Onorata famiglia Belfiore

Stampa questo copione

Atto PRIMO

“Onorata Famiglia BELFIORE”

Commedia brillante in due atti di IVAN ANGELO GIUMENTO

Don Cosimo Belfiore                       Capofamiglia e Impresario di pompe funebri

Filumena                                          Moglie di don Cosimo

Masino                                             Figlio nullafacente

Saruccio                                           Figlio seminarista

Croce                                                         Segretaria di don Cosimo e della ditta Belfiore

Sue Ellen                                          Avvenente spagnola

Consuelo                                          Amica di Sue Ellen

Melina e Fofò                                   Ragazzini confidenti e “spioni” di Don Cosimo

Interno. Casa di Don Cosimo. Arredata con corni, ferri di cavallo e tutto ciò che riporta alle pompe funebri. Donna Filumena è vanitosa e un po’ fuori di senno. Masino è un ragazzo sfortunato con le donne anche a causa del lavoro del padre. Incontra una ragazza e la invita a casa, insieme alla sua amica. Per questo incontro chiede aiuto e sostegno al fratello…seminarista…che alla fine avrà la meglio! Ricco di battute e situazioni comiche, questa commedia si presta a una moltitudine di gag!

Atto PRIMO

Scena 1

MASINO      (canticchiando…stonando…una canzone dedicata a una donna..)

FILOMENA  (da fuori) Masino!! Masino la voi finiri di cantari ca mi stai stunannu? ....Masino!!! (entrando) Ma nsumma quannu la finisci di fari sti serenati notturne e diurne? Mi parinu chiossài lagne ca canzuna!

MASINO      Mamma lasciami in pace…ti prego..lasciami vivere nella mia malinconia…

FILOMENA  La malinconia all’età tua iu nun sapeva mancu unni stava di casa! Ascunta a mia lu figliu: posa ssa chitarra, mittiti li libra ‘n manu e ti fazzu vidiri comu ti passa tutta la tristezza!!

MASINO      Non posso mamma…ormai sono abbandonato al destino…non c’è più niente da fare..

FILOMENA  Miiiii….addirittura!!! Allura la cosa grave è! E iu ca nun mi nn’aviva addunatu!! (fissandolo) Senti giovanotto…entro due secondi ti vogliu vidiri ccu li libra in manu sennò ti giuru ca pigliu ssa padeddra ccu li cordi e ti la spaccu nni ssa testa china di tristezza!!

MASINO      Va bene…va bene…posu la chitarra e mi mettu a studiare… Ma prima ti vogliu raccontare una cosa. Posso?

FILOMENA  Avanti parla!

MASINO      Dunque. Aieri sera mentri ca stava parlannu di palluni ccu li mei amici di lu bar, trasinu dui fimminuna. Una niura e una biunna. Biunna comu u suli…di almenu un metru e sittantacinqu a testa!

FILOMENA  Miii…e chi eranu du stanghi!

MASINO      Chiossài…du stanguna!! S’appuiaru a lu bancuni e ordinaru di viviri! Allura iu e i mei amici accuminciammu a taliarli mentri nni sistemavamu li colletti di la cammisa. A un certu puntu mi misi a taliari fissu a una di li dui…e puri iddra mi taliava!!

FILOMENA  ‘Nsumma…Masino..chi hai intenzione di cuntarmi sta storia finu a stasira?

MASINO      No mamà…aspetta ca arriva lu bellu! Mentri ca iu taliava a la biunna e iddra taliava a mia, mi decido…mi susu e mi ci vaiu a prisentu.

FILOMENA  Bravo figlio mio…sugnu cuntenta! E allura?

MASINO      E allura ci dico: “piacere..mi chiamo Masino”

FILOMENA  E iddra?

MASINO      E iddra mi dissi: piacere mi chiamo Sue Ellen!

FILOMENA  Cumu a chiddra d’a televisione!!

MASINO      Precisamente mamma…cumu a chiddra d’a televisione ma ancora cchiu beddra!!

FILOMENA  M’immagginu!! E poi??

MASINO      E poi mi dissi “io e la mia amica siamo in città da poco…veniamo dalla Spagna e siamo qua per studiare la vostra lingua italiana. E poi una parola tira l’antra..e ristammu ca nti sti jorna nni vidimu!!

FILOMENA  Ma che cosa bella ca m’hai cuntatu!      

MASINO      Si mamma propriu bella e nun sai quantu sugnu cuntentu. Ma ce una cosa ca mi disturba troppu

FILOMENA  Cchi cosa ? Parla ….

MASINO      U fattu è chissu …. Prima o poi sta carusa verrà a conoscenza di lu travagliu di lu papà .E di sicuro farà cumu a tutti l’autri fimmini ca haiu purtatu nni sta casa . E cioè giranu li tacchi e si nni scappanu di cursa.

FILOMENA  Chissu , caru figliu miu voli diri ca li fimmini ca frequenti tu nun sunnu intelliggenti e ccu la testa n’capu li spaddri. Pirchi’ chiddru di to patri è un travagliu seriu e onesto. E propriu grazie a stu travagliu ca a tia nun t’ha mancatu mai nenti

MASINO      Va beni mamà , u capivu . Ccu tia nun si po’ parlari .

FILOMENA  E invece è giustu ca nni parlamu e chiarimu una volta e ppi sempri chistu discursu . Io sono la moglie di Don Cosimo Belfiore , presidente e amministratore unico dell’antica e onorata famiglia BELFIORE , presente in questa città dal 1950.

MASINO      Si mamà ti scurdasti na cosa ….

FILOMENA  Che cosa?

MASINO      A parola magica!

FILOMENA Cioè?

MASINO      TABBUTARO!

FILOMENA E vabbe, non lo dissi perché si capisce!

(SUONANO ALLA PORTA)

MASINO      Senti mamà : tu capisci nsocchi voi tu. Ma io nun mi voglio abbriguganri cchiu. Mi nni nisciu di sta famiglia manzinnò arrestu scapolo ppi tutta la vita (APRE LA PORTA)…. Buongiorno Croce! Accomodati, cchi nuvità purtasti?

CROCE         Vattinni nna to stanza ca ie parlari ccu to patri!

MASINO      Gna cumu dici tu …… (ESCE)

FILOMENA  Accomodati Croce. T’accuntintari di mia pirchi’ don Cosimo è nisciutu ppi un serviziu!

CROCE         A si? E cu muriu?

FILOMENA  Ma pirchì nun lu sapisti? Tu ca havi trent’anni ca ci fai la segretaria a lu me maritu e chi canosci vita morte e miracoli di ogni formicola di stu paisi?

CROCE         Chiedo scusa se ci l’addumannai donna Filomena! Nni sti giorni sugnu impegnata ccu la contabilità e nun sugnu tantu informata sulla vita morte e miracoli di lu paisi! Comunque a stu puntu nun m’interessa cchiù! Quanno veni don Cosimo ci l’addumannu!

FILOMENA  Cara Crocina…cchiu passa lu tempu e cchiù addiventi acida! Trovati un marito e vidi ca ti passanu tutti li stinnicchi!!

CROCE         Certamente cara mia! Comu passaru a vui quannu canuscistivu a don Cosimu!

FILOMENA  Perché chi cosa vulissitu diri ncapu di mia e di lu me maritu??

CROCE         Nenti…nenti! Ma si vui mi provocati iu m’è addifenniri!

FILOMENA  U capivu! Cu tia è meglio non parlare pirchì sinnò nn’hamu a sciarriari ppi forza! Canciamu discursu ca è megliu. Cchi c’avivatu a diri a mio marito nonché tuo patrone?

CROCE         Mi spiace contraddirivi donna Filumena ma vostru marito è lu me titolari e non lu me patruni! Comunque..nun vi preoccupati…Si tratta di còsi di travagliu!

FILOMENA  E allura aspettalu ccà ca di un momento all’altro avissi a turnari!

CROCE         Va bene…l’aspetto! Ma…mi la permittiti una domanda?

FILOMENA  Che altro c’è?

CROCE         Nenti...C’è che quest’anno, quello sciagurato di vostru figlio Masino, se non sbaglio si piglia lu diploma…giustu?

FILOMENA  Giustissimo! E allura?

CROCE         E allura, come impone la tradizione della vostra famiglia…anzi della ONORATA FAMIGLIA BELFIORE, il figlio mascolo havi l’obbligo di iniziare a prestare la propria attività lavorativa all’interno della suddetta impresa. E siccomu c’haviti due figli mascoli, tocca a vui fari in modo ca la tradizione continua.

FILOMENA  Certo…tocca a mia….certo! Ma tu forse ti scurdasti ca mio figlio Masino nun ni voli sentiri mancu parlari…mentre l’altro mio figlio Saruccio oramai pigliò la decisione di farisi parrinu e studia già da un annu intra lu Seminariu!

CROCE         E allura? Chi significa?

FILOMENA  Significa ca chisti sunnu affari ca nun ti interessanu! Fatti la segretaria e nun t’ammiscari nni sti discursa!

CROCE         Iu sugnu la segretaria e la contabile di la ditta ca porta lu nomi di la vostra famiglia! E si vi dicu certi cosi lu fazzu sulu ppi lu beni di tutti!

FILOMENA  A certu…ci mancasse autru! E allura sai chi facimu? Fallu tu un bellu figlio mascolo e la tradizione la continui tu ahahahah! Del resto, tinta ppi comu sì, sei sempri una di famiglia!

CROCE         Ora basta! Penso ca per oggi mi avete offeso abbastanza! Lu sapiti ca io per scelta nun mi vosi maritari. E perciò comu l’avissi a fari un figliu? Viditi di cunvinciri i vostri figli a fari u propriu duviri e quannu veni don Cosiminu ci diciti ca mi telefona. Salutamu!

FILOMENA  Nun c’è bisogno di telefonati! “don Cosiminu” cca è!

Scena 3

COSIMO       (da fuori) Ahi ahi…ahi ahi….

CROCE         Bella matre don Cosimo…chi vi successi??

FILOMENA  Nenti…tutta scena è!

COSIMO       Macari avissitu raggiuni! Ti la facissi purtari iu na cascia di ottanta chila ncapu li spaddri! E soprattutto na cascia unni riposa in pace lu cavaliere Firruccio di anni 96 e cintuquaranta chila di pisu!

CROCE         Viniti cca …ca v’aiutu a assittarivi…

COSIMO       (entrando piegato dal mal di schiena. Lo sorregge Croce) Grazie Crocella…menomale ca ci si tu!

FILOMENA  Menomale ca c’è “Crocella”

COSIMO       Mi fa mali tuttu u “comu si dici!”Si fussi ppi me muglieri putissi moriri..

CROCE         (piagnucolante)..e si muriti comu facimu…

FILOMENA  …cu la porta avanti l’azienda…e soprattutto cu ti lu fa lu serviziu…

CROCE         Ppi chissu nun vi preoccupati don Cosimo…ca a farivi u bellu funerali ci pensu iu!

COSIMO       (rizzandosi in piedi e facendo corna) Ma cchi…ma chi vi niscì lu “comu si chiama” a tutti? Na parola dissi e già mi cruvicastivu! (alla moglie) E tu ca ci dai corda!

FILOMENA  Che vuoi caro…ormai nni sta famiglia nun si parla d’autru! Ormai ci semu abbituati!

COSIMO       Ma è possibile ca nun ti nni va mai bene una? E allura dimmi. Chi era megliu ca ti maritavatu ccu…chi ni sacciu…un falegnami? Oppure…un macellaiu? Chi era megliu?

FILOMENA  No caro Cosimu! Era megliu si nun mi maritava propriu e accussì avissi fattu la bella vita! Comu a “Crocella”!

CROCE         Iu quarchi iornu l’ammazzu!

COSIMO       Lassala parlari Crocetta…chiuttosto, unni sunnu i carusi?

FILOMENA  Masinu è nni la so stanza a studiari mentri Saruccio ancora nun s’ha susutu!

COSIMO       Dorme ancora a li tri di pomeriggio?

CROCE         Ha vistu ca haiu raggiuni? Ha vistu ca su viziati comu li neonati?

FILOMENA  Mio figlio nun è viziatu ppi nenti! Mio figlio la notte la passa sana sana ‘ncapu li libra! E prega! Si!! Prega ppi salvari li animi arraggiati comu la tua!

CROCE         Don Cosimo….e vui nun m’addifinniti?

COSIMO       Ppi mia vi putiti ammazzari! Abbonè ci guadagnamu un funerale!!

FILOMENA  State tranquilli…niente ammazzatine! Vaiu a arruvigliari a Saruccio…pirchì iddru sì ca mi capisce!! (uscendo) Che famiglia di pazzi…

Scena 4

CROCE         Cosimo…quarchi iornu ccu a to mugghieri nun sacciu comu mi la pensu..

COSIMO       Lassacci perdiri ppi favuri! Pensa a mia ca ci cummattu di chiossai di vint’anni!! Veni ccà…assettati…e dammilla na vasateddra!!

CROCE         Avanti…arrassati ca po’ trasiri quarcunu!!

COSIMO       E chi ti costa na vasateddra veloci veloci..

CROCE         Lassami stari ppì favuri! Ti dissi ca in casa tua nun m’ha tuccari! E comunque c’ha lu sciatu ca ti sapi di cipuddra!

