Rifarsi una vita

Stampa questo copione

TITOLO

RIFARSI UNA VITA

Commedia Comica in due tempi di

Oreste De Santis

TRAMA

Ciro esce dal carcere Poggioreale di Napoli dopo aver scontato una pena di 20 anni per aver ucciso l’amante di sua moglie, omicidio di cui Ciro si è sempre dichiarato innocente. Parte per Milano dove  vive la sua unica parente la  sorella Carmela per trovare lavoro e tentare di “Rifarsi una vita”. Ma il marito di Carmela, Salvatore non vede di buon occhio Ciro, è geloso dell’affetto di Carmela per il fratello, e  soprattutto non crede alla sua innocenza.

SCHEDA TECNICA

Numero personaggi -    Sette (5 maschi e due donne)

Scena -                          UNICA

Durata -                        Due ore circa

Lingua -                        Italiano - Napoletano

Genere -                       Comico moderno

Musiche -                     Carmela ( di Oreste De Santis – scaricabile dal sito )

***

sito web – http://www.orestedesantis.com – email – orestedesantis@libero.it

“RIFARSI UNA VITA”

Commedia Comica in due tempi di

Oreste De Santis

***

Casa Esposito (vivono a Milano). La scena (  un soggiorno modesto) dovra' contenere : una porta d'ingresso al centro della scena, un arco posto a sinistra dello spettatore che  porta alle altre stanze, una porta sara' la stanza di  CIRO, un'altra quella del  NONNO, ,    un balcone accessibile  divide le due stanze di ciro e del nonno   ,  una porta aperta porta alla cucina..  indispensabile alla scena sono:  un divanetto a due posti, un tavolo con almeno  due sedie,  una chitarra, un telefono, una poltrona posta all'opposto del divano e un séparé.

***

All'apertura del sipario   ELEONORA ( zitella Veneziana) e  CARMELA sono sedute al tavolo e bevono un caffe' .  

 

CARMELA/  SIGNORINA  ELEONORA STATE CALMA, MIO FRATELLO DEVE ARRIVARE A MOMENTI ..COME  ARRIVA IO VI CHIAMO 

ELEONORA/ ( ZitellaVeneziana, sui quarant'anni, é in vestaglia,) OH SIORA CARMELA MI SENTO TUTTA EMOSIONATA NON VEDO L'ORA DI VEDERLO DA VICINO, CHE EMOSIONE SIORA, CHE EMOSIONE

CARMELA/ SIGNORINA ELEONORA SENTITE....  IO A MIO FRATELLO  NON GLI HO DETTO NIENTE DI QUESTA COSA,   MI RACCOMANDO DEVE SEMBRARE  TUTTO NATURALE , 

ELEONORA/ SI, SI NON VI PREOCCUPATE  SIORA CARMELA, SU QUESTO PUNTO ANCH'IO SONO D'ACCORDO,  MA SONO  COSI' IN ANSIA, OH CHE ANSIA SIORA CARMELA CHE ANSIA

CARMELA/ SIGNORINA ELEONORA , A ME,  SE VOI E MIO FRATELLO LEGATE...MI FAREBBE MOLTO PIACERE PERCHE' VI CONOSCO E SO' CHE PERSONA SIETE

 ELEONORA/ GRAZIE SIORA CARMELA, 

CARMELA/ MA SE LA NAVE NON VA NEL PORTO (alludendo all'eventuale matrimonio)....... VOI NON CI DOVETE RIMANERE MALE,  

ELEONORA/ PER CARITA' SIORA CARMELA, COSA DITE ? VOI GIA 'STATE FACENDO TROPPO PER ME , MI SON SOLA,   NON HO PIU' NESSUNO...E' STATA UNA FORTUNA PER MI ABITARE ALLA PORTA ACCANTO ALLA VOSTRA  SPERIAMO SOLO CHE A VOSTRO FRATELLO , IO CI VADO BEN

CARMELA/ E NON VI PREOCCUPATE,   IO HO UN GRANDE ASCENDENTE SU MIO FRATELLO E POI , VE L’HO DETTO,  A ME MI FAREBBE MOLTO PIACERE

ELEONORA/ COME SIETE BUONA  .....SIORA CARMELA IO VI  VOGLIO  TANTU BEN

CARMELA/  (ironica) GRAZIE,  E  SPERUM CHE TUTTO VADA COMO  DEVE ANDAR  E CHE VE POSSO DIR

ELEONORA/ E VOSTRO SUOCERO COME LE  STA?

CARMELA/  E COME  LE STA?   DA QUANDO E' CADUTO E HA SBATTUTO LA TESTA NU CAPISCE CHIU' ( più) NIENTE , I DOTTORI DICONO CHE LUI E' COME SE STESSE FACENDO UN VIAGGIO NELLA MEMORIA, MA CHE PRIMA O POI TORNERA',   CHIAMA  SEMPRE A FILOMENA, FILOMENA DI GIORNO E DI NOTTE

ELEONORA/ LA SU MOGLIE?

CARMELA/ NO.. LA MOGLIE SI CHIAMAVA ROSARIA, MANGIA CIOCCOLATINI…DALLA MATTINA ALLA SERA,  E POI  PASSA LE GIORNATE INTERE NEL BAGNO DELLA SUA STANZA …QUESTO FA…

ELEONORA/  UH POVERINO COME MI DISPIACE

CARMELA/  VI DISPIACE?  SE FOSSE STATO PER ME GIA' L'AVREI CHIUSO IN UN'OSPIZIO,  MA MIO MARITO NON VUOLE …PURE LUI E' CONVINTO CHE TORNERA'… PERO' IO CON QUESTA FILOMENA…

ELEONORA/ LA SU MAMMA?

CARMELA/  SIGNORINA ELONORA  LASCIATE PERDERE, NEMMENO NOI SAPPIAMO CHI E' QUESTA FILOMENA,

SALVATORE/ (fuori scena) CARME' MA CU CHI STAI PARLANNE? ( carmela ma con chi stai parlando?)

CARMELA/ SALVATO'  STO' CON LA SIGNORINA ELEONORA, 

ELEONORA/ FORSE E' MEGLIO SE VADO  (alzandosi)

CARMELA/ SIGNORINA ELEONORA MI RACCOMANDO, ANCHE   MIO MARITO NON SA E NON DEVE SAPERE NIENTE DI QUESTA COSA

ELEONORA/ GIUSTO,  SONO D'ACCORDO

CARMELA/ SIETE D'ACCORDO?

ELEONORA/ SI, SI

CARMELA/ E ALLORA ANDATE... VI CHIAMO IO APPENA LA SITUAZIONE LO PERMETTERA'

ELONORA/  VA BENE,      ...A TRA POCO (esce)

CARMELA/  ARRIVEDERCI...... UH E MAMMA MIA E COMME STA AGITATA  A SIGNURINA, ( uh mamma mia e come sta agitata la signorina) SALVATORE IL CAFFE’ E’ PRONTO

( TELEFONO DUE SQUILLI )

CARMELA/    PRONTO,  CIRO….. .. SI ARRIVATO?  (agitata) CIRO NUN TE MOVERE A N’COPPA A STAZIONE… MO TE FACCIO VENI A PIGLIA A' SALVATORE,  ..SI, SI    MO' GLIELO DICO.. (a salvatore)  SALVATO' MIO FRATELLO E' ARRIVATO, CE VO' DICERE COCCOSO? (Pronto ciro sei arrivato? Ciro non ti muovere dalla stazione che adesso ti faccio venire a prendere da salvatore, si, si adesso glielo dico , salvatore  mio fratello e’ arrivato ci vuoi dire qualcosa?)

SALVATORE/  (fuori scena) DINCELLE CHE ERA MEGLIO SI NUN VENIVA PROPRIO ( digli che se non veniva proprio… era meglio)

CARMELA/ (gesto di disappunto rivolto al marito)  CIRO, SALVATORE  HA DETTO CHE MO' SUBITO TI VENE A  PIGLIA' , ASPIETTE DIECI MINUTI..   STA' SENZA PENSIERO… CIAO. ( ciro salvatore ha detto che adesso subito ti viene a prendere aspetta dieci minuti  e stai senza pensiero ciao)  (chiamando) SALVATO , SALVATO'   CIRO E' ARRIVATO

 

SALVATORE ( in scena dal lato letto)  mentre infila camicia e tenta di fare il nodo alla cravatta senza riuscirci e  che poi gli farà  Carmela) NATAVOTO? ( ancora?) E HO CAPITO…. E' ARRIVATO, (ironico) CARME' VUOI CHE GLI MANDIAMO LA BANDA?

 

CARMELA/   VIESTETE FA  AMBRESSE CA CHILLO TE STA’ ASPETTANNE ( vestiti fai presto che quello  ti sta aspettando)  

SALVATORE/  (scocciato, si prende il caffé) E  STA ASPETTANNE?,  E ASPETTE.  MA TU A CHI VO' ACCIDERE  AH, NUN E’ MANCO ARRIVATO E’ GIA DA’ FASTIDIO STU FRATE TUO ( ah si?   e vorra dire che aspettera’,  ma tu a chi vuoi uccidere?  non e’ nemmeno arrivato che già dà fastidio, tuo fratello) MA PROPRIO   QUA DOVEVA VENIRE? 

CARMELA/ (ironica)  E DOVE DOVEVA ANDARE  ?

SALVATORE/ E CI SONO TANTI POSTI NEL MONDO,

CARMELA/ (ironica)   MI DISPIACE , MA IL SUO UNICO PARENTE  VIVE A MILANO SI CHIAMA CARMELA E TENE A NU MARITO CA NUN CAPISCE NIENTE .. ( e tiene un marito che non capisce niente). E CHE MISERIA.... DOVRESTI AVERE ALMENO UN PO’ DI COMPASSIONE VERSO UNA PERSONA CHE NELLA SUA VITA HA TANTO SOFFERTO

SALVATORE/ E HA SOFFERTO PER COLPA SUA, IO CHE C’ENTRO ? CARME' GLI ERRORI SI PAGANO, SI PAGANO SEMPRE,  COME VEDI PUR’IO  STO PAGANDO PER UN ERRORE CHE HO COMMESSO TANTI ANNI FA

CARMELA/ E QUALE SAREBBE QUESTO ERRORE, NON ME L’HAI MAI DETTO

SALVATORE/ L’ERRORE DI AVERE SPOSATO UNA DONNA CHE PRIMA DEL MATRIMONIO ERA DOLCE, AFFETTUOSA, COMPRENSIVA, NU BISHOU’ E FEMMENA,

CARMELA/ E DOPPO..O’ MATRIMONIO? ( e dopo il matrimonio?)

SALVATORE/ E DOPPO O' MATRIMONIO SI E’ TRASFORMATA IN UNA DONNA   (profondo) AMARA,

CARMELA/ AMARA?

SALVATORE/ PETULANTE,

CARMELA/ (arrabbiata) AMARA, PETULANTE UE' MA CHE STAI DICENNE? ( ue’ ma che stai dicendo?)

SALVATORE/ UNA DONNA CA NUN CE PO’ DICERE NA COSA CA SUBITE S’INCAZZA  ( una donna a cui non puoi dire una parola che subito si arrabbia)

CARMELA/  E SI CAPISCE ,  SI TU DICE E STRUNZATE IO ME N’CAZZA, MUOVETE FA AMPRESSE  ( ma si capisce, se tu dice le stronzate io mi arrabbio)

SALVATORE/ NA FEMMENA CHE VA SEMPE E PRESSE,  ( una donna che va sempre di fretta)

CARMELA/ (gridato)  SALVATO' ANCORA?

SALVATORE/ C’ALLUCCA COMME A NA PAZZA , ( che grida come una pazza/ come un folle) IN POCHE PAROLE CARMELA MIA …UNA GRANDE,   (ben scandita ) CACAZZA " ( rompiballe)

CARMELA/ SALVATO' A VUO' FERNI' ( salvatore hai finito?)

SALVATORE/  HO FINITO

CARMELA/   IO INVECE,  ,  MI SONO RITROVATA UN UOMO, CA PRIMMA DO'  MATRIMONIO  ERA STRUNZO   ( che prima del matrimonio era uno stronzo)

SALVATORE/  E DOPPE O' MATRIMONIO ? ( e dopo il matrimonio?)

CARMELA/ ....(gridato)   E DOPPE O' MATRIMONIO E' CHIU' STRUNZO ANCORA  ( e dopo il matrimonio è piu stronzo ancora)

SALVATORE/ (contrariato) E SI VEDE CHE QUESTO MATRIMONIO NON  MI HA FATTO BENE,   NON MI HA FATTO BENE

CARMELA/ (smorfiando) UN UOMO CHE DICEVA IO DIVENTERO’ UN GRANDE ARTISTA,

SALVATORE/ E TU A CHIAGNERE, A CHIAGNERE ( e tu a piangere, a piangere)

CARMELA/  E IO A CHIAGNERE?  ( e io a piangere ?)

SALVATORE/ SI (convinto)

CARMELA/ MA CHE STAI DICENNE, E CHE AVEVA CHIAGNERE A FA?  ( ma che stai dicendo e che dovevo piangere a fare?)

SALVATORE/  PIANGEVI CARMELA MIA, PIANGEVI E DICEVI (imitandola, piangendo) SALVATO’ SE TU DIVENTI UN GRANDE ARTISTA IO  E TE NON CI VEDIAMO PIU’ ,  TU DIVENTI UN PERSONAGGIO FAMOSO CONOSCI ALTRE DONNE,  CHE PENSI A  CARMELA?  TU ..TA' SCUORDE PROPRIO A CARMELA , ( tu  a carmela te la scordi sicuramente) MA CHE TE NE MPORTA CHIU' E CARMELA…( ma che t’importa più di carmela) MA PURTROPPO QUESTO NON E'  SUCCESSO

CARMELA/ MA STATTE ZITTE ,  MO' VULISSE DICERE CA SI NUN SI DIVINTATE NU GRANDE ARTISTA A COLPA E’ A MIA MO' ? ( ma smettila adesso vorresti dirmi che se non sei diventato un grande  artista la colpa è mia?)

SALVATORE/ E’  SI CAPISCE, PER NON LASCIARTI, HO APPESO LA CHITARRA AL  CHIODO,   ( alla chitarra)  AH  CATERINA, CATERINA  QUANTE NOTTATE AGGIO PASSATE INSIEME A TE  N’COPPA A NA SPIAGGIA A CANTA' ( quante notti ho passato insieme a te   sulla spiaggia  a cantare)

CARMELA/ ACCUSSI’ IO CHIAGNEVE E TU ME FACIEVE E CORNE CU CATERINA.. ( e così   io piangevo e  tu mi facevi le corna con caterina)

SALVATORE/ MA QUALI CORNE ? CATERINA E'  LA' CHITARRA... LA CHIAMAVO COSI' COME  FOSSE  UNA COSA VIVA, LA COMPAGNA FEDELE DI TANTE AVVENTURE (prende la chitarra) PER TE CARMELA MIA HO BUTTATO AL VENTO TUTTE LE MIE AMBIZIONI  DI ARTISTA DI SUCCESSO , CANZONI SCRITTE COL CUORE

( accordo di chitarra LAm ...accenna a cantare )

SALVATORE/ (cantato triste) COMME TE CHIAMME TU

NONNO/ (fuori scena ) VICIENZO

CARMELA/ TUO PADRE SI E' SVEGLIATO

SALVATORE/ COMME TE CHIAMME TU?

CARMELA/ (cantato) CARMELA (insieme a nonno)

NONNO/   VICIENZO (insieme a Carmela)

SALVATORE/ (cantato) COMME TE CHIAMME TU  

CARMELA/   (gli toglie la chitarra e la Riappende)     SALVATO' , CIRO   STA

ASPETTANNE NCOPPA A STAZIONE  , PUOSE STA CHITARRA ( salvatore ciro sta aspettando sulla stazione posa questa chitarra)

SALVATORE/  DA GRANDE ARTISTA A TASSISTA, QUESTA E' LA FINE CHE  MI HAI FATTO FARE, DAMME NA FOTOGRAFIA CHE A STU FRATE TUO'  ( dammi una foto che questo tuo fratello) NON LO  VEDO DA  20 ANNI

CARMELA/   E  PER FORZA  ....   MAI CHE UNA VOLTA SEI VENUTO A TROVARLO, 

SALVATORE/  TUO FRATELLO , DOPO TUTTO QUELLO CHE HA FATTO NON SI MERITA NIENTE, E INVECE TU LO PORTI A CASA MIA,  A CASA MIA LO PORTI

CARMELA/    CIRUZZIELLO ( il piccolo ciro)  NON HA FATTO NIENTE, NIENTE DI GRAVE, E PO' SI CE PUTIMME TENE'  A CHILLO NZALLANUTO E PATETE,   IN CASA MIA CE PO' STA PURE FRATEME   (  e poi se ci possiamo tenere  allo scimunito di tuo padre,  in casa mia ci puo’ stare anche mio fratello)

SALVATORE/ (ironico)    CARME'  CIRUZZIELLO E' UN ASSASSINO,  HA  UCCISO L'AMANTE DI SUA MOGLIE E SI E' FATTO VENT'ANNI DI CARCERE, (ironico) ....CIRUZZIELLO  

CARMELA/ MIO FRATELLO NUN ACCISO A NISCIUNO, ( non ha ucciso nessuno) HA SEMPRE DETTO DI ESSERE INNOCENTE

SALVATORE/     FAMME O' NUZZUOLA DA CRAVATTE CA NUN O’ SACCIO FA, E NON NE PARLIAMO PIU' PERCHE' SENNO' C'APPICICAMME,  ( fammi il nodo alla cravatta che non lo so fare e non ne parliamo più perché senno’ ci litighiamo)

CARMELA/ E' STATO UN ERRORE GIUDIZIARIO, IO A MIO FRATELLO L'HO SEMPRE CREDUTO DAL PRIMO MOMENTO

SALVATORE/    E DALLE ( uffa’) ...CARMELA  TU SEI LA SORELLA, TI FAI PRENDERE DAI SENTIMENTI

CARMELA/ NON C'ENTRA, MIO FRATELLO E' STATO CONDANNATO SOLO PERCHE' NON AVEVA UN ALIBI DECENTE E QUANDO L'HANNO INTERROGATO STAVA UBRIACO

SALVATORE/   CARME’ CIRUZZIELLO  STAVA SEMPRE  UBRIACO,

CARMELA/ ( con grinta, lo strozza con la cravatta)  E PER COLPA  , DI QUELLA ZOCCOLA DELLA MOGLIE...CE FACEVE E CORNE, ( gli metteva le corne)   VOLEVA FARE LA BELLA VITA,  I SORDE NUN CE BASTAVANE  MAI...( i soldi non le bastavano mai) (commossa)   MIO FRATELLO FATICAVA NOTTE E IUORNO,  ( lavorava notte e giorno)

SALVATORE/ (cantato) E FATICAVA NOTTE E IUORNO, (ironico) ....CARME'  SE LA MOGLIE VOLEVA FARE LA BELLA VITA, COME DICE TU, LA POTEVA LASCIARE, DIVORZIARE, ABBANDONARE AL SUO DESTINO,   NO, INVECE QUELLO CHE FA ?  FA UN’OMICIDIO , MA PERCHE' NUN S'ACCEDEVA PUR'ISSE E SE LEVAVE A NANZE,  ( ma perché non si uccideva pure lui e risolveva il problema)

CARMELA/  (commossa) MIO FRATELLO ERA INNAMORATO, A VULEVE TROPPA BENE, SALVATO' TU L’AMMORE TE SI SCURDATE CHE SIGNIFICA....  ( la voleva troppo bene  salvatore tu l’amore te lo sei scordato che significa)

SALVATORE/ COME SAREBBE? IO PER AMORE HO RINUNCIATO ALLA CARRIERA...(cantato senza chitarra) COMME TE CHIAMME TU

NONNO/ (cantato) VICIENZO

CARMELA/ MA QUALE CARRIERA..... MUOVETE FA AMBRESSE ( fai presto, sbrigati)

SALVATORE/ SE NON FOSSI ANCORA INNAMORATO DI TE ,  GIA' TI AVREI LASCIATO....   DAMME STA' FOTOGRAFIA VA'  ( dammi questa foto )

(TELEFONO)

NONNO/(fuori scena) O' TELEFONO,  O' TELEFONO

CARMELA/ PRONTO,  (allarmata) CIRO... CHE E' STATO CHE E' SUCCIESO, CIRO,  

( pronto ciro che c’é che è successo)

SALVATORE/ NUN E' MANCO ARRIVATO CA GIA' SO GUAIE ( non è nemmeno arrivato che già sono guai)

CARMELA/  AH,  MENOMALE PENSAVO CH'ERA SUCCIESO COCCOSO... ( ah niente, meglio cosi,  che paura pensavo fosse successo qualcosa)  SALVATORE?   )

SALVATORE/ ( ironico)  SE N'E GHIUTE....( se n’è andato)

CARMELA/ NO, NO STA ANCORA QUA ,   MO' ( adesso)  S'E' VESTITO E TRA  DIECI MINUTI    STA DA TE… LA STAZIONE STA QUA VICINO,  CIRO NON TI PREOCCUPARE 

SALVATORE/  VA' PURE E PRESSE O’ SIGNURINO, CARME' VISTE CA A' TELEFONATO FATTE DICERE COMME STA VESTUTO  (mentre si allaccia le scarpe)

 ( va anche di fretta il  signorino , carmela visto che ha chiamato fatti dire come è vestito)

CARMELA/ CIRO  PE FAVORE DIMME  COMME STAI VESTUTO, A MAGLIA ARANCIONE? (lo ripete a salvatore a bassa voce) SALVATO' TENE A MAGLIA ARANCIONE ( ciro per favore dimmi come stai vestito, la maglia arancione?  Salvatore tiene la maglia arancione)

SALVATORE/   O' CAZONE? COMME O' TENE O' CAZONE? ( e il pantalone? Come lo tiene il pantalone?)

