Magia nera…!

Stampa questo copione

NAPOLETANI SI DIVENTA

MAGIA NERA…!

OVVERO … “E’ VERO MA NON CI CREDO……!”

DI

ANGELO ROJO MIRISCIOTTI

Asura dalle mani d'oro, dalla corretta guida, colui che è misericordioso, che aiuta, vieni verso di noi. Respingendo i demoni e gli stregoni, emergi dal buio Deva da tutti invocato…. ….*-

Napoli                                                                                              Aprile 2010

MAGIA NERA…!

OVVERO … “…E’ VERO MA NON CI CREDO……!”

DI ANGELO ROJO MIRISCIOTTI

PERSONAGGI E TIPI

1.Emiddio Percuoco,detto…………...Il Mago Caronte

2.Assunta ………………………………….sua moglie

3.Gag. Pasqualino Romito………………..un disgraziato

4.Regina Romito,sua sorella…………anima in pena

5.Marcello La Zecca………………………un gigolò

6.Mariuccia…………………………l’eterna fidanzata

7.Il Fato……………………………………..se stesso

8.Peluso……………………………..Ap.to Carabinieri

9.Vinciguerra……………………….M.llo Carabinieri

MAGIA NERA…!

OVVERO … “…E’ VERO MA NON CI CREDO……!”

I° ATTO

SIAMO NELLA CASA-STUDIO DI EMIDDIO CARONTE,IL MAGO DI CHIAIA..L’AMBIENTE E’ UN AMPIO VASTO,TETRO STANZONE CUPO,AFFASTELLATO DI COSE.. E’ UN VERO E PROPRIO ANTRO DOVE SI AMMUCCHIANO IN DISORDINE MOBILIA VECCHIA E SPAIATA,ANIMALI IMPAGLIATI,CARTE ANATOMICHE,ANTICHI RITRATTI DI ALCHIMISTI,STREGHE E DI MAGHI,UN ALAMBICCO VITREO,..ALLA SCRIVANIA INGOMBRA DI CARTE ED APPUNTI FANNO MOSTRA DI SE UNA PALLA DI CRISTALLO ED ALCUNI MAZZI DI GROSSE CARTE DA GIOCO E DI TAROCCHI…UNA CIVETTA VIVA STA SU DI UN TRESPOLO…ALL’ATTACCAPANNI E’ APPESO UN MANTELLO DA MAGO ED UN ALTO CAPPELLO CONICO RICOPERTO DI STELLE….AL SIPARIO E’ IN SCENA EMIDDIO CARONTE: E’ COSTUI UN UOMO ANZIANO  PIU’ VICINO AI 70 CHE AI 60,MAGRISSIMO,ALTO,ALLAMPANATO,CON OCCHIALETTI DA MIOPE  E BARBETTA BIANCA. AL MOMENTO E’ INTENTO  A MISTURARE ATTENTAMENTE DEGLI ELEMENTI …E RECITA:

Emiddio  : “Asura dalle mani d'oro, dalla corretta guida, colui che è misericordioso, che aiuta, vieni verso di noi.Respingendo i demoni e gli stregoni, emergi dal buio Deva da tutti invocato…”.Seh…vuole mettere ‘e cartuscelle soie con la mia MAGIA  NERA…Un’Arte magica che tiene millenni e millenni di storia ‘a vulesse ammesurà cu ‘e carte e scupone che ausa lei ..I Tarocchi..! Eh ma ‘a  ‘mparo io a campà a quella signora..…cu chesta pozione infallibile l’aggia fa addiventà ‘na pimmece.. Dunque..ricapitolando.: .le ragnatele liofilizzate ci stanno,il succo  distillato di passiflora ce l’ho messo,le due gocce di sangue mestruo pure…che ce manca…?..(consulta da un vecchio libro polveroso)…Ah…mo ce levavo ‘o meglio…la polvere di ossa di lattante…!Addò sta..? tenevo un ossicino di poppante recuperato a Poggioreale..(apre cassetti, sia alza e fruga in una cassettiera,poi finalmente,recuperando un ossetto)..’o i ccanno ‘o vì..!...( si munisce di una piccola grattugia e polverizza un po’ del povero resto umano)…Fatto…!...(leggendo ancora  dal vecchio librone)..Mo tutto questo va sciolto accuratamente.. in un bicchiere di vino eh..la marca non la dice… tengo un poco di Falanghina…avessa ì buono…(provvede)…Biit..Biiiit (la civetta lancia il suo grido)..Zitta tu..non mi distrarre…( ancora il rapace ) Biiit..Biiiiit…Un altro strillo di malaugurio e ti facci al forno con  le patate novelle…( la civetta tace atterrita)…ah..l’hai capita…Bene…il filtro è pronto..E quando se la scanza.. e come se la scanza..moglie mia la sorte tua è segnata…quando avrai bevuto questa pozione sarai in mio potere assoluto..farai tutto quello che voglio…con uno schiocco di dita ti ordinerò di tacere…oppure di andare diritta diritta all’Inferno con i piedi tuoi…e se voglio ti imporrò persino di suicidarti..Potenza della Magia Nera..!!!

SI APRE LA PORTA ED ENTRA ASSUNTA CANNELLA, SUA MOGLIE...E’ COSTEI  ANCORA UNA BELLA DONNA ALTA,BRUNA,CHE HA PASSATO I CINQUANTA ,MA CHE SI TIENETOSTA E FLORIDA…IL GUAIO E’ CHE HA UN CARATTERE IMPOSSIBILE, CONTRADDICE CHIUNQUE PER IL SOLO GUSTO DELLA POLEMICA,AGGREDISCE CHI LE STA ANTIPATICO, MALTRATTA CON SADISMO TUTTI E SPECIALMENTE QUESTA SPECIE DI MARITO CHE PER DISPETTO PIU’ CHE PER AMORE SI SPOSO’ UN TRENTINA DI ANNI FA’.

Assunta  : ..stai ancora masteriando cu chesti schifezze..?..non ci bastano le porcherie che hai sparso intorno intorno …manco’sta casa fosse una discarica d’a munnezza,…? E già ma si capisce ..da uno che è nato saponaro…

Emiddio :…io so nato saponaro..? antiquario,prego…I famosi antiquari Percuoco di Piazza Francese..e inoltre ti faccio notare che io…

Assunta :  zitto..! zitto e non mi contaddire..!! dicevo …che altro potevi aspettarti da un saponaro..?..guardate guardate là..tutta chella fetenzia pe’ terra..e io avessa doppo mettere in ordine..pulire..

Emiddio : alt….! Moglie…ti faccio notare in data odierna che tu nel mio studio non sfaccendi da circa venti anni,..mo ti fa impressione il pocorillo di polvere..

Assunta : a parte il fatto che a me qua dentro mi fa schifo solo di entrarci ..fosse pure pe’ chella fetenzia di bestia che tieni là sopra …

Emiddio  : non mi toccare Sofonisba…!

Assunta  : ( nauseata)…Sassofonisba…puro ìo nomme fa schifo…nunn’a putiìve chiama Carmela, Fifì…no Sassofonisba ( sguardo al cielo del povero Emiddio) poi io vulesse sapè che saciccio te ne devi fare di un uccello accussì  brutto e di malaugurio…

Emiddio : la civetta è da sempre animale esoterico….e po’….fa scenografia….

Assunta : e già..m’ero scurdato ca cca ‘ncoppa avimma fa ‘o San Carlino…

Emiddio : al tempo…a parte il fatto che il San Carlino era un Teatro serissimo..Moglie…qua non facciamo nessuna potecarella da palcoscenico bensì pratichiamo  l’Occultismo.. Noi vendiamo magia, alchimia, pozioni e fatture…tutto quello che alla mente e all’animo umano servono per difendersi dal malocchio,dalla cattiveria e dall’aggressione degli Spiriti Bassi..

Assunta  : addò sta..?

Emiddio : chi addò sta..?

Assunta : tutta sta robba che hai detto tu…?...’O fatto dei spiriti bassi…

Emiddio  : ignorante..cajotola…femminella della quaqueglia  ….zandraille…!

Assunta : come mi hai chiamata..?....ripeti se hai coraggio..!

Emiddio : zandraille….!...ossia…zandraglia…che come tu ovviamente non sai viene da les antrailles…le interiora : en francais…!

Assunta : non ho capito niente però mi pare che comunque stai cercando di offendere onde per cui adesso ti devo a forza ciaccare..(si avventa )

EMIDDIO PERO’ RAPIDISSIMO SI PONE IN POSIZIONE DI IMBONITORE, ALZA LA MANO  DESTRA E CON UNO SGUARDO CHE VORREBBE ESSERE MAGNETICO,FISSA LA MOGLIE COME A VOLERLE  IMPORRE LA SUA VOLONTA’…LE PORGE IL BICCHIERE

Emiddio : …ferma! Ti arresta,femina..!!!!!!Guardami………Guardami negli occhi…fissami…!!!

Assunta  : che vuò..??

Emiddio : fissami !...tu hai sete..tu tieni una madonna di sete!...( le tende il bicchiere con la pozione) ……...bevi….!!!!

Assunta  :  c’aggia fa..?

Emiddio  : bevi….!...è buono…bevi…( fa come si fa con i bimbi che non vogliono bere il latte) mmmmm…senti quant’è buono..( si trapana la guancia con l’indice) …e comm’è buono…!

LA DONNA PIU’ INCURIOSITA CHE SOGGIOGATA BEVE..” Puàààà..” MA POI IMPERTERRITA CONTINUA AD AVANZARE MINACCIOSA.

Emiddio : ferma femina..!!! noli incipere..!..vade retro…!!!!!

Assunta  : che dici….?...ma che stai dicendo..?

Emiddio : dico :...ferma là…!!! E rispondi moglie :ti senti qualche cosa dentro? ..stai cambiando…?

Assunta  : no..cioè si..mi sto incazzando sempre di più …

Emiddio 🙁 consulta l’orologio) trenta secondi ( tra se perplesso) ancora adda fa effetto …!Resta là..!!!

Assunta  : (impugnando un vaso che sta per scagliare) fermo tu che ti devo cogliere come dico io ..giusto quà (mostra il centro della fronte) …

Emiddio : non funziona ..non funziona….(pensando all’intruglio magico) che ci ho mancato ?...dove ho sbagliato?..magari l’osso era di coniglio…

LA SCENA AVREBBE UN EPILOGO DOLOROSO PER EMIDDIO IL QUALE CERCA VILMENTE DI NASCONDERSI  SE PROVVIDENZIALE NON SUONASSE IL CAMPANELLO DELLA PORTA…DRINNNNN

Emiddio  : alto là….!Ferma! Questo può essere un mio cliente che viene per un consulto..….

Assunta : e perché non può essere un cliente mio che si viene a leggere le carte.?

Emiddio  : Uno dei tuoi non può essere perché tu ricevi solo la mattina..( ieratico) …E’ mio..!....onde per cui..Ancella,va ad aprire!!!

Assunta  : nemmeno se mi uccidono…quei morti di fame dei clienti tuoi li vai ad arapire tu…

Emiddio  : ma io sono il Mago Caronte,il Santone…non posso..pare brutto…vai Ancella vai..!.....Fallo per l’onore dell’Azienda..

Assunta  :…mi devi solo uccidere... no…!

