Io, Alfredo e Valentina (in veneziano)

Stampa questo copione

“ IO, ALFREDO E VALENTINA”

Commedia comica in 2 atti di Oreste De Santis liberamente tradotta dalla Compagnia. Se vuoi  leggere e scaricare  la commedia originale in italiano Vai sul sito dell’Autore. http://www.orestedesantis.com

***

Opera tutelata dalla SIAE – codice 855536A - cod. a utore – 59597

PERSONAGGI n. 10

Federico      Scapolo       Renato Alfredo       Amico Gianni Maria         Sorella        Anna Fiammetta     Amica        Simonetta Beppi    Marito di Maria     Luigi Amministratore       Oliviero Marco        Acquirente    Mario Gisella        computer     Elena Roberta       Amica Maria         Daniela Valentina      amante di Alfredo     Stefania

La storia

Federico è un 40.enne single molto raffinato che vive da solo in un appartamento elegante. La sua è una vita tranquilla se non fosse per le continue intrusioni della sorella “Maria” che, di stampo tradizionale, vuole a tutti costi farlo sposare. Federico, pur non avendo nulla contro il matrimonio non ha ancora trovato la donna del suo destino. Maria, si è però ormai convinta che suo fratello scappi dal matrimonio e dalle donne perché è gay, supportata anche dai modi chic di Federico

IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                    Pagina 1


che a tratti danno questa impressione, fino a convincersene completamente, quando arriva l’amico del cuore di Federico e cioè “Alfredo”. Anche lui è chic ma sposato, e va da Federico a chiedere conforto, perché si è perdutamente innamorato di una prostituta di nome Valentina e per lei è disposto a tutto. Gli equivoci rendono questa commedia facile da seguire, divertentissima fino alla fine con momenti di grande comicità.

SCENA

La scena è un soggiorno di bell’aspetto molto chic ma disordinato. Indispensabile alla scena sono: un divano con due cuscini, un piccolo tavolo con due sedie, un mobiletto stereo che funge anche da angolo bar, una credenza e un attaccapanni. . Federico vive da solo. Di tanto in tanto la sorella Maria viene per fargli le pulizie. La scena dovrà contenere una finestra e tre porte, una d’ingresso e uscita posta al centro in bella evidenza, un’altra che sarà il bagn o, la terza che sarà uno sgabuzzino, queste due ultime porte sono poste una all’opposto dell'altra.

I° ATTO

AMMINISTRATORE

Eco qu esto xe l'apartamento che ghe disevo. Nol staga farghe

caso al disordine, el sior Federico nol bada tanto all'ordine.

MARCO

E...chi sariseo sto Federico?

AMMINISTRATORE

Ma come chi chel xe!! El'è queo che sta so sto appartamento

no!!!

MARCO

Ma come...el xe drio dirme che sto appartamento l'è xà ocupà?

AMMINIST

Ma sicuro che l'è ocupà, dove o trovo un appartamento libero

a ste condission.

MARCO

Be..so questo ghe doo rason, se sie mesi che serco 'na casa

sensa risultati, go perso un sacco de tempo e me sa che anca

stavolta no cavaro un ragno dal buso se vero o no?

AMMINIST

In che senso, no capisso?

MARCO

(mentre  guarda  in  giro) Me pare ovvio...se sto apartamento se

ocupà, mi cossa soi vegnuo a fare qua? Seo drio torme in

giro...a mi me serve un appartamento l ibero, no ocupà!! Al

teefono el me o gaveva garantio!!

AMMINIST

Nol se staga preoccupare, l'è abità

ma ancora per poco, da

qua a un mese ghe garantisso chel sarà libero!!

MARCO

E come mai? Sto sior nol paga mia? A mi no pe pare che el

gabia problemi de schei (guardandosi in giro)

AMMINIST

Sicuro chel paga, soeo che ultimamente so sto appartamento

ghe xe massa confusion e strepiti e tutti chealtri inquilini se

stufi. Tra gnanca un mese i me permettarà de darghe el sfrato!

MARCO

Ma cossa succede so sto apartamento che no va?

IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.com Opera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A

Pagina 2


AMMINIST                                       De preciso noeo so, ma colcossa succede questo xe sicuro!

MARCO                                             E come mai lu ga e ciavi?

AMMINIST                                       El me e ga date lu parchè el ga el computer roto e ga da

vegnere una giustarlo...el se fida tanto de mi! Eora cossa diseo, ghe piaseo sto appartamento?

MARCO                                             Bè si, l'è un poco picoeo ma se sempre mejo che vivare so un

albergo. Sa me moier se scampada e a me fabbrica ga faio e mi me ga tocà vendare a casa par pagare i debiti!

AMMINIST                                       Ma come me dispiase...ma anca qua al nord i tempi xe duri e

ghe se crisi!

MARCO                                             Oso oso...e pensare che so vegnuo dal sud co a me bea

laurea e tante speranse..par un po' a ma se 'ndata ben, go

verto 'na fabbrica e go fato anca un pochi de schei nonostante

sia un teron , come disì voaltri.


AMMINIST                                       A  mi  no  me  intaressa  gnente  che  lu

intaressa soeo chel se comporte ben lamentarse i visini de casa.


sia teron o no, me e che no senta pì


MARCO                                             Nol staga preoccuparse, mi so na persona tranquilla...e se sto

signor Federico nol va via tra un mese cossa femo?

AMMINIST                                       Tanquio el va via el va via...e comunque anca se fusse vero

ghe ridao a caparra.

MARCO                                             Bene, semo daccordo allora, se vedemo tra un mese. Ecco

qua a caparra.

AMMINIST                                       Benissimo soeo contanti come ierimo daccordo! Però desso se

mejo che 'ndemo. (si avviano)

MARCO                                             Un minuto vasca o doccia?

AMMINIST                                       Doccia!

MARCO                                             A turca o a italiana'

AMMINIST                                       Italiana, però desso se meio che 'ndemo, el sior Federico nol

pol far chel rive!!! (escono)

(MUSICA)

Federico rientra dal lavoro con la 24 ore, (durante la canzone Federico telefona, beve un liquorino, e via via si spoglia, butta tutto dove gli capita, è contento perché è sabato e deve partire per un week end . Federico esce di scena (prima di togliersi i pantaloni, uscita veloce) per prendere una valigia che sistemerà aper ta su una sedia e che nel corso della commedia verrà riempita di suoi indumenti (Già pron ti in scena). All’entrata della sorella che lo chiama, ritornerà in scena con vestaglia di raso molto elegante, il contrasto tra Federico un po' snob con atteggiamenti gay e la sorella (un po' cafona e tradizionale) deve essere molto evidente.

IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                    Pagina 3


MARIA


(Fuori scena gridato) Roberta me raccomando, no sta movarte da là. (entra senza bussare perché ha la chiave, ha una borsa che poi dimenticherà nella stanza da letto, con voce molto alta) Federico, Fedeso mi, Federico so a Maria. (gridato) Federico se te ghe sì bati un colpo!


FEDERICO


(si mette la vestaglia è sempre in movimento padrone della casa lievamente gay) A teo dao mi un colpo in testa, Ma cossa sighitocossa sighito a , no te si mia al marca seto!!!


MARIA


Va ben va ben, desso no sta esagerare.


FEDERICO


Te stè so un paeasso serio, so un condominio serio, co un amministratore serissimo, queo me manda via gheto capio? El me manda via!!


MARIA


Fede te si drio farghine na tragedia!


FEDERICO


Ma varda tì che sorea ignorante che ghea da capitarmi! Impegnate un poco, lesi, studia, va scuoea che no xe mai massa tarsi...Maria se te te dè da fare te ghea fè!!


MARIA


(Ironica) Oh! Scusame tanto, ma te sé che to sorea ga a vose alta eno a riese a contrearla. Digheo pure all'Amministratore quando che te o vedi! E...pò se te te ricordi te si stato ti a dirme : “Maria quando che te vien dentro daea porta te te fermi e te ciami (gridato) Federico Fede...se no te rispondo vol dire che no ghe so...” te sito desmentegà?


FEDERICO


Se vero che te o go dito, ma te go dito de ciamare no de sigare! Co a vose che te ghè te poi 'ndare al marca a vendare roba, queo saria el to posto!


MARIA


Ma quaeo marcà, el marcà se qua, varda... calseti, camise, scarpe, polvare da partutto...a se pesso de na staea. Invese de ringrassiarme che vegno fare un poca de puissia, te me tratti come na strassa da pie.


FEDERICO


Ma chi teo ga dito de vegnere? Teo go dito sento volte de no vegnere... mi da soeo stao mejo!!


MARIA


(Ironica) Mi vegno par scrupoeo, parchè te si me fradeo!


FEDERICO


(Imitandola) No, no ti te vien parchè te sì na ficanaso, ...co a scusa dee puissie te curiosi dapartuto, te me controi, te me spii par savere che vita che fao! Te se peso de na mojer geosa.


MARIA


E anca se fusse cossa ghe xe de strano? Sito o no sito me fradeo...ti no te me conti mai gnente...


FEDERICO


E cossa goi da contarte?


MARIA


Ma parchè no te te sposi?


FEDERICO


Imitandola


Ma parchè no te te sposi!! (Aggressivo) Ma parchè no te


IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                    Pagina 4


vè fora dae scatoe?


MARIA


Ma cossa ghe xè de mae a maridarse?


FEDERICO


Gnente, ma se ogni volta che te me vedi te meo domandi, te me fè vegnere na ossesion.


MARIA


E mi te ossessiono aposta, chissà che te te decida na bona volta!


FEDERICO


Maria assa perdare, mi stao ben mi mi soeo (con atteggiamento gay) e...pal momento no sento a necessità de vivare co na donna.


MARIA


Ma Federico cossa disito...a zente mormora.


FEDERICO


A zente, a zente... mi dea zente no me intaressa gnente!


MARIA


Gnanca a mi no me intaressa gnente, però visto che so to sorèa, me dà fastidio!


FEDERICO


(scocciato) E va ben!! Metimoea cussì: Voio darte 'na sodisfassion ,mi no go gnente contro el matrimonio, però voio fare a me vita, (poetico) Se sarò folgorato dall'amore di una donna, allora può darsiche mi sposo. Ma se non sarà così...me despiase rassegnate, parchè mi no me sposo!!!!!!


MARIA


Fede mi conoso a Roberta, a xe na brava tosa, onesta e sistemada...vuto che te a presente? secondo mi a te piase!


FEDERICO


Roberta? Ma chi sea sta Roberta desso.


MARIA


Roberta a se na bea tosa e a xe fora che a speta. Vuto che a ciame?


FEDERICO


Maria vuto moearghea si o no...o capissito che el matrimonio xe na roba seria, e siccome el te condissiona tutta a vita bisogna farlo co serietà


MARIA


Ti te ghe anca rason Fede ma a Roberta xe sincera, genuina... insomma l'è un frutto da raccogliere!


FEDERICO


(gridato) Ma sta Roberta sea un pomodoro?


MARIA


Fede i ga sonà.


E chi che sia desso.


MARIA


Vedemo subito!


ROBERTA


(zitella, personaggio bruttina insomma molto curioso, entra mangiando un


gelato o un lecca lecca) Bongiorno signora Maria, me gaea ciamà?


MARIA


Si xe un toco che te ciamo, ma dove jerito?


ROBERTA


Veramente me iero stufà de spetare eora so 'ndà comprarme un lecca lecca par passare el tempo.


MARIA


Roberta vien che te presento me fradeo.


ROBERTA


(a Federico avvicinandosi)Come che so contenta, ve digo a verità, no


IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                    Pagina 5


vedevo l'ora de conosarve!!!

FEDERICO

Piacere Federico.

ROBERTA

Piacere Roberta, ma te poi ciamarme berta come tutti.

FEDERICO

(al pubblico) Altro che un pomodoro, questa xe un cavolfiore.

ROBERTA

Sior Federico...to sorea...

MARIA

Me fradeo se ciama Federico, cava pure el sior.

ROBERTA

Ah! Te ghe rason..(ad alta voce) Federicooo..

FEDERICO

Sò qua, so qua no serve sigare

ROBERTA

Scusame a xe l'emossion...to sorea me ga tanto parlà de tì!

FEDERICO

De questo no me meravejo, me sorea ghe parla a tutti de mi e

scometo che ate ga fato 'na testa come un baeon!!

MARIA

Te si sempre esagerà...eora fede cossa disito?

FEDERICO

Cossa vuto che te diga?

MARIA

Vuto che vaga fare un caffè?

FEDERICO

SE a signorina o gradisse..

ROBERTA

Veramente miii...

MARIA

(risoluta) Agradisse, a gradisse. (esce)

ROBERTA

Federico che gentie che a xe to sorea...xe vero che se tanto tempo

che a me parla de ti, ma a me dise soeo robe bee

FEDERICO

E..soeo par curiosità, cossa te disea de mì.

ROBERTA

A me ga dito che te o ghe tanto grando..

FEDERICO

Come!!!

ROBERTA

Siii ea o sa parchè a te conosse, e a me ga ditto che sin da ceo se

vedeva che te o gavei grando

FEDERICO

Ma de cossa sito drio parlare?

ROBERTA

Del cuore...a me ga diti che te ghè un cuore grando come na casa.

Da ceo par esempio se un puteo pianzeva parchè el voeva el to

zugatoeo, ti par no farlo pansare te cheo davi subito.

FEDERICO

Beh! Questo xe vero

ROBERTA

Dpo a me ga dito che te sì un omo de cultura, che te piase viajare,

vedere posti novi, conossare persone,....Anca a mi me pase tanto

viaggiare...

FEDERICO

Eh sì viaggiare xe una dee me passion....e ti dove sito stata?

ROBERTA

So 'ndata a Rimini, Venessia, e San Marino co e gite dea scuoea.

FEDERICO

Sbaglio o semo drio parlare de tanti ani fa.

IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.com Opera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A

Pagina 6


ROBERTA         No nò no te te sbagli, ma te garantisso che so restada come l'ora...no so se te ghè capio cossa che voio dire!

