La carica dei 101

Stampa questo copione

Befanone 2005

.Befanone 2005

LA CARICA DEI 101

Personaggi:

ANITA: BETTA  o AGNESE

RUDY:  CIPPO o LINDA

CRUDELIA: MARIA GARZIA

ORAZIO: ALBO

GASPARE: DESSA

NILLA:  BORSA

FATTORINO: ROBERTO

UOMO RAGNO:  PASSE

PONGO:  CATE

PEGGY:  BEA M.

SPRUZZETTO:  FEDE N.

CUCCIOLO:   CHIARA

COMPASSO:  MARTINA

GRATTUGIA:  ELENA

ROLLY:    FEDE R.

RONALDO:   BEA S

SCUTER:  FRANCESCA

SVANITA: BEA B.

RICCIOLO: MARCI

…………………………..

PONGO VOCE FUORI CAMPO: MATI

1° SCENA interno: Pongo Rudy sul palco.

Tavolo

Sedia

p.c

Orologio da parete

Ciotola cibo

Collare per cani+guinzaglio

Pongo in piedi si presenta

Rudy seduto alla scrivania

PONGO VFC:

Ciao ragazzi, io mio chiamo Pongo e questo è il mio padrone Rudy, è un genio lui: un tamagoci basta per renderlo felice. Ci vogliamo molto bene e spesso mentre lui programma i suoi giochetti io Pongo mangio e mentre mangio rifletto e mentre mangio vi voglio raccontare una divertente telenovela.

Pongo si mette a cuccia.

È primavera a Poggio Renatico  e i raggi d’oro del sole illuminano i giardini di fianco alla canonica, ma il mio piccolo cuore di cane è triste, sono solo….sigh!

Anche il mio padrone è solo, ma lui con i suoi videogiochi non ha tempo per accorgersene.  Ce ne sono certe di così carine!!

Ad. Esempio c’è quella bella barboncina del fornaio……. Però la sua padrona è troppo snob, non mi piace.  C’è tobia ma fa puzza e don Gianni non me lo lascerebbe ma attenzione……miracolo:

Peggy e Anita passano dal fondo dell’auditorium

ecco laggiù in fondo, si proprio in fondo alla strada appare una splendida cagnetta  della mia razza. Bella,fine, elegante e bbona. Quanto alla padrona, bbona pure lei, ma Rudy non pensa che al suo computer e il tempo passa e le due belle si sono già allontanate. Come facciamo a conoscerle se restiamo qui?

Pongo devi fare qualcosa. Ma cosa? Idea con un colpetto della zampa posso mandare avanti la lancetta dell’orologio. Ecco fatto, è l’ora della passeggiata.

Pongo: bau bau

Pongo VFC: spicciati padrone

Pongo: bau bau

Pongo VFC: insomma! Mi senti o no?

Rudy alzando la testa: Toh! È già ora di uscire, come passa in fretta il tempo! Ma perché sei così impaziente Pongo?

Pongo VFC: Non c’è un momento da perdere, corro a prendere tutto il necessario. Collare, guinzaglio ecco finalmente siamo pronti per uscire. Un, due, tre… via.

2° SCENA esterno:

panchina

eventualmente qualche fiorino

2 collari+ due guinzagli

Anita  e Peggy sono sedute sulla panchina

Rudy e Pongo gironzolano davanti al palco

Pongo VFC: Ma dove sono finite? Aiuto non le vedo più. Mi viene da piangere!

Ma ecco forse le ho viste. Ora tiro a Più non posso il guinzaglio e cerco di raggiungerle.

Pongo si mette a correre e sale sul palco

Anita e Peggy intanto si alzano e fanno per andarsene

Rudy: Cosa fai Pongo, cosa ti prende……vai pianoooooo!!!! Aiutooooo!!

Pongo travolge Anita e Peggy. Tutti e quattro cadono.

Pongo VFC: oh oh… l’ho combinata proprio grossa questa volta, ma non c’era altra soluzione per conoscere Anita e Peggy e ne è valsa veramente la pena!

Rudy: Anita vuoi sposarmi?

Anita: Ma certamente!

Pongo: Bau bau micio  micio?

