Quando schioccano le dita

Stampa questo copione

GENERE: Commedia                                                                                                                                                                                                                   ATTI 1                                                                                                                                                                                                            4 Uomini                                                                                                                                                                                                  1 Donna                                                                                                                                                                                       1 Cane                                                                                                                                                                                                                                                               

ARCANGELO CONZO

Quando schioccano le dita

ATTO UNICO

SINOSSI :                                                                                                                                                                                    Aspasio,venditore di ombrelli è in piazza                                                                                                             con la moglie Colette e il cane Paganini e una Lambretta.                                                                                                               Due Passanti,incuriositi si fermano e vengono attratti                                                                                                    da Colette,che  intrattiene i clienti  vestita da pagliaccio.                                                                        Si ferma uno Sconosciuto,assiste alla scena ,muto.                                                                                             Lo sconosciuto,si rivelerà ai Passanti e ordinerà a Colette,                                                                                  di schioccare le dita. Tutto è compiuto,il tempo è scaduto,                                                                              bisogna andare. I Passanti,chinano la testa e seguono il corteo .                                                                      

Arcangelo Conzo ‚ÄĘ74021 Carosino ‚Äď TA-‚ÄĘvia C. Battisti,31 ‚Äʬ†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬† Cell.3335864963 ‚Äď Tel.0995929636 ‚ÄĘ E-mail: arcangeloconzo@gmail.com‚ÄĘ tonyconzo@libero.it¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬† ¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†--------------------------------------------------------------------------------------------------------------¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬† ¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†

PERSONAGGI

ASPASIO

COLETTE

Il cane PAGANINI

2 PASSANTI

LO SCONOSCIUTO

Piazza,come ce ne sono tante e tutte frequentate da persone,a volte distratte,a volte attratte da quello che sta succedendo. Aspasio,ombrellaio,con un megafono da imbonitore,comincia a vendere la  sua  mercanzia. La moglie Colette,si adopera a mostrare gli ombrelli:Aperti,chiusi,di varia forgia e colore. Dietro di loro,una vecchia Lambretta,alla quale sono  legati due palloncini e il cane Paganini,che annoiato,si accuccia e guarda i passanti. Sgabello ,una piccola valigia di cartone e ombrelli sistemati per terra concluderanno la scenografia.

N.B. I movimenti che farà il cane,saranno dettati dal suo istinto.  Quindi,imprevedibili.

1

ASPASIO¬†¬† Lo immagino! ‚Ķ Sicuramente uno a casa ce l‚Äôavrete,ma non basta. No,non basta! ‚Ķ Piove e dovete coprirvi,scroscia la pioggia a pi√Ļ non posso ‚Ķ poveri,poveri noi! ‚Ķ Se l‚Äô√® preso il figlio,la figlia ‚Ķ il vicino di casa,che non l‚Äôha riportato. Piove,¬† piove ‚Ķ e l‚Äôacqua vien gi√Ļ,che non vi dico.(Si mette la mano in testa)Oh,il capo √® scoperto ‚Ķ (A Colette) Colette,mostra gli ombrelli ‚Ķ prego,avvicinatevi,tastate la tela,√® impermeabile. Il manico,√® in avorio. Avorio,che viene direttamente dal corno d‚ÄôAfrica. Mio nonno,aveva l‚Äôhobby di intagliare corni e se tanto mi da tanto e corno mi da corno,ne fece pi√Ļ di mille e tutti lavorati di fino a mano. Ol√© ,gente di questo posto ‚Ķ cambia il tempo e col tempo,non si scherza.(Suona una vecchia trombetta,¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬† che la moglie prende dalla Lambretta. Senza megafono) E se non vi soddisfano gli ombrelli,cosa che per altro noto,allora andiamo ad incominciare lo spettacolo. Colette,vatti a preparare.(Colette,prende la valigia,la apre e fuoriesce una parrucca arruffata di colore giallo,un naso rosso¬† e l‚Äôindossa . Con un rossetto si colora le guance. Assume una posa statuaria) Ed ecco a voi,il pagliaccio Zip. Anche il cane Paganini,√® attivo. Forza,Paganini ‚Ķ (Il cane,non gli da retta) ‚Ķ lasciamolo stare √®¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬† cane innamorato,la cagnetta,lo ha lasciato,per un altro cane. Cosa ci fai sentire pagliaccio,Zip?

COLETTE¬†¬† (Truccata da pagliaccio,sale sullo sgabello e¬† assume una posa statuaria. Con voce camuffata) Siori e siore,il paliaccio Zip,vi dar√† la dimostrassione che uno pi√Ļ uno fa tre. (Risate dei passanti. Si fermano due uomini,che vengono da direzioni opposte e non si conoscono)

1¬į PASSANTE¬†¬†¬† Ma che dici,Zip ‚Ķ Zap o come cavolo ti chiami.