CAMPANELLO INSISTENTE…

Emiddio  :.madame…cu te facimme ‘e cunte aroppo…( si aggiusta il manto che gli casca,rinunzia al manto,calza ed il cappellone e va lui ad aprire)

DOPO QUALCHE ATTIMO SI SENTE NELL’INGRESSO LA VOCE DI EMIDDIO CHE PARLA CON VOCE STENTOREA AL NUOVO ARRIVATO:“ Ti avanza, anima prava…non temere….accostati…..accostati senza indugio alla fonte del Bene ed del Male..” VOCE DI PASQUALE  CHE TITUBA “Veramente….non vorrei disturbare…” “Giamais…ma cher amì..…Entra fratello..entra…!...Il Santone ti attende…”

ENTRA PASQUALINO ROMITO,UN CLASSICO IMPIEGATUCCIO CINQUANTENNE,CANUTO ANZITEMPO MODESTAMENTE VESTITO CON ABITI DA DUE LIRE,SCIUPATO,VERDE DI FACCIA PER MALESSERI CHE LO ATTANAGLIANO,TITUBANTE E TIMOROSO…PORTA SOTTO IL BRACCIO SINISTRO UNA VECCHIA BORSA IN PELLE CHE HA CONOSCIUTO TEMPI MIGLIORIDIETRO DI LUI QUASI A SOSPINGERLO IL NOSTRO EMIDDIO..

Pasquale  :…( timido)…voi siete il valletto.?

Emiddio : Neh giovane…ma quà valletto.?....(con sussiego)..non avite visto ‘o cappiello ?….insomma…io sono il  Santone…!!!!!!

Pasquale  : e andate voi ad aprire la porta…?

Emiddio   : ( tra se)..’o sapevo……o sapevo ca facevo ‘na diece ‘e figura ‘e niente…Assunta maledetta..(poi a lui,ieratico)…ma perché,figlio… i Santoni non aprono le porte…? ( LO GUARDA FISSO COL SOLITO SGUARDO MAGNETICO E MINACCIOSO)..le aprono…magari col pensiero….con la  forza della mente..ma le aprono..le aprono…!! E’ chiaro o no…?????!!!!

Pasquale  : per carità..come volete voi…

Emiddio  :..….tengo tutta la servitù in ferie...e poi mia moglie quello spirito dannato....per me è morta…

Pasquale  : povera  signora,..Gesù..e quando è morta…?

Emiddio    : chi  è morta..?

Pasquale   : la vostra signora…vostra moglie….!!!!

Emiddio     : è morta mia moglie..?

Pasquale.  : Gesù lo avete detto voi mò mò…lo spirito dannato…che per voi è morta….” Avete aizato la mano e il sopracciglio e avete detto “Per me è morta!”

BLOCCANDOSI SU DI UN’IDEA FULMINANTE OSSIA CHE DALLA FINZIONE DELLA MORTE DELLA MOGLIE POSSONO SCATURIRE UNA SERIE INFINITA DI TRUCCHI E DI INGANNI PER FREGARE I POVERI GONZI…

Emiddio  : ( assume dunque  il solito sguardo allucinato..alza un braccio ieratico come a voler dire delle cose definitive allucinanti..)…Si…La Carne della mia Carne è  morta..!...Defunxit Mea Uxor Clara…

Pasquale  : puverella …se chiammava Clara….?

Emiddio : chi…???

Pasquale…: vostra moglie…. avete detto :    “ mea Clara..”

Emiddio  :…No..dicevo….mea clara femina …la mia bella donna …..uxoris mea defunta est..!!!…tre giorni ..or è guarì….

Pasquale  : ….non ho capito…è morta o è guarita…??

Emiddio  .:  or è guarì….è un termine arcaico che sta  per da poco..mò mò… va buò aspettate un attimo qua che  mi vado a preparare…e non toccate niente…!                                                                                      ESCE

PASQUALE SI SIEDE E GUARDA INTORNO PERPLESSO..LO INTIMIDISCONO  GLI UCCELLI IMPAGLIATI..GLI AMULETI,I QUADRI MINACCIOSI..LO SCHELETRO IN UN ANGOLO..INSOMMA TUTTO IL CIARPAME MESSO IN BELLA MOSTRA DA EMIDDIO PER IMPRESSIONARE LE ANIME SEMPLICI E PASQUALE LO E’…SOFINISBA D’UN TRATTO  LANCIA IL SUO GRIDO : Bittttt..Bitttt

Pasquale  : ( sobbalza)...Mammà…(poi chiama)...sa..sa..santone….santone…

LO SCHELETRO INIZIA AD OSCILLARE…E’ UNA REFOLA DI VENTO MA PASQUALE NON LO SA..

Pasquale  : mamma mia bella…..lo sche..lo scheletro si muove…a…a….aiuto..!

ALLE SUE SPALLE RIENTRA ASSUNTA: HA INDOSSO UN LUNGO ACCAPPATOIO BIANCO,IL VISO E’ COPERTO DI UN ARTIGIANALE CREMA BIANCA ANTIRUGHE,I CAPELLI SONO CONTENUTI IN UNA CUFFIA ALTRETTANTO BIANCA: INSOMMA ASSUNTA E’ PRATICAMENTE L’IMMAGINE DI UNA MORTA…DI  UNA FANTASIMA..HA TRA LE MANI UN GROSSO FORCHETTONE. PASQUALE GIA IMPRESSIONATO DALLO SCHELETRO…A TALE VISIONE TREMA CONE UNA FOGLIA

Assunta    : ..a voi…!!!!!!!!!!!!

PASQUALE HA UN MANCAMENTO E SCONOCCHIA…

Pasquale    : ( implorante con un filo di voce) no…non mi fate niente…

Assunta      : a voi…?..no,è a mio marito..il Santone che devo fare il servizio….!

Pasquale      : ….vo…voi siete Clara….?

Assunta       : ……Clara..?

Pasquale       : ….‘a mu..mugliera del Santone…?

Assunta       : ….lo ero…..ora sono solo Assunta..

Pasquale       :… in Cielo…???

Assunta        : in cielo…?...fosse la Madonna...io sono in Purgatorio…!sto   

                      espiando la colpa di aver sposato a quello spirito immondo………

 

Pasquale : …aggiate pazienza…io vi faccio dire tante Messe per rifrisco  

                     all’anima vostra…

Assunta  : ‘e Messe..? e che ne devo fare…?...io tanto sarò contenta quando a quel miserabile di mio marito lo avrò levato dalla faccia della terra..!Lo vedete questo..? (il forchettone)..Tanto sarò contenta quando glielo avrò infilato dove dico io..

Pasquale..: no..no..non lo dovete fare…poi vi mandano all’Inferno..

Assunta :   e perché adesso dove sto..?

Pasquale :    avevamo detto in Purgatorio…

Assunta  : no..no…lui..lui mi ha fatta dannare…! ( urla come un’ossessa mentre   Pasquale è sempre più impaurito) …Ma mò basta..basta…! he capito Mago Emiddio  Carònte…? Hai capito….?...mò basta..!

RIENTRA EMIDDIO  BARDATO DA MAGO,TRUCCATO AGLI OCCHI, COL CAPPELLO STELLATO ED IL MANTO BLU CHE SI ACCORGE AL VOLO DELLA PAURA DELL’OSPITE E NE APPROFITTA

Emiddio  : (alla donna imperioso..).Ferma.!....Ferma Anima dannata…! Non disturbare oltre il mio ospite..Tornatene  nell’Ade…!..Sparisci..!

Assunta  : altro che Ade..?..no…io vado dall’avvocato ..hai capito?... vado dall’avvocato..!                                                               LEI  ESCE

Pasquale  : ( terrorizzato) pu…pure là ce stanno gli a…avvocati…?

Emiddio : hai voglia..si può dire che laggiù la maggior parte dei dannati sono tutte avvocati…

Pasquale :    ma adesso non torna più…?...l’avete cacciata..?

Emidio     : Si capisce..l’ho rimandata sotto terra..tra gli zombies…

Pasquale  : ..zomb..?

Emiddio : …ies…!

Pasquale   : yes?...’a signora era inglese…?

Emiddio  : no…delle Fontanelle.. e comunque amico mio..io a queste anime senza pace le domino (chiude la porta  chiave) …

 

Pasquale   : fate un altro giro  …

Emiddio  : E’ meglio…(Provvede).Dicevo queste anime dannate  le tengo a distanza grazie alla Magia del Pentacolo Esoterico…(mostra un medaglione a cinque stelle)..portentoso..Prego,a voi….solo dieci euro…

Pasquale     : dieci euro..? e che ne devo fare ‘e stu medaglione ..?

Emiddio :  ( irato) medaglione questo?...Anatema..! Lui dice Medaglione! questo è un Pentacolo magico…la protezione definitiva dal male!(assume un’aria dottorale, mistica da imbonitore dell’Occulto e declama..) Figlio: Il pentacolo è una rappresentazione del microcosmo e del macrocosmo….combina cioè in un unico segno tutta la mistica della creazione…..Le cinque punte del pentagramma interno.. le vedi ?  ebbene…le 5 punte simboleggiano i cinque elementi metafisici dell'acqua,dell'aria,del fuoco, della terra e dello spirito. Questi cinque elementi sintetizzano quelli che sono i gruppi in cui si organizzano tutte le forze elementali,

Pasqualino : elementari …

Emiddio : elementari..!...degli elementi..e non interrompete…Dicevo..forze elementali spiritiche e divine dell'universo. L'ultimo elemento, lo spirito, non è altro che l'energia mistica emanata da Dio..mi segui…?

Pasquale : ( in difficoltà)…insomma…

Emiddio  :  questa energia si elabora e si manifesta condensandosi e andando a costituire le particelle subatomiche della materia. È l'energia che compone tutto l'universo, e della quale l'uomo,cioè voi che in quanto tale siete profondamente ignorante.. non sapete spiegare l'origine….la Fonte…avete capito?

Pasquale : no…si..insomma qualche cosa..

Emiddio : nun fa niente…dateme ‘e dieci euro..!!!!!!!!!!!!!

PASQUALE PRENDE IL MEDAGLIONE,LO INDOSSA  E PAGA..

Emiddio : e adesso che siamo protetti ambedue dagli spiriti “ sediamoci ” e operiamo…SI ACCOMODANO AD UN  TAVOLO

Emiddio  : Dunque..veniamo a noi…Cosa vi serve mio caro amico..un filtro d’Amore..una fattura…..Magia Bianca,Magia Nera…un Rito Vodoo…????

Pasquale : (circospetto)..non so se posso parlare…è una cosa molto delicata…Facciamo una cosa : Io non parlo ma siccome Voi siete il Santone..e indovinate il passato,il presente e il futuro..io vi passo il mio pensiero…con la telepatia…. e voi indovinate..

SI CONCENTRA E SPREME CERCANDO DI TRASFERIRE IL SUO PENSIERO..EMIDDIO LO OSSERVA INCURIOSITO POI SBOTTA:

Emiddio  : amico ma vuie fusseve pazzo!??  La telepatia della quale per altro sono un maestro richiede concentrazione,riflessione,tempo.. e qua tempo non ne teniamo..Voi vi state spremendo..Sentite a me: Usiamo un’altra tecnica…

Pasquale  : ossia ?

Emiddio :  Metodo Magia verbale: voi parlate e  me dicite tutte cose…!

Pasquale : ma se vi ho detto che è cosa delicata..anzi direi terribile ,mostruosa,innaturale..

Emiddio    : e qua state nel posto giusto più innaturale di qua…! Dite..!

Pasquale   : io tengo una sorella……

Emiddio : …bravo…!

Pasquale : si, ma mia sorella Regina non è un sorella normale..è una donna  cattiva,perfida,infame,avara,usuraia..mi ha reso la vita un inferno..

Emiddio     : è donna….conosco la razza…Continuate…

Pasquale  : costei è la padrona di casa  nostra e pure di tutte le nostre sostanze..Papà buonanima,sicuro che non si sarebbe mai maritata,lasciò tutto a lei perché era femmina e pure bruttulella..Ora atteso che io di mia sorella sono l’unico parente ed erede..(fa segno di accostarsi poi quasi all’orecchio gli mormora tra i denti)…Ebbene…voi…dovete far diventare scema a mia sorella….!

Emiddio  : non ho capito…

Pasquale  : dovete far diventare scema a mia sorella….!

Emiddio  : capperi!....fattura ‘e scemità....!!!!! Magia Nera Orientale..!!!si,è possibile…(consulta un vecchio librone di carta Amalfitana ) Ibis et redibis non..’a i ccanna a ì…si..si..è fattibile..ma scusate voi che ve ne fate ‘e ‘na sora scema..?

