Il Grinch

Stampa questo copione

Il Grinch

Il Grinch

Adattamento Teatrale di Luca Venturini della fiaba del Dr. Seuss

PERSONAGGI ED INTERPRETI

Il Grinch

Roberto Serra

Max

Ninì

Cindy Lou

Paola Fiorelli

Sig.ra Lou

Marisa Stefanini

Sindachì

Daniele Buffolino

Ragazza

Catia Musolesi

Ragazzo

Francesco Simoncini

Maestra

Valeria Castelli

Marta May

Oriana Serra

Babbo Natale

                 Renzo Rocchetta

Narratore(VFC)

Alessandra Mei

Regia

Luca Venturini


Sipario aperto, in sala un effetto caduta di finti fiocchi di neve…musica sottofondo natalizia

                                       

SCENA 1°

Narratore: In quel fiocco di neve che ti ha appena sfiorato , c’è tutto un mondo che ti verrà svelato . Lassù in cima alle montagne , fra i picchi di Punta Bo , vivono i piccoli “nonsochi“, della città di “Chi non so”. Se chiedi ai “nonsochi” di certo ti diranno : “Natale a “Chi non so” si aspetta tutto l’anno” . La finestra è gremita e la luce è colorata e la banda marcia allegra in divisa da parata. Pasqua  è piena di sorprese , carnevale è mascherato e a San Valentino si regala il cioccolato , ma dalla punta del musino al dodicesimo mignoletto , per i “non so chi” il Natale senza dubbio è perfetto

 E si vedono in scena il villaggio con Cindy e  la Sig.ra Lou che stanno addobbando la porta di casa..

Cindy: Mamma dobbiamo sbrigarci, il Natale  sta arrivando!

Dobbiamo finire di  addobbare anche l’albero di Natale …

Sig.ra Lou: (con delle buste in mano) ecco Cindy arrivo, non mettermi fretta,  mancano ancora 3 giorni al natale.

Cindy: si lo so, ma dobbiamo ancora addobbare tutto il resto della casa, e quest’anno la nostra deve essere la casa più bella del paese!

Sig.ra Lou: si piccola Cindy vedrai che quest’anno avremo la casa più bella e  luminosa di tutta Chinonsò te lo prometto…

Arrivano i ragazzi di corsa dal fondo alla sala, sono diretti dal Grinch…

Ragazza: ciao Cindy… noi andiamo sulla montagna di Punta Bo vuoi venire        con noi?

Cindy: andate a Punta Bo e cosa andate a fare lassù? È pericoloso c’è…

Ragazza: …lo sappiamo c’è il Grinch ed è per quello che ci andiamo vogliamo vederlo… allora che fai vieni con noi?

Cindy: no ragazzi, non posso devo aiutare mia madre ad addobbare l’albero e la casa…

Ragazzo: …fai come vuoi… ma non sai che ti perdi…

Cindy: sarà per un’altra volta… ciao ragazzi e state attenti… (si allontana assieme alla madre ed escono.)

Buio si apre casa del Grinch

Luce

I due ragazzi fuori scena

 Ragazza: ehi, Sam guarda, c’è una porta…

Ragazzo: già e c’è un cartello… c’è scritto… “ Casa del Grinch state alla larga”…

Entrano da dx

Ragazza:  wow  lo abbiamo trovato…

Ragazzo: ma allora esiste davvero… chi sa come sarà fatto… dicono che sia spaventosamente brutto.

Ragazza:già dicono sia peloso e puzzolente… proviamo a chiamarlo…

Tutti e 2 i ragazzi: Signor Grinch… signor Grinch.. (sempre più forte) SIGNOR GRIIIIIIIIIIIIINCH….

Buio,  e da questa esce una grande nuvola di fumo… e il Grinch compare dietro ai due ragazzi… Luce piena

GRINCH: (per spaventarli) BUUUUUUUUUUUUUUUUU!!!!!

 I due ragazzi fuggono spaventati.

Scena 2°

Narratore: nella montagna di Punta Bo… c’è una discarica si però non serve solo per raccogliere rifiuti… se tu guardi per pochi minuti… ti accorgi che è una casa quella li… ci abita il Grinch… eccolo li…

Grinch: (ridendo dello scherzo che ha fatto ai due ragazzi, seduto sul suo sdraio sgangherato, parlotta col suo cane Max.)

Hai visto Max… li ho fatti scappare… correvano come delle saette quei due  pivelli… devo aver superato me stesso stavolta… eh sì.. la classe non è acqua vero Max! E poi caro mio, io non sono un qualunque Nonsochì, io… (cantando)…

CANZONE 1 (Sig.Grinch)

Sei maligno Sig. Grinch

Nove metri e novantatré

Che gran ghigno, come un cactus sei spinoso

Indecisa … Sig. Grinch

Come un rospo scivoloso. Sig. Grinch!

