Porta Furba

Stampa questo copione

PORTAFURBA

PORTAFURBA

di Simone Amendola

PERSONAGGI

MANERO

TOTO

PATTY

SIGNORA PERAZZANO

FILIPPO LIEVITI

ZANZARA

SCENA

in proscenio sulla sinistra un semaforo,

più dietro il bancone e lo scaffale di un Tabacchi

al centro della scena una panca senza schienale

in proscenio sulla destra il portellone di una macchina

più dietro una poltrona (un angolo salotto)

Manero e Toto entrano da destra parlando

MANERO

j'era presa proprio male...è partito co' tutta 'na manfrina de etica carceraria: e perchè er padre, e perchè er nonno, e perchè 'o zio, e perchè er cugino ...e perchè n' te metti seduto...?!

(Toto si va a sedere)

nu' lo reggevo più e me so' appisolato...basta, me faccio cambià cella, e chi 'o regge più er Francese...poi è 'no spilorcio da morì...è iniziato tutto perchè j'ho chiesto 'na sigaretta, una, ch'avo finite e io da quanno nun tocco più 'a gnugna, devo fumà sinnò 'n me tranquillizzo...

...approposito, nun è che percaso cell'hai appresso che m'ee so' scordate in "stanza"...

TOTO

si...

(inizia a prendere il pacchetto)

MANERO

te si che sei 'n amico...oggi a me, domani a te

TOTO

speriamo, io so' entrato oggi...

MANERO

tranquillo, quà è 'a regola rispettasse e aiutasse a vicenda...

TOTO

(tira fuori le Marlboro dure e gliele passa)

prendila...

MANERO

rossa !!!

(mentre accende)...preferisco la morbida...

ma 'na Marlboro è 'na Marlboro...

TOTO

nun è 'na Diana!

MANERO

dicevo, appena ritorna mi fratello dar viaggio a Cuba e me porta 'na stecca, er Francese ce lo seppellisco sotto a 'sta schifezza...che poi manco a dì che è da magnà, perchè sinnò capirei che te la voi tenè stretta, ma questa fà pure male...

TOTO

c'è scritto...

MANERO

a che nuoce?

TOTO

a'a salute

MANERO

... dovresti esse contento de disfattene, me dovresti considerà più che 'n amico visto che t'alleggerisco er danno...ma nun so' tutti come me e te...sorvoliamo...

(guardando la sigaretta) che sennò va sprecata...

(dopo un paio di tiri ampi)

quanto t'anno dato?

TOTO

poco, ma sempre troppo

MANERO

ammazzeli oh...te potevano armeno fà sta' ar carduccio ner focolare domestico...

TOTO

n'artro po' co' quella ?....sto mejo qui...

MANERO

'a donna?

TOTO

no, 'a madre!...e mica sto accasato...

MANERO

beato te, accasamme è stata la fortuna e la sfortuna mia..."a.E" (ante Ero) come 'na crociera...poi "p.E" (post Ero) come 'na croce...

(prende una foto dal taschino e gliela passa)

tje, guarda 'sta foto...sarà stato giugno...

TOTO

è questa qui?

MANERO

magari!...no è quell'artra... guarda com'era ridotta!...qui stavamo sotto casa mia...je l'ho scattata co'n usa e getta mentre annava ar mercato a fa la "spesa"...

(batte la mano sinistra sulla vena del braccio destro)

TOTO

oh....prima però dev'esse sta proprio caruccia!!!..

MANERO

(si alza)

nun era la Bardot...ma c'aveva quel fascino ostile di una Olivia Newton John prima manera...

s'illumina il proscenio di sinistra...c'è una ragazza appoggiata al semaforo (che sta sul rosso) ...

MANERO

che caldo...che afa fà..caldo...fà

(imbarazzato)

scusa... c'hai 'na sigaretta?

PATTY

stai già fumando...

MANERO

questà?...MS del babbo... grattano la gola

(la spenge)

PATTY

comunque, mi dispiace, non fumo

MANERO

dovevo immagginallo...una ragazza così...

PATTY

una ragazza così... come?

MANERO

no, dicevo...niente occhiaie... la pelle liscia...classica non fumatrice...

PATTY

e allora perchè me l'hai chiesta...?

MANERO

perchè mi piacciono la ragazze senza occhiaie e con la pelle liscia...

PATTY

(inizia a giocare in maniera sensuale)

ti piaccio?

MANERO

(come un bambino)

mi piaci

PATTY

ti piaccio piaccio?

MANERO

mi piaci piaci

PATTY

ti piaccio piaccio piaccio?

MANERO

mi piaci piaci.... piaci molto......Olivia...

PATTY

(ritorna al distacco)

e tu chi sei Braccio di Ferro ?

MANERO

no, no...Olivia stava per Olivia Newton John

PATTY

e tu saresti John Travolta...?

MANERO

lo ricordo?

PATTY

sei simpatico, ma vado di corsa...finiscila

MANERO

ma proprio adesso che t'ho parlato...?

PATTY

se non m'avessi parlato, non avresti dovuto finirla

MANERO

ma se la finissi, nun te parlerei mai più

PATTY

e che ti cambia?

MANERO

me cambia che c'ho messo tre mesi per avvicinarti...

PATTY

tanto per una sigaretta...

MANERO

poco per un innamorato...

...che mitizza la sua musa e nun sà la giusta scusa...

PATTY

e poi scieglie la più cretina ?

MANERO

alla fine pe nun morì...dice quello che je viè da dì...

PATTY

ma lei potrebbe pensare che pure lui è cretino

MANERO

ma lei potrebbe capì che l'amore è la più bella cretinaggine

PATTY

e se non lo capisce?

MANERO

ho buttato tre mesi...

PATTY

non li hai buttati...

MANERO

(incalzante)

dichi?

PATTY

dico

MANERO

ma dichi dichi?

PATTY

dico dico...

MANERO

ma dichi dichi dichi?

PATTY

dico dico dico...

MANERO

che dichi?

PATTY

te dico Trilussa...se vuoi la sigaretta, te la dò...

( mette la mano nella borsetta)

MANERO

(prima che le tira fuori)

Muratti lunghe...

PATTY

(tira fuori le Muratti lunghe)

prendila e ci vediamo ...che è scattato il verde...

MANERO

no, grazie...grattano il palato...

(non la fa muovere)

passeggiata cheak to cheak?

PATTY

faccio tardi...

MANERO

ma che appuntamento c'hai a ferragosto?

PATTY

parto...

MANERO

posso partì co' te?

PATTY

ma dai...

MANERO

..io se lo dico lo faccio...parto veramente...Patty...

PATTY

sai anche come mi chiamo...?

MANERO

dove abiti...dove studi...l'ultimo che t'ha mollata...

PATTY

lo stronzo, no l'ultimo

MANERO

lo stronzo brava!

PATTY

ci vediamo quando torno...

MANERO

t'accompagno all'aereoporto

PATTY

non vado con l'aereo

MANERO

t'accompagno 'a stazione

PATTY

nemmeno col treno

MANERO

te porto a cavacecio...

PATTY

(muovendosi)

ciao...John...

MANERO

(la fà passare, lei inizia a camminare verso l'uscita opposta, lui recita)

va bè...quanno sarai sola dentro casa pensando ar destino ingrato, incapace de regalatte l'uomo giusto...e assalita dall'ansia del tempo che nun torna, verserai lacrime di solituidne sur cuscino rosa-confetto, e 'r poster de Madonna sulla spalliera del letto sarà ormai troppo logoro pe esse bbono a'scuigatte, rivedendo la luce di questo semaforo...(che nel frattempo s'è rifatta rossa)...ti ricorderai di chi t'avrebbe resa felice lasciando tutto per accompagnarti...