FEDERICO        Go capio, go capio, a xe stata a prima roba che me ga dito to me

sorea su de tì!


ROBERTA


A xe a verità, mi voio rivare al matrimonio come che so nata


FEDE/ROBE


Intatta!!!


FEDERICO


Rispetto a to decision, anca se par mi no a se na roba importante.


MARIA


Ecco qua un caffè speciae par ti, dime se l'è bon.


ROBERTA


(beve facendo rumore)


Mmm l'è proprio bon!


FEDERICO


Oh Madona Santa! (schifato)


ROBERTA


(sempre facendo rumore) Bon, proprio bon!


FEDERICO


Sant'Antoni iutame ti!!


MARIA


Roberta, par cheà roba che ghemo da fare, se meio che te te invii prima ti, parchè mi go da stare qua naltra scianta.


FEDERICO


Se te ghe da fare te poi ndare pure, no ghe xe proplemi.


ROBERTA         No, no vao via mi, tanto mi e a Maria se vedemo ostesso. Ripasso pi

tardi, arrivedrci e piacere de averte conosuo.


FEDERICO


Arrivederci arrivederci.


Roberta esce ancheggiando vistosamente


MARIA


(compiaciuta indicando)Fede varda a fortuna cossa che te manda, doangurie rosso fogo, altro che pomodori! Cossa disito a sposemo?


FEDERICO


(alterandosi)Maria par piser basta co sto matrimonio, mi te parlo e tino te caoissi gnente...o peso ancora te fè finta de no capire! Insomma mi no voio fare par forsa a to fine.


MARIA


A me fine? Come saria a dire?


FEDERICO


Si proprio a to fine che pur de no restare zitea e de no far ciacieare a sente te ghè sposà Bepi, l'unico che te ga vosuo! Me despiase ma mi a ste condission preferiso restare scapoeo.


MARIA


Come saria, varda che mi go sposà Bepi parchè el me voeva ben...Bepi, el me poeta.


FEDERICO


Si vaeà, uno che scrive ste stronsae teo ciami poeta?


MARIA


Xe vero, barufemo sempre perché lu xe massa geoso, ma se voemo ben. E se proprio te voi savere to sorea a gavea un sacco de tosi che ghe corea drio perché a 18 ani a jera a pì bea del paese, gheto capio?


FEDERICO


Maria, no xe che te si drio esagerare desso? E par piaser va via che desso go da fare.


IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                    Pagina 7


MARIA


Cossa gheto da fare?


FEDERICO


No i xe affari tui, veto via si o no?


MARIA


Ma mi go ancora da dirte niente... e so vegnua apposta anca.


FEDERICO


E cossa gheto da dirme ancora?


MARIA


Federico, mi teo digo soeo perché te si me fradeo e serte robe te ghe da saverle, ma mi no ghe credo, teo giuro!


FEDERICO


Assa stare e no sta giurare par niente, te credo.


MARIA


Eh va ben, anca se fusse vero queo che dise a zente...


FEDERICO


(scocciato)


Maria, se poe savere cossa che di dize a gente?


MARIA


Fede i dize che ti si gay.


FEDERICO


Come saria gay? Omosessuae?


MARIA


Sì insomma, omosessuae, diverso... , ciameo come che te voi!


FEDERICO


(camminando da gay) Ah e quindi mi saria un gay soeo perché no sosposa?


MARIA


No sò se soeo par queo, ma questo juta de sicuro!


FEDERICO


Ma varda ti co che zente retrograda e pacioeona che go a che fare.


MARIA


Ti no te ghe da aver a che fare co lori, ti te ghe da sposarte e basta!


FEDERICO


(dandosi un tono) Maria, a zente no sopporta e diversità, i voie vederetuti uguai e no i capisse che xe so a diversità che ghe xe a ricchezza dell'essere umano.


MARIA


Eh, non lo so se ghe xe a ricchezza Fede, mi so soeo che ti te passi par gay.


FEDERICO


O vedito, o vedito?


MARIA


(è di spalle alludendo)


O vedo, o vedo, come che no o vedo.


FEDERICO


Maria, ghemo da moearghe co sta mentaità... a zente che spua sentense, che giudica sensa capire che ognuno ga da farse i...


MARIA


(interompendolo)


Va vanti, va vanti, go capio


FEDERICO


Ognuno a so vita ga el diritto de vivarla come chel voe, basta che nol ghe faga del mae a nessuno, come che foo mi!


MARIA


Fede.. ahn ma eora xe vero?


FEDERICO


Macché vero...


Suonano alla porta.


FEDERICO


Ancora zente... Se a xe a Roberta dighe che so in bagno perché mi


MARIA


Ma dove veto? (risuonano)


Un minuto, rivo.


IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                    Pagina 8


AMMINIST


Bondì, a me scuse pal disturbo, gavaria bisogno de parlare col sig. Federico, saea dove che le^


MARIA


El xe in bagno


AMMINIST


Ti sito so mama?


MARIA


No, so so sorea Maria, eo invesse chi xeo?


AMMINIST


So l'amministratore del paeasso


MARIA


Sel gà colcossa da dire el poe dirmeo anca a mi


AMMINIST


Disea chel ga da fare ancora tanto in bagno? Se nò speto.


MARIA


No o so se el ga da fare tanto, dipende da queo chel ga da fare e po ognuno ga e so abitudini... Par esempio: mi in genere foo presto, ma me mario col va in bagno el xe bon starghe anca un'ora.


AMMINIST


Va ben, forse a ga rason, ghe dasso dito a ea. Signora Maria el problema xe che ricevo tutti i dì lamentee da chealtri inquilini perché so sto appartamento se fa massa rumore..


MARIA


In che senso?


AMMINIST


Da un mese a sta parte se sente spesso sigare.


MARIA


Voze da femana?


AMMINIST


No, no go mai visto na femana vegner dentro qua da to fradeo... Vozi maschili, questo xe sicuro


MARIA


Eh o saveo, ma come xe possibie? Da me fradeo proprio no me aspettavo!


AMMINIST


Se xe par questo gnanca mi; e comunque oltre che sigare se sente anca piansare.


MARIA


Piansare? Ma xeo sicuro?


AMMINIST


Sicurissimo, lo dize tutti sol paeasso, xe da un mese che so sto appartamento se siga e se pianse...


MARIA


Da un mese? E come mai?


AMMINIST


Ah questo proprio no o so! Queo che posso dirghe xe che da un mese vien qua tutti i giorni un omo vestio ben e tuto atillato. Comunque e lamentee e xe sempre de pì e sel continua cussì sarò obliga a mandarghe el sfratto.


MARIA


Ah non staga preoccuparse, so sicura che na volta sposa me fradeo cambiarà appartamento ndando so uno pì grando.


AMMINIST


Perché, so fradeo se sposeo?


MARIA


Nol ga gnancora deciso a data, ma prima o dopo ghe garantisso che


AMMINIST


Ahh, me piasaria anca a mi sposarme!


IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                    Pagina 9


MARIA


A xe tutto un dire...


AMMINIST


In che senso?


MARIA


No dizevo che oncò sposarse se diventà difissie e caro...


AMMINIST


Ghe doo rason, anca se mi de schei no go problemi, soeo che sò un omo all'antica, el matrimonio par mi xe na roba seria


MARIA


El ga rason, comunque nol staga preoccuparse, pena che me fradeo vien fora dal bagno gheo digo.


AMMINIST


Grassie, eora mi vao. Credo proprio che a notissia del matrimonio e del cambio appartamento de so fradeo farà star chieti i inquilini. A me saude so fradeo. (esce)


MARIA


Arrivederci. Ma varda tì, xa iero xo de morae, mancava soeo sta

notissia...

Federico? Vien fora che no ghe xe pì nessuni.


FEDERICO


Xea ndata via?


MARIA


Si, ma no a iera a Roberta, el iera l'amministratore..


FEDERICO


Ahn sì, e par cossa no me gheto ciama? Cossa voeveo?


MARIA


(alterandosi) Cossa chel voeva? El ga dito che so sta casa se famassa bacan, se siga, se pianze, se baruffa...tute robe che se dovaria fare tra un omo e na femena, ma el problema xe che qua femane no ghe ne xe!


FEDERICO


Ma cossa sito drio dire?


MARIA


Cossa che so drio dire? Basta desso te me ghe da dire se xe vero, rispondi xe vero si o no?


FEDERICO


Ancora co sta storia!! No no xe vro.


MARIA


(sospettosa tutta d'un fiato)No xe vero? Eora se poe savere chi che xesta persona tutta attillata che vien tutti i giorni da un mese a sta parte casa tua come na morosa, Dime chi sea?


FEDERICO


Ma ti come feto a savere sempre tuto! E va ben sta persona da un mese a xe drio rovinarme a vita par un motivo, che mi no te o voio dire.


MARIA


Grassie par a fiducia


(inchino ironico)


FEDERICO


(inchino ironico)Prego...el xe Alfredo, un me amico che xe driopassare un bruto momento e el me ga domandà de jutarlo.


MARIA


Fede, sito gay'


FEDERICO


Maria mi so un toro gheto capio! Gay, ma robe da mati!! E po' anca se fusse, a chi goi da rendare conto


MARIA


Finimoea qua che xe mejo! Ma ghto da partire?


FEDERICO


No parchè?


IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                 Pagina 10


MARIA

Te te si fato a vajsa...ma dove veto?

FEDERICO

(tentando di nasconderla mettendosi davanti)Quaea vajsa?

MARIA

Quea là!

FEDERICO

(impacciato) Quea là, quea là. E va ben go da fare un viajo, ghto

colcossa da dire? Seo finio l'interrogatorio?

Suonano

FEDERICO

O savevo questo xe ancora l'amministratore, ormai l'è fissà, come

che el sente sigare el core subito qua.

MARIA

Ghe parlo mi, no state preoccupare.

FEDERICO

Maria verzi a porta e tasi che me rangio mi!

ALFREDO

(lievemente gay, molto elegante e brillantinato, al pubblico deve sembrare

gay a tutti gli effetti, marcando questo suo fare solo nelle battute iniziali)

Bongiorno, oh scuseme forse go sbaglià casa. (con valigia)

FEDERICO

Alfredo

ALFREDO

Federico, pensavo de aver sbaglià casa.

FEDERICO

Magari!!

MARIA

Prego el se accomode.

ALFREDO

(squillante, si comporta come uno di casa) grassie....Fede te sito tolto a

cameriera? Te ghe fato proprio ben, cussì qua dentro sarà pi neto e

ordinà.

FEDERICO

Ma cossa sito drio dire'

ALFREDO

Però jera mejo se te a toevi pi zovane!

FEDERICO

Varda che te si drio sbagliarte.

ALFREDO

(a Maria) Signorina siete polacca, albanese...

MARIA

(ironica ballando) No, so de Santo Domingo , parchè no se vede?

FEDERICO

Ma quaea cameriera, Alfredo a xe me sorea Maria.

ALFREDO

Oh! scuseme tanto....Fede ma no te podei dirmeo'

FEDERICO

No te me ghe gnanca assà el tempo.

MARIA

Nol staga preocuparse in fondo xe vero so a sorea cameriera de

Federico

ALFREDO

Signora Maria gavì da savere che so sta casa e femane xe na rarità.

MARIA

(ironica)Seto che consoeasion...

ALFREDO

Ecco parchè me sò confuso...Piacere Alfredo Gelo.

MARIA

Piacere, ah cusita ti te sì Alfredo, l'amichetto de me fradeo?

ALFREDO

Si, sò Alfredo, l'amico de Federico.

IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.com Opera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A

Pagina 11


MARIA

Alfredo anca ti in partensa? Gheto da ndare via co me fradeo par

caso? (sospettosa)

ALFREDO

(impacciato)disea pa a vaisa? no  no  Federico me...... ga imprestada

tanto tempo fa, ma mi me go sempre desmentegà de portarghea,

stavolta invese...

FEDERICO

El se ga ricordà...va ben!!!

MARIA

Varda ti che combinassion...Alfredo dime na roba (tutto d'un

fiato)quanti anni gheto, dove steto, che lavoro feto, sito sposà, gheto

fioi?

FEDERICO

Maria par piaser tasi!! Alfredo gheto da domandarme colcossa?

ALFREDO

(maria sta tentando di sentire quello che dicono)  Go da domandarte un

piaser...ma...forse xe mejo...se vegno...

FEDERICO

Maria!!!!!

MARIA

Go capio...vao de à?

FEDERICO

Maria fa na roba...va via!!!!parchè no te torni doman?

ALFREDO

Forse xe meio che vaga via mi, torno pi tardi...

FEDERICO

No state preoccupare Alfredo, tanto me sorea par un motivo o par

chealtro a xe sempre qua!

MARIA

(dispettosa) No! Me despiase ma mi doman no posso vegnere, se go

da puirte a casa o fao desso, senò decidi cossa che te voi fare?

FEDERICO

E va ben eora...se proprio te voi restare va puire de à. (indicando la

camera da letto)

MARIA

Con parmesso,

ALFREDO

Prego, prego.

FEDERICO

Alfredo te si rivà giusto in tempo, te me ghe salvà.

ALFREDO

Fede meto a vaisa dentro el sgabussin.

FEDERICO

Si grassie (mentre continua riempire la valigia)

ALFREDO

Sbaglio o to sorea te xe tanto tacada?

FEDERICO

Tacada? Me sorea a xe pezo de na spia sovietica, manco che te ghe

fè savere e robe, pì ea ghin sa. Pena che mi fao qualsiasi roba, ea el

dì dopo meo dize. A xe na roba incredibie, secondo mi a ga piassà 3

o 4 micro spie par casa senò no savaria cossa dire.

ALFREDO

Ma no sta esagerare, te dovaresi essare contento invese, de avere

na sorea da parlarghe insieme, sfogarte, raccontarghe tutti i to

problemi, farte consigliare...ah! Come me saria piasuo aver na

sorea!!

FEDERICO

Vuto a Maria come sorea, se te voi te a presto!!!

