La moglie nuova

Stampa questo copione

COSI SEMBRA MA NON E’

LA MOGLIE NUOVA

Commedia Brillante in due tempi di

Oreste De Santis

***

La trama in breve

Bruno , uomo sui 45 anni,  benestante, sposato con Roberta e con una figlia di nome Alessia di 15 anni, dopo un periodo di crisi, scopre di essere gay, in quanto innamoratosi di un uomo di nome Francesco (Chicco). Decide di lasciare la moglie per sposarsi a Ibiza con Francesco che , in caso contrario, minaccia di lasciarlo.  In casa sua , oltre la moglie e la figlia, vive anche la madre, che rimasta vedova , Bruno ha accolto in casa. Per comunicare  a tutta la sua famiglia la notizia del divorzio da Roberta e del suo matrimonio con Francesco, Bruno  organizza una cena  a casa sua,e  invita  per l’occasione, anche il suo più caro amico Saverio.

Dati tecnici

Genere                                                                       Brillante

Personaggi                                                                 sei ( 3u + 3d)

Lingua                                                                        Italiana

Tempi                                                                          due

Durata                                                                         90 minuti circa

Scena                                                                            unica

***

 Sito web - http://www.orestedesantis.com  – Email  - orestedesantis@libero.it

LA MOGLIE NUOVA

Commedia Brillante in due tempi di

Oreste De Santis

***

 La scena (un soggiorno elegante)  deve contenere un ingresso principale ( centrale)  un porta chiusa ( la stanza della mamma di Bruno) e un’uscita  aperta che porta alle altre stanze, ( lato letto)  un’altra uscita lascerà intendere la cucina. Indispensabile alla scena sono un divano, un attaccapanni, un angolo bar con bicchieri e liquori un telefono fisso , un  tavolo con due sedie.

(Nel soggiorno bene arredato Bruno  parla al telefono,  Saverio  è in piedi che beve una grappa)

BRUNO/ MA CERTO CHE SONO SICURO,  NON TI PREOCCUPARE A QUESTA ORA IN BANCA NON TROVERAI NESSUNA FILA ,  VAI TRANQUILLA  CIAO, CIAO

SAVERIO/ TUA MADRE?

BRUNO/ SI ,  NON  SOPPORTA LE FILE  COME NE VEDE UNA, SCAPPA, IN COMPENSO HA LA CAPACITA’ DI INTERROMPERMI  SEMPRE NEI MOMENTI SBAGLIATI,   CHE STAVO DICENDO?

SAVERIO/ MI STAVI RACCONTANDO DI IERI SERA  MA NON MI HAI ANCORA DETTO COME E’ ANDATA

BRUNO/   SAVERIO NON CI CREDERAI  MA  ALLA FINE GLIEL’HO DETTO,  

SAVERIO/ E TI HA DETTO DI SI?

BRUNO/ MA CERTO NON NE VEDEVA L’ORA

SAVERIO/ MA ALLORA  L’AVETE FATTO?

BRUNO/ CERTAMENTE…CI SIAMO PRIMA SBACIUCCHIATI NELL’AUTO MA POI ABBIAMO DECISO CHE ERA MEGLIO ANDAREIN UN  POSTO PIU’ SICURO, E COSI ABBIAMO SCELTO UN ALBERGHETTO  SUL LAGO,  VERAMENTE ROMANTICO

SAVERIO/  INCREDIBILE , GIRA E RIGIRA ALLA FINE  RIESCI  SEMPRE  A FARE ANDARE LE COSE COME DICI TU, UN APERITIVO ,  QUATTRO CHIACCHIERE UNA CENETTA A LUME DI CANDELA E POI…  BANG ,  A LETTO  , 

BRUNO/ SULLA BARCA

SAVERIO/ QUALE  BARCA?

BRUNO/ L’ALBERGO ERA UNA BARCA SUL LAGO

SAVERIO/ FANTASTICO , ED E’ STATO BELLO?

BRUNO/ BELLO? UNA COSA SCONVOLGENTE …NON ME LO SAREI MAI ASPETTATO E POI ALLA FINE  LE HO DETTO… TI AMO,  TI AMO,  COME NON HO MAI  AMATO NESSUNO,

SAVERIO/  BRAVO ,  PROPRIO COME FANNO TUTTI  QUANDO NON SI TRATTA DELLE LORO MOGLI

BRUNO/ INVECE QUESTA VOLTA NON E’ COSI, SAVERIO   QUESTA VOLTA MI SONO INNAMORATO  DAVVERO,

SAVERIO/ ( tutto d’un fiato) PERCHE’  HAI SENTITO  LE CAMPANE  CHE  SUONAVANO ALL’MPAZZATA MENTRE FACEVI ZUM ZUM  SULLA BARCA ?

BRUNO/  MA NO,  PERCHE’ DOPO SIAMO RIMASTI LI ABBRACCIATI PER MEZZORA A PIANGERE, COME DEI RAGAZZINI, NON VOLEVAMO LASCIARCI PIU’ 

SAVERIO/ BE’ SAPEVO CHE STAVI ATTRAVERSANDO UN MOMENTO DIFFICILE CON ROBERTA   MA NON CREDEVO FINO A QUESTO PUNTO E  COME SI CHIAMA QUESTO TUO NUOVO GRANDE AMORE?  (mentre si versa un grappino) 

BRUNO/  SI CHIAMA FRANCESCO , 

SAVERIO/ COME SAREBBE FRANCESCO ?  VUOI DIRE FRANCESCA

BRUNO/ NO,  SI CHIAMA FRANCESCO, MA LUI VUOLE CHE LO CHIAMI CHICCO    

SAVERIO/   ASPETTA, FAMMI CAPIRE , MI STAI DICENDO CHE TI SEI INNAMORATO DI UN UOMO ?

 

BRUNO/ SAVERIO MA NON E’ UN UOMO  ( gridato)

SAVERIO/ E CHE COS’E?

 BRUNO/ ( felice ed eccitato) E’  UNO STALLONE (  Saverio sputa la grappa)

SAVERIO/  DIO NON CI POSSO CREDERE, MA COME? MI AVEVI DETTO CHE  USCIVI CON UNA  CHE SI CHIAMAVA FRANCESCA ?

BRUNO/ SI E’ VERO NEGLI ULTIMI TEMPI TI HO DETTO UN SACCO DI FESSERIE ,

SAVERIO/ BRUNO ASCOLTAMI BENE   NON PIU’ DI   TRE MESI  FA, TU  TI VANTAVI DI USCIRE CON UNA CERTA  SANDRA

BRUNO/  SANDRO

SAVERIO/ NO, ERA SANDRA…ME LO RICORDO BENE E ANCORA PRIMA CHE TI VEDEVI CON UNA CERTA CARLA

BRUNO/ CARLO

SAVERIO/ MA COME CARLO?

BRUNO/ MA SI  TI HO DETTO SANDRA, CARLA, E  FRANCESCA  .MA IN REALTA’ SONO  SANDRO, CARLO

SAVERIO/BRUNO E FRANCESCO,

BRUNO/ SAVERIO,  SONO TUTTI  UOMINI , MA CHICCO… E’ IL NUMERO UNO

SAVERIO/ DIO , MI SENTO MALE  ( sul divano)

BRUNO/ SCUSAMI, MA  RIESCO A DIRTI LA VERITA’ SOLO  ADESSO

SAVERIO/ MA COME?  SONO ANNI CHE CI CONOSCIAMO SIAMO ANDATI A SCUOLA INSIEME,  E TU , ME LO RICORDO BENISSIMO, QUANDO SI TRATTAVA DI DONNE   ERI SEMPRE IL PRIMO A FARTI AVANTI

BRUNO/ SI E’ VERO DA RAGAZZINO ERO SEMPRE IL PRIMO A FARMI AVANTI    ADESSO  INVECE  SONO ADULTO E VOGLIO FARE SEMPRE INDIETRO

SAVERIO/ MA COME INDIETRO,  BRUNO MA CHE STAI DICENDO?  

BRUNO/ MA CHE C’E’ TI VERGOGNI?

SAVERIO/ DI COSA ?

BRUNO/ DI AVERE UN AMICO GAY?

SAVERIO/ NO, MA CHE DICI …, CHE C’ENTRA L’AMICIZIA CON IL SESSO?

BRUNO/ ( lo abbraccia e lo bacia)  GRAZIE , GRAZIE LO SAPEVO CHE NON MI AVRESTI DELUSO

SAVERIO/ ( lo allontana) VA BENE BASTA COSI’ …COMUNQUE  DEVI AMMETTERE CHE E’ UNA COSA DIFFICILE DA ACCETTARE

FRANCESCO/ LO SO , NON E’STATO FACILE NEMMENO PER ME,   E’ UN ANNO CHE MI GUARDO ALLO SPECCHIO E MI DICO  MA E’ POSSIBILE ?  MA POI ALLA FINE  L’HO DOVUTO AMMETTERE, SAVERIO IO SONO GAY E  TU SEI IL PRIMO A CUI LO DICO

SAVERIO/ SE NON MI DICEVI NIENTE ERA MEGLIO , MA COMUNQUE STAI TRANQUILLO , NON LO DIRO’ A NESSUNO

BRUNO/ AH MA NON E’ UN PROBLEMA,  (felice)  PERCHE’  IO LO DIRO’A TUTTI  , A TUTTI, HO SOLO DECISO D’INIZIARE  DA TE

SAVERIO/   TUTTI ? MA CHE SIGNIFICA ?  STAI SCHERZANDO?

BRUNO/  (felice) MA NEMMENO PER SOGNO,    IO  NON CE LA FACCIO PIU’  A VIVERE COSI’,  LO VOGLIO DIRE  , A MIA MOGLIE  A MIA FIGLIA, AI MIEI AMICI  A MIA MADRE  E SE CI FOSSE ANCHE A MIO PADRE ,  

SAVERIO/ VUOI CHE TI ORGANIZZO UNA CONFERENZA STAMPA COSI’ FAI PRIMA? 

BRUNO/ PER FAVORE NON SCHERZARE QUESTA E’ UNA COSA SERIA, SAVERIO  DEVI CREDERMI,  CON CHICCO SONO TORNATO AD  ESSERE UN RAGAZZINO INNAMORATO 

SAVERIO/  MA TU  NON SEI PIU’ UN RAGAZZINO, TU SEI SPOSATO TIENI UNA MOGLIE , UNA FIGLIA, TE NE SEI DIMENTICATO FORSE?

FRANCESCO/  MA NO, CERTO CHE   NON L’HO DIMENTICATO,  

SAVERIO/  E  DIMMI UNA COSA,  QUESTO FRANCESCO...

BRUNO/  CHIAMALO CHICCO  MI PIACE DI PIU’ E..SORPRESA

SAVERIO/ COSA C’E’?

BRUNO/ ADESSO TE LO FACCIO VEDERE, ( prende una foto dal portafoglio) ECCO GUARDA , QUESTA E’ UNA SUA FOTO TI PIACE BELLO VERO?

SAVERIO/  MA E’ UN RAGAZZO?

BRUNO/ MA CERTO,  VOLEVI CHE MI SPOSASSI UNA VECCHIA?

SAVERIO/ COME SPOSARSI MA CHE STAI DICENDO?

BRUNO/ LO SO CHE PER TE IL MATRIMONIO  E’ UN TABU’,  MA PER ME E CHICCO NON E’ COSI’,  DOPO CHE AVRO' DIVORZIATO DA ROBERTA NOI CI SPOSEREMO , E INDOVINA DOVE ANDREMO IN LUNA DI MIELE ?

SAVERIO/ A RICCHIONE

BRUNO/ NO,   NON E’ RICCIONE …DAI PROVA ANCORA

SAVERIO/ A CHIAVARI, MA CHE NE SO…

BRUNO/  SAVERIO NON E’ IN ITALIA,  ,   SI TRATTA DI UN POSTO IN   EUROPA   DAI SFORZATI , NON E’ FIFFICILE

SAVERIO/ IN EUROPA? FORSE HO CAPITO

BRUNO/  AVANTI DILLO, CI SPOSEREMO A …

SAVERIO/ A LESBONA ( in modo plateale)

BRUNO/  MA NO , LO FAREMO AD  IBIZA  SARA’ UNA COSA BELLISSIMA  PERCIO’ PRIMA LO DICO A MIA MOGLIE E MEGLIO E’,   SEI CONTENTO?

SAVERIO/  E DI COSA? PIU’ CHE CONTENTO SONO SCONVOLTO,  E POI  NON RIESCO PROPRIO A IMMAGINARE COME LA  PRENDERA’ ROBERTA,  SIETE SPOSATI DA 16  ANNI

BRUNO/ 16 ANNI TRE MESI E DUE GIORNI,  SAVERIO GLI HO DATO I MIGLIORI ANNI DELLA MIA VITA…  , ADESSO  TOCCA A CHICCO,   IN FONDO… NON LA LASCIO NEMMENO PER UNA DONNA

SAVERIO/ FORSE SAREBBE STATO MENO DEPRIMENTE,  CON UNA DONNA, SI POTEVA CONFRONTARE LOTTARE AD ARMI PARI, MA CON UN GAY  COME FA?, CON UN GAY E TUTTA UN’ ALTRA COSA, 

BRUNO/ HAI RAGIONE,  CHICCO E’ UN' ALTRA COSA  OCCHI NERI, CAPELLI NERI  TUTTO NERO , UN VERO MANDINGO

SAVERIO/  MI STAI DICENDO CHE E’ NERO?

BRUNO/  E ANCHE SE FOSSE? PERCHE’ SEI RAZZISTA?

SAVERIO/ NO,  CHE C’ENTRA  MA…. TUTTO IN UNA VOLTA MI SEMBRA TROPPO

BRUNO/ AH  NON VEDO L’ORA DI STARE TUTTO SOLO CON LUI  SU  UNA SPIAGGIA A IBIZA COL COSTUME LEOPARDATO , IO E  LA MIA NUOVA MOGLIE …CHICCO

SAVERIO/ LA CHECCA

ROBERTA/ ( entrando dalla porta principale) CIAO  MASCHIACCI  COME VA? ( rispondono insieme)

SAVERIO/ MALE ( lo dice insieme a bruno)

BRUNO/ BENE  ( lo dice insieme a Saverio)

SAVERIO/ ( starnutisce) ETC

ROBERTA/ E COME MAI TI VA MALE SAVERIO,  CHE  TI E’ SUCCESSO?

SAVERIO/ NIENTE, DICEVO MALE…DETTA ALLERGIA, IN QUESTO PERIODO  MI PRENDE SEMPRE  ETC ( starnuto)

ROBERTA/ SAVERIO HAI SAPUTO DELLA GRANDE NOVITA’?

SAVERIO/ SI BRUNO MI HA DETTO TUTTO

ROBERTA/ MA COME ? DOVEVA ESSERE UNA SORPRESA ,

SAVERIO/  TI GARANTISCO CHE LO E’ STATA

ROBERTA/ ( arrabbiata) BRUNO  MA PERCHE’ GLIEL’HAI DETTO?

BRUNO/   MA NON E’ VERO IO NON GLI HO DETTO NIENTE

ROBERTA/ VOLETE PRENDERMI IN GIRO? 

SAVERIO/  MA SI, ROBERTA CALMATI,  STAVO SOLO SCHERZANDO , BRUNO NON MI HA DETTO NIENTE

ROBERTA/  ( abbracciandolo molto affettuosa)  AH BRICCHELLONE BRICCONCELLO TI SEI SALVATO PER UN PELO, MI HAI PROMESSO   CHE LO DIRAI  SOLO QUANDO SAREMO TUTTI A TAVOLA , 

BRUNO/ MA CERTO TESORO E ANDRA’ COSI STAI TRANQUILLA,  E TI GARANTISCO CHE SARA’ UNA SORPRESA  PER TUTTI

SAVERIO/ QUESTO SICURAMENTE  ETC ( starnuto)

ROBERTA/  ( a bruno) UNA COSA SCONVOLGENTE  VERO CARO?

BRUNO/ MA CERTO

SAVERIO/ UNA BOMBA ( con voce raffreddata)

BRUNO/  STAI TRANQUILLA   CARA , SARA’ TUTTO COME TI HO PROMESSO

SAVERIO/ QUI CI VUOLE   UN BEL GRAPPINO,  QUALCUNO MI FA COMPAGNIA?

ROBERTA/ IO NO  GRAZIE,  PREFERISCO ANDARE  A PREPARARE  IN CUCINA (esce lato cucina)

BRUNO/ SAVERIO SECONDO ME  BEVI TROPPO

SAVERIO/ LO SO ,  MA SONO UN PO’ AGITATO, E L’ALCOOL  AIUTA IN QUESTO CASI,  ( Saverio lo beve  in un sol colpo, dà un grappino  anche a bruno  e poi se ne versa un altro)

BRUNO/ E  INVECE  NO CARO MIO,  E TI DIRO’ TI PIU’ LO VEDI QUESTO? (mostrando il bicchiere) QUESTO  E’  IL MIO ULTIMO BICCHIERE,  (gay) DA DOMANI NIENTE ALCOOL, NIENTE FUMO, NIENTE PIU’ ABBUFFATE,  SOLO CIBI SANI E SALUTARI, TANTO SPORT   E VITA NATURE,  VOGLIO ESSERE IN FORMA PERFETTA, BELLO, TONICO, SEMPRE PRONTO E TOSTO PER IL MIO CHICCONE

SAVERIO/ E ALLORA MEGLIO UN ALTRO (prende ancora grappa)  PERCHE’ IO  INVECE VOGLIO ESSERE BRUTTO, STANCO E FLACCIDO COSI’  A MAI NESSUN CHICCONE  VERRA’ IN MENTE DI  INFASTIDIRMI,   PIUTTOSTO  QUAL’E’  LA GRANDE NOVITA’ DI CUI PARLAVA ROBERTA?

