Il Natale della banda del dispetto

Stampa questo copione

(musica)

Scheda copione

Titolo

IL NATALE DELLA BANDA DEL DISPETTO

Autore

Giuliano Angeletti

Data pubblicazione

16.11.2009

Anno di stesura

2009

Genere

Commedia per ragazzi

Atti

1

Durata (min)

50

Lingua

italiano

Personaggi maschili

8

Personaggi femminili

8

Minimo attori maschili

8

Minimo attrici femminili

8

Premi e riconoscimenti

no

Depositato S.i.a.e.

no

Segnalazioni commissione di lettura

N.D.

Breve sintassi:  In un lembo di Liguria del Levante:  a Follo un paese …lontano … ma vicino … durante  regno del Principe Martino…. I  sogni  dei bambini si ritrovano ribelli nel greto del Durasca al comando di Carletto il re del dispetto.

IL NATALE
DELLA
BANDA DEL DISPETTO

Commedia per ragazzi

Di

Giuliano Angeletti

(Comunico che questo testo non è depositato Siae, e i canti natalizi possono essere sostituiti a discrezione dell’insegnante)

PERSONAGGI:

LA MAESTRA

CARLETTO

BOCCACCIA

IL MAGO WEB

ASSISTENTE DEL MAGO

LA FATINA MIRANDINA

GIULIANINO

IL POSTINO

BABBO NATALE

RAGAZZI (11)


Voce narrante::  In un lembo di Liguria del Levante:  a Follo un paese …lontano … ma vicino … durante  regno del Principe Martino…. I  sogni  dei bambini si ritrovano ribelli nel greto del Durasca al comando di Carletto il re del dispetto

(i bambini con la maestra cantano canzoni di Natale)

(canto con maestra)

O Albero

S'accendono e brillano
gli alberi di Natale.
S'accendono e radunano
grandi e piccini intorno.
I rami si trasformano
con bacche rosse e fili d'oro.
risplendono e sfavillano
gli alberi di Natale.

Fra i canti degli arcangeli
ritorna il bambinello,
riposa nel presepio e
lo scalda l'asinello.
I rami verdi toccano
la capannina di cartone
e l'albero illumina
la culla del Signore

S'innalzano, risuonano
i canti di Natale,
ricordano agli uomini:
giustizia, pace e amore.
La loro dolce musica
giunge fra tutti i popoli.
Ripete ancor agli uomini:
giustizia, pace, amore.

 ( canto con maestra)

Venite fedeli

Venite, fedeli, l’angelo ci invita,
venite, venite a Betlemme.
Nasce per noi Cristo Salvatore.

Venite, adoriamo; venite, adoriamo;
venite, adoriamo il Signore Gesù!

La luce del mondo brilla in una grotta:
la fede ci guida a Betlemme.
Nasce per noi Cristo Salvatore.

La notte risplende, tutto il mondo attende:
seguiamo i pastori a Betlemme.
Nasce per noi Cristo Salvatore.

Il Figlio di Dio, Re dell’universo,
si è fatto bambino a Betlemme.
Nasce per noi Cristo Salvatore.

«Sia gloria nei cieli, pace sulla terra»,
un angelo annuncia a Betlemme.
Nasce per noi Cristo Salvatore.

Venite, fedeli, inneggiando lieti,
venite, venite in Betlemme.
Nato è per noi il Signor dei cieli.

L'angelico annunzio giunse ai pastori,
che all'umile culla accorsero.
Con gioia in cuore anche noi corriamo.

(canto con maestra)

Ecco natale

Ecco Natale,
con neve e gelo:
ma nel bianco cielo
è un immenso splendor.

Un coro d'angeli,
pieno di giubilo
sveglia nel cuor nostro
un linguaggio d'amor.

 (alla fine del canto i bambini scappano di corsa )

LA MAESTRA

(alterata)

Dove andate! Non abbiamo finito!