Ma cambiemo

discorso dai, Alfredo vuto el caffè?

IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.com Opera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A

Pagina 12


ALFREDO

Si fameo.

FEDERICO

Va ben te o fao. (esce)

ALFREDO

(telefona a Valentina)Pronto Valentina non riattaccare...Valentina

ascolta...

ti prego...Valentina fammi parlare...Valentina

aspetta...

(riattacca triste)

FEDERICO

(dalla cucina) Alfredo bevemo el caffè e dopo me fao a barba. (Alfredo

incomincia a piangere, Federico sente qualcosa ma non capisce di che si

tratta) Ma cossa zeo sto lamento? (Alfredo non piange più) Me fao a

barba e a doccia e dopo finalmente se parte!!! (Alfredo non si tiene

più) Ma eora te si ti!! cossa xe successo? No dirme che xe ancora

par colpa dea Valentina!

ALFREDO

Si ma no sta dirme gnente, par a nostra amicissia, sopportame.

FEDERICO

A xe da un mese che te vien tutti i giorni casa mia a contarme

sempre e stesse robe, ma cossa posso fare mi se a Valentina te ga

moeà.

ALFREDO

(disperato) Federico te prego iutame

FEDERICO

Mi te iuto, ma ti dime cossa che posso fare.

ALFREDO

(di scatto alzandosi, allungando la mano) Prestame 10.000 €

FEDERICO

Ma sito drio schersare? Mi te voio iutare ma no co tutti chei schei! Te

gavevo avvisà, assa perdare che quea a xe massa sovane par ti e a

voe soeo divertirse, assa perdare!! te o gaveo dito si o no?

ALFREDO

Si te me o ghe dito, te me o ghe dito...

FEDERICO

E ti no te me ghe scoltà! Te ghe fato el fiosofo disendo che a xe

soeo na aventura, un romanzo d'amore...aea faccia del romanzo, sta

storia a xe deventà na enciclopedia!!

ALFREDO

(piangendo) Va ben, ma se me go innamorà, cossa posso fare...ti te

me ghe da iutare, te si l'unico amico che go.

FEDERICO

(risoluto, Federico continua a prepararsi la valigia) Alfredo mi sarò anca

el to unico amigo, ma dopo na setimana de lavoro go bisogno de

fare  un  viaio,  vedere  sente  nova,  allegra,  sorridente  (Alfredo  si

dispera) e no cadaveri ambueanti

MARIA

(da fuori) il mio cuore fa bum bum, il mio cuore fa bum bum quando

passi tu.

FEDERICO

E moeaghea, basta!!!

MARIA

(da fuori) il mio cuore fa bum bum, il mio cuore fa bum bum quando

passi tu.

ALFREDO

Dopo 6 mesi de amore passion mi no ghe a fasso a stare sensa de

ea, no riesso a fare pi gnente!! Fede so disposto anca asare me

moier e sposarla. Ah me go ciapà na cotta, so proprio perso, so

IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                 Pagina 13


per...so.(prende i vestiti di(Federico dalla valigia e con stizza li butta peraria)


FEDERICO


Perso? Ti te si baùco...ma come gheto fato a perdar te cussì?


ALFREDO


Eh go fato go fato...soi posti pi impensai, al mare, in montagna, de dì, de note, in macchina, in treno...


FEDERICO


In treno!!!Co tutta a zente che vedea.


ALFREDO


E va ben l'è un modo de dire...insomma dove che capitava, no ierimo mai passui!


FEDERICO


Vedito te ghin né fato massa; no te ieri pì abituà.


ALFREDO


A go caeà 10 chii.


FEDERICO


A se vede. Te pari un morto che camina, te fè pietà.


ALFREDO


Aea me femana ghe go dito che iero in dieta.


FEDERICO


Par forsa, cossa voeito dirghe poareta...xe meio che a sia finia scoltame mi, parchè senò te sbaeavi l'ocio.


ALFREDO


(piange) Maria vè, maria vè!!


MARIA


(fuori scena, cantato) Canzone dei Pooh sull’amore o Ti Amo di Umberto Tozzi o cuore matto cuore di Rita Pavone


FEDERICO


Alfredo moeghea...


MARIA


(Canta sempre)


ALFREDO


Ma cossa goi da fare?


MARIA


(Canta sempre più forte)


FEDERICO


(Gridato) Maria sbassa chea radio!....Alfredo xe meio che te vaga afare do passi.


ALFREDO


E dove vuto che vaga?


FEDERICO


Noeo so ma va dove che te voi!!.(lo prende sotto al braccio e loaccompagna alla porta) Mi go da partire,go ancora da farme a docciae a barba, se vedemo co rivo tanto par ti no cambia gnente.


ALFREDO


Bell'amigo te si! Mi go bisogno e ti te me mandi via!


FEDERICO


Ma mi voio iutarte! Femo cussì. assa perdare i schei e dime cossa che go da fare.


ALFREDO


(sulla soglia, ritorna vicino al telefono) Fa na teefonada.


FEDERICO


A chi al 118 (carabinieri)


ALFREDO


(molto serio) A Valentina!!! Parlaghe ti, dighe che stao mae. Co mi noa voe pì parlare, ame buta xo el teefono, xe pì de un mese che che provo!


FEDERICO


(chiude la porta) Sì ma mi cossa ghe digo?


IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                 Pagina 14


ALFREDO


(frenetico) Te o digo mi!(fa il numero) (situazione agitata)Xè libero, xèlibero..(dà il telefono a Federico)


FEDERICO


Prontoo... Pronto...Alfredo se sente na musica.


ALFREDO


Si si, a xe a segreteria teefonica, te ghe da parlare dopo el BIP.


FEDERICO


Pronto, pronto


TELEFONO


(segreteria telefonica con musica di sottofondo) Quì risponde lasegreteria della canonica (pompe funebri), per bisogni urgenti lasciate un messaggio dopo il BIP


FEDERICO


Ma chi gheto ciamà?


ALFREDO


Ah madonna!! dall'emossion go sbaglià numaro, o rifao suito!


FEDERICO


Prontoo...ma...se sente ancora a musica.


ALFREDO


Eh no!! Stavolta el xe queo giusto.. a ga sempre a segreteria tacada, ti scolta el messaggio e parla dopo el BIP.


FEDERICO


Prontoo!


VALENTINA   (si sente la voce calda e sensuale di valentina su musica soft lenta, durante la telefonata i due si abbracciano e si toccano come fossero due innamorati) ciao sono Valentina, mi dispiace ma... sono sotto ladoccia e non ti posso rispondere, lasciami pure un tuo messaggio, ti richiamero', se sei Alfredo (arrabbiata) VA RAMENGO! Se sei un

altro ....parla dopo il bip, ciao (si sente il bip).

FEDERICO

El BIP, dai cossa ghe digo? (agitato)

ALFREDO

(suggerendo a bassa voce) Valentina so Federico.

FEDERICO

Come saria Federico?

ALFREDO

Ciò Federico po', se te ghe disi so Alfredo te sé dove che a me

manda e no a me ciama pì!

FEDERICO

(con la stessa cadenza di voce di Alfredo) Valentina sono Federico.

ALFREDO

Possiamo vederci, faremo un meraviglioso viaggio d'amore!

FEDERICO

Valentina vediamoci, faremo un meraviglioso viaggio d'amore!

ALFREDO

Valentina chiamami per favore allo 049....ciao.

FEDERICO

Valentina chiamami per favore allo 049.....ciao. (riattacca) Ma te ghe

dato el numero de casa mia!

ALFREDO

E quaeo doveo darghe, el mio lo conosse. Quando che a te ciama te

ghe dè un appuntamento e dopo ghe vao mi e no ti!

FEDERICO

Ma se gnanca a me conosse, come faea a vegnere a un

appuntamento co mi!

ALFREDO

A ghe vien, a ghe vien, a xe na donna socievole, ti no te a

conossi...e po' ghe piase tanto viaiare!!! Beh! Speto che a riciama e

dopo vao casa.

IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                 Pagina 15


FEDERICO

Ti invese te vè casa anca se no a teefona...te dao 5 minuti.

ALFREDO

Grassie grassie Federico, cossa faria mi sensa de ti, te sì proprio un

amigo, fate dare un baso (lo abbraccia e lo bacia).

FEDERICO

Basta moeghea par piaser!!!

MARIA

(entra in scena e li vede abbracciati) Beh, mi go finio...

FEDERICO

(salto di paura molto impacciati) Madonna mia ogni tanto te salti fora

che te pari un fantasma.

MARIA

(arrabbiata) No no, no so un fantasma e go anca i oci grandi...Scusè

se go interrotto el vostro idillio.

FEDERICO

Grassie Maria...sito drio ndar via?

MARIA

Si si vao via no state preocupare...ve asso soi soeti, sio contenti?

ALFREDO

No state preoccupare Maria, speto na teefonada e dopo scampo

anca mi.

MARIA

Alfredo, in confidensa posso farte na domanda?

FEDERICO

Maria va casa che qua a situassion xe diffisie!

MARIA

Va ben vao via, sarà par naltra volta. (gay) Arrivederci

ALFREDO

(Lievemente gay) Arrivederci, arrivederci.

FEDERICO

Ma ghe voeva tanto! (chiudendo la porta)

ALFREDO

(alza la cornetta) Dai Valentina teefona, teefona

FEDERICO

Se te sbassi a cornetta forse sentimo se a ciama...ma quanto ghemo

da spetare sta teefonada..

ALFREDO

Dai Fede dame almanco 10 minuti, faeo par...

FEDERICO

Faeo par l'amicissia, go capio, go capio. Senti fin che spetemo sta

teefonada mi vao lavarme e farme a barba.

ALFREDO

Si si va tranquio, tanto te si casa tua   Dai Vaentina teefona....

teefona...

Bussano

porta

alla

ALFREDO

(apre di corsa esclamando) Valentinaa!

GISELLA

Mi spiace signor Federico, ma mi me ciamo Gisella. (Gli da la mano)

Saria vegnua pal computer, dove seo, che difeto gaeo, se no ghe

despiase voria far presto che go naltre 5 riparassion da fare e so

piena de pressa.

ALFREDO

(Confuso) Ma veramente....mi no capisso...

GISELLA

Me par giusto, so mi l'esperta. Pitosto el me diga (voce ironica come

per sfottere) jereo drio scrivare al compiuter robe sporche quando

tutto so un minuto (gridato) PATATAF (Alfredo si spaventa) e el

IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.com Opera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A

Pagina 16


computer se ga stuà? O forse el navigava co a vea alta sol mare del WEB, quando improvvisamente (gridato)PATATAF sol pi beo el computer se ga bloccà?

ALFREDO         (alza il dito) Posso parlare?

GISELLA            Se mejo de no! Se proprio bisogna el me diga soeo dove che xe el computer roto.

ALFREDO         (indicando) In Bagno ghe xee...

GISELLA            (mentre si mette due guanti) In bagno? El computer in bagno? Strano,ghe confesso che questa a xe a prima volta che me capita na roba del genere. Però el va lu a tormeo, parchè mi sol so bagno no meto pìe.

ALFREDO         A varde che qua no se ghemo capio...mi no so el paron, el paron de sta casa el xe in bagno.

GISELLA            Allora lu no xe el signor Federico?

ALFREDO         Ma no, ma no , mi me ciamo Alfredo e so un so amigo.

GISELLA E el signor Federocp dove seo? ALFREDO Gheo go pena dito...el xe in bagno

GISELLA In bagno col computer? ALFREDO Ma nò, el xe drio farse a barba.

GISELLA            (Gridato, arrabbiata) Ma eora se poe savere dove che xe sto c...decomputer?

ALFREDO         A me o domanda a mi? A no so gnanca se lo ga el computer, ghe go dito che mi so un so amigo.

GISELLA            (alludendo) El so amigo...preferito?

ALFREDO         Credo de...sì, mi e Federico se conossimo da na vita e se voemo ben.

GISELLA            Bravo complimenti (gli da la mano) xe proprio vero che durè pì voaltri che e coppie normai! Mi no me fao meraveia parchè anca me mario el xe scampà co un omo....ah el mondo xe drio cambiare!!!

ALFREDO         Me despiase par ea1

GISELLA A xe a pexo roba che poe capitarghe a na femana, lu xeo spsà? ALFREDO Si e go anca un fioeo.

GISELLA            Che schifo ma nol se vergogna, aea so età anca.

ALFREDO         Ma de cossa goi da vergognarme, no capisso...

GISELLA            Ndemo ndemo lo ga capio benissimo. Magari ghe o spiego meio naltra volta, desso go da ndare.

ALFREDO         Ma, no a gaveva da giustare el computer?

IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                 Pagina 17


GISELLA

Si ma i 10 minuti dea visita i xe passai, el ghe diga al so amighetto

che ripassarò. Arrivederci

ALFREDO

Arrivederci, arrivederci. (dopo che uscita chiama verso il bagno)

Federico me sentito

FEDERICO

(esce  dal  bagno  con  la  schiuma  in  faccia,  nervoso,  attraversa  tutta  la

scena senza curarsi di Alfredo) Maedission o savevo che a ndava a

finire cussita.

ALFREDO

Ma mi no te go gnoncora dito gnente?

FEDERICO

(attraversa la scena senza curarsi di Alfredo) Ma nooo ti no te centri, a

go su co a caldaia che quando che te serve no a ga mai l'acqua

calda.

ALFREDO

Ah! A caldaia, senti se vegnuo a tecnica del computer.

FEDERICO

E cossa gaea dito?

ALFREDO

Cossa che a ga dito? Un miliardo de robe so mezo minuto, a parea

na mitragliatrice. Comunque el computer no lo ga giustà e a ga dito

che a saria ripassada ma no so quando.

FEDERICO

Beh tanto go da partire e el computer l'è l'ultimo dei me pensieri!

ALFREDO

Fede a Valentina no ga ciamà, te despiase se speto naltri 5 minuti?