Hai termiti nel sorriso

Tu mangi bucce di banana, in putrefazion

Sei più pazzo di un bacillo

Tu sei il cattivo numero uno. Sig. Grinch!

Sei più duro di un coccodrillo.

Sul tuo amor, sei nato senza amor

Sig. Grinch

Nel cervello tu c’hai un ragno

Dovessi scegliere fra te e quello

La tua anima è uno stagno. Sig. Grinch

Stai tranquillo

È meglio star lontano da te

Scelgo il coccodrillo!

Grinch: ( si ferma si ributta sulla sdraio e riprende a parlare al cane) ah Max… che noia… sto qui nella mia bella casa… assieme al mio migliore amico.. che poi saresti tu…mi riposo sul mio bellissimo letto di rifiuti e mangio mangio e mi ingrasso e sai perché Max? mangio perché mi annoio… uffa sempre la  stessa vita.. se oggi non ci fossero stati quei 2 babbei che ho spaventato sarebbe stata la solita giornata banale… e.. HIIII mi è venuta un’idea… Max io vado in perlustrazione a Chinonsò, sono curioso di sentire cosa dicono in città di me e dell’accaduto… mi raccomando Max fai la guardia Ok? Ti affido la mia reggia… vado e torno… E poi ho bisogno di interazioni sociali! Ihihih (ridacchia divertito)

(si chiude le quinte della grotta e si cambia scena col villaggio )

                                                  Scena 3°

AL Villaggio di Chinonsò arrivano i 2 ragazzi sconvolti per la paura e raccontano alla gente della loro disavventura a casa Grinch… nel Frattempo, il Grinch in incognito e travestito è arrivato alla piazza del paese e assiste al racconto dei 2… divertito e orgoglioso.

Ragazza: Aiuto.. aiutateci il Grinch ci vuole rapire….

Sig.ra Lou: il Grinch? Avete detto il grinch?

Ragazzo: oh si lo abbiamo visto è enorme, brutto e cattivo…

Sig.ra Lou: oddio Cindy dove sei piccola mia?

Cindy: sono qui mamma ma che succede?

Ragazza: il Grinch ci ha spaventati e ci ha cacciato da Punta Bo, poi ci ha  rincorso… lui è cattivo, molto cattivo…

Cindy: il Grinch davvero? Ma siete sicuri che era lui? Non credo che un Nonsochì  possa essere così cattivo…

Entra Sindachì con al braccio Marta May

Ragazza:ma lui non è un nonsochì lui è un mostro cattivo… noi ci barrichiamo in casa…

I Ragazzi corrono a casa, escono da dx

Sindachì: ma piccola Cindy Lou, Jessy ha ragione, il Grinch non è un Nonsochì… o meglio non è come tutti gli altri… lui è diverso… è brutto,         peloso, mangia rifiuti, non sa cosa voglia dire essere educato,  che fetore che fa Bleah (disgustato) e poi è verde!   Qualcuno di voi ha mai visto un Nonsochì verde? Ah ah ah.. è uno scherzo  della natura, uno sbaglio…

Cindy: ma il fatto che sia di un altro colore o che mangia cose diverse da noi non significa che sia sbagliato… anche lui è un nonsochì è solo un po’ diverso… ma ognuno è unico nel suo genere…

A queste parole, il Grinch che era rimasto nascosto si affaccia in piazza e ascolta la conversazione e le parole della piccola Cindy, sembra quasi commuoversi e la cosa lo turba e sembra allontanarsi ma…

Sindachì: eh cara Cindy sei piccola ancora per capire certe cose… ma io lo conosco bene il Grinch eravamo a scuola insieme… io, lui,tua madre e la mia compagnia Marta May andavamo in classe assieme ed è sempre stato così grincioso. Mi ricordo una volta qualche giorno prima di Natale…

(Cindy sul proscenio) Freeze

Narratore: (SI CHIUDE IL SIPARIO) e mentre Sindachì raccontava Cindy Lou, la scena ad occhi aperti sognava.

Scena Flashback

Luce soffusa in scena la Maestra da dx e Marta, sig.ra Lou, Sindachì e il Grinch questi quattro in grembiule e zaino scolastici da sx sotto

Maestra : Voglio che domani siate tutti più belli che potete e se volete potete portare un regalo alla persona a cui volete più bene qui a scuola. (Il Grinch con faccia sognante Marta May e sospira) ed ora potete andare a casa.

Sindachì : (bisbigliando) Non hai alcuna speranza con lei hai solo 8 anni e già ti cresce la barba! Prova con questo (gli porge un rasoio elettrico da sotto il banco)

Il Grinch si tocca la barba guarda il rasoio.

 escono tutti di scena a dx la Maestra e gli altri a sx

Narratore: Cindy continuava ad immaginare, cosa accadde alla scuola elementare

Maestra : avete tutti aperto i vostri chi-doni?

I bambini : Siiii!