Pasquale  : insomma se mia sorella diventa scema..ossia più assai scema di  quello che è..e quindi incapace di intendere e di volere…. io divento il suo tutore…tutta la sua roba la gestisco io e così in una botta divento ricco e mi sposo alla femmina mia..

Emiddio  :  uh Gesù…voi tenete una femmina?

Pasquale  : sissignore….io e lei siamo fidanzati da ventidue anni,sei mesi,quattro giorni,sei ore e..(guarda l’orologio)..venti minuti in questo momento….Sapete Santone mia sorella non ci ha mai fatti sposare..diceva che io ero troppo cretino per prendere moglie…..

Emidio    : chi voi cretino ?...noooo..pe’ carità…E tornando a noi..qua a parte gli scrupoli morali, a parte le responsabilità civili e penali…dicevo a parte questo…e cca ce vò ‘na cifra.La tenete una cifra….?Quanto tenite..?

Pasquale  :..ho risparmiato tutta la vita…ero ragioniere  presso la  premiata Ditta di tessuti  Fattorusso &C.e adesso sono andato in pensione e  tengo pure la liquidazione…tra una cosa e l’altra arrivo a  centomila mila euro …ce la facciamo..?

Emidio : tuss tuss  (si strozza a sentire la grossa cifra)..alla faccia del c…dicevo..perdindirindina..Beh…forse si..a ben vedere..dovrebbero bastare…Dunque la cosa però vuole una procedura costosa,lenta e scientifica..Datemi cento euro di acconto,domani mi portate le cambiali per la rimanenza..…

IL POVERO GRULLO TIRA FUORI DAL CALZINO DESTRO  UN ROTOLO DI BANCONOTE..NE CONTA E RICONTA  RELIGIOSAMENTE 10 DA 10 EURO CHE POI PORGE A EMIDDIO..

Emiddio   : (schifato) mettete llà sopra..il Santone non tocca mai danaro..!

Pasquale : ….e la fattura..?

Emiddio : la fattura ve la faccio io se non vi dileguate subito..Come noi dobbiamo far diventare scema a vostra sorella e volete lasciare  traccia dell’accordo scellerato..!...Pazzo…Pazzo..(nel frattempo si leva il cappellone ed il mantello…indossa una giacchetta, la cravatta,il cappello alla sgherra)..E adesso mi dovete spiegare tutto…ma non qua..la mia casa è infestata di spiriti..! (Sofonisba lancia un grido- lo scheletro si agita)…vedete?..le anime perse si agitano…

Pasquale :  ( di nuovo atterrito) mamma mia bella..!

Emiddio : andiamo..vi accompagno a casa..così mi mostrate la vittima....e via facendo mi illustrate i perché ed i percome..quando me piglio ‘o trench ( apre la porta che aveva chiuso a due mandate)

DA ESSA REPENTINA ENTRA ASSUNTA COMBINATA  C.S.…

Pasquale : (terrorizzato)..mamma d’o Carmene....è ritornata la morta ..il fantasma..!!

Emiddio : ah si, ma non temete,voi tenete il pentacolo ( Pasquale lo tira fuori e lo mostra alla donna) Io invece ..la domino…(alla moglie) A te lamia maledetta  ..A te rigurgito infernale…..Vai,torna nel tuo Sacello…!!...Vade Retro…!!! (Assunta avanza però minacciosa - allora Emiddio la previene e tenendola per i polsi le mormora all’orecchio) Assù, p’ammore ‘e Dio..assecondamiaggio truvato ‘o pullasto..ca ce sistemammo tutt’a vita…..assecondami…..(brandisce una grossa croce)..Terque atque quarterque….admittis omissis..Spiritus immundus…( improvvisando per impressionare il poveretto) Ausculta,demone..: in taverna quando sumus non curamus quid sit humus.. Ancilla..và…e avrai tante preci ….miglia di preci….

Assunta :  ( con voce cavernosa) quante preci esattamente…?

Emiddio :    centomila preci……!!!!

ASSUNTA AL SENTIRE LA CIFRA SI BLOCCA UBBIDIENTE,INTASCA RAPIDISSIMA  I CENTO EURO CHE STAVANO SULLA SCRIVANIA E FA QUALCHE PASSO INDIETRO SINO A RIMANERE IMMOBILE ..

Emiddio  : è fatta….!!!

Assunta :  ( con voce dell’aldilà) …fermo mortale…!

Emiddio : ch’è stato..?

Assunta: (sempre con voce da oltretomba)…cca stasera nun truove che magnà…

Emiddio: (a Pasquale che lo guarda interrogativo )..preveggenza…i morti sanno tutto………( amareggiato) ..pure che la sera cca nun se cucina..

Assunta  : siente a me…fatte ‘na pizza fore casa ..!!....Addù Bella Figliola…!!!

Emiddio  : ( c.s.)…i morti danno buoni consigli…ci assistono…ci indirizzano..

Pasquale :…( incredulo) ..nientemeno chese ricordane pure ‘e pizzerie..?

Emiddio  :quelli sanno tutto rammentano.... (poi alla moglie..col suo l’identico tono) a te… anima infelice torna nella tua  Cripta e va a ghittà ’o sanghe…Mò Mò…’e subbeto…!!!

Pasquale  : non dite così che fate peccato…..quella  è già morta….

Emiddio  : e deve buttare io sangue pure nell’aldilà..Jammuncenno!     ESCONO

ASSUNTA,USCITO IL MARITO CONTROLLA CHE SI SIA ALLONTANATO POI INIZIA A  PULIRSI IL VISO,A PROFUMARSI ,A METTERSI IN ORDINE ED INFINE INDOSSA  UNA BELLA  VESTAGLIA DI SETA NERA TRASPARENTE CHE HA CONOSCIUTO TEMPI  MIGLIORI.CIO’ FATTO SI ACCOSTA AD UNA TUBAZIONE  CHE VIENE DAL PIANO DI SOPRA E TOZZOLEA TOC..TOC.TOC…TOC TOC..E’ UN MESSAGGIO IN CODICE,UN ALFABERTO MORSE CASERECCIO CHE LEI USA PER COMUNICARE CON L’INQUILINO DEL PIANO DI SOPRA….AL SUO TICCHETTIO NE CORRISPONDE SUBITO UNO PIU SOFT DI RISPOSTA..TOC…TOC..TIC.TIC..TOC TAC..L’INQUILINO HA CAPITO..LEI SORRIDE SODDISFATTA..STA PER INCONTRARE IL SUO BELL’AMANTE…INFATTI DOPO QUALCHE ATTIMO SI ODE PICCHIETTARE AL BALCONE..LEI VA AD APRIRE..ED ENTRA MARCELLO UN BELLISSIMO RAGAZZO DI TRENT’ANNI AZZIMATO, BAFFETTO, UNA SPECIE DI COCOTTE AL MASCHILE,UN GIGOLO’..

Marcello  : (con impeto la abbraccia)..Assunta…!!!

Assunta : Amore..! (si baciano)…

Marcello : ( dopo il bacio si fa serio) Assù,tu mi devi fare una santissima grazia : non dobbiamo cambiare il sistema per vederci..

Assunta : quant’è bello..vuoi dire che ci dobbiamo vedere magari in una pensioncina..in un alberghetto..?

Marcello : .no! Voglio venire a casa tua normalmente, come fanno tutti i Cristiani ossia scendendo per le scale ..’Stu fatto di scivolare lungo il tubo della pluviale dal mio terrazzo al tuo prima o poi mi fa passare un guaio..A parte il fatto che posso cadere ..se dal palazzo di fronte la gente mi vede mi pigliano per un mariuolo…e m’arrestano pure..

Assunta  : e invece ti devono vedere che ti impizzi qua dentro quelli del Condominio?...(invitante)…e tu ti vuoi privare del fascino del rischio..del brivido dell’avventura..?

Marcello : ho capito..ma sei mi rompo un gamba sarà difficile spiegare che l’avventura era quella di venire da te al piano di sotto…attaccato alla tubazione dell’acqua…

Assunta  : ve beh,Tesò..ci pensiamo ..mò però dobbiamo fare una cosa di giorno perché quel cornuto di mio marito è  uscito con  un cliente…

Marcello : embè..se è uscito..starà fuori per un po’..teniamo tutto il tempo…

Assunta :e no no..io l’ho mandato a mangiarsi un pizza da Bella Figliola..ma quello mo che si accorge che in tasca non tiene una lira ..si ritira..e va trovando da me la solita frittata di cipolle..

Marcello : e va buò…tra andare e tornare una bella mezzora ci sta..

Assunta : una mezzora..????..solo….!!!...e te la vuoi cavare così..?

Marcello : neh, ma tu che intenzioni tieni..?????

Assunta  : io ti devo mangiare tutto quanto  a morsi piccoli piccoli….

Marcello : amore mio..( si ribaciano)..

TRILLA IL CAMPANELLO  DELLA PORTA. I DUE SOBBALZANO E SI STACCANO

Marcello  :  ( sobbalzando e staccandosi) cielo …...tuo marito..!

Assunta : non credo..tiene le chiavi  e poi doveva arrivare fino  alla Torretta…Comunque,fai presto, scappa…. tornatene su..!

Marcello  :  …non è possibile. si è staccata la pluviale..

Assunta    :  Uh Gesù…(concitata) allora nasconditi…!

Marcello : addò me metto..? non c’è posto…

Assunta  : e allora : travestiti..!

MARCELLO PIGLIATO DAI TURCHI INDOSSA IL CAPPELLONE ED IL MANTELLO DEL MAGO LASCIATI DA EMIDDIO,UN PAIO DI OCCHIALI SCURI E SI PONE IN ATTESA. ASSUNTA VA AD APRIRE E DOPO POCO TORNA SEGUITA DALLA SIGNORA REGINA ROMITO

Assunta : entrate….accomodatevi..volevate al Santone..?

Regina  : può darsi….il fatto è che nelle carte di mio fratello ho trovato questo biglietto da visita del Santone…(legge un biglietto) EMIDDIO CARONTE,mago, esperto di Magia Bianca,Nera,Riti Wodoo e Massaggi astrali…Mò conoscendo a quello sciagurato..

Assunta   : del Santone…?

Regina : no di mio fratello…dunque dicevo conoscendo quel serpente velenoso ho capito che se viene da un Mago esperto di Magia Nera certamente sta tramando qualche cosa alle mie spalle ..Allora sono venuta qua  per sapere e per..

Assunta : e per..?

Regina : per parare il colpo..…!..E allora..?.è venuto qua un certo Pasqualino Romito…?....uno secco secco… con gli occhiali da cecato…

Assunta : …. Non mi pare e..comunque mò il Mago Caronte non c’è…ma potete benissimamente parlare con me: io Sono la Maga Mortella la mogliera del Mago…nonchè fattucchiera potentissima..: (imitando il tono allucinato del marito) : appalesatevi!

Regina : ….come..?

Assunta :  presentateve.!.........chi site.?

Regina : Fortunatissima…Regina Romito…Però sia chiaro ce io devo parlarvi da sola a sola..sono cose delicate delicatissime…(guarda Marcello che se ne sta impalato con  atteggiamento da statua )..e isso pure è Mago..?

Assunta  : ..quasi…Apprendista Stregone …..permettete il Magico..il Magico..

Marcello : Il Magico Marcello…onorato..( fa segni magici con le mani)

Regina : vi ho detto che è cosa delicata  ...dobbiamo stare soli..è importante…!

Assunta  : non temete ..Marcello,il Magico Marcello.. non capisce niente. ( sguardo di rimprovero di Marcello)...no, nel senso che non parla e non capisce l’italiano.. è ..è Armeno di nascita .. (A lui ) Di dove siete..?

Marcello : Armeniosky…

SI SEGGONO MARCELLO RESTA IN PIEDI MA FREME ..