FEDERICO

(arrabbiato) Si! (chiude la porta del bagno)

ALFREDO

(  va  vicino  al  telefono)  Valentina te prego ciama.. (alza  la  cornetta)

Pronto, pronto, ma parchè no te ciami. (poi piange)

(Maria entra, accorgendosi che Federico non c'è, va silenziosa alle spalle

di Alfredo, che sta assorto vicino al telefono,

parla a voce bassa)

MARIA

Signor Alfredo...Alfredo (lo tocca)

ALFREDO

Madonna chi xe? (alzandosi di scatto)

MARIA

Sò mi

ALFREDO

Signora Maria...a xe ea, par poco no me vegnea un colpo.

MARIA

Par cussì poco.

ALFREDO

Ciò co no ve go sentio rivare...

MARIA

So vegnua torme a borsa che me go desmentegà in camara.

ALFREDO

To fradeo xe drio farse a barba.

MARIA

Ah davero? Eora asemoeo fare parchè se el me vede qua che parlo

co ti el se rabia e mi no voio farlo rabiare.

ALFREDO

Se vede che te ghe voi ben.

MARIA

Xe vero ghe voio ben!

ALFREDO

Eh! ghe voio ben anca mi seto!

MARIA

No no o savevo ancora, ma desso o

so e so drio sercare de

IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.com Opera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A

Pagina 18


abituarme all'idea.


ALFREDO


Invesse xe fassie parchè Federico se un bravo toso, sempre disponibie, pronto a iutare i amisi...e po' l'è ancora beo, co un bel fisico...come o invidio...


MARIA


(al pubblico) El ghe piase? Te ghe da savere che me mama xe mortazovane e mi o gò cresùo, par queo che so tacada a lu, cossa vuto fare me preoccupo sempre anca se ormai el xe un omo, ma xe pi forte de mi.


ALFREDO


A te si so sorea xe normae.


MARIA


Alfredo scusame ma mi go da farte par forsa na domanda...


ALFREDO


Dime , no essare preocupada.


MARIA


Ecco Alfredo (molto vicini, ogni tanto Maria, si guarda in torno per vederese viene Federico)


ALFREDO


Si


MARIA


No state offendare ma...ti sito gay? (o recia, o cuea)


ALFREDO


(disturbato, cammina per la stanza come se scappasse, sempre seguito


da Maria)Maria per favore!!!


MARIA


Ma Alfredo no state vergognare, se te si cussi dimeo,mi te rispetto ostesso, anca se no me piase, no so qua par giudicare nessuni.


ALFREDO


Maria, cossa sito drio dire, a te me preoccupi...ma mi te paro gay?


MARIA


Insomma...


ALFREDO


E...anca se fusse a ti cossa te ne importa.


MARIA


Va ben te ghe rason go esagerà, scusame tanto fa conto che no te gabia domandà gnente... me togo a borsa e vao via, ciao


ALFREDO


Arrivederci, arrivederci.


Bussano alla porta prima che Maria esca


FEDERICO


(uscendo dal bagno) Alfredo i ga sonà..Maria!!! ma sito ancora qua?


MARIA


(colta in fallo) Federico gabbi pasiensa, go desmentegà a borsa incamara da leto, me a togo e vao via subito.


ALFREDO


Fede i ga sonà.


FEDERICO


Versi ti par piaser no te vedi come che so messo (sempre in vestaglia)


(Peppino, tipo sui 50 anni,, con i fiori davanti alla faccia, ha con sè sempre una penna e blocchetto dove segna le sue frasi poetiche, si vedono solo i fiori)


ALFREDO


El xe el fiorista, gheto ordinà un masso de rose par caso?


BEPPI


(entrando)ma quaeo fiorista,...so Beppi el mario de a Maria...ciaoFederico.


IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                 Pagina 19


FEDERICO

Ma ve sio dai apuntamento tutti casa mia stamatina?

BEPPI

( ad Alfredo gli da la mano) Piacere Giuseppe Scirocco.

ALFREDO

Alfredo Gelo, piacere.

BEPPI

(ironico,  credendo  di  essere  preso  in  giro  gli  stringe  forte  la  mano

agitandola) Bravo che spiritoso che te si!

ALFREDO

Disito pal me nome? Varda che mi me ciamo proprio cussi....Fedee

FEDERICO

Si Beppi l'è un me amico, el se ciama proprio cussi...ma come che te

si agità!

BEPPI

( geloso)A Maria sea ancora qua?

FEDERICO

E dove vuto che a sia, stamatina ve ghi dato apuntamento tutti

qua....Maria ghe se Beppi!

MARIA

(fuori scena gridato) Go sentio, dighe che no voio ne parlarghe, ne

sentirlo, ..el poe ndare via col voe.

FEDERICO

No go capio gnente...Beppi speta che vao ciamarla.

BEPPI

Grassie

ALFREDO

(Alfredo è completamente perso in attesa della telefonata) Pronto, pronto.

BEPPI

(fa le prove, sotto voce, poetico legge dal blocchetto) Maria eccomi a te

con questi fiori virgola...no no me piase.

ALFREDO

(lo guarda e lui sta zitto) Pronto, pronto.

BEPPI

Maria, sogno di rara bellezza virgola, oh Maria...no no na ben.

ALFREDO

Pronto, pronto. (riattacca stizzito)

BEPPI

Ma gaeo sonà el teefono?

ALFREDO

Si el ga sonà, elga sonà, no te ghe mia sentio?

BEPPI

Veramente mi no go sentio gnente.

ALFREDO

Pronto, pronto.

BEPPI

Ma lavorito so na società dei teefono? Sito un tecnico?

ALFREDO

Ma fate i afari tui, qualcuno te ga interrogà? (alterato)

BEPPI

(al pubblico) Desso ghe buto i fiori in faccia!

FEDERICO

Beppi ecco qua a to dolce metà!

BEPPI

(gli  va  incontro  con  passione)  Maria,  oh  Maria  dolce  amore  mio,

virgola, ti porto questi fiori per farmi perdonare, maria par piaser

femo paze.

MARIA

Beppi cossa ghe xe, xe successo qualcossa?

BEPPI

No xe successo gnente, no ghe xe ststo né el terremoto, né el

maremoto, nessuna alluvion, te poi star tranquia e rilassarte.

MARIA

Ma cossa sito vegnuo a fare qua?

IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                 Pagina 20


BEPPI                   (sempre con enfasi) me go ricordà che te dovevo compagnare daldottore e siccome no te go visto rivare go pensà che te te fussi desmentegà, eora me so precipità qua.

MARIA                 Te dovei precipitare da un paeasso de 5 piani, no qua a casa de me fradeo, te o xe che lu no voe nessuni casa sua!

FEDERICO       (depresso mentre s’impegna a sistemare gli indumenti nella valigia) Sefusse possibie uno a volta e no tutti insieme.

BEPPI                   Maria gheto da ndare dal dottore si o no?

MARIA                 (dispettosa) Beppi trova naltra scusa, parché par l'appuntamento coldottore ghe manca ancora un'ora.

BEPPI                   Amore mio perdoname, ma te sé che se no so in paze co ti,virgola, no me vien l'ispirassion! Dai fazemo paze.

FEDERICO       Maria fa paze par piaser!

MARIA                 Prima de fare paze voio savere a verità.

FEDERICO       Fa paze par piaser.

BEPPI                   Eh va ben...se spetavo ancora un'ora par ndare dal dottore i fiori se fiapiva, eora so vegnuo subito. Te go dito a verità e desso femo paze?

MARIA                 Te go ditto de NO! Ti te si massa geoso.

FEDERICO       (innervosito) Maria dighe de si par piaser, senò mi no parto pi!

BEPPI                   Te go comprà anca i fiori...dai Maria...

FEDERICO       (determinato) Fa pace, el te ga comprà anca i fiori!!

ALFREDO         (al pubblico,poetico e gay) Ohh i fiori...che gesto romantico!

MARIA                 Te pio butarli so l'immondissia, mi no voio chei fiori!

BEPPI                   Eora magna sto Bacio Perugina cussì a ciocoeata te fa el cuore dolce!

FEDERICO       Maria el voe fare pace, per favore!!!

BEPPI                   Te go anca scrito na poesia, vuto sentirla?

FEDERICO       Maria fa pace.

ALFREDO         Dio...na poesia...che pensiero romantico...

MARIA                 No voio sentire gnente.

BEPPI                   (recita come fosse una cantilena, e anche la punteggiatura)Oh miapuledra ribelle che galoppi solitaria verso la tua libertà virgola, inseguita da uno stallone bianco dalla criniera tutta d'oro che invano prova a raggiungerti virgola, fermati e guarda il tuo stallone innamorato punto.

ALFREDO         Un stallone bianco, che immagine!!!      Ma Beppi scusa se el stallone

IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis


http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A


Pagina 21


fusse nero no saria meio?

(situazione molto confusa e veloce)


BEPPI MARIA


(innervosendosi costringe Alfredo a sedersi) El cavaeo no se toca l'è

bianco e basta, ma chi te ga interroga?

(ad alfredo, gridato) Ma a ti cossa te importa se el stallone se bianco o

nero?


ALFREDO


Federicoo


FEDERICO


Maria asseo stare...


BEPPI


Maria femo pace..


FEDERICO


Fa pase.


MARIA


No voio far pace...


ALFREDO


(alzando la cornetta come per rispondere) Pronto, pronto.


FEDERICO


(va avanti indietro tra maria e Alfredo alla prima gli dice di far pace al secondo di posare la cornetta, glielo toglie di mano innervosendosi)


Alfredo assa stare sto teefono che nol ga sonà!


BEPPI


Maria femo pace.


FEDERICO


Maria fa pace senò a va a finir mae!


MARIA


No no voio...


ALFREDO


Pronto pronto...


FEDERICO


Ti posa chel teefono che nol ga sonà go dito!!!!


BEPPI


Maria te o digo l'ultima volta...femo pace.


MARIA


(tutto si placa) E va ben femo pace senò stemo qua tutta a giornada eFederico ga da partire...


FEDERICO


Finalmente a ga capio!


MARIA


Desso Beppi ndemo via.


BEPPI


Si mia dolce puledra andiamo nella stalla dell'amore virgola, dove lo stallone bianco finalmente darà sostanza e corpo al suo inesauribile


MARIA


Camina ndemo stallone bianco... arrivederci! Maria rimane sull'uscio, Peppino torna indietro)


(lo  tira;  se  ne  vanno,


ALFREDO


Arrivederci.


BEPPI


Un minuto, mi ve voio saeudare co na poesia, visto che me xe tornà l'ispirassion...


FEDERICO


No fa gnente, no state sprecare.


BEPPI


Dai una curta: “(tono alto) Amore dolce, (tono basso) Amore amaro, (tono alto) amore maturo, (tono basso) amore rosso, amore succoso


IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                 Pagina 22


come un pomodoro fresco che el te insaporisse l'anima punto.”


MARIA


I pomodori de to sorea...Camina...camina.../escono)


FEDERICO


Mamma mia come xe diffisie avere un poca de pace, manco mae che vivo da soeo.


ALFREDO


Fede a Valentina no teefona.


FEDERICO


Se no te voi che te porte in manincomio, desmentegate a Valentina.


ALFREDO


A proposito seto parchè to sorea me ga domandà se so Gay?


FEDERICO


Anca a ti? A xe na roba incredibie, gnanca no a se vergogna! No farghe caso me sorea se ga fissà che mi so recia eora a vede tutti cussi....Ma no te ghei da ndare via? Varda che el tempo xe scaduo:


ALFREDO


Fede a un amigo vhe sta mae e che soffre te ghe dissi de ndare via?


FEDERICO


Alfredo no so pi cossa fare par iutarte!


ALFREDO


(squilla il telefono, situazione agitata, Alfredo grida) El teefono sona...axe a valentina, dai rispondi..rispondi..


FEDERICO


Si si rispondo.


ALFREDO


Daghe l'appuntamento, daghe l'appuntamento.


FEDERICO


Si ghe dao l'appuntamento, ma dove gheo dao?


ALFREDO


Dentro na curriera, rispondi, movate, fa in pressa.


FEDERICO


Pronto Valen...Fiammetta sì? Ciao Fiammetta, Alfredo a xe to moier. (Alfredo sprofonda nella tristezza) Scusame no te gheo riconosuo, Chi?Alfredo? (gesti di alfredo per dire che non c'e) El te ga dito chel vegneva da mi? Veramente Fiammetta qua nol ghe xè...si l'è un stronso, te ghe rason, col riva ghe o digo sensaltro...si stronso, go capio ben no state preoccupare! (Riattacca) Alfredo to moier....


ALFREDO


Assa stare, go sentio...ma mi pensavo che a fusse a Valentina...


FEDERICO


Alfredo scordate sta valentina!


ALFREDO


Forse te ghe rason, a sto punto xe meio che prove desmentegarla.


FEDERICO


Xe meio, credame,...ma de tutta sta storia to mojer cossa saea?


ALFREDO


De preciso gnente, ma colcossa a ga da aver capio parchè a xe nervosa...e xe 6 mesi , cioè da quando go conosuo a Valentina , che nofemo pi gnente..


FEDERICO


6 mesi? Altro che nervosa..a sarà isterica!


ALFREDO


Ma mi no ghea fasso proprio, no ghea fasso...


FEDERICO


Sforsate un poco noo..


ALFREDO


Go tentà, go provà, ma lù gnente nol voe proprio sa verghine!


FEDERICO


Par forsa te o fè de giorno, de notte e anca dentro a curriera...


IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                 Pagina 23


ALFREDO         Federico so un omo finio, co sta storia go compromesso tutto, go

perso a Valentina, me mojer e anca me fioeo...

FEDERICO       No state preoccupare, se te a pensi cussì forse se poe recuperare colcossa. (ritorna a preparare la valigia)

ALFREDO         (si toglie le scarpe e poi i calzini) Gaveo tanti de chei progetti co a mefameja...e invesse go butà tutto al vento par na Femena che gnanca a me voe.

FEDERICO       E va ben, no state preoccupare, l'importante xe che ti...(girandosi) ma cossa sito drio fare?