COLETTE   Non ci crede,sior?

2¬į PASSANTE¬†¬† Dai su,dimostracelo! (Colette,si rivolge al cane,che √® sempre pi√Ļ annoiato) Paganini,quanto fa uno pi√Ļ uno? (Il,cane,la guarda e si accuccia) Chi di lor siori,mi sa dire quanto fa uno pi√Ļ uno?

1¬į PASSANTE¬†¬† Ma √® elementare!

2¬į PASSANTE¬†¬† Tutti lo sanno!

COLETTE   (Ad Aspasio) Sior,lei  cosa  mi dice?

ASPASIO   (Sta al gioco) Se indovino,cosa vinco? (Risate in scena)

2

1¬į PASSANTE¬†¬† Un ombrello! ‚Ķ Ah,ah,ah!

ASPASIO   (Serio) No,non si vince nessun ombrello.

2¬į PASSANTE¬†¬† E dai che si scherza. Non crederai mica ‚Ķ

ASPASIO   Noi,lavoriamo egregio  passante.

1¬į PASSANTE¬†¬† Vuole chiamarlo lavoro,questo?

ASPASIO   Per me e mia moglie,lo è!

COLETTE   Aspasio,non prendertela.

2¬į PASSANTE¬†¬† (Ride) Aspasio! ‚Ķ Bella questa,che nome √®?

ASPASIO   Un nome come un altro,caro passante!

1¬į PASSANTE¬†¬† Su,su vediamo questo numero di spettacolo. (Colette,piange sommessamente)

COLETTE¬†¬† Sapete dirmi quanto fa,due pi√Ļ due?

2¬į PASSANTE¬†¬† Sono aumentati i numeri. (Risate di gusto)

1¬į PASSANTE¬†¬† Vuoi vedere che,fino a cento,questi ci rifilano i loro ombrelli? (Colette,piange)

2¬į PASSANTE¬†¬† E dai,si scherza! (Il 1¬į passante,alza lo sguardo in aria)

1¬į PASSANTE¬†¬† Uh,una nuvola! (Tutti guardano per aria,il passante,ride)¬† Ah,ah,ah!Non c‚Äô√® nessuna nuvola! ‚Ķ

2¬į PASSANTE¬†¬† Che fetente che sei. Da dove vieni,non ti ho mai visto da queste parti.

ASPASIO   (Spazientito) Ora basta!Quando è troppo,è troppo!

1¬į PASSANTE¬†¬† Sei stato tu,a disturbarci! (Colette,si pulisce la faccia,sommariamente con la mano,si toglie la parrucca e il naso finto)

COLETTE   Aspasio,andiamo!Questi non capiscono la serietà del nostro lavoro.

ASPASIO   No,non mi arrendo!

3

1¬į PASSANTE¬†¬† E fai bene!Non bisogna darsi per vinto! (Di l√¨ a poco,si avvicina un giovane,apparentemente incuriosito. Si ferma,fissa gli ombrelli. Aspasio,riprende il megafono e comincia a parlare)

ASPASIO¬†¬† Li abbiamo di tutte le forge e colori. Colette,mostra¬† la merce ai passanti. Non preoccupatevi,vedere non significa acquistare.(Lo sconosciuto,sorride,alza le spalle e¬† guarda i passanti. Il 1¬į passante,si rivolge allo sconosciuto)

1¬į PASSANTE¬†¬† Su,forza ‚Ķ acquisti uno di questi splendidi ombrelli ‚Ķ lo tenga contento .

ASPASIO   Non sono qui,per sentirmi contento!

2¬į PASSANTE¬†¬† Allora,lo tenga scontento!

1¬į PASSANTE¬†¬† Buona questa! (Ride da scompisciarsi) Lo tenga scontento! Ah,ah,ah!

2¬į PASSANTE¬†¬† Non mi ero mai divertito cos√¨.

1¬į PASSANTE¬† (Ad Aspasio e moglie) Da dove sbucate? (Aspasio,risponde lapidario)

ASPASIO¬†¬† Giriamo per paesi e citt√† e veniamo dal mondo dei morti! (1¬į e 2¬į passante,non si trattengono e si toccano la pancia e le mascelle,per le risate)

1¬į PASSANTE¬†¬† E‚Äô un comico ‚Ķ

2¬į PASSANTE¬†¬† Sono dei comici ‚Ķ (Si piegano in due per le risate Lo sconosciuto,li osserva e sorride) Ecco perch√© il cane,non si muove. E‚Äô morto anche lui ‚Ķ esso ‚Ķ quello ‚Ķ (Risate a pi√Ļ non possono. Si puliscono le lacrime col dorso della mano)

1¬į PASSANTE¬†¬† Su Paganini ‚Ķ abbaia! (Il cane,alza appena la testa,ritorna a dormire)

COLETTE    C’è una dignità e noi ce l’abbiamo!

