Il drago guardiano

Stampa questo copione

"IL DRAGO GUARDIANO"

"IL DRAGO GUARDIANO"

di Luca Trovato.

PERSONAGGI ed INTERPRETI:

FOLLETTO “Soffio”

 DRAGO “Saurì”

 STREGA “B”

 PRINCIPESSA “Stella”

RE “Giovanni”

REGINA Elena

FATA “Smemorina”

FIGURANTE

6 PERSONAGGI DELLE FAVOLE (CAPPUCCETTO ROSSO, CACCIATORE, BELLA ADDORMENTATA NEL BOSCO, CENERENTOLA, UN PAGGIO E PINOCCHIO)

NOTE DELL’AUTORE.

I nostri bambini, all’epoca all’asilo, avevano inventato una storia con folletto, drago e strega. Io l’ho presa, ho chiesto aiuto alla “MELEVISIONE” (spettacolo amatissimo dai bambini) e ho aggiunto qualcosa. È nato “IL DRAGO GUARDIANO”. Quando fu messa in scena da dei genitori alle prime armi fu per motivi benefici. Ci divertimmo tantissimo (tutt’ora ci chiamiamo tra noi come i personaggi) e l’hanno dopo si fece il “continuo” con “LA STREGA URLUBERLU’ LADRA DI SUONI” che nacque da una filastrocca nota. La particolarità sta nel far partecipare il pubblico dei bambini che sono parte in causa e veri e propri interpreti. Era bellissimo per me, che facevo Soffio, vedere quei piccoli volti gonfiarsi per soffiare contro la strega cattiva.

Non c’è cosa più bella: fare beneficenza e vedere tanti bambini felici.

Mi raccomando: i bambini devono stare in prima fila!! Noi eravamo in un Auditorium e i grandi erano seduti ai lati mentre i bambini erano davanti al palco seduti a terra sui tappeti che coprivano il campo di basket.

Altro consiglio: a volte i bambini sono imprevedibili e bisogna pensare e improvvisare anche le situazioni che possono accadere…..a noi è successo ma nessuno si è accorto che folletto e drago stavano improvvisando paurosamente….

È ovvio che molti noteranno cose simili con spettacoli molto più famosi ma, dopotutto, sono solo un genitore che ha fatto divertire tanti bambini….

Spero di ricevere consigli, critiche e quanto volete alla mia mail: luctrovato@tiscali.it

Ciao a tutti.


SCENOGRAFIA

Il palco è “diviso” dal pubblico da un “varco” (formato da un ramo robusto sospeso tra due tronchi che si possa aprire verso il pubblico). Completano la scena degli alberi (in cartapesta fatti dai bambini) e, se possibile, un tavolo con delle sedie fatte a ceppo. Sul tavolo la strega farà le sue pozioni (noi usammo una macchina che faceva il fumo all’interno del pentolone…. Fu magnifico!!!.

La sedia a dondolo per il figurante è un lusso in più. Può stare benissimo in piedi.


LEGENDA


Scenario asilo di bosco; Scenario asilo di bosco; Albero cavo da dove spunterà il folletto; Zona calderone strega (una luce rossa?); Zona tavolo e due sedie; Varco; Erba di legno asilo; Erba di legno asilo; Albero polistirolo; Fungo polistirolo; Divisorio (albero?); Divisorio (albero?) Divisorio (albero?)

14.Divisorio (albero?)

A.ENTRATA FOLLETTO

B.ENTRATA DRAGO

C.ENTRATA PRINCIPESSA

D.ENTRATA PERSONAGGI


SCENA UNICA

(i personaggi si susseguono uno dietro l’altro senza mai far mancare l’attenzione dei bambini)

SI APRE IL SIPARIO E UNA MUSICA INIZIA A SUONARE, ENTRA CHI PRODUCE LA MUSICA SEGUITO DAL FIGURANTE. (SONO ILLUMINATI DALL'OCCHIO DI BUE) QUEST’ULTIMO SI SIEDE SU UNA SIEDA A DONDOLO E RECITA LEGGENDO UNA PERGAMENA

 “C’E’ UN POSTO AL MONDO, CON UN BEL CHIOSCO/ DOVE LE FANTASIE FANNO UN BOSCO/ E LE TUE FIABE FANNO RADICI/ ED I TUOI GIOCHI FANNO NUOVI AMICI/ ED I SOGNI TUOI FAN RIMA COI MIEI/ POSTO COSI’, DOVE SEI? DOVE SEI?/ C’E’ UN POSTO FUORI DAL MONDO/ POSTO FATATO NEL BOSCO PROFONDO/ C’E’ UN POSTO E IO SO DOVE/ DOVE OGNI GIORNO CI SON FIABE NUOVE/ SEMPRE DIVERSE MA LE RICONOSCO/ PERCHE’ E’ LA TUA FANTASIA CHE FA IL BOSCO/

I DUE PERSONAGGI SE NE VANNO E APPENA SCOMPAIONO ENTRA IN SCENA UNA FIGURA NASCOSTA DA UN MANTELLO CHE GUARDERA’ DALLA PARTE OPPOSTA DEI BAMBINI ED ESORDIRA’ CON UNA FRASE

FOLLETTO: “Accipigna! Mi sa che deve essere proprio qua il posto! Ed è un posto veramente folletto! (FA FINTA DI TOCCARE UN MURO INVISIBILE TRA LUI E I BAMBINI) E dalla parte di là ci dovrebbero essere tanti bambini del mondo reale … proviamo: Ehilà bambini, mi sentite? (I BAMBINI RISPONDERANNO) Si! Mi sentono!!  Ciao, mi chiamo Soffio e…. Ehi, bambini, volete sentire una canzone? E’ una canzone che parla della favola e di che cosa è magico… (PARTE LA BASE DI “MAGICO” (canzone dello Zecchino d’oro). SOTTOLINEATO QUELLO CHE CANTANO GLI ALTRI FUORI SCENA ):