CARMELA/ CIRO COMME O' TIENE O' CAZONE E CHE COLORE? ARANCIONE?

(c.s.) SALVATO' TENE O' CAZONE ARANCIONE ( ciro come lo tieni il pantalone di che colore? Arancione? Salvatore tiene il pantalone arancione)

SALVATORE/ PURE O' CAZONE?    ( anche il pantalone?)

CARMELA/  SI CIRO (a salvatore)  … TENE PURE O' CAPPIELLO ,  ..CIRO E CHE COLORE E' O CAPPIELLO? ( si ciro, salvatore  tiene pure il cappello, ciro e di che colore è il cappello?)

SALVATORE/ E CHE CE  O' DOMANDA A FA .....? ( e che glielo domandi a fare?)

CARMELA/ DA BERSAGLIERE?  HO CAPITO BENE  HAI DETTO BERSAGLIERE?

SALVATORE/ CARME MA  MO' CHE CE AZZECCHENE I BERSAGLIERE? ( ma cosa c’entrano i bersaglieri adesso?)

CARMELA/ (a salvatore) STATTE ZITTE CA NUN CAPISCO NIENTE ,  ( e stai zitto che non capisco niente)   SALVATORE?  SI , SI   STA USCENDO IN QUESTO MOMENTO ... ..CIAO

 SALVATORE/ CARMELA  CHE C'ENTRANO I BERSAGLIERI?

CARMELA/ TENE O' CAPPIELLO A’ BERSAGLIERE  ( tiene il cappello da bersagliere)

SALVATORE/ (ironico)  ... A  MAGLIA ARANCIONE,  O' CAZONE ARANCIONE , O' CAPPIELLO A BERSAGLIERE , CARME’  O PORTANO O' MANICOMIO SICURO ( la maglia arancione, il pantalone arancione, il cappello da bersagliere, carmela lo portano al manicomio  sicuro)

CARMELA/   HA DETTO CHE E'  UN REGALO DI UN AMICO DEL CARCERE CHE  SI E' IMPICCATO, E GLIEL'HA LASCIATO IN EREDITA', 

SALVATORE/ (ironico) E CHE BELLE EREDITA'

CARMELA/  AH E COMME A FAI LONGA, AVRA' PENZATO CA TU NUN O' CANUSCE, COSI' SE MISE O' CAPPIELLO E BERSAGLIERE,  MIO FRATELLO E' INTELLIGENTE ( ah e come sei pensante, avrà pensato che tu non lo conoscevi e si è messo il cappello da bersagliere, mio fratello è intelligente)

SALVATORE/  (ironico) E AVRA' PRESO DALLA SORELLA...

NONNO/ (esce dalla sua Stanza  ha in testa una parrucca di Carmela, sempre in movimento, loro avanti e il nonno indietro ) BUONGIORNO

 

SALVATORE/ (come se il nonno non ci fosse) SIENTE CARME'  STA COSA CHIARIAMOLA SUBITO,  SIAMO RIMASTI D’ACCORDO CHE RESTERA' IN CASA NOSTRA UN MESE, E UN MESE DEVE ESSERE  

CARMELA/ SALVATO' MIO FRATELLO DEVE RIFARSI UNA VITA, 

SALVATORE/  E  SONO D’ACCORDO,  MA SENZA ROVINARE QUELLA DEGLI  ALTRI

NONNO/  (con voce più alta ) BUONGIORNO 

SALVATORE/ CARME' UN MESE

NONNO/ BUONGIORNO, BUONGIORNO

CARMELA/ APPENA TROVA LAVORO

NONNO/ BUONGIORNO, BUONGIORNO

SALVATORE/ E SE SI IMPEGNA A MILANO DOPO UN MESE  QUALCOSA TROVA, 

NONNO/ BUONGIORNO

CARMELA/ QUELLO SI E' FATTO VENTANNI DI CARCERE,      CON UN MESE  NON CE LA FA.

SALVATORE/ CE A FA', ( ce la fa)

CARMELA/   NUN CE A FA ( non ce la fa)

NONNO/ NUN CE A FA

SALVATORE/ CE A' FA, CE A' FA,

CARMELA/ SALVATO’ NUN CE A FA'

NONNO/ CE A FA O' NUN CE A FA? ( ce la fa o non ce la fa?)

SALVATORE/ CARME' CE  ADDA' FA ( carmela ce la deve fare)

CARMELA/  E SI NUN CE A' FA? ( e se non ce la fa?)

SALVATORE/  SI PIGLIA ( prende)  A VALIGIA E SE NE VA', CARME'  ABBIAMO DETTO UN MESE E UN MESE DEVE ESSERE 

CARMELA/ VA BENE' UN MESE,  MO’ ( ora)   PERO’ FA' AMPRESSE  ( fai presto)  CHE TI  STA ASPETTANNO   

NONNO/ BUONGIORNO ( fa per  uscire di casa)

SALVATORE/ PAPA' BUONGIORNO MA DOVE VAI?  E LIEVATE STA PARRUCCA A CAPA, (a carmela) TU E STU VIZIE D'E' PARRUCCHE…..PAPA' FA' O' BRAVO ME RACCUMANNO,  NUN FA' PIGLIA COLLERA  A CARMELA, HAI CAPITO?  FA O' BRAVO CA MO' CHE TORNO TE PORTO E CIUCCULATE. MO' ASSIETTE (sulla poltrona) BRAVO…CARME’ HAI VISTO? CON LA DOLCEZZA SI OTTIENE TUTTO…. ( e togliti questa parrucca da testa , tu e questo vizio delle parrucche , papa’ fai il bravo mi raccomando  non fare arrabbiare carmela  hai capito?  Fai il bravo che adesso che torno ti porto le cioccolate  dai siediti qua )

 

CARMELA/ (interrompendo) SALVATO' E VO' I', MIO FRATELLO STA’ ASPETTANDO ( salvatore e vuoi andare mio fratello ti sta aspettando)

SALVATORE/ VADO, VADO (esce)

 NONNO/ BUONGIORNO

CARMELA/ PAPA' BUONGIORNO…PAPA' FATE IL BRAVO CHE DEVO FARE UNA TELEFONATA IMPORTANTE, MANGIATEVI LE CIUCCOLATE  (Carmela va a telefonare) PRONTO  C'E' IL SIGNOR  ANDREA CALMAZ….  …AH NON C'E' CORTESAMENTE …PUO' DIRE CHE HA CHIAMATO LA SIGNORA CARMELA ESPOSITO, SI CARMELA ESPOSITO AVETE CAPITO BENE,….GRAZIE .. ARRIVEDERCI…  NU CE STA MAI….CHISTE ( non c’e’ mai questo)    PAPA'….PAPA'  O' VULITE' NU POCHE E CAFE'   ( lo volete un bel caffè?)

NONNO/ VOGLIO' A FILOMENA, FILOMENA  ADDO STA? ( dove sta?)

CARMELA/   IN NOME DEL PADRE DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO SANTO (si fa il segno della croce) PAPA' PIGLIATEVE  O' CAFFE',  SENNO' POI DITE CHE IO NON VE LO DO' MAI    ( papa’ prendetevi il caffè senno’ dite che io non ve lo do mai)

NONNO/ (gridato) NUN VOGLIO NIENTE, (gli butta il vassoio con il caffé per aria   )

CARMELA/ (impaurita)  TE POZZENE ACCIDERE,  … NUN BASTAVE O' FIGLIO.. PURE O' PATE' E' STRUNZE. ( te possano …non bastava il figlio pure il padre e stronzo)

NONNO/ VOGLIO BERE, VOGLIO BERE….

CARMELA/    MO' VO BERE,  (adesso vuole bere)

NONNO/ VOGLIO BERE BUONGIORNO, VOGLIO BERE BUONGIORNO, 

CARMELA/ UH MAMMA MIA ( raccogli la tazzina)

NONNO/ (veloce) VOGLIO BERE BUONGIORNO.. VOGLIO BERE  BUONGIORNO

CARMELA/ (con la sua stessa cadenza)  IO TE ACCIDO STASERA, IO TE ACCIDO STASERA ( io ti uccido stasera)

NONNO/ (gridato) VOGLIO BERE ..

 

CARMELA/  NU MUMENTO…,  IAMMA A VEDE'  (un momento aspettate)  (gli mette delle gocce in un po' d'aqua)  10…GOCCE E CALMANTE , CU TUTTA A BUONA VOLONTA' MA IO NUN CE A’ FACCIO ( 10 gocce di calmante con tutta la buona volontà ma io no ce la faccio)

PAPA'/ VOGLIO A FILUMENA, FILUME' ADDO' STA? ( voglio Filomena, Filomena dove sta?)

CARMELA/ ( continua con le gocce) FACIMME 20 VA'… ( facciamo 20)

NONNO/ (sempre più gridando) FILUME', FILUME' ADDO STAI? ( Filomena, Filomena dove sei?)

CARMELA/ 40

NONNO/  ( sempre più disperato) VOGLIO A FILUMENA, FILUME' , VOGLIO A FILUMENA

CARMELA/ TUTTO O' BUCCETTINO …..E' ANDATA ( Tutte le gocce , vada come vada)

CARMELA/ PAPA'  PIGLIATEVE  L'ACQUA…BEVETE, BEVETE E  VE FACCIO VEDE' CA FILOMENA SUBITO ACCUMPARE  ( papà prendetevi l’acqua bevete, e vi faccio vedere che Filomena subito compare)

 

NONNO/   VOGLIO A FILUMENA, (beve)

CARMELA/  ( come in sogno) FILUMENA SUBITO  ARRIVA

NONNO/ VOGLIO A FILUMENA ( decrescendo)

CARMELA/   C''UNA VESTAGLIA TUTTA AZZURRA, E NA CURONA NCAPA ( con una vestaglia tutta azzura e una corona in testa)

NONNO/  (decrescendo abbandonandosi al sonno)  VOGLIO A FILUMENA,

CARMELA/  CUI CAPILLE TUTTE  PITTATE D'ORO , COMME A NA MADONNA ( con i capelli colore oro come una Madonna)

NONNO/ NO,  NUN A VOGLIO A MADONNA ,VOGLIO A FI LU ME NA, (si addormenta) ( no , non voglio la madonna voglio a Filomena)

CARMELA/   VULIEVA A FILUMENA (Carmela sistema il Séparé' davanti alla poltrona in modo da coprirlo ) ( volevi a filomena)

 

NONNO/…S'E' ADDURMENTATO   ASSA FA' A DIO….MEZZORA E PACE ( si è addormentato finalmente, mezz’ora di pace)

( bussano alla porta)

CARMELA/ UN MOMENTO,  STO' VENENDO  (avvicinandosi alla porta, ) CHI E'?

CIRO/  ( fuori scena) SONO  L'AVVOCATO COLOSSEO ANTONIO

CARMELA/ COME?

CIRO/ ( fuori scena) SONO  L'AVVOCATO COLOSSEO ANTONIO

CARMELA/ E IO SO A TORRE E PISA , SE NON MI DITE CHI SIETE VERAMENTE IO NON VI APRO ( e io sono la torre di Pisa, se non mi dite chi siete veramente io non vi apro)

CIRO/ CARMELA SONO CIRO TUO FRATELLO

CARMELA/ CIRO?  (apre) CIRO TRASE  ( entra) (tutto arancione e cappello da bersagliere in testa e valigia ,)

CIRO/ CIAO CARMELA (abbraccio e bacio)

CARMELA/ CIRO FINALMENTE ...  CIRO COME STAI?

CIRO/ CARME' STO BUONO ( carmela sto bene)

CARMELA/ CIRO SALVATORE  T'E' VENUTE A PIGLIA'  ( a prendere) ALLA STAZIONE

CIRO/  CARME' A VERITA' MI SO' SCUCCIATO D'ASPETTA'  ( in verità mi sono scocciato di aspettare) E HO PRESO UN TAXI 

CARMELA/ E VA BUO'  HAI FATTO BUONO,  E I SOLDI PER IL TAXI LI TENEVI? ( e va be’ hai fatto bene , ma i soldi del taxi li tenevi?)

CIRO/   ....CARME'  IO  ....  NUN TENGO MANCO NA LIRA ....  ( carmela io non ho una lira)

CARMELA/ EMBE' E COMME HAI FATTO A PAGA' O' TAXI? CIRO TU SI SCHEDATO DEVI STARE ATTENTO

CIRO/   NUN TE PREOCCUPA', ( non ti preoccupare) IL TAXI STA ASPETTANDO GIU', DAMME COCCOSO E SORDE CHE LO VADO A PAGARE,  CARME' NUN ME DICERE NIENTE ( dammi qualcosa di soldi che lo vado a pagare, carmela…non mi dire niente ma)

CARMELA/  CIRO MA CHE DICI?   ASPETTA CHE  MO   TE  PIGLIA  E SORDE   ( ora ti prendo i soldi)

CIRO/ CARME’ TI VOGLIO BENE

CARMELA/  ANZE MO' TE DONGO COCCOSE E SORDE E CHIU'  ( anzi adesso ti do’ qualcosa di soldi in più)

CIRO/ CARME' IO TE VOGLIO TROPPE BENE… CARME'  NUN ME DICERE NIENTE, COMPRO PURE  LE SIGARETTE  ( carmela io ti voglio troppo bene e non mi dire niente compro anche le sigarette)

CARMELA/ MA CHE TI DEVO DIRE ?..  CIRO CI STA UN TABACCAIO  A DUE PASSI VAI E NUN TE PREOCCUPA' (gli dà i soldi)

CIRO/  GRAZIE CARME', MO' SUBITO VENGO  (esce)

CARMELA/     AH FINALMENTE E' ARRIVATO, UH SALVATORE? E MO' ? ( e adesso?) COME' L'AVVISO A SALVATORE?  E VA BUO'  MICA  E' SCEMO?  CHILLE  VEDE CA CIRO NUN CE  STA  ( e va be’ mica è scemo, quello vede che ciro non ci sta ) E TELEFONA...  SICURAMENTE TELEFONA, …SI NUN E' SCEMO…... (se non è scemo)

(bussano alla porta – scena veloce)

CARMELA/ SIGNORINAELEONORA   (vestita molto coperta, agitata)

ELEONORA/   SIORA CARMELA  E' ARRIVATO, E' ARRIVATO?

CARMELA/ SI E' ARRIVATO,  PERO' E' MEGLIO..

ELEONORA/  EALLORA  MI SIEDO QUA  (si siede vicino al tavolo)

CARMELA/  (la fa alzare) NO, NO MEGLIO DI NO, 

ELEONORA/ (agitata) ALLORA MI SIEDO DI LA’ (cambia sedia)

CARMELA/ NO, NO, SIGNURI'….  SENTITE A ME

ELEONORA/  HO CAPITO MI SIEDO SUL DIVANO COSI, HO UN'ARIA PIU' INTERESSANTE   CHE NE DITE? ( in posa pensierosa)

CARMELA/ SIGNORINAELEONORA  FERMATEVI N 'ATTIMO

ELEONORA/ SIORA CARMELA MA DOVE MI DEVO SEDERE?

CARMELA/ (gridato) SIGNORI' NUN V'ASSETTATE PROPRIO   ( signorina non vi sedete proprio)

ELEONORA/ DITE CHE E' MEGLIO SE  LO ASPETTO ALZATA?

CARMELA/ SIGNORINA ELEONO' DICO CHE E' MEGLIO SE ASPETTIAMO UN ALTRO POCO ,  VENITE  FRA DIECI MINUTI,  DIAMOGLI IL TEMPO DI  PRENDERE UN PO' D'ARIA DI CASA  POI VOI BUSSATE  CON UNA SCUSA ,  E IO VE LO PRESENTO

ELEONORA/   GIUSTO, SONO D'ACCORDO

CARMELA/ SIETE D'ACCORDO?

ELEONORA/ SI

CARMELA/ E ALLORA ANDATE

ELEONORA/ ( accenna ad andare via poi torna)   SIORA CARMELA E' BELLO, E' BELLO

CARMELA/ SIGNORINA ELEONO' CHE VI POSSO DIRE?  E' COME L'AVETE  VISTO  SULLE FOTO,   HA  SOLO PERSO QUALCHE CHILO PERCHE' NON BEVE PIU'

ELEONORA/   MEGLIO COSI' ,  GLI UOMINI CHE BEVONO NON MI PIACCIONO,

CARMELA/  A ME NEMMENO LE DONNE

ELEONORA/  SIORA CARMELA, PERDONATEMI, UN'ULTIMA COSA

CARMELA/  SI..CHE C'E'?

 ELEONORA/  ( fa un giro su se’ stessa) DITEMI.... VADO BENE  VESTITA COSI?

CARMELA/   .... SIGNORINA ELEONORA    SE VI    METTETE  QUALCOSA DI PIU’ SCOLLATO E VI  LUATE E BAFFE  ( e vi togliete i baffi)   FORSE RIUSCIREMO AD ATTIRARE DI PIU' LA SUA ATTENZIONE, VOI MI CAPITE…

ELEONORA/ SONO D’ACCORDO, ANCHE L’OCCHIO VUOLE LA SUA PARTE

CARMELA/ APPUNTO...   VENITE TRA DIECI MINUTI, E SCUSATEMI SE VE LO DICO ….SIGNORINA SCULETTATE DI PIU'',

ELEONORA/ COME AVETE DETTO?

CARMELA/ NON VE LO DOVREI DIRE PERCHE' SONO UNA DONNA  , MA IL SEDERE E' IL VOSTRO PEZZO FORTE, SCULETTATE, SCULETTATE

ELEONORA/ DEVO SCULETTARE?

CARMELA/ SI, NON VI PREOCCUPATE QUELLA E' UNA COSA FACILE FATE COME FACCIO IO (gira sculettando seguita da eleonora)

ELEONORA/ SIORA CARMELA VADO BENE COSI?

CARMELA/ BRAVA SIGNORI' ANDATE BENISSIMO,

ELEONORA/ GRAZIE SIORA CARMELA ,  ALLORA  A TRA POCO (esce sculettando) 

CARMELA/   SI, APPROFITTATE FACITE E PROVE, … MAMMA MIA CHESTA STA TROPPO AGITATA,  ( si approfittate fate le prove , mamma mia questa sta troppo agitata)

(Telefono)

CARMELA/ PRONTO SALVATO' SIENTE…NUN CE STA NISCIUNO BERSAGLIERE? LO SO, NUN T'ARRAGGIA, FAMME PARLA' MA CALLUCCA A FA, E LO SO'  PERCHE' MIO FRATELLO GIA' STA QUA, SI ,  S'E' PIGLIATO O'  TAXI, NUN E' SCEMO NUN TE PREOCCUPA', E CHE S'ERA SFASTRIATO E  T'ASPETTA, TE L'AVEVO DETTO FA' AMPRESSE,  PUOI TORNARE, E NUN T'ARRAGGIA' NUN E' SUCCIESE NIENTE,   , MA IO CHE CE POZZE FA SI S'APIGLIATO O' TAXI, E VA BUO' CIAO,   AH  MAMMA MIA ( pronto salvatore senti…non c’e’ nessun bersagliere lo so, non t’arrabbiare fammi parlare ma che gridi a fare,  e lo so perche’ mio fratello gia’ sta qua  si , si è preso il taxi,  non è scemo non ti preoccupare e che si era scocciato di aspettare te l’avevo detto di fare in fretta, puoi tornare,   e va be non ti arrabbiare  non è successo niente, ma io che ci posso fare se si è preso il taxi?, e va bene ciao , ah mamma mia come la fa lunga)

(bussano alla porta)

CIRO/  TUTTO FATTO, ...CARME’  PRENDITI IL RESTO

CARMELA/ CIRO LASCIA STA', TIENATELLE ( ciro lascia perdere tienili pure)

CIRO/ CARME'   TU SEI UN ANGELO...(se li mette in tasca) .PERO'  NUN ME DA' CHIU' SORDE, QUESTI MI BASTANO, SE PO' ME SERVENE TE LI CHIEDO , (però non mi dare piu’ soldi , questi mi bastano se poi mi servono te li chiedo)  ALMENO FINO A QUANDO NON TROVO UN LAVORO... PURE SE E' DIFFICILE....