1¬į PASSANTE¬†¬† Si,d‚Äôaccordo ma,con quella faccia da funerale che vi ritrovate ‚Ķ

2¬į PASSANTE¬†¬† Ha ragione,ha ragione! (Allo sconosciuto) Lei,cosa ne pensa? (Lo sconosciuto,sorride e alza le spalle)

1¬į PASSANTE¬†¬† Avete visto? ‚Ķ Anche lui,non sa cosa rispondere ‚Ķ¬† quello che fate √® strano.

4

2¬į PASSANTE¬†¬† E‚Äô una strana giornata,per√≤ mi sto divertendo come non mai.

1¬į PASSANTE¬†¬† Ci voleva proprio!

2¬į PASSANTE¬†¬† Per vendere bisogna essere bravi. Non basta vestirsi da pagliaccio e portarsi un cagnolino¬† annoiato appresso. Solo per impietosire la gente . (Colette,fa una smorfia da pagliaccio,si ritinge le guance,si sistema parrucca e naso e risale sullo sgabello)

COLETTE¬†¬† Eccomi di nuovo a voi,siori e siore. Chi sa dirmi quanto fa,uno pi√Ļ uno?

1¬į PASSANTE¬†¬† Oh,bella ci risiamo!

2¬į PASSANTE¬†¬† Io,non me ne vado da qui,se prima non mi dice quanto fa la somma. (Braccia conserte)

1¬į PASSANTE¬†¬† Aspetto anch‚Äôio! (Braccia conserte e si rivolge allo sconosciuto) Lei,vuole saperlo? (Lo sconosciuto,fa cenno di si,col capo. Sorride e si mette le braccia conserte)

2¬į PASSANTE¬†¬† Siamo pronti! (I due si mettono la mano all‚Äôorecchio,per ascoltare meglio)

ASPASIO   Basta! Lo scherzo è finito! (Fa scendere la moglie dallo sgabello)

COLETTE   Basta tu,con queste prepotenze!

ASPASIO   Devi fare quello che dico io!

1¬į PASSANTE¬†¬† Questo si,che √® spettacolo da guardare!

2¬į PASSANTE¬†¬† Non sono bravi a fare i conti,no! Per√≤ quasi,quasi ‚Ķ

ASPASIO   Quasi,quasi cosa? Caro,passante!

2¬į PASSANTE¬†¬† Quasi,quasi mi godo il finale!

ASPASIO   Non c’è nessun finale!

1¬į PASSANTE¬†¬† Ogni inizio ha una fine!

ASPASIO   E invece,no!

5

2¬į PASSANTE¬†¬† Oddio,non mi ci ritrovo pi√Ļ!

1¬į PASSANTE¬†¬† (Ride) Bello,bello continuate. Mi sto divertendo!

ASPASIO   Mia moglie,non è un pagliaccio! … Così finisce questa misera commedia!

1¬į PASSANTE¬†¬†¬† Ah,ah,ah! ‚Äú Mia moglie,non √® un pagliaccio!‚ÄĚ ‚Ķ battuta formidabile,degna del miglio Shakespeare . (Batte le mani) Bravi!

2¬į PASSANTE¬†¬† Ora ho capito:Questo √® il gioco dei paradossi. La moglie,vestita da pagliaccio Zip,o come ha detto di chiamarsi,non lo √®. Lui,che fa l‚Äôombrellaio,sicuramente non lo √®. Il cane,fa il cane ma ‚Ķ

1¬į PASSANTE¬†¬† (Comincia a ridere a singhiozzi,poi,scoppia) Non lo √®! ‚Ķ E che sar√†? (Si china per accarezzarlo. Colette,irrompe)

COLETTE¬†¬† E‚Äô un cane! (1¬į passante,sobbalza)

1¬į PASSANTE¬†¬† Oddio,che spavento! (Colette,risale sullo sgabello)

COLETTE   Zip,il paliaccio,vip …

2¬į PASSANTE¬†¬† Zip ‚Ķ vip ‚Ķ sip ‚Ķ ah,si! ‚Ķ Sip ‚Äď Societ√† italiana per la telecomunicazione ‚Ķ - oramai,non esiste pi√Ļ. E‚Äô un pagliaccio,telefonico!

1¬į PASSANTE¬†¬† (Di colpo,non si trattiene e si scompiscia) La mascella ‚Ķ non ce la faccio pi√Ļ! (Colette,prende un ombrello e glielo da in testa. Il passante,si irrigidisce e la guarda incredulo . Colette,imperterrita,continua)

COLETTE   Aspasio,fai veder la qualità degli ombreli al siore.La consistenza l’ha già verificata. (Il passante,si tocca la testa)

1¬į PASSANTE¬†¬† (Serio) Oh,ma ti sei ammattita? (Il 2¬į passante,gli guarda la testa)

2¬į PASSANTE¬†¬† Fai vedere!