COSIMO       Ddrocu nun ci pozzu fari nenti! A la colazione nun ci rinunziu!! E vabbè…u capivu…ci passasti di lu dutturi Spanò?

CROCE         Come ogni matina!

COSIMO       Bene…allura fammi u resoconto!

CROCE         Va bene. Dunque..(leggendo) Concettina Spampinato, di anni 98

COSIMO       Salute!!

CROCE         (riprendendo a leggere)…Concettina Spampinato di anni 98, presenta le seguenti patologie: Diabete, arteriosclerosi, unghia ncarnati nni li manu e nni li pedi, quasi orba e quasi surda. Altezza un metro e cinquanta ppi sissanta chila di pisu. Lu dutturi mi dissi ca havi l’urtimi misi di vita…

COSIMO       Ma quali urtimi misi!! Ssu dutturi nun capisci nenti! Chista tempu na simana si n’havi a acchianari! Croce priparamu a la signura Spampinatu na bella cascia di ciliegio…

CROCE         Ma vidi ca mischina nun pensu ca si po permettere na cascia di ciliegio..

COSIMO       Allora…cascia di faggio!

CROCE         …forsi nun piglia mancu l’accumpagnamento…

COSIMO       E dunque…cascia di piscipagno!

CROCE         …e la spisa, mischina, ci la porta u patri arciprete!

COSIMO       E va bene!! Crucinè procura na cascittina di frutta, ci levi a frutta e ci ‘mpilamu a signura Spampinatu! Avanti…c’è altro…stellina mia??

CROCE         Ci fussi lu Cavaleri Firruccio..

COSIMO       Già servito stamattina!

CROCE         ..e poi don Cola u tubista ca mori mori

COSIMO       …e nun mori mai!! Va bene cara …si nun c’è autru..

CROCE         Mi nni vaiu..si…mi nni vaiu! Mi nni scinnu all’ufficiu!

COSIMO       Va bene…grazie….Ma prima ca ti nni vai…(si guarda intorno per vedere se viene qualcuno) lassamillu un “ricordino” (abbotta le guance e chiude gli occhi)….

CROCE         Certamente gioia mia…(gli prende le guance e le ondeggia destra e sinistra) ma t’haiu dittu centu voti ca intra la to casa (lo schiaffeggia con la destra e la sinistra) NUN M’HA TUCCARI!! ….(uscendo)…e va sciacquati ssa cipuddra!!

Scena 5

COSIMO       (si sdraia sul divano) Ora si! (si annusa l’alito) Certu ca la cipuddra ancora ppi daveru si senti! Mah…Mi vogliu fari deci minuti di relax…ma senza dormiri…accussì quantu m’arriposu l’occhi! (da fuori si sentono voci di lite familiare tra Filomena, Masino e Saruccio).

FILOMENA  (entrando) …a mia questi discorsi nun m’interessano ppi nenti! Viditivilla tra di vuautri fratelli! E a mia nun mi ci ammiscati!

MASINO      (entrando) Ma mamma! Ma nsumma ti pari giustu ca ogni vota ca Saruccio veni di lu Seminariu ci è dari la me stanza e lu me lettu e a mia mi tocca iriminni a curcari nni lu magazzinu di li tabbuti?

FILOMENA  La curpa è tua caro mio! Quannu to frati si nni trasiu ‘n seminario, tu dicisti: “Mamma prendiamo il letto di Saruccio e lo mettiamo in magazzino, così la stanzetta diventerà più spaziosa”. Ti lu ricordi?

MASINO      Certo ca mi lu ricordo! Ma pirchì….ora….nni lu magazzinu nun si va a curca iddru? Pirchì ci è ghiri iu? Pirchì? Pirchì?

Scena 6

SARUCCIO  (entrando) Fratello….fratello mio! Ma sempre ti lamenti? Mi pari u gattu ccu lu ficatu ‘n mucca!

(In questa scena ci sarà Masino che con un filo disturba al padre che dorme. Classico scherzo della mosca in bocca)

MASINO      Lu purmuni!

FILOMENA  E vabbè! Ficatu e purmuni nun sunnu la stessa cosa? Saruccio caro…voi fari colazioni?

MASINO      …(continuando la battuta di Filomena)..bello di mamma!?!?!

SARUCCIO  No mamma ti ringrazio…Dopo la mangiata di ieri sera penso che presterò il digiuno almeno ppi…

MASINO      Un misi!

SARUCCIO  Non esagerare fratellino!! Penso che non mangerò fino a venerdi!

MASINO      Bellu sforzu! Oggi è giovedi!

FILOMENA  Gna statti mutu Masinu! Ppi forza devi provocare a to frati!

SARUCCIO  Mamma…così sta scritto: Sopportare pazientemente le persone moleste! E io sopporto a me frati!

MASINO      Saruccio caro…a voi sapiri la verità? Io e tu, secunnu mia, nun simu ppi daveru frati!

FILOMENA  Veru è! Saruccio è figlio mio..mentri tu si figliu di ……

SARUCCIO  (interrompe) Mamma calmati e nun ci dari cuntu! Lo vedi? Lo vedi ca è un picciliddru natu? Deve disturbare per forza a lu papà mentre tranquillamente “riposa in pace”!

COSIMO       (alzandosi di scatto) Cu è? Unni è? Cu è chissu ca riposa in pace?

SARUCCIO  Calmati papino! Iu vuleva diri ca durmivatu comu un angiuliddru!

FILOMENA   E allura la prossima vota devi dire ca dormi comu n’angiuliddru! Pirchì siddru dici ca riposa in pace chiddru santa all’aria!

COSIMO       Ogni vota ca addecidu di ripusarmi deci minuti c’è sempri quarcunu ca si mitti a fari vuci. Pari ca ci dugnu fastidiu!

FILOMENA  E tu pirchì nun ti va curchi ntu lettu? Certi voti mi pari u mortu nnu mezzu d’a casa!

MASINO      Mamma macari tu ti ci metti?

FILOMENA  C’haiu puri iu la deformazione professionale!

COSIMO       Tu lu cervellu c’ha deformato!

FILOMENA  Ragiuni hai! Siddru avissi avutu u cervellu bonu m’avissi carricatu a unu comu a tia? (esce)

SARUCCIO  Papà io e Masino stiamo uscendo. Ho deciso di andare a fare una visita misericordiosa a li malati di lu quarteri. Ti dispiace si mi mpresti la machina?

COSIMO       Veramente iu avissi a nesciri e mi servi a mia! Mi aspettano all’associazione di categoria ppi na riunione importante!

MASINO      Nun c’è problema! Faremo du passi a pedi!

SARUCCIO  Ma chi dici Masinu! Ccu stu callu nni veni n’insolazione e murimu strata strata! Senti papà, si nun hai nenti in contrariu nni pigliamu a station wagon!

MASINO      No! Noooo!!! Nun si nni parla nemmeno! U carru funebre no!

SARUCCIO  Invece si! Havi dui posti e nuautri simu dui! E soprattutto c’è ddra bella aria condizionata ca t’allifrisca tutti còsi!

MASINO      No e ancora no! Senti Saruccio! Vacci sulu nni i malati ca iu haiu da fari!

COSIMO       Fermi tutti! Ora basta! Possibile ca v’hatu a pizzicari sempri? Saruccio scinni iusu nni lu garage e accumencia a calliari lu muturi di la station wagon ca ora lu cunvinciu iu a to frati!

SARUCCIO  Va bene papà..a dopo! (esce).

COSIMO       Masino vai ccu to frati a fari visita a li malati.

MASINO      Ma…

COSIMO       Niente “ma”! Mentri ti fai stu giro scriviti tutti l’indirizzi di unni iti…. e ppi ogni ammalatu ca visitati piglia nota di quanti anni havi più o meno, di cchi malatia soffri, quantu pisa più o meno, quantu e gantu più o meno e quantu putissi campari ancora..

MASINO      Più o meno?

COSIMO       No…ddrucu cerca di essiri cchiu scientifico possibile! E ora curri ca to frati t’aspetta!

MASINO      Va bene..ciao! (esce)

COSIMO       Filomena! Filomena iu staiu niscennu ca m’aspettanu a lu circulu. Filomena!! Va beni và…(esce)

Scena 7

(squilla il telefono)

FILOMENA  (da fuori) Cosimo piglia ssu telefono! Cosimo rispunni tu ca iu nun pozzu….(pausa..poi entra con la faccia tutta bianca di cerone) A veru Cosimu! Tutto io è fari nni sta casa…tutto io!

                      Pronto? Si? Certo…certo…Questa è proprio la ditta Belfiore! Mi dica…Suo nonno sta murennu? Ah..chissu mi dispiaci!! U chiamastivu u parrinu? Si? Megliu…megliu! Accussì l’anima si nn’acchiana bella purificata! Cchi dici? Voli una cascia? …

COSIMO       (Entrando) Filumè mi scurdavu la borsa…

FILOMENA  (cs) …ma nun dissi ca è ancora vivu? Cumu cui! Lu mortu! So nonnu è ancora vivo? Si! Lei però voli na cascia? Si!...Ma nsumma nun ci staiu capennu nenti: (urlando incazzata) So nannu è vivu o mortu? Pirchi siddru so nannu è vivu, lei voli na cascia da vivu mentri nuautri trattamu sulu casci di mortu….Chi dici? Voli parlari ccu la segretaria? La signorina Croce? Attenda in linea ca gliela passo immediatamente…

(CAMBIANDOSI LA VOCE)

Pronto? Si…sono la segretaria di don Cosimo..la signorina Croce…buonasera parli con me perché la signora è nuova del mestiere…Oggi è il suo primo giorno di lavoro… (pausa) Si certo…Certamente signora..abbiamo il catalogo con tutti i nostri prodotti…certo…Va bene. Ci richiami quando sarà il momento e noi saremo ben lieti di poterla servire! La ditta “Onorata famiglia Belf…. Mi chiuì u telefono nna facci!

COSIMO       E fici bonu! Senti Filomena accussì li clienti mi li fai scappari! Iu mi dannu la vita ppì circarli a unu a unu e tu ccu na telefonata li manni tutti a la concorrenza!

FILOMENA  Certi clienti maladucati fussi cosa di mannarli unni dicu iu! Mancu a la concorrenza…

COSIMO       Sentimi chiuttostu…iu staiu niscennu…

FILOMENA  (continuando c.s.)…a la concorrenza li genti educati…

COSIMO       …anzi era già nisciutu…

FILOMENA  (c.s)…una cchiù è educata e cchiù si n’approfittanu!!...

COSIMO       …ma vinni ppi pigliarimi la borsa…

FILOMENA  (c.s.)…e sparti si dunanu arraggiuni..

COSIMO       (alzando la voce) Ma nzumma FILUME’!!!

FILOMENA  Chi c’è?

COSIMO       Havi mezzura ca ti parlu e tu m’acchiani di ‘ncapu…

FILOMENA  E pirchì vannii? Hai visto ca haiu raggiuni quannu dicu ca unu cchiu educatu è…e cchiu si nn’approfittanu? Eratu nisciutu? E vinisti arrì? U capivu! Ti scurdasti la borsa? E unni è sta borsa? Ci l’hai ‘nmanu nun la vedi? Ti servi quarchi autra cosa? T’aiutu a circarla! Anzi..sai chi ti dicu? Cercatilla!!!! (uscendo)…E poi fussi iu chiddra foddri!!! (esce)

COSIMO       Mamma mia cchi malucarattiri!! Noo ma quarchi iornu ci fazzu truvari la littra di l’abbucatu ‘ncapu u tavulinu!!

Scena 8

CROCE         (entrando) Salutamu don Cosimu!...(a bassa voce) Sulu si?

COSIMO       Salutamu signora Crocetta!...(a bassa voce) no c’è ddra foddri ddra banna!! Ma pirchì acchianasti? Si veni ogni tri minuti quarcunu si putissi insospettire!

CROCE         A si? E allura lu fazzu apposta a veniri! (ad alta voce) Accussì sistemamu sta barracca na vota e ppi sempri!

COSIMO       Muta…ppi favuri!! E nun gridari! E chi ti livavu u vattisimu?

CROCE         No stai tranquillu! U fattu è ca mi stancavu di nun essiri ancora maritata! 

COSIMO       Pirchì…chi hai ntenzione di maritariti?

CROCE         E cu lu sapi! Ci sunnu tanti masculi ca mi veninu appressu!

COSIMO       Ppi daveru? Iu mai mi nn’aveva addunatu!

CROCE         E chi voi! Ppi certi cosi preferisciu nun fari pubblicità!

COSIMO       Crucinella veni ccà! Iu ‘mpazzisciu ppi tia…e cent’anni mi parinu ca mi nni nesciu di sta casa e mi ni scappu ccu tia! (prende la bottiglia di spumante e lo stappa. Poi prende i calici e versa)

CROCE         Cosimù…nun mi fari troppi prumissi ca poi ci criju ppi daveru…Già mi manca l’aria!

COSIMO       Chi fazzu grapu li finestri?

CROCE         Ma no! Mi manca l’aria ppi li paroli ca mi dici..

COSIMO       Chisti nun sunnu paroli di testa..ma di cori! Veni ccà…facimu cin cin!! Croce… havi assai ca mi sentu na cosa ccà…

CROCE         Unni?

COSIMO       (toccandosi il cuore) Propriu ccà…nni lu pettu!

