La Pasqua di Gesù

Stampa questo copione

SULLA PASQUA

LA PASQUA DI GESU’

Testo Teatrale  brillante e  Musicale per bambini  di

 Oreste De Santis

LA PASQUA DI GESU’

Passione  - Morte – e Resurrezione -

 Testo brillante e musicale per bambini sulla Pasqua, di

Oreste De Santis

***

la passione di cristo raccontata in modo brillante,  mischiando

un linguaggio antico con quello moderno in modo da renderla comprensibile

  a tutti  i bambini.

( N.B: se qualche battuta la si ritiene un po’ eccessiva si può eliminare)

***

PERSONAGGI  -  totale 28 +  comparse + corpo di ballo+ coro

GESU’ - i 12 APOSTOLI – ( PIETRO –ANDREA –GIOVANNI –GIACOMO –FILIPPO – SIMONE ( lo zelota) - BARTOLOMEO – TOMMASO – GIUDA – MATTEO – GIACOMO DI ALFEO -  GIUDA DI GIACOMO -) 6 GUARDIE  - DUE SACERDOTI – MICHELE –

MOGLIE DI PILATO – 2 ANCELLE - +BARABBA – PILATO –MADONNA – MARIA MADDALENA

Scena – fondale di una piazza ai tempi di Gesu’ + un piccolo tavolo in un angolo con sopra , una ciotola, dell’acqua , un piccolo recipiente, un asciugamano , un libro, una pagnotta di pane, un calice o bicchiere,( se non si vuole usare il tavolo , quello che occorre può essere messo a terra in un angolo su una tovglia).

20 BAMBINI DAL PALCO  ( alcuni vestiti con Jeans e altri  con tuniche tipiche del periodo, mischiati tra loro. Sul proscenio Michele parla a  telefono mentre 4 bambini lo circondano,

( due da un lato e due dall’altro e lui al centro) tutti gli altri bambini alle loro spalle in fondo alla scena con  rami di ulivo fingono di parlare tra loro  )

MICHELE/ ( parla al cellulare a voce alta) SI, SI HO CAPITO, HO CAPITO NON GRIDARE,   STA ARRIVANDO  VA BENE GLIELO DICO SUBITO……RAGAZZI HA DETTO CHE  STA ARRIVANDO … ( ai bambini in fondo scena)

TUTTI/ ( agitando i rami di ulivo)  EVVIVA, EVVIVA, EVVIVA

BAMBINO1/  ( chiedendo a bambino2) MA CHI DEVE ARRIVARE?

BAMBINO2/  SE HO CAPITO BENE E’ UN  TIZIO CHE  DICE DI ESSERE UN RE

MICHELE/  ( sempre a voce alta) SILENZIO…FATEMI SENTIRE…PRONTO..PRONTO

BAMBINO3/ SI, SI L’HO SENTITA ANCH’IO QUESTA COSA DEL RE, PERO’ NON LO SO COME SI CHIAMA

BAMBINO4/ LO SO IO , …SI CHIAMA GESU’

MICHELE/  ( sempre a telefono) ASPETTA NON HO CAPITO …..  RIPETI CHE HAI DETTO ?

BAMBINO/ CHE HA DETTO, CHE HA DETTO ? (  a Michele, lo tocca )

BAMBINO/ LA LINEA E’ DISTURBATA NON CAPISCO ..RIPETI ( concitato, Michele non lo risponde)

BAMBINO/  MA SI PUO’ SAPERE CHE HA DETTO?  ( piu insistentemente)

MICHELE/ ( sempre piu Agitato) NON MI HA DETTO NIENTE  VA BENE? , STATEVI ZITTI, PRONTO,   A CHE ORA E’ PARTITO  QUESTO ALMENO SI PUO’ SAPERE?  ( si sposta col cellulare  sul lato sinistro del pubblico i 4 bambini lo seguono)

TUTTI/ i bambini in fondo alla scena vengono avanti  e vedono arrivare Gesu’ dal pubblico fermo che saluta, ), agitano i rami di ulivo e gridano e indicando)  EVVIVA, EVVIVA, VIVA GESU’, IL FIGLIO DI DIO , VIVA GESU’  ACCOGLIAMO IL SALVATORE ( Michele non se ne è accorto e continua a parlare da solo,  i 4 bambini si aggiungono agli altri, sul lato destro del pubblico)

MICHELE/  ( sul proscenio al centro o  angolo sinistro del pubblico, sempre al cellulare)  MA ALMENO SI PUO’ SAPERE QUALE PULLMAN HA PRESO  COME?  E’ VENUTO COL CIUCCIARIELLO?  SI VA BE’ MA  COL CIUCCIARIELLO TE LO DICO IO QUANDO ARRIVA, ARRIVA A PASQUA.   ( aggancia, i bambini riprendono a gridare viva Gesù etc)RAGAZZI MA CHE STA SUCCEDENDO? COS’E TUTTA QUESTA CONFUSIONE ?

BAMBINO/ MA COME NON LO VEDI GUARDA LA’ ( indicando il pubblico)

MICHELE/ CHE DEVO GUARDARE

BAMBINO/ GESU’, E’ ARRIVATO.

TUTTI/ E ARRIVATO GESU’

 Canzone E’’ Arrivato Gesu’ di Oreste De Santis , Gesu’ arriva,  attraversa il pubblico,  poi sale sul palco, i bambini lo accolgono agitando i rami di ulivo, ( Gesù tra la folla)  tutti cantano in coro,  ballano e si muovono come vogliono,      

E’ ARRIVATO GESU’

Testo e Musica di Oreste De Santis

***

                                        E’…………………………………………………..

E’ ARRIVATO GESU’ E’ VENUTO TRA NOI

SU BATTIAMO LE MANI NOI SAMO FELICI

SIA LODE AL SIGNOR

TANTA GIOIA CI DA’ QUANDO LUI E’ CON NOI

LUI  TI DONA L’AMORE LA PACE INTERIORE

CHE SPESSO NON HAI

C’E UNA LUCE QUAGGIU’ CHE ILLUMINA IL MONDO

QUELLA LUCE SEI TU MIO SIGNORE GESU’

SE C’E UN UOMO CHE SOFFRE

UNA MADRE CHE PIANGE

UN BAMBINO CHE GRIDA DA SOLO

IL BAMBINO SEI TU MIO SIGNORE GESU’

E’ ARRIVATO GESU’ E’ VENUTO TRA NOI

SU BATTIAMO LE MANI NOI SIAMO FELICI

SIA LODE AL SIGNOR

TANTA GIOIA CI DA’ QUANDO LUI E’ CON NOI

LUI TI DONA L’AMORE LA PACE INTERIORE

CHE SPESSO NON HAI

C’E UNA LUCE QUAGGIU’ CHE ILLUMINA IL MONDO

QUELLA LUCE SEI TU MIO SIGNORE GESU’

SE C’E UN PADRE CHE MENTE

SE C’E UN FIGLIO CHE SBAGLIA

UN BAMBINO CHE GRIDA DA SOLO

IL BAMBINO SEI TU MIO SIGNORE GESU’

E’ ARRIVATO GESU’ E’ VENUTO TRA NOI

SU BATTIAMO LE MANI NOI SIAMO FELICI

SIA LODE AL SIGNOR

TANTA GIOIA CI DA’ QUANDO LUI E’ CON NOI

LUI TI  DONA L’AMORE LA PACE INTERIORE

CHE SPESSO NON HAI

E………………………………………………………….

dopo la canzone in scena  rimangono solo i 12 apostoli  ( le bambine   escono)  siedono a terra a semicerchio  una volta seduti ,  Pietro va subito a prendere la ciotola e  subito inizia a mangiare in modo evidente, posizionare Pietro in modo  che il pubblico lo veda bene.

GESU’/  ( a voce alta) CARI APOSTOLI, 

TUTTI/ AMEN

GESU’/  E UN MOMENTO, IO NON HO DETTO ANCORA NIENTE….DUNQUE CARI APOSTOLI  ASCOLTATEMI,  PRIMA DI INIZIARE QUESTA CENA  DEVO FARVI UNA DOMANDA

GIOVANNI/ GESU’ PARLA, TI ASCOLTIAMO

GESU’/ CARI APOSTOLI , DITEMI , VEDETE LA TRISTEZZA NEL MIO VOLTO?

GIACOMO/ MANNAGGIA E LO SAPEVO   ( mannaggia  io o ‘ sapeve)

MATTEO/ GIACOMO CHE C’E CHE E’ SUCCESSO?