COLETTE   Mi scusi ma ero in preda alla rabbia .Non volevo …

1¬į PASSANTE¬†¬† E se la faccia passare!

2¬į PASSANTE¬†¬† Signora cara,questo √® reato!Si pu√≤ finire al fresco,ci sono le condizioni:Lesioni aggravate! (Colette,scende dallo sgabello e vi si siede sopra)

6

COLETTE   Mi fate sentir male!

ASPASIO   Se vi ha detto che era in preda alla collera,dovete crederle.

1¬į PASSANTE¬†¬† Non insista! ‚Ķ¬†

2¬į PASSANTE¬†¬† Sua moglie ,pu√≤¬† darsi¬† una calmata!

1¬į PASSANTE¬†¬†¬† L‚Äôistinto ,√® roba che appartiene agli animali ! (Domanda allo sconosciuto) Lei,√® d‚Äôaccordo con me? (Lo sconosciuto fa spallucce)

2¬į PASSANTE¬†¬† Fa bene a non rispondere.

1¬į PASSANTE¬†¬† Non vuole mettersi in mezzo!

2¬į PASSANTE¬†¬† Non si pu√≤ mai star tranquilli!

ASPASIO   Tutto è precario! … Il tempo,è incerto,le persone sono volubili,gli eventi mutabili.

2¬į PASSANTE¬†¬† Cos√¨ parlo il saggio!

1¬į PASSANTE¬†¬† Saggio? ‚Ķ Non sembra uno che sa le cose.

ASPASIO   Non offenda!

1¬į PASSANTE¬†¬†¬† Sto solo constatando la sua faccia!

2¬į PASSANTE¬†¬† Effettivamente ‚Ķ Tu,non hai¬† quella giusta! ‚Ķ Si,quella dei saggi,insomma ‚Ķ

ASPASIO   E come dovrebbe essere?

1¬į PASSANTE¬†¬† Un filo di barba ‚Ķ ci vuole. Le spalle appena arcuate, sai,il peso della cultura. Il suo cane,per esempio,non sarebbe mai un¬† saggio!

ASPASIO    Ora  ti  contraddici!Poc’anzi ,hai detto che gli animali ,sono istintivi. Quindi cosa c’entra la saggezza con loro?

2¬į PASSANTE¬†¬† Ci stiamo infilando in discorsi ‚Ķ ci stiamo ingarbugliando!

ASPASIO   Gli animali aiutano l’uomo,a far capire cose che da solo non riuscirebbe mai.

7

1¬į PASSANTE¬†¬† Adesso √® tutto chiaro!Voi , vi portate¬† dietro il cane Paganini,o come cacchio si chiama,solo perch√©¬† vi toglie dai guai,col suo istinto.

ASPASIO   Ce lo portiamo dietro perché è un cane!

2¬į PASSANTE¬† Il nome del cane ha qualche attinenza col¬† violinista,estroso?

COLETTE   Paganini,aveva fama di non ripetere mai due volte la stessa partitura in un giorno.

1¬į PASSANTE¬†¬†¬† Perci√≤,cane unico!

ASPASIO   Come non se ne trovano!

2¬į PASSANTE¬†¬† (Ride) E che razza di cane,√®?

1¬į PASSANTE¬†¬† Da passeggio,no!

2¬į PASSANTE¬†¬† Da quando √® qui,non si √® mosso un secondo. (Il 1¬į passante,domanda allo sconosciuto)

1¬į PASSANTE¬†¬† Che razza sar√†? (Lo sconosciuto,indica a gesti che,il cane √® unico. Di cos√¨ non se ne trovano in tutto il creato) Quindi,non ha ne padre,ne madre. E‚Äô figlio di chi? (Lo sconosciuto,alza le spalle)

ASPASIO   E’ figlio,del vento e di tutto quello che trasporta il vento.

2¬į PASSANTE¬†¬† No ‚Ķ non capisco!

1¬į PASSANTE¬†¬† Credetemi,mi sto sforzando ma,non riesco a capire. (Colette,si solleva,sale sullo sgabello e ritorna il pagliaccio di prima)

COLETTE   Ecco Zip,che ritorna! Siori e siore,se il gioco dei numeri non vi ha soddisfatto,ve ne propongo un altro.

1¬į PASSANTE¬†¬† Ci risiamo!

2¬į PASSANTE¬†¬† Su,Zip ‚Ķ Zap ‚Ķ che altro gioco ci proponi?

COLETTE   E’ il gioco dei mimi,siori!

1¬į PASSANTE¬†¬† Ma √® vecchio,come √® vecchio il mondo.

