Iena ridens

Stampa questo copione

Iena ridens

Iena ridens

Commedia in tre atti di

Paolo Starvaggi

Il seguente copione è depositato presso

la SIAE e tutelato a norma della Legge

sul Diritto d’Autore, ed è stato

pubblicato col consenso dell’autore

Personaggi

Kelly, iena

Kris, iena

Tiffany, iena

L’Ispettore, poliziotto

L’Agente, aiutante dell’ispettore

Mortimer, il ricco

Jane, moglie di Mortimer

Il dottore, concorrente di telequiz

Woody, rivenditore di barzellette

Sig.ra Fitzpatrick, cliente delle iene


PRIMO ATTO

La scena si svolge presso l’Ufficio della “Iena Ridens S.r.l.”. Arredato in maniera fantasiosa,

l’ufficio presenta una grande scrivania, quattro sedie, un telefono, una porta d’ingresso, uno

scaffale, un grosso scatolone. Le tre proprietarie, Tiffany, Kelly e Kris, sono vestite più o meno alla

stessa maniera: camicia colorata, gilet, pantaloni scuri.

Tiffany sta dormendo sulla sedia, con i piedi sulla scrivania. Suona la sveglia: per farla tacere, le

tira una pallonata, poi, sempre più nervosa, comincia a maltrattarla (a soggetto).

Arriva Kris, con molta tranquillità, e si fa consegnare la sveglia da Tiffany e la spegne.

I due si guardano: Kris sorride compiaciuta, Tiffany è irretita dalla facilità con cui l’altra ha zittito

la sveglia e cerca comprensione guardando il pubblico.

Kelly (entra in scena) Allora, qualcuno vuol dire una battuta in questa commedia o no?

Kris Calma, Kelly. Siamo appena all’inizio.

(suona il telefono)

Tiffany (va a rispondere) Pronto, Iena Ridens. No, signora, non siamo un negozio di animali,

siamo un’officina di comicità. Sì, proprio così. Le spiego, in breve, di che si tratta. Siete

tristi? Stanchi? Avviliti? No problem: venite da noi e vi faremo rinascere il sorriso. Il

nostro archivio contiene migliaia di battute, barzellette, colmi, sketch e tutto quanto

faccia ridere. Siamo attrezzati per intervenire a feste, banchetti, comunioni, cresime,

matrimoni e funerali. Naturalmente facciamo anche servizio telefonico, una specie di

“voce amica” dell’umorismo. La nostra è una società a irresponsabilità illimitata. Soldi in

cassa? Non ne abbiamo! Beni immobili? Neanche! Il capitale? Inesistente! Clienti?

Pochissimi! Pazienza, basta che c’è l’allegria... (pausa) Pronto? Pronto, signora? Pronto?

Pronto? (si mette a piangere)

Kris Che c’è ora da frignare?

Tiffany (singhiozzante) È caduta la linea.

Kelly Oh, no, Tiffany ha la solita crisi di tristezza!

Kris Presto, dobbiamo farla ridere.

Cercano in tutti i modi di tirarle su il morale, ma invano.

Kris Tiffany, Tiffany? Ascoltami. Alla stazione: “Chi ha preso il treno delle ore 16 è pregato

di riportarlo sul binario 5! (Tiffany scoppia di nuovo a piangere)

Kelly Niente da fare. Provo io! “Ieri ho comprato una cassetta di kiwi", "Miii, prestamela, ché

la voglio registrare!” (Tiffany scoppia di nuovo a piangere)

Kris Accidenti, non ci riusciamo. Tiffany, sta’ attenta. Un arabo entra in un bar: “Hallamalla

hallalahmahl halammalhala maalha Coca Cola!”. E il barista: “Una lattina di che?”

(Tiffany scoppia di nuovo a piangere)

Kelly Uffa! Ma cosa posso raccontare? Ah, sì, ci sono. Due casseforti s’incontrano per strada.

Una fa all’altra: “Che combinazione!” (Tiffany scoppia di nuovo a piangere)

Kris Niente da fare: è tutto inutile. (si mette a camminare, sconsolata, ma inciampa e cade.

Nel vedere la scena, Tiffany scoppia a ridere)

Kelly Oh, finalmente, brava Kris!

Kris (da terra) “Brava” un corno! Mi sono quasi rotta l’osso del collo...

Tiffany (continua a ridere) È proprio questo che fa ridere la gente.

Bussano. È la signora Fitzpatrick, vestita in maniera semplice ma elegante.

Tiffany (va a rispondere alla porta) Oh, buongiorno signora Fitzpatrick (d’ora in poi, ogni volta

che una delle tre dirà questo nome, sputacchierà addosso alla signora, che si asciugherà

la faccia), che piacere, rivederla!

