Ma che casino..!

Stampa questo copione

“MA CHE CASINO..!”

UN ATTO COMICO SENZA MORALE FINALE

DI

ANGELO ROJO MIRISCIOTTI

Napoli                                                    R&C                           Agosto /Settembre 2011


MA CHE CASINO!

ANGELO ROJO MIRISCIOTTI

PERSONAGGI E TIPI

1.TERESA DETTA LA CONTESSA……………MAITRESSE DELLA “CASA”

2.ANEMONE…………………..………………………...PROSTITUTA BOLOGNESE

3.MALVASIA……………………………………………..PROSTITUTA SICILIANA

4.CANNELLA…………………………………………….PROSTITUTA BRASILEIRA

5.TEODORO PELLECCHIA………………………IL VEDOVO

6.OTTAVIO  STARACE.…………………………….SCHIAVISTA

7.DOTT.PILADE MANDARINI.….…………….PEDOFILO

8.CAVALIERE ORESTE POTENZA…………..GERONTOFILO

9.PASQUALINO CASCIA ’E BRILLANTE…PROTETTORE DI MALVASIA

10.SCAPECE…………………………………………………BRIGADIERE

11.SCAMORZA…………………………………………….APPUNTATO*

12.ARMANDUCCIO PISCICELLI……………….. IL FETICISTA

*NB. In realtà  Pilade /Scapece e Potenza /Scamorza se può essere funzionale alla Compagnia vengono interpretati dalla stessa coppia di attori che dovranno leggermente camuffasi ora da l’uno or da l’altro personaggio.


MA CHE CASINO!

UN ATTO DI

ANGELO ROJO MIRISCIOTTI

LA SCENA AL SIPARIO RAPPRESENTA IL SALOTTO COMUNE DI UNA CASA DI PIACERE ALLA FINE DEGLI ANNI ’90 UBICATA IN UN DECOROSO PALAZZO OTTOCENTESCO DI VIA ANIELLO FALCONE A NAPOLI : MOBILI PESANTI, DIVANI IN DAMASCO,QUADRI DI DEGAS E VOUET ALLE PARETI,APPLIQUES,CINESERIE,PIUME…SUL FONDO LA COMUNE (SALA  INGRESSO ALLA CASA);QUATTRO PORTE ALLE PARETI LATERALI :A DESTRA SI ACCEDE ALLE STANZE DI TIZIANA DETTA ANEMONE E DI ROSALIA DETTA MALVASIA,A SINISTRA A QUELLE DI RAMONA DETTA CANNELLA E DI TERESA LA MAITRESSE DETTA ANCHE LA CONTESSA.IN SCENA C’E ANEMONE,CIRCA 30 ANNI CASCHETTO BIONDO FINTO, TRUCCO PESANTE GROSSI SENI IN LINGERIE RAGGOMITOLATA SUL DIVANO CHE SI DA’ LO SMALTO ALLE UNGHIE DEI PIEDI…MALVASIA,UNA BRUNETTA SOTTILE E NERVOSA VA INVECE AVANTI E INDIETRO PARLANDO CONCITATAMENTE AL TELEFONINO…

Malvasia  :(con accento siculo)…Un certificato medico,si?..Tu lo sai dove te la devi ficcare il certificato medico?(si tappa la bocca)Hai ragione che una signora sono e che le volgarità mai non le dico (poi intuisce che l’interlocutore non c’è più) Pronto!…Pronto…Pasqualino..!...Pasqualino…..rispondi..!!Pasqualino ci sei…?!? (ad Anemone)..Attaccò..!

Anemone: (con chiaro accento di Bologna)…l’ho bello e capito …Ma piuttosto che  volevo il to moroso?

Malvasia  : che voleva..? Mi voleva togliere da qua sopra..

Anemone : bravo!...ti vol riportare sulla diritta via..!

Malvasia  : a chi?.....chiddu cornuto fetuso mi vuole mette mmiezo a una via…!

Anemone: non ho brisa capito…

Malvasia : dice così che qua sopra la Contessa ci sfrutta….che ci fa lavorare come schiave….che si pigghia  idda il 70% del guadagno loddo...per cui…

Anemone : ( curiosa)…per cui?

Malvasia  :... lui si accontenterebbe 50…!

Anemone : e non sei mica contenta?

Malvasia :… cretina! mi vuole fare battere per strada….giù al Rettifilo….

Anemone  : Tutti uguali gli uomini appena capiscono che una ragazza gli vuole bene subito si approfittano..ma dì..Tu a questo Pasqualino lo ami davvero?

Malvasia : si..e lui pure mi ama…ha detto che tra due anni finiamo di pagare il mutuo della casa e mi sposa…

Anemone : ah, ben..e il mutuo come lo pagate?

Malvasia : col mio 50%...

Anemone : e i soldi suoi?

Malvasia : dice che ci servono…si deve pagare il giuoco…che so : le carte,i cavalli, la rulette,le scommesse…dice che gioca ma non è colpa sua…che  malato grave è..come mizzica si chiama ????..ah si.. “paranoia compulsiva da gioco”..è come una droga…mi vuole portare a vedere il certificato medico..

Anemone :…. ah..quello che si deve ficcar…

Malvasia   :  …iddu…!

Anemone : e quando te ne andresti?

Malvasia  : appena mi trova il posto…..

DA DIETRO AL DIVANO DOVE STA ANEMONE COMPARE UNA TESTA DAI CAPELLI SCOMPIGLIATI ED IRTI…HA DEGLI OCCHIALI DA MIOPE..

E’ ARMANDUCCIO PISCICELLI DETTO DUDU’,IL FETICISTA…………..

Dudù      :  ( con voce chioccia)…. E dove, dove?....al Comune…?

Malvasia : Dudù..! Tu un guaio devi passare…..!!!!.....E tu non puoi comparire sempre all’improvviso…!

Dudù    : scusate,piccerè..ma io se non mi nascondo non mi diverto…sempre guardone sono! Rosalì,e dicevi ….?Dove te l’ha trovato questo  posto?

Malvasia : al Rettifilo ! Dice che si deve mettere d’accordo con degli amici suoi…e poi mi dà il posto più bello che c’è…ai 4 Palazzi, davanti alla Metropolitana..dice che così i turisti appena scendono la prima cosa bella che vedono è a mia..!

Anemone: sorbole che delicatezza…

Dudù       : Pasqualino è un Poeta ….diciamo: il Poeta della Ricotta…..!

DUDU’ SI REIMMERGE DIETRO AL DIVANO..AD UN CERTO PUNTO  INIZIA A STRISCIARE DA DIETRO AL DIVANO STESSO CON IN MANO UNA VECCHIA REFLEX ED INIZIA A FOTOGRAFARE GOLOSO LE  DUE DONNE CON PARTICOLARE  ATTENZIONE  AI LORO PIEDINI…

Dudù   : Anè…(ad Anemone)…bella ‘e Dudù…lievete la pantofola destra….!( click! fotografa il piede nudo)…Mmmmmm….e che bellizze rare!..E mò,mai per comando..la sinistra..!( la fanciulla esegue..click!)

Anemone :… io poi vorria sever cosa te ne fai di queste foto dei piedi…

Dudù       :…lo so io….