CARMELA/  CIRO E NON TI SCORAGGIARE CHE UN LAVORO LO TROVERAI

CIRO/ CARME'  IO NON MI FACCIO  ILLUSIONI, IO VOGLIO RIFARMI UNA VITA, MA DOPO VENT'ANNI DI CARCERE E' DIFFICILE CONVINCERE QUALCUNO AD AVERE FIDUCIA IN ME

CARMELA/    CIRO    IO E SALVATORE TI AIUTIAMO,    POI SE ANCHE NON TROVI UN LAVORO FISSO,  A MILANO DI LAVORI SALTUARI NE  TROVI A VOLONTA' TI DEVI SOLO ADATTARE,     " MILANO  E' UNA GRANDE CITTA' "

CIRO/   .....CARME' IO NUN TE VULESSE DA' TANTE FASTIDIO,  PURE A'  SALVATORE...  MA TENGO SULE A TE.... ( carmè io non vorrei darti tutto questo fastidio ..anche a salvatore…ma ho soltanto te)

CARMELA/   CIRO MA CHE DICI? TU SEI MIO FRATELLO,    STARAI QUA TUTTO IL TEMPO CHE TI SERVE

CIRO/  ( convinto) CARME' APPENA TROVO UN POSTO DI LAVORO, ME NE VADO, 

CARMELA/  BRAVO, MO VIENI   CHE TI FACCIO VEDE'RE  LA STANZA TUA,  NUN CE FA CASO E' ARREDATA  PE NA CREATURA, MA PURTROPPO  DIO NON HA VOLUTO  ( non farci caso è arredata per un bambino, ma Dio non ha voluto)

CIRO/  (va a prendere la valigia) E VA BUO' CARME NUN DISPERA', ( e va bhè carmela non disperare) PUO' ANCORA ARRIVARE  

CARMELA/  EH, CIRO FUSSE TROPPE BELLE, MA DOPPE DIECI ANNI E TENTATIVE,  NA PERSONA S'ACCUMINCIA A RASSEGNA'  ( eh ciro sarebbe troppo bello , ma dopo 10 anni di tentativi una persona incomincia a rassegnarsi)

CIRO/ E SALVATORE CHE DICE?

CARMELA/  SALVATORE?  SALVATORE  DICE CHE  FINO A QUANDO I DOTTORI  GLI DANNO SPERANZA, LUI NON SI RASSEGNA  …

CIRO/ E ALLORA?

CARMELA/ E  ALLORA.. .SALVATORE VO' FA SEMPE  ( e allora salvatore vuole fare sempre)

CIRO/ CARME' E FA BUONO  ( e fa bene) ..CARME' DEVI INSISTERE

CARMELA/ (risoluta) CIRO DEVI INSISTERE MA A ME ,   ME  FA MALE A CAPA , TUTTE E SERE , TUTTE E SERE  ,  IA' VIENE CHE TE FACCIA VED'E' A STANZA (escono stanza di ciro) ( ciro devo insistere ma a me mi fa male la testa, tutte le sere, tutte le sere, dai vieni che ti faccio vedere la stanza )

(Telefono I° SQUILLO )

NONNO/ ( si sveglia)    O’ TELEFONO, O’ TELEFONO

SALVATORE/ (apre con la chiave, ha con s'e' una scatola di cioccolatini, scocciato)  MA VIDITE NU POCO, SI AGGIO I’ ANNANZE E A’ DERETE COMME A NU SCEMO, ( ma vedete un po’ se io devo andare avanti  indietro come uno scemo)(

NONNO/ O’ TELEFONO 

SALVATORE/ PAPA' (gli toglie il separè)   PAPA', T'AGGIO PURTATO  E CIUCCULATE  papa’  ti ho portato i cioccolatini)

(TELEFONO II° SQUILLO)

NONNO/ O' TELEFONO, O' TELEFONO

SALVATORE/ ( chiama) CARMELA ( poi rispondi al telefono)

NONNO/   FILUMENA

(TELEFONO III° SQUILLO)

SALVATORE/ PRONTO? CHI? ANDREA CALMAZ… MI DISPIACE.. AVETE SBAGLIATO NUMERO…. E COMUNQUE IO NON CONOSCO A NESSUN ANDREA CALMAZ , ARRIVEDERCI….( chiamando)  CARME'

NONNO/ FILUME' 

SALVATORE/ CARME' ADDO' STAIE? ( carmela dove sei)

NONNO/ FILUME' ADDO' STAIE  ( Filomena dove sei?)

CIRO/ (entrando dalla sua stanza)  CIAO SALVATORE

SALVATORE/    CIRO?

CIRO/ SI, SI SO' CIRO SALVATO' COME STAI? (gli da' la mano)

SALVATORE/ (scocciato) STO BENE GRAZIE, TI SO' VENUTO A PIGLIA' A … STAZIONE ( ti sono venuta a prendere  alla stazione)

CIRO/ LO SO MI DEVI SCUSARE MA HO PRESO UN TAXI,

SALVATORE/ E VA BUO' L'IMPORTANTE CHE SEI ARRIVATO, CHE TI DEVO DIRE….IO QUELLO CHE DOVEVO FARE L'HO FATTO , 

CIRO/ GRAZIE SALVATO' FAI CONTO CHE MI HAI ACCOMPAGNATO TU

SALVATORE/ CIRO MA CARMELA DOVE' STA'?

CIRO/   STA SISTEMANDO LA  STANZA MIA,

SALVATORE/   ….CIRO   VIENE  TE VOGLIO PRESENTA' MIO PADRE PURE LUI STA CON NOI, NUN CE FA CASO  …MA A CAPA NUN CE FUNZIONA CHIU' TANTA BONA, . PERO' NUN FA MALE A NISCIUNO ( ciro vieni , ti voglio presentare mio padre , pure lui sta con noi, la testa non gli funziona tanto bene , ma non fa male a nessuno)

CIRO/  SALVATO' MI DISPIACE,

SALVATORE/ E VA BUO' ORMAI C’AVIMMO FATTO L'ABITUDINE, ( tanto ormai ci abbiamo fatto l’abitudine) PAPA' QUESTO E' CIRO IL FRATELLO DI CARMELA (espressione del nonno come se avesse capito) HA CAPITO…HA CAPITO

CIRO/ PIACERE CIRO

NONNO/ PIACERE  FILUMENA

SALVATORE/ MA QUALE FILUMENA? MANGIATE E CIUCCULATE..CIRO NUN CE FA CASO SE CHIAMMO VICIENZO  ( ma quale filomena? Ciro non farci caso si chiama vincenzo)

CIRO/ SALVATO' NUN TE PREOCCUPA'  E  SCUSA SE TE DONGO TUTTO STU FASTIDIO

SALVATORE/  ….CIRO..LASCIA PERDERE…CIRO  ASSIETTETE PURE, (chiamando)    CARMELA 

CARMELA/  ( esce dalla stanza di ciro) SALVATO' SI ARRIVATO ?

SALVATORE/ CARME' NUN DICERE SCEMENZE E FACCE  SUBITO NU BELLO E CAFE' A ME E A TUO FRATELLO

CARMELA/ SI SI , CIRO TE FACCIO NU CAFE' ALLA NAPOLETANA   (esce in cucina)

CIRO/ GRAZIE CARME'

SALVATORE/ CIRO E ALLORA COME STAI?  (si siede)

NONNO/ UH MAMMA MIA.. (si alza dolorante - al pubblico - solenne) E ANCORA UNA VOLTA IO VERRO'  E ANCHE STAVOLTA MI SIEDERO' E ANCORA UNA VOLTA MI SFORZERO' E ALLA FINE CE LA FARO' CE LA FARO', CE LA FARO’ (corre in bagno, nella stanza sua)

CIRO/ SALVATO TUO PADRE NON SI SENTE BENE

SALVATORE/ NO NON E’ NIENTE,  FA COSI QUANDO DEVE ANDARE IN BAGNO…CIRO E ALLORA  DIMMI COME STAI?

CIRO/  SALVATO' STO BENE,  ORMAI IL PEGGIO E' PASSATO COME SI DICE?

SALVATORE/      E  CHE HAI FATTO DI BELLO  IN TUTTI QUESTI ANNI DELLA TUA VITA?

CIRO/ SALVATO'  SONO STATO IN GALERA

SALVATORE/ QUESTO LO SO', VOLEVO DIRE COME PASSAVI LE GIORNATE, CHE FACEVI?

CIRO/ SALVATO' IN GALERA NON E' CHE PUOI FARE CHISSA CHE COSA,  I PRIMI CINQUE  ANNI DI CARCERE PENSAVE SEMPE A STESSA COSA, ( pensavo sempre la stessa cosa)

SALVATORE/ E SAREBBE?

CIRO/ CHE VOLEVO MORIRE....

SALVATORE/   (fa le corna)  E CHE BELLA COSA,   CERTO CHE NELLA CONDIZIONI IN CUI STAVI... QUESTE COSE SI PENSANO

CIRO/  SALVATO' PENSAVO SEMPE A MORTE ERA CHIU' FORTE E ME  ( salvatore pensavo sempre alla morte era piu’ forte di me)

SALVATORE/ CIRO  MO' ( adesso)  SEI LIBERO,  PENSIAMO AD ALTRE COSE , IL PEGGIO E' PASSATO L'HAI DETTO PURE TU

CIRO/  E' VERO', COMUNQUE PASSATA QUESTA FASE CHE VOLEVO MORIRE, HO INCOMINCIATO A LEGGERE, STUDIARE, CONOSCERE ALTRE CULTURE

SALVATORE/ BRAVO,  ME PIACESSE PURE A ME EH TENE’ NU POCO E TIEMPO PE LEGGERE,   SAPERNE DI PIU', E INVECE IAMME SEMPE ANNANZE E A DERETE COMME E PAZZE E  PE FA E COSE CHE CE PIACENE... NUN TENIMMO MAI TIEMPO

( bravo piacerebe anche a me  tenere un po’ di tempo  per leggere , saperne di piu’ , e invece andiamo sempre avanti indietro come pazzi e per fare quello che ci piace non teniamo mai tempo)

CIRO/     SALVATO'  SE TI FAI VENT’ANNE E CARCERE,  AI VOGLIA DEL TEMPO CHE TROVI (ridono)

SALVATORE/   HAI RAGIONE,  MEGLIO CA A PIGLIAMME    A RIDERE VA .... ( e’ meglio se ridiamo)

CIRO/ AH PERO’   NA COSA  BELLA IN CARCERE L’HO FATTA, SALVATO'  ME SO’ MPARATA A SUNA’ A CHITARRA ( ah pero’ una cosa bella l’ho fatta  in carcere, ho imparato a suonare la chitarra)

SALVATORE/ OVERO ? ME FA PIACERE, (indicando) PURE  A ME ME PIACE E SUNA' A TENGA SEMPE PRONTA… ( davvero? Anche a me mi piace suonare( indicando) io la tengo sempre pronta )

CIRO/ SI, SI SO’ STATE FURTUNATE PERCHE IN CELLA CON ME C’ERA UNO CHE LA SAPEVA SUONARE E ME L'HA INSEGNATA...  SE CHIAMMAVA MICHELE,  ( si sono stato fortunato perché in cella con me c’era  uno che la sapeva suonare  e me l’ha insegnata si chiamava Michele)

SALVATORE/  MICHELE? E CHI E?  QUELLO CHE S’E’ IMPICCATO ?

CIRO/  (piangendo) NO' , NO'  SALVATO' CHE DICI? CHILLO ( quello)  E’ ALFONSO 

SALVATORE/ E VA BUO' CIRO , AGGIO SBAGLIATO, NUN TE PIGLIA COLLERA ( e va bhe’ ciro  ho sbagliato non  piangere)

CIRO/  (continua a piangere) PERCHE' E' SUCCIESO, PERCHE'....( perché e’ successo perche?)

SALVATORE/  SCUSAMI  CIRO,  IO NON  VOLEVO...

CIRO/ (piange) SALVATO' NA MATINA CI SIMME SCETATE E L'AVIMMO TRUVATE IMPICCATE, NUN CE A FATTE CHIU’  A STA IN GALERA , DICEVA CHE ERA INNOCENTE (piange) ( salvatore una mattina ci siamo svegliati e l’abbiamo trovato impiccato  non ce la faceva piu’ a stare in carcere, diceva ch’era innocente)

SALVATORE/ (non credendolo)  ERA INNOCENTE CIRO ? 

CIRO/ PUR'IO SO' INNOCENTE  (piange) ( anch’io sono innocente)

SALVATORE/ E VA BUO' SI INNOCENTE , (non gli crede) SIMME TUTTE INNOCENTE, MA MO' NUN CHIAGNERE CHIU' ( e va bhe’ sei innocente, siamo tutti innocenti ma adesso non piangere piu’)

CIRO/ PERCHE' E' SUCCIESO…PERCHE'  ( perche’ è successo perche?)

SALVATORE/    E VA' BUO' CIRO..NUN CE PENSA CHIU' ..CIRO…MA CHE CE A' PIGLIATE A CHISTE? ( e va bhe’ ciro non ci pensare piu’  ciro…ma che gli ha preso a questo?)

CIRO/ PERCHE' E' MUORTO, PERCHE' ( perche’ e’ morto perche’?)

CARMELA/ (entrando)  CIRO TI HO FATTO UN CAFFE' NAPOLETANO CHE E'... ( vedendo la scena , allarmandosi)  CIRO CHE E’ SUCCIESO? ( ciro che è successo?)

CIRO/ (continua a piangere) VOGLIO MURI, VOGLIO MURI'

CARMELA/ ( incolpandolo) SALVATO’ PERCHE’ O' FAI CHIAGNERE ? CHE CE HAI FATTO? ( salvatore perche’ lo fai piangere che gli hai fatto?)

SALVATORE/  CARME' NUN AGGIO FATTO NIENTE, ( carmela non ho fatto niente)

CARMELA/   CIRO CHE E' SUCCIESO?

CIRO/ CARME' SALVATORE…NUN (non) L'HA FATTO…

CARMELA/ (a salvatore, decisa)  L'HAI FATTO A POSTA

SALVATORE/ MA CHE COSA?

CIRO/  NO, CARME SALVATORE NUN L'HA FATTO PE' ME FA PIGLIA' COLLERA…

( no, carmela, salvatore non l’ha fatto per farmi prendere collera)

CARMELA/ (incolpandolo) ) L'HAI FATTO PIGLIA’ ( prendere) COLLERA,  MA CHE CE AI DITTO? ( ma che gli hai detto?)

SALVATORE/ CARME' MA TE STAI SCIUMENENNE?  NON GLI HO DETTO NIENTE, NUI STEVEME PARLANNE ACCUSSI BELLE  ( carmela ma sei diventata scema? Io non gli ho detto niente di male, stavamo parlando cosi’ bene)

CARMELA/ E ALLORA CHE E' SUCCIESO? ( successo?)

CIRO/ (sempre piangendo) CARME',  SALVATORE NON C'ENTRA, M’E VENUTO IN MENTE ALFONSO E MI SONO COMMOSSO

CARMELA/ (a salvatore)ALFONSO?  E  CHI E’ ALFONSO?

SALVATORE/ ALFONSO E’  QUELLO CHE S’E IMPICCATO, FACEVA O' BERSAGLIERE

CIRO/ NO' E NUN FACEVO O’ BERSAGLIERE (piange di piu’)   ( no, non lo faceva il bersagliere)

CARMELA/  MA STATTE NU POCHE ZITTE,  MA CHE PARLA A FA?  ( ma stai zitto, ma che parli a fare?)

SALVATORE/ E ME SO' BRUGLIATO , O' BERSAGLIERE E' MICHELE ( e mi sono imbrogliato il bersagliere è Michele)

CIRO/  (piange sempre di piu) NO, MICHELE SONA A CHITARRA ( no, Michele suona la chitarra)

CARMELA/ E A VO CHIUDERE STA VOCCHE?

SALVATORE/  ME SO' MBRIACATO IO, A CHITARRA MICHELE E O' BERSAGLIERE  MA TU CHE VUO'? ( mi sono imbrogliato io , a chitarra, Michele e il bersagliere, ma tu che vuoi?)

CIRO/ (crisi di pianto)

CARMELA/  SALVATO'  A VUO' FERNI' ( salvatore la vuoi finire?)

SALVATORE/  ( prende la tazzina di caffè e si allontana) MO' ME NE VACHE PROPRIO  

( adesso me ne vado proprio )

CARMELA/ CIRO NUN O’ DA’ RETTA PIGLIETE O' CAFE’ ( ciro non lo pensare  prenditi il caffè)

SALVATORE/ CARME' CE STA NU POCO D'ANNESE' ( carmela ci sta un po’ d’anice?)

CARMELA/ (gridato)  ' NUN CE STA NIENTE ( non c’e niente)

SALVATORE/ (in disparte)  MO  CE VOTTE NA COSA APPRIESSO A ESSA E PURE O' FRATE, E MO' VEDIMME…. ( mo le butto una cosa in fronte a lei e pure al fratello, e poi vediamo…)

CARMELA/ CIRO… BEVI, BEVI   E A SALVATORE  NUN O PENSA’ PROPRIO, …

( non lo pensare proprio)

CIRO/ CARME'  MO' ME SENTE MEGLIO,   ( carmela adesso mi sento meglio)

CARMELA/ CIRO SE PO' SAPE'  CHE E’ STATO ? ( ciro si puo’ sapere cos’e’ stato?)

CIRO/  NIENTE CARME', E' CHE OGNI TANTO ME PIGLIENE  STI CRISE E PIANTO E NUN ME RIESCO A CONTROLLA, ( niente carmela, e’ che ogni tanto mi vengono queste crisi di pianto che non riesco a controllare)  I DOTTORI NEL CARCERE DICEVANO CH’ERA BUON SEGNO, CHE VOLEVA DIRE CHE M’ERO PENTITO, 

CARMELA/ E DI CHE COSA DOVEVI PENTIRTI, CIRO TU NUN HAI FATTO NIENTE

SALVATORE/  CARME’ ... MA FORSE E’ MEGLIO CHE CHIAGNE,  ACCUSSI SI SFOGA NU POCO, A CHIAGNERE FA BENE , CARME' NU  SFOGO OGNI TANTO CE VO'  ( carmela ma forse e’ meglio che piange , cosi si sfoga, a piangere fa bene,  uno sfogo ogni tanto ci vuole )

CARMELA/ (dispettosa) E TU QUANNE SFUOGHE? CHIAGNE, CHIAGNE,   SFUOGHETE PURE TU (  e tu quando sfoghi?, tu non sfoghi mai,? , piangi, piangi, sfogati un poco pure tu)

SALVATORE/ (ironico)  E MI DISPIACE MA IO NON HO NULLA DI CUI PENTIRMI, IO NUN  AGGIO  ACCISO A NISCIUNO ...  ( io non ho ucciso nessuno)

CIRO/  (di nuovo una crisi di pianto acuta) PUR'IO NUN AGGIO ACCISO A NISCIUNO,  

( anch’io non ho ucciso nessuno)

CARMELA/ MA TE VO’ STA ZITTE MA PARLA SEMPE? ( ma ti vuoi stare zitto, ma parli sempre?)

SALVATORE/  GESU' ’ AIUTAMI TU

NONNO/ (uscendo dalla sua stanza (a voce alta)  BUONGIORNO

SALVATORE/ CE MANCAVE SULE PAPA' ( ci mancava solo papà)

NONNO/ BUONGIORNO, BUONGIORNO'

SALVATORE/  PAPA' VIENI QUA (lo prende) ASSIETTE IN POLTRONA  SIENTETE A MUSICA (gli mette L'auricolare) MAGNATE E CIUCCULATE E FA O' BRAVE ,  PAPA' VUO' NU POCO E CAFE? ( papà vieni qua  siediti in poltrona  ascolta la musica  mangiati  i cioccolatini e fai il bravo , vuoi un goccio di caffè?)

NONNO/  NO,  VOGLIA A FILOMENA

PAPA'/ NUN TE PREOCCUPA' CA FILOMENA VENE  ( viene)

NONNO/ (gridato) VENE, VENE…E QUANNE VENE? ( viene, viene, e quando viene?)