                                   La fiaba mi cattura/quando c’è l’avventura/ ma spesso devo dire/ mi fa solo dormire/ Le fate fan sognare/ son belle buone e care/ Le streghe sono brutte/ ve le regalo tutte/ i draghi fan spavento/ se non stai controvento/ Se manca la tensione/ mi prende un coccolone/ I maghi fan pozioni/ son sempre pasticcioni/ ma la vera magia/ Avviene a casa mia/ Magico/ saltare sul tuo letto/ magico/ scartare un bel pacchetto/ magico/ partire per il mare/ magico/ sull’erba rotolare/ Magico/ saltare sul tuo letto/ magico/ scartare un bel pacchetto/ magico/ partire per il mare/ magico/ sull’erba rotolare/ e allora è magico/ un bacio della mamma/ magico/ giocare con papà/ magico/ trovarsi con gli amici/ magico/magico/ magico/ magico…/ sentirsi più felici/ sentirsi più felici/ sentirsi più felici/

                                   Che bello, spero vi sia piaciuta! (SI AVVICINA ALLA PORTA -UN TRONCO DI LEGNO CHE DIVIDERA’ I DUE “MONDI”) Cari bambini, state tranquilli, sono qui per difendere questa porta di collegamento del Fantaparco, che re Giovanni mi ha indicato, e, pensate, mi sono portato un amico drago…. Ma dove è?

DRAGO: (PARTE “LA CANZONE DEL COCCODRILLO” DI PETER PAN E INTERROMPENDO IL FOLLETTO CHE LO GUARDA CON ARIA COMPRENSIVA PERCHE’ SA CHE IL DRAGO NON E’ QUELLO DELLA CANZONE. SUL FINALE PICCOLO BALLETTO STILE SCOZZESE –danza delle spade-)

                                   che vorrà il drago go/il suo sguardo non è certo bello llo/ non fidarti mai/ o sennò son guai/  lui sta certo immaginando / di mangiarti sai/ sembra anche simpatico/ in realtà lui è un gran selvatico/ non dir mai 'cosa vuoi'/ 'dove vai', 'stai con noi'/ lui ti vede sempre come companatico/ non fermarti a chiacchierar/ lui non pensa che a mangiar/ il suo sogno è/ di poterti inghiottir/ la sua pancia riempir/ che vorrà il drago go / il suo sguardo non è certo bello llo/ non fidarti mai/ o sennò son guai/ lui sta certo immaginando / di mangiarti sai / cosa fa il drago go / nella vita non è mai tranquillo llo/ lui non è un robot/ e scherzar non si può/ non fidarti mai/ di un grande grande drago go

                                   (ALLA FINE DELLA CANZONE SI METTE IN POSIZIONE DA CONVINTO)

FOLLETTO: (APPLAUDE IRONICO) Proprio una bell’entrata, complimenti, ora la fai finita o ti devo ricordare cosa potrebbe succedere se questo varco fosse scoperto dai cattivi?

DRAGO: “Ripetilo, così, forse, mi convinco che questa storia non sia così assurda… in ogni modo era meglio affidare tutto a mio cugino, che è un drago più… credibile o ad un esercito di folletti… Io lo sai che ancora non sono così (SI GUARDA INTORNO CIRCOSPETTO) spaventoso come nella canzone….

FOLLETTO: (INTERROMPENDO IL DRAGO)  Calmati, nessuno lo sa e dopotutto sei sempre un drago (LO GUARDA)… vabbè, un po’ piccolo… ma pur sempre un drago!

DRAGO: (GUARDA VERSO I BAMBINI NON VEDENDOLI) Pensi che ci sia qualcuno a guardarci?

FOLLETTO: “Ma certo!

DRAGO: “Loro hanno paura dei draghi?”

FOLLETTO: “Si, loro si….(LO DICE CON AMPI GESTI MA NON E' CONVINTO NEMMENO LUI. SI INTERROMPE BRUSCAMENTE) Ma basta ora, prepariamoci a difendere il varco se per caso la strega verrà a sapere della sua esistenza…”

DRAGO: “Vuoi dire che non lo sa?”

FOLLETTO: (GUARDA IN CIELO DISPERATO)Ma non ti ricordi proprio nulla! Re Giovanni ha detto che dovevamo recarci presso il varco che si trova vicino a quella scuola piena di bambini, che si chiama…

DRAGO: “Parcomago! O era lagodrago… no, aspetta, parcolago…..”

FOLLETTO: “Parcodrago! Allora, ogni 100 anni si apre un varco in questo punto e noi dobbiamo fare in modo che nessun cattivone si avvicini…Potrebbe succedere l’irreparabile!”

DRAGO: “Cioè?”

FOLLETTO: “Tu sai che qui vivono tutti i personaggi delle favole e che vivono ogni giorno la loro favola. Giorno dopo giorno la fanno rivivere per loro…”

DRAGO: “Si come quella graziosa bambina che si veste sempre di rosso… come si chiama? (I BAMBINI RISPONDERANNO???) Ah, si, cappuccetto rosso” (ENTRA CAPPUCCETTO ROSSO SALTELLANDO ED ESCE DI SCENA)

FOLLETTO: “E il lupo cattivo mangia ogni giorno bimba e nonna… Ma, sempre ogni giorno, arriverà il cacciatore a salvarle…. (ENTRA IL CACCIATORE CHE CERCA QUALCOSA DA...CACCIARE)”

DRAGO: “…Vuoi dire anche in quella dove c’è quella che si punge….come si chiama? (BAMBINI) Si, proprio quella, la bella addormentata, vuoi dire che si pungerà al fuso…(ENTRA LA BELLA ADDORMENTATA CHE PASSERA' DAVANTI E SBADIGLIERA')”

FOLLETTO: “….ma il principe la sveglierà e sconfiggerà la strega cattiva...”