Malvasia  : ma lo sai che maniaco sei….!

Dudù      : ( alzandosi )..si …e precisamente “ feticista ”…a me,senza offesa,della femmina mi piace il particolare….

Anemone: ma non xè meglio che andiamo di là e ti levi la voglia?

Dudù  :  oggi non tengo tempo…Un amico mio che vende le scarpe al Rettifilo mi fa fotografare le sue clienti mentre se le provano…ha detto così : “Dudù, vieni alle 11 precise,fai finta di fare il commesso..mi spazzi il negozio tanto bello e poi fotografi tutt’e piere ca’ vuò!”…M’aggia cunsulà…: tutti quei bei talloni nudi….i ditini scoperti….Guè a me il ditino piccerillo mi fa uscire pazzo….

Malvasia  : Dudù tu non stai bene….Sccccc…..zitti che viene la Contessa…..

ENTRA TERESA CACCAVALE DETTA LA CONTESSA TENUTARIA DELLA CASA..E’ UNA DONNA QUASI SESSANTENNE,ANCORA FLORIDA ANCHE SE MOLTO APPESANTITA…INDOSSA UNA ELEGANTE VESTAGLIA DI SETA E SORSEGGIA CAFFE’ CON ARIA SNOB ( OSSIA MIGNOLO ALZATO E RISUCCHIO)….NELLA MANO SINISTRA PORTA ALCUNE PAIO DI CALZE  DI SETA DA LAVARE.DUDU’ SI IMMERGE DIETRO AL DIVANO

Contessa : ( con disgusto)..guè voi dovete dire alla brasiliana ca ‘o cafè nun l’adda fa cchiù…nunn’è arta soia…!...chist’ veramente è ‘na chiaveca…!

Anemone  : ‘na chiaveca…?....mo cusa l’è che la dice ?

Contessa : che è ‘na fetenzia…!Cu ‘a scusa che ‘a chiammano Cannella mette a cannella pure dint ‘o broro, dint’’a pasta….e dint’’o cafè…!...ah…..e se la spalma pure addosso comme fosse una crema itratante.…L’altro ieri il professor Cipullo che è allergico al doce…appena l’ha abbracciata ha vomitato sopra a un colonnetta e non voleva più pagare…c’è voluta tutta la mia diplomazia per calmarlo e pe’ me fa da ‘e sorde….

Le due ragazze :…. ( ridono divertite) Ah..ah..ah…

Contessa : eh… si fatevi un’altra risata in faccia a chistu cucchiarino…!

DUDU’  RIEMERGE

Dudù  :   Buongiorno Contè…!

LA CONTESSA CHE NON SI ERA ACCORTA DI LUI SOBBALZA

Contessa : Tu devi buttare il sangue..! Quello un altro poco mi faceva morire...!Non ti puoi presentare come un normale cristiano..?Sempre nascosto e strisciante comma a ‘na zoccola…Che vuoi..che vai cercando?

Dudù   : ( si frega ed intasca estasiato le calze usate della Contessa ma in maniera che il Pubblico se ne avveda)…Contè, voi a me non mi volete bene…io lavoro per voi e voi mi maldrattate!( nel dir questo fotografa le caviglie della donna)

Contessa   : Guèèèè..e pure a  me mò…?Ma nun te miette scuorno?

Dudù    : no….!Dicevo così io lavoro per voi…nientemeno che con la mia pubblicità questa Casa chiusa oramai la sanno Napoli e 36 Casali!Ho distribuito il vostro biglietto da visita e la parola d’ordine a tutte ‘e rattuse ‘e Napule…!!!...Mi dovreste dare una percentuale!

Contessa :  ( indicando le ragazze) se vuoi favorire…..

Dudù    : grazie.. come avessi accettato ma tengo un impegno urgente ..Guardate là!Un gabbiano! (mente le tre donne guardano a uocchio a uocchio intasca le pantofole di Anemone)…No,era un colombo…E va beh…Io vado…Buona giornata a tutte …( ESCE ANNUSANDO LE CALZE)ah che specialità..!ah e che profumo..!

LE DONNE LO GUARDANO PERPLESSE..

Contessa : neh ma che teneva mmano?

 Malvasia : le calzette vostre..!

Contessa : uh stu grandissimo disgraziato!

Anemone : (cercandole dappertutto) a me m’ha fregà le pantofole…quel busone feticista e mariuolo!

 Contessa : Chesta  nunn’è na casa di appuntamente..è ‘a  succursale d’o Murvillo ( n.d.a. era il vecchio Manicomio di Napoli)… Embè…voi state ancora accussì..? andatevi subito a preparare che è quasi mezzogiorno e tra poco qua arrivano i primi clienti…(mette gli occhiali che ha al collo e guarda in un agenda di pelle) e infatti…ecco qua : alle 12,00 viene il dottor Pellecchia,il vedovo..ha detto che viene di pronto soccorso…..

Malvasia : meschino..ma che?...male stà…?

Contessa : nooooo..ha telefonato stamattina presto dicendo che stanotte  si è sognato la buonanima della moglie…tutta spogliata e che diceva “Teodò,Teodò ti desidero…..ti desidero!!!!”..e dice che deve accontentarla se no quella morta e bona si piglia collera..Dunque: ordine di Servizio :  Rosalì..!

Malvasia   : vossia comandasse….

 Contessa  : tu ti vesti da bambina…con le trecce,la vesticciolla ed i calzettini ..Dovrebbe arrivare l’Assessore Lo Schifo e quello va pazzo per le minorenni…tu Anè…

Anemone  : comandi…

Contessa : tu come al solito ti vesti come la moglie del Ragioniere: stesso trucco,stesso profumo,gli occhiali da cecata…ah e nell’intimità ricordati che devi parlare francese come faceva la povera moglie…

Anemone  : ma io a Bologna ho studiato solo un cicinino di Tedesco…Quando facciamo l’amore lui dice “si vu plè…?”…io rispondo dico ja e lui si arrabbia…uffa!...non lo so parlare il francese…

Contessa : ma allora si scema ? E’ facile: tu devi fare solo ah..ah..ah ..oh..oh..oh..però con l’accento francese..poi dici : “mon Amour..mon Tresor…” e “le chois sont fait…tanto chillo Teodoro,capisceme a me,chiù ‘e tre,massimo quatte minute nun rummane..

Anemone: ma io non son brisa capace…

Contessa : ma tu nun sai fa mai niente!

Malvasia  : aspetta picciotta…mo il ripasso ti faccio ripeti con mia ( simula dei gemiti di passione) : Oh..Oh..Oh

Anemone : ( ripete) Oh..Oh..Oh…

Malvasia   :  Ah..ah..ah…

Anemone : Ah..Ah Ah…

Malvasia  : Brava….e adesso  : Mon Amour..Mon Tresor…

Anemone : Mon amur ….Mon te-sor……………..

Malvasia : No te….tre…..tre-sor..!!

Anemone : Tresor…

Contessa  :  ha parturito! E alla fine dici :  le sciose son fait! E te fai da ‘e sorde!

