Moulin Rouge

Stampa questo copione

MOULIN ROUGE

p r e s e n t a z i o n e

personaggi

e

interpreti

Satine

Beba

Christian

Lorenzo

Zidler

Enzino

Touluse Lautrec

Raffaele

Argentino

Bonovox

Duca

Morris

Gruppo A – 10 ragazze

Lady Marmalade/ Because you can

Tania, Caridad, Iliana, Elena, Alessandra, Grazia, Caterina, Annukka,

Gruppo B – 10 ragazzi

Because you can / Sparkling diamonds

Salvador, Federico, Fabio arco, Fabio diurna, marco tennis, Marco surf, Vito, Leonardo, Morris

Camerieri – 10 ragazzi

Like a virgin

Giulio, Gianluca, Sergio, Raffaele, Filippo, Claudio

Coppie – 5 ragazzi + 5 ragazze

El tango de Roxanne

Wilmer, Lazaro, Carmem, Antonietta, Paolone, Manuela, Lara, Valeria, Sara, Leo

OVERTURE

Un  grande sipario rosso a bordo palco, alto 5 m, copre l’intera scena. Sul sipario brilla il logo Moulin Rouge mentre la musica d’orchestra fa da pre-opening (30” – brano orginale – preso dal film)

Sul tetto, al 5° piano, svetta il mulino con le sua pale e sul suo tetto un clown triste canta

            Nature Boy

                        Dal vivo, 0’17” - 2’40”

                        Clown (Lautrec)

There was a boy                                Inizia qui
A very strange, enchanted boy           la strana storia di un amor
They say he wandered very far          tra uno scrittore bohemien
Very far                                              bohemien
Over land and sea                             e un’entrenause
A little shy                                          è strano sai
And sad of eye                                   non pensi mai
But very wise was he                         ma capita, così

And then one day                               Lui venne qui
One magic day                                  passò da qui
he passed my way                              e si incantò
While we spoke of many things          vide occhi splendere XXXX
Fools and kings                                 splendere
This he said to me:                             e convinse lei:
'The greatest thing                             la cosa che
you'll ever learn                                 bisogna far
is just to love                                      è solo amar
and be loved in return'                       e farsi amar

Scena 1:  MOULIN ROUGE

Si apre il sipario rosso e il palco è la sala da ballo del Moulin Rouge.

Nella sala sono già presenti tutti gli ospiti: i ballerini dei tre gruppi delle canzoni successive, Christian, Touluse Lautrec, l’Argentino, il Duca.

Il copro di ballo del Moulin Rouge apre lo spettacolo con la canzone

Lady Marmalade

Un pezzo a scelta di Luis

gruppo di ballo A

A seguire, mixato con il precedente come in originale, segue

             Because we can

Playback Zidler, un pezzo a scelta di Luis

                        gruppo di ballo A + B

Di nuovo come prima, mixato con il precedente, arriva Satine

 Sparkling Diamonds

Dal vivo, 2’52”

Satine – gruppo di ballo A

            Satine:             The French are glad to die for love

A kiss on the hand may be quite continental
but diamonds are a girl's best friend
A kiss will be grand but it won't pay the rental
on your humble flats
or help you feed your (mmm) pussy-cat!

Men grow cold as girls grow old
and we all lose our charms in the end
but square-cut or pear-shaped
these rocks don't lose their shape
diamonds are a girl's best friend


Tiffany's!
Cartier!


'Cause we are living in a material world
and I am a material girl


There may come a time when a lass needs a lawyer
But diamonds are a girl's best friend
There may come a time when a harp- hoiled employer
think's you're awful nice
(oh!) but get that ice or else no dice.

La musica continua sotto.

Come momento della coreografia, Zidler e Satine si cambiano di costume in scena coperti dalle gonne da can can di alcune ballerine. Durante questo cambio c’è un dialogo, con la musica che continua in sottofondo.

Satine: “Allora, Zidler, il Duca è arrivato?”

Zidler: “Si, angelo, e l’ho quasi convinto…. Finanzierà la trasformazione del Moulin Rouge in un vero teatro e tu sarai la protagonista del primo grande spettacolo”

Satine: “Una vera attrice… in un vero teatro…. Non ti preoccupare, lo convincerò io definitivamente… dimmi solo qual è”

Durante questa scena Lautrec ha rovesciato accidentalmente un bicchiere addosso al duca e sta usando il suo fazzoletto per pulirlo e scusarsi. Il Duca è molto indispettito.