(musica)

(rimane Carletto)

CARLETTO IL RE DEL DISPETTO

(prendendo in giro la maestra)

Maestra, minestra

Io sono Carletto il re del dispetto

E faccio un dispetto

Per fare arrabbiare mamma e papà …

(di corsa esce di scena anche Carletto)

(la maestra di musica disperata esce di scena)

(ritornano in scena i bambini dispettosi)

(I bambini  si radunano in gruppo, confabulano tra loro poi … gridano e di corsa e marciando escono dalle quinte)

(in testa Carletto)

CARLETTO

Sono Carletto

Il re del dispetto

(grida)

Avanti miei prodi!

avanti

(gridando escono tutti di corsa)

Dispettosi

(musica)

(ritornano di corsa- si mettono in cerchio verso il pubblico Carletto in testa))

1° RAGAZZO

 io ho sporcato con un gesso tutta la porta della scuola

E tutti!

Bravo!

2° RAGAZZO

 io ho unto di grasso tutte le panchine del parco

E tutti!

Bravo!

3° RAGAZZO

io ho sporcato di Nutella i sedili della macchina di papà

E tutti!

Bravi

(musica )

(I ragazzi  si radunano in gruppo, confabulano tra loro poi … gridano e di corsa gridando escono dalle quinte)

(musica)

(ritornano, I bambini  si radunano in gruppo, confabulano tra loro poi … gridano e di corsa gridando escono dalle quinte)

4° RAGAZZO

Io ho annodato le maniche alla camicia dello zio

5° RAGAZZO
Io ho nascosto le chiavi della macchina alla mamma

E tutti!

Bravo!

6°RAGAZZO

 Io ho bevuto le birre di papà

E tutti!

Bravo!

7°RAGAZZO

 io ho messo la sabbia del gatto nella lavatrice

E tutti!

Bravo!

(I ragazzi si radunano in gruppo, confabulano tra loro poi … gridano e di corsa gridando escono dalle quinte)

(musica fanfara militare)

(ritornano)

Marciano con Carletto in testa

 ( si mettono in doppia  fila e cantano in coro)

Noi Siamo

i Bambini Dispettosi!

Noi Andiamo Incontro All’avventura

Noi Siamo … L’avventura

 (Una voce Carletto)

Tutti per uno

(e tutti)

Uno per tutti

(I bambini  si radunano in gruppo, confabulano tra loro poi …un bambino esce dal gruppo)

(musica)

(Carletto … rivolto al bambino)

CARLETTO

E tu Giulianino ! Cosa hai fatto!

GIULIANINO

 (timoroso)

Niente!

(musica)

(tutti … rivolti al bambino)

Perché!

GIULIANINO

(timoroso)

Mancano pochi giorni a Natale, presto cominciano le vacanze, ed io mi sento più buono.

(musica)

(tutti … rivolti al bambino)

Perché, non sei come noi!

GIULIANINO

 (timoroso)

Io sono con voi, ma non posso essere come voi!

(musica)

(tutti … rivolti al bambino)

(tre voci)

Canti e balli come noi

ma non sei come noi

(due voci)

Non ci capisci Giulianino

 (una voce – UN RAGAZZO)

Ma chi sei Giulianino!

(tre voci – TRE RAGAZZI)

Noi non vogliamo

Che tu sia differente da noi

CARLLETTO

Ed ora andiamo via!

Sai dove trovarci Giulianino

(Boccaccia gli fa le boccacce)

(escono di scena, rimane solo Giulianino)

(entra in scena la Fatina Mirandina e si avvicina a Giulianino il quale è seduto in un angolo)

(si sente la musica di quelli che il calcio)

LA FATINA MIRANDINA

Io sono la fatina Mirandina, la fatina juventina

Come sei triste Giulianino!

io sono venuta per aiutarti Giulianino!

GIULIANINO

Io non ho bisogno di aiuto mia Fatina Juventina…

E poi!