Anemone : Non son capace… Te..(a Malvasia)mi vieni a suggerire di dietro la porta..?...Io muovo la bocca acsè…

Malvasia : eh..mò facciamo gemiti e sospiri in play beck…!..E va bene..però mi dai la percentuale..io il mutuo devo pagare..                 ESCONO A SOGGETTO

DRINNDRINNNDRINN..LA PORTA….LA CONTESSA CHE SI STAVA SPALMANDO DI NUTELLA UNA FETTA BISCOTTATA LA RIPONE DELUSA ,SI RASSETTA E VA AD APRIRE..RITORNA DOPO QUALCHE ATTIMO SEGUITA DA OTTAVIO,UN SIGNORE PIU’ CHE DI MEZZA ETA’ ROBUSTISSIMO,CAPELLI A SPAZZOLA,MANIERE SPICCE..DI CERTO UN VECCHIO MILITARE..

Contessa  : dite….

Ottavio  : (con aria complice da agente segreto)” ♫ Ho giocato tre numeri al Lotto….♪”

Contessa  :  “♪ Ha giocato tre numeri a Lotto ♫????

Ottavio    : ( dopo essersi guardato attorno) “♪…25,60 e 38…♫”

Contessa   : ( con la stessa aria ) “….e li avete giocati perché?”

Ottavio     :  “ ..usciranno tutti e tre…!!!! ”

Contessa  : Bene…bravo..la parola d’ordine è esatta…siete fidato..e adesso vi posso chiedere chi vi ha consigliato la nostra casa..?

Ottavio    : un caro Commilitone..il Colonnello Armando Piscicelli

Contessa : uh..Dudù….e quello è cliente fisso…dottor…?

Ottavio   :  ( misterioso e circospetto) sono in incognito…sapete sono del SIFCCCA..

Contessa  : il SIFCCCA..?

Ottavio : è un acronimo… sono le iniziali di -Si Fusse Cacchio Ca Ce Acchiappe-…Ma voi chiamatemi col mio nome di battaglia:…Aquila Nera..avete capito..?

Contessa : no…

Ottavio    :  E guardate la camicia…di che colore è?

Contessa  :  nera…..Ah,ho capito siete un Tanghèro…

Ottavio : ma qua Tanghèro..!...Sono..diciamo così..un nostalgico…A Noi!!!!

LA CONTESSA D’ISTINTO  FA IL SALUTO ROMANO

Ottavio  : ora…il Caro camerata Piscicelli mi ha detto che voi qui accontentate richieste di tutti i generi…

Contessa: mancherebbe Come la volete?...bionda..rossa…castana…sadica..masochista?

Ottavio    : Abissina..!!!

Contessa  : Abissina..?????

Ottavio : Signò,ve  l’ho detto che sono nostalgico (canta) “♫♪Faccetta neeeera..bella Abissiinaaaa…aspetta e spera che già l’ora si avviciinaaaa..♫♪” A Noi!

ALTRO SALUTO ROMANO INSIEME ALLA CONTESSA

Ottavio  :…. dunque…..’a tenite l’Abissina..?

Contessa  : beh…quasi….è oriunda….ah…e sa di cannella….va bene lo stesso?

Ottavio    : basta che sia sottomessa..scura e molto molto sottomessa…

Contessa : sottomessa,sopramessa ..messa di fianco…

Ottavio : no perché io voglio ben essere chiaro..Signò io in guerra ho comandato una Compagnia….At-tenti..! Rip-oso…! (la Contessa esegue meccanicamente) ..dicevo…ho fatto tutte le Guerre,le Campagne…e mi è rimasta l’abitudine all’ordine perentorio…..A NOI!

SALUTO ROMANO DI ENTRAMBI

Ottavio  : Insomma ..io ad Adis Abeba avevo un concubina..Alina! Una ragazza magnifica…ubbidiente…sempre pronta ad soddisfare ogni mio volere..E da allora mi è rimasta questa fisima…insomma,Signò, la ragazza che cerco deve essere pronta ad ubbidirmi ciecamente..a soddisfare ogni mio ordine…

Contessa : Aquila Nè….voi basta che cacciate i soldi chella ve fa pure ‘o bucato..!

Ottavio    : …..A Noi!

Contessa   :..….mo va vaco a chiammà…permettete…

DRINN DRINN DRINN ANCORA LA PORTA…

Contessa : Uh la door..( nobileggiando) …in questa Casa non c’è un saciccio di minuto di pace…con permis…………                                                              ESCE

TORNA SEGUITA DA TEODORO PELLECCHIA IL VEDOVO CHE SI PRESENTA TUTTO VESTITO DI NERO A LUTTO…CON LA FASCIA SUL BRACCIO,IL CAPPELLO DURO DA FUNERALE E DEI CRISANTEMI IN MANO..INCHINI DI CIRCOSTANZA TRA I DUE UOMINI CHE SI GUARDANO CON IMBARAZZO…

Contessa  : Dottore carissimo…..puntuale come sempre..Solo due minuti e vi faccio servire……permettete? (presentandoli vagamente) Il Dottore…...il Dottore….Bene..adesso che vi ho presentato.. fatevi due chiacchiere tra voi..e bevetevi un drink….(poi zuccherosa a Pellecchia) Vi mando subito la vostra signora..!                                                                                  ESCE

Ottavio     : ( perplesso) ..la vostra Signora lavora qua sopra?

Teodoro  : ( sognante)…magari….   

Ottavio     : come magari…?....e lo dite pure? ….Signore,voi siete un pervertito…!

Teodoro  :  Sissignore..Sono  Coitista  Nostalgico..!....( accostandosi complice) …e voi?

Ottavio    : Schiavista……cioè … Fascista Nostalgico…! A Noi!

Teodoro  : A Voi….?

Ottavio    : A Noi..! è il saluto Romano…non ricordate? ( minaccioso)….Per caso siete un sovversivo?

Teodoro  : Sovversivo io?...io tengo certi dolori che nun me firo ‘e sta allerta…..e dite….pure voi state qua per trovare vostra moglie..?

Ottavio     :  come vi permettete…?...mia moglie è una Santa…!

Teodoro : e pure la mia…(guarda verso il cielo e si fa la croce)..La mia povera Fifì era francese..bionda,bella,delicata..Quando il Signore se la chiamò (si fa la croce) io sono rimasto solo disperato e..per di più come dire…incapace di…( fa un gesto con la mano) …voi mi capite…?

Ottavio     : e come no……

Teodoro   : …poi ho avuto l’idea geniale…

Ottavio     : ….che idea geniale?

Teodoro  : l’ho fatta risorgere…!Ossia me ne sono procurata una tale e quale qua sopra…..e da allora…tutti bene….voi mi capite ?( fa un altro gesto con la mano) ….Ah (sospira) amico bello…magari le nostre femmine ce le fossimo pigliate in un Casino come questo.Quà sopra le cose sono chiare..noi dando corpo ai nostri desideri più inconfessabili,comandiamo e loro ubbidiscono,loro sono le Puttane e noi siamo i Clienti..a casa vostra invece

Ottavio    : ancora..?...A casa mia che?....Amico,non offendete che io vi rompo le ossa e non vi pago tre soldi!

