Le canzoni di Amlieto

Stampa questo copione

LE CANZONI DI AMLIETO

di Stefano Benni


Canzone del cacciatore Gastone

più non canta la pistola

 metallica usignola tace

 il vocion gentile del mio

 fucile ed il mitra non

suona la sua nacchera

gitana invano

il cuore spera com'è

triste la natura quando

nessuno spara

silenziosa è la bombarda

 e la viril spingarda muto

e il rimbombo gaio

 dell'amico mortaio e la

voce a me cara

dell'amica lupara invano

il cuore spera com'è

triste la natura quando

nessuno spara


II rospo & la rana (Il Jolly e Re Bonario)

Jolly

Disse il rospo alla rana

Bonario

Parapon zi ponzi po Jolly

Sire se mi volete fare la spalla, fatela bene e legge-

te qui. (gli porge un foglio)

(canta e balla)

Disse il rospo alla rana

vieni nella mia tana

mio verde amor, ci bacerem

tutta la settimana

Bonario

(legge e canta)

Disse la rana al rospo

sei brutto come un mostro

o verde orror, io mai verro

in quel viscido posto Insieme

Um-cra-um-cra um-cra-cra (danza saltellando)

Um-cra-um-cra-cra Jolly

Disse il rospo alla rana

peccato mia piccina

perché ho nella mia tana

monete d'or, profumi Dior

e di lombrichi e piena

tutta la mia cantina

e per di più nel mio grande show

cerco una ballerina

Bonario

Disse la rana al rospo

be', visto da vicino

non sei poi cosi mostro anzi sei un tipino mi piace, amor, grattarti un po' quel gozzo verdolino vedrai che salti con te faro se mi lanci nello show

Insieme

Um-cra-um-cra um-cra-cra Um-cra-um-cra um-cra-cra

La democrazia (Re Bonario e Regina Gudu

basta parlare un po' al balcone

dire che abbiamo una missione

maggioranza

arroganza

e nessuno fiaterà

questo paese si ribella

sol se gli tocchi la scarsella

ma la democrazia

via, non scherziamo

la democrazia un bel di e volata via

la democrazia e come 1'aria

cosi naturale

necessaria

perciò chiunque

può sporcarla

e gettarla via

ne abbiamo di sintetiche

finte virtuali teoretiche

e più ne discutiam

più la dimentichiamo

io credo nella persuasione

nel poter della ragione

io sono per le sfumature

anche nelle torture

maggioranza

canti e danza

e ognuno lieto sarà

guarda la piazza traboccante

c'e il comico c'è il cantante

ma la democrazia che mania

un bel di è volata via

è difficile comandare

ed ognuno accontentare

se ho 1'auto blu

non 1'avrai tu

maggioranza

arroganza la maggioranza

e dentro questa stanza

e la democrazia

e come l'aria

così naturale

necessaria

perciò chiunque

può sporcarla

e gettarla via

popolo guarda la nebbia

addormentati piano

sogna che noi ti amiamo

amato popolo

plebaglia informe

popolo sei tu il sovrano

popolo sei tu il sovrano

com'e bella la mia patria quando dorme


La canzone di Trendy

morire a color! in un film americano con schizzi di sangue scarlatti teste che scoppiano corpi disfatti morire pulp morire splatter morire con gli effetti speciali ma morire cosi, da normali senza fare rumore, che noia, e fuori moda

morire in tanti in un telegiomale

con il commento adeguato

di un inviato speciale

morire con 1'audience, morire al rallentatore

agonizzare davanti all'operatore

ma morire così, da normali

senza far rumore

che noia, e fuori moda

(coro)

Amlieto, che noia la pietà

se non le fai pubblicità

morire sterminando la famiglia il babbo il cane i nonni la figlia e poi suicidarsi nel parapiglia morire in gruppo, morire seriale bruciarsi in mille perché il guru vuole ma morir da soli, solo uno che noia, e fuori moda

Amlieto che pena la pietà  

se non le fai pubblicità

morire d'amore o di sacrificio

innocenti in guerra o in pace con dignità

che cosa banale, che volgarità

voglio morire in diretta, perciò

ho preso del veleno e morirò

e sarò morta, morta ma alla moda

e sarò morta coi titoli di coda

come mi dona questo pallore

non voglio antidoto non voglio cure

non fiori ma....

fotografatemi pure!

    Questo copione è stato visto
  • 1 volte nelle ultime 48 ore
  • 3 volte nell' ultima settimana
  • 12 volte nell' ultimo mese
  • 121 volte nell' arco di un'anno