Regalo tecnologico per mio nipote

Stampa questo copione

Un regalo tecnologico per mio nipote…

Tale opera è pubblicata sotto una licenza Creative Commons,  http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/2.5/it/ Vedi sintesi alla fine del testo. L’utilizzo di tale copione secondo i limiti della Creative Commons sopra indicata e senza fini di lucro non è soggetto a diritti SIAE. Il motivo di ciò è che sono convinto che queste farse saranno utilizzati da compagnie amatoriali, parrocchiali o circoli non profit i quali fanno già grandi sacrifici per recitare e non voglio far pesare ulteriormente su di loro con i diritti d’autore. Mi riservo ogni diritto in caso di compagnie professionali.

Vi chiedo comunque per una mia soddisfazione personale di citare l’autore e mandare un e-mail per farmi sapere dellamessa in scena della farsa a: jomathan@libero.it

P.S. il copione è stato tradotto dal dialetto veneto . Alcune battuto potrebbero non essere adattabili all’italiano. I personaggi di Cicci e Meno dovrebbero recitare in dialetto locale.

REGALO TECNOLOGICO

- Atto unico -

Scena:           un tipico negozio di elettrodomestici, alcune offerte pubblicizzate sulle pareti, alcuni telefonini in mostra, radio, computer ecc…

Personaggi : Cicci: , ingenuo contadino

Meno:  contadino anche lui che però crede di essere al passo coi tempi e fa credere a Cicci di essere un esperto di tecnologia, in realtà non ne capisce niente neanche lui.

                     Negoziante.

(Cicci e Meno entrano in un locale di articoli elettrici per acquistare un regalo per il nipote di cicci che deve fare la cresima … . cicci ha in mano una borsetta con dentro uno spruzzetto per rose  )

Cc. Permesso …

Mn: Permesso

Ng: Avanti avanti signori .. avanti … buongiorno …desiderano ?

Cc: Buongiorno … oh.. noi volevamo vedere qualcosa per mio nipote Franco che la settimana prossima farà la cresima, e volevo regaelargi qualcosa di moderno .. sa… io non ne capisco molto di queste cose moderne… siamo uomini all’antica … ecco. Però ho portato anche Meno, mio amico perchè lui dice che di tecnologia è un esperto … .. comunque consigliatemi voi qualcosa.

Ng: Guardi qui abbiamo un po’ di tutto, dal computer alla radio, da uno stereo al telefonino. … mi faccia pensare … be’ direi che un bel telefonino sarebbe proprio un bel regalo

Cc: (a Meno) Che cosa ne dici ?

Mn: Oh .. sarebbe proprio un bèl regalo ..

Ng: Ecco .. ellora qui può vedere .. ericsson, sony, panasonic, con  wap, senza wap, umts, videotelefonino …  mi dica  ..

Cc: No, no ha capito … io volevo vedere un telefonino ….

Ng: Appunto Ericsson, Sony, panasonic… sono tutte marche di telefonini ..

Cc: Perbacco!  … che nome strani che gli mettono  … non era meglio chiamarli telefonini?

Ng: Guardi …prendiamone uno … le faccio vedere come funziona per esempio questo …  (parla quasi tutto di un fiato) Allora col tasto rosso si accende, si aspettano 5 secondi, dopodichè si accende il display , schiaccia il tasto cancelletto, asterisco per convalidare le scelte, e quindi deve inserire il PIN di 12 cifre per rimuovere la protezione, a meno che, come in questo caso non sia inserita la protezione tasti che allora con * (asterisco) , # (cancelletto) , * (asterisco)  si sblocca…  ora il telefono è in stant by. Quindi lei compone il numero telefonico , ma non prima di aver inserito il codice cliente che le permette di abbinare ..(schiaccia alcuni tasti )  in questo modo il nome al numero di telefono prescelto … …

Cc: ( Che man mano che il negoziante parla fa la faccia sempre più allibita e perplessa … …oh ..piàno piano .. prenda fiato che non gli venga un colpo  …

Ng: ha capito?