8

COLETTE   Non vi illudete,c’è sempre qualcosa di nuovo nel gioco. (Aspasio,sussurra qualcosa all’orecchio di Colette)

ASPASIO   Fai vedere pagliaccio Zip,il …

COLETTE   Ebbene,si! … Cosa vi sto mimando? (Fa dei gesti)

1¬į PASSANTE¬†¬† Non si capisce.

2¬į PASSANTE¬†¬† Un fungo! (Aspasio,prende il megafono e comincia a parlare)

ASPASIO¬†¬† Diamo¬† ‚Ķ chi vince porta a casa uno di questi ombrelli. Scegliete pure quello che volete. Mia zia,pace all‚Äôanima sua,ebbe il coraggio di portarsene pi√Ļ di uno a casa. Fortuna,fortuna miei cari! Diamo ‚Ķ provate a vincere ‚Ķ (Il 2¬į passante,si rivolge al 1¬į)

2¬į PASSANTE¬†¬† Io,la chiamerei:Culo!

1¬į PASSANTE¬†¬† Culo! ‚Ķ Culo! ‚Ķ Bisogna dare il giusto nome alle cose. Cu ‚Ķ lo!

2¬į PASSANTE¬†¬† Senti,io vado. Mi hanno annoiato!

1¬į PASSANTE¬†¬† Vengo con te! ‚Ķ (Fa un passo,si ferma) A forza di stare fermo,mi si √® addormentato il piede.

2¬į PASSANTE¬†¬† A me il braccio. Questi balordi,ci stanno facendo perdere del tempo. (Allo sconosciuto) Lei,viene con noi? Non sono capaci nemmeno a fare il gioco dei mimi. Che falliti!

1¬į PASSANTE¬†¬† Andiamo a l bar,serve un cicchetto per risollevarci. (Allo sconosciuto) Allora? (Lo sconosciuto,sorride e alza le spalle)

2¬į PASSANTE¬†¬† Andiamo noi,questo non risponde. (Il 1¬į,si rivolge ad Aspasio)

1¬į PASSANTE¬†¬† Sai indicarci un bar?

ASPASIO   Ce ne sono un’infinità,ma non qui. Bisogna spostarsi.

2¬į PASSANTE¬†¬† Dai,fai il bravo. Non prendertela,se ci indichi un bar,ti portiamo un vermut.

COLETTE    Se vi girate,ne potete vedere uno. (I due,si girano)

9

1¬į PASSANTE¬†¬† (Indispettito) Oh,Zip,Zap,non prenderci in giro. Dietro non c‚Äô√® niente!

2¬į PASSANTE¬†¬† Questa ha ancora voglia di scherza! Ora domando al cane. Senti cane,unico, dove si trova un bar? (Il cane,lo guarda,si accuccia)

1¬į PASSANTE¬†¬† Anche il cane √® muto, non ha nemmeno guaito.(Lo sconosciuto, indica a gesti che al cane,non servono le parole per esprimersi)

2¬į PASSANTE¬†¬† Vi saluto ed √® stato un dispiacere,avervi incontrato. (Al 1¬į) Vieni?

1¬į PASSANTE¬†¬† Se mi passa questo piede,√® ancora addormentato. (Lo sconosciuto,li guarda,esce dalla giacca due fiori e li regala ai due ) Che ce ne facciamo di questi fiori?

2¬į PASSANTE¬†¬† Questo non me la da a bere!

ASPASIO   Teneteli,ve li ha regalati!

1¬į PASSANTE¬†¬† Tenerli,per cosa?

2¬į PASSANTE¬† ¬†Alle donne,si regalano fiori.

COLETTE   Oppure?

2¬į PASSANTE¬†¬† Oppure ai malati!

1¬į PASSANTE¬†¬† Io,sto bene!

2¬į PASSANTE¬†¬† Io,una bellezza! A parte il braccio,che non si vuole svegliare ‚Ķ (Saltella) Vedete! ‚Ķ Opl√†! Opl√†! ‚Ķ

ASPASIO   Siete permalosi! … Fiori,non ne volete. Ombrelli,nemmeno a parlarne …

1¬į PASSANTE¬†¬† No,no! ‚Ķ Non √® pi√Ļ posto per me,questo!

2¬į PASSANTE¬†¬† Anch‚Äôio,ho un sacco di cose da sbrigare . (Colette,riprende con animo)

COLETTE¬†¬† E se vi dicessi siori e siore,che uno pi√Ļ uno fa tre? (Il 1¬į passante,si tocca la testa)

1¬į PASSANTE¬†¬† Ha ricominciato!

2¬į PASSANTE¬†¬† Questi sono pazzi!

10

1¬į PASSANTE¬†¬† Pazzi,patentati!