Grinch : ( fuori scena)Io no!

Maestra: hey piccolo che ci fai laggiù nell’angolo dell’aula rancchiatoe girato verso il muro? Vieni qui davanti a

Entra in scena con un regalo fatto a mano e un sacchetto in testa con due buchi per gli occhi. Va diretto da Marta May

Grinch : (Allungandolo a Marta May) Buon Natale Marta May!

Marta 🙁 imbarazzata) grazie mille e Buon Natale anche a te, (lo guarda per bene ed incuriositachiede) perché ti sei messo quel sacchetto in testa?

Sb :probabilmente perché è imbarazzato per quel orrenderrimo regalo che ti ha fatto!

I bambini ridono e Marta è visibilmente imbarazzata

Maestra : Grinch ti prego togliti quel sacchetto dalla testa .(fa cenno di no con la testa) Siiii , certo che te lo togli. Mm?

 si toglie il sacchetto dalla testa. Come lo toglie si vede che ha il viso tutto tagliato dal rasoio

Sindachì : Guardate lo sfregiato! Ah,ah,ah

Tutti i bambini ridono effetto sorrissi di scerno anche la Maestra si trattiene ma le scappa un sorriso. Marta si gira incavolata con tutti. Il Grinch si alza mentre tutti ridono e infuriato prende il regalo e lo tira sugli altri regali urlando stop effetto

Gb : Stupido regalo! Io odio il Natale!

I bambini rimangono allibiti

SIPARIO  APERTO

LUCE PIENA

Sindachì: e questa è una delle tante storie che ti potrei raccontare sul Grinch, ma ora basta non voglio che ci rovini il Natale di nuovo. Forza miei piccoli Nonsochì tornate a divertirvi ed ai vostri preparativi.

Tutti i nonsochì escono dalla scena compreso il Sindachì, resta solo la Piccola Cindy che invece di seguire sua madre è rimasta nella piazza del paese a pensare a quello che aveva sentito, e mentre cammina avanti e indietro nella piazza finisce con un piede incastrato in un tombino…

Cindy: beh tutti dicono che il Grinch è cattivo… io sono sicura che si sbagliano, soprattutto quel ciccione del Sindachì… voglio chiedere un po in giro alla   gente informazioni sul Grinch… eh.. aiuto… mi si è incastrato un piede nel tombino.. aiuto… aiutatemi non riesco a liberarmi….

In quel mentre il Grinch che nascosto dietro un albero aveva assistito a tutta la scena… e la libera.

Grinch: eccomi piccola Cindy… voglio dire spostati mocciosa… (stacca il tombino dal pavimento e libera Cindy)

Cindy: ma tu sei il… il… il….

Grinch: Il GRINCH! AHHHH

Cindy:(con la bontà che la caratterizza) grazie signor Grinch mi ha liberato… lei  allora è buono non cattivo come dicono tutti….

Grinch:(si blocca) Cosa? Io buono?!!1 guarda piccolina che non ti ho liberato… è solo che mi serviva questa griglia che copre il  tombino perché… devo… ecco devo portarla a casa mi serve per… farci il Barbecue sai a cena mi cucino un po  di fettine di cartone alla griglia e delle salsicce di batterie usate… buone e adesso me ne vado… ho fame… e tu piccola mocciosa, la prossima volta che resti incastrata nel mio Barbecue diventi contorno per i miei   Hamburger di cartone! Hai capito?

Il Grinch scappa via portandosi dietro la grata del tombino Cindy rimane sola nella piazza e pensa a quello che le è accaduto

CANZONE 2 – (Il mio Natale)

Cindy:

Com’era bello

il mio Natale

perché è andato via

io sto cambiando ma il mio Natale

cambia con me

mio buon Natale

te lo ricordi com’ero prima o no

quando tu eri tutto

ora è diverso

il Natale per me non c’è più

 Arriva di corsa la madre di Cindy che la stava cercando

                                         Scena 4°

Sig.ra Lou: Cindy… Cindy… o piccola mia sei qui… mi sono voltata e non c’eri più… avevo paura… sai con la storia del Grinch… avevo paura che ti avesse rapita…per mangiarti…

Cindy: no mamma sto bene, e poi il Grinch è buono.. pensa che mi ha appena salvata. Mi si era incastrato il  piede in quel tombino e lui mi ha liberata…

Sig.ra Lou: Cindy è molto bello quello che dici… ma non voglio che ti inventi delle  storie sul Grinch…non ce ne è bisogno…

Cindy: ma mamma… ( poi vedendo arrivare i ragazzi, Marta, la maestra effetto sottofondo folla) che succede?                      