Cc: neanche una parola  …

Ng: non si preoccupi … è comprensibile… così su due piedi .. per uno poco abituato come voi …ma sono sicuro che il vostro amico ha capito benissimo …

Me: (un po imbarazzato ma fingendo di aver capito …titubante …) sssssi  … dopo ti spiego  …

Ng: Comunque guardi … è tutto spiegato in questi manuali che sono allegati al telefonino ..(prende un manuale che è grosso come un elenco telefonico e glielo mette in mano a Cicci  ..) .. qui ci sono le istruzioni di base … ( ne prende un altro .. e lo aggiunge sopra all’altro …) qui ci sono le istruzioni specifiche per telefonare … (ne prende un altro ..) questo per le connessioni Wap e UMTS … Questo per la parte elettrica .. batterie , display e quant’altro … ed infine …(uno altro tre volte gli altri ..) questo per eventuali problemi di utilizzo …

Cc: (resta stupito  … con una pila di elenchi = Istruzioni..  In mano ) … perbacco … e questi devo portarmeli dietro ogni volta che voglio far funzionare il telefonino?

Ng: Ma no … li deve leggere prima … e consideri che , queste istruzioni sono in inglese, tedesco, francese, spagnolo, portoghese, brasiliano, cinese, giapponese, ebraico aramaico e Latino!

Cc: E in italiano ?

Ng: (controlla i pacchi ..) no mi dispiace … questa società non le fa in italiano …

Cc: E devo imparami tutte queste lingue  ?? …(sempre più paonazzo per il peso delle istruzioni … ) Meno .. Meno .. dammi una mano che mi sta venendo un crampo alle braccia …

Mn: (Gli prende gli elenchi e li appoggia per terra ).

Ng: (intanto il negoziante guarda il telefonino e gira per il negozio come un rabdomante in cerca del segnale)

Cc: (Guardano con ucchi stralunati) (a Meno) Che cosa gli ha preso?  …

Mn: (lo segue da vicino) … Ha gli occhi spalancati e fissi  .. è come in trance … che sia sonnambulo?

Cc: Facciamo piano che non si svegli … (i due si avvicinano in silenzio … e seguono il negoziante che di colpo urla ..)

Ng: Eccccco…. Preso…

CC e Me: (prendono uno spavento e fanno un salto)  ohhhh… è matto? Guardi che abbiamo una certa età, co questi spaventi potremmo rimanerci secchi  …

Ng: Scusate …

Cc: Ma cosa stava facendo ?

Ng: Stavo cercando un po di campo …. Qui non c’è campo.. ci sono le pareti grosse, ma a casa sua sicuramente non ci sono problemi ..

Me: No no … a casa sua è  pièno di campi glielo garantisco io che di queste cose me ne intendo  … ce ne sono  3 coltivati a mais, 4 con barbabietole, 2 di soia e 5 a granoturco …

Ng: E allora?

Me: se servono campi par far funzionare  il telefonino a casa di Cicci ce ne sono un’infinità  …

 Ng: ma non campi quelli che intende lei … campo telefonico …

Cc: Perbacco ..devo seminare anche un campo di telefonini?

Cc: insomma. .. mi stia a sentire … ma non avete un telefonino .. con la ruota che si gira  come una volta … era così fàcile telefonàre… si girava la ruota  (Imita l’azione ..di girare la vecchia ruota del telefono…) e poi si telefonava …

Ng: Ma scherza ? lei vuol telefonare con un telefonino ? Ma è proprio alla preistoria … ormai un telefonino non serve più a chiamare le persone.. è una funzione del tutto residuale ..

Cc: come come ? il telefonino non serve per telefonàre?

Me: (fa finta di saperle tutte queste cose e si fa una risata)

Ng: Certo che no ! Col telefonino ci si spediscono messaggi, si scattano foto, si wappa, si naviga in internet, si gioca … telefonare .. proprio in casi eccezzionali …

Cc: Perbacco  ..che ignorante che sono … Meno, tu non mi dici niente? (prende in mano il telefonino …) e con questo oggettino  si fanno tutte queste cose?