PATTY

(lei si ferma e riprende il gioco)

in auto-stop?...in giro per l'Europa senza meta fissa e senza troppi soldi per scialare?...solo con due piedi e voglia di amarsi alla follia e essere felici per tutta la vita nella buona e nella cattiva sorte?...nel bello e nel cattivo tempo?...in discoteca e sulla spiaggia?...in cucina e al bagno?... a mangiare cose che non cucino e a vedere film che non ti piacciono....nonostante ti dico che non assomigli a Travolta e per ricordartelo ti chiamerò "Manero" per tutta la vita...?

MANERO

lo voglio

PATTY

e il tempo non sarà mai abbastanza...e la vita ci regalerà momenti di grande sconforto che dovremo essere in grado di superare cheak to cheak...anche se la guancia dell'altro non avrà più lo stesso odore e magari avrà anche un odore cattivo e dovremo essere in grado di tapparci il naso e ripartire con l'altra guancia...?

MANERO

la porgo...e propongo di metaforare il viaggio in Europa con quello che quotidianamente tutti e due affronteremo dentro di noi per non affogare nella noia dei silenzi e nella ripetitività delle insoddisfazioni...(questa pijatela con l'autore!!!)

PATTY

lo voglio...

MANERO

lo giuri?

PATTY

lo giuro...

MANERO

mogliettina mia!

PATTY

maritozzo mio!

MANERO

(la segue)

e che mando una ragazza, da sola, nel mondo, co' tutte 'ste aspettative?

co' tutti i matti che ce stanno 'n giro...?...sarei matto!

si illumina la panca con Toto seduto, Manero gli si avvicina guardando Patty che esce

MANERO

e guarda invece mi fjo quant'è bello: Mirko...n'amore eh?...che coppia! lei sdrumata co l'occhio a seranda e lui un pupo bionno... che modestamente finchè ho potuto j'ho dato tutto e forse n'anticchia più de tutto...mica perchè 'a madre nu' je voleva bene eh...

(si riprende la foto e con finto imbarazzo...)

nun è che me n'offriresti n'artra

(Toto gliela passa)

...grazie, sei n'fratello!... appena ariva mi fratello da Cuba...

TOTO

si si, fratello, me ce copri pure a me...fuma, fuma tranquillo, che c'ho 'na tabaccheria...

MANERO

ma davero?

TOTO

si, dietro a Via dei Tribuni, ai mezzi co' mi madre...

MANERO

a me e a te c'ha fatto ritrovà er destino...!!!

TOTO

...'a legge

MANERO

...Millian e Bombolo...Bo e Luke....Totò e Peppino...

TOTO

però solo se Totò so io...

MANERO

eh... 'nnamo a sbatte su un muro troppo duro...Bombolo te'ngrassa?

TOTO

(come se si scusasse)

Totò perchè me chiamo TOTO

MANERO

ah piacere, MANERO...

TOTO

come Patty...

MANERO

no, proprio come Manero...

...bada, solitamente ce tengo a rispettà i ruoli e a nun famme mette i piedi in testa, ma se ci tieni tanto, e dato che Toto-Totò sonano così simili che ce se potrebbe 'mprovvisà 'na Jam...fai pure...

...perchè, amico, di solito la spalla a dà rimanè spalla, perchè si è l'artro che c'ha l'estro tocca esseje devoti e io modesti a parte...so' d'estro...

TOTO

facevi 'r comico ?

MANERO

no, giocavo a pallone ...d'estro de piede

TOTO

ma dai..

MANERO

come no... ero vena destra co' 'a nazionale attori e tossici ...c'avevo pure er laccio da capitano!!!

...a Toto de Via dei Tribuni mi sei cascato proprio a faciuolo, io ar Quadraro, a Piazzale dei Consoli, c'annavo a pià la pappa...e poi c'è stato n'periodo che campavo tra 'no stereo e 'n firmetto a Cinecittà....registi con la R...pensavano d'avè tredici triple quanno me 'ncontravano...lo sguardo calamita,

TOTO

più o meno...

MANERO

le movenze, l'ex fisico...e mi prendevano accuore..

TOTO

hai lavorato co' quarcuno famoso?

MANERO

(finto)

avoja...

TOTO

nun è che ce capisco de cinema...però me pare de nun avette mai visto...

MANERO

....firm d'autore

TOTO

da protagonista?

MANERO

non proprio...

TOTO

piccoli ruoli?

MANERO

comparsate, però bucavo!!!...deformazione professionale...

...e questo me l'hanno sempre detto che se nun era pe' l'eroina forse...

TOTO

forse?

MANERO

forse sarebbe stata n'artra droga...

...a Tabbaccà, raccontame c'hai fatto pè venimme a trovà...

(alludendo alla rima) baciata!!!

TOTO
e mica so' venuto pe'trova te...

MANERO

eh era 'n "detto", detto e ridetto...sia fori, che qui dentro....

(si accende la sigaretta, e, fumando in relax, intona la canzone)

"aaaaaria, ti respiro ancora sai...nell'aaaaaria....mmmmmmmm...

aaaaaria, c'amo solo st'oooora...de aaaaaria...che me stavi a dì?"

TOTO

m'hannno fregato coi cartoncini!...

erano tre anni che spignevo 'nzona er fumo: tavole basse, cioccolato 'n po' d'erbetta calabra, pujese, arbanese de quà de là, come capitava...senza che mai nessuno però me rompesse er cazzo..si, quarche parata, perquisizioni varie, ma mai ortre 'na segnalazione, 'na cosa..de qua e de là n'somma...

MANERO

de quà e de là che?

TOTO

si insomma, "de qua e de là", ner senso" de qua e de là"...cioè, pe evità de dì artri particolari che nun cambierebbero 'a storia...'nsomma, de qua e de là...

MANERO

(ridendo) va bè ho capito, va avanti...

TOTO

dato che filava tutto liscio ... avevo provato a aumentà er guadagno coi trippetti...

( tipo reportage)

"oggi i giovani stanno 'n fissa..."

MANERO

te sei piegato al mercato...

TOTO

no, no oggi i giovani stanno 'n fissa...

MANERO

e quindi?....

TOTO

quindi?

MANERO

due più due....

TOTO

quattro

MANERO

ti sei piegato al mercato...

TOTO

va bè, è come dici te, me so' piegato...e 'na mattina...

s'illumina l'angolo Tabbacchi con la Signora Perazzano

SIGNORA PERAZZANO

ururururururu...u'viri ch'i fetusi 'un zi ricuordan'i noautri....io c'iu dicevo a tuo padre...chisti 'un gi rispettano perchè simu strannieri...ci avim'e fà sendere...

TOTO-OFF

(sta in bagno)

sempre 'e stesse cose dici...cambia disco

SIGNORA PERAZZANO

eh tu sei giovane!!! forse 'un du ricuordi...ma io 'un m'o scuordo mica...'u bisiness ci dicevano c'a nunn' era pe' nua...ch'eravamo gend'i terra e no di metropoli...guard'e cos' che ci stanno rind'a stu Tavacchi?

TOTO-OFF

carta!

SIGNORA PERAZZANO

(prende un rotolo da sotto il bancone e glielo passa )

urururuiruru....è l'ultimo!....

TOTO

me basta

SIGNORA PERAZZANO

u'viri....'e cose ca tenimo, 'e tenimo scadute...e chiddre ca nun tenimo, n'e tenimo proprio...urururururu...

TOTO-OFF

a ma', basta...esci se devi uscì...

SIGNORA PERAZZANO

ca mo escio!...mica che mi vorrai far uscire perchè t'avi 'e purtare 'a fidanzata cca dindr..?

