La storia più fantastica del mondo

Stampa questo copione

LA STORIA PIù FANTASTICA DEL MONDO GIUSEPPINA CATTANEO

AUTRICE

GIUSEPPINA CATTANEO

http://copioni.dnsalias.org/   

POSIZIONE S.I.A.E. N° 193077

TITOLO

LA STORIA Più FANTASTICA

DEL MONDO

Da un’idea di S. M.

SPETTACOLO PER BAMBINI

Personaggi


DOMATORE

TIGRE

UNA EQUILIBRISTA

CLOWN

TIMMY

TOMMY

GIMMY

LUPO

CAPPUCCETTO ROSSO

STREGA CATTIVA

BIANCANEVE

DOTTO

BRONTOLO

EOLO

GONGOLO

MAMMOLO

CUCCIOLO

PISOLO

CENERENTOLA

FATA BUONA

GENOVEFFA

ANASTASIA

PINOCCHIO

GATTO

VOLPE

FATA TURCHINA

GEPPETTO

MADONNA

SAN GIUSEPPE

TRE ANGELI



TRAMA

C'è un periodo dell'anno, in cui i bambini non amano più sfogliare libri con le classiche e nuove storie e favole. Ai loro genitori chiedono solo di sfogliare "La storia più fantastica del mondo". Il libro racconta il periodo del Natale e tutti i libri, anche i più belli, rimangono sullo scaffale a prendere polvere. I libri più vecchi sanno ormai come funziona e rimangono buoni ad aspettare che passi il Natale, godendosi il meritato riposo. Ma i libri più giovani ancora non sanno nulla e si annoiano impazienti di tornare al lavoro di sempre: far sognare i bambini. Fra questi libri ce n'è uno, dal titolo "Un'avventura al circo". I quattro personaggi, un domatore, una tigre, una equilibrista e un clown, per non essere mai stati presi in considerazione, decidono di uscire dal libro e scoprire che cosa racconta il libro de "La storia più fantastica del mondo".

AD OGNI SCENA CHE CAMBIA, ABBASSARE LE LUCI, IN MODO DA NON MOSTRARE L’ENTRATA DEI NUOVI PERSONAGGI. OPPURE TIRARE IL SIPARIO.

I SCENA

Domatore, Tigre, Equilibrista è Clown

SCENA: uno scaffale con parecchi libri. Un albero di Natale con sotto alcuni pacchi regalo.

È notte e i quattro personaggi escono dal libro. Si stirano per sgranchirsi i muscoli.

EQUILIBRISTA. Ero proprio stanca di stare in equilibrio su quel filo. E poi non c’era nessuno che si degnava di ammirarmi.

TIGRE. Io invece ho una gran fame chissà se c'è qualcosa da mangiare qui in giro (comincia ad annusare l'aria e a guardarsi intorno).

DOMATORE. Non perdiamo tempo amici miei. Non dimentichiamo perché siamo usciti dal libro. Dobbiamo scoprire che cosa racconta "La storia più fantastica del mondo" e tornare in fretta fra le pagine.

CLOWN. Che ci torniamo a fare nel libro, tanto nessuno ci legge! E poi fuori sembra tutto così divertente (gioca con l'albero di Natale e con i pacchi).

DOMATORE. Ragazzi, non dobbiamo dimenticarci che noi siamo i personaggi di una storia e possiamo vivere solo dentro al libro.

EQUILIBRISTA. Non è vero! Una Fatina, mia amica viene spesso a trovarmi nel libro, ovviamente di nascosto. Lei dice che per sapere qualcosa in merito a "La storia più fantastica del mondo", dobbiamo attraversare un posto chiamato "Bosco Favoloso". Ci andiamo?

TIGRE. In un bosco c'è sicuramente qualcosa da mangiare!

DOMATORE. Assolutamente no! Noi non possiamo uscire dal nostro libro e tanto meno cercare da mangiare!

