La famiglia Campo in… un bivio tira l’altro

Stampa questo copione

Titty Giannino

LA FAMIGLIA CAMPO IN ...

… UN BIVIO TIRA L'ALTRO!

commedia  a bivi, in 1 atto e 2 quadri

Versione in SICILIANO dell'omonima commedia

a cura della stessa autrice

2014

Personaggi

NARRATORE/TRICE

ALFONSO CAMPO, il padre

MADDALENA, la moglie

EDOARDO, il figlio

GIULIETTA, la figlia

ROMEO, un cliente di Maddalena

CLEOPATRA , la fidanzata di Romeo

ROY, un collega di Giulietta

In caso di eventuale rappresentazione contattare:

SANTINA (TITTY) GIANNINO, e-mail santina.giannino@hotmail.it   tittyg68@gmail.com 

                                                          cell. 334 3589590  Facebook  SANTINA TITTI GIANNINO

Sinossi

E se durante la rappresentazione di una commedia fosse il pubblico a decidere come proseguire la storia? Cioè, per usare un termine moderno, mettere in scena una commedia... “on demand”? Ecco cos'è “LA FAMIGLIA CAMPO IN.. UN BIVIO TIRA L'ALTRO”... una commedia interattiva .. una commedia a bivi dove per ben due volte deciderà il pubblico al posto dei personaggi, i quali spesso gli si rivolgeranno per esprimere i loro dubbi e le loro idee per renderlo costantemente partecipe..  una commedia dove ogni replica non sarà una replica ma una commedia mai uguale a se stessa!

La storia, con due bivi già previsti,  verte sulle disavventure della famiglia Campo... alle prese con un padre Generale in pensione da un giorno, che mal digerisce la cosa; la madre wedding planner che decide di combinare il matrimonio alla figlia dalle caratteristiche mascoline,  e con un figlio al contrario molto femminile! Altri tre personaggi e un narratore condiranno il tutto!

Ambientazione

La scena si svolge nel salotto di casa Campo. Frontale l'arco che da nel corridoio e quindi alla porta d'ingresso.  A sinistra un balcone ( utilizzabile), a destra un'altra porta. Al centro della scena un divano con delle poltrone. Altri mobili e suppellettili a scelta.

Caratteristiche personaggi

Narratore,  o Narratrice a scelta. Nessuna caratteristica particolare.

Alfonso, generale dell'esercito in pensione, da un giorno. Apparentemente burbero e altero, continua a fare il generale anche in famiglia. In divisa. Da caratterizzare!

Maddalena, Wedding planner , distinta e sofisticata. Molto più giovane del marito.

Giulietta, 25enne dall'indole da maschiaccio. Indossa sempre una tuta sporca di grasso, lavora in un'officina, e ama i motori.

Edoardo,  20enne, studente di ecologia, con atteggiamento  effeminato (esagerare), con la mania delle pulizie di casa. Da caratterizzare!

Romeo,  Bel giovane, ma molto molto miope. Indossa un paio di occhiali molto molto spessi.  Cliente di Maddalena e futuro sposo di Cleopatra.... forse! Veste in modo elegante ma pacchiano. Molto ricco! Esagerare con gli effetti della miopia! Farà sempre il gesto di aggiustarsi gli occhiali nella .. vana.. speranza di vedere meglio! Da caratterizzare!

Cleopatra,   Brutta e attempata,  praticamente anziana, futura sposa... forse!... di Romeo.  Vestita in modo pacchiano ed eccessivo, vuol sembrare giovane ed elegante allo stesso tempo,  ma non ci riesce. Ha i capelli bianchi. Di carattere antipatica e snob! Da caratterizzare!

Roy, Collega di Giulietta. Anche lui ama i motori e veste in tuta sporca di grasso. Un po' volgarotto. E tiene costantemente una chewingum in bocca. Da caratterizzare!

STRUTTURA della COMMEDIA

a bivi - in un atto e 2 quadri (a scelta)

La commedia è così composta:

PRIMO ATTO

 (pagg. 5 -  26 )

 alla fine del PRIMO ATTO il pubblico  si troverà davanti al PRIMO BIVIO

e di conseguenza davanti alla PRIMA SCELTA

a seconda della scelta del pubblico la commedia proseguirà con il

PRIMO QUADRO – A –

composto o dalla

SCELTA 1 A

(pag. 27 )

oppure dalla

SCELTA  2 A

(pag. 36)

( per facilitare il lavoro di memorizzazione degli attori le due parti, 1A e 2A, sono  volutamente simili, tranne nelle battute che reggono la trama diversa risultante dalla diversa scelta )  

Alla fine di ciascuna Scelta, qualunque sia stata rappresentata formando quindi il Primo Quadro,  il pubblico si troverà davanti al SECONDO BIVIO e pertanto alla SECONDA SCELTA.

(per non complicare ulteriormente il lavoro degli attori, la nuova Scelta è identica in entrambe)

Si proseguirà quindi con il

SECONDO QUADRO – B-

composto da una

PARTE COMUNE

( ancora una volta quindi per facilitare il compito degli attori  qualunque scelta sia stata fatta la prima parte sarà uguale per entrambe)

(pag. 48 )

che sfocerà nelle due relative scelte previste (a seconda della decisione del pubblico)

SCELTA 1 B

(pag. 52 )

SCELTA 2 B

(pag. 55)

Nota dell'autrice:

Al fine di rendere il tutto più scorrevole è opportuno trovare un metodo pratico, efficace  e veloce affinché il pubblico possa scegliere per l'una o l'altra soluzione. Mi sento di suggerire di  fornire all'ingresso agli spettatori dei cartellini bicolori, come ad esempio Verde e Rosso, e indicare di volta in volta  a quale colore associare l'una o l'altra opzione. A questo punto, a colpo d'occhio, guardando il pubblico, sarà facile capire per il Narratore quale colore prevale e quale bivio viene scelto.

Primo Atto

Scena 1 (Narratore)

(a sipario chiuso, se si vuole si può usare come musica di scena “Alfred Hitchcock theme”)

NARRATORE, Quante volte... durante l'arco della nostra esistenza... ci troviamo davanti ad un bivio? Davanti ad una scelta? Una? Due? Tre?  Mille volte al giorno? Infinite! Ogni nostro singolo gesto.. ogni singola azione... implica una scelta! Ed è ogni decisione presa che costruisce la nostra vita! Se avessimo la possibilità di rifare le scelte e scegliere diversamente.. diverso sarebbe il corso della nostra vita! Ma se... invece di farle noi, le scelte, le lasciassimo fare a qualcun altro? Qualche volta... per liberarci di un peso... vorremmo farlo!

Ecco .. questa sera... quel qualcun altro... (al pubblico) … sarete voi! Tutti voi! Sarete chiamati a decidere ora per uno.. ora per un altro personaggio... verde o rosso.. e la storia prenderà la piega che solo voi vorrete! (esce, riusare la musica precedente e si apre il sipario)

Scena  2 (Alfonso, Giulietta)

(Giulietta è seduta sul divano, sbadiglia e si stiracchia, poi prende una rivista, “Quattro ruote”, e poi comincia a  sgranocchiare popcorn e patatine fritte)

GIULIETTA, (se è il caso, a bocca piena)  Popcorn e patatini fritti i capu matinu pi colazioni... quantu mi piacinu! Autru chi o cinima! Bedda.. spaparanzata supra o divanu.. cu na tuta tutta fatta i grassu e nu giunnali .. un “Quattro ruote” mi raccomando... e chi pozzu vuliri i cchiù? Ahhhh!

(Alfonso entra di soppiatto e avvicinatosi al divano, proprio dietro la figlia, con le braccia incrociate dietro la schiena e con tono perentorio, le urla)

ALFONSO, Soldato  Giulietta... aaaa-ttenti!!!

GIULIETTA,  (spaventata, getta in aria rivista, popcorn e patatine, che si spargono per terra,  rischia di affogarsi e tossisce. Quando si calma, guarda innervosita il padre) E papà.. mihhhh... n'infartu mi stavi facennu veniri! E  puru ffuata mi stavi facennu moriri!

ALFONSO,  Soldato  Giulietta... non le permetto di rivolgersi a me con quel tono! E si metta i-mme-dia-ta-mente sull'attenti davanti al suo superiore.. al suo ge-ne-ra-le!

GIULIETTA, Papà.. ma chi fa.. bonu ti senti? O da ieri a oggi peddi coppa? O ti ncappau a vicchiaia? Così.. tutta nta na vota?

ALFONSO, Poche chiacchiere soldato Giulietta... e scatti subito sull'attenti!

GIULIETTA,  (al pubblico) Sta cosa na vidu bona.. no..no... petri  c'è nta linticchia!

ALFONSO, (arrabbiato) Ho detto... aa-ttenti!

GIULIETTA, (mettendosi sull'attenti) Ok.. ok... mi metto sull'attenti! Basta chi ti dugni na cammata! ( al pubblico) I matti vanno assecondati! (forte) Però u vurrissi propriu sapiri chi ti pigghiau!

ALFONSO, Silenzio.. soldato  Giulietta!

GIULIETTA, (smette di essere sull'attenti) Papà... senti... mittemu i puntini supa i “i”.. jò.. suddata.... non ci sugnu.. quindi chiamimi cu me nomi e basta! E poi.. fammi capiri na cosa .. d'unni ti nesci  stu “lei” oggi? Io sono .. tua.. figlia! Non un tuo..  subordinato!

ALFONSO, Silenzio ho detto! Se no la degrado.. sul campo.. soldato Giulietta!

GIULIETTA, (infastidita) Ora puru cu i gradi! Papà... io non li ho mai presi.. sti gradi! Quindi non me li puoi togliere! E chista poi non è na casemma e mancu nu campu i battaglia! Siamo solo in... casa...  Campo! Tu Alfonso Campo.. io Giulietta Campo! (pausa)  Papà... non è chi mmiscasti a cacchi patti ca testa? O ti sdirrupasti du lettu? Un virus si è impossessato di te? Hai l'Alzheimer?

ALFONSO, Niente botta.. niente caduta...  niente virus..... e niente Alzheimer...  sono sanissimo.. soldato Giulietta!!

GIULIETTA, E dalli cu stu suddatu! Papi basta... da oggi sei in pensione! Basta generali... basta suddati e basta casemma e basta campi di battaglia! Di Campo resta solo e soltanto  il nostro cognome.. ooohhh! E poi... basta cu sta divisa! Da oggi … vestaglia e pantofole! Voglio vederti finalmente casual.. papi! (poi riflette preoccupata, al pubblico) Oh mali pi mia.. mi è chistu u problema? Da oggi è in pinsioni!

ALFONSO, Un generale non smette mai di essere un generale! Un generale .. nasce generale e muore .. generale! E un generale.. (inorridendo) .. non può permettersi di indossare vestaglia e pantofole..  o di mettersi.. casual... (tronfio) .. la divisa è la sua seconda pelle!

GIULIETTA, Sarà.. ma l'eseccitu.. chi ti piaci o no... ti mannau in pinsioni! Ti ha mollato... sca-ri-ca-to! Tu e  la  tua seconda pelle...  avete fatto il vostro tempo... passastu i cota! Ciao ciao... bye bye... adieu... auf wiedersehen... adiòs!

ALFONSO, (risentito) Soldato Giulietta… come osa dire … al suo generale... che ha fatto il suo tempo? Io non ho ricevuto nessun: ciao ciao... bye bye... adieu... auf wiedersehen... o adiòs!  Io sono e resterò per sempre un  generale! Ripeto.. niente ciao ciao... niente bye bye... niente adieu... niente auf wiedersehen... o adiòs!  (ci riflette e cambia atteggiamento, perde il cipiglio militaresco e afflitto sprofondando sul divano) Ciao ciao... bye bye... adieu... auf wiedersehen... e adiòs! Mi hanno detto... ciao ciao... bye bye... adieu... Auf Wiedersehen... e adiòs!  E ho fatto il .. mio.. tempo!

GIULIETTA, E già... già.. già! Da oggi … ciao ciao... bye bye... adieu... auf wiedersehen... e .. adiòs!

ALFONSO, (sempre afflitto) Da oggi.. ciao ciao... bye bye... adieu... auf wiedersehen... e... adiòs! Non posso pensarci!  Ho fatto il generale tutta la vita.. non so fare altro!  (guardando la figlia con tono lamentevole) E ora ..  che faccio? Eh? Che faccio?

GIULIETTA, Ehm... boh.. chi nni sacciu jò ? Eeehh... potresti … dormire... leggere...  giunnali.. libri...  una bella corsetta di tanto in tanto.. tv... tanta tv... enigmistica! E picchì no..  na giriata di pollici mali non fa!  E' questo quello che fanno i pensionati! Più o menu! Giù pe su!

ALFONSO, (saltando in piedi come una molla)  Cosa? Fare la vita del  pensionato? Io?  Nooo! E.. e.. e.. e poi comandare.. dove lo metti... comandare?  Io so solo … comandare! A me piace...  comandare! Un generale comanda! E gli altri ubbidiscono! E' la regola!

GIULIETTA, Un generale in pensione... papi... non lo fa più!  Pi cui.. nenti reguli .. nenti cumannari.... stop.. chiusu! Niente più .. altri che ubbidiscono!  U facisti pi tantu... tantu tempu... ora basta!

ALFONSO, (nervoso comincia a camminar su e giù con le mani dietro la schiena) Impossibile! Inammissibile! Intollerabile! Mi dispiace... ma non si può fare! Io .. devo.. continuare a comandare! Ne va della mia salute mentale! (gli viene un'idea, al pubblico) Ho un'idea! Ho proprio una bella idea! Lo scherzo che ho fatto a mia figlia è stato più che appagante.. quindi … (alla figlia)  E' semplice!  Ho trovato! Continuerò a farlo con voi! Con  te era solo un divertissement mattutino.. ma illuminante! (al pubblico) E si.. vi assicuro che ci ho provato gusto!

GIULIETTA, Quali illuminanti.. stutilu chiuttostu!

EDOARDO, Voi siete la mia famiglia e da sarete oggi anche i miei soldatini! Io comanderò e voi eseguirete gli ordini!

GIULIETTA, Chi cosa? Jò? Cioè.. nui? Mamma.. Edoardo.. ed io.. i tuoi soldatini? Ma i soldatini di piombo no? Si voi ti regalu jò.. nu reggiementu sanu.. così cumanni finu a quannu ti pari e piaci.. chiddi sicuru non si lamentinu!  (al pubblico) Se no a farsi friggere ci va la .. nostra .. di salute mentale! E cu u reggi chistu!

ALFONSO, (al pubblico) I soldatini? Per chi mi ha scambiato? Per un infante? (alla figlia) Che devo farmene (inorridendo) dei.. soldatini di piombo che non si muovono...  non parlano e non mi ubbidiscono...  quando ho voi che lo potreste fare benissimo?!

GIULIETTA, (preoccupata) Già... ci siamo noi.. gratis .. sul posto e in carne e ossa! (al pubblico)  Ccà a cosa si sta facennu seria.. gravi... gravissima! Urge una riunione di famiglia! (chiama preoccupata )  Mami... Edoardo... venite subito! E' urgenti! E' questioni di vita o di morti!

ALFONSO,  Di vita... di vita! Della ...mia.. vita! Quale morte!

GIULIETTA,  (al pubblico) Cu  iddu o cumannu.. a nostra.. motti!

ALFONSO, (al pubblico) Adesso mi divertirò! Uhh.. se mi divertirò!

Scena 3 (detti, Maddalena, Edoardo)

(entrano in scena Maddalena con un catalogo in una mano e con l'altra lo sfoglia ,  e senza distogliere lo sguardo dalle pagine; ed Edoardo con tanto di grembiule da cucina e guanti di gomma)

MADDALENA, Avanti... sintemu.. chi fu? Jò non haju tempu i peddiri! Devo scegliere le bomboniere da presentare ad alcuni clienti! E ne aspetto di nuovi tra poco! Sono una wedding planner seria io! Quando organizzo un matrimonio.. non transigo!

EDOARDO, (non dimenticare l'atteggiamento effeminato) E mancu jò haju tempu i peddiri! I piatti non aspett... (si blocca perchè vede tutti i popcorn e le patatine per terra) Ihhh! Chi è tuttu stu schifìu? Avìa ddrudariatu cincu minuti fa! Giulietta a soru si cunsumata! E poi cu sti cosi ddocu e i capu matinu.. u fighitu fracidu ti diventa! Binidittu San franciscu i Paula! (Ed esce di corsa per rientrare subito con scopa e paletta, davanti ai suoi familiari allibiti. Giulietta magari prenderà il contenitore dei popcorn per vedere se ne sono rimasti dentro, e quelli che trova li mangerà)

EDOARDO, (mentre raccoglie i popcorn) E non sulu mi luddasti tutti i cosi... i struti puru inutimmenti! U manciari non si struti accussì! Sciupona! (E indispettito strappa dalle mani alla sorella il contenitore dei popcorn e delle patatine e poi riesce di scena per rientrare subito senza scopa e paletta sempre nel silenzio assoluto; quindi mettendo le braccia conserte) Fozza chi è sta storia così uggenti chi mi facistu lassari i piatti i lavari? I batteri proliferano se li si lascia agire a lungo!

GIULIETTA,  O frati.. si irrecuperabili!

EDOARDO,  (con tono schifiltoso) Anche le tue tute sempre sporche di grasso.. sono irrecuperabili! Ti ll'è dittu miliaddi i voti.. i macchi i  grassu.. su na gran camurria … non passinu  boni mancu chi cannunati! Binidittu San Franciscu i Paula!

ALFONSO, Bene soldato Edoardo! Visto che sei un esperto di faccende domestiche... oggi sei di corvée in cucina! (e assume un'aria soddisfatta)

EDOARDO,  (lo guarda perplesso per un attimo , poi) Vidi tu chi novità! Jò sugnu sempri.. di corvée... mi mettu sulu in corvée! Nta cucina .. nto bagnu e unni è gghiè! Non c'è bisognu chi mu dici nuddu! Tanto .. se  non lo facessi io... nta sta casa ... acari e batteri ci avrebbero già sfrattati da un pezzo e ci vivrebbero felici e contenti! Si.. si.. nui fora e iddi intra! Spaparanzati di ccà e di ddà! (Quindi esce uno strofinaccio dalla tasca del grembiule e pulisce una fantomatica macchia sul divano; poi ci ripensa) Ma papà... poi picchì mi chiamasti.. suddatu?

MADDALENA,  Già.. picchì?

GIULIETTA,  (teatrale) Madre.. fratello... l'urgenza sta propriu ccà!!

EDOARDO,  (ad Alfonso, infastidito) No papà... ne abbiamo parlato un miliardo di volte.. a mia suddatu non mi vidi...nè ora .. né mai! Sono uno studente di ecologia e questo voglio continuare a fare! Ma tu mi ci vedi in quel ricettacolo di microbi che sono le caserme? Ma passiria tuttu u jonnu a pulizziari a destra e a sinistra.! Binidittu san Franciscu i Paula!

GIULIETTA,  Mi dispiaci  a soru .. ma sei stato già arruolato!!

ALFONSO, ( assume l'aria ancora più soddisfatta)

EDOARDO/MADDALENA, Chi cosa?

EDOARDO, Papà.. no.. scordatelo! Vadda... mancu si i casemmi si svacantinu e ci saria sulu jò a fari u suddatu! Io là dentro non ci metto piede! Nè pedi … né manu e né nenti! E binidittu san Franciscu i Paula!

GIULIETTA,  A soru.. non ti nfuliniari .. tantu... siamo stati.. tutti … arruolati!!

ALFONSO, ( è in solluchero e annuisce felice)

EDOARDO/MADDALENA, Chi cosa?

EDOARDO,  Binidittu San Franciscu i Paula... binidittu San Franciscu i Paula... binidittu San Franciscu i Paula... oh!!!  (si innervosisce alquanto , magari farà un po' di su e giù, poi si mette braccia conserte sbuffando e battendo il piede a terra mentre tutti l'osservano in silenzio)

MADDALENA,  (al marito) No Alfonso .. ora ci spieghi cosa sta succedendo! Si.. picchì a cosa non mi sta piacennu propria!

ALFONSO, ( continua nella sua aria sorniona e invece di dare una spiegazione, comincia a camminare attorno a loro squadrandoli dalla testa ai piedi, e ogni tanto rivolge una risatina ironica al pubblico, mentre Edoardo e Maddalena lo guardano confusi)

GIULIETTA, (la spiegazione la dà lei) Mamma.. fratello.. da oggi noi siamo i... soldatini di papà! Ama sostituiri chiddi veri, vah! Causa.. pensionamento! Lui comanderà.. e noi ubbidiremo! Sissignori di ccà.. sissignori di ddà!

EDOARDO/MADDALENA, Chi cosa?

ALFONSO, (con aria contenta) Primo reggimento Famiglia Campo... aaa-ttenti!

GIULIETTA, (più per prendere in giro il padre, si mette sugli attenti) Comandi mio generale! (poi)  Però non t'à pigghiari a viziu.. ah?!

EDOARDO, (guarda perplesso e sbigottito per qualche secondo,  e poi con fare schifiltoso) Oh mali pi nui! Sicuramente dei parassiti si sono annidati nei meandri dei vostri cervelli e vi luaru i lumi da ragiuni! Non c'è autra spiegazioni! Aiutu! Ccà s'ava fari na bedda disinfestazioni !  E pi subitu ! Non facciamo passare troppo tempo.. se no infettano anche noi! Mamma... jò scappu! Tu fai chiddu chi voi!   Ma in che casa vivo?! Germi.. batteri.. parassiti! Chi schifiu!! Bleah! (mentre sta per uscire, Alfonso lo richiama)

ALFONSO, Soldato Edoardo! Usi un linguaggio adeguato! E per punizione ora verrò a fare ispezione nelle camerate! Si assicuri che tutto sia pulito e in ordine  altrimenti le raddoppio il suo turno di guardia!