Teodoro : e che vi arrabbiate a fare…?...mica vi ho chiamato cornuto…Voglio solo dire che a casa vostra chissà quanto veleno vi pigliate..qua invece ci stanno ragazze bellissime,docili,disponibili…Una Lacrima? (versa del Lacrima Cristi) …Bevete…(Ottavio prende il bicchiere)…Sapete…Io sono un abituè… vengo  qua ogni 28 del mese…. Il 27 piglio lo stipendio ed il 28 caschi il mondo sto qua…Oggi invece sono venuto per un’emergenza..Stanotte mi ha chiamato mia moglie in sogno…Ha detto “ Teodò vieni..io spandico….io ti desidero,io brucio tutta…. e allora  io per darle refrisco  sò corso…”                                                      

Ottavio    :  ( tra se)….no….chist’è pazzo….!

DALLA 1^ PORTA DI SINISTRA ESCE ANEMONE VESTITA ANCH’ELLA DI NERO…ORA PORTA GLI OCCHIALI ED I CAPELLI BIONDI RACCOLTI…

Teodoro   : ( vedendola gioisce)..Fifì…! Amore mio! ( le va incontro e le porge i fiori) Ecco..ti ho portato dei crisantemi … i tuoi fiori preferiti…

Anemone : (Malvasia suggerisce da dietro la porta) Mercy mon tresor (lo bacia castamente sulla  guancia)

Teodoro :  Permetti mia cara …..voglio presentarti il caro amico qua…Mia moglie Fifì Doufour in  Pellecchia ….il signor..signor..Amico come vi chiamate?

Ottavio      : chiamatemi …( fa il musetto) …Aquila Nera..!

Anemone :…. x’è un Capo Indiano..?

Teodoro  :…. siete un Capo Indiano..??

Ottavio     : io sono un Capo Indiano….???.....Noooooo!...E’ un nome d’arte….!

Teodoro   : A voi (severo a lui sottovoce) Baciate..!...Con nonscialanze….Baciate!

Ottavio    :  ( anche lui sottovoce) che cosa?

Teodoro  : ( sempre sottovoce)…la mano di mia moglie…in Francia si usa così…

Ottavio    : (tra sè)….poi dice che uno passa un guaio…(bacia comunque la mano protesa di Anemone) Onoratissimo madame….

Anemone : ( sempre suggerita da Malvasia).. Vous ete tres gentil…( volgendosi verso la porta perchè l’ultima frase non l’ha proprio capita) Mo cosa è che dici ??? ( di là Malvasia ripete) Ah…sorbole...!adesso l’ho capìta…( con accento di Bologna) Je suis tres feliz de faire la votre connoissance…!

Teodoro  : Basta così mia cara..non devi dare troppo confidenza agli sconosciuti…e adesso vieni…andiamo di là ad adempiere sul talamo al tuo casto desiderio…Preghiamo e poi adempiamo..preghiamo e poi adempiamo…A proposito..sotto come stai messa…?

Anemone : lingerie noir…a lutto….

Teodoro  : lo vedete quanto è delicata..sapendo che io sono vedovo si è messa a lutto che delicatess…!!!!.....e come si dice a Teodoro tuo?

Anemone : Je t’aime….Je t’adore..!( lo bacia e si avvinghia a lui)

Teodoro  : aspetta aspè…non incominciare…Fifì,che quelli tre minuti sò…Con Permesso                                                                                       ESCONO

Ottavio   : che diece ‘e Manicomio!

OTTAVIO E’ RIMASTO SOLO..SI ACCENDE UN SIGARO,BEVE UN SORSO DI VINO  E CONSIDERA TRA SE IL CURIOSO PERSONAGGIO CHE E’ APPENA USCITO…D’UN TRATTO ESCE DALLA 1^ PORTA A DESTRA UNA FEMMINA VESTITA O MEGLIO SVESTITA DA INDIGENA AFRICANA: E’ CANNELLA LA BRASILIANA TRUCCATA DA ABISSINA…OTTAVIO RIMANE FOLGORATO..

Cannella   : il Dottor Aquila Nera…?

Ottavio    : Uh Gesù Faccetta Nera! E’ essa…!!!!!!!!..Dimmi,sei abissina???

Cannella : della provincia…e adesso mira Buana Bianco!

LA NEGRETTA METTE UN DISCO E POI INIZIA UN SENSUALISSIMA DANZA TRIBALE SUL SUONO DI TAMBURI…LUI E’ TUTTO EUFORICO E RINGALLUZZITO

Ottavio : Uh aneme ‘e Dio!... E tu mi hai fatto diventare un bufalo inferocito!...Presto presto! Andiamo di là bella Abissina!

Cannella : (con accento portoghese)….Un momento Buana… Contessa dice che …tu essere pericoloso Italiano conquistatore…Come dire:Latin lover…!....Tu bellissimo….tu machissimo..tu dopo fare perdere testa a bovera negretta…Io dimenticare tutto…Allora brima di fare zighi zighi…tu pagare…(allunga la mano tesa)….trecento mila,brego!

Ottavio : Azz…. Trecentomila lire?...Alina se pigliava latte in polvere e cotognata…e comme se so ‘mparate belle a fa ‘e zoccole pure in Abissinia..…(caccia delle banconote)..Va bene così?

Cannella  : obrigada…!

Ottavio    : obrigada…?ma sei sicura che questo è Abissino?

Cannella  : dialetto di Addis Abeba….di mea favela….a sud di Rio…

Ottavio    :….ma come Rio…?...Rio De Janeiro?

Cannella:(confusa)….nooooo…..no Rio de Janeiro en Brasiù....Rio Limpopò in Africa Orientale …

Ottavio  : Limpopò…? Piccerè…me pare che mi sta  cuffiando….e Aquila Nera non si fa pigliare in giro da nessuno…e poi tutt’ staddore ‘e cannella….

Cannella :…. È una spezia africana erotica…

VISTO CHE OTTAVIO LA GUARDA SOSPETTOSO LEI LO BACIA,GLI FA UN SACCO DI MOINE,LO CAREZZA,LO BLANDISCE…

Cannella : ….aspetta Buana….mirame ancora,mirame….!!!!!!!!!!!!!!!!!

STAVOLTA GLI BALLA UNA SENSUALISSIMA SAMBA…

Cannella : questo ballo tribale di Amba Alagi Sud…...Schiavi negri portato in Brasiu e là diventato Samba…ti è piaciao..?

Ottavio  : mmmm…Come il cioccolao! Mi hai convinto..Piccerè andiamo a conquistare l’Impero…!!!!!!!!! Savoia! Carica….! A noi! LA TRASCINA PER UNA MANO VERSO LA QUINTA DI DX

Cannella : no..di là toilette…..mia camera di quà…LO TRASCINA LEI VERSO UN'ALTRA PORTA

DALLA COMUNE LA CONTESSA ORA TUTTA VESTITA E TRUCCATA CHE INTRODUCE UN BELLISSIMO RAGAZZO ALTO BRUNO,FIGLIO ‘E ‘NTROCCHIA,VESTITO IN MANIERA SGARGIANTE : E’ PASQUALINO PITOCCO DETTO CASCIA ‘E BRILLANTE IL GANZO DI MALVASIA…

Contessa : ti ho detto mille altre che tu qua sopra non ci devi salire…  La ragazza deve lavorare e non può essere distratta da uno sfaticato fetente come a te…

Pasqualino  : ah..ah..ah…( la rimbrotta muovendo il dito indice come si fa con i bambini) ….e voi siete ingiusta a trattami così male ….a me che vi porto tanto rispetto Donna Terè…

Contessa    : Contessa…!!!! per te sono la Contessa Caccavale....!