COLETTE¬†¬† E cento pi√Ļ cento,fa centouno? (1¬į passante,ricomincia a ridere)

1¬į PASSANTE¬†¬† La pazzia,√® come un cerchio. Non¬† si capisce ne dove inizia e ne dove finisce.

2¬į PASSANTE¬†¬† Ora domando a quel mio amico l√† . (Chiama) Ehi,senti!Vieni a sentire questi dementi. (Non avendo risposta,si gira sconfortato) Non mi ha sentito,√® salito sopra un taxi.

COLETTE   Non ti avrà visto!

1¬į PASSANTE¬†¬† (Fa lo stesso) Cosa ci fa quell‚Äôamico mio qua? Ehi,ehi,amico mio ‚Ķ avvicinati a questa baracca. (Si gira sconfortato) Ha girato i tacchi e se ne andato. (Aspasio,riprende col megafono)

ASPASIO   Non abbiate paura,avvicinatevi. L’ombrello,che vi offriamo fa scivolare l’acqua e fa pan dam col vestito che portate. Avvicinatevi alla moto dei desideri. Ombrelli,ombrellini …

COLETTE   (Zip)   Il cane,Paganini,ne ha acquistato uno ed ora ne vorrebbe un altro.  Vero,Paganini? (Lo sconosciuto,sorride)L’Acqua potrebbe arrivare da un momento all’altro.

ASPASIO   E con l’acqua le sorprese che non finiscono mai e vengono sempre dal cielo:Pioggia,grandine,nebbia … neve …

COLETTE   Vi fazzio una domanda siori:Quante ruotte ha un’ automobile?

1¬į PASSANTE¬†¬† Sono stupidi,sono stupidi!

2¬į PASSANTE¬†¬† Se √® un‚Äô automobile,normale,ne ha quattro!

1¬į PASSANTE¬†¬† Ne una di pi√Ļ,ne una di meno!

COLETTE   Sbaliato … sbaliato! Sono cinque! … Non avete considerato la ruota di scorta. (Aspasio,suona la tromba)

1¬į PASSANTE¬†¬† La tua domanda era precisa:Quante ruote ha un ‚Äėautomobile?

2¬į PASSANTE¬†¬† Non hai voluto sapere quante ne ha in tutto.

11

COLETTE   Siete sbadati siori,non  vedete cosa avete sotto il naso. (Tocca il naso,sia a l’uno che all’altro)

1¬į PASSANTE¬†¬† Stai ferma con le mani.

2¬į PASSANTE¬†¬† (Al 1¬į) Cos‚Äôho sotto il naso?

COLETTE   (Ride) La bocca!Solamente la bocca!

1¬į PASSANTE¬†¬† Siamo alle solite.

2¬į PASSANTE¬†¬† Non capisco perch√© non ce ne andiamo. (Il 1¬į passante,guarda l‚Äôorologio della piazza)

1¬į PASSANTE¬†¬† Che ore saranno? ‚Ķ L‚Äôorologio,della torre,si √® fermato.

2¬į PASSANTE¬†¬† Devono aggiustarlo. L‚Äôho sentito dire ieri,dal sindaco di questa citt√†.

1¬į PASSANTE¬†¬† Il sindaco,pronuncia ancora delle frasi?

ASPASIO   (Al megafono) Avvicinatevi alla moto degli ombrelli.

1¬į PASSANTE¬†¬† Senti , a parte noi,qui non si vede nessuno,come mai?

2¬į PASSANTE¬†¬†¬† L‚Äôho notato anch‚Äôio! (Allo sconosciuto) Lei,cosa ne sa?

1¬į¬† PASSANTE¬† (In confidenza con gli altri) Ma,quello chi √®? (Aspasio e Colette,ridono)

2¬į PASSANTE¬†¬† A me sembra muto !

ASPASIO   Lo è!

1¬į PASSANTE¬†¬† In verit√†,pensavo¬† ‚Ķ

2¬į PASSANTE¬†¬† Fosse scemo!

ASPASIO   Non offenda!

1¬į PASSANTE¬†¬† Cosa te ne frega,se lo chiamiamo¬† scemo ?

COLETTE   Potrebbe  non essere sordo … e allora …

1¬į PASSANTE¬†¬† I muti non sono anche sordi?

12

COLETTE   (Sottovoce) A ogni vostra domanda,vi sorride. Da questo,suppongo che, vi senta benissimo. Però …

2¬į PASSANTE¬†¬† (Riflettendo) Gi√†,√® vero! (Sorride allo sconosciuto e questo risponde,ridendo) Grazie per le risate,devo andare mi aspettano.

COLETTE   Sei sicuro?

2¬į PASSANTE¬†¬† Vuoi che non sappia,come sono ansiosi i miei familiari?

COLETTE    Tu,sei molto sicuro di te!