Peggy: Micio, micio bau bau!

3° SCENA interno:

tavolo

sedie

orologio

Rudy è seduto alla sua scrivania con il p.c.

Anita sta ricamando o leggendo seduta su una sedia

I due cani sono a cuccia.

Suona il campanello e Anita va ad aprire la porta

Musica di sottofondo quando entra Crudelia + suo balletto

I quattro sono stupefatti.

Anita: Ah ciao Crudelia!

Crudelia: Mia cara! Si, sono proprio io!

Anita: Crudelia vecchia amica mia! Ma che ci fai qui?

Crudelia: Ho saputo che Peggy aspetta i cuccioli. Ah li adoro! Li terrete tutti per me vero?

Anita: Ma veramente…..

Crudelia (rivolgendosi a Pongo che le ringhia contro): Che caruccio!

Anita: Crudelia, vedo che hai una nuova pelliccia!

Crudelia: Certo, io adoro le pellicce, vivo per loro; ma torniamo ai cuccioli, li voglio tutti!

Rud: Scordatelo Crudelia, i cuccioli non sono in vendita, perciò resteranno con noi!

Crudelia: Come osate rifiutare un favore ad un’amica! Dovrebbe essere un onore per voi piccoli esseri, affidarmi i cuccioli che io indosserò…..ehm cioè volevo dire che alleverò con tanto amore!

Rudy: Mai e poi mai. Vattene ora Crudelia.

Crudelia: Caro ragazzo, ti pentirai amaramente del tuo rifiuto! Siete proprio stupidi, tenetevi pure le vostre brutte bestiacce, ma ve ne pentirete!!! Ah ah ah!

Crudelia esce ridendo.

Pongo VFC: Ah cari bambini, Crudelia mette proprio paura, non è vero? (pausa)

Ma che succede?

Entra Nilla tutta agitata

Nilla: Pongo, Anita, Rudy correte! È giunto il momento magico, i cuccioli stanno per nascere!

Anita: Rudy, Pongo aspettateci qua.

Nilla e Anita escono

Pongo e Rudy restano in scena preoccupati

Musica di sottofondo

Pongo VFC: Come sono contento! Sto per diventarepapà. Però che fatica ragazzi!

Ogni tanto entra Nilla dicendo:

Nilla: Sono 3, sono 4, 5, 7, 8, 10, 12, 13, 15!

Tombola! Sono 15, 15 bellissimi cuccioli!

4° SCENA interno

 stessa di prima mettendo il tavolo da una parte

ciotole di plastica

pallone

collari +guinzagli

Rudy seduto alla scrivania

Anita sulla sedia che ricama o legge

Pongo, Peggy e tutti i cuccioli al centro a cuccia posizionati per il balletto.

Pongo VFC: eh si cari bambini, una giornata da cuccioli dalmata non è poi molto diversa da una delle vostre giornate. E anch’io Pongo ho gli stessi compiti che deve svolgere il vostro papà o la vostra mamma.

Alla mattina c’è la sveglia che suona e quale miglior risveglio di un’allegra musica che ci aiuta a sgranchire le zampette?

Balletto dei cuccioli

Pongo VFC: Che bello ballare tutti assieme. I cuccioli non smetterebbero mai. Però, cari figlioletti è giunto il momento della scuola. Lo sapevo, non dovete fare quei faccini tristi, a scuola bisogna andare per imparare tante cose. Scommetto che anche a voi, cari bambini, non piace molto andare a scuola, vero?

Dai compasso siccome tu sei l’unico a cui piace la scuola, cerca di convincere i tuoi fratellini a comportarsi bene.

I cuccioli escono dalla scena

Pongo e Peggy posizionano le ciotole per i cuccioli

Pongo VFC: Mentre i nostri cuccioli sono a scuola io e Peggy aiutiamo i nostri padroncini a riordinare la casa dal tremendo disordine lasciato dai 15 scatenati. E poi prepariamo il pranzo perché appena tornati da scuola i cuccioli hanno parecchio appetito.