Kris Cara signora Fitzpatrick! In cosa possiamo esserle utili?

Kelly Si, ci dica, signora Fitzpatrick.

Fitzp. Lo so come mi chiamo, grazie. Ecco, ragazze, il mio problema è questo: mio marito mi

ha abbandonato.

Kris Chi? Il signor Fitzpatrick?

Fitzp. Proprio lui! Pensate, è scappato con una pasticcera: dice che si è innamorato di lei per la

sua dolcezza... Sono a terra più di una gomma bucata. Ho voglia di farmi quattro risate,

per dimenticare quel verme schifoso.

Kelly Ci pensiamo noi: dal nostro magazzino comico, le proporremo la scenetta “Giorno di

paga”.

Breve stacco musicale

Sketch (le ragazze prendono dallo scaffale l’occorrente per allestire la scenetta. Kelly e Kris si

mettono in fila, mentre Tiffany passa per consegnare loro le buste. Accento napoletano)

Tiffany Passiamo alla consegna degli stipendi per il mese di maggio: Esposito 1.200.000

Kris Grazie, dotto’

Tiffany Passiamo alla consegna degli stipendi per il mese di maggio: Gargiulo 1.300.000

Kelly Troppo bbuono, dotto’

Tiffany Totale 2.500.000... Totale 2.500.000...Ma insomma: ‘sto Totale piglia più di tutti e non si

presenta mai!

Breve stacco musicale

Fitzp. (scoppia a ridere) Brave, ragazze. Mi avete proprio fatto divertire! Ecco per voi

cinquantamila lire.

Tiffany (agguanta i soldi al volo) Grazie. Spero si sia dimenticata di quell’individuo.

Fitzp. Ma di chi?

Iene (in coro) Del signor Fitzpatrick!

Fitzp. (ironica e distesa) Quel mascalzone! Appena torna a casa gli ricordo come si chiama e gli

sputo in faccia! (esce)

Kelly Gli porti anche i nostri spu… saluti!

Kris (rivolta al pubblico) Che simpatica, la signora Fitzpatrick! (si accorge di aver colpito

uno spettatore) Oh, scusi.

Suona il telefono

Tiffany (risponde) Pronto, Iena ridens, servizio rapido. Ha bisogno di un colmo veloce? Bene,

dunque… sa qual è il colmo per un dispettoso? No? Tanto non glielo dico!

Bussano. È Woody, il loro rivenditore di battute. È vestito in maniera elegante: occhiali, giacca e

cravatta, valigia.

Kelly Chi è?

Woody Woody. (Kelly lo fa entrare)

Kris Caro Woody, ho qualche lamentela. Le barzellette che abbiamo comprato da lei la scorsa

settimana non erano fresche: una signora le sapeva già.

Woody Ma signorine belle, può capitare. D’altronde, sono anni che sono il vostro fornitore e vi

siete sempre trovate bene con me, no?

Kelly Cos’era, una battuta? A proposito, cosa ci ha portato stavolta di bello, si fa per dire?

Woody Proprio ieri, mi è arrivato, per posta prioritaria, questo carico di barzellette da Tokyo.

Tiffany La solita roba “made in Japan”?!

Woody Roba di alta qualità, date voi stesse un’occhiata! (e porge alle ragazze tre fogli)

Le tre iene danno un occhiata e leggono le battute, non soddisfatte.

Kelly Ma questa è roba da magazzini all’ingrosso: “Pronto, chi parla?” “Mah, facciamo un po'

per uno...”. (accartoccia il foglio e lo tira addosso a Woody)

Kris E questa: “Come si chiama il fotografo degli Ufo? Ufotografo”. Penosa! (c.s)

Tiffany Ma ragazze, sentite che schifezza: “Perché il calendario è sempre triste? Perché ha i

giorni contati.”. (accartoccia il foglio, lo tira addosso a Woody, poi si alza, minacciosa)

Woody, ma voleva sul serio propinarci quest’immondizia? Non ho mai letto battute più

vomitevoli. Esca subito da questo ufficio e non si faccia vedere mai più! Capito? (prende

una torta dalla scrivania e gliela sbatte in faccia)

Le tre iene scoppiano a ridere.

Woody Che ingrate! E pensare che la battuta della torta in faccia ve l’ho venduta proprio io! (esce

di corsa)

Kelly E da domani cambiamo fornitore: prendiamo quello che dà le battute a “Striscia la

notizia”.

Cenno di assenso da parte delle altre due. Suona il telefono

Kris (risponde) Pronto, Iena ridens, servizio 12, dica. Cosa? Vuole sapere il numero telefonico

del cimitero comunale? Mi dispiace, non lo so. Tanto poi oggi è inutile che chiami: è

chiuso per lutto.