TOTO-OFF

no, è solo pe' nun sentitte...

SIGNORA PERAZZANO

e minne vaju, minne vaju...vaju a fa 'ra spisa...combro nu' poc'i salame e nu' poc'i bufala....vuoi qualcosa in barticolare c'a mamma tua t'u prepara...?

TOTO-OFF

i tortellini...

SIGNORA PERAZZANO

(gesto e urlo di stizza)...sembre sti cos' nordiste!!!

...nun ti fa sendere qiù...mamma ti prepara i crispoli ...

TOTO-OFF

ciao!

SIGNORA PERAZZANO

e ciao...ciao..

..se chiamano quei fetusi facci nu' bello cazziatone e minacciaci di cambiare 'u distributore...

(sta per uscire e incrocia FILIPPO che entra nel negozio)

mo' viene mio figlio...

(Filippo le fa un cenno con la testa )

'un tuccà nende ca minn'accuorgo...

(esce)

FILIPPO

buongiorn ...

(non risponde nessuno)

buongiorn, buongiorno!!!!

TOTO-OFF

arrivo!!!

FILIPPO

(gli squilla il telefonino)

si?!... Filippo Lieviti, present...si, tutt appost...pronto?! ...pronto?!

(il telefono non funziona bene)

..ma quann' m'o cagnerann' stu cess ...pronto?! ...sento 'na chiav'ca...tu mi senti?! ah, mi senti 'na chiav'ca pure tu?...aspetta che mi sposto... vai parla ...no, è che mi fà rumori nuovi...pare 'u vesuvio che sputa...dimmi...

(continua a parlare togliendo il fodero)

si...si...era tutto così...no problem...pronto?!...pronto?!...va buò perfetto... sentimi, m'avit cagnà stu cess i' walky-talky!...vo-glio il te-le-fo-ni-no nuo-vo!

(cade la linea)

...ma ch' ha attaccat stu fetent'i merd?...ah no, mi s'è proprio spento...

(urlando)

...ma vafanculo!

TOTO-OFF

ho detto che arivo...!!!

(entra Toto in scena)

FILIPPO

scusa...nunn 'er indirizzat'a te...

TOTO

scusa tu...stava al bagno...

FILIPPO

tranquill' , non si sentiva...stavo al telefono...

TOTO

questo invece l'ho sentito... che volevi...

FILIPPO

vediamo....ramm nu' pacchett 'i carammelle alla menta che m'ammortizzano l'alito....

TOTO

(prende le cose)

c'ho solo queste...

FILIPPO

e io quelle volevo...

TOTO

mille e cinque

FILIPPO

dollari?

TOTO

carta!

FILIPPO

cinquanta sane?

TOTO

buone

(gli dà il resto)

FILIPPO

(pesa il resto con la mano alla TOTO')

'a mille lire!!!

TOTO

scusa...

(Filippo comincia a guardarlo e a fargli segni strani, gli strizza l'occhio...e Toto risponde a tono, con gesti e mugugni di chi non capisce o non vuole capire)

TOTO

(dopo un po')

parla...nun te capisco

FILIPPO

non capisci?

TOTO

non capisco...te serve quarcos'altro?

FILIPPO

(continuando a gesticolare)

i' so' "o' napoletano"...

TOTO

l'avevo capito..io sò romano..

FILIPPO

"Pip-po"...

TOTO

si, dillo più forte che mi madre n' ha sentito bene...

FILIPPO

"Pip-po o' napoletano"

TOTO

c'avete er cocco bono...embè.?

FILIPPO

Filippo...detto "Pippo o' napoletano"

TOTO

Antonio detto "Toto er romano"...

FILIPPO

tutto chiaro no?

TOTO

chiaro che?

FILIPPO

ce sapimm...

TOTO

me sai?

FILIPPO

ce sapimm...

TOTO

io n' te sò...

FILIPPO

e dai, che mi conosci anche tu...

TOTO

e come se conosceressimo?

FILIPPO

fai mente locale...

TOTO

(si mette a pensare)

l'ho fatta, ma nun me ricordo

FILIPPO

(gli infila le manette)

mo t'arricuordi?

TOTO

oh ma che sei matto!!!...nun ho fatto niente, lasciame....io so' pulito!!!...stai a sbajà persona...

FILIPPO

e non ti scaldare!!!...t'agg miss 'e mmanett per rinfrescarti il personaggio...."Pippo o' napoletano" quello che gioca a fare il poliziotto a un certo livello...

TOTO

si, ma levamele che me fanno male...quale poliziotto?....a quale livello?

FILIPPO

cos'e pazzi...

(gli dà uno schiaffetto)

ma no viulend...scenette con amici creativi che pazziano a fare i ladri, (s'infila una calza) s'infilano 'e calz in testa e giochiam'a cane e gatto, gatto e topo, cane e gatto, gatto e topo....

TOTO

(spingendolo bruscamente verso l'uscita gli toglie la calza e la lancia fuori scena)

senti, vattene che è mejo

FILIPPO

e non ti scaldare t'agg ritt !!! so' storie quiete...mic' so' fatt'e pederasta...quando mai!!! anzi, ogni tanto prendiamo delle amichette emancipate che fanno finta di battere...nu' passammo c'a sirena (ninò, ninò) cc'e carr'camm, cc'e purtamm 'a casa e arropp doi ore di interrogatorio.... facimm tutt nu' commissariato...quando vuoi....

TOTO

guarda vattene!!!...primo, nun te conosco...secondo, nun me 'n teressa...terzo, devo lavorà...e se nun te sbrighi, te meno pure...

FILIPPO

agg'intes' c'a non è il campo tuo, va bbuono...e comunque sono venuto per un altro movimento...robb'e sballagg' e cap'..'e capì?

TOTO

spiacente, nun te posso aiutà...

FILIPPO

ma si che mi puoi aiutare...ti dico che mi conosci...ci cunuscettimo a casa 'e chill mariuolo di Teschio...

(si mette nella posizione di Amleto)

TOTO

(indicando la mano di Filippo)

e chi è sto Teschio?"

s'intromette Manero

MANERO

( mette la mano nella stessa posizione di Filippo, scimmiottando gli attori )

ma... 'o conoscevi o nu' 'o conoscevi?

TOTO

'o conosco e nu'o conosco, ma a casa sua nun ce sò mai entrato... si, sò annato n'par de vorte a chiamallo, a portaje da fumà, ma così...

MANERO

de qua, de là..

TOTO

eh bravo, 'nsomma così...e quello me dice...

riparte Filippo

FILIPPO

rind'o garage, nun t'a riccuord?...l'ann addietr... quando tirammo per doi or' i seguito...doi or'e Tarantelle...

(mima la sniffata di coca a ritmo di tarantella e sgrana gli occhi)

...dai saremmo stati una trentina'e fetendoni...che poi accendemmo l'impiantino di Teschio e mettemmo la Techno a manetta improvvisando un mini-rave...

(iniziano a ballare)

...non t'a riccuord ancora ? dai...una giornata strepitosa...ma che dico una giornata?!...una nottata strepitosa...!!! che poi a Teschio ci sanguinò o' naso e noi ci mettettimo o' tampone... e per feasteggiare che s' era arripigliato facemmo una quattro cartine col fil di ferro...

luce su Manero, Filippo esce di scena

MANERO

(nostalgico, si alza)

belle ste cose, quanto me mancano...da quant'è che non le vivo...

(sognante inizia a ballare)

noi facevamo le chiuse de dance ...

....perchè nun me vedè adesso, ma io prima ero 'n fico, portavo certi completini, 'a roba me teneva in linea...me la ballavo alla grande...