EDOARDO,  Ispeziona pure quanto vuoi! Tantu... unni passu jò... ogni cosa sbrilluccica e ciauria!

ALFONSO,  Lo vedremo! (Alfonso ed Edoardo escono)

Scena 4 (Maddalena, Giulietta)

GIULIETTA, Oh mà.. ma chistu me frati è ? sicura si??

MADDALENA, Più che sicura!

GIULIETTA, Cettu chi semu u jonnu ca notti tutti e dui! Io sono un maschiaccio e lui...

MADDALENA,... e lui è quello che si è sorbito quel gene femminile che.. tu... ti sei scordata dentro la mia pancia! Ccà intra.. quel gene...   (indica la sua pancia)... non putia ristari... e a prima occasioni... cioè to frati.. zac!.. si imbarcò comi clandestinu! Eccu spiegatu u picchì  tu si na masculazza e iddu è.. iddu è...

GIULIETTA, (magari imitandolo a gesti e movenze) … e iddu è chiddu chi è!

MADDALENA,  Appuntu!

GIULIETTA,  E pacenza! Teniamocelo così! Tantu.. i cosi giusti.. così com'è.. ni giua! La nostra casa.. con lui …  è nu spettaclu di oddini e pulizzia! (Breve pausa) Va bè mami... vado a lavorare!

MADDALENA, Giulietta... ma  quando la smetterai di .. lavorare.. in quella … sudicia...  officina? E magari finammenti fai cacchi cosa i fimmina?

GIULIETTA, Uffa mami! U sai.. mi piaci!

MADDALENA, Mi piaci.. mi piaci.. e fatti piaciri cacchi autra cosa! Che ne so... potresti aiutare me a fare la .. wedding planner!

GIULIETTA,  Na cosa a casu veru mamma?? Ma tu mi vedresti a organizzare matrimoni? Stare tutti i giorni tra... marce nuziali.. bomboniere... confetti... torte a diecimila piani e... e.. e... e vistiti chini i melletti... ciuri e fiocchi?

MADDALENA,  Veramenti  a mia piciria sulu vidiri a tia nto'vistitu i chisti!

GIULIETTA, Si comi no...  e magari mi  mettu puru nu ciuri paratu puru ccà.. nta frunti! E nu velu i ccà a dda via! Scodditillu!

MADDALENA, Ma picchì non ti trovi nu beddu figghiolu .. un bel Romeo.. e ti maritì... eh Giulietta? Mi farivi a matri cchiù felici du munnu!

GIULIETTA, I chi?  E tu dicu di nou... scodditillu! Rassegniti a essiri.. infelici... basta! Vita natural durante!

MADDALENA,  Ma pensa ad una cosa..  si tu ti maritirivi e farivi puru nu beddu figghiu.. to patri.. avrissi tantu di ddu cuffari .. a fare il nonno.. chi non ci passiria pa testa nudda fissaria.. tipu chidda mi ni cumanna a bacchetta! Eh!

GIULIETTA,  No... non usare papà come scusa! E  scodditi puru i divintari nonna.. tantu.. jò.. a nuddu vogghiu! Nè tanto meno nessuno vorrebbe me.. “maschiaccio” per come sono! Fossi sulu nu ciecu!  E ora ciao .. vado nella mia adorata .. sudicia...  officina! (ed esce)

Scena 5 (Maddalena)

MADDALENA,  Du figghi e continuannu di stu passu.. quali ogganizzari u matrimoniu pi iddi...  mi pozzu puru sciugari u mussu ca pezza i lana!  Io .. stimatissima wedding planner … devo progettare matrimoni solo per gli estranei e non per i miei figli? Non sia mai! Ora i ggiustu jò! Trema Giulietta chi a prima si tu.. tu trovu jò nu beddu Romeu.. sicuru chi tu trovu.. mani supa u focu!! Parola di Maddalena Campo!

Scena 6 (Maddalena, Edoardo)

(suona il campanello, dopo pochi secondi entra Edoardo)

EDOARDO, (indispettito) Mamma.. ci sono clienti per te!

MADDALENA,  Falli entrare.. saranno i nuovi clienti che stavo aspettando! (al pubblico) Progetto Romeo.. pi ora.. mittemulu i cantu!

EDOARDO, (mentre Maddalena lo guarderà sbalordita) Non putiinu sceglieri momentu cchiù tintu! Stavo lavando il pavimento .. adesso con le loro scarpe .. sicuramenti chini chini i fangu...  primu... pidati a non finiri chi ci sarannu e secunnu .. mi cospargeranno ogni centimetro di … microorganismi patogeni.. e chissà quali malattie ci  porteranno in casa ! Uhh.. ni sbommichirannu i tutti i culuri!! Magari pure l'ebola! E binidittu San Franciscu i Paula!  E quando finisci di ristrutturare il tuo negozio è sempri troppu taddu! Non vogghiu strani nta me casa!Oh! (ed esce)

MADDALENA,  (urlandogli dietro) Vadda non vidu l'ura! Stai divintannu na cosa i ll'autru munnu! Chi poi .. non ti scuddari chi a casa è puru a mei  e ci pozzu puttari cu mi pari e piaci! (al pubblico) Ma vadda a chistu.. vah!

Scena 7  (Maddalena, Cleopatra, Romeo)

(entrano in scena, Romeo e Cleopatra, a braccetto, e sarà Cleopatra a guidare Romeo, vista l'eccessiva miopia, esagerare con gli effetti della miopia, magari fare andare Romeo di qua e di là senza controllo)

ROMEO, Permesso?

MADDALENA, Prego... accomodatevi! (allungando loro la mano un po' titubante per il loro aspetto) Buongiorno.. benvenuti! (si stringono la mano, ovviamente Romeo avrà difficoltà a trovare la mano di Maddalena e Cleopatra l'aiuterà, lasciando Maddalena disorientata)

Scena 8 (detti, Edoardo)

EDOARDO, (rientra  munito di mascherina e straccio e ramazza, o mocho, laverà il pavimento, sbuffando, magari asciugandosi la fronte col braccio, dove loro hanno camminato – a scelta può avere solo lo straccio e lavare inginocchiato per terra – poi un bel gesto di stizza) E binidittu San Franciscu i Paula!( ed esce)

Scena 9 ( detti meno Edoardo)

CLEOPATRA,  (con aria di superiorità che manterrà sempre) Complimenti ! Che domestico ligio al dovere! Scrupolosu assai!

MADDALENA, (ridendo a denti stretti) Si! Ligissimo! Scrupolossissimu!  (fra sé) Fin troppu!  (poi) Ma prego.. accomodatevi!

CLEO/ROMEO,  Grazie! (e si siedono sul divano, ovviamente Romeo avrà difficoltà a trovare il divano e Cleopatra l'aiuterà)

MADDALENA, (rivolta a Cleopatra) Bene.. suppongo siate qui per il matrimonio di  questo... bel giovanotto! (indicando Romeo) Suo nipote.. giusto? E la futura sposina... non c'è?

CLEOPATRA, (risentita ) Veramente  lui non è.. mio nipote!

MADDALENA, (guardando disorientata) Ah noo?

ROMEO, (guardando non certo verso Maddalena, quindi altrove e sorridendo) No.. no! Quale nipote!  Signuruzza.. d'unni ci veni st'idea?

MADDALENA, (al pubblico, indicando i nuovi arrivati) E d'unni secunnu vui? (poi a Cleopatra e Romeo) Suo figlio, allora!

CLEAOPATRA,  Ehm.. no!

MADDALENA, (guardando disorientata) Ah noo?

ROMEO,  (come prima, ma girato da un altro lato) No.. no! Quale figlio! Oh Gesù …  signuruzza... ma allura siti propriu … cieca!!

MADDALENA,  (stupita per la risposta, verso il pubblico farà il gesto come per dire: io?... poi a loro) Allora è... cosa?

CLEOPATRA, (altezzosa) Ma il mio... fidanzato! E si no.. chi cosa?

MADDALENA, (guardando allibita, verso il pubblico farà dei gesti come per dire: questi due stanno insieme? Ma so' pazzi?.. poi) Noo!  Non mi dicissi!!

ROMEO,  Si.. si! Il suo fidanzato! (ancora da un'altra parte) A cosa è evidenti.. no?!

MADDALENA, (ironica al pubblico) Uhh!  Evidentissima!

CLEOPATRA, (sempre altezzosa) E la futura sposina... ehm... sarei .. io! Ovviamenti!

ROMEO,  Già.. già! Ovviamenti! (si stringono le mani, amoreggiando.. ovviamente Romeo avrà difficoltà a trovarle, le mani ) La mia .. dolce.. futura sposina!

MADDALENA, (risata a denti stretti) Eeehhh... scusate ... come ho fatto a non capirlo... ma propriu non mu spiegu... una così … (ironica) … giovane e fresca... futura sposina!! (al pubblico) Fresca? Fossi cinquant'anni anni fa! O sissanta? Annu cchiù.. annu menu!  Ora comunqui divintau sulu cosa i ferruvecchiu! (forte) Eehh.. che bella coppia.... ehm.. innamorata! Lo si legge dai vostri.... (guardandoli bene e a Romeo avvicinandosi molto in cerca degli occhi dietro gli occhiali)...  occhi!! (al pubblico)  Si.. l'avi.. nfunnu nfunnu.. ma ll'avi!

CLEO/ROMEO, Innamoratissimi! (amoreggiano.. magari Romeo manda baci altrove e Cleopatra lo raddrizza)

ROMEO, (sempre stringendo le mani di Cleopatra) La mia dolce e freschissima.. futura sposina!

MADDALENA, Freschissima comi l'ovu i junnata!  (si rivolge al pubblico facendo uno sguardo esageratamente perplesso)  Na junnata d'un seculu fa però! Scaffituta insomma! (Pausa)  Comunque.. ava ringraziari...  la cataratta precoce del giovanotto, la mummia.. ehm.. la  futura  sposina! Comi si dici.. occhiu non vidi cori non doli! (riflette)  Ma secunnu vui... stu poviru figghiu... si nn'accuggiu chi a sposina non è poi tantu giovani e frisca? Autru chi... diria propriu stantiva! Boh! Va bè chi  si dici chi … l'amore non ha età ed è anche cieco!.. mah! Cuntenti iddi!  (poi a loro sorridendo) Che meraviglia... innamoratissimi!

Scena 10 (detti, Edoardo)

(entra in scena Edoardo, sempre indossando la mascherina,  con due paia di copri scarpe usa e getta e a gesti inviterà la madre affinchè li faccia mettere a Cleopatra, che osserverà la scena sdegnata,  e Romeo. Maddalena indispettita  glieli infilerà sotto il braccio e sempre a gesti  rispedirà il figlio indietro e gli mostrerà la porta per uscire. Edoardo con un gesto di stizza e con un ..) E binidittu San Franciscu i Paula!(uscirà di nuovo)

Scena 11 (detti, meno Edoardo)

MADDALENA, (per scusarsi) Scusate... mio fi... ehm... il mio domestico... ha la mania dell'igiene! Maniicu.. maniicu assai! Maaa.. dove eravamo rimasti? Ah... a... che meraviglia... innamoratissimi!

ROMEO, Già.... innamorato della mia adorata.... fidanzatina... Cleopatra! L'amu cu tuttu u cori!!

CLEOPATRA, (ma sempre in modo altero) Oh mio Romeo!

MADDALENA,  (ironica) Chi romantici! Vi siete dati dei nomignoli... storici! Originali! (al pubblico) Ma jò u dicìa chi a signura ccà era na mummia! Cu stu nomi egizianu poi! Peffettu!

CLEOPATRA,  Veramente.. questi sono i nostri nomi.. veri! Comi i nostri mammi ni desinu!

MADDALENA, Chi combinazioni! Due personaggi storici che si incontrano! Però lui sarebbe stato più giusto si chiamasse Antonio e non Rome... (si blocca e poi drizzando le antenne, finisce il nome)... O! (Al pubblico, mentre Cleopatra e Romeo continuano ad amoreggiare) Lui.. si chiama … Romeo! E jò chi ciccava nu Romeu pi me figghia! Jò chi giustu giustu oggi avia dicidutu di truvari nu Romeu pa me Giulietta!  Che sia il destino che bussa? Non è chi mi pari nu gran distinu! Però... pinsannuci boni... occhi non vidi cori non doli...  sarìa l'ideali puru pi me figghia!   Lo ha detto lei stessa: ci vorrebbe un cieco!! E ccà .. più o menu.. ci semu! (ci riflette) Ma unni vai pinsannu.. Maddalena.. datti na ricittata! Fatti u to travagghiu... e non ci voli autru! ! (e cominciando a camminare su e giù, forte)  Comunque.. Antonio o Romeo.. è proprio un bel fidanzato... complimenti Cleopatra! Posso chiamarla così?

CLEOPATRA, Prego.. facissi!

MADDALENA, Cara la mia Cleopatra.. lei è stata molto.. molto... fortunata ad incontrare questo  bel… (sottolineando).. gio-va-no-tto!

CLEOPATRA, (trovandosi Maddalena proprio dietro il divano vicino Cleopatra, quest'ultima l'afferra repentina da un braccio e la tira giù, e piano) Cosa vuole insinuare? Che lui è un ragazzino ed io sono.. vecchia.. per lui? Accussì a pensa?

MADDALENA, (piano a Cleopatra) P'amuri i Diu! E poi chisti chi su fatti mei? Quannu mai! Ci mancassi!   (al pubblico) Mi pari a mia chi avi a cuscienza loddicedda si parra accussì!

CLEOPATRA, (piano a Maddalena) Allora badi a come parli! Badassi.. badassi!  Romeo è mio e guai a chi me lo tocca! E' la  mia ultima occasione! E mi creda... è un'occasione … (facendo il gesto del denaro)... coi fiocchi e coi contro fiocchi! E jò non sugnu fissa chi ma lassu scappari!

MADDALENA, (piano a Maddalena) E cettu.. ora viditi!  (al pubblico) Furbetta a vecchietta!

CLEAOPATRA, (sempre piano e boriosa mentre nel frattempo Romeo si guarderà in giro, ovviamente con difficoltà) Sa.. non sono stata fortunata da giovane.. quando ero un bocciolo di rosa... non ho trovato nessuno alla mia altezza... no no.. nuddu c'era!... la mia era una famiglia di stirpe nobile.. non potevo certo prendermi il primo che capitava!... u primu chi passava...  e quindi  sono rimasta sola! Sula sulitta! Nel tempo però abbiamo avuto la sfortuna di avere numerosi rovesci finanziari.. (al pubblico) Dicemu megghiu chi ristammu a testa sutta e i pedi all'aria.. cu na mani avanti e una darreti!.. (forte)...  e quello che ho ricevuto in eredità dalla mia famiglia non è affatto sufficiente... per i miei bisogni .. quindi serviva trovare una soluzione! Non posso di certo sfigurare nell'alta società! Pi cui.. m'appa rriminari! Ebbi st'occasioni e ora .. ripetu... jò chi sugnu fissa chi ma lassu scappari?

MADDALENA, (piano a Cleopatra) Noo.. ora ora! Chi c'entra! Ogni lassata è pessa!  (al pubblico) Praticamenti... ora chi a rosa si spampanau... s'arriminau bona a vecchia...  e si truvau u beddu figghiu.. cecu e riccu!    Volpona a mummiona! Ma chi poi di solitu non era o cuntrariu?  I giovani spiantati che sposavano i vecchi ricchi? Mah!! (A Cleopatra, piano) Maaaa... lui lo sa.. si insomma...  della .. diciamo... differenza .. di età? (al pubblico) Si insomma... chi haju ragiuni jò e ci purrissi veniri.. nonna!

CLEAOPATRA, (sempre piano) La cosa è... irrilivante! Marginale!  Non cunta.. non cunta!

MADDALENA, (sempre piano) Non cunta! Maaaaa .. mi facissi capiri.. ufigghiolu chi  è convintu...  di sposare una.. fanciulla?

CLEAOPATRA, (sempre piano e circospetta)  Una fanciulla o meno.. non vedo cosa importi!! Non cunta.. non cunta!

MADDALENA, (al pubblico) E non cunta! Però u figghiu .. a capemmu... o scuru i tuttu è.. nenti sapi! A  cosa cumincia mi mi insospettisci!! Feti.. si si.. feti!!   (sempre piano)  E mi scusi .. i suoi genitori? Non hanno avuto nulla da obiettare? Muti si stesinu?

CLEAOPATRA, (sempre piano) Quali genitori! Nuddu avi! Offinu.. senza frati e soru e nuddu autru parenti! Gliel'ho detto.. è un'occasione coi fiocchi!

MADDALENA, (al pubblico) Drittona a tardona! (poi alzandosi dal divano dove era appoggiata dopo esser stata tirata da Cleopatra, continua verso il pubblico)Uhm! A cosa non sulu feti... non mi piaci! Propria! No.. no! Non posso permettere che la... diabolica stagionata … metta le mani su quel povero.. ehm.. ricco... ragazzo ingenuo!  Chi è puru obbiceddu  … (lo guarda meglio) … ma a vaddallu bonu...  biddittu è! I cosi giusti!  Credo che gli aprirò gli occhi! Ehm.. si fa pi diri! E poi.. sapiti chi pensu? Non ni scuddamu chi si chiama Romeo! E fossi fossi oggi u distinu non fu poi tantu tintu!  Credo proprio che sia il Romeo ideale che cerco! E comunque se non è il destino che bussa... ci bussu jò! Oggi da wedding planner mi trasformo in .. (ghignando) .. wedding distrugger! Questo matrimonio.. non s'ha da fare!   Ihih! Questo Romeo avrà un'altra Giulietta.. la mia Giulietta... autru chi a mummia Cleopatra! La vecchia snobbona vada a trovare altrove la soluzione per.. (imitandola per prenderla in giro)... non sfigurari nta l'alta società!  Se Romeo  ancora non si è accorto che è una .. cariatide... e puru ntipatica... ciù spiegu jò! E  poi ci spiegu chi jò aju na Giulietta cchiù megghiu.. peffetta pi iddu!!!   Progetto Romeo.. pronti.. via!

Scena 12 (detti, Edoardo)

(rientra, ancora con la mascherina, stavolta  con in mano una vaporella che  passerà qua e là.... anche vicino ai piedi di Romeo e Cleopatra,  che al solito guarderà con irritazione; poi  col solito gesto di stizza  e con il solito... ) E binidittu San Franciscu i Paula!  (uscirà)

Scena 13 (detti, meno Edoardo)

MADDALENA, (ridacchiando nervosamente) Ma come è bravo il mio domestico! Come è pulito il mio domestico! Pulituni!! Uhhh.. e poi è nu brazzu i mari!! Averceli tutti così... i domestici!!! (pausa) Allora.. ritorniamo a noi....  dicevo.. che la .. cara.. Cleopatra... è molto fortunata ad averla incontrata.. caro Romeo.. caro bel … giovanotto... Romeo... (avvicinandosi a Romeo e parlandogli molto vicino e in modo che Cleopatra non senta ) Lei.. idda.. la sua fidanzata... che non è più tanto .. ehm... nel fiore degli anni!! (forte) Proprio fortunata! (vicinissimo a Romeo e più piano) Romeo, lei è un po' meno.. fortunato.. sintissi a mia! (Romeo la guarda stranito)

CLEOPATRA, (boriosa) Grazie! Lei è molto gentile … e acuta!

MADDALENA, (ironica) E di chi? .. è a virità..  è a virità! (Al pubblico) A futtuna sbagghia sempri strada, mah!   (sorride maliziosamente a Cleopatra) Allora .. cominciamo a parlare di organizzazione?

ROMEO, Certo! Siamo qui per questo! E si no.. picchì?

MADDALENA,  (Al pubblico, sogghignando) Fossi! (Forte) Dunque.. che genere di matrimonio desiderate? Classico o.. originale?

ROMEO, (a Cleopatra) Tesoro.. tu che dici? Jò non saprissi scegliri!

CLEOPATRA, (fintamente dubbiosa) Ma … non so! Non saprei! Non haju l'idei chiari!

MADDALENA,  Vi vedo indecisi.. allora farò io! Io vi consiglio...  (piano vicino a Romeo, ogni volta cambierà lato da dove parla a Romeo, confondendolo)...  visto .. ehm.. la singolarità della coppia... … e si nota … taaanto... questa .. ehm.. singolarità... si si.. assai assai.. assaissimu!

ROMEO, (perplesso, fra sé e girandosi in cerca di Maddalena perchè non capisce da dove è arrivata la voce e aggiustandosi gli occhiali per vedere meglio) Singolarità? Maaa... chi voli diri?

MADDALENA,  (continua il discorso incurante e forte).. vi  proporrei un bel matrimonio... originale! Uhm... che ne dite... per esempio...  di una bella celebrazione in una.. cripta antica? Eh?! Mi sembra un luogo ideale!   (piano vicino a Romeo) … Antica comi  a ... sposina!

ROMEO, (perplesso, fra sé, c.s.) Antica? Maaa... chi voli diri?

CLEOPATRA, (con disgusto) Una cripta?  Ma lì ci sono tante tombe!!! I brividi mi veninu sulu mi ci pensu!

MADDALENA, (piano vicino a Romeo e indicando Cleopatra) …  m'ava cridiri.. postu precisu precisu per... la fidanzatina!  (forte a Cleopatra) Ma saranno tombe di personaggi illustri... fa chic!   (piano vicino a Romeo) … illustri e pure  vetusti.. comi cacchi autra! Non facennu nomi!

ROMEO, (perplesso, fra sè) Vetusti? Maaa... chi voli diri?