Suona di nuovo il telefono

Kris Uffa (risponde) Pronto, Iena ridens, dica. Come? Non le funziona più il televisore e non

può vedere il TG5? Beato lei… Scherzavo, stia in linea, testa di Mentana, che il

telegiornale glielo facciamo noi! (continua con la voce impostata) Trasmettiamo un

edizione straordinaria del notiziario di “Tele Caluzzano International Network”, la tv che

non ti lascia solo neanche al gabinetto. Sigla!

Sigla iniziale TG.

Mentre va la sigla, le tre iene prendono l’occorrente dallo scaffale e si mettono dietro la scrivania

per condurre il tg.

Kelly Buonasera. Durante l’odierna seduta del Consiglio dei Ministri, si è deciso che, per

combattere il problema dei senzatetto, il Governo stanzierà…

Tiffany …Un tubo… che conduceva gas metano ai centri abitati, è esploso questa mattina in

provincia di Verona, fortunatamente senza provocare danni a edifici e persone. La

Protezione Civile, giunta sul posto per il sopralluogo di rito, ha trovato nel tubo…

Kris … Il ministro del Lavoro… ha annunciato che per tutti i dipendenti delle aziende a

gestione statale, è previsto un aumento sul salario mensile di…

Kelly … 100 lire… è il rincaro sul prezzo di copertina dei quotidiani nazionali annunciato dalla

Federazione Nazionale della Stampa. Appresa la notizia, i giornalisti aderenti ai sindacati

autonomi hanno subito mostrato…

Tiffany … il posteriore… di Palazzo Pitti a Firenze sarà ristrutturato entro la fine del prossimo

ottobre: lo ha annunciato il sindaco del capoluogo toscano. Ad ultimare i lavori di

restauro, sono stati convocati…

Kris …Buffon Panucci Maldini, Cannavaro Nesta Fuser, Albertini Conte Totti, Inzaghi e Vieri

… Questa la formazione che verrà schierata da Zoff per l’ultima amichevole della nostra

nazionale in vista dei Campionati Europei.

Kelly Bene. Per questa sera è tutto.

Tiffany Signore…

Kris …e signori…

Iene (in coro) …Buonanotte!

Sigla finale TG.

Suona il telefono

Kris (risponde) Pronto, Iena ridens, dica. Come? È un impiegata delle poste avvilita? Perché?

Ah, ho capito: non ha fatto carriera perché non era “raccomandata”. Cosa le posso dire?

Vediamo… sì: ho una notizia in esclusiva per lei, stia a sentire. Le Poste degli Stati Uniti

avevano programmato di mettere in circolazione un francobollo con la faccia di Bill

Clinton, ma poi hanno rinunciato perché gli americani avrebbero certamente sputato dalla

parte sbagliata. Capito? Arrivederci, signora.

Bussano.

Tiffany Non avete sentito? Stanno bussando…

Kris Con calma, non c’è fretta. (al pubblico) Apriremo all’inizio del secondo atto. Sipario!

Si chiude il sipario.

FINE PRIMO ATTO

SECONDO ATTO

Bussano

Kris Adesso si può aprire. (vanno alla porta e ricevono Jane e Mortimer, coppia molto

benestante). Prego, entrate pure.

Kelly Era ora. È tutto l’intervallo che aspettiamo. Mi presento: sono la signora Jane Smith e

questo è mio marito Mortimer.

Mortimer (è un tipo perennemente serioso, burbero, collerico) Piacere. Ma facciamo presto che mi

sono già rotto!

Tiffany (ironica) Simpatico, suo marito…

Jane Come vedete, il mio Mortimer non è quello che si può definire “un simpaticone”. Anzi, è

certamente la persona più seriosa, burbera e collerica che abbia mai conosciuto in vita

mia.

Kelly Ma perché l’ha sposato, allora?

Jane Mi sono perdutamente innamorata di lui quando ho letto sul giornale che è l’uomo più

ricco della città e che è proprietario di cinque aziende multinazionali, quindici ville con

piscina, settanta automobili di lusso e altri beni mobili ed immobili per un totale di

cinquecento miliardi . Ma non pensiate l’abbia sposato per i soldi!

Iene (ironiche) Noooooooooooooo…

Jane Dopo anni di matrimonio e di noia, oggi mi sono finalmente decisa a rivolgermi qui. So

che siete esperte nel far tornare il buonumore.

Tiffany Beh, noi facciamo il possibile. Ci basta avere l’ispirazione giusta… (fa il gesto dei soldi,

strofinando indice e pollice)

Jane Non preoccupatevi: se c’è una cosa che a noi non manca, sono i soldi. Ecco un piccolo

anticipo: un assegno di tre milioni.