Ragazza:(entrando) Cindy… ciao ma come non lo sai? C’è il discorso del    Sindachì, dobbiamo decidere chi sarà il Mastrallegro delle feste…

(Mentre stanno parlando arriva il Sindachì che chiama tutti i Nonsochì) stop effetto

Sindachì: Piccoli Nonsochì… anche quest’anno stiamo finalmente per festeggiare il Santo Natale, e anche quest’anno come tutti gli anni, ci stiamo preparando per aprire i grandi festeggiamenti. Oggi siamo qui per scegliere        come ogni anno chi sarà il Mastrallegro delle feste… colui che prenderà parte ai giochi del Natale, aprirà le danze, assaggerà tutti i dolci della gara di dolci di quest’anno… insomma colui che sarà il vero protagonista di         questa festa…

( i nonsochì annuiscono entusiasti )

Sindachì: come tutti gli anni tra tutti quelli che si candideranno sceglieremo il  mastrallegro delle feste…io propongo la mia candidatura… qualcuno di voi         si candida assieme a me?…

(silenzio dei partecipanti… nessuno si candida… un po’ impauriti)

Sindachì: bene allora visto che sono l’unico candidato… (prende in mano la corona e fa per mettersela in testa) vorrà dire che il mastrallegro delle feste quest’anno sar…

Cindy:(intervenendo interrompe il Sindachì urlando) IO CANDIDO IL GRINCH!!!!

Sindachì:(verde dalla rabbia ed incredulo) Chi ha parlato?

Cindy: io! Io voglio candidare il Grinch! Dopo tutto anche lui è un Nonsochì…

(voci dei presenti in piazza che commentano la frase di Cindy)

Sig.ra Lou: Cindy ma cosa dici? IL Grinch? Ma lui è cattivo e poi odia il Natale… non accetterà mai? La scusi signor Sindachì… Cindy vuole sempre essere buona…

Sindachì: no Sig.ra Lou, non si deve scusare… ( con aria che minaccia vendetta) il gesto di sua figlia è nobile… beh… come sindaco di Chinonsò… non posso certo rifiutare la candidatura del Grinch… e se lui accetterà sarò ben felice di averlo come Mastrallegro delle feste! A patto che l’invito per partecipare ai festeggiamenti, glielo consegni tu personalmente piccola Cindy Lou… allora accetti?

Cindy: non c’è problema lo convincerò…(sbigottimento da parte di tutti i Nonsochì)

Cindy va dal Sindachì che gli consegna la busta con l’invito, lei la prende e si incammina verso Punta Bo…

Sig.ra Lou: stai attenta piccola mia… è molto pericoloso…

Cindy: si mamma starò attenta… non ti preoccupare il Grinch non è così cattivo…

( esce cambio scena)

Narratore: Una strana stramontana soffiava, nonostante il freddo la congelava, questa bimba sapeva cosa fare,  il Grinch, Cindy andò ad invitare

                                                  Scena 5°

Si vede la discarica col Grinch intento a divertirsi con uno ei suoi passatempi preferiti… tiro al bersaglio… pardon al Sindachì… infatti sta tirando delle freccette dritte su un ritratto del sindachì…

Grinch:  si… colpito… Max.. guarda che precisione, che stile che ho nel lanciare  le freccette… ho fatto tutti centri fino ad ora… non ho sbagliato un colpo… potrei anche andare a fare i campionati del mondo di.. (squilla il campanello) Oh cosa è questo rumore?… forse il forno a microonde?…(va a controllare) no… e poi non sto cucinando nulla.. allora deve essere il mio    cellulare… ma non è possibile nessuno ha il mio numero di telefono (secondo squillo) NO! È il campanello qualcuno sta suonando alla porta, ma chi può essere? Non è mai venuto nessuno a trovarmi avevo dimenticato quale fosse il rumore del campanello… (si avvicina alla porta con aria sospettosa poi con una voce piena di se) Chi è?!

Cindy:(entra in scena da sx) Signor Grinch è permesso?

Grinch: Ciao creaturina (tenta di spaventarla in modo alquanto teatrale) come hai osato entrare nella tana del Grinch quale impudenza quale audacia che inaudita faccia tosta (pausa) tu hai voluto attirare il fulmine quindi tieniti pronta a fare booooom!!!!(pausa) Ed ora guarda in faccia la paura : aaaaaaaaaaahhhhhhhhh!!!

(Cindy che nel frattempo ha mantenuto la calma si toglie i suoi paraorecchi rosa e con serenità comincia a parlare)

Cindy : sig. Grinch il mio nome è Cyndy chi Lou.

Grinch:(interrompendola)visto, in un secondo il terrore cresce e lievita nel tuo cuore (girandole intorno) 

Cindy: (sempre calma) io non ho paura

 

Grinch: ma è naturale quando si è davanti alla pura malvagità! (e inizia a fare un mucchio di boccacce  finché lei non lo interrompe)

Cindy : no io non credo!

Grinch: Il dubbio? altro segno inconfutabile della fifa più nera (pausa) adesso sei finita! Fuggi se ti è cara la vita prima che io uccida ancora sono un maniaco!