MADDALENA, (pausa) Oppure vi propongo... un bel … museo... pieno di … reperti archeologici! Vasi ntichi... anfori.. sarcofigi... mummi... (al solito cambiando lato, piano vicino a Romeo, che la guarda sempre più smarrito) … tra simili! … na cosa fra iddi vah!  (forte) Più originale di così!

ROMEO, (perplesso, fra sé, c.s.) Tra simili? Maaa... chi voli diri?

MADDALENA,  Altrimenti.. che idea ho avuto... chicchissima!... nu beddu castellu medievali.. dal fascino storico e dalle mille arcaiche leggende!  (piano vicino a Romeo) Arcaiche come la sua .. futura.. dolce metà!

ROMEO, (perplesso, fra sé, c.s.) Arcaiche? Maaa... chi voli diri?

CLEOPATRA, (sostenuta) Si.. originali.. senza dubbio! Ma io avevo pensato a qualcosa si originale... ma  diverso! Modernamente.. originale! Na cosa di nostri tempi, vah!

MADDALENA, (piano vicino a Romeo) Moderno? Decisamente non corrispondente all'articolo in questione! No no.. non s'adegua! Non coincidi! Non cumbacia!

ROMEO, (perplesso, fra sé, c.s.) Non corrispondente all'articolo? Maaa... chi voli diri?

CLEOPATRA, Non so... un matrimonio su uno yacth.. come lo vede?! Credo che questo si che fa .. chic! Non trova? Jò.. trou!

MADDALENA, (forte) Ah.. ma allora aveva le idee chiare! Birbantella! Altro che indecisione!  (al pubblico) E mica fissa a bacucca!

ROMEO,  Mi piace mia adorata! Io voglio il meglio per il nostro matrimonio!  Voglio lasciare tutti di sasso! Si si... a bucca apetta! Comi acidduzzi chi spettinu a matri chi ci potta u vemmiceddu!

MADDALENA, (al pubblico) Vadda .. ci basta mi ci dugninu na vaddatedda o vemmiceddu.. ehm.. a Cleopatra... e autru chi bucca apetta... i ganasci ne ponnu chiudiri cchiù.. s'incastrinu pa maravigghia! (forte) Uno yacht? Si.. perchè no!? (piano vicino a Romeo)... Meglio un veliero però... sa più .. d'epoca... senza dubbio...  più adatto.. alla sposina! Non c'è paragoni!  

ROMEO, (perplesso, fra sé, c.s.) D'epoca? Maaa... chi voli diri?

MADDALENA, (Forte) Si.. a vidu... auccà.. ma staju mmagginannu.. … salire a bordo accompagnata dalla marcia nuziale...  dal rollìo del mare .. con un volo di gabbiani che la salutano...e  al braccio di suo padre!

CLEOPATRA,  (fintamente afflitta) Mio padre... purtroppo... non c'è più! Se ne è andato .. ehm... da poco tempo.. l'autru jonnu, vah! ..  lasciandomi .. ehm... ancora una .. ragazzina! Si si.. na picciridda mi lassò!

MADDALENA,  (ironica) Oh... comi mi dispiaci! (al pubblico) Maria chi facci tosta! L'autru jonnu na ragazzina.. na picciridda... a cu cià cunta! E si so patri ci avissi statu a st'ura era comi minimu nu matusalemmi! Ultracentenariu!  (piano a Romeo, che continua a sbarrare gli occhi ad ogni frase sussurrata da Maddalena) Tra non molto .. la sposina.. potrebbe anche raggiungerlo.. il padre! Ci sono mooolte probabilità! Ma propriu assai asssai.. assaissimi!

ROMEO, (perplesso, fra sé, c.s.) Raggiungerlo? Probabilità? Maaa... chi voli diri?

MADDALENA,  (forte) Non c'è nessun altro che può sostituirlo?

CLEOPATRA,  No!

MADDALENA,   (ironica) Oh... comi mi dispiaci!

CLEOPATRA, (piano fra sé,  ma Maddalena che la tiene d'occhio,  la sente) Ci saria me frati...  è più giovane di me... ma è affetto da demenza senile.. quello!! Figuramunni!  Mancu u nvitu! Rovinerebbe tutto!

MADDALENA, (al pubblico) Cosa hanno sentito le mie orecchie!? Mihhh... chi notizia .. notizia bumma!! E mica ma pozzu teniri pi mia!?   (subito, piano a Romeo)... Ha il fratello  più giovane.. e sottolineo più giovane..  affetto da demenza senile! Senile.. vicchiaia! E dissi tuttu!

ROMEO, (perplesso, fra sé, c.s.) Demenza senile? Maaa... chi voli diri?

MADDALENA, (forte) E va bè.. pacenza... vorrà dire che salirà a bordo da sola.. a meno che non troveremo … prima o poi... un'altra soluzione!

CLEOPATRA,  Confido in lei... mi piacerebbe tanto! Sula non è chi è tantu bellu!

ROMEO, Si .. si! Faccia di tutto per accontentare la mia diletta!!! Chi voli fari.. è offanedda comi a mia!  (si stringono al solito le mani, lui affettuoso, lei un po' meno)

MADDALENA,  Vedremo.. vedremo! (Al pubblico, con aria da diavoletta) Vedrai.. vedrai.. ora vidi comi a cuntentu.. l'offanedda!  (forte) Ora passiamo ad altro... l'abito... come deve essere? Bianco?  (piano a Romeo)... bianco.. sarebbe perfetto … farebbe  pandant con i suoi capelli! Propriu.. parrissi caduta nto latti da testa e pedi!

ROMEO, (perplesso, fra sé, c.s.) Pandant? Maaa... chi voli diri?

CLEOPATRA, (decisa) Cettu! Rigorosamenti biancu! Questo è il mio … primo .. matrimonio!

ROMEO,  La mia diletta si è conservata per me e solo per me! Tutta pi mia!

MADDALENA, (al pubblico) Si.. è na reserve super invecchiata però ! (poi piano a Romeo)... primo e anche ultimo! Ammesso che ci arrivi già a questo!! E' cosa i vidiri chista!

ROMEO, (perplesso, fra sé, c.s.) Arrivi? Maaa... chi voli diri?

MADDALENA, (forte) E come lo preferisce quest'abito bianco? In stile Rossella O'hara di Via col vento? (piano a Romeo)... stile per lei … perfettamente contemporaneo! Dicemu chi su più o menu.. a para!! Coetanei!

ROMEO, (perplesso, fra sé, c.s.) Stile contemporaneo? Maaa... chi voli diri?

MADDALENA,  (forte) O per fare onore al suo nome in stile antico egizio? (facendo il gesto) Tutto aderente aderente... (piano a Romeo)... in stile mummia.. per  così dire! E' pur sempre bianco!  Dicemu.. tutta ncudduriata nte fasci .. facci compresa!

ROMEO, (cerca con la mano, con molta difficoltà, il braccio di Maddalena, poi trovandolo la tira giù quindi piano)... Senta .. non ho capito... ho come l'impressione che lei voglia dirmi qualcosa! Si.. insomma.. c'è cosa?

MADDALENA, (piano a Romeo, ironica)... Chi cosa? A mia.. non mi pari! (pausa) Anche se...

ROMEO, (piano a Maddalena)... Anche se .. chi cosa?

MADDALENA, (avvicinandosi a loro da dietro il divano e abbracciandoli, sarcastica) Ma come state bene insieme! Ma comi siti bidditti.. tutti e dui...  (piano vicino a Romeo)  Il bello e la  … mummia!

ROMEO, (piano a Maddalena, ritirandole il braccio) Non capisciu.. parrassi chiaru... ci sta dicennu mummia.. a me zzita? Ma comi si pemmetti?

MADDALENA, (piano a Romeo, getta le carte) Mi pemmettu.. mi pemmettu.. picchì ci dicu na cosa... non è tuttu oru chiddu chi luci... insomma.. non è quello che sembra! Pi nenti pi nenti!  (sempre sarcastica, forte) Ma quanto siete belli!  (piano a Romeo)  Aguzzassi a vista! (poi al pubblico) Ops!

ROMEO, (comincia a guardare Cleopatra da vicino, molto vicino, studiandola .. esagerare... mentre Cleopatra l'osserva insospettita , poi piano a Maddalena, a cui tira ancora il braccio)  Jò.. nenti vidu!

CLEOPATRA, (la tira al solito dal braccio, l'altro rispetto a Romeo - praticamente inizia un tira e molla delle due braccia di Maddalena da parte di Cleopatra da un lato e Romeo dall'altro) Chi sta succidennu?

MADDALENA, (piano a Cleopatra, finta ingenua) Niente.. perchè? Chi vitti i stranu?

CLEOPATRA,  (sempre piano e sospettosa) Non so...

ROMEO, (riprende lo studio ravvicinato di Cleopatra, poi ritira l'altro braccio di Maddalena e piano) Senta... io continuo a non  vedere niente di strano...  ma nenti nenti!

MADDALENA, (piano a Romeo) E' chistu u so  problema.. non vidi!

CLEOPATRA, (la tira al solito dal braccio) C'è qualcosa che mi puzza! Si.. feti!

MADDALENA,  (al pubblico) N'autra picca i tira e molla accussì e i brazza... nte pedi m'arrivinu!

Scena 14 (detti, Edoardo)

(rientra in scena Edoardo, la solita mascherina in viso,  con una bombola di disinfettante che spruzzerà ovunque, anche fra i piedi di Romeo e Cleopatra, dalla solita reazione )

MADDALENA,  (ridacchiando nervosamente ma approfittando per cambiare discorso, indicando il figlio) Si riferisce a .. questa...  puzza? (parla a Cleopatra ma in effetti a Edoardo con tono di rimprovero) Non ci facissi casu o me domesticu! Sarà anche molto diligente e pulituni ... ma io gradirei non essere disturbata quando lavoro! E si continua così … u licenziu!

EDOARDO , (col solito gesto di stizza verso la madre e con ) E binidittu San Franciscu i Paula! ( esce)

Scena 15 (detti, meno Edoardo)

MADDALENA, (fra sé, infastidita) E binidicemu stu santu.. binidicemulu! (sorridendo nervosamente) Scusatemi ancora! Proseguiamo nel nostro discorso .. che è meglio! Allora... (prende il catalogo che aveva prima in mano).. ecco … stabilito lo yacht e l'abito bianco...  passiamo alle bomboniere! Cuminciati a dari na vaddatedda!

(Cleopatra prende il catalogo ma ovviamente Romeo non vede)

MADDALENA,Oh che sbadata..  ragiuni avi ! (come se le fosse venuta un'idea) Ma l'aiuto io! (al pubblico) Eccomi si u juto!  (poi apre un cassetto e ne estrae una grande lente d'ingrandimento e la porge a Romeo) Son sicura che con questa vedrà! (maliziosa)  Vedrà... tutto!  Ma propriu assai assai.. assaissimu! (e porgendola la girerà in modo da fargli inquadrare non il catalogo ma Cleopatra)

ROMEO, (finalmente ha la visuale sulla fidanzata e getta un urlo)

CLEOPATRA, (spaventandosi urla anche lei)

MADDALENA, (gongola e toglie la lente dagli occhi di Romeo)

ROMEO, (al pubblico) Ma … ci visti bonu?

CLEOPATRA,  (al pubblico) O santa Maria.. e ora chi vitti?

MADDALENA, (ancora gongolando, al pubblico) Maddalena … mummia boriosa... 1 a zeru! Siii!

(nel frattempo si sente il suono dell'adunata militare e tutti restano interdetti poi entra Alfonso)

Scena 16 (detti, Alfonso, Edoardo)

(entrano in scena Edoardo, che sbuffa, spinto a forza da Alfonso. Arrivati vicino il divano, Alfonso costringe a gesti il figlio a dire...)

EDOARDO, (per accontentarlo, ma sempre sbuffando e molto scocciato) Tutti in piedi... entra il Generale! (al padre, con fare molto infastidito)  Va beni accussì? Tantu.. non si suggi nuddu!

ALFONSO, (al figlio) Soldato Edoardo... avevo pensato di elevarla di grado e nominarla caporale... ma vedo che non ne è all'altezza! Lei è moscio soldato! I caporali hanno vigore... grinta .. polso...

EDOARDO, (sbuffando)  Il polso ce l'ho.. eccomi si l'haju! Stai tranquillo ! E  ora vaju chi mi giua subbitu.. è lavari e stricari i robbi chi lassai a moddu! Chi macchi nta sta casa... chi macchi! Cafè.. zugu.. vinu!  E binidittu San Franciscu i Paula! (esce sbuffando)

Scena 17 (detti, meno Edoardo)

MADDALENA, (si volta verso Cleopatra e Romeo e ridacchiando a denti stretti  ) Che volete.. il mio domestico è puru n'espettu i... macchi! Eh eh! Chi futtuna!  (ma mentre è ancora girata e dà le spalle al marito...)

ALFONSO,  (si schiarisce la voce e con cipiglio militaresco) Truppa... aaa-ttenti!

(tutti sobbalzano)

ALFONSO, (sogghignando al pubblico) Altri due soldatini per il mio .. diletto!  Puro.. diletto!  (poi, tronfio e con tono molto alto) E tutti in riga! Pancia in dentro e petto in fuori!

ROMEO, (non capendo niente perchè non vede e aggiustandosi al solito gli occhiali) Scusate.. qualcuno ha acceso la tv? Mi passi i sentiri nu fimmi di suddati... di  casemmi!

MADDALENA, (per giustificare la situazione, ridendo a denti stretti) Eeeehh .. nooo... quali fimmi ! Eheheh... è me maritu! Sta... sta... (cerca un spiegazione)...ecco...  si.. si sta allenando... si... ehm... ecco... si.. deve recitare .. si … sono prove.. provi di recitazioni! (al marito piano) Cu tia facemu i cunti dopu! E mi pigghiu puru a caccolatrici mi fazzu cchiù megghiu!

ALFONSO, (continua imperterrito nella sua impresa e tronfio, declamando )  Oggi.. in programma... abbiamo... addestramento! Le truppe... devono mantenersi … sempre... in costante... allenamento! Le truppe... devono essere sempre pronte....  a qualunque evenienza!  Ad attacchi .. assalti... o invasioni... da parte di qualunque esercito straniero! Devono essere sempre pronte a difendersi e a difendere.. anche versando il loro sangue...  la nostra amata … Patria!

ROMEO, (mentre Maddalena e Cleopatra guarderanno a bocca aperta, Romeo invece applaude) Bene.. bravo.. bis!

ALFONSO, Pertanto .. per un efficace addestramento... bisogna partire dal basso... dalle basi! Oggi dunque... cominceremo con mirati... esercizi ginnici.. atti a tonificare il vostro corpo di soldato!

ROMEO, (come prima, e applaudendo e magari con qualche fischi d'approvazione e comunque fa molto chiasso ) Bene.. bravo.. bis!

MADDALENA, (al marito piano) Ma tu ti nn'accuggisti chi chisti erinu clienti mei.. prima mi ti metti a fari u generali puru cu iddi? Chi figura mi fai fari?

Scena 18 (detti, Edoardo)

EDOARDO, (entra abbastanza seccato con grembiule da cucina e cappello da cuoco e mestolo in mano) Avanti.. fozza... dicitimi chi è tuttu stu traficu! E datimi na bona giustificazioni picchì pi cuppa vostra mi scantai e ittai tuttu u paccu du sali nto brodu! Binidittu San Franciscu i Paula!! Ora ni nchiana a tutti a prissioni a 300!  (mettendo le braccia conserte) Jò staju  spittannu!

MADDALENA, (solita risata a denti stretti) Nooo.. quali traficu...  solo tuo padre... ehm.. (si corregge)...  padrone...  alle prese... eeehhh... con le prove di... recitazione! Che sarà mai! Roba i nenti!

EDOARDO, Chi cosa? Ora puru l'attori voli fari? Non ni bastava u generali? Oh mamma... le sinapsi di questa famiglia sono andate tutte in tilt! Chiamati a neuru!  Binidittu San Franciscu i Paula!  (esce stile disperato mulinando il mestolo in aria)

Scena 19 (detti, meno Edoardo)

MADDALENA, (fra sé) A stu poviru santu.. ddà nto Paradisu...  ci stannu friscannu i ricchi chi è na meravigghia! (solita risata a denti stretti) Che domestico spettacolare! E' anche un cuoco scrupoloso!! E comi ni è ffizziunatu! Ci tiene anche alla nostra salute! Siiii... assai assai ci teni!

CLEOPATRA, (al pubblico) Mi avevano parlato come della wedding planner migliore sulla piazza... ma a me sembra solo .. pazza! Paccia.. si!  Anzi... sunnu na famigghia i pacci! Compresu u domesticu! Comi si dici.. non ti pigghiu si non t'assumigghiu!

ALFONSO, Truppa.. non siete ancora pronti? Un generale non può aspettare i comodi dei soldati! Al lavoro! Subito!

MADDALENA,  (rivolta verso il marito e facendo il gesto dell'esorcismo) Generale! Esci da questo corpo!  Fozza.. vatinni.. e non ci voli autru!

ALFONSO, In riga e cominciamo con esercizi di riscaldamento!

MADDALENA, (al pubblico) Nenti.. non ci poti mancu l'esorcismu!  (al marito) Ehm... veramente le truppe.. non sono molto d'accordo! E poi non abbiamo bisogno di riscaldarci.. non ci nn'è.. friddu!

ROMEO, Io l'accontenterei volentieri .. ma sapi com'è.. rifommatu fui! Sa... piccoli problemi i vista!

MADDALENA, (al pubblico) Piccoli?

ROMEO, In effetti .. quando ho fatto la visita... avevo si.. problemi di vista.. ma no na cosa esagirata!  Poi improvvisamenti .. di na picca  a sta patti.. sono  peggiorato... pinsati.. l'occhiali...  non mi levu mancu quannu mi cuccu.. pi vidiri megghiu puru quannu dommu! ... Uhm.. i quannu? Più o meno da quando ci siamo fidanzati.. vero mia Cleopatra? Sarà stato l'amore!  A proposito... mia adorata... potresti accontentarlo tu.. il generale-attore! Lo faresti per me? Eh? Pi ccuntintari a mia.. sulu a mia!

MADDALENA, (la proposta di Romeo le fa venire un'idea) Ma siiii.. picchì no .. Cleopatra! Una bella dimostrazione d'amore per il suo Romeo! (afferra il marito e piano)  Tutto sommatu... a to smania ...stajunnata.. fossi a cacchi cosa.. giua!

CLEOPATRA, (afferra al solito Maddalena e piano) Io fare ginnastica?Lei è pazza!   Ma mi vaddau bbona?

MADDALENA,  (al pubblico) Puru troppu! (a Cleopatra, ancora piano) Ma si.. su.. cosa le può fare qualche piccolo esercizietto? Na picca di aerobica... na speci i zumba fitness vah! Le servirebbe per conquistare definitivamente la fiducia del suo Romeo!!! Eh! (Subdola) Se si rifiutasse... ehm.. finirìa pi pinsari mali non è d'accoddu? Magari chi lei non è a Cleopatra chi dici di essiri! Credo che lei non possa... decisamente... declinare.. l'invito! U vuliri o vulari.. na para i sauti.. na para i piegamenti e si leva u scantu!

CLEOPATRA, (sempre piano) Come posso farlo? Tempu 5 minuti e schiattiria!

MADDALENA,  (cercando di convincerla ad ogni costo per dimostrare a Romeo la falsità di Cleopatra) Uhh.. esagerata! Vedrà! Robba i picca è!  (ha un'idea e in confidenza) E poi... se accontenterà anche mio marito... potrei farle una... proposta! Na manu lava l'autra …

CLEOPATRA, (sempre piano) Cioè?

MADDALENA, (sempre piano)  Posso convincere mio marito ad .. accompagnarla all'altare! Nu generali o brazzu .. mica è cosa i nenti!  Davanti alla sua... alta società … vede che figura farebbe!  (Le fa l'occhiolino) Eh? Chi ni pensa?

ROMEO,  (che nel frattempo ha provato a  fare esercizi per conto suo) Su.. mia Cleopatra... divertiamoci insieme! Ci provu puru jò! A cosa mi stuzzica! A ddu paisi i problemi i vista!

MADDALENA,  Ma si.. dai... si lasci.. stuzzicare! Lei che è così... giovanile! Chi è cusì.. figghiuledda!

CLEOPATRA,  (a Maddalena) Solo se li fa anche lei!

MADDALENA,  (al pubblico) Che colpo basso! (sorridendo forzatamente) Eheheh..  bonu.. si ci piaci accussì! (poi piano a Romeo) Ottima mossa! Ora videmu chiddu chi succedi!

ALFONSO,  Bene! Truppa.. aaa-ttenti!

(Si mettono tutti sull'attenti e da questo momento recitare a soggetto: Alfonso farà fare loro esercizi da strapazzarli. Romeo si divertirà, ma combinando un po' di traffico perchè non vede e fa cose sbagliate;  Maddalena cercherà di evitare di fare gli esercizi e Cleopatra ogni minuto sarà sempre più affaticata. Esagerare e rendere la scena comica. Durante gli esercizi Maddalena farà una sorta di telecronaca piano all'orecchio di Romeo – anche questa da recitare a soggetto a seconda delle reazioni di Cleopatra – comunque tipo: 1. Ha il fiato corto! 2. Ci stannu niscennu l'occhi i fora! 3. Tra pocu esplodi! 4. Non cià fa cchiù!  Poi, dopo pochi esercizi, Cleopatra ansimando distrutta con scena esagerata e comica, si butterà sul divano! )

MADDALENA,  (piano a Romeo) Stecchita è!  Come volevasi dimostrare!

(poi cominciano a soffiare Cleopatra)

ROMEO,  (cerca di soffiare Cleopatra ma ovviamente a causa della vista soffia altro e ci starà un bel po' prima di trovarla e ogni volta che pensa di averla trovata dirà) Oh mia adorata!! Soffri?