Mortimer ringhia quando vede la moglie passare l’assegno a Tiffany, che si spaventa.

Jane Stia tranquilla, non morde mica… credo.

Tiffany Sì, sì, ma adesso cuccia!

Jane Vi lascio in affidamento il mio Mortimer: io vado a far compere, mi serve un altro

elicottero. Al giorno d’oggi, con un elicottero solo, che ci fai?

Kris È quello che dico sempre anch’io!

Jane Sarò di ritorno entro la fine dello spettacolo. E sono certa che lo vedrò con un bel sorriso

stampato sul muso. Vero Mortimer?

Mortimer ringhia, Jane esce.

Kris Altro che Iena ridens… per il signor Mortimer ci vorrebbe l’accalappiacani!

Tiffany Sta’ tranquilla, ci penso io. Signor Mortimer, da quando tempo non ride?

Mortimer Ridere? Non esiste questa parola sul mio vocabolario. Le parole che m’interessano sono:

affari, contante, credito, conto corrente, denaro, finanza, fondo cassa, incassare,

risparmio, proprietà, lusso. Nient’altro. Ma ditemi un po’: anche se rido, cosa ci guadagno? Nulla, assolutamente nulla!

Kris Non è vero. Chi ride guadagna sempre qualcosa!

Jane Un minuto di pura allegria può cambiare la vita, più di dieci miliardi in contanti!

Tiffany E poi, a che servono tutti quei soldi, se non c’è l’allegria, l’euforia, la gioia di vivere!

Mortimer Palle! Ma non avete capito? Io non voglio ridere! Non voglio ridere! Ora basta, mi sono

rotto: non date retta a quella “cambiale a trenta giorni” di mia moglie, lasciatemi andare.

Kelly (decisa) Niente da fare: lei da qui non si muove. La nostra è una missione.

Tiffany Se riusciremo a far ridere anche lei, caro Mortimer, vuol dire che siamo davvero brave e

che la voglia di allegria è più forte della sete di guadagno.

Kris (implora) Su, ci lasci almeno provare. Lo faccia per la camb… cioè, per sua moglie.

Mortimer E va bene ragazze, ma sbrigatevi: tra poco riapre la Borsa. È già pronto qui fuori il mio

autista, Schumacher. Su, iniziate, ché mi sono rotto!

Kris Comincio io. Vediamo… ah, sì, ci sono! Dal fornaio: “Scusi, ha del pane di ieri?”

“Certamente!” “Ma fanne di meno, cretino!”

Mortimer (non batte ciglio, anzi sbuffa) Che rottura…

Kelly È il mio turno. Speriamo bene! Allora… Tra amici: “Attento! Ti sei appena messo in

bocca la parte accesa della sigaretta” “Si, lo so, è che mi dà fastidio la cenere sul tappeto”

Mortimer (c.s.) Mi sto rompendo sempre di più…

Kris Forza Tiffany: solo tu ci puoi salvare!

Kelly Metticela tutta!

Tiffany Ok, ci proverò. Due colleghi s’incontrano in ufficio la mattina presto: “Ma che faccia

stanca che hai stamattina…” “Guarda, lascia stare. Non ho chiuso occhio tutta la notte.

Tutta colpa di quella maledetta zanzara!” “ Ti ha punto?” “No, russava!”

Mortimer esita un po’, comincia a ridacchiare, a ridere, poi scoppia in una risata irrefrenabile,

alla fine gli prende un colpo e si accascia a terra, privo di sensi.

Kelly Ecco, si è rotto.

Kris (delle tre, è l’unica disperata) Mamma mia, che guaio. Potevi stare più attenta, Tiffany:

lo sapevi che quella battuta faceva morire dal ridere.

Tiffany Ma chi ti dice che sia morto! (al pubblico) C’è un medico in sala?

Immediatamente si alza dalla platea il dottore. Indossa un camice bianco.

Dottore Eccomi qua!

Tiffany Presto, presto venga qui. (al pubblico) Un bell’applauso di incoraggiamento!

Musica da quiz. Kris riceve il dottore e lo accompagna da Tiffany, che da questo momento avrà un

atteggiamento alla Mike Bongiorno. Kelly va dietro la scrivania.

Dottore (a bassa voce) Sono molto emozionato.

Tiffany Capita… Allora, dottore, su che materia si presenta?

Dottore Storia delle ascelle.

Tiffany Benissimo, “Storia delle ascelle”. Kris, le buste

Musica. Kris porta le buste.

Tiffany Allora dottore: chissà i suoi pazienti, la staranno tutti guardando.

Dottore Veramente sono morti tutti.