(ride)

LA FATINA MIRANDINA

Perché ridi piccolo Giulianino!

GIULIANINO

Ma chi sei! Mi sembri Simona Ventura !

(si sente la musica di quelli che il calcio)

LA FATINA MIRANDINA

No … Simona Ventura è mia nonna!

GIULIANINO

Cosa sei venuta a fare!

(si sente la musica di quelli che il calcio)

LA FATINA MIRANDINA

Ho portato il sacco per mettere le lettere per Babbo Natale!

(e mette il sacco postale in scena)

GIULIANINO

Lascialo lì! i bambini li avviso io!

(si sente la musica di quelli che il calcio)

LA FATINA MIRANDINA

Sono la fatina Mirandina

La fatina juventina

Quando passo

Stai bene tutta la mattina!

GIULIANINO

Ma io sono della Sampdoria!

LA FATINA MIRANDINA

E’ inutile che speri

Tanto Cassano in nazionale

Non lo fa giocare

Neppure

Babbo Natale

(ripete)

Io Sono la fatina Mirandina

La fatina juventina

Quando passo

Stai bene tutta la mattina!

(ed esce di scena)

(I ragazzi si radunano in gruppo, confabulano tra loro poi … gridano e di corsa gridando escono dalle quinte, tutti hanno delle buste rosse)

(musica)

(ritornano)

7°RAGAZZO

 io ho sporcato la poltrona

E tutti!

Bravo!

8°RAGAZZO

 io le tovaglie

E tutti!

Bravo!

9° RAGAZZO

io i tovaglioli

E tutti!

Bravo

CARLETTO

E adesso mettete tutte le lettere per Babbo Natale nel sacco!

(e tutti i bambini mettono le lettere rosse nel sacco)

IL RAGAZZO POSTINO

Ed io le porto via

(il postino porta via le lettere)

(musica)

(breve pausa)

(torna il postino di corsa con il sacco delle lettere)

IL RAGAZZO POSTINO

Carletto …  Babbo Natale ci ha fatto un dispetto.

(arrivano tutti e sono preoccupati)

CARLETTO

Tutte le lettere sono state rifiutate

(tutti in coro)

Tutte!

IL RAGAZZO POSTINO

Tutte no! È stata accettata solo quella di Giulianino!

(tutti in coro)

Perchè!

GIULIANINO

Saranno in sciopero le poste!

CARLETTO

Allora!

(tutti in coro)

E allora!

CARLETTO

Mandiamo le mail!

(tutti in coro)

Siiiiiiiiii!

( e tutti escono di scena)

GIULIANINO

Aspettate vengo anch’io!

CARLETTO

Vieni Giulianino, c’è bisogno di tutti!

(e tutti escono di scena)

(Musica)

(voce fuori campo)

CARLETTO

(grida)

Non è possibile! Babbo Natale non accetta le nostre mail …

(rientrano in scena)

CARLETTO

Non è possibile!

Qualcuno vuole farci un dispetto!

Tenente Boccaccia, faccia qualcosa!

(il tenente fa le boccacce)

CARLETTO

Tenente la smetta!

Qui abbiamo dei problemi seri da risolvere!

(il tenente fa le boccacce)

10° RAGAZZO

Proviamo con gli Sms

(e tutti mandano il messaggio con il telefonino)

11° RAGAZZO

Dammi il numero!

GIULIANINO

Ecco il numero!

6 4 8

12° RAGAZZO

6 per 8    48

13° RAGAZZO

Giochiamoli al lotto

CARLETTO

(grida)

Babbo Natale, non accetta neppure gli Sms!

Ma forse ho la soluzione

(tutti in coro)

Hai la soluzione!

CARLETTO

(grida)

Siiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!

1° RAGAZZO

Chi conosci!

IL GENERALE DISPETTO

(grida)

Io conosco  il MAGO WEB!

