engraziazze i raccolti ne i campi, chi lo sa? De certo i portaene alligria.

Mò un sè fanne più, nonostante che de Pietri e Pauli, al sia sempre pien Muntignoso. Come tante vecchie, care tradizion, anche questa à l’abbiam persa.

Anzi mò un se po’ proprio accendè un foco da nisciuna parta, guai airua subito le guardie a fà la contravenzion, un sè po’ più fà fochi da nisciuna parta. Un cè gnanche la speranza de podelli refà.

Ma che à dico “ fochi “? Da quest’anno un se po’ gnanche accende le sigarette.

“ Sigarette” ? Ma che a dico sigarette…un se po’ gnanche più tinì le gagghjne o i cunigghj. Visogna compralli bej nudi a e’jeuromercato.

Tinilli nei grinej o ne le gabbie un sè po’ più. I puzzene. E scì !                           I puzzene,  i gaghene, quindi i puzzene…e el puzzo i-ddà noia.

Le tradizion à l’abbiam perse ma e’jodorato igghjè migliorato. Mò a sentian e’jodore de igghj’à-nimali e a dician chi puzzene. Quej de e’jeuromercato un puzzene. Tu vò mette?  Cugì nudi asse veda come igghj-enne bej puliti, un-enne mia crisciuti ne la merda. Oh signore! Aessene lasciato areto  solo che le tradizion…qui amme-sa ch’abbiam perso tanto ma tanto manche-mò tanto de più. Mah…! Acce-vò pacenza. Tiran a campà.

Visognerebbe,almeno qualche volta, recordasse che per fà cresce un  fioro acce vò el lotamo.                                                                                        ( come al cantaa De Andrè)

O come al cantaa i dò contadin ne la vigna :- che ci vuoi far, noi siamo nati per-amar

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 0 volte nell' ultima settimana
  • 2 volte nell' ultimo mese
  • 11 volte nell' arco di un'anno