ALFREDO         No stame brontoeare, ma quando che so nervoso me se gonfia i pie e me fa mae e scarpe.

FEDERICO       Magari te voi anca na bacinea co l'acqua calda!!!

ALFREDO         No, basta che ghe fassa ciapare un poca de aria ai pìe, cussì e se sgonfia...ecco i xe xa meio. (si siede e rimette scarpe e calzini)

FEDERICO       Alfredo ma parchè no te vè casa?

ALFREDO         Disito che saria mejo?

FEDERICO       Diria proprio de sì!

ALFREDO         Forse xe mejo, so drio fare soffrire sia me mojer che me fioeo e xe l'ultima roba che voio, no xe giusto e no i se o merita... Fede se torno da Fiammetta ti me iutito?

FEDERICO       Certo cossa goi da fare?

ALFREDO         Prestame 20.000 €! (si alza e allunga la mano per prenderli)

FEDERICO       (Federico, lo prende sotto braccio e lo porta all'uscita) Alfredo me parche no te voi farte iutare, cossa centra i schei?

ALFREDO         Te o spiego subito.

FEDERICO       Ti no te me spieghi proprio gnebte e te vè casa, tanto tanto mi no te posso dare gnente parchè no go un scheo, se vwedemo luni, appena torno te ciamo.

ALFREDO         Va ben, grassie ostesso, nonostante tutto te sì un vero amico (loabbraccia e lo bacia)

FEDERICO       Ciao Alfredo, va casa drito sensa fermarte... (da solo) Finalmente posso farme a doccia! (esce)

IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                 Pagina 24


IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                 Pagina 25


II° ATTO


AMMINIST


Prego a se accomode pure.


GISELLA


E el computer dove zeo, lo saeo lu?


AMMINIST


No noeo so!


GISELLA


No posso mia sercarlo par tutta a casa mi, a xe a seconda volta che vegno e sto Federico no ghe xe mai. Come a metimo?


AMMINIST


Mi so l'amministratore, no so mia el so segretario!


GISELLA


Varda che se noeo giusto adesso, passarà un mese prima che possa vegnere danovo.


AMMINIST


Ma tra un mese el sior Federico nol abitarà pì so sta casa!


GISELLA


Davvero? Parchè vaeo via?


AMMINIST


Parchè ghe intaresea?


GISELLA


Certo, xe da quando che me go separà che serco un apartamento pi picoeo del mio e no riesso proprio a catarlo!


AMMINIST


Beh se lo voe e se el ghe intaressa, podemo metterse d'accordo.


GISELLA


Nol xe mia de paroea co nessuni?


AMMINIST


Si , ghe saria na persona interessada, ma no a me pare tanto convinta. A me ga dito che a saria passada a portarme a caparra, ma fin desso no go visto nessuni, quindi par mi l'appartemento xe libero, ma a ea ghe intaresseo davero?


GISELLA


Ma sicuro chel me intaressa accordarse?


....ma cossa vol dire poemo


AMMINIST


Cossa che vol dire?


...A vegne co mi che gheo spiego. (escono)


FEDERICO


(fuori scena si sente cantare sotto la doccia Federico, motivo scende la pioggia: “scende la pioggia ma che fa crolla il mondo, ma chi se ne frega, io tra poco vao via....)


(suonano alla porta insistentemente)


FEDERICO


Un minuto sò drio rivare...ma chi ghe xe?


FIAMMETTA


(entrando decisa e arrabbiata in centro palco) Me mario dove seo?


FEDERICO


Fiammetta cossa feto qua?


FIAMMETTA


Federico dime dove che xè Alfredo, o so che el xe qua!


FEDERICO


Senti...


FIAMMETTA


Se te me disi dove chel xè, voo via suito, el me ga dito chel vegnea da ti.


FEDERICO


Fiammetta mi no sò dove chel xe, l'è vegnesto quaprima, ma dopo l'è nda via.


IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                 Pagina 26


FIAMMETTA    Ti te sì el so miglior amigo, figuremose se te disi a verità.

FEDERICO       Mi sò anca amigo tuo... te digo a verità, mi no sòdove chel xe.

FIAMMETTA    (pausa triste, si siede sul divano) Si tutti contro de mi...


FEDERICO

FIAMMETTA


Fiammetta ma cossa xe successo?

(piange) Federico...no ghe a fasso pì...a xe 6 mesi che Alfredo el parenaltro, el vien sempre casa tardi, nol xoga pì co so fioeo, 6 mesi chel me tratta mae.


FEDERICO

FIAMMETTA


No statea ciapare...El gavarà un problema che nol xe bon de risolvare e nol ga coraio de dirteo par no farte preoccupare! Te vedarè, co lo gavarà risolto...

(sempre piangendo si alza mettendosi in posa) Federico vardame...soiancora na bea femena?


FEDERICO       (impacciato) Maaa...veramente...secondo mi..Ma parchè te me fè stadomanda?

FIAMMETTA    Vardame...soi bruta?

FEDERICO       Ma...veramente Fiammetta...no diria...

FIAMMETTA    Soi bruta si o no! (gridato - isterica, mentre Federico cerca di direqualcosa) Sò bruta, so bruta.

FEDERICO       Chietate par piaser.

FIAMMETTA    Rispondame...soi bruta?

FEDERICO       (gridato) Fiammetta te fè schifo, sito contenta; ma te pare questa amaniera de domandare e robe, mi noeo so.

FIAMMETTA    O saveo, sò bruta...sò bruta..( si siede e piange disperata)

FEDERICO       Scusame ma ti no te sì brutta, e se te voi saverla tutta te si pi bea dea...dea Belen...digo sul sero.

FIAMMETTA    A me mario no ghe piazo pì...a xe pì de 6 mesi che nol me toca gnanca co un deo, nol me dà gnanca un baso, gnanca na caressa....6 mesi gheto capio?

FEDERICO       Te capisso..

FIAMMETTA    Me xe drio vegnere un esaurimento nervoso!

FEDERICO       Se vede! So sti casi a xe a prima roba che te vien!

FIAMMETTA    Cossa posso fare?

FEDERICO       Secondo mi saria meio che ti e Alfredo ndessi in ferie, na bea setimana ai tropici o in crociera, cossa disito?

FIAMMETTA    (piange)

FEDERICO       Ma cossa goi dito de mae desso.

FIAMMETTA    A vacanza.

IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                 Pagina 27


FEDERICO       (contento) Sii na bea vacansa ai tropici.

FIAMMETTA    Na setimana ai tropici. (piange di più)

FEDERICO       Eora fate na setimana in crocera.

FIAMMETTA    A crociera...

FEDERICO       Sta casa e no sta fare gnente eora... cossa goi da dirte?

FIAMMETTA    A crocera a gavevimo programmada pal nostro decimo anniversario de matrimonio, doveimo partire, ma Alfredo nol ga pagà, ecco parchè so vegnua qua.

FEDERICO       El se gavarà desmentegà...e ti parchè no te ghe o ghè ricordà?

FIAMMETTA    El ga speso tutti i schei che gavevimo risparmià paea crociera, tutti li ga spesi, ...10.000€ .

FEDERICO       (preoccupato) 10.000€?

FIAMMETTA    Si...Federico iutame...

FEDERICO       Mi te iuto ma no stame parlare de schei che me vien el mal de testa..,

FIAMMETTA    (gridato) El se ga speso tutti i schei co l'amante, sò sicura, chelmaedeto, tutti i schei!!!

FEDERICO       E no sta sigare in chel modo che tra ti e me sorea me fè mandare via dal condominio!

FIAMMETTA    (decisa) Federico no voio pì stare qua a pianzare come na cretina.

FEDERICO       Sò d'accordo1

FIAMMETTA    Xe 6 mesi chel me umilia, ...desso digo basta.

FEDERICO       Giusto, te ghe perfettamente rason basta...basta...però calmate, te si massa nervosa. Desso te preparo na camomilla.


FIAMMETTA

FEDERICO


El xe dimagrio 10 chii, 10 chii..

(dalla cucina) El se ga messo a dieta, questo si che el meo ga dito.Ma mi no capisso parchè voaltre femane pena che vedì un minimo de cambiamento so l'omo, pensè suito all'amante. Fiammetta sta tranquia che Alfredo l'amante no la ga.


FIAMMETTA    E invesse si! Na donna ste robe le sente, ...ma ghea fasso pagare mi, giuro che ghea fasso pagare...ghe salto dosso al primo omo che incontro...ma cossa credeo lu, che mi no gabbie coraio? (esce)

FEDERICO       (entrando con la camomilla) Parchè sito sicura che te ghè coraio defarlo?..Fiammetta torna indrio, a camomilla...meio che me a beve mi!

(si siede sul divano stressato)

suonano alla porta

FEDERICO       Un minutooo, Fiammetta ma che...

IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                 Pagina 28


AMMINIST


(entra deciso) Signor Federico ci risiamo...


FEDERICO


Amministratore..


AMMINIST


Nol compliche ancora de pì a situassion par piaser, prima e iera vosi de omani, desso se ga messo anca quee dee femane...no posso pi toerare sta situassion, me dispiase, ma se continuemo cussì el sfratto xe inevitabile!!!


FEDERICO


Ti te ghe anca rason, ma te garantisso che no xe colpa mia.


AMMINIST


Beh mi no so de chi che xe a colpa, e gnanca no voio saverlo, mi so soeo che i inquilini no ghe a fa pi! I gavevo tranquiizai co a notissia del matrimonio, ma da queo che go sentio, ve si za moeai, giusto?


FEDERICO


El matrimonio? Quaeo matrimonio?


AMMINIST


El tuo, to sorea me ga contà tutto. Comunque fa presto a far paze co a morosa e sposate!


FEDERICO


Ma quaea morosa...Ma no so mia mi a creare tutta sta confusion, el xe un me amico che ga un grosso problema co so moier. Ghe garantisso che tra un mese, al massimo do, a situassion cambiarà radicalmente e ti no te gavarè pì de sti problemi.


AMMINIST


Te ghe dito un mese? Va ben te voio credare, ma se no te te sposi, me dispiase, ma te ghe da assare libero sto appartamento.


FEDERICO


Ma certo so drio convinsarme anca mi, comunque no state preoccupare e grassie de tutto. (lo accompagna alla porta) O saveo mi o saveo che i me fea mandar via dall'apartemento


suonano alla porta


FEDERICO


(apre la porta) Amministratore se gaeo desmentegàcolcossa....Fiammetta!


FIAMMETTA


(entra decisa) Ghe go ripensà!


FEDERICO


Brava te ghe fato ben, finalmente fasemo e persone serie e ragionemo con calma. (seduto sul divano sorseggia la camomilla)


FIAMMETTA


No ghe salto pi dosso al primo che cato.


FEDERICO


Sò contento.


FIAMMETTA


Go vuo na bea idea.


FEDERICO


Bravissima, xe questa a Fiammetta che conosso mi, decisa, lucida...gheto visto che quando che te te calmi te riesi a ragionare meio...fame sentire sta idea..


FIAMMETTA


Ghe fao i corni...i corni col so miglior amico...Ti!


FEDERICO


(Sputa la camomilla, si alza, impacciato) Ma no me par proprio elcaso...meio se te ghe salti dosso al primo che te cati...


FIAMMETTA


Dai Federico te prego, te si ti el so miglior amico.


IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                 Pagina 29


FEDERICO

Appunto e te me o vien domandare proprio a mi!

FIAMMETTA

(dandosi delle arie) No te me trovi attraente...

forse no te piazo...

FEDERICO

Ricumisiemo...

Fiammetta te o go dito anca prima che te si bea,

attraente...ma co a moglie del me amico...

Mai!!!

FIAMMETTA

(tirandolo per un braccio) El xe un bastardo..lu sì chel me mete i

corni...dai dai ndemo prima che cambie idea.

FEDERICO

Go dito de no...

par piasere...no stemo fare robe che dopo poemo

pentirse, stemo calmi...dai bevi a camomilla che a xe ancora calda.

FIAMMETTA

Ma sito recia?

FEDERICO

Anca ti co sta storia, par caso gheto parlà co me sorea? Mi so un

toro!

FIAMMETTA

(sopra la sedia o sul tavolino del salotto) E allora vieni toro infuriato!

FEDERICO

Fiammetta sarà anca 6 mesi che...mi te capisso, ma Alfredo l'è el me

miglior amico...

dai vien zo da la.

FIAMMETTA

El xe stronso, stronso, gheto capio cossa chel xe. (scende e va ad

accendere la radio)

FEDERICO

Dove veto?

FIAMMETTA

O fasemo qua.

FEDERICO

Ma cossa... fasemo qua? (si abbassano le luci, parte la musica that's

life, di f. sinatra, fa sedere federico su una sedia e gli balla intorno)

FIAMMETTA

(incomincia a spogliarsi, a ritmo di musica gioco di luci, una volta terminato

lo streep sale sulla sedia rimanendo statuaria)

FEDERICO

(prima balla anche lui mostrandosi eccitato poi va a spegnere la radio)

Però chi gavaria mai dito.....

FIAMMETTA

Eora cossa femo?

Suonano alla porta

FEDERICO

No fasemo gnente,... i ga sonà...vien basso da la...

FIAMMETTA

Eora toro, cossa fazemo?

suonano alla porta

FEDERICO

Moeghea e rivestate, i ga sonà,  sito sorda..

FIAMMETTA

(come se si fosse svegliata da un sogno,rimane spogliata) Oh mio Dio

come che so ridotta.

FEDERICO

Mae, te si ridotta mae!

Suonano alla porta

FEDERICO

Un minuto rivo.....ma chi ghe xe?

ALFREDO

Sò Alfredo versi.

IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.com Opera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A

Pagina 30


FIAMMETTA    (allarmata) Me mario!!! Oh mio Dio, cossa fao desso?

FEDERICO       Cossa che te fè...vestate in pressa...(gli butta il vestito addossoandando avanti indietro preoccupato, ma fiammetta non lo prende)

FIAMMETTA    Me sento mae, me sento mae, me gira a testa....so drio svenire

svengo...