(intanto Cindy ridacchia divertita , il Grinch sempre più agitato nel tentativo di farle paura si allontana e si avvicina più volte pronunciando sottovoce ”pericolo, pericolo” ed emettendo dei versetti poi si appoggia le mani alle ginocchia sfinito ed ansimante )

Cindy: penso che ora abbia bisogno di una pausa

(il Grinch fa una faccia buffa e Cindy scoppia a ridere)

Grinch : bambini d’oggi… (al pubblico) che cosa vuoi?

Cindy: Volevo invitarla ufficialmente la sera della vigilia, a Chinonsò per fare il Mastrallegro delle feste!

Grinch: (inaspettatamente contento senza rendersene conto) Cosa Il mastrallegro  delle feste? Ma è fantastico (apre) (poi riprendendosi) ehm… voglio dire… è disgustoso… io fare il mastrallegro delle feste? HA HA HA AH AH e secondo te io dovrei gironzolare per tutta Chinonsò vestito da fantoccio per fare tutti quei giochi stupidi che amate così tanto voi inetti Nonsochì?

Cindy: esatto signor Grinch! Vedrà che si divertirà…

Grinch: non mi interessa lo vuoi capire… adesso vattene… e lasciami solo! Vorrei  tanto sapere chi ha avuto la stupidissima idea di invitarmi…

Cindy: beh… veramente l’idea è stata mia… credevo le facesse piacere…

Grinch: (con voce nasale) pessima capacità di giudizio

 

Cindy: (annoiata) e poi mi sarebbe piaciuto che fosse stato lei quest’anno il Mastrallegro… ma se lei non accetta, vorrà dire che come tutti gli anni, anche questa volta sarà il Sindaschì a…

Grinch:(Interrompendola bruscamente) Hai detto Sindachì?…

Cindy: si, lui era l’unico candidato anche quest’anno…e se lei rinuncia…

Grinch: beh.. piccola Cindy Ciccia Lunga..come ti chiami… lascia qui il tuo invito e fila via di corsa…

Cindy: vuol dire che accetta?

Grinch: non lo so! Ci devo pensare…

(Cindy esce da dx, rimasto da solo inizia a pensare ad alta voce…)

Grinch: (leggendo l’invito) si invita gentilmente il signor Grinch… che sarei io… a  prender parte alla festa della vigilia di Natale in veste di Mastrallegro delle feste… con la speranza di averla tra di noi la ringraziamo per la disponibilità… firmato… Il Sindachì e tutta Chinonsò… ah.. che stupidi smielati…si invita gentilmente il signor Grinch… gentilmente…Puà…la ringraziamo per la disponibilità… che smancerie che parole così     schifosamente educate e… che faccia tosta quei nonsochi invitarmi laggiù con tanto poco preavviso perfino se volessi  andare i miei impegni non me lo consentirebbero(prende l’agenda e inizia a leggere)

ore 16: autocommiserazione,  

ore 17:30 : fissare il muro,

ore 18 : risolvere la fame nel mondo e non dirlo a nessuno,

ore 19:30 ginnastica ,

ore 20 : a cena con me stesso, no questo non lo posso proprio rimandare

ore 21 lottare contro il disprezzo verso me stesso.

L’ agenda è piena! Certo se spostassi l’ autodisprezzo alle 18:30 avrei il tempo di sdraiarmi nel   letto a fissare il muro e scivolare lentamente nella pazzia (pausa disperato) Max… credo che ci andrò… non che mi vada, sarà sicuramente una festa stupida e noiosa… ma non voglio darla vinta a       quel ciccione del Sindachì… e poi il Grinch è un signore… non declina mai gli inviti…


                                         Scena 6°

In scena tutti i Nonsochì (sottofondo folla) sono radunati nella piazza, con al centro una grossa sedia su cui è seduto il Sindachì pronto per fare il Mastrallegro delle feste. Nel frattempo tutti i nonsochì stanno incitando il Sindachì che allora si alza e inizia un discorso.

Pupazzi che rappresentano i Nonsochì, ascoltano il discorso del Sindachì.

Sindachì:(alzandosi) Carissimi Nonsochì… grazie, grazie di cuore per il vostro  affetto, anche quest’anno vista la prevedibile mancanza di quello che        avrebbe dovuto essere il nostro Ospite principale, sarò io a rappresentare il     Mastrallegro delle feste… il nostro Caro Grinch, nonostante l’invito accorato della piccola ed ingenua Cindy Lou, non si è presentato, ed è per questo che mi sono proposto, e lo faccio solo per Voi, di sostituirlo in quello che        è…

Grinch:(interrompendolo) in quello che è il Mio Ruolo… scusate il ritardo… i  mezzi pubblici hanno avuto il solito imperdonabile ritardo. Eccomi  Nonsochì sono pronto… sapete in realtà io sono un signore e non potevo         certo rifiutare l’invito di una tenera creatura… allora Nonsochì iniziamo i         festeggiamenti… (poi al Sindachì) alzati ciccione questo è il mio Trono…

  Nonsochì diamo inizio alla festa!!!!!