PAPA'/  VENE, VENE NUN TE PREOCCUPA', ASSIETTETE  (non ti preoccupare,  siediti)

CIRO/(gridato) IO' SONO' INNOCENTE, SONO' INNOCENTE

CARMELA/ CIRO CALMATI, CIRO

SALVATORE/ MA NU FRATE NORMALE NUN O' POTIEVE TENNERE ( ma un fratello normale non lo potevi tenere)

CARMELA/ MIO FRATELLO E’ NORMALE

SALVATORE/ SI VEDE

NONNO/ VOGLIO A FILUMENA

(BUSSANO ALLA PORTA)

SALVATORE/  CARME' A PORTA ( Carmela hanno bussato)

CARMELA/ (gridato) E ARAPA  ( e apri)

SALVATORE/   AGGIO ARAPI' CON TUO FRATELLO IN QUESTE CONDIZIONI,

( devo aprire con tuo fratello in queste condizioni?)

CARMELA/ MA QUALI CONDIZIONI, CHILLE MO CI PASSA, ARAPA  ( quello mo gli passa apri)

SALVATORE/ (apre)

ELEONORA/  (con vestito abbastanza scollato e sgargiante) BUONGIORNO, SCUSATEMI SE....

SALVATORE/  PREGO DESIDERA ?

ELEONORA/   SIOR. SALVATORE…MI  SON LA SIGNORINA ELEONORA....

SALVATORE/ OH SIGNORINA ELEONORA, NON L’AVEVO RICONOSCIUTA, MI SCUSI....  PREGO ACCOMODATEVI (sculetta vistosamente)

ELEONORA/ GRAZIE

SALVATORE/  (guardandola eccitato) CARMELA CI STA' LA SIGNORINA ELEONORA

CIRO/  (piangendo ad alta voce) IO NUN AGGIO ACCISO A NISCIUNO ( io non ho ucciso nessuno)

 ELEONORA/ MA CHE E' SUCCESSO?

SALVATORE/  NIENTE DI PARTICOLARE........

CIRO/ (c.p.) O' GIUDICE TENE E CORNE  ( il giudice tiene le corna)

CARMELA/ SI, CIRO TENE E CORNE ...TIENE RAGIONE ( si ciro tiene le corna , hai ragione)

SALVATORE/  CARMELA CI STA LA SIGNORINA.....

CARMELA/ SALVATO' HO CAPITO, MA ADESSO NON MI POSSO MUOVERE. SIGNORINA ELEONORA NON MI DITE NIENTE....  VENITE PIU' TARDI

CIRO/ VOGLIO MURI', VOGLIO MURI' ( voglio morire , voglio morire, )

CARMELA/ CIRO NUN DICERE CHISTE COSE….( ciro non  dire queste cose)

ELEONORA/  (a salvatore) MA CHE STA SUCCEDENDO?

SALVATORE/  NIENTE…. CHE STA SUCCEDENDO….  CARME' CHE STA SUCCEDENDO?

CARMELA/ ..SIGNORI' NIENTE DI PARTICOLARE, SONO LE PROVE DI UNA COMMEDIA

NONNO/ (cantato alzandosi) TORNA A SURRIENTO

ELEONORA/ UNA COMMEDIA... ? (sorpresa)

SALVATORE/ SI, SI UNA COMMEDIA

CIRO/ O' GIUDICE TENE E' CORNE ( il giudice tiene le corna)

NONNO/  (cantato – si risiede)  FAMME CAMPA'

 ELEONORA/ UNA COMMEDIA   TRAGICA?

 CIRO/ VOGLIO MURI', VOGLIO MURI' ( voglio morire, voglio morire)

SALVATORE/  SI, SI TRAGICA…TRAGICA ASSAI

ELEONORA/ E COME FINISCE?

SALVATORE/ VERAMENTE  NON LO SO ANCORA,  PERCHE   SIAMO  ANCORA AL PRIMO ATTO, SIGNORINA ELEONORA VENITE MO' CHE FINIAMO LE PROVE

CIRO/ (gridato)  IO NUN AGGIO ACCISO A NISCIUNO... ( io non ho ucciso nessuno)

NONNO/ (mangia i cioccolatini)  VOGLIO  A FILUMENA,  VOGLIO A FILOMENA

ELEONORA/ FATE LE PROVE IN CASA?

SALVATORE/ OGGI SI, MA NON SEMPRE

CIRO/ (gridato)  O' GIUDICE TENE E CORNE ( il giudice tiene le corna)

NONNO/ O' GIUDICE TENE E CORNE

CARMELA/ O' GIUDICE TENE E CORNE

SALVATORE /....NON CI FATE CASO... NEL COPIONE C'E SCRITTO CHE  SI DEVE RIPETERE

ELEONORA/  SIOR SALVATORE  ANCHE VOI RECITATE?

SALVATORE/ IO?..MA CERTAMENTE 

ELEONORA/  NON SAPEVO CHE VOI E LA SIORA CARMELA AVESTE QUESTA PASSIONE,

SALVATORE/ VERAMENTE, QUESTA E' LA PRIMA VOLTA

ELEONORA/ CAPISCO,   ANCHE A MI PIACEREBBE TANTO RECITARE,  A SCUOLA RECITAVO BENE    ' SHAKESPEARE

SALVATORE/ AH   DAVVERO ?

ELEONORA/ (con enfasi)  SI, SI, GUARDI UN PO'  (con enfasi portandosi sul proscenio)  ESSERE O' NON ESSERE 

NONNO/ DIMANE O' DOPPEDIMANE? (con enfasi al pubblico alzato) ( domani o dopodomani)

SALVATORE/ QUANNE FERNESCE STA STORIA? ( quando finisce questa storia)

NONNO/  QUANNO VENE FILUMENA? ( quando viene Filomena)

ELEONORA/ QUESTO E' IL PROBLEMA  

SALVATORE/ CHISTE E' O' GUAIO ( questo e’ il guaio)

CIRO/ VOGLIO MURI'  (voglio morire)

NONNO/ PUR'IO ( pure io)

CIRO/ VOGLIO MURI

NONNO/ PUR'IO'

CARMELA/ CIRO  NUN CE PENSA' CHIU’..CIRO ( ciro non ci pensare piu’ ciro…)

ELEONORA/  …SIGNOR SALVATORE  SE VI SERVE UN ATTRICE, IO POTREI..NON SO....ANCHE UNA PICCOLA PARTICINA..... IO MI ACCONTENTO 

SALVATORE/ E VA BE' SIGNORINA ELEONORA.. NON SI PREOCCUPI

CIRO/ O' GIUDICE TENE E CORNE

NONNO/ O' GIUDICE TENE E CORNE

SALVATORE/ (gridato) O' GIUDICE E N'OMME E MERDE.....( il giudice è un uomo di merda)

ELEONORA/  MA NON TENEVA LE CORNA?

SALVATORE/    TENE E CORNE  MA E' PURE N'OMME E MERDA ( tiene le corna ma e’ anche un uomo di merda)  (a Carmela) PERCHE' CERTE PERSONE DEVONO RIMANERE IN CARCERE…

CARMELA/  E CERTE ALTRE,  DEVONO ANDARE AL MANICOMIO (indicando il nonno)

 

ELEONORA/  NON CAPISCO….

SALVATORE/ E PERCHE' NON CONOSCETE TUTTO IL COPIONE…..  SIGNORINA  ELEONORA NON VI PREOCCUPATE  UNA PARTICINA PER LEI LA TROVEREMO SICURAMENTE ADESSO ANDATE, ANDATE

ELEONORA/  ... GRAZIE, ALLORA VENGO PIU' TARDI, ARRIVEDERCI SIGNORA CARMELA

 CARMELA ARRIVEDERECI, ARRIVEDERCI

SALVATORE/  ARRIVEDERCI, CI MANCAVA SOLO  ELEONORA

NONNO/ UH MAMMA MIA  , E ANCORA UNA VOLTA   VERRO' E  ANCHE STAVOLTA  MI SIEDERO' ,  E ANCORA UNA VOLTA MI SFORZERO', MA ALLA FINE CE LA FARO', CE LA FARO', CE    LA     FARO' ( esce  -stanza sua - )

CARMELA/ CIRO, COMME TE POZZE AIUTA’ ? ( ciro come ti posso aiutare?)

CIRO/ CARME'  NUN PO’ FA NIENTE , NUN E’ COLPA E SALVATORE, IO TENGO  A DEPRESSIONE,   BASTE CA SENTE NA COSA, NU  NOMME, CHE M’ARRICORDE E VENT’ANNE E CARCERE, E SUBITO ME PIGLIA  NA  CRISI  E PIANTO,  ( carmela non puoi fare niente, non e’ colpa di salvatore, io ho la depressione , come sento un nome  qualcosa che mi ricorda il carcere , subito me prende una crisi di pianto e non riesco a trattenermi)

SALVATORE/ CIRO E QUANNE TE PASSA ? ( ciro e quando ti passa?)

CARMELA/  (aggressiva) MA  PERCHE’ VAI E PRESSE ? ( ma perché vai di fretta?)

CIRO/   IN CARCERE , GLI AMICI MIEI AVEVANO SCOPERTO,  CHE QUANDO LA CRISI NON PASSAVA, QUANDO  ERA PIU' ACUTA

SALVATORE/  PERCHE' PO' VENI' PURE CHIU' ACUTA?  ( ma perche’ puo’ venire anche piu’ acuta?)

CARMELA/ STATTE ZITTE FALLO PARLA' ( stai zitto fallo parlare)

CIRO/  BASTAVE CA SENTEVE NU POCHE E MUSICA,  E ME BEVEVO NU CAFFE'  CA SUBITO ME SENTEVE MEGLIO, ACCUSSI MICHELE SUNAVE A CHITARRA.... E ALFONSO FACEVE O' CAFFE' …MO' ME STA PASSANNE,  E' STATA NA COSA LEGGERA.. ( bastava che sentivo un po’ di musica e mi bevevo un caffe’  che subito mi sentivo meglio, cosi’  Michele suonava la chitarra e Alfonso faceva il caffè, adesso mi è passata è stata una cosa leggera)

CARMELA/  CIRO SIENTE A SORA TOIA, OGGI CHE TE VUO MANGIA’, ORDINA TUTTE CHELLE CHE VUO'    ( ciro ascoltami oggi che ti vuoi mangiare, ordina tutto quello che vuoi)

SALVATORE/ ( in disparte) A PIGLIATE PE' O' RISTORANTE (l’ha preso per un ristorante)

CIRO/    CARME’, IN VENT’ANNI DI CARCERE M’AGGIO IMPARATA A MANGIA’ TUTTE COSE, NUN CE STANNE PROBLEMA (Carmela  in 20 anni di carcere ho imparato a mangiare tutto, non ci sono problemi)

SALVATORE/  (smorfiando) CIRO ORDINA,  TANTE PAVE O' STRUNZE (indicandosi)

( ciro ordina tanto paga lo stronzo)

CARMELA/  CIRO TI VOGLIO PREPARARE UNA COSA  CHE IN CARCERE NUN T’HANNO MAI  FATTE  MANGIA',  ( non te l’hanno fatta mai mangiare) UNA COSA   SPECIALE, DOBBIAMO FESTEGGIARE IL TUO RITORNO ALLA VITA 

SALVATORE/   E  FACCE O'  CAVIALE E O' CHAMPAGNE’   ( e fagli il caviale e lo champagne)

CARMELA/ COMME SI SPIRITOSO...( come sei spiritoso)

CIRO/ CARME'  SCEGLI TU,   PE' ME VA' BUONO  QUALSIASI COSA,  NUN TE PREOCCUPA' ( carmela scegli tu per me va bene qualsiasi cosa  non ti preoccupare)

CARMELA/ E VA BUO' , SALVATO'  CHE CE PUTIMME FA' E SPECIALE AIUTAME CA MO' NUN ME VENE IN MENTE NIENTE?  ( e va bene m, salvatore che gli possiamo cucinare di speciale , aiutami , che adesso non mi vene in mente niente)

 

SALVATORE/ POZZE DICERE NA COSA CHE ME PIACE PURE A ME, O' IO PAGO SOLO IL CONTO? ( posso dire una cosa che piace anche a me o io pago solo il conto’)

CARMELA/  BASTA CHE E' NA COSA SPECIALE  ( l’importante che e’ speciale)

SALVATORE/  CARME'  E ALLORA FAI UNA BELLA SCELLA E BACCALA'.MEGLIO DO' CAVIALE .CIRO TE PIACE O' BACCALA'? ( carmela e allora compra un bel pezzo di baccala’, meglio del caviale, ciro ti piace il baccala’?) 

CIRO/ ( controvoglia) SI  ME PIACE  IL  BACCALA’   

SALVATORE/ IO NE VACHE PAZZE ( io ne vado pazzo)

CARMELA/ MA COMME? NA COSA SPECIALE O' BACCALA’ ? ( ma come ? una cosa speciale, il baccala’?)

SALVATORE/ PERCHE’ CHE FA’ ? 

CARMELA/ NUN FA NIENTE MA   O' BACCALA' NUN O' VOGLIO FA, OGGI NUN STO A GENIO,  FACCIO IO UNA SOPRESA, VACHE A FA SPESA,  ( non fa niente , ma il baccala’ non lo voglio fare, oggi non mi fa piacere, faccio io una sorpresa, vado a fare la spesa  

SALVATORE/ (dispettoso) CARME'  VOGLIO A’ SCELLA E’  BACCALA’

( carmela voglio il pezzo di baccala’)

CARMELA/  SALVATO' UN ALTRA VOLTA,  MO' CI STA  MIO FRATELLO,   (esce)

SALVATORE/  E  CE STA TUO FRATELLO E IO ME POZZE PURE N'II, ( e io non conto piu’ niente?) MA VEDETE NU POCO....VEDETE CHE DEVO SOPPORTARE

( ma guardate un po’  che devo sopportare)

CIRO/  SALVATO', NUN TE PIGLIA COLLERA,  MIA SORELLA TE VO' BENE

( salvatore non te la prendere mia sorella ti vuole bene)

SALVATORE/   ASSAI,  CIRO , ASSAI

CIRO/ E' IL SUO CARATTERE, ME LA RICORDO DA PICCOLA, E' POLEMICA, E’ SEMPRE COME DICE LEI, NON CE   NIENTE DA FARE

SALVATORE/  E' UNA  CACACAZZA ( rompiballe) ' E CHIU' SE FA VECCHIA, E CHIU' E PEGGIO, ( e piu’ si fa vecchia e piu’ peggiora)  TU NON SAI COSA DEVO SUBIRE, CHE INFERNO E’ DIVENTATA LA MIA VITA IN QUESTA CASA, NUN POZZE  FUMA’  ( non posso fumare)

CIRO/ SALVATO' E NUN FUMA' ( salvatore  e non fumare)

SALVATORE/ NO' DICEVO NUN POZZE FUMA PERCHE' A TUA SORELLA  CE DA' FASTIDIO, DICE CHE E' ALLERGICA,  (no dicevo che non posso fumare perche’ a tua sorella le dà fastidio,  dice che e’ allergica)

CIRO/ E VA BE' SE E' ALLERGICA...

SALVATORE/ MA QUA' ALLERGICA,  E’ DIVENTATA ALLERGICA DOPPO O' MATRIMONIO,  SE UNA E’ ALLERGICA E’ ALLERGICA SEMPE, ( ma non e’ vero? È diventata allergica dopo il matrimonio,  se una e’ allergica , e’ allergica sempre) INVECE SE FUMANO GLI ALTRI NON FA NIENTE MA SE SOLO MI PERMETTO DI ACCENDERE UNA SIGARETTA IO,   SUCCEDE L’IRA DI DIO 

CIRO/ E VA BE' CIRO, AGLI ALTRI NON GLI DICE NIENTE PER' EDUCAZIONE,  TU INVECE SEI IL PADRONE DI CASA

SALVATORE/   E FUSSE O' CHIU' STRUNZO ( e sarei il piu’ stronzo? ) NON HO CAPITO?...PROPRIO PERCHE' SONO IL PADRONE DI CASA  HO DIRITTO A CONCEDERMI DELLE LIBERTA' 

CIRO/ E ANCHE QUESTO E' VERO.... SALVATO’ ALLORA TI SEI TOLTO IL VIZIO?

SALVATORE/ EH NO, QUESTA SODDISFAZIONE NON GLIELA DO’

CIRO/ E QUANDO TI VIENE VOGLIA DI FUMARE’ CHE FAI’?

SALVATORE/ CHE FACCIO ?  QUANDO   VIENE ESTATE  FUMO FUORI  AL BALCONE

CIRO/  E  QUANDO E'  INVERNO?

SALVATORE/ E QUANDO E' INVERNO  FORE A PORTA, FORE A PORTA, TI RENDI CONTO? IO QUANNE CE PENSO,    NU SCUORNE E PAZZE, A MEZZANOTTE LA' FORE A FUMA, COMME A NU SCEME, I VICINI CA ME RIDENO NCUOLLO, A SIGNORA  E DIMPETTE CHE  OGNI VOLTA CHE  STO FUMANNE GUARDA CASO LEI DEVE ANNAFFIARE LE PIANTE CHE TIENE FORE A PORTA ….( fuori alla porta, ti rendi conto? Io quando ci penso…una vergogna che non ti dico…, a mezzanotte la fuori a fumare come uno scemo, i vicini che mi ridono addosso e la signora di fronte  che ogni volta che sto fumando , guarda caso, deve innaffiare le piante che tiene fuori alla porta   (ironico in milanese) SIGNOR SALVATOR.. ANCORA IN CASTIGO? OH POVERINO MA NEMMENO A QUEST'ORA DI NOTTE LA FA' FUMARE LA  SIGNORA? CHELLE ME SFUTTE PURE,…MA PERCHE NUN TE FAI E CACCHI TUOI DICO IO  …E DIO BON QUANDO CE VO'  CE VO'  ( quella mi prende pure in giro, ma perché non ti fai i cavoli tuoi dico io e Dio Bon, quando ci vuole, ci vuole)

CIRO/ SALVATO' CON LE DONNE CI VUOLE PAZIENZA

 

SALVATORE/  CIRO  ... IO ME SO' SPUSATE PE STA MEGLIO, PE TE' NA CASA TUTTA DA' MIA ( io mi sono sposato per stare meglio, per tenere una casa  tuta mia ) DOVE POTEVO FARE QUELLO CHE VOLEVO, E SE SAPEVO MI STAVO CON MAMMA',  IO TENEVE NA MAMMA D'ORO,  ( io tenevo una madre d’oro)

CIRO/ SCELLE E BACCALLA TUTTE E IUORNO ( pezzi di baccalà tutti i giorni)

SALVATORE/ PUTEVE FUMA' SIGARETTE, SIGARI, A PIPPA, MAMMA'  NUN ME DICEVE MAI NIENTE …  E LO SAI PERCHE' ( potevo fumare, sigarette, sigari, la pipa , mia madre non mi diceva mai niente , e lo sai il perche’’)

CIRO/  SALVATO' NON LO SO 

SALVATORE/ PERCHE' MAMMA ME VULEVE BENE  CHESTE E' A VERITA' , MAMMA' ME VULEVE BENE  ( perche’ mia madre mi voleva bene questa e’ la verità, mia madre mi voleva bene )

 CIRO/ MA PURE CARMELA TI VUOLE' BENE…..SALVATO’ ADDO’ VAI ? ( dove vai?)

SALVATORE/  ME VACHE A FUMA’ NA SIGARETTA FORE O BALCONE, ME SO’ INNERVOSITO ( mi vado a fumare una sigaretta fuori al balcone mi sono innervosito)

CIRO/  CARMELA E’ TREMENDA,

(Telefono)

 CIRO/ SALVATO' IL TELEFONO  (Salvatore non risponde)

CIRO/ PRONTO. .CHI E' ?… ANDREA…CA..CAZ..CACACAZ    MI SCUSI NON CAPISCO …LA LINEA E' MOLTO DISTURBATA    CHI? CALMAZ…ANDREA CALMAZ…SI HO CAPITO MI DISPIACE MA MIA SORELLA NON C'E, SE VUOLE C'E' IL MARITO…DEL MARITO NON SA CHE FARSENE …CAPISCO E VA' BENE CHE LE POSSO DIRE,  COME ARRIVA GLIELO DICO…

NONNO/ (uscendo dalla sua stanza alle spalle di Ciro, gridato) BUONGIORNO

CIRO/  (impaurito)  MAMMA MIA CHI E'? 