BRUO/ NIENTE DI PARTICOLARE , PER ADDOLCIRE LA PILLOLA HO FATTO UN REGALO A TUTTA LA FAMIGLIA ,   HO COMPRATO UNA VILLA IN CAMPAGNA

SAVERIO/  MA CHE BRAVO, VERAMENTE  PREMUROSO, SENTI BRUNO IO CI HO PENSATO, MA PERCHE’ NON LASCI LE COSE COME STANNO?

BRUNO/ MI STAI DICENDO DI CONTINUARE, A  MENTIRE?  IO MENTO, TU MENTI, NOI MENTIAMO, TUTTI MENTONO?  MI DISPIACE, MA SE VUOI CONIUGARE IL VERBO MENTIRE DEVI PARTIRE DAL TU ,  PERCHE’ IO,  NON MENTO PIU’

SAVERIO/ MA SOLO PER UN PO’ , BRUNO ASCOLTAMI, COL TEMPO LE COSE CAMBIANO,  QUELLO CHE ADESSO TI SEMBRA UN GRANDE AMORE, DOMANI POTREBBE SOLO RIVELARSI UN’ AVVENTURA ,  PROPRIO COME SUCCEDE CON LE DONNE

BRUNO/ PER FAVORE SAVERIO,  RISPETTA I MIEI SENTIMENTI, QUESTA NON E’ UN’ AVVENTURA  E POI NON POSSO PIU’ ASPETTARE,  CHICCO, MI HA DETTO CHE SE NON  LO DICO A MIA MOGLIE , MI LASCIA,   NON  VUOLE PIU’ VEDERMI FINO A QUANDO NON RISOLVO QUESTA SITUAZIONE,

SAVERIO/  E VA BENE… MA  A TUA FIGLIA CI HAI PENSATO? , HAI  PENSATO A COSA  LE DIRAI?

BRUNO/  CERTAMENTE , LE  DIRO’   LA VERITA’, SOLO LA VERITA’ NULLA DI PIU’,  ALESSIA E’ ABBASTANZA  GRANDE, E’ GIOVANE MODERNA, QUESTE COSE  I RAGAZZI DI OGGI LE VIVONO TUTTI I GIORNI, PER LEI SARA’ PIU’ FACILE CAPIRMI, ACCETTARMI,  IL SUO AMORE PER SUO PADRE  SONO SICURO, NON CAMBIERA’

ROBERTA/  ( uscendo dalla cucina) SENTI CARO HAI PRESO IL VINO?

BRUNO/ PERCHE’ E’  GIA’ FINITO?

ROBERTA/ PROPRIO COSI’  ( fa vedere due bottiglie vuote)

SAVERIO/ AH , AH, E QUESTO E’ GRAVE, COME SI FA SENZA VINO?

ROBERTA/  APPUNTO,  BRUNO TI DISPIACEREBBE FARE UN SALTO AL  NEGOZIO?

SAVERIO/  CI VADO IO, HO  PROPRIO BISOGNO  DI  PRENDERE UN PO’ D’ARIA

( mentre si mette la giacca)

ROBERTA/  ( gli toglie la giacca) MA NEANCHE PER SOGNO, TU SEI  UN OSPITE  E  ANCHE SE SEI DI CASA  SEI  PUR SEMPRE UN INVITATO

BRUNO/  HA RAGIONE ROBERTA , CI VADO IO,  DEVO COMPRARE ANCHE LE SIGARETTE ,  E POI  ESCO CON PIACERE ...VENGO TRA POCO (esce)

ROBERTA/ SEI UN TESORO ( lancia un  bacio a bruno , poi come chiude la porta di slancio  abbraccia Saverio) … FINALMENTE, TI E’ PIACIUTA LA TROVATA DEL VINO?

SAVERIO/  BE’ NON ERA IL CASO … SI TRATTA DI 10 MINUTI AL MASSIMO

ROBERTA/ DIECI , VENTI CHE IMPORTANZA HA?  CON TE  NON VOGLIO PERDERE NEANCHE UN   SECONDO, DAI  BACIAMI

SAVERIO/  ROBERTA, MEGLIO DI NO POTREBBE ARRIVARE QUALCUNO 

ROBERTA/ NON ARRIVA NESSUNO STAI TRANQUILLO DAI BACIAMI, BACIAMI

( bussano la porta)

ROBERTA/   DANNAZIONE….

SAVERIO/ LE ULTIME PAROLE FAMOSE ( va a prendersi un grappino)

ROBERTA/ ( apre) MAMMA , GIA’ DI RITORNO?

MAMMA/ ( ben vestita e molto snob, donna raffinata , ma con un linguaggio scurrile) PERCHE’ TI DISPIACE?

ROBERTA/ MA CERTO CHE NO, VOLEVO SOLO DIRE  CHE HAI FATTO PRESTO

SAVERIO/ SIGNORA  BUONASERA

MAMMA/  (contrariata) BUONASERA  ..IN REALTA’ MIA CARA HO FATTO PRESTO PERCHE’ NON HO REALIZZATO UN FICO SECCO, C’ERA UNA FILA A QUEL DANNATO NEGOZIO CHE HO PREFERITO ANDARMENE, QUEL  COGLIONE DI MIO FIGLIO DOV’E’? MI AVEVA DETTO CHE NON AVREI TROVATO NESSUNO, LO SA QUANTO ODIO FARE LE FILE

ROBERTA/ BRUNO E’ ANDATO A COMPRARE IL VINO CHE ERA FINITO

MAMMA/  HA FATTO BENE, UNA CENA SENZA VINO E’ COME UN TORO SENZA PALLE 

ROBERTA/ MAMMA PER FAVORE ,  PER UNA VOLTA POTRESTI PARLARE  IN MODO CIVILE .NON SO SE HAI NOTATO, MA C’E UN OSPITE

MAMMA/ PERCHE’ CHE HO DETTO? PIUTTOSTO A CHE ORA SI CENA?

ROBERTA/ LA CENA  SARA’ PRONTA TRA MEZZORA , (ironica) COME FINISCE LA  TUA AMATA TELENOVELAS

MAMMA/ PERFETTO SARO’ PUNTUALISSIMA, ,   ( a Saverio) NON SO PER LEI MA PER ME, MANGIARE E’ UNA DELLE COSE CHE AMO DI PIU’ ,

SAVERIO/ MA  CERTO,  IL CIBO E’ SICURAMENTE UNO DEI PIACERI DELLA VITA

MAMMA/ E QUESTO , NONOSTANTE MIA NUORA CUCINI UNA VERA SCHIFEZZA

ROBERTA/ MOLTO GENTILE, GRAZIE

MAMMA/ PREGO,   RICORDO CHE MIA MADRE LO DICEVA SEMPRE “MANGIARE E’ MEGLIO CHE …SCOPARE …”

ROBERTA/ MAMMA PER FAVORE…. 

SAVERIO/ SE NON SBAGLIO .. QUELLO E’ IL COMANDARE

MAMMA/ GIA’ , MA  ERAVAMO IN  GUERRA …CAPIRA’,    LA FAME IMPERAVA… E PIU’ LA FAME SALIVA PIU’ LA VOGLIA CALAVA, RICORDO CHE MIO PADRE SI LAMENTAVA SPESSO… ROSE’  CA NUN SE MAGNA, NUN SE MAGNA E NUN SE ….(Rosa qui non si mangia e non si …..)

ROBERTA/ ABBIAMO CAPITO

MAMMA/ E POI CONCLUDEVA “ ROSE’ MA TU CHE  TI SI MISE NCAPA?  MA CHE TE CRERE CA IO SO RICCHIONE ?  (Rosa ma tu che ti sei messo in testa? Ma che ti credi che sono  gay?) MIO PADRE ERA NAPOLETANO ,

  

SAVERIO/ ERA FIN TROPPO CHIARO

ROBERTA/ MAMMA BASTA COSI’

MAMMA/ VA BENE ,  VA BENE,  ME NE VADO , MI RITIRO NELLA MIA CELLA ,  CON PERMESSO ( esce sua stanza) 

SAVERIO/ UN TIPO PARTICOLARE TUA SUOCERA,  IL BON TON NON SA NEMMENO DOVE STA DI CASA, MA PARLA SEMPRE COSI?

ROBERTA/ A VOLTE ANCHE PEGGIO,   GLI ESCE NATURALE E’ PIU’ FORTE DI LEI NON RIESCE PROPRIO A CONTROLLARSI,  E’  UN’ AUTENTICA ROMPISCATOLE , MA RITORNIAMO A DOVE C’ERAVAMO LASCIATI ( lo abbraccia)

SAVERIO/ ROBERTA FORSE E’ MEGLIO SE….,

MAMMA/  ( fuori scena  chiamando ) ROBERTA ,

ROBERTA/ SI CHE C’E’

MAMMA/ ( in scena) PER FAVORE POTRESTI DIRE ALLA STRONZETTA DI TUA FIGLIA DI SMETTERLA DI  NASCONDERMI IL TELECOMANDO,  QUESTI SCHERZI DA IMBECILLE IO NON LI  SOPPORTO  PIU’

ROBERTA/  ( prende il telecomando da sotto il cuscino del divano) MA LO SAI CHE  NON LO FA PER CATTIVERIA..  ALESSIA E’ SOLO UNA BAMBINA

MAMMA/ LEI SI, MAI IO NO, E GIA’ DA UN PEZZO  PROVA A RICORDAGLIELO OGNI TANTO  ( esce) 

ROBERTA/ VA BENE GLIELO DIRO’,  DIO A VOLTE L’AMMAZZEREI, NON LA SOPPORTO PIU’

SAVERIO/  TI CAPISCO , MA E’ PUR SEMPRE LA MADRE DI BRUNO

ROBERTA/ E CHI SE NE FREGA?  E’ UNA ROMBIBALLE  LO STESSO , MA LO VEDI COME  MI TRATTA?

SAVERIO/ VA BENE, VA BENE   PERO’ CALMATI  E ABBASSA LA VOCE

ROBERTA/ ( a voce alta) E’ TUTTO UNO SCHIFO , IO  NON POSSO PIU’ ANDAR AVANTI COSI’, IN QUESTA CASA NON SOPPORTO PIU’ NESSUNO E SE NON FOSSE PER ALESSIA , GIA’ AVREI MOLLATO TUTTO

SAVERIO/ TI  PREGO  CONTROLLATI,  TUA SUOCERA POTEBBE SENTIRTI

ROBERTA/ ( arrabbiata gridato tutto d’un fiato) TU TI PREOCCUPI SOLO DI MANTENERE BEN SEGRETE LE NOSTRE SCOPATE   ( poi piange)

SAVERIO/ ROBERTA MA CHE DICI?  DAI NON PIANGERE , BRUNO POTREBBE TORNARE  DA UN MOMENTO ALL’ALTRO

ROBERTA/ LO VEDI, LO VEDI CHE HO RAGIONE? 

SAVERIO/ MA  SCUSA COSA DOVREI FARE? 

ROBERTA/ (risoluta) SAVERIO IO CI HO PENSATO, ASCOLTAMI  TU NON SEI SPOSATO,  E MIA FIGLIA  E’ ABBASTANZA GRANDE PER CAPIRE , IO E  TE  INSIEME SAREMO FELICI, ( abbracciandolo)  DAI LASCIAMO TUTTO E ANDIAMO VIA,  SAVERIO  TI PREGO PORTAMI VIA DA QUI

SAVERIO/  ( svincolandosi)  ROBERTA PER FAVORE CALMATI,  ADESSO PARLI COSI’  PERCHE’ SEI AGITATA , MA POI SCUSA,  DOVE MAI POTREMMO ANDARE?

ROBERTA/  (sensuale) A IBIZA, 

SAVERIO/ NO, A IBIZA NO

ROBERTA/ SI, SI VOGLIO ANDARE A IBIZA, SAVERIO PORTAMI A IBIZA TI PREGO

SAVERIO/ ( gridato) HO DETTO A IBIZA NO

ROBERTA/ MA PERCHE’ NO?

SAVERIO/ E’ GIA’ OCCUPATA

ROBERTA/  DAI NON SCHERZARE,  E VA BENE SE NON TI PIACE IBIZA  VA BENE  QUALSIASI POSTO QUELLO CHE VUOI  ,  MA PORTAMI LONTANO DA QUI 

SAVERIO/ ROBERTA PER FAVORE ,  NE ABBIAMO PARLATO UN SACCO DI VOLTE,  PER BRUNO SAREBBE UNA COSA INSOPPORTABILE 

ROBERTA/ MA COME FAI A DIRLO ?

SAVERIO/ LO CONOSCO BENE, E POI  E’ QUASI NATURALE SCUSA, AL GRANDE DOLORE DI PERDERTI SI SOMMEREBBE QUELLO  DEL TRADIMENTO DEL SUO AMICO PIU’ CARO , TROPPO DOLORE NON RIUSCIREBBE A SOPPORTARLO,   

ROBERTA/ E AL MIO DOLORE NON CI PENSI?

SAVERIO/ MA TU HAI ME

ROBERTA/ DUE VOLTE A SETTIMANA  NON MI BASTA PIU’, SE DIVORZIO DA BRUNO  STAREMO INSIEME  TUTTI I GIORNI, TUTTE LE ORE TUTTI I MINUTI. SEMPRE INSIEME

SAVERIO/ APPUNTO …. NON VOGLIO FARE LA FINE DI BRUNO

ROBERTA/ PERCHE’ BRUNO CHE FINE HA FATTO?

SAVERIO/ (dolce) ….LA FINE DI PERDERE UNA DONNA BELLA  COME TE, ….

( risoluto)  E POI  PARLIAMOCI CHIARO, BRUNO POTREBBE  ANCHE FARE UNA FESSERIA

ROBERTA/ MAGARI,  SAREMMO LIBERI DI SPOSARCI SENZA TROPPI PROBLEMI

SAVERIO/ SI,  MA CON UN RIMORSO INSOPPORTABILE,  LA VERITA’ E’ CHE SE NON FOSSE UN MIO CARO AMICO  GIA’ TI AVREI SPOSATO 

ROBERTA/  SARA’ ANCHE LA VERITA’ , MA E’ ANCHE UNA SCUSA PERFETTA PER LASCIARE LE COSE COME STANNO , MA STAI TRANQUILLO  SE NON LO LASCERO’ IO,  SARA’ LUI A FARLO

SAVERIO/  COSA TE LO FA PENSARE?

ROBERTA/ CREDO CHE ABBIA UN’ALTRA DONNA

SAVERIO/  QUESTO LO ESCLUDO  AL CENTO PER CENTO

ROBERTA/ PERCHE’ SEI COSI’ SICURO?

SAVERIO/ MA PERCHE’….INSOMMA, TI PARE CHE SE CI FOSSE UN’ALTRA DONNA NON ME LO DIREBBE? ANDIAMO …BRUNO SULLE DONNE MI HA SEMPRE DETTO TUTTO

ROBERTA/ SARA’, MA  IO QUESTA VOLTA CREDO DI NON ESSERMI SBAGLIATA HO TROVATO QUALCOSA CHE HA TUTTA L’ARIA DI ESSERE UNA PROVA INOPPUGNABILE , ASPETTA CHE  TE LA FACCIO VEDERE  ( esce lato letto)

SAVERIO/  ( mentre si prende da bere) DANNAZIONE , CI MANCAVA SOLO LA PROVA INOPPUGNABILE

( TELEFONO)

ROBERTA/ (fuori scenaSAVERIO RISPONDI TU GRAZIE

SAVERIO/  VA BENE , PRONTO

CHICCO/  ( voce gay fuori scena)CIAO MASCHIONE  COME VA?

SAVERIO/ SCUSI CHI PARLA?

CHICCO/ MA COME CHI PARLA MA  SONO IO,  IL TUO CHICCONE

SAVERIO/ GUARDI CHE NON SONO BRUNO

CHICCO/  NON FA NIENTE, A ME MI VANNO BENE ANCHE I BIONDI, TU SEI BIONDO?

SAVERIO/  SPIACENTE MA IO SONO BRUNO

CHICCO/ AH MA ALLORA SEI BRUNO…, MA PERCHE’ PRIMA DICEVI DI NON ESSERLO? SEI BRUNO SI O NO?

SAVERIO/ NON SONO IL BRUNO CHE CERCA LEI , IO MI CHIAMO SAVERIO, CIOE’ SALVATORE….  SANDRO

CHICCO/ MA CHE C’E NON TI RICORDI NEMMENO COME TI CHIAMI?O SONO IO CHE TI  METTO IN AGITAZIONE MASCHIONE,  MA NON MI  MERAVIGLIO,  FACCIO SEMPRE QUESTO EFFETTO, IO MI CHIAMO CHICCO CAVALLO DI NOME E DI FATTO,  TU HAI DECISO COME TI CHIAMI? 