CROCE         U chiamasti a lu dutturi? Chissa è gastriti di sicuru!

COSIMO       Ma quali gastriti e gastriti! Chistu è…

CROCE         Ulcera!

COSIMO       Nonsi…

CROCE         Acitu!

COSIMO       Nonse..

CROCE         ‘Nfartu!

COSIMO       E basta ora! Nun essiri surda a li me paroli! U capisci si o no ca lu to nnomi mi callìa lu sangu?

CROCE         U me nnomi?....e lu cugnomi?

COSIMO       Crucinella…

CROCE         …Cosimino..

COSIMO       Crucinellina…Anzi: Nellina!!! Mi piacissi putirti chiamari…Nellina!!

CROCE         Cosimo…cchi mi voi diri quarchi cosa?

COSIMO       Si..ti vogghiu diri…Croce…beddra Croce…santa croce…

Scena 9

SARUCCIO  (entrando con Masino) PREGA PER NOI! Ma guarda che bella cosa Masino! In questa casa non si finisce mai di pregare! Salutamu a tutti!

MASINO      Crocina..ma tu nn’avevatu scinnutu? M’aveva parsu di sentiri la porta!

CROCE         Si..infatti! Veramente iu aveva vinutu ppi parlari ccu to patri...

COSIMO       E iu stava levannu u disturbu!

SARUCCIO  Ma quale disturbo…anzi! Continuate a pregare ca iu e Masinu nun vi disturbamu!

CROCE         E va bene…Santa Maria..

COSIMO       …nni videmu a la scurata..

CROCE         Prega per noi..

COSIMO       …darrì u muru du cimiteru…

CROCE         Nun c’è nautru postu.. ?

COSIMO       Sulu chissu canusciu!

CROCE         All’ottu e mezza sugnu ddrà!

COSIMO       Accussì sia!

CROCE         (cantando) Aaaaamen!!!

COSIMO       (cs) Salutaamuuu!!

SARUCCIO  (cs) Bona siraaataaaa!

CROCE         (cs) Alleluiaaa!!! (ESCE)

Scena 10

MASINO      (Si guarda con Saruccio) Saruccio…Ma secunnu tia chista è ‘na casa normali?

SARUCCIO  Effettivamente ogni volta che faccio ritorno in questa casa trovu sempri la situazioni cchiù ngarbugliata di prima! Ormai tutto sta cambiando caro Tommaso..

MASINO      Ma pirchì m’ha chiamari Tommaso si tutti mi chiamanu Masinu?

SARUCCIO  Perché tu ti chiami Tommaso comu a San Tommaso! E iu fazzu fedi a lu to nomi di battesimu e non a stu nomignolo di quattru sordi!

MASINO      E a mia nun mi piaci!

SARUCCIO  E a mia si! Comunque mi pari ca antura mi dicisti ca mi volevi parlari. Avanti sbrigati ca haiu un saccu d’impegni!

MASINO      Chi impegni hai?

SARUCCIO  Nun sunnu cosi ca ti riguardanu! Si mi voi parlari fallu ora…

MASINO      Va bene…Lu discursu è chistu.

SARUCCIO  Chistu quale?

MASINO      Chistu ca t’è fari!

SARUCCIO  E pirchì ancora nun l’ha fattu?

MASINO      Pirchì….Ma nsumma mi fai parlari si o no?

SARUCCIO  E pirchì nun parli? Havi mezzura ca simu ccà! Forza parla!

MASINO      Saruccio…Aieri sera vitti a ‘na picciotta beddra…ma beddra comu lu suli e un purtamentu ca pareva na ballerina di flamenco!

SARUCCIO  E comu ci l’hannu lu purtamentu li ballerini di flamenco?

MASINO      E iu cchi nni sacciu!

SARUCCIO  Va bene…vai avanti!

MASINO      Mi feci coraggio e mi ci presentai!

SARUCCIO  Tutto qua?

MASINO      Macchè! Ci parlai ppi nautri dui minuti e alla fine ristammu ca n’havimu a vidiri!

SARUCCIO  E allura? C’è altro?

MASINO      C’è ca li soi occhi mi traseru nto cori!

SARUCCIO  E poi?

MASINO      E poi mi la sognu di notti e di iornu.

SARUCCIO  A si? Avanti continua..

MASINO      Continua chi cosa?

SARUCCIO  Continua a parlare. C’è altro?

MASINO      No.

SARUCCIO  Sicuro?

MASINO      Si!

SARUCCIO  E va bene Masino. Ppi stavota tre patre nostri e dui Salve Regina.

MASINO      Ma lassa perdiri Saro! Nun è l’ura di cunfissarmi! Vogghiu ca m’aiuti a farimi ncuntrari ccu sta carusa!

SARUCCIO  Certamente fratuzzu miu! E ppi chissu havi a mancari? Avanti dimmi unni sta ca ci lu vaiu a dicu! Anzi, si voi, ci nesciu iu a lu postu tuo e accussì ti levu tuttu lu trafficu!

MASINO      Ci nesci tu? E iu chi fazzu?

SARUCCIO  Masinu…aveva raggiuni u nonno quannu diceva ca nascisti senza cervellu!

MASINO      Ma si u nonnu murìu deci anni prima di la me nascita!

SARUCCIO  U sacciu! Ma si era vivu ti l’avissi dettu: SCECCO! Sceccu ccu la patente A, B e C!

MASINO      Ma pirchì mi stai trattannu accussì mali?

SARUCCIO  Pirchì si sceccu! E basta! Ora arrispunni a mia. Mi contasti ca ti canuscisti ccu na carusa?

MASINO      Si.

SARUCCIO  Mi dicesti ca voi nesciri ccu la medesima carusa?

MASINO      Ma quali “medesima”!! Sue Ellen si chiama!

SARUCCIO  Ccu tia cci voli la pazienza di Giosuè!

MASINO      Giobbe era….Giobbe!

SARUCCIO  Giobbe o Giosuè è la stessa cosa! Comunque andiamo a noi! Pirchì mi dicisti ca ti devo aiutari a fariti ncuntrari ccu chista…Susanna…

MASINO      Sue Ellen si chiama!! Sue Ellen e basta!

SARUCCIO  E allura!!

MASINO      E allura iu vulissi incontrarla ma iddra camina sempri n’cumpagnia di un’amica! Nun si separano mai e di sicuru mi chiederà siddru haiu un amicu ca mi pozzu purtari. E ppi chissu aveva pinsatu a tia!

SARUCCIO  A mia?

MASINO      Sissignore, proprio a tia! Si l’unicu di cui mi pozzu fidari!

SARUCCIO  E iu…ca studìu ‘nseminariu e sugnu quasi parrinu…avissi a nesciri ccu na carusa…

MASINO      Beddra!! Beddra anchi iddra, còsi giusti!

SARUCCIO  (cs)..avissi a nesciri ccu na carusa beddra, còsi giusti…e poi

MASINO      E poi quannu iu e Sue Ellen nn’appartamu a lu scuru…

SARUCCIO  …iu e l’amica di Sue Ellen n’appartamu a lu lustru!

MASINO      Si!!! Si!! Mi piaci!! Propriu chissa era l’idea!!

SARUCCIO  (agitandosi) Masino! Tu sei un pazzo!! Tu sei u principi di li pazzi!! Anzi no…cchi dicu…Tu sei il Re di tutti li pazzi di lu munnu!!

MASINO      E nun t’agitari! Chi c’è di mali a ‘ncuntrarsi ccu na beddra carusa!!

SARUCCIO  Nenti c’è di mali! Ma iu nun lu pozzu fari!! U capisci l’italiano o no?

MASINO      Ma Saruccio…fatti convinciri!! Chi cosa veni prima la vocazione e lu Seminariu o lu benessere di un frati?

SARUCCIO  Tutti e dui li còsi hannu lu stessu pisu! Ma l’una non può escludere l’altra! E poi iu nun pozzo! Mi dispiace ma nun pozzu! Masino: Nun è cosa mia!

MASINO      Ti prego fratellino mio…fammillu ppi carità! Di tia dipenni la me felicità…di tia dipenni la me vita…Fratello Saruccio: se non mi aiuti mi levu la vita!

SARUCCIO  E levatilla! Ma scordati ca ti fazzu stu favuri!

MASINO      Va bene! Nun mi lu fai stu favuri?

SARUCCIO  No

MASINO      E iu lu dicu a lu papà e a la mamà!

SARUCCIO  Diglielo pure! Non m’interessa proprio! Ma vidi cchi cosi…

MASINO      Caro fratello…l’hai voluto tu! Mammaaa….Mamminaaaa

Scena 11

FILOMENA  (entrando) Che c’è?? Chi gridi? Chi sunnu sti vuci?

SARUCCIO  Chiedilu a to figliu Masinu!

FILOMENA  Masinu…

MASINO      Mamma mi dispiace! Ma c’è una cosa che mi brucia dentro…un tradimento di un frati ca nun po’ passari inosservato!

SARUCCIO  Tuo figlio non si po’ cuddrari lu tradimentu ca fici Caino a suo fratello Abele!

MASINO      Ma quannu mai!

FILOMENA  E ppì na cosa successa dumila anni fa tu ti mitti a vanniari comu a na scimmia?

MASINO      Nun c’entra nenti Caino e Abele! Iu t’aveva chiamatu pirchi…

SARUCCIO  …pirchì ci sono delle novità ca Masinu s’avvrigogna a dirti!

FILOMENA  Novità? (a Masino) E quali sunnu ssi novità?

MASINO      Eeee…diccillu tu Saruccio!

SARUCCIO  La novità è ca….Masinu si frequenta ccu ‘na carusa!

FILOMENA  A si?? E da quando?

MASINO      Da qualche giorno…si!

FILOMENA  Da qualche giorno? E comu si chiama ssa carusa?

MASINO      Sue Ellen mamà…comu a chiddra da televisione!

FILOMENA  Non mi dire ca è ddra carusa di cui m’avevatu parlatu!

MASINO      Si, propriu iddra!

FILOMENA  E allura chi c’aspetti a farimilla canusciri?

SARUCCIO  Mamma non acceleriamo i tempi! I carusi si stannu canuscinnu e mi pari giustu ca prima si canuscinu e poi si presentanu a li famigli!

FILOMENA  Saruccio ma quantu sì saggiu! Giustu…canuscitivi prima e poi mi la prisenti!

SARUCCIO  U capisti Masì? Incontratevi DA SOLI…itivi a mangiari na pizza DA SOLI…cuntativi li vostri còsi DA SOLI e poi nni prisenti a la famiglia!

MASINO      Va bene…comu dici tu! Faremo tutto da soli…ccu la benedizione di la mamà e di lu fratuzzu parrinu!

SARUCCIO  Iu nun benediciu propriu nenti! Di certu nun sugnu praticu di certe cose…ma secunnu mia nessuno si deve ammiscari nni lu momentu di la conoscenza tra n’ omu e una donna!

FILOMENA  Parole sante!

MASINO      Certo..parole più che sante! Ma quannu n’ omu, comu lu chiami tu, cerca l’aiutu di un frati e lu frati ci chiudi la porta in faccia e ci nega l’aiutu…mi spieghi chi sensu havi l’amuri familiari ca vuatri genti di chisa iti predicannu?

FILOMENA  Mi piaci stu discursu! Avanti Saruccio! Rispunnicci per le rime!

SARUCCIO  E va bene! Ora iucamu a carti scoperti!

FILOMENA  Scoprimu li carti!

SARUCCIO  Questo tuo figlio senza cervello ha conosciuto una ragazza straniera e la voli accuminciari a frequentari!

FILOMENA  Straniera? E tu mancu mi l’avevi dettu!

MASINO      Si, è spagnola!

FILOMENA  Comu la carta?

SARUCCIO  Mamà puri tu ti cci metti? Spagnola dissi!! Spagnola e no stagnola! (continuando)..Dunque. Chista ragazza spagnola si chiama Sue Ellen e havi n’amica..

MASINO      Puri iddra spagnola…

SARUCCIO  ..puri iddra spagnola, ca nun ci si separa mai! Pertanto questo scimunito di mio fratello nonché tuo figlio, pur di racimolare un appuntamento ccu la suddetta Sue Ellen, voli ca iu avissi a nesciri ccu l’amica! U capisti mamà?

FILOMENA  Ma no!! Còsi di pazzi! E tu cchi nni pensi Saruccio?

SARUCCIO  Mamà ti lu scurdasti ca staiu studiannu ppi addivintari parrinu?

FILOMENA  No, ci mancassi!

SARUCCIO  E allura la mia risposta nun po essiri autru ca no!

FILOMENA  Giustu!

MASINO      Nun c’eranu dubbi!

Scena 12

COSIMO       (entrando) Filumena…Filumena unni si? Filumena…(si siede)

FILOMENA  Cca sugnu! Chi c’è? Cchi hai?

COSIMO       Filumena veni ccà…avvicinati…Anzi no! Piglia lu champagne ca hamu a festeggiari! Piglia lu champagne bonu ca avimu a fari festa!!

SARUCCIO  Mamà piglia u champagne!

MASINO      Si..si! U champagne!

FILOMENA  Mi dispiace...ma champagne nun ci nnè !

COSIMO       E allura pigghia u spumanti!

MASINO      Sissi mamà pigghia u spumanti!

SARUCCIO  ..U spumanti..