DRAGO: “E quella della scarpetta, come si chiama? Fumolentola? (BAMBINI)….si, Cenerentola! (CENERENTOLA CHE PASSA)”

FOLLETTO: “Lei sa che ritroverà la scarpetta quando il paggio di corte la porterà a provarla!!! (IL PAGGIO CON LA SCARPETTA CORRE PER SEGUIRE LA PRINCIPESSA)”

DRAGO: “E quella che va in mare, mezza ragazza e mezzo pesce, come si chiama? (BAMBINI) Già, è vero… e quello di legno… Pidocchio? Querciocchio….(BAMBINI) Si, proprio lui…(PASSA PINOCCHIO)

FOLLETTO: E’ il nostro mondo!!! (ENTRANO TUTTI I 6 PERSONAGGI CUI SOPRA E PARTE LA CANZONE “E’ UN MONDO PICCOLO” E LORO FANNO UN PICCOLO BALLETTO CANTANDO) E’ un mondo che /può far ridere/ ma è lo stesso che/ fa anche piangere/ ma spartire dovrai/ con gli amici che hai/ le speranze e le ansietà/ è un mondo piccolo/ dopo tutto è piccolo/ è un mondo favoloso/ ma piccolo/ mari e monti non ci dividono/ luna e sole sempre risplendono/ se un sorriso farai/ in risposta tu avrai/ amicizia e simpatia/ è un mondo piccolo/ dopo tutto è piccolo/ è un mondo favoloso/ ma piccolo/(SUL FINALE I 6 PERSONAGGI SE NE VANNO A “TRENINO”)

DRAGO:  (SI METTE A PENSARE QUANDO SE NE VANNO I PERSONAGGI E DICE LA BATTUTA COME SE, FINALMENTE, HA CAPITO) Vuoi dire che se per caso i cattivi trovassero il varco…”

FOLLETTO: (ARIA MOLTO ABBATTUTA)“Vivremo per almeno 100 anni con lupi, streghe e orchi vincitori in ogni favola…

(I DUE HANNO UN MOMENTO DI PAUSA DOVE SONO DISPERATI NEL PENSARE CHE COSA POTREBBE SUCCEDERE…..IL DRAGO SI FA CORAGGIO)

DRAGO: (SI RINVIGORISCE) Difenderemo questo posto ad ogni costo. Quanto manca all’apertura del varco?”

FOLLETTO: “Poco, e abbiamo poco tempo……” (SI INTERROMPE PERCHÉ VEDE LA PRINCIPESSA CHE ENTRA CON ARIA SCONSOLATA E SI SIEDE)

FOLLETTO: “Principessa Stella, che piacere vederti (LEI NON FA UNA PIEGA) … ma perché sei così sconsolata?”

PRINCIPESSA: (LEI SI ACCORGE CHE CI SONO I DUE, RITORNA SCONSOLATA)“Non hai sentito che disgrazia è capitata?”

FOLLETTO E DRAGO: (INSIEME, SPAVENTATI, ABBRACCIANDOSI E GUARDANDOSI INTORNO) Disgrazia??!!?? (SQUILLO DI TROMBA, ENTRA UN FIGURANTE CON UNA PERGAMENA)

FIGURANTE:UDITE, UDITE, DOMANI AL CASTELLO/ QUELLO DEL PRINCIPE FILIPPO IL BELLO/ CI SARA’ UN BALLO ASSAI SPETTACOLARE/ A CUI NESSUNA PRINCIPESSA VORRA’ MANCARE/ CI SARANNO BIANCANEVE, CENERENTOLA E AURORA/ UDITE UDITE, NON VEDI L’ORA? (SQUILLO DI TROMBA ED ESCE FIGURANTE)

PRINCIPESSA: (SEMPRE PIU’ GIU’ DI CORDA) Avete sentito? Cenerentola arriverà con un vestito nuovo di zecca, tanto la sua fata-madrina le farà un vestito stupendo e avrà anche le scarpette di cristallo… e Biancaneve? Nessuno farà caso al suo vestito perché i suoi 7 nani le daranno dei gioielli fantastici… e invece io???

DRAGO: “Tu sei la futura regina del Fantaparco…..”(COME DIRE: CHE PROBLEMI HAI???)

PRINCIPESSA: (DA BAMBINA CAPRICCIOSA)“E non posso avere un vestito nuovo!” (ENTRA IN SCENA RE E REGINA)

RE E REGINA: “Ancora con questa storia Stella? (DRAGO E FOLLETTO LASCIANO LA SCENA IN PUNTA DI PIEDI IMBARAZZATI DI ASSISTERE AD UN LITIGIO TRA REALI)

REGINA: Ti ho già detto che ti devi abituare a non sperperare i tuoi denari..

RE: tu sarai la regina di tutto questo e…

REGINA:  Devi saper gestire la tua real paghetta

RE:  ….In modo migliore…

REGINA: (IN TONO SEVERO) Hai tanti vestiti…” (COMPARE UNO STENDINO CON TANTI VESTITI?)

PRINCIPESSA: (SI AVVICINA AI VESTITI E LI GUARDA)“Sono vecchi e brutti….(SI ILLUMINA E TENTA DI CONVINCERE I GENITORI) E poi ho visto delle scarpe nuove vicino alla bottega di Mastro Geppetto…..”

RE: “Tu hai dei doveri a cui devi sottostare…

REGINA: quando sarai grande…

RE: Tutto questo sarà tuo!”

REGINA: (RIVOLTO AL CONSORTE) Spero che questa volta resisterai ai suoi capricci!! (ESCE DI SCENA INDISPETTITA)

PRINCIPESSA: “Quando sarò grande… quando sarò grande… non sento altro! La festa è domani però, non quando sarò grande….” (BASE “IL MONDO E’ MIO” SOTTOLINEATO CANTA IL RE)

                        Caro babbo/ tu sai/ quella festa è importante/ io vorrei un diamante/ sarei stupendissima/ Regina forse sarò/ e quel giorno prometto/ che sarà tutto giusto quello che io  farò/ Ma il mondo è mio!/ Tu devi aver fiducia in me e non mi dire che non si fa/ il mondo è mio sempre/ Il mondo è tuo/ ma come pensi che starò/ quando io vedrò/ le altre che/ avranno tutto quanto più di me…

                        Cara Stella/ sarai/ la regina di tutto/ ma la dote che manca in te è sicuro l’umiltà/ Ma il mondo è mio -ma regina sarai- ma come pensi che starò/ quando io vedrò/ le altre che/ saranno più belle, oh si/ Ma sarà tuo/- ma quando avverrà-/ e un giorno tu lo scoprirai/ quando regnerai/ tu capirai/ che il mondo è tutto tuo/ Il  mondo è mio/ Il mondo è tuo/ Il mondo è mio/ proprio tuo/ sarà mio/ proprio tuo…. Ma adesso no… 

 IL RE, COMBATTUTO TRA ACCONTENTARE LA PRINCIPESSA O LA CONSORTE, SE NE VA LASCIANDO UNA PRINCIPESSA SCONSOLATA.