GIACOMO/ A STA DOMANDA NON MI SONO PREPARTO  ( sta domanda nun a saccio)

SIMONE/ NEMMENO IO

ANDREA/ E ADESSO CHE DOBBIAMO RISPONDERE?

TOMMASO/ IO NON LO SO , TU  LO SAI?

ANDREA/ NO, NON LO SO

FILIPPO/ NON LO SO NEMMENO IO

TOMMASO/ E ALLORA CHI LO SA?

GIACOMO DI ALFEO/ DOMANDIAMO A PIETRO… ( (TUTTI  chiamando) PIETRO

PIETRO/ ( subito)   A ME NON MI DOMANDATE NIENTE, TENGO DA FARE ( mangia)

 ( io nun saccio niente e po’ tengo a che fa)

GESU’/ AVANTI MIEI APOSTOLI, RISPONDETE  SENZA TIMORE , VEDETE DELLA TRISTEZZA NEL MIO VOLTO?

TUTTI/ NO

GESU’/ E INVECE IN VERITA’ VI DICO CHE  IO SONO TRISTE,   E SONO TRISTE PERCHE’ QUESTA E’ LA NOSTRA ULTIMA CENA…  ( a voce alta)   MA  …( col dito alzato)

TUTTI/ NO

GESU’/ HO DETTO MA, VOI  PERCHE’ DITE NO?

 BARTOLOMEO/ MA NO GESU’, , TU NON CI PUOI ABBANDONARE

GIUDA DI GIACOMO/ GESU’ MA PERCHE CI VUOI LASCIARE ?

GESU’/ E SE MI FATE PARLARE VE LO DICO

GIUDA/ ( tiene la barba) VE LO DICO IO IL PERCHE’ ( si alza e va a prendere un libro sul tavolino)

GIUDA DI GIACOMO / TU?  GIUDA,  MA TU CHE NE SAI

GIUDA/ LO SO PERCHE’ STA SCRITTO QUA ( mostra un libro)

GIOVANNI/ E QUELLO CHE SAREBBE ?

GIUDA/ E’ UN LIBRO NON LO VEDI, SI CHIAMA  LA BIBBIA , DOVE C’E SCRITTO LA PAROLA DI DIO,  QUI SOPRA C’E SCRITTO TUTTO QUELLO CHE SUCCEDERA’ A  GESU’,  MI E’ COSTATO 40 SESTERZI

GESU’/  ( con le mani giunte al celo commosso)  PADRE, MA  TI RENDI CONTO?  PRIMA ANCORA CHE TUTTO SI COMPIA HANNO GIA’ STAMPATO UN LIBRO,   E’ PROPRIO VERO , SU QUESTA TERRA ORMAI TUTTO E’ DIVENTATO …

TUTTI/    UN BUSINESS

GIUDA/ MA NO,  NESSUN BUSINESS ….   E’ SOLTANTO UN LIBRO…

BARTOLOMEO/ C’E ANCHE IL CD ALLEGATO ?

GIUDA/ NIENTE CD, PERO’ E’ IL LIBRO PIU’ VENDUTO NEL MONDO

GESU’/ E PER FORZA,  L’HO SCRITTO IO

GIUDA DI GIACOMO / LO TENGONO TUTTI, MA NESSUNO LO LEGGE

SIMONE/ PIETRO MA CHE SIGNIFICA BUSINESS

PIETRO/ CHE COSA ? , NON HO CAPITO RIPETI ( con la bocca piena)   

GIUDA/  VE LO DICO IO,  SIGNIFICA CHE E’ UN AFFARE, UN MODO PER FARE SOLDI

GIOVANNI/  SENTI VISTO CHE IN QUESTO LIBRO C’E SCRITTO TUTTO,   VAI AVANTI GUARDA CHE SUCCEDE DOPO

GIUDA/ CI STA SCRITTO CHE DI QUESTA  CENA,  UN CERTO LEONARDO DA VINCI, CI FARA’ UN QUADRO CHE DIVENTERA’ FAMOSO IN TUTTO IL MONDO,  IL QUADRO  SI CHIAMA

GESU’/ L’ULTIMA CENA ,

SIMONE/  QUESTA QUA  

GIUDA/ IL QUADRO COSTERA’ UN SACCO DI SOLDI

GESU’/ ( come prima)  PADRE, PADRE MIO  FAI QUALCOSA TI PREGO, MI HANNO FATTO PURE IL QUADRO

FILIPPO/ E POI CHE C’E SCRITTO PIU’

GIACOMO DI ALFEO/ NON C’E SCRITTO PIU’ NIENTE

FILIPPO / COME SAREBBE?

GIUDA/ E’ TUTTO BIANCO IO  CHE CI POSSO FARE’ ?

BARTOLOMEO/ GIUDA TI HANNO FATTO FESSO

GESU’/  GRAZIE PADRE PER AVERMI ASCOLTATO  ( con le mani al celo)

SIMONE/ CHIEDIAMO  A PIETRO… (tutti lo chiamano) .PIETRO

PIETRO/ ( subito)  IO NON SO NIENTE COME VE LO DEVO DIRE

ANDREA/  UN MOMENTO CHIEDIAMO ALL’AUTORE

FILIPPO/ GIUSTO, GESU’ PERCHE’ NON C’E SCRITTO PIU’ NIENTE?

GESU’/ MA E ‘ SEMPLICE  SULLA BIBBIA C’E SCRITTO TUTTO QUELLO CHE FARO’, MA SE NON ME LO LASCIATE FARE IL LIBRO RESTA BIANCO, IO NON RIESCO NEMMENO A PARLARE

TOMMASO/ E’ VERO, LASCIAMO PERDERE IL LIBRO E ASCOLTIAMO GESU’

BARTOLOMEO/ GESU’ ADESSO PUOI PARLARE

GESU’/ GRAZIE….DUNQUE ASCOLTATEMI TUTTI ….UOMINI DI FEDE,  VOI CHE  AVETE DECISO DI AMARMI SENZA CONDIZIONE VOI CHE AVETE LASCIATO TUTTO E AVETE   DECISO DI SEGUIRE QUEST’UOMO CHE SA’,  ED E’,  ( guarda pietro)

TUTTI/ IL FIGLIO DI DIO, 

GESU’/  E DI  PERCORRERE CON ME LA STRADA DELLA FEDE E DELL’AMORE DI DIO MA SOPRATTUTTO …..

ANDREA/ MA SOPRATTUTTO…MAESTRO VAI AVANTI  

GESU’/ MA SOPRATTUTTO DI MANGIARE ….UFFA MI SONO SCOCCIATO, INSOMMA IO PARLO E QUELLO MANGIA , COSI’ MI DISTRAGGO E POI NON RICORDO PIU’ CHE DEVO DIRE

TOMMASO/ PIETRO HAI FINITO ?

PIETRO/  ( ha finito) PURTROPPO SI , LA ZUPPA E’ FINITA, CU, CU NON C’E NIENTE PIU’,  ( mostrando)  QUESTA ZUPPA DI FAGIOLI ERA SQUISITA

ANDREA’/ HAI FINITO SI O NO ?

PIETRO/ SI  E’ FINITA  VE L’HO DETTO LA ZUPPA DI FAGIOLI E’ FINITA PURTROPPO

SIMONE/ TU TE LA MERITERESTI IN TESTA UN  ZUPPA,

PIETRO/ MA PERCHE CHE HO FATTO?

GIUDA DI GIACOMO / ( severo) MA COME CHE HAI FATTO? IL MAESTRO PARLA E TU MANGI ?

PIETRO/ GESU’ PERDONAMI, MA AVEVO COSI’ TANTA FAME

GESU/ VA BENE VA BENE TI PERDONO  , ADESSO POSSO CONTNUARE?

TUTTI/ SI

GESU/ CARI APOSTOLI COME VI DICEVO PRIMA,  QUESTA E’ L’ULTIMA CENA CHE FARO’ CON VOI, LO SO VI DISPIACE , MA PURTROPPO VI DOVRO’ LASCIARE

BARTOLOMEO/ GESU’  TI PREGO NON CI LASCIARE, SENZA DI TE SIAMO COME PECORE TRA I LUPI

GESU’/  MI DISPIACE MA IO DOVRO’ LASCIARVI

GIOVANNI/ MA COME ? DAVVERO  CI LASCI SOLI ?

GESU’/ SI , MA NON E’’ COLPA MIA , E SCRITTO SUL COPIONE,   CHE CI POSSO FARE? IO DEVO FARE LA MIA PARTE E VOI LA VOSTRA

TUTTI/ GIUSTO

PIETRO/  E IO CHE DEVO FARE?