CLEOPATRA,(tira Maddalena al solito dal braccio e piano ansimando) Chista ma  paga! Sono tutta sudata  e prossima all'infarto! Motta .. motta sugnu!

MADDALENA, (piano a Cleopatra) Uh che sarà mai! Qualche goccia di sudore non ha mai ucciso nessuno! A sudura... signu i bona saluti è!  (poi forte, con l'intenzione di liberarsi di lei per parlare comodamente con Romeo) Ora ci voli sulu na buccata d'aria nto baccuni.. annassi annassi! Vedrà.. si sentirà meglio! (al pubblico) Così restu finammenti  sula... con Romeo!

CLEOPATRA,  (sempre piano a Maddalena e tirandola al solito) Schezza? Sudata pi comi sugnu … una polmonite non me la leva nessuno!  Non si scuddassi a me età!

MADDALENA, (al pubblico)Ah... ora l'ammetti! Ihih! (piano a Cleopatra) Annassi a pigghiari aria! Non vorrà dimostrare.. la sua.. vera.. età.. al suo Romeo? (poi forte) Alfonso tesoro... un Generale deve fare il gentiluomo.. quando occorre! Accompagna la signora in balcone! Ne ha bisogno!

ALFONSO, Certamente! Un Generale conosce a menadito il Galateo! (e porgendo il braccio a Cleopatra) Signora! Sono a sua completa disposizione! La scorto in balcone!

MADDALENA,  (a Cleopatra maliziosa) Annassi annassi .. si cuminciassi a bituari al braccio di un Generale! (le fa l'occhietto)

( Cleopatra con gesto di stizza verso Maddalena accetterà il braccio di Alfonso e usciranno in balcone,  mentre entra in scena tranquillamente Edoardo con un piumino per spolverare in mano, ma vedendo la scena che sua madre parlerà piano a Romeo si fermerà in silenzio ad ascoltare, non visto)

Scena 20 (Maddalena, Romeo, Edoardo)

MADDALENA,  (prendendo sottobraccio Romeo) Bene.. sono usciti! Ora nui dui na discurremu na picca.. a quattr'occhi.. ehm.. va bè... sei!

ROMEO,  Dicissi... dicissi!

MADDALENA,  Diciamo.. visti i suoi.. ehm... piccoli problemi di vista... ho pensato bene di offrirgli i miei.. di occhi! E i me occhi vittiru tanti cosi … e puru i me ricchi... sinteru.. sinteru... tanti cosi!

ROMEO,  Chi cosa... per esempiu?

MADDALENA,  Sintissi.. non avemu tempu i peddiri.. annamu o dunqui... a so zzita... non è pi nenti pi comi a pensa!

ROMEO, Ah no?

MADDALENA, Noo! Non è dda bedda figghiuledda chi mmaggina!  Guardi.. sarò franca... è solamente una mummia.. una cariatide... una bacucca... una tardona... una vecchia zitella acida e arrogante... in cerca di.... liquidi... per soddisfare le sue.. esigenze da snobbona! Insomma .. na vecchia llaria chi cecca soddi!

ROMEO, Caspita … quanta franchezza.. signora! Ma propriu assai assai.. assaissimu!

MADDALENA,  Senta... ci pozzu parrari comi a nu figghiu?

ROMEO, E comi no!

MADDALENA, A vecchia.. a lassassi nto'n pensionatu... e si ciccassi na figghiola  bedda e da so età!

ROMEO, (si rattrista) Parra bona lei.. ma mi vaddau bonu bonu? Io sono un povero ultra miope che nessuno vuole veramente!

MADDALENA, (al pubblico) Poveru.. si fa pi diri! Direi ricco! 

ROMEO,  Insomma .. secunnu lei.. unu obbu comi a mia cu u voli? E poi .. così come Cleopatra.. tutti mirano ai miei soldi! Tutti anima di picciuli su chiddi chi incontru!  Veramente pensavo di aver trovato quella giusta! Non pensavo fosse anche lei attaccata ai soldi! Anche se forse l'avrei dovuto capire.. le ho fatto molti regali sa?Mi custau cchiù d'un figghiu babbu!

MADDALENA, (a Romeo) Ormai quel che è stato è stato! E si inveci jò ci dicissi chi aju a pessona adatta?

ROMEO,  (si illumina) Veru?

MADDALENA,  Siii!! E' la mia figliola! E di sicuru non pensa e soddi! Glielo garantisco!  (al pubblico)  Nta testa avi sulu officina e muturi! (forte) Pensi.. si chiama Giulietta!

ROMEO, Veru?

MADDALENA,  Si.. si! E  a mia non mu leva nuddu da testa chi lei oggi vinni ccà picchì u chiamau u Distinu! Fozza... annamu a scaricari a mummia e …  dopo le presento la mia Giulietta! Vedrà .. non se ne pentirà!

(escono nel balcone e si reca al centro della scena il perplesso Edoardo)

Scena 21 (Edoardo)

EDOARDO, (al pubblico) Cosi cosi.. cosi turchi chi sentu stamatina! Mia madre che manda a monte il matrimonio di due clienti.. pi procurallu poi a me soru? Cosi di pacci!  Inorridisco... davanti a tanta sfrontatezza! E binidittu San Franciscu i Paula! Una madre non dovrebbe mai  intromettersi nella vita privata della figlia! Mai nuddu l'avrissi fari! (pausa)  Ora però si poni nu problema... jò.. mischinu i mia.. ch'è fari? (nervoso)  Uhuhuh... i cosi su dui... o mi fazzu i fatti mei e lassu i cosi così comi stannu.. comi  i parau addritta me madri … oppuru ci cuntu a storia pi filu e pi segnu a me soru! Binidittu san franciscu i Paula... chi fazzu.. chi fazzu.. chi fazzu? Uhuhuh! Devo fare il figlio devoto o il fratello onesto? Virità o minzogna? Uffa! E binidittu San Franciscu i Paula!  (Breve pausa, poi come illuminato) Maaa.. voi … al posto mio...  che fareste? (e resta in scena con faccia dubbiosa... sempre col piumino in mano... magari nella posizione dell'omino di “Lascia o raddoppia”!) (sipario)

NARRATORE,  (con la musica usata all'inizio) Il dilemma è proprio questo: voi.. che fareste? Lascereste Giulietta all'oscuro delle manovre della madre? O la mettereste al corrente del.. pericolo.. che incombe su di lei? Immedesimatevi in Edoardo .. e decidete! A voi la scelta! Prendete il bivio che più vi ispira!  Verde .. Edoardo racconta la verità alla sorella... Rosso .. Edoardo tace sulle intenzioni  della madre!  (una volta che il pubblico ha deciso) Bene.. il dado è tratto! (a seconda della scelta dirà:) Verde .. Edoardo racconta la verità alla sorella! [per questa scelta vai a pag. 36] (oppure) Rosso .. Edoardo tace sulle intenzioni della madre! [per questa scelta vai a pag. 27]  (Poi esce con la solita musica)

 

                                                                                       FINE PRIMO ATTO

PRIMO QUADRO – A-

Scelta 1A (Rosso) :  Edoardo decide di tacere le intenzioni della                                madre

        

Scena 1 (Edoardo)

(Si riapre il sipario e Edoardo è di nuovo nella stessa posizione e sempre col piumino in mano. Poi..)

EDOARDO,  (dopo ancora un po' di dubbi – rendere la scena con gesti ed atteggiamenti, non dimenticando lo stile effeminato – decide )  U sapiti chiddu chi vi dicu? Cu si fa i fatti so... campa cent'anni! Mi dispiaci pi me soru.. ma jò... non ni vogghiu sapiri nenti! Oh! Non su affari mei! E binidittu San franciscu i Paula!  Però.. resto sempre in zona! Voglio proprio vedere come va a finire questa storia!

Scena 2 (Edoardo, Giulietta)

GIULIETTA,  (entra in scena stanchissima e si incrociano con Edoardo che la guarda con occhio incuriosito, fissandola) Mbè? Chi ci vaddi?

EDOARDO, (con la faccia da finto tonto) Jò? Nenti! (e comincia a spolverare qua e  là tenendola sempre d'occhio e ascoltando i suoi discorsi magari commentando a gesti)

GIULIETTA, (stanca va a spaparanzarsi sul divano) Maria chi stanchizza!!  Quella Ferrarimi ha fatto tribolare per sistemarla! Però... wow!... che goduria guidarla poi! Uno sprint.. una ripresa... da favola! Comi si dici.. ma scialai!  (finge ancora di guidarla con viso sognante )

EDOARDO, (mentre  la prende in giro a gesti, fra sè)  Si.. si.... ora vidi comi ta sciali! E chi favola! Anzi … nu beddu dramma... shakespearianu.. il tuo!! (poi continua a spolverare)

GIULIETTA, (Al fratello) Non è che mi prenderesti una birretta.. eh fratello? Haju bisognu mi mi rilassu na picca!

EDOARDO,  (risentito) Ma chi mi scanciasti pu to cammareri? Già lavu... stiru e cucinu .. puru a birra t'è pigghiari? Jazza sti jammuzzi e pigghittilla sula... a birretta! (poi ci ripensa, esagerare nella scena del dubbio, non dimenticare l'atteggiamento effeminato, e poi al pubblico) Però... uffa.... va bè...  è a minima cosa chi pozzu fari pi idda! Almeno le faccio affrontare la cosa... mezza ubriaca! E binidittu San Franciscu i Paula! (forte, gentile) Ok... per questa volta te la prendo! (esce)

GIULIETTA, (sbalordita al pubblico) Vah! E chi fu? Di sicuro qualcosa non va!   Mio fratello non ha mai cambiato idea e soprattutto non è mai stato così gentile! Dicemu chi a gentilizza e iddu.. su sciarriati! Mah!

EDOARDO, (rientra con la birra in mano, con l'altra sempre il piumino e gentilissimo) Ecco qua la tua birretta! Fresca fresca come piace a te!

GIULIETTA, (sempre sbalordita, al pubblico) Mizzica! Senza paroli mi lassò! (al fratello) Che dirti... grazie! (beve e poi soddisfatta)Ahhh!

EDOARDO, Ora sei rilassata?

GIULIETTA,Un po'!

EDOARDO, (al pubblico) Un po' … non basta.. picca è! (esce per prenderne un'altra, torna e porgendo alla sorella la nuova bottiglia o lattina) Oggi sono generoso... approfittane! Rilassati ancora un po'! (al pubblico)  E' megghiu pi idda!

GIULIETTA, (sempre sbalordita, al pubblico) Megghiu mi ci dugnu codda.. si no ci resta mali e addiu  generosità! Anche se la birra .. si mi piace... ma non la reggo molto!  (al fratello)  Ok... grazie.. di nuovo! (beve e poi soddisfatta) Ahhh!

EDOARDO, Ora sei rilassata?

GIULIETTA, (comincia a perdere lucidità, magari fa fatica a metterlo a fuoco) Un po'.. in più!

EDOARDO, (al pubblico) Un po'.. in più … non basta! Ancora picca è! (esce per prenderne un'altra, torna e porgendo alla sorella la nuova bottiglia)

GIULIETTA,  Ancora? 

EDOARDO, Si... ancora! Oggi  sugnu tuttu cori!

GIULIETTA, (al pubblico, leggermente stordita , anzi quasi ubriaca) Tuttu stu cori oggi comi minimu mi fa pinsari! Ma una birretta.. in effetti...  non si rifiuta mai! No..no!  (sempre sbalordita, alzando la bottiglia per un brindisi) Allora.. alla tua.. fratello!! Prosit! (beve, però lasciandone un po',  e poi soddisfatta) Ahhh! (poi comincia a ridere e se si vuole, le si può far fare un bel rutto di gratificazione e poi continua a ridere, è praticamente ubriaca)

EDOARDO, (al pubblico) Pensu chi ora è sufficienti! Mi pari a mia chi ora.. rilassata è! (la guarda bene) Mi sa puru troppu!

Scena  3 (detti, Cleopatra, Romeo, Maddalena, Alfonso)

(Cleopatra, di ritorno dal balcone, entra in scena come una furia, seguita da Romeo, poi Maddalena e Alfonso – da ora in poi Alfonso durante le pause in cui non parla starà impassibile ed altero mani dietro la schiena come fosse chiuso nel suo mondo, e a scelta può stare fermo o camminare qua e là e magari prima di dire qualcosa lancerà un sorrisino al pubblico, come a dire: ora tocca a me!  - .  Edoardo batte in ritirata e osserva la scena spolverando mentre Giulietta è ancora spaparanzata sul divano)

CLEOPATRA, (rientrando al pubblico) Mai nta me vita na cosa i chisti! Trattata.. chi pedi...  propriu! Non posso rimanere un minuto di più, qui! Fici puru assai! ROMEO, (rientrando anche lui) Cleopatra spetta.. dopotutto potremmo rimanere amici! Che ne dici?  (e magari sbatte contro qualcosa e fa un bella caduta esagerata)

GIULIETTA, (comincia a ridere fragorosamente) Mizzica chi caduta! Bestiali! (e alzandosi dal divano, a Cleopatra, magari dandole una bella pacca) Vero … Cleopatra? (poi si domanda e al pubblico)  Cleopatra?  E' venuta a trovarci.. la faraona! La faraona? Ahahah.. la gallina .. faraona! (imita la gallina) Co-co-co-co! (e poi ride. Poi guardando meglio Cleopatra) A vidu na picchicedda vecchia però.. sta jaddina!  (ridendo si ributta sul divano) Così... fa... buon brodo! Ahahahah!!

MADDALENA, ( con tono di rimprovero) Giulietta!

GIULIETTA,  (si alza subito di scatto e mettendosi sull'attenti) Signorsì signore! (poi ride e guardando Maddalena).. Ah ma tu no si u generali .. sei la .. wedding planner!  Ahahah (e riprende a ridere sedendosi di botto sul divano)

EDOARDO, (al pubblico)  Nenti .. tutta mbriaca è … non menza! Binidittu San Franciscu i Paula... esagerai! Uff!  (e continua a spolverare)

CLEAOPATRA, (guardando Giulietta e Romeo sdegnata, poi a Romeo) Amici... mai! (E mentre esce) Pacci.. ccà su tutti pacci!

Scena 4 (detti meno Cleopatra)

GIULIETTA, (ancora ridendo) La faraona  abbandona il.. pollaio.. (e indicando Romeo ancora a terra)... e puru u pollu!!! (e ride)

MADDALENA, (mentre aiuta Romeo a rialzarsi) Giulietta.. si può sapere cos'hai?

GIULIETTA, Cos'ho? Ehhhh … cos'ho?  (ridendo) Ccuntintai a .. a tuttu cori!! Yeeee!!!  Prima chi si ni pintìa!   (ride.. poi si alza e si soffia) Uff... chi cauddu!! (e si scende un po' la cerniera della tuta scoprendo appena l'attaccatura del seno)

ROMEO, (cercando di aguzzare la vista, piano a Maddalena) E' quella la Giulietta di cui mi parlava?

MADDALENA, (ricordando il piano che aveva fatto,al pubblico) Il progetto Romeo! Quasi quasi mi cadia i testa!!  (poi piano a Romeo) Siiii.. è lei!! (e spingendolo verso Giulietta) Vada... e torni vincitore!

ROMEO, (si aggiusta al solito gli occhiali e a se stesso) Romeo.. si... ritorna vincitore... cià poi fari !!! Tocca a tia stavota fari u primu passu! Con Cleopatra è stato diverso.. fici tutti cosi idda.. praticamente ti ha abbordato!  (mentre si avvicina a Giulietta, proprio quando era quasi arrivato, inciampa e cade fra le braccia di Giulietta con il naso nel suo decolleté e cercando di rialzarsi subito) Mi scusi...  mi scusi! Che maldestro sono! (e aggiustandosi gli occhiali si illumina e  al pubblico) Mizzica.. chistu si chi u vitti! (sorridendo sornione, sempre al pubblico) Nto cambiu ci guadagnai.. sicuru!! (poi a Giulietta, porgendole la mano) Piacere di conoscerla signorina!

GIULIETTA, Il piacere è mio.. signor .. pollo!!! (e ride)

EDOARDO, (man mano che spolvera si avvicina sempre di più per sentire meglio)

GIULIETTA,  Uh.. Maria chi cauddu! (si soffia)

ROMEO, ( che la sta studiando molto da vicino) A cu ciù cunta!  (e si soffia anche lui)

MADDALENA, (si avvicina a Romeo e piano) Mi raccomando.. io le lascio campo libero! Si facissi onori! (al pubblico) Speriamu beni! Progetto Romeo.. fase 2!  (forte) Scusate... io devo sbrigare delle cose.. ci vediamo più tardi! (esce)

Scena 5 (detti, meno Maddalena)

ALFONSO, Io invece resto! Le Truppe non devono mai rimanere inattive! (al pubblico)  E neanche io.. se no.. mi annoio!

EDOARDO, (sbuffa) Uffa cu sta storia oggi!

GIULIETTA, (sempre ridacchiando) Uh.. uh.. il Generale... il Generale.. sta parlando il Generale! (e si mette sull'attenti) Comandi mio Generale! (E ride, e poi a Romeo)  Pure lei.. pure lei! Si no ccuntintamu .. poi ci resta mali.. magari poi ni fa u brocculeddu! (e ride) Però fa ridiri u brocculeddu!! (imita ridendo, poi calmandosi)!!! Poi se non lo vuole compiacere .. si trasformi in soldatino di piombo! Non ci piacinu.. eh.. non si movinu! (E ride magari mentre fa la statuina per imitare il soldatino) Io glieli volevo comprare.. si.. un intero reggimento.. ma non li vuole! No.. no.. ne voli! Lui vuole i .. soldatini.. umani! E così ci restu mali jò ora! Ora u fazzu jò u brocculeddu! (fa il gesto poi invece ride)!

ALFONSO, (imperativo) Soldato Giulietta! Si contenga.. davanti al suo Generale!!

GIULIETTA, Uhhh.. si ncazzò! ! (a Romeo) Schhh.. nenti.. facissi finta i nenti!!! (e ride)  Ma si.. conteniamoci.. è pur sempre.. un generale!

ALFONSO, Truppa... adesso passiamo alla seconda fase... manovre militari!

ROMEO, (al pubblico)A me servirebbero invece  lezioni di .. manovri di approcciu amorosu! Che devo fare con la signorina? Non sacciu si è  sempri così... cu stu ritticchiu... po' essiri na cosa sulu di oggi.. ma mi piaci.. eccomi si mi piaci! Anche con  quella tuta da meccanico... però quando abbassa la cerniera... vidunu puru i ciechi comi a mia!! Autru chi Claopatra.. chidda pinsava sulu mi mi frega! E me soddi pinsava.. a fitusa!   Ok.. Romeo... smoviti .. nnachiti.. fai u masculu! E che sarà mai? (cerca di fare un atteggiamento da duro ma invece poi abbassando il tono, quasi flebile, quindi a Giulietta) Ehm signorina... io vorrei presentarmi!

GIULIETTA, E chi bisognu c'è? Lei è il .. signor.. Pollo.. no?!  (e ride)

ROMEO, No.. no.. il mio nome è Romeo... Ro-me-o! Ci tegnu.. o me nomi.. ci tegnu!

ALFONSO, Silenzio fra le righe.. se no vi do una settimana di consegna!

GIULIETTA, (piano a Romeo) Schhh.. signor Pollo! Facciamo i bravi! Altrimenti ci fa una bella...  consegna .. nu beddu paccu! (e ride) Lei u voli u beddu paccu? E chi dici ciù mittemu nu beddu nastru? Nu beddu fioccu.. russu magari! Ci piaci russu?  (e ride) Siii.. una bella consegna.. coi fiocchi!

EDOARDO, (al pubblico) U beddu  paccu.. a soru.. l'hai i latu... si.. si!!

ROMEO,   Si.. si.. facciamo i bravi! (al pubblico) E  comi fazzu a fari u brau cu chista chi mi sta facennu sudari tuttu? (prende un bel respiro) Allora .. riprendiamo!  (a Giulietta) Le stavo dicendo prima che mi chiamo .. Romeo... e volevo permettermi di… (viene interrotto)

ALFONSO, Truppa... siete in pericolo.. abbiamo avvistato il nemico! Tutti a terra!

GIULIETTA,  (ride) Siiii... mi piaci... .. a terra .. a terra! Signor Pollo .. puru lei! (e si mettono pancia a terra appoggiati sui gomiti) Ahahah.. mi staju scialannu! Maria chi cauddu però!

ROMEO, (al pubblico) Chi cauddu u dicu puru jò! Maria chi junnata! Ma cu mi l'avia diri! (poi a Giulietta) Signorina... vorrei riprendere il discorso.. è molto importante! Mi piacerebbe parlarle un po' di me … se lei permette!!

ALFONSO, Non state lì imbambolati! Il nemico vi sta raggiungendo! Muoversi.. muoversi... strisciare!

GIULIETTA,  Ahahah.. si .. che bello.. strisciamo … strisciamo.. signor Pollo ...vinissi arreti a mia! (e comincia a strisciare e camminare coi gomiti e va in direzione dietro il divano e si nasconde lì)

ROMEO, (al pubblico) Oh Gesù chi mi tocca fari! (ma distrattosi un secondo non sa dove è andata Giulietta) Signorina? Signorina Giulietta? Ma unni si nn'annau? (e va nel senso opposto, proprio davanti ai piedi di Alfonso e credendo di averla trovata) Ah.. signorina.. l'ho trovata! Spero di avere finalmente  5 minuti per dirle tutto quello che ho in mente ! Allora... quello che mi preme farle sapere è che...

ALFONSO, (che lo stava osservando, lo interrompe)Soldato Romeo.. cosa fa qui? Si muova!

ROMEO, Oh santa Maria.. unni annai a finiri?

ALFONSO, Forza soldato... scattare! All'istante!