FILOMENA  Mi dispiace ma spumante nun ci nnè! E cu si lu vippi?

COSIMO       E cu si lu vippi?

MASINO      Iu sugnu astemiu!

SARUCCIO  Iu sugnu in astinenza!

COSIMO       E Iu sugnu in astinenza e puru…comu si dici!

FILOMENA  E comu si dici?

COSIMO       …..Artemio! (cambiando tono) Senti Artem…Filomena!! Pigghia n’socchi voi! L’importanti è ca festeggiamu! Perché…Cara Filomena…

FILOMENA  Presente!

COSIMO       (cs)…Caro Saruccio…

SARUCCIO  Eccomi!

COSIMO       ..e caro Masino..

MASINO      Sempri l’urtimu…!

COSIMO       Oggi il consiglio direttivo dell’associazione di categoria ha nominato il sottoscritto PRESIDENTE!

FILOMENA  Ppi daveru?

SARUCCIO  Presidente dell’ordine..

MASINO      ..di li becchini? A ora si!

COSIMO       E pirchì…ti dispiace?

MASINO      Ma no…anzi sugnu cuntentu! Ora cu mi teni cchiu! Finu nni lu bigliettu da visita mi lu fazzu mittiri! “Masino Belfiore figliu di lu Presidenti dell’ordine di li becchini don Cosimo Belfiore” (esce)

SARUCCIO  ..di anni 25..

FILOMENA  ..la famiglia ringrazia!

COSIMO       ..Si dispensa dalle visite!

FILOMENA  ..Non fiori ma opere di bene…

SARUCCIO  ..lu Signuri duna e lu Signuri leva…

Scena 13

CROCE         (entrando) Chi faciti i provi di quarchi funerali?

FILOMENA  Si Croce…chiddru tuo!

CROCE         Peccato ca tu nun ci sarai…

FILOMENA  Pirchì nun m’inviti?

COSIMO       Ppi favuri nun accuminciati!

SARUCCIO  Accomodati Crocetta!

CROCE         Grazie Sarino! (a Cosimo) Iddra è! Sempri iddra è chiddra ca ‘ncumencia!!

COSIMO       E tu stacci arrassu! Avanti, chi m’ha diri cosa? Chi c’è nuvità? Tutti in saluti sunnu paisi paisi?

CROCE         Tutti in saluti!

COSIMO       E chissu è u problema! E poi si parla di crisi!! Certu! A curpa è di l’INPS ca ci duna a pensione a tutti sti vicchi centenari! Li viu passiari e mi parinu tanti dinosauri!!

CROCE         Ma lassali stari puviriddri…lassali campari!

FILOMENA  E quannu mai tu…tutta questa bontà! Nun t’arricanusciu cchiù!

CROCE         Si vui avissivu la metà di la mia bontà…

FILOMENA  Tu mi parli di bontà?

SARUCCIO  Smettetela ppi favuri! Nun lu viditi ca staiu pregannu? Cercate di stare in pace e vedrete che la vita vi sorriderà! Sempre!

CROCE         Che parole! Saruccio mi sembri…un santo!

FILOMENA  Si Saruccio…facci u miraculu a la signorina Crocellina…Mannala ora stessu a lu paradisu!

SARUCCIO  Ho capito! Vado un po’ nella mia camera a parlare con Masino. Nni videmu cchiù tardu! (esce)

CROCE         Don Cosimo..

COSIMO       Si? Chi c’è?

CROCE         Ci vuleva diri…ca havi assai ca nun viu a don Gerlando Scarpuzza! Vui l’hatu vistu?

COSIMO       E cchi nni sacciu iu! Sarà nni la so casa! Pirchi c’ha diri cosa?

CROCE         No nenti! Ma la simana passata lu vidiva trasiri e nesciri di lu studiu di lu medicu condotto…e ora ca nun lu viju cchiù…

COSIMO       ..pensi ca fussi lu momentu di farici na visita? Va bene..dumani mi pigliu u campionariu e vaiu a trovu a don Gerlando Scarpuzza!

FILOMENA  Ma che brava sta segretaria di lu me maritu! Havi a cori la saluti di tuttu lu paisi! Quantu havi la lingua havi lu cori, còsi giusti!

CROCE         Lu poi diri ad alta voce! Puru a tia iu ti pensu sempri! Ogni matina quannu m’arruvigliu dicu sempri: Sopiddra se mia cognata Filumena agghiurnà viva stamatina!!

COSIMO       E cusà cchi ci fussiru problemi? Ppi me mugghieri già c’è pronta a cascia ccu tutti i pomelli dorati!

FILOMENA  …e lu cuscinu in pizzo!

COSIMO       ..e tuttu l’interno di villutu! Russu!!

FILOMENA  Ma talìati…talìati  comu t’arridducisti! Vergognati! Addivintasti na cosa inutile! Cchi ssì un maritu tu? No. Un tabbutaru sì! Anzi…scusami si mi lu scurdavu: Tu sei lu presidenti di li tabbutara! Ti la dicu na cosa? Stasira vattinni nni lu magazzinu, grapi ssa cascia ccu li pomelli d’oro, lu cuscinu di pizzu e lu vellutu russu, ti ci curchi ddra intra, pigli lu cupirchiu e ti ci nchiudi! E si ti senti sulu portati a Crucinella!

COSIMO       Macari!!

FILOMENA  Cchi dicisti?

COSIMO       Iu? Nenti…sei tu ca stai niscennu pazza!! Sei tu ca senti le voci!!

FILOMENA  Va bene..sugnu pazza…sentu li vuci! Ma prima o poi caro maritino mio..io ssa testa ti la spaccu ‘n tri! E nun mi fazzu mancu la galera! E lu sai pirchì? Pirchi sugnu pazza…(uscendo) si…sugnu PAZZA!!

Scena 14

COSIMO       E chi ci dissi? Mancu mi fici parlari! Scusami Nellina mia ma quantu viu si la pozzu fari araggiunari! Nni videmu dumani amore mio! (esce di corsa)

CROCE         (tra sé) Si amore mio..va bene amore mio..nni videmu dumani…amore mio..(esce)

(escono. Scena vuota poi squilla il telefono)

SARUCCIO  (entrando) C’è diri a lu papà ca havimu a pigghiari na cammarera….Pronto? Si? Con chi parlo? Sue Ellen? Si..certo! Che piacere sentirla! No..Masino….non c’è! Certo, può riferire a me! “L’appuntamento è per domani sera alle 20 a lu solito bar! Porta il tuo amico!” Eeeehhhh no..no…purtroppo non si può fare! Ora ca ci pensu Masino domani nun po’ nesciri e perciò è meglio se venite voi qui a casa sua! Si…certo! Sempre alle 20! E allora arristamu accussì! A domani!! Hasta luego! Olè!(chiude il telefono) Menumali ca la pigghiai iu la chiamata! Ora ci pensu iu a lu me fratuzzu! Ora ci lu consu iu lu presepio! Domani si ride! Dumani si fa festa! Olè!

FINE 1° ATTO

SIPARIO

 

 

 

Atto SECONDO

Scena zero

COSIMO    Ah..vautri siti? Forza trasiti e sbrigativi ca haiu premura. U facistivu u surbizzu ca vi chiesi?

MELINA    Si certu!

COSIMO    E allura parlati. Sugnu tutto orecchi!

FOFO’       (a Melina) Aspetta Melina nun parlari! (a Cosimo) Prima li sordi!

COSIMO    Ma taliatilu!! E chi ti scanti ca nun ti pagu? Mi pari ca vaiu pagatu sempri profumatamente!

FOFO’       U sacciu don Cosimo. Ma i tempi su scarsi!

MELINA    Pagamento anticipato oppure nni iamu! (fa per andare)

COSIMO    Aspetta Melina nun ti smoviri…Cca ci sunnu li sordi. E ora avanti ccu lu resoconto!

MELINA    Allura. Tutta chista simana passata iu e Fofò hamu statu a iucari nni lu purticato di donna Rusina a putiara.

COSIMO    Perfetto!

FOFO’       E mentri hamu jucatu ccu l’occhi hamu statu accura di cu trasi e di cu nesci di la casa di donna Rusina.

COSIMO    Benissimo! E allura? Cu ha trasutu?

MELINA    Lu dutturi ha vinutu ogni jornu, anchi dui voti a lu jornu!

FOFO’       E li figli hanu fattu ‘n avanti e ‘n arreri ccu li facci sempri cchiù giarni!

COSIMO    Avanti ca forsi ci simu!

MELINA    E nautra cosa don Cosimo..

COSIMO    Chi cosa? Parla..

MELINA    Aieri pomeriggio vittimu arrivari intra lu purticatu na machina ranni ranni…

FOFO’       ..Ccu la targa straniera…

MELINA    ..e di la machina scinnì unu ccu ‘na valigia e parlava americanu!

COSIMO    Parlava americanu? E chissulu figliu di donna Rusina è! Chiddru emigratu! (al pubblico) E allura ppi ci essiri lu figliu voli diri ca donna Rusina sta trannu la cinghia ppi daveru!! (ai ragazzi) Va bene, grazie!! Nun c’è un minutu di perdiri! Ora itivinni ca aju da fare.

FOFO’       Aspittati don Cosimo!

COSIMO    Chi voi ancora?

FOFO’       Mi pari ca chisti sunnu la metà di li sordi ca avevamu ristatu…

COSIMO    Lo saccio! La rimanenza l’avrete quannu donna Rosina attranta li pedi!

MELINA    Ma a mia sti sordi mi servunu…

COSIMO    E allura pregate! Si..pregate!! Cchiu lestu sinn’acchiana…

MEL.FOF   (insieme)…e chiu lestu ci su li grana!!

COSIMO             (buttandoli fuori) Bravi…bravi…(guardando l’orologio) Ma talìa cchi si fici tardu….

(continua con Scena 1 del secondo atto)  

Scena 1

COSIMO       (leggendo) Cari amici e colleghi, accetto questa nomina con grande felicità e grande orgoglio! Anzi no…con grandissimo orgoglio! E vi prometto che…

FILOMENA  (entrando) Ancora cummatti ccu ssu discursu??

COSIMO       E tu ancora nun t’ha vistutu? Vidi ca a la cerimonia ci vogghiu arrivari puntuali! Perciò va sistemati beddra beddra ca a tia aspettu!

FILOMENA  E chi fai ti raccumanni? Iu sugnu già pronta! Chiamu a Masino e Saruccio e nni putemu iri! Nun ti piaciu vistuta accussì? Per caso t’haiu fattu fari brutta figura quarchi vòta?

COSIMO       Tu? Mai!! Anzi la genti m’hannu dettu sempri “Don Cosimo…ma chi bella muglieri ca aviti! Faciti proprio una bella coppia!! Siti belli tutti dui!

FILOMENA  Semu belli tutti diu? Una bella coppia?

COSIMO       Propriamente! Una bella coppia!

FILOMENA  E tu fussitu bellu?

COSIMO       Pirchì chi ci vulissitu diri?

FILOMENA  Iu? Nenti! M’ha sentutu parlari?

COSIMO       Senti Filumena,siddru m’ha fari nesciri u sensiu dimmillu subitu! Nun  ti pozzu veniri appressu! Ora lassami priparari lu discorsu! Ecco: mi facisti perdiri lu filu!

FILOMENA  Nooo mi dispiaci! Si voi t’aiutu a ritruvarlu! Unni eratu iuntu?

COSIMO       Ma si ti dicu ca mi facisti perdiri lu filu, voli diri ca nun mi ricordu unni era iuntu!!

FILOMENA  Hai vistu ca si tu ca non ti ricordi? Però accusasti a mia ca ti fici perdiri lu filu! Lu dicu iu ca ti nniscì lu senziu! ‘Mpazzisti caro marito mio! Sei senza speranza! (esce)

COSIMO       (Rimane sbigottito..poi..) Quarchi iornu fazzu finta ca sbagliu e la cruvucu! Sissignore! E nun nni vogghiu sentiri discussioni di nuddru! Iddra nun lu capisci ma a mia mi fa acchianari un motu interiore ca mi parti di ccà (indica lo stomaco) e m’arriva finu a la punta di li capiddri! Avanti Cosimo ca ppi tia squagghia la cira! Perciò…(legge) Cari amici e colleghi, accetto questa nomina con grande felicità…

FILOMENA  (entrando con Saruccio e Masino) Avanti nni putemu iri! Nuatri simu pronti!

MASINO      Mamà veramenti nun mi sentu proprio bene…Anzi penso proprio ca haiu la frevi e mi toccherà restarimi a la casa!

COSIMO       A no! Macari ccu la frevi a cinquanta, tu ci veni lu stessu!

SARUCCIO  Papà forsi è megghiu si lu lassamu a la casa! Havi la frevi e nun mi parissi giustu furzarlu a nesciri!

FILOMENA  Gna certu! Però si Masinu si resta a la casa pensu di ristarmi macari iu..

MASINO      No mamma!! Non mi pari u casu! Sto benissimo da solo…nun vi preoccupati ppi mia e goditivi la festa!

COSIMO       Certu ca accussì cci restu un po’ mali…E poi sta frevi t’aveva a veniri giustu giustu lu jornu ca mi elegginu presidenti! Nun ti puteva veniri dumani?

FILOMENA  Tu nantru sceccu! Chi vinni ora ca la frevi è a cumannu nostru? Basta. Itivinni ca iu mi restu ccu Masuzzu!