GESU’/ ANCHE TU PIETRO E TUTTI NOI  QUI PRESENTI,  FAREMO QUELLO CHE  E’ IL VOLERE DI MIO PADRE

TUTTI/ ESATTO

GESU’/ E ADESSO CENIAMO ( prende una pagnotta di pane  e un bicchiere dal tavolo,   dà un pezzo di pane a tutti gli Apostoli – poi alza il pane al cielo)   QUESTO È IL MIO CORPO CHE È DATO PER VOI; FATE QUESTO IN MEMORIA DI ME

TUTTI/ IN MEMORIA DI TE

GESU’/  ( prende un bicchiere ed esclama) QUESTO CALICE È LA NUOVA ALLEANZA NEL MIO SANGUE, CHE VIENE VERSATO PER VOI 

TUTTI/  AMEN

 FILIPPO/ E ADESSO?  ,  GESU’ ADESSO CHE SUCCEDE?

GESU’/ COME SAREBBE CHE SUCCEDE?

MATTEO/ MA SI, DOPO LA CENA  CHE SUCCEDE?

GESU’/ LO VOLETE PROPRIO SAPERE?

TUTTI/ SI

GESU’/ E VA BENE , ALLORA IO VE LO DICO,  ( lentamente) APOSTOLI IN VERITA’ VI DICO CHE   QUESTA NOTTE , IN QUESTA TREMENDA NOTTE , IO VERRO’ …. ( gridato) VERRO’  ARRESTATO ( si sente la sinfonia n. 5/1 di Beethoven, gli apostoli, sorpresi fingono di parlare tra loro)

ANDREA/ NON E’ POSSIBILE

GIOVANNI/  MAESTRO NESSUNO SA CHE SEI QUI

FILIPPO/  NON L’ABBIAMO DETTO A NESSUNO

GESU’/ E INVECE ANDRA’ PROPRIO COSI, ANZI ANDRA’ ANCORA PEGGIO

TUTTI/ PEGGIO?

GESU’/ SI, APOSTOLI ASCOLTATEMI, IN VERITA’ VI DICO,  CHE STASERA STESSA UNO DI VOI, RIPETO UNO DI VOI (gridato)  MI TRADIRA’ (( si sente la 5/2 di Beethoven, gli apostoli, sorpresi fingono di parlare tra loro)

PIETRO/ GESU’ IO NEMMENO PER UN QUINTALE DI FAGIOLI TI TRADIREI

SIMONE/   TUTTO QUESTO NON E’ POSSIBILE

GIUDA DI GIACOMO/ NON E’ VERO, NESSUNO DI NOI  POTREBBE FARE   UNA COSA COSI’ BRUTTA

GIACOMO DI ALFEO /  IO PER ME SONO SICURO,  NON LO FARO’ MAI

BARTOLOMEO / NESSUNO DI NOI POTREBBE FARE UNA COSA DEL GENERE

GESU’/  E INCECE SUCCEDERA’ PROPRIO COSI’ ,

GIUDA/ MA SI, AMICI   CI DOVETE CREDERE, , PERCHE’  SE LO DICE GESU’, ALLORA SARA’ VEROE IO CI CREDO,  C’E QUALCUNO CHE VUOLE GIOCARSI QUALCOSA PER CASO ?

GESU’/ GIUDA ’ IL GIOCO CON IL DENARO NON E’ UNA BUONA COSA

GIUDA/ MA E’ SOLO PER SCHERZARE,  UNA FINZIONE, AVANTI CHI SCOMMETTE?

GIACOMO DI ALFEO/ E VA BENE, SE SI TRATTA DI UNA FINZIONE  ALLORA , GIOCO IO  , QUANTO TI VUOI GIOCARE?

GIUDA/ MI GIOCO TRENTA DENARI D’ARGENTO CHE GESU’ SARA’ ARRESTATO STASERA STESSA ,AVANTI COSA SCEGLI TESTA O CROCE( con una monetina)

GIACOMO DI ALFEO/  GESU’, SCEGLI TU PER ME,  TESTA O CROCE?

GESU’/ SE PROPRIO DEVO SCEGLIERE QUALCOSA , PER IL BENE DI TUTTI,  SCELGO LA CROCE

GIUDA’/  E IO TESTA  ( in piedi) ( giuda lancia la monetina) TESTA, 

TUTTI/ CHI HA VINTO?

GIUDA/ HO VINTO IO

GESU’/  APOSTOLI, RICORDATEVI SEMPRE , TUTTO QUELLO CHE SUCCEDERA’E’ SOLO IL VOLERE DI MIO PADRE

BARTOLOMEO/ E VA BENE E ALLORA DICCI CHI E’ IL TRADITORE

GESU’/  NO, QUESTO NO, 

GIOVANNI/ MA NON SI PUO’ CAMBIARE  QUESTO  COPIONE?

GESU’/ NO, NO NEMMENO QUESTO SI PUO’ FARE

BARTOLOMEO/ E VA BE’ ALLORA VISTO CHE NON SI PUO’ FARE NIENTE, DICCI ALMENO   DOPO CHE SUCCEDE

FILIPPO/ GIUSTO CHE SUCCEDE?

GESU/ E CHE SUCCEDE, SUCCEDE CHE MI ARRESTANO E MI PORTANO DA PILATO..MA  PRIMA…. VI DEVO  LAVARE I PIEDI

PIETRO/ I MIEI SONO PULITI NON C’E BISOGNO

GESU’/  SU NON FATE STORIE , DEVO LAVARE I PIEDI A TUTTI

BARTOLOMEO/ E VA BENE, MA SI PUO’ SAPERE IL PERCHE’

GESU/ E’ SCRITTO SUL COPIONE

MATTEO/  VE LO DICO  IO IL PERCHE’

GIUDA DI GIACOMO/ALLORA DICCELO A CHI STAI ASPETTANDO

ANDREA/  GESU’ CI LAVA I PIEDI IN SEGNO DI UMILTA’,  ( i bambini si preparano per la lavanda)

GESU/ BRAVO! VI  DO’ UN ESEMPIO, AFFINCHÉ ANCHE VOI FACCIATE COME VI HO FATTO IO. IN VERITÀ, IN VERITÀ VI DICO CHE IL SERVO NON È MAGGIORE DEL SUO SIGNORE, NÉ IL MESSAGGERO È MAGGIORE DI COLUI CHE LO HA MANDATO. SE SAPETE QUESTE COSE, SIETE BEATI SE LE FATE.

TUTTI/ LE FAREMO

GESU’/  BRAVI, MATTEO,  PER FAVORE PORTAMI UN ASCIUGAMANO E  DELL’ACQUA

MATTEO/ SI MIO SIGNORE (prende tutto  in scena già pronto sul tavolino)

GESU’/ E RICORDATEVI SEMPRE CHE BISOGNA ESSERE UMILI , BUONI E GENEROSI, SOPRATTUTTO CON I POVERI  E  CON GLI ULTIMI DELLA TERRA , MA SOPRATTUTO PER I MORTI PER FAME  ( indicando Pietro)

PIETRO/ GRAZIE PER IL COMPLIMENTO

GESU’/ AVANTI, ADESSO  FATEVI LAVARE I PIEDI ( inizia a lavare, ogni apostolo a centro palco in piedi gli mostra il piede , fa la battuta e poi si sposta)

BARTOLOMEO/ A ME MI VIENE IL SOLLETICO

GIOVANNI/ GESU’  ANDREA  TIENI I PIEDI PIENI DI CALLI

MARCO/ E’ LA FATICA GESU’, IERI ABBIAMO FATTO,  20 KM A PIEDI A PREDICARE  LA PAROLA DI DIO

GESU’/ MAMMA, MIA E CHE PUZZA,  A TE CI VORREBBE UNA DOCCIA INVECE, ALTRO CHE PIEDI

GIUDA DI GIACOMO/ /  SCUSA GESU’ MA NON  POTEVO SAPERE DI QUESTA EVENIENZA 

GESU’/ PIETRO AVEVI RAGIONE I TUOI SONO PULITI

PIETRO/ L’AVEVO DETTO  CHE  NON C’ERA BISOGNO

GIOVANNI/  ANCORA?, ALLORA NON L’HAI CAPITO, GESU’ LO DEVE FARE PER FORZA ( Gesu’ finisce di lavare)

GESU’/ E ADESSO CHE ANCHE QUESTO E’ COMPIUTO POSSIAMO ANDARE A    DORMIRE ,  

 

PIETRO/  UN MOMENTO, PRIMA  DEVO FARTI UNA DOMANDA

GESU’/ DIMMI PIETRO CHE C’E’?

