Pierino e il lupo

Stampa questo copione

LA STORIA

Pierino e il lupo

di Sergej Prokofiev


I protagonisti della storia :

L’uccellino

Flauto

L’anatra

Oboe

Il gatto

Clarinetto

Il nonno di Pierino

Fagotto

Il lupo

3 corni

I cacciatori

Legni e Archi dell’orchestra

Gli spari dei cacciatori

Timpani

Pierino, il protagonista

Tutti gli archi dell’orchestra


Un bel mattino di buon ora Pierino aprì la porta del giardino di casa ed uscì nel prato di fronte.

orchestra


In mezzo al prato si trovava un gigantesco albero e su uno dei suoi rami più alti stava un uccellino, amico di Pierino, che appena lo vide arrivare cinguettò allegramente “Tutto tranquillo, tutto tranquillo”.

orchestra

Accanto a Pierino un’anatra avanzò dondolandosi. Era contenta che il ragazzo non avesse chiuso il cancello e decise di farsi una nuotatina nel profondo stagno in mezzo al prato.

orchestra

Vedendo l’anatra l’uccellino volò giù dall’albero, si posò sull’erba vicino a lei e alzò le spalle (...) “Ma che razza di uccello sei se non sai volare” disse. “Ma che razza di uccello sei tu se non sai nuotare” ribatte l’anatra, e si rituffò nello stagno.

orchestra


Seguitarono a litigare per un bel po’. L’anatra nuotando nello stagno e l’uccellino saltellando sulla riva.

orchestra

Ad un tratto qualche cosa attirò l’attenzione di Pierino. Era un gatto che avanzava furtivamente fra l’erba.

orchestra

Il gatto pensò: “Guarda, guarda, l’uccellino tutto preso dalla sua discussione… non mi sarà difficile catturarlo e farne la mia colazione” Detto fatto si avvicinò sulle zampe di velluto senza fare alcun rumore.

orchestra


Attento!” gridò Pierino e l’uccellino volò svelto sull’albero.

orchestra


Dal centro dello stagno

orchestra

L’anatra fece “Qua Qua” al gatto.

orchestra

Il gatto girava intorno all’albero pensando: “Non mi conviene arrampicarmi sull’albero… quando arrivo su l’uccellino vola via”.

orchestra

A un tratto il nonno si fece sulla porta del giardino preoccupatissimo di vedere Pierino in mezzo al prato: “Il prato è un posto pericoloso! Cosa faresti se dalla foresta dovesse sbucare fuori un lupo?”

orchestra


Pierino non prestò attenzione alle parole del nonno. I ragazzi come lui non hanno paura dei lupi.

orchestra

Ma il nonno lo prese per mano, chiuse il cancello e condusse Pierino dentro casa.

orchestra

E meno male! Pierino era appena rientrato che dalla foresta sbucò un grande lupo grigio.

orchestra

Come un fulmine il gatto si arrampicò sull’albero.

orchestra

L’anatra starnazzò terrorizzata e stupidamente balzò sulla riva.

orchestra

Prese a correre con tutte le sue forze, ma un’anatra non può essere più veloce di un lupo. Il lupo si avvicinava, sempre di più, sempre di più, ecco la raggiunge...

orchestra

L’afferra e la inghiotte in un boccone.

orchestra

A questo punto ecco come stavano le cose: il gatto era accucciato su di un ramo.

orchestra

L’uccellino appollaiato su un altro ramo ...

orchestra

Non troppo vicino al gatto, naturalmente.

orchestra

Mentre il lupo gironzolava intorno all’albero guardandoli con occhi ingordi.

orchestra


Intanto Pierino guardava quello che stava succedendo da dietro il cancello, senza un briciolo di paura.

orchestra

Corse in casa. Prese una corda robusta e si arrampicò sull’alto muro di pietra.

orchestra

Un ramo dell’albero intorno al quale girava il lupo, si protendeva fino al muro.

orchestra

Afferrando il ramo

orchestra

Pierino riuscì ad arrampicarsi sull’albero.

orchestra

Poi disse all’uccellino: ”Vola giù e svolazza intorno al muso del lupo. Attenzione però: non farti acchiappare eh?”

orchestra


L’uccellino quasi toccava il muso del lupo con le ali, mentre questo saltava di qua e di là, furioso, cercando di azzannarlo.

orchestra

Mamma mia come l’aveva fatto inferocire. Saltava come un disperato la belva ma l’uccellino era troppo furbo per lasciarsi prendere.

orchestra

Intanto Pierino aveva fatto un bel nodo scorsoio sulla corda e cautamente lo calò giù dall’albero.

orchestra

Riuscì ad infilarlo nella coda del lupo e tirò con tutte le sue forze.

orchestra

Sentendosi in trappola il lupo si mise a saltare e tirare furiosamente cercando di liberarsi.

orchestra

Ma Pierino legò l’altro capo della corda all’albero...

orchestra

E più il lupo saltava più il nodo si stringeva.

orchestra

In quel momento

orchestra

Dal bosco uscirono alcuni cacciatori.

orchestra

Stavano seguendo le tracce del lupo e sparavano con i loro fucili ad ogni passo.

orchestra

Non sparate. Non sparate” gridò Pierino dall’alto dell’albero. Io e l’uccellino abbiamo già catturato il lupo. Aiutateci piuttosto a portarlo al giardino  zoologico!”

orchestra


E allora

orchestra

Immaginatevi la marcia trionfale :

orchestra

Pierino in testa

orchestra

Poi venivano i cacciatori che trascinavano il lupo

orchestra

Il nonno e il gatto chiudevano il corteo. Il nonno scuoteva la testa e continuava a brontolare “E se Pierino non avesse catturato il lupo, che sarebbe successo, eh?”

orchestra

L’uccellino volteggiava sopra il corteo cinguettando allegramente : “Però che tipi coraggiosi io e Pierino, eh? Guardate chi abbiamo catturato!”

orchestra

E se qualcuno avesse ascoltato con attenzione, avrebbe sentito l’anatra lamentarsi nella pancia del lupo, che per la fretta l’aveva inghiottita tutta intera e così la bestiola era ancora viva!

QUA! QUA!

finale

    Questo copione è stato visto
  • 2 volte nelle ultime 48 ore
  • 36 volte nell' ultima settimana
  • 134 volte nell' ultimo mese
  • 1183 volte nell' arco di un'anno