Marcello : è megl..cca iii vaccccc ‘ncopppp….vacosky ncoppasky…!

Assunta : niet…è meglioscky ca sientosky pure tu….!!

Regina  : ma che vi state dicendo..?

Assunta : non ve preoccupate è Armeno..

Marcello : Armeniosky  ….‘e San Grigorj Armeniosky…

Regina   :  capisco…

Assunta : e dunque…dite…Volete che vi indovino il passato..il presente..il futuro..!Amore..? Salute…..Danari..?

Regina      :… siamo sicuri che il Mago non capisce..

Marcello : ..sicurosky ….song’ Armeniosky….!

Regina    : (cava dalla borsetta una foto)..guardatelo..guardatelo bene…

Assunta :  una faccia canasciuta.. è il vostro fidanzato..il marito..? L’amante..??

Regina   : no…è quel fetente di mio fratello Pasquale…Dovete sapere Maga, che quello lì mi ha avvelenato la vita  fino da quando eravamo piccoli…

Assunta  : …. lo so…lo vedo…

Regina    :  lo vedete? E come…?

Assunta  : .( manipolando i tarocchi )  …sta scritto nelle carte.!

Regina : insomma ..faccio per dire. da piccoli io avevo regalata che sò una sfogliatella?Embè,lui scamazzava un verme,una mosca:io mi  schifavo..

Assunta : e isso se mangiava ‘a sfogliatella vosta!!

Regina    : come lo sapete…?

Assunta   : lo so lo vedo  ..sta scritto nelle carte….

Regina : poi quando mi feci signorina..tenevo uno spasimante..un pretendente? Embè lui gli andava raccontare che io non mi lavavo mai.. che tenevo i peli sulle gambe…

Assunta  : …e non era vero…

Regina  :  era vero…..e poi diceva che facevo le puzze…

Marcello : puzzesky..in armeno si dice ugualosky…(Regina lo guarda interrogativa)..questo scritto in cartasky…!

Assunta : Zitt tusky…!!  ( a lei)  e così voi perdevate lo spasimante...

Regina  : esatto….Insomma .mi faceva dispetti da piccoli..poi da grandi ha infelicitato tutta la vita mia…Mo è arrivato il momento che me ne devo liberare.. e voi ci dovete pensare…

Assunta : io ci devo pensare…?

Regina  : certo  Voi o vostro Marito..il Mago Caronte..pe me è ‘o stesso..

              Guardate che mi sono informata prima di venire e ho portato il necessario…come si vede nei film…tengo le cose per fare una fattura…..ecco: qua ci sta un ciuffetto di capelli suoi..so che possono servire..quà ci sta un brandello della sua camicia di ieri…tutta sudata..Il sudore so che pure serve..( sguardo di disgusto di intesa e di Marcello ed Assunta)..e dulcis in fondo tengo una provetta di sangue e l’analisi delle urine ( Marcello e Assunta c.s.) In effetti si doveva fare le Analisi ma è meglio così....Si..ho portato tutto il necessario..mo,signora bella,  tocca  a voi..

Assunta : tocca a me..? ma a fa che..?

Regina : usare la Magia…insomma mio fratello deve sparire per sempre dalla vita mia :fatelo emigrare ..fatelo fare monaco….fatelo suicidare…qualunque cosa purchè me lo tolgo dalle scatole…….!

Marcello :  fuori dalle ballasky…!

Regina : ( perplessa)…. neh..ma quello l’Armeno  ha capito..

Assunta : (guardando storto per l’intervento inopportuno)….noooo, e quello se ne va per intuito ..sempre  Magico..è…o no..?

Regina : non divaghiamo…quel vecchio topo maledetto di mio fratello adda scumparì  ‘e subbeto…mò mò…!

Assunta : va bene..ma io che ce traso ?...io faccio ‘e carte …..mica vengo ‘o veleno pe’ surece… …voi mi state chiedendo una cosa grave assai un plagico  d’incapace..è reato…. Signò,vi prego uscite..!!!!

Regina : peccato……peccato per voi..io un’altra Maga la trovo..ma voi i miei centomila euro non li trovate più..e comunque se non potete…io me ne vado a cercare un alto Stregone..

SI ALZA PER ACCOMIATARSI

Marcello : Acchiappa a chesta…! Hem..Hem…Gospoja,quanto avito dettosky ca tenitosky..?( ad Assunta)  tradusky,molim…!

Assunta :  Quanto tenite..?

Regina  : Centomila…..centomila eurosky..!

Marcello : pregosky..(la prende galantemente per il braccio ma con fermezza la fa riaccomodare)…Prego…seat down accà…da….e adesso spiegate tuttosky…esistono e addò stanno chisti soldosky..?

Regina : Mio fratello li tiene ben nascosti ma io so dove …Se mi aiutate io me li prendo e ve li do a voi..

Marcello :(ad Assunta)….un momentosky..!Se ‘a signorasky paga buonosky…si può fare il trattamentosky…...po’ parlamm’…Adesso io me ne vaco ‘ncoppassky…Io svanisko…’a Maronn v’accumpagnasky…

Assunta : ma non si ruppe la pluvialosky…??

Marcello : m’arrampico pe’ ‘ncopp all’ederosky…!!!  Salam….ESCE

DOPO QUALCHE ATTIMO SI AVVERTE UN BOATO …SI INTENDE CHE IL MAGO MARCELLO E’ CADUTO LUI E L’EDERA.

Marcello :(da fuori) ahia……Cazz… porc putt…..che dolor…

Regina    : ch’è stato..???

Assunta : ( concludendo tra se)…’o sapevo…è caruto..!!!!

Regina    : cosa..?

Assunta : noooo…il Mago ha tentato un esperimento di levitazione..ma torniamo a noi..

ASSUNTA SI CONCENTRA SULLE CARTE ..FA SPACCARE UN PAIO DI VOLTE IL MAZZO SCEGLIERE SETTE CARTE. E LE CONSULTA CON ATTENZIONE…

Assunta : Dunque a noi.le carte tutto sanno etutto dicono..smazzate !..Pigliate quattro varte ..girate…Aha,,, la Regina di danari..vedete : questa siete voi….Girate ancora!..Ecco è uscito il Matto..

Regina     :…. mio fratello…!!!!!!!!

Assunta  : si….sii…ssssi..isso…..Avotate…Ah,ecco il Bagatto.. mio marito..

Regina     : vostro marito???? E che ce trase ?

Assunta : mio marito..ho detto mio marito?...no,e per somiglianza..quello il Bagatto è il simbolo ‘e l’omme ‘e niente…Scccc…!!..Non distraetemi…Avotate…!’O hi canno..’o vì…questo è il Carro…! (recita a memoria storpiando le parole italiane) Il Carro è trianato da due sfingidi, una janca e l'ata nera.A bordo n’c’è un giovane guerriero in ammatura, che guarda davanti a sé e regge uno scettro nella mana destra. Molti simboli lo adornano: la corona di alloro sul capo, e più sopra una stella a otto ponte; un quadrato sul petto,due falci lunari ‘ncoppo le spalle, una cintura ornata di simboli astrologici. Il veicolo che trasporta il guerriero sembra essere di pietra, ed è coperto da drappi azzurri punteggiati da stelle a sei ponte. Sullo sfondo,una città fortificata o castello…non si è mai saputo quala..

Regina  : io non ho capito niente…

Assunta  : e che volete capire …Questo Arcano Maggiore rappresenta il Viaggio che bisogna iniziare dentro di sé o fuori di sé …nel caso di vostro fratello significa..che partirà…partirà per un mondo lontano..e a voi vi lascerà in pace..le carte hanno parlato chiaro..Signò,la cosa si farà..mettete cento euro lla sopra e tornate  tra tre giorni …

Regina  : : ( titubante ) signò..ossia Maga Mortella..ma se il viaggio sta già scritto nelle Carte io a vuie pecchè v’aggia pavà centomila euro..???

Assunta  : miscredente..agnostica… il viaggio è scritto nelle stelle ma non si sa per chi..adesso io lo convoglierò su vostro fratello…mettete il sangue, capelli e camicia surata lla ncopp e pure i cento euro..

LA POVERA REGINA ESEGUE

Regina    : ( titubante) ma è sicuro che avete letto?.

Assunta :  un viaggio : vostro fratello partirà per un lungo viaggio senza ritorno e voi resterete  libera e felice..

Regina   :  .. un viaggio …?

Assunta : …. senza ritorno..!

Regina   : e io sosterò libera ..?

Assunta : e felice..!...Jate.. ci vediamo tra tre giorni.’A Maronna v’accumpagna..

LA DONNA SE NE VA  ACCOMPAGNATA DA ASSUNTA CHE DOPO UN ATTIMO RIENTRA SUBITO INIZIA  A TICCHETTARE  SULLA PARETE IN MODO CONVENZIONALE. E UN MESSAGGIO IN MORSE PER IL SUO DRUDO..SI ODONO COLPETTI DI RISPOSTA..POI SQUILLA IL TELEFONO :

Assunta : si… ti ho detto di telefonarmi..Tu tutto a posto..?...Ah,una ciaccata in fronte? E va beh è cosa ‘e niente…fatti una bella fasciatura..eh,tipo turbante..Dunque,la pollastra si deve liberare del fratello e noi lo facciamo sparire..ma no,ma quale uccidere…Usiamo il trucco che usammo con il Cavalier Pennacchio :eh,lo facciamo partire per  l’Australia…sissignore,inventiamo la solita  eredità….Tu prepara tutti i documenti…una lettera falsa del notaio..foto di fazende…..gli estratti bancari dell’American Bank…

DRINNNN..DRINNN IL CAMPANELLO ALL’INGRESSO…ASSUNTA    SOBBALZA POI

 

Assunta  : ‘O campaniello…scusa Amore bussano alla porta..in questa casa non ci sta un attimo di requiem eterna…Ci sentiamo domani….Cià..si cià…ho capito..cià…uffà..ho detto cià…cià……..

VA ALL’INGRESSO…DOPO UN ATTIMO SI INTRODUCE IN CASA RATTA E FURTIVA UNA DONNA..E’ ANCORA PIUTTOSTO GIOVANE ANCHE SE SCIUPATA E INSIGNIFICANTE. INDOSSA UN LUNGO IMPERMEABILE BIANCO DA DETECTIVE,OCCHIALONI SCURI ENORMI ED UN CAPPELLACCIO NERO CALATO SUGLI OCCHI…

Mariuccia : ..è questa la casa del Mago Caronte?

Assunta   : …. sissignore ..desiderate…?

Mariuccia  : Sono Mariuccia Papallo eh..eh…eh..( ride)

Assunta  : …. brava….!

Mariuccia : la fidanzata di Pasquale Romito…eh eh eh ( ridacchia )

Assunta : …la cognata di Regina Romito?

Mariuccia : esattamente  eh..eh eh ( ride )

Assunta : ma che ve site dato appuntamento tutte quante cca ncopp’..?

Mariuccia :    ( ebete) non ho capito…....

Assunta   : ….niente..lo so io..e allora?

Mariuccia : signò..io bisogno urgentemente del Mago Caronte…

Assunta :  Il Mago mò non ci sta e ..comunque,quale sarebbe il problema ?

Mariuccia  : (controlla le porte,si agita, poi prende una postura da statua della libertà e infine esclama convinta) signò..guardatemi a me…si vede..?

Assunta     : che s’avessa vedè ?

Mariuccia  :… guardate buono..(si pone di profilo aprendo il trench ed indica la pancia  Prego,signò :  osservate la mia silouette….

Assunta : (che non ha capito la parola francese)..si,’a gonna è bella ..ma ‘a silouette è de copp’ ‘e bancarelle..

Mariuccia  :…Signò,non scherzate e osservate la mia pancia : essa  adesso è vuota…!...

Assunta   : state diuna…?!!....tenete nu pucurill ‘e famme..?

