Il mago Nutelma

Stampa questo copione

IL MAGO NUTELMA

IL MAGO NUTELMA

(Il mago Nutelma è vestito da mago, Il tavolino ha un buco al centro e sotto c’è l’aiutante che lo fa camminare)

NUTELMA - (entra con arie da mago orientale, si ferma al centro della scena e lancia un saluto magico alla platea ) Buonasera e buona fortuna a tutti i telespettatori, questa sera: il solo ,l’unico, il divino, il magico, l’impareggiabile Mago Nutelma! Lo so’, lo so’ che siete impazienti di sapere come vanno le vostre cose, si capisce lo so’ meglio io che voi , io di voi so più cose di quante ne potete sapere voi, perchè voi della vostra vita non ne sapete niente! Passiamo subito a risolvere i vostri problemi, che voi nemmeno sapete di avere, e a rispondere alle vostre domande che voi nemmeno sapete di volermi fare! Prendo posizione al mio tavolino ... e unni si ni iu? Ma è possibili mai? un ghiornu o n’autru ci stoccu na iamma m’ata a cridiri! Tavolino vieni qui! Arricogghiti subbitu se no ti sbambu!

TAVOLINO - (arriva di corsa, quando è vicino al mago e si vede minacciato fa per tornare indietro)

NUTELMA - Non ti moviri di ddocu ca se no’ ti scavigghiu, ti mannu na scarica di energia esoterica ca t’arridduciu un munzeddu di pruvulazzu!

TAVOLINO - (si mette a tremare)

NUTELMA - E chi ci tremi ? Cca veni, cca, nenti ti fazzu, non ti preoccupari! E circamu di smittilla di iri furriannu a matula ca cca hama a travagghiari, u capisti?

TAVOLINO - (fa segno di si)

NUTELMA - Forza Posizionati ca c’è già un populu ca aspetta i miei responsi, mettiti fermu a centru ca pigghiu a seggia e m’assettu. (il tavolino esegue, Nutelma si siede e comincia a d assumere pose da mago divinatore, poi ad un tratto si stupisce)  E unni iu a finiri a sfera magica? E chi tutti i ferri d’o misteri a spassu haiu oggi? Sfera! Oh sfera si po’ sapiri unni si, aricogghiti all’istanti ca se no ti sfrantumu! (compie gesti magici verso i vari angoli e ad un tratto la sfera arriva volando, lanciata da dietro le quinte e lui l’afferra al volo, [se ce la fa ...] ) Oh finalmenti t’arrichugghisti! Si po’ sapiri unni a statu ah? (se l’appoggia all’orecchio e poi) E brava, brava, “un gireto in giardino” (seccato, rimporoverando)  E si ti scangiunu ppi un comunissimu brocculu/[palluni] (a secondo di cosa si usa per sfera)  a poi chi facemu, m’u sa’ diri? (se l’appoggia nuovamente all’orecchio) Ah! A pasta ch’i brocculi / [na partita o palluni] ... non ti scafazzu a mirudda picchì mi servi ma dopu a trasmissioni ni parramu a sulu! Dunque (posiziona la sfera a centro del tavolino) azionaiamo il mio telefono ectoplasmatico e andiamo con la prima telefonata ... c’è qualcuno in linea? ... c’è qualcuno in linea? ... ‘nsumma c’è qualche telefonata?

TELEFONO - (voce di donna) Si iu ci sugnu o telefunu ...

NUTELMA - e allura picchì non m’arrispunni si dicu c’è qualcuno in linea?

TELEFONO - Ca picchì pisu centuquaranta chila non è ca sugnu tantu in linea ...

NUTELMA - Va beni gioia ho capito dimmi chi sei.

TELEFONO - Sono Giuliana, peso cento quaranta chili, ho diciassette anni, capelli biondi, occhi azzurri, sono fidanzata con Giorgio che pesa cento cinquanta chili, e ci siamo lasciati ieri quando mi portava di dietro sul motorino e gli sono scoppiate tutte e due le ruote ...

NUTELMA - Basta, (leggendo sulla sfera con le mani stese sopra) non mi dire più niente che giùà ho capito tutto: tu ti chiami Giuliana, vero?

TELEFONO - Si! Ma come ha fatto ad indovinare?

NUTELMA - E ancora c’ha vistu, gioia? Tu pesi centoquaranta chili, vero?

TELEFONO - Si!

NUTELMA - Hai ... (legge nella sfera)  diciassette anni!