ROMEO, Si si.. scattu.. scattu! (e si alza in piedi, quindi interviene Edoardo che comincia a spolverarlo col piumino, magari pure in faccia – esagerare, scena comica.. magari fa un bello starnuto in faccia ad Alfonso)

ALFONSO, (mentre si pulisce) Soldato... cosa vuol fare? Prendere in giro il suo Generale?

ROMEO, (ancora alle prese col piumino di Edoardo)  Menzamà Diu!  (al pubblico) Ma unni capitai? Aiutu! Hai bisognu na manu divina e nenti autru! (poi cerca Giulietta)  Signorina? Signorina Giulietta?  La prego...  dov'è? Venga fuori!

GIULIETTA, (spuntando all'improvviso da dietro il divano) Cu-cù! (E ride tenendosi la pancia)  Non ho mai riso tanto in vita mia! Mi doli puru a panza i quantu staju ridennu!!

ROMEO,  Ahh.. signorina.. eccola! (ma va da tutta un'altra parte)

GIULIETTA, (vedendolo andare da un'altra parte si metterà a ridere e comincerà il gioco...) Acqua... acqua....

ROMEO , (capisce il gioco e va da un'altra parte, ma sempre sbagliata) Ah! Capìa! U giocu di ll'acqua e du focu! (al pubblico) E ci mancava puru u giocu!

GIULIETTA, (vedendolo andare ancora da un'altra parte si metterà a ridere e continuerà) Acqua... acqua.... (il gioco durerà un ancora un po' sempre dicendo .. acqua, magari sbatterà di qua e di là, tipo anche su Alfonso, fino a quando)

ROMEO,  Mizzica … sempri acqua! U focu quannu?

EDOARDO, (indeciso sul da farsi, alla fine con un gesto che sembra  dire: ma che mi tocca fare!... prenderà dalle spalle Romeo e lo spingerà vicino alla sorella, e con un gesto di stizza ) E binidittu San Franciscu i Paula!

ROMEO, Oh signorina.. finalmente l'ho trovata! Focu .. focu... mu dicu sulu! Basta.. non vogghiu cchiù peddiri tempu.. a cosa chi è diri è troppu importanti  e quindi .. (prendendo fiato) … la dico! Ecco.. dunque... si...  perciò.... ehm... quindi... pertanto... il nòcciolo è.... (il tutto mentre Giulietta lo studia, magari giocando coi suoi capelli, o altro, e comunque distraendolo mentre anche ridacchia, da fare a soggetto) .. signorina.. la prego... le volevo dire che....  si.. insomma.... oh santa Maria! Oh bedda  matri ! Signorina... la supplico.... mi lasci esprimere!

EDOARDO, (sbuffa)

ALFONSO, Basta cincischiare! Non sono  consentiti questi... chiamiamoli … approcci.. fra  commilitoni! Pertanto.. sono costretto... a procedere... e a darvi una .. esemplare.. punizione! Qui subito.. davanti .. e in ginocchio e mani dietro la nuca! Forza subito.. all'istante!!!

GIULIETTA, (scoppiando a ridere, afferra la mano di Romeo e lo fa correre davanti al divano, e piano a Romeo)  Schhhh.. facciamogli uno scherzo! (e ride)

ROMEO, Uno scherzo? Oh mali pi mia! Signorina... non sugnu in vena di schezzi jò.... io le voglio dire una cosa seria!

GIULIETTA,  (finta seria con tono militaresco, ma con qualche risatella che cerca di scappare) Mio Generale... mi consenta di non essere d'accordo sulla punizione.. poiché in disaccordo anche sul concetto di vietare quelli che lei chiama approcci tra  commilitoni! Pertanto mi vedo costretta anch'io a procedere! (a Romeo) Signor Pollo... si prepari...

ROMEO,  M'ava scusari.. pi che cosa? (ad Alfonso) Generale mi perdoni.. io non capisco.. mi dissocio...

GIULIETTA, E mutu.. quantu parra... signor Pollo! (e prendendogli il volto con le mani le schiocca un bel bacio o se si vuole un bacio col caschè di Romeo)

ROMEO, (finito il bacio) Oh santo cielo! Oh bedda matri! Oh matri santissima! Oh Maria Veggini!  (fra le nuvole) Mizzica veru è chi i fatti parrinu cchiù di paroli! Romeo.. e allura passa puru tu e fatti! (e si lancia anche lui per restituirle il bacio ma Giulietta si sposta, lui si sbilancia e cade sul divano facendo ovviamente ridere Giulietta)

Scena 6 (detti, Maddalena)

MADDALENA,  (rientrando, al pubblico) Speriamu chi i cosi annaru pu so vessu e putemu passari... alla fase 3! I confetti! (si accorge di Romeo sul divano , quindi va a sederglisi vicino e piano) Allora signor Romeo come è andata?

ROMEO,  (confuso) Cosa? Come? Chi è andata? Dove è andata? Che è stato? Chi fu?  Cu fu?

MADDALENA,  La vedo un po' confuso! (al pubblico) Saravi emozionatu picchì truvau finammenti l'anima gemella! Sicuru.. accusì è! U lassu tranquillu.. ora parru cu me figghia! (a Giulietta, piano) Allora... (indicando Romeo) … è stato abbastanza all'altezza del suo nome?

GIULIETTA,  (la guarda perplessa, non dimenticando che è ubriaca) In che senso all'altezza del suo nome? Cos'è che  doveva fare per essere all'altezza del suo nome.. il signor Pollo? (ridendo)  Fari chicchirichì .. magari cu nu beddu do di pettu? (e ride, poi si soffia) Uh chi cauddu.. chi cauddu!

MADDALENA,  (al pubblico) Ma chi si vinneru u ciriveddu tutti e dui? Mah!  E chissacciu! Ora provu accussì! (forte) Ma.... non so.. mi vinni na pinsata  improvvisa.. non vi parinu  fatti...  l'uno per l'altra?  D'altronde sono.. Romeo e Giulietta! Eh!? (guardando Alfonso ed Edoardo che però restano indifferenti).. Chi nni pinsati vui autrii? Non su cosa i matrimoniu?    (piano a Giulietta) U vidisti? Puru menzu ciecu comi vulitvi tu è!

EDOARDO, (al pubblico) E a frittata è fatta!

GIULIETTA, Ma chi stai dicennu? Quali matrimoniu? Jò... cu.. cu .. signò Pollu?  Chisti nummira su!  (resta a bocca aperta per un pò, poi va a riprendere la bottiglia della birra che aveva lasciato a metà, la beve e cerca di berla fino all'ultima goccia magari mettendola sottosopra per  vedere se è veramente finita, poi si butta sul divano e   con fare allucinato guardando Romeo)   Oh Romeo .. Romeo... perchè sei tu Romeo? (poi al pubblico) E jò.. m'avrissi maritari … cu iddu?  Ma io … non avevo deciso di .. non.. sposarmi? Si.. si... mi pari propriu chi jò non mi vulia maritari! Ma poi.. lui.. mica me lo ha chiesto!? No no.. jò nenti sintia! Sti cosi.. si fannu comi si devi! Ah! Ma si nno.. nenti! (e ride)  No no.. nenti! (poi riflette, si rifà seria e al pubblico) Ma... me matri.. chi ci ntrasi nta tuttu stu discussu?

ROMEO,  La prego signorina.. mi dia il tempo di chiederlo... e pure  come si deve! (con molta fatica, magari si metterà in ginocchio ma al solito non vedendo niente  non sarà nella giusta direzione,  ci riproverà più volte, la prima volta davanti ad Alfonso dirà)  Allora... mi vuoi sposare?

ALFONSO, Acqua.. soldato!

ROMEO,  Mizzica! N'autra vota acqua e focu! Mi scusi.. mi scusi! (si girerà e stavolta davanti a Maddalena) Allora... mi vuoi sposare?

MADDALENA, Acqua!

ROMEO,  Mi scusi.. mi scusi anche lei! Maria chi malafiguri stajunnata! I cadiri a facci nterra!  (si girerà e stavolta davanti ad Edoardo) Allora... mi vuoi sposare? (Edoardo, sbuffando,  al solito lo metterà nella direzione di Giulietta dicendo il solito) E binidittu San Franciscu i Paula!

ROMEO, (stavolta nella giusta direzione) Ah.. ok.. focu .. focu! Allora... Giulietta... vuoi sposare il tuo Romeo? Si.. insomma... pozzu aviri l'onori da to manu?

MADDALENA, (piano a Giulietta) E' riccu, non tu fari scappari! Sudai 7 camici mi ciù scippu a dda mummia faraona! Dacci a manu.. u pedi.. e puru tuttu u restu!

GIULIETTA,  (rimasta a bocca aperta, per un po' guarderà perplessa e anche spaventata sia Romeo che sua madre, poi) Mi veni i diri sulu na cosa ... cospirazioni! (e poi con un bel pianto disperato si alzerà dal divano e proverà a scappare, ma proprio davanti alla porta si troverà...)

Scena 7 (detti, Roy)

(… Roy, suo collega dell'officina)

MADDALENA, E st'autru … cu è?

ALFONSO, Che importa! Un soldato in più per le mie truppe! (al pubblico) Che sollazzo.. oggi!

EDOARDO, (sbuffando) Ma quali suddatu e suddatu! Ccà n'avemu n'autru!  Un altro portatore sano di microbi.. germi e batteri! (e va da lui per provare a  spolverarlo col piumino)

ROY, (ma, infastidito, rude,  mette le braccia conserte e fa uno sguardo truce, come per dire: prova a toccarmi e ti polverizzo!)

EDOARDO, (spaventandosi e con atteggiamento arrendevole, al pubblico) Ma si... pinsannuci boni... fossi fossi ..  (agitando il piumino).... non n'avi bisognu! Pulitu è! (e batte in ritirata)

GIULIETTA, (trovandosi davanti Roy, stupefatta al pubblico) Roy... u me collega? E chi voli ccà? (a Roy) Roy... . cosa ti porta da queste parti?

ROY, (rude) Giu.. t'è diri na cosa... e mi ta dicu... prima i veniri ccà...  mi caricai tuttu.. sugnu caricu a palla e ora pozzu pattiri.. puru in quinta.. puummm! … sparatu! (si prepara)  Ti vaddava ant'ura mentri eri supra ddu spittaculu i Ferrari e pinsai chi puru a to carrozzeria è nu  spittaculu!!  E siccomi jò sugnu comi nu Suv .. solidu e irresistibili... e tu si comi na decappottabili.. sexy  e scattanti...  ccà c'è na cosa sula i fari... Giu ... damuci  na sgasata e nostri muturi  e mannamuli a ducentu.. assemi.. e pi tutta a vita! Ni capemmu? (ammiccando)

EDOARDO, (al pubblico) Però.... nonostanti na nticchitta i cafunaggini.. pari fattu su misura pi me soru! Parrinu a stissa lingua...il motorese! Quasi quasi... fazzu u tifu pi chistu! Qualunqui cosa puru di fari dispettu a me matri!

GIULIETTA, (ancora una volta allibita, torna indietro e dopo aver osservato alternativamente Romeo e Roy, si posiziona al centro della scena mentre gli altri parlottano incuriositi tra di loro, e scuotendo la testa per  farsi passare la sbornia) Boouummm!! Come farsi passare la sbornia in un botto! Ricevere due proposte di matrimonio .. in due minuti! E cu si l'avissi mai immaginatu! Pi una comi a mia poi.. chi o matrimoniu.. non ci pinsava propria! (pausa) Ora si sta dumanna mi l'avissiru fatta du uri fa.. l'unica risposta chi m'avissi vinutu  spontania era: ma chi mi nni frega a mia di sti ddui?! Chi haju jò di spattiri cu chisti? (spaventata) Ora però mi sentu strana.... no sacciu .. fu dda birra chi mi fici peddiri i lumi... o no sacciu chi... canciai idea e pensu chi non mi piaciria u fattu di ristari sula! Aviri n'omu accantu cu cu condividiri a vita.. non è poi na cosa mala! Anzi! (ancora più spaventata) Oh Gesù! Ma chi staju cuminciannu a parrari comi a me matri? E mi veni puru i cori m'accuntentu! Magari mi ci fazzu ogganizzari nu matrimoniu propriu comi piaci a idda! Però.. mittemu i puntini supra i i.. supra na cosa non transigiu.. non mi parrati di pizzi e fronzuli chi chiddi propriu ne vogghiu! Ch'è fari jò cu ddi cosi di bambuli!? Jò.. bambula... non ci sugnu!  (pausa) Comunque...il problema sta ora nel capire .. con chi.. convolare!! (avendo entrambi dietro in secondo piano indica coi pollici prima da un lato e poi dall'altro i pretendenti) Con  il signor Pollo... ehm... Romeo... chi saravi puru cecateddu...  ma è sicuramente il tipico bravo ragazzo... affidabile e gentile! In effetti.. che tenerezza mi fa! Ma si... in fondo … in fondo...! Che poi … sta menza obbaria...  problema superabile... una bella operazione e tutto si risolve! E poi.. sotto i quattrocchi .. non è per niente male!! Ed è pure ricco! E chi voi i cchiù?  (pausa)  Oppure.. il rude meccanico... va bè.. dicemulu.. na picca cafuneddu è.. comunque  ... amante  come me dei motori... imprevedibile e passionale come una bella auto... come una decappotabile che ti scompiglia tutta.. come dice lui sexy e scattante... ma chi sacchetti desolatamenti vacanti!?

ROY, (si avvicina a Giulietta) Giu.. strincimi!  (inizia un tango – tipo il Libertango -  e fanno qualche passo, al termine) E pi infommazioni.. u me veru nomi è Romeo.. e tu... sarai a Giulietta da me vita! (poi Roy si fa da parte)

GIULIETTA,  Wow!

ROMEO, ( ha un atteggiamento come di chi... io non ne vengo meno! .. quindi si alza e va da Giulietta) Madame .. permette? (e inizia un valzer lento – tipo Fascination  di Nat King Cole -  di cui faranno qualche passo, al termine) Io lo so già .. tu... sei la... mia... Giulietta! E di nuddu cchiù!  (e si allontana da lei)

GIULIETTA, Wow!

MADDALENA, (Si avvicina da un lato e piano alla figlia) Ccà c'è picca i pinsari... scegli Romeo! Il mio Romeo!  (e si allontana)

EDOARDO, (si avvicina alla sorella e piano) Ancora ci pensi?  Non aviri dubbi! Roy è to fotocopia in vessioni maschili! Sceglilo.. non te ne pentirai!

GIULIETTA, (poi indecisa) E ora che faccio? Entrambi .. un destino in un nome! Si.. ma quale dei due? (e dopo aver titubato un po', come se le fosse venuta un'idea, al pubblico)  E sentiamo... voi.. che fareste?  (e resta nella posizione di dubbio, come Edoardo alla fine del 1° atto. Se si vuole possono usare la stessa posizione anche tutti gli altri, magari Romeo e Roy schiena contro schiena, e Maddalena con Alfonso ed Edoardo a comporre un altro quadretto dal dubbio amletico. Si  chiude il sipario)

NARRATORE, (entra con la solita musica) Ancora un dubbio.. ancora una scelta.. quale? Pubblico... tocca a voi! Immedesimatevi in Giulietta e dite la vostra! Verde... Romeo il dolce... Rosso .. Roy... o Romeo il passionale! (pausa, e dopo la decisione del pubblico comunica l'esito con le parole di prima per ogni colore) Il dado è ancora una volta.. tratto! ( secondo la scelta dirà:) Verde... Romeo il dolce... [per questa scelta vai prima alla Parte Comune di pag. 48  e poi a pag. 52 ] (oppure)  Rosso .. Roy... o Romeo il passionale![per questa scelta vai prima alla Parte Comune di pag. 48 e poi a pag. 55 ](Poi esce con la solita musica e si dà inizio al Quadro B relativo)

                                   FINE 1A

Scelta 2A (Verde): Edoardo racconta tutto a Giulietta

Scena 1 (Edoardo)

(Si riapre il sipario e Edoardo è di nuovo nella stessa posizione e sempre col piumino in mano. Poi..)

EDOARDO,  (dopo ancora un po' di dubbi – rendere la scena con gesti ed atteggiamenti, non dimenticando lo stile effeminato – decide ) O San Franciscu i Paula... ch'è fari?  Dirlo o non dirlo? Chistu è u problema! Viditi nta quali rotula scassi jò mi misi!  Era megghiu non sapiri nenti! Edoardo.. tu m'a fari stu piaciri... leviti u viziu  mi ti ntrichi.. e mi scuti i discussi i ll'autri.. va beni? Oh! Campi cchiù tranquillu! Non c'è paragoni!  (pausa) Intantu però... Giulietta è mia sorella.. e non posso dimenticare la solidarietà che ci deve essere tra fratelli! (deciso) Giustu...  solidarietà! Nenti.. basta.. dicidia! La verità ad ogni costo!

Scena 2 (Edoardo, Giulietta)

GIULIETTA,  (entra in scena stanchissima e si incrociano con Edoardo che la guarda con occhio incuriosito, fissandola) Mbè? Chi ci vaddi?

EDOARDO, (con la faccia da finto tonto) Jò? Nenti! (e comincia a spolverare qua e  là tenendola sempre d'occhio e al pubblico) Ora mi tocca puru truvari u modu e u mumentu giustu pi parrari! Ci vuole diplomazia nta sti cosi! Binidittu San Franciscu i Paula!

GIULIETTA, (stanca va a spaparanzarsi sul divano) Maria chi stanchizza!   Quella Ferrarimi ha fatto tribolare per sistemarla! Però... wow... che goduria guidarla poi! Uno sprint.. una ripresa... da favola! Comi si dici.. ma scialai!  (finge ancora di guidarla con viso sognante )

EDOARDO, (mentre  la prende in giro a gesti, fra sè)  Si..si.... ora vidi comi ta sciali! E chi favola! Anzi … nu beddu dramma... shakespearianu.. il tuo!! (pausa, riflette) Basta … non ma pozzu teniri cchiù.. è parrari!  A ddu paisi  a diplomazia! (va da Giulietta) A soru.. t'è diri na cosa.. prestu prestu... papali papali!

GIULIETTA, Mih a soru.. motta sugnu.. n'autru mmossu ma dici a cosa prestu prestu papali papali!

EDOARDO, Quali n'autru mmossu! Ora!  Anzi...  puru prima... avanti chi mi nni pentu! Te lo dico in tre parole.. anzi.. (contando con le dita).. sei parole! (usando ancora le dita) Mamma.. ti.. ha.. trovato.. un.. fidanzato!

GIULIETTA, (trasalendo) Cosa? A mia nu zzitu? Idda paccia è!  (pausa di sbalordimento, poi al pubblico) Virus.. germi.. batteri... microbi.. agenti patogeni... avranno invaso il cervello di mia madre! Chinu chinu l'aviravi! Ci nescinu puru i fora! Non c'è dubbiu!  Oddiu.. ora staju parrannu comi a me frati!   (poi a Edoardo)  Maaa.. ne sei... assolutamente sicuro? Certu? Convintu? No.. sai.. nto'n mumentu.. capisti mali!

EDOARDO, (sbuffando) Siii.. si! E binidittu San Franciscu i Paula.. certissimu! E ti dirò di più... un fidanzato quattrocchi e mezzo cecato! Quasi.. obbu! Eccu!

GIULIETTA,  Puru! (al pubblico) Me matri mi pigghiau in parola! Jò ci dissi chi fossi ci vurrissi unu ciecu e lei: detto.. fatto! (Al fratello) Non è che mi prenderesti una birretta.. eh fratello? M'è ripigghiari! Haju bisognu i cacchi cosa mi digirisciu sta nutizia!

EDOARDO,  (risentito) Ma chi mi scanciasti pu to cammareri? Già lavu... stiru e cucinu .. puru a birra t'è pigghiari? Jazza sti jammuzzi e pigghittilla sula.. a birretta!  (poi ci ripensa, esagerare nella scena del dubbio, non dimenticare l'atteggiamento effeminato, e poi al pubblico) Però... uffa.... va bè... è a minima cosa chi pozzu fari pi idda...  almeno le faccio affrontare la cosa... mezza ubriaca! E binidittu san Franciscu i Paula!   (forte, gentile) Ok... per questa volta te la prendo! (esce)

GIULIETTA, Grazie.. a buon rendere! (e mettendosi una mano in fronte, al pubblico) Oh mali pi mia! Ma comi ci potti veniri nta testa a me matri na cosa i chisti? E ora chi fazzu? Chi fazzu? Uff! Mica mi pozzu baliari stu tiziu.. quasi obbu! E mancu si non era  obbu! Picchì ccà violazioni di libettà di scelta ci fu! Unni sta scrittu chi m'anna cumannari? Unni? To me ciriveddu.. no di sicuru!

EDOARDO, (rientra con la birra in mano, con l'altra sempre il piumino e gentilissimo) Ecco qua la tua birretta! Fresca fresca come piace a te!

GIULIETTA, (al pubblico indicando la birra) Spero che questa mi porti consiglio!   N'haju propriu bisognu!  (beve e poi soddisfatta)Ahhh!

EDOARDO, Ora ti sei ripresa?

GIULIETTA,Un po'!

EDOARDO, (al pubblico) Un po' … non basta! Picca è! (esce per prenderne un'altra, torna e porgendo alla sorella la nuova bottiglia) Oggi sono generoso... approfittane! Arripigghiti n'autra picca!

GIULIETTA, Ragiuni hai! Troppu scombussolata sugnu! Anche se.. la birra .. si mi piace... ma non la reggo molto! Non è chi mi fa ragiunari tantu e purria puru fari danni! (beve e poi soddisfatta)Ahhh!

EDOARDO, Ora ti sei ripresa del tutto?

GIULIETTA, (comincia a perdere lucidità, magari fa fatica a metterlo a fuoco) Un po' in più!