PRINCIPESSA: “Se solo avessi anch’io una fata….” … non avrei problemi: mi farebbe un vestito nuovo e bellissimo con un tocco di bacchetta… ma dove la trovo? Sicuramente la madrina di Cenerentola non farebbe una cosa simile per me e le altre fate sono partite per il loro raduno e torneranno dopo il ballo….

FATA:  (VOCE FUORI CAMPO) Cara principessa, ci sono io! (SPUNTA LA FATA CHE FARA’ AMPI GESTI ALLA PRINCIPESSA MENTRE C’E’ MUSICA WINX) Fata Smemorina!

PRINCIPESSA: (LA GUARDA MA COME SE NON ESISTESSE) Se solo avessi una fata anch’io…

FATA: (SI METTE DAVANTI A LEI CON INSISTENZA) Principessa!?! Guardami! Sono una fata!

PRINCIPESSA: (SCOCCIATA) Eh no! Smemorina, tu non sei una fata, sei un’apprendista fata!

FATA: (CON IL BRONCIO) Vabbè, non sono ancora diplomata ma posso fare qualcosa anch’io..

PRINCIPESSA: (LA VUOLE SGRIDARE SIMPATICAMENTE) Come quella volta che volevi ripulire i vestiti a Cappuccetto Rosso?

FATA: Bè, stava bene vestita di verde…(DISEGNO DI CAPPUCCETTO ROSSO VESTITA DI VERDE MOLTO DISPERATA O ENTRA IN SCENA CAPPUCCETTO “VERDE”)

PRINCIPESSA: (VUOLE CONVINCERLA CHE NON E’ IN GAMBA) O quella volta quando volevi prendere il posto della fata Turchina nella favola di Pinocchio…

FATA: (COME SE ERA MEGLIO COSI’) Lo trasformai in marmo puro….(ABBASSA LA TESTA E FA GLI GNORRI) È stato qualche errorino…(CARTELLONE PINOCCHIO MARMATO MOLTO DURO O PINOCCHIO RIGIDO)

PRINCIPESSA: (E’ CONVINTA DELLA SUA BONTA’) Ti ringrazio per l’interessamento ma…(LO DICE CON DECISIONE) la mia risposta è NO!

FATA: (E’ DISPERATA) Fammi provare, ti prego!

PRINCIPESSA: (NON HA INTENZIONE DI MUOVERSI DALLA SUA POSIZIONE) NO!

FATA: (LA VUOLE CONVINCERE CON LA PRINCIPESSA CHE CONTINUA A DIRE DI NO CON LA TESTA - BASE DI “LO STRETTO INDISPENSABILE) Ti prego/ devo crederci/ e forse anche insistere/ e i tuoi malanni puoi dimenticar/ in fondo basta il minimo/ sapessi quanto è facile/ con una mia magia aiutar/ Mi piace provare/ qualunque cosa sia/ mi sento bene/ in sintonia/ lo so che a volte ho sbagliato/ ma non è colpa mia/ se non ricordo bene, perfettamente,  la magia/ Quello che ti occorre,guarda/ Vicino a te/ mi troverai/ mi troverai/ Ti prego/ devo crederci/ e dai fammi insistere/ e i tuoi malanni puoi dimenticar/ in fondo basta il minimo/ sapessi quanto è facile/ con una mia magia aiutar/

 LE DUE SE NE VANNO CON LA FATA CHE CHIEDE E LA PRINCIPESSA CHE DICE DI NO E DALLA PARTE OPPOSTA ENTRERA’ LA STREGA BI-STREGA CHE HA SENTITO TUTTO IL DIALOGO TRA LE DUE. PARTE BASE “JEEG”

STREGA: Ecco arrivo quaggiù/ volo tra lampi di blu/ voglio cambiare tutta la gente/ dell'umanità/ Io sarò la regina/  Diventerò più cattiva/ ma tu puoi chiamarmi BI I ...../ Strega, nuova regina,/ Strega, nuova regina,/ quella che cambierà/ la fine di ogni favola che ci sarà/ Se dal varco nascerà,/ la forza che vi attaccherà/ voi restate solo con me,/ perchè son la strega-BI/ Quando il domani verrà,/ il tuo domani sarà/ con i miei poteri io cambio il futuro/ dell'umanità/ Io sarò la regina/ Diventerò più cattiva/ ma tu puoi chiamarmi BI I ...../ Strega, nuova regina,/ Strega, nuova regina,/ quella che cambierà/ la fine di ogni favola che ci sarà/ Se dal passato arriverà/ un'altra volta la bontà/ voi restate tutti con me,/ La regina, Strega-Bi

                        (LA STREGA ANNUSA QUA E LA...) Sniff! Sniff! ...Sento una certa puzza....Una puzza di marmocchio.... Ma non è possibile! Non ci sono bambini nel fantaparco. Ah... Ma forse sono quei piccoli serpenti del Parco Drago.....
Siete voi piccoli mostriciattoli ? Fatevi sentire....(I BAMBINI SCUOTONO LE BOTTIGLIETTE...) Ah! Che rumore infernale! Devono esser proprio loro, nascosti da qualche parte.... Ma vi si sistemerò io...ho in mente un bello scherzetto! Oggi.... (DA CATTIVA) Ridete, ridete, oggi è il giorno che tanto aspettavo: si aprirà il varco tra il mio mondo ed il vostro ed io vi raggiungerò e sapete cosa farò? Per prima cosa vi prenderò tutte le vostre fiabe preferite e (SE CI SONO I RUMORI FARE DELLE PAUSE TRA UN’AZIONE E L’ALTRA) le incenerirò, le friggerò e stritolerò e non saranno più le stesse!!! Il lupo mangerà cappuccetto rosso e anche il cacciatore… Pinocchio resterà per sempre un burattino di legno e poi…. Sarò la regina indiscussa di questo regno e questo desiderio della principessa capita a fagiolo (ENTRA LA PRINCIPESSA) Cattiva giornata a te principessa Stella.

PRINCIPESSA: (COME SE SI FOSSE ACCORTA DELLA STREGA IN QUELL’ISTANTE) Oh, ciao bi-strega….(SOSPIRA) è veramente una cattiva giornata per me…

STREGA: Perché mai?