MASINO      Mamà ti dissi ca tu ha gghiri a la cerimonia! Semmai si putissi ristari…me fratuzzu Sarino!

SARUCCIO  Ma chi dici Masino! Iu c’è gghiri ppi forza! Ci voli almenu unu ca rappresenta la prole!

COSIMO       Veramente havi ragiuni Masino!

MASINO      Mi stai dannu raggiuni? (a parte) Talè ca mi staiu sintennu mali ppi daveru!!

COSIMO       Certo ca ti dugnu raggiuni! Vedi, se nuautri arrivamu a la cerimonia e ci dicimu ca tu stai male e ca ti lassammu sulu n’casa…cchi ponnu pinsari? Penseranno ca semu senza cori!

SARUCCIO  Giustu!

FILOMENA  E si faranno un opinione sbagliata di la nostra famiglia!

SARUCCIO  Giustu!

MASINO      Pertanto mi doli lu cori…ma è megghiu si Saruccio si resta ccu mia!

COSIMO       Perfetto! Siamo d’accordo! Saruccio tu restati ccu to frati ca iu e la mamma nni iamu alla cerimonia! Anzi, ora passu di l’ufficiu e ci dicu a Crocetta di acchianari ppi fariti una bella spremuta d’aranci! (guarda l’orologio) Filumè scappamu ca è troppu tardu! Nni videmu a la scurata.

MASINO      Va bene papà..

FILOMENA  Saruccio…se c’è cosa nni poi telefonari a lu circulu!

SARUCCIO  Si mamma..va bene! Ma tanto vi raggiungerò presto, anche perché Masino già sta guarinnu…mi pari cchiu coloritu!!

MASINO      Fussiru santi li toi paroli! Iu mi sentu tuttu pigliatu…

COSIMO       (da fuori) Filumenaaaa…ti sbrighi o no??

FILOMENA  Gna si!! Aspetta un minutu ca mi staiu sistemannu lu truccu!!

SARUCCIO  Mamma ma si è precisu lu truccu!

FILOMENA  U sacciu! Ma lu fazzu apposta ppi nun dariccilla vinta a to patri! Sinnò cci pari ca havi lu cagnuliddru a cumannu! Ora si! E chi ci pari ca iddru ordina e l’autri sunnu al suo servizio?

COSIMO       (entrando) Filumè! Si perdi ancora tempu arrivamu in orariu ppi assutari i luci!

FILOMENA  E tu ‘ncumencia a caminari!! Avanti vattinni!! (ai figli) Saruccio m’arraccumannu a tia! Pensacci tu a to fratuzzu!! Salutamu!

Scena 2

SARUCCIO  Tranquilla mamà…addivertiti! (appena rimangono soli) E ora a noi due caro fratellino nnammuratu!

MASINO      Svelto Saruccio! Tra qualche minuto le ragazze saranno qui e ancora nun mi sentu prontu di nenti! C’è di priparari ogni cosa..

SARUCCIO  E chi cosa avissitu a priparari? Masino cchi ti mittisti ntesta?

MASINO      La musica! Chissa è la prima cosa! La musica nun po’ mancari!!

SARUCCIO  Si voi pozzu cantari iu!

MASINO      Nun c’è bisognu! Ci pensa lu giradischi a cantari! (parte la musica) Tu chiuttostu assettati e fai cuntu di essiri Sue Ellen!

SARUCCIO  (siede) Va bene accussì? Voi puri la coscia a cavaddru?

MASINO      Saruccio vidi di essiri seriu e fammi concentrare! Ora mi facisti sconcentrari!

SARUCCIO  Masì annacati ca mi stai facennu perdiri troppu tempu!

MASINO      E allura…Iu sugnu assittatu ccà e tu di nfacci a mia!

SARUCCIO  E poi?

MASINO      E poi iu mi susu…caminu a uso John Travolta…m’avvicinu a Sue Ellen…e…

SARUCCIO  …e t’arriva un corpu di vastuni si nun t’arrassi!! Ma nzumma lu capisci si o no ca ti comporti comu un picciliddru? Possibile ca ti l’haiu a diri iu comu ti devi comportare ccu na fimmina? Forza…assettati!

MASINO      Cui iu?

SARUCCIO  E cui? Vedi quarcun autru?

MASINO      (siede) Accussi va bene?

SARUCCIO  Va benissimo! Ora fai finta di essiri indifferente…

MASINO      Indifferente? E comu si fa?

SARUCCIO  Nun pinsari a nenti! Svuotati la mente da li pinsera...fermati lu cervellu!

MASINO      (storce gli occhi…sguardo assente)

SARUCCIO  Perfetto! Ora guarda a mia! Camminatura di gran classe a tipo atturi americanu, sguardo deciso e occhio fisso ca punta dritta dritta la preda, sopracciglio isato a modello ultimo di li mohicani, mano sinistra in sacchetta sinistra e mano destra in sacchetta destra a tipo Marlon Brando nni l’ultimo tango a Parigi!! Chi ti nni pari? Chi nenti dici?

MASINO      (sguardo fisso e quasi assente) Ppi favuri Saruccio poi cuminciari arrì daccapu?   

SARUCCIO  Senti fratello…vedi di arruvigghiariti pirchì accussì nun farai mai colpo ccu sta picciotta spagnola!

MASINO      Va bene..va bene! (camminando svelto avanti e indietro) M’haiu a svegliari…si si…m’haiu a svegliari!! Anzi! Mi fazzu un cafè!

SARUCCIO  Ma cchi cafè e cafè! Tu chiuttostu hai di bisognu di una camomilla! Assettati e rilassati…e iu m’assettu macari! Ora nni fumamu ‘na bella sicaretta e nni passa tutta st’agitazioni!

MASINO      Ma pirchì…tu fumi?

SARUCCIO  Io? No!

MASINO      E iu nemmenu!

SARUCCIO  E allura nenti sicaretta! Però nell’attesa ca s’arricampanu chissi dui, putemu parlari! Chi nni pensi?

MASINO      Si si! Parlamu..parlamu! E di cchi parlamu?

SARUCCIO  Parlamu di tutti li disgrazii ca haiu patutu, in questa vita, di quannu nascisti tu e fino ai giorni nostri!

MASINO      Veramente la cosa è a lu contrariu! Sugnu iu chiddru ca ha subìto li toi cattiverie di quannu ancora era dintra la culla! Ancora nun mi l’haiu scurdatu di quannu mi tagliasti li fila di li frena di la bicicletta!!

SARUCCIO  Miiii chi si rancurusu lu frati! Ancora ti ricordi quell’innocente scherzo fanciullesco! Iu mi l’aveva scurdatu!

MASINO      Iu invece nun mi lu pozzu scurdari caro fratello! A testa nni lu muru di la scola ci la ivu a sbattiri iu!

SARUCCIO  Però sì ancora vivu! Hai visto che bello? Che bei ricordi…E comunque mi pari ca li signurini si stannu facendo attendere…

(bussano alla porta)

SARUCCIO  Minchia ccà su!

MASINO      Parsiru chiamati!

SARUCCIO  E ora cchi facemu?

MASINO      Pensu ca c’avissimu a grapiri!

SARUCCIO  No no no no no …..iu mi nni vaiu nni la me stanza! Anzi mi catafuttu di la finestra!

MASINO      E no caro mio! Nun ti poi tirari indietro!

(Continuano a bussare)

SARUCCIO  Va bene..va bene! Grapi la porta e comu veni si cunta!

MASINO      Accussì mi piaci u fratuzzu! Ma prima dimmi na cosa…va bene la caminatura accussì?

SARUCCIO  Gna grapi cretino!

MASINO      (apre ed entra Croce)

Scena 3

CROCE         La prossima vota iettu la porta ‘nterra!

SARUCCIO  Crocetta sei lu premio nobel della finezza! Chi voi? Chi vinisti a fari?

CROCE         Vinni per incarico di vostru patri. Ca era preoccupatu ppi la frevi di Masinu e mi lassà dittu di passari a li voti avevavu bisognu.

MASINO      E iu ti ringraziu ppi lu pinseri ma staiu beni beni beni!

CROCE         Sicuru sicuru sicuru?

MASINO      Ti lu giuru ti lu giuru ti lu giuru!

SARUCCIO  E cchi vi mintistivu a jucari? Grazie tante Croce ma come ben vedi Masino sta bene e nun c’è bisogno di niente! Pertanto ti nni poi iri tranquilla a la casa!

CROCE         Mi dispiace Sarino. Iu nun mi nni vaiu siddru prima nun ci misuru personalmente la frevi a Masino! Piglia lu termometro e mittiti di latu!

MASINO      Poi pigghiari tutti li termometri chi voi! Ma iu frevi nun mi nni misuru! Nononò e nononò!!

CROCE         Senti giovanotto! Di la tua saluti a mia nun m’interessa nenti! Ma ci promisi a to patri ca t’avissi misuratu la frevi e nun vogghiu sentiri chiacchiere!

MASINO      Croce…Crocina…La verità è ca a mia stu termometro friddu sutta a lu vrazzu mi duna fastidiu!

CROCE         E allura scanciu di lu vrazzu lu mittimu a nautra banna!

MASINO      E unni??

SARUCCIO  Ma certu!! Si si certu! Mittimulu a nautra banna ca mi piaci! Addirittura si dici ca la misurazione è persinu cchiu giusta! (si avvicina a Masino col termometro in mano) Forza Masino…calati ssi pantaluna!

MASINO      (scappando) Arrassati o mi mettu a gridari!

SARUCCIO  (rincorrendolo) E fermati! Che sarà mai!!

CROCE         Ma taliatilu!! Pari un picciliddru!!

MASINO      Nun t’avvicinari o telefono a la mamà!

(Bussano alla porta. I due fratelli si rincorrono per la stanza mentre le battute di Croce si sovrappongono alle altre battute)

SARUCCIO  Fermati e cerca di fari l’omu seriu!

CROCE         Tuppiaru! Chi fazzu grapu?

MASINO      Iu sugnu fin troppu seriu!

CROCE         (alzando un po’ la voce) Chi fazzu grapu?

SARUCCIO  Senti Masinu…O ti fai misurari sta frevi o ti giuro ca mi nni vaiu!

CROCE         Staiu grapinnu!!

MASINO      E va bene ex fratello Giuda e ricattatore! (si abbassa i pantaloni mentre..)

(Croce apre la porta)

Scena 4

SUE ELLEN Salve..

MASINO      (col sedere in aria) Avanti Saro! ‘Mpila ssu stigliu e facemula finita!!

CROCE         (Sulla porta) Prego desiderate?

SUE ELLEN Buenas dias! Esta codesta la caseta di Masino Belfiore?

CROCE         Pregos! Che vi serves una cascias?

MASINO      (si alza i pantaloni e gli ricadono) Ma no Croce!!! Prego accomodatevi! Scusate se mi avete trovato di sta manera ma stava…

CONSUELO Stai tranquillo…abbiamo capito!

MASINO      Ma cchi capistivu?

SARUCCIO  Masino…non essere scortese! Chiuttosto vatti a sistemare che sei tutto stravolto! Ci penso io a fare accomodare le ragazze!

MASINO      Va bene…vado ma torno subito!! (alle ragazze) Tuerno sabato!

SARUCCIO  Si! Sabatu e duminica! Si dice tuerno subitos…sceccu! E va canciati e sbrigati!

MASINO      Si..si..mi sbrigu..mi sbrigu!! (esce)

Scena 4

SARUCCIO  E quindi? Unni eramu iunti?

CROCE         Chiedo scusa se mi intrometto! Ma si po’ sapiri cchi sta succedennu nni sta casa?

SARUCCIO  Certo Croce…(alle ragazze) Scusate un attimo…(a Croce..in disparte) Crocina chisti sunnu due amiche di Masino ca vinniru ppi stari un pocu insieme…

CROCE         E tu che c’entri nni sta storia? Che per caso ti scurdasti ca t’ha fari parrinu?

SARUCCIO  Parla pianu ppi favuri!!! Nun m’haiu scurdatu di niente!! Masinu mi chiese di daricci corda a chiddra niura mentri iddru prova a fari la conoscenza di chiddra di biunna!

CROCE         E vostru patri lu sapi tuttu chistu discursu?

SARUCCIO  Nun lu sapi e nun lu deve sapiri!

MASINO      (da fuori) Sue Ellen!! Arrivooo!!

SARUCCIO  Ora però vattini Croce e mi raccumannu acqua in bocca!!

CROCE         Va bene! Però ricordati ca certi còsi…chiddri comu a tia nun l’avissiru a fari! Buonasera!! (alle ragazze) Buonas seras

SUE ELLEN Hasta luego!

CONSUELO Hasta luego!

CROCE         A sta bannera!

SARUCCIO  (spingendo Croce verso la porta) Hasta luego Crocina!! Hasta luego!!

(Esce Croce)

Scena 5

SARUCCIO  Finalmente eccomi qua!

CONSUELO Grazie per averci ospitate…ma noi non ci conosciamo!

SARUCCIO  Scusate…avete ragione! Non ci siamo ancora presentati! Io mi chiamo Saro…ma gli amici mi chiamano Saruccio…e sono il frate…rno amico di Masino!

MASINO      (entrando) Eccomi Saruccio! Eccomi…Sue Ellen!!!