CLOWN. Ma Domatore, perché perdere questa occasione!? Pensa se dopo aver attraversato il Bosco Favoloso incontrassimo i personaggi delle "La storia più fantastica del mondo"!?

DOMATORE. Forse hai ragione Clown vediamo un po' dov'è questo bosco.

EQUILIBRISTA. Seguite me, io so dove andare! Dobbiamo camminare lungo i libri di storia e svoltare a quelli di scienze e poi sempre diritto attraverso i libri d'avventura. (I quattro si incamminano ed escono di scena).

II SCENA

I quattro, Timmy, Tommj e Gimmj

La scena inizia con i Tre Porcellini, che a suon di musica costruiscono la loro casa ballando e cantando. I quattro amici si fermano ad osservarli e vengono coinvolti in un girotondo.

CLOWN. Avete bisogno di un aiuto?

TIMMY. Ma si, perché no? (i quattro aiutano i Tre Porcellini).

TOMMY. Come mai da queste parti?

EQUILIBRISTA. Dovete sapere che noi stiamo cercando il Bosco Favoloso. Voi sapete dov'è?

GIMMJ. Per raggiungere il Bosco Favoloso dovete il sentiero che vi porterà verso quegli alberi che vedete in lontananza.

TIGRE. Grazie. Ma per caso, avreste qualcosa da mettere sotto i denti?

DOMATORE. (Volendo riprendere Tigre per la sua sfacciataggine) Tigre! Non è un buon comportamento.

TIMMJ. Non importa, sicuramente i vostri amici avranno fame. Gimmj, dai loro un cestino con le focacce (Gimmj entri in casa e poi esce con un cestino di focacce).

DOMATORE. Oh, non dovete disturbarvi.

TIGRE. E perché no invece ?

DOMATORE. Perché non è buona educazione.

GIMMY. Voi ci avete dato un aiuto nel costruire la nostra casa e noi vi doniamo quello che possiamo. Prendete. Cercate di seguire sempre il sentiero se volete raggiungere il Bosco Favoloso.

DOMATORE. Grazie. Grazie e... arrivederci.

III SCENA

I quattro, Lupo e Cappuccetto Rosso

TIGRE. Io sono stanca e… avrei anche un po’ fame.

EQUILIBRISTA. Anch’io sono un po’ stanca.

CLOWN. Io direi di fermarci.

DOMATORE. Va bene. Fermiamoci.

TIGRE. E mangiamo.

DOMATORE. Riposiamoci e rifocilliamoci.

I quattro amici, si siedono a riposare e cominciano a mangiare le focacce. Tigre è seduta vicino al bordo del palco lontano dai compagni e tiene il cestino di focacce nel quale ne sono rimaste due. Dietro di lei, c’è un albero.

TIGRE. Gentili quei Tre Porcellini ad averci regalato il pranzo. (I suoi amici si addormentano).

La tigre afferra un’altra focaccia e si lecca i baffi. Poi la appoggia alla sua destra e mentre si volta a prendere l’altra, da dietro l’albero esce un Lupo che ruba la focaccia che trova per terra. Poi torna a nascondersi. Tigre che nel frattempo ha preso la seconda focaccia e la sta ammirando, si gira per metterla vicino all’altra quando si accorge che non c’è. Si alza, si guarda intorno, vede l’albero e controlla se magari uno dei suoi compagni ha voluto fargli uno scherzo nascondendo la focaccia dietro l’albero. Mentre gira intorno all’albero il Lupo gira con lei per non farsi scoprire e così ha modo di rubare anche la seconda focaccia. Tigre si accorge che tutto il suo pranzo è sparito e così si risiede molto triste. I suoi tre compagni si sono addormentati. Nel frattempo arriva una bambina con un cestino di pane.

CAPPUCCETTO ROSSO. Ciao e tu chi sei? Non ti ho mai visto da queste parti.

TIGRE. Ciao, io sono la Tigre del Circo.

CAPPUCCETTO. Io mi chiamo Cappuccetto Rosso e vivo con la nonna qui vicino.