FEDERICO       Fiammetta te prego no svenire, noo noo....ma cossa goi fato mi de

mae! (la prende per un braccio e la porta in bagno) Sarate dentro sto bagno e no sta vegner fora par nessun motivo, in 5 minuti o mando via...e dopo te vè via anca ti.

FIAMMETTA    Si si grassie...

FEDERICO       (gay) Uh mamma mia...Alfredo rivo...(mentre sta per aprire la porta si accorge del vestito di fiammetta e lo nasconde sotto il cuscino del divano)

Madonna el vestito.

ALFREDO         Federico verzi sta porta.

FEDERICO       Vegno vegno...Come mai te si tornà?...Parchè no te si ndato casa?

ALFREDO         Parchè no ghea fasso so massa zo de morae, go anca bevuo10 caffè par farme corajo, ma no mea sento; e se no risolvo el problema dei schei casa de sicuro no ghe vao!

FEDERICO       Ma varda che ti qua no te poi stare.

ALFREDO         Si, si, go capio, ma dime almanco dove che go sbaglà e dopo vao via.

FEDERICO       (parla sottovoce per non farsi capire) E va ben te o digo: no te gavevi dainnamorarte.

ALFREDO         Ma no go sentio gnente, te fa mae a goea?

FEDERICO       Si...si...sarà stata a doccia.

ALFREDO         (Alza la voce) No capisso gnente!!!

FEDERICO       Go dito che no te gavevi da innamorarte, parchè quando a femana lo capisse, te sì sassinà!

ALFREDO Te ghe rason, ma parchè no te me o ghe dito prima? FEDERICO Te o go dito, te o go dito...ma dove gheto a testa, desso va casa

ALFREDO         Si si, vao, ma prima assame ndare in bagno che i 10 caffè i se drio rumegarme sol stomago.

FEDERICO       Si fa presto....(ripensandoci) dove veto ti? No in bagno no te poi ndare

(gli sbarra la strada)

ALFREDO         Bisogna che vaga, senò me a fasso dosso, no a tegno pì.

FEDERICO       Go dito sol bagno no!

ALFREDO         Ma posso savere parchè?

IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                 Pagina 31


FEDERICO


(gridato) Parchè ti col me cesso no te ghè gnente a che fare.


ALFREDO


E parchè?


FEDERICO


Parchè...parchè...sò geoso.


ALFREDO


Geoso...ma mi no teo rovino mia e gnanca no o sposo.


FEDERICO


Ti no te poi capire, e xe robe intime e deicate.


ALFREDO


Fame passare senò a fasso qua. (si cala i pantaloni)


FEDERICO


Ti faea dove che te voi ma sol me bagno no! (si sente cantare Mariafuori dalla porta) Par carità, metate ghee braghe che se me sorea tevede in mudande no a se cava pi daea testa che so fradeo xe gay.


ALFREDO


Eora desso cossa femo?


FEDERICO


Scondate fa presto:


ALFREDO


Si si, me scondo in bagno cussì ghe ne aprofitto e me desbrato.


FEDERICO


Par carità in bagno no...va sol sgabussin e te vien fora soeo quando che te ciamo mi.


ALFREDO


Ma varda ti podevo ndare in bagno e invesse no...el signorino xe geoso.


FEDERICO


A riva a riva ...e desso cossa fasso? sotto il cuscino del divano)


(nasconde i pantaloni di Alfredo


MARIA


(canticchiando apre con la chiave) Federico! Ancora qua te si?


FEDERICO


Ciò ma mi stao qua...ti invesse te si sempre qua!


MARIA


Ma no te gavei da partire?


FEDERICO


Si ma fra mezz'ora. Ma cossa sito vegnua a fare qua?


MARIA


E puissie.


FEDERICO


Visto che no te ghe gnente da fare te vien qua...te me ghe fruà a casa a forsa de snetare. No so pi cossa che go da fare.


MARIA


Semplice...te ghe da sposarte, cussì te ghe una che te voe ben e che te fa e puissie e che...


FEDERICO


E che me rompe e scatoe come che te fè ti!


MARIA


Varda che a Roberta a xe sempre disponibie (chiama)

Roberta...Roberta!!!


FEDERICO


Ma basta co sta Roberta, dee puissie no go bisogno, va fora dae scatoe che go da finire de vestirme che so in ritardo.


MARIA


E va vestirte va, che ghe go dito a Beppi chel vegna a torme qua...e se nol me cata...me toca baruffare danovo.


MARIA


Parchè spetito visite par caso...omo o femena?


IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                 Pagina 32


FEDERICO

No speto nessuni, va via e basta!

MARIA

(contenta) Go capio tutto. Sta persona xe xa qua.

FEDERICO

Qua no ghe xe nessuni, va via.

MARIA

E va beh, vao un minuto in bagno e dopo scampo.

FEDERICO

No Maria in bagno no te poi ndare parchè...

MARIA

Parchè chi ghe xe in bagno?

FEDERICO

No ghe xe nessuni, go da ndare mi! (di corsa la anticipa tenendosi la

pancia)

MARIA

E ghe voea tanto, a te si diffissie seto.

FEDERICO

(dal bagno) Maria sarà mejo che te vaga parchè qua el discorso va pa

e longhe.

MARIA

Fa co comodo caro che mi intanto ghin approffitto par metare un

poco in ordine. (canticchiando spolvera prima il mobile poi il divano e

trova il vestito di Fiammetta ) Un vestito da femena, o go dito mi che a

me fradeo ghe piase e cotoe. Adesso si che ghe a fao vedere a

chee pacioeone dee me amighe. Vardè che vestito, questa si che a

ga da essare na femena de classe! ( canticchiando contenta continua a

spostare i cuscini e trova i pantaloni) E questi cossa sei? Vuto vedare che

me fradeo xe proprio gay. (rivolta al pubblico) Federico ma allora sito

gay si o no?

Suonano alla porta

MARIA

Federico i ga sonà.

FEDERICO

Maria no ghe so par nessuni

MARCO

(Maria apre la porta) Buon giorno.

GISELLA

MARIA

Bongiorno

MARCO

Podemo vegner vanti?

GISELLA

MARIA

E meo domandè? A si cussi na bea copietta.

MARCO

Veramente se ghemo pena conosuo!

GISELLA

Si xe vero...gavemo fato e scae insieme e ghemo scoperto che tutti

do gaveimo un apuntamento qua co l'amministratore.

MARIA

Ma qua no ghe xe l'amministratore, ghe xe soeo me fradeo Federico.

Semo vegnui anca par parlare col signoe Federico, ghe seo?

MARIA

Si, ma l'è impegnà in bagno...se a xe na roba importante podì parlare

anca co mi.

GISELLA

Che strano, ogni volta che vegno qua, so fradeo xe in bagno! Vedito

Marco cossa che te dizevo prima...so sto apatamento ghe xe

IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                 Pagina 33


colcossa de strano, e questo me spussa un po'.

MARIA                 Ma che spussa, qua no spussa proprio gnente, sò mi che puisso tre volte aea settimana

MARCO              A me scuse ma forse a signorina se ga espresso mae, vede ci hanno detto che sto appartamento se libera fra un mese e noaltri semo vegnui vedere se ze vero, sà a ghe ze tanti de chei imbroioni so sto mondo!!!

MARIA                 Beh! Noeo so se ze fra un mese, queo che ze sicuro xe che me fradeo ga da sposarse e sto apartamento qua l'è massa picoeo e de sicuro el se ne catarà uno pì grando.

MARCO              Gheto sentio...nessuna fregatura. Sta tranquia ghemo soeo da spetare e sentire a chi chel ga deciso de darghe sto apartemento l'amministratore.

GISELLA           Scusa se sò un poco indiscreta...ma ti gheto proprio pressa de trovarte un apartamento?

MARCO              Si, vedito pultroppo me go pena separà da me moier e vivo in albergo.

GISELLA           Che coincidensa...anca me mario me ga pena assà...in sto momento so massa triste par continuare a vivere tutta soea so a casa vecia, (loguarda maliziosa) Ma come mai to moier te ga assà, te si un omettocossì beo..

MARCO              Pultroppo i me affari no ndava pi tanto ben ...e me moier a iera bituada a fare a bea vita.

GISELLA           Serte femane no capisse che l'amore ze pì importante dei schei! Mi o so ben!

MARCO              (guardandosi negki occhi) Gisella mi so un omo vecio stampo, par mi amoglie e a fameia vien prima de tutto.

GISELLA           O savoe che prima o dopo gavaria trovà un omo vero...me piasaria conosarte meio..

MARCO              Anca a mi...cossa disito se cumissiemo col dividarse sto apartamento?

GISELLA           Diso che a ze na idea meravigliosa!

MARCO              Visto che l'amministratore nol ghe xe, cossa disito se fin che o spetemo ndemo so un bar e co calma parlemo e decidemo come fare?

GISELLA           Anca questa a xe na bea idea...e..dopo poemo ciamare subito

l'amministratore...

MARCO              Arrivederci signora e ci scusi per il bisturbo.

MARIA                 Bene bravi, ndè, ndè, arrivederci. ...Ah sti zovani, gnanca i se

IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                 Pagina 34


conosse e i decide de ndare a convivere...in che tempi vivemo!!!


GISELLA MARCO


Va ben, va ben ndemo via!


Suona il telefono


MARIA


(gridato mentre va a rispondere) Fede el teefono sona...


FEDERICO


E ti no sta rispondare!! Assa chel sona, prima o dipo i se stufa!


MARIA


Pronto?


VALENTINA


Sò a Valentina, voria parlare co Federico, zeo casa?


MARIA


Si me fradeo se casa, ma in sto momento nol poe rispondare al teefono parchè l'è in bagno, xea na roba urgente?


VALENTINA    Veramente noo so, xe sta lu a ciamarme, mi no iero casa e lu ga assà un messaggio so a segreteria teefonica.

MARIA                 Signorina a me scuse, ma ea zea na femena, na femena vera?

VALENTINA Si, so na donna a tutti i effetti, ma parchè a me fa sta domanda?

MARIA                 Finalmente na femena vera!!! No a staga impressionarse ma saea ancò tra gay, omossessuali, eterosessuali, transessuali, bisex, ghe xe na gran scelta, eora xe meio essare ciari.

VALENTINA Capisso, ma a me scuse ea no sa dirme gnente de cossa che el

voeva, el messaggio parlava de un viajo da fare mi e lu...

MARIA                 Ah!! forse go capio!!! me fradeo ga da fare un viajo, ma sicome chel xe da soeo forse el voe che ea a vaga co lu. Ma a ea ghe faria piaser ndare?

VALENTINA Si...ma dipende dal presso.

MARIA                 E no a staga preoccuparse, me fradeo xe un signore, el paga tutto lu!! Però a go da dirghe na roba...me fradeo xe un leon, a ga capio cossa che voio dire vero? Un leon in chel senso la...

VALENTINA    Go capio ma questo no xe un problema...mi go da parlare co Federico par metarse d'accordo...a no sò gnanca dove che ghemo da ndare...

MARIA                 Ea ga anca rason ma mi no sò rispondarche, ma posso darghe un consiglio, se a voe fare sto viaio a ga da fare in pressa parchè me fradeo fra mezza ora el parte.

VALENTINA E dove xe che l'abita so fradeo?

MARIA

In via dee cave 24.

VALENTINA Grassie, rivo subito..

MARIA

Arrivederci. (al pubblico) E desso vedemo se no sò bona a farlo

sposare...

IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.com Opera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A

Pagina 35


suonano


MARIA FEDERICO MARIA FEDERICO MARIA


A Maria a xe xa qua!

(fuori scena) Maria chi ghe iera al teefono?

Te o digo quando che te vien fora da la...ghi neto ancora par tanto?

Si me voe tempo...te o go dito che se te ghe da ndare in bagno

bisogna che te vaga casa tua!

No me ocore pi, fa pure co comodo.


suonano


MARIA BEPPI MARIA FEDERICO MARIA FEDERICO BEPPI MARIA BEPPI MARIA BEPPI MARIA BEPPI MARIA BEPPI MARIA BEPPI MARIA BEPPI MARIA FEDERICO


Vedemo chi che ghe xe desso...Bepi, ti qua..

(entrando)Si mio dolce fior di loto, il tuo uomo e arrivato!

Xe riva...el paiasso.

Chi ga sonà?

Me mariooo

Ma a xe pezo de un albergo sta casa!!!

(poetico leggendo dal blocchetto) E fui dal colle immerso io stavo,

nell'acqua gelida a giacer virgola (lento) da lì, da là, (veloce) da lì da

là.

Ehi Dalidà ma cossa sito drio dire?

Da lì vedei l'universo co tutti i pianeti, Saturno Giove e Marte...

Ma chi xe che conosse sta zente?

Dove il fuoco arde e la carne urla punto. Maria il fuoco arde e la

carne urla, Maria (voglioso tenta di abbracciarla, ma Maria scappa)

E finissea Beppi, fa stare chieta sta carne che questo no xe el

momento.

Eora vuto dirme cossa che ghemo da fare?

Gnente sentate che desso ndemo via e intanto scrivi, scrivi.

Uffa ma mi goi da scrivare sempre!!! Federico seo partio?

No el xe in bagno, parchè no te o ghe mia sentio?

Va ben e noaltri parchè no poemo ndare via?

Parchè go da dirghe na roba importante, speto chel vegne fora...ti no

state preoccupare, ti intanto scrivi, scrivi.

Ma goi sempre da scivare mii!!

Federico gheto finio? Movate a vegner fora che go da dirte na roba

importante.

Importante?


IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                 Pagina 36


MARIA                 Importantissima, vien fora che dpo vao via. Ma cossa sito drio fare,...

xe tre ore che in gabineto.

FEDERICO       Ma dopo veto via?

MARIA                 Si vao via, ma ti vien fora!

FEDERICO       Eccome qua, dime sta roba tanto importante che te ghè da dirme.