2¬į PASSANTE¬†¬† Al giorno d‚Äôoggi,non si possono avere dubbi!

1¬į PASSANTE¬†¬† Ha ragione!Alla minima disattenzione,sei fregato!

2¬į PASSANTE¬†¬† Le certezze,sono alla base del vivere moderno. Aggiornatevi!

1¬į PASSANTE¬†¬† Oggi,mi sembra una giornata strana. La piazza,√® desolata. Non ci sono rumori.

2¬į PASSANTE¬†¬† Ho sentito dire che c‚Äôera una partita di calcio in tiv√Ļ. (Il 1¬į passante,si batte in testa)

1¬į PASSANTE¬†¬† Che sbadato. Cominciamo i mondiali di calcio ‚Ķ corro! (Va,ritorna) Il calcio,non mi piace!Troppe urla,scazzottate ‚Ķ

2¬į PASSANTE¬†¬† Lo stai confondendo col pugilato.

1¬į PASSANTE¬†¬† Comunque,non mi piace! (Interviene Colette,nelle sembianze di Zip)

COLETTE   Anche se siete in pochi,lo spettacolo,deve continuare. E’ la legge del teatro.

1¬į PASSANTE¬†¬† Che c‚Äôentra il teatro,adesso?

ASPASIO   C’entra con la vita!

2¬į PASSANTE¬†¬† Strano ‚Ķ generalmente a quest‚Äôora mi viene fame. Non ho nessun sintomo. (Si tocca la pancia)

1¬į PASSANTE¬†¬† Ti sarai abbuffato abbastanza ieri sera!

13

2¬į PASSANTE¬†¬† Si,√® cos√¨!Ho mangiato da star male!

1¬į PASSANTE¬†¬† E poi,dicono:La fame nel mondo!

2¬į PASSANTE¬†¬† La fame,la sete,le guerre ‚Ķ ormai,tutto √® abitudine! ‚Ķ Se avessi fame,andrei a mangiare. (Allo sconosciuto) Lei,ha fame? (Lo sconosciuto,fa segno con la mano,di averne) Vedete? ‚Ķ Anche il signore,ha fame! (Aspasio e Colette,restano fermi e lo guardano perplessi) Cosa avete da guardare?

ASPASIO   Niente,niente!

COLETTE   Hai chiamato lo sconosciuto:Signore!

2¬į PASSANTE¬†¬† E come lo dovrei chiamare? ‚Ķ Non conosco il suo nome!

1¬į PASSANTE¬†¬† Giusto! ‚Ķ Ha detto una cosa esatta. Quando non si conosce il nome di un tizio,lo si chiama ,signore.

2¬į PASSANTE¬†¬† Signor Tizio ‚Ķ

1¬į PASSANTE¬†¬† Signor Tale ‚Ķ

COLETTE    Siori e siore,questo spettacolo dovrà finire prima o poi. Anche se non siamo giunti a nessuna conclusione.

1¬į PASSANTE¬†¬†¬† Quello che state facendo,lo chiamate spettacolo?

ASPASIO   Lei,vi ha dimostrato che con poco,lo si può fare,lo spettacolo. Sta a noi,valutare l’intensità  e il valore dell’esecuzione.

2¬į PASSANTE¬†¬† Siete partiti dagli ombrelli e,siete finiti a fare i pagliacci!

ASPASIO   Per vendere il proprio prodotto,bisogna proporlo in maniera adeguata.

COLETTE¬†¬†¬† (Zip) Con un poco di succhero,siori,la pilola va gi√Ļ!Scende che √® una meravilia!

1¬į PASSANTE¬†¬† Ho capito,ho capito!Gi ombrelli che vendete,non servono a niente,sono scadenti. Per√≤,con due risate e un cane,ammaestrato ‚Ķ tutti contenti e tutti soddisfatti!

ASPASIO   Ti sbagli,vi sbagliate. I Miei ombrelli,sono perfetti !

14

1¬į PASSANTE¬†¬† Il formicolio al piede non mi¬† ha lasciato un attimo.

2¬į PASSANTE¬†¬† Hai provato a batterlo per terra? (Il 1¬į passante,lo batte per terra)

1¬į PASSANTE¬†¬† Non rinviene!

2¬į PASSANTE¬†¬† Strano,il sangue sarebbe dovuto riprendere a circolare.

1¬į PASSANTE¬†¬† Si √® addormentato!

2¬į PASSANTE¬†¬† Come questo cane.

1¬į PASSANTE¬†¬† Quello oramai,√® bello che andato!

2¬į PASSANTE¬†¬† Vita da cane!

1¬į PASSANTE¬†¬† Ozio e qualche boccone! (Al cane) Ehi,cane!Ti piace vivere alle spalle dei tuoi padroni!

2¬į PASSANTE¬†¬† Croccantini e cuccia in legno lamellare di colore mogano!