SAVERIO/ SENTA SIGNORA CHECCA CAVALLO IO  MI CHIAMO SALVATORE E NON SAVERIO PRIMA MI SONO CONFUSO

CHICCO/ VA BENE  CARO SALVATORE DELLA PATRIA FACCIAMO COSI’ , IO TI CHIAMO  SASAV  UNA VIA DI MEZZO TRA SALVATORE E SAVERIO  TI VA BENE? PERO’ ADESSO PASSAMI IL MIO BRUNO PER FAVORE

SAVERIO/ SENTA , QUI NON C’E NESSUN BRUNO,  MI DISPIACE  HA SBAGLIATO NUMERO  ARRIVEDERCI…..( chiude) QUESTO E’ MATTO MA COME TELEFONA ANCHE A CASA?

MAMMA/ ( esce fumando una sigaretta con bocchino aria snob Saverio è di spalle, dialoghi veloci)  SALVE

SAVERIO/ MADONNA CHI E’ ?

MAMMA/ SI CALMI SONO IO

SAVERIO/ OH MI SCUSI, MA NON L’AVEVO VISTA ENTRARE E…

MAMMA/  E  SE L’E FATTA ADDOSSO, FACCIO TALMENTE IMPRESSIONE?

SAVERIO/ MA NO ,  E’ STATA UNA REZIONE SPONTANEA

MAMMA/ COME VOMITARE  DOPO UNA CATTIVA INDIGESTIONE ?

SAVERIO/  IN UN CERTO SENSO

MAMMA/ O  PREFERISCE,   UNA CACATINA  DOPO UN MAL DI PANCIA ?

SAVERIO/ FACCIA LEI,  PER ME E’ UGUALE

MAMMA/ LA VEDO ALQUANTO NERVOSO LE E’ SUCCESSO QUALCOSA

SAVERIO/ NON SI  PREOCCUPI NIENTE  DI TANTO DRAMMATICO…. CHE NON SI POSSA RISOLVERE CON UN BEL GRAPPINO , E’ FINITA LA PUNTATA?   , 

MAMMA/  SIAMO ALLA PUBBLICITA’ , DUE MINUTI DI QUESTE TELEVENDITE DEL CACCHIO E POI SI RIPRENDE, GIUSTO IL TEMPO DI UNA SIGARETTA …MA SIAMO ALLE BATTUTE FINALI , QUESTA E’ LA SERATA DECISIVA

SAVERIO/ IN CHE SENSO?

MAMMA/ SAPREMO TUTTA LA  VERITA’,  SA, SEMBRA CHE GEFFRY VOGLIA LASCIARE   SUA MOGLIE PERCHE SI E’ INNAMORATO DI UN’ ALTRA DONNA

SAVERIO/ ECCO PERCHE’ NON MI SONO MAI SPOSATO ( poetico) PRIMA O POI L’AMORE FINISCE, LA PASSIONE SI DISSOLVE COME NEBBIA AL SOLE  , E CHE RESTA’ DEL GRANDE AMORE?    

 MAMMA/ (con trasporto anche lei poetica) SOLO UN LONTANO RICORDO DI NOTTATE VOGLIOSE  A GRIDARE , ANIELLO CONTINUA, ANIELLO NON TI FERMARE, ANIELLO TI VOGLIO BENE, ( gridato) ANIELLO, ANIELLO

SAVERIO/ MA CHI E’ QUESTO ANIELLO ?

MAMMA/  MA COME CHI E’? ERA MIO MARITO, UN GRANDE UOMO, UN UOMO  CON LE PALLE,  ( gli attributi)  E  CHE PALLE …( e che attributi..)

SAVERIO/ NON LE HO VISTE,  MALE CREDO SULLA PAROLA , GRADISCE UN GRAPPINO?  ( mentre se lo prende)

MAMMA/  PER CARITA’…PRIMA DI MANGIARE NON BEVO MAI , RISCHIEREI DI VOMITARE  NEL PIATTO ( Bruno sputa la grappa) ANCOR PRIMA DI METTERE QUALCOSA IN BOCCA, ADESSO PERO’ MI SCUSI, MA I DUE MINUTI SONO PASSATI E NON VOGLIO PERDERMI IL FINALE

SAVERIO/  MA SI FIGURI, VADA PURE , … ( esce  ancheggiando)…HA RAGIONE ROBERTA , QUESTA PARLA UNO SCHIFO 

MAMMA/ ( fuori scena) ANIELLO, ANIELLO

ROBERTA/ ( rientra con un pacco regalo)  ECCOMI,  L’HO TROVATO , SAVERIO CHI ERA AL TELEFONO?

SAVERIO/  UN UOMO CHIAMATO CAVALLO…

ROBERTA/ MI SEMBRA DI NON AVERLO MAI SENTITO

SAVERIO/ NON ERA NESSUNO, AVEVANO SBAGLIATO NUMERO

ROBERTA/  ULTIMAMENTE SUCCEDE SPESSO , QUANDO RISPONDO AL TELEFONO O RIATTACCANO O DICONO DI AVER SBAGLIATO,  ANCHE QUESTO E’ UN ALTRO INDIZIO, PRIMA NON SUCCEDEVA MAI

SAVERIO/ MA CHE INDIZIO LA VERITA’ E’ CHE  LA GENTE HA LA TESTA TRA LE NUVOLE, DIMENTICA TUTTO, FIGLI, MOGLI, MARITI, TUTTO, TRANNE I DEBITI 

ROBERTA/ COMUNQUE QUESTO REGALO ( mostra un pacchetto)  E’ MOLTO PIU’ CHE UN INDIZIO, QUESTA E’ UNA PROVA

SAVERIO/ MA PERCHE’ DICI COSI, MAGARI E’ UN REGALO PER TE , PERCHE NO? UNA SORPRESA

ROBERTA/ QUELLA SICURAMENTE, MA IO NON MI CHIAMO FRANCESCA, ANCHE SE QUI C’E SCRITTO FRANCESCA  SBARRA  O,  QUINDI SI TRATTA O DI UNA  FRANCESCA O DI UN  FRANCESCO  A MENO CHE  LA O  NON STIA PER IL COGNOME 

SAVERIO/ MA SI CERTO, LA O VALE PER IL COGNOME , “FRANCESCO.. O..RIGHIONE

ROBERTA/ OPPURE POTREBBE TRATTARSI DI UNA  COPPIA , FRANCESCO E FRANCESCA CHE DICI?

SAVERIO/ BRAVA  E’ SICURAMENTE  COSI’,  UN REGALO PER UNA COPPIA DI  VOSTRI AMICI

ROBERTA/  IL FATTO E’ CHE IO E BRUNO NON ABBIAMO AMICI   CON QUESTI NOMI   , MA NON IMPORTA PERCHE’  ADESSO  LO APRIAMO

SAVERIO/ MA FORSE E’ MEGLIO DI NO, BRUNO SE NE ACCORGERA’

ROBERTA/ STAI TRANQUILLO, SONO UN’ ESPERTA  NEL COMPORRE  PACCHI REGALI  ( lo apre) COSA PENSI CHE CI POTRA’ ESSERE?

SAVERIO/ MA NON SO, MA VISTE LE DIMENSIONI DEL PACCO NON MI MERAVIGLEREI DI TROVARCI

ROBERTA/ ( mostrando) UNA MUTANDA LEOPARDATA

SAVERIO/ CREDO PIU’ UN COSTUME

ROBERTA/  COMUNQUE MOLTO SEXI NON TROVI?

SAVERIO/ PROPRIO COSI’ , MA ADESSO VAI A RIMETTERLO  A POSTO  PER FAVORE  BRUNO SARA’ QUI A MOMENTI   

ROBERTA/  MA CERTO (  mentre esce lato letto)  HAI VISTO CHE AVEVO RAGIONE?

SAVERIO/ ( da solo in scena)  BE’ MA QUESTO NON SIGNIFICA NULLA,  CREDI CHE SE AVESSE UN AMANTE LASCEREBBE  I REGALI PER CASA?  VEDRAI , BRUNO  SAPRA’ SICURAMENTE DARTI DELLE SPIEGAZIONI …QUEL DISGRAZIATO PAZZO MA COME? TI TIENI IL COSTUME LEOPARDATO IN CASA?

(TELEFONO)

SAVERIO/ DIO, ANCORA?( risponde – stizzato con voce strozzata per non farsi riconoscere)  SPIACENTE MA HA SBAGLIATO NUMERO

CHICCO/ ( voce gay) MA IO NON HO ANCORA DETTO NIENTE

SAVERIO/ NON FA NIENTE HA SBAGLIATO LO STESSO ARRIVEDERCI  ( chiude)

ROBERTA/ ( rientra)  SBAGLIO O  HA SUONATO DI NUOVO IL TELEFONO?

SAVERIO/ SI , HANNO SBAGLIATO ANCORA

ROBERTA/  LO VEDI ? CHE  TI DICEVO?

(RIENTRA BRUNO)

BRUNO/ ECCO IL VINO, CREDO CHE DUE  BOTTIGLIE BASTINO

ROBERTA/ MA CERTO TESORO ,  DAI PURE A ME   (esce in cucina)

BRUNO/  SAVERIO FUORI C’E UN SOLE BELLISSIMO

SAVERIO/ QUI INVECE C’E UNA TEMPESTA,

 

MAMMA/  VAFFANCULO MA NON E’ POSSIBILE , NON E’ POSSIBILE IO QUESTI STRONZI DI REGISTI  LI FAREI FRITTI SULLA BRACE

BRUNO/ MAMMA  CHE E’ SUCCESSO  ?

MAMMA/  SONO DEGLI IMBECILLI ECCO CHE E’ SUCCESSO

SAVERIO/ ( a bruno) MA DI CHI STA PARLANDO ?

BRUNO/( a Saverio) LA TELENOVELAS

MAMMA/ LO SAPEVO CHE SAREBBE FINITA COSI, GEFFRY HA DIVORZIATO DA MANUELA

SAVERIO/ ABBI FEDE,   VEDRA’ CHE FARANNO PACE

MAMMA/ CERTO,  PRIMA LO PENSAVO ANCH’IO,  MI DICEVO VABBE’ LO FARANNO DIVORZIARE , MA DOPO UN PO’ DI PUNTATE   RITORNERA’ CON LA MOGLIE   

BRUNO/ E SARA’ SICURAMENTE COSI’ , MAMMA STAI TRANQUILLA  , PER QUESTI REGISTI DI TELENOVELAS , NULLA E’ IMPOSSIBILE, FANNO RESUSCITARE ANCHE I MORTI,   

SAVERIO/ GIUSTO ANCHE I MORTI

MAMMA/ E INVECE NO! NON E’ COSI’  ADESSO  E’ MOLTO COMPLICATO ,   GEFFRY HA LASCIATO LA MOGLIE  PERCHE’ SI E’ INNAMORATO DI ALDO  IL  SUO DATORE DI LAVORO ,  E’ ’ DIVENTATO UN  RICCHIONE

SAVERIO/ ANCHE LUI?, MA QUESTA E’ UN’ EPIDEMIA

MAMMA/ HANNO GIA’ PROGRAMMATO IL VIAGGIO DI NOZZE

SAVERIO/  NON MI DICA CHE ANDRANNO A IBIZA ?

MAMMA/ NO , HANNO SCELTO VENEZIA

BRUNO/ (estasiato)  AH VENICE …LA CITTA DEGLI INNAMORATI, STUPENDO

MAMMA/ DIO, ADESSO COME SI FA , COME SI FA… ( esce)

BRUNO/  SAVERIO MI DISPIACE  PER TE …MA SIAMO SEMPRE DI PIU’, 

SAVERIO/ GIA’

BRUNO/ NON TE LA PRENDERE ( lo accarezza)  PUO’ SUCCEDERE A TUTTI 

SAVERIO/ MA PERCHE’ QUESTO GUAIO DOVEVA SUCCEDERE PROPRIO A TE?

BRUNO/ MA CHE DICI ?  IO ADESSO SONO UN UOMO FELICE  E POI….NON SI PUO’ MAI DIRE ( accarezzandolo molto sensuale) UN GIORNO POTREBBE CAPITARE ANCHE A TE

SAVERIO/ ( allontanandosi di scatto) VADA RETRO SATANA

BRUNO/ ESAGERATO ,  STAVO SOLO SCHERZANDO, PERO’  TI HO DETTO LA VERITA’

SAVERIO/ A ME NON SUCCEDERA’ STAI TRANQUILLO

BRUNO/ E CHI PUO’ DIRLO?  CREDI CHE IO LO SIA SEMPRE STATO?

SAVERIO/ BE’ PENSANDOCI BENE UNA VOLTA A UNA GITA SCOLASTICA, MA… LASCIAMO PERDERE  NON  NE VOGLIO PARLARE, PERCHE’  A ME NON SUCCEDERA’

BRUNO/  ( accarezzandolo) TI CONFESSO  CHE  IO  HO SEMPRE AVUTO UN DEBOLE PER TE , NON TE NE SEI MAI ACCORTO?

SAVERIO/ NO, MAI

BRUNO/ ( continua ad accarezzarlo) E’ UNA COSA DI CUI ME NE  RAMMARICO SPESSO

SAVERIO/  NON TE NE  RAMMARICARE NON FA NIENTE

BRUNO/ PENSANDOCI BENE , SEI STATO TU IL MIO PRIMO AMORE QUALCHE VOLTA TI HO ANCHE SOGNATO ,  MA QUESTO CHICCO NON LO SA

SAVERIO/ ( scostandosi) INSOMMA BRUNO SMETTILA  E POI  IL TUO RICCHIONE, CIOE’  CHICCONE  HA TELEFONATO POCO FA

BRUNO/ DAVVERO ?

SAVERIO/ PER FORTUNA CHE HO RISPOSTO IO, MA COME? LO FAI CHIAMARE ANCHE A CASA?

BRUNO/  SI , MA CON PRUDENZA,  PARLA SOLO SE  SENTE  UNA VOCE MASCHILE,  SENNO’ RIATTACCA, MA CHE HA DETTO?

SAVERIO/ NIENTE,  GLI  HO RISPOSTO CHE  AVEVA SBAGLIATO NUMERO

BRUNO/ MA PERCHE’ ? FORSE SI TRATTAVA DI UNA COSA IMPORTANTE

SAVERIO/ ASCOLTAMI, CE L’HO IO UNA COSA IMPORTANTE DA DIRTI  , TUA MOGLIE HA TROVATO IL COSTUME LEOPARDATO

(domane e risposte veloci)

BRUNO/ TI  E’ PIACIUTO?

SAVERIO/  FA SCHIFO

BRUNO/ MA DAI ,  E’ BELLISSIMO

SAVERIO/ FA SCHIFO

BRUNO/ MA COME? MI E’ COSTATO UN SACCO DI SOLDI

SAVERIO/ FA SCHIFO LO STESSO

BRUNO/ MA L’HO COMPRATO DA FEFE’  

SAVERIO/ E FA SCHIFO PURE FEFE’ VA BENE? QUA ,  E TUTTO UNO SCHIFO  E POI NON  HO VOGLIA DI SCHERZARE,  ROBERTA HA QUASI CAPITO TUTTO  ( si versa un grappino)

BRUNO/  MEGLIO,  D’ALTRONDE IO HO DECISO DI RENDERE  TUTTO PUBBLICO O NON TI E’ ANCORA CHIARO?

SAVERIO/ MA COSA CREDI CHE FARA’ ROBERTA DOPO CHE L’AVRA’ SAPUTO?

BRUNO/ SEMPLICE,   MI CONCEDERA’ IL DIVORZIO, E ANCHE LEI SARA’ LIBERA DI  SPOSARE IL SUO AMANTE

SAVERIO/ APPUNTO…( sputa la grappa) UN MOMENTO,  PERCHE’ ROBERTA HA UN AMANTE? TU CHE NE SAI?

SAVERIO/ NON NE SONO SICURO MA CREDO PROPRIO DI SI ….MA NON E’ UN PROBLEMA SONO CONTENTA PER LEI , SPERO SOLO CHE STASERA DOPO CHE GLI AVRO’ PARLATO DI CHICCO  MI DICA ANCHE LEI  CHI E’?

SAVERIO/ MA PERCHE’ GLIELO VUOI DIRE PROPRIO STASERA?

BRUNO/  STASERA O MAI PIU’  COSI’ LO DICO UNA VOLTA SOLA  A TUTTI E BUONANOTTE, E POI PRIMA DIVORZIO  PRIMA MI SPOSO, AH, DIMENTICAVO,  TU SARAI IL NOSTRO TESTIMONE DI NOZZE   

SAVERIO/  NON E’ IL CASO, L’HO FATTO GIA AL TUO PRIMO MATRIMONIO, QUELLO CON ROBERTA

FRANCESCO/  NON VOGLIO SENTIR RAGIONI, SARAI IL MIO TESTIMONE DI NOZZE E BASTA  E POI GIA’ L ‘HO DETTO ALLA SPOSA

FRANCESCO/ SAVERIO/  CHICCO

( bussano la porta Bruno apre)

ALESSIA /  ( ha con sé alcuni libri) CIAO PAPA’,  CIAO SAVERIO

SAVERIO/ CIAO ALESSIA

BRUNO/  ECCOLA, FINALMENTE E’ ARRIVATA LA MIA BELLA FIGLIOLETTA,  MA COS’E’ QUEST’ARIA DA FUNERALE ?