BEPPI                   Ciao Federico (poetico) hai evacuato dalla fonte gentilizia la tua essenza?

MARIA                 Come chel parla ben...

FEDERICO       (avvicinandosi a Bepi) Si si, Beppi ho evacuato dalla fonte gentilizia, ego evacuà talmente tanto che se ghi da ndare in bagno veo sconsiglio vivamente.

MARIA In poche paroe Federico, ga teefonà na certa Valentina. FEDERICO (terrorizzato)Valentina? Oh mamma mia me sento mae!!

MARIA                 Go dito Valentina , no Frankstaein. Ma xe drio vegnerte mae? Sentate..

BEPPI                   Oh Valentina, sei tu mia Valentina: tu dimmi Federico virgola chi è mai costei?

FEDERICO   Ma chi a conosse sta Valentina...

MARIA

Beppi fa siensio, comunque sò sicura che a ga dito Valentina.

FEDERICO

(al pubblico) Ma parchè no sò partio?.....Secondo mi te te ghe sbaglià,

parchè mi no conosso gnanca na Vaentina. Maria desso te poi ndare

via!

MARIA

Ma come no te a conossi!!! Se a me ga dito che te ghe ghè assà un

messaggio in segreteria teefonica: gavì da fare un viajo insieme...te

gheto desmentega? ..Comunque no state preoccupare parchè a

Valentina che no te conossi a xe drio vegnere qua.

FEDERICO

Come a xe drio vegnere qua?

MARIA

Saria che a xe drio vegnere qua!!

FEDERICO

Porca miseria me mancava soeo a Valentina, cossa fao desso?

BEPPI

(poetico alzandosi) Dentro questa casa verrai a profumar con la tua

presenza o mia soave Valentina virgola, qua, la notte, qua il giorno

che pensoso se ne va punto. Della tua essenza si inebrierà il cuor

virgola, (Maria ripete la punteggiatura) e dall'aria al cuor, dal cuore

all'aria, e dall'aria al cuor, dal cuor all'aria, e dall'aria ….

FEDERICO

Ah Maria, bepi se ga incantà!

MARIA

Basta bepi, vuto sararlo chel libro?

BEPI

No so bon de catare el finae...

IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.com Opera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A

Pagina 37


FEDERICO       El finae, el finae xe tragico Bepi...proprio un finae tragico. (indicando

bagno e sgabuzzino)

BEPI                       Te ghe rason, un finae tragico...E dall'aria al cuore e dal cuor all'aria,

alla fine d'amor...tu ne morrai punto.

suonano

MARIA                 Federico i ga sonà (al centro del palco in piedi, nessuno apre )

FEDERICO       (depresso seduto vicino al tavolo)Go sentio, go sentio.

risuonano

BEPI                       A portaa.

MARIA                 Federico i ga sonà!

FEDERICO       Go sentio Maria, go sentio.

suonano

BEPI                       Ma chi va a verzare sta porta!

MARIA                 Verzo mi?

FEDERICO       Sta ferma che verzo mi.


VALENTINA

BEPI


(apre molto lento, appena apre la porta parte la musica. Valentina si presenta di spalle e muove il sedere, è una donna giovane e molto attraente balla come una star, sensuale e provocante con vestito elegante con spacco profondo in modo da far vedere la gamba; ha con sé una piccola valigia, che lascerà sulla soglia appena en tra)

(dopo la musica va da Peppino, gli allunga la mano per farsela baciare)

Sono Valentina.

(turbato) Oh mia dolce principessa mi so Bepi....ma parchè no me

ciamo Federico!


VALENTINA    Piacere (gli allunga la mano, Peppino gliela bacia in modo sensualesalendo sul braccio)

FEDERICO       Ma cossa xeo drio fare!!!

MARIA                 Bepi moeghea se no te voi che te tire na secia de acqua, Piacere mi so a Maria, a sorea de Federico!

VALENTINA Piacere.

FEDERICO       (incantato) Ciao Valentina.

VALENTINA Federico?(allunga la mano per farsela baciare)

FEDERICO       So mi, si si so mi!

MARIA                 Beh te te ghe scelto proprio na bea morosa!

VALENTINA    Veramente no semo morosi, gavemo soeo da fare un viajo insieme...sempre se se metimo d'accordo.

BEPI

Secondo mi ve metì d'accordo in 2 minuti.

IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.com Opera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A

Pagina 38


FEDERICO


Si, si, sicuramente trovemo un acordo par fare sto viajo insieme....mamma mia


MARIA


Che bea che te si, xa te vedo col vestito da sposa!...(si sente unrumore dal bagno) Federico go sentio un rumore dal bagno!


BEPI


A mi me parea chel vegnesse dal sgabussin.


VALENTINA


E gheto deciso dive che passaremo ste noti de passion.


MARIA


Vuto rispondare?


BEPI


Dai rispondi da omo.


FEDERICO


(sempre più perso con gli occhi fissi su Valentina che gli gira intorno in modo sensuale) Scegli ti, par mi va ben qualsiasi posto, anca dentrona corriera.


VALENTINA


Eora ndemo...so na isoea.


BEPI


Si, e federico sarà el to Robinson Crosoue.


MARIA


E so che isoea ndeo?


VALENTINA


Ndemo...in Jamaica.


MARIA


Si, si, in Jamaica...ve meti soto a pi bea palma che catè, ve meti soto e tornè tra un mese.


BEPI


Si cussì torne abronsai e pasui!!


MARIA


Signorina a meo fassa tornare novo novo, (si sente un rumore ) Federico go sentio un rumore dentro el sgabussin...


BEPI


El iera el bagno, xo sicuro.


VALENTINA


E quando se parte?


FEDERICO


Subito, immediatamente! (rumore)


BEPI


A go sentio un rumore che vien dal bagno.


MARIA


No, el vegnea dal sgabussin.


BEPI


No ell vegnea dal bagno, sò sicuro.


MARIA


Ma se te digo chel iera el sgabussin!


FEDERICO


(gridato) Basta vuio tasare un minuto, a si drio impressionarve avicenda...


Scusa Valentina, dame el tempo de vestirme e de sistemare na facenda che dopo partimo subito.

VALENTINA    Si ma fa in pressa parchè mi no sò bituada a spetare..(mette inevidenza la gamba sul tavolino vicino al divano in modo provocante, proprio davanti a Peppino)

BEPI

Signorina a ga na calsa rota...varda qua, ...posso tocare?

MARIA

Ma sta fermo, ti no te poi tocare gnente, ...ti scrivi e sta bon!

IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.com Opera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A

Pagina 39


VALENTINA   Oh! el ga rason, e se gavarà roto par strada intanto che iero drio vegner qua, a go fato tuto in pressa...Mi no vao mia via cussì, signora Maria dove posso cambiarme?

MARIA                 Ve compagno subito in bagno.

FEDERICO       No el bagno no xe ancora in condission de fare ndare qualcun, Maria portea in camara da leto.

(alzandosi dal divano, prende la valigia di Valentina lasciata sull’uscio e gliela dà )Xe meio che te vaga in camara da leto, me sa che la fontegentilizia de Federico no ga gnencora finio el so efeto.

VALENTINA Molto gentile, grazie.


MARIA


Dai vien co mi cussì ghe ne aprofitto par farte vedere a casa.


BEPI


Vegno anca mi.


MARIA


Ti sta là e no sta movarte senò qua a finisse mae.


BEPI


E dopo a dise che xo mi el geoso.


MARIA


Valentina ndemo.


VALENTINA


Grassie, e se no te dispiase me rifao anca el trucco.


BEPI


Se a voe fare anca a doccia signorina...


FEDERICO


(fermandolo)Bepi poito farme un piaser?


BEPI


Cossa goi da fare?


FEDERICO


Va a comprarme un masso de rose rosse...paea Valentina.


BEPI


E ti dame i schi parchè mi no ghi nò gnanca uno.


FEDERICO


Ti va dal fiorista e te ghe disi che te mando mi, no state preoccupare che lu el tei da, parchè el e conosse.


BEPI


Federico a xe bea, massa bea...complimenti te te ghe scelto proprio na beissima morosa.


FEDERICO


Si, a xe cussì bea che a me fa girare a testa.


BEPI


Come che te capisso...vao e torno subito.


FEDERICO


(breve controllo della situazione si affaccia sul lato letto, poi apre il bagno e


a bassa voce chiama) Fiammetta.


FIAMMETTA


Finalmente...Alfredo seo ndato via?


FEDERICO


Gnancora no, l'è sarà dentro el sgabussin.


FIAMMETTA


E come mai?


FEDERICO


(prende il vestito sotto il cuscino del divano) A xe na storia massa longada contare, desso par piaser vestate in pressa e va casa, e no sta dirghe gnente de queo che xe successo.


FIAMMETTA


(mentre si veste) Ma gnanca par idea, mi casa no torno, desso che o


IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                 Pagina 40


go trovà el ga da spiegarme tutto queo che xe successo, me dispiase Federico , ma mi da qua no me movo.

FEDERICO Come saria no te te movi da qua, vuto che vegne fora un scandaeo!!FIAMMETTA No me movo e basta. El ga da dirme che fine che ga fato i 10,000€.

FEDERICO       Ah! co sti 10,000€...ma come fasemo...Fiammetta par piaser va casa.

FIAMMETTA    Go dito de no e no xe!

FEDERICO       E va ben, ma no sta sigare...qua ghe voe na indea...go catà, fasemo cussi, scoltame ben, ti desso te ve fora daea porta, te speti 5 minuti e dopo te soni el campaneo cussì Alfredo pensa che te si pena rivada,

...semo d'accordo?

FIAMMETTA    E va ben, ...ma varda che speto soeo 5 minuti. (esce)

FEDERICO       Si si 5 minuti, ma desso va par piaser. (dopo che esce fiammetta,ricontrolla la stanza da letto e poi apre la porta dello sgabuzzino)

ALFREDO         (esce con le mutande nuove) madonna mia sto sgabussin el me parena cèa de na preson!

FEDERICO Te ghe rason, l'è un poco picoeo ALFREDO Sea ndà via to sorea?

MARIA                 (fuori  scena  chiamando)  Federico,  (Alfredo  e  Federico  salto  di  paura Alfredo  ritorna  di  corsa  nello  sgabuzzino  accompagnato  da  Federico)

Federico scusa

FEDERICO       Maria cossa ghe xe? Cossa vuto? (con le spalle allo sgabuzzino,impaurito)

MARIA                 Ma cossa sito drio fare la?

FEDERICO       Gnente, go da torme na roba...Dai fa presto ...dime cossa che te voi

MARIA                 Senti te dispiase se ghe fao vedere e foto de a to prima comunion aea Valentina?

FEDERICO       No se a ea ghe fa piaser, ma parchè sta idea?

MARIA                 (felice) Parchè voio farghe vedere quanto che iero bea da zovane!! (esce)

FEDERICO       (cantando) Bella bella come una stella...Alfredo fasemo presto parpiser.

ALFREDO         E cussì ti te voresi ndare in Jamaica ah, ...go sentio tutto seto.

FEDERICO       Me sò accorto...pensito che no gapia sentio i rumori che te fei dentro el sgabusin...dai vestate desso par piaser.

ALFREDO         Ma ti te si semo...mi da qua no me movo! Mi casa e ti in viaio co a Valentina...bell'amico che te si.

FEDERICO       Ma cossa xe che te voi da mi...te si sta ti a metarme so sto casin.

IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                 Pagina 41


ALFREDO

Dove sea a Valentina?

FEDERICO

A xe deà in camara co me sorea...te ghei rason Alfredo...a Valentina

xe beissima.

ALFREDO

O sò che a xe beissima...fame passare che go da parlarghe.

FEDERICO

Speta un minuto..  .suonano   Chi ghe xè?

FIAMMETTA

Federico versi, sò a Fiammatta.

FEDERICO

Speta un minuto che no no so gnencora pronto.

ALFREDO

(impaurito) Federico a xe me moier...

FEDERICO

Go sentio.

ALFREDO

E desso cossa fasso?

FEDERICO

(si toglie l'accappatoio e si veste) Senti Alfredo ghe xe dei momenti so a

vita in cui bisogna fa dee scelte, sito d'accordo?

ALFREDO

Si e eora?

FEDERICO

Questo xe uno de chei momenti.

ALFREDO

In che senso?

FEDERICO

In che senso!!! Deà (indicando la camera da letto) ghe xe a Valentina,

na professionista che te ga fato perdare a testa, de qua (indica la

porta) ghe xe to moier, a to fameia...desso te ghe da scegliere da che

parte che te voi ndare, ti dove vuto ndare?

ALFREDO

Mi? ...Mi torno in sgabussin e ciamame quando che me moier xe

ndata via.

FEDERICO

Assa perdare el sgabussin, vuto passare a vita a scondarte? Desso

te ghe da decidare, scegli!

ALFREDO

Xe vero go da decidere, te ghe razon...ma desso fame ndare sol

sgabussin.

FEDERICO

Ancoraaa basta co sti sgabussini.

FIAMMETTA

Federico verzi, fame vegner dentro.

FEDERICO

SI, finisso de vestirme e dopo te verzo...stame a sentire Alfredo,

torna co to moier, salva a to fameia, d'altronde a Valentina a ga za

trovà naltro cliente...che se ciama Federico e a farà un viaio

insieme.......

O seto che me piaze, no vedo l'ora de partire!!!

ALFREDO

Par questo te voi che torne da me moier...

FEDERICO

Voio che te torni co ea, parchè a xe a soeusion migliore...par mi a

fameia a xe sacra.

ALFREDO

Senti chi parla, uno che a fameia no la ga...scoltame mi, no sta

partire senò a va a finire che te t'innamori anca ti...te si xa so a bona

strada...

IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                 Pagina 42


FEDERICO

Comunque par a Valentina o mi o naltro a xe a stessa roba, par ea el

xe un lavoro disemose a verità...

ALFREDO

Federico mi no te o go mai dito ma,....a Vaentina no a xe come tute

chealtre, ea ga un cuore.