PRINCIPESSA: Perché io, la futura regina del Fantaparco, non sarò la più bella del festa di domani sera…. Mi sarebbe bastato poco… volevo far morire di invidia le altre principesse…

STREGA. (VUOLE CONVINVERE LA PRINCIPESSA CHE LEI E’ DALLA SUA PARTE) Giusto! Ma tu sai che io posso aiutarti! (DICE LE COSE FACENDO MOLTE PAUSE, FACENDO PENSARE LA PRINCIPESSA) Fare dispetti è una cosa che mi farebbe piacere… potrei darti una cosa che ti farebbe apparire bellissima davanti agli altri… (ADESSO LO DICE CON DISTACCO) ma tu dovresti farmi un favore….

PRINCIPESSA: (SI SVEGLIA DA UN SOGNO E TORNA AD ESSERE PER UN PO’ UNA PRINCIPESSA RESPONSABILE) Un favore? Dipende dal favore…

STREGA: (LO DICE DISTRATTAMENTE, COME SE LA COSA NON LE IMPORTASSE) Tu sai sicuramente dove si trova il varco che porta al Parcodrago, quello che si apre ogni 100 anni…

PRINCIPESSA: (CON FARE DECISO INTERROMPENDOLA) Sai benissimo che non posso dirtelo!

STREGA: (STA CONVINCENDO UNA PRINCIPESSA CHE SI VUOLE FARE CONVINCERE) Ma non dovrai dirmi dove si trova esattamente! (LA PRINCIPESSA E’ SOLLEVATA) Vedi, lì vicino nascono delle ortiche tenere che sarebbero un toccasana per i miei malanni di strega….

PRINCIPESSA: (PARLA TRA SE’ A FAVORE DEL PUBBLICO, SI VUOLE CONVINCERE) Potrei anche dire il posto, tanto il varco si apre ogni 100 anni e chissà quanti anni dovranno ancora passare per la prossima apertura… nel frattempo io diventerò regina e lo farò sorvegliare da due o tre draghi sputafuoco, anzi, meglio, quando diventerò regina lo farò chiudere e così la bi-strega non potrà usarlo.. ma io potrò essere la più bella della festa (RIVOLTO ALLA STREGA IMPAZIENTE) Va bene, ti dirò il posto ma prima dammi quella cosa…

STREGA: (RIVOLTA AL PUBBLICO E SFREGANDOSI LE MANI) Bene, ci è cascata e mi posso fidare, lei è così (SMORFIA DI DISGUSTO INDICANDO LA PRINCIPESSA) buona e corretta…(SI RIVOLGE ALLA PRINCIPESSA) Fatti da parte perché devo farti una cosa da mangiare… delle tagliatelle!

PRINCIPESSA: ( E’ REALMENTE SORPRESA) Tagliatelle?

STREGA: Si, sono magiche. Le mangerai prima di andare al ballo. Una luce si sprigionerà dal tuo corpo e sarai bellissima! (PARTE LA MUSICA “LE TAGLIATELLE DI NONNA PINA -SOTTOLINEATO LA PRINCIPESSA- DOPO LA BATTUTA DELLA PRINCIPESSA POSSONO ENTRARE I 6 PERSONAGGI CHE CANTANO TUTTO IL SOTTOLINEATO E NON IN  CORSIVO….-MANI IN ALTO AGITATE E FERMI QUANDO CANTA SOLO LA STREGA”)

                        Il ballo sta iniziando/ ma come devi fare/ per apparir più bella che più bella non si può/ ti può sembrare strano/ ma devi sol mangiare/ qualcosa che io preparerò/ Emanerai una luce/ di bellezza e splendor/ e tutte le altre non ce la faranno proprio più/ competere con te sarà inutile vedrai/ aspetta un minutino tra poco capirai/ è un sistema rapido infallibile e geniale/ che fortunatamente io ho/ e se me lo chiedi per favore/ il segreto io ti svelerò/ ma si lo sai e fammele ma dai / sono le tagliatelle/ della streghina/ un pieno di energia/ effetto vitamina/ mangiate calde col ragù/ le principesse non ce la faranno più/ perché le tagliatelle della streghina/ sono più efficaci di una medicina/ sensazionali a pranzo e a cena e credi a me/ son buone anche al mattino al posto del caffè/ W le tagliatelle della streghina/ un pieno di energia effetto vitamina/ I principini vedranno solo te/ nessuna sarà bella, splendente come te/ I principini vedranno solo te/ nessuna sarà bella, splendente come te/ Yeah!(STREGA E PRINCIPESSA SE NE VANNO FELICI -OGNUNO PER I SUOI SCOPI- I 6 PERSONAGGI SPARISCONO)

FOLLETTO: (USCENDO ALLA FINE DELLA CANZONE, QUANDO TUTTI SCOMPAIONO DALLA SCENA, E RIVOLGENDOSI AL PUBBLICO) Accipigna, avete sentito? Non posso credere che la principessa Stella possa fare questo per… una stupida festa! Come possiamo fare per salvare il varco appena la strega-BI lo saprà…. Manca poco e non so se cercare re Giovanni per avvertirlo o…

FATA: (ENTRA CON MODI TEATRALI DA FATA) Hai bisogno di me?

FOLLETTO: (RIVOLTO AL PUBBLICO) Tutti sanno quanto è distratta la fata Smemorina ma.. è buona d’animo. E poi c’è bisogno di tutti! (LA FATA GLI PASSA DAVANTI “SVOLAZZANDO”)

FATA: (MARCANDO LA FRASE) Hai bisogno di me?

FOLLETTO: (CI PENSA, INDECISO, NON C’E’ ALTRO…) Dobbiamo difendere il varco con città laggiù dall’attacco della Bi-Strega!

FATA: (PANICO) Ma non avevi qualcosa di più facile? Non so, cambiare i colori del tuo abito o abbellire il tuo chiosco?

FOLLETTO: (DECISO) Fata Smemorina, non scherzare! Non capisci che rischiamo che il Fantaparco sparisca???

FATA: (DISPERATA) Ma io come pensi che possa fare per difendere il varco? (CI PENSANO TUTTI E DUE)

DRAGO: (ENTRANDO DISTRATTAMENTE E PASSANDO DAVANTI AI DUE CHE LO SEGUONO CON LO SGUARDO) Ciao, allora ci sono novità?

FOLLETTO E FATA: (CON ENFASI E FELICITA’) Si! Tu difenderai il varco dalla strega!!!