EDOARDO, (al pubblico) Un po' in più … non basta! Ancora picca è! (esce per prenderne un'altra, torna e porgendo alla sorella la nuova bottiglia)

GIULIETTA,  (poco lucida) Ancora?

EDOARDO, Si... ancora! Oggi  sugnu tuttu cori.. non peddiri  st'occasioni!!

GIULIETTA, (sempre poco lucida) E jò non ma peddu! Anchi picchì... è pisanti i digiriri st'infommazioni!  ( leggermente stordita alzando la bottiglia per un brindisi) Allora.. alla tua.. fratello!! Alla solidarietà tra fratelli!   (beve, però lasciandone un po',  e poi soddisfatta) Ahhh! (poi comincia a ridere e se si vuole, le si può far fare un bel rutto di gratificazione e poi continua a ridere, è praticamente ubriaca)

EDOARDO, (al pubblico) Ridi! Pensu chi ora è sufficienti! Mi pari a mia chi ora.. ripigghiata  è! (la guarda bene) Mi sa puru troppu!

GIULIETTA, (in piena sbornia, alza la bottiglia ridendo) A noi due.. mamma!! (riflette) Forse! (dopo un'altra bella risata) Perchè in effetti ..  mi sento un pò.. strana! Si.. si.. nu pochiceddu assai! E a cosa.. m'inquieta! (E ride)

Scena  3 (detti, Cleopatra, Romeo, Maddalena, Alfonso)

(Cleopatra, di ritorno dal balcone, entra in scena come una furia, seguita da Romeo, poi Maddalena e Alfonso – da ora in poi Alfonso durante le pause in cui non parla starà impassibile ed altero mani dietro la schiena come fosse chiuso nel suo mondo, e a scelta può stare fermo o camminare qua e là e magari prima di dire qualcosa lancerà un sorrisino al pubblico, come a dire: ora tocca a me!  - .  Edoardo batte in ritirata e osserva la scena spolverando mentre Giulietta è ancora spaparanzata sul divano)

CLEOPATRA, (rientrando al pubblico) Mai nta me vita na cosa i chisti! Trattata.. chi pedi...  propriu! Non posso rimanere un minuto di più, qui! Fici puru assai!

ROMEO, (rientrando anche lui) Cleopatra aspetta.. dopotutto potremmo rimanere amici! Che ne dici?  (e magari sbatte contro qualcosa e fa un bella caduta esagerata)

GIULIETTA, (comincia a ridere fragorosamente) Uhh... mizzica chi caduta! Bestiali! (e alzandosi dal divano, a Cleopatra, magari dandole una bella pacca) Vero … Cleopatra? (poi si domanda, e al pubblico) Cleopatra? E' venuta a trovarci.. la faraona! La faraona? Ahahah.. la gallina .. faraona! (imita la gallina) Co-co-co-co! (e poi ride. Poi guardando meglio Cleopatra) A vidu na picchicedda vecchia però.. sta jaddina!  ( e ridendo si ributta sul divano)Così... fa... buon brodo! Ahahahah!!

MADDALENA, ( con tono di rimprovero) Giulietta!

GIULIETTA,  (si alza subito di scatto e mettendosi sull'attenti) Signorsì signore! (poi ride e guardando Maddalena).. Ah  ma tu no si u generali!  Sei la .. wedding planner! Ahahah! ( al pubblico) Quella wedding planner che vuole incastrarmi!  Subdola wedding planner! (e ridendo si siede di botto sul divano)

EDOARDO, (al pubblico) Nenti .. tutta mbriaca è .. non menza! Binidittu San Franciscu i Paula, esagerai!  (e continua a spolverare)

CLEAOPATRA, (guardando Giulietta e Romeo sdegnata, poi a Romeo) Amici... mai! (E mentre esce) Pacci.. ccà su tutti pacci!!!

GIULIETTA, (ancora ridendo) Uhhh! La faraona  abbandona il.. pollaio.. (e indicando Romeo ancora a terra)... e puru … u pollu!  (e ride, poi ridiventando seria, al pubblico)  Oh mali pi mia! Ma stu pollu avi quattrocchi.. o Maria Veggini.. non è chi è chistu .. u .. me.. zzitu?   (ridendo) Io fidanzata con un … pollo!!! N'applausu pi me matri!! Yeee!!

MADDALENA, (mentre aiuta Romeo a rialzarsi) Giulietta.. si può sapere cos'hai?

GIULIETTA, Cos'ho? Ehhhh … cos'ho?  (ridendo) Ccuntintai a .. tuttu cori!! Yeeee!!!  (al pubblico) E  quannu mi ricapita n'occasioni simili? Cioè di essere intrappolata da mia madre? E quindi bere per dimenticare??!!!  (ride.. poi si alza e si soffia) Uff... Maria chi cauddu! (e si scende un po' la cerniera della tuta scoprendo appena l'attaccatura del seno)

ROMEO, (cercando di aguzzare la vista, piano a Maddalena) E' quella la Giulietta di cui mi parlava?

MADDALENA, (ricordando il piano che aveva fatto, al pubblico) Il progetto Romeo! Quasi quasi mi cadia i testa! (poi piano a Romeo) Siiii.. è lei!! (e spingendolo verso Giulietta) Vada... e torni vincitore!

ROMEO, (si aggiusta al solito gli occhiali e a se stesso) Romeo.. si... ritorna vincitore... cià poi fari!!! Tocca a tia stavota fari u primu passu! Con Cleopatra è stato diverso.. fici tutti cosi idda.. praticamente ti ha abbordato! (mentre si avvicina a Giulietta, proprio quando era quasi arrivato, inciampa e cade fra le braccia di Giulietta con il naso nel suo decolleté e cercando di rialzarsi subito) Mi scusi...  mi scusi! Che maldestro sono! (e aggiustandosi gli occhiali si illumina e  al pubblico) Mizzica.. chistu si chi u vitti! (sorridendo sornione, sempre al pubblico) Nto cambiu ci guadagnai.. sicuru!! (poi a Giulietta, porgendole la mano) Piacere di conoscerla signorina!

GIULIETTA, Il piacere è mio.. signor .. pollo!!! (e ride, e poi al pubblico.. non dimenticare che è ubriaca) Mihhh... appena pozzu.. cè fari ddu  complimenti a me matri.. puru mbranatu mu truvau! Yeeee! (e ride)

EDOARDO, (man mano che spolvera si avvicina sempre di più per sentire meglio)

GIULIETTA,  Uh.. Maria chi cauddu!  (si soffia)

ROMEO, ( che la sta studiando molto da vicino) A cu ciù cunta! (e si soffia anche lui)

MADDALENA, (si avvicina a Romeo e piano) Mi raccomando.. io le lascio campo libero! Si facissi onori! (al pubblico) Speriamu beni! Progetto Romeo.. fase 2!  (forte) Scusate... io devo sbrigare delle cose.. ci vediamo più tardi! (esce)

Scena 4 (detti, meno Maddalena)

ALFONSO, Io invece resto! Le Truppe non devono mai rimanere inattive!  (al pubblico)  E neanche io.. se no.. mi annoio!

EDOARDO, (sbuffa) Uffa cu sta storia oggi!

GIULIETTA, (sempre ridacchiando) Uh.. uh.. il Generale... il Generale.. sta parlando il Generale! (e si mette sull'attenti) Comandi mio Generale! (E ride, e poi a Romeo)  Pure lei.. pure lei! Si no ccuntintamu .. poi ci resta mali.. magari poi ni fa u brocculeddu! (e ride) Però fa ridiri u brocculeddu!! (imita ridendo, poi calmandosi) Poi se non lo vuole compiacere .. si trasformi in soldatino di piombo! Non gli piacciono! Non ci piacinu.. eh.. non si movinu!  (E ride magari mentre fa la statuina per imitare il soldatino, poi rattristandosi) Io glieli volevo comprare.. si.. un intero reggimento.. ma non li vuole! No.. no.. ne voli! Lui vuole i .. soldatini.. umani! E ci restu mali jò ora! Ora u fazzu jò u brocculeddu! (fa il gesto poi invece ride, al pubblico, sempre ubriaca) E invece ci vorrebbe... un soldatino di piombo... Giulietta.. puru cu brocculeddu! (ride) Si.. si..ci vurrissi propriu! (indicando Romeo) Mi si nzuppa a chistu ccà! Tantu.. cecatu pi com'è.. non troviria .. a differenza! (e ride, magari si scollaccia un altro po') Uff.. Maria chi cauddu!

ALFONSO, Soldato Giulietta! Si contenga.. davanti al suo Generale!!

GIULIETTA, Uhhh.. si ncazzò!  (a Romeo) Schhh.. facissi finta i nenti!! (e ride però risistemandosi un po', al pubblico) Ma si.. conteniamoci.. è pur sempre.. un generale!

ALFONSO, Truppa... adesso passiamo alla seconda fase... manovre militari!

ROMEO, (al pubblico)A me servirebbero invece  lezioni di … manovri di approcciu amorosu! Che devo fare con la signorina? Non sacciu si è  sempri così... cu stu ritticchiu... po' essiri na cosa sulu di oggi.. ma mi piaci.. eccomi si mi piaci!  Anche con  quella tuta da meccanico... però quando abbassa la cerniera... vidunu puru i ciechi comi a mia!  Autru chi Claopatra.. chidda pinsava sulu mi mi frega! E me soddi pinsava.. a fitusa!   Ok.. Romeo... smoviti .. nnachiti.. fai u masculu! E che sarà mai? (quindi a Giulietta) Ehm signorina... io vorrei presentarmi!

GIULIETTA, E chi bisognu c'è? Lei è il .. signor.. Pollo.. no?!  (e ride, al pubblico) Il mio .. fantomatico.. fidanzato! Sempri si jò dicu i.. si! Ovviamenti! E non sacciu chi dicu oggi! No no.. no sacciu!! (e ride)

ROMEO, No.. no.. il mio nome è Romeo... Ro-me-o! Ci tegnu.. o me nomi.. ci tegnu!

ALFONSO, Silenzio fra le righe.. se no vi do una settimana di consegna!

GIULIETTA, (piano a Romeo) Schhh.. signor Pollo! Facciamo i bravi! Altrimenti ci fa una bella...  consegna .. nu beddu paccu! (e ride) Lei u voli u beddu paccu? E chi dici ciù mittemu nu beddu nastru? Nu beddu fioccu.. russu magari! Ci piaci russu? (e ride, al pubblico) Siii.. una bella consegna.. coi fiocchi! (Al pubblico) Nu beddu zzitu chi fiocchi.. chi micci! E chi poi vuliri i cchiù .. eh Giulietta??  E u fioccu ciù mittemu ccà! (Indicando la fronte ride)

EDOARDO, (al pubblico) U beddu  paccu.. a soru.. l'hai i latu... si.. si.. ragiuni hai!!

ROMEO,   Si.. si.. facciamo i bravi! (al pubblico) Ma comi fazzu a fari u brau cu chista chi mi sta facennu sudari tuttu? (prende un bel respiro) Allora .. riprendiamo!  (a Giulietta) Le stavo dicendo prima che mi chiamo .. Romeo... e volevo permettermi di… (viene interrotto)

ALFONSO, Truppa... siete in pericolo.. abbiamo avvistato il nemico! Tutti a terra!

GIULIETTA,  (ride) Siiii... mi piaci... .. a terra .. a terra! Signor Pollo .. pure lei! (e si mettono pancia a terra appoggiati sui gomiti) Ahahah.. mi staju scialannu!! Uh... Maria chi cauddu!

ROMEO, (al pubblico) Chi cauddu u dicu puru jò! Maria chi junnata! Ma cu mi l'avia diri! (poi a Giulietta) Signorina... vorrei riprendere il discorso.. è molto importante! Mi piacerebbe parlarle un po' di me … se lei permette!!

ALFONSO, Non state lì imbambolati! Il nemico vi sta raggiungendo! Muoversi.. muoversi... strisciare!

GIULIETTA,  Ahahah.. si .. che bello.. strisciamo … strisciamo.. signor Pollo.. vinissi arreti a mia! (e comincia a strisciare e camminare coi gomiti e va in direzione dietro il divano e si nasconde lì)

ROMEO, (al pubblico) Oh Gesù chi mi tocca fari! (ma distrattosi un secondo non sa dove è andata Giulietta) Signorina? Signorina Giulietta? Ma unni si nn'annau? (e va nel senso opposto, proprio davanti ai piedi di Alfonso e credendo di averla trovata) Ah.. signorina.. l'ho trovata! Spero di avere finalmente  5 minuti per dirle tutto quello che ho in mente ! Allora... quello che mi preme farle sapere è che...

ALFONSO, (che lo stava osservando, lo interrompe)Soldato Romeo.. cosa fa qui? Si muova!

ROMEO, Oh santa Maria.. unni annai a finiri?

ALFONSO, Forza soldato... scattare! All'istante!

ROMEO, Si si.. scattu.. scattu! (e si alza in piedi, quindi interviene Edoardo che comincia a spolverarlo col piumino, magari pure in faccia – esagerare, scena comica.. magari fa un bello starnuto in faccia ad Alfonso)

ALFONSO, (pulendosi) Soldato... cosa vuol fare? Prendere in giro il suo Generale?

ROMEO, (ancora alle prese col piumino di Edoardo) Menzamà Diu!  (al pubblico) Ma unni capitai? Aiutu! Hai bisognu na manu divina e nenti autru! (poi cerca Giulietta)  Signorina? Signorina Giulietta?  La prego...  dov'è? Venga fuori!

GIULIETTA, (spuntando all'improvviso da dietro il divano) Cu-cù! (E ride tenendosi la pancia)  Non ho mai riso tanto in vita mia!  Mi doli puru a panza i quantu staju ridennu!!

ROMEO,  Ahh.. signorina.. eccola! (ma va da tutta un'altra parte)

GIULIETTA, (vedendolo andare da un'altra parte si metterà a ridere e comincerà il gioco...) Acqua... acqua....

ROMEO , (capisce il gioco e va da un'altra parte, ma sempre sbagliata)Ah! Capìa! U giocu di ll'acqua e du focu! (al pubblico) E ci mancava puru u giocu!

GIULIETTA, (vedendolo andare ancora da un'altra parte si metterà a ridere e continuerà) Acqua... acqua.... (il gioco durerà un ancora un po' sempre dicendo .. acqua, magari sbatterà di qua e di là, tipo anche su Alfonso, fino a quando)

ROMEO,  Mizzica … sempri acqua! U focu quannu?

EDOARDO, (indeciso sul da farsi, alla fine con un gesto che sembra  dire: ma che mi tocca fare!... prenderà dalle spalle Romeo e lo spingerà vicino alla sorella, e con un gesto di stizza ) E binidittu San Franciscu i Paula!

ROMEO, Oh signorina... finalmente l'ho trovata! Focu .. focu... mu dicu sulu!   Allora... basta.. non vogghiu cchiù peddiri tempu.. a cosa chi è diri è troppu importanti  e quindi .. (prendendo fiato) … la dico! Ecco.. dunque... si...  perciò.... ehm... quindi... pertanto... il nòcciolo è.... (il tutto mentre Giulietta lo studia, magari giocando coi suoi capelli, o altro, e comunque distraendolo mentre anche ridacchia, da fare a soggetto) .. signorina.. la prego... le volevo dire che....  si.. insomma.... oh santa Maria! Oh bedda  matri !  Signorina... la supplico.... mi lasci esprimere!

EDOARDO, (sbuffa)

ALFONSO, Basta cincischiare! Non sono  consentiti questi... chiamiamoli … approcci.. fra  commilitoni! Pertanto.. sono costretto... a procedere... e a darvi una .. esemplare.. punizione! Qui subito.. davanti .. e in ginocchio e mani dietro la nuca! Forza subito.. all'istante!!!

GIULIETTA, (scoppiando a ridere, afferra la mano di Romeo e lo fa correre davanti al divano, e piano a Romeo)  Schhhh.. facciamogli uno scherzo! (e ride)

ROMEO, Uno scherzo? Oh mamma! Signorina... non sugnu in vena di schezzi jò … io le voglio dire una cosa seria!

GIULIETTA,  (finta seria con tono militaresco, ma con qualche risatella che cerca di scappare) Mio Generale... mi consenta di non essere d'accordo sulla punizione.. poiché in disaccordo anche sul concetto di vietare quelli che lei chiama approcci tra  commilitoni! (al pubblico, ridendo) Chi poi .. in effetti... noi siamo.. secunnu me matri... ufficialmente fidanzati! (forte) Pertanto mi vedo costretta anch'io a procedere! (a Romeo) Signor Pollo... si prepari...

ROMEO,  M'ava scusari.. pi che cosa? (ad Alfonso) Generale mi perdoni.. io non capisco.. mi dissocio...

GIULIETTA, E mutu.. quantu parra... signor Pollo! (al pubblico)  Dobbiamo suggellare!!! (e prendendogli il volto con le mani le schiocca un bel bacio o se si vuole un bacio col caschè di Romeo)

ROMEO, (dopo il bacio) Oh santo cielo! oh bedda matri! Oh matri santissima! Oh Maria Veggini!  (fra le nuvole) Mizzica veru è chi i fatti parrinu cchiù di paroli! Romeu.. e allura passa puru tu e fatti! (e si lancia anche lui per restituirle il bacio ma Giulietta si sposta, lui si sbilancia e cade sul divano facendo ovviamente ridere Giulietta)

Scena 5 (detti, Maddalena)

MADDALENA,  (rientrando, al pubblico)Speriamu chi i cosi annaru pu so vessu e putemu passari... alla fase 3!I confetti! (si accorge di Romeo sul divano , quindi va a sederglisi vicino e piano) Allora signor Romeo come è andata?

ROMEO,  (confuso) Cosa? Come? Chi è andata? Dove è andata? Che è stato?  Cu fu? Chi fu?

MADDALENA,  La vedo un po' confuso! (al pubblico) Saravi emozionatu picchì truvau finammenti l'anima gemella! Sicuru.. accussì è! U lassu tranquillu.. ora parru cu me figghia! (a Giulietta, piano) Allora... (indicando Romeo) … è stato abbastanza all'altezza del suo nome?

GIULIETTA,  (la guarda perplessa, non dimenticando che è ubriaca) In che senso all'altezza del suo nome? Cos'è che  doveva fare per essere all'altezza del suo nome.. il signor Pollo? (ridendo)  Fare chicchirichì .. magari cu nu beddu do di pettu? (al pubblico)   O magari na bedda sirinata a basi i chicchirichì??!! Una bella serenata proprio come piace a lei! Picchì  era chistu  chi vulia .. l'infingarda! Si si.. proprio questo!  (e ride, poi si soffia) Uh chi cauddu.. chi cauddu!

MADDALENA,  (al pubblico) Ma chi vi vinnistu u ciriveddu tutti e dui? Mah! E chissacciu! Ora provu accussì! (forte) Ma.... non so.. mi vinni na pinsata  improvvisa.. non vi parinu  fatti...  l'uno per l'altra?  D'altronde sono.. Romeo e Giulietta! Eh!? (guardando Alfonso ed Edoardo che però restano indifferenti).. Chi nni pinsati vui autrii?   Non su cosa i matrimoniu?  (piano a Giulietta) U vidisti? Puru menzu ciecu comi vulitvi tu è!

EDOARDO, (al pubblico) E a frittata è fatta!

GIULIETTA, Cosa? Jò.. e .. iddu? (e ride, poi al pubblico) L'infida ha scoperto le sue carte! (prima la guarda fissa per un pò, poi va a riprendere la bottiglia della birra che aveva lasciato a metà, la beve e cerca di berla fino all'ultima goccia magari mettendola sottosopra per  vedere se è veramente finita, poi si butta sul divano  e guardando allucinata Romeo)   Oh Romeo .. Romeo... perchè sei tu Romeo? (al pubblico, ridendo non dimenticando che è mezza ubriaca ) Avia ragiuni! Era proprio lui il candidato.. il pollo quattrocchi! Ed jò mi l'avrissi maritari? Ma io non avevo deciso di .. non.. sposarmi? E già.. avia dittu accussì! Precisu accussì! Ora me matri  mi senti!   (e ride e quindi  alla madre) Mamma .. io … avevo... deciso .. di non...  sposarmi!! Ma si po' sapiri picchì u facisti? (sogghignando) Perchè io so.. quello che hai fatto!!  E già.. già.. eehh.. u sacciu.. u sacciu eccòmi! (e ride)

MADDALENA, (spontanea non si accorge che la figlia l'ha scoperta)  E chi voi figghia.. mi cadiu comi o caciu supra i maccaruni e jò  n'appofittai! (al pubblico) Ma ci pari a idda chi jò ciù lassava a dda vecchia? E chi era babba? (poi riflette che è stata scoperta) Cosa? U sapivi??

GIULIETTA, (arrabbiata ma sempre ubriaca) Ti .. ti.. ti putia cadiri  puru...  comi ..  comi... un meteorite sulla casa … non erano fatti toi! No.. no!! (sogghignando ancora) E si.. u sapia!!

MADDALENA,  Ma si chiamava Romeo!!! A cosa mi vinni spontania!

ROMEO,  Quali chiamava!! (facendo degli scongiuri) .. mi chiamu ancora .. Romeo! Non puttassi scutra!

MADDALENA, E tantu pi curiosità.. com'è chi u sapivi?

GIULIETTA,  (sempre ubriaca) Non l'avivi fari e basta! E' la mia vita e alla mia vita ci penso io! Punto! (breve pausa) E haju i  me fonti!

MADDALENA,  (facendo tipo come un gatto quando fa le fusa) Ma io sono la tua mammina... che ti vuole bene.... tanto bene...  che ti conosce da una vita … che sa quello che è il meglio per te.. e sa che questo Romeo lo è!  (cambiando atteggiamento e guardando indispettita  Edoardo) E e to  fonti.. ora comi ora ci tocciria u coddu.. comi un jadduzzu!!