A questo punto. Tutti i Nonsochì iniziano a cantare canzoni di natale con cui fanno festa di cui il Grinch sembra essere ospite gradito e si presta ad affrontare tutti i giochi che la festa prevede gli attori vanno nel pubblico e ballano e cantano con i bambini, un miracolo, sembra tornata la pace tra il Grinch e i Nonsochì.. sembra perché…

Alla fine della festa tutti i Nonsochì stanno acclamando il Grinch il quale viene Chiamato al centro della piazza dal Sindachì che intanto aveva meditato vendetta…

Sindachì: Allora signor Grinch… si è divertito? Spero che la festa sia stata di suo gradimento…

Grinch: Oh si è stata fantastica… Grazie sono Commosso…

Sindachì: bene e allora è giunto il momento più importante, quello della consegna del regalo che Lei merita signor Grinch! La prego di venire        avanti per scartare il Regalo che io mi sono premurato di scegliere e confezionare appositamente per Lei. E a consegnarglielo sarà al dolcissima e Bellissima Marta Mey…

Arriva La Bellissima Marta Mey con in mano un pacchetto per il Grinch e tutti i Nonsochì sono curiosi di vedere cosa c’è dentro…

Marta Mey: ecco signor Grinch, questo è il suo regalo, glielo consegno e sono  molto felice che sia statl proprio Lei a fare Il Mastrallegro delle Feste quest’anno… (gli porge il pacchetto e lo bacia sulla guancia)

Grinch:(incredulo ed emozionato quasi irriconoscibile) Oh.. Marta… Grazie (scarta il pacchetto con avidità e impazienza ma all’interno trova un rasoio alla cui vista gli vengono tic nervosi) ma… questo… è…AAAAAHHHHHHHHHHH non cambierete mai… Stupidi          Malvagi Nonsochì questa volta me la pagherete ( il Grinch corre in mezzo alla piazza, urlando e digrignando i denti spaventando tutti i Nonsochì chescappano poi si avventa sull’albero di Natale, alla fine scappa infuriato) Me la pagherete…maledetti Nonsochì!!!

La piazza velocemente si svuota scappano tutti impauriti e quando sembra non esserci più nessuno, da dietro un angolo esce la piccola Cindy Lou che chiama sua Madre…

Cindy: mamma.. dove sei mamma?…

La madre accorre in piazza

Sig.ra Lou: Cindy sei qui? Come va tutto bene sei sana e salva?

Cindy: si mamma sto bene ma dove è andato il Grinch?

Sig.ra Lou:(infuriata) Cindy ancora cerchi il Grinch? Non hai visto cosa ha fatto? Ha distrutto tutte l’albero di Natale e cosa più grave ha minacciato tutti noi..

Sindachì:(sbucando da dietro un a casa anche lui, che prima si era defilato  spaventato adesso fa il gradasso) Tua madre ha ragione piccola Cindy,    invitare il Grinch è stata una pessima idea, lui è maligno e resterà sempre una  minaccia per tutti noi…

Piano piano tutti i Nonsochì si riaffacciano nella piazza e sembrano concordare col Sindachì.

Ragazza: Si, il Sindachì ha ragione, il Grinch è cattivo e non deve mai più  mettere piede a Chinonsò!

Ragazzo: sono d’accordo, è troppo pericolo per noi…

Tutti: si si è vero.. viva il Sindachì abbasso il Grinch…

Cindy: ma lui…(e se na va sconsolata) mamma andiamo a casa… (la madre la segue escono da sx)

Sindachì: Grazie Grazie a tutti miei cari Nonsochì adesso lasciamo da parte la   delusione e non parliamo mai più di Grinch.. pensiamo invece a divertirci.. questa notte è la Notte di Natale…

Scena 7°

Nella sua Casa Discarica, il Grinch è ormai Furioso e sta pensando a come vendicarsi…

Grinch: Maledetti Nonsochì… non cambieranno mai… che ingenuo ed io che  credevo potessimo andare d’accordo, ma come diavolo ho fatto a pensare una cosa simile? Come?…devo vendicarmi, devo trovare il modo di rovinargli questa stupida festa.. Devo trovare un modo… Ho deciso, questa notte agirò… mi è venuta una splendida idea…questa notte è la notte di Natale e come tutti    gli anni i Nonsochì festeggeranno il Natale o meglio crederanno di poterlo festeggiare… perché invece di Babbo Natale, il regalo vero glielo farò io, il loro carissimo Grinch! Max ho deciso stanotte RUBERO’ IL NATALE!!!!! Ahhhh Ahhh ahhh sono un Genio Max!!!