Mariuccia :…ma quà fame….la pancia mia si deve riempire ma non di cibo..no..no…..no….!

Assunta    : no  no no ????....e de che….??

Mariuccia  : di vita..di una piccola vita…Signò….io appena possibile io….io devo uscire  incinta…!

Assunta  : brava e auguri tanti …!..ma nel vostro caso voi dovete andare dal ginecologo,dalla vammana…                                   

Mariuccia  : non signore,niente ginecologo e niente  vammana…Io devo venire qua dal Mago Caronte!... la Magia Nera ci deve pensare..!!!!

Assunta     : non ho capito…che ce trase ‘a Magia Nera può cu ‘na sciam…( si tappa la bocca)..cu ‘na  gravidanza e soprattutto che ce trase il Mago Caronte ..?

 Mariuccia  : …che ce trase…?????  Uh Gesù ..e quello il Mago Caronte… mi deve  ingravidare lui….!

 

Assunta    : ( allibita)….mio marito vi deve ingravidare a voi ?!!!!!!!!!!!!!!!

Mariuccia  : sissignore…mi ha detto di venire qua che ambressa ambressa lui mi fa il Servizio…!

Assunta    : ….il servizio..?

Mariuccia  : si capisce….Il Mago me lo ha promesso ..ah detto così..” Piccerè tu appena puoi..vieni al mio studio…che io ti prendo e ti combino quattro uova dentro al piatto…!!”.

Assunta    : . dentro al piatto…?...quale piatto..?

Mariuccia :  non lo so..io sono la paziente eh eh eh …e comunque io sono venuta..sto qua pronta..prontissima…e mò…Lui deve provvedere …!!! E pure  ambressa ambressa ….Ah..ah..ah…(Ride folle)

Assunta  : chillu scurnacchiato….eh capito…che teneva ncuorpo…?! E scusate : mio marito non vi ha detto che teneva una moglie …e come ve lo fa il servizio..con la moglie davanti..?

Mariuccia : si capisce…anzi ha detto che se nel caso la moglie aiuta ..collabora all’esperimento…

Assunta : chillu vezioso..!...chillo piedofile,…vo fa il triancolo cu me…!!...Mi sento male..mi sento male..mi manca l’aria..…(presa di una crisi di nervi lancia un urlo fortissimo) Ahhhhhh Ahhhhhh e poi si abbatte sulla sedia mentre Mariuccia ride follemente e nel frattempo  il tuoni tuonano,i lampi ovviamente lampeggiano,lo scheletro si sbatte forsennatamente e Sofonisba per parte sua lancia il suo ferale grido (Bitttt…Bitttt)……..

                                    Musica  dei Gobelin : Profondo Rosso ( Sipario)

                                         

                                                       FINE I° ATTO

MAGIA NERA…!

OVVERO … “…E’ VERO MA NON CI CREDO……!”

II° ATTO

STESSA SCENA DEL I° ATTO…E’ LA MATTINA SEGUENTE: EMIDDIO CARONTE E’ PRONO,INGINOCCHIATO DINANZI ALLA MOGLIE IN ATTEGGIAMENTO SUPPLICE..LEI DALL’ALTO LO SCRUTA SEVERA ED INVIPERITA BRANDISCE UN NODOSO BASTONE

Assunta   : .Infame, fetente…! e così..continui a sostenere che della gravidanza da provvedere alla Papallo tu non sai niente…e giura…!

Emiddio : giuro!...dovessi morire mò mò tu…(lei alza il bastone pronta a colpire) cioè ..io ..è stato tutto un malinteso…

Assunta  :... ‘o malinteso ‘e mammeta…puorco..!      

Emidio  :   ma no,ma no..è un qui pro quò…e poi ti porto le prove inconfutabili..

Assunta     : abbìa a parlà difficile ….che sò ‘sti prove rifiutabili…????

Emiddio  : inconfutabili..!Assù,rispondi..da quanto tempo io non mi giaccio teco? Da quando non ti conosco Biblicamente ..???

Assunta   : biblicamente? che vuò dicere ?....Traduci fetente! (alza la mazza)

Emiddio : Amore,abbassa la mazza…volevo dire,da quanto tempo io e te nell’intimità,ossia nel carnale, non abbiamo più rapporti?

Assunta  : lunedì scorso hanno fatto tre anni brutto impotezio…

Emiddio : disabile prego….tengo un’età,la prostata e la vescica labile..e poi lo sai che..come  Sciamano devo praticare l’astinenza… come Mago la mia energia fisica è tutta assorbita dal transfert esoterico…………..

Assunta  : nun dì strunzate…’o tram esoterico…tu si sempe stato ‘nu coso muscio…!...E comunque  Confessa….Parla ..!!!...che ci volevi fare con quella sciacquetta ????

Emiddio : fare io..? ma no…niente…Era un esperimento…

Assunta : l’esperimento ‘e soreta…parla schifoso !

Emiddio : ecco..La signorina Papallo aveva visto la nostra pubblicità sul Roma….così..aveva telefonato e mi aveva confessato il desiderio di avere un bimbo e  la sua difficoltà a rimanere incinta col fidanzato…io allora le ho detto di venire qua che la avrei sottoposto ad un esperimento segreto di Magia Nera…. le avrei dato una  pozione miracolosa…poi avremmo insieme recitato delle formule magiche..e lei  con buona probabilità sarebbe rimasta incinta..

Assunta  : incinta con le formule magiche..?...Emì,ma tu veramente fai?

Emiddio  : ..lo so che sono scemenze..lo so che è tutto falso….ma io devo fare il mio mestiere..io devo vendere le illusioni alla gente…così..loro con una speranza nel cuore sono un poco meno infelici e nuie, pe’ tramente,ci guadagnano qualche cosa di soldi…nello specifico 500 euro…

Assunta . e quando si scopriva che le avevi levato i soldi per senza niente quella dopo non ti apriva il fronte..non ti denunziava..?

Emissivo : a chi..? La gente non denunzia i Maghi perchè denunzierebbe la propria ingenuità,la propria credulità..E’ come se la Papallo andasse in Questura a dire: “Commissà vedete,io so tutto scema..e già perché ho dato 500 euro a uno col mantello azzurro ed il cappello di Merlino in testa…quello per farmi avere un figlio ha detto due tre volte abracadabra e mò siccome  la pancia mia non cresce lo dovete arrestare…!” La pigliano per pazza..

Assunta : e comunque mo come te la cavi con la Papallo Quella ha detto che stamattina avrebbe portato 500 euro per la gravidanza..e non se ne andava se non usciva incinta..

Emiddio : il Tempo foemina,… Tempus agit..Tempus lenit…Io la impapocchio di chiacchiere,parlo delle fasi lunari, delle congiunzione astrali, di Giove che oscura Venere e me piglio ‘nu pare ‘e mise ‘e tempo..e pò quaccosa sempe succede..o no?..E mò posa ‘a mazza e damme nu bellu bacio (la bacia lui sulla guancia) Beh...Il devo arrivare un momento in erboristeria a Fuorigrotta per pigliare delle spezie per la pozione..Se viene la Papallo prima di me la fai aspettare.le dici che appena scura notte inizia l’esperimento..Posso andare tranquillo ? te si convinta che tuo marito è fedele per giunta di ruotolo pure geniale?

LEI ASSENTISCE MOLTO POCO CONVINTA MA LUI SORRIDE,SI METTE CAPPOTTO E CAPPELLO,LANCIA UN ALTRO BACETTO RABBONITORIO ALLA MOGLIE ED ESCE.                 

DALLA SALETTA SI SENTE LA VOCE DI EMIDDIO CHE SALUTA QUALCUNO CHE E’ COMPARSO SULL’ARCO DELLA PORTA:

Emiddio : Prego signò accomodatevi, mia moglie, cioè la Maga Mortella è dentro in piena fase energetica..Entrate..!

ENTRA REGINA ROMITO,VISIBILMENTE AGITATA.

Assunta  :. Signora bella entrate, accomodatevi..

Regina    :.. non ne posso più….non ne posso più..voi mi dovete liberare da quell’essere, voi lo dovete fa scomparire…

Assunta : stiamo provvedendo…assettateve..

               VA AL MURO E TOCCHETTA TOC…TOC..TOC: IL SOLITO ALFABETO MORSE CON MARCELLO:SUBITO C’E’ UNA RISPOSTA:ANCORA LEI BATTE PER SIGNIFICARE DI SCENDERE:LA VIA E’ LIBERA:

Assunta  : un minuto di pazienza…sta arrivando l’aiuto del Destino..TENDE L’ORECCHIO SOLITO RUMORE DI CASCATA…UNA VOCE GRIDA “Cazz…Porc Putt! Aiuto!” MARCELLO E’ DI NUOVO PRECIPITATO..e  Assunta ( rassegnata)  “‘o vi ccanno…..è isso..!”Il grande Mago Marcelo sta scennenno dalla sua lievitazione….

Regina : levitazione e comunque  a me me pare ca ciù ca sciso ‘o Mago è proprio caruto…

DIFATTI ENTRA TUTTO DOLORANTE,LA TESTA LA TIENE FASCIATA DAL TURBANTE DI GARZA CHE SI ERA DOVUTO METTERE PER LA PRECEDENTE RUZZOLATA E CONSEGUENTE CIACCATA..SEMBRA PROPRIO UN FACHIRO..RECA CON SE UNA CARTELLETTA

Marcello  : Mannaggia Bubbà…(si massaggia,poi vede l’ospite) s’è scassata pure la buganvillosky..!!!.Ahia e che dolorosky.!!!...’a prossima votosky,vuoi o non vuoi, scengo per le  scalesky (poi a Regina) Gospoja,dobro jutro…(fa segni di benedizione,Regina e Assunta si inchinano) Prego…. Assettateve…!!!

Regina        :..Assettateve..? però..stu lingua armena rassomiglia al napoletano..

Marcello     : lingue neo latinosky.Si dice: armeniosky è napoletanisky dell’est

Assunta  :  (con esagerata ammirazione) grande Mago Marcello..avete voi influenzato il corso delle stelle..??Avete voi  deviato il Destino per fa scomparire il nostro nemico..???

Marcello    : aggio fatta ‘a nuttatosky ma tutto  è a postosky..cca stann’e carte..!

      

Regina       : proprio tale e quale è incredibile..nientemeno che capisco tutto me sto ‘mparanno ‘a parlà buono l’Armeno…...”cca stanne’e carte” …incredibile..E dunque..?

Marcello   : e dunquesky…Questa è le lettera di un Notaiosky di Sidney che comunica grande ereditaskty per signor Pasqualino Romito.. è uno..!Queste so Foto di fattoria ereditata, e due! E questo estratto conto  National Bank of Australia..e tre!Vostro fratellosky deve fare solo biglietto e partire.. Queste sono copie..foto..come dire ..foto..

Regiana  : statiche..copie fotostatiche…faciteme vedè ( si impossessa delle carte e le legge avidamente)…Madonna..l’eredità è di un milione di dollari..e quant’è bella ‘a fattoria…ma è overo?

Marcello :…ma che site scemasky…?E’ tutto regolarmente falsosky…Però tutto è tutto buonosky per aiutare..Destino…è chiaro?

Regina  :  ….nun tanto…

Assunta :  in poche parole. Vostro fratello stamattina con Corriere Espress avrà a casa le carte con  plico raccomandato e timbro di poste australiane ……..lui legge dell’eredità ,ci viene una mossa… ammacari sviene di sorpresa, può essere pure che muore, ma questo non è compreso nel prezzo,poi tutto contento piglia e parte per l’Australia…Morale della favola : voi ve lo siete tolto dalle scatole.

Regina     : scusate ma tutto questo non è reato..