Pasqualino : giusto…( ironico) Contessa Ca..cca..vale…dicevo io che vi voglio tanto bene e sono salito solo per farvi un piacere…ho una notizia importante che vi può essere utile….certo vi costerà un po’…Oddio,io ve la regalerei pure..ma non sto in condizione …..e pò nella vita tutto ha in prezzo..o no?

Contessa : Pasqualì, non mi fare innervosire con i tuoi soliti trucchi…con i giochi di parole…che vuoi? Che dici?..No,dici la verità…è tutto  uno dei suoi soliti scherzi cretini…tu non hai nessuna notizia, sei uno sfaticato contaballe….

PASQUALINO ASSUMA UN’ARIA SERIA E PROFESSIONALE.

Pasqualino : e invece si…(guardandosi intorno con cupidigia) dunque..vediamo..quanto può valere questa bella Casa..intendo come Attività..diciamo come Industria del piacere…Come Attività mettiamo 20 clienti al giorno ad una media di 200 mila lire sono 4.000.000 che per 26 giorni lavorativi fanno..diciamo oltre 100.000.000 euro al mese..poi ci dobbiamo  mettere il mobilio..i quadri….

Contessa : Paqualì,basta! che cacchio stai dicendo ?...che sò sti cunte? Dove vuoi arrivare..?

Pasqualino : voglio arrivare al fatto che se Dio non voglia…questa…attività chiude…la perdita per voi è grossa..

Contessa   :. e perchè ?..che dovrebbe succedere…?

Pasqualino : così…..la vita è maligna….succedono tanti guai…

Contessa  : Pasqualì,parla! Che sai? (prende un candelabro e lo minaccia ) Parla o quanto è vero Iddio ti sfesso!

ENTRA MALVASIA: E’ TRAVESTITA DA BAMBINA CON I CALZINI BIANCHI,LE SCARPE DI VERNICE, LA VESTE A PALLONCINO,I CODINI E LE LENTIGGINI SUL NASINO…..CHIARAMENTE PER UN INCONTRO CON UN ALTRO TIPO DI MANIACO,IL PEDOFILO…….

Malvasia   : ch’è stato ????..........che sono questi strilli…?..( vede il ganzo) Tu…????!!!

Pasqualino  :   guè..e quà ci sta pure la Rosalia …femmina mia… come si dice…lupa in favola!  Neh,e che fai combinata così ?

Malvasia  : …questo è il mio vestito di Carnevale… Quest’anno mi voglio vestire da picciotta…( aggressiva)…e comunque non sono cacchi che ti riguardano..!

Pasqualino : tu si d’a mia…e mi devi rendere conto di tutto…!!!

Contessa   : Malvasia fatica pe’ me….!!! Deve rendere conto a me!

DALLA PORTA DI DESTRA ESCE IN DESABIGLIE’ LA BELLA CANNELLA COPRENDOSI ALLA MEGLIO…

Cannella : ma che succede acuì..? Un pochigno de’ silenzio….El Conquistador de Addis Abeba non riesce a concentrarsi con tutto esto casigno!  

DALL’ALTRA STANZA ESCONO PURE SEMINUDI TEODORO ED ANEMONE

Anemone : mò  ben…ma cosa piffero succede…?

Teodoro  : an francais… an francais  mon amour…

Anemone : che piffèr succe’  icì..?

Contessa  : questo fetente dice che tiene una notizia importantissima per noi…

Malvasia    : palla Pasqualì…palla Pasqualino beddo  di Rosalia tua!

Pasqualino : e parlo….prima facciamo l’affare…

Contessa    : che vuoi…quanto vuò..?

Pasqualino : 5 milioni e la liberazione di Rosalia…!

Teodoro    : quanto è carino….. la vuole togliere dalla strada del vizio…

Anemone : si…la vuole far battere in proprio la Rettifilo….

LA CONTESSA HA REALIZZATO IL PIANO DEL BEL MAGNACCIO

Contessa : uh ‘stu grandissimo disgraziato…! Te vulive piglià ‘a piccerella…(riprende il candelabro) La volevi mettere in mezzo alla via!

Pasqualino : può darsi..mi voglio mettere in proprio! Ma voi  se non accettate  la mia offerta  in mezzo alla via ci andate tutti quanti!

Contessa : lasciatemi che lo devo ciaccare….!

TUTTI SI FRAPPONGONO BLOCCANDOLA

Cannella : Aspetta Madame….sentiamo l’offertigna….se non è buona lo uccidiamo dopo tutti insieme…..

Malvasia : il colpo di grazia però  ce lo devo dare io …

Contessa : (sedendosi vinta) va beh sentiamo…parla fetente!

Pasqualino: Un momento..Prima dovete firmare questa cambialetta  (cava di tasca una cambiale)…Me la trovo in tasca per combinazione…Contè firmate!Voi firmate e io vi salvo unu piezzo..

LA CONTESSA CERCADI AGGREDIRLO NUOVAMENTE GLI ALTRI LA TRATTENGONO..

Teodoro  : Aspettate….!!!

Pasqualino : dunque…Sentitemi bene: un’ora fa stavo in Questura per firmare il registro dei sorvegliati…A un certo punto ho sentito dalla stanza del Commissario  che Lui dava ordini per un perquisizione....e indovinate dove..

Tutti        : …dove:……..??????

Pasqualino: via Aniello Falcone 23…..4° piano….

Cannella :…e dove sarebbe..?

Malvasia  : è quì cretina..E allora …?....vai avanti…

Pasqualino : niente…il Commissario ha urlato che ci stava a quell’indirizzo un covo di malaffare e che tre volanti con un cellulare dovevano venire per arrestare tutti, puttane e clienti…

Contessa : Gesù,Giuseppe e Maria..è la fine è la rovina!

Teodoro : ma no..se non vi pigliano come si dice…nella fare del mercimonio dei corpi..dello sfruttamento della prostituzione non vi possono fare niente..

Cannella : non vi possono fare niente..

Pasqualino : e quelli mica sono fessi..quello il Commissario  ha incaricato due poliziotti di travestirsi da clienti e di venire quà a fare le cofecchie…..poi appena stanno pagando arrivano gli altri e arrestano a tutti quanti..

Anemone : che figlie de gran mignotta! Semo fottuti….

Teodoro : an francais, an francais mon Amour…

Anemone : nous somme fottù..!!!!!

Pasqualino : no..perchè qua interviene Pasqualino vostro..Dunque io i due che si devono fingere clienti li ho visti…quando arrivano quà sopra li riconosco ..se non vi trovano come si dice..in fa..fla…flag…

Teodoro   : in flagrante….

Pasqualino : esatto!...se non vi trovano così non vi possono fare niente…Voi però non vi dovete spogliare per nessun motivo, non vi dovete concedere per nessuna cifra…Quelli sò furbi…! Fanno le trappole!

TUTTI  ASSENTISCONO

Pasqualino  : e mò che vi ho sbrovognato tutto il fatto Contè firmate,firmate! ( caccia la cambiale)

Contessa :….mmmm…si?....e mò che mi hai sbrovognato il fatto..che ti pago a fare?