Tiffany (senza rendersi conto di ciò che sta dicendo) Sono morti tutti, pensate un po’. Bene,

bene: che busta sceglie? La numero uno, la numero due o la numero tre?

Dottore La numero due.

Tiffany (ripete) La numero due. Mi sente bene, dottore?

Dottore Sì, sì.

Tiffany Per forza: non ha le cuffie! Kris, le cuffie!

Musica. Kris porta le cuffie, il dottore le indossa.

Tiffany Mi sente bene adesso?

Dottore Sì, sì.

Tiffany Abbiamo naturalmente qui il signor notaio (indica Kelly), che controllerà la regolarità del

gioco. Signor notaio, tutto regolare fino ad ora?

Kelly No!

Tiffany Benissimo, possiamo procedere. Prima domanda. Nel Congresso Ambientalista svoltosi a

Bergamo nel 1984, una specie animale è stata riconosciuta dagli esperti come la più

ecologica dell’intero ecosistema. Qual è questa specie? Via al cronometro.

Dopo ogni domanda, Kelly, in qualità di notaio, farà” tic tac” con la bocca.

Dottore La marmotta catalitica!

Tiffany Esatto! (applauso) Vediamo come se la cava con la seconda domanda. Sempre al

Congresso di Bergamo dell’84. Gli esperti ittici hanno finalmente stabilito qual è il pesce

più veloce in assoluto. Qual è questo pesce? Via al cronometro.

Dottore Il tonno insuperabile.

Tiffany Esatto! (applauso) Terza ed ultima domanda. Per andare al raddoppio, caro dottore, lei ci

deve dire due pronomi personali. Via al cronometro.

Dottore Chi? Io?

Tiffany Esatto! (applauso) Possiamo andare al raddoppio finale.

Musica. Il dottore si leva le cuffie e le mette sul tavolo. Kris porta lo stetoscopio.

Tiffany Bene, abbiamo il nostro concorrente che ha risposto esattamente a tutte le domande.

Signor notaio, facciamo vedere cosa ha vinto esattamente fino ad ora il dottore?

Kelly mostra un cavolo.

Tiffany Benissimo, un cavolo. E ora il nostro dottore avrà la possibilità di raddoppiare,

guadagnando dunque due cavoli. Indossi pure lo stetoscopio. Caro Dottore, vogliamo

sapere, in trenta secondi, la diagnosi esatta di questo paziente. (indica Mortimer) Via al

cronometro!

Dottore (lo ausculta dappertutto, continuando a ripetere) Bene, bene, benissimo, bene, bene.

(alla fine si rivolge a Tiffany, con faccia soddisfatta) È morto.

Tiffany (entusiasta) La risposta è esatta. Un bell’applauso!

Musica. Il dottore esce di scena. Le tre iene si ricompongono.

Kelly Accidenti! Questo sì, che è un bel guaio.

Kris Guaio? È una catastrofe!

Kelly Non esageriamo: in fondo non è mica morto nessuno…

Kris Questa te la potevi risparmiare.

Tiffany (scoppia a piangere) Ora ci arresteranno tutte e tre!

Kelly Uffa, che palle queste crisi di tristezza…

Kris (consola Tiffany) Kelly, non essere così cinica. Non capisci in che guaio ci siamo

cacciate? Cerchiamo di essere serie e proviamo a farla ridere.

Kelly OK , ci proverò. La sai quella del pesce che entra in farmacia?

Tiffany (singhiozzante) Sì.

Kris E quella dell’astronauta che incontra un meteorite?

Tiffany (singhiozzante) Sì.

Kelly Uffa! Ma non è possibile: le conosci tutte… (e così dicendo batte il pugno sul tavolo,

beccando una puntina) Ah, la puntina.

Tiffany scoppia a ridere

Kris Oh, finalmente, brava Kelly.

Kelly “Brava” un corno! Ma è possibile che per farti ridere dobbiamo ogni volta farci male!

Tiffany (ironica) Il mestiere del comico è sofferenza!

Kelly Ah, sì? (e tira uno scappellotto a Tiffany)

Risata registrata

Kris (stupita) È vero: hanno riso. Adesso provo io (e si accinge a tirare uno scappellotto a

Tiffany quando bussano alla porta. È la polizia)

Ispettore (da fuori) Aprite, polizia!

Iene Miiii! La poliziiiia!

Le tre nascondono in fretta il cadavere in uno scatolone. In sottofondo, musica da comica

Ispettore (da fuori, al termine della musica) Aprite o butto già la porta!

Kris Vengo, vengo (va ad aprire)

Entrano l’ispettore (con trench) e l’agente (in divisa)

Ispettore (dà un’occhiata all’ambiente) Ma ci voleva tanto!