Assunta  :  ma qua reato ?..è uno scherzo…è lui che è fesso e ci crede..e parte..bene..Adesso dateci la prima rate della parcella…

Regina : chianu chianu..aspettiamo che arriva il plico a casa..aspettiamo che sviene e che parte e io vi porto i soldi…

Marcello : all’anima della malfidatassky…

Assunta : signò…. ma qua abbiamo sostenuto delle spese…timbri,carta intestata ,fotografie, un altro acconto ce lo dovete dare…!

Regina  :… e pigliatevi questi cento euro..e facitaville bastà perché io sono pure amante della Magia, ma nun so scema…

Assunta e Marcello : nooooo…

Assunta : mi raccomando…..fatemi sapere dell’arrivo delle carte..che subito dopo parte la seconda parte del piano…

Regina   : ( molto sollevata) ..Stateve buono.. 

                                                                                                                      ESCE

Marcello : Dovidjenia Gospoja..(lancia curiose benedizioni e pe’ tramente si fotte i cento euro che la donna ha messo sulla scrivania)

Assunta :(accortasi della sparizione) Guè..i cento euro…?...Stevano cca ‘ncoppa..

Marcello : spariti..!..( scherzoso) è stata la Magia ….!!!!!

Assunta  :  nun fa ’o fesso..siamo soci,dammi subito la metà..!!!!!!!!!!!

Marcello: a chi?.. fino a mò le spese le ho dovute sostenere tutte io. E per di più ho fatto la nottata per stampare tutte quelle carte fasulle…..Avanze..

Assunta : sei proprio un infame. Ma è proprio pe’ chesto ca me fai ì a  mpazzì…Viene ccà…( lo attira a se e lo bacia).

Marcello : ( ricambia ma poi si stacca perché gli viene un dubbio) e tuo marito.:?

Assunta : non ti mettere paura..è uscito per una commissione urgente..e comunque la vuoi sapere una cosa curiosa..Vedi un poco il Destino come si diverte a imbrogliare le carte della gente: nientemeno che il fratello di questa deficiente che è uscita mò è il cliente di mio marito  che vuole fare una fattura su di lei per farla diventare tutta  scema….

Marcello : fatica sprecata….. Chella già è scema di suo..

Assunta : e siente.. e poi niente di meno che la ragazza che vuole essere messa incinta è la fidanzata sempre di quel poveretto..pensa che io credevo  che doveva provvedere Emiddio..

Marcello  : ( volgare e maligno) …si?...e  comme  faceva?

Assunta   : già…tu invece di questi problemi non me tieni…

Marcello : (accarezzandola dappertutto) e per questo che ti piaccio…

DALLA SALETTA LA VOCE DI EMIDDIO..” Mi ero dimenticato che il sabato l’erboristeria sta chiusa” I DUE SI STACCANO ED ASSUMONO UNA POSIZIONE INDIFFERENTE : LEI FA LE CARTE, LUI FINGE DI LEGGERE  UN LIBRO DI MAGIA. ENTRA EMIDDIO. PER UN ATTIMO SI SORPRENDE A VEDERE MARCELLO IN CASA SUA POI FA BUON VISO A CATTIVO GIOCO..

Marcello  : donn’Emiddio..i miei rispetti…

Emiddio: voi state qua…?..e pe’ sapè…a quale titolo..?

Marcello  : ero sceso per farmi fare le carte dalla signora vostra…tengo un affare per le mani ….

Assunta : devo dire ( insinuante)….un bell’affare…

Marcello : e voglio vedere se con l’aiuto della vostra signora va Dama…

Emiddio : e tu che dici..ci va..ci va?

Assunta  : . (ambigua) ce va..ce va..

Emiddio  : ho capito..e allora caro Marcello visto che state qua ne approfitto pure io perchè  vi devo chiedere una cortesia…come dire una prestazione professionale…Tu moglie(alla moglie) per gentilezza ritirati…vattenne a parte ‘e dinto…..!!!

Assunta : neanche se mi uccidono..voglio sentì….!

Emiddio   : sono cose da uomini…

Assunta  : (irata)…e proprio per questo…l’uommene fanno sulo fetenzie…aggia sapè…

Emiddio :. e allora l’affare non si chiude..erano 250 euro di parte vostra…

Marcello : un momento…se si tratta di fare un bel guadagno io ci sto…signora Assunta…hem..hem,abbiate la compiacenza.. (facendo segno che dopo l’avrebbe aggiornata)…lasciateci soli..fatelo per me…

Assunta : se lo devo fare per voi…(dolce) allora vado…come disse Garibaldi alle Termopili ? obbedisco.. !!!                      ESCE IMPETTITA

Emiddio  : ma guardate questa donna cu me è è accussì spruceta..con voi accussì

                  vummecosa…ma comme se spiega..?

Marcello : misteri dell’animo femminile..a volte è l’approccio,l’entratura ..io per esempio io cu ‘e femmene entro bene…e voi…?

Emiddio : non sempre…sono misogino....e comunque veniamo a noi..Allora signor Marcello..quà tra poco mi arriva una cliente…una certa Mariuccia..una bella guagliona che è infelice perché vuole rimanere incinta  a tutti i costi..e il fidanzato..diciamo così,non collabora…

Marcello :…. e allora..?

Emiddio : .e allora…guardate se viene nessuno…(controllano)...Marcè,quà il fatto è delicato…...dunque..io all’infelice fanciulla le darò una adeguata  e misteriosa pozione, poi dirò le formule magiche del caso ..una cosa infallibile….

Marcello : infallibile…..sempre…?

Emiddio  : quasi…insomma lo sapete con la Magia Nera niente è sicuro…c’è l’Imponderabile, l’Arcano, il Sovrannaturale…Ora siccome invece la signorina per diciamo così, andare al suo  buon fine..ci paga i famosi 500 euro..io devo avere la certezza che da quà sopra se ne scende …come dire…..soddisfatta..mi capite?

Marcello :…. no…

Emiddio :. insomma .. la pozione magica che le farò bere  è pure un potente sonnifero..allora quando la ragazza si abbiocca..

Marcello   :... come? Si abbocca?

Emiddio : si abbiocca..!...vuol dire si addorme! ....ecco..voi la dovete..come dire…accontentare..ossia…la dovete…diciamo così..guardate a mano (fa il gesto di possederla)…concimare..!!!!

\

Marcello   : e tutto chesto….durmenno durmenno..?

Emiddio :…. e che c’è di meglio..?...le sembrerà di aver vissuto un bellissimo sogno..e tra nove mesi lei ed il suo fidanzato godranno il frutto della Nostra MAGIA!tra l’altro la mia pozione contiene,diciamo così,un potentissimo afrodisiaco..per chi alla fanciulla non parrà vedo di…..

Marcello :  e il fatto…...diciamo così..la concimazione…. dove avviene..?

Emiddio : di là nella mia stanza da letto..

Marcello : si può fare..ma dovete tenere fuori dai piedi a vostra  moglie..

Emiddio  :. avete ragione..e già,voi vi preoccupate per la moralità della casa. ( Marcello guarda il Pubblico con aria furbetta e complice) .e avete ragione…figuriamoci se quella strega scopre che il suo talamo è violato..Beh,facciamo così :  io dopo la pozione..appena la fanciulla sta per crollare …mi porto mia moglie fuori con una scusa..voi ritornate qua dentro…...

Marcello   : torno qua dentro?...e pe’ sapè….e comme traso..?

Emiddio : è giusto… .Allora…questa è la chiave..(gli consegna una chiave Yale- altro sguardo complice di Marcello al Pubblico) e voi..entrate..vi portate la fanciulla sul talamo e procedete…Dopo è chiaro che la rimettete vestita sul divano…e scomparite..Ah è chiaro che io lascio tutto allo scuro…per discrezione ..voi alla ragazza non la dovete riconoscere ..ne lei a voi…

Marcello  : e il compenso..?

Emiddio : a case fatte..e mi raccomando acqua in bocca con tutti soprattutto con mia moglie…

Marcello :…. ( tra se) ….e chella me taglia ‘a capa…

Emiddio : come dite?

Marcello : no dicevo..sarò una tomba…m’avessera taglià  ‘a capa…!

Emiddio : Bene..e adesso andate..andate… io ho bisogno di concentrazione… devo preparare la pozione..Quando è pronta la funzione vi faccio tre squilli di telefono…ricordate tre squilli non uno di più..voi allora contate  fino a 120..

Marcello   :…. A 120..?

Emiddio :si.. io e Assunta dobbiamo avere il tempo di allontanarci..e poi entrate..Rammentate…tre squilli….precisi…

Marcello : non uno di più……conto fino a 120 e scendo..Addio..!  ESCE

RIENTRA ASSUNTA.

Assunta : e allora..? avete fatto le vostre porcherie….??

Emiddio  : ma che dici,amore?…erano affari…cose di lavoro….mò fammi il piacere…io devo preparare la pozione magica per Mariuccia ..mi manca il cardamomo…scendi alla salumeria e prendine cento grammi

Assunta : io..?....vattillo a  piglià tu….!!!!.

Emiddio : ma io non posso lasciare la preparazione quella mi svapora..( armeggiando ad un alambicco) ….scinne fa  ambressa!

Assunta : manco se mi uccidono..

Emiddio  : .. e va ben vuol dire che dirò al signor Marcello che il nostro affare   non  si è concluso per colpa tua.. t’o vide  cu isso..

assunta  : Marcello..? E va bene…( guardando il pubblico) ma lo faccio solo per i rapporti di buon vicinato                                                     ( ESCE)

LA MOGLIE E’ APPENA USCITA QUANDO SQUILLA IL TELEFONO..

Emiddio : si…. chi parla…? Mariuccia..dite…(ascolta) Cosa…?...un contrattempo (ascolta)…niente di meno… ho capito tutto ..Una voglia di sfogliatella? Riccia o frolla?... frolla!..Allora è tutto chiaro..Se e’ pericoloso ?..no..no,ma occorre una visita ..un consulto immediato… Ci vediamo da Pintauro…..non vi muovete da là …e rimanete supina…supina…vi raggiungo io…

INDOSSA IL SOLITO TRENCH E CAPPELLO,SPEGNE IL FORNELLETTO LASCIANDO LA POZIONE SUL TAVOLO E SI AVVIA…

                                                                        

OSCURITA’ QUASI TOTALE. NELLA STANZA BUIA ENTRA UNA SAGOMA : E’ REGINA ROMITO CHE VA AVANTI A TENTONI…E PROCEDENDO CHIAMA SOTTOVOCE….

Regina : Maga..Maga Mortella…sono Regina..ma ch’è stato ?....s’anno tirata ‘a ’luce..?...Madonna e che impressione in questa oscurità..tengo la tremarella nelle cosce..(tasta sulla scrivania e rinviene il bicchiere con la pozione)….ca sta nu bicchiere d’acqua..ne sento proprio il bisogno ( beve lunghe sorsate)…sa di orzata : sarrà orzata..!…meglio…Maga! Maga Mortella…(fa un giro per al stanza accostandosi alle porte)…Madonna all’improvviso mi è scesa una cecagna…una sonno…e poi che so mi sento un calore strano..un calore come una caldana..ah sta menopausa!

DICENDO QUESTO SI LASCIA CADERE SU DI UNA SEDIA ORAMAI QUASI APPISOLATA…

Regina : non riesco a tenete gli occhi aperti..Mamma mia e poi questa sensazione di calore sensuale che mi percorre tutta..che stranezza …erano tanti anni che…( si carezza i fianchi)..ho bisogno di un Uomo..voglio un Uomo..a me un uomo….!!!Ah  ( crolla seduta ormai presa dal sonno e in preda di un sogno incontrollabile ed erotico)

SI APRE LA PORTA E SEMPRE NELL’OSCURITA’ SI AVANZA UNA FIGURA ALTA E MAGRA : E’ MAGO MARCELLO VENUTO A FARE LA SUA CONCIMAZIONE A PAGAMENTO A MARIUCCIA..VAGA UN POCO A TENTONI POI SENTE IL RESPIRO DELLA DONNA UN POCO  AFFANNOSO..