ALESSIA/ HO PRESO QUATTRO  AL COMPITO D’ITALIANO

BRUNO/  COME SAREBBE QUATTRO?  TU SCRIVI BENISSIMO  

ALESSIA/  E’ TUTTA COLPA DI QUEL CRETINO DEL PROF D’ITALIANO NON LO SOPPORTO,PRIMA  CI DICE,  ( voce maschile) CARI RAGAZZI , LA VERITA’  E’ UN VALORE IMPORTANTE, OSEREI DIRE FONDAMENTALE, PERCIO’ SIATE SINCERI , FATE IL COMPITO IN CLASSE COME SE VI PARLASTE DA SOLI ALLO SPECCHIO, NON ABBIATE PAURA DELLA VERITA’

BRUNO/ BE’ MI SEMBRA UN OTTIMO CONSIGLIO E  ALLORA  ?

ALESSIA/ E ALLORA HO DETTO LA VERITA’, DICO COME LA PENSO SUI   GAY  IN TUTTA SINCERITA’ COME CI AVEVA CONSIGLIATO , E LUI  MI HA MESSO QUATTRO, CAPISCI? QUATTRO MA SONO SICURO CHE  L’HA FATTO PERCHE’ E’ UN FROCIO 

SAVERIO/ ANCHE LUI?

BRUNO/ PERCHE’ TU  CHE HAI SCRITTO?

ALESSIA/ MA NIENTE DI PARTICOLARE,  CHE LI RISPETTO

BRUNO/ BRAVA

ALESSIA/ CHE PER ME NON C’E NIENTE DI MALE AD ESSERE GAY

BRUNO/ BRAVISSIMA

ALESSIA/ CHE PER ME SI POSSONO SPOSARE,  VIVERE INSIEME  E FARE TUTTO QUELO CHE VOGLIONO

BRUNO/ LO SAPEVO CHE AVEVO UNA FIGLIA STUPENDA

ALESSIA/ MA QUANDO LI PENSO A FARE L’AMORE, MI SENTO MALE,  TUTTO QUA

BRUNO/  ( gridato) COME SAREBBE TUTTO QUA?

ALESSIA/  QUELLO CHE HO DETTO …

SAVERIO/ ALESSIA SE TI FANNO SCHIFO LO PUOI DIRE

ALESSIA/ BE’….ABBASTANZA 

BRUNO/ (gridato) ABBASTANZA UIN CORNO HA FATTO BENE A METTERTI  4, ANZI TI DOVEVA METTERE TRE ,  DUE, MA CHE DICO? UNO

SAVERIO/ ZERO

BRUNO/ MA CHE MODI DI RAGIONARE SONO QUESTI?

SAVERIO/ BRUNO CALMATI, 

BRUNO/ (gridato) SE ERO IO IL TUO PROFESSORE , TI CACCIAVO DALLA CLASSE , TU RIDUCI L’AMORE A UN SEMPLICE FATTO DI SESSO , 

ALESSIA/  SENTI PAPA’ IO HO ANCHE DEGLI AMICI GAY VA BENE ?  ANDIAMO AL CINEMA IN DISCOTECA IO LI  STIMO LI RISPETTO E SE LO VUOI SAPERE MI SONO ANCHE SIMPATICI ,  MA QUANDO LI PENSO A FARE CERTE COSE …

BRUNO/ E TU NON LE PENSARE QUESTE COSE

ALESSIA/ SI, MA SE LI PENSO…

SAVERIO/ LE FANNO SCHIFO, SAVERIO LE FANNO SCHIFO ,  TUA FIGLIA  TI HA SOLO DETTO LA VERITA’,  BRAVA ALESSIA

BRUNO/ BRAVA UN CORNO VATTENE  SUBITO IN CAMERA TUA VAI, SPARISCI

( si avvia)   

ROBERTA/ MA INSOMMA  CHE STA SUCCEDENDO?

BRUNO/ TUA FIGLIA HA  QUASI 15 ANNI,  MA RAGIONA COME SE NE AVESSE  70

SAVERIO/ BRUNO CALMATI, NON E’ IL CASO  DI ARRABBIARSI COSI’ TANTO

ROBERTA/  ( ad Alessia)  ALESSIA   SI PUO’ SAPERE CHE E’ SUCCESSO?

ALESSIA/ MA NIENTE, HO SOLO DETTO CHE NON MI PIACCIANO I  GAY ED E’ SCOPPIATO IL FINIMONDO , IO ADESSO PERO’ NON VOGLIO PIU’ PARLARE,  ME NE VADO NELLA MIA STANZA

BRUNO/ FAI BENE,  VAI VAI,

ALESSIA/ MAMMA CHIAMAMI  QUANDO E’ PRONTO CHE HO UNA FAME DA LUPO  ( esce lato letto)

SAVERIO/  FAME? A DIGIUNO DEVI STARE  ,  MA GUARDATE UN PO’

ROBERTA/ BRUNO MA PERCHE’ TE LA PRENDI COSI’ TANTO?

BRUNO/  ( molto arrabbiato) E LO SAPEVO CHE MI AVRESTI RISPOSTO COSI’, MA INSOMMA  UNO PENSA  CHE I SUOI  FIGLI SIANO MODERNI , CON UNA MENTALITA’ APERTA ,   E POI SCOPRI  INVECE  CHE PARLANO COME SE FOSSERO I TUOI NONNI,

ROBERTA/ E ALLORA’ ?  AVRA’  ANCHE LEI LA LIBERTA’ DI DIRE QUELLO CHE PENSA  NO?

BRUNO/   E PENSA MALE, MOLTO MALE MA COME? SIAMO NEL 2006 QUANDO  TUA FIGLIA AVRA’ LA MIA ETA’ L’UOMO SARA’ SBARCATO SU MARTE,

ROBERTA/ /  E QUESTO CHE C’ENTRA CON I GAY?

BRUNO/ C’ENTRA E COME,  IL MONDO STA CAMBIANDO ,  E I GAY FANNO PARTE DI QUESTO MONDO COME TUTTI , L’AMORE  NON E’ PIU’ UN SENSO UNICO

( Domande e risposte veloci)

SAVERIO/ ( veloce)E’ UN’ AUTOSTRADA A SEI CORSIE CON PONTI E GALLERIE

BRUNO/  TRA UN PO’  CI SARANNO UOMINI CLONATI, 

SAVERIO/ GAY

BRUNO/ UOMINI  NATI DA UNA PROVETTA, 

SAVERIO/ SEMPRE GAY

BRUNO/ UOMINI IBRIDI DALLE MILLE FACCE

SAVERIO/ TUTTI GAY

BRUNO/  UOMINI CON TANTE MADRI   O NEANCHE UNA E CHISSA’ QUANTI PADRI  E QUANDO SAREMO PIU’ DI 20 MILIARDI SU QUESTA  FACCIA DELLA TERRA I GAY SARANNO

SAVERIO/ LA MAGGIORANZA E DOMINERANNO IL MONDO

ROBERTA/ SAI CHE   SCHIFEZZA

BRUNO/ LO VEDI?  TU RAGIONI COME TUA FIGLIA

ROBERTA/  IO DICO SEMPLICEMENTE QUELLO CHE PENSO E ANCHE MIA FIGLIA EVIDENTEMENTE,

BRUNO/ E LA PENSATE MALE TUTTE E DUE

SAVERIO/  MA DAI BRUNO,  CALMATI C’E SPAZIO PER TUTTI SU QUESTA TERRA

PERO’NON PUOI VIETARE  A TUA MOGLIE E A TUA FIGLIA DI DIRE QUELLO CHE PENSANO , ( esce la madre di bruno dalla sua stanza  e si accende una sigaretta)

ROBERTA/ GIUSTO  

BRUNO/ AH DAVVERO?  E ALLORA SE IO TI DICESSI CHE SONO GAY TU COSA MI RISPONDERESTI ?

ROBERTA/  CHE MI FAI SCHIFO, E FARESTI SCHIFO ANCHE A TUA FIGLIA

MAMMA/ E ANCHE A TUA MADRE 

BRUNO/  AH SI E ALLORA LO SAI CHE TI DICO ? CHE  IO  MI SCORDO DI TENERE UNA MOGLIE, UNA FIGLIA E ANCHE UNA MADRE

MAMMA/ E TI DEVI SCORDARE ANCHE DI TENERE UN  PADRE PERCHE’ SE FOSSE ANCORA VIVO , LO SAI COSA TI DIREBBE ? 

BRUNO/ CHE MI DIREBBE’?

SAVERIO/ O’ RICCHIONE NUN SE A SCORDA A MAMMA

MAMMA/ QUELLO E’ O ZAPPATORE

ROBERTA/ O’ ZAPPATORE RICCHIONE

SAVERIO/ PURE O ZAPPATORE …. QUESTO E’ TROPPO

MAMMA/ INSOMMA ME LO FATE DIRE SI O NO ?

BRUNO/ NON DIRE  NIENTE , BASTA ,  NON LO VOGLIO SENTIRE E FAMMI IL FAVORE  VAI NELLA TUA STANZA, MA CHI TI HA CHIAMATO ?

MAMMA/ C’E’ LA PUBBLICITA’,   COMUNQUE ADESSO ME NE VADO ,  TANTO LO SAI BENE TUO PADRE  COSA TI AVREBBE DETTO ,   LA VERITA’ CARO MIO  …  

BRUNO/ LA VERITA’ E’ CHE  MIA FIGLIAHA PRESO 4 AL COMPITO D’ITALIANO , DOVREI FARE I SALTI DI GIOIA SECONDO TE?

MAMMA/  E CHE VUOI CHE SIA UN  4 AD UN COMPITO D’ITALIANO…,  PENSA SE INVECE TI AVESSE PORTATO UN BEL BAMBINO INVECE DI UN  QUATTRO MA FAMMI IL PIACERE ( esce – sua stanza)

ROBERTA/  TUA MADRE HA RAGIONE,  NON E’ IL CASO DI FARE UNA TRAGEDIA

SAVERIO/  MA SI, COSA VUOI CHE SIA  LA PROSSIMA VOLTA ANDRA’ MEGLIO

BRUNO/ ( gridato) E INVECE QUI CASCA L’ASINO ( crolla a terra di colpo svenuto)) 

ROBERTA/  BRUNO, BRUNO ( a saverio)  MA CHE GLI E’ SUCCESSO ?

SAVERIO/  INVECE DELL’ASINO E’ CASCATO LUI,

ROBERTA/ ( cinica) CHE BELLO CONTROLLAGLI IL CUORE FAI PRESTO  ,  FOSSE MORTO?

SAVERIO/ ROBERTA MA CHE DICI?   E POI QUALE SAREBBE LA BELLEZZA NON CAPISCO?

ROBERTA/ MA COME? PROTREMMO FINALMENTE STARE INSIEME , SPOSARCI

SAVERIO/ AH MA IL TUO E’ UN CHIODO FISSO E POI DOVREMMO FARE PRIMA UN FUNURALE

ROBERTA/ ( felice) MA CERTO, QUALCHE LACRIMA, UN PO’ DI NERO , MA POI LIBERI, FINALMENTE LIBERI

SAVERIO/ MA INSOMMA SMETTILA NON TI RICONOSCO, PER IL MOMENTO SEI ANCORA SUA MOGLIE E RICORDATI….  NEL BENE E NEL MALE, TE LO SEI SCORDATO?

ROBERTA/  MA CHE’…ME LO SOGNO TUTTO LE NOTTI , ORMAI E’  UN  INCUBO

SAVERIO/ ADESSO AIUTAMI AD ALZARLO ( lo mettono sul divano)

BRUNO/  AH MI SENTO MALE

SAVERIO/  BRUNO STAI  CALMO …VEDRAI CHE ADESSO  TI PASSA

ROBERTA/   DANNAZIONE SI STA RIPRENDENDO

SAVERIO/  MA CERTO   E’  SOLO SVENUTO, NON SOPPORTA LA TENSIONE , MI RICORDO CHE ANCHE A SCUOLA  GLI SUCCEDEVA SPESSO  ,  ADESSO  PRENDI UN BICCHIERE D’ACQUA SBRIGATI ( mentre gli apre la camicia)

ROBERTA/ ( contrariata)  VADO, VADO  ( esce)

SAVERIO/ BRUNO NON TI PREOCCUPARE CHE  ADESSO CHIAMIAMO IL  DOTTORE

BRUNO/  NO  IL DOTTORE NO, VOGLIO A CHICCO

SAVERIO/ MA CHE DICI? STAI ZITTO ( gli copre la bocca)

BRUNO/ VOGLIO A CHICCO, VOGLIO A CHICCO ( con la mano di Saverio sulla bocca)

SAVERIO/ ZITTO ( gli copre la bocca)

ROBERTA/ ECCO L’ACQUA BEVI  BEVI

SAVERIO/ PIANO CHE LO AFFOGHI ,  BASTA COSI’ ADESSO VEDRAI CHE SI RIPRENDE

BRUNO/ ROBERTA…

ROBERTA/  SI TESORO SONO QUI  VICINO A TE VUOI CHE TI CHIAMO IL DOTTORE’?

BRUNO/ NO, NON VOGLIO IL DOTTORE VOGLIO A CHICCO

ROBERTA/ HA DETTO CHICCO ?

SAVERIO/  A ME SEMBRAVA CICCIO

ROBERTA/ E CHI E’ QUESTO CICCIO?

SAVERIO/ CICCIO ? E ‘ UN NOSTRO AMICO DI SCUOLA

ROBERTA/  E  CHICCO LO CONOSCI?

SAVERIO/ MAI SENTITO

ALESSIA/ ( fuori scena) MAMMA  MA IO HO FAME ( in scena sull’uscio lato letto)  MA QUANDO SI MANGIA?  PAPA’….MA CHE E’ SUCCESSO?

ROBERTA/ NIENTE DI GRAVE, TUO PADRE HA AVUTO UN MALORE  

ALESSIA/  ( triste) LO SAPEVO, E’ TUTTA COLPA MIA  L’HO FATTO ARRABBIARE TROPPO

ROBERTA/ ( le va’ vicino)  MA NO, NON E’ COSI , NON E’ COLPA TUA , E’ SOLO  SVENUTO , MA VEDRAI CHE ADESSO SUBITO SI RIPRENDE,

BRUNO/ VOGLIO A CHICCO, VOGLIO A CHICCO ( gridato)

SAVERIO/ ZITTO ( gli copre la bocca)

ROBERTA/  HAI VISTO? CHE TI DICEVO? GIA’ STA MEGLIO

ALESSIA/MAMMA, MA CHI E’ QUESTO CHICCO?

ROBERTA/ ALESSIA NON LO SO,  COMUNQUE STAI TRANQUILLA NON E NIENTE DI GRAVE, STA SOLO DELIRANDO, ADESSO PER FAVORE  VAI A LAVARTI LE MANI CHE TRA UN PO’ SI CENA

ALESSIA/ VA BENE ( esce)

BRUNO/ VOGLIO A CHICCO ,

SAVERIO/ ANCORA ( gli copre la bocca)

SAVERIO/ CHICCO NON LO SA ,

ROBERTA/  SAVERIO QUESTA VOLTA HO SENTITO BENE HA DETTO CHICCO NON LO SA ,  CHE VUOL DIRE ?

SAVERIO/  (impacciato) E CHE VUOL DIRE?

BRUNO/ CHICCO NON LO SA, CHICCO NON LO SA

ROBERTA/ LO SENTI?

SAVERIO/ MA CERTO CHE LO SENTO FORSE HO CAPITO…SI TRATTA DELLA CANZONE

ROBERTA/ QUALE CANZONE?

SAVERIO/ UNA VECCHIA CANZONE CHE A SCUOLA CANTAVAMO SEMPRE

ROBERTA/ E COME FA QUESTA CANZONE LA SAI?

SAVERIO/  MA CERTO CHE LA SO,   FA  ( cantato) E CHICCO CHICCO 

BRUNO/  ( cantato) NON LO SA

SAVERIO/ CHE QUANDO PASSA RIDE TUTTA LA CITTA’

BRUNO/  E’ MOLTO BELLO

SAVERIO/ SEMBRA UN MODELLO

BRUNO/   ( fa il gesto) E CE L’HA DURO COME UN OMBRELLO

ROBERTA/ MA SEI SICURA CHE FA COSI’ LA CANZONE?

SAVERIO/ BE’ IN EFFETTI E’ PASSATO UN PO’ DI TEMPO  ( gli da due schiaffi)  BRUNO ADESSO RIPRENDITI, FORZA , BRUNO  ( continua a schiaffeggiarlo con foga)  RIPRENDITI, RIPRENDITI

BRUNO/ ( si riprende) BASTA, BASTA

ROBERTA/ BRUNO COME TI SENTI?

BRUNO/ LA FACCIA COME UN PALLONE

SAVERIO/ DIO TI RINGRAZIO,  ALLORA STAI  MEGLIO ?

BRUNO/ SI , PERO’  A VOLTE  MI SENTIVO SOFFOCARE,  MI MANCAVA L’ARIA

ROBERTA/ STAI TRANQUILLO, PENSAVAMO AD UN INFARTO MA  SEI SOLO SVENUTOPER UN PO’,  MA ADESSO E’ TUTTO PASSATO

SAVERIO/ DISGRAZIATO,  CI HAI FATTO PRENDERE UNO SPAVENTO SEI SICURO DI STAR BENE?  