TELEFONO - Si! Ma è incredibile!

NUTELMA - U megghiu ancora ha veniri! (continua a leggere) vedo, vedo che hai gli occhi azzurri e i capelli biondi, esatto?

TELEFONO - (emozionata)  Esatto!

NUTELMA - Il tuo fidanzato si chiama Giorgio che pesa cento cinquanta chili e vi siete lasciati ieri, giusto?

TELEFONO - Giustissimo, ma adesso, divino Nutelma, m’u sapi diri chi hai a a fari? Secunnu me mi lassau p’o fattu de roti scuppiati ...

NUTELMA - In un certo senso hai ragione (leggendo sulla sfera)  ma non ci vedo ancora chiaro, dimmi sorellina quante volte è successo che gli hai scoppiato tutte e due le gomme?

TELEFONO - A essere sincera na vota o iornu ...

NUTELMA - Ah! E allora ci vedo chiaro ...

TELEFONO - Mi lassau picchì spinneva ttroppu sordi?

NUTELMA - No, chi dici? Ti lassau picchì si fici zitu c’a soru d’o gummista, stava chiossai a so casa ca ccu tia ...

TELEFONO - Ma allora cosa devo fare? Sono disperata!

NUTELMA - Dimmi na cosa, quantu pisa a soru d’o gummista?

TELEFONO - Beh, più o meno centu uttanta chila ...

NUTELMA - E allura ci dici a to frati ca si rapi n’officina di carruzzeri ... ti salutu gioia, Passiamo a un altra telefonata ... C’è qualcuno in linea?

TELEFONO2 - (altra voce femminile) Si.

NUTELMA - E allura?

TELEFONO2 - E allura chi?

NUTELMA - E allura chi voi? Picchì telefonasti?

TELEFONO2 - Sono ...

NUTELMA - Muta (il tavolino da dei sussulti improvvisi) Sento che sei una donna di circa cinquant’anni ...

TELEFONO2 - Senti ...

NUTELMA - Sento che sei una persona molto aggressiva e che hai problemi con tuo marito perchè lui si spaventa tanto di te che a casa cerca di non esserci mai ...

TELEFONO2 - Senti ...

NUTELMA - Sento che cerchi di metterti in contatto con lui ma lui ti sfugge continuamente ...

TELEFONO2 - Senti ...

NUTELMA - Sento ...

TELEFONO2 - (sopraffacendolo) Senti beddu, cerca di non fari u scemu, e finiscila cu ssi buffunati u sai benissimu ca sugnu to mugghieri, e cerca di arricugghiriti a casa ca mi lassassti ‘nta un mari di trafichi, i sordi quannu i porti ca ni staccaru luci talefunu e acqua, e u putiaru mancu mi voi fari chù cridenza ca havi ca no pavamu ocche quatru misi?

NUTELMA - Ma senti Aitina, tu propriu cca o travagghiu m’ha chiamari, non ti l’ha dittu milli voti ca m’ha lassari in paci quannu sugnu cca?

TELEFONO2 - Ma si dopu ca a casa non ci si mai? Almenu accussì t’i pozzu diri quattru, ‘nsumma sti sordi quannu i porti?

NUTELMA - Prestu ...

TELEFONO2 - Prestu quannu?

NUTELMA - Ca prestu, appena pozzu ...

TELEFONO2 - No! Troppu tardu è, subbitu mi l’ha purtari

NUTELMA - Comu finisci a trasmissioni mancu?

TELEFONO2 - Va beni ma si sgarri di un minutu ti vegnu a pigghiu direttamenti di intra a televisioni, u capisti?

NUTELMA - Va beni, va beni, ora u stacchi stu talefunu ca non mi facisti travagghiari chiù? Oh! (si morde le mani, assesta uno schiaffo allla sfera e la lanci afuori dalle quinte) Sta me mugghirazza è na rovina! Porca di ll’opira! Allura ... Torniamo a noi ... mizzica a sfera ...(fa qualche tentativo magico di farla ritornare senza però riuscirci )  Ora chidda sarà affinnuta e sa quannu torna ... Pazienza ... Evochiamo lo spirito ectoplasmatico di Path Hatì e continuimao a lavorare ... Spirito di Path Hatì, spirito di Path Hatì vieni subito ... ca a iurnati ni squagghiau (continua a fare gesti magici e dal buco centrale del tavolino emerge la testa dello spirito = la persona che è stata sotto il tavolino per farlo muovere)  Auh cu to commudu ah?