NONNO/ BUONGIORNO

CIRO/  BUONGIORNO..NO NON DICO A LEI (ancora  a telefono)

NONNO / (minaccioso col bastone)FILUMENA ADDO STA? ( Filomena dove sta?)

CIRO/ SIGNOR CALMAZ, NON SI PREOCCUPI COME ARRIVA GLIELO DICO ARRIVEDERCI.

CIRO/ BUONGIORNO

NONNO/  VOGLIO A FILUMENA

CIRO/ E FILUMENA NUN CE STA  ( Filomena non c’e’) …VOLETE A SALVATORE?

NONNO/ (gridato)  VOGLIO A FILUMENA , DAMME A FILUMENA ( voglio Filomena, dammi  Filomena)

CIRO/ STATE CALMO, STATE CALMO..CA FILUMENA VENE.. ( che Filomena viene)

NONNO/ VENE ?

CIRO/ SI, SI VENE NU VE PREOCCUPATE ( si viene non vi preoccupate)

NONNO/ E QUANNE VENE? DAMME A FILUMENA ( e quando viene? Dammi a Filomena)

CIRO/ (prende una sedia per difendersi) IATEVE ASSETTA',  ( sedetevi)

NONNO/ (indietreggia verso la poltrona) DAMME A FILUMENA

CIRO/ VATTE ASSETTA, IESCE CAMMINA, MUOVETE ( vai a sederti , vai, cammina, sbrigati)

NONNO/ (si siede, arriva Carmela)

CARMELA/ / (entrando) ECCOMI QUA, (con borsa) CIRO MA CHE STA FACENNE CU STA SEGGIA MANO? ( ciro ma che stai facendo con la sedia in mano?)

 

CIRO/ NIENTE STAVO METTENDO UN PO' IN ORDINE la casa

CARMELA/ NO, CIRO PER FAVORE NON TOCCARE NIENTE CHE A SALVATORE GLI DA’ FASTIDIO

CIRO/ CARME'   HAI  FATTO AMBRESSE,  ( presto)

CARMELA/  CIRO  C'E' UN CENTRO COMMERCIALE PROPRIO QUA' SOTTO …  TRUVE TUTTE CHELLE CHE TE SERVE … PAPA' VE AGGIO PIGLIATE E CIUCCULATE  ( trovi tutto quello che ti serve, papa’ vi ho preso i cioccolatini)

 

SALVATORE/ (entrando) AH MI SENTO MEGLIO, 

CIRO/ CARME' A PROPOSITO   HA  TELEFONATO UNA PERSONA CHE TI CERCAVA   UN CERTO    ANDREA  CALMAZ

CARMELA/   ANDREA CALMAZ… CIRO HAI CAPITO BUONO' ?

SALVATORE/  NATAVOTO  STU CALMAZ ?  HA CHIAMATO PURE PRIMA, CARME' MA  CHI E' STU  CALMAZ? ( ancora questo calmaz, ha chiamato pure prima, Carmela  ma chi è questo calmaz?)

CARMELA / (concitata) CIRO E CHE HA DETTO, CHE HA DETTO 

CIRO/  ( timoroso) CARME' HA DETTO, CHE  APPENA POTEVA, 

SALVATORE/ CARME' SE PO' SAPE' CHI E ' CHIST' ANDREA  CALMAZ ( carmela si puo’ sapere chi e’ questo andrea calmaz)

CARMELA/ SALVO' E STATTE ZITTE

CIRO/ CARME'  HA DETTO CHE APPENA POTEVA SAREBBE PASSATO DI QUA

CARMELA/ UH MAMMA MIA, COMME SO' CUNTENTA  ( come sono contenta)

SALVATORE/ (gridato) CARME' ME VO' DICERE CHI E' STU  ANDREA CALMAZ, O' AGGIO ACCIDERE PUR'IO A COCCURUNE? ( carmela mi vuoi dire chi è questo andrea calmaz ho devo uccidere anch’io qualcuno)

CIRO/ (piangendo) IO NUN AGGIO ACCISO A NISCIUNO) ( io non ho ucciso nessuno)

CARMELA/ MA TE VO' STA ZITTE? ( ma ti vuoi stare zitto?)

SALVATORE/ EH ME SO’ SCURDATE  (  e mi sono dimenticato)

CARMELA/ COMME PARLE  O' FAI CHIAGNERE  ( come parli lo fai piangere)

 

SALVATORE/ CIRO SCUSAMI M’E’ SCAPPATO 

CARMELA/ CIRO, SALVATORE NUN L’HA’ FATTO APPOSTA

SALVATORE/ E MO' CHE FACIMME ? ( e adesso che facciamo?)

CARMELA/ ( gridato) DISGRAZIATO TU   CALMAZ E I' SCELLE E BACCALA'...CIRO

SALVATORE/  CARME' STAVOTE ME PARE  PEGGIO..E PRIMMO  CARME' CHE PUTIMMO FA? ( carmela questa volta mi sembra peggio diprima che possiamo fare?)

 CARMELA/  SALVATO'   CANTACE NA CANZONE ( salvatore cantaci una canzone)

SALVATORE/ MO' CE FACCIA A SERENATA,  CARME' CHIAMMAMMO O' MIEDICO si, adesso gli faccio una serenata, carmela chiamiamo il medico) (va al telefono) LA DEPRESSIONE SI PUO' CURARE

CARMELA/ SALVATO',  ,  L'HA DETTO LUI CHE QUANDO STAVA MALE, LA MUSICA LO AIUTAVA, PIGLIA A’ CHITARRA ( prendi la chitarra)

SALVATORE/ AH SI, SI ' E' VERO...(prende la chitarra) A MUSICA O' FACEVA CALMA' CARME' E CHE CI CANTO? ( la musica lo faceva calmare, carmela e che gli canto?)

CARMELA/   SALVATO' CANTA  NA BELLA CANZONE ( salvatore canta una bella canzone)

 

SALVATORE/    SI, SI CANTO (cantato molto triste e lento in Lam) COMME TE CHIAMME TU ( come ti chiami tu)

CIRO/ (piange di più)

 SALVATORE/  (cantato accordo MI  -)  IO NUN M'HO SCORDE CHIU' ( io non lo scordo piu’)

SALVATORE/CARMELA/ (cantato - Lam) CARMELA

SALVATORE/ ( accordo Do - cantato) TE CERCAI PE TUTTA A VITA, DINTE E STRADE E DINTE E  VICHE ( ti cercai  tutta la vita, per le strade dentro ai vicoli)

CARMELA/ (cantato – accordo Rem) MA CIRO PIANGE SEMPRE  PIU' ....(parlato) CIRU'A SORA SOIA ARRIPIGLIATE

SALVATORE/ ( cantato – accordo Sol -)  COMME TE CHIAMME TU ( accordo Fa) IO NUN M’HO SCORDE CHIU’  ( come ti chiami tu, io no lo scordo più)

CARMELA/  (cantato) CARMELA

SALVATORE/    CARME'   STA PEGGIORANNE, CARME' FACCIO O' CAFE' ( carmela sta peggiorando, prepara un caffè)

CARMELA/   FORSE STA CANZONE NUN CE PIACE, SALVATO’ FA'  NATA CANZONE  CHIU’ RITMATA ( forse questa canzone non gli piace, salvatore fai una canzone piu’ ritmata)

SALVATORE/   SI FACCIO NATA CANZONE, NA CANZONE CHIU' ALLEGRA ....(cantato, ritmo allegro stessi accordi stesso motivo, più veloce)  COMME TE CHIAMME TU ( si faccio un’altra canzone, una canzone piu’ allegra)

CARMELA/  IO NUN M'HO SCORDE CHIU',  MA SULE CHESTA CANZONE SAI? ( ma solo questa canzone sai?)

 SALAVATORE/ (cantato – accordo Do) MA NA SERA DOPPE TANT'ANNE   ( ma una sera dopo tanti anni )

CARMELA/ (cantato a tono )  VAI ACCUSSI    CE STA PASSANNE ( vai cosi che gli sta passando)

SALVATORE/ (cantato – accordo Rem)  NU VASILLE DINTO O' SCURE  TU M'HAI DATO.. ( e un bacino nel buio tu mi hai dato)

CARMELA/  CIRO STAI MEGLIO? COMME TE SIENTE

CIRO/  CARME'  M'E' PASSATA

SALVATORE/  (cantato continua, accordo Sol) COMME TE CHIAMME TU

CARMELA/ SALVATO' BASTA, HA DETTO CHE  GLI 'E' PASSATO

SALVATORE/ IAMME A VEDE' PUSAMME STA CHITARRA ( e va bene posiamo questa chitarra)

CIRO/ CARME' NUN ME DICERE NIENTE, MA SE NUN ME PASSE STA DEPRESSIONE ... ( carmela non mi dire niente ma se non mi passa questa depressione…)

CARMELA/ CIRO NUN TE PREOCCUPA' ,  SE NON TE CAPIMME NUI,  ( ciro non ti preoccupare ma se non ti capiamo noi)

SALVATORE/ ( cantato) MA CHI TE PO' CAPI' CARME'  MO' ME VO' DICERE  CHI E'  ( mi vuoi dire chi è) QUESTO ANDREA CALMAZ  PER FAVORE?

CARMELA/ (fuori scena)  ANCORA? SALVATO'    ANDREA CALMAZ  E'  L'AMMINISTRATORE  D'I UNA    SOCIETA' IMPORTANTE  ,  SALVATO'  GLI   VOGLIO  CHIEDERE UN LAVORO PER CIRO, QUESTO E'… NON TI IMPRESSIONARE,

CIRO/ CARME' TU NON FINISCI  MAI DI STUPIRMI

SALVATORE/ CHESTE NUN E' ' NIENTE... ( questo non è niente)

(BUSSANO ALLA PORTA)

SALVATORE/  E MO' CHI E' ? (va ad aprire)

ELEONORA/ (molto scollata, sculettando) BUONGIORNO

CARMELA/     ....  SIGNORINA ELEONORA  CHE PIACERE

ELEONORA/  SIORA CARMELA BUONGIORNO

CARMELA/ SIGNORINA ELEONORA   ARRIVATE GIUSTO IN TEMPO, SIGNORI'    LE VOGLIO  PRESENTARE MIO FRATELLO CIRO E’ ARRIVATO DA NAPOLI STAMATTINA…CIRO LA SIGNORINA ELEONORA E' UNA MIA CARISSIMA AMICA

CIRO/ PIACERE CIRO 

ELEONORA/  PIACERE,  ELEONORA…SUA SORELLA MI HA MOLTO PARLATO DI LEI …E  SO' CHE LEI HA SOFFERTO MOLTO

CIRO/   SI  VI HA DETTO LA VERITA' 

ELEONORA/    ( con grinta) IO DICO CHE   FINO A QUANDO  NON CI SONO PROVE  SICURE DELLA COLPEVOLEZZA DI UNA PERSONA , NESSUN  GIUDICE LA PUO' MANDARE  IN GALERA 

SALVATORE/ SONO D'ACCORDO ANCH'IO, MA IN GALERA CI SONO ANDATO LO STESSO

CARMELA/  SIGNORINA ELEONORA  RESTATE A PRANZO  CON NOI  COSI' MANGIATE IN COMPAGNIA, STATE SEMPRE DA SOLA

ELEONORA/ MA VERAMENTE… NON SAPREI

SALVATORE/  SIGNORINA ELEONORA RESTATE   VI SEDETE VICINO A ME

CARMELA/ E PERCHE' S'ADDA ASSETTA VICINA A TE? ( e perche’ si deve sedere vicino a te?)

SALVATORE/   NO, DICEVO, COSI.....

ELEONORA/ E VA BENE SE NON VI E’ TROPPO DI DISTURBO RIMANGO 

SALVATORE/ BRAVA LA SIGNORINA ELEONORA…

CARMELA/ SIGNORINA ELEONO' VENITE AD AIUTARMI IN CUCINA,

SALVATO' TU PREPARA  LA TAVOLA

CIRO/ SALVATO' TI AIUTO

SALVATORE/ CARME'   IO NUN METTO NESSUNA TAVOLA SI NON MI DICI CHE HAI CUCINATO  DI TANTO SPECIALE?

CARMELA/  E VA BENE ' TE LO DICO,  SCELLE E…BACCALA’ PER TUTTI

CIRO/ SALVATO'  HAI VISTE COMME TE VO BENE A SORA MIA? ( salvato’ hai visto come ti vuole bene mia sorella)

SALVATORE/ A SCELLA E BACCALA’? NON CI CREDO?

CIRO/ SIGNORINA ELEONORA A VOI PIACE IL BACCALA’?

ELEONORA/ SI... IO PER IL PESCE VADO MATTA (a ciro)

CARMELA/ VA BUO'... SI' CUNTENTE? TE AGGIO FATTO O’ BACCALA’( va bene sei contento ti ho fatto il baccala’)

SALVATORE/  CUNTENTE?  CUNTENTE E’ POCO.... ( contento? Contento è poco) (cantato)  COMME TE CHIAMME TU

 CARMELA  IO NUN M'HO SCORDO CHIU'

 TUTTI/ (cantato) CARMELA

(Salvatore e Ciro mettono la tavola, Carmela ed Eleonora escono in cucina, mentre si chiude il sipario)

FINE PRIMO TEMPO

II TEMPO

(scena di notte)  VOCI FUORI SCENA -

SALVATORE/ CARME', CARME' IN NUN TENGO SUONNE CARME' HAI CAPITO?  

( Carmela io non tengo sonno, carmela hai capito?)

CARMELA/ SALVATO' CIRCHE E DURMI ( salvatore cerca di dormire)

SALVATORE/ CARME' PERCHE NUN FACIMME COCCOSE ( carmela perche’ non facciamo…qualcosa)

CARMELA/ SALVATO'  MA CHE VUO' FA? TUTTE E SERE, TUTTE E SERE..DUORME ( salvatore ma che vuoi fare? Tutte le sere, tutte le sere, dormi)

SALVATORE/ CARME' STANOTTE  ME SENTE CHE E' A VOTE BONE  ( carmela questa notte sento che  e’ quella buona)

 

CARMELA/ SALVATO' SARA' PURE A VOTA BONA MA A ME, ME FA MALE A CAPA….  VATTE A FUMA NA SIGARETTA,   ( salvatore ara’ pure la nottata giusta ma a me mni f male la testa , vatti a fumare una sigaretta)

SALVATORE/   A CHEST'ORA FORE O BALCONE NUN CE VACHE ( a quest’ora fuori al balcone non ci vado)

CARMELA/ FUMATELLE DINTO O' SOGGIORNO NUN FA NIENTE, TE DONGO O' PERMESSO  ( fumatela dentro al soggiorno, non fa niente, ti do’ il permesso)

SALVATORE/ GRAZIE COMME SI GENTILE, …E VA BUO' ME  VACHE  A FUMA' NA SIGARETTA, MA DOPPE TORNO….( e va bene, come sei gentile, mi vado a fumare una sigaretta ma poi dopo torno)

CARMELA/  E DOPPE TUORNO…MA MO' VAI VA ( e dopo torni, ma ora vai, vai )

SALVATORE/  (in scena, in pigiama)   EPPURE IO MI SENTIVO CHE ERA LA NOTTE GIUSTA   (si accende una sigaretta, breve pausa)

NONNO/ (fuori scena) FILUME', FILUME' ADDO STAI, FILUME’ ( Filomena , Filomena addo’ stai?)

SALVATORE/   PAPA' STA PEGGIORANNE…MO' A CHIAMMA PURE A NOTTE,  

( papa’ sta peggiorando, adesso la chiama pure di notte)

CIRO/ O' GIUDICE TENE E CORNE, TENE E CORNE ( il giudice tiene le corna , tiene le corna)

SALVATORE/  ….CHISTE TENE GLI INCUBI   ( questo tieni gli incubi)

NONNO/ VOGLIO A FILUMENA, VOGLIO A FILUMENA,

SALVATORE/ MA COMME SE FA A DURMI'?  ( ma come si fa a dornire?)

CIRO/ O' GIUDICE TENE E CORNE, 

NONNO/ VOGLIA A FILUMENA , VOGLIA A FILUMENA, FILUME ADDO STAI FILUME?

 SALVATORE/  …MA CHE SCHIFEZZA E' CHESTE…( ma che schifezza e questa)

CIRO/ (entra alle sue spalle)  SALVATO'?

SALVATORE/ MADONNA CHI E'

CIRO/ SALVATO' SONO IO,  SO' CIRO

SALVATORE/ CIRO MAMMA D'O' CARMINE  CHE PAURA…( ciro, mamma mia che paura)

CIRO/ SCUSA SALVATO' MA NON RIESCO A DORMIRE,

SALVATORE/  PURE TU? IO ME SO' VENUTE A FUMA' NA SIGARETTA ( io mi sono venuto a fumare una sigaretta)

CIRO/ PUTIMME FUMA' ? ( possiamo fumare?)

SALVATORE/ SI, SI, FUMA CARMELA MI HA DATO IL PERMESSO

CIRO/ (accende una sigaretta e si siede) …SALVATO' QUESTO CARCERE MI HA DISTRUTTO UNA VITA…TENGHE GLI INCUBI TUTTE E NOTTE ( tengo gli incubi tutte le notti)

SALVATORE/( preoccupato) TUTTE LE NOTTI CIRO?

CIRO/ SI SALVATO' , TUTTE LE NOTTI

SALVATORE/ CIRO SPERIAMO  CHE QUESTO  CALMAZ CHE DICE CARMELA TI TROVO SUBITO UN POSTO DI LAVORO

CIRO/ ACCUSI  ME NE VACO E  ME LIEVE A NANZE, …TIENE RAGIONE SALVATO'

( cosi me ne vado e mi togli dai piedi…hai ragione salvato’)

SALVATORE/  CHE CENTRA? CIRO TU TIENE QUARANT'ANNE,  ( ciro tu tieni 40 anni) SE TROVI UN LAVORO, SE TROVI UNA DONNA  … SE TROVI UNA CASA..CIRO TU SE  TROVI…

CIRO/ (si alza) SALVATO' MA QUANTE COSE AGGIO TRUA' ?SALVATO' IO A MIA MOGLIE A VULEVE TROPPE BENE ( salvatore ma quante cose devo trovare ….salvatore io a mia mogli la volevo troppo bene)

SALVATORE/ CIRO TI CREDO D'ALTRONDE PER FARE TUTTO QUELLO CHE HAI FATTO ....  

CIRO/  PIENZE CA TENGO ANCORA CONSERVATO, IL SUO VESTITO …CHILLE CA ME PIACEVE ASSAI , LE SUE SCARPE, O' CAPPIELLO (ricordando commosso )  E CALZETTE  D'A PRIMMA NOTTE…E O' VENTAGLIO CHE  COMPRAMMO IN SPAGNA QUANDO ANDAMMO IN VIAGGIO DI NOZZE ( pensa che ho ancora conservato il suo vestito  quello che mi piaceva assai , le sue scarpe , il cappello  le calzette della prima notte e il ventaglio che comprammo in spagna  quando andammo in viaggio  di nozze)

SALVATORE/  CIRO TIENE TUTTO ILGUARDAROBA

CIRO/  ….LE PORTO SEMPRE CON ME E VUO' VEDE' E' TENGHE DINTA A VALIGIA? ( li vuoi vedere?  li tengo dentro la valigia , ( indica la sua stanza)

SALVATORE/ MA NO CIRO LASCIAMO PERDERE… QUESTA FERITA TU LA DEVI CHIUDERE SENNO' STAI SEMPRE  MALE….CIRO TU DEVI PENSARE A RIFARTI UNA VITA

CIRO/  E' VERO…SALVATO' DIMMI LA VERITA', TU NUN CI CREDI CHE SONO INNOCENTE?

SALVATORE/  CIRO SO' PASSATE TANT'ANNE,  E PO' QUESTE SO' COSE DELICATE, ARGOMENTI DIFFICILI, NUN NE PARLAMME E’ MEGLIO ( ciro sono passati tanti anni, e poi queste sono cose delicate , argomenti difficili non ne parliamo e’ meglio)

CIRO/ (gridato, arrabiato) E INVECE  IO AGGIO  PARLA' , IO M'AGGIO SFUGA' CU COCCURUNE SENNO' ESCO PAZZE (gridato) E STAVOTE O' FACCIO VERAMENTE N'OMICIDIO ( e invece io devo parlare , mi devo sfogare con qualcuno  senno’ esco pazzo e lo faccio veramente un omicidio)

SALVATORE/  CIRO …CALMATI E NU FA' ACCUSSI…( non fare così) MI FAI METTERE PAURA

CIRO/ (gridato lo spinge sulla sedia) SALVATO' TU M'HAI STA A' SENTI, ASSIETTETE ( salvatore tu mi devi stare a sentire,  siediti)

SALVATORE/  E VA BUO' TE STONGHE A' SENTI, MA NUN T'ARRAGGIA, NUN ALLUCCA', STAI CALMO CIRO MA CHE TE STA PIGLIANNE…(chiamando)CARMELA  ( e va bene ti sto a sentire  ma non t’arrabbiare , non gridare , stai calmo ciro , ma che ti sta prendendo? ( chiamando)  Carmela)

CIRO/ (commosso) SALVATO' PER ME IL TEMPO SI E' BLOCCATO A QUEL GIORNO,

A QUEL GIORNO CHE SONO TORNATO A CASA E 'HO TROVATO MATILDE NEL LETTO  NUDA...  