FEDERICO

Go visto, a ga un cuore..(con le mani fa il segno del sedere)

FIAMMETTA

Verzi verzi!!

ALFREDO

Speta ...

ma cossa ghe digo, no go gnencora deciso?

FEDERICO

Eora decidate, inventa colcossa....mi verzo...Ciao Fiammetta.

FIAMMETTA

Alfredo!!

FEDERICO

Alfredo ghe xe a Fiammetta! (Alfredo sta di spalle)

FIAMMETTA

Alfredo dime cossa che xe drio succedere,...ma voio a verità.

FEDERICO

E dighe a verità, confessate...

FIAMMETTA

Se se tratta de un'amante, te poi risparmiarte a verità, parche mi no

te perdono...dime che te ghe un'amante e no te me vedi pì!

ALFREDO

E va ben, te digo a verità,...Fiammetta no ghe xe nessuna amante,

mi no rinunciaria mai a ti e a nostro fioeo, aea fameia, aea nostra vita

par un'amante, a na stupida avventura!

FIAMMETTA

Se no te ghe na amante eora dime cossa che xe successoso so sti

sie mesi?

ALFREDO

I xe stai sie mesi de inferno, duri e brutissimi par colpa de...(pensando

cosa inventare)

FEDERICO

Par colpa...

FIAMMETTA

Par colpa?

ALFREDO

E va ben te o digo...par colpa de na diagnosi sbagliada ...i dotori

gavea dito cheel jera un tumore.

FIAMMETTA

(tenera) Alfredo te gavei un tumore e no te me ghe dito gnente?

ALFREDO

No, ma cossa gheto capio...no o gavevo mi el tumore lo

gaveva...

Federico (abbracciandolo)

FEDERICO

(al pubblico toccandosi i maroni) Poe portar sfiga...

FIAMMETTA

Federico xe vero?

FEDE\ALFR

Xe vero xe vero...

FEDERICO

che sie mesi duri, da soeo come un can, se no iera par alfredo che

me xe sta visin...tanto visin...insoma el iera sempre qua a

consoearme, no so se saria stato bon a superare sto momento..

FIAMMETTA

(fredda ad Alfredo) No xe vero, no ghe credo...e parchè no te me o

ghe dito?

ALFREDO

Parchè no te o go dito?..Fede parchè no ghe o go dito?

IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                 Pagina 43


FEDERICO       (piangendo)So stato mi...voeo che no lo savesse nessuno...gnancame sorea lo sa!!!

ALFREDO         A xe a verità Fiammetta, credame...

FEDERICO       A xe sta meio cussì, parchè dopo altri esami xe risultà che no iera vero e che mi no go gnente!!

ALFREDO         Gheto capio ...no podeo partire par na crociera e assare el me miglior amigo a morire da soeo!

FIAMMETTA    (venale) E va ben ve credo.. ma se se vero i 10,000€, i 10.000€ deacrociera dove sei, chi xe che li ga?.

ALFREDO         Dove che i xè...

FEDERICO       Chi che i gà?

ALFREDO         Ghei go dati...

FIAMMETTA    A chi ghei gheto dati...

ALFREDO         Ghe i go dati a Federico...ma ghe i go soeo prestai...

FEDERICO       (al pubblico) che ghe vegne un sgranfo...

FIAMMETTA    A Federico, cossa vol dire?

FEDERICO       Alfredo spieghagheo ti, parchè a mi me vien da pianzare...

ALFREDO         Ehm..meio che te ghe o spieghe ti senò ea no me crede...

FEDERICO       Vedito...appena go savuo sta notissia go pensà de farme dei esami pi profondi...parchè in verità mi me sentivo ben, ansi me sentivo un leon, e no gaveo gnanca un doeore...cussì gaveo pensà de ndare a New York (Alfredo mima) dove ghe xe na clinica costosissima ma speciaizada...ma iero disperà parchè no gavevo i schei che me bastava...

ALFREDO         Cussì ghe go prestà i 10.000€ dea crociera...Fiammetta Federico el xe l'unico vero amigo che go!

FEDERICO       Ma dopo par fortuna no xe sta pi necessario partire parchè i me ga avvisà che i gavea confuso e anaisi e che no gaveo gnente...questa xe a pura verità...

ALFREDO         Credi ...a xe ndata proprio cussì!

FIAMMETTA    E va ben ve credo, ma se xe vero i schei Federico no li ga spesi, quindi el poe ndarmei indrio. Giusto?

ALFREDO         Si, si, giusto desso el me i da vero Federico?

FEDERICO       Cossa goi da darte...cossa xe che te dao...scusame Alfredo ripeti parchè no go capio...me gaveo distratto.

FIAMMETTA    I 10.000€, el prestito par ndarte curare!

FEDERICO       Ah già xe vero,.. si si, ...10.000€ xe naturae...dopo te i darò, co

IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                 Pagina 44


calma te i darò, mi no me desmentego...


ALFREDO


Fame un assegno, a sto punto no te poi fare altro!


FEDERICO


Te fao un assegno?


FIAMMETTA


Si, si fame un assegno cussi podemo ndare in crociera!


FEDERICO


(quasi piangendo) E


va ben te fao l'assegno ma el ga nome Pietro


FIAMMETTA


Pietro, ma cossa vol dire?


ALFREDO


Gnente, no sta farghe caso a xe na abitudine de Federico darghe un nome a tutti i assegni chel fa, e questo se ciama Pietro!


FEDERICO


(al pubblico) Parchè el fa rima co torna indietro.Ecco l'assegno.


(Alfredo tenta di prendere l’assegno, ma Fiammetta è più veloce)


FIAMMETTA


(lo abbraccia felice) caro a nostra crociera a xe salva...e mi chepensavo che te ghessi un'amante...


FEDERICO


Ma quaea amante...sciocchina...


(si siedono sul divano) No vedo l'ora de partire!


ALFREDO


A chi gheo dizito!!!


Suonano


ALFREDO


I ga sonà.


FEDERICO


Verzi ti Alfredo, par piaser, mi no me sento tanto ben, me gira un poco a testa.


ALFREDO


Si, verzo.


(vede solo i fiori) ghe xe el fiorista!


BEPI


Ma quaeo fiorista...xo Bepi, no te te ricordi de mi, Bepi Scirocco.


ALFREDO


Ah si Alfredo Gelo piacere! Scusame ma xo ancora confuzo.


BEPI


Federico te go portà i fiori.


FEDERICO


Grassie...(li prende) ah Bepi finalmente xe finio un incubo!


Valentina entra con Maria


BEPI


A ghe credo, desso te ghe sto incubo qua!


VALENTINA   Desso sò pronta, me go cambià e calse e me go ripassà el trucco. Te ghe proprio na bea casa seto Federico, go visto anca tutti i to album de foto e desso conosso tutto de ti (con enfasi) passato, presente, futuro.

MARIA E amen!! eora quando o femo sto matrimonio? FEDERICO (poetico dandole i fiori)Valentina, questi xe par ti!

VALENTINA   Grassie i xe beissimi...mi go na passion par e rose...ma vedo che te xe rivà ancora ospiti...ghe xe anca Alfredo.

FIAMMETTA    Ve conosio?

IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                 Pagina 45


VALENTINA Si se conosemo...el xe un me vecio cliente.

ALFREDO         (tossisce insieme a Federico, appena Valentina dice è un mio)Valentinate presento a me moglie Fiammetta.

VALENTINA Piacere!

FIAMMETTA

Piacere (ad Alfredo) ..e come mai vi conoscete?

ALFREDO

Come mai se conossemo...ma come vuto che no conossa a morosa

del me miglior amico?

MARIA

Fiammetta gheto visto me fradeo che bee donne chel frequenta...

FIAMMETTA

Si si, sò proprio contenta par lu, dopo tutto queo chel ga passà!

MARIA

Parchè cossa gheto passà?

FEDERICO

Gnente maria, no state preoccupare, no go passà gnente.

MARIA

Alfredo te me podevi dire prima che te ghè na cussì bea moglie?

ALFREDO

Si, na moglie che desso farò felice parchè partiremo par na crociera.

FIAMMETTA

Si!! Na crocira d'amore e de passion, dovemo recuperare 6 mesi.

(Alfredo fa per cadere) Caro?

BEPI

(focoso) Maria recuperemo anca noaltri...Maria noaltri no ghemo

gnente da recuperare?

MARIA

Cossa festeggeo?

FIAMMETTA

Festeggemo el nostro decimo anniversario de matrimonio.

MARIA

Me fa tanto piacere.

BEPI

Maria festeggemo anca noaltri colcossa...ma noaltri no gavemo mai

gnente da festeggiare?

VALENTINA (abbracciandolo)Noaltri invesse partimo paea Jamaica vero

Federico?

FEDERICO

Si, ghe xe na palma tutta par noaltri che xe drio spetarme!

suonano

BEPI

I ga sonà!

MARIA

Verzo mi. El xe l'amministratore.

Entra e rimane vicino alla porta

FEDERICO

Caro amministratore el xe un piacere vederte, te si rivà al momento

giusto, go risolto tutti i me problemi e sò drio partire par a

Jamaica...sò convinto che restarò la, quindi te poitranquilizare i

inquilini.

AMMINIST

So contento par ti, ma in verità so contento anca pal paeasso....ma

mi so vegnuo qua parchè a me morosa voea saeudare to sorea

Maria prima de partire.

IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.com Opera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A

Pagina 46


MARIA


E chi saresea a so morosa?


ROBERTA


Ma come chi che a xe...so mi diversa)


(entra; ben vestita e più bella, molto


MARIA


Roberta


(chiude la porta) ma cossa xe sucesso...a te pari naltra!


ROBERTA


(a braccetto con l'amministratore) soeo che me go fidanzà.


maria sta tranquia, so sempre mi,


AMMINIST


Si, se ghemo fidanzà, e visto che ghemo da partire par un viajo a Parigi voevo avvisare Federico che mi no ghe so par na settimana, ma visto che parte anca lu, no ghe xe problemi.


ROBERTA


Maria ma ghe pensito...vao Parigi!!!


MARIA


So proprio contenta par ti.


suonano


BEPI


Verzo mi?


MARC\GISE


Permesso...


BEPI


Prego accomodeve, voio Federico?


MARCO


No, in verità sercaimo l'amministratore, el me gaveva dito chel iera drio vegnere qua.


AMMINIST


E infatti so qua. Ghi fato ben a vegnere subito parchè so drio partire.


GISELLA


Semo vegnui a portarghe i schei par l'appartamento...el se ricorda vero che el gaveva dito che lo affittava appena el se fusse liberà?


MARCO


Se ghemo sentio poca fa al teefono...


AMMINIST


Sicuro che me ricordo, rivè proprio giusti, el signor Federico sta par partire par un viaio e quando chel torna el cambia apartamento, digo ben?


FEDERICO


Benissimo, go da ndare via da sta casa che xe deventà pezo de un albergo. Quando torno me trasferiso.


MARCO


Magnifico, semo proprio contenti.


MARIA


Federico ma dove te trasferisito?


FEDERICO


A ti no te o digo.


ALFREDO


E a mi me o dizito?


FEDERICO


Mai, a ti go da dirteo, ma sito mato!!


BEPI


El me o dise soeo che a mi, vero?


FEDERICO


No ghe o dizo proprio a nessuni xe ciaro!...mi cambio casa proprio par colpa vostra...da ancò gavì da desmentegarve de mi!


MARCO


Signore quanto tenpo ghe serve par cambiare casa?


IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                 Pagina 47


FEDERICO


Tempo un mese e trovè l'apartamento libero.


GISELLA


Gheto sentio Marco...un mese...giusto el tempo che serve par sposarse e fare na bea crociera.


MARCO


Dio che beo, el me pare un sogno!


AMMINIST


Visto? Proprio come che ve gheo promesso...Roberta gheto visto che sò un omo de paroea?


ROBERTA


Si amore...infatti te go scelto proprio parchè sò che posso fidarme de ti!


MARIA


Che bea roba...


Alfredo e Fiammetta chiacchierano sul divano, Federico e Valentina bevono qualcosa insieme, e poi parlano con Roberta e l'Amministratore, Marco e Gisella parlano tra loro, Peppino e Maria vanno sul proscenio)


BEPI


Maria ma qua i parte tutti...Maria ma noaltri no partimo mia?


MARIA


Bepi noaltri no ndemo da nessuna parte!


BEPI


(voglioso e poetico) Come saria?...Mia dolce sirena del mare, partiamoanche noi, tuffiamoci senza paura nel mare dell'amore e abbandoniamoci al vortice delle passioni!!! Maria, Maria, butemose nel vortive...cossa disito?


MARIA


Caro folpeto ripien cche te ghè sempre el stesso ciodo fisso, ...dove voresito portare a to sirena, sentimo.


BEPI


Ma mi te porto a Honolulu, a Hog Knog, anca a Venessia se te ghe paura de voeare,(si abbracciano) l'importante xe che partimo, cossa disito?


MARIA


Digo che mi me piazaria partire, ma ghe voi i schei che ti no te ghè, perciò desmentega el vortice!


BEPI


I schei, ma cossa vuto che sia....Federico


FEDERICO


(avvicinandosi a centro palco tra i due)cossa ghe xe Bepi?


BEPI


Prestame 10.000€ (allunga la mano)


FEDERICO


Ahhh!!! (crolla a terra svenuto)


TUTTI


(si portano verso Federico, esclamando) Federico, ma l'è svenuo..ofradeo cossa xe sucesso?...el sta benissimo, el xe soeo svenuo ste pure tranquilli!!!


(si chiude il sipario)


FINE

Opera tutelata dalla SIAE – codice 855536A - cod. a utore – 59597

IO, ALFREDO E VALENTINA Commedia comica in due tempi di Oreste De Santis

http://www.orestedesantis.comOpera tutelata dalla Siae – Cod. 855536A                                                 Pagina 48

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 0 volte nell' ultima settimana
  • 1 volte nell' ultimo mese
  • 11 volte nell' arco di un'anno