DRAGO: (SORRIDE SOLLEVATO NEL MORALE E SI GIRA DICENDO) Meno male che ci sei tu che difenderai… (SI FERMA IMPROVVISAMENTE GUARDANDOSI INTORNO CON PAURA) Ma a chi state dicendo? (FATA E FOLLETTO SI AVVICINANO E DANNO DELLE PACCHE SULLE SUE SPALLE. LUI BALBETTA) Di…fen…de…re dal..la stre…ga? (HA CAPITO TUTTO E URLA SPAVENTATO IN PREDA AL PANICO) Ma siete matti? Come pensate che possa fare a sconfiggere una strega io che non sono un drago….. insomma, uno di quelli che si vedono nei libri delle favole? Guardatemi: (OGNI FRASE CHE SEGUE LA MIMA CON IL MOVIMENTO) non sputo fuoco, non ho denti aguzzi, nemmeno un paio di corna affilate e sono ancora piccolo… come pensi che possa difendere il varco?

FATA: (CI PENSA CONVINTA) Conosco un incantesimo per far tornare il fuoco ai draghi…

DRAGO: (PARLA AL FOLLETTO SOTTOVOCE) Ma non è che mi fa sputare acqua?

FOLLETTO: (NON E’ CONVINTO NEMMENO LUI) Ma no, Smemorina è diventata più brava… ed è buona… e non abbiamo scelta.

(LA FATA SI AVVICINA AL DRAGO E DOPO UN INCANTESIMO -CI SONO I RUMORI DEVE SOLO AGITARE BACCHETTA O MANI-  IL DRAGO  “SENTIRA’” QUALCOSA CHE SPUTERA’ SUL PUBBLICO:  STELLE FILANTI. TORNERANNO SCONSOLATI VICINO AL FOLLETTO -CHE DURANTE LE LORO AZIONI SARA’ DIETRO ED INTERESSATO-. I TRE SI METTONO A PENSARE, POI IL FOLLETTO HA UN’IDEA)

FOLLETTO: Ma la strega non sa che tu non sei…(FATA E DRAGO NON CAPISCONO) insomma: fai finta di essere un drago! (IL DRAGO NON È CONVINTO, IL FOLLETTO SI RIVOLGE AI BAMBINI) E voi, bambini, se mi sentite, quando entrerà il drago, fate un “OH!” di meraviglia e paura… proviamo? Va bene così. La strega, sentendo anche voi che avete paura del drago… bè, sicuramente non si avvicinerà…

DRAGO: (CI HA PENSATO) Per il fuoco? Lo sai che non riesco a sputarlo!

FATA: (ENTUSIASTA PERCHÉ HA CAPITO L’IDEA DEL FOLLETTO) Ci penseranno loro. Appena dirai: “Vado ad incendiare un albero” i bambini urleranno: “Al fuoco! Al fuoco!” e la strega penserà che hai incendiato veramente un albero. Proviamo!

DRAGO: (CON TONO SEVERO FORZANDOSI DI ESSERE VERO) Vado ad incendiare un albero (FA FINTA DI BUTTARE DEL FUOCO E I BAMBINI URLERANNO “AL FUOCO AL FUOCO”)

FATA: (E' CONTENTA E FELICE PER L’IDEA ED E' CONVINTA CHE FUNZIONERÀ) Perfetto, prepariamoci, perché tra poco il varco si aprirà su quelle creature indifese..

DRAGO: (LO DICE ALLA JAMES BOND CERCANDO DI CONVINCERSI) Indifese? Ma se ci sono io?

FOLLETTO: Appunto… (BASE “METTI LA CANNOTTIERA” -SOTTOLINEATO I PERSONAGGI- IL RESTO FOLLETTO. IL DRAGO DICE SOLO NO SOTTOLINEATO E NON IN CORSIVO -SCONFIGGI QUELLA STREGA-) Pancia in dentro/e sguardo fisso/ no, non fare lo stoccafisso/ quando la strega ti deve guardare/ devi venirgli la cervicale/ ma come farà/ No,non si sa/ ma come farà/ No,non si sa/ ma come farà/ No,non si sa/ Dai che tocca a te/ Alè, oh oh/ Alè, oh oh/ Sconfiggi quella strega/NO!/ Sconfiggi quella strega/ NO!/ Quella lo trasforma in una grossa balena/ Ma che cosa dite/ lei non saprà nulla/ scapperà impaurita senza che faccia la bulla/ Sconfiggi quella strega/NO!/ Sconfiggi quella strega/ NO!/ Mamma che paura non arriva a stasera/ Andamento mago questa è l’epoca del drago/ lei non penserà mai male/ o divento un maiale credi a me/ perché/ perché/ Il fantaparco, questo lo sai, dipende da te/

                                   Petto di fuori/ sguardo da duro/ essere forte come un muro/ quando la strega ti  guarderà/ subito sotto se la farà/ ma come farà/ No,non si sa/ ma come farà/ No,non si sa/ ma come farà/ No,non si sa/ Dai che rimani che te/ Sconfiggi quella strega/ NO!/ Sconfiggi quella strega/ NO!/ Quella, se lo prende, gli fa male fino a sera/ Ma che cosa dici/ lei non saprà nulla/ scapperà impaurita senza che faccia la bulla/ Sconfiggi quella strega/ NO!/ Sconfiggi quella strega/ NO!/ Mamma che paura non arriva a stasera/ Andamento mago questa è l’epoca del drago/ lei non penserà mai male/ o divento un maiale credi a me

                        Lo so che tu non sei un duro/ Ma pensa un poco al futuro/ Se non riesci a fermare/ la strega/ Li farà del male/ Ma se tu appari alla cattiva/ Come barriera protettiva/ Il varco non può superare/ E ci possiamo si salvare/ SCO../ SCO../SCO…// Sconfiggi quella strega/ NO!/ Sconfiggi quella strega/ NO!/ Quella lo trasforma in una grossa balena/ Ma che cosa dite/ lei non saprà nulla/ scapperà impaurita senza che faccia la bulla/ Sconfiggi quella strega/ NO!/ Sconfiggi quella strega/ NO!/ Mamma che paura non arriva a stasera/ Andamento mago questa è l’epoca del drago/ lei non penserà mai male/ o divento un maiale credi a me/ perché/ perché/ Il fantaparco, questo lo sai, dipende da te/

                        Pancia in dentro/e sguardo fisso/ no, non fare lo stoccafisso/ quando la strega ti deve guardare/ devi venirgli la cervicale/ ma come farà/ No,non si sa/ ma come farà/ No,non si sa/ ma come farà/ No,non si sa/ Eccola che arriva di già!/

                        (SE NE VANNO FUORI SCENA IMPAURITI PERCHÈ HANNO VISTO LA STREGA CHE ARRIVA CERCANDO QUALCOSA E SALTANDO DI FELICITA’ NEL VEDERE IL VARCO)

STREGA: (INIZIALMENTE LO CERCA, POI LO VEDE) Ecco il varco!!! Dunque le resa dei conti è vicina! Tra poco tutto cambierà e….