Marcello : e chest’è essa..! ( si accosta,bisbiglia).. psss…psss….a voi….

                   signorina..signorina…farfallina bella … principessina ci siete..?

Regina :(come dall’oltretomba).. farfallina  a  me ?siiiiiiiiiiiiiii…caro..siiiii….sei un Uomooooooo tuuuuuu…..???

Marcello : nientedimeno…io senz’offesa sono super fusto e  super macho..!!

Regina    :…  e allora vieni….non frapporre indugio alcuno…. fammi tua..!!!

Marcello : Uhà… è ancora più facile di quanto credessi…Vieni piccerè che ti  porto in Paradiso..

Regina  : ( con voce sempre più calda e suadente) si..dammi la gioia,..dammi la felicità…dammi il godimento…

Marcello  : si capisce…con me mezz’ora di godimento è assicurata..!!!

Regina  :  visto che ci siamo non si potrebbe fare un’ora….?..( così dicendo lo segue docilissima nella stanza da letto  che si richiude alle loro spalle)

                                                      ***********

ENTRA UN BAMBINO PICCOLO VESTITO DA AMORINO CON UN SCATOLA DI COSTRUZIONI..SONO DEI GROSSI CUBI COLORATI ..LUI SI SIEDE IN UN CANTUCCIO DLE PALCOSCENICO ED INIZA A FARE DELLE  PILE, DELLE PIRAMIDI,DEI PARALLELEPIPEDI, DELLE CASETTE..POI ALL’IMPROVVISO COME PRESO DA FOLLIA LE DISTRUGGE E RICOMINCIA..

                                                  ****************

ENTRANO DALLA COMUNE EMIDDIO E MARIUCCIA..IL BAMBINO LI GUARDA,DAUN CALCIO ALLA COSTRUZIONI CHE ERANO GIA’ IMPILATE, SORRIDE MALIGNO ED ESCE..

Emiddio : vieni piccerè…...vieni.quà è tutto pronto per la  “ preparazione”…

Mariuccia : maestro ma siamo sicuri che riesce…sapete quello il mio fidanzato da una parte è geloso….da una parte è un chiochiero..da una parte è..

Emiddio :... neh,  ma quanta parte tene stu fidanzato tuoio.?

Mariuccia :.. ( svagata) eh eh eh non si sa…insomma quello il bambino lo vuole..ma mi vuole pure tenere vergine…mi vuole .illibata..però vuole pure la creatura..eh..eh..eh..(ride)

Emiddio  : la legge Basaglia la colpa è della  legge BasAglia..e pazze stanno tutte quante a fore..Dunque,piccerè  tutto insieme non si può avere…noi una mano a Madre Natura pure ce la dobbiamo dare..Spogliati!

Mariuccia : mi devo spogliare…..tutta..?( INIZIA A SPOGLIARSI)

Emidio   : ferma..!...basta il cappottino..il cappello..

Mariuccia : ma come quelli i figli si possono fare pure con le gonne e le mutande addosso..?

Emiddio : con la magia sì…Ma guarda ‘nu poca stammattina che mi deve succedere..Allora…mettiti in ginocchio e ripeti assieme a me questa litania…Addò sta ‘a pozione..io l’avevo mesdsa qua..ma me sarò distratto ..è l’età..mannaggia ‘a vicchiaia…va beh..la rifaccio dunque ( procede   ari preparare al famosa pozione) Ripeti..

-Asura dalle mani d'oro,dalla corretta guida,

                              Lei : Arsura dalle mano d’oro nella scuola Guida

-colui che è misericordioso,che aiuta il penitente  

                               Lei : colui che è misericordioso,che aiuti ad il tenente..

- vieni verso di noi,dacci un tuo segno

                                 Lei : vieni da noi portaci al tirassegno

 

-Respingendo i demoni,zombi e  stregoni,

                               Lei : respingendo i demoni e i zoccoloni..

-emergi dal buio Portas  da tutti invocato….

                Lei : emergi dal buio e portaci dall’avvocato..!

Mariuccia : comme so’ ghiuta ..?

               Emiddio : ‘na chiaveca..comunque l’esorcismo è partito..mo beviti questa 

                               Pozione….

LEI STA PER BERE QUANDO SI APRE LA PORTA DELLA CAMERA DA LETTO E VIENE FUORI MARCELLO ASSESTANDOSI LE BRAGHE.

Marcello : tutto fatto domm’Emì…!!!!

Emiddio   : . …tutto fatto che?

Marcello :  Come che…?...( facendo smorfie per farsi capire) fatto della “ concimazione..!”

Emiddio : la concimazione, ma se la ragazza sta qua..

Marcello : chesta..? uh Gesù e allora io a chi ho concimato…?

DALLA STANZA DA LETTO ESCE REGINA VAPOROSA COME UNA ROSA..RAGGIANTE E SODDISFATTA…SI AGGIUSTA I CAPELLI,SI RASSETTA LA GONNA MENTRE TUTTI LA GUARDANO ALLIBITI..

Emiddio   : ‘a sora d’o scemo…!

Marcello  :  la signora Romito..!

Mariuccia : …mia cognata….!

Regina     :…..Mariuccia….! E tu che ci fai qua…?

Mariuccia : e dici prima tu….. tu che ci fai quà..???

I QUATTRO SI GUARDANO ESTERREFATTI  INTUENDO VAGAMENTE CIASCUNO IL CASINO CHE IL DESTINO HA COMBINATO CON LORO..IN QUEL MOMENTO ENTRE PASQUALINO..

Pasqualino : è permesso..?

Emiddio     :. ce manca sulo chisto mò..

Mariuccia  : guè Pasqualino mio…..e tu che fai qua..?

Pasqualino  : Gesù io sono cliente della Ditta..cioè….il Mago è cliente mio..sono o non sono ragioniere..le bollette…le fatture…la partita doppia…

Regina      : te la faccio in fronte la partita doppia..non mentire…tu  sicuramente sei venuto qua per farmi qualche cattiveria..parla..che stai tramando..??

Pasqualino : io..? e tu piuttosto..che ce fai cca ‘ncoppa tutta scarmigliata e cu’ la vesta aperta..?

Regina    : io….ecco..io..io…si..io sono venuta  a..a….

Pasqualino : parla..!

Regina    : ( non sapendo che dire improvvisa)… a trovare il mio amante…!

Assunta   : (entrando)…il tuo amante ???...ca’ ncoppa..???....e chi è..?!!!!!!!!!!!

Regina : ( indicando Marcello)…. lui…!!!!

Tutti       : ..lui…..??????

Marcello  :….io…?????

Assunta   : tu sei l’amante pure di questa scorteca..?

Regina   : …..scusate ….e chi sarebbe ‘a scorteca..?

Assunta :…tu..ca te vaie a mettere cu ‘nu guaglione…

Regina    : io.?..io sono stata presa con l’inganno..!!!

Emiddio : ( perplesso) un momento..Assù tu prima hai detto : “ sei l’amante puredi questa scorteca”….come sarebbe .. “…pure..” ?

Assunta    : zitto tu..!…nun te mettere mmiezo…Ah carogne....ah zozzosi…

Mariuccia :…. scusate signò ma se il Signore qua presente  e mia cognata sono amanti a vuie che ve ne fotte…?

Emiddio  :…Già Assù…  a te che te ne fotte…..?

Assunta  : ( trattenendosi a stento) ..come che me ne fotte..?....la schifezza in casa mia…!...Voi vi incontravate in casa mia..nel mio letto…e questo fetente vi faceva da ruffiano..

Emiddio    : ….io facevo ‘o ruffiano..?

Marcello   : sentite ..io a questa donna mò la sto vedendo per la prima volta..

Regina     : ah mò mi stai vedendo ?!...Tu dianzi nel talamo hai fatto quel poco…!!!!!!!!!

Marcello   :  …. ma che ho fatto…?...Signora,io non vi ho mai toccato…!

Regina    :..Bugiardo!...e dimmi…la voglia di fragola che tieni sulla chiappa sinistra me la sono sognata…..

Assunta :  ( inferocita) ….sa delle tua voglia di fragola…?!!!!!!!

Emiddio  :... e tu che ne sai..?

Assunta  : e che ne so..?...che ne so..?ah..ecco…la settimana passata il signor Marcello ha tenuta la rosolia..sapendo che sono pure siringara mi chiamò e io ci ho fatto l’iniezione sul glutio..…

 

Pasqualino : e comunque  amico caro amico bello mò la cosa certa è che avete disonorata a mia sorella..mò ve le dovete sposare…!!!

Marcello  : non se ne parla proprio…

Regina : ah..prima hai fatto i fatti tuoi e poi mi disconosci ..ma io ti ammazzo..

Assunta  : ferma là…ce sto primm’io..!!

Emiddio : (spiegando ai presenti e trattenendo la moglie) il..fatto del talamo..quella ci tiene assai……….

Marcello  : ferme tutte e due…io sono innocente e poi ..scusate signò..voi come vi chiamate..?

Regina     : Regina…!

Marcello  : ecco….io invece dovevo concimare a una certa Mariuccia…!

Assunta    :.. tu dovevi concimare a Mariuccia..?

Pasqualino : alla mia fidanzata..?

Mariuccia  : a me..?....uh..e io non ne sapevo niente…

Pasqualino : come non ne sapevi niente…bugiarda..!...puttana..!!!

Mariuccia : ritira la puttana…!...chi ‘o sape a chisto..e poi eravamo d’accordo che  io la procedura la dovevo fare con il Mago Caronte..

Emiddio    : ….cu me…?

Assunta    :  ….cu te..?! Allora prima mi hai mentito…il fatto della pozione era un imbroglio…vieni qua..fatti strozzare…!!!!

Emiddio : ( alzando il suo talismano con fare ieratico) Alt….! Basta!...fermi tutti….!!!!!!!!!!!!!!!!A me gli occhi..è un ordine…Seduti….!

TUTTI SI SIEDONO SU CINQUE SEDIE ALLINEATE AL PROSCENIO

Emiddio   : andiamo con ordine….Pasqualino Romito…!

Pasqualino : presente..!

Emiddio    : Pasqualino..che saciccio ci fai qua..?

Pasqualino: ecco qua..stamattina al  casa mia è arrivato  un grosso plico…( Marcello,Regina  ed Assunta si guardano complici)

Emiddio   : …. un plico…….?? che plico ?

Pasqualino :  questo ( lo cava dalla borsa) e dentro ci stanno dei documenti in base ai quali io ho avuta una grande eredità in Australia..case, terreni, fazende ed un milione di euro in contanti..!

Mariuccia  : Madonna..siamo ricchi..( lo abbraccia con trasporto) finalmente ci possiamo sposare….!

Pasqualino : (scanzandola con malagrazia) A te…?...dopo quello che ho scoperto qua sopra ….

Mariuccia : Gesù e che hai scoperto?

Pasqualino  : che dovevi fare la schifezza con questo ( indica Marcello) anzi no….( indica Emiddio) con quest’altro…!

Mariuccia : bada come parli…io non dovevo fare nessuna schifezza ….io dovevo fare solo un bambino….

Pasqualino : Appunto..!Alla luce di ciò io ti lascio e me ne vado ad Adelaide…mi vado a pigliare una bella cangura..m’a piglio e m’a sposo!

Mariuccia : Ma perché si possono sposare pure le cangure..?

Pasqualino : Uh, Mariù….per quanto riguarda a voi caro il mio Mago..la fattura che dovevate fare su mia sorella è annullata…..

Regina    :  come come..? il Mago doveva fare una fattura su di me..?

Pasqualino : si..ti doveva far diventare scema ..

Regina    : a me..?

Pasqualino : si…ma ora non ce n’è piu’ bisogno..tu già eri scema e mò si diventata pure zoccola…

DRINN DRINN CAMPANELLO D’INGRESSO..ASSUNTA VA AD APRIRE E TORNA SEGUITA DAL MARESCIALLO VINCIGUERRA E DALL’APPUNTATO  PELUSO CHE IMPUGNANO GROSSE PISTOLE.