Ng: certo .. 

Me: Si , io lo uso anche per piantare i chiodi (imita il gesto su un tavolino) ….

Ng: Si fermi per carità …  dimenticavo .. prima di ogni utilizzo, una volta aquistato è necessario cambiare il PIN… per la Privacy …

Cc: (Stupito) Ma guardi che io a casa non ho PINI … Salici, quercie , acacie …olmi ..fìn che vuole,   ma pini niente! .. si può fare lo stesso? ??

Ng: Ma no … PIN .. Personal Identify Number , numero di identificazione personale …

Cc: Ah… be’ meno male io pensavo già di dover piantare un PINO e poi di doverlo anche cambiare per far contenta questa signora Praivassi .. che poi io neanche la conosco.

Ng: …E se sbaglia per tre volte il Pin .. serve  il PuK .

Cc: PuK ? Meno .. che cos’è questo PUK

Me: (Ci pensa un po’ …)Ma ssiii, sono quei ragazzi vestiti di nero che girano con i capelli tutti spettinati e colorati , le catene appese ai pantaloni e le labbra colorate di nero.

Ng: (Interrompendolo ) no , non un Punk . Quelli che di ce lei sono i Punk . Qui serve il PUK!

Cc: Un  altro albero ?

Ng: No… Il Puk è un Personal Unlocked Number .. , un codice di 26 cifre che deve necessariamente imparare a memoria per sbloccare il telefonino …

Cc: … be’ .. mi sembra un po’ troppo complicato per due poveri contadini come noi ..

Mn: Parla per te … (in modo aulico) Io ho  capito tutto…

Ng: Guardi .. è semplicissimo … si… un paio di giorni per imparare ci vorranno, ma dopo con questo potrà fare quello che vuole ..

Cc: Quello che voglio ..? a me è già venuta voglia di buttàrlo fuori per la finestra. …

Ng: Be’ … forse ha ragione potrebbe essere un po’ troppo complicato … vediamo … qual cos’altro .. forse il computer potrebbe essere un ottimo regalo. Vediamo proviamo a vedere le caratterischiche che vorreste che il vostro computer avesse … allora… qunte RAM Vorreste?

Cc: Meno … quante RAM vgliamo ?

Mn: Facciamo  3 Kg di RAMi,  ma di quelli più secchi, 20 –30 pezzettini di legno, e 2 bei ceppi da tenere accesi per il natale .

Ng: Cosa?

Cc: Tre Kg !!! Non ha sentito ?

Ng: Ma la RAM è la memoria del computer !!!… quanta ne vuole?  Tanta o poca?

Cc: Ciò guarda  vendono memoria come niente, come vendere pulcini … comodi loro, noi le poesie dovevamo impararle a memoria sia che avessimo tanta o poca memoria. , adesso  … guarda come siamo ridotti, vendono anche quella  ..

Ng: Ho capito … faccio io .. allora 250 Mega , 1 video, un mouse…(Va pronunciato un po’sporco, nascondendo al s finale) aspettate che ne ho uno qua in giro … che ve lo faccio vedere …

CC e Mn: (cominciano a cercare per il negozio come alla ricerca di un gatto) Psss…. Micio Mao… Maooo

Mn: Mao… vieni fuori …

Ng: ( che si rialza da dietro il banco ) Li guarda sbalordito… ( dopo un po’ chiede) cosa state cercano adesso ..

Cc: el MAO … ha detto lei che c’è n’è uno qui in giro.

Ng: Mouse , non “MAO” , il mause serve per utilizzare il comuter, tra l’altro significa topolino ..

Mn: Ah … Non mi stia a parlare di pantegane (ratti – topi grandi ) …

Cc: Perché ne ho poche che girano per casa ..

Ng Mi lasci fare  … eccolo qua, (lo prende per il filo) non vede che la forma ricorda un topolino … prenda ..( fa per consegnarglioleo in mano)

Cc: Mi fa impressiòne, come quando tiro fuori i topi dalla trappola … tienilo lontàno ..