 

BRUNO/  STO BENISSIMO E  HO UNA  FAME DA LUPO

SAVERIO/  QUESTO E’ IL SEGNO DELLA PIENA GUARIGIONE

BRUNO/  ROBERTA MA QUANDO SI MANGIA ?

ROBERTA/  MA SUBITO,  E’ TUTTO PRONTO HO PREPARATO IN GIARDINO,

BRUNO/ E ALLORA FACCIAMO PRESTO , PERCHE’ HO DA DIRVI  DELLE COSE IMPORTANTI

ROBERTA/ MA CERTO, NON VEDO L’ORA DI ASCOLTARLE  , ( chiamando) MAMMA, ALESSIA, VENITE   LA CENA E’ PRONTA  ( mentre si avvia lato cucina)

MAMMA/ AH FINALMENTE ERA ORA ( Esce prima  mamma  poi Alessia via verso la cucina)

SAVERIO/ BRUNO COSA  HA CUCINATO DI BUONO TUA MOGLIE

BRUNO/  CREDO  LA SUA SPECIALITA’, L’UNICA COSA CHE RIESCE A FARE IN MODO DECENTE

 

SAVERIO/ E SAREBBE?

BRUNO/  ORECCHIETTE CON CREMA DI FINOCCHIO

SAVERIO/ DIO MI SENTO MALE ( fa per cadere, si appoggia  a Bruno che lo tiene, mentre si avviano lato cucina –

BRUNO/ E’ LA GRAPPA TE L’HO DETTO CHE BEVI TROPPO, DAI ANDIAMO ( sipario)

 

FINE PRIMO TEMPO

SECONDO TEMPO

ROBERTA/ ( esce piangendo dalla cucina) NO, NO  NON E’ GIUSTO, NON E’ GIUSTO, QUESTO E’ TROPPO, CON UN UOMO  NON ME LO SAREI MAI ASPETTATO

SAVERIO/ (seguendola,  mentre lei continua a piangere)  ROBERTA… DAI ROBERTA NON TE LA PRENDERE COSI’,  IN FONDO BRUNO E’ STATO SINCERO, TI HA DETTO LA VERITA’  ALMENO QUESTO LO DOVRESTI APPREZZARE,  DAI NON PIANGERE

ROBERTA/ STAI TRANQUILLO E’ TUTTA UNA FINTA

SAVERIO/ ( sorpreso)  COME UNA FINTA?

ROBERTA/ MA SI, DEVO PUR AVERE UNA REAZIONE, IN FONDO MIO MARITO MI HA APPENA LASCIATA…DIO, COME SONO CONTENTA,  NON  POTEVA ANDARE MEGLIO  DI COSI’ , MA CI PENSI’ TESORO ( abbracciandolo)

SAVERIO/ A  COSA?

ROBERTA/ COME A COSA? ADESSO SAREMO LIBERI DI AMARCI, VEDERCI QUANDO VOGLIAMO SENZA PIU’ LA NECESSITA’ DI NASCONDERCI,  SAVERIO  POTREMO  SPOSARCI… MA NON SEI CONTENTO?

SAVERIO/ ( a denti stretti) MA CERTO,  SOLO CHE … MI DISPIACE PER BRUNO IN FONDO SIAMO AMICI  DA TANTO TEMPO   ( sono abbracciati)

BRUNO/  ( uscendo dalla cucina) ROBERTA

ROBERTA/ ( piange disperatamente abbracciata a Saverio)  SEI UN FARABUTTO , VATTENE

BRUNO/ DAI ROBERTA PER FAVORE NON FARE LA BAMBINA ,

ROBERTA/  VATTENE, VATTENE NON TI VOGLIO PIU’ VEDERE

BRUNO/ INSOMMA AVRESTI PREFERITO CHE TI DICESSI DI AVERE UN ‘ALTRA DONNA?

ROBERTA/ SI

BRUNO/ MASE E’ UN UOMO  CHE DIFFERENZA FA,  E’ LA STESSA COSA

ROBERTA/ NO, NON E’ LA STESSA COSA,  IO COSI’ MI SENTO ANCOR PIU’  ( lo dice piangendo in modo che non si capisca, sempre abbracciata a Saverio ) UMILIATA,

BRUNO/ ( a Saverio) CHE HA DETTO NON HO CAPITO

SAVERIO/  SI SENTE UMILIATA

BRUNO/ MA COME?  CREDEVO CHE  PER TE SAREBBE STATO PIU’ FACILE ACCETTARLO

ROBERTA/  E INVECE TI SEI SBAGLIATO PERCHE’ IO  MI SENTO OFFESA E ( non si capisce come prima) INDIGNATA

BRUNO/ MA CHE DICE NON CAPISCO NIENTE

SAVERIO/ SI SENTE INDIGNATA

BRUNO/    E VA BENE ROBERTA  TI SENTI  UMILIATA INDIGNATA MA QUESTA E’ LA REALTA’,  E LA REALTA’  MI DISPIACE  … NON SI GIUDICA SI ACCETTA , PERCIO’ E’ MEGLIO CHE TI RASSEGNI,  

ROBERTA/  ( si riprende alla grande)  SEI UNO STRONZO ECCO COSA SEI,  MA CHE  BRAVO LUI,  ORGANIZZA UNA CENA ,COMPRA UNA CASA NUOVA E POI DICE A TUTTI  CHE CI LASCIA, E PERCHE’ CI LASCIA? PERCHE’ HA SCOPERTO DI ESSERE UN FROCIO,  COME SE FOSSE UNA COSA NORMALE DOPO 15 ANNI DI MATRIMONIO E UNA FIGLIA ….NON E’ GIUSTO, NON E’ GIUSTO ( torna da Saverio a piangere)

BRUNO/  INSOMMA, IO CHE CI POSSO FARE?  NON E’ STATO FACILE NEMMENO PER ME , SONO MESI  CHE MI TORMENTO  CHE NASCONDO I MIEI SENTIMENTI,   E SAVERIO  TE LO PUO’ CONFERMARE

ROBERTA/ SAVERIO? MA COME?  TU LO SAPEVI ?    

SAVERIO/ MA NEMMENO PER SOGNO  BRUNO ME L’HA DETTO SOLO OGGI

BRUNO/  MA COSA CREDI? E’ UN ANNO CHE  MI  GUARDO ALLO SPECCHIO E MI DICO BRUNO  STAI CALMO, ASPETTA A DIRLO, PRIMA DI FARLO  DEVI ESSERE SICURO, NON  SAI DELLE POSSIBILI REAZIONI  DI TUA MOGLIE , DI TUA FIGLIA,  FAI  PRIMA UNA PROVA, DILLO PRIMA AL TUO MIGLIORE AMICO , E IO L’HO DETTO A SAVERIO

ROBERTA/ MA ALLORA E’ VERO, DISGRAZIATO,  LO SAPEVI ,  LO  SAPEVI   DA UN  ANNO  E NON MI HAI DETTO NIENTE  SEI UN FARABUTTO,  UN VIGLIACCO  ( a Saverio cerca di picchiarlo)

SAVERIO/ MA NON E’ VERO  ,  TI HO DETTO CHE L’HO SAPUTO SOLO OGGI , E BRUNO TE LO PUO’ CONFERMARE, PER FAVORE BRUNO CONFERMA, CONFERMA

ROBERTA/ ( a Bruno) CONFERMI? ( con un vaso da fiori che sta per spaccare in testa a Saverio)

BRUNO/  CONFERMO, 

SAVERIO/ (impaurito) HA CONFERMATO, HA CONFERMATO

BRUNO/  ROBERTAHO ORGANIZZATO QUESTA CENA PER DIRLO  A TUTTI IN UNA VOLTA SOLA  PERCHE’  HO CAPITO  SENZA OMBRA DI DUBBIO CHE AVEVO

( poetico) TROVATO   FINALMENTE L’UOMO DEL MIO DESTINO, L’ALTRA META’ DEL CELO,  LA MEZZA MELA CHE MI MANCAVA

ROBERTA/  CHE C’ENTRA LA MELA ?

SAVERIO/ GIUSTO, E’ LA BANANA CHE TI MANCAVA

BRUNO/ CERTO SAPEVO CHE NON L’AVRESTI  PRESA BENE , MA NON PENSAVO FINO A QUESTO PUNTO , MA COMUNQUE ADESSO NON SI PUO’ PIU’ TORNARE INDIETRO  ORMAI SIAMO ARRIVATI  ALLA  FRUTTA

ROBERTA/ SAVERIO MA LO SENTI COME PARLA?

SAVERIO/  ROBERTA NON C’E NIENTE DA FARE  , VUOLE SOLO LA BANANA

 BRUNO/ MA , DAI  IN FONDO COSA TE NE FAI DI UN UOMO CHE NON TI AMA PIU’, E POI AMMETTILO , ANCHE  TU  NON PROVI PIU’ NIENTE PER ME   E GIA’ DA UN PEZZO  O SBAGLIO?

ROBERTA/  MA CHE BRAVO MA CHE BELLA SCOPERTA MA CERTO CHE NON TI AMO PIU’,  E’ NATURALE,  COME POTEVO CONTINUARE AD AMARE  UN UOMO CHE NON TI DEGNA PIU’ DI UN’ ATTENZIONE?  CHE TRATTA SUA MOGLIE COME FOSSE UNA CAMERIERA , SUA FIGLIA COME UN INCIDENTE DI PERCORSO E LA SUA CASA COME  LA PIU’ SQUALLIDA DELLE TRATTORIE

BRUNO/ LO VEDI CHE HO RAGIONE? NON ABBIAMO SCELTA, , LASCIAMOCI E SARA’ MEGLIO PER TUTTI E DUE, SENZA RANCORI  E DA BUONI AMICI,  ALLORA CHE DICI?

ROBERTA/ SAVERIO TU CHE DICI?

SAVERIO/ DICO CHE E’ MEGLIO SE STO ZITTO ( va sul divano)

ROBERTA/ HAI CALCOLATO TUTTO  VERO?

BRUNO/  CERTAMENTE

ROBERTA/ E INVECE QUI TI SBAGLI , PERCHE’  HAI DIMENTICATO UN PICCOLO PARTICOLARE,

BRUNO/ AH DAVVERO,  E QUALE SAREBBE QUESTO PICCOLO PARTICOLARE?

ROBERTA/ (indicando) SAVERIO

SAVERIO/  ( come se l’avesse chiamato) SI CHE C’E SONO QUI , ROBERTA CHE MI DEVI DIRE ?

BRUNO/ CHE C’ENTRA SAVERIO SI PUO’SAPERE?

ROBERTA/ MA COME NON L’HAI ANCORA CAPITO?

BRUNO/ SARO’ UN DEFICIENTE , MA GIURO DI NO

ROBERTA/  ( cinica) SAVERIO C’ENTRA , C’ENTRA ECCOME ,  MI DISPIACE CARO MIO  , MA ANCHE TU  DOVRAI PRENDERTI LA TUA DOSE DI UMILIAZIONE,  TI DIRO’ TUTTO STAI TRANQUILLO,  MA ADESSOANDIAMO DI LA’  CHE ABBIAMO UNA FIGLIA A CUI DOBBIAMO DELLE SPIEGAZIONI ,  O L’HAI DIMENTICATO ?

BRUNO/ MA CERTO CHE NO, (escono lato cucina)

SAVERIO/ IOVI RAGGIUNGO SUBITO, IL TEMPO DI BERE UN GRAPPINO E SONO DA VOI.…. NO, NO IO NON CE LA FACCIO, NON CE LACCIO   ( resta in soggiorno e si versa un grappino) …..DIO NON AVREI MAI IMMAGINATO CHE SAREBBE POTUTO SUCCEDERE …E INVECE E’ PROPRIO SUCCESSO ..MALEDIZIONE

( telefono)

SAVERIO/   AH, ( ha un moto di paura) PRONTO CHI E’

CHICCO/ CIAO  SASAV,  SEI TU?

SAVERIO/ SI SONO IO  

CHICCO/ SPERAVO  TANTO CHE RISPONDESSI TU

SAVERIO/ AH SI,  E PERCHE’

CHICCO/ HAI UNA VOCE COSI’ CALDA, PROFONDA…ECCITANTE 

SAVERIO/ SENTI A ME LE BANANE NON MI PIACCIONO, PERCIO’ LASCIA PERDERE LA VOCE,  E DIMMI CHE VUOI   

CHICCO/ MA CERTO NON TI ARRABBIARE ERA SOLO  UN COMPLIMENTO ,  VOLEVO SOLO SAPERE SE  IL MIO   BRUNO HA PARLATO DI ME A SUA MOGLIE

SAVERIO/ SI LE’ HA DETTO  TUTTO, CONTENTO?

CHICCO/ MA CERTO  NON POTEVI DARMI UNA RISPOSTA PIU’ BELLA DI QUESTA,  TU  COME CREDI CHE ANDRA’ A FINIRE QUESTA STORIA?

SAVERIO/ MALE

CHICCO/ PERCHE’ DICI COSI’?

SAVERIO/ PERCHE, CI SONO ALTRE NOVITA’ CHE STANNO PER VENIR FUORI , MA PER IL MOMENTO NON POSSO DIRTI NIENTE , CHIAMAMI PIU’ TARDI E TI TERRO’ INFORMATO . VA BENE?.CIAO  ( riaggancia) ..CI MANCAVA SOLO CHICCO

BRUNO/ ( arrabbiato-)  SAVERIO….MALEDETTO 

SAVERIO/ ( impaurito)  BRUNO CALMATI  NON E’ COME PENSI ( con le mani alzate)

BRUNO/ LO SAPEVO, LO SAPEVO CHE NON DOVEVO FIDARMI, MAI FIDARSI DEGLI AMICI, SEI UN FARABUTTO MA COME HAI POTUTO FARMI UNA COSA DEL GENERE? EH COME HAI POTUTO RISPONDIMI? 

SAVERIO/  (Saverio  sempre con le mani alzate) BRUNO HAI RAGIONE, PERDONAMI, MA PER FAVORE STAI CALMO, SONO PRONTO A DARTI TUTTE LE SPIEGAZIONI CHE CERCHI.

BRUNO/ MA PERCHE’ TIENI LE MANI ALZATE , NON HO MICA UNA PISTOLA

SAVERIO/ AH GIA’ E’ VERO ..  CHE STUPIDO ( abbassa le mani) BRUNO PERO’ TI PREGO LASCIAMI PARLARE  IO… 

BRUNO/ STAI TRANQUILLO E’ TUTTO UNA FINTA

SAVERIO/ COME UNA FINTA?

BRUNO/ MA SI DEVO PUR AVERE UNA REAZIONE D’ORGOGLIO ,   DOPOTUTTO SONO UN CORNUTO   ANCHE SE  IN REALTA’ ( felice)  SONO IL CORNUTO PIU’ FELICE DEL MONDO, SAVERIO  NON MI POTEVA CAPITARE DI MEGLIO, MIA MOGLIE HA UN AMANTE  E QUINDI  MI CONCEDERA’ IL DIVORZIO SENZA TANTI PROBLEMI….

ROBERTA/  BRUNO

BRUNO/  ( Saverio di nuovo con le mani alzate) SEI  UN FOTTUTO BASTARDO ECCO COSA SEI, ( a roberta) E TU , TU  COME HAI POTUTO FARMI UNA COSA DEL GENERE,  IO,  NON TI HO FATTO MANCARE MAI NIENTE

ROBERTA/  ( fredda) SOLO L’ESSENZIALE, TESORO

BRUNO/ BHE’ MA A QUESTO CI PENSAVA SAVERIO ,  VERO? ( ironico)  IL MIO CARO AMICONE, ADESSO PER FAVORE FATE LE VALIGIE E ANDATE VIA    

ROBERTA/ MA CERTO  CHE CE NE ANDIAMO, NON NE VEDIAMO L’ORA ,  MA NON CAPISCO  PERCHE’ TI ARRABBI COSI’ TANTO ,   NON ERA QUELLO CHE VOLEVI ?

BRUNO/  CERTO,  MA NON CON LUI,  PERCHE’ PROPRIO CON SAVERIO , CON TANTI UOMINI CHE CI SONO  PROPRIO COL MIO MIGLIORE AMICO LO DOVEVI FARE?

ROBERTA/ MI SPIACE CARO, MA SAVERIO  NON E’ COME GLI ALTRI UOMINI,

( sensuale) SAVERIO A LETTO  E’  UN CICLONE..

BRUNO/ ( piange) IO LO SAPEVO , LO SAPEVO, HO SEMPRE AVUTO UNA COTTA PER LUI  SIN DA BAMBINO…

SAVERIO/ ROBERTA PER FAVORE LASCIACI SOLI UN ATTIMO , BRUNO E’ IL MIO MIGLIORE AMICO, HO IL DOVERE MORALE DI DARGLI DELLE SPIEGAZIONI

ROBERTA/ MA CERTO, DAGLI TUTTE LE SPIEGAZIONI CHE VUOI  ( esce lato cucina) 

BRUNO/  ( si riprende) AH FINALMENTE SE N’E’ ANDATA,

SAVERIO/ BRUNO ASCOLTAMI  IO…DEVO DIRTI UNA COSA

BRUNO/ SAVERIO  LASCIA PERDERE..ORMAI ..IL PIU’ E’ FATTO…TOGLIMI SOLO UNA CURIOSITA’ DA QUANTO TEMPO VA AVANTI QUESTA STORIA?

