La famiglia Campo in… un bivio tira l’altro

Stampa questo copione

Titty Giannino

LA FAMIGLIA CAMPO IN ...

… UN BIVIO TIRA L'ALTRO!

commedia  a bivi, in 1 atto e 2 quadri

2014

Personaggi

NARRATORE/TRICE

ALFONSO CAMPO, il padre

MADDALENA, la moglie

EDOARDO, il figlio

GIULIETTA, la figlia

ROMEO, un cliente di Maddalena

CLEOPATRA , la fidanzata di Romeo

ROY, un collega di Giulietta

In caso di eventuale rappresentazione contattare:

SANTINA (TITTY) GIANNINO, e-mail santina.giannino@hotmail.it   tittyg68@gmail.com 

                                                          cell. 334 3589590  Facebook  SANTINA TITTI GIANNINO

Sinossi

E se durante la rappresentazione di una commedia fosse il pubblico a decidere come proseguire la storia? Cioè, per usare un termine moderno, mettere in scena una commedia... “on demand”? Ecco cos'è “LA FAMIGLIA CAMPO IN.. UN BIVIO TIRA L'ALTRO”... una commedia interattiva .. una commedia a bivi dove per ben due volte deciderà il pubblico al posto dei personaggi, i quali spesso gli si rivolgeranno per esprimere i loro dubbi e le loro idee..  una commedia dove ogni replica non sarà una replica ma una commedia mai uguale a se stessa!

La storia, con due bivi già previsti,  verte sulle disavventure della famiglia Campo... alle prese con un padre Generale in pensione da un giorno, che mal digerisce la cosa; la madre wedding planner che decide di combinare il matrimonio alla figlia dalle caratteristiche mascoline e con un figlio al contrario molto femminile! Altri tre personaggi e un narratore condiranno il tutto!

Ambientazione

La scena si svolge nel salotto di casa Campo. Frontale l'arco che da nel corridoio e quindi alla porta d'ingresso.  A sinistra un balcone ( utilizzabile), a destra un'altra porta. Al centro della scena un divano con delle poltrone. Altri mobili e suppellettili a scelta.

Caratteristiche personaggi

Narratore,  o Narratrice a scelta. Nessuna caratteristica particolare.

Alfonso, generale dell'esercito in pensione, da un giorno. Apparentemente burbero e altero, continua a fare il generale anche in famiglia. In divisa. Da caratterizzare!

Maddalena, Wedding planner , distinta e sofisticata. Molto più giovane del marito.

Giulietta, 25enne dall'indole da maschiaccio. Indossa sempre una tuta sporca di grasso, lavora in un'officina, e ama i motori.

Edoardo,  20enne, studente di ecologia, con atteggiamento  effeminato (esagerare), con la mania delle pulizie di casa. Da caratterizzare!

Romeo,  Bel giovane, ma molto molto miope. Indossa un paio di occhiali molto molto spessi.  Cliente di Maddalena e futuro sposo di Cleopatra.... forse! Veste in modo elegante ma pacchiano. Molto ricco! Esagerare con gli effetti della miopia! Farà sempre il gesto di aggiustarsi gli occhiali nella .. vana.. speranza di vedere meglio! Da caratterizzare!

Cleopatra,   Brutta e attempata,  praticamente anziana, futura sposa... forse!... di Romeo.  Vestita in modo pacchiano ed eccessivo, vuol sembrare giovane ed elegante allo stesso tempo,  ma non ci riesce. Ha i capelli bianchi. Di carattere antipatica e snob! Da caratterizzare!

Roy, Collega di Giulietta. Anche lui ama i motori e veste in tuta sporca di grasso. Un po' volgarotto. E tiene costantemente una chewingum in bocca. Da caratterizzare!

STRUTTURA della COMMEDIA

a bivi - in un atto e 2 quadri (a scelta)

La commedia è così composta:

PRIMO ATTO

 (pagg. 5 -  24 )

 alla fine del PRIMO ATTO il pubblico  si troverà davanti al PRIMO BIVIO

e di conseguenza davanti alla PRIMA SCELTA

a seconda della scelta del pubblico la commedia proseguirà con il

PRIMO QUADRO – A –

composto o dalla

SCELTA 1 A

(pag. 25 )

oppure dalla

SCELTA  2 A

(pag. 34)

( per facilitare il lavoro di memorizzazione degli attori le due parti, 1A e 2A, sono  volutamente simili, tranne nelle battute che reggono la trama diversa risultante dalla  scelta del pubblico )  

Alla fine di ciascuna Scelta, qualunque sia stata rappresentata formando quindi il Primo Quadro,  il pubblico si troverà davanti al SECONDO BIVIO e pertanto alla SECONDA SCELTA.

(per non complicare ulteriormente il lavoro degli attori, la nuova Scelta è identica in entrambe)

Si proseguirà quindi con il

SECONDO QUADRO – B-

composto da una

PARTE COMUNE

( ancora una volta quindi per facilitare il compito degli attori  qualunque scelta sia stata fatta la prima parte sarà uguale per entrambe)

(pag. 45 )

che sfocerà nelle due relative scelte previste (a seconda della decisione del pubblico)

SCELTA 1 B

(pag. 48 )

SCELTA 2 B

(pag. 52)

Nota dell'autrice:

Al fine di rendere il tutto più scorrevole è opportuno trovare un metodo pratico, efficace  e veloce affinché il pubblico possa scegliere per l'una o l'altra soluzione. Mi sento di suggerire di  fornire all'ingresso agli spettatori dei cartellini bicolori, come ad esempio Verde e Rosso, e indicare di volta in volta  a quale colore associare l'una o l'altra opzione. A questo punto, a colpo d'occhio, guardando il pubblico, sarà facile capire per il Narratore quale colore prevale e quale bivio viene scelto.

Primo Atto

Scena 1 (Narratore)

(a sipario chiuso, se si vuole si può usare come musica di scena “Alfred Hitchcock theme”)

NARRATORE, Quante volte... durante l'arco della nostra esistenza... ci troviamo davanti ad un bivio? Davanti ad una scelta? Una? Due? Tre?  Mille volte al giorno? Infinite! Ogni nostro singolo gesto.. ogni singola azione... implica una scelta! Ed è ogni decisione presa che costruisce la nostra vita! Se avessimo la possibilità di rifare le scelte e scegliere diversamente.. diverso sarebbe il corso della nostra vita! Ma se... invece di farle noi, le scelte, le lasciassimo fare a qualcun altro? Qualche volta... per liberarci di un peso... vorremmo farlo!

Ecco .. questa sera... quel qualcun altro... (al pubblico) … sarete voi! Tutti voi! Sarete chiamati a decidere ora per uno.. ora per un altro personaggio... verde o rosso... e la storia prenderà la piega che solo voi vorrete! (esce, riusare la musica precedente e si apre il sipario)

Scena  2 (Alfonso, Giulietta)

(Giulietta è seduta sul divano, sbadiglia e si stiracchia, poi prende una rivista, “Quattro ruote”, e comincia a  sgranocchiare popcorn e patatine fritte)

GIULIETTA, (se è il caso, a bocca piena)  Popcorn e patatine fritte  per colazione...  il massimo della goduria! Ah! Altro che al cinema! Spaparanzata poi sul divano con una bella tuta sporca di grasso e un “Quattro ruote” in mano... e che voglio di più? Ahh!!!

(Alfonso entra dalla porta frontale di soppiatto e avvicinatosi al divano, proprio dietro la figlia, con le braccia incrociate dietro la schiena e con tono perentorio, le urla)

ALFONSO, Soldato  Giulietta... aaaa-ttenti!!!

GIULIETTA,  (spaventata, getta in aria rivista, popcorn e patatine, che si spargono per terra,  rischia di affogarsi e tossisce. Quando si calma, guarda innervosita il padre) Uffa papi.. che cavolo.... ho rischiato un infarto! Per non parlare del  soffocamento!

ALFONSO,  Soldato  Giulietta... non le permetto di rivolgersi a me con quel tono! E si metta i-mme-dia-ta-mente sull'attenti davanti al suo superiore.. al suo ge-ne-ra-le!

GIULIETTA, Il mio generale? Papi... ma ti senti bene? O da ieri sera a stamattina ti sei ammattito? O è un attacco di demenza senile  improvviso?

ALFONSO, Poche chiacchiere soldato Giulietta... e scatti subito sull'attenti!

GIULIETTA,  (al pubblico) Non ci vedo chiaro! No.. no! Di sicuro qualcosa .. non va!

ALFONSO, (arrabbiato) Ho detto... aa-ttenti!

GIULIETTA, (mettendosi sull'attenti) Ok.. ok... mi metto sull'attenti! Basta che ti calmi però! ( al pubblico) I matti vanno assecondati! (forte) Comunque mi piacerebbe proprio  sapere cosa ti è preso.. così tutto d'un botto!

ALFONSO, Silenzio.. soldato  Giulietta!

GIULIETTA, (smette di essere sull'attenti) Papi... chiariamo una cosa fondamentale... io veramente non mi sarei mai arruolata...   l'epiteto di soldato mi sembra quindi alquanto fuori luogo... e credimi... Giulietta e basta... è più che sufficiente! E poi non capisco perchè .. così.. improvvisamente... mi dai del .. lei! Sono .. tua.. figlia! Non un tuo..  subordinato!

ALFONSO, Silenzio ho detto! Se no la degrado.. sul campo.. soldato Giulietta!

GIULIETTA, (infastidita) Papi.. uffa... io non li ho .. i gradi! Non li ho mai presi! Quindi non me li puoi togliere! E poi non siamo in caserma... e in nessun campo di battaglia.. siamo solo in... casa...  Campo! Tu Alfonso Campo.. io Giulietta Campo! (pausa)  Papi.. ma non è che hai preso una botta in testa? O stanotte sei per caso caduto dal letto? Un virus si è impossessato di te? Hai l'Alzheimer?

ALFONSO, Niente botta.. niente caduta...  niente virus..... e niente Alzheimer...  sono sanissimo.. soldato Giulietta!!

GIULIETTA, Ancora con sto soldato?! Papi basta... da oggi sei in pensione! Basta generale... basta soldati.. basta caserma.. basta campi di battaglia! Di Campo resta solo e soltanto  il nostro cognome! E poi... basta con quella divisa! Da oggi … vestaglia e pantofole! Voglio vederti finalmente casual.. papi! (poi riflette preoccupata, al pubblico) Oddio! Sarà questo il problema?  Da oggi è in pensione!

ALFONSO, Un generale non smette mai di essere un generale! Un generale .. nasce generale e muore .. generale! E un generale.. (inorridendo) .. non può permettersi di indossare vestaglia e pantofole..  o di mettersi.. casual... (tronfio) .. la divisa è la sua seconda pelle!

GIULIETTA, Sarà... ma l'esercito.. che tu lo voglia o no...  ti ha messo in pensione! Ti ha mollato... sca-ri-ca-to! Tu e  la  tua seconda pelle...  avete fatto il vostro tempo! Ciao ciao... bye bye... adieu... auf wiedersehen... adiòs!

ALFONSO, (risentito) Soldato Giulietta… come osa dire … al suo generale... che ha fatto il suo tempo? Io non ho ricevuto nessun: ciao ciao... bye bye... adieu... auf wiedersehen... o adiòs!  Io sono e resterò per sempre un  generale! Ripeto.. niente ciao ciao... niente bye bye... niente adieu... niente auf wiedersehen... o adiòs!  (ci riflette e cambia atteggiamento, perde il cipiglio militaresco e afflitto sprofondando sul divano) Ciao ciao... bye bye... adieu... auf wiedersehen... e adiòs! Mi hanno detto... ciao ciao... bye bye... adieu... auf wiedersehen... e adiòs!  E ho fatto il .. mio.. tempo!

GIULIETTA, E già... già.. già! Da oggi … ciao ciao... bye bye... adieu... auf wiedersehen... e .. adiòs!

ALFONSO, (sempre afflitto) Da oggi.. ciao ciao... bye bye... adieu... auf wiedersehen... e... adiòs! Non posso pensarci!  Ho fatto il generale tutta la vita.. non so fare altro!  (guardando la figlia con tono lamentevole) E ora ..  che faccio? Eh? Che faccio?

GIULIETTA, Ehm... boh.. e che ne so io? Eeehh... potresti … dormire... leggere...  giornali.. libri...  una bella corsetta di tanto in tanto.. tv... tanta tv... enigmistica! E perchè no.. anche girarti i pollici!  E' questo quello che fanno i pensionati!

ALFONSO, (saltando in piedi come una molla)  Cosa? Fare la vita del  pensionato? Io?  Nooo! E.. e.. e.. e poi comandare.. dove lo metti... comandare?  Io so solo … comandare! A me piace...  comandare! Un generale comanda! E gli altri ubbidiscono! E' la regola!

GIULIETTA, Un generale in pensione... papi... non lo fa più! Caro papi... niente più regola.. niente più...  comandare! Niente più .. altri che ubbidiscono!  Lo hai fatto per tanto... tanto tempo... ora basta!

ALFONSO, (nervoso comincia a camminar su e giù con le mani dietro la schiena) Impossibile! Inammissibile! Intollerabile! Mi dispiace... ma non si può fare! Io .. devo.. continuare a comandare! Ne va della mia salute mentale! (gli viene un'idea, al pubblico) Ho un'idea! Ho proprio una bella idea! Lo scherzo che ho fatto a mia figlia è stato più che appagante.. quindi …  (alla figlia)  E' semplice!  Ho trovato! Continuerò a farlo con voi! Con  te era solo un divertissement mattutino.. ma illuminante! (al pubblico) E si... vi assicuro che ci ho provato gusto!

GIULIETTA, (ironica al pubblico) Complimenti.. bel divertissement!

ALFONSO, Voi siete la mia famiglia e da oggi sarete anche i miei soldatini! Io comanderò e voi eseguirete gli ordini!

GIULIETTA, Cosa? Io? Cioè.. noi? Mamma.. Edoardo.. ed io.. i tuoi soldatini? Ma i soldatini di piombo no? Se vuoi te li regalo io! Un intero reggimento! Li puoi comandare fino a quando ti aggrada! Nessuno di loro si lamenterà!  (al pubblico) Se no a farsi friggere ci va la .. nostra .. di salute mentale! E chi lo regge questo?!

ALFONSO, (al pubblico) I soldatini? Per chi mi ha scambiato? Per un infante? (alla figlia) Che devo farmene (inorridendo) dei.. soldatini di piombo che non si muovono...  non parlano e non mi ubbidiscono...  quando ho voi che lo potreste fare benissimo?!

GIULIETTA, (preoccupata) Già... ci siamo noi.. gratis .. sul posto e in carne e ossa! (al pubblico) Qui il caso sta diventando veramente serio! Quasi grave! Anzi.. senza il quasi!  Urge una riunione di famiglia! (chiama preoccupata )  Mami... Edoardo... venite subito! E' urgente! E' questione di vita o di morte!

ALFONSO,  Di vita... di vita! Della ...mia.. vita! Quale morte!

GIULIETTA,  (al pubblico) Con lui che comanda... la .. nostra.. morte!

ALFONSO, (al pubblico) Adesso mi divertirò! Uhh.. se mi divertirò!

Scena 3 (detti, Maddalena, Edoardo)

(entrano in scena Maddalena con un catalogo in una mano e con l'altra lo sfoglia ,  e senza distogliere lo sguardo dalle pagine; ed Edoardo con tanto di grembiule da cucina e guanti di gomma)

MADDALENA, Cosa c'è di tanto urgente? Io non ho tempo da perdere! Devo scegliere le bomboniere da presentare ad alcuni clienti! E ne aspetto di nuovi tra poco! Sono una wedding planner seria io! Quando organizzo un matrimonio.. non transigo!

EDOARDO, (non dimenticare l'atteggiamento effeminato) Neanch'io ho tempo da perdere! I piatti non aspett... (si blocca perchè vede tutti i popcorn e le patatine per terra) Ihhh! Ma io ho appena pulito! Giulietta.. e che diamine... sei un disastro! Sempre con questi popcorn e patatine! E che schifo poi a colazione! Ma quando impari a prender almeno un normalissimo caffè latte? E che diamine! (Ed esce di corsa per rientrare subito con scopa e paletta, davanti ai suoi familiari allibiti. Giulietta magari prenderà il contenitore dei popcorn per vedere se ne sono rimasti dentro, e quelli che trova li mangerà)

EDOARDO, (mentre raccoglie i popcorn) Non solo hai sporcato... questo è un caso di spreco bel e buono! Tutto questo ben di Dio scialacquato! Sciupona! (E indispettito strappa dalle mani alla sorella il contenitore dei popcorn e delle patatine e poi riesce di scena per rientrare subito senza scopa e paletta sempre nel silenzio assoluto; quindi mettendo le braccia conserte) Allora... cos'è questa cosa così urgente da distogliermi dalla pulizia delle stoviglie? I batteri proliferano se li si lascia agire a lungo!

GIULIETTA,  Fratello.. sei irrecuperabile!

EDOARDO,  (con tono schifiltoso) Anche le tue tute sempre sporche di grasso.. sono irrecuperabili! Te l'ho detto mille volte.. il grasso è una macchia tremenda da far andare via!!! Uffa! E che diamine!

ALFONSO, Bene soldato Edoardo! Visto che sei un esperto delle faccende domestiche ... oggi sei di corvée in cucina! (e assume un'aria soddisfatta)

EDOARDO,  (lo guarda perplesso per un attimo , poi) Sai che novità! Io sono sempre di corvée! In cucina... in bagno e dappertutto! Mi ci metto da solo in corvée! Tanto .. se  non lo facessi io... in questa casa... acari e batteri ci avrebbero già sfrattati da un pezzo e ci vivrebbero felici e contenti! (Quindi esce uno strofinaccio dalla tasca del grembiule e pulisce una fantomatica macchia sul divano; poi ci ripensa) Ma papà... perchè mi ha chiamato .. soldato?

MADDALENA,  Già.. perchè?

GIULIETTA,  (teatrale) Madre.. fratello... l'urgenza sta proprio qui!!

EDOARDO,  (ad Alfonso, infastidito) No papà... ne abbiamo parlato un miliardo di volte.. io non mi arruolo! Nè ora .. né mai! Sono uno studente di ecologia e questo voglio continuare a fare! Ma tu mi ci vedi in quel ricettacolo di microbi che sono le caserme? Impazzirei a pulire ogni momento ogni angolo! E che diamine!

GIULIETTA,  Mi dispiace fratello.. ma sei stato già arruolato!!

ALFONSO, ( assume l'aria ancora più soddisfatta)

EDOARDO/MADDALENA, Cosa?

EDOARDO, Papà.. no.. scordatelo.. neanche se le caserme si fossero svuotate e fossi rimasto solo io a fare il soldato sulla faccia della terra! Io là dentro non ci metto piede! E che diamine!

GIULIETTA, Fratello.. non scaldarti! Siamo stati.. tutti … arruolati!!

ALFONSO, ( è in solluchero e annuisce felice)

EDOARDO/MADDALENA, Cosa?

EDOARDO, E che diamine! Che diamine! Che diamine! Oh! (si innervosisce alquanto , magari farà un po' di su e giù, poi si mette braccia conserte sbuffando e battendo il piede a terra mentre tutti l'osservano in silenzio)

MADDALENA,  (al marito) No Alfonso .. ora ci spieghi cosa sta succedendo!