Ng .. comunque è indispensabile per l’uso del computer … a suo nipote farà comodo ..

Cc: A bè , faccia lei, ma se questo MAO mi rompe le scatole gli metto il veleno per i topo … sto poco io …!

Ng: … comunque … 2 casse, un hard disk da 40 Giga Byt,  .

Mn: Piano  con le parolaccie  Giovinotto …

Ng: un modem … con … vuole che le attacchi subito anche l’ADSL ?

Cc: (indietreggia…. E allontana Meno) Mi stia lontano … non voglio che mi attacchi nessuna malattia …?

Ng: Ma cosa dice ?

Cc: (a Meno) Questo vuole attaccarmi L’AIDS   … è meglio che ce ne andiamo …

Ng: Aspetti … oh, sant’Ilario … come faccio con questi due …l’ADSL è la linea veloce per internet…

Cc: ma questo non è proprio capace di parlare come mangia?   … cos’è questo inter-net .. Meno aiutami tu  … digli qualcosa …

Mn: guardi … io so che sua mogli usa già il WC NET, e mi sembra che si trovi anche bene… meglio che gli lasciamo usare quello che ha già … sa come sono queste mogli che poi se non funziona vengono a lamentarsi  con noi.

Ng: (che ormai non li bada più) … una bella WEB CAM la mettamo?

Cc: Per carità basta animali in giro per casa … Il BEL CAN non lo voglio  … abbiamo già  un bastardino e un cane da caccia, non so più dove metterle tutte queste bestie !!!

Ng: Per la miseria … siete irrecuperabili. Speriamo che vostro nipote non sia imbranato come voi …

Cc: Piuttosto,  .. cosa si può fare con questo computer …è almeno utile  ??

Ng: Si può fare praticamente di tutto

Cc: (Stupito..) Ah si?

Mn: Eh.. per forza … certo …

Cc: (a Meno) E cosa vol dire tutto …

Mn: .. Eh .. (imbarazzato ) tutto …vol dire tutto …

Cc: Ah si? Posso anche mandarlo a potare  il vitigno, vangare l’orto, seminare il grano?

Mn: (che cerca conforto dal negoziante ) … ehh .. ssss…..

Ng: No, certo che no !

Mn: Noooooo eh .. che antiquato che sei  ..

Cc: Allora mi lava i piatti, mi pulisce la casa, che ne so..

Ng: No…

Cc: A me sembra che non serve a niente …!

Ng: Col computer si può, giocare , programmare, tenere i conti di casa … scrivere  lettere..

Mn: (per far vedere che sa anche lui ) eh ...che testòne che  sei ...contabilità … scrivere lettere …

Cc: Be’ a me non servirebbe proprio a niente perché non so far niente di quello che ha detto. Ma non importa, vediamo come funziona, vediamo per esempio come si fa a scrivere una lettera. …

Ng: Allora prendiamo un computer che le faccio veder un po’ di cose … ( ne prende uno , lo appoggia sul bancone)

Cc: Oh .. è come una televisiòne ..

Ng: Per prima cosa le faccio vedere come si naviga !

Cc: Cosa cosa ? Guardi che non so mica nuotare io, e poi soffro anche di mal di mare.. cos’è questa storia che vuole mandarmi a navigare … e dove poi!

Ng: Come al solito non ha capito niente … navigare si intende …..(capendo che è inutile continuare..)  lasciamo stare … ora le faccio vedere un cosa facile facile … ma non da questo computer , perché ha un virus. Prendiamo quell’altro.

Cc: Che? Un virus ? (Si allontana e allontana il negoziante … )via via … spostatevi … guarda quando si dice la coincidenza (estrae dalla borsetta uno spruzzetto per piante) sono appena stato all’agraria ad acquistare il diserbante per le piante! (comincia a spruzzare con lo spruzzetto sul computer…) con questo stia sicuro che il virus lo sterminiamo (e continua a spruzzare ) …

Ng: No … no .. fermo .. si fermi .. (riesce a fermare Cicci che ormai ha bagnato tutto il computer ed i due fanno un bel po’ di lotta) Ma è impazzito? Cosa le salta in mente?