Zidler: (alza la testa, vede la scena e torna giù da Satine) “è quello a cui quel deficiente di Lautrec sta porgendo il fazzoletto”

Lautrec cerca un altro fazzoletto e chiede a Christian di prestargli il suo… ed è questa la scena che vede Satine

Satine: (alza la testa, vede la scena e torna giù) “Ma sei sicuro che sia lui?”

Lautrec torna a pulire il duca con il nuovo fazzoletto di Christian.

Zidler: (alza la testa, vede la scena e torna giù da Satine) “si… è proprio lui… dopo lo spettacolo verrà da te…. E tu dovrai convincerlo”

Satine: “Ci penso io…”


 Satine riprende la sua canzone


'Cause that's when those louses
go back to their spouses
Diamonds are a girl's best friend!

Alla fine della canzone applausi da tutti.

Zidler: “Ma non finisce qui…. Il Moulin Rouge non è solo belle donne, ma anche un ottimo ristorante…. Vero Satine….”

Satine: “Verissimo Harold…. E sai cosa ti dico?”

Zidler: “Cosa piccioncina?”

Satine: “Che è giusto che cuochi e camerieri si prendano il loro applauso…”

Zidler: “e allora falli entrare così li presentiamo”

            Things

                        Dal vivo, 3’20”

                        Zidler, Satine

Entrano i cuochi in fila e si piazzano sul palco, magari marciando a tempo di musica.

            Zidler:             Ecco, amici miei, i nostri cuochi

            Satine:             … cuochi

            Zidler:             loro non si fermano al ragù

            Satine:             … al ragù

            Zidler:             pesce carne primi ed insalate

            Satine:             Ah, ah, ah

            Zidler:             ogni sera ha un tema il menù

            Satine:             mercoledì

            Zidler:             è marchigiano

            Satine              venerdì

            Zidler:             elegante

            Satine:             martedì

            Zidler:             è Cubano

            Satine:             Sabato

            Zidler:             è tutto pesce amor

            Satine:             yuhhh!

            Zid+ Sat:        Mercoledì, è marchigiano

                                   Venerdì, elegante

                                   E sabato è tutto pesce amor

I cuochi si spostano su un lato, sempre in fila e a tempo

            Zidler:             fai entrare adesso i camerieri

            Satine:             -rieri

Entrano i camerieri in fila e si piazzano sul palco, magari marciando a tempo di musica.

            Zidler:             quelli che organizzano i buffet

            Satine:             “mamma quanto corrono”

            Zidler:             tutto quello che vi servirà – se qualcosa al tavolo vi manca

            Satine:             proprio tutto

            Zidler:             ditelo al ragazzo e arriverà

            Satine:             arriverà

            Satine:             a buffet

            Zidler:             gli antipasti

            Satine:             a buffet

            Zidler:             2 o 3 primi

            Satine:             a buffet

            Zidler:             anche i secondi

            Satine:             e il dessert?

            Zidler:             al buffet anche il dessert

            Zid+Sat:         A buffet, gli antipasti

                                   A buffet, 2 o 3 primi

                                   E al buffet c’è anche il tuo dessert

I camerieri si spostano sull’altro lato del palco rispetto ai cuochi, sempre in fila e a tempo

            Zidler:             Ultima una raccomandazione

            Satine:             -zione

            Zidler:             all’ingresso un’hostess troverai

            Satine:             troverai

            Zidler:             che ti chiederà la tua tessera del club

            Satine:             ooohh

            Zidler.             Senza quella scordati di entrar

            Satine:             per entrar

            Zidler.             la tua tessera

            Satine:             per mangiar

            Zidler:             la tua tessera

            Satine:             per cenar

            Zidler:             la tua tessera

            Satine:             non ce l’ho

            Zidler :            e allora non mangerai

            Zid+Sat:         per entrar, la tua tessera

                                   Per-mangiar, la tua tessera

                                   Senza questa scordati di entrar (4 volte)

Cuochi e camerieri escono di scena, sempre a tempo di musica, seguiti da Satine e Zidler che parlano sulla musica mentre escono.

            Satine: “senti, ma ce l’ho… solo che l’ho lasciata in camera…”

            Zidler: “ok… ma senza nonti posso fare entrare”

            Satine: “E dai, sono due settimane che sono qua… mi conosci”

            Zidler. “mi dispiace ma senza tessera non entri al ristorante….”

             Bla bla bla….