ALFONSO, ( continua nella sua aria sorniona e invece di dare una spiegazione, comincia a camminare attorno a loro squadrandoli dalla testa ai piedi, e ogni tanto rivolge una risatina ironica al pubblico, mentre Edoardo e Maddalena lo guardano confusi)

GIULIETTA, (la spiegazione la dà lei) Mamma.. fratello.. da oggi noi siamo i... soldatini di papà! Per sopperire alla mancanza di quelli veri! Causa.. pensionamento! Lui comanderà..  noi ubbidiremo!

EDOARDO/MADDALENA, Cosa?

ALFONSO, (con aria contenta) Primo reggimento Famiglia Campo... aaa-ttenti!

GIULIETTA, (più per prendere in giro il padre, si mette sugli attenti) Comandi mio generale! (poi)  Però non ci fare l'abitudine!

EDOARDO, (guarda perplesso e sbigottito per qualche secondo,  e poi con fare schifiltoso) Oddio! Sicuramente dei parassiti si sono annidati nei meandri dei vostri cervelli e vi fanno sragionare! Non c'è altra spiegazione! Aiuto! C'è bisogno di una bella disinfestazione!  E subito! Non facciamo passare troppo tempo.. se no infettano anche noi! Mamma... io scappo! Tu fai quello che vuoi!   Ma in che casa vivo?! Germi.. batteri.. parassiti! Che schifo!! Bleah! (mentre sta per uscire, Alfonso lo richiama)

ALFONSO, Soldato Edoardo! Usi un linguaggio adeguato! E per punizione ora verrò a fare ispezione nelle camerate! Si assicuri che tutto sia pulito e in ordine  altrimenti le raddoppio il suo turno di guardia!

EDOARDO,  Ispeziona pure quanto vuoi! Tanto … dove passo io... tutto brilla!

ALFONSO,  Lo vedremo! (Alfonso ed Edoardo escono)

Scena 4 (Maddalena, Giulietta)

GIULIETTA, Mamma.. sei sicura che quello sia mio fratello?

MADDALENA, Più che sicura!

GIULIETTA, Non potremmo essere più diversi! Io sono un maschiaccio e lui...

MADDALENA,... e lui è quello che si è sorbito quel gene femminile che.. tu... ti sei scordata dentro la mia pancia! Non poteva certo rimanere qui dentro.. quel gene...   (indica la sua pancia)... e alla prima occasione.. cioè tuo fratello.. zac!.. si è imbarcato come clandestino! Ecco perchè tu sei un maschiaccio e lui è... lui è... lui è....

GIULIETTA, (magari imitandolo a gesti e movenze) … e lui  quello che è!

MADDALENA,  Già!

GIULIETTA,  E pazienza! Teniamocelo così! Tanto.. in effetti.. così com'è... è utile! La nostra casa.. con lui …  risplende!  (Breve pausa) Va bè mami... vado a lavorare!

MADDALENA, Giulietta... ma  quando la smetterai di .. lavorare.. in quella … sudicia...  officina? E magari comincerai a fare qualcosa … da donna?

GIULIETTA, Uffa mami! Lo sai.. a me piace!

MADDALENA, Potresti farti piacere qualcos'altro! Che ne so... potresti aiutare me a fare la .. wedding planner!

GIULIETTA,  Una cosa a caso.. vero mami? Ma tu mi vedresti a organizzare matrimoni? Stare tutti i giorni tra... marce nuziali.. bomboniere... confetti... torte a diecimila piani e... e.. e... abiti pieni di pizzi?

MADDALENA,  Veramente io vorrei vedere te... strizzata...  in un.. bel abito di pizzo! E' il mio solo desiderio!

GIULIETTA, Non ci contare!

MADDALENA,  Ma perchè non te lo trovi un bel ragazzotto.. un bel Romeo...  da sposare? Eh Giulietta? Mi faresti felice!

GIULIETTA,  No! Quindi rassegnati a essere... infelice! Vita natural durante!

MADDALENA,  Ma pensa ad una cosa.. se tu ti sposassi e facessi anche un figlio.. tuo padre avrebbe un bel daffare  .. a fare il nonno.. e non penserebbe a comandarci.. tutti quanti!

GIULIETTA,  No... non usare papà come scusa! E dimenticati di diventare nonna! Tanto io non voglio nessuno nè tanto meno nessuno vorrebbe me.. “maschiaccio” per come sono! Forse solo un cieco!  E ora ciao .. vado nella mia adorata .. sudicia...  officina! (ed esce)

Scena 5 (Maddalena)

MADDALENA,  Due figli e .. se continuiamo così... nessuno che mi darà la soddisfazione di organizzare loro un matrimonio da favola! Io .. stimatissima wedding planner … devo progettare matrimoni solo per gli estranei e non per i miei figli? Non sia mai! Ora li aggiusto io! Trema Giulietta.. la prima sarai tu... il tuo Romeo te lo trovo io!  O si.. se te lo trovo! Parola di Maddalena Campo!

Scena 6 (Maddalena, Edoardo)

(suona il campanello, dopo pochi secondi entra Edoardo)

EDOARDO, (indispettito) Mamma.. ci sono clienti per te!

MADDALENA,  Falli entrare.. saranno i nuovi clienti che stavo aspettando! (al pubblico) Progetto Romeo.. per adesso... mettiamolo da parte!

EDOARDO, (mentre Maddalena lo guarderà sbalordita) Non potevano scegliere momento peggiore! Stavo lavando il pavimento .. adesso con le loro scarpe .. sicuramente infangate...  primo... mi faranno un mucchio di impronte  e secondo .. mi cospargeranno ogni centimetro di … microorganismi patogeni.. e chissà quali malattie ci  porteranno in casa ! Magari pure l'ebola! E che diamine! E quando finisci di ristrutturare il tuo negozio è sempre troppo tardi! Non voglio estranei per casa! (ed esce)

MADDALENA,  (urlandogli dietro) Spero presto anch'io! Sei diventato insopportabile! Che poi la casa è anche mia! E fino a prova contraria ci posso portare chi voglio!

Scena 7  (Maddalena, Cleopatra, Romeo)

(entrano in scena, Romeo e Cleopatra, a braccetto, e sarà Cleopatra a guidare Romeo, vista l'eccessiva miopia, esagerare con gli effetti della miopia, magari fare andare Romeo di qua e di là senza controllo)

ROMEO, Permesso?

MADDALENA, Prego... accomodatevi! (allungando loro la mano un po' titubante per il loro aspetto) Buongiorno.. benvenuti! (si stringono la mano, ovviamente Romeo avrà difficoltà a trovare la mano di Maddalena e Cleopatra l'aiuterà, lasciando Maddalena disorientata)

Scena 8 (detti, Edoardo)

EDOARDO, (rientra  munito di mascherina e straccio e ramazza, o mocho, laverà il pavimento, sbuffando, magari asciugandosi la fronte col braccio, dove loro hanno camminato – a scelta può avere solo lo straccio e lavare inginocchiato per terra – poi un bel gesto di stizza) E che diamine! ( ed esce)

Scena 9 ( detti meno Edoardo)

CLEOPATRA,  (con aria di superiorità che manterrà sempre) Complimenti ! Che domestico ligio al dovere!

MADDALENA, (ridendo a denti stretti) Si! Ligissimo! Fin troppo!  (poi) Ma prego.. accomodatevi!

CLEO/ROMEO,  Grazie! (e si siedono sul divano, ovviamente Romeo avrà difficoltà a trovare il divano e Cleopatra l'aiuterà)

MADDALENA, (rivolta a Cleopatra) Bene.. suppongo siate qui per il matrimonio di  questo... bel giovanotto! (indicando Romeo) Suo nipote.. giusto? E la futura sposina... non c'è?

CLEOPATRA, (risentita ) Veramente  lui non è.. mio nipote!

MADDALENA, (guardando disorientata) Ah noo?

ROMEO, (guardando non certo verso Maddalena, quindi altrove e sorridendo) No.. no! Quale nipote! Da dove gli viene quest'idea.. signora?!

MADDALENA, (al pubblico, indicando i nuovi arrivati) Da dove mi viene secondo voi? (poi a Cleopatra e Romeo) Suo figlio, allora!

CLEAOPATRA,  Ehm.. no!

MADDALENA, (guardando disorientata) Ah noo?

ROMEO,  (come prima, ma girato da un altro lato) No.. no! Quale figlio! Oh Gesù signora.. ma allora siete cecata!!

MADDALENA,  (stupita per la risposta, verso il pubblico farà il gesto come per dire: io?... poi a loro) Allora è... cosa?

CLEOPATRA, (altezzosa) Ma il mio... fidanzato!

MADDALENA, (guardando allibita, verso il pubblico farà dei gesti come per dire: questi due stanno insieme? Ma so' pazzi?.. poi) Noo!  Non mi dica!!

ROMEO,  Si.. si! Il suo fidanzato! (ancora da un'altra parte) Mi sembra evidente!

MADDALENA, (ironica al pubblico) Uhh!  Evidentissimo!

CLEOPATRA, (sempre altezzosa) E la futura sposina... ehm... sarei .. io! Ovviamente!

ROMEO,  Già.. già! Ovviamente! (si stringono le mani, amoreggiando.. ovviamente Romeo avrà difficoltà a trovarle, le mani ) La mia .. dolce.. futura sposina!

MADDALENA, (risata a denti stretti) Eeehhh... scusate ... come ho fatto a non capirlo... una così … (ironica) … giovane e fresca... futura sposina!! (al pubblico) Fresca? Forse 50 anni fa! O 60?  Ora è comunque solo roba di antiquariato!  (forte) Eehh.. che bella coppia.... ehm.. innamorata! Lo si legge dai vostri.... (guardandoli bene e a Romeo avvicinandosi molto in cerca degli occhi dietro gli occhiali)...  occhi!! (al pubblico)  Si.. ci sono... molto in fondo.. ma ci sono!

CLEO/ROMEO, Innamoratissimi! (amoreggiano.. magari Romeo manda baci altrove e Cleopatra lo raddrizza)

ROMEO, (sempre stringendo le mani di Cleopatra) La mia dolce e freschissima.. futura sposina!

MADDALENA, (si rivolge al pubblico facendo uno sguardo esageratamente perplesso) Deve ringraziare la cataratta precoce del giovanotto, la mummia.. ehm.. la  futura  sposina! Come si dice.. occhio non vede .. cuore non duole! (riflette) Ma il ragazzo secondo voi.. se ne sarà accorto che .. la sposina.. non è poi così tanto .. giovane e fresca?! Boh! Povero ragazzo! Va bè che l'amore non ha età e anche cieco! Mah!! Contenti loro!  (poi a loro sorridendo) Che meraviglia... innamoratissimi!

Scena 10 (detti, Edoardo)

(entra in scena Edoardo, sempre indossando la mascherina,  con due paia di copri scarpe usa e getta e a gesti inviterà la madre affinchè li faccia mettere a Cleopatra, che osserverà la scena sdegnata,  e Romeo. Maddalena indispettita  glieli infilerà sotto il braccio e sempre a gesti  rispedirà il figlio indietro e gli mostrerà la porta per uscire. Edoardo con un gesto di stizza e con un ..) E che diamine! (uscirà di nuovo)

Scena 11 (detti, meno Edoardo)

MADDALENA, (per scusarsi) Scusate... mio fi... ehm... il mio domestico... ha la mania dell'igiene! Maaa.. dove eravamo rimasti? Ah... a... che meraviglia... innamoratissimi!

ROMEO, Già.... innamorato della mia adorata.... fidanzatina... Cleopatra!

CLEOPATRA, (ma sempre in modo altero) Oh mio Romeo!

MADDALENA,  (ironica) Che romantici! Vi siete dati dei nomignoli... storici! Originali! (al pubblico) Lo dicevo io che lei era una mummia! Cleopatra!  Nome egiziano!  Perfetto per una mummia!

CLEOPATRA,  Veramente.. questi sono i nostri nomi.. veri!

MADDALENA, Che combinazione! Due personaggi storici che si incontrano! Però lui sarebbe stato più giusto si chiamasse Antonio e non Rome... (si blocca e poi drizzando le antenne, finisce il nome)... O! (Al pubblico, mentre Cleopatra e Romeo continuano ad amoreggiare) Lui.. si chiama … Romeo! Ed io cercavo un Romeo per mia figlia! Giusto oggi ho deciso di trovare un Romeo per la mia .. Giulietta! Che sia il destino che bussa? In effetti … non mi sembra un gran destino! Però.. però...  a pensarci bene... occhio non vede.. cuore non duole..... sarebbe l'ideale pure per mia figlia... ! Lo ha detto lei stessa: ci vorrebbe un cieco!! E qua .. più o meno.. ci siamo! (ci riflette) No Maddalena .. dove vai pensando.. non è il caso!  (e cominciando a camminare su e giù, forte)  Comunque.. Antonio o Romeo.. è proprio un bel fidanzato... complimenti Cleopatra! Posso chiamarla così?

CLEOPATRA, Prego.. faccia pure!

MADDALENA, Cara la mia Cleopatra.. lei è stata molto.. molto... fortunata ad incontrare questo  bel… (sottolineando).. gio-va-no-tto!

CLEOPATRA, (trovandosi Maddalena proprio dietro il divano vicino Cleopatra, quest'ultima l'afferra repentina da un braccio e la tira giù, e piano) Cosa vuole insinuare? Che lui è un ragazzino ed io sono.. vecchia.. per lui?

MADDALENA, (piano a Cleopatra) Non mi permetterei mai! (al pubblico) Che sia la coscienza sporca a farla parlare?

CLEOPATRA, (piano a Maddalena) Allora badi a come parli! Romeo è mio e guai a chi me lo tocca! E' la  mia ultima occasione! E mi creda... è un'occasione … (facendo il gesto del denaro)... coi fiocchi e coi contro fiocchi!

MADDALENA,  (al pubblico) Furbetta la vecchietta!

CLEAOPATRA, (sempre piano e boriosa mentre nel frattempo Romeo si guarderà in giro, ovviamente con difficoltà) Sa.. non sono stata fortunata da giovane.. quando ero un bocciolo di rosa... non ho trovato nessuno alla mia altezza... la mia era una famiglia di stirpe nobile.. non potevo certo prendermi il primo che capitava!... e quindi  sono rimasta sola! Nel tempo però abbiamo avuto la sfortuna di avere numerosi rovesci finanziari e quello che ho ricevuto in eredità dalla mia famiglia non è affatto sufficiente... per i miei bisogni .. quindi serviva trovare una soluzione! Non posso di certo sfigurare nell'alta società!

MADDALENA, (al pubblico) Ora che del bocciolo è rimasto solo il gambo con le spine ha pensato bene che un bel ragazzo.. cieco come una talpa... ricco.. è l'ideale! Volpona la mummiona! Ma di solito non era il contrario? I giovani spiantati che sposavano i vecchi ricchi? Mah!! (A Cleopatra, piano) Maaaa... lui lo sa.. si insomma...  della .. diciamo... differenza .. di età?

CLEAOPATRA, (sempre piano) La cosa è... irrilivante! Marginale!

MADDALENA, (sempre piano) Non mi dica che è convinto di sposare una.. fanciulla?

CLEAOPATRA, (sempre piano e circospetta)  Una fanciulla o meno.. non vedo cosa importi!!

MADDALENA, (al pubblico) Lui non lo sa!!!La cosa sta cominciando a insospettirmi! (sempre piano)  E mi scusi .. i suoi genitori? Non hanno avuto nulla da obiettare?

CLEAOPATRA, (sempre piano)Non  ha nessuno! Gliel'ho detto.. è un'occasione coi fiocchi!

MADDALENA, (al pubblico) Drittona la tardona! (poi alzandosi dal divano dove era appoggiata dopo esser stata tirata da Cleopatra, continua verso il pubblico)Uhm! La cosa non solo mi insospettisce.. non mi garba! No.. no! Non posso permettere che la... diabolica stagionata … metta le mani su quel povero.. ehm.. ricco... ragazzo ingenuo! Che sarà anche cecato... (lo guarda meglio) … ma a guardarlo bene... non è poi tanto male!  Credo che gli aprirò gli occhi! Ehm.. si fa per dire! E poi...  sapete cosa penso? Non dimentichiamo che si chiama.. Romeo! E forse oggi con me il destino non è stato poi così.. malevolo! Credo proprio che sia il Romeo ideale! E comunque se non è il destino che bussa... gli busso io! Oggi da wedding planner mi trasformo in .. (ghignando) .. wedding distrugger! Questo matrimonio.. non s'ha da fare!   Ihih! Questo Romeo avrà un'altra Giulietta.. la mia Giulietta... altro che la mummia Cleopatra! La vecchia snobbona vada a trovare altrove la soluzione per.. (imitandola per prenderla in giro)... non sfigurare nell'alta società!  Se Romeo  ancora non si è accorto che è una .. cariatide... e pure antipatica... glielo spiegherò io! E poi gli spiegherò che ho una .. Giulietta... molto più adatta a  lui!  Progetto Romeo.. pronti.. via!

Scena 12 (detti, Edoardo)

(rientra, ancora con la mascherina, stavolta  con in mano una vaporella che  passerà qua e là.... anche vicino ai piedi di Romeo e Cleopatra,  che al solito guarderà con irritazione; poi  col solito gesto di stizza  e con il solito... ) E che diamine! (uscirà)

Scena 13 (detti, meno Edoardo)

MADDALENA, (ridacchiando nervosamente) Ma come è bravo il mio domestico! Come è pulito il mio domestico! Averceli tutti così... i domestici!!! (pausa) Allora.. ritorniamo a noi....  dicevo.. che la .. cara.. Cleopatra... è molto fortunata ad averla incontrata.. caro Romeo.. caro bel … giovanotto... Romeo... (avvicinandosi a Romeo e parlandogli molto vicino e in modo che Cleopatra non senta ) Lei.. la sua fidanzata... che non è più tanto .. ehm... nel fiore degli anni!! (forte) Proprio fortunata! (vicinissimo a Romeo e più piano) Romeo, lei un po' meno.. fortunato.. mi creda! (Romeo la guarda stranito)

CLEOPATRA, (boriosa) Grazie! Lei è molto gentile … e acuta!

MADDALENA, (ironica) Di nulla.. è la verità! (Al pubblico) Sempre a quelli sbagliati.. le fortune!  (sorride maliziosamente a Cleopatra) Allora .. cominciamo a parlare di organizzazione?

ROMEO, Certo! Siamo qui per questo!

MADDALENA,  (Al pubblico, sogghignando) Forse! (Forte) Dunque.. che genere di matrimonio desiderate? Classico o.. originale?

ROMEO, (a Cleopatra) Tesoro.. tu che dici?

CLEOPATRA, (fintamente dubbiosa) Ma … non so! Non saprei!

MADDALENA,  Vi vedo indecisi.. allora farò io! Io vi consiglio...  (piano vicino a Romeo, ogni volta cambierà lato da dove parla a Romeo, confondendolo)...  visto .. ehm.. la singolarità della coppia... … e si nota … taaanto... questa .. ehm.. singolarità...

ROMEO, (perplesso, fra sé e girandosi in cerca di Maddalena perchè non capisce da dove è arrivata la voce e aggiustandosi gli occhiali per vedere meglio) Singolarità? Cosa vuol dire?