(fa una giravolta)

e poi c'avevo 'n ber gruppo de amici..".vai Pinolo!...eravamo i re del sabato sera...

ciao pupa... Cesco l'hai presa...la disco era la casa...ok, Gitano 'n angelo azzurro...ancora su...dai, vai, fino a manana..."

...che gruppo!!!...affiatatissimi...che gruppo...quanti eravamo...

...e semo rimasti in quattro...

(diventa di colpo serio)

quattro omini..

...'e donne so' state le prime a esse state purgate daa rota...

tipo mi moje ...

...erano du' giorni de rota pesante perchè stavamo 'n bianco e nun c'avevamo manco le forze d'annà 'zottà quarcosa...co' l'occasione cercavamo de fassela passà, de riuscì a allentà 'a catena...ma er terzo giorno a lei nun ja retto e mentre m'ero addormito è uscita...è annata a supplicà er pusher de daje 'na dose perchè stava a 'mpazzì...e quer bastardo ha preso subito 'a palla ar barzo... s'è calato i pantaloni e l'ha fatta girà....

(silenzio)

e mentre che...

mentre....

(silenzio)

...er socio pia er braccio de mi moje e je spara lo schifo...da quello che so' da uno che stava lì a pià 'na dose è morta d'infarto dopo'na ventina de secondi...

(silenzio)

'a mattina dopo scenno a buttà 'a monnezza e me la ritrovo nuda dentro ar cassonetto..è stato 'n attimo, in preda 'a disperazione accendo er du' cavalli, me metto a core come 'n pazzo entro dentro casa de quer bastardo...

Manero sta davanti a Zanzara seduto su una poltrona

MANERO

...nun te bastavano le vorte che c'avevi umiliato e costretto a fatte da scagnozzi pe' tutti i giri de merda che fai...perchè nun c'avevamo 'na lira...

ZANZARA

ciao Manero..te serve 'na dose...

MANERO

bastardo...

ZANZARA

mica starai a dì sul serio ?!...

MANERO

stai zitto schifoso...nun t'è so' bastati i sordi che t'avemo lasciato appresso a lo schifo...nun te basta che tanti me so' morti perchè la taji co'artro schifo...

ZANZARA

Manè carmate...

MANERO

Zanzara cazzo, devi stà zitto t'ho detto

ZANZARA

carmate e torna tutto apposto...se stai in bianco offre er Zanzara, nun è successo niente

MANERO

(urlando di rabbia)

nun è successo niente?!...nun è successo niente?!...pe te nun è successo niente...pe te che nun cambia mai niente...pe' te che 'na vita vale mezza piotta...eh infame...

(lo afferra al collo e lo alza)

ZANZARA

Manè, ma che fai? lasciame che me strozzi,

MANERO

stai zitto..!!!

ZANZARA

Manè finisci male... mollame finchè stai'n tempo...

MANERO

te mollo 'n cazzo!!!...te mollo'n cazzo te mollo...

ZANZARA

me stai a soffocà...

MANERO

m'hai levato l'unica cosa che c'avevo...m'hai distrutto la vita...m'hai cancellato...

(l'ho butta a terra)

m'hai ammazzato mj mojeeee!!!

(alza il cuscino della poltrona e prende una pistola)

...ho sopportato tutto...tutto meno che questo...

ZANZARA

fermate Manè, che nun c'è la sicura...

MANERO

zitto...devi stare zitto t'ho detto...

ZANZARA

fermate Manè, se risolve tutto...

MANERO

è morta!!!...nun c'è più...la mia Patty non c'è più...è morta pe corpa tua...è morta pe' corpa der Zanzara...

ZANZARA

famme spiegà...è annata diversamente...è stato 'no sbajo

MANERO

oramai è morta!!! è morta pe' corpa der Zanzara, quello che spigneva er veleno...

(gli spara tre colpi)

si illumina la panca, Toto e Manero si vanno a mettere seduti...

MANERO

...poi ho preso 'na siringa e quanno me so' svejato stavo già'n cella....

TOTO

oh me dispiace...

MANERO

pure a me...

(ridendo con orgoglio)

ma mejo così, nun sarei m'hai potuto vive cor pensiero de nun avella giustiziata...mi moje me l'hanno ammazzata...ma armeno galleggia 'no stronzo de meno...

TOTO

(dopo un po' di pausa)

ma scusa, dopo che j'hai sparato nun te potevi fregà 'na busta piena e annattene...?

MANERO

te li sai fà i cazzi tua?

TOTO

scusa... intendevo che a quer punto potevi esse pure 'n po' egoista e magari sistematte ...

MANERO

scusa te, se hai pensato che t'ho 'mbruttito..."te li sai fa i cazzi tua" ner senso che c'ho da raccontatte n'segreto...'a busta 'ho presa e 'ho pure venduta...c'ho fatto 100 bajocchi ...poi quanno so' tornato a casa me so' fatto, m'hanno caricato sur cellulare e me so' ritrovato qua dentro...

TOTO

me sembrava strano che eri così scemo da nun approfittà...

MANERO

(amaro)

bella soddisfazione...'a botte piena e a moje uccisa...

TOTO

ma quanto tempo fa è successo?

MANERO

ottanni...

TOTO

e i sordi?

MANERO

Manero è una tomba! e questo fa rosikà tutti quelli che sperano de sapè ndo l'ho appizzati... sempre pronti a escogità sotterfuggi per capire...però le banconote aspettano soltanto me...se tutto va bene quanno esco me metto su quarcosa...forse pure 'na tabaccheria...'n se sa mai...

TOTO

e tu fijo?

MANERO

l'hanno messo 'n colleggio e quanno esco devo riuscì a ripiammelo...magari l'assistente vedendo che c'ho n'attività e ho smesso de famme, me lo concede...m'o deve concede!!!

TOTO

...madonna...

MANERO

quanno so' entrato ero 'n pischello tipo te...c'avevo ventanni...

TOTO

...diciotto da 'na settimana...

MANERO

ah fratè, vabbè che vabbè, e de quà e de là.... ma ho detto "tipo te"...nun c'è bisogno che me puntualizzi!!!...io per esmpio ce n'avevo ventidue...

...se te posso dì la verità me piagne er core quanno penso a Mirko che già c'ha diecianni e quanno me vede manco me riconosce...nun le fà le stronzate che poi pe 'n verso o pe 'n artro le scontamio tutte...

TOTO

ma io 'o sò...intrallazzavo pe' arrotondà, annammene 'r sabato sera a sballà e pe portà 'a donna a ballà...

MANERO

(sempre la rima)

più che baciata?

TOTO

sempre se n' c'aveva'r marchese, i jeans stretti, "c'è n'guardone , fermate che c'ho paura"...

MANERO

( come ad un bambino)

la rima!

TOTO

(s'incanta a pensare e poi lega involontariamente la rima alla battuta precedente)

e mica so' 'na cima!!!

MANERO

scusa, certe volte pretendo troppo...

TOTO

ah...ah...

MANERO

eh...eh...eh...(fa finta di non respirare) pausa polmoni!

accennemisene n'artra che poi ce pensa Fidel Castro

TOTO

e chi è ?

MANERO

chi è?...è uno che ha provato a cambià i giochi insieme a'n'artro e forse ce sarebbe pure riuscito se nun fosse stato pe' quarcunartro che pe nun fà scoppia 'n casino piuttosto che ingabbiallo ha deciso de fallo vive "libero" come un uccello dentro 'na foresta protetta...

....comunque adesso intendevo mi fratello..

TOTO

(gliela passa)

fuma, fuma

MANERO

(mentre l'accende)

....dimme dimme

TOTO

capito, facevo 'mpicci pe modo de dì, poi ho beccato " 'o napoletano" che s'è n'è uscito fori co' la storia der mini-rave...

quanno m'ha detto così...l'ho presa pe' bona...e chi s'a scorda qu'a nottata "in bianco"...stavo 'ntrippato fracico...