FATA: (ENTRA DI COLPO): Ferma!

STREGA: Fatina da strapazzo , come osi darmi degli ordini? Ti trasformerò in…

FATA: Eh no! Questa volta non farai nulla perché io ho portato (GUARDA I BAMBINI RICORDANDOLI DI FARE IL VERSO) un drago!! (IL DRAGO ENTRERA’ CON MAESTOSITA’ E, SE ANDRA’ BENE, I BAMBINI FARANNO “OH!!” AIUTATI DAI 6 PERSONAGGI CHE SARANNO IN MEZZO A LORO) Vedi come tremano i bambini del Parcodrago? Drago, cosa farai?

DRAGO: Vado ad incendiare un albero! (IL FOLLETTO, MESSO IN POSIZIONE VISIBILE, INCITERA’ I BAMBINI, AIUTATI DAI 6 PERSONAGGI, A GRIDARE “AL FUOCO! AL FUOCO!”, APPENA IL DRAGO FARA’ FINTA DI SPUTARE FUOCO, POI TORNERA’ DALLA STREGA)

FATA: (CON ENFASI) Mamma mia che paura, vero?

STREGA: (SI PORTERA’ AI MARGINI DELLA SCENA PARLANDO TRA SE’. DRAGO E FATA CERCANO DI CAPIRE COSA SUCCEDE) Questo intoppo non ci voleva… ma ho il rimedio che mi hanno insegnato proprio i bambini del Parcodrago…(SI PORTA VICINO AL CALDERONE CHE DEVE AVERE UN COPERCHIO E UN MESTOLO)

DRAGO: (ABBASTANZA TIMOROSO MA SFORZANDOSI DI ESSERE “DURO”) Attenta strega, adesso potrei bruciare te!

STREGA: (CANTANDO SENZA BASE E GUARDANDO IL DRAGO CHE E' ABBRACIATO ALLA FATA IMPAURITO) E le streghe danzano/ le danze con i maghi/ fanno filtri magici/ per incantare i draghi/ gira, gira il mestolo/ tira su il coperchio/ fuoco! Fuoco! Notte e dì e le streghe fan così/ La zampa di rana/ la coda di serpente/ 4 pipistrelli ed un ragno deficiente/ gira, gira il mestolo/ tira su il coperchio/ fuoco! Fuoco! Notte e dì e le streghe fan così (RISATA ALLA FINE DI QUESTA FRASE-POSSIAMO FARLA FINTA E PIÙ PAUROSA-)

FATA E DRAGO: (DURANTE LA CANZONE SI SONO ABBRACCIATI IMPAURITI E ALLA FINE SCAPPANO DOPO LA BATTUTA SEGUITI DAL FOLLETTO E 6 PERSONAGGI CHE ERANO IN MEZZO AL PUBBLICO) Mamma mia, scappiamo!!! Aiuto!!!

STREGA: (RIDENDO) Anche quel drago è stato eliminato… dunque, tra quanto si aprirà il varco? Manca poco per diventare la regina del fantaparco…

RE E REGINA: (ENTRANO NEL SENTIRE QUELLA FRASE) Strega, cosa ci fai qui?

STREGA: Bene, siete venuti ad assistere alla mia vittoria…

RE e REGINA: Ma come hai fatto a sapere dove si trovava il varco…

PRINCIPESSA: (ENTRA CON LA TESTA ABBASSATA, PENTITA DI CIO’ CHE HA FATTO) Padre, madre, è stata colpa mia…. Ho pensato solo ad apparire bella alla festa… Sono così pentita (PIANGE BUTTANDOSI SULLE SPALLE DELLA REGINA)

REGINA: (CON COMPRENSIONE) Hai imparato nel peggiore dei modi una lezione: regnare vuol dire prendersi molte responsabilità e proteggere i tuoi sudditi…

RE: (CONVINTO) Ma troveremo un rimedio…

STREGA: Rimedio??? Ormai ci manca poco e nessuno mi può fermare!!! (LA STREGA SI METTE A CUCINARE NEL PENTOLONE) Adesso farò una pozione per cambiare il mondo di favola! (STREGA OCCUPATA CON IL PENTOLONE, RE E REGINA DISPERATI, PRINCIPESSA SI STACCA E VA VERSO IL PUBBLICO IN MODO MOLTO TRISTE)

PRINCIPESSA: (BASE “LA BELLA E LA BESTIA”) Sarà un mondo che/ muore grazie a me/ colpa io avrò/ per sempre e non lo so/ se sopravviverò/ La mia vanità/ male adesso fa/ per un ballo che/ mi ha fatto perdere/ tutto quel che c’è/ Vorrei chiedere/ scusa anche a te/ ma io forse so/ che non servirà/ a cambiare la realtà/ Ecco finirà/ questo mondo che/ amo più di me/non mi credere/insensibile/Fantaparco che/ muore grazie a me/ questa è la realtà/ cosa ti dirò/ quando io t’incontrerò/ è un mondo che/ muore grazie a me/ solo grazie a me…/      

FOLLETTO, FATA E DRAGO: (ENTRANDO DI CORSA ALLA FINE DELLA CANZONE) No, principessa! Ci siamo noi!

STREGA: Voi? (RIDE CON DISPREZZO) Siete un povero esercito: una fata che non sa fare un incantesimo, un folletto pauroso, un drago che non sputa fuoco, una famiglia reale indifesa…. Chi potrà mai fermarmi?

FOLLETTO, FATA E DRAGO: (INDICANDO IL PUBBLICO) Loro!

STREGA: (RIDE CON DISPREZZO) Loro?

FOLLETTO: (SI AVVICINA AL PUBBLICO) Bambini, tocca a voi: ricordate, questo è un mondo di favola e vive solo grazie a voi!