Entrano i cuccioli e  ognuno va davanti ad una ciotola

Pongo VFC: Cosa vi dicevo? A dire la verità anch’io ho molta fame. Si da questo punto di vista i cuccioli assomigliano proprio a me. Rolly, Rolly fai il bravo, non mangiare anche il pranzo di grattugia!

Terminato di mangiare, c’è il tanto atteso momento del gioco. Ai cuccioli piace tanto giocare con la palla. Il piccolo Ronaldo è molto appassionato di calcio e non perde l’occasione per calciare una palla.

Eh ragazzi che pazienza che ci vuole, proprio tanta, ma altrettanta è la gioia di vedere i miei cuccioli giocare e divertirsi assieme. Io e Peggy siamo proprio orgogliosi dei nostri cari pargoletti.

Coraggio bambini è tardi, bisogna andare a dormire un poco, mamma vi canterà una dolce ninna nanna. Ma anche per andare a letto fate delle storie? Siete proprio terribili!!

Ora che tutti dormono finalmente io e Peggy possiamo goderci la nostra passeggiata serale assieme ai nostri padroncini. Eccoci siamo pronti per uscire.

5° SCENA esterno

panchina

giornale

luci spente

Pongo VFC: Sarebbe tutto molto bello se le cose andassero sempre così. Purtroppo ci sono in giro dei cattivoni che vogliono mettere il loro zampino per rovinare il clima sereno e felice della nostra famiglia. Ma non preoccupatevi. Noi riusciremo a risolvere tutto.

Vi ricordate di  Crudelia? Mamma mia! Tutte le volte che la nomino mi viene la tremarella.

Crudelia vuole assolutamente i miei cuccioli, anche se non so bene per quale motivo, e così quella cattivaccia ha contattato due loschi individui per rapire i cuccioli.

Si accendono le luci

Orazio e Gaspare sono seduti sulla panchina nascosti da un giornale bucato

Intanto passano Rudy, Anita, Peggy e Pongo.

Gaspare: Eccoli la Orazio, si fanno la passeggiatina serale, che carini!

Orazio: Si ma a me non mi garba Gaspare, se ci beccano ancora una volta, ti saluto per sempre!

Gaspare: Piantala Orazio, ci facciamo un sacco di soldi!

Orazio: Si, si ma vedi stavo pensando……

Gaspare: Stavi pensando?….Apri bene le orecchie amico, ti ho già detto di non pensare, sono io il cervello della ditta, quindi sta zitto e diamoci da fare! Vedi, non c’è nessuno in casa a parte la vecchia stai a vedere come me la lavoro.

Orazio: Già ma a me non mi garba.

6° SCENA: interno

tavolo

sedie

orologio

corda

scopa

bloc notes +penna

pila

collant

flauto

scatolone grande

Passa Roberto con un cartello: 1°tentativo di rapimento

Nilla seduta sulla sedia sta leggendo.

I cuccioli dormono.

Suona il campanello e Nilla va ad aprire.

Gaspare: Buona sera signora. Siamo mandati dall’Enel per controllare se il vostro impianto elettrico è a norma di legge.

Nilla: Ma noi non abbiamo richiesto nessun tipo di controllo, tornate domani.

Orazio: Appunto!

Gaspare: Taci tu. Bene signora noi dobbiamo controllare, quindi, ora si faccia da parte.

Orazio si avvicina a Nilla e cerca di immobilizzarla.

Nilla: Ma cosa volete da me? Cosa siete venuti a fare?

Gaspare: Dai Orazio, cerca di legarla

Nilla con due colpi di scopa atterra Orazio e Gaspare

Gaspare: La vecchia gallina sa difendersi bene, mi piace lo spirito in una donna!!

I due escono di scena

Pongo VFC: Devo proprio ammettere che Nilla è veramente in gamba. Una governante del genere non si trova molto facilmente. Chissà poi cosa volevano quei due malviventi

Passa Roberto con cartello: 2° tentativo di rapimento

Suona il campanello ed entra un fattorino con un pacco sorpresa

Fattorino: Signora Nilla…

Nilla: Si…

Fattorino: Questo pacco è per lei

Nilla: Per me? E chi me lo manda?

Fattorino: Non lo so ma deve mettere una firma qui.