...lui proprio nun m'o ricordavo.... però era pure giustificato data 'a situazione...a malapena me ricordavo quelli che c'avevo vicino...

MANERO

te credo...co' tutta quà neve me 'mmaggino 'a nebbia...

TOTO

ho pensato, vabè famo a fidasse...e allora j'ho detto "che te serve?"...e in quer momento è rientrata mi madre...

luce sul bancone del Tabacchi

SIGNORA PERAZZANO

(con le buste)

figliuma...dai nu' bacio a mamma...

TOTO

ciao ma...

SIGNORA PERAZZANO

..."mamma" t'ha cumbrato 'na delizia...

(va dal figlio)

TOTO

ma che delizia... lo sai che la soppressata, me fà venì i bubboni...

SIGNORA PERAZZANO

ururururu...i pediceddri sono segn'i salute...è'ra crescita... e tu, sei 'nu bellu peddrizzone...

(a Filippo)

giovanotto ancora qui ?...hai toccato qualcos'?

FILIPPO

no-no... buongiorn signora...

SIGNORA PERAZZANO

ururruru...pure tu sei di giù...?

FILIPPO

simm'e napule paisà...

SIGNORA PERAZZANO

noi invece sim' e qqiù giù... originar'i Cosenza...ma la metropoli c'ha divorat e vomitat...e mangu poco...

FILIPPO

la legge dell'emigrante...piacere Pippo... di nome...

SIGNORA PERAZZANO

e di cognome?

FILIPPO

Lieviti

SIGNORA PERAZZANO

piacere Perazzano...

FILIPPO

sono un amic'i suo figlio...

SIGNORA PERAZZANO

Totò...ti sei fattu 'n amicu nuovo?

TOTO

veramente..

SIGNORA PERAZZANO

è nu bravo guagliune?

FILIPPO

signò che v'agg' rì...orami bravo non si sa più che vuol dire...non mi faccio scappare i lavoretti saltuari che mi capitan... e faccio festa...

SIGNORA PERAZZANO

assu vierchio...già che lavori e non stai in mezzo a'ra strada...

(a Toto)

Totò...ha chiamato chiddu do ciuingam?

TOTO

no...

SIGNORA PERAZZANO

e chiddr'atro pu riforniment 'i penne...?

TOTO

nemmeno

SIGNORA PERAZZANO

e chiddro pe...

TOTO

no mà...nun ha chiamato nessuno...basta...

SIGNORA PERAZZANO

ururururururuuu...un tenemo 'nente 'i nente...ururrururururu...

....ma Pippo avi'e cumbra qualcosa...?

TOTO

si, ha già preso tutto...ciao Filì...

FILIPPO

no, Totò...i'ero venuto soprattutt...

SIGNORA PERAZZANO

chiedi...c'u cliente vadi accundentato...ed io, modestamente a parte, ci so fare...

TOTO

insomma?

FILIPPO

i'er venut soprattutto per i "francobolli"...

TOTO

i francobolli...francobolli...?

FILIPPO

i fran-co-bol-li...

SIGNORA PERAZZANO

Totò...i francuvulli.!!!..i francuvulli so'francuvulli...e mica è na cosa ca nun canusci...è mic'è 'nna droga Totò...

FILIPPO

appunto

SIGNORA PERAZZANO

quali ci servono Pippo?

FILIPPO

quali tenete signò?

SIGNORA PERAZZANO

mo tu dico...

(controlla nell'album)

chiddri da cinque e settecento lire

FILIPPO

e no, a me quelli da mille servivano

SIGNORA PERAZZANO

ururururruruuru...li avimu finiti... u distributore mu mangio...ca s'u pgghiu ci fazzu caniglia...

TOTO

se voi vengo pure io?...in due...

SIGNORA PERAZZANO

(ridendo)

pure 'e pulici tenan'a tusse...un ti preoccupà...ca me la cavo...mica perchè signu femmina mi spavento...chiddri si spaventano...

TOTO

non me preoccupo, è perche vojo chiude 'a questione er prima possibile

SIGNORA PERAZZANO

oje la risolvo, li prendo a muozzichi...stamo perdennu troppi clienti pe sti fetusi...urururururu....

FILIPPO

(a Toto)

esattamente mi servivano "200 francobolli da 1000"

SIGNORA PERAZZANO

bbuono...oje pomeriggio che passo dai ciuoti te li prendo...e te li porto qui a negozio...

TOTO

ma io esco quando te torni..

SIGNORA PERAZZANO

e chi d'è?...ce li dò io a Pippo...qual'èredi 'u problema...

TOTO

non te volevo fà scomodà...

SIGNORA PERAZZANO

(tirando fuori la calza che Toto aveva levato a Filippo)

mi stai nascunnenno qualcosa?

TOTO

machè!...se puoi...

FILIPPO

(provando a riprendersi la calza)

voi a che ora ci siete?

SIGNORA PERAZZANO

per le 6 sto qui...passa c'a mi ci trovi.

FILIPPO

e guarda il caso io posso solo fino alle 5...

(fintamente preoccupato)

...dopo tengo 'n appuntamento...

SIGNORA PERAZZANO

urururururu...'u cliente nun podi essere perso...

(prende Toto per un orecchio)

s'un buoi passà a ru negozio..te li porta stu figliu mio che è tanto bravo...sta bbuono?

FILIPPO

comm' preferite...grazie signo'...

SIGNORA PERAZZANO

(a Toto)

...quannu che fà u gir'i consegne...c'i puorti?

TOTO

se devo...dove ce l'hai l'appuntamento?

FILIPPO

al Colle Oppio...

TOTO

(si stacca dalla madre, si avvicina a Filippo e gli parla piano)

alle sette ar bar de Franco'n piazzetta?

FILIPPO

(ad alta voce)

perfetto, allora ci vediamo al Colosseo...simbolo di Roma...

SIGNORA PERAZZANO

noi sim'e qqiu giù...

....brav'a mamma....u'vir...alla fine u' Tavacchi Perazzano accontenta tutti...

FILIPPO

grazie...signò grazie...siete una donna di quelle c'a nun s'virano qqiù...

SIGNORA PERAZZANO

ten' è frasi pronte?

FILIPPO

dic'o vero...la donna forte ha il suo fascino...

SIGNORA PERAZZANO

urururrurrru...quantu mosse...mi potresti esse figlio...

luce su Manero che s'intromette

MANERO

ma 'r bar de Franco in piazzetta è quello coi vetri sporchi de fango?

TOTO

perchè 'o conosci?

MANERO

era 'a base der Zanzara..pure er barista stava mezzo 'mmischiato ner giro...

TOTO

facile che è 'o stesso...

MANERO

facile...famme fumà fratè...che poi...

TOTO

(con tono di sfida)

Manero, lo scroccatore ufficiale...

MANERO

Manero, che poi salda tutto insieme...

TOTO

scherzavo...ce farà fumà tu fratello...

(gli passa la sigaretta)

MANERO

bravo...raccontame come è annata a finì?

TOTO

er pomeriggio me presento là fori e lui nun c'era...aspetto mezz'ora tra 'na bomba, n'artra..

(evita in maniera marcata di dire "de quà e de là")

..'na sigaretta.... e quanno me ne sto pe' annà a piedi verso er negozio, me sona 'na uno blu...

MANERO

Lieviti?

TOTO

me fà segno de salì, salgo, me passa 'no spino...

MANERO

fumo...