Pasqualino : (ambiguo e minaccioso) e perché quelli non possono tornare…?...non sia mai qualcheduno facesse la spia….

Contessa : la spia…e chi la facesse sta spia? chi tu? Fetente!(si avventa di nuovo –tutti la bloccano)Fetente!!!!!Disgraziato Cornutone !Vieni qua..Vieni qua..!!!

DALLA STANZA ESCE OTTAVIO IN MUTANDE

Ottavio : oh neh scusate…ma che sta succedendo qua fuori..?....l’Abissina ha detto “ un momentigno..un momentigno ” è uscita e mi ha lasciato con l’obice puntato sull’Amba Alagi…

Cannella : escusame Buana…un problemigno….Torna dentro che vengo subito….

Ottavio   : e che faccio nel frattempo..?

Contessa : lucidate l’obice e pigliate la mira…!!!!!

Ottavio   :(saluto romano) A noi!                           RIENTRA IN STANZA                                                                               

Pasqualino : Ferma Contè…Facciamo così….Io mo vi dico tutto e poi vedete se non mi merito qualcosa.Dunque i due clienti finti sono uno basso e chiatto ed uno alto e secco secco..tengono il cappello grigio in testa....una borsa in mano che certamente è piena di armi..Ah tengono tutti e due i baffi….

DRINNN..DRINN….DRINN..TUTTI SI GUARDANO TRA LORO PERPLESSI ED ATTERRITI….PANTOMIMA DURANTE LA QUALE I PERSONAGGI SI RIVESTONO….DRINN..DRINN..IL CAMPANELLO INSISTE….

Anemone : un momento …..siamo in desabigliè…!

Teodoro : ( ghermendola )Quant’è bella..ha parlato francese….!!!

Contessa : Uh..Ragiuniè….Nunn’è ‘o mumento…Pigliateve a chisto!

PASQUALE  GHERMISCE  TEODORO

Malvasia : un momento bagnato per terra sta…subito veniamo…!

Contessa   :Allora…. diciamo che questo è un Circolo Culturale…Voi Dottor Pellecchia fingete di giocare a Bridge con Anemone...….Tu Malvasia..leggiti un libro..e tu Pasqualino..declama le poesie…

Pasqualino : nunn’e saccio ‘e poesie..!

Contessa  : e ‘nventatelle!....Cannella tu che sei nera fai la serva…

Cannella   : razzista…!!!!....non la voglio fare la serva…

Contessa   : Zitt ‘a scè…pigliati quello scopettino e vai ad aprire..!

Cannella  : ma io sto così…                     

Contessa  : Cammina..!!!!!!!…e coprisciti dietro cretina..!      DRINNNDRINNDRIN

Malvasia   : ( verso la porta)  un momento ancora…  asciugando si sta……!

CANNELLA VA AD APRIRE ED INTRODUCE EFFETTIVAMENTE DUE SIGNORI. UNO BASSO GRASSO,L’ALTRO ALTO E SECCO, TUTTI E DUE COL CAPPELLO GRIGIO E LA VALIGETTA IN MANO……AH TUTTI E DUE HANNO UN VISTOSO PAIO DI BAFFI…PASQUALINO HA ACCHIAPPATO UNA RIVISTA DI CANZONETTE E LEGGE:

Pasqualino : ( in posizione da poeta).. “Ogni giorno e' una lotta

                                                             chi sta sopra e chi sotta ma la notte no.

                                                                  Il mattino e' un po' grigio se non c'e'

                                                                   il dentifrigio……. ma la notte no…!!!!!”

Malvasia   : (legge) Quel ramo del lago di Como  che vogge a mezzoggiorno tra due                 

                   File ininterrrrrrotte di monti…

Teodoro :  ( Che gioca a Bridge raccogliendo le carte) “allora cosa dichiari mia cara..?

Anemone : “sour contre ma cher….!”

Teodoro : ( contenendosi) no,per cortesia….mò ‘o francese no…!( si sturcia)

Pilade      : ( il signore basso)…scusate forse abbiamo sbagliato indirizzo…

Oreste      : ( il signore alto)..ci avevano detto che qui c’era una casa di..come dire..di…

Anemone : di ..??????????????????????

Pilade       : ( timidamente)…di piacere…………

Contessa  : certo..il piacere dell’Arte..della Poesia…della buona Musica…Baronessina ( ad Anemone ) di grazia mettete su una Romanza…

ANEMONE SI ALZA E METTE SUL GIRADISCHI Fatti mandare dalla mamma

Contessa  :Baronessina ma cosa fà….?...mi sbaglia il vinile…mi mette il Morandi? La Romanza.. ( legge dalla copertina) la Romanza di Saverio Gastaldon…!Ecco questa quì…..“Musica Proibita…”..sentirete signori,sentirete…

PARTE LA MUSICA..TUTTI FANNO FINTA DI ASCOLTARE ESTASIATI…

Cannella    : meravigliao!

Pasqualino : eccezionale..!

Malvasia    : subbbbblime..!

Teodoro   : incantevole…!

Contessa   : …( nobileggiando) Ma io non vi ho fatto dire.. prego desideravate?

Oreste  : ( con aria complice)….♪ Ho giocato tre numeri al  lotto! ♫

Pilade  : ( idem) ♫….25,60 e 38! ♫

Oreste  : ♫…e li abbiamo giocati perché…♫

Pilade    : ♫….Usciranno tutti e tre!!!!!!!!!!!! ♫♫♫♫♫

Contessa : ( facendo la gnorri) Ah..i signori sono giocatori del lotto ?...Eh, ma il Banco Lotto sta nella strada affianco…………

Oreste  : ma quale Banco Lotto?...Il Banco Lotto,seh seh……. (fa il musetto)

Pilade   : ma quale strada affianco? La strada affianco…? seh seh (fa pure lui il musetto)

Contessa  : (A loro due) Permettete …( Poi alle ragazze cui si aggrega)  Ragioniè…!  

                 Pasqualino).. signorine a conferire! (le ragazze si avvicinano a crocchia sulla sin del Palco) Piccerè..questi due sanno la parola d’ordine…!

Teodoro : ….può essere un caso….

Pasqualino : ma qua caso..? questi sono proprio quelli che ho visto in Questura…

Malvasia  :      preparati vennero…qualcuno parlò..!

Anemone : ….Armaduccio Piscicelli!

Cannella    : ….Dudù…L’infamigno!

Teodoro     : e va bene..ma se non ci prendono sul fatto non ci possono fare niente…

Pasqualino :..continuiamo a fare la scena..del Circolo Culturale…

Contessa      : giusto..Aspasia!

Malvasia    : ( facendo un inchino)  Nonna…

Oreste      : Nonna..?!!!!....l’ha chiamata nonna..??!! Siete la nonna ? O meglio ….siete una Nonna?

Contessa  : si Aspasia è la mia nipotina prediletta…studia ricamo dalle monache e Canto Gregoriano dai Frati…va pazza per me…

Oreste     : che combinazione (facendole un appassionato baciamano)  Io vado pazzo e per le nonne e vi dirò…....Che più sono anziane e più mi attizzano…!