SUE ELLEN Che bel vestito! Me pares Pulcinella!

MASINO      (a Saruccio) Cchi mi fici un complimentu?

SARUCCIO  (a Masino) No, ti piglià ppì stubbitu!

MASINO      Grazias!!

SARUCCIO  Pardon ragazze! Ma il mio amico è un tipo estroverso e ci piaci vèstirsi comu a la moda franzè!

MASINO      (a Saruccio) Vidi ca forsi mancu ti capiru!

CONSUELO State tranquilli che noi capiamo tutto! Io sono italiana mentre Sue Ellen è spagnola ma di genitori siciliani!

MASINO      Addirittura!!

SUE ELLEN Certamente! Lu sicilianu è la mi segunda lengua!

MASINO      Lingua si dice! L i n g u a !!

SARUCCIO  E nun ci pinsari Masinu! Piuttosto…unni eramu arrivati ccu li presentazioni?

CONSUELO Mi stavo presentando io! Dunque. Mi chiamo Maria Lourdes ma gli amici mi chiamano Consuelo!

SARUCCIO  Che bel nome: Maria!

MASINO      E che bellu cognomi: Lourdes!

SUE ELLEN Mentre mi nombre…il mio nome è Alejandra Dolores Anunciaciòn…

MASINO      Comu la nonna!!

SARUCCIO  Ma si la nonna si chiamava Carmelina!!!

MASINO      Pirchì nun lu dissi?

SARUCCIO  Scusalo mia cara…ti prego continua!

SUE ELLEN Dicevo che mi nombre es Alejandra Dolores Anunciaciòn…ma ppi l’amigos mi basta Sue Ellen!

SARUCCIO  Ma vidi cchi còsi!

SUE ELLEN Ci trovi qualcosa di strano?

SARUCCIO  No! Niente di strano! Forse sarò un po’ all’antica ma sento spesso parlare di gente ca si cancia lu nomi di battesimo ppi si mittiri nautru nnomi diverso! Mi pare una manìa stupida e soprattutto irriverente nei confronti di li genitori ca all’atto di la nascita sciglieru lu nomi!

MASINO      Non sono d’accordo con te Sar….

SUE ELLEN ...E quindi? Continua il tuo discorso Sarozzo!

MASINO      Si Sarozzo…continua!

SARUCCIO  (guarda male a Masino) Stava dicennu ca l’usanza diffusa di canciarisi lu nomi di battesimu, è na cosa ca non condivido ppi nenti!

MASINO      Iu invece penso ca…

CONSUELO Masino…ci prenderesti qualcosa da bere? E tu continua Sarino..

SARUCCIO  (inizia a sbottonarsi…sente caldo…) Continuo..certo…certo…(non sapendo che dire..) Dicevo che…dicevo ca…

MASINO      (col vassoio in mano) I signori desiderano altro?

CONSUELO Grazie ma va bene così!

MASINO      Gna menumali!

SARUCCIO  Ragazze vi andrebbe un po’ di musicas spagnolas appositamente preparata per l’occasione? Masino…metti lu discu che abbiamo preparato per le ragazze..

MASINO      (a Saruccio) E quali fussi ssu discu??

SARUCCIO  Gna unu a casu! Cercalu tra li dischi di lu papà! La musica tutta a stessa è!

MASINO      Va bene…ma doppu vogghiu ballari ccu Sue Ellen!!

SARUCCIO  Va bene..va bene..Intantu mitti ssu discu e sbrigati! (alle ragazze) E allora? Che ne dite di sciogliere il ghiaccio e farinni una bella ballata? Musica maestro!

                      (Parte la marcia funebre di beethoven)

SARUCCIO  Masino ma cchi fai?

CONSUELO Era questo il disco che avete preparato per noi?

SUE ELLEN La marcia funebre?

MASINO      Scusate ma rimedio subito…

SARUCCIO  Sei sempre lu solito cosa inutile!

                      (parte la musica giusta)

SUE ELLEN Ecco…questo me gusta!

CONSUELO E allora balliamo…che ne dite?

                      (mentre Masino è di spalle, Sue Ellen afferra Saruccio e iniziano a ballare guardandosi negli occhi)

MASINO      Si..balliamo! Vieni Sue Ellen!! Voglio farti sentire le vibrazioni…(si accorge della scena)…E va bene! Lu primu ballu lu fazzu ccu chista ccà!

CONSUELO Perché ti dispiace?

MASINO      No…ma Sue Ellen me gusta mucho!

SARUCCIO  Masino…haiu l’impressione ca mi gusta macari a mia!

MASINO      E bravu lu frati parrinu! Ma iu ti la spaccu la testa!

SARUCCIO  Ricordati ca sugnu lu fratello maggiore…

MASINO      …e tu nun ti scurdari nsocchi ci fici Davide a Golia!

SARUCCIO  …ma chiddri nun eranu frati..

MASINO      …ma Caino e Abele inveci si!

(Consuelo stacca la musica e insieme a Sue Ellen vanno a sedere. I due ragazzi continuano a ballare e a scambiarsi battute)

SARUCCIO  Masino nun mi provocari…

MASINO      ..pirchì cusà cchi fai??

SARUCCIO  Pigliu na seggia e ti fazzu lu vattisimu..

MASINO      E iu pigliu lu tavulinu….

CONSUELO Ma insomma volete smetterla?

SUE ELLEN Masigno!! Sarozzo!! Escusate ma ve state comportando como a due imbecilli!

CONSUELO Due asini senza capestro!

SUE ELLEN Se volete continuare a litigare noi andiamo via e hasta la vista!

SARUCCIO  Avete ragione ma la colpa è tutta di Masino! Ogni tanto gli prendono i 5 minuti e a me…da buon amico…mi tocca assecondarlo e riportarlo sulla retta via! (a masino che era rimasto in piedi) Vieni qua amico mi! Siediti e continuiamo a chiacchierare con queste due meravigliose stielle de los firmamentos!

CONSUELO Come parli bene Saruccio…

SARUCCIO  Ti ringrazio mia cara…ma sai..il mio lavoro mi obbliga a studiare, scrivere e parlare in modo forbito!

SUE ELLEN E di cosa ti occupi? Qual è il tuo trabajo…il tuo lavoro!

SARUCCIO  (imbarazzato e sudato)…ehm…eehhh…io…mi occupo…di…tante cose…ma..in particolare…mi occupo…di…..DI ANIME!! Ecco si! Mi occupo proprio di anime!

                      (in questo frangente Masino fa per alzarsi e andare…

SUE ELLEN Ci avrei scommesso! E tu Masigno?

MASINO      Io…cosa?

SUE ELLEN Di cosa ti occupi?

MASINO      Hanno suonato?

CONSUELO Non mi pare!

SARUCCIO  Masino dì alle ragazze di cosa ti occupi!! Non fare il maleducatos!!

MASINO      Di cosa mi occupo?

SARUCCIO  Gna dai! Dicci a li ragazze cchi travagliu fai!

MASINO      E pirchì nun ci lu dici tu ca sei studioso e li paroli nun ti mancanu?

SUE ELLEN Non sarà mica un travajo misterioso??

SARUCCIO  Che fai ti vergogni?

MASINO      Saruccio ncarchi li chiova?

CONSUELO Non pensavo che questa fosse una domanda imbarazzante…

MASINO      E difatti LA DOMANDA non è imbarazzante…

SARUCCIO  ..semmai è imbarazzante LA RISPOSTA!! (ghigno)

MASINO      Ecco…io e Saruccio travagliamo insieme…si! In società! Iddru si occupa dell’anima…mentre io penso al corpo! Si, mi occupo di corpi!

CONSUELO E…in particolare?

SARUCCIO  Diccillu Masì!

MASINO      In particolare…in particolare….in particolare….fazzu lu tabb…(squilla il telefono)

SARUCCIO  Telefono!! Squilla il telefono!!

MASINO      Squilla il telefono!!

SARUCCIO  Piglia il telefono!!

MASINO      Piglio il telefono…(alza la cornetta) Pronto…si certo…oh questo mi dispiace…eee no! Ha sbagliato numero! (riattacca)

SARUCCIO  Cu era?

MASINO      Nun lu sintisti? Sbagliaru numero…(alle ragazze) hanno sbagliato numero…può capitare!

                      (squilla telefono)

SARUCCIO  Voi vidiri ca sbagliaru nautra vota?

MASINO      Stavota arrispunni tu..

SARUCCIO  Iu? Ma questa non è casa mia…non posso rispondere io!

MASINO      Ma pirchì ha càdiri sempri addritta? (risponde) Pronto? Si certo…capisco…Mi dia le misure che provvedo a…Ma certo! Le rifiniture in ottone..certo.…si un metro e ottanta…va bene…

SARUCCIO  Chiedici si la voli di faggiu chiaru o scuru…

MASINO      …non si preoccupi signora…anche al vestito ci pensiamo noi!

SARUCCIO  Diccillu ca si sbriganu mentri ci sunnu li scunti!!

MASINO      …gessato e con le righine sottili! La macchina sarà lì domani pomeriggio alle 3 ppi l’accumpagnamen….ppi accumpagnarla in chiesa.

CONSUELO Saruccio forse ho capito che lavoro fa Masino!

SUE ELLEN Una mezza idea me la sono fatta anch’io!

SARUCCIO  Mi pare stranu…

MASINO      …grazie per averci scelto e ancora condoglia…(pausa…poi con una mano riattacca e..) AUGURI di cuore!! A domani..si…Buonasera!

SARUCCIO  Saruccio che hai ca ti viju tuttu russu nni la faccia!

MASINO      Nenti…mi capita sempri quannu arricevu telefonate comu a chista!

SUE ELLEN Masigno…toglimi una curiosità…

MASINO      Dimmi tutto Sue Ellen…

SUE ELLEN Ecco…ho appena sentito la tua telefonata e…

MASINO      Ho capito! Non continuare! Sono certo che hai capito il lavoro che faccio!

CONSUELO Le tue parole non hanno lasciato spazio ad equivoci! Nzumma Masinu..è inutile ca t’ammucci..

SARUCCIO  E’ inutile ca t’ammucci…Dovevi stare attento con le parole! Hanno ragione le ragazze!

MASINO      Sentite! Siamo qua da mezzora e ancora non ci stiamo conoscendo per niente! Adesso è giusto che scopriamo le carte!

SARUCCIO  Giusto Masino! Scopriamo le carte!!!

MASINO      …e diciamo tutta la verità!

SARUCCIO  Bravo! Parole sante! (A Masino chiamandolo in disparte) Spero ca li carti che vuoi scoprire sunnu sulu…li carti che riguardanu a tia!

MASINO      No Saruccio…avevi ragione tu! La sincerità prima di ogni cosa! Ora ci dicu tutti cosi…puri ca tu si mezzu parrinu…

CONSUELO Ma perché ci lasciate sempre sole?

SUE ELLEN Sarozzo…Masigno…venite qua!

SARUCCIO  Arriviamo subito! (a Masino) Senti Masigno! Si ci dici ca iu studìu a lu seminariu…iu ci dicu a tia ti piacinu li masculi!

MASINO      Va bene! Allura nun ci dicu nenti ppi tia! Ma iu ci vogghiu diri la verità! Sue Ellen deve sapere!

SARUCCIO  E finimmu di futtiri!

MASINO      Sue Ellen…Consuelo… Vi chiedo di ascoltarmi e di essere comprensive con me dopo aver ascoltato questa mia dichiarazione..

SUE ELLEN Certamente! Parla pure! Abla..abla..

MASINO      (non capendo) Dicevo ca vi vuleva parlari..

SUE ELLEN Abbiamo capito! Abla..abla..parla pure..abla abla..

MASINO      …abla..cada..bra..bla..bla..

CONSUELO Ma nsumma parla oppure nni jamu ca forsi è la megghiu cosa!

SARUCCIO  Masino “abla” in spagnolo voli diri “parla”! E sbrigati ca si sta facennu tardu…

MASINO      Ora u capivu! Parlu! Dunque care ragazze…in questa fase di conoscenza tra di nuautri…vogghiu essiri sinceru e senza veli..

SARUCCIO  Si..senza veli! Taliatilu ca ora si spoglia!        

MASINO      …scusatemi la franchezza ma è arrivatu lu momentu di dirvi ca di mestiere…fazzu…lu…TABB….

Scena 6

CROCE         (entrando dalla porta centrale) Unni è? Unni è ddru gran signore di vostru patri! Aaaahhh ma ora mi senti! Ora mi deve ascoltare ppi forza!

SARUCCIO  Chi successi Croce! Pari assicutata di li briganti!!

CROCE         Ma quali briganti e briganti! Unni è Don Cosimo??

MASINO      Ancora nun ha rientratu di la festa..

CROCE         E certu! Iddru si nni va alle feste! Ma ora tutto cambia! Ora si cambia registro!

CONSUELO Scusate…se non avete niente in contrario noi andiamo via..

SARUCCIO  Ma no ragazze…u tempu di assicutari sta foddri e siamo da voi!! ( a Croce)..Ma nsumma Croce!! Ora assettati un minutu e dimmi chi cosa è successo!

CROCE         E’ successo ca haiu statu nni lu dutturi pirchì aveva assai ca mi sentiva quarchi giramentu di testa..

MASINO      E chi ti dissu lu dutturi?