PIETRO/ NON MI DIRE CHE  SARO’ IO A TRADIRTI, DIMMELO TI PREGO SARO’ IO A TRADIRTI?

GESU/ PIETRO IN VERITA’ TI DICO CHE PRIMA CHE IL GALLO CANTI , TU MI RINNEGHERAI  PER TRE VOLTE

PIETRO/ NON E’ POSSIBILE

MARCO/ SE L’HA DETTO GESU’ E’ VERO

PIETRO/ MA IO NON TI  RINNEGHERO’ MAI, QUESTO COPIONE E’ SBAGLIATO

ANDREA/ HA DETTO PRIMA CHE IL GALLO CANTI TRE VOLTE

PIETRO/ AH SI, E ALLORA   IO TAPPO LA BOCCA A  TUTTI I GALLI DELLA PALESTINA

GESU’/ PIETRO MA CHE DICI?

PIETRO/  ( in ginocchio) PERDONAMI GESU’ MA NO POSSO SOPPORTARE QUESTO DOLORE ,  PERCHE’ PROPRIO IO …?

GESU’/ NON TEMERE PIETRO,  TUTTO ORMAI E’ GIA’ SCRITTO  ..SIA IL PRIMO

GIACOMO DI ALFEO/ / SIA IL PRIMO CHE IL SECONDO TEMPO

GESU’/ VA BENE , ADESSO ANDIAMO A DORMIRE  ( tutti si stendono a terra per dormire, si posizionano su due lati  in modo da rimanere il palco centrale libero per il balletto  “CANZONE DI GIUDA” di Oreste De Santis)

CANZONE DI GIUDA

Testo e musica di Oreste De Santis

***

E’ INTELLIGENTE  SA FARE TUTTO LUI

PARLA ALLA GENTE E’ PROPRIO CONVINCENTE

CONOSCE   DIO  CHE DICE CHE E’ SUO PADRE

E C’E UNA DONNA CHE DICE CHE E’ SUA MADRE

NON LO SOPPORTO  QUANDO LUI FA COSI’

TUTTI LO ADORANO TUTTI GLI DICON SI

MA QUALCHE DUBBIO INVECE IO CE L’HO

E QUESTA NOTTE ARRESTARE LO FARO’

RIT/ GIUDA , MI CHIAMO GIUDA

E PROPRIO A ME LO TOCCA FAR

ANCHE SE IN QUESTA STORIA

IO PROPRIO NON CI VOLEVO ENTRAR

GIUDA MI CHIAMO GIUDA

E PROPRIO A ME LO TOCCA  FAR

ANCHE SE IN QUESTA STORIA

IO PROPRIO NON, CI VOLEVO ENTRAR

( musica)

CAPISCE TUTTO E’ PROPRIO UN GRAN BEL TIPO

NON SI LAMENTA  NON DICE MAI DI NO

FA COSE STRANE  TRASFORMA MANNA IN PANE

A TUTTI DICE CHE GLIELO CHIEDE IL PADRE

NON LO SOPPORTO  QUANDO LUI FA COSI’

TUTTI LO ADORANO TUTTI GLI DICON SI

MA QUALCHE DUBBIO INVECE IO CE L’HO

E QUESTA NOTTE ARRESTARE LO FARO’

( MUSICA +RIT +MUSICA+RIT )

(   a luci soffuse, dopo il balletto, mentre dormano giuda  si alza )

GIUDA/ BENISSIMO, TUTTI DORMANO E’ QUESTO IL MOMENTO GIUSTO

si avvia uscendo dal pubblico gridando GUARDIE; GUARDIE  )

( dopo che giuda è andato via, un apostolo russa; )

PIETRO/ (  si alza , non riesce a dormire) UFFA, NON RIESCO A DORMIRE, MA GUARDA QUESTO COME RUSSA, MA COME FACCIO A DORMIRE?

MATTEO/ (cantato) OI MIA BELLA MADONNINA , CHE LE BRILLI SU MILAN

PIETRO/ SENTI  QUEST’ALTRO , MA SI PUO’ MAI DORMIRE IN QUESTE CONDIZIONI?

MARCO/ NO, GESU’ NON TE NE ANDARE , NON TE NE ANDARE ( incubo)

PIETRO/ SENTI, SENTI, QUESTO TIENI GLI INCUBI  

BARTOLOMEO/  ( cantato) OI VITA , OI VITA MIA,  OI CORE E CHISTU CORE

PIETRO/ ANCORA? MA DOVE LE SENTONO QUESTE CANZONI COSI’ STRANE

ANDREA/ ( sempre nel sonno, agitando le mani) NO, IO NON SONO STATO,  NON E’ POSSIBILE , LASCIATEMI STARE, NON HO FATTO NIENTE

PIETRO/  , MA COME SI FA A DORMIRE ? E’ NA PAROLA …   E VA BE’ RIPROVIAMO  

 ( si stende   e si addormenta)

(  silenziosamente arriva giuda senza barba con 2 guardie e due sacerdoti sale dal pubblico lui avanti e gli altri dietro)

GUARDIA1/ E’ QUESTO IL POSTO DOVE SI NASCONDE GESU’? SEI SICURO?

GIUDA/ MA CERTO STATE TRANQUILLI  IL POSTO E’ QUESTO

GUARDIA2/  SENTI GIUDA, MA COME FAREMO A SAPERE CHI E’ GESU’?

GIUDA/ ( sul palco) VE LO DIRO IO’ , ASCOLTATEMI BENE, COLUI CHE  IO BACERO’ E’ GESU’ ,E’ LUI CHE DOVETE ARRESTARE

GUARDIA1/ VA BENE ABBIAMO CAPITO, QUELLO CHE TU BACERAI E’ GESU’,

SACERDOTE1/ BRAVO GIUDA , E STAI TRANQUILLO, STAI FACENDO LA COSA  GIUSTA

SACERDOTE2/  TE LI SEI GUADAGNATI BENE I TUOI 30 DENARI D’ARGENTO

GIUDA/ NON L’HO FATTO PER I SOLDI

SACERDOTE1/ GIA’, DICONO TUTTI COSI’

SACERDOTE2/ PERO’ POI I SOLDI SE LI PRENDONO  TUTTI

GIUDA/  VA BENE, VA BENE, ADESSO PERO’  NASCONDETEVI , CHE TRA POCO SI SVEGLIERANNO

GUARDIA2/  UN MOMENTO, A QUESTO GESU’ DOVE LO BACERAI,  QUESTO LO DOBBIAMO SAPERE SULLA FRONTE? SULLA GUANCIA DOVE? E’ MEGLIO ESSERE PRECISI

GIUDA/ NON IMPORTA IL POSTO, PERCHE’  STASERA, SOLO LUI BACERO’,  ADESSO VE NE VOLETE  ANDARE ? O DOBBIAMO FARE LA NOTTATA ? ANDATE, ANDATE

SACERDOTE1/ VERAMENTE CI SAREBBE

GIUDA/  ( come fosse un ordine) ANDATE

 ( le guardie e i sacerdoti si nascondono due da un lato e due dall’altro dietro al sipario, o se il palco lo consente dietro una quinta ) ’

GIUDAE MAMMA MIA , MA CHE CE VO’ PE CAPI’ NA COSA ( e mamma mia, ma che ci vuole per capire una cosa) /( sbattendo le mani)  IAMMEBELLE, FACIMME AMBRESSE  SVEGLIA, SU SCETATEVE ( su, su avanti svegliatevi e’ ormai quasi mattina ) CA  STE STA FACENNE MATINA

TOMMASO/  MA CHI E’ ?

MATTEO/ GIUDA SEI TU?

GIOVANNI/ MA NON STAVI DORMENDO INSIEME A NOI?

GIUDA/ IO MI SVEGLIO SEMPRE ALL’ALBA ,  PERCHE’ NON LO SAPETE?

ANDREA/ E DOVE SEI ANDATO ?