MADDALENA,  (continua il discorso incurante e forte).. vi  proporrei un bel matrimonio... originale! Uhm... che ne dite... per esempio...  di una bella celebrazione in una.. cripta antica? Eh?! Mi sembra un luogo ideale!   (piano vicino a Romeo) … Antica come la... sposina!

ROMEO, (perplesso, fra sé, c.s.) Antica? Cosa vuol dire?

CLEOPATRA, (con disgusto) Una cripta?  Ma lì ci sono tante tombe!!!

MADDALENA, (piano vicino a Romeo e indicando Cleopatra) …  posto perfetto per lei.. la fidanzatina!  (forte a Cleopatra) Ma saranno tombe di personaggi illustri... fa chic!   (piano vicino a Romeo) … illustri e pure  vetusti.. come qualcun altra!  

ROMEO, (perplesso, fra sè) Vetusti? Cosa vuol dire?

MADDALENA, (pausa) Oppure vi propongo... un bel … museo... pieno di … reperti archeologici! Vasi antichi... anfore.. sarcofagi... mummie... (al solito cambiando lato, piano vicino a Romeo, che la guarda sempre più smarrito) … tra simili....! (forte) Più originale di così!

ROMEO, (perplesso, fra sé, c.s.) Tra simili? Cosa vuol dire?

MADDALENA,  Altrimenti.. che idea ho avuto... chicchissima!... un bel castello medievale.. dal fascino storico e dalle mille arcaiche leggende!  (piano vicino a Romeo) Arcaiche come la sua .. futura.. dolce metà!

ROMEO, (perplesso, fra sé, c.s.) Arcaiche? Cosa vuol dire?

CLEOPATRA, (sostenuta) Si.. originali.. senza dubbio! Ma io avevo pensato a qualcosa si originale... ma  diverso! Modernamente.. originale!

MADDALENA, (piano vicino a Romeo) Moderno? Decisamente non corrispondente all'articolo in questione!

ROMEO, (perplesso, fra sé, c.s.) Non corrispondente all'articolo? Cosa vuol dire?

CLEOPATRA, Non so... un matrimonio su uno yacth.. come lo vede?! Credo che questo si che fa .. chic! Non trova?

MADDALENA, (forte) Ah.. ma allora aveva le idee chiare! Birbantella! Altro che indecisione!  (al pubblico) Mica fessa la bacucca!

ROMEO,  Mi piace mia adorata! Io voglio il meglio per il nostro matrimonio!  Voglio lasciare tutti di sasso! A bocca aperta!

MADDALENA, (al pubblico) Per questo basta che guardino la sua.. adorata.. Cleopatra! (forte) Uno yacht? Si.. perchè no!? (piano vicino a Romeo)... Meglio un veliero però... sa più .. d'epoca... senza dubbio...  più adatto.. alla sposina!

ROMEO, (perplesso, fra sé, c.s.) D'epoca? Cosa vuol dire?

MADDALENA, (Forte) Si.. la vedo... … salire a bordo accompagnata dalla marcia nuziale...  dal rollìo del mare .. con un volo di gabbiani che la salutano...e  al braccio di suo padre!

CLEOPATRA,  (fintamente afflitta) Mio padre... purtroppo... non c'è più! Se ne è andato .. ehm... da poco tempo.. lasciandomi .. ehm... ancora una .. ragazzina!

MADDALENA,  (ironica) Oh... come mi dispiace! (al pubblico) Ragazzina? Lei una ragazzina?  Figuriamoci! E se il padre  ci fosse stato .. data la figlia... sarebbe stato un ... matusalemme! Ultracentenario! (piano a Romeo, che continua a sbarrare gli occhi ad ogni frase sussurrata da Maddalena) Tra non molto .. la sposina.. potrebbe anche raggiungerlo.. il padre! Ci sono mooolte probabilità!

ROMEO, (perplesso, fra sé, c.s.) Raggiungerlo? Probabilità? Cosa vuol dire?

MADDALENA,  (forte) Non c'è nessun altro che può sostituirlo?

CLEOPATRA,  No!

MADDALENA,   (ironica) Oh... come mi dispiace!

CLEOPATRA, (piano fra sé,  ma Maddalena che la tiene d'occhio,  la sente) Ci sarebbe mio fratello...  è più giovane di me... ma è affetto da demenza senile.. quello!! Figuriamoci!  Neanche lo inviterò! Rovinerebbe tutto!

MADDALENA, (al pubblico) Cosa hanno sentito le mie orecchie!? Notizia alquanto  succulenta.. che va subito condivisa!  (subito, piano a Romeo)... Ha il fratello  più giovane.. e sottolineo più giovane..  affetto da demenza senile! E se è senile,.. capiamo bene cosa significa!

ROMEO, (perplesso, fra sé, c.s.) Demenza senile? Cosa vuol dire?

MADDALENA, (forte) E va bè.. pazienza... vorrà dire che salirà a bordo da sola.. a meno che non troveremo … prima o poi... un'altra soluzione!

CLEOPATRA,  Confido in lei... mi piacerebbe tanto! Sa .. sola.. non mi sembra l'ideale!

ROMEO, Si .. si! Faccia di tutto per accontentare la mia diletta!!! Che vuol farci.. è orfanella come me!  (si stringono al solito le mani, lui affettuoso, lei un po' meno)

MADDALENA,  Vedremo.. vedremo! (Al pubblico, con aria da diavoletta) Vedrai.. vedrai.. come l'accontento la tua diletta orfanella!! (forte) Ora passiamo ad altro... l'abito... come deve essere? Bianco?  (piano a Romeo)... bianco.. sarebbe perfetto … farebbe  pandant con i suoi capelli! Proprio un tutt'uno!

ROMEO, (perplesso, fra sé, c.s.) Pandant? Cosa vuol dire?

CLEOPATRA, (decisa) Certo! Rigorosamente bianco! Questo è il mio … primo .. matrimonio!

ROMEO,  La mia diletta si è conservata per me e solo per me!

MADDALENA, (al pubblico) Si.. è una reserve super invecchiata però ! (poi piano a Romeo)... primo e anche ultimo! Ammesso che ci arrivi già a questo!!

ROMEO, (perplesso, fra sé, c.s.) Arrivi? Cosa vuol dire?

MADDALENA, (forte) E come lo preferisce quest'abito bianco? In stile Rossella O'hara di Via col vento? (piano a Romeo)... stile per lei … perfettamente contemporaneo!

ROMEO, (perplesso, fra sé, c.s.) Stile contemporaneo? Cosa vuol dire?

MADDALENA,  (forte) O per fare onore al suo nome in stile antico egizio? (facendo il gesto) Tutto aderente aderente... (piano a Romeo)... in stile mummia.. per  così dire! E' pur sempre bianco!

ROMEO, (cerca con la mano, con molta difficoltà, il braccio di Maddalena, poi trovandolo la tira giù quindi piano)... Senta .. non ho capito... ho come l'impressione che lei voglia dirmi qualcosa!

MADDALENA, (piano a Romeo, ironica)... Lei trova? A me.. non sembra! (pausa) Anche se...

ROMEO, (piano a Maddalena)... Anche se .. cosa?

MADDALENA, (avvicinandosi a loro da dietro il divano e abbracciandoli, sarcastica) Ma come state bene insieme! (piano vicino a Romeo)  Il bello e la  … mummia!

ROMEO, (piano a Maddalena, ritirandole il braccio) Ma.. non capisco... sta dando della mummia alla mia fidanzata?

MADDALENA, (piano a Romeo, getta le carte)   La prego.. stia attento.. non è quello che sembra! (sempre sarcastica, forte) Ma quanto siete belli!  (piano a Romeo)  Aguzzi la vista! (poi al pubblico) Ops!

ROMEO, (comincia a guardare Cleopatra da vicino, molto vicino, studiandola .. esagerare... mentre Cleopatra l'osserva insospettita , poi piano a Maddalena, a cui tira ancora il braccio) Io non vedo niente!

CLEOPATRA, (la tira al solito dal braccio, l'altro rispetto a Romeo - praticamente inizia un tira e molla delle due braccia di Maddalena da parte di Cleopatra da un lato e Romeo dall'altro) Che sta succedendo?

MADDALENA, (piano a Cleopatra, finta ingenua) Niente.. perchè?

CLEOPATRA,  (sempre piano e sospettosa) Non so...

ROMEO, (riprende lo studio ravvicinato di Cleopatra, poi ritira l'altro braccio di Maddalena e piano) Senta... io continuo a non  vedere niente di strano...

MADDALENA, (piano a Romeo) E' questo il suo problema... non vede!

CLEOPATRA, (la tira al solito dal braccio) C'è qualcosa che mi puzza!

MADDALENA,  (al pubblico) Se continuano così tra poco le mie braccia si faranno tanto lunghe da raggiungere i piedi!

Scena 14 (detti, Edoardo)

(rientra in scena Edoardo, la solita mascherina in viso,  con una bombola di disinfettante che spruzzerà ovunque, anche fra i piedi di Romeo e Cleopatra, dalla solita reazione )

MADDALENA,  (ridacchiando nervosamente ma approfittando per cambiare discorso, indicando il figlio) Si riferisce a .. questa...  puzza? (parla a Cleopatra ma in effetti a Edoardo con tono di rimprovero) Non faccia caso al mio domestico! Sarà anche molto diligente e superlindo... ma io gradirei non essere disturbata quando lavoro! E se continua così … lo licenzio!

EDOARDO , (col solito gesto di stizza verso la madre e con ) E che diamine! ( esce)

Scena 15 (detti, meno Edoardo)

MADDALENA, (sorridendo nervosamente) Scusatemi ancora! Proseguiamo nel nostro discorso .. che è meglio! Allora... (prende il catalogo che aveva prima in mano).. ecco … stabilito lo yacht e l'abito bianco...  passiamo alle bomboniere! Cominciate a guardare! 

(Cleopatra prende il catalogo ma ovviamente Romeo non vede)

MADDALENA,Oh che sbadata.. ha ragione ! (come se le fosse venuta un'idea) Ma l'aiuto io! (al pubblico) Eccome se l'aiuto!  (poi apre un cassetto e ne estrae una grande lente d'ingrandimento e la porge a Romeo) Son sicura che con questa vedrà! (maliziosa)  Vedrà... tutto! (e porgendola la girerà in modo da fargli inquadrare non il catalogo ma Cleopatra)

ROMEO, (finalmente ha la visuale sulla fidanzata e getta un urlo)

CLEOPATRA, (spaventandosi urla anche lei)

MADDALENA, (gongola e toglie la lente dagli occhi di Romeo)

ROMEO, (al pubblico) Ma … ho visto bene?

CLEOPATRA,  (al pubblico) Cosa avrà visto?

MADDALENA, (ancora gongolando, al pubblico) Maddalena … mummia boriosa... 1 a 0! Siii!

(nel frattempo si sente il suono dell'adunata militare e tutti restano interdetti poi entra Alfonso)

Scena 16 (detti, Alfonso, Edoardo)

(entrano in scena Edoardo, che sbuffa, spinto a forza da Alfonso. Arrivati vicino il divano, Alfonso costringe a gesti il figlio a dire...)

EDOARDO, (per accontentarlo, ma sempre sbuffando e molto scocciato) Tutti in piedi... entra il Generale! (al padre, con fare molto infastidito)  Va bene così? Tanto.. non si alza nessuno!

ALFONSO, (al figlio) Soldato Edoardo... avevo pensato di elevarla di grado e nominarla caporale... ma vedo che non ne è all'altezza! Lei è moscio soldato! I caporali hanno vigore... grinta .. polso...

EDOARDO, (sbuffando)  Il polso ce l'ho.. eccome! Stai tranquillo ! E ora vado che mi serve subito! Devo strofinare la biancheria che ho lasciato in ammollo! Che macchie in questa casa... che macchie! Caffè.. sugo.. vino!  E che diamine! (esce sbuffando)

Scena 17 (detti, meno Edoardo)

MADDALENA, (si volta verso Cleopatra e Romeo e ridacchiando a denti stretti  ) Che volete.. il mio domestico è anche un esperto di... macchie! Eh eh! Che fortuna! (ma mentre è ancora girata e dà le spalle al marito...)

ALFONSO,  (si schiarisce la voce e con cipiglio militaresco) Truppa... aaa-ttenti!

(tutti sobbalzano)

ALFONSO, (sogghignando al pubblico) Altri due soldatini per il mio .. diletto!  Puro.. diletto!  (poi, tronfio e con tono molto alto) E tutti in riga! Pancia in dentro e petto in fuori!

ROMEO, (non capendo niente perchè non vede e aggiustandosi al solito gli occhiali) Scusate.. qualcuno ha acceso la tv? Credo ci sia uno di quei film ambientati in caserma!

MADDALENA, (per giustificare la situazione, ridendo a denti stretti) Eeeehh .. nooo...  quale film! Eheheh... è mio marito! Sta... sta... (cerca un spiegazione)...ecco...  si.. si sta allenando... si... ehm... ecco... si.. deve recitare .. si … sono prove.. prove di recitazione! (al marito piano) Con te facciamo i conti dopo!

ALFONSO, (continua imperterrito nella sua impresa e tronfio, declamando )  Oggi.. in programma... abbiamo... addestramento! Le truppe... devono mantenersi … sempre... in costante... allenamento! Le truppe... devono essere sempre pronte....  a qualunque evenienza!  Ad attacchi .. assalti... o invasioni... da parte di qualunque esercito straniero! Devono essere sempre pronte a difendersi e a difendere.. anche versando il loro sangue...  la nostra amata … Patria!

ROMEO, (mentre Maddalena e Cleopatra guarderanno a bocca aperta, Romeo invece applaude) Bene.. bravo.. bis!

ALFONSO, Pertanto .. per un efficace addestramento... bisogna partire dal basso... dalle basi! Oggi dunque... cominceremo con mirati... esercizi ginnici.. atti a tonificare il vostro corpo di soldato!

ROMEO, (come prima, e applaudendo e magari con qualche fischi d'approvazione e comunque fa molto chiasso ) Bene.. bravo.. bis!

MADDALENA, (al marito piano) Ma tu ti sei accorto che io avevo clienti? Prima di dare sfoggio del tuo smodato...  io militaresco... potevi pure dare un'occhiata!

Scena 18 (detti, Edoardo)

EDOARDO, (entra abbastanza seccato con grembiule da cucina e cappello da cuoco e mestolo in mano) Su.. forza.. ditemi cos'è tutto questo baccano? E trovate una adeguata giustificazione... perchè per colpa di tutta questa baraonda.. mi sono spaventato ed ho versato tutto l'intero barattolo di sale nel brodo!!! E che diamine! Ora avremo tutti la pressione a 300!  (mettendo le braccia conserte) Sto aspettando!

MADDALENA, (solita risata a denti stretti) Nooo.. quale baraonda.. solo tuo padre... ehm.. (si corregge)...  padrone...  alle prese... eeehhh... con le prove di... recitazione! Che sarà mai!

EDOARDO,  Cosa? Ora pure l'attore vuole fare? Non bastava il generale? Oh mamma... le sinapsi di questa famiglia sono andate tutte in tilt! Chiamate la neuro!  E che diamine! (esce stile disperato mulinando il mestolo in aria)

Scena 19 (detti, meno Edoardo)

MADDALENA,  (solita risata a denti stretti) Che domestico spettacolare! E' anche un cuoco scrupoloso!! E come è affezionato! Ci tiene anche alla nostra salute!

CLEOPATRA, (al pubblico) Mi avevano parlato come della wedding planner migliore sulla piazza... ma a me sembra solo .. pazza! Anzi... sono una famiglia di pazzi! Compreso il domestico!

ALFONSO, Truppa.. non siete ancora pronti? Un generale non può aspettare i comodi dei soldati! Al lavoro! Subito!

MADDALENA,  (rivolta verso il marito e facendo il gesto dell'esorcismo) Generale! Esci da questo corpo!

ALFONSO, In riga e cominciamo con esercizi di riscaldamento!

MADDALENA, (al pubblico) Anche l'esorcismo è inefficace! (al marito) Ehm... veramente le truppe.. non sono molto d'accordo! E poi non abbiamo bisogno di riscaldarci.. non c'è.. freddo!

ROMEO, Io l'accontenterei volentieri .. ma sono stato riformato! Sa... piccoli problemi di vista!

MADDALENA, (al pubblico) Piccoli?

ROMEO, In effetti .. quando ho fatto la visita... avevo si.. problemi di vista.. ma pur sempre relativi! Poi improvvisamente .. da qualche tempo a questa parte.. sono  peggiorato... vado a letto anche con gli occhiali per vedere meglio!... Uhm.. da quando? Più o meno da quando ci siamo fidanzati.. vero mia Cleopatra? Sarà stato l'amore!  A proposito... mia adorata... potresti accontentarlo tu.. il generale-attore! Lo faresti per me?

MADDALENA, (la proposta di Romeo le fa venire un'idea) Ma siiii.. perchè no .. Cleopatra! Una bella dimostrazione d'amore per il suo Romeo! (afferra il marito e piano) Dopo tutto … la tua mania oggi potrebbe essere .. proficua e vantaggiosa!

CLEOPATRA, (afferra al solito Maddalena e piano) Io fare ginnastica?Lei è pazza!  Mi ha guardato bene?

MADDALENA,  (al pubblico) Fin troppo! (a Cleopatra, ancora piano) Ma si.. su.. cosa le può fare qualche piccolo esercizietto? Le servirebbe per conquistare definitivamente la fiducia del suo Romeo!!! Eh! (Subdola) Se si rifiutasse... ehm.. potrebbe .. pensare... male... non trova? Magari che non è la Cleopatra che dice di essere! Credo che lei non possa... decisamente... declinare.. l'invito!

CLEOPATRA, (sempre piano) Come posso farlo? Schiatterei tempo 5 minuti!

MADDALENA,  (cercando di convincerla ad ogni costo per dimostrare a Romeo la falsità di Cleopatra) Uhh.. esagerata! Vedrà! Sarà cosa di poco conto! (ha un'idea e in confidenza) E poi... se accontenterà anche mio marito... potrei farle una... proposta!

CLEOPATRA, (sempre piano) Cioè?

MADDALENA, (sempre piano)  Posso convincere mio marito ad .. accompagnarla all'altare! Un Generale al  braccio farebbe un certo effetto! Davanti alla sua... alta società …  che figura farebbe!  (Le fa l'occhiolino) Eh? Che ne pensa?

ROMEO,  (che nel frattempo ha provato a  fare esercizi per conto suo) Su.. mia Cleopatra... divertiamoci insieme! Ci provo anche io! La cosa mi stuzzica! Al diavolo i problemi di vista!

MADDALENA,  Ma si.. dai... si lasci.. stuzzicare! Lei che è così... giovanile!

CLEOPATRA,  (a Maddalena) Solo se li fa anche lei!

MADDALENA,  (al pubblico) Che colpo basso! (sorridendo forzatamente) Eheheh.. va bene.. se lo desidera! (poi piano a Romeo) Ottima mossa! Ora stiamo a vedere cosa succede!

ALFONSO,  Bene! Truppa.. aaa-ttenti!