Nilla firma intanto il pacco si posta

Nilla: Ehi cuccioli svegliatevi! Venite un po’ vedere, c’è un pacco per noi

I cuccioli si svegliano, si avvicinano al pacco. Escono Gaspare e Orazio

Orazio: Ah siete in trappola. Vi abbiamo preso.

Nilla: Ancora voi? Non vi è bastata la lezione di prima? Su cuccioli addosso!

I cuccioli fanno scappare Gaspare e Orazio

Nilla: Ben fatto cuccioli miei. Ora potete tornare a dormire.

Pongo VFC: Avete visto bambini? Quei due mascalzoni non ci vogliono lasciare proprio in pace.

Guardate ora cosa combinano.

Passa Roberto con cartello: 3° tentativo di rapimento

Palco al buio. Gaspare e Orazio entrano con una pila che li illumina

Poi si accendono le luci

Gaspare: Fai piano stupido! (mentre dice così si mette la calza)

Orazio: Ma veramente sei tu a fare del rumore

Gaspare: Dai mettiti la calza…. (invece di infilarsi la sua, cerca di mettersi quella dell’amico) ….la tua non la mia stupido!

Orazio: ah si, si, hai ragione

Gaspare: hai visto che idea ho avuto Orazio! Dovevamo pensarci subito di entrare dalla finestra.

Orazio: Si, si bella idea. Intanto ci siamo già presi un sacco di pacche prima dalla vecchia e poi dai cuccioli. Speriamo che questa volta vada meglio.

Gaspare: Ma certo questo sistema è infallibile. Sta a vedere.

I due si tolgono la calza, intanto si accendono le luci. Poi iniziano a suonare il flauto. I cuccioli si alzano  e camminano tutti in fila da sonnambuli seguendo i malviventi.

Musica di sottofondo

Pongo VFC: Ecco fatto, con questo scherzetto i due briganti hanno rapito i nostri cuccioli ipnotizzandoli. E adesso chissà dove saranno!

Io e Peggy siamo molto preoccupati e anche i nostri padronicini sono disperati. Hanno avvisato la polizia. Chi sarà mai stato a volere i nostri bambini?

Beh, io a dire la verità un’idea ce l’ho…. e voi bambini??? Secondo me è stata quella cattiva di Crudelia!

7° SCENA: interno

sedie

panini

I cuccioli sono in scena impauriti.

Orazio e Gaspare sono seduti e stanno mangiando il panino

Orazio: Avevo proprio fame, dopo la faticaccia che ho fatto

Gaspare: Ah tu avresti faticato? Io no invece?

Orazio mostra il suo  panino vuoto

Orazio: Ehi Gaspare guarda, me lo hai mangiato tu il prosciutto?

Intanto suona il campanello ed entra Crudelia

Musica di sottofondo

Gaspare: Buona sera madame. Ha visto che bel lavoretto riuscito?

Crudelia: Si, si bravi che bellezza!

Crudelia si avvicina ad un cucciolo dicendo:

Crudelia: Qui ci ricavo una mezza manica e da questo un pezzo dello strascico. Però il lavoro deve essere fatto questa notte. Avete capito? Stanotte!

Gaspare: Ma madame, sono ancora troppo piccoli. Non ci si ricava nemmeno una mezza pelliccia!

Orazio: Si, si, è vero.

Crudelia: Mi accontenterò di una giacca corta. Ma sbrigatevi, c’è la polizia da tute le parti e quindi bisogna fare presto. Bisogna fare tutto questa notte!

Orazio: E che tecnica usiamo?

Crudelia: Quella che vi pare. Avvelenateli, annegateli, datagli un colpo in testa! Avete del cloroformio?

Gaspare: Neanche una goccia

Orazio: E non abbiamo nemmeno dell’alcool!

Crudelia: Non mi importa di come ammazzerete quei mostriciattoli. Basta che lo facciate.

Orazio: Ma madame abbia un po’ di compassione. Li lasci un po’ in pace!

Crudelia: Basta! (schiaffeggia i due). State a sentire idioti, io tornerò domattina prestissimo e dovrà essere tutto finito, altrimenti vi spezzo le braccine! Avete capito bene?