EDOARDO, (punto sul vivo, a gesti, mentendo,  dirà: io? Quando mai!! e poi continuerà a spolverare col piumino facendo finta di niente e magari toccandosi il collo preoccupato)

MADDALENA,  (e ritornando a Giulietta all'atteggiamento delle fusa, magari sbattendo gli occhi) Allora... mi perdoni?  (mentre Giulietta alle sue smancerie sembra rilassarsi, a Romeo) Su.. forza.. si impegni! Avanti con la dichiarazione! Colga l'attimo! Mi raccumannu.. du cori ava veniri!

GIULIETTA,  (ma lei si arrabbia di nuovo però ridendo) Puru a dichiarazioni? E du cori pi giunta!  E magari in drinocchiu... propriu comi  piaci a tia..   vero mia subdola wedding planner!? (e ride)

ROMEO,  La prego signorina.. mi dia il tempo... e glielo   chiederò come si deve! (con molta fatica, magari si metterà in ginocchio ma non vedendo niente avendo perso gli occhiali non sarà nella giusta direzione,  ci riproverà più volte, la prima volta davanti ad Alfonso dirà)  Allora... mi vuoi sposare?

ALFONSO, Acqua.. soldato!

ROMEO,  Mizzica! N'autra vota acqua e focu! Mi scusi.. mi scusi! (si girerà e stavolta davanti a Maddalena) Allora... mi vuoi sposare?

MADDALENA,  Acqua!

ROMEO,  Mi scusi.. mi scusi anche lei! Maria chi malafiguri stajunnata! I cadiri a facci nterra! (si girerà e stavolta davanti ad Edoardo) Allora... mi vuoi sposare? (   Edoardo, sbuffando,  al solito lo metterà nella direzione di Giulietta dicendo il solito) E binidittu San Franciscu i Paula!

ROMEO, (stavolta nella giusta direzione) Allura... focu.. focu.. Giulietta... vuoi sposare il tuo Romeo? Si.. insomma... pozzu aviri l'onori da to manu?

MADDALENA, (piano a Giulietta) E' riccu, non tu fari scappari! Sudai 7 camici mi ciù scippu a dda mummia faraona! Dacci a manu.. u pedi.. e puru tuttu u restu!

GIULIETTA, (ridendo) Vui … siti... tutti...  pacci... si si.. pacci i manicomiu! ( si alzerà dal divano e proverà a scappare, ma proprio davanti alla porta si troverà...)

Scena 6 (detti, Roy)

(… Roy, suo collega dell'officina)

MADDALENA, E  st'autru cu è?

ALFONSO, Che importa! Un soldato in più per le mie truppe! (al pubblico) Che sollazzo.. oggi!

EDOARDO, (sbuffando) Ma quali suddatu e suddatu! Ccà n'avemu n'autru! Un altro portatore sano di microbi.. germi e batteri! (e va da lui per provare a  spolverarlo col piumino)

ROY, (ma, infastidito, rude,  mette le braccia conserte e fa uno sguardo truce, come per dire: prova a toccarmi e ti polverizzo!)

EDOARDO, (spaventandosi e con atteggiamento arrendevole, al pubblico) Ma si... pinsannuci boni... fossi fossi .. non n'avi bisognu! (agitando il piumino) Pulitu è!... (e batte in ritirata)

GIULIETTA, (trovandosi davanti Roy, stupefatta al pubblico) E' Roy... u me collega? E chi voli ccà? Ci mancava sulu iddu!  (a Roy) Roy..... cosa ti porta da queste parti?

ROY, (rude) Giu.. t'è diri na cosa... e mi ta dicu... prima i veniri ccà...  mi caricai tuttu.. sugnu caricu a palla e ora pozzu pattiri.. puru in quinta.. puummm! … sparatu! (si prepara)  Ti vaddava ant'ura mentri eri supra ddu spittaculu i Ferrari e pinsai chi puru a to carrozzeria è nu  spittaculu!!  E siccomi jò sugnu comi nu Suv .. solidu e irresistibili... e tu si comi na decappottabili.. sexy  e scattanti...  ccà c'è na cosa sula i fari... Giu ... damuci  na sgasata e nostri muturi  e mannamuli a ducentu.. assemi.. e pi tutta a vita! Ni capemmu? (ammiccando) )

EDOARDO, (al pubblico) Però.... nonostanti na nticchitta i cafunaggini.. pari fattu su misura pi me soru! Parrinu a stissa lingua...  il motorese! Quasi quasi fazzu u tifu pi chistu! Qualunqui cosa puru di fari dispettu a me matri!

GIULIETTA, (ancora una volta allibita, torna indietro e si posiziona al centro della scena mentre gli altri parlottano incuriositi tra di loro e scuotendo la testa per farsi passare la sbornia e poi tenedosela) Bouuumm!! Come farsi passare la sbornia in un botto! Ricevere due proposte di matrimonio .. in due minuti! E cu si l'avissi mai immaginatu! Pi una comi a mia poi.. chi o matrimoniu.. non ci pinsava propria! (pausa) Ora si sta dumanna mi l'avissiru fatta du uri fa.. l'unica risposta chi m'avissi vinutu  spontania era: ma chi mi nni frega a mia di sti ddui?! Chi haju jò di spattiri cu chisti? A ddu paisi tutti e dui! Anzi.. tutti tri.. puru dda farabbutta i me matri! (Spaventata) Ora però mi sentu strana .. no sacciu .. fu dda birra chi mi fici peddiri i lumi... o no sacciu chi... canciai idea e pensu chi non mi piaciria u fattu di ristari sula! Aviri na pissuna accantu cu cu condividiri a vita.. non è poi na cosa mala! Anzi! (ancora più spaventata) Oh Gesù! Ma chi staju cuminciannu a parrari comi a me matri?  E diri chi prima cià vulia fari pagari! E mi veni puru i cori m'accuntentu! Magari mi ci fazzu ogganizzari nu matrimoniu propriu comi piaci a idda! Però.. mittemu i puntini supra i i.. supra na cosa non transigiu.. non mi parrati di pizzi e fronzuli chi chiddi propriu ne vogghiu! Ch'è fari jò cu ddi cosi di bambuli! Jò.. bambula... non ci sugnu!    (pausa) Comunque... ora il problema sta nel capire .. con chi.. convolare! (avendo entrambi dietro in secondo piano indica coi pollici prima da un lato e poi dall'altro i pretendenti) Con  il signor Pollo... ehm... Romeo... chi saravi puru cecateddu...  ma è sicuramente il tipico bravo ragazzo... affidabile e gentile! In effetti.. che tenerezza mi fa! Ma si... nfunnu … nfunnu...! Chi poi sta menza obbaria..  problema superabile... una bella operazione e tutto si risolve! E sotto i quattrocchi .. non è per niente male!! E poi è pure ricco! E chi voi i cchiù? (pausa)  Oppure.. il rude meccanico...va bè.. dicemulu.. na picca cafuneddu è.. comunque  amante come me dei motori... imprevedibile e passionale come una bella auto... come una decappotabile che ti scompiglia tutta.. come dice lui sexy e scattante... ma chi sacchetti desolatamenti vacanti!

ROY, (si avvicina a Giulietta) Giu.. strincimi! (inizia un tango – tipo il Libertango -  e fanno qualche passo, al termine) E pi infommazioni.. u me veru nomi è Romeo.. e tu... sarai a Giulietta da me vita! (poi Roy si fa da parte)

GIULIETTA,  Wow!

ROMEO, (dopo aver recuperato gli occhiali, ha un atteggiamento come di chi... io non ne vengo meno! .. quindi si alza e va da Giulietta) Madame .. permette? (e inizia un valzer lento – tipo Fascination  di Nat King Cole -  di cui faranno qualche passo, al termine) Io lo so già .. tu... sei la .. mia... Giulietta! E di nuddu cchiù! (e si allontana da lei)

GIULIETTA, Wow!

MADDALENA, (Si avvicina da un lato e piano alla figlia) Ccà c'è picca i pinsari...   scegli Romeo! Il mio Romeo!  (e si allontana)

EDOARDO, (si avvicina alla sorella e piano) Ancora ci pensi?  Non aviri dubbi! Roy è to fotocopia in vessioni maschili!   Sceglilo.. non te ne pentirai! E poi .. pensa a chi beddu dispettu ci farivi a mamma.. chi ti truvau sta bedda... talpa umana!

GIULIETTA, (poi indecisa) E ora che faccio? Entrambi .. un destino in un nome! Si.. ma quale dei due? (e dopo aver titubato un po', come se le fosse venuta un'idea, al pubblico)  E sentiamo... voi.. che fareste? (e resta nella posizione di dubbio, come Edoardo alla fine del 1° atto. Se si vuole possono usare la stessa posizione anche tutti gli altri, magari Romeo e Roy schiena contro schiena, e Maddalena con Alfonso ed Edoardo a comporre un altro quadretto dal dubbio amletico. Si  chiude il sipario)

NARRATORE, (entra con la solita musica) Ancora un dubbio.. ancora una scelta.. quale? Pubblico... tocca a voi! Immedesimatevi in Giulietta! Verde... Romeo il dolce... Rosso .. Roy... o Romeo il passionale!? (pausa, e dopo la decisione del pubblico ) Il dado è ancora una volta.. tratto! ( secondo la scelta dirà: Verde... Romeo il dolce... [per questa scelta vai prima alla Parte Comune di pag. 48  e poi a pag. 52 ] (oppure)  Rosso .. Roy... o Romeo il passionale! [per questa scelta vai prima alla Parte Comune di pag. 48 e poi a pag. 55 ]  ( Poi esce con la solita musica e si dà inizio al Quadro B relativo)

                              FINE QUADRO 2A

SECONDO QUADRO – B -

Parte comune

(il quadro inizia esattamente come è finito il precedente, con la posizione dubbiosa di tutti i personaggi)

Scena 1 (Alfonso, Maddalena, Edoardo, Giulietta, Romeo, Roy)

GIULIETTA, (nervosa, al pubblico) Ok.. ok! Devo prendere una decisione! Non pozzu cettu lassari tutti nta ll'aria! (afflitta) Ohhh.. povera me.. povera me!  Ma cu mi ll'avia diri stamatina chi mi gghiuviinu i ll'aria  sti ddu pacci esauriti e.. aggiungiu.. puru strampalati...  di pretendenti! Non chi jò non sugnu menu esaurita e strampalata d'iddi.. u nasu ll'aju sempri nte muturi di machini! Non è normali pi na fimminedda comi si devi! In ogni caso Giulietta.. ti tocca! Prima ti togli il dente.. meglio è! Decidi.. opzione A.. o opzione B! (illuminandosi) E si inveci mi facissi piàciri a C e mi nni scappassi a cacchi patti.. magari all'estiru e non mi faria truvari cchiù? Una nuova vita da qualche altra parte e soprattutto vita da … single!? Magari spaparanzata tuttu u jonnu a mari! Oppure mi farei assumere come meccanico in qualche casa automobilistica  di Formula uno! Siii! Picchì no?! E ciao Roy..e ciao Romeo.. così niente decisione... niente matrimonio! Aaahhh! (Poi riflette) Ma no... dai Giulietta.. confessilu.. non è chi si poi così insensibili! Anche tu hai un cuore! Mmucciatu suutta na carrittatta i strati di tutti e grassu pi machini.. comunqui c'è! … Quindi dillo...  uno dei due in effetti.. è strana a cosa, eh?! .. però.. ti piace! Forse la mia parte femminile è saltata fuori! Fossi fu a birra cu tutti i so conseguenzi!  O .. come dice mio fratello.. sono stata infettata da qualche virus? E che volete... mia madre ci sguazza nei matrimoni.. un po' di atmosfera mielosa alla fine avrà contagiato anche me!  O boh... fossi staju divintannu nommali! Comunque.. bando alle ciance... qui bisogna dare una risposta! Però … prima.. permettetemi... di … divertirmi un po'! Diciamo di … giocare al gatto... chi.. suriceddi!!!

(gli altri che prima erano rimasti fermi nelle loro posizioni iniziano a muoversi)

MADDALENA, Beh? A cu spetti.. a carrozza? Non è chi ni voi fari fari nuttata i Natali pi na risposta i nenti?

GIULIETTA, Cara mamma.. mi spiaci assai..  ma mettiti u cori in paci .. pu matrimoniu mei ancora .. non è ura! Chista è a me decisioni!

MADDALENA/ROMEO/ROY, Cosa?

ROMEO/ROY, Non hai scelto me?

MADDALENA, (in contemporanea con Edoardo, indicando Romeo) Non hai scelto lui?

EDOARDO, (in contemporanea con Maddalena, indicando Roy) Non hai scelto lui?

(Edoardo e Maddalena tifando diversamente si guardano in cagnesco; lo stesso fanno Roy e Romeo)

GIULIETTA,  Ma... m'ata scusari.. ma comi putiti pretenniri chi  jò.. dicidu.. così d'un minutu ann'autru.. mi mi maritu c'un peffettu sconosciutu? (indicando Roy) Puru chistu chi puru travagghia cu mia è n'estraneu! Si... lavora in officina ... ma da soli... 2 .. dicasi 2.. giorni! Per non parlare di Romeo.. da quanto lo conosco? Un'ora? E nto frattempu era puru mbriaca!

EDOARDO, (al pubblico) Ok! Cuppa mei fu.. u sacciu! Binidittu San Franciscu i Paula!

MADDALENA, Ma ammenu..  n'idea ta facisti.. o no?

GIULIETTA, Un'idea... un'idea! Un'idea è solo fantasia.. immaginazione... e qui bisogna stare coi piedi per terra! Un matrimonio è un matrimonio... mica è na cosa i nenti! ! Eh?!

ALFONSO, Bene! Allora per festeggiare questo .. non-matrimonio.. io proporrei una..  bella parata militare! Battaglione... cominciamo con una marcia!  Unò.. duè..  unò.. duè...

GIULIETTA, Una parata? Una marcia? Unò.. duè? Papà.. no... ora basta!

MADDALENA, E basta ora u dicu puru jò.. senti a mia.. stai propriu esagirannu!!  Io rivoglio il mio .. normale.. marito! Chiddu na pocu camurriusu si, ma chi parrava di cosi normali! Del tempo.. di calcio... di politica... du manciari dissapitu di Edoaddu!

EDOARDO, Chi cosa? U me manciari è.. dissapitu?  È solo .. anti-ipertensivo! (al pubblico) Chi beddu ringraziamentu! Unu pensa a so saluti e iddi ti ti dicinu chi u to manciari è dissapitu! E' bona lavata trippa? Si non è bona dacci n'autra sciacquata! Binidittu San Franciscu i Paula! (riprende a spolverare)  Poi.. ant'ura mi ficiru cadiri tuttu u paccu i sali nto manciari... pi cui oggi mancinu salatu.. e videmu si su cuntenti cusì! Binidittu San Franciscu i Paula!

MADDALENA, … du fetu di ogghiu i machina chi fa Giulietta..

GIULIETTA, Cosa? (odorandosi) E io faria.. fetu? Ma poi chi beddi discussi chi faciti vui dui! Complimenti!

EDOARDO, Oh si! E cettu chi fai fetu tu! Mancu l'ammobbidenti cchiù ciauriusu ci poti nte to robbi!

ROY,  Si pimmittiti... u megghiu ciauru!

GIULIETTA, Bravo Roy.. diglielo!

ROMEO, Si va bene.. manciari dissapitu.. fetu... ma di chi stamu parrannu? Chi ci ntrasinu? Ccà u discussu era n'autru!

ALFONSO,  Giusto! Qui conta solo una cosa.. che io .. Alfonso Campo.. che vi piaccia o no.. sono e resterò sempre un Generale! Unò.. duè... unò.. duè... (lasciando la famiglia afflitta)

GIULIETTA, (al pubblico) Ma che male abbiamo fatto per meritarci oggi simile tortura? Jò propriu no sacciu!

ROMEO,  No.. no.. qui conta solo una cosa .. che  il mio cuore palpita in trepidante attesa! (poi a Giulietta) Mia amata.. non indugiare oltre! Lascia che io possa nutrire al più presto tutto il mio essere col nettare divino qual è il tuo amore!

MADDALENA, (riferendosi a Romeo) Chi stili... chi classi! (poi intendendo Roy) Tuttu u restu.. è noia! Comi dicia chiddu da canzuna!

ROY, (fa il tronfio, e per non venire meno) E jò... jò avi un pezzu chi sugnu prontu cu pedi supra all'acceleratori! Oh Giulietta.. a cu ci spetti? Tu ll'hai puru prontu u pedi? Facemuli pattiri sti ddu muturi.. a para ! Ni capemmu?  (guarda gli altri come a dire: visto? Sono stato bravo?)

EDOARDO,  Roy e Giulietta.. combinazione perfetta! (in tono smorfioso nei confronti della madre) E  non esisti .. u restu! Binidittu San Franciscu i Paula!

GIULIETTA,  (innervosita alquanto, va da Romeo e lo spinge verso la madre; lo stesso fa con Roy verso Edoardo -  sia Roy che Romeo saranno perplessi e infastiditi -   poi) Si vi piacinu tantu.. tiniti ddocu.. pigghiativilli.. vi dugnu cu tuttu u cori!)  Sgrunt! (e furente mette le braccia conserte)

EDOARDO/MADDALENA, (rispingono contemporaneamente Romeo e Roy, sempre più infastiditi,  verso Giulietta)  Rispeditu o mittenti!

GIULIETTA, (al pubblico) E n'autra vota ccà sunnu!? Uff!

MADDALENA, Basta … non ti mucichiari cchiù!  Deciditi! E (indicando Romeo) scegli … lui.. ovviamente!

EDOARDO,  Stop! Finiscila cu sti dubbi e  pepplessità ...  delibera! E (indicando Roy) .. pigghiti a iddu e non ci voli autru! Binidittu San Franciscu i Paula!

GIULIETTA, (nervosa) E tu papà... nenti dici? Manchi sulu tu all'appellu!

ALFONSO, Certo... tutti in riga che facciamo l'appello! Soldato Giulietta?! (e tutti si infastidiscono e sbuffano, Alfonso invece continua a sorridere sotto i baffi)

GIULIETTA, (sbuffando) Presenti.. presenti!! (al pubblico) Vadda cuminciu a pinsari chi è cosa i pissichiatra!  (poi innervosendosi a tutti ) Ok! Ho deciso e deliberato e per prima cosa dico... (e indicando la madre e il fratello) a vui dui.. chi siti insoppottabili! (volta le spalle al pubblico e guardando alternativamente Roy e Romeo, indicando prima l'uno poi l'altro) Tu... luniddì.. meccoleddì e venneddì! E tu.. matteddì... gioviddì e sabitu! Par condicio .. comi dicinu oggi chiddi.. eruditi! (si rivolta)  E domenica...  me la spasso facendo la single! (Maddalena ed Edoardo restano spiazzati)

ROMEO, (dopo un attimo di smarrimento) Beh... scusa... veramente io il martedì e il giovedì gioco a golf al circolo… ehh.. non po' essiri!

MADDALENA, (al pubblico, deliziata)  Sofisticato!

EDOARDO, (al pubblico) A golf? Ma a vidi a pallina? Haju i me dubbi! Ci avrissiru dari nu palluni i calciu.. chiddu fossi.. u vidi! Binidittu San Franciscu i Paula!

ROMEO, Ah… e sabato  ho il torneo di Bridge!

MADDALENA, (al pubblico, come prima)  Raffinato!

EDOARDO, (al pubblico) Cuori.. fiori.. quadri e picche.. non hanno segreti per lui!  (ironico, facendo finta di non vedere le carte) O quasi!  Sempri dipenni si i rinesci a distinguiri!

ROY,  No.. no..  quali luniddi e quali meccoleddi... haju boxi a palestra...  e a boxi.. non si tocca! (accompagnare con una mossa o qualcosa del genere)

EDOARDO, (al pubblico, estasiato)  Wow! Chi musculi!

MADDALENA, (al pubblico, spaventata e schizzinosa) Matri santissima! Me figghia cu unu accussì? Prima ava passari supra u me cadaviri!

ROY, … e u venneddì.. u biliaddu cu l'amici mei.. e  u biliaddu e l'amici mei.. non si tocchinu!

EDOARDO, (al pubblico)  E mi pari giustu! Un uomo ha bisogno dei suoi spazi! E binidittu San Franciscu i Paula!

MADDALENA, (al pubblico, stupefatta e schizzinosa) Egoista! Cusì lassirìa me figghicedda sula? Prima supra u me cadaviri ci ava puru ballari.. si ci arrinesci!

GIULIETTA, (innervosita) Ok! Come volete!  Scanciativi i jonna! Pi mia.. non cancia nenti!

ROMEO, No... impossibile! Gli altri giorni vado a poetare al club dei poeti!

MADDALENA, (al pubblico, deliziata)  Sublime!

ROY, E jò.. giocu a freccetti.. e parramunni chiaru... mancu i freccetti si tocchinu!

EDOARDO, (al pubblico) Siiii.. propriu cosi i masculu!

GIULIETTA, (arrabbiata) Vaddati.. nta stu mumentu ci giochiria jò a freccetti.. cu tutti i vostri facci! E comunqui.. vistu chi .. nonostanti i vostri .. chiamamuli dichiarazioni... ora vi mmustrastu senza cori e senza nu briciulu di ntiressi nte me confronti.. insomma .. vi stati ittannu d'un pedi i putrisinu pi mia... jò non mi vulìa maritari ma vidu a vostra sudanza... pi cui...  mi nni vaju.. e non vi dicu mancu cu avia sciglitutu! (e scappa verso la porta d'ingresso proprio mentre suona il campanello)

ROMEO/ROY, No aspetta... piddunini.. ni putemu ogganizzari!  E non ni poi lassari così.. nui u vulemu sapiri cu era u presceltu!