(Si mettono tutti sull'attenti e da questo momento recitare a soggetto: Alfonso farà fare loro esercizi da strapazzarli. Romeo si divertirà, ma combinando un po' di traffico perchè non vede e fa cose sbagliate;  Maddalena cercherà di evitare di fare gli esercizi e Cleopatra ogni minuto sarà sempre più affaticata. Esagerare e rendere la scena comica. Durante gli esercizi Maddalena farà una sorta di telecronaca piano all'orecchio di Romeo – anche questa da recitare a soggetto a seconda delle reazioni di Cleopatra – comunque tipo: 1. Ha il fiato corto! 2. Sta strabuzzando gli occhi! 3. Tra poco esplode! 4. Non ce la fa più!  Poi, dopo pochi esercizi, Cleopatra ansimando distrutta con scena esagerata e comica, si butterà sul divano! )

MADDALENA,  (piano a Romeo) È stramazzata! Come volevasi dimostrare!

(poi cominciano a soffiare Cleopatra)

ROMEO,  (cerca di soffiare Cleopatra ma ovviamente a causa della vista soffia altro e ci starà un bel po' prima di trovarla e ogni volta che pensa di averla trovata dirà) Oh mia adorata!! Soffri?

CLEOPATRA,(tira Maddalena al solito dal braccio e piano ansimando) Questa me la paga! Sono zuppa di sudore e prossima all'infarto!

MADDALENA, (piano a Cleopatra) Uh che sarà mai! Qualche goccia di sudore non ha mai ucciso nessuno! (poi forte, con l'intenzione di liberarsi di lei per parlare comodamente con Romeo) Vada a prendere una boccata d'aria in balcone! Vedrà.. si sentirà meglio! (al pubblico) Così resto finalmente  sola con Romeo!

CLEOPATRA, (sempre piano a Maddalena(e tirandola al solito)  Scherza? Sudata  come sono … una polmonite non me la leva nessuno!  Alla mia età!

MADDALENA, (al pubblico)Ora l'ammette! Ihih! (piano a Cleopatra) Vada a prendere aria! Non vorrà dimostrare.. la sua.. vera.. età.. al suo Romeo? (poi forte) Alfonso tesoro... un Generale deve fare il gentiluomo.. quando occorre! Accompagna la signora in balcone! Ne ha bisogno!

ALFONSO, Certamente! Un Generale conosce a menadito il Galateo! (e porgendo il braccio a Cleopatra) Signora! Sono a sua completa disposizione! La scorto in balcone!

MADDALENA,  (a Cleopatra maliziosa) Bene.. bene.. vada! Cominci a fare esperienza al braccio di un Generale! (le fa l'occhietto)

( Cleopatra con gesto di stizza verso Maddalena accetterà il braccio di Alfonso e usciranno in balcone,  mentre entra in scena tranquillamente Edoardo con un piumino per spolverare in mano, ma vedendo la scena che sua madre parlerà piano a Romeo si fermerà in silenzio ad ascoltare, non visto)

Scena 20 (Maddalena, Romeo, Edoardo)

MADDALENA,  (prendendo sottobraccio Romeo) Bene.. sono usciti! Ora io e lei chiacchieriamo un pò !

ROMEO,  Dica... dica pure!

MADDALENA,  Diciamo.. visti i suoi.. ehm... piccoli problemi di vista... ho pensato bene di offrirgli i miei.. di occhi! E i miei occhi hanno visto tante cose! E anche le mie orecchie hanno sentito tante cose!

ROMEO,  Cosa per esempio?

MADDALENA,  Senta... non perdiamoci in chiacchiere... la sua fidanzata non è quello che lei crede!

ROMEO, Ah no?

MADDALENA, No! Non è la.. fanciulla.. che lei pensa di avere al suo fianco! Guardi.. sarò franca... è solamente una mummia.. una cariatide... una bacucca... una tardona... una vecchia zitella acida e arrogante... in cerca di.... liquidi... per soddisfare le sue.. esigenze da snobbona!

ROMEO, Caspita … quanta franchezza.. signora!

MADDALENA,  Senta... posso parlarle da amica?

ROMEO,  Ma certo!

MADDALENA, Mandi a quel paese quella vecchia volpona e si cerchi una bella ragazza della sua età!

ROMEO, (si rattrista) Dice bene lei! Ma.. mi ha guardato bene? Io sono un povero ultra miope che nessuno vuole veramente! 

MADDALENA, (al pubblico) Povero! Direi ricco! 

ROMEO,  Così come Cleopatra.. tutti mirano ai miei soldi! Veramente pensavo di aver trovato quella giusta! Non pensavo fosse anche lei attaccata al denaro! Anche se forse l'avrei dovuto capire.. le ho fatto molti regali sa?

MADDALENA, (a Romeo) Ormai quel che è stato è stato!E se le dicessi  che io avrei la persona adatta a lei?

ROMEO,  (si illumina) Dice davvero?

MADDALENA,  Siii!! E' la mia figliola! E di sicuro non pensa ai soldi! Glielo garantisco!  (al pubblico)  In testa ha solo officina e motori! (forte) Pensi.. si chiama Giulietta!

ROMEO, Davvero?

MADDALENA,  Si.. si! E son convinta che lei oggi è venuto qui perchè l'ha chiamata il destino! Venga! Andiamo nel balcone a scaricare Cleopatra e dopo le presento la mia Giulietta! Vedrà .. non se ne pentirà!

(escono nel balcone e si reca al centro della scena il perplesso Edoardo)

Scena 21 (Edoardo)

EDOARDO, (al pubblico) Urca cosa hanno sentito le mie orecchie! Mia madre che manda a monte il matrimonio di due clienti per procurarlo a mia  sorella? Inaudito!  Inorridisco... davanti a tanta sfrontatezza! E che diamine! Una madre non dovrebbe mai  intromettersi nella vita privata della figlia! Nessuno dovrebbe! (pausa)  Ora però si pone un problema.. io... cosa devo fare? (nervoso)  Uhuhuh... il discorso è... farmi i fatti miei e lasciare tutto nelle mani di mia madre? O raccontare ogni cosa a Giulietta? Che faccio.. che faccio.. che faccio? E che diamine!! Uhuhuh! Devo fare il figlio devoto o il fratello onesto? Verità o menzogna? Uffa! E che diamine! (Breve pausa, poi come illuminato) Maaa.. voi … al posto mio...  che fareste? (e resta in scena con faccia dubbiosa... sempre col piumino in mano... magari nella posizione dell'omino di “Lascia o raddoppia”!) (sipario)

NARRATORE,  (con la musica usata all'inizio) Il dilemma è proprio questo: voi.. che fareste? Lascereste Giulietta all'oscuro delle manovre della madre? O la mettereste al corrente del.. pericolo.. che incombe su di lei? Immedesimatevi in Edoardo .. e decidete! A voi la scelta! Prendete il bivio che più vi ispira!  Verde .. Edoardo racconta la verità alla sorella... Rosso .. Edoardo tace sulle intenzioni  della madre!  (una volta che il pubblico ha deciso) Bene.. il dado è tratto! (a seconda della scelta dirà:) Verde .. Edoardo racconta la verità alla sorella! [per questa scelta vai a pag. 34] (oppure) Rosso .. Edoardo tace sulle intenzioni della madre! [per questa scelta vai a pag. 25]  (Poi esce con la solita musica)

 

                                                                                       FINE PRIMO ATTO

PRIMO QUADRO – A-

Scelta 1A (Rosso) :  Edoardo decide di tacere le intenzioni della                                madre

        

Scena 1 (Edoardo)

(Si riapre il sipario e Edoardo è di nuovo nella stessa posizione e sempre col piumino in mano. Poi..)

EDOARDO,  (dopo ancora un po' di dubbi – rendere la scena con gesti ed atteggiamenti, non dimenticando lo stile effeminato – decide )   Sapete che vi dico? Chi si fa i fatti suoi... campa cent'anni! Mi dispiace per Giulietta.. ma io me ne tiro fuori! Faccio finta di non aver sentito niente! E che diamine! Non sono affari miei! Però.. resto sempre in zona! Voglio proprio vedere come va a finire questa storia!

Scena 2 (Edoardo, Giulietta)

GIULIETTA,  (entra in scena stanchissima e si incrociano con Edoardo che la guarda con occhio incuriosito, fissandola) Che hai da guardare?

EDOARDO, (con la faccia da finto tonto) Io? Niente! (e comincia a spolverare qua e  là tenendola sempre d'occhio e ascoltando i suoi discorsi magari commentando a gesti)

GIULIETTA, (stanca va a spaparanzarsi sul divano) Mamma mia che stanchezza! Quella  Ferrari  mi ha fatto tribolare per sistemarla! Però... wow!... che goduria guidarla poi! Uno sprint.. una ripresa... da favola!  (finge ancora di guidarla con viso sognante )

EDOARDO, (mentre  la prende in giro a gesti, fra sè)  Ora vedrai come godrai tra poco! E che favola! Anzi … un bel dramma... shakespeariano.. il tuo!! (poi continua a spolverare)

GIULIETTA, (Al fratello) Non è che mi prenderesti una birretta.. eh fratello? Così mi rilasso un po'!

EDOARDO,  (risentito) Ma mi hai scambiato per il tuo domestico? Prenditela da sola.. la birretta! (poi ci ripensa, esagerare nella scena del dubbio, non dimenticare l'atteggiamento effeminato, e poi al pubblico) Però... uffa.... va bè... è il minimo che possa fare per lei.. almeno le faccio affrontare la cosa... mezza ubriaca! E che diamine!  (forte, gentile) Ok... per questa volta te la prendo! (esce)

GIULIETTA, (sbalordita al pubblico) E che è successo? Di sicuro qualcosa non va! Mio fratello non ha mai cambiato idea e soprattutto non è mai stato così gentile! Mah!

EDOARDO, (rientra con la birra in mano, con l'altra sempre il piumino e gentilissimo) Ecco qua la tua birretta! Fresca come piace a te!

GIULIETTA, (sempre sbalordita, al pubblico) Sono sconvolta! (al fratello) Che dirti... grazie! (beve e poi soddisfatta)Ahhh!

EDOARDO, Ora sei rilassata?

GIULIETTA,Un po'!

EDOARDO, (al pubblico) Un po' … non basta! (esce per prenderne un'altra, torna e porgendo alla sorella la nuova bottiglia o lattina) Oggi sono generoso... approfittane! Rilassati ancora un po'! (al pubblico) Le conviene!

GIULIETTA, (sempre sbalordita, al pubblico) Meglio accontentarlo.. potrebbe restarci male e addio generosità.. per sempre! Anche se la birra .. si mi piace... ma non la reggo molto!  (al fratello)  Ok... grazie.. di nuovo! (beve e poi soddisfatta) Ahhh!

EDOARDO, Ora sei rilassata?

GIULIETTA, (comincia a perdere lucidità, magari fa fatica a metterlo a fuoco) Un po'.. in più!

EDOARDO, (al pubblico) Un po'.. in più … non basta! (esce per prenderne un'altra, torna e porgendo alla sorella la nuova bottiglia)

GIULIETTA,  Ancora? 

EDOARDO, Si... ancora! Oggi sono proprio... munifico!

GIULIETTA, (al pubblico, leggermente stordita , anzi quasi ubriaca) Tanta munificenza è sospetta!! Ma una birretta.. in effetti...  non si rifiuta mai! No..no!  (sempre sbalordita, alzando la bottiglia per un brindisi) Allora.. alla tua.. fratello!! Prosit! (beve, però lasciandone un po',  e poi soddisfatta) Ahhh! (poi comincia a ridere e se si vuole, le si può far fare un bel rutto di gratificazione e poi continua a ridere, è praticamente ubriaca)

EDOARDO, (al pubblico) Credo che ora basti! Suppongo sia abbastanza rilassata! (la guarda bene) Forse un po' troppo!

Scena  3 (detti, Cleopatra, Romeo, Maddalena, Alfonso)

(Cleopatra, di ritorno dal balcone, entra in scena come una furia, seguita da Romeo, poi Maddalena e Alfonso – da ora in poi Alfonso durante le pause in cui non parla starà impassibile ed altero mani dietro la schiena come fosse chiuso nel suo mondo, e a scelta può stare fermo o camminare qua e là e magari prima di dire qualcosa lancerà un sorrisino al pubblico, come a dire: ora tocca a me!  - .  Edoardo batte in ritirata e osserva la scena spolverando mentre Giulietta è ancora spaparanzata sul divano)

CLEOPATRA, (rientrando al pubblico) Non sono mai stata così offesa in vita mia! Non posso rimanere un minuto di più, qui!

ROMEO, (rientrando anche lui) Cleopatra aspetta.. dopotutto potremmo rimanere amici! Che ne dici?  (e magari sbatte contro qualcosa e fa un bella caduta esagerata)

GIULIETTA, (comincia a ridere fragorosamente) Uhh.. che caduta! Mitica!  (e alzandosi dal divano, a Cleopatra, magari dandole una bella pacca) Vero … Cleopatra? (poi si domanda e al pubblico)  Cleopatra?  E' venuta a trovarci.. la faraona! La faraona? Ahahah.. la gallina .. faraona! (imita la gallina) Co-co-co-co! (e poi ride. Poi guardando meglio Cleopatra) Vecchia però .. la gallina! (ridendo si ributta sul divano) Così... fa... buon brodo! Ahahahah!!

MADDALENA, ( con tono di rimprovero) Giulietta!

GIULIETTA,  (si alza subito di scatto e mettendosi sull'attenti) Signorsì signore! (poi ride e guardando Maddalena).. Ah ma tu non sei il generale.. sei la .. wedding planner!  Ahahah (e riprende a ridere sedendosi di botto sul divano)

EDOARDO, (al pubblico) Credo che sia tutta ubriaca.. non mezza! E che diamine.. ho esagerato!!! Uff!  (e continua a spolverare)

CLEAOPATRA, (guardando Giulietta e Romeo sdegnata, poi a Romeo) Amici... mai! (E mentre esce) Questa è solo una casa di matti!!

Scena 4 (detti meno Cleopatra)

GIULIETTA, (ancora ridendo) La faraona  abbandona il.. pollaio.. (e indicando Romeo ancora a terra)... e pure il.. pollo!!! (e ride)

MADDALENA, (mentre aiuta Romeo a rialzarsi) Giulietta.. si può sapere cos'hai?

GIULIETTA, Cos'ho? Ehhhh … cos'ho?  (ridendo)  Mi sono.. immolata... alla munificenza!!!! Yeeee!!!  E quando mi ricapita un'occasione simile?  (ride.. poi si alza e si soffia) Uff... che caldo!! (e si scende un po' la cerniera della tuta scoprendo appena l'attaccatura del seno)

ROMEO, (cercando di aguzzare la vista, piano a Maddalena) E' quella la Giulietta di cui mi parlava?

MADDALENA, (ricordando il piano che aveva fatto, al pubblico) Il progetto Romeo! Quasi quasi me ne stavo dimenticando!  (poi piano a Romeo) Siiii.. è lei!! (e spingendolo verso Giulietta) Vada... e torni vincitore!

ROMEO, (si aggiusta al solito gli occhiali e a se stesso) Romeo.. si... ritorna vincitore... ce la puoi fare!!! Stavolta tocca a te fare il primo passo! Con Cleopatra è stato diverso.. ci ha pensato lei.. praticamente ti ha abbordato!  (mentre si avvicina a Giulietta, proprio quando era quasi arrivato, inciampa e cade fra le braccia di Giulietta con il naso nel suo decolleté e cercando di rialzarsi subito) Mi scusi...  mi scusi! Che maldestro sono! (e aggiustandosi gli occhiali si illumina e  al pubblico) Questo si che l'ho visto! (sorridendo sornione, sempre al pubblico) Nel cambio ci ho guadagnato... sicuro! (poi a Giulietta, porgendole la mano) Piacere di conoscerla signorina!

GIULIETTA, Il piacere è mio.. signor .. pollo!!! (e ride)

EDOARDO, (man mano che spolvera si avvicina sempre di più per sentire meglio)

GIULIETTA,  Uh.. mamma che caldo! (si soffia)

ROMEO, ( che la sta studiando molto da vicino) A chi lo dice!  (e si soffia anche lui)

MADDALENA, (si avvicina a Romeo e piano) Mi raccomando.. io le lascio campo libero! Si faccia onore! (al pubblico) Speriamo bene! Progetto Romeo.. fase 2!  (forte) Scusate... io devo sbrigare delle cose.. ci vediamo più tardi! (esce)

Scena 5 (detti, meno Maddalena)

ALFONSO, Io invece resto! Le Truppe non devono mai rimanere inattive! (al pubblico)  E neanche io.. se no.. mi annoio!

EDOARDO, (sbuffa) Uffa con sta storia oggi!

GIULIETTA, (sempre ridacchiando) Uh.. uh.. il Generale... il Generale.. sta parlando il Generale! (e si mette sull'attenti) Comandi mio Generale! (E ride, e poi a Romeo)  Pure lei.. pure lei! Se non lo accontentiamo .. ci resta male!!! Poi se non lo vuole compiacere .. si trasformi in soldatino di piombo! Non gli piacciono! Non si muovono!  (E ride magari mentre fa la statuina per imitare il soldatino) Io glieli volevo comprare.. si.. un intero reggimento.. ma non li vuole! No.. no.. non li vuole!

ALFONSO, (imperativo) Soldato Giulietta! Si contenga.. davanti al suo Generale!!

GIULIETTA, Uhhh.. l'ho fatto arrabbiare! (a Romeo) Schhh.. faccia finta di niente!! (e ride)  Ma si.. conteniamoci.. è pur sempre.. un generale!

ALFONSO, Truppa... adesso passiamo alla seconda fase... manovre militari!

ROMEO, (al pubblico)A me servirebbero invece  lezioni di manovre di approccio amoroso! Che devo fare con la signorina? Sarà un po' troppo … esuberante.. ma mi piace.. eccome se mi piace! Anche con  quella tuta da meccanico... però quando abbassa la cerniera... vedono pure i ciechi come me! Altro che Cleopatra.. quella voleva solo fregarmi!  Ok.. Romeo... datti una mossa! E che sarà mai? (quindi a Giulietta) Ehm signorina... io vorrei presentarmi!

GIULIETTA, E che bisogno c'è? Lei è il .. signor.. Pollo.. no?!  (e ride)

ROMEO, No.. no.. il mio nome è Romeo... Ro-me-o! Veramente ci tengo!

ALFONSO, Silenzio fra le righe.. se no vi do una settimana di consegna!

GIULIETTA, (piano a Romeo) Schhh.. signor Pollo! Facciamo i bravi! Altrimenti ci fa una bella...  consegna .. un bel pacco! (e ride) Lei lo vuole un bel pacco? Ci vuole messo pure il fiocco? (e ride) Siii.. una bella consegna.. coi fiocchi!

EDOARDO, (al pubblico) Il bel pacco... ce l'hai affianco.. cara la mia sorellina!

ROMEO,   Si.. si.. facciamo i bravi! (al pubblico) E come faccio a fare il bravo al fianco di questa? Wow... mi lascia senza fiato! (prende un bel respiro) Allora .. riprendiamo!  (a Giulietta) Le stavo dicendo prima che mi chiamo .. Romeo... e volevo permettermi di… (viene interrotto)

ALFONSO, Truppa... siete in pericolo.. abbiamo avvistato il nemico! Tutti a terra!