TIGRE. (Si mette a piangere).

CAPPUCCETTO ROSSO. E come mai una Tigre del Circo come te sta piangendo?

TIGRE. Stavo mangiando le mie focacce e poi non li ho più trovate. Questo è uno strano bosco, qui sparisce tutto.

CAPPUCCETTO ROSSO. Ah, ma quello è il Lupo?

TIGRE. Lupo?! I Lupi sono buoni da mangiare?

CAPPUCCETTO ROSSO. Non lo so. Il Lupo che ti ha rubato il pranzo, fa la voce grossa, ma non è cattivo. (Si accorge dei tre che dormono).

CAPPUCCETTO ROSSO. E loro chi sono?

TIGRE. Sono i miei compagni.

CAPPUCCETTO ROSSO. (Intanto offre a Tigre qualcosa da mangiare dal suo cestino) Siete venuti a vivere qui?

TIGRE. No. Io e i miei compagni stiamo cercando di scoprire che cosa racconta “La storia più fantastica del mondo”. Sai, in questo periodo i bambini non ci leggono più e preferiscono solo questa storia.

CAPPUCCETTO ROSSO. Succede anche a me, poi però passa e spesso non ho neanche un minuto libero… mi leggono tutti! La Nonna mi racconta spesso de “La storia più fantastica del mondo” e mi dice che per saperne di più si deve attraversare il Bosco Favoloso e solo laggiù si capirà di cosa si tratta.

TIGRE. Anche la nostra amica Fatina ci ha raccontato proprio questo.

CAPPUCCETTO ROSSO. Bene. Ora devo andare la nonna mi aspetta, ma ci rivedremo presto, ne sono sicura.

I tre amici di Tigre si svegliano e si avvicinano a lui. Lupo, che da dietro l’albero ha ascoltato tutto, compare davanti ai personaggi.

LUPO. Qualcuno ha bisogno di attraversare il Bosco Favoloso? Io, conosco la strada più breve. Volete che me la mostri?

CLOWN. (I quattro si guardano) che dite?

EQUILIBRISTA. Perché no?

DOMATORE. Potremo guadagnare del tempo.

TIGRE. Sì va bene, indicaci pure la strada più breve. (Il Lupo si sfrega le mani).

LUPO. Bene. Seguitemi! (Si mette a correre. I quattro lo seguono).

IV SCENA

I quattro, Strega Cattiva, Biancaneve, Dotto, Brontolo, Eolo, Gongolo, Mammolo, Cucciolo, Pisolo

I quattro amici, stanchi, si fermano e osservano un'anziana signora (la Strega Cattiva) che sta immergendo delle mele in un grande pentolone.

CLOWN. Secondo me quel brutto lupaccio ci ha fatto proprio un bello scherzo. E non è stato per nulla divertente. A me la strada che ci ha indicato non è sembrata per niente tanto corta! Ed ora da che parte dobbiamo andare?

DOMATORE. Potremmo chiedere a quella signora.

EQUILIBRISTA. Chiedo io. Scusi signora, saprebbe indicarci dove finisce il Bosco Favoloso?

STREGA CATTIVA. (Immerge nel pentolone delle mele e poi le ripone in un cestino accanto) non ho tempo da perdere io, devo preparare le mele prima che arrivi quella guastafeste di Biancaneve! (In quel momento entra Biancaneve).

BIANCANEVE. Strega Cattiva, stai ancora avvelenando le mele? Quante volte ti ho detto che le mele non si devono avvelenare, può essere molto pericoloso. Ricordi che è successo a me? Va beh! Dirò al mio Principe di comprarne altre al mercato. (Accorgendosi dei quattro) Ciao. Come mai vi trovate nel Bosco Favoloso?

EQUILIBRISTA. Noi stiamo cercando di scoprire qualcosa su "La storia più fantastica del mondo".

TIGRE. E magari anche qualcosa da mangiare.