                                  

Scena 2: l’ELEFANTE

Satine e Christian sono soli nell’elefante, la camera di Satine a forma di elefante situata sul soppalco. I due sono occhi negli occhi

Your song

            Dal vivo, 0- 0’34” + 2’29”-3’37”

            Christian

My gift is my song and this one's for you                   Questa poesia, l’ho scritta per te

And you can tell everybody, this is your song            E tu la puoi tenere, dentro al cuore

            It may be quite simple but now that it's done             magari puoi cantare, le mie parole

0’34”

2’29”   I hope you don't mind, I hope don't you mind           è il mio modo, è il mio modo
That I put down in words                                          per spiegarti che

How wonderful life is now you're in the worl            ha senso la vita, ora che ci sei

                  I hope you don't mind, I hope don't you mind           è il mio modo, è il mio modo
That I put down in words                                          per spiegarti che
How wonderful life is now you're in the world          ha senso la vita, ora che ci sei

Finiscono in posizione da caschè

Satine: “che meraviglia, mi sono innamorata di una persona così bella, giovane, sensibile… ed è anche duca…. Non che il titolo sia importante….”

Christian: (estasiato) “Duca? Io non sono un duca… io sono uno scrittore” (effetto sonoro di musica che si chiude)

Satine: “Non siete un duca?  (resta sempre nella posizione) O no… o no… non sarete mica uno di quegli scrittori romantici, smidollati poveri in canna, amici di Lautrec?”

Christian: “beh… veramente si…”

Entra il duca, sul palco, che li trova in quella posizione compromettente.

Duca: “Satine…. E lui chi è?”

Satine: “Duca?! (improvvisa per togliersi d’impaccio) lui… è lo scrittore del nostro spettacolo…. Stavamo provando….”

Duca: “Provando? Da soli, nella vostra camera?”

Entrano Zidler, Lautrec, l’Argentino, sempre sul palco e Satine e Christian li raggiungono

Zidler: “ma certo…. Stavano provando…. Stavano provando il vostro spettacolo…. Il grande Spettacolo spettacolare”

            The pitch

tutta, 2’50”, dal vivo in italiano,

Satine, Christian, Touluse, Argentino, Zidler, Duca

            Zidler:             Spettacolo, spettacolo!

                                   Non riesco a raccontarvelo

                                   Per progettare il grande evento

                                   Serve tutto il tuo talento

                                   È lo show sarà un portento

                                   Se ci mette l’80%

                                   E così lei sarà

            Tutti:               Un vero artista in libertà XXXXXXXX Una grande celebrità

            Duca:              “ditemi pure”

            Tutti:               Eccitante, pubblico che applaudirà

                                   Sconvolgente,  sempre si replicherà

                                   Eccitante, pubblico che applaudirà

                                   Sconvolgente,  sempre si replicherà

            Christian:        Elefanti

            Lautrec:          Bohemien

            Argentino:       Indiane

            Satine:             Cortigiane

            Christian:        madrine

            Argentino:       e ballerine

            Zidler:             esotiche

            Tutti:               fantastiche

            Chri+Sat:       Contorsioniste erotiche

            Tutti:               Intrigo, suspence..

            Lautrec:          e si amerà

            Zidler+arg:     elettriche, le macchine

            Tutti:               tutto tecnologico

                                   Eccitante, pubblico che applaudirà

                                   Sconvolgente,  sempre si replicherà

                                   Eccitante, pubblico che applaudirà

                                   Sconvolgente,  sempre si repli-che-rà

                                   Spettacolo, spettacolo!

                                   Non riesco a raccontarvelo

                                   Progettare il grande evento

                                   Serve tutto il tuo talento

                                  

                                   Taratta-taratta….

                                   Son belle così

                                   Le colline in fiore

                                   Eccitante, pubblico che applaudirà

                                   Sconvolgente,  sempre si replicherà

                                   Eccitante, pubblico che applaudirà

                                   Sconvolgente,  sempre si repli-che-rà            - 1’40”

--------------- qui serve uno stacco più lungo rispetto alla canzone originale per preparare la scena… 

circa 8 secondi di musica velocizzata, tipo comiche

            Christian:        La cortigiana e il suonator

                                   Son vittime del loro amor

            Satine:             Ma quando lei lo udì cantar

            Christian:        Capì che lo doveva amar

            Duca:              Mi suona così strano

                                   Che non scelga il marajà

            Tutti:               Eccitante,  pubblico che applaudirà

                                   Sconvolgente, sempre si replicherà

                                  

            Christian:        Il suonatore scrisse a lei

                                   Una canzone strana che

                                   La cortigiana gli cantò

                                   E dal marajà la preservò

            Zidler:             Io sono quel diavolo del marajà, non hai scampo

            Satine:             Harold, solo tu puoi fare questa parte

            Zidler:             Infatti!