GIULIETTA,  (ride) Siiii... mi piace... .. a terra .. a terra! Signor Pollo .. pure lei! (e si mettono pancia a terra appoggiati sui gomiti) Ahahah.. mi sto divertendo un mondo!! Uh che caldo!

ROMEO, (al pubblico) Il caldo lo sento pure io! Mamma mia che giornata! Ma chi me lo doveva dire! (poi a Giulietta) Signorina... vorrei riprendere il discorso.. è molto importante! Mi piacerebbe parlarle un po' di me … se lei permette!!

ALFONSO, Non state lì imbambolati! Il nemico vi sta raggiungendo! Muoversi.. muoversi... strisciare!

GIULIETTA,  Ahahah.. si .. che bello.. strisciamo … strisciamo.. signor Pollo mi segua! (e comincia a strisciare e camminare coi gomiti e va in direzione dietro il divano e si nasconde lì)

ROMEO, (al pubblico) Oh Gesù che mi tocca fare! (ma distrattosi un secondo non sa dove è andata Giulietta) Signorina? Signorina Giulietta? Ma dove è andata? (e va nel senso opposto, proprio davanti ai piedi di Alfonso e credendo di averla trovata) Ah.. signorina.. l'ho trovata! Spero di avere finalmente  5 minuti per dirle tutto quello che ho in mente ! Allora... quello che mi preme farle sapere è che...

ALFONSO, (che lo stava osservando, lo interrompe)Soldato Romeo.. cosa fa qui? Si muova!

ROMEO, Oh santo cielo.. dove sono?

ALFONSO, Forza soldato... scattare! All'istante!

ROMEO, Si si.. scatto.. scatto! (e si alza in piedi, quindi interviene Edoardo che comincia a spolverarlo col piumino, magari pure in faccia – esagerare, scena comica.. magari fa un bello starnuto in faccia ad Alfonso)

ALFONSO, (mentre si pulisce) Soldato... cosa vuol fare? Prendere in giro il suo Generale?

ROMEO, (ancora alle prese col piumino di Edoardo) Me ne guarderei bene! (al pubblico) Ma dove sono capitato? Aiuto! Mi serve aiuto! (poi cerca Giulietta)  Signorina? Signorina Giulietta?  La prego...  dov'è? Venga fuori!

GIULIETTA, (spuntando all'improvviso da dietro il divano) Cu-cù! (E ride tenendosi la pancia)  Non ho mai riso tanto in vita mia!

ROMEO,  Ahh.. signorina.. eccola! (ma va da tutta un'altra parte)

GIULIETTA, (vedendolo andare da un'altra parte si metterà a ridere e comincerà il gioco...) Acqua... acqua....

ROMEO , (capisce il gioco e va da un'altra parte, ma sempre sbagliata) Ah! Ho capito! Il gioco acqua acqua fuoco fuoco! (al pubblico ) O santo cielo.. ci mancava pure il gioco!

GIULIETTA, (vedendolo andare ancora da un'altra parte si metterà a ridere e continuerà) Acqua... acqua.... (il gioco durerà un ancora un po' sempre dicendo .. acqua, magari sbatterà di qua e di là, tipo anche su Alfonso, fino a quando)

ROMEO, Mamma mia.. sempre acqua... ma il fuoco quando?

EDOARDO, (indeciso sul da farsi, alla fine con un gesto che sembra  dire: ma che mi tocca fare!... prenderà dalle spalle Romeo e lo spingerà vicino alla sorella, e con un gesto di stizza ) E che diamine!!!

ROMEO, Oh signorina... finalmente l'ho trovata! Fuoco me lo dico da solo! Allora... non mi perdo in chiacchiere.. io volevo dirle una cosa importante e quindi .. (prendendo fiato) … la dico! Ecco.. dunque... si...  perciò.... ehm... quindi... pertanto... il nòcciolo è.... (il tutto mentre Giulietta lo studia, magari giocando coi suoi capelli, o altro, e comunque distraendolo mentre anche ridacchia, da fare a soggetto) .. signorina.. la prego... le volevo dire che....  si.. insomma.... oh santo cielo! Oh madre Santissima! Signorina... la supplico.... mi lasci esprimere!

EDOARDO, (sbuffa)

ALFONSO, Basta cincischiare! Non sono  consentiti questi... chiamiamoli … approcci.. fra  commilitoni! Pertanto.. sono costretto... a procedere... e a darvi una .. esemplare.. punizione! Qui subito.. davanti .. e in ginocchio e mani dietro la nuca! Forza subito.. all'istante!!!

GIULIETTA, (scoppiando a ridere, afferra la mano di Romeo e lo fa correre davanti al divano, e piano a Romeo)  Schhhh.. facciamogli uno scherzo! (e ride)

ROMEO, Uno scherzo? Oh mamma! Signorina... non sono in vena di scherzi.. io le voglio dire una cosa seria!

GIULIETTA,  (finta seria con tono militaresco, ma con qualche risatella che cerca di scappare) Mio Generale... mi consenta di non essere d'accordo sulla punizione.. poiché in disaccordo anche sul concetto di vietare quelli che lei chiama approcci tra  commilitoni! Pertanto mi vedo costretta anch'io a procedere! (a Romeo) Signor Pollo... si prepari...

ROMEO,  Mi scusi.. per cosa? (ad Alfonso) Generale mi perdoni.. io non capisco.. mi dissocio...

GIULIETTA, E stia zitto signor Pollo! (e prendendogli il volto con le mani le schiocca un bel bacio o se si vuole un bacio col caschè di Romeo)

ROMEO, (finito il bacio) Oh santo cielo! Oh mamma mia bella!  (fra le nuvole) E' proprio vero che i fatti parlano più delle parole! Romeo.. passa anche tu ai fatti! (e si lancia anche lui per restituirle il bacio ma Giulietta si sposta, lui si sbilancia e cade sul divano facendo ovviamente ridere Giulietta)

Scena 6 (detti, Maddalena)

MADDALENA,  (rientrando, al pubblico) Spero si possa già passare alla fase 3! I confetti! (si accorge di Romeo sul divano , quindi va a sederglisi vicino e piano) Allora signor Romeo come è andata?

ROMEO,  (confuso) Cosa? Come? Chi è andata? Dove è andata? Chi è stato? Cosa è stato?

MADDALENA,  La vedo un po' confuso! (al pubblico) Sarà l'emozione di aver trovato la sua anima gemella! Lo lascio tranquillo.. parlerò con mia figlia! (a Giulietta, piano) Allora... (indicando Romeo) … è stato abbastanza all'altezza del suo nome?

GIULIETTA,  (la guarda perplessa, non dimenticando che è ubriaca) In che senso all'altezza del suo nome? Cos'è che  doveva fare per essere all'altezza del suo nome.. il signor Pollo? (ridendo)  Fare chicchirichì .. magari col do di petto? (e ride, poi si soffia) Uh che caldo!

MADDALENA,  (al pubblico) Ma che si è sparso il virus della confusione? Mah! Adesso provo così!  (forte e guardando alternativamente Giulietta e Romeo) Ma.... non so.. io ho come un'intuizione improvvisa.. non sembrano fatti l'uno per l'altra?  D'altronde sono.. Romeo e Giulietta! Eh!? (guardando Alfonso ed Edoardo che però restano indifferenti).. Che ne dite voi?    (piano a Giulietta) Visto.. è pure  cecato come volevi tu!

EDOARDO, (al pubblico) E la frittata è fatta!

GIULIETTA, Cosa? Quale matrimonio? Io sposare .. lui? Ma qui si vaneggia!   (resta a bocca aperta per un pò, poi va a riprendere la bottiglia della birra che aveva lasciato a metà, la beve e cerca di berla fino all'ultima goccia magari mettendola sottosopra per  vedere se è veramente finita, poi si butta sul divano e poi con fare allucinato )   Oh Romeo .. Romeo... perchè sei tu Romeo? (poi al pubblico) Ed io.. dovrei.. sposare .. lui? Ma io non avevo deciso di .. non.. sposarmi? Si.. si... mi pare proprio che non volevo sposarmi! (riflette, forte) Ma poi.. lui.. mica me lo ha chiesto!? (poi riflette e al pubblico)  E poi .. mia madre.... cosa c'entra in questa storia?

ROMEO,  La prego signorina.. mi dia il tempo di chiederlo come si deve! (con molta fatica, magari si metterà in ginocchio ma al solito non vedendo niente  non sarà nella giusta direzione,  ci riproverà più volte, la prima volta davanti ad Alfonso dirà)  Allora... mi vuoi sposare?

ALFONSO, Acqua.. soldato!

ROMEO,  Di nuovo con questo gioco? Mi scusi.. mi scusi! (si girerà e stavolta davanti a Maddalena) Allora... mi vuoi sposare?

MADDALENA, Acqua!

ROMEO,  Mi scusi.. mi scusi anche lei! (si girerà e stavolta davanti ad Edoardo) Allora... mi vuoi sposare? (   Edoardo, sbuffando,  al solito lo metterà nella direzione di Giulietta dicendo il solito) E che diamine!

ROMEO, (stavolta nella giusta direzione) Allora... finalmente fuoco! .. Giulietta... vuoi sposare il tuo Romeo?

MADDALENA, (piano a Giulietta) E' ricco .. non te lo fare scappare! Ho faticato parecchio per scipparlo alla mummia faraona!

GIULIETTA,  (rimasta a bocca aperta, per un po' guarderà perplessa e anche spaventata sia Romeo che sua madre, poi) Ho solo una cosa da dire.... cospirazione! (e poi con un bel pianto disperato si alzerà dal divano e proverà a scappare, ma proprio davanti alla porta si troverà...)

Scena 7 (detti, Roy)

(… Roy, suo collega dell'officina)

MADDALENA, E questo chi è?

ALFONSO, Che importa! Un soldato in più per le mie truppe! (al pubblico) Che sollazzo.. oggi!

EDOARDO, (sbuffando) Quale soldato e soldato! Un altro portatore sano di microbi.. germi e batteri! (e va da lui per provare a  spolverarlo col piumino)

ROY, (ma, infastidito, rude,  mette le braccia conserte e fa uno sguardo truce, come per dire: prova a toccarmi e ti polverizzo!)

EDOARDO, (spaventandosi e con atteggiamento arrendevole, al pubblico) Ma forse... dopo tutto... (agitando il piumino)... non ne ha bisogno! (e batte in ritirata)

GIULIETTA, (trovandosi davanti Roy, stupefatta al pubblico) Roy... il mio collega.. qui? Che vorrà mai?  (a Roy) Roy... . cosa ti porta da queste parti?

ROY, (rude) Ehi  July … ho ricaricato le batterie e sono qui per partire in quinta e dire la mia!  Ti fissavo prima mentre eri su quello splendore di Ferrari .. anche tu hai una carrozzeria niente male.. e pensavo … un  fuori strada   come me ed una fuori serie come te … insieme .. potrebbero sgommare ed andare fuori sul serio! Ragazza... vuoi andare su di giri con me? Per tutta la vita?

EDOARDO, (al pubblico) Però.... sembra fatto su misura per mia sorella! Parlano la stessa lingua! Il motorese! Quasi quasi... faccio il tifo per lui! Tutto pur di andare contro mia madre!

GIULIETTA, (ancora una volta allibita, torna indietro e dopo aver osservato alternativamente Romeo e Roy, si posiziona al centro della scena mentre gli altri parlottano incuriositi tra di loro, e scuotendo la testa per  farsi passare la sbornia) Boouummm!! Come farsi passare la sbornia in un botto! Ricevere due proposte di matrimonio .. in due minuti! E chi se lo sarebbe mai aspettato! Per una come me poi che al matrimonio... non ci pensava affatto! (pausa) Ora... se questa proposta me l'avessero fatta fino a due ora fa...  l'unica risposta plausibile da dare per me  sarebbe stata... al diavolo tutti e due! Sarebbe proprio da me! (spaventata) Oggi però.. mi sento  strana... alquanto strana … sento che ho cambiato idea! Sarà la birra che  mi ha dato alla testa ma sto cominciando a pensare che non restare soli .. non è poi così male! Avere qualcuno con cui condividere la vita … può essere anche divertente! (ancora più spaventata) Oddio... sto cominciando a parlare come mia madre!  E poi mi viene da accontentarla anche! Un bel matrimonio proprio come vuole lei! Oddio.. devo essere impazzita! Però.. niente pizzi! Su quello non transigo!  (pausa) Comunque...il problema sta ora nel capire .. con chi.. convolare! (avendo entrambi dietro in secondo piano indica coi pollici prima da un lato e poi dall'altro i pretendenti) Con  il signor Pollo... ehm... Romeo... che sarà pure cecato ma è sicuramente il tipico bravo ragazzo... affidabile e gentile! In effetti.. che tenerezza mi fa! Ma si... in fondo … in fondo...! Che poi la cecagna.. problema superabile... una bella operazione e tutto si risolve! E sotto i quattrocchi .. non è per niente male!! E poi è pure ricco! Che vuoi di più? (pausa)  Oppure.. il rude meccanico... amante come me dei motori... imprevedibile e passionale come una bella auto... come una decappotabile che ti scompiglia tutta.. ma con le tasche desolatamente vuote!?

ROY, (si avvicina a Giulietta) Ragazza .. seguimi! (inizia un tango – tipo il Libertango -  e fanno qualche passo, al termine) Roy.... è il diminutivo di Romeo.. e tu devi essere mia, Giulietta! (poi Roy si fa da parte)

GIULIETTA,  Wow!

ROMEO, ( ha un atteggiamento come di chi... io non ne vengo meno! .. quindi si alza e va da Giulietta) Madame .. permette? (e inizia un valzer lento – tipo Fascination  di Nat King Cole -  di cui faranno qualche passo, al termine) Io lo so già .. tu... sei la... mia... Giulietta! (e si allontana da lei)

GIULIETTA, Wow!

MADDALENA, (Si avvicina da un lato e piano alla figlia) Non credo che tu ci debba pensare molto... scegli Romeo! Il mio Romeo! (e si allontana)

EDOARDO, (si avvicina alla sorella e piano) Ancora ci pensi? Roy sembra la tua fotocopia in versione maschile! Sceglilo.. non te ne pentirai!

GIULIETTA, (poi indecisa) E ora che faccio? Entrambi .. un destino in un nome! Si.. ma quale dei due? (e dopo aver titubato un po', come se le fosse venuta un'idea, al pubblico)  E sentiamo... voi.. che fareste?  (e resta nella posizione di dubbio, come Edoardo alla fine del 1° atto. Se si vuole possono usare la stessa posizione anche tutti gli altri, magari Romeo e Roy schiena contro schiena, e Maddalena con Alfonso ed Edoardo a comporre un altro quadretto dal dubbio amletico. Si  chiude il sipario)

NARRATORE, (entra con la solita musica) Ancora un dubbio.. ancora una scelta.. quale? Pubblico... tocca a voi! Immedesimatevi in Giulietta e dite la vostra! Verde... Romeo il dolce... Rosso .. Roy... o Romeo il passionale! (pausa, e dopo la decisione del pubblico comunica l'esito con le parole di prima per ogni colore) Il dado è ancora una volta.. tratto! ( secondo la scelta dirà:) Verde... Romeo il dolce... [per questa scelta vai prima alla Parte Comune di pag. 45  e poi a pag. 48 ] (oppure)  Rosso .. Roy... o Romeo il passionale![per questa scelta vai prima alla Parte Comune di pag. 45 e poi a pag. 52 ] (Poi esce con la solita musica e si dà inizio al Quadro B relativo)

                                   FINE 1A

Scelta 2A (Verde): Edoardo racconta tutto a Giulietta

Scena 1 (Edoardo)

(Si riapre il sipario e Edoardo è di nuovo nella stessa posizione e sempre col piumino in mano. Poi..)

EDOARDO,  (dopo ancora un po' di dubbi – rendere la scena con gesti ed atteggiamenti, non dimenticando lo stile effeminato – decide ) Oh santo cielo! Che devo fare? Dirlo o non dirlo? Questo è il problema! (breve pausa) In che guaio mi sono cacciato! Era meglio  non venire a conoscenza di niente! Edoardo.. togliti il vizio di curiosare.. d'accordo?  E' meglio! (pausa) Intanto però... Giulietta è mia sorella.. e non posso dimenticare la solidarietà che ci deve essere tra fratelli! (deciso) Giusto... la solidarietà! Ho deciso.. le dirò tutto! La verità ad ogni costo!

Scena 2 (Edoardo, Giulietta)

GIULIETTA,  (entra in scena stanchissima e si incrociano con Edoardo che la guarda con occhio incuriosito, fissandola) Che hai da guardare?

EDOARDO, (con la faccia da finto tonto) Io? Niente! (e comincia a spolverare qua e  là tenendola sempre d'occhio e al pubblico) Devo trovare il modo e il momento giusto per dirglielo! Ci vuole diplomazia! E che diamine!

GIULIETTA, (stanca va a spaparanzarsi sul divano) Mamma mia che stanchezza! Quella Ferrari  mi ha fatto tribolare per sistemarla! Però... wow... che goduria guidarla poi! Uno sprint.. una ripresa... da favola!  (finge ancora di guidarla con viso sognante )

EDOARDO, (mentre  la prende in giro a gesti, fra sè)  Ora vedrai come godrai tra poco! E che favola! Anzi … un bel dramma... shakespeariano.. il tuo!! (pausa, riflette) Basta devo dirglielo! Al diavolo la diplomazia! (va da Giulietta) Sorella .. poche chiacchiere.. ho una cosa da dirti!

GIULIETTA,  Ma sono stanca.. non possiamo fare più tardi?

EDOARDO, No.. ora! E prima che me ne penta! Te lo dico in tre parole.. anzi.. (contando con le dita).. sei parole! (usando ancora le dita) Mamma.. ti.. ha.. trovato.. un.. fidanzato!

GIULIETTA, (trasalendo) Cosa? (pausa di sbalordimento, poi al pubblico) Virus.. germi.. batteri... microbi.. agenti patogeni... avranno invaso il cervello di mia madre! Ne sono certa! Oddio.. sto parlando come mio fratello! (poi a Edoardo)  Maaa.. ne sei... assolutamente sicuro? Certo? Convinto?

EDOARDO, (sbuffando) Siii! E che diamine! E ti dirò di più... un fidanzato quattrocchi e mezzo cecato!

GIULIETTA,  Pure! (al pubblico) Mi ha preso in parola, mia madre, quando ho detto che per me ci vorrebbe solo un cieco ! (Al fratello) Non è che mi prenderesti una birretta.. eh fratello? Sai.. per riprendermi! Ne ho proprio bisogno per mandare giù questa notizia!

EDOARDO,  (risentito) Ma mi hai scambiato per il tuo domestico? Prenditela da sola.. la birretta! (poi ci ripensa, esagerare nella scena del dubbio, non dimenticare l'atteggiamento effeminato, e poi al pubblico) Però... uffa.... va bè... è il minimo che possa fare per lei.. almeno le faccio affrontare la cosa... mezza ubriaca! E che diamine!  (forte, gentile) Ok... per questa volta te la prendo! (esce)

GIULIETTA, Grazie.. a buon rendere! (e mettendosi una mano in fronte, al pubblico) Oh povera me! Ma come si è permessa mia madre a decidere per me? E ora che faccio? Uffa! Mica mi posso sorbire il tizio cecato!? Qui si è sconfinato nella mia libertà di decisione e di scelta! E l'unica cosa che vorrei fare è fargliela pagare!