  

SAVERIO/  E’  GIA’ DA UN PO’ DI ANNI E’ SUCCESSO UNA SERA, CHE TU GIOCAVI A POKER

BRUNO/  A POKER? ECCO SPIEGATO  PERCHE’  TU NON VOLEVI MAI GIOCARE 

SAVERIO/ IL POKER NON LO SOPPORTO LO SAI NO?

BRUNO/  MA CERTO CHE LO SO,  A TE  PIACE  GIOCARE LO SCOPONE  VERO?

SAVERIO/ SENTI BRUNO SE LA COSA TI PUO’ FAR PIACERE , TI GIURO CHE NON SONO STATO IO A PRENDERE L’INIZIATIVA …E SUCCESSO CHE…

BRUNO/   VA BENE, VA BENE,   LASCIA PERDERE,  I DETTAGLI NON MI INTERESSANO, ANZI IN VERITA’    SONO ANCHE CONTENTO CHE SEI TU IL SUO AMANTE ,  IN FONDO ANCHE SE NON SEI GAY,  TU SEI UNA BELLA PERSONA  ,  E ROBERTA NON POTEVA TROVARE DI MEGLIO, PROMETTIMI  SOLO CHE NONOSTANTE TUTTO QUESTO CONTINUEREMO AD ESSERE  AMICI ( sensuale)

SAVERIO/  MA CERTO PERCHE’ NO

BRUNO/ A  VOLERCI BENE    ( mentre lo accarezza con la mano nei capelli) 

SAVERIO/ SI...CURAMENTE  ( si rilassa)

BRUNO/ A DIRCI SEMPRE TUTTO COME QUANDO ERAVAMO RAGAZZINI

SAVERIO/ LO ABBIAMO SEMPRE FATTO   E LO FAREMO ANCORA ( si riprende)  PERO’ ADESSO IL TEMPO E’ PASSATO  E  NON SIAMO PIU’ RAGAZZINI

BRUNO/  HAI RAGIONE

SAVERIO/ BRUNO IO TI SARO’ SEMPRE AMICO, MA GIURAMI CHE  LO SARAI  ANCHE TU ?

BRUNO/ MA CHE DICI?  TI GARANTISCO CHE DOPO ALESSIA CHICCO E MIA MADRE TU SEI IL QUARTO IN CLASSIFICA,  LO GIURO

SAVERIO/ GRAZIE, IL QUARTO POSTO NON E’ MALE  … BRUNO MA ADESSO CHE SUCCEDERA? 

BRUNO/  E COSA VUOI CHE SUCCEDA, SEMPLICE,  IO DIVORZIERO’ DA MIA MOGLIE  E SPOSERO’ CHICCO,  MENTRE TU.  SPOSERAI ROBERTA

SAVERIO/ MA  IO NON  LA VOLEVO SPOSARE …

BRUNO/ TE LA VOLEVI SOLO SCOPARE?

SAVERIO/ SI…CIOE’ NO MA …

CHICCO/ MA BRAVO IL  MIO SAVERIO

SAVERIO/ INSOMMA  LO SAI COME LA PENSO SUL MATRIMONIO

BRUNO/  LO SO, MA CREDO CHE DOVRAI CAMBIARE IDEA , LE DONNE ALLA FINE  VOGLIONO SEMPRE  TUTTE  LA STESSA COSA, ESSERE SPOSATE…PORTATE ALL’ALTARE , , E’ UNA FISSAZIONE, E QUESTO  A PRESCINDERE DALL’ETA’, SONO SICURO CHE ANCHE MIA MADRE  SE TROVASSE LA PERSONA GIUSTA SI RISPOSEREBBE.

MAMMA / ( uscendo dalla cucina ,  la nonna  gli va dietro) DAI ALESSIA NON FARE COSI’ PER FAVORE ALESSIA ASCOLTAMI

SAVERIO/ PARLI DEL DIAVOLO

BRUNO/ E SPUNTANO LE CORNA

ALESSIA/ SONO DEI BASTARDI , MI FANNO SCHIFO TUTTI E DUE ,  NON VOGLIO VEDERE PIU’ NESSUNO (  va nella stanza di mamma)

MAMMA/ ALESSIA  MA DOVE VAI …QUELLA E’ LA MIA STANZA APRI, APRI,

BRUNO/ MAMMA MA CHE E’ SUCCESSO?

MAMMA  COME CHE E’ SUCCESSO?  TU E TUA MOGLIE AVETE FATTO UN MACELLO, E  VIENI A CHIEDERE A ME  COSA E’ SUCCESSO? POI TUTTO IN UNA VOLTA,  INSOMMA,  ALESSIA IN FONDO HA SOLO 15 ANNI

SAVERIO/ HA RAGIONE , TUTTO IN UNA VOLTA E’  VERAMENTE TROPPO PER UNA RAGAZZINA

MAMMA/ LEI CE NE HA MESSO UN BEL PO’ DI QUESTO TROPPO

BRUNO/ MAMMA LASCIA PERDERE  TU NON CONOSCI BENE I FATTI  

MAMMA/ CHE ALTRO DOVREI SAPERE ? IL TUO CARO AMICO SI SCOPAVA TUA MOGLIE SOTTO IL TUO NASO  E TU NEMMENO TE NE SEI ACCORTO MA GIA’ COME POTEVI., TU AVEVI OCCHI SOLO PER IL TUO CHICCONE .…

SAVERIO/  BRUNO, IO RAGGIUNGO ROBERTA   ( esce lato cucina)

MAMMA/ VAI , VAI,   DALLA TUA PICCIONCINA ,  ALESSIA APRI, APRI ….MA GUARDATE UN PO’ IN CHE CASINO MI AVETE MESSO

BRUNO/  MA TU CHE C’ENTRI SCUSA?

MAMMA/ COME CHE C’ENTRO, HO APPENA SCOPERTO  DI AVERE   UN  RICCHIONE PER FIGLIO  E UNA TROIA PER NUORA, TI SEMBRA UNA COSA NORMALE ?

BRUNO/ BHE’, NELLE TUE TELENOVELAS SUCCEDE MOLTO DI PEGGIO , PENSAVO TI FOSSI ABITUATA

MAMMA/ MA QUELLE SONO FICTION, 

BRUNO/ INVECE  QUESTA E’ LA REALTA’ ,  ( poetico) E  MI DISPIACE MA LA REALTA’ NON SI GIUDICA SI ACCETTA

MAMMA/  GIUSTO E NOI PER REALTA’ ADESSO   TENIAMO UN  GRANDE  CACATONE BELLO  E PRONTO  CHE PUZZA UN ACCIDENTI,   PERCIO’ VEDIAMO DI SBRIGARCI , TROVIAMO UNA SOLUZIONE CHE VADA BENE PER TUTTI E   TIRIAMO IL DISCARICO,  CI SIAMO SPIEGATI?

BRUNO/ MA CERTO STAI CALMA HO CALCOLATO TUTTO

MAMMA/  ( gridato) ALESSIA, ALESSIA FAMMI ENTRARE,  APRI, APRI

ALESSIA/ ( dalla stanza) NON VOGLIO VEDERE NESSUNO HO LA NAUSA 

MAMMA/ SEI PROPRIO SICURO DI AVER CALCOLATO TUTTO?

BRUNO/ E’ SOLO  ARRABBIATA  E’ NORMALE

MAMMA/ ( gridato) ALESSIA APRI , APRI, 

ALESSIA/  HO DETTO DI NO

MAMMA/  ( dolce) TESORO IO TI CAPISCO  TU HAI TUTTE LE RAGIONI DEL  MONDO PER STARE ARRABBIATA MA IL CACATONE NON L’HO FATTO IO ,  TUA NONNA COL CACATONE  NON C’ENTRA NIENTE,  ADESSO APRI  PER FAVORE 

BRUNO/ MAMMA LASCIAMOLA UN PO’ DA SOLA  , FORSE E’ MEGLIO

MAMMA/ ( arrabbiata con i pugni vicino la porta) )  MA NEANCHE PER SOGNO, ALESSIA APRI QUESTA PORTA , APRI TRA UN PO’ INIZIA LA PUNTATA TI PREGO NON LA POSSO PERDERE  APRI, MALEDIZIONE  APRI

ALESSIA/ E VA BENE ENTRA PURE, IN FONDO  HAI RAGIONE,  TU NON HAI COLPE

 

MAMMA/ AH L’HAI CAPITO FINALMENTE ( entra nella sua stanza)

BRUNO/ ALESSIA  ASCOLTA…( tenta di accarezzarla)

ALESSIA/ NON MI TOCCARE( Alessia sul divano)

BRUNO/ ALESSIA TI PREGO NON FARE COSI’ LASCIAMI SPIEGARE

ALESSIA/ C’E POCO DA SPIEGARE , SEI STATO FIN TROPPO CHIARO ,  TI HO SENTITO COSA CREDI ( ironica) LA REALTA’ NON SI GIUDICA SI ACCETTA,  EBBENE SARA’ ANCHE COSI’, MA A ME DI AVERE UN PADRE GAY NON MI VA PROPRIO GIU’ DI ACCETTARLO,  VA BENE?

BRUNO/  ALESSIA, IO TI CAPISCO,  CHE TU SIA ARRABBIATA E’ NORMALE, CI SI ARRABBIA SEMPRE QUANDO QUALCUNO SCONVOLGE LA NOSTRA TRANQUILLITA’ ,

ALESSIA/ IO NON STO ARRABBIATA, STO INCAZZATA

BRUNO/ ALESSIA IO COMPRENDO PERFETTAMENTE LE TUE RAGIONI….MA…

MA…

ALESSIA/ MA..MA…MA  CHE COSA?

BRUNO/  MA AI SENTIMENTI E ALLA PASSIONE E’ DIFFICILE DIRE NO, CREDIMI,,  CI HO PROVATO, MA NON CI SONO RIUSCITO, SENTI ..IO NON SO QUANTO TEMPO TI CI VORRA’ PER ACCETTARE TUTTO QUESTO, MA STAI TRANQUILLA AVRAI TUTTO IL TEMPO CHE TI OCCORRE , NON IMPORTA  IO ASPETTERO’,

ALESSIA/  ( ironica) GRAZIE SEI VERAMENTE UN PADRE COMPRENSIVO

BRUNO/  E COMUNQUECI TENGO A DIRTI  CHE TRA NOI SARA’ TUTTO COME PRIMA  , CHE NONOSTANTE TUTTO QUELLO CHE E’ SUCCESSO ,  IL MIO AMORE NEI TUOI CONFRONTI NON CAMBIERA’,  ( commosso) TU PER ME SEI E  SARAI SEMPRE LA COSA PIU’ IMPORTANTE,  PRIMA DI TUTTO E DI TUTTI…. HAI SENTITO?

ALESSIA ( nervosa) HO SENTITO, HO SENTITO  NON SONO MICA SORDA

MA IO ADESSO CHE FACCIO EH?  CON CHI VADO?

BRUNO/ CON CHI VUOI TESORO, CON ME  CHICCO E NONNA, O CON MAMMA E SAVERIO ,

ALESSIA/  MA IO A QUESTO CHICCO NEMMENO LO CONOSCO

BRUNO/  STAI TRANQUILLA , E’ UNA PERSONA DELIZIOSA SONO SICURO CHE TI PIACERA’ , 

ALESSIA/  E QUALE SARA’ LA MIA CASA? DOVE ABITERO’?

BRUNO/  DOVE  VORRAI,  SE  DECIDERAI DI  STARE  CON MAMMA E SAVERIO, ANDRAI  CON LORO NELLA VILLA IN CAMPAGNA, SE SCEGLIERAI DI RESTARE CON ME CONTINUERAI A VIVERE QUI IN CITTA’ ,  MA POTRAI ANCHE DECIDERE DI STARE UN PO’ QUI E UN PO LI’ SE TI FARA’  PIACERE

ROBERTA/ ( entrando dal  lato cucina) ALESSIA , ALESSIA   COME STAI?

ALESSIA/ E COME VUOI CHE STIA? HO  SOLO UNA GRAN  VOGLIA DI VOMITARE

ROBERTA/ ALESSIA PERDONAMI SE  TI HO DETTO TUTTO IN MODO COSI’ AGGRESSIVO, MA TUO PADRE MI AVEVA FATTO ARRABBIARE E NON SONO RIUSCITA A CONTROLLARMI , MA CI TENEVO A DIRTI UNA COSA ( commossa) CHE TU NON DEVI PREOCCUPARTI, TRA NOI NON CAMBIERA’ NULLA , TU PER ME SEI E  SARAI SEMPRE

ALESSIA / LA COSA PIU’ IMPORTANTE,  PRIMA DI TUTTO E DI TUTTI  ( gridato arrabbiata)  INSOMMA BASTA CON QUESTA SCENEGGIATA ,  TU E  PAPA’ MI SEMBRATE UN DISCO ROTTO  DITE SEMPRE LA STESSA COSA, IO NON NE POSSO PIU’ DI QUESTI PIAGNISTEI, MA CHE CREDETE CHE SOLO  VOI  AVETE I PROBLEMI, LA VOSTRA VITA DA DIFENDERE E DA GODERE? ANCH’IO HO I MIEI DIRITTI, LE MIE ASPIRAZIONI I MIE PROGETTI

ROBERTA/  ( dolce) MA CERTO TESORO  E  SE LO VUOI,  NOI TI AIUTEREMO A REALIZZARLI

ALESSIA / INSOMMA  ANCH’IO HO   I MIEI PROBLEMI , E TANTI  CASINI  DA SISTEMARE

BRUNO/ ( dolce) MA CERTO TESORO  E ANCHE QUESTI SE  LO VORRAI , NOI  TI AIUTEREMO A RISOLVERLI

ALESSIA/ SIETE PROPRIO SICURI?

BRUNO/ ROBERTA/  SICURISSIMI TESORO

ALESSIA/  ….( gridato)  E VA BENE ALLORA  VE LO DICO,  PAPA’ MAMMA, IO … IO SONO INCINTA , ECCO VE L’HO DETTO

ROBERTA/ COME INCINTA, ALESSIA  MA CHE DICI ?

ALESSIA/ PROPRIO COSI’  AVETE CAPITO BENISSIMO ,  SONO INCINTA

BRUNO/ MA SEI  PROPRIO SICURA?

ALESSIA/ MA CERTO CHE SONO SICURA, HO FATTO IL TEST TRE VOLTE,  IO ASPETTO UN BAMBINO

BRUNO/  MA COME UN BAMBINO?

ALESSIA/  ( gridato) SI UN BAMBINO  UN BAMBINO ,  SAPETE COM’E FATTO UN BEBE’ NO , GUE’, GUE’ VE LO RICORDATE?

ROBERTA/ DIO MIO NON CI POSSO CREDERE ( affranti sul  divano entrambi Bruno e Roberta)

BRUNO/ IO MI SENTO MALE

ALESSIA/ AVEVO DECISO DI DIRVI TUTTO STASERA A CENA,  MA VOI…VOI  MI AVETE ANTICIPATO 

 MAMMA/ ( esce sua stazaAH , A VOLTE LA PUBBLICITA’ DEVO DIRE CHE CAPITA A PUNTINO, CHI SI FA’ UN CAFFE’, CHI VA IN BAGNO E CHI COME ME SI FUMA UNA  BELLA SIGARETTA ,  ALLORA, CI SONO NOVITA’ , AVETE DECISO QUALCOSA, MA COS’E’ QUEST’ARIA DA FUNERALE?  

ALESSIA/ NESSUN FUNERALE NONNA …, C’E SOLO UN’ ALTRA NOVITA’

MAMMA/ ANCORA?, BHE CREDEVO  CHE AVESSIMO  RAGGIUNTO IL TOP

ALESSIA/ MANCAVA  LA CILIEGINA SULLA TORTA

NONNA/ E SAREBBE?

ALESSIA/ NONNA SONO INCINTA

MAMMA/ COME?  TU  INCINTA?

ALESSIA/ SI, PROPRIO COSI’

MAMMA/  PEGGIO CHE UNA FINCTION….ALESSIA MA  E’ INCREDIBILE, NON CI POSSO CREDERE

ALESSIA/ MI SPIACE , MA E’ PROPRIO COSI’

BRUNO/  ( con foga) DISGRAZIATA, MA COME  HAI POTUTO FARE UNA COSA DEL GENERE  ,  HAI SOLO 15 ANNI?

ALESSIA/ E ALLORA? , CREDI CHE LE STRONZATE SI FACCIANO SOLO A QUARANTA?

MAMMA/  GIUSTO OGNI ETA’ HA LE SUE STRONZATE ( mentre fuma una sigaretta)

ROBERTA/ E VA BENE ,  ADESSO STIAMO CALMI  D’ALTRONDE A QUESTO PUNTO INNERVOSIRCI NON SERVE A NIENTE ,  E VA BENE,  ALESSIA PRENDIAMO  ATTO DELLA TUA STRONZATA ,

ALESSIA/ GRAZIE

BRUNO/ ADESSO PERO’  DEVI DIRCI  CHI E’ IL PADRE

ALESSIA/ NON LO SO

BRUNO/  COME SAREBBE NON LO SO?