SALVATORE/  AH SI? STAVA NUDA? QUESTO PARTICOLARE NON ME LO RICORDAVO

CIRO/  (gridato) NO

SALVATORE/ AH  NO,  NON STAVA NUDA? ME PAREVA STRANO CA...( mi sembravo strano che)

CIRO/   ( c.p.) NO, NO

SALVATORE/ MA QUANNE MAI STEVE ANNURA?  MA CHI A DITTE CHE STEVE ANNURA?  (chiamando, ma la voce gli viene meno dalla paura)  CARMELA ( ma quando mai stava nuda, ma chi l’’ha detto che stava nuda….carmela)

CIRO/ QUEL GIORNO IO A CASA... NO,  NON CI DOVEVO ANDARE ...(a se stesso) MA CHI M'HA FATTE FA? ( ma chi me l’ha fatto fare?)

SALVATORE/ GIUSTO, MA CHI M'HA FATTE FA?   ( chiama.) CARMELA

CIRO/   ... STEVE ANNURE NCOPPO O' LIETTO, SALVATO'  QUASI SENZA RESPIRA'

( stava nuda sopra al letto , salvatore, quasi senza respirare)

SALVATORE/ E PER FORZA ERA MORTA

CIRO/ (gridato) NO

SALVATORE/  (chiamando, ma dalla paura gli manca la voce) CARMELA

NONNO/ ( fuori scena) VOGLIO A FILUMENA', VOGLIO A FILUMENA

SALVATORE/ VOGLIO A CARMELA, VOGLIO A CARMELA

NONNO/ FILUME'

SALVATORE/ CARME'

CIRO/ NO, INVECE NON ERA MORTA,  ….  STEVE DURMENNE ....STRUNZO  ( stava dormendo…stronzo)

SALVATORE/ AH GIA' STEVE DURMENNE,   TU HAI UCCISO L'AMANTE NO TUA MOGLIE, M'ERO SCURDATE TIENE RAGIONE SO' STRUNZE…. ( ma si, stava dormendo, tu hai ucciso l’amante , no tua moglie, me n’ero scorfato  hai ragione ciro sono uno stronzo)

CIRO /  STRUNZO,   STRUNZO (a salvatore)

SALVATORE/   NATAVOTE?   AGGIO CAPITO SO' STRUNZO CIRO ( ancora?  ho capito ciro sono stronzo)

CIRO/ ( piangendo) SALVATO'  CHE STRUNZO A ME, CHE STRUNZO   CHE SO' STATO.A NUN CAPI'…   IN PAESE O' SAPEVENE TUTTE QUANTE, MA NISCIUNE ME DICEVE NIENTE, NISCIUNE ME DICEVE NIENTE… NEMMENO I MIEI AMICI PIU' CARI  ( salvatore che stronzo a me, che stronzo sono stato a non capire , in paese lo sapevano tutti , ma nessuno mi diceva niente …nemmeno gli amici piu’ cari)

SALVATORE/ (impaurito) CIRO FORSE  NUN TENEVENO O' CURAGGIA E TO' DICERE ( ciro non te la prendere, forse non avevano il coraggio di dirtelo)

CIRO/ TUTTE  O' PAESE O' SAPEVE, TUTTO O' PAESE O SAPEVA  CHE  MATILDE MIA MOGLIE   ME  METTEVE E..CORNE ( tutto il paese sapeva, che matilde mi metteva le corna)

 SALVATORE/ E CORNE PO' .....CIRO S'E' TRATTATA E NA SBANDATA  ( le corna poi…ciro diciamo che si e’ trattata di una sbandata)

 CIRO/ ERANO  CORNE SALVATO' ,   CHESTA E' A VERITA' , ERANE CORNE…STRUNZO ( erano corne salvatore, corna questa e’ la verita’….strunzo)

SALVATORE/  ( chiama)  CARMELA….

CIRO / SALVATO'  COMME A NU STRUNZO, NUN ME SO'  MAI ACCORTO  E NIENTE,      (commosso) SALVATO' PERO' NONOSTANTE TUTTE STI CORNE IO A MATILDE  

( salvatore come uno stupido non mi sono mai accorto di niente, ma nonostante le corna , io a matilde ..)

SALVATORE/ (commosso)  A VUO'  ANCORA BENE ( la vuoi ancora bene)

CIRO/  SI SALVATO' LA' VOGLIO ANCORA BENE  ,  

SALVATORE/ STRUNZO (uh si copre la bocca) ( stronzo)

CIRO/ E  MO’ SI A TENESSE   ANNANZE SALVATO'.. CE ’ DICESSE    MATILDE.. ..   VA… FA'..' ( e adesso se la vedessi le direi matilde va.. fa….)

SALVATORE/  MATILDE VA FANCULO UH (si copre la bocca) ( matilde vaffanculo)

CIRO/ CE DICESSE MATI'..VA' FA..CHELLE CHE VUO' TU..MA RIMANE CU ME NUN ME LASSE' …(piangendo scuote salvatore violentemente che chiama carmela ma la voce gli viene meno)  COMME AGGIA FA' SALVATO' , SALVATO' IO A VOGLIO ANCORA BENE  IO A VOGLIO ANCORA BENE  A CHELLA....( le direi, matilde va,  fa quello che vuoi ma rimani con me  non mi lasciare, come devo fare salvatore’  io la voglio ancora bene a quella …)

SALVATORE/ ZOCCOLA.. UH ( finalmente lo lascia…pausa di silenzio) ( troia)

CIRO/  (serio)  ZOCCOLA? ( troia?)

SALVATORE/  ZOCCOLA? CHI HA DITTO ZOCCOLA?

CIRO/ TU HAI DETTO ZOCCOLA

SALVATORE/ NO QUANNO MAI  ( no, non l’ho detto)

CIRO/ SALVATO' IO AGGIO SENTUTO ZOCCOLA..  SI DICE ZOCCOLA SALVATO'?

( salvatore io ho sentito troia, si dice troia salvatore?)

SALVATORE/  NO, CIRO, QUANNO MAI ( no, ciro  non si dice)

CIRO/ E COMME SE DICE? ( e come si dice?)

 SALVATORE/ E ASPETTE FAMME PENSA' ...NUN ME VENE A MENTE ….CIRO  TE CANTA NA CANZONE?  ( aspetta fammi pensare , adesso non mi viene…ciro ti canto una canzone?)

 

CIRO/  (gridato) NO

SALVATORE/ (C.p.) CARMELA

CIRO/ SALVATO'   MATILDE NUN E' NA ZOCCOLA, PERCHE’ NUN O' FACEVA CU TUTTE QUANTE, S'ERE PIGLIATE N'INFATUAZIONE  ( salvatore ciro non era una troia, perche’ non lo faceva con tutti quanti, s’era presa un’infatuazione)

SALVATORE/ SI' N'INFATUAZIONE..BRAVO NUN ME VENEVE O' TERMINE  ( si un’infatuazione , bravo non mi veniva il termine)

CIRO/ SALVATO' (commosso  )  NUN L'AGGIO ACCISO IO,  TU MI DEVI CREDERE E’ LA VERITA’, HAI CAPITO E' LA VERITA' (esce in camera sua, piangendo) IO A VOGLO ANCORA BENE..SALVATO' A VOGLIO ANCORA BENE…MA NUN A RIESCO A' PERDUNA' ….NUN A' RIESCO A PERDUNA'  (non l’ho uccisa io, tu mi devi credere , io a voglio ancora bene  salvatore, a voglio ancora bene, ma non la riesco a perdonare , non riesco a perdonarla…( esce in camera sua)

SALVATORE/   ....MADONNA...ME SENTE MALE..... ( si siede e si accende una sigaretta) (chiamando…gli manca la voce.) CARMELA, CARMELA, CARMELA

CARMELA/ (entrando in vestaglia)  SALVATO',  MA CHE E'? MI  STAI  CHIAMMANE?

( salvatore ma che c’e’ mi stai chiamando?)

SALVATORE/  TE STO' CHIAMMANE, TE STO CHIAMMANNE  A TRE ORE, ( ti sto chiamando? ti sto chiamando da tre ore )

CARMELA/ MA CHE E' NUN TE SIENTE BUONO?   ( ma che c’e’ non ti senti bene?)

 SALVATORE/ CARME' UN  MESE E' ASSAI,  TUO FRATELLO SE NE DEVE ANDARE

CARMELA/ SALVATO'   E DICE SEMPE E STESSE COSE?  APPENA TROVO UN LAVORO SE NE VA, E SI   ANDREA  CALMAZ CE D'A NA MANE ( salvatore ma dici sempre le stesse cose? Appena trovo un lavoro  se ne va, e se andrea calmaz ci aiuta)

SALVATORE CALMAZ O' NUN CALMAZ   .. IO PIGLIA  NA MAZ, SE NUN SE NE VA… STU FRATETE TUOIO CI SIMME SPIEGATE?  CARME' A' FRATETE A CAPA NUN CE FUNZIONA', E' SCHIZOFRENICO, N'ASSASSINO,  ( ah calmaz o non calma io prendo una mazza se non se ne va  tuo fratello  ci siamo spiegati?  Carmela a tuo fratello la testa non gli funziona  è schizofrenico , un assassino)

CARMELA/  ANCORA CU ST'ASSASSINO ?  ...MIO FRATELLO E' INNOCENTE  HAI CAPITO  ?    IA'MMO VIENE CA TE FACCIO CUNTENTA  STANOTTE TENGHE NU PRESENTIMENTO PUR'IO ( ancora con questo assassino, mio fratello e’ innocente hai capito?  Dai vieni  che ti faccio contento, questa notte  tengo un presentimento positivo pure io)

SALVATORE/  MO' ME VUO' FA' CUNTENTE,   MO' TIENE O' PRESENTIMENTO…MA PERCHE' NUN M'HAI FATTE CUNTENTA PRIMMA..DISGRAZIATA CARME' MA OVERAMENTE TIENE  O' PRESENTIMENTO PURE TU?  ( adesso mi vuoi far contento?, ora tieni il presentimento? , e perche’ non mi hai fatto contento prima disgraziata,   carmela ma veramente tieni il presentimento…)

CARMELA/ SI, SI ,  FUSSE A VOTE BONA? IA' VIENE…(escono abbracciati) ( si, fosse la volta buona?  Dai andiamo)

NONNO/ (in scena) VOGLIO A FILUMENA, VOGLIO A FILUMENA, FILUME' ADDO STAI FILUME?, DATEME A FILUMENA VOGLIO A FILUMENA (esce)

( si fa mattina - canto di gallo, si riaccendo le luci bussano la porta)

CARMELA/ UN MOMENTO

ANDREA/   SIGNORA CARMELA, (felice) BUONGIORNO

CARMELA/ SIGNOR   CALMAZ , CHE PIACERE VEDERLA

ANDREA/  AH NON DICA COSI PERCHE' IL PIACERE E' TUTTO MIO

CARMELA/ GRAZIE PER ESSERE VENUTO

ANDREA/ (molto sensuale mentre gli bacia la mano) MA SI FIGURI SIGNORA CARMELA, LO SA' CHE  QUANDO LEI CHIAMA IO SUBITO CORRO,  ANZI….VOLO.. VENGO OR ORA DA PARIGI ,  ED ANCHE A PARIGI HO PENSATO A LEI, ECCO LE HO PORTATO DEI CICCOLATINI SPECIALI   … 

CARMELA/  LEI E' SEMPRE TROPPO GENTILE, E COSA HANNO DI SPECIALE?

ANDREA/  …   SONO AFRODISIACI (ride) MA PREGO NE ASSAGGI QUALCUNO

CARMELA/  …SIGNOR CALMAZ  LEI  HA SEMPRE VOGLIA DI SCHERZARE… MAGARI DOPO

ANDREA/  (interrompendo) … SIGNORA CARMELA,  LA PREGO,   MI CHIAMI PURE   ANDREA, LEI LO SAI QUANTO IO LA STIMO, E QUANTO LEI MI PIACE…..

( abbracciandola)

CARMELA/ SIGNOR  CALMAZ  PER FAVORE …

ANDREA/ LA PREGO  ANDREA

CARMELA/ SIGNOR  ANDREA CALMAZ

ANDREA/ SOLO  ANDREA..LA PREGO

CARMELA/  ANDREA….LIEVETE NU POCO A NANZE ….( andrea e per favore fatevi un po’ piu’ in la’)   (lo scosta energicamente) …SIGNOR ANDREA   SI CALMI LA PREGO

ANDREA/  HA RAGIONE…MI SCUSI…MA QUANDO STO CON LEI …  NON RIESCO PROPRIO A CONTROLLARMI

CARMELA/ SCUSATEMI PURE VOI, MA LEI DEVE CAPIRE ….IO SONO UNA DONNA SPOSATA …IO PER LEI NON NASCONDO CHE HO UNA SIMPATIA…MA QUESTO NON SIGNIFICA CHE …..

ANDREA/ ( di nuovo alla carica)  CARMELA MA ALLORA  ANCHE TU MI VUOI BENE?

CARMELA/ NATAVOTO, ( ancora)  SIGNOR ANDREA LA PREGO, VUI CAPITE FISCHI PE' FIASCHE… ( voi capite fischi per fiaschi) .VI HO DETTO CHE HO UNA SIMPATIA MA QUESTO NON VI DEVE FAR PENSARE CHE POTETE FARE CHISSA' CHE COSA , IO SONO UNA DONNA ONESTA

ANDREA/   E VA BENE  VORRA’ DIRE  CHE ANCORA  UNA VOLTA   …  SOFFRIRO'  IN SILENZIO…

CARMELA/ BRAVO SOFFRITE IN SILENZIO, ACCOMODATEVI ( sul divano)

ANDREA/ ADESSO DITEMI PURE  PERCHE' VOLEVATE VEDERMI

CARMELA/ SIGNOR ANDREA, ECCO IO SONO IMABARAZZATA… SIGNOR ANDREA LEI E' UNA PERSONA IMPORTANTE,  ( lo provoca)

ANDREA/ SI, SONO L'AMMINISTRATORE   DI UNA GROSSA SOCIETA' 

CARMELA/ ECCO APPUNTO…, SCUSI LA FRANCHEZZA MA NON LO FACCIO PER ME …  ..LE VOLEVO CHIEDERE SE  LEI   POTEVA FAVORIRMI  PER   UN POSTO DI LAVORO,  PER MIO FRATELLO CIRO

ANDREA/ UN POSTO DI LAVORO …VOLETE UN POSTO DI LAVORO PER VOSTRO FRATELLO ?

CARMELA/ SI UNO QUALSIASI…SE PER VOI NON E' TROPPO DI DISTURBO

ANDREA/ MA NON SI PREOCCUPI…   MI BASTA   UNA  TELEFONATA E SUBITO RISOLVIAMO…POSSO USARE IL VOSTRO TELEFONO?

CARMELA/  (felice) PREGO…TELEFONATE…TELEFONATE

ANDREA/ (mentre fa il numero) QUANTI ANNI HA SUO FRATELLO?

CARMELA/ MIO FRATELLO HA QUARANT'ANNI

ANDREA/ E' SPOSATO..HA DEI   FIGLI?

CARMELA/   E' STATO SPOSATO SOLO POCHI ANNI CON UNA DONNA DI NOME MATILDE, MA POI HA DIVORZIATO  MA NON HA FIGLI… SIGNOR ANDREA QUESTO   PREGIUDICA  QUALCOSA…

ANDREA NO..NO NON SI PREOCCUPI' CHIEDEVO COSI …SEMPLICE CURIOSITA' SA' LE CLASSICHE DOMANDE CHE SI FANNO… NON VI PREOCCUPATE SIGNORA CARMELA ….RITENETE VOSTRO FRATELLO GIA' OCCUPATO

CARMELA/ NON SO CHE DIRE, TELEFONATE…..TELEFONATE

ANDREA/ PRONTO, OH' FINALMENTE…MA COME? TUTTO QUESTO TEMPO PER RISPONDERE ? COME? NON CAPISCO …MA CHE DICE.. SIGNORINA…MA LE HA DATO DI VOLTA IL CERVELLO GUARDI CHE SE E' UNO SCHERZO IO LA LICENZIO 

 

CARMELA/ E MO CHE E ' SUCCIESO?  ( e adesso che e’ successo?)

ANDREA/ COME SAREBBE NON E' UNO SCHERZO… LA POLIZIA?

CARMELA/  A POLIZIA?

ANDREA/ UN MANDATO DI CATTURA A MIO NOME…MA CI DEVE ESSERE UN EQUIVOCO IO…NON HO FATTO NIENTE… PERCHE' MI VOGLIONO ARRESTARE?

CARMELA/ UH MAMMA MIA E NUN O' POTEVENE ARRESTA' FRA NA SEMMANA…MA VIDITE NU POCO…( uh  ma non lo potevano arrestare tra una settimana, ma guardate un po’)

ANDREA/  SIGNORINA IO NON MI PRESENTO DA NESSUNA PARTE ….NON DICA A NESSUNO CHE HA PARLATO CON ME (riaggancia) SIGNORA CARMELA MI DISPIACE MA C'E' UN PROBLEMA….

CARMELA/  HO SENTITO…MA CHE E' SUCCESSO?

ANDREA/ LA POLIZIA MI STA CERCANDO…

CARMELA/ MA PERCHE NUN SE FACEVA E FATTE SUO STA  POLIZIA …AH ( ma perché non si faceva i fatti suoi questa polizia)

ANDREA/ SIGNORA CARMELA NON SI PREOCCUPI SI TRATTA SICURAMENTE DI UN EQUIVOCO,  MA PRIMA DI CONSEGNARMI ALLA POLIZIA HO BISOGNO DI UN PO' DI TEMPO PER SISTEMARE LE COSE

CARMELA/ SIGNOR ANDREA  LA CAPISCO PERFETTAMENTE

ANDREA/ SA…QUESTI SONO CAPACI DI LASCIARMI SEI MESI A MARCIRE IN  CARCERE PRIMA DI POTER  PARLARE CON  IL GIUDICE , MI SCUSI MA DEVO ANDARMENE

CARMELA / E CHE LE POSSO DIRE , CHILLE FRATEME E'  SFURTUNATE NUN CE STA NIENTE A FA' … ( quello mio fratello è sfortunato non c’e’ niente da fare) SIGNOR CALMAZ .. NON SI PREOCCUPI .. VADA..VADA

ANDREA/  SIGNORA CARMELA ARRIVEDERCI

CARMELA/ ARRIVEDERCI….

(BUSSANO LA PORTA)

ANDREA/   SIGNORA CARMELA …  STANNO BUSSANDO

CARMELA/ NON VI PREOCCUPATE DEVE ESSERE MIO MARITO….CHI E'?

COMMISSARIO/  POLIZIA APRITE LA PORTA

CARMELA/   E' LA POLIZIA

ANDREA/ DIO MIO….LA POLIZIA… GIA' MI HANNO TROVATO

COMMISSARIO/ POLIZIA APRITE  O' SFONDO LA PORTA

ANDREA/ MIO DIO E ADESSO COSA FACCIO?

CARMELA/  UN MOMENTO. SONO IN DISABIGLIE' ..APRO SUBITO… SIGNOR ANDREA    …  NASCONDETEVI NELLA  STANZA DI MIO FRATELLO, (gli apre la porta) NON SO' COSA VOGLIONO, MA VISTO CHE LEI E' RICERCATO 

ANDREA/  (interrompendo) SI, MI NASCONDO…GRAZIE, GRAZIE    (esce)

COMMISSARIO/ POLIZIA APRITE

CARMELA/ ECCOMI STO APRENDO  (ad alta voce)

COMMISSARIO/ FINALMENTE, BUONGIORNO..SONO IL COMMISSARIO ALFONSO INNOCENTI

CARMELA/  (commossa) PUR'IO SO' INNOCENTE COMMISSA' ( anch’io sono innocente commissario)

 

COMMISSARIO/ LEI E' LA SIGNORA CARMELA ESPOSITO ?