Il re di tutti i computer, lui comanda con un battito di ciglia tutti i computer della meraviglia

(tutti in coro)

verrà!

CARLETTO

(grida)

Si, solo il MAGO WEB può risolvere il problema !

GIULIANINO

(perplesso)

Chissà!

(entra il Mago Web con la sua assistente)

(tutti i bambini sono intorno a lui )

IL MAGO WEB

Non parlate!

Conosco il problema!

(tutti in coro)

Conosci il problema!

IL MAGO WEB

Sono o non sono un mago!

Datemi una lettera!

(un ragazzo da una lettera al Mago Web)

ASSISTENTE DEL MAGO

Lasciate lavorare il mago

IL MAGO WEB

Lasciatemi solo!

ASSISTENTE DEL MAGO

Lasciateci soli!

(escono tutti e rimangono il mago e l’assistente)

(l’assistente mette il camice bianco al mago)

ASSISTENTE DEL MAGO

Signore e signori ! avete problemi con il computer… il mago Web risolve il problema… avete problemi di mail … il mago Web risolve il problema … avete problemi con internet … il mago web risolve il problema!

(l’assistente si mette in un angolo, Web al centro della scena con la lettera in mano)

IL MAGO WEB

Abbra calabra … cala la labbra … file … spostati qua … vola di là … sito di qua cambia e vai la … mp3 …  trasformati …muoviti da lì  e vola … nel BMP!

(la lettera rimane in mano… perplesso continua)

Abbra calabra … cala la labbra … file … spostati qua … vola di là … sito di qua cambia e vai la … mp3 …  trasformati …muoviti da lì  e vola … nel BMP!

 (Tutti in coro)

E allora!

IL MAGO WEB

Non capisco!

Nessun file è contagiato!

ASSISTENTE DEL MAGO

Nessun file è virato! Tutto è terminato!

CARLETTO

Ma la lettera non è partita!

IL MAGO WEB

Ma neppure partirà, perché il problema è più in là, oltre il cielo oltre le stelle oltre l’anima oltre il pensiero!

CARLETTO

Ma cosa c’è oltre il pensiero!

IL MAGO WEB

C’è il cuore  oltre il pensiero!

Voi avete smarrito il cuore !

(entra la fatina)

LA FATINA MIRANDINA

Io sono la fatina che risolve i vostri problemi di cuore, la sera e la mattina!

CARLETTO

Ma chi sei Marta Flavi!

IL MAGO WEB

Cercate dentro il vostro cuore bambini!

LA FATINA MIRANDINA

Solo Giulianino è rispettoso ed ha cuore!

IL MAGO WEB

Solo lui riceverà i regali da Gesù Bambino e da Babbo Natale!

LA FATINA MIRANDINA

Dovete esser buoni e cantare …

(Il Mago Web e la fatina insieme)

Adesso noi dobbiamo andare, altri ragazzi ci aspettano: si avvicina il Santo Natale

CARLETTO

E noi cosa facciamo!

(Il Mago Web e la fatina insieme)

Fatevi aiutare da Giulianino!

(escono di scena)

(solo in scena)

CARLETTO

ragazzi!

(tutti i ragazzi dispettosi entrano in scena)

Ragazzi! Giulianino ha la soluzione!

(tutti gridano )

Giulianino dove sei!

(entra Giulianino)

 CARLETTO

Aiutaci Giulianino!

GIULIANINO

Ragazzi! Vi ricordate la storia di San Martino!

(e tutti Siii)

Era freddo ed era inverno … il nobile Martino in sella al suo cavallo incontrò un povero e gli diede metà del suo mantello …

CARLETTO

Cosa dobbiamo fare!

 1°RAGAZZO

Siamo nelle tue mani Giulianino!

2° RAGAZZO

Siamo con te Giulianino!

3° RAGAZZO

Faremo in tempo a cambiare Giulianino!