GIUDA/ SONO ANDATO A FARE COLAZIONE, IO LA MATTINA SE NON MANGIO CORNETTO E CAPPUCCINO, STO TUTTA LA GIORNATA COL MAL DI STOMACO

TOMMASO/ AH DAVVERO MA GUARDATE UN PO’

GIACOMO DI  ALFEO/ UE’ MA TI SEI FATTO LA BARBA,  MA LO SAI CHE SEMBRI UN'ALTRA PERSONA

TOMMASO/ VIENI QUI FRATELLO,  FATTI DARE UN BACIO  DI BENVENUTO

GIUDA/ NO, NO NESSUN BACIO

TOMMASO/ MA PERCHE’,  FATTI DARE UN BACIO,

GIUDA/  TOMMASO HO DETTO DI NO, MA LO SENTI QUANDO UNO PARLA?

TOMMASO / MA CHE C’E TI VERGOGNI, NON TI VOGLIO MICA SPOSARE, E’ SOLO UN BACIO TRA FRATELLI

GIUDA DI GIACOMO/ MA SI,  VUOLE SOLO DARTI UN BACIO INSOMMA QUANTE STORIE

GIUDA/ HO DETTO NIENTE BACI E BASTA

PIETRO/ UE’ MA CHE STA SUCCEDENDO ( si sveglia)

GIOVANNI/ TI SEI SVEGLIATO FINALMENTE

PIETRO/ SVEGLIATO? IO NON HO DORMITO PROPRIO, MA SI PUO’ SAPERE PERCHE’ GRIDAVATE

SIMONE/ NIENTE, TOMMASO VOLEVA DARE UNA BACIO DI BENVENUTO A GIUDA, MA LUI GLIEL’HO HA NEGATO

FILIPPO/ HA FATTO TANTE STORIE

PIETRO/ GIUDA PER UN BACIO? MA  NOI QUI SIAMO TUITTI FRATELLI, DI COSA HAI PAURA?

GIUDA/ IO NON HO PAURA DI NIENTE , HO SOLO DETTO NIENTE BACI E BASTA

GIOVANNI/  E SI PUO’ SAPERE IL PERCHE’

GIUDA/ PERCHE’…PERCHE’… PERCHE’ SE PROPRIO DEVO DARE UN BACIO A QUALCUNO , LO DO’ A GESU’  

BARTOLOMEO/ E CHE ESAGERAZIONE

GESU’/  ( si fa avanti) AVANTI GIUDA, DAMMI IL BACIO, TI STO ASPETTANDO , FAI QUELLO CHE DEVI FARE

SIMONE/ CHE SIGNIFICA ?  ( a giacomo di alfeo) ( giuda bacia Gesu’)

GIACOMO DI ALFEO / / E CHE NE SO ,  SARA’ SCRITTO SUL COPIONE CHE DEVE BACIARE GESU’

BARTOLOMEO/ MA CERTO SARA’ PROPRIO COSI’

GESU’/  GIUDA CON UN BACIO TRADISCI IL FIGLIO DELL’UOMO

SACERDOTE1/  ( uscendo dal nascondiglio e gridato)  PRENDETELO,  QUELLO E’ GESU’ 

( due guardie lo prendono)

GESU’/ QUELLO CHE DEVE ESSERE SARA’

GUARDIA1/ AVANTI FAI IL BRAVO CHE NON TI METTO NEMMENO LE MANETTE 

GESU’/ IO NON HO FATTO NIENTE

GUARDIA2/  SI, SI, VA BE’ DICONO TUTTI COSI’, FORZA ANDIAMO ( si avviano)

APOSTOLI/ (apostoli che gridano tutti insieme ) MA NO CHE FATE, LASCIATELO STARE NON HA FATTO NIENTE, LASCIATELO E’ GESU’, E’ IL FIGLIO DI DIO ( le guardie portano via Gesu’)

SIMONE/  MA ADESSO DOVE LO PORTANO?

GIOVANNI/   IO NO N LO SO, E FORSE NON LO SA NEMMENO LUI

FILIPPO/ MA CERTO CHE LO SA’, CE L’HA DETTO LUI CHE E’ TUTTO SCRITTO,  

GIACOMO DI ALFEO/ AVANTI GESU’ DICCI DOVE TI PORTANO?

GESU/ MI PORTANO DA PILATO

GIUDA DI GIACOMO/AVANTI SEGUIAMOLO

( gli apostoli seguono Gesu’ gridando…lasciatelo stare non ha fatto niente….( tutti escono, dal lato opposto entrano le ancelle per il balletto ; mentre parte la CANZONE  Il Figlio di Dio di Oreste De Santis)

IL FIGLIO DI DIO

Testo e Musica di  Oreste De Santis

***

SEMBRAVA UNA NOTTE COME TUTTE LE ALTRE

MA NON ERA COSI NO NON ERA COSI

LUI CE L’AVEVA DETTO CHE SAREBBE SUCCESSO

CHE QUELLA NOTTE QUALCUNO

LO AVREBBE TRADITO

RIT/ E ADESSO SEI DA SOLO

IN UNA CELLA SCURA

TU CHE SEI LA LUCE

MA COME UN UOMO HAI PAURA

E NON E’ GIUSTO MA E’ COSI

PERCHE’ NESSUNO CI CREDE

CHE SOLO TU

TU SEI IL FIGLIO DI DIO

TU SEI IL FIGLIO DI DIO

TU SEI IL FIGLIO DI DIO

TU SEI IL FIGLIO DI DIO

TU SEI IL FIGLIO DI DIO

OH MIO SIGNORE TU CHE SEI VENUTO DA NOI

A DONARCI L’AMORE A LIBERARCI DAL MALE

E QUESTA NOTTE LUNGA ORMAI NON PASSA PIU'

E NON C’E NIENTE DA FARE BISOGNA SOLO PREGARE

RIT/ PER TE CHE  SEI DA SOLO

IN UNA CELLA SCURA

TU CHE SEI LA LUCE

MA COME UN UOMO HAI PAURA

E NON E’ GIUSTO MA E’ COSI

PERCHE’ NESSUNO CI CREDE

CHE SOLO TU

TU SEI IL FIGLIO DI DIO

TU SEI IL FIGLIO DI DIO

TU SEI IL FIGLIO DI DIO

TU SEI IL FIGLIO DI DIO

( MUSICA E POI RIT)

 ( dopo la canzone e il balletto, tutti i bambini che hanno ballato si siedono  sul palco alla destra del pubblico tranne due ancelle, che restano in piedi) alla sinistra del pubblico entra la moglie di Pilato tutta agghindata a festa  ),

MOGLIE DI PILATO / CHE C’E CHE SUCCEDE, COS’E TUTTA QUESTA CONFUSIONE?

ANCELLA1/  CI PERDONI PADRONA MA STANNO BUSSANDO LA PORTA

MOGLIE DI PILATO/  LO, SO CHE STANNO BUSSANDO,  AVETE CHIESTO CHI E’?

ANCELLA2/ SI MIA SIGNORA,  SONO LE GUARDIE DEL PALAZZO E DUE SACERDOTI

MOGLIE DI PILATO/ A QUEST’ORA DELLA NOTTTE,  E COSA VOGLIONO?

ANCELLA1 E 2/ QUESTO NON LO SAPPIAMO

MOGLIE DI PILATO/ VA BENE FATE ENTRARE , LI RICEVO IO ,  

ANCELLE1/2/ SUBITO MIA SIGNORA

ANCELLA 1/ PREGO ENTRARE  PURE ( affacciandosi dalla uscita centrale, poi si siedono tra il popolo, entrano le guardie  e i sacerdoti )

 GUARDIA1/  SALVE A TE MOGLIE DI  PILATO

MOGLIE DI PILATO/ SALVE  A VOI GUARDIE DI MIO MARITO,  E  SALVE ANCHE A VOI ,  SOMMI SACERDOTI DELLA PALESTINA

SACERDOTI/  SALVE ANCHE A TE  SIGNORA DELLA GIUDEA

MOGLIE DI PILATO/ POTREI SAPERE COSA E’ MAI SUCCESSO DI  COSI’ TANTO GRAVE, PER VENIRE A QUEST’ORA?

GUARDIA1/ MOGLIE DI PILATO, STANOTTE ABBIAMO ARRESTATO NEL GIARDINO DI   GETSEMANI, COLUI CHE DICE DI CHIAMARSI  GESU’ ( lo mostra)

MOGLIE DI PILATO/ CHE HA FATTO DI MALE QUEST’UOMO?

SACERDOTE/ E’ UN IMPOSTORE , SI PROCLAMA RE DEI GIUDEI, IL FIGLIO DI DIO

MOGLIE DI PILATO/ E A NOI CHE CE NE IMPORTA?

SACERDOTE1/ COME SAREBBE?