Vinci : Fermi tutti,mani in alto..!( tutti eseguono atterriti) Nessuno si muova..!

TUTTI RESTANO IMMOBILI CON LE MANI IN ALTO

Vinci    :.…addò sta..?....addò sta..?

Emiddio : c..c…chi..?

Vinci     : come chi?... il mariuolo..!

Assunta : ci sta un mariuolo…????!!! In casa mia..?

Marcello :... e mo ce mancava pure ‘o mariuolo…

Vinci  : sissignora..la denunzia è precisa  circostanziata..Pelù..con molta circospezione fatti un giro per le stanze..e se lo becchi inchiodalo..bloccalo..atterralo..

Peluso   : ok Capo…niente paura…lo inchiodo e ve lo impacchetto in un amen…( come un poliziotto da cartone animato)

Vinci   : Pelù state accorto…

Peluso : niente paura Capo….Voi….lo sapete come mi chiamano a me…..ROBOCOP..!

Vinci  : Pelù vediamo di non farci male..Scusatelo quello è un vero Carabiniere..

Emiddio : scusate…io sono io padrone di casa…questi signori son miei ospiti e tutto meno che mariuole..

Vinci       : controlleremo ..per il momento qualificatevi..!

Emiddio : mia moglie Assunta..

Assunta : Fortunatissima…Cannella…

Regina : Asciantè…Romito…pensionata delle poste…

Pasqualino : Ragionier Pasquale Romito.. sono il fratello…

Marcello : La Zecca ..Marcello La Zecca..libero professionista....

Vinci   : e voi ( a Mariuccia)?

Mariuccia :  Mariuccia Papallo..quasi in Romito..

Vinci     : comme quasi.:

Mariuccia : siamo fidanzati da 22 anni sei mesi e due giorni e …e ( controlla l’orologio)…sette ore in questo momento.. ..eh ma questo cornuto non mi vuole sposare più perchè dice che volevo fare un bambino con un altro..

Peluso    :….e chill’o pover’omme ‘na cosa pure ‘a dice..

Vinci  : Muto Peluso..!...muto devi stare..tu chi sei..?

Peluso : ( inchiodandosi sull’attenti) ROBOCOP..!..Comandi!!!!!

Vinci    : e ROBOCOP nun parla : agisce…!...assamme sentere : è truvato ‘o mariuolo?

PELUSO FA DEI GESTI STRANI E DISARTICOLATI  PER FAR CAPIRE CHE NON PUO’ PARLARE E CHE COMUNQUE NON HA TROVATO NESSUNO NELLE STANZE..

Vinci : ma che dici cretino..? parla.!!!!! Vò fa l’agente segreto ma sempre

            Carabiniere è …Po’ dice che ce mettene dint’e barzellette..e nun te

           sturcià…!....Ho detto che ti autorizzo..Parla..!

Peluso : non c’è nessuno Capo..il mariuolo nelle stanze non ci sta..(si pone sull’attenti)…Comandi!!! o è scappato o è uno di questi qua..!!!

Vinci    : ma che dici imbranato ?…questi qua sono i padroni di casa con gli ospiti..tutta gente per bene…è giusto..?

Emiddio : Giusto oh, ma  scusate Maresciallo ma come pensate che qua si è introdotto  un ladro..?

Vinci  : e come?...guardate : ci stanno un ventina di denunzie, firmate e circostanziate che dicono che tutti i giorni in orari diversi un uomo alto si cala dalla terrazza di sopra e si introduce in questa casa ..ci resta un’oretta e poi scappa per la stessa strada..di certo è topo di appartamento..

Emiddio : (guardando Marcello) dal piano di sopra?…Si Marescià certamente è un topo..perchè viene qua a trovare la sua degna compagna..’a zoccola..! ( guarda la moglie con intenzione)..

Vinci    :  oh… e dico così..dopo tutte queste visite del topo ..a voi …no dico..a voi vi è mancato niente..? vi hanno tolto qualcosa ..che vi manca..?

Emiddio :  e che ci manca..L’Onore ci manca..Marescià nella vita si possono rubare tante cose..alcune si vedono e si toccano..altre si sentono ( toccandosi la fronte)..Mo quando vi hanno tolto l’onore si può sparare, di può fare una  pazzaria, di può fare una denunzia..o se pò fa una magia..’na Magia Nera….

Vinci    : ‘Na magia nera..? non vi ho capito..

Emiddio: . E mo mi spiego meglio..Dottò guardate un poco quelle carte che stanno sopra al tavolo …..guardatele bene (porge il plico dei documenti di Pasqualino)..Vi sembrano carte giuste..originali…?

Vinci    : uh Gesù…..Pelù guarda qua..e questi documenti sono falsi..falsi i timbri ,falsi i sigilli,falsa la carta intestata dell’Ambasciata ….e questa è una truffa bella e buona..e per sapere..?chi ha fatto questo bel lavoretto?

Emiddio : ( guardando fisso Marcello) il Topo..in combutta con la sua complice: la Zoccola.( indica la moglie) …. e con la pensionata delle poste quale mandante....Le vittime siamo questo  povero imbecille qua ( indica Pasqualino) ..la signorina ( Mariuccia) che è cretina di suo e non se ne accorta di niente ed io…che sono senza offesa il cornuto contento…Lo vedete questo cappello da Mago Marescià..è un cono alto..molto alto : serve pe’ annasconnere ‘e corna..!!

Marcello :  Maresciallo quest’uomo farnetica io non c’entro io,sono un libero   professionista….un broker…un uomo d’affari…controllate…

Peluso   :    Marescià un momento..( si blocca come un automa,digrigna i denti fa dei versi metallici come un Pc)…Qua La Zecca..? questa faccia la conosco…chist’è Gennarino ‘o Gigolò…ricercato da tutte le Questure per assegni a vuoto e truffa…ROBOCOP ha parlato…!!

Vinci      :    Bravo Peluso…. manette…!!!!

Marcello:  ma c’è un equivoco Maresciallo,uno scambio di persona… la signora Assunta mi conosce bene e certamente potrà testimoniare….

Assunta :   Io…ma che siete pazzo…?...Maresciallo..non gli crederà… ?...io a questo tipo non lo conosco…

Marcello : Ah,non mi conosci,no? Così mi ricambi dopo tanti anni di passione  focosa e di affare insieme..? e allora se devo andare in galera che muoia Sansone con tutti i Filisdei..!!!!

Mariuccia : Chi deve morire ..non ho seguito…

Emiddio :   è niente è niente nun te preoccupà..piuttosto come ha detto chisto? tanti anni di focosa passione con la mia signora ..?....ma  allora io so’ proprio strunzo…?

Marcello  : ( continua nella confessione)..non mi conosci no?...e allora tutte le truffe che abbiamo fatto insieme..alle spalle di questo imbecille di tuo marito che pazziava cu’ cuppulone e cu’ ‘ bacchettella magica…

Emiddio : ( rassegnato) si ….so proprio strunz’…!

Marcello : per non parlare di questa pagliacciata di vita..’e libre,’o scheletro ca se move,…tiè pure ‘a civetta ‘mpagliata…

Emiddio :… non mi toccare a Sofonisba…e pò qua ‘mpagliata ?chella è viva..

Marcello :  a te ROBOCOP..guardame a me :  segna e memorizza  : la truffa dei falsi invalidi..

Assunta : …zitto…!!....maledetto zitto…!

Peluso   : …..Marianella… anno 1999 …12 truffati..!

Marcello :…la truffa delle carte clonate ..

Assunta :….ci stai rovinando ….smettila..!!

Peluso   : Afragola ….anno 2001 ….33 truffati..!

Vinci     : ma comme fa….?...comme fa…?

Marcello : e per ultima questa de “la falsa eredità”..architettata con la signora Regina…100.000 da fregare a questo povero imbecille…

Pasqualino : se….. poi io tenevo 100.000 euro …?...e famme sentì so sò…: dove li tenevo ‘sti 100.000 euro..?

Regina        : … nell’urna cineraria di mammà…

Pasqualino : (ferito)….caina!…..Peluso : manette !!!!

Vinci     :   E bravi,bravi… cerchiamo un ladruncolo e troviamo Marcello La Zecca …alias Gennarino ‘o Gigolò un falsario internazionale con i suoi complici.…diciamo che abbiamo avuto una bella fortuna…

Emiddio :  Già,Marescià avete avuto fortuna perchè la fortuna esiste,..come esiste il Fato..esiste un Destino bambino e beffardo che si diverte a mischiare continuamente le carte sul tavoli…a imbrogliare le piccole cose della povera gente fino a che questa non esce pazza…

Vinci    : …pure filosofo ….e bravo il Mago Caronte…

Emiddio : ma qua Mago…?..io so ‘nu poveru Dio..Marescià..la Magia non esiste…La Magia siamo noi…Siamo noi che mettiamo e leviamo le tessere di questo gioco di costruzioni  che è la vita….Il problema è che mentre mettiamo le nostre gli altri levano le loro….Allora la costruzione si imbroglia....perde l’equilibrio…cade e noi sotto che ci roviniamo l’esistenza..è vero Assù….?

Assunta : ….cornuto..!!!

Emiddio  : già..(senza ascoltarla)…e per non soffrire troppo cerchiamo di  cambiare le regole  gioco e ci affidiamo alla Magia…ma una magia è già la vita con i suoi attimi di gioia e di disperazione,le tante sconfitte e le poche vittorie…In fondo che cerchiamo ? Così poco… ‘Nu pucurillo ‘e pace…..’nu murzillo ‘e felicità..Eh, ma non la possiamo trovare mai perché la vera pace è il volersi bene,..è l’accettare se stessi e gli altri senza cercare “a forza” di modificare tutto...così..alla buona…senza trucco e senza inganno…

Pasqualino :  ( con la testa tra le mani) ma allora pure il mio è stato tutto un imbroglio? Allora io non ho ereditato niente..?

Emiddio  : si invece… una cosa bella l’hai avuta pure tu..questa piccerella che è tutta scema..e per questo,essendo donna,è già impagabile ma poi è brava ed  onesta.,.nun te preoccupà non ha fatto niente..è pura come acqua di sorgente…spusatella…e fatevelo da voi il bambino senza magia magari cu ‘nu poco e Viagra e qualche preghiera a Santa Maria Francesca sopra Toledo..Jate…e ‘a Maronna v’accumpagna..

Pasqualino: io a magia ‘a vulevo fa pe te,..

Mariuccia:  e io pe’ te…                                          ESCONO ABBRACCIATI 

Vinci   : e mò andiamo anche noi gente…Vi aspettano tre belle celle a Poggioreale…là avete voglie di fare falsità ….jamme  ROBOCOP..

Peluso   : agli ordini Capo…E voi : camminate dritti se no vi fulmino…vi disintegro..!                                                             ESCONO

Emiddio  : (gli grida dietro) Statevi bene  Marescià la Madonna vi protegga pure a voi…..

EMIDDIO E’ RIMASTO SOLO..SI GUARDA INTORNO NELLA SUA CASA CHE FINALMENTE HA TROVATO UN POCO DI PACE…DA A MANGIARE A SOFONISBA..POI SI GIRA E GUARDA IN UNA QUINTA..

Emiddio : A te jesce fore……vieni avanti …non c’è più nessuno che ti vede..

ESCE IL BIMBETTO VESTITO DA AMORINO…

Emidio     : adesso puoi giocare in pace senza nessuno che cerca di insegnarti il mestiere…ja..…tira fore ‘e pazzielle…gioca…e m‘arraccumanno : nun fa troppi guaje..”!!

                                                      

     MUSICA ……………..

                                                CALA LA TELA

Napoli 15.11.2010

                                                                               Angelo Rojo Mirisciotti                                         

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 0 volte nell' ultima settimana
  • 5 volte nell' ultimo mese
  • 20 volte nell' arco di un'anno