EDOARDO, (rientra con la birra in mano, con l'altra sempre il piumino e gentilissimo) Ecco qua la tua birretta! Fresca come piace a te!

GIULIETTA, (al pubblico indicando la birra) Spero che questa mi porti consiglio!   (beve e poi soddisfatta)Ahhh!

EDOARDO, Ora ti sei ripresa?

GIULIETTA,Un po'!

EDOARDO, (al pubblico) Un po' … non basta! (esce per prenderne un'altra, torna e porgendo alla sorella la nuova bottiglia) Oggi sono generoso... approfittane! Riprenditi ancora un po'!

GIULIETTA, Si.. hai ragione! Sono davvero sconvolta!  Anche se la birra .. si mi piace... ma non la reggo molto! Potrei fare disastri!  (beve e poi soddisfatta)Ahhh!

EDOARDO, Ora ti sei ripresa del tutto?

GIULIETTA, (comincia a perdere lucidità, magari fa fatica a metterlo a fuoco) Un po' in più!

EDOARDO, (al pubblico) Un po' in più … non basta! (esce per prenderne un'altra, torna e porgendo alla sorella la nuova bottiglia)

GIULIETTA,  (poco lucida) Ancora?

EDOARDO, Si... ancora! Oggi sono proprio munifico … non perdere st'occasione!!

GIULIETTA, (sempre poco lucida) La colgo al volo! E' dura da digerire st'informazione! ( leggermente stordita alzando la bottiglia per un brindisi) Allora.. alla tua.. fratello!! Alla solidarietà tra fratelli!   (beve, però lasciandone un po',  e poi soddisfatta) Ahhh! (poi comincia a ridere e se si vuole, le si può far fare un bel rutto di gratificazione e poi continua a ridere, è praticamente ubriaca)

EDOARDO, (al pubblico) Ride! Credo che ora basti! Suppongo si sia ripresa! (la guarda bene) Forse un po' troppo!

GIULIETTA, (in piena sbornia, alza la bottiglia ridendo) A noi due.. mamma!! (riflette) Forse! (dopo un'altra bella risata) Perchè in effetti.. mi sento un pò.. strana! E la cosa.. m'inquieta!  (E ride)

Scena  3 (detti, Cleopatra, Romeo, Maddalena, Alfonso)

(Cleopatra, di ritorno dal balcone, entra in scena come una furia, seguita da Romeo, poi Maddalena e Alfonso – da ora in poi Alfonso durante le pause in cui non parla starà impassibile ed altero mani dietro la schiena come fosse chiuso nel suo mondo, e a scelta può stare fermo o camminare qua e là e magari prima di dire qualcosa lancerà un sorrisino al pubblico, come a dire: ora tocca a me!  - .  Edoardo batte in ritirata e osserva la scena spolverando mentre Giulietta è ancora spaparanzata sul divano)

CLEOPATRA, (rientrando al pubblico) Non sono mai stata così offesa in vita mia! Non posso rimanere un minuto di più, qui!

ROMEO, (rientrando anche lui) Cleopatra aspetta.. dopotutto potremmo rimanere amici! Che ne dici?  (e magari sbatte contro qualcosa e fa un bella caduta esagerata)

GIULIETTA, (comincia a ridere fragorosamente) Uhh.. che caduta! Mitica!  (a Cleopatra) Vero … Cleopatra? (poi si domanda, e al pubblico) Cleopatra? E' venuta a trovarci.. la faraona! La faraona? Ahahah.. la gallina .. faraona! (imita la gallina) Co-co-co-co! (e poi ride. Poi guardando meglio Cleopatra) Vecchia però .. la gallina! Così... fa... buon brodo! Ahahahah!!

MADDALENA, ( con tono di rimprovero) Giulietta!

GIULIETTA,  (si alza subito di scatto e mettendosi sull'attenti) Signorsì signore! (poi ride e guardando Maddalena).. Ah ma tu non sei il generale.. sei la .. wedding planner! Ahahah! ( al pubblico) Quella wedding planner che vuole incastrarmi!  Subdola wedding planner! (e ridendo si siede di botto sul divano)

EDOARDO, (al pubblico) Credo che sia tutta ubriaca.. non mezza! E che diamine.. ho esagerato!!! Uff!  (e continua a spolverare)

CLEAOPATRA, (guardando Giulietta e Romeo sdegnata, poi a Romeo) Amici... mai! (E mentre esce) Questa è solo una casa di matti!!

GIULIETTA, (ancora ridendo) Uhhh! La faraona  abbandona il.. pollaio.. (e indicando Romeo ancora a terra)... e pure il.. pollo!!! (e ride, poi ridiventando seria, al pubblico) Il pollo è un quattrocchi .. che sia lui il fidanzato per me? Oh povera me! (ridendo) Io fidanzata con un … pollo!!! Un applauso per mia madre! Yeee!!

MADDALENA, (mentre aiuta Romeo a rialzarsi) Giulietta.. si può sapere cos'hai?

GIULIETTA, Cos'ho? Ehhhh … cos'ho?  (ridendo)  Mi sono.. immolata... alla munificenza e alla solidarietà!!!! Yeeee!!!  (al pubblico) E quando mi ricapita un'occasione simile?  Cioè di essere intrappolata da mia madre? E quindi bere per dimenticare??!!! (ride.. poi si alza e si soffia) Uff... che caldo!! (e si scende un po' la cerniera della tuta scoprendo appena l'attaccatura del seno)

ROMEO, (cercando di aguzzare la vista, piano a Maddalena) E' quella la Giulietta di cui mi parlava?

MADDALENA, (ricordando il piano che aveva fatto, al pubblico) Il progetto Romeo! Quasi quasi me ne stavo dimenticando!  (poi piano a Romeo) Siiii.. è lei!! (e spingendolo verso Giulietta) Vada... e torni vincitore!

ROMEO, (si aggiusta al solito gli occhiali e a se stesso) Romeo.. si... ritorna vincitore... ce la puoi fare!!! Stavolta tocca a te fare il primo passo! Con Cleopatra è stato diverso.. ci ha pensato lei.. praticamente ti ha abbordato! (mentre si avvicina a Giulietta, proprio quando era quasi arrivato, inciampa e cade fra le braccia di Giulietta con il naso nel suo decolleté e cercando di rialzarsi subito) Mi scusi...  mi scusi! Che maldestro sono! (e aggiustandosi gli occhiali si illumina e  al pubblico) Questo si che l'ho visto! (sorridendo sornione, sempre al pubblico) Nel cambio ci ho guadagnato... sicuro! (poi a Giulietta, porgendole la mano) Piacere di conoscerla signorina!

GIULIETTA, Il piacere è mio.. signor .. pollo!!! (e ride, e poi al pubblico.. non dimenticare che è ubriaca) Complimenti a mia madre! Pure imbranato! Yeee!

EDOARDO, (man mano che spolvera si avvicina sempre di più per sentire meglio)

GIULIETTA,  Uh.. mamma che caldo! (si soffia)

ROMEO, ( che la sta studiando molto da vicino) A chi lo dice!  (e si soffia anche lui)

MADDALENA, (si avvicina a Romeo e piano) Mi raccomando.. io le lascio campo libero! Si faccia onore! (al pubblico) Speriamo bene! Progetto Romeo.. fase 2!  (forte) Scusate... io devo sbrigare delle cose.. ci vediamo più tardi! (esce)

Scena 4 (detti, meno Maddalena)

ALFONSO, Io invece resto! Le Truppe non devono mai rimanere inattive!  (al pubblico)  E neanche io.. se no.. mi annoio!

EDOARDO, (sbuffa) Uffa con sta storia oggi!

GIULIETTA, (sempre ridacchiando) Uh.. uh.. il Generale... il Generale.. sta parlando il Generale! (e si mette sull'attenti) Comandi mio Generale! (E ride, e poi a Romeo)  Pure lei.. pure lei! Se non lo accontentiamo .. ci resta male!!! Poi se non lo vuole compiacere .. si trasformi in soldatino di piombo! Non gli piacciono! Non si muovono!  (E ride magari mentre fa la statuina per imitare il soldatino, poi rattristandosi) Io glieli volevo comprare.. si.. un intero reggimento.. ma non li vuole! No.. no.. non li vuole! Lui vuole i .. soldatini.. umani!!  (al pubblico, sempre ubriaca) E invece ci vorrebbe .. un soldatino di piombo... Giulietta! Proprio uguale a me!  Si.. si.. ci vorrebbe proprio! (indicando Romeo) Per sorbirsi questo qui! Tanto.. cecato per com'è.. non troverebbe .. la differenza! (e ride, magari si scollaccia un altro po') Uff.. che caldo!

ALFONSO, Soldato Giulietta! Si contenga.. davanti al suo Generale!!

GIULIETTA, Uhhh.. l'ho fatto arrabbiare! (a Romeo) Schhh.. faccia finta di niente!! (e ride però risistemandosi un po', al pubblico) Ma si.. conteniamoci.. è pur sempre.. un generale!

ALFONSO, Truppa... adesso passiamo alla seconda fase... manovre militari!

ROMEO, (al pubblico)A me servirebbero invece  lezioni di manovre di approccio amoroso! Che devo fare con la signorina? Sarà un po' troppo … esuberante.. ma mi piace.. eccome se mi piace! Anche con  quella tuta da meccanico... però quando abbassa la cerniera... vedono pure i ciechi come me! Altro che Cleopatra.. quella voleva solo fregarmi! Ok.. Romeo... datti una mossa! E che sarà mai? (quindi a Giulietta) Ehm signorina... io vorrei presentarmi!

GIULIETTA, E che bisogno c'è? Lei è il .. signor.. Pollo.. no?!  (e ride, al pubblico) Il mio .. fantomatico.. fidanzato! Sempre se io dico di.. si! Ovviamente! E non lo so se dico .. si! Boh!!! (e ride)

ROMEO, No.. no.. il mio nome è Romeo... Ro-me-o! Veramente ci tengo!

ALFONSO, Silenzio fra le righe.. se no vi do una settimana di consegna!

GIULIETTA, (piano a Romeo) Schhh.. signor Pollo! Facciamo i bravi! Altrimenti ci fa una bella...  consegna .. un bel pacco! (e ride) Lei lo vuole un bel pacco? Ci vuole messo pure il fiocco? (e ride, al pubblico) Siii.. una bella consegna.. coi fiocchi! (Al pubblico)  Un bel fidanzato.. coi fiocchi! E che vuoi di più?

EDOARDO, (al pubblico) Hai ragione sorellina! Il bel pacco... ce l'hai affianco!

ROMEO,   Si.. si.. facciamo i bravi! (al pubblico) E come faccio a fare il bravo al fianco di questa? Wow... mi lascia senza fiato!  (prende un bel respiro) Allora .. riprendiamo!  (a Giulietta) Le stavo dicendo prima che mi chiamo .. Romeo... e volevo permettermi di… (viene interrotto)

ALFONSO, Truppa... siete in pericolo.. abbiamo avvistato il nemico! Tutti a terra!

GIULIETTA,  (ride) Siiii... mi piace... .. a terra .. a terra! Signor Pollo .. pure lei! (e si mettono pancia a terra appoggiati sui gomiti) Ahahah.. mi sto divertendo un mondo!! Uh che caldo!

ROMEO, (al pubblico) Il caldo lo sento pure io! Mamma mia che giornata! Ma chi me lo doveva dire! (poi a Giulietta) Signorina... vorrei riprendere il discorso.. è molto importante! Mi piacerebbe parlarle un po' di me … se lei permette!!

ALFONSO, Non state lì imbambolati! Il nemico vi sta raggiungendo! Muoversi.. muoversi... strisciare!

GIULIETTA,  Ahahah.. si .. che bello.. strisciamo … strisciamo.. signor Pollo mi segua! (e comincia a strisciare e camminare coi gomiti e va in direzione dietro il divano e si nasconde lì)

ROMEO, (al pubblico) Oh Gesù che mi tocca fare! (ma distrattosi un secondo non sa dove è andata Giulietta) Signorina? Signorina Giulietta? Ma dove è andata? (e va nel senso opposto, proprio davanti ai piedi di Alfonso e credendo di averla trovata) Ah.. signorina.. l'ho trovata! Spero di avere finalmente  5 minuti per dirle tutto quello che ho in mente ! Allora... quello che mi preme farle sapere è che...

ALFONSO, (che lo stava osservando, lo interrompe)Soldato Romeo.. cosa fa qui? Si muova!

ROMEO, Oh santo cielo.. dove sono?

ALFONSO, Forza soldato... scattare! All'istante!

ROMEO, Si si.. scatto.. scatto! (e si alza in piedi, quindi interviene Edoardo che comincia a spolverarlo col piumino, magari pure in faccia – esagerare, scena comica.. magari fa un bello starnuto in faccia ad Alfonso)

ALFONSO, (pulendosi) Soldato... cosa vuol fare? Prendere in giro il suo Generale?

ROMEO, (ancora alle prese col piumino di Edoardo) Me ne guarderei bene! (al pubblico) Ma dove sono capitato? Aiuto! Mi serve aiuto! (poi cerca Giulietta)  Signorina? Signorina Giulietta?  La prego...  dov'è? Venga fuori!

GIULIETTA, (spuntando all'improvviso da dietro il divano) Cu-cù! (E ride tenendosi la pancia)  Non ho mai riso tanto in vita mia!

ROMEO,  Ahh.. signorina.. eccola! (ma va da tutta un'altra parte)

GIULIETTA, (vedendolo andare da un'altra parte si metterà a ridere e comincerà il gioco...) Acqua... acqua....

ROMEO , (capisce il gioco e va da un'altra parte, ma sempre sbagliata)Ah! Ho capito!  Il gioco acqua acqua fuoco fuoco! (al pubblico ) O santo cielo.. ci mancava pure il gioco!

GIULIETTA, (vedendolo andare ancora da un'altra parte si metterà a ridere e continuerà) Acqua... acqua.... (il gioco durerà un ancora un po' sempre dicendo .. acqua, magari sbatterà di qua e di là, tipo anche su Alfonso, fino a quando)

ROMEO, Mamma mia.. sempre acqua... ma il fuoco quando?

EDOARDO, (indeciso sul da farsi, alla fine con un gesto che sembra  dire: ma che mi tocca fare!... prenderà dalle spalle Romeo e lo spingerà vicino alla sorella, e con un gesto di stizza ) E che diamine!!!

ROMEO, Oh signorina... finalmente l'ho trovata!  Fuoco me lo dico da solo! Allora... non mi perdo in chiacchiere.. io volevo dirle una cosa importante e quindi .. (prendendo fiato) … la dico! Ecco.. dunque... si...  perciò.... ehm... quindi... pertanto... il nòcciolo è.... (il tutto mentre Giulietta lo studia, magari giocando coi suoi capelli, o altro, e comunque distraendolo mentre anche ridacchia, da fare a soggetto) .. signorina.. la prego... le volevo dire che....  si.. insomma.... oh santo cielo! Oh madre Santissima! Signorina... la supplico.... mi lasci esprimere!

EDOARDO, (sbuffa)

ALFONSO, Basta cincischiare! Non sono  consentiti questi... chiamiamoli … approcci.. fra  commilitoni! Pertanto.. sono costretto... a procedere... e a darvi una .. esemplare.. punizione! Qui subito.. davanti .. e in ginocchio e mani dietro la nuca! Forza subito.. all'istante!!!

GIULIETTA, (scoppiando a ridere, afferra la mano di Romeo e lo fa correre davanti al divano, e piano a Romeo)  Schhhh.. facciamogli uno scherzo! (e ride)

ROMEO, Uno scherzo? Oh mamma! Signorina... non sono in vena di scherzi.. io le voglio dire una cosa seria!

GIULIETTA,  (finta seria con tono militaresco, ma con qualche risatella che cerca di scappare) Mio Generale... mi consenta di non essere d'accordo sulla punizione.. poiché in disaccordo anche sul concetto di vietare quelli che lei chiama approcci tra  commilitoni! (al pubblico, ridendo) Noi siamo.. secondo mia madre... ufficialmente fidanzati! (forte) Pertanto mi vedo costretta anch'io a procedere! (a Romeo) Signor Pollo... si prepari...

ROMEO,  Mi scusi.. per cosa? (ad Alfonso) Generale mi perdoni.. io non capisco.. mi dissocio...

GIULIETTA, E stia zitto signor Pollo! (al pubblico)  Dobbiamo suggellare!!! (e prendendogli il volto con le mani le schiocca un bel bacio o se si vuole un bacio col caschè di Romeo)

ROMEO, (dopo il bacio) Oh santo cielo! (fra le nuvole) E' proprio vero che i fatti parlano più delle parole! Romeo.. passa anche tu ai fatti! (e si lancia anche lui per restituirle il bacio ma Giulietta si sposta, lui si sbilancia e cade sul divano facendo ovviamente ridere Giulietta)

Scena 5 (detti, Maddalena)

MADDALENA,  (rientrando, al pubblico)Spero si possa già passare alla fase 3!I confetti! (si accorge di Romeo sul divano , quindi va a sederglisi vicino e piano) Allora signor Romeo come è andata?

ROMEO,  (confuso) Cosa? Come? Chi è andata? Dove è andata? Che è stato?

MADDALENA,  La vedo un po' confuso! (al pubblico) Sarà l'emozione di aver trovato la sua anima gemella! Lo lascio tranquillo.. parlerò con mia figlia! (a Giulietta, piano) Allora... (indicando Romeo) … è stato abbastanza all'altezza del suo nome?

GIULIETTA,  (la guarda perplessa, non dimenticando che è ubriaca) In che senso all'altezza del suo nome? Cos'è che  doveva fare per essere all'altezza del suo nome.. il signor Pollo? (ridendo)  Fare chicchirichì .. magari col do di petto?  (al pubblico)   O magari una bella serenata a base di chicchirichì??!! Una bella serenata proprio come piace a lei! Perchè era questo che voleva .. l'infingarda! Si si.. proprio questo! (e ride, poi si soffia) Uh che caldo!

MADDALENA,  (al pubblico) Ma che si è sparso il virus della confusione? Mah! Adesso provo così!  (forte e guardando alternativamente Giulietta e Romeo) Ma.... non so.. io ho come un'intuizione improvvisa.. non sembrano fatti l'uno per l'altra?  D'altronde sono.. Romeo e Giulietta! Eh!? (guardando Alfonso ed Edoardo che però restano indifferenti).. Che ne dite voi?    (piano a Giulietta) Visto.. è pure  cecato come volevi tu!

EDOARDO, (al pubblico) E la frittata è fatta!

GIULIETTA, Cosa? Io.. e .. quello? (e ride, poi al pubblico) L'infida ha scoperto le sue carte! (prima la guarda fissa per un pò, poi va a riprendere la bottiglia della birra che aveva lasciato a metà, la beve e cerca di berla fino all'ultima goccia magari mettendola sottosopra per  vedere se è veramente finita, poi si butta sul divano e stavolta comincia a piangere e guardando Romeo)   Oh Romeo .. Romeo... perchè sei tu Romeo? (al pubblico, ridendo, non dimenticare il fatto che è mezza ubriaca) Avevo ragione! Era proprio lui il candidato.. il pollo quattrocchi! Ed io.. dovrei.. sposarlo? Ma io non avevo deciso di .. non.. sposarmi? E già.. avevo detto così! Proprio così! Adesso mia madre mi sente!   (e ride e quindi  alla madre) Mamma .. io … avevo... deciso .. di non...  sposarmi!! Mi spieghi allora perchè l'hai fatto?? (sogghignando) Perchè io so.. quello che hai fatto!!  E già.. già.. eehh.. lo so! (e ride)

MADDALENA, (spontanea non si accorge che la figlia l'ha scoperta) Oh bella.. perchè l'ho fatto?! Mi è caduto come il cacio sui maccheroni! Ed io ne ho approfittato! (poi riflette che è stata scoperta) Cosa? Lo sapevi?