MOGLIE DI PILATO/ MACERTO, SI PROCLAMI QUELLO CHE VUOLE,  E’ SEMPLICEMENTE  IL SOLITO PAZZO CHE DICE TUTTO QUELLO CHE GLI PASSA PER LA TESTA, COME LUI CE NE SONO A CENTINAIA SU QUESTA TERRA

SACERDOTE/ COME SAREBBE? , QUEST’UOMO DEVE ESSERE CONDANNATO , DANNEGGIA LA NOSTRA CREDIBILITA’,  LA NOSTRA RELIGIONE

MOGLIE DI PILATO/ LA VOSTRA CREDIBILITA’ ? MA INSOMMMA SMETTIAMOLA , DOVE SI E’ VISTO MAI CHE UN PAZZO  MINACCI UNA RELIGIONE COSI’ ANTICA COME LA VOSTRA?

SACERDOTE1/ INVECE E’ PROPRIO COSI, LO STANNO AD ASCOLTARE MIGLIAIA DI PERSONE,

GUARDIA 1/ QUEST’UOMO SOBILLA IL POPOLO E IMPEDISCE  DI DARE TRIBUTI A CESARE

GUARDIA2/ AFFERMA DI ESSERE IL CRISTO

SACERDOTE2/ COSTUI SOLLEVA IL POPOLO, INSEGNANDO PER TUTTA LA GIUDEA, DOPO AVER COMINCIATO DALLA GALILEA FINO A QUI

SACERDOTI1/2 DEVE ESSERE CONDANNATO

MOGLIE DI PILATO/  MA E’ SOLO UN PROFETA COME TANTI, CHE DICE TUTTO QUELLO CHE GLI PASSA PER LA TESTA,  SENTITE,  QUEST’UOMO NON E’ UNA MINACCIA PER ROMA

SACERDOTE1/ MIA SIGNORA  VI PREGO CHIAMATE PILATO VOSTRO MARITO, LUI CONOSCE LA STORIA,  E SAPRA’ GIUDICARE   

SACERDOTE2/ QUEST’UOMO E’ PERICOLOSO ,  NON SOLO PER LA NOSTRA RELIGIONE MA ANCHE PER ROMA , DOV’E’ PILATO PERCHE’ NON E’ QUI?

MOGLIE DI PILATO/ MIO MARITO STA UN PO’ INDAFFARATO IN QUESTO MOMENTO, MA CI SONO IO

SACERDOTE1/ MA NON E’ LA STESSA COSA, NOI VOGLIAMO PILATO  

( tutti i sacerdoti + le guardie) VOGLIAMO   PILATO, VOGLIAMO   PILATO

MOGLIE DI PILATO/  MA INSOMMA SMETTETELA DI GRIDARE , MI SEMBRATE DEI BAMBINI CHE FANNO UNA RECITA, VE L’HO DETTO NO,    STA  INDAFFARATO

SACERDOTE2/  E SE NON E’ TROPPO SI PUO’ SAPERE A FARE CHE COSA?

MOGLIE DI PILATO/ MA CERTO, MIO MARITO  PILATO,  SI STA FACENDO ….LA DOCCIA, ECCO VE L’HO DETTO

SACERDOTI/ COME SAREBBE  LA DOCCIA?

MOGLIE DI PILATO/ SI LA DOCCCIA? COME LA CHIAMA LEI?  QUELLA CHE SI FA CON L’ACQUA  CHE SCENDE , INSOMMA LA DOCCIA

SACERDOTE1/ HO CAPITO LA DOCCIA, LA DOCCIA

SACERDOTE2/ MA NON  DOVEVA SOLO LAVARSI LE MANI?

MOGLIE DI PILATO/ SI IN EFFETTI,  L’INTENTO ERA QUELLO, MA POI SI E’ TROVATO LI’  E HA PENSATO DI FARSI UNA DOCCIA, E SE LO VOLETE SAPERE , HA FATTO PROPRIO BENE…

ARRIVA PILATO – (stacchetto musicale Entrata di Pilato , le due ancelle ballano e poi si risiedono) ECCOMI SONO QUI  CHI MI CERCAVA ?

TUTTI/ AVE A TE PILATO  BEN LAVATO E TUTTO PROFUMATO 

PILATO/ AVE ANCHE VOI  POPOLO PUZZOLENTE , ADESSO DITEMICOS’E MAI SUCCESSO DI COSI’ TANTO GRAVE , DA PORTARVI QUI DA ME  A QUEST’ORA DELLA NOTTE ?

MOGLIE DI PILATO/  NIENTE DI IMPORTANTE IL SOLITO PAZZO, SENTI IO MI RITIRO ,  A ME QUESTE QUESTIONI MI FANNO VENIRE IL MAL DI STOMACO ( esce)

PILATO/ VAI  PURE CARA TI RAGGIUNGERO’ PIU’ TARDI,

TUTTI/ SALUTE  A TE MOGLIE DI PILATO

PILATO/ AVANTI ADESSO PARLATE PURE , VI ASCOLTO

SACERDOTE 1/ SOMMO PILATO, COSTUI DEVE ESSERE CONDANNATO

SACERDOTE 2 / AFFERMA DI ESSERE IL RE DEI GIUDEI

POPOLO/ E DICIMME SEMPE A STESSA COSA? ( e diciamo sempre la stessa cosa?)

PILATO/  (gridato) SILENZIO ( a Gesù) TU STRACCIONE , ASCOLTAMI, SEI TU IL RE DEI GIUDEI? ( Gesù non risponde)  ALLORA SEI SORDO? DICO A TE, SEI TU IL RE DEI GIUDEI?

GESU’/ SEI TU CHE LO DICI

SACERDOTE1/ HAI VISTO CHE TI DICEVO, E’ UN IMPERTINENTE

SACERDOTE2/  E’ VERO, DA SEMPRE QUESTE RISPOSTE STRANE, CHE CI   LASCIANO SEMPRE SENZA PAROLE

GUARDIE/ ( ad alta voce)  SIAMO D’ACCORDO

PILATO/  ( gridato) SILENZIO…IN VERITA’ EMERITI SACERDOTI, IO IN QUEST’UOMO NON VEDO NESSUNA MINACCIA PER ROMA

SACERDOTI/ DICE DI ESSERE IL CRISTO

PILATO/  A QUANTO MI E’ STATO RIFERITO , QUEST’UOMO  NON HA AMMAZZATO NESSUNO

SACERDOTI/ PARLA ALLA GENTE, E LA GENTE LO ASCOLTA

PILATO/  NON PARLA CONTRO ROMA E  PER QUELLO CHE MI E’ DATO DI SAPERE,  FA SOLO DEL BENE,   TUTTAVIA NON TEMETE , PER FARVI CONTENTI LO CASTIGHERO’ SEVERAMENTE E POI LO RILASCERO’, SIETE SODDISFATTI?

SACERDOTI/  NO, QUEST’UOMO VA  PROCESSATO

GUARDIE/ E CONDANNATO

SACERDOTI/ GIUSTO , DEVE ESSERE CROCIFISSO, E’ IL VOLERE DEL POPOLO

PILATO/ E VA BENE DOMANI , LO METTERO’ NELLA PUBBLICA PIAZZA ISIEME AD UN VERO ASSASSINO, BARABBA, E UNA VOLTA LI,  LASCEREMO SCEGLIERE IL POPOLO,  NON SO VOI, MA IO SONO UN VERO DEMOCRATICO, E SE E’ VERO COME DITE VOI CHE E’ IL POPOLO CHE LO VUOLE,  IL POPOLO LO CONDANNERA’,  ADESSO  PERO’ ANDATE CHE C’E LA PARTITA IN TV   E NON ME LA  VOGLIO PERDERE , ANDATE, ANDATE  ( esce)

TUTTI/ AVE A TE GRANDE PILATO   (  escono le guardie e Gesù insieme a Pilato da un lato; e dal lato opposto i sacerdoti) ( dal pubblico arriva Pietro che raggiunge correndo i bambini sul palco)

PIETRO/ POPOLO, POPOLO, CHE E’ SUCCESSO

BAMBINA/ GESU’ VERRA’ PROCESSATO DOMANI NELLA PUBBLICA PIAZZA,

PIETRO/ CHI L’HA DETTO ?

BAMBINA/ L’HA DETTO PILATO

PIETRO/ SIETE SICURI?