Scena 8°

Nel frattempo, nella piccola e colorata città di Chinonsò ormai è notte fonda…

Narratore: Povero Grinch è davvero arrabbiato, il Sindachì un rasoio gli ha regalato… ma stanotte a Chinonsò qualcuno è arrivato… chissà cosa avrà portato?

Babbo Natale:(entrando da dx col sacco di regali) Ahahahah che bello anche quest’anno sono giunto a Chinonsò… devo correre a portare tutti i regali nelle case dei Nonsochì questo è l’ultimo viaggio di questa notte ho portato i regali a tutto il mondo e manca solo Chinonsò!

 

Babbo Natale passeggia di qua e lancia pacchetti regalo fuori di scena sia a dx che sx dal centro della scena e intanto si vede il Grinch che lo  spia da un angolo e fa segno con le dita al pubblico di stare zitti, anche lui è vestito da Babbo Natale

Babbo Natale: (mentre Babbo Natale dice questa battuta sta sempre rivolto verso il pubblico e il grinch raccatta i regali che ha lanciato Babbo Natale fuori scena e li mette nel suo sacco, passando in fondo alla scena da una parte più e ogni volta in modo diverso per non farsi scoprire) ahhhhh (soddisfazione) ed anche questo ultimo viaggio è andato a buon fine, però sono veramente stanco.. eh l’età ormai sto diventando vecchio… (poi voltando lo  sguardo, il Grinch si nasconde con il sacco di regali ancora sulle spalle dietro la schiena di Babbo Natale) che strano mi sembra d’essere spiato

Grinch: Ciao ciao Babbo Natale, ciao ciao regali, ciao ciao Natale!

il Grinch che mette KO Babbo Natale. Con una mazzata tra capo e collo.

Babbo Natale crolla a terra svenuto e il Grinch lo prende per i piedi e lo trascina fuori dalla piazza..

Grinch:  ihihih Ti sostituisco io.. non ti spiace vero?

Scena 9°

Nella sua discarica Il Grinch sta finalmente commentando felicemente l’accaduto vestito da Babbo natale…

Grinch: Max finalmente   ho portato a termine la mia vendetta e sono impaziente  di vedere cosa accadrà a Chinonsò quando tutti i Nonsochì si sveglieranno e non troveranno i regali.. anzi sai cosa faccio? Torno a Chinonsò per spiare e gongolare sui pianti di delusione dei Nonsochì che al loro risveglio non troveranno neanche un pacchetto..(ridacchia soddisfatto) sono un Genio Max.. rimarrò nella storia come IL GRINCH… CHE RUBO’ IL NATALE! AHAHAHAHAH (imita Babbo Natale)

Scena 10°

Piazza di Chinonsò in un angolo il Grinch ridacchia ancora divertito e osserva la scena.  La piazza è vuota e piano piano si vedono arrivare tutti i Nonsochì delusi e anche il Sindachì.

Narratore: che strana aria che tira a Chinonsò, eppure oggi è Natale, giorno di festa, è successo qualcosa di brutto però.. c’è un’atmosfera molto mesta…Ecco     che arrivano tristi i Nonsochini, cosa sarà successo di così tremendo, sono delusi e amareggiati poverini, uno di loro sta perfino piangendo…

Entrano prima i due Ragazzi poi tutti gli altri Nonsochì per Ultima Cindy e sua madre, ancora non si vede il Sindachì.

Ragazza: non è giusto.. sono stato buono tutto l’anno, perché non ho         ricevuto regali…

Ragazzo: davvero? Non hai ricevuto neanche un regalo? Ma a me è successa la stessa  cosa…

 

Piano piano tutti i nonsochì tristi si riuniscono nella piazza, sottofondo effetto folla mentre i 2 ragazzi cercano di capire cosa sia successo

Ragazza: forse… abbiamo fatto qualcosa di male e Babbo Natale non ci ha portato nulla…

Ragazzo: piccola Cindy Lou anche tu non hai ricevuto nessun regalo?

Cindy: no ragazzi nulla di nulla..

Ragazza: forse Babbo Natale ha avuto un Incidente.. avrà forato una ruota

Ragazzo: ma che stai dicendo.. lo sai che Viene con la slitta trainata da renne mica hanno le ruote…

Ragazza: ah già è vero.. ma allora cosa può essere successo?(entra Sindachì da dx)

Sindachì: Voi volete sapere cosa è successo? Miei cari Nonsochì… mi duole dirvi che a creare tutto questo è stato.. il Grinch!

Tutti: cosa? Il Grinch? Il Grinch…

Cindy: e lei come fa a saperlo? Il Grinch non ruberebbe mai tutti i nostri regali    lui è…

Sindachì: Cindy, piccola ingenua Cindy Lou… questa è la prova della sua colpevolezza (va a prendere Babbo Natale e lo sorregge di peso )

Tutti:(meravigliati) ohhhhh Babbo Natale!!!