CROCE         Mi dissi ca nun mi aveva a scantari…ma poi..

SARUCCIO  Ma poi?

CROCE         ..ma poi..

MAS.SAR     (insieme) Ma poi??

CROCE         Ci dissi puri ca aveva la nausea e mi fici fari autri controlli! E ccà (mostrando un foglio) c’è lu risultatu!

SARUCCIO  E chi dici lu risultatu?

CROCE         Tieni Masino…leggi tu!

MASINO      Si certifica…ecc.ecc….che la signora Croce ecc.ecc….risulta essere in stato di gravidanza!

SUE ELLEN Che bella notizia!!

CONSUELO Proprio una bella cosa!

SARUCCIO  E brava Croce! La signorina tutta casa e chiesa!

MASINO      Tanti auguri Crocina!

CROCE         Grazie…grazie a tutti! Ora però facitimi iri a la casa.

MASINO      Scusami Croce…ma pirchì trasisti comu una furia, vanniannu ca vulevatu parlari ccu don Cosimu?

CROCE         Perché caro Masino…lu primu a sapiri la notizia di ‘na gravidanza è giustu ca è lu patri di lu picciliddru!!

MASINO      (non afferrando) Giustu!

SARUCCIO  Minchia a jurnata!!

CROCE         Nni videmu cchiù tardu! (esce)

Scena 7

SARUCCIO  E ora comu si fa?

MASINO      (sedendosi pensieroso) E chi nni sacciu? (A Saruccio) Senti cchi fai. Portati le ragazze nni l’autra stanza ca iu telefono a lu papà a lu circulu e ci dicu di veniri di cursa.

SARUCCIO  Va bene..però nun lu fari scantari a telefono!

CONSUELO Ma insomma! Questa è la prima volta nella mia vita che vengo trattata di sta manera. Se non volete stare con noi ditelo chiaramente!

SUE ELLEN Mi pare la casa dei misteri! Peggio di una telenovelas..

SARUCCIO  E non penserete mica che vi lasciamo andare così!! Ogni tanto questa casa si “anima” e succedono cose….come dire…bizzarre!!

CONSUELO Io direi “cose dell’altro mondo”!

MASINO      Anchi chissi! Qua non ci facciamo mancare proprio niente! A proposito Saruccio chi nni pensi si vi accomodate nell’autra stanza ca un minutu precisu haiu a fari una telefonata?

SARUCCIO  Con piacere amico mio! Prego ragazze…se venite con me vi fazzu sentiri l’urtimu discu ccu lu concerto dal vivo di patre cionfoli!

CONSUELO Bello..si…mi piace!!

SUE ELLEN A me piacerebbe ascoltare Julio Iglesias..

MASINO      Abbiamo anche quello!

SARUCCIO  Sarai accontentata! Prego..prego…arrivo subito! (le ragazze fuori. Si avvicina a Masino) Masì…ma cu è stu Culio inglese?

MASINO      Julio Iglesias..Julio Inglesias!! Chiddru ca s’ascunta sempri a mamà…

CONSUELO (da fuori) Saaruccioooo!!!!

SARUCCIO  Arrivo…arrivo…(al pubblico segnandosi) Oh Signore…sulu ccu dui fimmini… E cu l’aveva a diri!!(uscendo)

Scena 8

MASINO      (componendo il numero) E cu l’aveva a diri? Iu no di sicuru! E menumali ca c’è me frati ca mi sta dannu na manu…sennò iu sulu m’avissi sbarattatu…Pronto..si?

(da fuori si ode musica e schiamazzi festanti)

Sono Masino Belfiore e voleva parlari con mio padre don Cosimo Belfiore! A si? Gia è andato via? Va bene..la ringrazio. Buonasera. Grazie! (tra sé) Lu papà e la mamà stannu rientrannu…e forse è megliu! Accussì ora ca veni lu papà iu mi lu chiamu assulu e ci parlu CON CALMA di sta situazione di la gravidanza di Crocetta. Poi…sempre CON CALMA ci presentu le ragazze e macari facimu la cena tutti insieme…Poi parliamo ccu Crocina, Saruccio si nni riparti ppi lu seminariu e finalmente tutto si risolve! Ma ci voli CALMA! Comu avissiri a fari nni sta casa senza di mia?

Scena 9

Entrano Cosimo e Filomena

FILOMENA  Trasi…trasi…si precisu un picciliddru!

COSIMO       Filumè nun ti ci mettiri macari tu!

MASINO      Mamma ma chi successi?

FILOMENA  Pirchì nun lu vidi a tò patri? Nun ci trovi niente di strano?

MASINO      Mi pari un poco giarnuliddru nni la faccia…Papà ma cchi successi?

COSIMO       Nenti…nenti…haiu sulu un pocu lu stomacu suttancapu!

FILOMENA  Havi lu stomaco suttancapu pirchì lu signurinu…anzi lu signor becchino presidente si misi a viviri champagne appena arrivammu e nun si firmà cchiu fina a quannu n’appimu a ghiri! E ora havi lu stomacu chinu di gas!

COSIMO       Dui bicchieri mi nni vippi! Sulu dui!! E basta!

MASINO      Papà ora però ascuntami ca t’avissi a parlari di ‘na cosa..

COSIMO       Si..t’ascuntu…aspetta…ecculu…cà è!! Staiu vininnu…un minutu precisu!! (scappa verso il bagno).

MASINO      Mamma allura parlu ccu tia!

FILOMENA  Si ma…prima dimmi comu stai! Si nni calau la frevi?

MASINO      Si mamà! Però in cambio si nn’acchianà la pressioni!!

FILOMENA  Figlio mio…(cambiando umore) Ma cchi è sta musica accussì forti? Mi staiu spaccannu li timpani!! Cu è ca sona?! Unni è to frati? Ma ‘nsumma cchi succedi in questa casa???

…………

(Entrano Saruccio-Consuelo e Sue Ellen facendo il trenino con bottiglie di alcolici in mano, scollacciati negli abiti e in evidente stato di alterazione. Passano da una stanza all’altra.)

MASINO      Ecco chi t’aveva a diri mamà…

SARUCCIO  (cantando) ..sono un pirata e un signoreeee….Forza Sue Ellen!! Avanti ccu ssa locomotivaaa!!!

FILOMENA  Ma era Saruccio o mi feceru l’occhi?

MASINO      No mamà era proprio tuo figlio Saro!

(ripassa il trenino in senso opposto)

SARUCCIO  (c.s.) Avanti Consuelo scaccia ss’accelleraturi!!

FILOMENA  Nun ci staiu capennu nenti…nun sacciu si ridiri, chianciri o vanniari comu na foddri!!

COSIMO       (entrando sempre col mal di pancia) Ma cchi succedi Filumè! Mi ficiru l’occhi o vitti a Saruccio ccu dui fimmini?

FILOMENA  Li vidisti puri tu? E allura nun era una allucinazione!! Masino! Iu e stu rottame di tuo patre vulissimu qualchi spiegazione!

MASINO      Veramente havi mezzura ca vi vulissi parlari…

COSIMO       …si ma…accumencia a parlari ccu to matri ca iu…haiu un impegno urgente!! (scappa in bagno)

FILUMENA  Tanto…o ci sei…o non ci sei è la stessa cosa! Ora parla Masino e spiegami chi ci fannu dui fimmini ca fanu lu treninu nni la me casa!

MASINO      Mamà ti ricordi quannu ti cuntai ca aveva canusciutu dui fimmini e una di chisti dui era beddra comu lu suli e si chiamava Sue Ellen?

FILOMENA  Sissi! Mi ricordo!

MASINO      E ti ricordi ca ti dissi che un jornu nn’avevamu a ‘ncuntrari?

FILOMENA  Sissi! Mi ricordo!

MASINO      Ecco. Oggi nni ‘ncuntrammu! Ddra banna ccu Saruzzu ci sunnu Sue Ellen e Consuelo!

 

FILOMENA  Intra la me casa? E nun c’era nautru postu cchiù megghiu ppi ballari lu treninu?

MASINO      Ti pregu mamà…Finu a ora ha iutu beni ccu le ragazze e nun vulissi ca tu e lu papà mi scunzati tutti còsi!

COSIMO       Lu papà fa ‘nsocchi ci dicu iu…tu lo sai ca non conta niente! E poi, ccu sta cacareddra è completamente fuori uso…E va bene! Chi avissimu a fari ppi nun fariti fari brutta figura?

MASINO      Grazie mammina…ora sì ca sugnu cuntentu! Allura! Intantu ppi cuminciari fussi bonu ca tu e lu papà vi livassivu ssi cianfrusaglie ca haviti di ‘ncoddru…

FILOMENA  Ma chisti sunnu li freggi ca nni cunsignaru a lu circulu…

MASINO      …e difatti è propriu chissu ca nun s’havi a sapiri! Sue Ellen e Consuelo nun hannu a sapiri niente di tabbuti e tabbutara!

FILOMENA  Comu dici tu! Ora mi vaiu a canciari e stai tranquillo ca ci pensu iu a fariti fari bella figura ccu la tua amica spagnoletta!! (fa per uscire)

COSIMO       (entrando) Mamma mia! Certu ca li bollicini di lu champagne sunnu silenziusi quannu trasinu nni lu stomaco….ma quannu nescinu fannu un rumuri…

FILOMENA  Ma che sei delicato!! Certi voti dici delle frasi ca mi vinissi di scrivirimilli ali voti mi l’avissi a scurdari!

MASINO      Papà veni ca ti avissi a diri una cosa…da uomo a uomo…

FILOMENA  Nun ti preoccupari Masino. Ci penso io a cuntaricci tutti còsi a to patri!

MASINO      No mamma…tu va sistemati ca ci parlu iu a lu papà…C’è diri NAUTRA cosa!

COSIMO       M’havi a diri NAUTRA cosa…

FILOMENA  NAUTRA cosa ci la dici NAUTRU jornu!(alterandosi) Miiii!!! E chi nenti cuntu cchiù intra sta casa? Cosimo! Amuninni ddrà banna ca t’haiu a parlari!

COSIMO       Ma si po’ sapiri…

FILOMENA  Ma chi voi sapiri?? Camina scimunitu…(uscendo) Forza…camina…

Scena 10

MASINO      Perfetto! Ora haiu a circari di parlari a sulu ccu lu papà ppi la storia di Crocina. (contento) E poi finalmente mi dichiaru a Sue Ellen…

(entrano festanti Saruccio e le ragazze)

SUE ELLEN Ma che bella casa che hai Tanigno…

MASINO      Masino mi chiamo! Masino!! (sorridente) Ma non importa...chiamami anche Tanigno..anzi no! Chiamami comu ti pari!!

CONSUELO Con Saruccio ci stiamo divertendo assai assai…

SUE ELLEN Sarozzo è davvero strepitoso!!

MASINO      Io l’ho sempre detto che Sarozzo è strepitoso!

SARUCCIO  Nun mi sfuttiri Masinu…Chiuttosto pirchì nun vinisti? Ti stavamu aspittannu mentri ca facevamu lu ballu d’ù qua qua!

MASINO      A si? Mi stavavu aspittannu..è veru?

SUE ELLEN Sarozzo ci ha fatto vedere la tua camera…

CONSUELO …e tutta la tua collezione di oggetti sacri!

MASINO      Iu? Ma quali oggetti sacri?

SARUCCIO  Gli oggetti sacri che tu ami raccogliere e collezionare…(a parte) Nun sapeva comu giustificari la mia tunica…i rosari…i vangeli…

MASINO      E ci dicisti ca è robba mia?

SARUCCIO  (c.s.) Ci dissi ca sei molto religioso…

MASINO      No…

SARUCCIO  …ca ti piaci la vita contemplativa…

MASINO      No…

SARUCCIO  …e chi ti voi ‘nchiudere in convento!

MASINO      Ma tu si un disgraziato!! Tu sei Caino…anzi no! Tu sei Giuda…e mi vinnisti ppi trenta denari! Ora nun parlari o ti staccu la testa! (alle ragazze) Ragazze scusate ma questo individuo senza dignità che avete qua di fronte non vi ha detto la verità sul mio conto!

SUE ELLEN Lassa perdere Tochigno…vieni a bere con noi!

SARUCCIO  Vieni Tochigno…

MASINO      Ora vignu! Ma prima di viviri vogghiu ca sappiate la verità sulla mia pirsuna!

SARUCCIO  Alla salute di la Spagna e di tutti li spagnoli!!

CONSUELO E alla faccia di cu nni voli mali!

MASINO      (c.s.) Stavota vi lu dicu: Iu di travagghiu fazzu lu tabb…

Scena 11

(entrano Filomena e Cosimo)

COSIMO       (entra) Signore e signori accogliete con un grosso applauso la mia consorte Donna Filomena de Pietraperzia!

FILOMENA  (entrando) Ma quantu si sceccu!! ANDALUSIA ti dissi! Andalusia e no Pietraperzia! Mi rovinasti l’entrata trionfale!

MASINO      Mamma…papà..venite qua che vi presento i miei amici…Questo è (schiacciando l’occhio) IL MIO AMICO Saruccio…lei è Consuelo…e lei è Sue Ellen!

SUE ELLEN Mucho incantada…(a masino) Tuo padre è proprio un bel muchacho!

COSIMO       (a Filomena) Chi mi dissi mustazzu??