Cc: Non vuole che ammazziamo il  virus?

Ng: (asciugando il computer…) Ma è un virus “informatico”… lei non capisce proprio niente … ecco magari ora non funziona neanche più …proviamo …. (lo accende) …per fortuna si accende …ascolti le faccio vedere una cosa semplice   apriamo il programma di videoscrittura …che così non c’è pericolo di virus..

Cc: è sicuro? ..(gli da un’altra spruzzatina)

Ng: Stia fermo! … e la smetta con quello spruzzetto … me lo dia qua!

(Intanto entra un altro cliente )

Ng: Visto che lei sa … (rivolto a Mn) gli faccia  vedere come si usa la videoscrittura, io vado a servire l’altro cliente … lei sa come si usa vero ??? Ha detto di essere esperto …

Mn: ..siiiii eh vuole che non sappia …

Ng: (se ne va a servire il cliente)

Cc: (guardando Meno) … e allora … come si usa … questa ..cos’ha detto? … “video scrittura” ?

Mn: (evidentemente imbarazzato … si guarda attorno ..) ecco … allora .. (si avvicina al computer con aria incuriosita ) .. vedi… questo è il video …  (cerca un po di capire , lo gurda da tutte le parti …dopo un po’.. gli viene un’idea …) Ma si!!! Non capisci … Senti le parole … Video Scrittura .. Cioè scrittura sul video … e… per scrivere … .. (si guarda attorno … ) ci sarà una penna appesa a questo  computer .. ..

Cc: Ma sei sicuro?

Mn: (cerca attorno …) ma si … (vede un pennarello ) ecco qua … cosa voi scrivere … (apre il pennarello e comincia a scrivere sul video ) “Ciao … sono Cicci” … vedi … che facile che è questa video scrittura … e vedi con la luce dietro  .. guarda che bene che si vede … prova anche tu  …

Cc: (comincia a scrivere anche lui … ) ma sai che è proprio una gran bella novità questo computer …

Ng: (Entra ) eccomi di ritorno … (vede cicci che scrive sul monitor del computer …) Ma cosa fa !!! mi sta sporcando tutto il computer ..!!!

Mn: Cicci .. cosa fai!  .gli sporchi il computer  al sigore qua che gli vuole tanto bene? 

Ng: Ma guarda che roba .. (prende un po’d’alcol e cancella il tutto …)… ve lo farei pagare nuovo …

Cc: Eh .. guarda guarda che comodo … si cancella anche ..

Ng: Guardi … (schiaccia un tasto ) le spiego meglio perché ho capito che nessuno dei due è molto pratico …vede questa è la tastiera … Se io schiaccio la A li sul video appare una A …

Cc: (stupito …) ehhh ohhhh..  guarda guarda che roba …. Ma le inventano tutte è ?

Ng: Avete capito ? Siccome non ho ancora finito con il cliente … voi potete provare a scrivere qualcosa ma per favore lasciate stare le penne … usate solo la tastiera !!

Cc: tastiera? .. io conosco  la testiera … la testiera del lètto … cos’ è questa tastiera ..

Ng: Questa … questa è la tastiera .. dove ho premuto la A.. fatemi fare solo due cosette ( scrive qualcosa sulla tastiera e involontariamente attiva il riconoscimento vocale del computer Cicci e Meno sono distratti a parlare tra diloro stupiti della novità)

Computer : Riconoscimento vocale Attivato! Inserire Dischetto …

Ng: (opera un poco con il computer…)

Cc: (Da disparte dove sono ) Guarda Guarda … il commeso parla da sòlo … deve volergli proprio bène a quel bussolotto …

Ng: Ecco là,  così va meglio … ecco a voi .. ci siamo intesi è?