GIULIETTA, (arrabbiata ma sempre ubriaca) Ti .. ti.. ti poteva cadere pure...  come .. come.. come un meteorite sulla casa … non erano fatti tuoi! No.. no!! (sogghignando ancora) E si.. lo sapevo!

MADDALENA,  Ma si chiamava Romeo!!! Come potevo non farlo?

ROMEO,  Quale chiamavo!! (facendo degli scongiuri) .. mi chiamo ancora .. Romeo!

MADDALENA,  E poi come facevi a saperlo?

GIULIETTA,  (sempre ubriaca) Non dovevi farlo e basta! E' la mia vita e alla mia vita ci penso io! Punto! E ho le mie fonti!

MADDALENA,  (facendo tipo come un gatto quando fa le fusa) Ma io sono la tua mammina... che ti vuole bene.... tanto bene...  che ti conosce da una vita … che sa quello che è il meglio per te.. e sa che questo Romeo lo è!  (cambiando atteggiamento e guardando indispettita  Edoardo) E alle tue fonti non so che farei!!

EDOARDO, (punto sul vivo, a gesti, mentendo,  dirà: io? Quando mai!! e poi continuerà a spolverare col piumino facendo finta di niente)

MADDALENA,  (e ritornando a Giulietta all'atteggiamento delle fusa, magari sbattendo gli occhi) Allora... mi perdoni?  (mentre Giulietta alle sue smancerie sembra rilassarsi, a Romeo) Su.. forza.. si impegni! Avanti con la dichiarazione! Colga l'attimo!

GIULIETTA, (ma lei si arrabbia di nuovo però ridendo) Pure la dichiarazione? E magari in ginocchio... proprio come piace a te.. vero mia subdola wedding planner!? (e ride)

ROMEO,  La prego signorina.. mi dia il tempo... e glielo   chiederò come si deve! (con molta fatica, magari si metterà in ginocchio ma non vedendo niente avendo perso gli occhiali non sarà nella giusta direzione,  ci riproverà più volte, la prima volta davanti ad Alfonso dirà)  Allora... mi vuoi sposare?

ALFONSO, Acqua.. soldato!

ROMEO,  Di  nuovo con questo gioco?! Mi scusi.. mi scusi! (si girerà e stavolta davanti a Maddalena) Allora... mi vuoi sposare?

MADDALENA, Acqua!

ROMEO,  Mi scusi.. mi scusi anche lei! (si girerà e stavolta davanti ad Edoardo) Allora... mi vuoi sposare? (   Edoardo, sbuffando,  al solito lo metterà nella direzione di Giulietta dicendo il solito) E che diamine!

ROMEO, (stavolta nella giusta direzione) Allora... finalmente fuoco!... Giulietta... vuoi sposare il tuo Romeo?

MADDALENA, (piano a Giulietta) E' ricco .. non te lo fare scappare! Ho faticato parecchio per scipparlo alla mummia faraona!

GIULIETTA, (ridendo) Voi … siete... tutti...  matti...  ( si alzerà dal divano e proverà a scappare, ma proprio davanti alla porta si troverà...)

Scena 6 (detti, Roy)

(… Roy, suo collega dell'officina)

MADDALENA, E questo chi è?

ALFONSO, Che importa! Un soldato in più per le mie truppe! (al pubblico) Che sollazzo.. oggi!

EDOARDO, (sbuffando) Quale soldato e soldato! Un altro portatore sano di microbi.. germi e batteri! (e va da lui per provare a  spolverarlo col piumino)

ROY, (ma, infastidito, rude,  mette le braccia conserte e fa uno sguardo truce, come per dire: prova a toccarmi e ti polverizzo!)

EDOARDO, (spaventandosi e con atteggiamento arrendevole, al pubblico) Ma forse... dopo tutto... (agitando il piumino)... non ne ha bisogno! (e batte in ritirata)

GIULIETTA, (trovandosi davanti Roy, stupefatta al pubblico) E' Roy... il mio collega.. qui? Ci mancava solo lui.. che vorrà mai?  (a Roy, ridendo) Roy..... cosa ti porta da queste parti?

ROY, (rude) Ehi  July … ho ricaricato le batterie e sono qui per partire in quinta e dire la mia!  Ti fissavo prima mentre eri su quello splendore di Ferrari .. anche tu hai una carrozzeria niente male.. e pensavo … un  fuori strada   come me ed una fuori serie come te … insieme .. potrebbero sgommare ed andare fuori sul serio! Ragazza... vuoi andare su di giri con me? Per tutta la vita?

EDOARDO, (al pubblico) Però.... sembra fatto su misura per mia sorella! Parlano la stessa lingua! Il motorese! Quasi quasi faccio il tifo per lui! Tutto pur di andare contro mia madre!

GIULIETTA, (ancora una volta allibita, torna indietro e si posiziona al centro della scena mentre gli altri parlottano incuriositi tra di loro e scuotendo la testa per farsi passare la sbornia e poi tenedosela) Boouumm! Come farsi passare la sbornia in un botto! Ricevere due proposte di matrimonio .. in due minuti! E chi se lo sarebbe mai aspettato! Per una come me poi che al matrimonio... non ci pensava affatto! (pausa) Ora... se questa proposta me l'avessero fatta fino a due ora fa...  l'unica risposta plausibile da dare per me  sarebbe stata... al diavolo tutti e due! Anzi.. tutte e tre.. ci metto in mezzo pure quella subdola di mia madre! Sarebbe proprio da me! (spaventata) Oggi però.. mi sento  strana... alquanto strana … sento che ho cambiato idea! Sarà la birra che  mi ha dato alla testa ma sto cominciando a pensare che non restare soli .. non è poi così male! Avere qualcuno con cui condividere la vita … può essere anche divertente! (ancora più spaventata) Oddio... sto cominciando a parlare come mia madre!   (pausa) Volevo fargliela vedere.. fargliela pagare...  e invece  mi viene da accontentarla anche! Un bel matrimonio proprio come vuole lei! Oddio.. devo essere impazzita! Però.. niente pizzi! Su quello non transigo!  (pausa) Comunque... ora il problema sta nel capire .. con chi.. convolare! (avendo entrambi dietro in secondo piano indica coi pollici prima da un lato e poi dall'altro i pretendenti) Con  il signor Pollo... ehm... Romeo... che sarà pure cecato ma è sicuramente il tipico bravo ragazzo... affidabile e gentile! In effetti.. che tenerezza mi fa! Ma si... in fondo … in fondo...! Che poi la cecagna.. problema superabile... una bella operazione e tutto si risolve! E sotto i quattrocchi .. non è per niente male!! E poi è pure ricco! Che vuoi di più? (pausa)  Oppure.. il rude meccanico... amante come me dei motori... imprevedibile e passionale come una bella auto... come una decappotabile che ti scompiglia tutta.. ma con le tasche desolatamente vuote!

ROY, (si avvicina a Giulietta) Ragazza .. seguimi! (inizia un tango – tipo il Libertango -  e fanno qualche passo, al termine) Roy.... è il diminutivo di Romeo.. e tu devi essere mia, Giulietta! (poi Roy si fa da parte)

GIULIETTA,  Wow!

ROMEO, (dopo aver recuperato gli occhiali, ha un atteggiamento come di chi... io non ne vengo meno! .. quindi si alza e va da Giulietta) Madame .. permette? (e inizia un valzer lento – tipo Fascination  di Nat King Cole -  di cui faranno qualche passo, al termine) Io lo so già .. tu... sei la .. mia... Giulietta! (e si allontana da lei)

GIULIETTA, Wow!

MADDALENA, (Si avvicina da un lato e piano alla figlia) Non credo che tu ci debba pensare molto... scegli Romeo! Il mio Romeo!  (e si allontana)

EDOARDO, (si avvicina alla sorella e piano) Ancora ci pensi? Roy sembra la tua fotocopia in versione maschile! Sceglilo.. non te ne pentirai! E poi .. faresti un bel dispetto alla mamma.. che si è presa la briga di trovarti questa talpa umana!

GIULIETTA, (poi indecisa) E ora che faccio? Entrambi .. un destino in un nome! Si.. ma quale dei due? (e dopo aver titubato un po', come se le fosse venuta un'idea, al pubblico)  E sentiamo... voi.. che fareste? (e resta nella posizione di dubbio, come Edoardo alla fine del 1° atto. Se si vuole possono usare la stessa posizione anche tutti gli altri, magari Romeo e  Roy schiena contro schiena, e Maddalena con Alfonso ed Edoardo a comporre un altro quadretto dal dubbio amletico. Si  chiude il sipario)

NARRATORE, (entra con la solita musica) Ancora un dubbio.. ancora una scelta.. quale? Pubblico... tocca a voi! Immedesimatevi in Giulietta! Verde... Romeo il dolce... Rosso .. Roy... o Romeo il passionale!? (pausa, e dopo la decisione del pubblico ) Il dado è ancora una volta.. tratto! ( secondo la scelta dirà: Verde... Romeo il dolce... [per questa scelta vai prima alla Parte Comune di pag. 45  e poi a pag. 48 ] (oppure)  Rosso .. Roy... o Romeo il passionale! [per questa scelta vai prima alla Parte Comune di pag. 45 e poi a pag. 52 ]  ( Poi esce con la solita musica e si dà inizio al Quadro B relativo)

                              FINE QUADRO 2A

SECONDO QUADRO – B -

Parte comune

(il quadro inizia esattamente come è finito il precedente, con la posizione dubbiosa di tutti i personaggi)

Scena 1 (Alfonso, Maddalena, Edoardo, Giulietta, Romeo, Roy)

GIULIETTA, (nervosa, al pubblico) Ok.. ok! Devo prendere una decisione! Non posso certo lasciare tutti così.... in aria! (afflitta) Ohhh.. povera me.. povera me! Ma chi me lo doveva dire stamattina quando mi sono alzata che mi sarebbero piovuti da capo a collo due... strampalati e scombinati ... pretendenti!! Non che io sia meno strampalata o scombinata di loro... sempre sprofondata col naso nei motori! Non è usuale per una donna!  Diciamocelo! In ogni caso Giulietta.. ti tocca! Prima ti togli il dente.. meglio è! Decidi.. opzione A.. o opzione B! (illuminandosi) E se invece optassi per la C e scappassi all'estero e sparissi? Una nuova vita da qualche altra parte e soprattutto vita da … single!? Magari spaparanzata tutto il giorno al mare! Oppure mi farei assumere come meccanico in qualche casa automobilistica  di Formula uno! Siii! Perchè no?! E ciao Roy..e ciao Romeo.. così niente decisione... niente matrimonio! Aaahhh! (Poi riflette) Ma no... dai Giulietta.. confessalo.. non sei poi così insensibile! Anche tu hai un cuore! Nascosto sotto strati di tute e grasso per auto.. comunque c'è! Quindi dillo...  uno dei due in effetti.. è strana la cosa, eh?! .. però.. ti piace! Forse la mia parte femminile è saltata fuori! Sarà stata la birra? La sbornia? O .. come dice mio fratello.. sono stata infettata da qualche virus? E che volete... mia madre ci sguazza nei matrimoni.. un po' di atmosfera mielosa alla fine avrà contagiato anche me!  O boh... forse sto diventando normale! Comunque.. bando alle ciance... qui bisogna dare una risposta! Però … prima.. permettetemi... di … divertirmi un po'! Diciamo di … giocare al gatto... coi.. topi!!

(gli altri che prima erano rimasti fermi nelle loro posizioni iniziano a muoversi)

MADDALENA, Beh? Allora? Stiamo aspettando! Non ci vorrai far fare notte?!

GIULIETTA, Mi spiace mamma.. ma dovrai aspettare ancora un bel po' prima di poter  mettere in moto il carrozzone per il mio matrimonio! Questa è la mia decisione!

MADDALENA/ROMEO/ROY, Cosa?

ROMEO/ROY, Non hai scelto me?

MADDALENA, (in contemporanea con Edoardo, indicando Romeo) Non hai scelto lui?

EDOARDO, (in contemporanea con Maddalena, indicando Roy) Non hai scelto lui?

(Edoardo e Maddalena tifando diversamente si guardano in cagnesco; lo stesso fanno Roy e Romeo)

GIULIETTA, Ma scusate.. come potete pretendere che io.. decida.. così.. su due piedi.. di sposare... praticamente .. un perfetto sconosciuto?! Perchè in effetti .. anche Roy è un estraneo! Si... lavora in officina con me... ma da soli... 2 .. dicasi 2.. giorni! Per non parlare di Romeo.. da quanto lo conosco? Un'ora? E nel frattempo ero pure sbronza!

EDOARDO, (al pubblico) Ok.. mea culpa! E che diamine!

MADDALENA, Ma almeno te la sarai fatta un'idea? O no?

GIULIETTA, Un'idea... un'idea! Un'idea è solo fantasia.. immaginazione... e qui bisogna stare coi piedi per terra! Un matrimonio è un matrimonio... mica quisquilie! Eh?!

ALFONSO, Bene! Allora per festeggiare questo .. non-matrimonio.. io proporrei una..  bella parata militare! Battaglione... cominciamo con una marcia!  Unò.. duè..  unò.. duè...

GIULIETTA, Una parata? Una marcia? Unò.. duè? No papi... ora basta!

MADDALENA, Basta lo dico anch'io, Alfonso! Adesso stai esagerando! Io rivoglio il mio .. normale.. marito! Quello un po' burbero si.. ma che parlava di cose .. normali! Del tempo.. di calcio... di politica... del cibo sciapo di Edoardo...

EDOARDO, Ehi! Il mio cibo non è sciapo... è solo .. anti-ipertensivo! (al pubblico) Bel ringraziamento! Uno ha a cuore la loro salute e loro ti ringraziano così.. dicendo che il tuo cibo è sciapo! E che diamine! (riprende a spolverare) Poi prima mi hanno fatto cadere tutto il barattolo.. oggi mangeranno salato... forse così saranno contenti!! E che diamine!

MADDALENA, … della .. puzza di olio di motori di Giulietta!

GIULIETTA, Cosa? (odorandosi) E io farei.. puzza?

EDOARDO, Oh si! Neanche l'ammorbidente più profumato ce la fa coi tuoi vestiti! E che diamine!

ROY,  Se permettete non c'è profumo migliore!

GIULIETTA, Bravo Roy.. diglielo!

ROMEO, Si va bene.. cibo sciapo.. puzza.. sinceramente non vedo cosa c'entri!

ALFONSO,  Giusto! Qui conta solo una cosa.. che io .. Alfonso Campo.. che vi piaccia o no.. sono e resterò sempre un Generale! Unò.. duè... unò.. duè... (lasciando la famiglia afflitta)

GIULIETTA, (al pubblico) Ma che male abbiamo fatto per meritarci oggi simile tortura?

ROMEO,  No.. no.. qui conta solo una cosa .. che  il mio cuore palpita in trepidante attesa! (poi a Giulietta) Mia amata.. non indugiare oltre! Lascia che io possa nutrire al più presto tutto il mio essere col nettare divino qual è il tuo amore!

MADDALENA, (riferendosi a Romeo) Che stile... che classe! (poi intendendo Roy) Tutto il resto.. è noia!

ROY, (fa il tronfio, e per non venire meno)  Ed io sono pronto a mollare il freno e a dare gas a manetta … e lascia che i nostri motori rombino all'unisono.. Giulietta! (guarda gli altri come a dire: visto? Sono stato bravo?)

EDOARDO,  Roy e Giulietta.. combinazione perfetta! (in tono smorfioso nei confronti della madre) E non esiste.. il resto! E che diamine!

GIULIETTA,  (innervosita alquanto, va da Romeo e lo spinge verso la madre; lo stesso fa con Roy verso Edoardo -  sia Roy che Romeo saranno perplessi e infastiditi -   poi) Se vi piacciono tanto.. sono vostri... ve li cedo volentieri!  Sgrunt! (e furente mette le braccia conserte)

EDOARDO/MADDALENA, (respingono contemporaneamente Romeo e Roy, sempre più infastiditi,  verso Giulietta)  Rispedito al mittente!

GIULIETTA, (al pubblico) Ed io che pensavo di essermene liberata!

MADDALENA, Basta cincischiare! Decidi! E (indicando Romeo) scegli … lui.. ovviamente!

EDOARDO,  Stop! Niente tentennamenti! Delibera! E (indicando Roy) opta indiscutibilmente .. per lui! E che diamine!

GIULIETTA, (nervosa) E tu papi... non dici niente? Manchi solo tu all'appello!

ALFONSO, Certo... tutti in riga che facciamo l'appello! Soldato Giulietta?! (e tutti si infastidiscono e sbuffano, Alfonso invece continua a sorridere sotto i baffi)

GIULIETTA, (sbuffando) Presente.. presente!! (al pubblico) Comincio a pensare che sia meglio chiamare uno psichiatra!  (poi innervosendosi a tutti ) Ok! Ho deciso e deliberato e per prima cosa dico... (e indicando la madre e il fratello) a voi due … siete insopportabili! E basta! (volta le spalle al pubblico e guardando alternativamente Roy e Romeo, indicando prima l'uno poi l'altro) Tu... lunedì.. mercoledì e venerdì! E tu.. martedì... giovedì e sabato! Par condicio! (si rivolta)  E domenica...  me la spasso facendo la single! (Maddalena ed Edoardo restano spiazzati)

ROMEO, (dopo un attimo di smarrimento) Beh... scusa... veramente io il martedì e il giovedì gioco a golf al circolo…

MADDALENA, (al pubblico, deliziata)  Sofisticato!

EDOARDO, (al pubblico) Ma riesce a vederla la pallina? Ne dubito fortemente! Le dovrebbero dare un pallone da calcio.. sarebbe meglio! E che diamine!

ROMEO, Ah… e sabato  ho il torneo di Bridge!

MADDALENA, (al pubblico, come prima)  Raffinato!

EDOARDO, (al pubblico) Cuori.. fiori.. quadri e picche.. non hanno segreti per lui!  (ironico, facendo finta di non vedere le carte) O quasi!

ROY,  No.. no.. ed io il lunedì e mercoledì ho lezione di boxe in palestra!(accompagnare con una mossa o qualcosa del genere)

EDOARDO, (al pubblico, estasiato)  Wow! Che muscoli!

MADDALENA, (al pubblico, spaventata e schizzinosa) Mia figlia con uno così? Giammai!

ROY, … e il venerdì birra e biliardo con gli amici!

EDOARDO, (al pubblico)  E mi sembra giusto! Un uomo ha bisogno dei suoi spazi! E che diamine!

MADDALENA, (al pubblico, stupefatta e schizzinosa) Egoista! Lascerebbe mia figlia da sola? Giammai!