TOTO

s'annamo a fà'n giro... in macchina me rimbambisce de storie.. ogni cinque minuti 'na chiamata sur cellulare...tremila cose, er classico napoletano co' le mani 'n pasta dappertutto...

INSIEME

de qua, de là

TOTO

...poi finalmente dopo mezz'ora finarmente me riporta ar parcheggio dietro ar negozio...

Toto e Filippo stanno davanti al portellone sulla destra del proscenio

FILIPPO

(canta, mentre Toto sta al telefonino fumando una canna)

e parli e sparli e ti fai nu cannone

ma tu si guaglione...

nun canusc'e femm'ne...

tu si truopp giovane...

(la ripete 3 volte e quando attacca Toto gli squilla a lui)

pronto?!si...si...Filippo Lieviti, present...si, si, ti sent' a meraviglia... no problem...no problem...siam'arrivati a S. Policarpo...sto con quell'amico che sai...si, ti sento a go-go...parla a go-go...

(a Toto)

un'altra vita con l'apparecchio nuovo...

(al telfono)

si, okkey...po ti faccio sapere...baci e abbracci...si, a soreta...

(attacca)

TOTO

bono 'sto fumo

FILIPPO

l'ho salito da Napoli...è robb'ca nun circola...è dei giri grandi..qua ce sta tutto catramm...a m'm piace fumarlo bbuono...altrimenti non fumo proprio; sono i lisergici che mi mancano...infatti potremm'inizià nu scambi' che ci frutta per il futuro...tu dai i cartoncin'a me da portare giù e io ti trovo l'Hashish da portare a Roma...

TOTO

me comici a piacè...bravo...no i commissariati...

FILIPPO

segnat'u nummer mio pè qualsiasi cosa...mi fai uno squillo e ci organizziam'...mi raccomando non parlar'i cuose strane 'n guopp a st'aggeggio facile che li tengon' suott controllo...

l'hai visto il film " la finzione del polpo"...no?

TOTO

la Piovra?

FILIPPO

si, seppie e p'sielli...! "Pulp Fiction"...!

TOTO

ah...e come facevo a capì 'a traduzione...

FILIPPO

poi in napoletano...segnat'u nummero...

TOTO

(scrive sul suo cellulare)

vai...dimme

FILIPPO

0329-775639

ramm'o tuio...

TOTO

0335-4474734

..po Lieviti...

FILIPPO

sei rimasto indietro guaglio'...adesso ci stanno certe convenienze con questa nuova casa che ten'intrecci con la torre Eiffel e co'i panzer...per chiamar all'estero è 'nna maraviglia...miezz o paghi tu e miezz i fessi d'oltralpe...

TOTO

io massimo che chiamo è a Piramide...

FILIPPO

e no, con la telefonia egizia ancora non c'è accordi...

...comunque se non vuoi spendere, appena mi appare il tuo numero ti richiam'io che tengo la tariffa buona...il numero è fresco fresco, m'agg fatt'o contratto mo' mo', appena accattato 'o telefonino...

TOTO

ma come... sta mattina ar telefono a quello je dicevi che te lo dovevano comprà loro..."no sapete" de qua de là..."m' avite cagnà stu cess..".

FILIPPO

me l'hanno regalato detraendolo dalla tredicesima...quindi in pratica l'agg pagat'io...

TOTO

ma quale tredicesima?

FILIPPO

del lavoro...

TOTO

ma se hai detto che nun c'hai 'n posto fisso...

FILIPPO

ah...ma quell'era per tua madre...La Signora Perazzano ci tiene che gl'amici tuoi sono brava ggent...

TOTO

ma che stai a dì!!!...in caso era 'r contrario...pe mi madre er posto fisso vale quanto 'na moje...

me puzzi, stai a dì troppe cazzate...do' lavori?

FILIPPO

rind'a pulizia..

TOTO

oh...ma che sei 'na guardia davero?

FILIPPO

ma c'hai capito...?

TOTO

che me stai a fregà...

FILIPPO

ma no...rind'a pulizia...in una ditt 'e pulizia...tengo cinque palazzine fisse...più una decina sparse per la città...è per questo che capito da queste parti...

TOTO

m'hai fatto pija'n corpo...porca eva...te sempre sti scherzi...

FILIPPO

ha sbiancato 'u guaglion...e teng'a faccia da sbirro secuond a te?...ma vavatinn...mi faccio un culo tanto tutti i jurn...e svegliati 'e 5 'ra matina...e alzati 'e 5 e miezz...(pech' io agg' prima realizzà)...e esci 'i 6..e attacca 'i 7...(arropp 'na buona colazione)...e stacca 'i 2 ...poi tuorn a'ra casa ti infili suott' i pezz...e si fann'e 7, 7 e mizzo...esci di nuovo...femm'ne, tarantelle e Hashish... e qunn'tuorn è già ora 'i lavorare...'u guaglion aveva sbiancato...

TOTO

ho sbiancato si...ho sbiancato...

FILIPPO

(con tono professionale)

parlamm' i cose serie

TOTO

allora, tutto come m'hai detto: 200..te li metto a 5000 l'uno...

FILIPPO

e levam' a cinquecento lire cadauno...

TOTO

so' freschissimi...che stai a fà 'r napoletano...

FILIPPO

'i song napuletano...nunnè c'u facci'...

TOTO

guarda, questi li rivendi armeno a 15 sacchi...ce fai tre vorte quello che l'hai pagati...

FILIPPO

solo perch'è la prima volta...d'ora in poi ci venimm'incontro...

TOTO

aggiudicato...

(silenzio)

FILIPPO

ma mi vuoi 'ra sti fogli che me li lecco...l'hai puortati o no?

TOTO

oddio scusa...te me fai fumà...

(tira fuori i fogli)

questi so' gli Hoffman

FILIPPO

e chest'...

(tira fuori le manette)

...so' 'e manett...

SIGNORA PERAZZANO-OFF

(urla)

Totò....Pippo...Totò...Pippo...Toto...Pippo

FILIPPO

tien'e mani qua dietro e stai bbuono...

(gli fa nascondere la mano ammanettata)

SIGNORA PERAZZANO

(entra con il fiatone)

mi eredi sembrato che eredi voi due e mi signu messa a correre...chi state facennu? ururururu...non aviet' e vedervi aru Colle Oppio...?

FILIPPO

si, ma poi agg' fatto presto...e ci siamo venuti a fa' 'nna passeggiata...all'aria aperta..

SIGNORA PERAZZANO

bravi!!!...ce l'hai puortati i franguvulli?

TOTO

si... mo lasciaci soli che stamo a organizzà 'n viaggetto...forse partimo pe'n pochetto

SIGNORA PERAZZANO

ndue vai?...mi lasci sola aru negozio?

FILIPPO

non si preoccupi...una vacanza breve...

SIGNORA PERAZZANO

no, no, Pippo parta lei che mio figlio mi serve

(lo strattona per tirarselo via)

TOTO

lasciame ma , te chiamo più tardi...

SIGNORA PERAZZANO

no, no...iamu...

(continua a strattonarlo e si accorge che è ammanettato)

ururururururu....Totò chi d'è...t'aviedi arrestato?...urururururu

TOTO

no, ma', tranquilla è un gioco......

SIGNORA PERAZZANO

u sapie, che motivo c'eredi pe minderti e manette....però so' giochi ca non mi ispirano...iamu via...

(lo tira)

iamu via ho detto, basta ! ca si ti virano piensano che t'avieno arrestato veramente...e a gende penza che simu malamende

(lo tira sempre più forte)

FILIPPO

signora mi dispiace non è un gioco,

(tira fuori il tesserino)

Filippo Lieviti dell'antidroga...suo figlio viene con me adesso...

(rimane gelata)

SIGNORA PERAZZANO

Toto c'hai fatto?...quale droga Totò...