CARMELA/ SI

 COMMISSARIO/  ( drammatico) SIGNORA CARMELA  SUO MARITO…

CARMELA/  E' MUORTO…  SALVATORE  E' MUORTE (disperata) ( è morto? Salvatore è moto)

COMMISSARIO/ STIA CALMA NON E' MORTO NESSUNO…

CARMELA/ ALLORA E' FERITO, SALVATORE  E' FERITO, COMMISSA'  CHE  'E' SUCCIESO? (sempre piu’ disperata.)

COMMISSARIO/ SIGNORA LA  PREGO STIA CALMA NUN E' SUCCESSO NIENTE MI FACCIA PARLARE 

CARMELA/  ALLORA  E' SUCCIESSO COCCOSO A CIRO MIO FRATELLO

COMMISSA' PARLATE…PARLATE(lo strattona)

COMMISSARIO/ NON E' SUCCESSO NIENTE A NESSUNO STATE CALMA… SONO TUTTI VIVI  … DEVO SOLO  FARVI  ALCUNE  DOMANDE

CARMELA/ AH MENO MALE…COMMISSA   CHE PAURA

COMMISSARIO/  DUNQUE…SUO MARITO  NON  E' IN CASA ?

CARMELA/ NO IN QUESTO MOMENTO NON C'E'

COMMISSARIO/ E COME MAI?

CARMELA/ E CHILLE QUANNO SERVE NUN CE STA MAI  '…( mio marito quando serve non c’e’ mai) CHE VI POSSO DIRE COMMISSA'  FRA POCO  DOVREBBE RIENTRARE

COMMISSARIO/ SIGNORA CARMELA  VOI SIETE DI NAPOLI?

CARMELA/ SI SONO NAPOLETANA MA SONO ONESTA(con le mani alzate) COMMISSA', IO NUN AGGIO FATTE NIENTE ( io no ho fatto niente)

COMMISSARIO/  ANCHE SUO MARITO  E'   DI NAPOLI?

CARMELA/ SI MA  (piangendo) PURE MIO MARITO E' ONESTO COMMISSA' MA CHE E’ SUCCIESO? (  ma che e’ successo?)

COMMISSARIO/  SIGNORA  PER FAVORE NON RICOMINCIAMO…SONO DELLE SEMPLICI DOMANDE …LE DICO SUBITO IL MOTIVO PER IL QUALE SONO VENUTO

CARMELA / ASSA FA' DIO… ( finalmente)

COMMISSARIO/   … DUNQUE SIGNORA CARMELA …LEI CONOSCE   ANDREA CALMAZ?   

CARMELA/ HO CAPITO BENE SI,  AVETE DETTO …ANDREA CALMAZ…?

COMMISSARIO/ SI , …  NON DICA DI NO CHE SI METTE NEI GUAI

CARMELA  COMMISSA’ IO VI DICO LA VERITA’  …

COMMISSARIO/ ALLORA LO CONOSCE SI O' NO,  RISPONDA PER FAVORE

CARMELA/ SI…LO CONOSCO A CALMAZ

COMMISSARIO/ BENISSIMO …ECCO..LA VEDE QUESTA AGENDA?

CARMELA/ SI, LA VEDO

COMMISSARIO/ (solenne) EBBENE,  QUESTA E L'AGENDA   DI ANDREA CALMAZ 

CARMELA/ E   IO CHE CE AZZECCHE? VOGLIO DIRE IO CHE CENTRO?

COMMISSARIO/ CARA SIGNORA QUESTA AGENDA  L'ABBIAMO SEQUESTRATA STAMATTINA PRESSO LA  SOCIETA'  DOVE  LAVORA CALMAZ,  E IN QUESTA AGENDA   SONO SEGNATI TUTTI I SUOI APPUNTAMENTI E L'ULTIMO APPUNTAMENTO DI STAMATTINA PORTA PRECISAMENTE A CASA SUA …

CARMELA/ COMMISSA'  SIETE SICURO?

COMMISSARIO/  ALTRO CHE' …E' SCRITTO QUI, DOPO SE VUOLE PUO' LEGGERE LEI STESSA,    (legge) ORE 11 ANDARE DA  CARMELA   ESPOSITO.. VIA ALESSANDRO .MANZONI, 15 , PUNTINI, PUNTINI, PUNTINI.  (solenne) …FORSE QUESTA VOLTA ME LA DA' , 

CARMELA/ COMME, COMME, COME STA SCRITTO?

COMMISSARIO/   ORE 11 ANDARE DA CARMELA ESPOSITO, VIA ALESSANDRO .MANZONI, 15  PUNTINI, PUNTINI, ….FORSE QUESTA VOLTA ME LA DA'..SIGNORA CARMELA CHE GLI DOVETE DARE?

CARMELA/ MA CHE GLI DEVO DARE? MA VIDITE NU POCO…( ma guardate un po’).SIGNOR COMMISSA' STRAPPATE QUESTO  FOGLIO IO CONOSCO QUESTA PERSONA   MA NUN CE DONGO NIENTE,  ( ma non gli do niente) NON GLI DEVO DARE NIENTE, 

COMMISSARIO/ SIGNORA CARMELA IO SONO VENUTO DA LEI PER SAPERE DUE COSE…. …S'E' CALMAZ  E' VENUTO DA LEI E CHE COSA GLI DOVETE DARE…ADESSO RISPONDETE , CHE GLI DOVETE DARE?

CARMELA/  NATAVOTO…COMMISSA'    NON  GLI DEVO DARE NIENTE  IO SONO SPOSATA

COMMISSARIO/ E QUESTO CHE CENTRA SCUSATE,  PERCHE'  SE NON ERAVATE SPOSATA QUESTA COSA GLIELA DAVATE ?

CARMELA/  COMMISSA'    QUESTI NON SONO FATTI VOSTRI

COMMISSARIO/ COME SAREBBE? SIGNORA CARMELA NON SCHERZIAMO,       CALMAZ E' RICERCATA PER DROGA… E LEI POTREBBE ESSERE ACCUSATA DI COMPLICITA' , SE ….COME PENSIAMO NOI…. QUESTA COSA CHE   GLI DEVE DARE , E' UNA PARTITA DI DROGA, SIGNORA CARMELA SI TRATTA DI DROGA?

CARMELA/ COMMISSA'  CHE VI POSSO DIRE PURE QUELLA  E' UNA SPECIE DI DROGA PERO' V'ASSICURO CHE NON E' LA DROGA CHE PENSATE VOI… MA LA COSA PIU’ IMPORTANTE E’ CHE  CON LA LEGGE NON   TIENE NIENTE  A CHE FARE

COMMISSARIO/ (si arrabbia) INSOMMA SI PUO' SAPERE DI QUALE DROGA SI TRATTA, EROINA, COCAINA, AVANTI SI SPIEGHI 

CARMELA/ E' VA BENE MI SPIEGO….COMMISSA' VEDE  COMME VE L''AGGIO SPIEGA'--- ( come ve lo devo spiegare) CALMAZ E' UN  PERSONA PARTICOLARE,  UNA BELLA

COMMISSARIO/ UNA BELLA PERSONA LO SO, ….MA NON DIVAGHIAMO  VADA AVANTI

CARMELA/ BELLA? INSOMMA…COMMISSA' IN POCHE PAROLE  CALMAZ VORREBBE PORTARMI A LETTO  E' QUESTA LA COSA CHE VUOLE DA ME,  ADESSO AVETE CAPITO?

COMMISSARIO/ E CHE SCHIFEZZA E' QUESTA...MAMMA MIA   ANDARE A LETTO CON LEI?  MA CHE SCHIFO…

CARMELA/  MA PERCHE' FACCIO TALMENTE SCHIFO COMMISSA?

COMMISSARIO/  ANDARE A LETTO CONUNA DONNA? E CHE DIAMINE ? QUESTO NON L'AVREI MAI IMMAGINATO ( scrive  sull’agenda)

 

CARMELA/ (tra se') DOIE SO' E COSE … O' COMMISSARIO'  E'  RICCHIONE  .O IO FACCIO VERAMENTE SCHIFO….( due sono le cose, o il commissario è gay o io faccio veramente schifo) COMMISSA' ADESSO CHE VI HO SPIEGATO L'EQUIVOCO STRAPPATE QUESTO  FOGLIO

COMMISSARIO/ SIETE MATTA MA CHE DICE?…QUEST'AGENDA,  E' VERBALE…   VERRA' LETTA  DURANTE IL PROCESSO

CARMELA/ UH MAMMA MIA CHISTE ME SMERDEI ANNAZE A TUTTE QUANTE…

( oh mamma mia questo mi sputtana davanti a tutti)  

COMMISSARIO/ ADESSO SIGNORA CARMELA MI DICA SE   QUESTA PERSONA     E'  VENUTA DA LEI  E SE STA ANCORA ' QUI

CARMELA/  COMMISSARIO   CALMAZ  QUI NON E' VENUTO

COMMISSARIO/    SIETE SICURA?

CARMELA/  SI COMMISSARIO  QUI NON E' VENUTO NESSUNO

COMMISSARIO/ SIGNORA SONO SPIACENTE MA SONO COSTRETTO A FARE UNA PERQUISIZIONE

CARMELA/ (a voce alta) DEVE FARE UNA PERQUISIZIONE?

COMMISSARIO/ SI, SI HA CAPITO BENE ….

CARMELA/ COMMISSA' MA E PROPRIO NECESSARIO (gridato) FARE QUESTA PERQUISIZIONE 

COMMISSARIO/ SI, E' NECESSARO MA NON GRIDI NON SONO MICA SORDO..

CARMELA/ COMMISSA'  SCUSATE MA E' L'EMOZIONE, SA' E' LA PRIMA VOLTA (gridato) CHE FANNO UNA PERQUISIZIONE  IN CASA MIA

COMMISSARIO/  QUESTE PORTE   COSA SONO?

CARMELA/ UNA E' LA STANZA DI MO SUOCERO QUELLO E'  PARTITO, MA MIO MARITO DICE CHE   TORNERA'..

COMMISSARIO/ E DOV'E' ANDATO VOSTRO SUOCERO?

CARMELA/  COMMISSA'  CHE AVETE CAPITO,  MIO SUOCERO E' PARTITO CON LA TESTA, NEL SENSO CHE E' MALATO , NON STA BENE

COMMISSARIO/   E QUEST' ALTRA STANZA ? 

CARMELA/ (mettendosi davanti) QUESTA… E' LA STANZA DI MIO FRATELLO CIRO…

COMMISSARIO/   E VA BENE INIZIAMO DA QUESTE STANZA  …   SI SPOSTI

CARMELA/ COMMISSARIO VOLETE INIZIARE DA QUESTA STANZA?

COMMISSARIO/ SI, SI AVANTI SI SPOSTI  (il Commissario apre la porta)

ANDREA/ (esce vestito da donna) BUONGIORNO…CARMELA IO HO FINITO…OH MI SCUSI  

COMMISSARIO/ MA NON ERA LA STANZA DI SUO FRATELLO?

CARMELA/ SI …  LA SIGNORA …E'

ANDREA/   CARMELA  MA CHI E' QUESTO BEL GIOVANOTTO?

COMMISSARIO/  SONO IL COMMISSARIO ALFONSO  INNOCENTI, PIACERE… VENGA AVANTI E MI DICA… LEI CHI E'?

ANDREA/   SONO  MATILDE  

CARMELA/ FILOMENA (insieme ad Andrea)

ANDREA/ VOLEVO DIRE FILOMENA

CARMELA/ MATILDE (insieme ad andrea)

COMMISSARIO/ ALLORA MATILDE O' FILOMENA?… METTETEVI D'ACCORDO

ANDREA/   COMMISSARIO TUTTE E DUE ..FILOMENA E' IL MIO SECONDO NOME,

COMMISSARIO/ CAPISCO,  SIETE LA SORELLA DELLA SIGNORA?

ANDREA/  NO, SONO LA MOGLIE  DI …  SUO FRATELLO

CARMELA/   MIO SUOCERO (insieme ad Andrea)

COMMISSARIO/  CI RISIAMO ..INSOMMA… DI SUO SUOCERO? O DI SUO FRATELLO?

ANDREA/  DI SUO SUOCERO

CARMELA/ DI MIO FRATELLO

COMMISSARIO/  E VA BE' HO CAPITO, TUTTE E DUE. LA MOGLIE DI SUO FRATELLO E L'AMANTE DI SUO SUOCERO  O VICEVERSA ..  DICO BENE?

CARMELA/  NO

ANDREA/ SI

COMMISSARIO/    BASTA.  QUESTA NON E' UN ABITAZIONE, E' UNA  CASA DI TOLLERANZA, 

CARMELA/ COMMISSA' MA NON E' COME PENSA LEI, MI CREDA

COMMISSARIO/  SIGNORA CARMELA MI FACCIA VEDERE  LE ALTRE STANZE, LEI (ad ANDREA) NON SI MUOVA DA QUI  CHE LA DEVO INTERROGARE  ….(escono lato letto)

ANDREA/ SI, RIMANGO QUI , OH MIA BELLA MADONNINA, MADONNINA MIA BELLISSIMA…OH SANTA AMBROGIO PROTETTORE DI MILAN , AIUTAMI TU AD USCIRE DA QUESTA SITUAZIONE….GUARDATE UN PO' COSA MI DOVEVA CAPITARE…. (il nonno  esce dalla sua stanza )     …. 

NONNO/ (di spalle l'abbraccia) FILUME', FILUME SI TURNATA FILUME'', FINALMENTE FILUME' (gli tocca il sedere,  lo scombina tutto quanto) ( Filomena sei tornata , Filomena , finalmente)

ANDREA/ MA CHI E' ? MA CHE FA.. MI LASCI,

NONNO/ FATTE DA' NU BACIO FILUME',  ( fatti dare un bacio Filomena)

ANDREA/ MA  STIA FERMO, STIA FERMO … MI LASCI, CHE SCHIFO, CHE SCHIFO…. ( incomincia  a scappare per la stanza)

NONNO/ FILUME' SO' IO,SO' VICIENZO, NUN ME CANUSCE CHIU' ( Filomena ma sono io , vincenzo non mi conosci piu’)

ANDREA/   LA SMETTA, MA CHE FA…

NONNO/ FATTE DA' NU BACIO FILUME'  ( fatti dare un bacio Filomena)

ANDREA/ MA QUALE FILUME'NA MI LASCI STARE….MA CHI LA CONOSCE A QUESTA FILOMENA IO MI CHIAMO  ANDREA.. CIOE' MATILDE

NONNO/     FILUMENA

ANDREA/   MATILDE

NONNO/   FILUMENA   DAMME NU VASO,   DAMME NU VASE , VIENE A CA' FILUME' NUN FUI' ( Filomena dammi un bacio vieni qua,  Filomena non scappare)

ANDREA/ STIA FERMO LI' O' LA  MANDO ALL'OSPEDALE (prende un oggetto)

FILOMENA NON C'E' '…CI STA CARMELA … VOLETE A CARMELA?

NONNO/ NO, VOGLIO A FILUMENA ( sempre più Determinato, lo corre dietro)

ANDREA/ AIUTO, POLIZIA, COMMISSARIO,    CHE SCHIFO, CHE SCHIFO…

COMMISSARIO/ (rientra il commissario e Carmela) MA CHE STA SUCCEDENDO (in scena) COS'E' QUESTO BACCANO…?

ANDREA/ VINCENZO, VINCENZO MIO CARISSIMO( si abbracciano)

NONNO/ FILUME' ANDIAMO NELLA  MIA STANZA

ANDREA/ SI, CARO INCOMINCIA AD ANDARE PRIMA TU.. CHE IO SUBITO TI RAGGIUNGO

NONNO/ SI, SI FILUME' VADO ,   FA' AMBRESSE ( si Filomena, vado… fai presto)

ANDREA/ E LAVATI CHE PUZZI COME UN CANE

NONNO/ SI FILUME' ME FACCIA NA BELLA DOCCIA  E ME MPRUFUME TUTTE QUANTE..(al Commisaro) BUONGIORNO ( si Filomena mi faccio una bella doccia e m’improfumo tutto)

COMMISSARIO/ BUONGIORNO

NONNO/ BUONGIORNO, BUONGIORNO…FILUME' FA AMBRESSE ( fai presto) (esce nella sua stanza)

COMMISSARIO/ MA CHE SCHIFO, CHE SCHIFO

CARMELA/   .COMMISSA' VE L'HO DETTO,  MIO SUOCERO  E' MALATO

COMMISSARIO/ ME NE SONO ACCORTO. .. …ANDIAMO , CONTINUIAMO LA PERQUISIZIONE

 ANDREA/ (si rimette tutto a posto; le false tette, la gonna è di spalle),    MAMMA MIA…  CHE BARBARO , GUARDATE  QUA …MI HA TUTTA SPOGLIATA, UN BARBARO

SALVATORE/  (arriva Salvatore apre con la chiave, ANDREA non se ne accorge)  UE' …  ….(con molto apprezzamento credendolo una vera donna) A FACCIA MIA….. (si nasconde dietro l' attaccapanni,)

ANDREA/  (continua a spogliarsi, a mettersi a posto le false tette, a mostrare le gambe) MAMMA MIA QUESTE TETTE NON LE SOPPORTO PIU', LE HO FATTE TROPPO GRANDI, TROPPO GRANDI….

SALVATORE/ (sempre piu' eccitato)  MAMMA D'O' CARMINE CHE DONNA ( mamma mia che donna)

ANDREA/ QUESTO VESTITO E' TROPPO STRETTO, E LA MUTANDA MI DA' UN ENORME FASTIDIO (si aggiusta il vestito mostrando il sedere a Salvatore)

SALVATORE/  (salvatore sempre senza parlare si asciuga il sudore, )

ANDREA/ (si gratta ) DIO, QUESTE CALZE MI FANNO VENIRE UN PRURITO TREMENDO  

SALVATORE/ EHM…  SIGNORINA MI SCUSI

ANDREA/  (sorpresa) UH MAMMA MIA  CHI  SIETE …COSA  VOLETE

SALVATORE/  SONO    IL MARITO DI CARMELA MI SCUSI…NON  VOLEVO FARLE PAURA

ANDREA/   AH LEI E' IL MARITO DI CARMELA…UH CHE AGITAZIONE ,  

SALVATORE/  SI,  SONO SALVATORE E LEI ? LEI CHI E'?

 

ANDREA/  IO CHI SONO?

SALVATORE/ SI, SI   LEI CHI E'?

ANDREA/ E' UN PO' COMPLICATO SA'…

SALVATORE/ E PERCHE' MAI, MA SI CALMI LEI STA TROPPO AGITATA.. ..LE POSSO OFFRIRE UN CIOCCOLATINO    (quelli afrodisiaci , ne mangia uno )

 ANDREA/ UN CIOCCOLATINO? NO, NO PER CARITA'….

SALVATORE/  NE ASSAGGI SONO BUONISSIME (incomincia a sentirsi eccitato, ne mangio un altro)

ANDREA/ PREFERISCO DI NO… LA RINGRAZIO

SALVATORE/  …SIGNORINA MI LASCI DIRE CHE LA TROVO BELLISSIMA

ANDREA/ DAVVERO?

SALVATORE/ PRIMA L'HO VISTA MENTRE SI  SPOGLIAVA  …

ANDREA/    UH MAMMA MIA E CHE  HA VISTO…COSA HA VISTO?

SALVATORE/ (eccitato) HO VISTO LEI AGGIUSTARSI LE CALZE, TOCCARSI IL SENO…PRIMA IL DESTRO ..POI IL SINISTRO …E  ADESSO  LE CONFESSO CHE SONO TUTTO ECCITATO (l'abbraccia) UH MAMMA MIA MA CHE ME STA PIGLIANNE ( ma che mi sta succedendo)

ANDREA/   …LA PREGO  NON FACCIA COSI'…LA SITUAZIONE E' GIA' COSI COMPLICATA …MI LASCI LA SCONGIURO

SALVATORE/     MI DICA ALMENO CON CHI HO IL PIACERE DI PARLARE

ANDREA/ SI, SUBITO…   LE DISPIACE SE LE FACCIO PRIMA DUE DOMANDE?

SALVATORE/ MA SI FIGURI…MI CHIEDA TUTTO QUELLO CHE VUOLE

ANDREA/ LEI CONOSCE CIRO? 

SALVATORE/ LEI DICE CIRO, IL FRATELLO DI MIA MOGLIE? 

ANDREA/ SI, PROPRIO LUI…

 

SALVATORE/ CERTO CHE LO CONOSCO…MA  NON PARLIAMO DI LUI…SA' E'  UN TIPO SCHIZOFRENICO, MOLTO PERICOLOSO (sempre abbracciati)

ANDREA/   ….E SUA MOGLIE  MATILDE LA CONOSCE?