Esce, sbattendo la porta. Orazio cade dalla sedia

Orazio: Ho l’impressione che non stia scherzando

Gaspare:  Si si va bene, ma prima facciamo un pisolino e poi procederemo al lavoro

I due si mettono a dormire

Pongo VFC: Come immaginavo bambini, è stata proprio Crudelia a rapire i cuccioli. E che cosa orrenda! Pensate che quella cattivona vuole farsi una pelliccia con le pelli dei cagnolini!

Intanto anche Rudy e Anita hanno capito che dietro questa brutta storia c’è Crudelia e così hanno deciso che per liberare i cuccioli dalle grinfie di Gaspare e di Orazio devono chiedere aiuto ad un eroe, o meglio ad un super-eroe.

8° SCENA interno. Stessa della precedente

corda

spruzzino

I Cuccioli, Orazio e Gaspare dormono. Entra Crudelia urlando

Crudelia: Lo sapevo fannulloni! Siete degli incapaci! Non avete ancora fatto il lavoro. Come ho potuto fidarmi di voi?

Orazio: Ma…ma… madame, non si arrabbi così

Crudelia: Zitto piccolo essere insignificante!

Musica di Spider man

Crudelia:  Ma che succede?

Entra l’uomo ragno

Uomo Ragno: Finalmente vi ho scovato brutti mascalzoni

Crudelia: E tu chi sei conciato in quel modo orrendo! Un tifoso del Milan forse?

Uomo Ragno: Ehi! Modera il tuo linguaggio brutta strega! Io sono l’Uomo Ragno!

Orazio e Gaspare:  l’uomo ragno? Aiutooo!

Crudelia: E smettetela due piagnucoloni che non siete altro!  Ma che uomini siete se avete paura di questa specie di altro uomo travestito? Cosa volete che ci faccia?

Uomo Ragno: Adesso state a vedere cosa vi succede brutti delinquenti! E quanto a te Crudelia ti pentirai amaramente di quanto hai detto e fatto!

L’uomo ragno con lo spruzzino acceca i tre che cadono per terra.

Poi l’uomo ragno li lega con la corda

Crudelia: Lo sapevo! E’ tutta colpa vostra. Siete degli incapaci!

Gaspare: Calma madame con le offese. Fino a prova contraria l’idea di rapire i cuccioli e stata sua! Noi poveri abbiamo solo eseguito un suo ordine!

Orazio: Si, si, già è proprio vero!

Gaspare: E smettila di ripetere sempre quello che dico.

Orazio: Ma io non ho ripetuto quello che hai detto?

Crudelia (urlando): Smettetela! Vi sembra questo il momento di litigare? Me la pagherete cara per questo pasticcio! Tutti me la pagheranno!

Intanto entrano in scena Rudy, Anita, Nilla, Pongo e Peggy e vanno ad abbracciare i cuccioli

Rudy: Che gioia rivedervi!

Anita: Spruzzetto, Cucciolo, Grattugia, state bene vero?

Nilla: Oh Compasso, Ronaldo e Scuter mi siete tanto mancati!

Rudy: Grazie uomo ragno. Non avremmo mai ritrovato i cuccioli senza il tuo aiuto.

Anita: Te ne saremo grati per sempre.

Uomo Ragno: Non dovete ringraziarmi. È mio dovere aiutare chi è in difficoltà. È stata una gioia per me liberare i vostri cuccioli!

Tutti i cagnetti abbaiano felici e intanto si preparano per il balletto finale

Pongo VFC: Eh si cari bambini, come si dice: tutto è bene quel che finisce bene. La famigliola dalmata si è finalmente riunita ed assieme ad Anita e Rudy possono ora vivere felici e contenti.

In quanto a Crudelia e ai suoi aiutanti, per farsi perdonare sono stati condannati a distribuire le calze con i dolcetti a tutti voi bambini. Giusta punizione non pensate?

    Questo copione è stato visto
  • 2 volte nelle ultime 48 ore
  • 5 volte nell' ultima settimana
  • 21 volte nell' ultimo mese
  • 226 volte nell' arco di un'anno