Scena 2 (detti, Cleopatra)

GIULIETTA, (rientra accompagnata da Cleopatra, e al pubblico) Vadda vadda... a faraona ritunnau! Si potti scuddari i fari l'ova nto jiaddinaru!

ROMEO, (che strizzando gli occhi per vedere meglio riconosce l'ex) Tu? Di nuovo qui?

CLEOPATRA, (indispettita) Si... io di nuovo qui! Ma non cettu pi tia! Con te è oramai storia chiusa... finita.. conclusa.. esaurita! Basta.. cruci e nuci!

MADDALENA, (al pubblico) E e cettu.. dopu tutti i me sacrifici! Si non era pi mia... ancora tubavinu i ddu .. piccioncini!  Cioè.. il piccione … e l'avvoltoia!

ROMEO, E allura? A che dobbiamo il tuo ritorno?

Scelta 1B: Giulietta sceglie Romeo

CLEOPATRA, (cominciando a rovistare nella sua borsa) E allora... ho l'auto in panne... non si vedi nu tassì mancu cu binoculu..  e non trovo il mio cellulare.. (dalla sua borsa cade un paio di occhiali uguali a quelli di Romeo, ma lei non se ne accorge e neanche gli altri, tranne Giulietta ) … e tutta dda speci i ginnastica chi mi fici fari (indicando Alfonso) chiddu ddà.... mi mmazzau nto sonnu...  e non posso tornare certo a piedi .. a casa! (al pubblico) E cu cià fa?

GIULIETTA, (al pubblico, ironica) Mischina!!!  .. alla sua veneranda età.. è da capiri! (e nel frattempo raccoglie gli occhiali caduti e comincia ad osservarli e li guarda insospettita; va da Romeo e gli guarda i suoi occhiali e poi fa i confronti con quelli trovati, e ne risulta sbalordita trovandoli identici, ma meno graduati, il tutto senza che nessuno se  ne accorga)

MADDALENA,  N'autobussu... no? I nvintaru!

CLEOPATRA, (snob) Un autobus ?  (al pubblico) Jò? Supra n'autobussu? E chi m'avia scuddatu a pipa dda supra?! (forte)  Mezzo di locomozione grezzo e primitivo!

EDOARDO, E anche pieno di ogni sorta di microbi! Germi e batteri ci bivaccano festanti! Brrr... non ci mettu pedi di non mi ricoddu cchiù quannu! Binidittu San Franciscu i Paula!

CLEOPATRA, (ad Edoardo) Giusto! Una  signorina perbene come me... non può prenderlo! Quindi.. o cacchidunu mi ccumpagna o mi chiamati nu tassì cu vostru telefunu!

EDOARDO,  Non vaddassi a mia ah?! Nta sta casa fazzu di ll'acqua finu o sali.. ma l'autista no... chistu no! Binidittu San Franciscu i Paula!

ROMEO,  Io non vedo.. guidavi tu per me! Anche se non mi sono mai fidato tanto! Era comi si mi sintia sempri in piriculu! E pi no sbagghiari mi mi mittia a cintura i sicurezza e mi tinia fittu fittu  du spottellu!  (al pubblico) E  ora capisciu puru u picchì.. a vicchiaia... non aiuta!

ALFONSO,  Se vuole.. le posso offrire un passaggio sul carro armato! Dovrei averne uno parcheggiato di sotto! Un generale non può farne a meno!

MADDALENA, (al marito)  Si.. comi no! Nu carru armatu sutta a casa! Comi minimu a st'ura sariimu 'n galera tutti pari pari … per detenzione di materiale bellico! (a Cleopatra)  Le chiamiamo tutti i tassì che vuole! Puru na filarata ci nni chiamamu si ci piaci cchiussai.. si fa a scotta comi i politici! (al pubblico) Basta chi suggi i tacchi e sparisci!    (E battendo una pacca sulle spalle di Romeo) Vero Romeo? (quella pacca farà perdere l'equilibrio a Romeo che rischiando di cadere  perderà gli occhiali e poi si aggrapperà a Giulietta, che gli stava vicino, a cui a sua volta  cadranno a terra gli occhiali che aveva in mano)

ROMEO, (ripresosi dalla caduta ) Maria Veggini ddulurata.. nenti vidu cchiù! Dove sono i miei occhiali? Vi prego aiutatemi! (allunga le braccia in segno di disperazione perchè non vede e fa il gesto di andare  a tentoni)  Gli occhiali sono la mia vita!

MADDALENA, (si abbassa ma prende gli altri occhiali, quelli che aveva Giulietta, e glieli porge) Bonu.. bonu.. ccà sunnu.. no scommiddari a Madunnuzza!  E poi che saranno mai un paio di occhiali?!

ROMEO, (li indossa ed improvvisamente vede meglio) Miraculu!!! Ci vidu.. ci vidu megghiu! Wow! I miei occhiali sono un miracolo! (guardandosi attorno) Che meraviglia... non vedevo così da non so più quanto tempo! Miraculu! Cacchi santu fici u miraculu! Santa Lucia.. a santuzza da vista fu sicuru!   (poi vedendo Giulietta) Wow! Giulietta mia adorata.. sei semplicemente un incanto! Fossi fu santa Giulietta e no santa Lucia a fari stu miraculu!!  (poi si volta verso Cleopatra e urla) Maria.. chi mprissiuni! Mi scantai.. tuttu scantatu sugnu! Scantatu e mprissiunatu!

CLEOPATRA, (sembra infastidita e confusa, quasi spaventata)

GIULIETTA, (raccoglie gli altri occhiali e comincia a sospettare, a Romeo)  Fammi un po' vedere.. prova questi!? Haju nu dubbiu!

ROMEO, (indossa quelli che gli porge Giulietta) Oddio... non ci vedo più di nuovo! Santa Giulietta.. santa Lucia.. Maria Veggini Ddulurata...  rifacitimi u miraculu! E tu.. ritonnimi l'occhiali i prima... prestu! Subitu! (E fa il cambio)Ahhhh!

GIULIETTA, Non capisco! Questi occhiali son caduti dalla borsa della.. faraona! Uhm... a cosa non mi cunvinci!

ROMEO,  Chi voli diri? Cleopatra.. parla... che vuol dire?

CLEOPATRA, (non parla e fa la snob)

MADDALENA, (intuisce) E jò pensu chi a cosa .. a ntreppitai! Credo proprio di vederci chiaro anch'io!!

ROMEO, Chi significa?

MADDALENA, Significa che la faraona ti ha sostituito gli occhiali.. mi non ti fa vidiri cchiù nenti! Ma sinnunca avissi statu propriu … mprissiuni e scantu!  La vecchia marpiona ha sempre avuto l'intenzione di truffarti! Non facennusi vidiri pi chiddu chi era.. cioè mummia e befana.. ti putia manovrari a piaciri so! Voleva farsi passare per la principessa delle favole... a filibustera! Per  mirare  ai tuoi soldi! La canaglia voleva farsi la vecchiaia vivendo da nababba.. ca jamma a cavaddu insomma!! E pure il matrimonio fastoso voleva! Sullo yacht lo voleva! Aveva proprio trovato il pollo.. da spennare! (pausa mentre tutti restano sbigottiti mentre Cleopatra continua nel suo silenzio) Ma d'altro cantu jò l'avia caputu chi petri c'era nta linticchia e ma pinsai bbona di metticci u nasu!   (al pubblico) Anche se il mio intervento è stato .. come dire...  interessato.. diciamocelo.. vah! (poi vicino a Cleopatra) Maddalena.. mummia... 2 a 0! yeeee!!!

CLEOPATRA,  Si è veru! Te li ho cambiati alla festa in cui ci siamo conosciuti.. quando ti ho anche messo uno psico farmaco nello champagne per farti credere di avere avuto un malore .. un malore che giustificava la tua vista peggiorata! Chi poi i cosi erinu già cumminati.. jò t'avia nquatratu già d'un pezzu!

EDOARDO, Subdola mummia!  Binidittu San Franciscu i Paula!

ROMEO,  Perfida .. mummia! E binidittu San Franciscu i Paula u dicu puru jò!

MADDALENA,  E benedicemulu si stu santu!

GIULIETTA, Cioè la... mefistofelica... jaddina... (infervorandosi, quasi non riuscendo a parlare)...  voleva truffare ....  imbrogliare... bidonare... (al pubblico) E chi biduni è sta faraona! I rottamari propriu!  (poi continua) …. ma come si fa?...  come si fa a raggirare … e quasi avvelenare … un bravo ragazzo.. onesto.. retto.. educato... garbato... gentile...  come … come...  come il... il... il... (con difficoltà riesce a dire)... il mio.. Romeo?

ROMEO, (a Giulietta) Cosa? Hai detto... mio.. Romeo? Sintia bonu o mu nzunnai?

GIULIETTA,  E va bene .. si... il mio Romeo! La mia scelta eri tu! Pi na vota nta so vita.. me matri.. avia ragiuni! Cosa strana però è così!

MADDALENA,  (al pubblico) Si... yeeeee!!!! Alèèèè!!!  (e avvicinandosi a Giulietta)  Maddalena .. Giulietta... 1 a 0! Siii!

GIULIETTA,  Si però.. non ti muntari a testa.. mammina! Paganini non ripete!

ROMEO, Mia diletta... nonostante tutto... oggi è il giorno più bello della mia vita! Si si.. u cchiù bellu!  (si prendono per mano e cominciano a tubare)

EDOARDO, (a Roy)  Mi spiaci! Jò avia fattu u tifu pi tia.. pi mia eri a cosa cchiù logica! Binidittu San Franciscu i Paula! Però nu cunsigghiu... na picca i cafunaggini.. levitilla! Eh! 

ROY, A cosa non mi piaci.. picchì Roy non peddi mai... ma haju sempri a boxi.. u biliaddu.. i freccetti e l'amici mei chi mi cunsolinu!

EDOARDO, E pacenza.. fatti cunsulari.. c'è sempri a prima vota! E binidittu san Franciscu i Paula!

ALFONSO,  Allora...  per rendere omaggio a  due fidanzatini... truppa.. formate un picchetto d'onore!

TUTTI, (stufi) E basta!

ALFONSO,  (accettando la sconfitta) E va bene! Avete vinto! Regalatemi pure i soldatini di piombo! Mi accontenterò!

MADDALENA,  (al marito, piano) Non saranno necessari! Magari i ddu piccioncini ni fannu nu niputeddu e cossì hai mi fai.. a canciari pannolini... a nnacari.. a daricci u biberò! Così lo mandi definitivamente in pensione... questo generale!

CLEOPATRA, (si schiarisce la voce) E jò mica pozzu stari ccà mi ci reggiu  .. il moccolo al.. mio .. ex!  Urge un tassì.. o qualcuno che mi ripari la Spider!

ROY,  (illuminandosi) Spider? A vecchia avi na Spider?

ROMEO,  (afflitto) Già! Gliela avevo regalata io! Mi custau un saccu i soddi! U dissi jò chi mi custau cchiù d'un figghiu babbu!

ROY,  Unn'è.. unn'è? A vogghiu ggiustari jò! Non c'è meccanicu cchiù megghiu i mia!

CLEOPATRA,  (drizza le antenne e comincia a guardarlo con interesse, e avvicinandosi, proprio con fare interessato, lo guarda dalla testa ai piedi) Interessante... davvero interessante! (lo prende a braccetto, stringendosi un po' troppo ) Allora andiamo.. la Spider aspetta! A voi ggiustari? A cosa mi piaci! (E lo porta via)

ROY,  (un po' spaventato dall'atteggiamento di Cleopatra) Ah.. però.. chiaremu na cosa! A mia mi interessa sulu a Spider e pi essiri precisi.. ci vidu bbonu! Troppu.. bonu! Ni capemmu?

CLEOPATRA,  Vedremo.. vedremo! (escono mentre Roy)

ROY, Aiutuuuuuuu!!!

ROMEO, (mentre escono gli urla dietro) Caschi male Cleopatra! Questo pollo.. non lo puoi spennare! E ddocu .. nenti ci trovi!

GIULIETTA,  Già! E' il pollo più  spennato e squattrinato che conosca! (Tutti ridono)

ROY, (rientra mentre Cleopatra lo sta tirando da fuori) Aiutuuuuuu!!! (e poi riscompare perchè Cleopatra è riuscito a tirarlo, mentre tutti tornano a ridere)

GIULIETTA,  Si... ma io voglio vedere come finisce! Roy nte  mani da faraona! Mischineddu!

ROMEO, Andiamo a vedere dal balcone!

MADDALENA,  Giustu... di ddà na gudemu tutta! (ed esce insieme a Giulietta e Romeo)

EDOARDO, E jò chi restu ccà? Puru jò vogghiu vidiri.. puru jò! (Esce pure lui)

ALFONSO, (rimarrà in scena solamente lui sull'attenti e magari con sorrisetto malizioso farà l'occhiolino e guardandosi attorno, al pubblico) Visto che sono rimasto solo e non ho più nessuno.... sottomano... che ne dite di farli voi... i miei soldatini?  Su.. tutti .. aaaa-ttenti!

MADDALENA,  (rientrando in scena insieme ad Edoardo,  al pubblico) Tranquilli... ci pinsamu nui! (ed uno da un lato e una dall'altro prenderanno il padre dalle braccia)

EDOARDO,  Papà? E binidittu San Franciscu i Paula! (e se lo portano via)

                                 FINE quadro 2A

Scelta 2B: Giulietta sceglie Roy

CLEOPATRA, (cominciando a rovistare nella sua borsa) E allora... ho l'auto in panne... non si vidi nu tassì mancu cu binoculu..  e non trovo il mio cellulare... (e smettendo di controllare nella borsa) …  eccu.. non c'è! Attrova unni annau a finiri! ! Uff! E poi  tutta dda speci i ginnastica chi mi fici fari (indicando Alfonso) chiddu ddà.... mi mmazzau nto sonnu...  e non posso tornare certo a piedi .. a casa!  (al pubblico) E cu cià fa?

GIULIETTA, (al pubblico, ironica) Mischina  .. alla sua veneranda età.. è da capiri!

MADDALENA,  N' autobussu... no?

CLEOPATRA,  (snob) Un autobus ?  (fra sé, al pubblico) Jò? Supra n'autobussu? E chi m'avia scuddatu a pipa dda supra?! (forte)  Mezzo di locomozione grezzo e primitivo!

EDOARDO, E anche pieno di ogni sorta di microbi! Germi e batteri ci bivaccano festanti! Brrr... non ci mettu pedi di non mi ricoddu cchiù quannu! Binidittu San Franciscu i Paula!

CLEOPATRA, (ad Edoardo) Giusto! Una  signorina perbene come me... non può prenderlo! Quindi.. o cacchidunu mi ccumpagna o mi chiamati nu tassì cu vostru telefunu!

EDOARDO,  Non vaddassi a mia ah?! Nta sta casa fazzu di ll'acqua finu o sali.. ma l'autista no... chistu no! Binidittu San Franciscu i Paula!

ROMEO,  Io non vedo.. guidavi tu per me! Anche se non mi sono mai fidato tanto! Era comi si mi sintia sempri in piriculu! E pi no sbagghiari mi mi mittia a cintura i sicurezza e mi tinia fittu fittu  du spottellu!  (al pubblico) E  ora capisciu puru u picchì.. a vicchiaia... non aiuta!

ALFONSO,  Se vuole.. le posso offrire un passaggio sul carro armato! Dovrei averne uno parcheggiato di sotto! Un generale non può farne a meno!

MADDALENA, (al marito)  Si.. come no!Nu carru armatu sutta a casa! Comi minimu a st'ura sariimu 'n galera tutti pari pari... per detenzione di materiale bellico! (a Cleopatra)  Le chiamiamo tutti i tassì che vuole! Puru na filarata ci nni chiamamu si ci piaci cchiussai.. si fa a scotta comi i politici! (al pubblico) Basta chi suggi i tacchi e sparisci!

CLEOPATRA, (sempre altera)  Grazie! Anche se avrei preferito di gran lunga la mia...  splendida Spider... che giace in panne davanti al vostro portone! E' tutta n'autra cosa! Voi mettiri? Non c'è paragoni cu nu tassì scuncassatu!

ROMEO,  Già...  la  Spider che io le ho regalato... chi mi custau un saccu i soddi! U dissi jò chi mi custau cchiù d'un figghiu babbu!

ROY,  Cosa? na Spider?  Unn'è.. unn'è? Chi è chidda russa fiammanti chi visti ccà ssutta? A mia.. a mia.. subbitu!!

CLEOPATRA,  Si.. chidda è.. e allora?

ROY,  (estasiato e quasi eccitato) Meccanicu cchiù megghiu i mia.. non ci nn'è! Si lei mi dugna l'autorizzazioni .. jò cià fazzu risuscitari nta cincu minuti! Pi mia .. a Spider.. non avi segreti! E' a me passioni..e non piddemu tempu.. fozza .. ora cu sacciu .. non staju cchiù nte robbi!

CLEOPATRA,  E ccà ci su i chiavi e si mittissi all'opira! Rimetta in sesto il mio splendore... e  mi facissi a vidiri quantu è spertu!

GIULIETTA,  (in tono finto risentito e geloso) E chi è tutta sta primura? Pa Spider l'hai e pi sapiri cu sciglia jò... no? Comi ragiuni? Fammi capiri.. chi è … a Spider è megghiu i mia?

ROY,  No.. ah... chi mi significa sta storia? Non mi poi fari sti paragoni tu!

GIULIETTA, (ghignando) E infatti non ti nni fazzu!  (a tutti)  Picchì.. non c'è nenti i fari.. a Spider è a Spider puru pi mia... e pi cui.. comi dici tu.. non piddemu tempu... comunicu pi prima cosa sta scelta così mi leu stu pinseri e non ci voli autru! Apriti i ricchi chi a dicu sulu na vota...  u premiu è pi tia Roy.. si cuntentu? (tutti restano allibiti)

ROY,  Ca cettu chi sugnu cuntentu! E chi pozzu vuliri di cchiù? Ddu billizzi tutti nta na vota! Eh! (e la abbraccia appassionato)

EDOARDO, Siiii! U dicia jò chi erinu peffetti.. parraunu a stissa lingua! Binidittu San Franciscu i Paula!

MADDALENA,  No.. non è possibili! Mi divintau ceca puru me figghia!  (A Romeo) A tia... non è chi cià mpiccicasti tu.. a cecagna?

ROMEO, (triste) Ma chi nni sacciu jò?!

ALFONSO,  Allora...  per rendere omaggio a  due fidanzatini... truppa.. formate un picchetto d'onore!

MADDALENA,  Ma quali picchettu d'onori e quali fidanzatini! Mancu stu matrimoniu s'ha da fare!

GIULIETTA,  Mi dispiace per te, mamma... Roy … a me...  piace! Ma poi a tia non ti interessava sulu mi mi trovu nu zzitu? Auccà.. u truvai! Ti ccuntintai! Chi voi i cchiù?

MADDALENA,  Ma cu... stu meccanicu cafuni?

GIULIETTA, Eh... stu meccanicu … chi non cafuni.. è sulu .. veraci!

MADDALENA,  Sta sicura.. chi jò.. nu matrimoniu.. cafuni.. ehm.. veraci.. non l'ogganizzu!

GIULIETTA,  E cu u voli u matrimoniu ogganizzatu i tia! E ora passamu a secunna cosa …  (Guardando Roy) … tu chi dici... stamu pinsannu a stissa cosa?

ROY,  (illuminandosi, le fa vedere le chiavi) Siiii... avi ccà!

GIULIETTA,  Se siamo in due... i minuti da cinque diventano due... a giustamu e poi.. cu si vitti si vitti.. e via.. scappamu a facci di tutti!!

ROY,  Siiiiiiiiiiiiii!!! (la prende per mano e scappano uscendo di scena)

GIULIETTA , (uscendo) Salutamuuuu!!!!

         (dopo un attimo di sbigottimento generale)

MADDALENA,  Oh santa Maria …  faciti cacchi cosa … mia figlia!  (corre dietro ai due ed esce)

ROMEO,  Oh Maria Veggini … faciti cacchi cosa... la mia fidanzata! (e cerca di uscire dietro agli altri, anche se con molta difficoltà)

CLEOPATRA,  Oh Matri du Camminu .. faciti cacchi cosa... la mia Spider! (ed esce anche lei)

EDOARDO,   Oh  san Franciscu i Paula... jò.. non mou un ditu! (pausa)  Pi mia su sulu … romantici! Lui.. lei.. e una Spider! E vissero felici e contenti!

ALFONSO, (mettendosi sull'attenti) Aaa.. ttenti!

EDOARDO,  (sbuffando al gesto del padre) E binidittu San Franciscu i Paula.. papà! Uffa!!! (ed esce anche lui) Spittatimi.. vegnu puru jò!

ALFONSO, (rimarrà in scena solamente lui sull'attenti e magari con sorrisetto malizioso farà l'occhiolino e guardandosi attorno, al pubblico) Visto che sono rimasto solo e non ho più nessuno.... sottomano... che ne dite di farli voi... i miei soldatini?  Su.. tutti .. aaaa-ttenti!

MADDALENA,  (rientrando in scena insieme ad Edoardo,  al pubblico) Tranquilli... ci pinsamu nui! (ed uno da un lato e una dall'altro prenderanno il padre dalle braccia)

EDOARDO,  Papà? E binidittu San Franciscu i Paula! (e se lo portano via)

                                FINE quadro 2B

FINE

In caso di eventuale rappresentazione contattare:

SANTINA (TITTY) GIANNINO, e-mail santina.giannino@hotmail.it   tittyg68@gmail.com 

                                                          cell. 334 3589590  Facebook  SANTINA TITTI GIANNINO

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 0 volte nell' ultima settimana
  • 0 volte nell' ultimo mese
  • 5 volte nell' arco di un'anno