ALESSIA/ INSOMMA NON LO SO, NON LO SO CHI E’ IL PADRE

ROBERTA/ ALESSIA MA CHE SIGNIFICA?

MAMMA/  CHE E’ STATA CON PIU’ UOMINI, MI SEMBRA OVVIO… HAI INIZATO PRESTO GIOIA MIA

BRUNO/ ( con scoramento)   NON CI CREDO NON E’ POSSIBILE…

ROBERTA/ MA TI RICORDI ALMENO QUANDO E’ SUCCESSO?

ALESSIA/ MA CERTO, SARA’ SUCCESSO QUANDO ABBIAMO OCCUPATO LA SCUOLA , SIAMO STATI UNA SETTIMANA  A FARE AUTOGESTIONE

BRUNO/  A FARE L’AMORE SIETE STATI , ALTRO CHE AUTOGESTIONE  

DISGRAZIATA MALEDETTA MA TU GUARDA  IN CHE CASINO CI HAI MESSO

ALESSIA/ BHE’ E VOI ALLORA? NON SIETE STATI CERTO  DA MENO

MAMMA/  SENTITE PRIMA CHE LA PUZZA ARRIVI A TUTTO IL PALAZZO

CREDO CHE BISOGNA TROVARE UNA SOLUZIONE AL PIU’ PRESTO

BRUNO/ MAMMA PER FAVORE SMETTILA,  NON MI SEMBRA   IL MOMENTO DI SCHERZARE  

MAMMA/ MA CHI SCHERZA…DICO SOLO  CHE  IL CACATONE E’ SEMPRE PIU’GRANDE , E   VISTO CHE AL MOMENTO NON CI SONO SOLUZIONI   IL DISCARICO NON LO POSSIAMO ANCORA TIRARE  GIUSTO ?

BRUNO/  NON E’ COLPA MIA QUESTO  INCIDENTE NON ERA NEI PROGRAMMI NON L’AVEVO CALCOLATO  

ROBERTA/ E COMUNQUE NON E’ FACILE PRENDERE UNA SOLUZIONE   PRIMA CI DOBBIAMO  RIFLETTERE  

MAMMA/  MA CERTO  RIFLETTETE, RIFLETTETE MOLTO BENE   , TROVATE  UNA SOLUZIONE  CHE VADA BENE PER TUTTI  E FATEMI SAPERE IO CHE FINE DEBBO FARE. ( esce sua stanza – breve pausa di silenzio) 

ROBERTA/ SAVERIO  ADESSO CHE FACCIAMO?

ALESSIA/ PAPA’ IO QUESTO BAMBINO NON LO VOGLIO

BRUNO/ COME NON LO VOGLIO, E CHE FACCIAMO ? LO BUTTIAMO NEL SACCO DELL’IMMONDIZIA ?

ALESSIA/ IO QUESTO BAMBINO NON LO VOGLIO, VOGLIO ABORTIRE

ROBERTA/ DI QUESTO NON SE NE PARLA NEMMENO ,

ALESSIA/ MA PERCHE’?

BRUNO/ COME PERCHE’ E’ ILLEGALE

ALESSIA/ ILLEGALE …  MA CHE DICI? NON SARO’ CERTO LA PRIMA  CHE ABORTISCE A 15 ANNI

ROBERTA/ TU NON SEI NE’ LA PRIMA NE’ L’ULTIMA, MA   DELLE ALTRE NON MI INTERESSA, TU SEI NOSTRA  FIGLIA E SEI MINORENNE, I RESPONSABILI DELLE TUE STRONZATE ….

BRUNO/ROBERTA/ SIAMO NOI

BRUNO/ E NOI UN OMICIDIO NON LO FACCIAMO E’ CHIARO?

ROBERTA/ SONO D’ACCORDO CON TUO PADRE

 

ALESSIA/ IO  QUESTO BAMBINO NON LO VOGLIO,   NO LO VOGLIO , INSOMMA  HO SOLO 15 ANNI SONO UNA BAMBINA

ROBERTA/ AH SI DAVVERO,  E PER FARE CERTE COSE NON SEI UNA BAMBINA’?, CI DOVEVI PENSARE PRIMA MIA CARA,   ADESSO E’ TROPPO TARDI, 

BRUNO/ BENVENUTA NEL MONDO DEGLI ADULTI  TESORO

ROBERTA/ ALESSIA,  ADESSO ASCOLTAMI,   IL BAMBINO NON HA NESSUNA COLPA , E HA TUTTI I DIIRTTI DI NASCERE , TU ADESSO SEI SCONVOLTA  E NON RIECI A VEDERE ALTRE SOLUZIONI , MA NON TI DEVI SPAVENTARE , PERCHE’ NOI TI AIUTEREMO

BRUNO/ MA CERTO NON TI PREOCCUPARE,  FAREMO IN MODO CHE TU  CONTINUI LA SCUOLA,   E CHE NON DANNEGGI LA TUA REPUTAZIONE

ROBERTA/ E COME FACCIAMO?

BRUNO/ NON LO SO ANCORA,  MA  VEDRAI,  UNA SOLUZIONE LA TROVEREMO,   E ADESSO ANDIAMO

ROBERTA/ DOVE ANDIAMO?

BRUNO/ A VEDERE  COME FARE PER  TIRARE IL DISCARICO    ( escono lato cucina)

 

(Telefono –due squilli – sono passati sei mesi)

MAMMA/ ( esce con un  pancione in bella evidenza come fosse incinta)   UN MOMENTO ARRIVO, PRONTO…. CHI E’ ?    NO NON SONO ROBERTA , NO,  MA  NON HA SBAGLIATO NUMERO, NON SI PREOCCUPI È SOLO CHE…., E UN MOMENTO SE MI LASCIA  PARLARE VE LO SPIEGO. GRAZIE . DUNQUE  LA MIA EX NUORA ROBERTA, NON ABITA PIU’ QUI SARANNO GIA’ SEI MESI ,’  NO MA CHE DICE? NON E’ MORTA  ANZI STA BENISSIMO, MA E’ SEMPLICE NON ABITA PU’ QUI PERCHE’ SI È RISPOSATA  ED HA CAMBIATO CASA, ADESSO VIVE IN CAMPAGNA COL SUO NUOVO MARITO SAVERIO,…TUTTO QUA,  SI QUESTA È LA CASA DEL SUO EX MARITO,  BRUNO , NO MI DISPIACE MA  NON E’ MORTO NEMMENO LUI,  È VIVO E VEGETO E ANCHE LUI SI È RISPOSATO  , NO, IO NON SONO LA CAMERIERA POLACCA SONO LA MADRE  DI BRUNO, SIGNORINA MA  L’ABBIAMO FINITO CON QUESTO INTERROGATORIO?    MA CERTAMENTE LE DO’ IL NUMERO 00345678, MA DI NIENTE SI FIGURI ARRIVEDERCI MA GUARDATE UN PO’ SE QUESTI DEVONO SCOCCIARE LA GENTE ALLE 7 DI MATTINA,

BRUNO/  ( vestito con giacca da camera)  MAMMA, GIA’ SVEGLIA E VESTITA A QUEST’ORA?

MAMMA/ SI CARO, DEVO ANDARE AL MERCATO E CI VOGLIO ANDARE PRESTO LO SAI  QUANTO  MI SCOCCIA FARE LA FILA…

BRUNO/ MAMMA IL MERCATO STA  A DUE PASSI DA QUI

MAMMA/ LO  SO, LO SO, MA DEVO COMPRARE UNA COSA IN PARTICOLARE E VOGLIO ESSERE LA PRIMA …. E POI DEVO ANCHE FARE LA SPESA PER IL PRANZO  DI OGGI ,  TUA MOGLIE  DORME ANCORA?

BRUNO/ NON LO SO , MA CREDO DI SI,  LO SAI CHE E’ UNA SETTIMANA CHE DORMIAMO IN STANZE SEPARATE

MAMMA/ SECONDO ME SEI STATO TROPPO DURO CON LEI

BRUNO/ MAMMA PER FAVORE NON RICOMINCIAMO  SONO FACCENDE TRA MOGLIE E MARITO

MAMMA/  VA BENE, VA BENE NON TI ARRABBIARE ALLORA IO VADO  A TRA POCO CIAO 

BRUNO/ CIAO ( sbadigliando, prende un giornale e va sul divano)

CHICCO/  ( in vestaglia da donna anche lei incinta)  CELO CHE BRUTTO SOGNO CHE HO FATTO… SONO BAGNATA FRACIDA DALLA PAURA ….TE LO RACCONTO?  ( bruno non risponde) HAI DETTO QUALCOSA?  NIENTE?  E VA BENE NIENTE SOGNO ….SENTI CARO  GRADISCI UN CAFFE’ O UN SUCCO D’ARANCIA? ( bruno non risponde)  BRUNO HAI DECISO DI TENERMI IL MUSO PER TUTTA LA GIORNATA? INSOMMA   VUOI RISPONDERMI SI O NO?

BRUNO/ ( arrabbiato) NO

CHICCO/ ( crisi di nervi gridato) AH …. IO NON CE LA FACCIO A VEDERTI COSI’, NON CE LA FACCIO NON LO SOPPORTO VA BENE?  , SONO TRE GIORNI CHE NON MI DEGNI DI UNA PAROLA E NON SO NEMMENO QUELLO CHE TI HO FATTO

BRUNO/ LO SAI BENISSIMO QUELLO CHE HAI FATTO E PER FAVORE NON FARE LA STREGA PIAGNUCOLONA  CHE TANTO LO SAI CHE NON FUNZIONA

CHICCO/ QUELLO CHE NON FUNZIONA LO SO’ IO  COS’E

BRUNO/ SEI TU CHE MI HAI FATTO PASSARE LA VOGLIA, DOPO QUELLO CHE HO VISTO  E’ CROLLATO TUTTO

CHICCO/ AH ANCORA CON QUESTA STORIA , BRUNO, TE L’HO DETTO E TE LO RIPETO ,  ERA SOLO UN  VECCHIO AMICO , 

BRUNO/ UN VECCHIO AMICO O UNA VECCHIA FIAMMA?

CHICCO/ MA NO,  SOLO UN AMICO  TE LO GIURO  , QUANTE VOLTE TE LO DEVO RIPETERE ….E VA BENE DIMMI COSA DEVO FARE PER FARMI  PERDONARE AVANTI SONO DISPOSTA A TUTTO

BRUNO/  ( non risponde)

CHICCO/ GUARDA CHE SE CONTINUI A COMPORTARTI COSI  ME NE VADO

BRUNO/ DICI SEMPRE COSI’ MA POI ALLA FINE NON LO FAI MAI

CHICCO/  ( minaccioso) TI PROMETTO CHE QUESTA VOLTA SE NON MI PERDONI  LO FACCIO VERAMENTE, NON MI VEDRAI  MAI PIU’ ,   TE LO GIURO SULLA COSA A CUI  TENGO DI PIU’

BRUNO/ E SAREBBE?

CHICCO/ IL COSTUME LEOPARDATO,  QUELLO CHE MI HAI REGALATO   PER LA  NOSTRA LUNA DI MIELE A IBIZA, AH CHE MOMENTI. CHE MOMENTI 

BRUNO/ LASCIA PERDERE ,  QUELLI  SI CHE ERANO BEI  TEMPI

CHICCO/ TI RICORDI? ERAVAMO SULLA TERRAZZA SUL MARE  C’ERANO TUTTE LE LUCI ACCESE E  ( canta e balla ) IO CANTAVO  ( cantato)  UNA ROTONDA SUL MARE …. MENTRE  TU  MI DAVI IL TEMPO E  FACEVI  LA MUSICA PARAPAPA’,  TE LO RICORDI ,  PARAPAPA’  IL NOSTRO DISCO CHE SUONA , DAI PER FAVORE  BRUNO FAMMI  IL PARAPAPA’ ( mentre lo accarezza)

BRUNO/  ( senza voglia, timidamente ) PARAPAPA’

CHICCO/ VEDO GLI AMICI BALLARE

BRUNO/  ( convinto ) PARAPAPA’

CHICCO/ MA TU NON SEI QUI CON ME 

CHICCO/BRUNO ( Bruno si alza di scatto,  felici cantano e ballano  un  valzer stessa metrica della canzone) AMORE MIO DIMMI CHE SEI TUTTA ECCITATA PER  ME , DIMMI CHE MAI , NESSUNO MAI CI  DIVIDERA’’ , SONO SEMPRE FELICE  CON TE , NON RIMPIANGO MAI NIENTE  PERCHE’ ,  IO TI VOGLIO BENE SAI,  TI AMO

BRUNO/ VA BENE , VA BENE TI PERDONO MA  ADESSO BASTA E  RICORDATI: QUESTA E’ L’ULTIMA VOLTA 

CHICCO/ LO SAPEVO , LO SAPEVO PERCIO’ TI AMO ( gli da un bacio)

BRUNO/ E’ SOLO PERCHE’ TRA UN PO’ ARRIVERANNO TUTTI

CHICCO/ COME ARRIVERANNO TUTTI?

BRUNO/ MA SI, ALESSIA HA VOLUTO CHE ORGANIZZASSI UN PRANZO TUTTI QUANTI INSIEME

CHICCO/ DAVVERO, E COME MAI?

ALESSIA/ CI DEVE DIRE UNA COSA MOLTO IMPORTANTE E CI VUOLE  TUTTI PRESENTI

CHICCO/ E NON MI HAI DETTO NIENTE?

BRUNO/ NON CI PARLIAMO DA UNA SETTIMANA , L’HAI SCORDATO?

CHICCO/ E IO ADESSO CHE CUCINO? NON HO COMPRATO NIENTE  DEVO FARE LA SPESA , MI DEVO ANCORA VESTIRE, LAVARE ….CIELO COME FACCIO?

BRUNO/ NON PREOCCUPARTI , PER LA SPESA  CI HA PENSATO MIA MADRE E’ GIA’ ANDATA AL MERCATO 

( bussano la porta)

CHICCO/ DIO,   BRUNO,  HANNO BUSSATO    ( esce  di corsa lato letto)

BRUNO/ CHICCO MA DOVE VAI?

CHICCO/  ( fuori scena) HANNO BUSSATO  NON HAI SENTITO?

BRUNO/ MA CERTO,  NON SONO MICA SORDO, MA TU PERCHE’  SEI SCAPPATO

CHICCO/ ( mette una parrucca bionda e orecchini vistosi)  SONO UNA DONNA A TUTTI GLI EFFETTI  L’HAI DIMENTICATO? MEGLIO ESSERE PRUDENTI

( bussano la porta)

CHICCO/ COME TI SEMBRO? ( una donna a tutti gli effetti)

BRUNO/ INCINTA  SEI UNO SCHIANTO  

CHICCO/ GRAZIE TESORO, ADESSO POSSO APRIRE

MAMMA/  ( con due buste per la spesa)    MA COME MAI TUTTO QUESTO TEMPO?  VOLETE FARMI ABORTIRE PER CASO?

CHICCO/  AH, AH SPIRITOSA , BRUNO E’ LA MAMER

BRUNO/ QUESTO LO VEDO DA ME, ADESSO  PUOI TOGLIERTI LA MASCHERA DI CARNEVALE

MAMMA/ DEVO DIRE CHE  LA PARRUCCA  BIONDA  E’ MOLTO MEGLIO DELLA ROSSA

CHICCO/ UH.. DAVVERO , TESORO A TE QUALE TI PIACE DI PIU’?

BRUNO/ NESSUNA DELLE DUE, A ME MI SEI SEMPRE PIACIUTA AL NATURALE  LO SAI BENE

MAMMA/  BRUNO NON TI OFFENDERE  MA SECONDO ME,  DI DONNE NON HAI MAI CAPITO NULLA

BRUNO/ LO SO  ( continua a leggere)

CHICCO/ ( offeso)  MAMER MA PERCHE’ DICI COSI’  …

MAMMA/  OH SCUSAMI CHICCO, NON VOLEVO OFFENDERTI …MA ADESSO ASCOLTAMI  HO DA DARTI UNA GRANDE NOTIZIA

CHICCO/ DAVVERO E DI CHE SI TRATTA’ ?

MAMMA/  CHICCO NON CI CREDERAI MA ALLA FINE L’HO TROVATA,  GUARDA COSA TI HO PORTATO ( mostra una grossa zucchina)   BELLA VERO?

CHICCO/ ( turbato) ALTROCHE’

MAMMA/ DICI CHE VA BENE COSI’ GRANDE?

CHICCO/  MA CERTO…DIO MI SENTO MALE

MAMMA/ E PERCHE’ MAI?

CHICCO/ COSI’ GRANDE MI FA IMPRESSIONE ( asciugandosi il sudore)

MAMMA/ HO GIRATO TUTTO IL MERCATO  MA ALLA FINE  CE L’HO FATTA HO PRESO LA PIU’ GROSSA CHE HO TROVATO, 

CHICCO/ VEDO, VEDO

MAMMA/ PERO’ ADESSO CHE LE HO COMPRATE   NON PUOI PIU’ TIRARTI INDIETRO ,

CHICCO/ NO, NO PER CARITA’  ANZI….