Tiffany Ci scusi, ispettore, ma eravamo “in déshabillé”.

Agente Interessante, interessante… (prende appunti sul bloc-notes)

Ispettore (gli dà uno spintone) La pianti, agente! Prenderemo casomai qualche foto in costume da

bagno. A titolo investigativo, s’intende…

Kelly (cerca di prendere tempo) Ehm, A cosa dobbiamo l’onore della sua visita?

Ispettore Innanzitutto questa non è una visita, ma un ispezione! Ci hanno segnalato che qui fate uso

di barzellette di contrabbando e fuori ordinanza.

Kris Ma se abbiamo il porto d’armi!

Ispettore E del contrabbando di barzellette non sapete niente?

Kelly Per carità, non vogliamo avere nulla a che fare con quella gente... (sottovoce a Kris)

Cretina, te l’avevo detto di non comprare barzellette dai marocchini!

Ispettore Mi convincete meno dell’abbronzatura di Emilio Fede… Agente, le perquisisca!

Agente Subito, ispettore! (si frega le mani e si accinge a perquisire Kris, che però lo anticipa e

comincia a fargli il solletico e, contemporaneamente a perquisirlo. Alla fine gli toglie la

pistola dalla fondina)

Kris (mostra la pistola) Ispettore, guardi cosa gli ho trovato addosso!

Ispettore (prende la pistola) Bene, ottimo lavoro. Arrestatelo!

Agente Ma ispettore, io sono l’agente.

Ispettore Sì, sì, dicono tutti così…

Agente Ispettore, io sono davvero l’agente!

Ispettore Sei l’agente? Dimostramelo, allora!

Agente (ci pensa un po’ su) Mmh… Lei tiene appeso in ufficio il calendario della Ferilli… tutto

l’anno sulla pagina di agosto!

Ispettore Va bene, agente, mi ha convinto. Si riprenda la pistola. (rivolto alle ragazze) E voi non

provate ancora a fare le furbe, altrimenti…

Iene …altrimenti?

Ispettore Altrimenti! Basta, non c’è bisogno di finire la frase…

Kris Questi poliziotti fanno sempre tutto a metà.

Kelly Bella battuta!

Agente A me non ha fatto mica tanto ridere. Sentite questa. Due carabinieri passeggiano in riva al

mare. (guarda in basso) “Oh guarda! Un gabbiano morto!". (guarda in alto) “Ah, sì? E

dove?”

Tiffany tira un pugno nello stomaco all’agente, che ha ancora la testa rivolta in alto.

Ispettore Ma signorina…

Tiffany Mi scusi ispettore, ma era una battuta talmente brutta…

Kris (minimizza) E poi, il pugno non era così forte!

Ispettore No, no, sarà stato più o meno così (e tira un pugno all’agente)

Kris Ma andiamo! Al massimo era così! (altro pugno)

Kelly Stavolta ha ragione l’ispettore, Kris. Era un bel pugno… così (altro pugno)

Ispettore Anche più forte! Così!(altro pugno)

Tiffany Ma volete saperlo meglio di me, che il pugno l’ho tirato? Era così (altro pugno)

Kris Allora non ci capiamo. Era così! (altro pugno)

Kelly Ricapitolando: l’ispettore sostiene che il pugno fosse così (pugno)¸ mentre Tiffany è

sicura di averlo tirato così. (altro pugno)

Agente Alt! Fermi tutti! (pausa, e li guarda tutti in faccia) Era così!(si tira un pugno nello

stomaco, ma prima di crollare a suolo, con un filo di voce dice) Sipario!

FINE SECONDO ATTO

TERZO ATTO

L’agente e l’ispettore stanno esaminando un mucchio di fatture. Le tre ragazze sono legate alle

sedie.

Kelly Ispettore, i suoi metodi di indagine non ci piacciono.

Ispettore Quante storie! Ho solo preso delle piccole e innocue precauzioni per evitare che

inquiniate le prove!

Kris (accattivante)Agente? Agentino bello? Vieni a liberare la tua iena…

Agente Ispettore.

Ispettore Mi meraviglio di lei, signorina: approfittarsi così di un povero cretino! (indica l’agente)

Agente Ben detto, commissario! (realizza e fa una smorfia di stupore)

Tiffany Liberateci immediatamente o vi denuncio al WWF.

Ispettore Zitta, iena!

Agente (sconsolato) Niente, ispettore, niente. È tutto registrato, tutto fatturato, tutto a posto.

Ispettore Non disperi, agente: i nostri informatori non si sbagliano mai. Se ci hanno riferito di

qualche irregolarità fiscale nei conti della “Iena S.n.c.”, qualcosa di vero ci sarà!

Kris (stupita) Fermi, fermi… ripeta un po’ l’ultima battuta, ispettore.