FATA: (SI AVVICINA ANCHE LEI E ANNUISCE) Certo, se tutti voi, appena la strega aprirà il varco, vi darete la mano e sarete uniti e soffierete forte… bè, sicuramente la butterete indietro e non riuscirà ad entrare… avete capito bambini?? Siamo nelle vostre mani, il Fantaparco dipende da voi!!!

STREGA: (SPOSTA CON FORZA IL FOLLETTO E LA FATA PASSANDO IN MEZZO) È giunta l’ora! (APRE IL CANCELLO PARLA DA VINCITRICE MALEFICA) Io sarò la nuova regina del Fantaparco….(I BAMBINI SOFFIERANNO “AIUTATI” DAL SUONO DEL VENTO CHE FAREMO, SARANNO INCITATI DAGLI ALTRI PERSONAGGI IN MEZZO A LORO) Ma che succede?

FOLLETTO: (URLA) Tenetevi tutti!

STREGA: (INDIETREGGIA SPINTA DA UN VENTO FORTISSIMO) Ma non è possibile…. NO, non adesso che sono ad un passo dalla vittoria…. No, no….. NOOOOOO (SPARISCE PORTATA VIA DAL VENTO CHE SMETTE APPENA LEI SCOMPARE)

RE: (STUPITO COME TUTTI I RIMASTI) Ma cosa è successo???

FATA: Semplice, il regno del Fantaparco è un regno di… fantasia  e chi, se non i bambini del Parcodrago ne hanno tantissima?  Ho pensato: Una volta che apriranno il varco loro potranno fare tutto quello che possono dentro il regno di favola e perciò…

FOLLETTO: un bel soffio per spedire la strega lontano dal varco….

RE: ….giusto per richiuderlo (LO CHIUDE)

PRINCIPESSA: (VERAMENTE DISPIACIUTA) Ho messo in pericolo tutto il Fantaparco, e ora come posso mai rimediare a questo?

REGINA: Hai imparato che non bisogna pensare solo a sé stessi, la vita non è fatta solo di tuoi diritti ma anche di doveri verso gli altri! (I TRE SE NE VANNO LASCIANDO DRAGO E FOLLETTO DA SOLI)

DRAGO: Mamma mia, l’abbiamo scampata bella, eh?

FOLLETTO: Già, meno male che anche stavolta il bene ha vinto sul male….

FOLLETTO: (BASE DI “CRUDELIA” -DOPO “…BAMBINI SI…” SI UNISCONO TUTTI GLI ALTRI, TRANNE LA STREGA, A CANTARE VERSO IL PUBBLICO-) La strega bi/ La strega bi/ cattiva e potente/ non è poi così/ è stata sconfitta da bambini ma si/ la strega la strega bi /La strega bi/ la strega bi/ è stata ad un soffio da regnare qui/ ma adesso non si vedrà per un dì/ la strega la strega bi/ Un potente soffio tuo l’ha spedita laggiù/ tanto lontana che non si vede più/ il varco è vigilato da un drago sai/ e tremare mai più tu potrai per…/  la strega bi/ la strega bi/ cattiva e demente/ tanto così/ nessuno sentirà parlare qui/ della strega bi/

RE: (CON MODI MAESTOSI)Oggi è un giorno di festa per il Fantaparco! Ho deciso di mettere a guardia del varco tre creature magiche che accompagneranno nel loro cammino i bambini del parcodrago: un tenero ma forte Orso (ENTRA L’ORSO), un maestoso Elefante (ENTRA L’ELEFANTE) e un potente enorme Drago (ENTRA IL DRAGO). Voi bambini del Parco Drago, avete il vostro elemento magico che ci collega con noi, agitatelo e cantate con noi

                                   (PARTE LA BASE DELLA CANZONE “SE SEI FELICE”) Se sei felice e tu lo sai batti le mani/ Se sei felice e tu lo sai batti le mani/ Se sei felice e tu lo sai/ e mostrarmelo vorrai/ Se sei felice e tu lo sai batti le mani/ Se sei felice e tu lo sai batti i piedi/ Se sei felice e tu lo sai batti i piedi/ Se sei felice e tu lo sai/ e mostrarmelo vorrai/ Se sei felice e tu lo sai batti i piedi/ Se sei felice e tu lo sai i usa  la fantasia/ Se sei felice e tu lo sai usa la fantasia / Se sei felice e tu lo sai/ e mostrarmelo vorrai/ Se sei felice e tu lo sai usa la fantasia / ”) Se sei felice e tu lo sai fai uno strernuto/ Se sei felice e tu lo sai fai uno sternuto/ Se sei felice e tu lo sai/ e mostrarmelo vorrai/ Se sei felice e tu lo sai fai uno sternuto/ ”) Se sei felice e tu lo sai fai una risata/ Se sei felice e tu lo sai fai una risata/ Se sei felice e tu lo sai/ e mostrarmelo vorrai/ Se sei felice e tu lo sai fai una risata/

PRINCIPESSA: (CON IL BICCHIERE IN ALTO) Un brindisi al ballo (TUTTI LA GUARDANO CON CURIOSITA’ PERCHE’ LEI FA UNA PAUSA) Eh si, perchè io andrò al ballo. Il mio vestito forse non sarà il più bello ma ciò che conta veramente è sentirsi migliori dentro. (TUTTI I PERSONAGGI SI "APPARTANO" SUL PALCO ED ENTRERA' IL FIGURANTE)

FIGURANTE: UN BRINDISI A VOI BAMBINI DEL PARCODRAGO/ CHE AVETE SPEDITO LA STREGA IN UN LAGO/ NON VI STUPITE, NON E’ MAGIA/ E’ ANCOR PIU’ BELLO.. E’ FANTASIA/ VI DOMANDATE ADESSO DOVE ANDIAMO?/ MA VENIVAMO DA VOI, COSI’ VI… SALUTIAMO

(PARTE HAKUNA MATATA E TUTTI, TRANNE IL FIGURANTE, VANNO IN MEZZO AL PUBBLICO. IL FIGURANTE PRESENTA GLI INTERPRETI MENTRE C'E' IL PEZZO NON CANTATO E CHI VIENE CHIAMATO VA SUL PALCO PER IL FINALE.

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 0 volte nell' ultima settimana
  • 1 volte nell' ultimo mese
  • 7 volte nell' arco di un'anno