BAMBINA/ E COME NO, ABBIAMO VISTO TUTTO IL FILM

BAMBINA/  ( facendosi spazio tra il popolo) UN MOMENTO , MA IO A TE TI CONOSCO TU TU….. TU SEI PIETRO, MA CERTO SEI PIETRO

BAMBINA/ SI PIETRO , SEI UN DISCEPOLO DI GESU’

PIETRO/ MA COSA DICI DONNA? IO NON LO SONO

BAMBINA/ SI, SI ANCHE QUESTI ERA CON LUI

PIETRO/ HO DETTO CHE NON CONOSCO GESU’, DONNA

BAMBINA/ E’ VERO, ANCHE LUI E’ UN GALILEO

PIETRO/ O DONNA NON SO QUELLO CHE DICI

( si sente cantare un gallo; Pietro si ricorda delle parole di Gesu’  si mette le mani in faccia e piange; poi sconvolto e barcollando;  scappa via tra il pubblico) – ( dal palco entrano due guardie , Gesù e barabba , una guardia accompagna Gesù e un'altra barabba – tutti i bambini su un lato formano il popolo)

GUARDIA DI BARABBA/ AVANTI CAMMINA , E NON FARE STORIE

BARABBA/ SE SOLO AVESSI LE MANI LIBERE LO SO IO COSA TI FAREI

POPOLO/  VIVA BARABBA, LASCIATE LIBERO BARABBA  

GUARDIA DI BARABBA/  BARABBA  STAI ZITTO, CHE TU HAI FATTO GIA’ ABBASTANZA DANNI

BARABBA/  SI HO UCCISO CENTINAI DI ROMANI, MA NON SONO MAI TROPPI E SE FOSSI LIBERO LO FAREI ANCORA,  SIETE DEGLI OPPRESSORI   

POPOLO/  VIVA BARABBA, LASCIATE LIBERO BARABBA  

GUARDIA DI BARABBA/  NOI OPPRESSORI MA CHE DICI?

BARABBA/ SI OPPRESSORI , OPPRESSORI

GUARDIA DI BARABBA/ E TU ALLORA? TU SEI PEGGIO,   TU  SEI UN ASSASSINO

Arriva Pilato ( stacchetto musicale, le due ancelle ballano)

GUARDIE E POPOLO/ AVE A TE PILATO

PILATO/  AVE A VOI POPOLO DELLA PALESTINA   (al centro della scena ; va avanti indietro come pensasse al da farsi)

BARABBA/ POPOLO, ASCOLTAMI RIBELLATI ,  I SOLDATI ROMANI  SONO DEGLI OPPRESSORI ( ai bambini)

GUARDIA DI BARABBA/  ANCORA CON QUESTA STORIA?

BARABBA/ SI  SI, SI , OPPRESSORI, OPRRESSORI,  

GUARDIA DI BARABBA/ E TU UN ASSASSINO, ASSASSINO, ASSASSINO, TIE’

BARABBA/  E LUI? ( a Gesù)  E LUI ?  LUI CHI E’ ?  CHE HA FATTO DI MALE?

GUARDIA DI GESU’/  LUI A TUO CONFRONTO, E’ UN SANTO, NON HA FATTO NIENTE

BARABBA/ E ALLORA PERCHE’ LO CONDANNANO?

TUTTI I BAMBINI/ E’ UN IMPOSTORE, DEVE ESSERE CROCIFISSO, CONDANNATE GESU’ LIBERATE BARABBA

GUARDIA DI GESU’/  ( a Gesù) SEMBRA CHE IL POPOLO NON SIA DELLA TUA PARTE

NON DICI NIENTE?

GESU’/ TUTTO SI COMPIRA’,  E’ IL VOLERE DI MIO PADRE

GUARDIA DI GESU’/ PER ESSERE  IL LORO RE, NON TE LA PASSI  TANTO  BENE, TI VOGLIONO TUTTI MORTI, LI SENTI COSA GRIDANO?

TUTTI I BAMBINI/ E’ UN IMPOSTORE, DEVE ESSERE CROCIFISSO, CONDANNATE GESU’ LIBERATE BARABBA,  GESU’ CROCIFISSO, GESU’ CROCIFICCO

PILATO/ SILENZIO ( tutti zitti)  POPOLO ASCOLTAMI, MI AVETE PORTATO QUEST'UOMO CHE DICE DI ESSERE IL RE DEI GIUDEI E MI AVETE DETTO CHE E’  UN SOBILLATORE DEL POPOLO; ECCO, L'HO ESAMINATO DAVANTI A VOI, MA NON HO TROVATO IN LUI NESSUNA COLPA DI QUELLE DI CUI LO ACCUSATE;

ALCUNI BAMBINI DAL POPOLO/  QUEST’UOMO E’ COLPEVOLE

PILATO/ NEANCHE ERODE L’HA RITENUTO COLPEVOLE, INFATTI CE L'HA RIMANDATO. ECCO, EGLI PER ME NON HA FATTO NULLA CHE MERITI LA MORTE,  TUTTAVIA, LASCIO DECIDERE A VOI , A VOI CHE SIETE  IL POPOLO, E SE IL POPOLO VORRA’ , UNO DI QUESTI UOMINI SARA’’ LIBERATO, AVANTI ADESSO SCEGLIETE ,  CHI VOLETE LIBERO

POPOLO/  /  GESU’ CROCIFISSO, LIBERO BARABBA,  GESU’ CROCIFISSO , , LIBERO BARABBA

PILATO/ SIETE PROPRIO SICURI?

POPOLO/  SI,

PILATO/ FATE ATTENZIONE, NON VI IMBROGLIATE, QUESTO E’ GESU’ ( indicando) E QUESTO BARABBA , VOI CHI VOLETE LIBERARE?

POPOLO/  GESU’ CROCIFISSO, BARABBA LIBERO

PILATO/ E VA BENE , SE PROPRIO LO VOLETE , HO DECISO, SIA FATTA LA VOLONTA’ DEL POPOLO, IO ME NE LAVO LE MANI, LIBERATE BARABBA E CROCIFIGGETE GESU’ ( esce dal palco)

( barabba  corre dal popolo , le guardie portano via Gesù tra il pubblico)

Canzone di Barabba di Oreste De Santis

CANZONE DI BARABBA

Testo e Musica di Oreste De Santis

***

SONO BARABBA SONO CATTIVO

TENGO LA BARBA E ANCHE UNA BANDA

SERVO IL MIO POPOLO

COMBATTO I ROMANI

FACCIO LA GUERRA

ORA  E ANCHE DOMANI

NON MI LAMENTO LO DEVO FARE

E’ IL MIO DESTINO AMORE MIO

MI SPIACE SOLO

CHE NON TI HO MAI VICINO

MA QUESTA GUERRA

   LA FACCIO ANCHE PER TE

RIT/ SI LO SO TU MI VUOI BENE

SI  LO SAI  TE NE VOGLIO ANCH’IO

CACCIO  STI ROMANI E POI DI CORSA

VENGO SUBITO  DA TE

CACCIO STI ROMANI E POI DI CORSA

VENGO  SUBITO  DA TE

(MUSICA)

SONO BARABBA SONO ARRABBIATO

QUESTI ROMANI NON LI SOPPORTO

SONO OPPRESSORI DEI VILI INVASORI

E PRIMA O POI VIA LI MANDERO’

NON MI LAMENTO LO DEVO FARE

E’ IL MIO DESTINO AMORE MIO

MI SPIACE SOLO

CHE NON TI HO MAI VICINO

MA QUESTA GUERRA

  LA FACCIO ANCHE PER TE

RIT DUE VOLTE /

SI LO SO TU MI VUOI BENE

SI  LO SAI  TE NE VOGLIO ANCH’IO

VIA QUESTI ROMANI E POI DI CORSA

VENGO SUBITO  DA TE

SI LO SO TU MI VUOI BENE

SI  LO SAI  TE NE VOGLIO ANCH’IO

CACCIO STI  ROMANI E POI DI CORSA

VENGO SUBITO  DA TE

CACCIO STI ROMANI E POI DI CORSA

VENGO  SUBITO  DA TE

( dopo la canzone e il balletto dal pubblico arriva Gesù e i due ladroni insieme a due nuove guardie,  più distaccate segue; LA MADONNA   , MARIA MADDALENA e GLI APOSTOLI  durante il tragitto le guardie spingono i tre gridando, AVANTI CAMMINATE, LASCIATE PASSARE IL RE ( Ridono) AVANTI VELOCI, SU,SU CAMMINATE( fino al palco, Gesù, le guardie e i due ladroni sul palco, La madonna + Maria Maddalena a destra del pubblico giù dal palco, Apostoli  alla sinistra del pubblico, giù dal palco)

( una volta sul palco, mentre le guardie crocifiggono Gesù e i due ladroni ( gli sistemano un pezzo di legno  in orizzontale da dietro  ( dove legare le mani e dare l’idea della crocifissione)   i piedi liberi, i tre resteranno in piedi con le braccia aperte, Gesu’ al centro i ladroni di lato , tutti e tre a centro palco, le guardie uno a destra e un altro a sinistra sul palco, tutti gli altri giù )  

MARIA MADDALENA/ NON E’ GIUSTO, GESU’ NON HA FATTO NIENTE

MADONNA/ LIBERATE MIO FIGLIO, GESU’ NON HA COLPE

TUTTI/ LIBERATE IL FIGLIO DI DIO

GUARDIA 1/ CHI SEI TU DONNA CHE GRIDI COSI’ TANTO?