Cc: Ah .. si si .. certo .. (tutti e due si avventano sul computer )  fammi vedere … allora se sciaccio la “C” (schiaccia C )

Computer: (il computer ora parla …) CI

Cc e Mn: salute !!

Cc: ma non sei stato tu  ?

Mn: io no ..

Cc: come no ..

Mn: ti dico di no …

Cc :e allora chi è stato ?

Mn: Bo’ avremmo avuto una  LUCE in Aziòne …

Cc: cosa?  Una luce in aziòne ..??  cosa pensi di essere , una autoambulanza????

Mn: Ma no .. quelle cose che pansi di vedere e invece non si vedono mai … come i soldi in questi tempi!

Cc: Ahhh le allucìnaziòni… no la luce in Aziòne!!!

Mn: Va bene , va bene , ci siamo capiti … …

Cc: va bène …allora continuiamo  a scrivere … allora premo  due volte a lettera C (esegue)

Computer : Cicci

Cc: Dimmi Meno, cosa vuoi…

Mn: Io non ho deto niente ..

Cc: Come no , mi hai appena chiamato … ho sentito  bene :”Cicci”

Mn: ti dico di no …non ho nanche aperto bocca … 

Cc: e allora chi è ( i due si guarano bene in giro …) …ma guarda che è un bel mistero sai … (riflette…) sarà che abbiamo bevuto un bicchiere di vino di troppo ?  …

Mn: sarà …anche secondo me .. dovevamo fermarsi al primo litro di Merlòt, … e non esagerare con il cabernet…(Merlot e Cabernet sono vini locali)

Cc: dèi .. dei  sarà stato proprio il vino … continuiamo  a scrivere ..

Mn: si, ma fammi provare anche a me!

Cc: Va bene … guarda quà, ci sono tanti di quei tasti  … ce ne sono per tutti e due !

Mn: fammi vedère … uuuuhhh guarda guarda … lettere, numeri .. linee … , guarda … la per, la divisione, la più ….. ma ne manca uno  … ah, no eccolo qua … aspetta che lo spingo ..(spinge il trattino del meno )

Computer: MENO

Mn: Dimmi Cicci

Cc: cosa vuoi che ti dica?

Mn: Mi hai chiamto !

 Cc: Io ti ho chiamato ?

Mn: Si ! Ti giuro … ho sentìto chiamàre  “Meno” …

Cc: l’ho sentito anch’io , ma io non ho parlato  …(i due cominciano a spaventarsi …)

Mn: ah… no no … qua succedono cose strane … ho paura  … voci che non si sa da dove vengono … qua ci sono i fantasmi …

Cc: Ah si si… è meglio scappare (si dirigono verso la porta. In quel momento entra il negoziante e gli sbattono contro)

Ng: Calma calma … cosa succede qui .. avete visto i fantasmi ?

Cc: Visti no!

Mn: Ma sentiti si !

Ng: Ma cosa dite !!!

Cc: Ah .. qua succedono cose strane … voci che ci chiamano  … gente che starnuta .. hei…cosa sono queste cose …

Ng: (pensa…)  Ah! .. ma vuoi vedere … (si avvicina al computer…) vuoi vedere che ho lasciato attivato il riconoscimento vocale? (Guarda) Ma si certo … ecco qua…  vedete ? Ciò che io digito sulla tastiera il computer pronuncia …Attenti: ora scrivo Buon giorno

Computer: “Buon Giorno”

Ng: Avete capito? Tutto qui, altro che fantasmi e spiriti …

Cc: Ma guarda che roba .. pezzi di plastica che parlano  .. ma sono cose neanche neanche da credere …

Mn: Eh sì, questa qua è ENOLOGIA

Cc: Che ..?

Mn: Enologia

Ng: Lei  vorrà dire TECNOLOGIA no ENOLOGIA, l’enologia l’è quella scienza che studia il vìno !

Mn: Allora io non la conosco!

Cc: Per forza, perchè il vino, noi, non lo studiamo, lo beviamo!