TOTO

vattene ma...poi te spiego...

SIGNORA PERAZZANO

che m'avi'e spiegare?... tu'nne fai sti ccose... è nnu sbaglio Filippo...! Totò dillo chè è nnu sbaglio...figliuma dillo...dillo...dillo....figliuma...

situazione normale, panca

TOTO

(rimettendosi seduto)

e ecchime qui...spaccio internazionale...co' l'attenuante che ero 'ncensurato....

MANERO

ma come faceva a sapè de qua nottata ar garage?

TOTO

er Teschio se l'erano bevuti la settimana prima...

MANERO

e pe' lasciallo l'hanno obbligato a 'm bertà qurcun'artro...

TOTO

come nei firm eh?

MANERO

pure troppo....ma'r Teschio l'hanno portato qui?

TOTO

penso de sì

MANERO

penso de no...perchè me preoccupo sempre de venì a fa l'accoglienza a quelli che entrano e negli ultimi tempi non ho conosciuto nessun Teschio

TOTO

magari t'ha detto er nome

MANERO

no, qui vale er soprannome che t'hanno dato fori...

TOTO

che scemo che so' ...c'hai ragione , non l'hai conosciuto perchè è minorenne...

MANERO

Manero non erra...e Toto dovrebbe stà più attento...

TOTO

ce provo...

MANERO

provace...che sennò c'avrai na vita segnata da tanti Filippo Lieviti

TOTO

uno m'è bastato e m'è avanzato

MANERO

nun t'o scordà che sennò a tu madre 'a forza de urururu a fai 'morì...

TOTO

così rimango orfano...mi padre è morto de crepacore quanno hanno ammazzato mi fratello...

MANERO

e perchè l'hanno ammazzato?...

TOTO

'n incidente...e mi madre aveva riposto tutte le speranze in me..aveva dato 'n significato a tutto solo per futuro mio... e mo se pensa d'avecce n'fijo delinquente e tossico...quanno ormai er pischello che spigne er fumo è più normale de quello che se pia 'na laurea...'e bombe se'e fanno tutti...a farina è scemo chi nun la 'mpasta...e l'ecstasy dae parti mie t'a tirano appresso! ma pure ai quartieri arti mica cambia tanto 'aa musica...'na vvorta ce morivate c'aa droga...oggi se la piamo pe' vive mejo...voi mette annà a ballà da lucido o co' du chicche..

(aprendo il pacchetto)

s'a fumamo?

MANERO

e che me 'o chiedi?...grazie amico...

io ste "chicche" nun l'ho mai provate...prima de famme m'ho fatto quarche storia de acidi...."de" in senso latino....ma 'na vorta 'ncontrata Giovanna D'arco nun ce stanno artre storie che reggono, ogni vorta che l'aspettavo perchè sapevo de dovella vedè, me sentivo 'na festa dentro e nun vedevo l'ora de facce l'amore e famme coinvorge tutti e 10 i sensi...

perchè fratè, la droga è questa, è alienazione... pare 'n parolone, ma è realtà... significa volè raggiunge quarcosa...

...er Caghella 'n amico dei bei tempi me raccontava che l'eroina la usava pe' tradì la moje...e è così, fino a che nun sei 'n adepto, nun stai a rota e la controlli, la scegli...

er flash d'o schizzo è da paura..è l'emozione per eccellenza...fuori sei un pulcino e dentro te senti 'n leone...

sotto roba sei mejo, senti mejo, pensi mejo...e poi scopi da Dio...

..."sei 'n cavallo"...è un paradosso (...ammazz'e termini...)...

...ma più er sangue è bastardo, e più sei 'n purosangue...

TOTO

da come parli pare tutto, meno c'hai smesso...co' sti discorsi tu fijo lo stai pe' rivede...

MANERO

nun crede, è proprio perchè ne so' uscito che te so' dì ste cose...quanno stai 'nfognato nun fa' differenza gniente..pur de sta' lesso te schizzeresti 'aa varechina...se c'hai 'na protesi cerchi de facce arivà 'n arteria...

TOTO

'n arteria...

MANERO

...invece adesso sto pulito e disintossicato e te posso analizzà lucidamente quarsiasi cosa...'a forza de smette m'è venuta solo pe' Mirko...vivo pe' quello...perchè sennò quanno te danno quindicianni è come se sei morto...sei'n morto vivente se nun c'hai speranze e sogni , piuttosto che smette te lasci annà...

non faccio altro che aspettà il giorno che ritorno a respirà là fori e me presento ar colleggio...e la notte me perdo quasi sempre...

sogno: entra Patty

PATTY

ciao

MANERO

Patty, amore mio...

PATTY

ciao...

MANERO

come stai?

PATTY

bene...

MANERO

me sei mancata troppo...

PATTY

ci siamo visti da poco

MANERO

soffro da morì

PATTY

gli estremi li paghiamo con altri estremi

MANERO

...però so' cambiato...ho capito...abbracciami...

PATTY

ti sto abbracciando

MANERO

oggi so' passato al colleggio

PATTY

lo so, non te l'hanno fatto vedere...mi dispiace..

MANERO

e come faccio?

PATTY

non lo so...non posso dirtelo ...so solo che un giorno saremo tutti e tre di nuovo insieme, in un tempo senza tempo dove i ruoli non mutano... muta soltanto la fruizione degli affetti, scevri di passato e futuro e padroni di un presente dilatato...

MANERO

ma io c'ho bisogno di voi, Patty

PATTY

gioisci del pianto, l'amore che nutriamo per gli altri è l'unica cosa di cui non ci possono privare

MANERO

me manca la carnalità d'un abbraccio, un bacio lunghissimo...il rancore d'una lite, me manca uno schiaffo d'amore...me manca l'aria senza di voi...ho bisogno di voi...

PATTY

anch'io ho bisogno di voi...vi seguo...

MANERO

ma perchè er destino ci si è accanito contro?...perchè c'ha scelto?

PATTY

siamo noi che l'abbiamo scelto...non abbiamo fatto altro che assecondarlo...forse, in una vita diversa, avremmo fatto la stessa fine...ci saremmo allontanati ugualmente...ognuno per compiere la sua strada..

MANERO

scusame..è tutta corpa mia...t'ho fatto affondà insieme a me...

PATTY

...era il nostro destino, non il tuo...magari per Mirko, la mancanza dei genitori è stata l'unica salvezza possibile per pedinare le sue orme...con genitori come noi, non avrebbe avuto scelta...se non la nostra...

MANERO

no, nun è così...tu eri diversa, pensavi cose diverse...

PATTY

ero soltanto contemporanea ai problemi...

MANERO

m' assecondavi di più...non l'hai mai dette ste cose, me volevi più bene prima...

PATTY

sono sempre la stessa...

MANERO

e allora vengo co' te...vojo stà ancora insieme...vojo fà l'amore Patty, vojo fà l'amore...nun ten'andà...

PATTY

non me ne vado...ci sono, sto iu un presente dilatato dove solo nel buio ci possiamo vedere, solo nel buio ci legano le anime... solo nel buio...

(pausa)

PATTY

...gli ho detto che lo aspetti...

MANERO

ma lui?...lui non m'ha mai visto...

PATTY

il profumo che ci lega alle persone... ce le fà desiderare e sognare... il profumo accosta la materia e lo spirito, e il tuo profumo corre nei suoi ricordi, come il suo nei tuoi...

MANERO

e tu amore?

PATTY

io non smetto di esserci...

MANERO

io ti amo, e non è 'r passato...ti amo adesso...