MAMMA/ ORA MI DEVI PREPARE QUESTE FAMOSE  BARCHETTE DI ZUCCHINE AL TONNO  DI CUI TANTO TI VANTAVI DI SAPER CUCINARE 

CHICCO/  ( prendendola in mano) ALTRO CHE BARCHETTE CON QUESTO CI FACCIO UN INCROCIATORE

MAMMA/ E ALLORA SBRIGHIAMOCI , NON VEDO L’ORA DI ASSAGGIARE LE TUE BARCHETTE

CHICCO/ MA CERTO MAMER C’E SOLO UN PICCOLO PROBLEMA

MAMMA/ E QUALE SAREBBE?

CHICCO/ IO NON CE LA FACCIO A TAGLIARE QUESTA ZUCCHINA

MAMMA/ MA DAI CHICCO E’ SOLO UNA ZUCCHINA

CHICCO/ LO SO, LO SO   TI SEMBRERÀ STRANO,  MA IO SOLO AL PENSIERO GIA’ STO SUDANDO

BRUNO/ MA DAI,   SMETTILA, QUANTE  STORIE  PER UNA ZUCCHINA

CHICCO/ ( offeso, mostrandola nella sua interezza) TU UNA ZUCCHINA COME QUESTA TE LA SOGNI

MAMMA/  E VA BENE , VA BENE    NON LITIGATE, LA TAGLIO IO 

 

CHICCO/ GRAZIE MAMER, IO NEL FRATTEMPO MI  LAVO E MI VESTO

MAMMA/ ANDIAMO ( escono, mamma lato cucina,  chicco lato letto)

(bussano la porta – apre Bruno)

ALESSIA/ CIA PAPA’ ( gli da’ un bacio – non sembra incinta)

BRUNO/ CIAO TESORO COME  STAI?

ALESSIA/ STO BENE, SE NON FOSSE PER LA MAMMA CHE ROMPE SEMPRE I  COGLIONI

BRUNO/ ALESSIA PER FAVORE NON INCOMINCIAMO CON LE PAROLACCE

ALESSIA/ NONNA DICE CHE LE PAROLACCE OGNI TANTO SI DEVONO DIRE

BRUNO/ MA LASCIA PERDERE LA NONNA,  E POI PERCHE’ SI DOVREBBERO DIRE?

ALESSIA/ PER SFOGARSI, VINCERE LA TIMIDEZZA, E RAFFORZARE LA PROPRIA PERSONALITA’

BRUNO/ MA CHE STUPIDAGGINI SONO QUESTE , PIUTTOSTO TUA MADRE  E SAVERIO DOVE STANNO?

ALESSIA/  STANNO SALENDO , MAMMA SI E’ TRATTENUTA A PARLARE CON LA SIGNORA  ROMINA ,  COSI’ IO MI SONO AVVIATA

BRUNO/ QUESTA SIGNORA ROMINA STA SEMPRE LI A CHIEDERE  PER SAPERE, E’ PROPRIO UNA ROMPIBALLE…

ALESSIA/ PAPA’,  MA COME?

BRUNO/  ALESSIA SAI CHE TI DICO? HA RAGIONE LA NONNA, MA SENZA ESAGERARE  PERO’ 

 

MAMMA/ TESORO SEI ARRIVATA?

ALESSIA/ ( si salutano con il bacio)  CIAO NONNA, 

NONNA/ AMORE  TI TROVO IN OTTIMA FORMA

ALESSIA/ SI STO BENE, A PARTE QUALCHE BRUCIORE DI STOMACO

MAMMA/ AH MA NON DEVI PREOCCUPARTI E’ COLPA DEI CAPELLI

ALESSIA/ NONNA, SONO MESI CHE NON FACCIO UNA TINTURA E LI LAVO SOLO UNA VOLTA A SETTIMANA

MAMMA/ MA NO TESORO, SONO  I CAPELLI DEL BAMBINO CHE HAI CAPITO?

BRUNO/ ALESSIA NON LA STARE A SENTIRE SONO TUTTE  SCIOCCHEZZE,  PERO’, DEVO DIRE CHE LA  TUA PANCIA  NON SI NOTA PROPRIO

ALESSIA/ DEVO RINGRAZIARE LA PANCERA SPECIALE DI MAMMA ..MA CHICCO DOV’E’?

CHICCO/  ( vestito da  vera donna) MA SONO QUI TESORO,

ALESSIA/  CHICCO ( si salutano con un bacio)  CON QUESTA PANCIA SEI UNO SPLENDORE

CHICCO/  SONO BELLA VERO, TUO PADRE DICE CHE INCINTA SONO UNO SCHIANTO

ALESSIA/   SE LO DICE PAPA’….

MAMMA/ MA CERTO LUI SE NE INTENDE DI UOMINI

CHICCO/ MAMER PER FAVORE…ALLORA LO FAI APPOSTA

MAMMA/ OH PERDONAMI,  MI E’ SFUGGITA, MA ERA SOLO UNA BATTUTA

ALESSIA/ UH,  MA CHE ODORE ….CHICCO MA COSA   STAI CUCINANDO DI BUONO?

CHICCO/ UNA COSA DA FARE INVIDIA AI MIGLIORI RISTORANTI DELLA CITTA,  ZUCCHINE  IN BARCHETTE DI TONNO

ALESSIA/ LE TUE FAMOSE ZUCCHINE,  FINALMENTE LE ASSAGGIAMO, SONO SICURO CHE SARANNO BUONISSIME 

MAMMA/ CERTAMENTE, SE NON LE FA BRUCIARE PERO’…

CHICCO/  CELO LE ZUCCHINE ( scappa in cucina) 

MAMMA/ TESORO ,   SCUSAMI …VADO AD AIUTARLO

ALESSIA/ VAI PURE NONNA ..PAPA’ SEMBRA CHE VANNO MOLTO D’ACCORDO

BRUNO/ ALTROCHE’, SI INTENDONO ALLA PERFEZIONE

ALESSIA/ E CHI SE LO SAREBBE ASPETTATO

BRUNO/ GIA’ , MA VEDI TESORO .., IL TEMPO PASSA, LE COSE MUTANO, E NEL BENE E NEL MALE GLI EVENTI CI CAMBIANO  ,   ECCO PERCHE’ SONO SICURO CHE  TRA UN PO’ DI ANNI  CAMBIERAI IDEA E SARAI BEN CONTENTA DI AVER  AVUTO QUESTO BAMBINO

 ( bussano la porta)

ALESSIA/ ECCOLI QUESTI SONO LORO ( va ad aprire)

ROBERTA/ MAMMA MIA CHE FATICACCIA QUESTE SCALE ( col pancione finto anche lei)

 

SAVERIO/ CIA BRUNO

BRUNO/ CIAO PICCIONCINI…COME MAI TUTTO QUESTO TEMPO?

ROBERTA/ LA SOLITA TELENOVELA, TUTTE A FARMI DOMANDE COME VA LA GRAVIDANZA? IL BAMBINO QUANDO NASCE ?…E’ MASCHIO E’ FEMMINA , INSOMMA UNA SCOCCIATURA  TOTALE

SAVERIO/ E DI CHE TI MERAVIGLI? VOI DONNE SIETE TUTTE UGUALI, SEMPRE A CHIEDERE PER SAPERE, GIUDICARE , MA SOPRATTUTTO… CRITICARE,

ALESSIA/  SE ERA PER ME  TUTTA QUESTA COMMEDIA SI POTEVA EVITARE ,

 

ROBERTA/ AH, PER FAVORE ALESSIA ,  NON RITORNIAMO SU QUESTA STORIA , CREDI CHE SIA FACILE PER ME FAR FINTA DI ESSERE INCINTA, ? SE LO FACCIO E’ SOLO PER IL TUO BENE 

BRUNO/ ALESSIA  LO HAI VISTO NO?  IN FONDO TI SIAMO TUTTI VICINI   PROPRIO COME UNA GRANDE FAMGLIA, , COMPRESO TUA NONNA E’ STATA BEN DISPOSTA A DIRE DI AVER FATTO UNA  INSEMINAZIONE ARTIFICIALE, PUR  DI CONFONDERE LE ACQUE E NON FAR CAPIRE A NESSUNO DI CHI FOSSE IL FIGLIO

SAVERIO/ CERTO CHE QUESTA DI CHICCO  DEL  “TUTTE INCINTE”  E’ STATA UN’ IDEA GENIALE,

BRUNO/  GIA’, ERA COSI’ FORTE LA VOGLIA DI  CHICCO DI AVERE UN FIGLIO CHE SOLO IL FATTO DI FARE FINTA, LO RENDEVA FELICE

ALESSIA/ SI MA QUANDO NASCERA’ IL BAMBINO ,  DI CHI SARA’ ?

SAVERIO/  MA E’ SEMPLICE, QUANDO TU SARAI  DA BRUNO LA GENTE PENSERA’ CHE E’ DI CHICCO , D’ALTRONDE PENSANO TUTTI CHE SIA UNA DONNA

BRUNO/ E QUANDO STARAI  DA  SAVERIO PENSERANNO CHE IL FIGLIO E’ DI ROBERTA 

ALESSIA / E LA NONNA?

ROBERTA/ NONNA  DIRA’ DI AVERLO PERSO, PER VIA DELL’ETA’

ALESSIA/ E ALLORA   PERCHE’ AVETE VOLUTO CHE FACESSE FINTA DI ESSERE INCINTA  ANCHE LEI?

SAVERIO/  BHE’  NON  SAPEVAMO SE L’AMORE DI CHICCO E TUO PADRE SAREBBE DURATO,  COSI SE SI  LASCIAVANO,  IL FIGLIO SAREBBE STATO DI NONNA

ALESSIA / IN PRATICA  LA NONNA FACEVA DA RISERVA ,

BRUNO/   SI PROPRIO COSI’, ORA PERO’  CHIUDIAMO QUESTO DISCORSO  E  BEVIAMOCI QUALCOSA CHE VI POSSO OFFRIRE ?

ROBERTA/  IO NIENTE GRAZIE

BRUNO/  SAVERIO   PER TE  UN BEL  GRAPPINO GIUSTO ?

SAVERIO/ GIUSTO MA STAI PURE COMODO MI SERVO DA SOLO  

BRUNO/ E  ADESSO TESORO  CREDO CHE TU POSSA FINALMENTE DIRCI PERCHE’ HAI VOLUTO CHE FACESSIMO QUESTO PRANZO TUTTI INSIEME  COSA CI DEVI DIRE DI COSI’ IMPORTANTE ?

ROBERTA/ NON  CI AVRAI CONBINATO QUALCHE ALTRO CASINO SPERO

ALESSIA/  NESSUN CASINO, ANZI CREDO CHE QUESTA NOTIZIA VI FARA’ PIACERE,  TRE GIORNI FA MI SONO VISTA CON  ANDREA

BRUNO/ E CHI E’ QUESTO ANDREA?

ALESSIA/ ANDREA E’ IL PADRE DI MIO FIGLIO   

SAVERIO/ FINALMENTE  ERA ORA CHE SI FACESSE VIVO

ROBERTA/ MA COME? CI AVEVI DETTO CHE NON  LO SAPEVI  CHI ERA IL PADRE

CHE ERI STATA CON PIU’ UOMINI…

ALESSIA/ SI E’ VERO,  VI AVEVO DETTO CHE NON LO SAPEVO MA ERA UNA BUGIA,   IN REALTA’ SONO STATA SOLO CON  ANDREA,   E’ SUCCESSO TUTTO  IN QUELLA SETTIMANA DI AUTOGESTIONE  A SCUOLA ….

BRUNO/ VA BENE,  VA BENE  LASCIAMO PERDERE , L’AUTOGESTIONE , QUELLA ME LA RICORDO BENISSIMO

ALESSIA/ IO E ANDREA ERAVAMO FIDANZATI, MA  QUANDO HA SAPUTO  CHE ERO INCINTA  MI HA RISPOSTO CHE  NON SE LA SENTIVA,  E CHE SE NON ABORTIVO MI AVREBBE LASCIATA 

BRUNO/ ECCO PERCHE’ NON VOLEVI IL BAMBINO

ALESSIA/ SI, NON VOLEVO PERDERE ANDREA

SAVERIO/ MA GUARDA TU CHE FARABUTTO

ALESSIA/ MA NON E’ COME PENSATE VOI,  ANDREA  ERA  SPAVENTATO 

ROBERTA/ MA E’ NORMALE E’ UN RAGAZZINO ANCHE LUI, ALESSIA MA ADESSO CHE VI SIETE VISTI CHE TI HA DETTO?

ALESSIA/ MI HA DETTO CHE CI HA RIPENSATO , CHE  IN QUESTI SEI MESI E’ STATO MALE E  CHE   ALLA FINE AVEVA DECISO   CHE ERA GIUSTO CHE ANCHE LUI SI PRENDESSE LE SUE RESPONSABILITA’ 

ROBERTA/  ( l’abbraccia) TESORO MA QUESTA E’ UNA GRANDE NOTIZIA

BRUNO/ E QUANDO LO POTREMO CONOSCERE QUESTO ANDREA ?

ALESSIA/  PAPA’ HO ORGANIZZATO QUESTO PRANZO PROPRIO PER QUESTO ,  HO INVITATO ANCHE LUI  , COSI’ IN UN COLPO SOLO CONOSCE TUTTA LA NOSTRA FAMIGLIA, HO FATTO BENE?

BRUNO/ MA CERTO TESORO HAI FATTO BENISSIMO

ALESSIA/ SPERIAMO SOLO CHE VENGA,  NON VORREI CHE ALL’ULTIMO MOMENTO CAMBIASSE IDEA

SAVERIO/ VERRA’, STAI TRANQUILLA,  MA CERTO CHE VERRA’ , VEDI CARA  I RIMORSI E I SENSI DI COLPA SONO LA PEGGIOR COSA, TI ROVINANO LA VITA

BRUNO/ IO MI SENTO TUTTO AGITATO

ROBERTA/ BRUNO  PER FAVORE STAI CALMO, LO SAI CHE POI TI  SALE LA PRESSIONE E SVIENI 

BRUNO/ SI, SI HAI RAGIONE CERCHERO’ DI STARE CALMO

CHICCO/   ( chiamando) BRUNO

BRUNO/ (grido) AH  CHI E’

CHICCO/ TESORO SONO IO ( con un vassoio in mano)  VOLEVO SOLO AVVISARVI  CHE LE MIE BARCHETTE SONO PRONTE  E SI DEVONO MANGIARE BEN CALDE SENNO’ POI DOPO DITE CHE FANNO SCHIFO E IO MI ARRABBIO  , PERCIO’ VI PREGHEREI DI VENIRE SUBITO IN GIARDINO GRAZIE  ( esce)

MAMMA/  ( anche lei con un vassoio in mano) E ALLORA?   AVETE SENTITO? COSA STATE ASPETTANDO  SU, SU VENITE FATE PRESTO CHE SI FREDDANO ( esce anche lei)

ROBERTA/  SAVERIO TU INCOMINCIA AD ANDARE , NOI VENIAMO SUBITO

SAVERIO/ MA CERTO ( esce lato cucina)

ROBERTA/ TESORO A CHE ORA GLI HAI DETTO DI VENIRE?

 

ALESSIA/   E’ IN RITARDO ,  A QUEST’ORA GIA’ DOVEVA ESSERE  QUI

ROBERTA/   FORSE HA TROVATO TRAFFICO  VERO BRUNO ( toccandolo)

BRUNO/ ( grido di paura, si alza di scatto) AH

ROBERTA/   BRUNO MA CHE HAI ?

BRUNO/  ( molto teso si alza) NIENTENIENTE , STAI TRANQUILLA, SONO SOLO UN PO’ TESO ,  MA ADESSO MI PASSA ( si alza) 

( BUSSANO LA PORTA )

BRUNO/ AH ( come prima)

ROBERTA/ ECCO QUESTO SARA’ LUI

BRUNO/ DIO MI SENTO MALE , 

ROBERTA/  DAI ALESSIA APRI COSA ASPETTI?

ALESSIA/  SENON VE NE ANDATE DI LA’ IO NON APRO,  MI SEMBRATE  DUE PITBULL PRONTI A SALTARGLI ADDOSSO  , INSOMMA  DIAMOGLI ALMENO IL TEMPO DI SALUTARMI

ROBERTA/  HAI RAGIONE TESORO  CE NE ANDIAMO SUBITO…  DAI BRUNO ANDIAMO ….

BRUNO/  SI, SI ANDIAMO MA…TI PREGO ALESSIA CHIEDI PRIMA CHI E’  VEDIAMO SE E’ VERAMENTE LUI

ALESSIA/  E VA BENE …CHI E’ ? ( non risponde)

BRUNO/ ALZA LA VOCE FORSE NON HA SENTITO

ALESSIA / CHI E’

VOCE FUORI SCENA/  ALESSIA SONO IO

BRUNO/ IO? MA IO CHI?

ANDREA/  ALESSIA SONO ANDREA, 

ROBERTA/ E’ LUI  E’ LUI

ALESSIA/ PAPA’ E’ ARRIVATO SEI CONTENTO?

BRUNO/  DIO TI RINGRAZIO, AH  MI SENTO MALE  

ALESSIA/ PAPA’, PAPA’  ( gli va vicino)

ROBERTA/  NON E’ NIENTE STAI TRANQUILLA , E’ SOLO SVENUTO …BRUNO…  BRUNO….BRUNO (  fino alla chiusura del sipario)

 

F I N E

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 0 volte nell' ultima settimana
  • 4 volte nell' ultimo mese
  • 20 volte nell' arco di un'anno