FILOMENA  Muchacho…sceccu! Ma tu cchi nni sai di spagnolu…

SARUCCIO  Che ne dite di accomodarci e arrifriscarinni la gola ccu na bella còsa frisca?

COSIMO       Vuautri sedetevi…iu restu a l’addritta!

MASINO      Ma nun mi pari giustu…

COSIMO       …nun mi va…e poi haiu statu assittatu…ddra banna!!

FILOMENA  Vedi di essere gentile e ospitale con le nostre amiche! E poi ti dissi di metterti u sombrero ca accattammu in viaggio di nozze! Pirchì nun ti lu mittisti?

COSIMO       Nun lu truvavu!! U vaiu a pigliu?

FILOMENA  Lassa perdiri, doppu ci vai! Ppi camora assettati!!

COSIMO       Filumè nun ti ci mettiri macari tu…Si ti dicu ca nun mi pozzu assittari…un motivu c’havi a essiri! (quasi all’orecchio a Filumena) M’abbruscia tuttu u comu si chiama!!

FILOMENA  Ancora? Ancora ccu ssu stomaco cummatti? Ma la prossima vota ca ti viju viviri pigghiu la buttiglia e ti la spaccu ‘ntesta!

SARUCCIO  Sentite…nun mi pare lu momento di litigare!! Finu a un minutu fa eramu allegri a ballare e cantare..

MASINO      Giustu dici! Ci mettu nautru discu e mi fazzu na bella ballata puru iu!! Sue Ellen…vuoi ballare con me?

SARUCCIO  (interrompendo la scena)….Grazie…preferisco di no!!

MASINO      Ma tu cchi c’entri? Pirchì t’ammischi?

SUE ELLEN Non avrei ballato lo stesso…Sono stanca e vorrei andare a casa!

COSIMO       Ma perché tutta sta prescia? Non vi trovate bene nni sta casa?

CONSUELO No…veramente…di quannu trasimmu finu a ora hannu successu còsi un po’ strani…

FILOMENA  Ma certo! Noi della Famiglia Belfiore siamo tutti un pocu pazzi!!

MASINO      Mamma…tu parla ppi tia!

COSIMO       Scusate…vi chiedo scusa…ma haiu a perdiri dui minuti ddrà banna…ppi na telefonata urgente! Torno tra poco…

FILOMENA  Si nun torni è megghiu! E nun ti sfurzari troppu ca poi ti nescinu l’emorroidi!!

MASINO      MAMMA!!!!

FILOMENA  E chi c’è? Chi dissi una parola d’offisa? (gridando) Vuautri in Spagna comu li chiamati?

MASINO      Mamà ma pirchì vannii? E’spagnola, no surda!

FILOMENA  Però che bella ragazza ti isti a scegliri Masino!! (a Sue Ellen) Signorina Sue Ellen, iu a mio figlio Masino ci vogghiu veramente bene! E’ un pocu lagnusu…disubbidiente e asciuttu di cervellu…ma è un ragazzo buono e tanto sinceru!

MASINO      Grazie mamà…

FILOMENA  …e devo riconoscere ca anche suo patre è accussì! Testa di sceccu ma tanto tanto sincero!

Scena 12

CROCE         (Entrando) E’ permesso? Che faccio disturbo?

SARUCCIO  Ora veni lu bellu!

MASINO      E si ficiru li ficu!

FILOMENA  Crocetta da quanto in qua tu trasi nni sta casa senza mancu bussare a la porta?

CROCE         (con aria di sfida) Filomena…ora vedi di stariti muta e chiamami a quel tabbutaro di tuo marito!

SUE ELLEN Cosa è tabbutaro??

CONSUELO Iu u sacciu…ed è megghiu ca nni iamu!

FILOMENA  Fermi tutti! E guai a cu si smovi! Ora la qui presente signorina Crocettina nni dici lu motivu di questa entrata furiosa e impertinenti nni la me casa!

SARUCCIO  Vi prego..carmativi..

CROCE         Iu sugnu carmissima! Semmai vedi di metterci lu guinzagliu a tua matri!

FILOMENA  Croce ti stai allargannu troppu!!

CONSUELO Tua matri? Saruccio ma chista è to matri?

MASINO      Ragazze possiamo spiegarvi tutto..

SUE ELLEN Lo dicevo che era una telenovelas..

CROCE         Si ma è una telenovelas ca finisci a schifìu! Chiamatimi di cursa a Cosimo o fazzu una strage!

FILOMENA  Addirittura!! Aspetta ca pigliu la scupa e ti li dugnu ‘ntesta!

CROCE         E iu cca sugnu ca t’aspettu!!

Scena 13

(entra Cosimo con sombrero e altri riferimenti alla Spagna. Canta e balla)

COSIMO       (cantando) Porompompoo..poromporompompero però….(si accorge della tensione) Olè! Chi è? Nun vi piacìu la canzuna? Cusà nni sacciu nantra…

FILOMENA  Vieni avanti cretinu!

CROCE         Assettati!!

COSIMO       Veramente haiu quarchi problema…(indicando il sedere)

CROCE         Assettati ti dissi!

MASINO      (a Saruccio) Pigghiacci a seggia!

SARUCCIO  Ecco qua. Assettati padre..

FILOMENA  Forza e coraggio Croce! Che cosa c’era di così importante da dire a mio marito? Ora parla e spieganni tuttu ssu vilenu ca ti firrìa panza panza!

CROCE         Lu vilenu ci l’hai tu!! Nni la me panza firrìa nautra cosa !

COSIMO       Se hai bisogno di iri a lu bagnu ci poi iri…

CROCE         Nonsi! Cca dintra c’è il frutto di l’amuri…lu ventu di la passione…

COSIMO       E allura ha ghiri a lu bagnu comu ti diceva iu! Macari a mia mi pareva vento di passione…ma poi appena m’assittavu…

SARUCCIO  Papà forse ccà lu discursu è nautru..

MASINO      …ed è megghiu ca ti stai mutu…

CROCE         Cosimo Belfiore! Dentro la me panza c’è lu tò picciliddru! Aspetto un figghiu di tia!!

SUE ELLEN Carramba che sorpresa!

CONSUELO Speriamo che sia femminuccia…

MASINO      Si..si..una sorellina!!

FILOMENA  Bravo don Cosimo…

COSIMO       Aspetta Filumena…ti giuru ca nun c’entru nenti..

FILOMENA  …eppure mi lu duveva aspittari…

COSIMO       …stai calma…t’assicuru ca nun è veru…

FILOMENA  Arrassati e nun mi tuccari! Vattinni nni Crocina prima ca mi mettu a gridari!

COSIMO       Filumena…mogliettina mia…

FILOMENA  Ormai nun sugnu cchiù la tua mogliettina! Vulisti la guerra e guerra sarà!

COSIMO       Ma ti giuru ca nun po’ essiri! Iu e Crocina ‘n havimu datu sulu quarche ingenuo bacio…

FILOMENA  Ccu li baci ingenui nun nni gunchia panza! E poi ti la dicu na cosa? Iu mi nni vaiu e mi fazzu la mia vita! Sugnu pazza? Nun arraggiunu cchiu? Dimmi chiddru chi voi ma iu ccu tia nun ci staiu cchiu mancu un minutu! Unni mi nni vaiu? Non lo so! (alle ragazze) Mi nisciu lu sensiu? Vi paru strammata? (le ragazze fanno “no” con la testa) E allura sapiti chi vi dicu? Buonasera a tutti!!...Addio!!!...Au revoir!!!! Olè! (facendo la mossa)!!(esce).

(tutti si guardano)

COSIMO       (a Croce) Hai visto cchi cuminasti?

CROCE         Tu lu sapevi ca la mia pazienza stava finennu e perciò ti dovevi aspettare la me reazioni…

COSIMO       Si…va bene! Nni parlamu poi! Masì, siddru mi cerca quarcunu ci dici ca nun ci sugnu ppi almenu tri misi! Anzi…dicci ca mi nni ivu in Francia o in America! Nsumma dicci nsocchi voi ma iu mi è ghiri a recuperari a to matri! Ciao! Filomenaaaa….Filomenaaa…..(esce)

MASINO      (ad alta voce a Cosimo) Va cercala nni a nonna ca di sicuru è ddra!!! Beddra matri cchi jurnata di ‘nfernu…

SARUCCIO  Senti Masinu…iu accompagno le ragazze a mangiari quarcosa…

MASINO      Mangiari…quarcosa..?

SARUCCIO  Sissi…quarcosina ppi scusarinni di tutta questa confusione…

SUE ELLEN Saruccio si è offerto di portarci al ristorante qua vicino…

CONSUELO …e noi abbiamo accettato volentieri!

MASINO      Ci mancasse autru! E va bene…amuninni a lu ristorante…

SARUCCIO  Non se ne parla nemmeno! E chi lassamu a Crocina sula? Mischina nun lu vedi com’è mortificata?

MASINO      E mi ci è ristari iu?

SARUCCIO  Certo! Tu sei cchiu pratico di chisti còsi…

SUE ELLEN Andiamo Sarozzo!! Addio Marigno…

SARUCCIO  Andiamo ragazze! Sono tutto per voi…

CONSUELO …e noi siamo tutte per te!!

MASINO      (chiamandosi a Saruccio) Saruccio veni ccà un minutu! Ti lu scurdasti ca studii a lu seminariu? Ti lu scurdasti ca t’ha fari parrinu?

SARUCCIO  Cui iu?? Noooo……SI!!!! Salutamu!! Arrivo Sue Ellennnn….

(escono. In scena solo Masino e Croce)

MASINO      (a bassa voce..sconsolato)….Saruccio…si hai bisogno…chiama!! Crocina, ma ora ca ristammu suli mi la dici la verità?

CROCE         Si ma sbrigati ca mi nni è ghiri!

MASINO      Mi sbrigu! Croce questo figlio ca teni in grembo…chi è ppi daveru fratuzzu miu?

CROCE         Ma quannu mai!! Ccu to patri nun c’ha statu mai nenti al di fuori di quarchi vasateddra fori via! Però iddru m’ha fattu troppi promessi ca nun ha mantenutu! E iu mi vosi vendicàri! Ora si ci teni ppi daveru dicci ca mi veni appressu!! Salutamu Masì…

MASINO      (restando solo) Salutamu! Eppure lu sai chi ti dicu? Giustu facisti! Iu avissi fattu la stessa cosa!! Intantu ristavu sulu…(prendendo la chitarra) Veni ccà…tu sula mi ristasti!

Scena 14

FILOMENA  (entrando e girando intorno alla stanza…seguita da Cosimo) Nooo mi dispiaci…stavota la facisti grossa…

COSIMO       …ma almenu fammi parlari….

FILOMENA  …ti dissi di no…e basta…

COSIMO       …gioia mia del mio corazon…

FILOMENA  (fermandosi…ad alta voce) Nun m’assicutari e stammi luntanu!! Mi nni vaiu ppi sempri e non saprai mai unni sugnu!! Masino!! Siddru hai bisogno sugnu nni la nonna!! Salutamu! (esce)

COSIMO       Filomenaaa….Masì dammi ssa chitarra ca ora a la mamma ci fazzu na bella serenata….Filomenaaaa (esce)

MASINO      ….e puru la chitarra nun c’è cchiu!! Ora mi nni vaiu a lu bar e mi vaiu a sculu na bella birra ghiacciata…

SARUCCIO  (entrando) Masino…Masino….Menumali ca t’attruvai!! Come al solito mi nn’aviva iutu a ligna senza corda…

MASINO      Nun ti capisciu…

SARUCCIO  Aviva iutu a lu ristorante senza sordi! E comu lu pagu lu cuntu?

MASINO      Certo…hai ragione…Teni ccà! Mi tegnu sulu sti quattru spiccioli ppi mi pigliari una birra a lu bar!(gli da i soldi)

SARUCCIO  Grazie fratello, a buon rendere…(uscendo) poi ti portu lu restu!

MASINO      (da solo) E lassa stari!! Resto mancia!! (bussano) E ora cu è? Chissa di sicuru è Sue Ellen ca mi dici ca nun po stari senza di mia…(apre)

Scena 15 - Ultima

MASINO      E vuautri chi vuliti?

MELINA       Nun c’è don Cosimu?

FOFO’          Aspetta Melina! Lassa parlari a mia! Nun c’è don Cosimo?

MASINO      No, è nisciutu! E mi sapi ca da questo momento haviti a parlari sempri ccu mia! Avete davanti a voi don Masino Belfiore, della ditta “Onorata Famiglia Belfiore” di professione tabbutaro!

MELINA       E don Cosimo?

MASINO      Don Cosimo è in Francia…anzi no…in America! Avanti! Avanti ccu ssu resoconto!

FOFO’          Si. Ma prima li sordi!

MASINO      E finivu di pigliarimi la birra!Ecco qua! (gli da i soldi e siede rassegnato)

FOFO’          (conta i soldi) Attacca Melina!

MELINA       Perciò! Ci l’aviti presenti a don Cola u tubista? Chiddru ca mori mori…

FOFO’          …e nun mori mai…

MELINA       …havi assai ca nun nesci di intra la so casa….(sfumano le voci e le luci..)

FINE

San Cataldo, 22/09/2014                                                                Ivan Giumento

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 2 volte nell' ultima settimana
  • 2 volte nell' ultimo mese
  • 31 volte nell' arco di un'anno