PATTY

solo nel buio ci possiamo vedere, solo nel buio ci legano le anime, solo nel buio le emozioni hanno vita reale, perchè solo nel buio un silenzio ed un abbraccio possono essere veri... solo nel buio...solo nel buio...solo nel buio...

si spegne la luce su Patty e si riaccende sulla panca

MANERO

e tutte le vorte va via la luce...'n appuntamento ar buio...

TOTO

la morte se t'ha toccato, nun t'abbandona

MANERO

la morte se t'ha toccato, vordì che te doveva toccà...

TOTO

vordì che te doveva toccà...

MANERO

io c'avevo 'o spacciatore sbajato

TOTO

io ho provato a fallo e m'hanno fregato...

MANERO

a me basta che nun me fregano i sordi...che nun m'arzano 'a mattonella...

TOTO

quale mattonella?

MANERO

te l'ho detto che Manero te faceva 'n regalo a fatte esse Totò...

(imitando TOTO' )

"quando uno trova un posto sicuro...sempre al solito posto..."

TOTO

e er tuo è sicuro?

MANERO

speriamo...

TOTO

speriamo

MANERO

...com'è iniziato er "soggiorno" ?

TOTO

sembra bene

MANERO

menomale...più o meno è tutti i giorni così...quarcuno racconta, quarcuno sogna e quarcuno impazzisce...'a situazione è questa...da sempre...a quelli che j'ha detto bene se fanno 'e ferie fori e a quelli che j'ha detto male se fanno'e ferie dentro...quarcuno racconta, quarcuno sogna e quarcuno 'mpazzisce...

io mio caro...

TOTO

che t'è preso er filosofo...

MANERO

m'è presa 'na tristezza...mi relaxo...armeno co' te...

TOTO

co' me ?

suona la campanella della fine dell'ora d'aria

MANERO

prima de rientrà...fumamose l'urtima e nun chiedo più..

TOTO

(gli mostra il pacchetto)

..è l'urtima davero...è quella der desiderio...me dispiace

MANERO

che desideri?

TOTO

nun t'o dico sinnò 'n s'avvera...

MANERO

e allora me tocca fumamme 'n sigaro

(mette la mano nel taschino)

TOTO

ma come? c'avevi i sigari e m'hai finito er pacchetto?

MANERO

si, ma t'ho pure detto che aspetto mi fratello da Cuba...l'urtima vorta che è tornato m'ha riempito de Avana e nu ja fo' più...poi er Francese 'n cella nun vole che li fumo, m'ha tarmente scassato co' la storia che puzzano, che alla fine me puzzano pure a me...

ma fra quattro mesi rientra Che Guevara co 'le sigarre..

TOTO

e che me frega?

MANERO

come che te frega...è quello c'ha provato a cambià i giochi insieme a quello de prima e ce sarebbe pure riuscito se nun fosse stato pe' quarcun'artro che pe nu fa scoppià n'casino...

TOTO

ma io esco prima che ariva...

MANERO

ma tu madre te le porta ner frattime...

TOTO

(si alza)

cioè, tu m'hai preso per culo fino adesso ?... m'avrai raccontato pure 'na cifra de stronzate..sei come tutti l'artri...e io che stavo lì a'ntristimme co' la storia de tu moje... stavo a sperà che je la potevi fa' davero a uscì, a riapià er regazzino...a mette su un negozietto co 'i sordi che t'eri appizzato...ma vaffanculo!!!!

MANERO

ah scemo, ma che te sei 'mpazzito... mo perchè t'ho levato du sigarette te pensi che t'ho 'nfinocchiato...guarda che è tutto vero...de Patty, de Mirko...dei sordi...

TOTO

si, capirai..complimenti...c'avevi ragione potevi svortà come attore...

MANERO

nun ce credi?

TOTO

ma che pensi che so' cretino?

MANERO

scusa eh, che c'avevo da guadagnà a fatte 'ntenerì?

TOTO

si, mo magari pe famme vedè che nun sei 'n cazzaro me dici 'n do stanno i sordi...

MANERO

... voi sapè tutta la verità?..mbè te la dico...tanto nun me poi fregà, se spariscono prima che esco io, me la pio co' te e so' 'n do c'hai er negozio, e se spariscono prima che esci te, me la pio uguale co' te perchè significa che hai mannato quarcuno a pialli...i sordi sai ndo' l'ho messi?

TOTO

...ormai nun credo manco a 'na parola..capace che alla fine...

MANERO

'nvece ce devi crede...l'ho murati ner posto più 'mpensato..dentro ar bar coi vetri de fango...quei bastardi se staranno a magnà le mani a cercà dappertutto e nun lo sanno che ce l'hanno sotto ar naso...

TOTO

e secondo te ce devo crede?

MANERO

senti, 'sta storia la sa solo er Francese che sta 'n cella co me...

TOTO

veramente?

MANERO

veramente!

TOTO

giura...

MANERO

giuro...

TOTO

certo...se m'hai detto sta cosa posso pure, forse, arrivacce a crede...?

MANERO

ce credi?

TOTO

ce credo...

MANERO

(inizia a ridere )

e fai male...

(continua a ridere)

amico...sei er quarto che mannano a fasse dì 'n do stà er malloppo e sei er quartoo che je rimanno a dì "piatevela 'n der culo"...quei sordi so' l'unica cosa che m'è rimasta de mi moje e nun sortiscono si nun sortisco io...

(si alza ridendo)

oh sete stati proprio scentifichi..'na media de uno all'anno...e poi quasi tutti d'estate...forse sperano che er sole m'ammuffisce 'r melone..

tutti mici-mici......tranquilli...nu s'espongono...so'amiconi...però, te hai giocato più de fino...nun hai fatto finta de esse de 'n artra zona...hai giocato sull'effetto contrario...bravo!

...e mo te levo pure l'urtima sigaretta...

(gli leva il pacchetto dalle mani)

dato che er desiderio tuo è zompato me la fumo pe' brindà ar mio che s'avvera ...

(Manero si accende la sigaretta e dopo qualche tiro inizia a tossire fino a strozzarsi e a cadere per terra)

TOTO

(urlando, ma con freddezza)

Secondino...Secondino...corri..corri...che c'è robba d' obbitorio...

(silenzio, e ultimi colpi di tosse)

luce sulla poltrona , c'è Zanzara che parla rivolto a Toto

ZANZARA

...giocattoli ajosa ...'a bici... er motorino... vacanze... vivremo d'anabbabbi ... nun ce fermerà niente...e nun sarà più la vita de tu padre e de tu madre...sarà 'na vita diversa...'na vita dove se po sognà...dove te poi svejà la mattina e decide quello che voi fà...e nun ce saranno giorni festivi e giorni feriali...nun ce sarà bisogno d'aspettà l'estate pe esse liberi...perchè nun te farò vive 'na vita de sacrifici, da emigrante trattato a pesci'n faccia pure dai zozzoni...che quanno vai a lavorà devi sta zitto e devi tenè 'a testa bassa perchè er fatto che lavori è per grazia ricevuta e devi stà appresso alla gente perchè'n giorno te potrà esse utile...nun sarà più così, il fratellone pe' Toto garantisce 'n futuro de divertimento...perchè il fratellone a Toto nun lo abbandona...

luce su Toto, in piedi vicino a Manero, morto, a terra

TOTO

nun so' riuscito a levatte i sordi, ma so riuscito a levatte er vizio de fumà a scrocco

(con sarcasmo)

nun potevo vive cor pensiero de nun avello giustiziato....

(pausa)

...crepa! così oggi uscimo 'nsieme...

BUIO

FINE

    Questo copione è stato visto
  • 1 volte nelle ultime 48 ore
  • 1 volte nell' ultima settimana
  • 2 volte nell' ultimo mese
  • 8 volte nell' arco di un'anno