GIULIETTA, (innervosita) Ok! Come volete!  Scambiatevi i giorni!! Per me non cambia niente!

ROMEO, No... impossibile! Gli altri giorni vado a poetare al club dei poeti!

MADDALENA, (al pubblico, deliziata)  Sublime!

ROY, Ed io gioco a freccette!

EDOARDO, (al pubblico) Siiii.. proprio da maschio!

GIULIETTA, (arrabbiata) In questo momento ci giocherei io a freccette.. con le vostre facce!  E comunque visto che .. nonostante le vostre .. pseudo dichiarazioni iniziali … avete dimostrato dopo tutto scarso interesse nei miei confronti.. io.. me.. ne.. vado! E non vi dirò  mai chi avevo scelto.. perchè si..  avevo scelto uno di voi! (e scappa verso la porta d'ingresso proprio mentre suona il campanello)

ROMEO/ROY, No aspetta... perdonaci... ci si può organizzare! E si... lo vogliamo sapere!

Scena 2 (detti, Cleopatra)

GIULIETTA, (rientra accompagnata da Cleopatra, e al pubblico) È tornata la faraona.. avrà dimenticato di deporre le uova nel pollaio!

ROMEO, (che strizzando gli occhi per vedere meglio riconosce l'ex) Tu? Di nuovo qui?

CLEOPATRA, (indispettita) Si... io di nuovo qui! Ma non certo per te! Con te è oramai storia chiusa... finita.. conclusa.. esaurita!

MADDALENA, (al pubblico) E certo... dopo tutti i miei sacrifici! Se non fosse stato per me... ancora tubavano i due .. piccioncini! Cioè.. il piccione … e l'avvoltoia!

ROMEO, E allora? A che dobbiamo il tuo ritorno?

Scelta 1B: Giulietta sceglie Romeo

CLEOPATRA, (cominciando a rovistare nella sua borsa) E allora... ho l'auto in panne... non si vede un taxi nel raggio di un miglio e non trovo il mio cellulare.. (dalla sua borsa cade un paio di occhiali uguali a quelli di Romeo, ma lei non se ne accorge e neanche gli altri, tranne Giulietta ) … e tutta quella specie di ginnastica che mi ha fatto fare (indicando Alfonso) quello lì.... mi ha distrutta e non posso tornare certo a piedi .. a casa!

GIULIETTA, (al pubblico, ironica) Oh poverina .. alla sua veneranda età.. è da capire! (e nel frattempo raccoglie gli occhiali caduti e comincia ad osservarli e li guarda insospettita; va da Romeo e gli guarda i suoi occhiali e poi fa i confronti con quelli trovati, e ne risulta sbalordita trovandoli identici, ma meno graduati, il tutto senza che nessuno se  ne accorga)

MADDALENA,  Un autobus... no?

CLEOPATRA, (snob) Un autobus ? Mezzo di locomozione grezzo e primitivo!

EDOARDO, E anche pieno di ogni sorta di microbi! Germi e batteri ci bivaccano festanti! Brrr... non ci metto piede da una vita! Che diamine!

CLEOPATRA, (ad Edoardo) Giusto! Una  signorina perbene come me... non può prenderlo! Quindi.. o qualcuno di voi mi accompagna o chiamatemi un taxi!

EDOARDO,  Non guardi me! Fra le mie tante mansioni.. fare l'autista... non è contemplata! E che diamine!

ROMEO,  Io non vedo.. guidavi tu per me! Anche se non mi sono mai fidato tanto! Avevo sempre la sensazione di essere in continuo pericolo! (al pubblico) E ora capisco... l'età non l'aiutava!

ALFONSO,  Se vuole.. le posso offrire un passaggio sul carro armato! Dovrei averne uno parcheggiato di sotto! Un generale non può farne a meno!

MADDALENA, (al marito)  Si.. come no!Un carro armato sotto casa! Come minimo a quest'ora saremmo in galera.. per detenzione di materiale bellico! (a Cleopatra)  Le chiamiamo tutti i taxi che vuole! Anche un'intera schiera se le aggrada! (al pubblico) Purchè ci liberi dalla sua presenza!  (E battendo una pacca sulle spalle di Romeo) Vero Romeo? (quella pacca farà perdere l'equilibrio a Romeo che rischiando di cadere  perderà gli occhiali e poi si aggrapperà a Giulietta, che gli stava vicino, a cui a sua volta  cadranno a terra gli occhiali che aveva in mano)

ROMEO, (ripresosi dalla caduta ) Oddio.. non vedo più! Dove sono i miei occhiali? Vi prego aiutatemi! (allunga le braccia in segno di disperazione perchè non vede e si muove  a tentoni)  Gli occhiali sono la mia vita!

MADDALENA, (si abbassa ma prende gli altri occhiali, quelli che aveva Giulietta, e glieli porge) Eccoli... su... non ti allarmare! E che saranno mai un paio di occhiali?!

ROMEO, (li indossa ed improvvisamente vede meglio) Un miracolo!!! Ci vedo.. ci vedo meglio! Wow! I miei occhiali sono un miracolo! (guardandosi attorno) Che meraviglia... non vedevo così da non so più quanto tempo! Miracolo! Qualche santo ha fatto un miracolo!  (poi vedendo Giulietta) Wow! Giulietta mia adorata.. sei semplicemente un incanto! Sarà proprio merito di Santa Giulietta!  (poi si volta verso Cleopatra e urla) Spavento.. raccapriccio.. orrore!

CLEOPATRA, (sembra infastidita e confusa, quasi spaventata)

GIULIETTA, (raccoglie gli altri occhiali e comincia a sospettare, a Romeo)  Fammi un po' vedere.. prova questi!?

ROMEO, (indossa quelli che gli porge Giulietta) Oddio... non ci vedo più di nuovo! Ridammi gli altri! Presto! Subito! (E fa il cambio)Ahhhh!

GIULIETTA, Non capisco! Questi occhiali son caduti dalla borsa della.. faraona!

ROMEO,  Che vuol dire? Cleopatra.. parla... che vuol dire?

CLEOPATRA, (non parla e fa la snob)

MADDALENA, (intuisce) Io  credo di capire! Credo proprio di vederci chiaro anch'io!!

ROMEO, Che significa?

MADDALENA, Significa che la faraona ti ha sostituito gli occhiali.. per non farti più vedere! Altrimenti avresti visto quello che hai proprio visto poco fa... spavento.. raccapriccio.. e orrore! La vecchia marpiona ha sempre avuto l'intenzione di truffarti! Non facendosi vedere da te per quello che era in effetti.... una mummia...  poteva fregarti e raggirarti a suo piacimento! Voleva farsi passare per la principessa delle favole... la filibustiera! Per  mirare  ai tuoi soldi! La canaglia voleva farsi la vecchiaia vivendo da nababba!! E pure il matrimonio fastoso voleva! Sullo yacht lo voleva! Aveva proprio trovato il pollo.. da spennare! (pausa mentre tutti restano sbigottiti mentre Cleopatra continua nel suo silenzio) Ma d'altro canto io l'avevo già capito ed ho pensato bene di intervenire! (al pubblico) Anche se il mio intervento è stato .. come dire...  interessato.. diciamocelo.. vah! (poi vicino a Cleopatra) Maddalena.. mummia... 2 a 0! yeeee!!!

CLEOPATRA,  Si è vero! Te li ho cambiati alla festa in cui ci siamo conosciuti.. quando ti ho anche messo uno psico farmaco nello champagne per farti credere di avere avuto un malore .. un malore che giustificava la tua vista peggiorata!

EDOARDO, Subdola mummia! E che diamine!

ROMEO,  Perfida .. mummia! E che diamine... lo dico io!

GIULIETTA, Cosa? La... mefistofelica... gallina... (infervorandosi, quasi non riuscendo a parlare)...  voleva truffare .. voleva...  imbrogliare... bidonare... (al pubblico) E che bidone è sta faraona! Da rottamare proprio!  (poi continua) …. ma come si fa?...  raggirare … e quasi avvelenare … un bravo ragazzo.. onesto.. retto.. educato... garbato... gentile...  come … come...  come il... il... il... (con difficoltà riesce a dire)... il mio.. Romeo?

ROMEO, (a Giulietta) Cosa? Hai detto... mio.. Romeo? Ho sentito bene?

GIULIETTA,  E va bene .. si... il mio Romeo! La mia scelta eri tu! Per una volta nella sua vita .. mia madre aveva ragione!

MADDALENA,  (al pubblico) Si... yeeeee!!!! Alèèèè!!!  (e avvicinandosi a Giulietta)  Maddalena .. Giulietta... 1 a 0! Siii!

GIULIETTA,  Ma non montarti la testa,  mamma! Paganini non ripete!

ROMEO, Mia diletta... nonostante tutto... oggi è il giorno più bello della mia vita! (si prendono per mano e cominciano a tubare)

EDOARDO, (a Roy)  Mi spiace! Io avevo tifato per te! Secondo me eri la scelta più logica ! E che diamine!

ROY, Non mi piace perdere.. ma.. me ne farò una ragione! Troverò qualcosa con cui consolarmi! E comunque mi restano sempre la boxe.. le freccette e gli amici!

EDOARDO, Bravo.. l'hai presa bene! E che diamine!

ALFONSO,  Allora...  per rendere omaggio a  due fidanzatini... truppa.. formate un picchetto d'onore!

TUTTI, (stufi) E basta!

ALFONSO,  (accettando la sconfitta) E va bene! Avete vinto! Regalatemi pure i soldatini di piombo! Mi accontenterò!

MADDALENA,  (al marito, piano) Non saranno necessari! Magari i due ti regaleranno un nipotino.. e comincerai a fare il nonno! Così lo mandi definitivamente in pensione... questo generale!

CLEOPATRA, (si schiarisce la voce) Io non posso stare certo ancora qua a reggere il moccolo al.. mio .. ex!  Urge un taxi.. o qualcuno che mi ripari la Spider!

ROY,  (illuminandosi) Spider? La vecchia ha una Spider?

ROMEO,  (afflitto) Già! Gliela avevo regalata io! E mi era costata un botto!

ROY,  Dov'è? Dov'è? La riparo io! Sono il migliore meccanico sulla piazza!

CLEOPATRA,  (drizza le antenne e comincia a guardarlo con interesse, e avvicinandosi, proprio con fare interessato, lo guarda dalla testa ai piedi) Interessante... davvero interessante! (lo prende a braccetto, stringendosi un po' troppo ) Allora andiamo.. la Spider aspetta! (E lo porta via)

ROY,  (un po' spaventato dall'atteggiamento di Cleopatra) Vorrei precisare che a me interessa solo la Spider... non altro! E ci vedo bene!

CLEOPATRA,  Vedremo.. vedremo! (escono mentre Roy)

ROY, Aiutooooo!!!

ROMEO, (mentre escono gli urla dietro) Caschi male Cleopatra! Questo pollo.. non lo puoi spennare!

GIULIETTA,  Già! E' il pollo più  spennato e squattrinato che conosca! (Tutti ridono)

ROY, (rientra mentre Cleopatra lo sta tirando da fuori) Aiutooooo!!! (e poi riscompare, perchè Cleopatra è riuscito a tirarlo , mentre tutti tornano a ridere)

GIULIETTA,  Si... ma io voglio vedere come finisce! Roy nelle  mani da faraona! Oh povero lui!

ROMEO, Andiamo a vedere dal balcone!

MADDALENA,  Giusto... da lì ce la  godiamo tutta! (ed esce insieme a Giulietta e Romeo)

EDOARDO, Ed io che resto qua? Pure i voglio vedere.. pure io! (Esce pure lui)

ALFONSO, (rimarrà in scena solamente lui sull'attenti e magari con sorrisetto malizioso farà l'occhiolino e guardandosi attorno, al pubblico) Visto che sono rimasto solo e non ho più nessuno.... sottomano... che ne dite di farli voi... i miei soldatini?  Su.. tutti .. aaaa-ttenti!

MADDALENA,  (rientrando in scena insieme ad Edoardo,  al pubblico) Tranquilli... ci pensiamo nui! (ed uno da un lato e una dall'altro prenderanno il padre dalle braccia)

EDOARDO,  Papà? E che diamine! (e se lo portano via)

                                 FINE quadro 2A

Scelta 2B: Giulietta sceglie Roy

CLEOPATRA, (cominciando a rovistare nella sua borsa) E allora... ho l'auto in panne... non si vede un taxi nel raggio di un miglio e non trovo il mio cellulare... (e smettendo di controllare nella borsa) …  ecco.. non c'è! L'avrò dimenticato da qualche parte! Uff! E poi tutta quella specie di ginnastica che mi ha fatto fare (indicando Alfonso) quello lì.... mi ha distrutta e non posso tornare certo a piedi .. a casa!

GIULIETTA, (al pubblico, ironica) Oh poverina .. alla sua veneranda età.. è da capire!

MADDALENA,  Un autobus... no?

CLEOPATRA, (snob) Un autobus ? Mezzo di locomozione grezzo e primitivo!

EDOARDO, E anche pieno di ogni sorta di microbi! Germi e batteri ci bivaccano festanti! Brrr... non ci metto piede da una vita! Che diamine!

CLEOPATRA, (ad Edoardo) Giusto! Una  signorina perbene come me... non può prenderlo! Quindi.. o qualcuno di voi mi accompagna o chiamatemi un taxi!

EDOARDO,  Non guardi me! Fra le mie tante mansioni.. fare l'autista... non è contemplata! E che diamine!

ROMEO,  Io non vedo.. guidavi tu per me! Anche se non mi sono mai fidato tanto! Avevo sempre la sensazione di essere in continuo pericolo! (al pubblico) E ora capisco... l'età non l'aiutava!

ALFONSO,  Se vuole.. le posso offrire un passaggio sul carro armato! Dovrei averne uno parcheggiato di sotto! Un generale non può farne a meno!

MADDALENA, (al marito)  Si.. come no!Un carro armato sotto casa! Come minimo a quest'ora saremmo in galera.. per detenzione di materiale bellico! (a Cleopatra)  Le chiamiamo tutti i taxi che vuole! Anche un'intera schiera se le aggrada! (al pubblico) Purchè ci liberi dalla sua presenza! 

CLEOPATRA, (sempre altera)  Grazie! Anche se avrei preferito di gran lunga la mia...  splendida Spider... che giace in panne davanti al vostro portone!

ROMEO,  Già...  la  Spider che io le ho regalato.. e che mi è costata un botto!

ROY,  Cosa? Una Spider?  Dov'è? Dov'è? E'  quella che ho visto arrivando.. rossa fiammante? A me la Spider! Subito!

CLEOPATRA,  Si.. è quella.. e allora?

ROY,  (estasiato e quasi eccitato) Io sono il miglior meccanico sulla piazza! Mi porti da lei! La farò risuscitare in cinque minuti! Conosco la Spider come le mie tasche! Ogni singolo ingranaggio... non ha segreti per me! Adoro accarezzarla! Quasi sfiorare il suo volante... le sue marce... i suoi pedali!   Ascoltare il suono del suo motore! La sua potente voce! E' la passione della mia vita! Per lei farei qualunque cosa! Qualunque! Non guarderei in faccia nessuno! Andiamoci.. subito .. la prego … sto fremendo!

CLEOPATRA,  Ecco le chiavi... tenga... rimetta in sesto il mio splendore!

GIULIETTA,  (in tono risentito e geloso) Cosa? Come ragioni? Fremi per la Spider e non  per sapere chi ho scelto io? Fammi capire.. ritieni la Spider più importante di me?

ROY,  Ti prego Giulietta... non mi puoi fare sti paragoni!! Te o la Spider!

GIULIETTA, (ghignando) E infatti non te ne faccio! (a tutti) Perchè adoro anche io le Spider e quindi non perdiamo tempo... annuncio per prima cosa in quattro e quattr'otto che la mia scelta è … Roy! (tutti restano allibiti)

ROY, Wow! Due meraviglie in due minuti!  (e la abbraccia appassionato)

EDOARDO, Siiii! Lo dicevo io che erano perfetti l'uno per l'altra! E che diamine!

MADDALENA,  No.. non è possibile! Mia figlia è diventata cieca! (A Romeo) La tua cecagna è per caso appiccicaticcia?

ROMEO, (triste) E cosa vuole che ne sappia io?

ALFONSO,  Allora...  per rendere omaggio a  due fidanzatini... truppa.. formate un picchetto d'onore!

MADDALENA,  Ma quale picchetto d'onore e quali fidanzatini! Neanche questo matrimonio s'ha da fare!

GIULIETTA,  Mi dispiace per te, mamma... Roy … a me...  piace! E poi a te non importava solo che trovassi un fidanzato? Bene .. l'ho trovato! Eccolo!

MADDALENA,  Ma non può essere.. questo meccanico.. bifolco!

GIULIETTA,  E invece si!

MADDALENA,  Sta certa che io questo matrimonio non lo organizzo!

GIULIETTA,  E chi lo vuole un matrimonio melenso e zuccheroso come li fai tu! (breve pausa) E comunque .. passiamo alla seconda cosa... (Guardando Roy) Stai pensando anche tu quello che sto pensando io?

ROY,  (illuminandosi, le fa vedere le chiavi) Siiii... ce le ho io!

GIULIETTA,  Se siamo in due... i minuti da cinque diventano due...  l'aggiustiamo e poi... ci saltiamo dentro e.... scappiamo! Siii!!!

ROY,  Siiiiiiiiiiiiii!!! (la prende per mano e scappano uscendo di scena)

GIULIETTA , (uscendo) Ci vediamo gente!!!!

(dopo un attimo di sbigottimento generale)

MADDALENA, Vi prego! Fate qualcosa … mia figlia! (corre dietro ai due ed esce)

ROMEO,  Vi esorto! Fate qualcosa... la mia fidanzata! (e cerca di uscire dietro agli altri, anche se con molta difficoltà)

CLEOPATRA,  Vi imploro! Fate qualcosa... la mia Spider! (ed esce anche lei)

EDOARDO,   E che diamine! Io … non muovo un dito! Per me sono solo romantici! Lui.. lei.. e una Spider! E vissero felici e contenti!

ALFONSO, (mettendosi sull'attenti) Aaa.. ttenti!

EDOARDO,  (sbuffando al gesto del padre) E che diamine papi!! Uffa!!! (ed esce anche lui) Aspettatemi... vengo anch'io!

ALFONSO, (rimarrà in scena solamente lui sull'attenti e magari con sorrisetto malizioso farà l'occhiolino e guardandosi attorno, al pubblico) Visto che sono rimasto solo e non ho più nessuno.... sottomano... che ne dite di farli voi... i miei soldatini?  Su.. tutti .. aaaa-ttenti!

MADDALENA,  (rientrando in scena insieme ad Edoardo,  al pubblico) Tranquilli... ci pensiamo noi! (ed uno da un lato e una dall'altro prenderanno il padre dalle braccia)

EDOARDO,  Papà? E che diamine! (e se lo portano via)

                                FINE quadro 2B

FINE

In caso di eventuale rappresentazione contattare:

SANTINA (TITTY) GIANNINO, e-mail santina.giannino@hotmail.it   tittyg68@gmail.com 

                               cell. 334 3589590  Facebook  SANTINA TITTI GIANNINO

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 0 volte nell' ultima settimana
  • 0 volte nell' ultimo mese
  • 1 volte nell' arco di un'anno