1¬į PASSANTE¬†¬† Eh,miei cari! (Indica il cane) Questo ha capito tutto!

COLETTE   Permettete,siori? … Ora,vi farò una magia.

1¬į PASSANTE¬†¬† Dal riso al mistero!

2¬į PASSANTE¬†¬† Da pagliacci a prestigiatori!

ASPASIO   Dal vacuo al serio!

COLETTE   (Allo sconosciuto) Posso,signore? (Lo sconosciuto,accenna di si,col capo)

1¬į PASSANTE¬†¬† Su,su sbrigati!

2¬į PASSANTE¬†¬† Un momento,telefono ai miei. (Prende il cellulare dalla tasca,forma il numero ed aspetta risposta) Si √® spento!

1¬į PASSANTE¬†¬† Forse √® la batteria?

2¬į PASSANTE¬†¬† Pu√≤ essere! ‚Ķ Mah,l‚Äôho caricato ieri sera!

1¬į PASSANTE¬†¬† Questi telefoni,durano il tempo di una sigaretta.

2¬į PASSANTE¬†¬† Sono diventati talmente economici,che te li tirano dietro.

15

1¬į PASSANTE¬†¬†¬† Design accattivante e materiali scadenti,ecco perch√© durano poco!

2¬į PASSANTE¬†¬† (Intasca il telefono)Boh,ne comprer√≤ un altro. Questa magia si fa o non si fa?

COLETTE   Non te ne sei accorto. E’ stata già fatta!

2¬į PASSANTE¬†¬† Vuoi prendermi in giro?

COLETTE   No,sior!Eri impegnato col telefono e non te ne sei accorto.

2¬į PASSANTE¬†¬† Se non mi fai la magia,giuro che arrivo alle mani!

ASPASIO   Non giurare! … Alle donne,le mani,non si alzano!

2¬į PASSANTE¬†¬† Potrei alzarle a te!

ASPASIO   Sono contro ogni forma di violenza. Preferisco chiarire.

2¬į PASSANTE¬†¬† Ho il sacrosanto diritto di vedere questa cazzo di magia!

1¬į PASSANTE¬†¬† Io,come mi sono girato,ho notato un mazzo di carte che scomparivano. Non chiedermi altro ‚Ķ (Le mani in testa) non ricordo pi√Ļ niente!

2¬į PASSANTE¬†¬† Non sarai complice anche tu,di questi? ‚Ķ Il solito zaraffo,delle tre carte.

1¬į PASSANTE¬†¬† Ma,no! ‚Ķ Ma,no! ‚Ķ Quale complice ‚Ķ √® stato un gioco di prestigio talmente veloce che,non ce ne siamo accorti.

2¬į PASSANTE¬†¬† Voglio che si ripeta il gioco!

COLETTE   Vi è stato detto che,Paganini,non ripete mai due volte la stessa partitura in un giorno.

2¬į PASSANTE¬†¬† Mica l‚Äôha fatto il cane,la magia! ‚Ķ Per piacere,ripeti,senn√≤ faccio un casino!

LO SCONOSCIUTO   Signori,fra poco riprenderà a piovere. Non volete certo bagnarvi! Aspasio … (I due increduli ammutoliscono)

1¬į PASSANTE¬†¬† Lei ‚Ķ lei parla!

16

2¬į PASSANTE¬†¬† ¬†¬†Lei,ci ha ascoltati senza fiatare ‚Ķ ¬†per tutto il tempo ‚Ķ

1¬į PASSANTE¬†¬† (Ride) E‚Äô un trio! Fanno parte dello stesso gioco! (Aspasio,con delle forbici,taglia di netto i fili che mantengono i palloncini alla moto,questi¬† volano in alto,fino a scomparire. I due passanti,alzano la testa per poi,riabbassarla sconsolati)

LO SCONOSCIUTO   Bene! Colette … (Colette,schiocca le dita a mezz’aria)

1¬į PASSANTE¬†¬† ¬†Vuole dirci che¬† √® ¬†stato uno scherzo?

2¬į PASSANTE¬† ¬†¬†¬†Siamo stati solo due semplici passanti ! ‚Ķ Due,come tanti,che si trovano a passare davanti allo svolgersi di uno spettacolo,che ha avuto inizio ma che non avr√† fine. (Colette,schiocca di nuovo le dita a mezz‚Äôaria)

COLETTE    Miei cari passanti,quando schioccano le dita,la magia, per voi è compiuta! (Aspasio, mette in moto la Lambretta e si sentono rumori di auto,orologi funzionare,telefoni squillare,vociare. Si abbassano le luci e si fa buio).

Fine

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 0 volte nell' ultima settimana
  • 0 volte nell' ultimo mese
  • 4 volte nell' arco di un'anno