MADONNA/ SONO SUA MADRE, MIO FIGLIO NON HA FATTO NIENTE DI MALE

MARIA MADDALENA/  GESU’ E’ UN UOMO BUONO, HA SALVATO TANTE PERSONE , LIBERATELO

GUARDIA2/  DONNE, QUEST’UOMO HA DETTO DI ESSERE IL RE DEI GIUDEI

MADONNA/ E’ LA VERITA’, LASCIATELO LIBERO

GUARDIA1/ MA SE  E’ UN RE, O IL FIGLIO DI DIO, COME DICE , COSA ASPETTA A LIBERARSI DA SOLO?

APOSTOLI/ LIBERATELO E’ DAVVERO IL FIGLIO DI DIO

GUARDIA1/ SILENZIO , MI DISPIACE, MA E’ IL SUO POPOLO CHE HA VOLUTO TUTTO QUESTO, FOSSE STATO  PER ME…. L’AVREI LIBERATO E A QUEST’ORA SAREI STATO A  MANGIARE UN HOT DOG INSIEME A MIO FIGLIO

MARIA MADDALENA/ MA NON HA FATTO NIENTE DI MALE, ANZI HA FATTO SOLO DEL BENE, CHIEDETE IN GIRO TUTTI I MIRACOLI E TUTTE LE PERSONE CHE HA GUARITO SOLO CON LA PREGHIERA E IL BENE DI DIO SUO PADRE  

GUARDIA1 E 2/ SILENZIO DONNE, SMETTETELA DI GRIDARE COME DELLE GALLINE IMPAURITE

GUARDIA1/ MI DISPIACE,  MA NON SI PUO’ FARE PIU’ NIENTE, ADESSO E’ TROPPO TARDI,

GURADIA2/ E COMUNQUE TUTTO ORMAI E’ STATO GIA’ DECISO, PERO’ SE PROPRIO VOLETE AIUTARE GESU’

TUTTI/ CHE POSSIAMO FARE?

GUARDIA 1 E 2/ PREGATE IN SILENZIO ( tutti pregano) 

GESU’/ PADRE PERDONA LORO PERCHE’ NON SANNO QUEL CHE FANNO

LADRONE1/  MA  LUI CHE HA FATTO DI MALE ?

LADRONE2/ NON LO SO, COSA HA FATTO LUI, MA SO COSA ABBIAMO FATTO NOI, ME  LO RICORDO BENISSIMO, 

LADRONE1/ L’ABBIAMO FATTO SOLO PER FAME, PER NECESSITA’ ( a Gesù) TUTTI DICONO CHE SEI IL FIGLIO DI DIO , IL RE DEI GIUDEI E CHISSA’ COS’ALTRO ANCORA

LADRONE2 / LASCIALO STARE

LADRONE 1/ STAI ZITTO E FAMMI PARLARE …EHI TU, MI SENTI ?  ASCOLTAMI NON SEI TU IL CRISTO?  E ALLORA SE LO SEI VERAMENTE, SALVA TE STESSO  E ANCHE NOI

LADRO2/ NEANCHE TU HAI  TIMORE DI DIO? NEANCHE TU CHE  SEI DANNATO ALLA STESSA PENA?  NOI LO SIAMO GIUSTAMENTE, PERCHE’ RICEVIAMO IL GIUSTO PER LE NOSTRE BRUTTE AZIONI, EGLI INVECE NON HA FATTO NULLA DI MALE , LASCIALO MORIRE IN PACE…..GESU’ RICORDATI DI ME QUANDO ENTRERAI NEL TUO REGNO

GESU’/ UOMO , IN VERITA’ TI DICO ,CHE  OGGI STESSO  SARAI CON ME IN PARADISO

 

 (tuoni+vento+pioggia + musica “tutto si compie 1 di Oreste De Santis”,   tutti se ne vanno mestamente e piangendo; rimangono  solo Gesù e i due ladroni e le due guardie, finita la musica Gesù raggiunge il padre nei cieli)

GESU’/  ( ad alta voce) PADRE , NELLE TUE MANI, CONSEGNO IL MIO SPIRITO

(  musicatutto si compie 2” di Oreste De Santis si chiude il sipario, la musica continua, ( dopo la musica) arrivano dal pubblico la Madonna e  Maria Maddalena, due nuove  guardie si posizionano sul proscenio a sipario chiuso  )

GUARDIA1/ DOVE ANDATE  E COSA VOLETE DONNE?

MARIA MADDALENA/ SIAMO VENUTI PER GESU’

MADONNA/ ABBIAMO PREPARATO DEGLI AROMI PER LUI,

MARIA MADDALENA/  E’  LA NOSTRA USANZA, LASCIATECI PASSARE

GUARDIA2/ ABBIAMO ORDINE DI NON FARE ENTRARE NESSUNO

MARIA MADDALENA/  MA DI COSA AVETE PAURA SONO SOLO DEI PROFUMI?

MADONNA/ VI PREGO, LASCIATECI ENTRARE, E’ MIO FIGLIO,  E’ STATO CROCIFISSO ED E’ MORTO, COSA VOLETE CHE IO POSSA FARE?

GUARDIA1/ E VA BENE, MA SOLO 5 MINUTI

MADALLENA E MADONNA/ GRAZIE, GRAZIE, ( salgono sul palco e scompaiono dietro al sipario)

GUARDIA1/ CON QUESTA STORIA DI GESU’, CI SIAMO DOVUTI SOBBARCARE UN ALTRO TURNO DI GUARDIA

GUARDIA2/ HANNO PAURA CHE I SUOI DISCEPOLI  PORTINO VIA IL CORPO

GUARDIA1/ E’ NA PAROLA ( e come fanno?), NON  CE LA POTREBBERO MAI FARE A SPOSTARE LA PIETRA CHE CHIUDE IL SEPOLCRO

GUARDIA2/ GIA’ PROPRIO COSI’,  ADESSO CI MANCAVA SOLO CHE VENISSE LA MADRE  COI PROFUMI

GUARDIA1/  QUESTO NON MI MERAVIGLIA  E’  NORMALE, LO DOVRESTI SAPERE

GUARDIA2/ CHE DEVO SAPERE ?

GUARDIA1/ ( ad alta voce) CHE A MAMMA E’ SEMPE A MAMMA ( che la mamma e ‘ sempre la mamma)

MADONNA E MARIA MADDALENA/ ( escono dal sipario)  IL SEPOLCRO E’ VUOTO, GESU’ NON C’E, GESU’ E’ RISORTO

GUARDIE 1 E 2/ MA COSA  ANDATE GRIDANDO DONNE?

MARIA MADDALLENA/  SI, SI GESU’ E’ RISORTO, ANDATA A VEDERE VOI STESSI, IL SEPOLCRO E’ VUOTO

GUARDIA 2/ PRESTO ANDIAMO A VEDERE ( vanno dietro al sipario ed escono di scena)  

MADONNA/ MADDALENA ANDIAMO AD AVVISARE GLI APOSTOLI , GESU’ E’ RISORTO ( via tra il pubblico, nel mentre si apre il sipario tutti già Pronti per il balletto finale con Gesu’  e tutti i bambini, PARTE LA CANZONE  “E’ ARRIVATO GESU’”  di Oreste De Santis – sostituire la frase “e’ arrivato Gesu’  è venuto tra noi” con E’ RISORTO GESU’ E’ TORNATO TRA NOI”)

F I NE

N.B. è possibile  ascoltare le canzoni, le musiche e gli effetti musicali  inserite  nel CD dello spettacolo sul sito dell’autore. Vai su http://www.orestedesantis.com

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 2 volte nell' ultima settimana
  • 2 volte nell' ultimo mese
  • 18 volte nell' arco di un'anno