Ispettore Ho detto: se ci hanno riferito di qualche irregolarità fiscale nei conti della “Iena S.n.c.”,

qualcosa di vero ci sarà!

Kelly Ispettore, questa è la “Iena ridens S.r.l.”: la “Iena S.n.c.” sta nel palazzo di fronte!

Ispettore Cosa? (controlla sulle fatture) “Iena ridens S.r.l”, “Iena ridens S.r.l”, “Iena ridens S.r.l”…

(si rivolge alle ragazze con un sorriso di circostanza) Eh, eh, un errorino… non capita

quasi mai…

Tiffany …ma stavolta è capitato!

Kris Agente, ci vuole liberare, o no?

Agente Certo, certo (le slega) Peccato, non avevo ancora iniziato a torturarvi…

Kelly Sarà per un'altra volta!

Ispettore Vi abbiamo un po’ incasinato l’ufficio, scusateci, ma ora rimettiamo tutto a posto. (si

avvicina allo scatolone con il cadavere) Per esempio, questo scatolone lo posso sistemare

da qualche parte?

Iene (si precipitano a proteggere lo scatolone) No!

Ispettore E perché?

Tiffany (cerca una scusa) Perché… immagino che avrete molti impegni!

Agente (si avvicina) Questo è vero, dobbiamo ancora far visita alla “Iena S.n.c.”, quella vera.

Ispettore Beh, signorine, è stato un piacere fare la vostra conoscenza… verremo a trovarvi più

spesso! (si avviano all’uscita)

Kelly Non lo dica neanche per scherzo!

Agente Arrivederci. (sta per uscire, ma ha un ripensamento) Ah, dimenticavo: levate il cadavere

da quello scatolone, ché comincia a puzzare!

Ispettore (sta per uscire, si ferma sulla porta, si gira e va minaccioso verso le ragazze) Cadavere?

Quale cadavere?

Tiffany (imbarazzata) Ma, veramente…

Ispettore Scansatevi! (si dirige con circospezione verso la scatola, poi ne osserva il contenuto) No,

no, non è possibile. Agente, venga qui.

Agente (guarda anche lui nello scatolone) Non credo ai miei occhi!

Kelly Calma, non giunga a conclusioni affrettate. Possiamo spiegarle tutto!

Ispettore (si rivolge alle iene) Voi sapete quello che vi aspetta, ora!

Kris Si, trent’anni di galera.

Agente No, trenta milioni in gettoni d’oro!

Iene (stupite) Cosa?

Ispettore Complimenti, ragazze, avete appena vinto il primo premio della lotteria della polizia!

Kelly Continuo a non capire!

Kris (ironica) Non è strano…

Ispettore All’inizio di ogni anno, noi della polizia stiliamo una classifica delle personalità più

difficili da ammazzare, e diamo agli assassini dei premi in gettoni d’oro, che variano a

seconda del bersaglio.

Agente E il signor Mortimer è… anzi era il primo della lista.

Kelly Quindi non andremo in prigione!

Agente Ma no, state tranquille. Non stiamo mica giocando a Monopoli.

Ispettore A tra poco, ragazze. Tornerò per consegnarvi il malloppo… pardon, il premio. Agente,

prendiamo lo scatolone, che lo portiamo alla centrale. Ho proprio voglia di vedere le

facce dei colleghi quando vedranno il cadavere. Arrivederci.

L’agente e l’ispettore prendono lo scatolone ed escono.

Iene (si guardano) Miiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!

Suona il telefono

Kris (risponde) Pronto, Iena ridens, assistenza sociale, dica. Come dice, signora? Ha dieci figli

che si chiamano tutti Gennaro e non riesce a distinguerli? Beh, provi a chiamarli per

cognome!

Bussano

Jane (da fuori) Aprite, sono la moglie di Mortimer

Le tre ragazze si mettono le mani nei capelli. Musica: nona sinfonia di Beethoven. Durante il

sottofondo musicale le tre ragazze fanno la conta per chi deve aprire: tocca a Tiffany.

Jane (entra, è soddisfatta) Ragazze, sapeste che bell’elicottero ho comprato… Ma dov’è

Mortimer?

Kris (molto imbarazzata) Beh… ecco… suo marito… Un attimo!

Le tre ragazze si riuniscono per rifare la conta: tocca ancora a Tiffany.

Tiffany Dunque, dicevamo, suo marito, fondamentalmente…

Jane …non ha riso?!

Tiffany No, no, anzi…

Kelly Da morire!

Tiffany fa segno a Kelly di star zitta.

Jane Davvero? Sono contenta!

Tiffany Kelly, visto che sei così brava, parlaci tu con la signora.