Ng: Comunque … ancora un minutino e sono da voi … devo solo inpacchettare un oggetto per l’altro cliente . Vi lascio soli ancora trenta secondi ! Mi raccomando …

Mn: Va bène .. va bène .. non si preoccupi , oramai abbiamo capito tutto…

Cc: Siamo esperti ormai

Cc: (scrutando il computer ) adesso ho capìto … ecco gaurda … se schiaccio la CI  e viene fuori la C , e il computer dice  C…  I … dov’è la I …. Aspetta .. Q,W,E,R,T,G,F,D,U,I eccola qua che l è .. I .. e viene fuori la I …. A… dove è la A ….U, I,O,P,D,F,G, eccola qua …A e viene fuori la  A .. ma guarda te che robe … (i due impiegano qualche minuto a scrivere la parola CIAO intanto meno dopo aver visto le prime lettere guarda attorno al computer per capire com’è fatto  ).

Mn: Guarda guarda che tecnologia…. (vede un filo della corrente …) e questo a cosa serve …??? (lo toglie ..)

Cc: Oh.. è sparito tutto …  perbacco …  cos’hai fatto ??? …

Mn: Bo’ io ho solo toccato questo filo  ..

(entra il negoziante)

Ng: Ma cosa fate !!! (vede il computer …) chi ha spento il computer !!!

Cc: (indicando il video del computer) Non lo so’,  qui è sparito tutto!!!

Ng: per forza avete staccato la spina !!!

Cc: eh.. si calmi   .si calmi … piuttosto qello che ho scrìtto io dov’è che qui non si vede niente ?

Hg: Eh .. se avete spento il computer è andato perso !

Cc: ah ..come come  .. tutto il mio poema è andàto perso ?

Ng: eh si …

Cc: Eh .. ma allora come si fa… se manca la corrente si perde tutto?

Ng: Certo , va a corrente!

Cc: Ah no, no E’ meglio che continui a scrivere sopra un pezzo di carta … (estrae dal portafoglio un bigliettino ) guardi  qua! E’ una lettera che mio bisnonno ha scritto a mio nonno… durante la guerra del quindici diciotto . Vede ? questa ha passato  due guerre, l’ alluviòne del  1966 a Motta di Livenza, il teremòto del Friuli del 1979… ed è ancora qui  che si può leggere, e il suo computer, perchè Meno ha staccato una spina, abbiamo perso tutto ?

      Ho deciso che a mio nipote  gli regalo un bèl diario , che almeno quando è scritto con la penna rimane per sempre … e se non c’è corrente, … accende una candela e riesce a leggere lo stesso .. !!!

       … arrivederci ( i due escono indignati)

Ng: Ma … (Pausa, Guarda il pubblico e allarga la braccia sconsolato )

FINE

FINE       By Marco Bortolin


Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 2.5 Italia

Tu sei libero:

di riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, rappresentare, eseguire e recitare quest'opera di modificare quest'opera

Alle seguenti condizioni:

·Attribuzione. Devi attribuire la paternità dell'opera nei modi indicati dall'autore o da chi ti ha dato l'opera in licenza.

·Non commerciale. Non puoi usare quest'opera per fini commerciali.

·Condividi allo stesso modo. Se alteri o trasformi quest'opera, o se la usi per crearne un'altra, puoi distribuire l'opera risultante solo con una licenza identica a questa.

Ogni volta che usi o distribuisci quest'opera, devi farlo secondo i termini di questa licenza, che va comunicata con chiarezza. In ogni caso, puoi concordare col titolare dei diritti d'autore utilizzi di quest'opera non consentiti da questa licenza. Nothing in this license impairs or restricts the author's moral rights.

Le utilizzazioni consentite dalla legge sul diritto d'autore e gli altri diritti non sono in alcun modo limitati da quanto sopra.

Questo è un riassunto in linguaggio accessibile a tutti del Codice Legale (la licenza integrale).

  

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 0 volte nell' ultima settimana
  • 0 volte nell' ultimo mese
  • 3 volte nell' arco di un'anno