            Tutti:               Eccitante, pubblico che applaudirà

                                   Sconvolgente

            Duca:              … e qualcuno morirà

            Tutti:               Eccitante,  pubblico che applaudirà

                                   Sconvolgente,  sempre si repli-che-rà

Duca: “direi che, in generale, mi piace”

Buio.

Scena 3: MOULIN ROUGE

Sulla scena buia due puntamenti illuminano Zidler e il Duca.

Zidler: (urlando) “Si sta confessandoooooooo!”

Duca: “cosa?! Si sta con-fe-ssa-ndo?!”

Zidler: “si vedete…. È una lunga storia…. Venite al bar… beviamo qualcosa e ve la racconto….”

Duca: “Bar? Quale bar?”

Zidler: “Ma l’American bar, ovviamente…”

Zidler e il Duca si avvicinano a Danilo e ai ragazzi, che nel frattempo sono entrati.

Duca: “Ma è ancora aperto a  quest’ora?”

Zidler: “Come no… (a Danilo) Danilo, a che ora chiudi”

Danilo: “l’American bar è aperto tutti i giorni dalle ---- alle ---- e serviamo cocktail, panini….”

Duca: “Ma davvero… uh che figata… e chi fa tutta questa roba?”

Danilo: “Ci trovate (dice i nomi di chi è in scena)….”

Zidler: “Vede Duca…. Ma pensi che anche se siamo a Parigi, abbiamo anche un bar in spiaggia…”

Danilo: “Vero… il beach bar che è aperto tutti i giorni ------- e li è possibile anche pranzare…. ci trova (il nome di chi sta in spiaggia)”

Duca: “Grazie…. È tutto molto bello… ma ora scusate…. Devo parlare con il sig. Zidler…. (porta Zidler da parte) voi mi avevate promesso che se avessi finanziato il vostro spettacolo, Satine sarebbe stata mia, e stasera sarebbe venuta qui da me… e invece non c’è. Come mai?”

Zidler: “ecco vedete…. La piccola, dolce Satine….ecco… voi la fate sentire come una verginella…”

Duca: “Come una verginella?”

Zidler: “si… voi siete così….. eh…. E lei si sente come una verginella e quindi si sta confessando prima del grande incontro con voi….”

Like a virgin

            Dal vivo, 0 - 3’10”

            Zidler, Duca

Un gruppo di camerieri fa il balletto di contorno.

Zidler:             She was beat, incomplete       -                       La Satine, creda a me
She'd been had! She was sad and blue –       dopo che, ha incontrato lei
But you made her feel                                    -           lei si sente ormai
Yes you ma-a-a-ade her feel       -                  lei si se-e-e-ente ormai
Shiny and new!                      -                      più che mai


Like a virgin!                          -                      verginella
Touched for the very first time! –                   a letto con uomini mai
Like a vir-ir-ir-ir-gin...   –                               vergine-e-e-e-ella
Your hearts beat both in time! –         il suo cuore, batte ormai


I give you all her love!   --                               è per voi che batte ormai
Her fear is fading fast!  --                               la paura passerà
Been saving it all for you   ---                        non ci saran taboo  XXXX
Only love can last                                          solo lei e tu XXXX


She's so fine                                                   La Satine

and she's mine                                                           sua sarà
She'll be yours                                                lo sarà

 until the end of time                                      per l’eternità
'Cause you made her feel...                            siete un diavolo!
Yes you ma-a-a-ade her feel                          lo sape-e-e-e-te
She has nothing to hide!                                Che con voi è così


Like a virgin!                                                 verginella
Touched for the very first time                       a letto con uomini mai
Like a vir-ir-ir-ir-gin...                                   vergine-e-e-e-ella
Your hearts beat both in time             il suo cuore, batte ormai


Like a virgin!                                                 verginella
Feels so good inside!                                     lei mai più sarà
When you hold her...                                      e  toccate!

 and you touch her..                                       e prendete!

. and ohh... ohhh!                                          Ohhhh!

Duca:              She's so fine                                                   La Satine
And she's mine.                                              Mia sarà
Makes me strong                                            lo sarà
Yes she makes me burn                                  per l’eternità
And her love thawed off                                 sono un diavolo
Yes her lo-o-o-o-ve thawed off                       sono un dia-a-a-avolo

what was scared and cold!                            Sempre mia sarà!