Kelly Dunque, dicevamo, suo marito, fondamentalmente…

Jane Allora, qualcuno vuol spiegarmi dov’è mio marito?

Kelly (sempre più a disagio) Dunque…

Tiffany (c.s.) Dicevamo…

Kelly Suo marito…

Tiffany Fondamentalmente…

Kris (spazientita dalle altre due, prende la parola e dice la verità a Jane, con cinismo e

cattiveria) Fondamentalmente è morto. M-O-R-T-O, Morto. Perito, scomparso, defunto,

estinto, trapassato, privo di vita. Ma come glielo devo spiegare?

Jane si porta le mani al volto, come se stesse piangendo.

Kelly Su, signora, non è il caso di fare così.

Tiffany Ma sì, come si dice: a tutto c’è rimedio fuorché alla morte!

Jane si toglie le mani dal volto, facendo così capire che in realtà sta ridendo a crepapelle.

Kris Meno male che l’ha presa bene!

Jane Mortimer è morto sul serio, vero? Non è una delle vostre battute?

Kelly No, no, purtroppo non stiamo scherzando.

Jane (scoppia a ridere di nuovo) Scusate se rido, ma mi è venuto in mente che tutto il suo

patrimonio, cinquecento miliardi, è passato a me!

Kris Condoglianze! Cioè… complimenti!

Tiffany Ma non vuole sapere nemmeno com’è successo?

Jane Sì, sì, dite, dite.

Kelly (trattiene la risata a stento) Questa è proprio da raccontare: Tiffany ha fatto una battuta

talmente bella, ma talmente bella, che suo marito è morto dal ridere.

Tutti si mettono a ridere.

Jane Che divertente: appena vedo le amiche del circolo del bridge, glielo racconto senz’altro.

Tiffany Tornando alle cose serie, per riavere il corpo di suo marito si rivolga alla polizia.

Jane Ho una mezza intenzione di impagliarlo ed esporlo in salotto. Sapete, in fondo, un

pochino, mi ci ero affezionata... Va bene, ridendo e scherzando abbiamo fatto tardi.

Questo è il vostro assegno. Un miliardo mi sembra sufficiente, no?

Kris (quasi sviene) Se lo dice lei…

Jane Arrivederci ragazze, e grazie di tutto. (esce)

Musica soft. Le tre ragazze si vanno a sedere, soddisfatte e felici, e cominciano a truccarsi, a

limarsi le unghie, a pettinarsi, guardandosi nello specchietto. Finita la musica, suona il telefono.

Kelly (risponde) Pronto, “Iena ridens”, risate e miliardi, dica. Ah, è la pasticceria “Stanlio ed

Ollio”? Come dice? È pronto quel carico di torte in faccia? Benissimo, ce lo porti subito!

Faccia presto, che siamo quasi alla fine della commedia, mi raccomando. Grazie.

Bussano.

Ispettore (da fuori) Sono l’ispettore, aprite!

Kris va ad aprire.

Ispettore (entra con un sacchetto) Ragazze, ecco i vostri trenta milioni.

Kris (altezzosa) Trenta milioni! Ma cosa vuole che siano per noi trenta milioni, ora! Noi, ora,

trenta milioni li spendiamo giusto per… la carta igienica. (esce)

Ispettore (stupito) Hanno sempre voglia di scherzare, queste. (va da Kelly) Signorina, ho qui i

vostri trenta milioni.

Kelly (altezzosa) Li lasci pure lì sul tavolo… vuol dire che li spenderemo per la carta igienica.

(esce)

Ispettore Che simpatia! (va da Tiffany) Signorina, i famosi trenta milioni!

Tiffany (altezzosa) Ma basta con questi “trenta milioni”! Ma lo sa cosa ci compriamo al massimo

con trenta milioni, noi?

Ispettore (subito) La carta igienica!

Tiffany Bravo, ha indovinato! E per premio, le lasciamo in custodia l’ufficio. Bye bye! (fa per

uscire, poi le sovviene) Ah, se ci dovessero cercare, siamo alle Maldive. (rivolta al

pubblico, con accento straniero) Ciao, Italia! (esce)

Ispettore Trenta milioni di carta igienica. Ma quanto mangiano, ‘ste tre!

Bussano.

Ispettore Uff, cominciamo bene! Già arrivano i rompiballe. Ma chi diavolo sarà a quest’ora? (si

avvicina alla porta, tranquillo) Sì, chi è? (da fuori, gli arriva una torta in faccia, poi si

rivolge al pubblico) Non c’è proprio niente da ridere. Sipario!

Cala la tela

FINE

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 1 volte nell' ultima settimana
  • 2 volte nell' ultimo mese
  • 17 volte nell' arco di un'anno