DOMATORE. Non è il momento Tigre.

BIANCANEVE. Conosco qualcuno che potrà aiutarvi. Sono piccoli, ma molto saggi. (In quel momento entrano i sette nani). Ragazzi, parlate a questi amici de " La storia più fantastica del mondo".

DOTTO. Molto volentieri. Sedetevi e vi racconteremo ciò che sappiamo. Esiste un libro, un libro sacro, che parla di un Re venuto sulla Terra a portare pace e amore al mondo intero. Egli non è ricco come il Principe di Biancaneve, ma il suo cuore è grande come il Mondo.

DOMATORE. Ed è questo il libro che tutti bambini leggono in questo periodo?

BRONTOLO. Certo, esattamente questo.

EOLO. In questo periodo nessuno legge la vostra storia perché è Natale.

GONGOLO. E a Natale si festeggia la nascita di Gesù.

MAMMOLO. Il re Gesù!

CUCCIOLO. Io sono piccolo, ma la conosco già e mi piace tanto.

PISOLO. Anche a me piace, ma mi addormento sempre sul più bello! (Sbadigliando).

CLOWN. E voi pensate che potremo trovare i personaggi di questa storia alla fine del bosco?

BIANCANEVE. Alla fine del bosco troverete Gesù. I Nani vi indicheranno la strada. A presto e buona fortuna.

STREGA CATTIVA. Volete prendere delle mele per il viaggio?

EQUILIBRISTA- COLWN- DOMATORE. No!!

DOMATORE. Non so, forse Tigre?!

TIGRE. Stranamente, non ho appetito ora.

V SCENA

I quattro, Cenerentola, Fata Buona, Genoveffa e Anastasia

In scena c'è Cenerentola con le sorellastre Genoveffa e Anastasia. Cenerentola sta pulendo il pavimento con la scopa. Indossa un paio di scarpe da ginnastica.

GENOVEFFA. E quando avrai finito di pulire il pavimento qui fuori, ricordati che devi anche pulire il pavimento nella mia stanza.

ANASTASIA. E quando avrai finito di pulire il pavimento nella stanza di Genoveffa, ricordati che devi pulire il pavimento della mia stanza.

GENOVEFFA. E quando avrai finito di pulire il pavimento nella stanza di Anastasia, dovrai cucinare (escono di scena).

CENERENTOLA. Va bene. Prima o poi finirà tutto questo. (Arrivano i quattro amici).

EQUILIBRISTA. Scusa, sapresti indicarci la fine del Bosco? Vorremmo incontrare Gesù.

CENERENTOLA. Vi auguro di giungere in tempo alla Capanna di Gesù e nel frattempo di non incontrare la Fata Buona. È fissata con le scarpe e mi costringe ad indossare delle fastidiose scarpe di cristallo, ma io preferisco le mie fantastiche scarpe da ginnastica! (Le mostra orgogliosa).

TIGRE. Caspita, sono proprio belle! Mi starebbero benissimo, dove le hai prese?

FATA BUONA. (Entrando di corsa) Cenerentola! Finalmente ti trovo! (Accorgendosi delle scarpe che indossa) dove hai messo le scarpine di cristallo che ti avevo preparato stamattina?

CENERENTOLA. Sicuramente le starà provando Genoveffa, come al solito e poi le proverà anche Anastasia, penso. Lo fanno sempre!

FATA BUONA. Ma io le scarpine le preparo per te, non per le tue sorellastre!

EQUILIBRISTA. Potrebbe regalarne un paio anche a me? Vorrei presentarmi bene a casa di Gesù.

FATA BUONA. Cara signorina, a Gesù non interessano queste cose. Gesù guarderà solo ciò che porti nel cuore. (A Cenerentola) ricordati che devi indossare le scarpine di cristallo che io ti ho preparato. (Esce di scena).