Zidler:             Like a virgin!                                                 verginella
Duke:              Touched for the very first time!                      A letto con altri mai
Zidler:             Like a vir-ir-ir-ir-gin...                                   verginee-e-e-ela
Duke:              When your hearts beat both in time!              Il suo cuore batte ormai

Zidler:             Like a virgin!                                                 verginella
Duke:              Feels so good inside!                                     lei mai più sarà
Zidler:             When you hold her!                                       Io la tocco

and you touch her!                                         Io l’abbraccio

and you hold her!                                          Io la prendo

and you touch her!                                         Io la voglio

Insieme:          La-ah-ah-ah-ah-ah-ah-ah-ahhhh!

Like a virgin!                                                 verginella

Scena 4: ESTERNO -NOTTE

Buio. Il sipario è chiuso e nell’antipalco ci sono dei ballerini in attesa di fare delle brove. Arriva Christian che, pazzo di gelosia, sta cercando Satine.

Christian: (urlando, fuori campo, poi entra) “Satine…. Satine…. Dove sei….?”

Christian si rivolge ai portieri del Moulin rouge, che sono le ragazze del ricevimento del Santa.

Christian: “Voi siete di qui, vero…. Sapete dov’è la mia Satine?”

Ricevimento: “Satine? Certo… noi sappiamo tutto… qualunque cosa le serva ci chiami pure… dalla camera basta fare l’interno 9… ma lei chi è? È nostro ospite?”

Christian: “Si.. sono qui da un paio di anni… sono uno scrittore”

Ricevimento: “Beh… allora dovrebbe avere con se la tessera club…. Me la fa vedere?”

Christian: “Ecco…. Veramente, non ce l’ho con me…. Sa è un momento un po’ difficile… non riescoa trovare la mia Satine….”

Ricevimento: “Male… dovrebbe portare sempre la tessera club con se. Le serve come pass di riconoscimento, è indispensabile per entrare al ristorante dell’hotel, per aprire i cancelli automatici di notte, quando rientra da fuori, e per addebitare le sue consumazioni all’american bar…”

Christian: “Ho capito… ma io sto cercando Satine… voi l’avete vista….”

Ricevimento: “Un attimo che chiedo alle ragazze…. (dice i nomi delle ragazze presenti le quali dicono di no con la testa)… un attimo che vedo sul terminale, sicuramente possiamo aiutarla… sa, proviamo a risolvere qualunque problema…. Un attimo… ecco, Satine è in camera con un certo Duca… è dovuta andarci per forza… ma è meglio che non le dica cosa stanno facendo…”

Christian: “No!!!!”

Interviene l’Argentino.

            Roxanne

                        Dal vivo, 4’43”

                        Argentino, Christian

Argentino:      Abbiamo un ballo

                        Nei bordelli  di Buenos Aires

                        Racconta la storia di una prostituta

                        E di un uomo

che si innamora di lei

prima… c’è il desiderio

poi… la passione

e il sospetto

                        gelosia, rabbia, tradimento

                        Quando l’amore si da al migliore offerente

                        Non può esserci verità

                        E senza verità non c’è amore

                        La gelosia, si, la gelosia

                        Ti farà diventare maaaaaaaaaatto

Si alzano e si dispongono le coppie per ballare il tango.

Argentino:                                                                 Christian:

Roxanne

You don't have to put on that red light...

Walk the streets for money
You don't care if it's wrong or if it is right
Roxanne
You don't have to wear that dress tonight
Roxanne
You don't have to sell you body to the night


His eyes upon your face
His hand upon your hand
His lips caress your skin
It's more than I can stand

Roxanne                                                                    Why does my heart cry?
Roxanne                                                                    Feelings I can't hide


You're free to leave me but just don't decieve me...
And please, believe me when I say, I love you...      – 2’35”

            Taglio a 2’35” – riprende il crescendo a 3’15” (anche senza violino)

Roxanne                                                                    Why does my heart cry
You don't have to put on that red light

Roxanne                                                                    Feelings I can't hide

You don't have to put on that dress tonight
Roxanne                                                                    Why does my heart cry
You don't have to put on that red light
Roxanne                                                                    Feelings I can't hide
You don't have to wear that dress tonight

Roxanne!                                                                   Satine!

Scena 5 – MOULIN ROUGE – INDIAN SHOW

Durante il pezzo precedente sul palco del Moulin Rouge è apparsa la scenografia dello spettacolo indiano.

Zidler: (vestito da Maraja, apre le tende del sipario) “Lei e mia….”

Si apre il sipario e inizia lo

Hindi sad diamonds

            playback, 3’28”

Entra Christian

No matter what

            Playback, ---- recuperare dal film (check qualità della traccia)

Lautrec: “la cosa più importante è la tessera club”

finale - originale

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 0 volte nell' ultima settimana
  • 3 volte nell' ultimo mese
  • 84 volte nell' arco di un'anno