Malvasia    : attizzano..? Nonna ma che dice il signore?

Contessa : Zitta bambina.,.zitta è una parola che tu non puoi sapere…Ricama ‘a nonna ricama..!( tra se lusingata)…Voi dicevate che vi piacciono le donne  anziane?

Oreste     : hai voglia farei di tutto per averne una…A me mi eccita assai come dire?... la ruga reticolata,la zizza appesa ,il rotolo di cellulite…il mio amico invece…

Pilade      : ….io per parte mia vado pazzo per le ragazzine…!

Teodoro : in che senso….?

Pilade      : in quel senso ( fa il mussetto) ….!Mi piace il profumo di borotalco,quello del gesso sulla lavagna,i calzettini corti…

Oreste     : Magnifica signora ( a Teresa)voi..voi quanti anni avete….?

Contessa : beh…biologicamente diciamo che giro intorno ai 40..45….

Oreste     : ( baciandole galante la mano sino al gomito) considerando che a quella età si calano gli anni…quindi moltiplicando per 2…per me va benissimo..!

Pilade       : e tu bella bambina quanti anni hai….?

Malvasia   :..16….!

Pilade    : Considerando che a quella età si aumentano gli anni per me va benissimo!!!!!

Teodoro : scusate ma vanno benissimo per cosa..?

Oreste : (insieme )…ah…che cari..fanno gli gnorri….Come per cosa..?......Oh bella,per un connubio…per….una congiunzione carnale..!

Malvasia : Nonna che cos’è una congiunzione carnale?

Contessa : zitta ‘a Nonna ..è una cosa che non puoi sapere….

Pilade  : Signora!Bando alle ciance …. Secondo le nostre informazioni quì  ci doveva essere una casa chiusa…lo negate voi…..???

PASQUALINO FA SEGNO DI NEGARE

Contessa   :…. noi neghiamo tutto….!!!

Oreste     : è inutile….abbiamo notizie certe..! ( alle loro spalle Teodoro e Pasqualino fanno il segno delle manette)e poi vi abbiamo detto pure la parola d’ordine:

Pilade     :  … “♪….Ho giocato tre numeri al  lotto! .♪”

Contessa : ma quale parola d’ordine ?...voi siete entrati qua dentro come due pazzi e  vi siete messi a cantare una canzone di Carosone…

Pilade    : ( Ad Oreste) ..Orè….vuoi vedè che abbiamo sbagliato indirizzo….

Oreste    :  avrò capito male….pardonne…che figura…Voi ci dovete scusare…

Cannella : ….siete perdonati….

Pilade     : peccato però…io per quella ragazzina  avrei fatto una pazzia…

Malvasia : Che pazzia..?

Pilade      : diciamo che un paio di milioni li avrei investiti…

Oreste  : tu..?....per una notte con questa magnifica creatura ( ribacia la mano ala Contessa sino al gomito) avrei stanziato almeno il doppio!

Malvasia : …..quattro milioni!

Anemone : Soc’me’l ben..! Volevo dire sorbole!

Teodoro    : An francais mon ….amour an francais….!

Anemone : sorbolè..!

Teodoro   : ( presentandola) La mia signora ..E’ Francese..

Oreste e Pilade  : onoratissimi!

Malvasia : col vostro permesso..Nonna!(prende la nonna la porta al proscenio-tutti si accrocchiano) ..Contè..che facciamo ..?6 milioni sempre sei milioni sono..!

Pasqualino : questi sono poliziotti …non ci cadete..è una trappola…!!!

Contessa  : tornando verso i due)..Signori!Nel mente apprezziamo il vostro buon gusto, specialmente nei miei confronti….siamo costretti a mettervi alla porta!Signori uscite…!!!!

Pilade  :... e va bene..ci scusiamo e ce ne adiamo mortificati..( poi guardando la ragazzina) Che peccato! Io sarei arrivato a 5 milioni!

Oreste     : tu..io a dieci per questa bella  carampana..Beh..perdonateci ancora per l’orrenda  gaffe….Vieni Pilade . Addio!                      ESCONO

APPENA USCITI TUTTI SI ABBARCCIANO SICURI DI AVERLA SCANZATA DI BRUTTO.

Pasqualino : avete visto ?....le hanno provate tutte per incastrar

Contessa : però saranno stati pure due poliziotti..ma che simpatici….che buon gusto…!Alla mia età sei milioni per una notte..sono soddisfazioni!

Teodoro : vedete contessa..quei due si dovevano fingere due depravati: un pedofilo ed un gerontofilo…

Cannella :  un che…?

Teodoro : un gerontofilo..uno che  ama andare con  le vecchie..

Contessa  : neh,vecchie a chi….?

Teodoro   : Nooooo, è tanto per spiegare. Dunque queste due malattie perché malattie sessuali sono..inducono l’individuo malato a sborsare qualsiasi cifra…..a fare qualunque promessa per soddisfare la propria libidine deviata.Essi ricorrerebbero a qualunque trucco…

Pasqualino : avete sentito….era tutto un trucco…E adesso che vi ho salvato l’Azienda Contè, la vogliamo mettere questa benedetta firmetta?( caccia di nuovo la cambiale)

Contessa : adesso si e con tutto il piacere..Grazie Pasqualì,grazie ‘a Contessa..( firma sulla cambiale che Pasqualino velocissimo intasca)

DRINNNDRINNDRINNN LA PORTA..

Contessa ::. Ah..e mò che è passata la paura possiamo riprendere a fare il lavoro nostro..piccerè spogliatevi e tu Cannè vai ad aprire…

DRIN..DRINN….DRINN.CANNELLA VA AD APRIRE STAVOLTA IN ABITI PIU’ SUCCINTI.BEH,ORA SI INTRODUCONO ALTRI 2 PERSONAGGI: SONO IN REALTA’ I DUE ATTORI CHE HANNO INTERPRETATO PILADE ED ORESTE..HANNO CAMBIATO LA GIACCA, IL CAPPELLO,IL TIPO DI BAFFI..INSOMMA SONO DUE ALTRE PERSONE SCAPECE  E SCAMORZA

Scapece  : ( con aria complice)….♪ Ho giocato tre numeri al  lotto! ♫

Scamorza  : ( idem) ♫….25,60 e 38! ♫

Scapece   : ♫…e li abbiamo giocati perché…♫

Tutti in coro    : ♫….Usciranno tutti e tre!!!!!!!!!!!! ♫♫♫♫♫  Bravi!!!!!

Anemone  :... ben venuti signori accomodatevi!

Contessa : e allora mie bei giovanotti…! Cosa vi possiamo offrire…un drink..?...O volete andare subito al sodo? cosa desiderate..?...cosa vi attizza di più? Volete la ragazzina..? No..Volete la bella bolognese…?Volete la brasiliana tutto fuoco (le tre donne indicate si propongono lascive)…

Scapece    : e che cosa ci dovremmo fare con queste belle signorine…???

Pasqualino : Gesù..come si dice..???....la congiunzione carnale..!

Teodoro    : (con aria complice) onerosa…!

Scamorza : ah..perchè qua si fanno le congiunzioni carnali onerose…?