4° RAGAZZO

Forse è tardi ! mancano pochi giorni a Natale!

GIULIANINO

Dai ragazzi che ce la facciamo! Tu da oggi Carletto non sarai più il re del dispetto ma sarai il Generale Rispetto, nel senso che tutti noi dobbiamo andare ad aiutare il prossimo senza pretendere niente, ed avere più rispetto di mamma. Di papà dei nonni e della gente e vedrete che lassù Babbo Natale capirà

(e tutti in coro)

Siiiii

( e tutti escono di corsa di scena, fanno il giro delle quinte e rientrano)

CARLETTO

Cosa avete fatto!

1° io ho aiutato la mamma a  pulire

2° io ho portato la legna al nonno

LA MAESTRA

Bravi ! bravi e adesso tutti a cantare

Entra Vitalj accompagnato dalla Fatina Mirandina e canta in russo

 (canto di Natale con la maestra)

Bianco Natal

Quel lieve tuo candor, neve,
discende lieto nel mio cuor.
Nella notte santa
il cuore esulta
d'amor: è Natale ancor!

E viene giù dal ciel, lento,
un dolce canto ammaliator
che ti dice: spera anche tu,
è Natale, non soffrire più.

 (canto di Natale con la maestra)

Astro del ciel

Astro del ciel, Pargol divin,
mite Agnello, Redentor,
Tu che i vati da lungi sognar
Tu che angeliche voci nunziar,
luce dona alle menti,
pace infondi nei cuor!

Astro del ciel, Pargol divin,
mite Agnello, Redentor,
Tu di stirpe regale decor,
Tu virgineo, mistico fior,
luce dona alle menti,
pace infondi nei cuor!

Astro del ciel, Pargol divin,
mite Agnello, Redentor,
Tu disceso a scontare l'error,
Tu sol nato a parlare d'amor,
luce dona alle menti,
pace infondi nei cuor!

Dormi, Bambin, dormi, Gesù.
Su nel cielo cantano
ninna nanna gli angeli in cor
al Bambino dai riccioli d’or;
dormi, o caro Gesù;
dormi, Bambino Gesù.

 (alla fine del canto)

3° RAGAZZO

(agitato)

Guardate cosa c’è laggiù!

(tutti i ragazzi gridando escono di scena)

(rientrano facendo il giro del retropalco)

LA MAESTRA
Cos
’è successo!

4° RAGAZZO

Abbiamo visto un bambino fuori che aveva freddo e gli abbiamo portato i nostri cappotti

LA MAESTRA
Bravi
!

( canto di natale con la maestra )

Tu scendi dalle stelle

Tu scendi dalle stelle, o Re del Cielo
e vieni in una grotta al freddo, al gelo. (bis)
O Bambino mio divino
io ti vedo qui a tremar: o Dio beato!
Ah quanto ti costò, l’avermi amato! (bis)

A te che sei del mondo il Creatore,
mancano panni e fuoco, o mio Signore: (bis)
Caro, eletto pargoletto.
Quanto, questa povertà più m’innamora
giacché ti fece amor povero ancora. (bis)

Tu lasci del tuo Padre il divin seno
per venir a penar su poco fieno, (bis)
dolce amore del mio cuore,
dove amor ti trasportò o Gesù mio
perché tanto patir? Per amor mio! (bis)

Ma se fu tuo volere il tuo patire
perché vuoi pianger poi, perché vagire? (bis)
Sposo mio, amato Dio,
mio Gesù, t’intendo, sì: Ah, mio Signore!
Tu piangi non per duol, ma per amore. (bis)

Si spengono le luci!

(Si riaccendono)

Arriva Babbo Natale! che distribuisce doni e

Caramelle ai piccoli attori e al pubblico presente

SIPARIO

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 1 volte nell' ultima settimana
  • 3 volte nell' ultimo mese
  • 91 volte nell' arco di un'anno