Sindachì: l’ho trovato poco lontano da qui era per terra, svenuto, ti prego caro Babbo Natale raccontaci cosa ti è successo…

Babbo Natale: (ancora mezzo tramortito dal colpo si tiene la nuca) un nonsochì tutto verde e cattivo con un sacco pieno dei vostri regali che vi avevo portato a tutti voi… (Sindachì lo riaccompagna fuori scena)

Sindachì: Povero povero Babbo Natale. Cindy Lou ora anche tu sei convinta che il Grinch è un essere cattivo spregevole e senza cuore ed è solo colpa tua e della tua inutile bontà se oggi la nostra festa di Natale è rovinata, tu, con la tua gentilezza hai permesso al Grinch di entrare nel nostro tranquillo paese per distruggere l’atmosfera magica del Natale… sei solo una…bambina capricciosa e..

Sig.ra Lou: e adesso basta! Non le permetto di rivolgersi a mia figlia in questo  modo!          Cindy è una bambina fantastica, altruista, e generosa… ed io sono orgogliosa di lei…

Cindy: (sul proscenio sottofondo natalizio) grazie mamma… e poi ascoltate tutti, forse il Grinch si sarà arrabbiato e avrà anche rubato tutti i nostri regali, ma, il Natale non è solo regali.. il         Natale è la festa della Bontà dell’amore e della fratellanza e anche senza i regali noi possiamo festeggiare, anzi sono sicura che questo Natale sarà   molto più bello degli altri…

Ragazza: si è vero Cindy ha ragione…possiamo festeggiare lo stesso

Ragazzo: Brava Cindy Lou…

Sig.ra Lou: Allora che aspettiamo… cantiamo…

E tutti i Nonsochì, commossi dal discorso di Cindy cominciano a far festa. Inizia la musica sottofondo allegro Natale

Grinch: Ma come? Ho rubato i regali, come ha fatto ad arrivare il Natale..

 

Narratore: povero Grinch è deluso e turbato, nonostante lui lo abbia rubato… il Natale  è comunque arrivato…

Grinch:( riflettendo) come è possibile.. lo avevo rubato.. non ho lasciato neanche un pacchetto… mmm mmmm (riflette arrabbiato) dove ho sbagliato? E … e… se il Natale non fosse solo…

Narratore: con quel pensiero tutto cambiò, il Grinch improvvisamente sobbalzò  e dal battito del suo cuore lontano viene scaraventato, perché di ben 3 taglie è aumentato

Grinch: se il Natale non fosse solo Regali… si.. deve essere così… ma allora… ho  fatto una cosa tremenda.. oh miei poveri    nonsochì!!! ( esce di corsa dall’angolo e prende il sacco con tutti i regali che aveva trafugato e inizia a distribuirli ai legittimi proprietari) scusate, scusate tan donami vi prego! (quasi in lacrime)

Tutti lo abbraccio e lo perdonano

Narratore: Stavolta il Grinch ha capito di aver sbagliato e tutto il paese lo ha abbracciato…

Cindy: ma sei  il.. il.. il.. (giocando visibilmente al settimo cielo)

Grinch: IL GRINCH!!!!  Ahahah AUGURI A TUTTI E BUON NATALE MIEI CARI NONSOCHI’   (poi dirigendosi verso Marta May e gli prende la mano e in ginocchio) Oh Marta, mia splendida dolcissima meravigliosa Marta May… pensi ci sia posto per un nonsochì tutto verde e innamorato nel tuo cuore?

Marta: per tua fortuna il mio cuore  è più grosso di cinque taglie, c’è posto in abbondanza per un nonsochì verde e peloso come te.(il grinch saltella per al scena per la felicità)

Sindachì: Ma Marta tu non puoi…

Marta: Mi dispiace, caro, ma non posso farci niente. Io amo il Grinch!

Grinch: (a Sindachì) ahahahah ti è andata male, ma su sorridi in fondo è sempre Natale! Nessun rancore,vecchio mio? (fa per dargli la mano, quando Sindachì allunga il braccio per dargliela gli fa una pernacchia) ci sei cascato (e poi con un sorriso buono sulle labbra, lo abbraccia) Buon Natale, Sindachì!

Tutti i Nonsochì iniziano a Ballare in un girotondo sotto le notedi una canzone nataliziaanche il Sindachì seppur rasseganto

Narratore: che indimenticabile Natale quest’anno a Chinonsò… … finalmente i Nonsochì io lo so.. un caro amico hanno ritrovato… eh…in quel chicco di neve che vi aveva sfiorato… c’è il mondo      magico che vi ho appena raccontato… La storia del Grinch che il Natale voleva rubare e invece ha imparato ad amare.

SIPARIO CHIUSO

FINE

    Questo copione è stato visto
  • 12 volte nelle ultime 48 ore
  • 56 volte nell' ultima settimana
  • 263 volte nell' ultimo mese
  • 489 volte nell' arco di un'anno