CENERENTOLA. (Vedendo che Equilibrista abbassa la testa vergognandosi di ciò che ha appena detto) non prendertela ascolta invece la Fatina Buona e porta con te solo tanto amore. Ora devo proseguire con le mie pulizie altrimenti quelle due me la faranno pagare. Ma io aspetto il ballo di stasera! Seguite il ponte che troverete lungo questo sentiero.

VI SCENA

I quattro, Pinocchio, Gatto, Volpe e Geppetto

In scena c'è Pinocchio che sta lanciando dei sassolini alla finestra di una ragazza.

CLOWN. Che stai facendo? Chi abita la potrebbe anche dormire. Non dovresti essere così scortese!

PINOCCHIO. Io sono Pinocchio e sono un bambino dispettoso. E poi questa non si sveglia mai, nemmeno con le cannonate. Le donne si svegliano solo quando passa il loro Principe Azzurro. Le donne!

DOMATORE. Stiamo cercando la fine del Bosco, sappiamo che li troveremo la capanna di Gesù. Sai indicarci la strada?

TIGRE. La fine del bosco e anche qualcosa da mettere sotto i denti.

EQUILIBRISTA. Tigre, non è il momento.

PINOCCHIO. Io no, ma conosco due amici che vi potrebbero accompagnare. Eccoli. Sono il mio amico Gatto e la mia amica Volpe. (Entrano in scena) ragazzi, è vero che voi sapete dove è la fine del Bosco?

VOLPE. Certo che noi sappiamo dov’è e vi potremo anche accompagnare. Ma voi avete il lasciapassare?

CLOWN. Lasciapassare? Nessuno ci ha detto che serviva! Dove possiamo trovarlo?

GATTO. Non si trova, si compra. E casualmente ne abbiamo uno qui. Quanto volete spendere?

DOMATORE. Noi non abbiamo soldi noi viviamo per far sognare bambini e possediamo solo la nostra storia. (In quel momento entra in scena la Fata Turchina con Geppetto).

FATA TURCHINA. Bravi. Questa è la risposta giusta. Voi sì, che siete degni di adorare Gesù. Il Gatto e la Volpe si divertono a imbrogliare la gente, invece.

GEPPETTO. E tu Pinocchio, vergognati! Possibile che tu non abbia ancora imparato come ci si comporta? Smetti subito di tirare sassolini alle ragazze e invece accompagna questi amici alla fine del Bosco Favoloso.

PINOCCHIO. Si babbo, scusa. Hai ragione, lo faccio subito.

FATA BUONA. Amici, siete quasi arrivati. Non sarà difficile trovare la capanna di Gesù, la luce della Stella Cometa ve la indicherà a presto!

VII SCENA

I quattro, tutti i personaggi incontrati lungo il viaggio, Madonna e San Giuseppe

Vengono accolti da musica celestiale e da tre Angeli. In scena c'è la Capanna della Natività: c'è la Madonna, San Giuseppe, Gesù, il bue e l'asinello. Intorno alla capanna si sono radunati tutti i personaggi incontrati nel viaggio che stanno pregando.

BIANCANEVE. Ben arrivati, vi stavamo aspettando! Questa che vedete è "La storia più fantastica del mondo" e tutti noi lo sappiamo.

CENERENTOLA. A Natale nasce Gesù e tutto il mondo si ferma ad odorarlo. Anche noi lo facciamo per ringraziarlo del compito che ci ha affidato: far sognare i Bambini di tutto il Mondo.

DOMATORE. Ora capisco perché i bambini in questo periodo non sono interessati a noi!

EQUILIBRISTA. Da oggi in poi non penserò mai più solo a me stessa, perché Gesù è più importante di tutti!

CLOWN. Evviva “La storia più fantastica del mondo”!

TIGRE. Il mio cuore è talmente pieno di gioia che sento di non aver più fame.

SIPARIO

    Questo copione è stato visto
  • 1 volte nelle ultime 48 ore
  • 1 volte nell' ultima settimana
  • 7 volte nell' ultimo mese
  • 69 volte nell' arco di un'anno