TAVOLINO - Con calma e per favore! E parramu arucati se no ti ni va cerchi n’autru!

NUTELMA - (lo prende per un’orecchia, gliela stira e gli parla sottovoce) Senza fari u spertu ccu mia ca se no daveru t’abbruciu! (lascia l’orecchia, gli riassesta i capelli e continua rivolto al pubblico) Dunque passiamo a un altra telefonata, c’è qualcuno in linea? Prego la regia di filtrare le telefonate e si su me’ parenti cci diciti ca non ci sugnu,  C’è qualcuno in linea?

TELEFONO 3 - (voce maschile, di anziano ) Iu ci sugnu ... chi sugnu furtunatu?

NUTELMA - E chi ni sacciu si si Furtunatu o Girolamu? Mancu u to nomu sai?

TELEFONO3 - No , dicu iu chi sugnu furtunatu?

NUTELMA - Senti o nannu, non ni stamu capennu iu ‘nzettu zoccu ti capita ma non è ca pozzu sapiri comu ti chiami ..

TELEFONO - Iu sugnu Crispinu di Partanna, vogghiu sapri si sugnu furtunatu ...

NUTELMA - No, non si furtunatu, si Crispinu ...

TELEFONO3 - Ma picchi mi dici cretinu?

NUTELMA - Ma quali cretinu, dissi Crispinu, Crispinu ...

TELEFONO3 - Ah, u capii, m’hava scusari, parrassi chiù forti ca sugnu un pocu surdu ...

NUTELMA - Bonu vah! Ci mancava macari u surdu ...

TELEFONO3 - Non è veru!

NUTELMA -Comu non è veru m’u dicisti tu ca si surdu

TELEFONO3 - Nossignori non sugnu lurdu, iu ogni duminica m’a lavu a facci!

NUTELMA - Bedda matri! E comu mi finiu sta sirata

TELEFONO3 - Ma chi m’intaressa a me si ci vugghiu a pignata? Iu vogghiu sapiri si sugnu furtunatu.

NUTELMA - Certu ca è furtunatu, m’hava cridiri

TELEFONO3 - U cerchiu spunnatu l’haia vidiri? Ma chi voli diri?

NUTELMA - (alzando la voce) Dissi ca lei è furtunatu ppi veru

TELEFONO3 - Visturu ca è ammattunatu e si ni eru? ... ma cui?

NUTELMA - Lei...

TELEFONO3 - Sei?

NUTELMA - Lei, dissi lei è furtunatu

TELEFONO3 - Iu sugnu accutturatu?

NUTELMA - (gridando come un ossesso) Furtunatu ... furtunatu ... furtunatu ...

TELEFONO3 - E va beni u capii: furtunatu, ma non capisciu picchi fa tutti ssi vuci, comunqui, grazii, arrivederci.

NUTELMA - (riprende fiato, con un poco di calma in più) Lei è veramenti furtunatu ... (gridando di nuovo) ca non l’hai acca davanti ca se nno vivu mu mangiassi, vecchiu scimunitu ... (rabbonendosi)  scusate cari telespettatori ma il nostro mestiere purteroppo è pieno di incognite ...

TAVOLINO - Comu incogniti? Si u magu e ci hai l’incogniti? A postu semu

NUTELMA - Ma tu chi voi, iammi di lignu?

TAVOLINO - E chi haiu a vuliri? Mi chiamasti, havi n’ura ca sugnu cca, m’ha stunatu ‘aricchi a vuciati e mancu m’ha fattu fari nenti.

NUTELMA - E aspetta ca na cosa t’a fazzu fari, (comincia a frugare con le dita fra i capelli dello spirito)

TAVOLINO - Ma chi mi sta circannu i pulici?

NUTELMA - Muto stai, testa di legno, indovina ... indovina cosa farò tra qualche minuto ... (fruga tra i capelli, tirla le orecchie, da i pizzicotti sulle guance, squote la testa ecc.)

TAVOLINO - Vedo ... vedo ... che ... Mizzica!!!! (ritira la testa e scappa precipitosamente fuori) 

NUTELMA - (il tavolino che si sposta lascia vedere Nutelma che dietro ha impugnato un’enorme ascia, rivolge al pubblico uno sguardo “cattivo” e prende ad inseguire il tavolino con l’ascia alzata)

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 1 volte nell' ultima settimana
  • 4 volte nell' ultimo mese
  • 28 volte nell' arco di un'anno