Contessa :  caspita..e se volete pure l’orgetta a prezzi modici…

Scapece  : ( al collega) hai capito pure l’orgetta..!E stretto stretto quanto ci verrebbe fare quest’orgetta..?

Contessa : un affarone…con me e tutte le ragazze 1 milione…!

Scapece :1 Milione!....Collè,hai sentito?...hanno confessato…!(qualificandosi)Sono il Brigadiere Scapece della Questura Centrale ( mostra i documenti) e lui è…

Scamorza : l’appuntato Scamorza..!

Scapece  : Siete tutti in arresto per sfruttamento della prostituzione…Voi Teresa Caccavale siete la tenutaria del Bordello e le ragazze sono le meretrici !Per tale reato c’è la chiusura della casa e a tutti quanti voi codice alla mano almeno tre anni non ve li leva nessuno!!!!

Contessa  : ….3 anni?....neh Pasqualino Pasqualì……..!

PASQUALINO SI STRINGE NELLE SPALLE

Scapece :  Scamò,fai salire i Colleghi!!!!  ( Scamorza chiama col radiotelefono)

Contessa : ma ci deve essere un equivoco….

Scapece : qua di equivoca ci sta solo questa casa…..

Contessa : signori non avete prove…..questo è un Circolo Culturale..!

Scamorza  : (alterandosi)…Culturale un cacchio!..Voi ancora volete negare l’evidenza ? ..Cheste tre stanno tutte quante annure e ci hanno offerto pure l’orgetta! Un milione ….Un milione…’e ditte niente!...quando io e chistu povero Dio lo pigliamo di stipendio al mese!Questo è un Casino….!!!!!!!!!!

Teodoro  : …Signore!…..voi state offendendo delle signore per bene..!

Scapece    : quale per bene…?.....cheste  sò tutte mignotte……!!

Cannella  : mignotte saranno le vostre sorelle….!!!

Scapece  : le nostre sorelle?....ahaaaaa…...c’è pure il vilipendio!!!Altri 6 mesi!!!

Scapece  : Scamò……manette !

Teodoro : no, le manette no…io sono un Ragioniere…

Scamorza:  chille so ‘e peggio!...( inseguendolo)…Viene cca…!!Fatte acchiappà!

A QUESTO PUNTO DALLA COMUNE COMPARE LA CAPUZZELLA DI DUDU’

Contessa  : ( vedendolo) ..Alttttttttttttt…! Un momento ..brigadiè col vostro permesso..( tutti si fermano) Dudù…vieni  avanti…!...vieni bello,vieni…

Dudù      :  (più che angelico,serafico)….Contessa…..????!!!

Contessa :… e tu volevi la percentuale ..e tiè tiè…! ( gli molla un gran ceffone)

Dudù      : ( carezzandosi la guancia ) ….. Gesù,‘nu pacchero…??????!!!

Contessa :(a Starace) Dottò scusate se mi approfitto della vostra competenza……..quant’ è  la pena per violenza e percosse..?

Scapece     : ma diciamo tre mesi..

Contessa  : m’è voglio fa..! Cretino..Imbecille!!!!(molla al povero Dudù un altro schiaffo fortissimo!)

Dudù       : n’atu paccherò…?????????!!!!... Ahhhhhh!! Madò e che dolore..!...che dolore ( poi piano piano cambia espressione)…ah..che bello! ah che bello!

Scamorza     : come “che bello?”..Giovanotto,a vuie ve piace d’abbuscà?

Dudù   : si, cioè no….insomma Commendatò…….voi  dovete sapere che io fino a oggi ero feticista tanto bello ….ma stammatina dentro a un negozio di scarpe da certe femmine ho avuto tante di quelle mazzate, ma tante di quelle mazzate che ..che..come dire….?...mi è piaciuto…insomma: so diventato masochista!

Pasqualino : e viene viene ca te faccio cunsulà ( gli molla una buona serie di pedate)

Dudù :   ( ulula) Oh che bello..!....ancora!...oh che meraviglia..!....oh che goduria!

RICHIAMATO DAGLI STRILLI E DALL’ALTERCO IN CORSO ESCE DALLA STANZA IL BUON OTTAVIO,OVVIAMENTE IN MUTANDE :  

Ottavio  : Embè..che sono tutti questi strilli? Che cappero sta succedendo qua fuori….?

Anemone : Gesù Bambino..questo proprio adesso doveva uscire…!

Scapece     :  Ahaaaaaaa…costui sta in mutande !!!!!!!!

Pasqualino : nooooooo…....quali mutande…?...è un pantaloncino…..sta facendo Pilates!

Scamorza     : voi state facendo Pilates..?

Ottavio  : io sto facendo Pilates…??????....Mah..si vede che adesso lo chiamano così……Guè caro Piscicelli….

Dudù       : Comandante….( si danno calorosamente la mano)

Scapece  :  ahaaaaaaa……vi conoscete??????????!!!!!!!!!!!!!!

Ottavio   : come!.....dovete sapere che è per merito suo se oggi mi trovo qua a spassarmela…300.000 lire benedette!A proposito  è mezz’ora che aspetto : dov’è la mia bambolona erotica..?

 Scapece:    ahaaaaaaaaaaa…..costui vuole la sua bambola erotica….!!!!...E di queste qual’è..?...qual’è?

Ottavio  :  (indicando Cannella) chella là…...!!.....Quell’Abissina!!Amico bello,ve la consiglio..è una bomba del sesso!

Scapece   : Ahaaaaaaaaaa…...Una bomba del Sessso!....Signore..non negate…... voi siete un cliente…!

Ottavio   : ….e chi lo nega..?… Permettete ?....Aquila Nera..!

Scamorza   : Toro Seduto…!

Scapece      : Geronimo..!

Dudù         :  Cavallo Pazzo…!!!                                     

Ottavio       : ( irrigidendosi) A Noi…..!!!!!!!!!!

Scapece      : Scamò….manette…!!!!!

TUTTI FANNO IL SALUTO ROMANO…SULLE NOTE DI “ FACCETTA NERA ” PARTE LA PANTOMINA…LA CONTESSA CERCA DI STROZZARE PASQUALINO..PASQUALINO A SUA VOLTA PERQUOTE DUDU’ IL QUALE FUGGENDO CERCA DI ARRAFFARE E CONSERVARE COME PUO’ LE SCARPE PERDUTE DALLE DONNE,I POLIZIOTTI CERCANO DI AMMANETTARE LE RAGAZZE MALVASIA E CANNELLA,TEODORO SCAPPANDO IN CIRCOLO TROVA IL MODO DI AVVINGHIARSI AD ANEMONE PERCHE’ COSTEI CONTINAI FUGGENDOA GRIDARE “MON DIEU!!!!” EN FRANCAIS….OTTAVIO CHE INSEGUE TUTTI ,OGNI TANTO SI IRRIGIDISCE NEL CLASSICO SALUTO ROMANO..INSOMMA,SE NON BASTASSE QUELLO CHE DICE IL PUBBLICO,LO DICO ANCH’IO : “MA CHE CASINO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!”

                                                         CALA LA TELA

Napoli settembre 2011                                            Angelo Rojo Mirisciotti

                    

 

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 0 volte nell' ultima settimana
  • 0 volte nell' ultimo mese
  • 9 volte nell' arco di un'anno