SALVATORE/  A QUELLA ZOZZONA …  ,  NON LA CONOSCO, NON L'HO MAI VISTA … ED  E' MEGLIO COSI,  NON VEDO PERO' QUESTO COSA CENTRA CON NOI, SU VIA SI LASCI ANDARE …

ANDREA/ ECCO VEDE IO  SONO MATILDE LA MOGLIE DI CIRO  

SALVATORE/  NO… MAMMA MIA S'E' AMMUSCIATO TUTTE COSE ( no,  mamma mia  si è afflosciato tutto ) ,  (si scosta di scatto)   …. LA PREGO NON  DICA NIENTE A CIRO  DI QUESTE MIE AVANCE,  QUELLO E’ CAPACE DI UCCIDERE ANCHE ME,  NON POTEVO CERTO IMMAGINARE CHE LEI FOSSE MATILDE …

ANDREA/ SI, SI SONO MATILDE … SIGNOR SALVATORE  PERO’ IO LE DEVO CONFESSARE UNA COSA (si siedono)

SALVATORE/  (si siede, sono uno di fronte all'altro)  DI CHE SI TRATTA?

ANDREA/  SIGNOR SALVATORE IO SONO IN UN MARE DI GUAI  LEI MI DEVE AIUTARE  (  lo provoca ) ECCO VEDE (gli fa vedere la gambe)

 

SALVATORE/ VEDO, VEDO, VECHE TUTTE COSE ..MAMMA DO' CARMINE NUN CE A FACCIO CHIU'  ( vedo, vedo tutto , mamma mia  non ce la faccio più)

ANDREA/   SIGNOR SALVATORE  IO SONO AMMINISTRATORE DI UNA  GRANDE SOCIETA'…E (allarga le gambe in modo da fargli vedere la mutanda)

SALVATORE/ AMMINISTRATORE (sprofondando sempre di piu' sulla sedia) DI CHE?

ANDREA/  DI UNA SOCIETA' MOLTO IMPORTANTE CHE …..

SALVATORE/ SIGNORI' SCUSATE MA  SENTE NU POCO CALDO (va  al balcone) MAMMA MIA  NU POCO D'ARIA….( signorina, scusatemi ma sento un po’ caldo ,  tengo bisogno di un po’ d’aria)

ANDREA/    SIGNOR SALVATORE (si avvicina) SE LEI MI AIUTA IO LE SAPRO' ESSERE RICONOSCENTE….INSOMMA FARO' TUTTO QUELLO CHE VUOLE  ..LEI E' COSI SIMPATICO, AFFASCINANTE…( si abbracciano)

SALVATORE/ LA PREGO NON FACCIA COSI CHE GIA' ME SENTO MALE'

(rientrano il commissario e Carmela, li trovano abbracciati)

COMMISSARIO/ (entrandoSIGNORA CARMELA NON SI PREOCCUPI' SE LEI E' INNOCENTE…NON HA NULLA DA TEMERE …

 

CARMELA/ SALVATORE  ..

SALVATORE/  (salto di imbarazzo) CARMELA

 CARMELA/ SALVATO' MA CHE STAI FACENNE? ( ma che stai facendo?)

COMMISSARIO/ MA  CHE SCHIFO, CHE SCHIFO

SALVATORE/  CARME' NU STO' FACENNE NIENTE ( carmela non sto facendo niente).SONO APPENNA ARRIVATO…STAVO  SOLO  SALUTANDO LA SIGNORA…MA IL SIGNORE CHI E'?

COMMISSARIO/ BUONGIORNO SONO IL COMMISSARIO INNOCENTI

SALVATORE/ PIACERE  SALVATORE COLPEVOLE, MA CHE E' UNO SCHERZO?

COMMISSARIO/  NON E' UNO SCHERZO (gli stringe  la mano )

CARMELA/ SALVATO' E' VERAMENTE UN COMMISSARIO

SALVATORE/ UN COMMISSARIO, E CHE CI FA UN COMMISSARIO IN CASA MIA? (dolorante)…CARME' MA  CHE E' SUCCIESO? ( ma che e’ successo?)

COMMISSARIO/ NON SI PREOCCUPI …NON E' SUCCESSO NIENTE DI  PARTICOLARE…STIAMO CERCANDO  ANDREA CALMAZ,  LEI   CONOSCE  QUESTA PERSONA?

SALVATORE/  NATAVOTO STU CALMAZ,  MA STA SEMPE A MIEZE,  ( ancora questo calmaz , ma sta sempre in mezzo)

COMMISSARIO/ INSOMMA LA CONOSCE O NO QUESTA PERSONA?

SALVATORE/ NO COMMISSARIO   NON  L'HO MAI VISTA, 

COMMISSARIO/ MA COME?    ANDREA CALMAZ  VIENE A CASA SUA ESCE CON SUA MOGLIE.    E LEI NON LA CONOSCE?

CARMELA/ COMMISSA' MIO MARITO LO SA COSA VOGLIO DA ANDREA CALMAZ

COMMISSARIO/ AH..LO SA?  BENISSIMO 

SALVATORE /   (arrabbiato) …COMMISSARIO CALMAZ NON  ESCE CON  MIA MOGLIE ,   A QUESTO CALMAZ MIA MOGLIE GLI HA CHIESTO SOLO  UN FAVORE PER  SUO FRATELLO CIRO..(gridato) E COMUNQUE NON SI PREOCCUPI PERCHE' APPENA O' VECO A STU CALMAZ (gridato) O' FACCIO O' MAZ TANTE (figurato, rivolto a ANDREA) PERCHE MI E' ANTIPATICO ASSAI ( appena lo vedo a questo calmaz  lo sputo in un occhio, perche’ mi è antipatico è assai)

COMMISSARIO/ SIGNORA MATILDE  LEI   CONOSCE ANDREA CALMAZ?

ANDREA/ NO, COMMISSARIO IO SONO ARRIVATA STAMATTINA, PENSI CHE NEMMENO CIRO SA CHE SONO QUI, 

COMMISSARIO/  E VA BENE …SIGNORA  CARMELA FUORI AL BALCONE COSA C'E?

SALVATORE/ COMMISSA' A PARTE IL CARDELLINO DI MIO PADRE .. NUN C’E’ PIU’  ' NIENTE

COMMISSARIO/ FACCIA POCO LO SPIRITOSO  E RIMANGA QUI CHE LA DEVO INTERROGARE SIGNORA CARMELA SUO FRATELLO DOVE STA?

CARMELA/   COMMISSA' MIO FRATELLO DOVREBBE ARRIVARE A MOMENTI

ANDREA/ (cantato in milanese) O' MIA BELLA MADUNNINA

COMMISSARIO/  BENISSIMO COSI INTERROGHEREMO ANCHE LUI, ADESSO     MI FACCIA VEDERE IL BALCONE

CARMELA/  SI COMMISSA'…SALVATO' FAI COMPAGNIA ALLA SIGNORA MATILDE

SALVATORE/  SI, SI CON VERO PIACERE

CARMELA/ STRUNZO…COMMISSA'  VENGA ANDIAMO ( fanno per andare fuori al balcone ma si fermano al bussare della porta)

COMMISSARIO/ PREGO DOPO DI LEI 

(bussano la porta, nessuno apre)

 COMMISSARIO/ SIGNORA CARMELA HANNO BUSSATO

CARMELA/  DAVVERO?  QUESTO DEVE ESSERE MIO FRATELLO CIRO, 

ANDREA/ CELO MIO MARITO…

COMMISSARIO/ SIGNOR SALVATORE HANNO BUSSATO, APRITE LA PORTA

SALVATORE/ SUBITO

ANDREA/ NO, NON APRITE

COMMISSARIO/  APRA, APRA SI SBRIGHI

CARMELA/ SALVATO’ NUN ARAPI’ ( salvatore non aprire)

COMMISARIO/ SU APRA,  APRA

SALVATORE/ INSOMMA AGGIO ARAPI O NO? ( insomma devo aprire si o no ?)

CARMELA/ VOLEVO DIRE  SALVATO' NUN ARAPI  TU,  APRO IO ( volevo dire salvatore non aprire tu , apro io)

NONNO/ (tutto brillantinato) FILUME’ IO SO’ PRONTO , VIENE FA’ AMBRESSE’

ANDREA/ VINCENZO …. COME SEI BELLO….VENGO TOSTO… ( insieme nella stanza del nonno)

COMMISSARIO/ MA CHE SCHIFO, CHE SCHIFO

(bussano la porta)

COMMISSARIO/   SIGNOR SALVATORE  APRA LA PORTA SI SBRIGHI

SALVATORE/ SI SI APRO SUBITO

CIRO/  (con dei dolci in mano) SALVATO' BUONGIORNO

SALVATORE/ CIAO CIRO

CARMELA/  CIRO CHE TIENE NEL PACCO?

COMMISSARIO/ (anticipando la risposta) C''E DROGA IN QUESTO PACCO DICA LA VERITA'

CIRO/ NO, SOLO DEI BABA' E SFUGLIATELLE,  ( no, sono solo baba’ e sfogliatelle) CARME' HO COMPRATO DEI DOLCI   CARME', SALVATO',  HO INVITATO A PRANZO LA SIGNORINA  ELEONORA , VI DISPIACE ?

CARMELA/ NO, QUANNE MAI..HAI FATTE BUONO ( no, hai fatto benissimo)

SALVATORE/ E' DIVENTATO IL PADRONE DI CASA

COMMISSARIO/ COSI' LEI E' CIRO ?

CIRO/ SI SONO CIRO IL FRATELLO DI CARMELA

SALVATORE/ CIRO INDOVINA CHI E' VENUTO A TROVARTI?

CARMELA/ (gli sbatte   i dolci in mano)  CIRO E' VENUTO IL COMMISSARIO… MA NUN  T'IMPRESSIONA' DEVE SOLO  FARTI DELLE DOMANDE . SALVATO'  TU PUOSE I DOLCI IN CUCINA E STATTE ZITTE ( ciro è venuto il commissario ma non ti impressionare  ti deve fare solo alcune domande , salvatore tu porta i dolci in cucina e stai zitto)

SALVATORE/ MA PERCHE' CHE HO DETTO? (esce in cucina)

COMMISSARIO/  SIGNOR CIRO LEI CONOSCE    ANDREA CALMAZ?

CIRO/ NO,  NON LO CONOSCO   …PERCHE' CHE E' SUCCESSO?

COMMISSARIO/  LE SPIEGO SUBITO, IO SONO IL COMMISSARIO INNOCENTI E..(sono venuto)

CIRO (crisi di pianto) PUR'IO IO SONO INNOCENTE COMMISSA'….PUR'IO SO' INNOCENTE  ( anch’io sono innocente commissario, pure io sono innocente)

COMMISSARIO/  MA CHE STA SUCCEDENDO?

 CIRO/ NUN AGGIO ACCISO A NISCIUNO…SO' INNOCENTE..SO INNOCENTE ( io non ho ucciso nessuno sono innocente)

CARMELA/ COMMISSA' CHE AVITE CUMBINATO…SALVATO VIENE FA AMBRESSE ( commissario ma cosa avete combinato, salvatore vieni fai presto ( lo chiama)

COMMISSARIO/   INSOMMA  SI PUO' SAPERE CHE GLI PRENDE?

CARMELA/ COMMISSA' MIO FRATELLO SOFFRE DI DEPRESSIONE  E OGNI TANTO HA QUESTE CRISI DI PIANTO ,  ASPETTIAMO UN PO' VEDETE CHE GLI PASSA  E POI LO INTERROGATE CON CALMA.

COMMISSARIO/ INSOMMA LA FINISCA COL DIRE STUPIDAGGINI, PRIMA SUO SUOCERO ,  ADESSO SUO FRATELLO,  INSOMMA FINIAMOLA

SALVATORE/ CARME’ CHE E’ SUCCIESO?

CARMELA/ A CIRO C’E’ VENUTO NATAVOTO A CRISI,  ( a ciro gli è tornata la crisi)

COMMISSARIO/  SIGNORA CARMELA , MA NON E’ CHE SONO CRISI DI ASTINENZA DA DROGA  DICA LA VERITA’

CARMELA/  MA QUALE DROGA COMMISSA’….

SALVATORE/ (salvatore prende la chitarra e inizia a cantare - ) COMME TE CHIAMME TU

 

SALVATORE/ CARMELA  (cantato) IO NUN M'HO SCORDE CHIU'

SALVATORE /CARMELA/ CARMELA

COMMMISSARIO/  SIG SALVATORE MA CHE FA?

CARMELA/ COMMISSA LA MUSICA LO FA CALMARE , 

SALVATORE/ (cantato) TE  CERCAI PE' TUTTO A VITA, DINTE E STRADE E DINTE VICHE

CARMELA/  (cantato) MA CIRO PIANGE SEMPRE PIU'..COMMISSA' CANTATE PURE VOI

COMMISSARIO/  (gridato)   BASTA.! E  VA BENE  LASCIAMOLO CALMARE LO INTERROGHERO' DOPO

SALVATORE/ CIRO NUN CHIAGNERE ..CIRO INDOVINA CHI T'E' VENUTO A TRUA'? ( ciro non piangere, non piangere indovina chi ti e’ venuto a trovare?)

CARMELA/   (gridato) SALVATO', NATAVATO?,  SALVATO' E TE VO'  STA  ZITTE..?

( salvatore ancora?, ma ti vuo star zitto)

SALVATORE/ CARME' MA C'ALLUCCA A FA'? ( carmela ma che gridi a fare)

NONNO/ (fuori scena) COMME SI BELLE FILUME', FILUME' SI A VITA MIA ( come sei bella Filomena filone sei la vita mia)

ANDREA/  VINCENZO NON FARE COSI, 

CIRO/ VOGLIO MURI' VOGLIO MURI ( voglio morire, voglio morire, )

COMMISSARIO/  (gridato)  VEDO TROPPA AGITAZIONE IN QUESTA CASA…STIAMO CALMI, CALMI

(bussano la porta)

 

 CARMELA/ NATAVOTA A PORTA E MO' CHI E' ? ( ancora la porta ma adesso chi è?)

COMMISSARIO/  SIGNOR SALVATORE  APRA LA PORTA

SALVATORE/  …CARME' POZZE ARAPI? ( carmela posso aprire?)

COMMISSARIO/ SU, SU APRA VEDIAMO CHI E' ANCORA

CIRO/ IO SO' INNOCENTE , SO' INNOCENTE

ELEONORA/  SIOR SALVATORE BUONGIORNO

SALVATORE/ SIGNORA ELEONORA BUONGIORNO

CIRO/ IO SO' INNOCENTE…NUN AGGIO ACCISO A NISCIUNO ( io sono innocente non ho ucciso nessuno)

CARMELA/   E' VA BUO' CIRO CALMATE ( ciro calmati, calmati)

ELEONORA/  SIORA CARMELA BUONGIORNO..MI SCUSI  SE SONO VENUTA  MA   CIRO MI HA INVITATO A PRANZO…MA SE VUOLE VENGO QUANDO AVETE FINITO LE PROVE

SALVATORE/ SIGNORINA ELEONORA NON SI PREOCCUPI RIMANGA PURE    LEI ORMAI FA' PARTE DELLA COMPAGNIA

COMMISSARIO/ INSOMMA LA SIGNORA O' SIGNORINA CHI E' ? E COSA SONO QUESTE PROVE

SALVATORE/  COMMISSA' E' UNA VICINA DI CASA..ABITA  ALLA PORTA DI FRONTE  ALLA NOSTRA…

CIRO/ O' GIUDICE TENE E CORNE.. ( il giudice tiene le corna)

ELEONORA/ O' GIUDICE  E' N'OMMO E  MERDO  ( gridato) ( il giudice è un uomo di merda)

SALVATORE/ (sottovoce; al commissario)  … NON CI FATE CASO E' UN PO' TOCCATA DI CERVELLO

COMMISSARIO/ PURE LEI? MA QUESTA E' UNA CASA DI PAZZI

ELEONORA/ SIOR SALVATORE ,   VADO BENE?

SALVATORE/ SI, SI SIGNORINA ELEONORA SIETE STATE PERFETTA

ELEONORA/ GRAZIE  SIETE MOLTO GENTILE, MA DEVO MIGLIORARE SA' L'ACCENTO NAPOLETANO…..NON E' FACILE

SALVATORE/ SIGNORI' UN POCO ALLA VOLTA  MA SONO SICURO CHE CE LA FARETE , CARME C'E' PASSATA? (va da ciro)

 ELEONORA/ COSI' LEI FA LA PARTE DEL COMMISSARIO

COMMISSARIO/ SI SONO IL COMMISSARIO INNOCENTI

ELEONORA/ MA LO SA CHE LA FA PROPRIO BENE…SEMBRA DAVVERO UN COMMISSARIO

COMMISSARIO/  E CHE LE POSSO DIRE… FACCIO SEMPRE QUESTA PARTE…  ORMAI MI ESCE NATURALE

SALVATORE/ COMMISSA' ANDIAMO VENGA A VEDERE IL CARDELLINO CIOE’ IL BALCONE, LA SIGNORINA ELEONORA RIMANE A PRANZO CON NOI..DOPO SE VUOLE   PUO' INTERROGARE ANCHE LEI

COMMISSARIO/ PENSO CHE NON SARA' NECESSARIO … E VA BENE ANDIAMO   FORSE UN PO’ D’ARIA FRESCA  MI FARA’ BENE,  NON SO IL PERCHE’, MA MI SENTO TUTTO STONATO (escono)

CARMELA/ SIGNORINA ELEONORA VI DISPIACE FARE UN CAFFE' PER MIO FRATELLO

ELEONORA/ MA SI FIGURI,  LO FACCIO SUBITO(esce in cucina)

CARMELA/ CIRO MO' TE PIGLIA  NU BELLE  CAFE'…CIRO ( ciro adesso ti prendi un bel  caffè)

 ANDREA/ (tutto scombinato, ancora vestito da donna esce dalla stanza)  UH MAMMA MIA

CARMELA/  …SIGNOR ANDREA E MIO SUOCERO ? 

ANDREA/ STA DORMENDO 

CARMELA/ AH MENO MALE

ANDREA/ GLI HO  DATO UNA BOTTA IN TESTA,

CARMELA/ MA CHE DITE?

ANDREA/  SIGNORA CARMELA E' STATO NECESSARIO…  PENSI CHE  APPENA L'HO MESSO A LETTO, MI E' SALTATO ADDOSSO… SIGNORA MIA…UN ANIMALE…UN ANIMALE…IO NON LO…SO …(con voce di donna) .MI VOLEVA A TUTTI I COSTI VIOLENTARE… E' CONVINTO CHE IO SONO FILOMENA LA   MOGLIE

CARMELA/ MA CHE DICE FILOMENA NON E' LA MOGLIE

ANDREA/ NON SARA' LA SU MOGLIE , MA LE POSSO ASSICURARE CHE  PER LUI FILOMENA SIGNIFICA SOLO QUELLO,   LEI CAPISCE?

CARMELA/ SI, SI CAPISCO

 ANDREA/ SIGNORA CARMELA IL COMMISSARIO DOVE STA'?

CARMELA/ STA PERLUSTRANDO IL BALCONE INSIEME A MIO MARITO, APPROFITTATE   VESTITEVI E ANDATE VIA

 

ANDREA/ SI,GRAZIE, GRAZIE…DI TUTTO VADO A RIVESTIRMI

CARMELA/ SI, SI FATE PRESTO  …E SI RICORDI DELLA PROMESSA…

ANDREA/ SIGNORA CARMELA,     SE ESCO FUORI DA QUESTA STORIA A SUO FRATELLO LO FACCIO DIRIGENTE , PAROLA D'ONORE (va nella stanza di Ciro)

CARMELA/ CIRO, CIRO T'E' PASSATA?

CIRO/ SI CARME'   M'E' PASSATE …

 ELEONORA/  ECCO IL CAFFE' …CIRO  SEI STATO BRAVISSIMO , SEMBRAVA PROPRIO CHE FACEVI SUL SERIO..E NOI COME SIAMO ANDATE?

CARMELA/ SIGNORINA ELEONORA LASCIAMO PERDERE

CIRO/ ELEONORA FORSE E' ARRIVATO IL MOMENTO DI DIRTI DELLE COSE DI ME  CHE TU NON SAI,  

ELEONORA/ NON CAPISCO

CARMELA/ CIRO   CHE VUOI DIRE …SPIEGATE  MEGLIO

CIRO/ ELEONORA  TU SEI UNA BRAVA DONNA, ONESTA, SINCERA, PROPRIO COME MI PIACEREBBE FOSSE MIA MOGLIE ...

ELEONORA/ DAVVERO? COME SONO CONTENTA

CIRO/ IN  TUTTI QUESTI GIORNI CHE CI SIAMO FREQUENTATI,  HO CAPITO CHE TU SEI UNA BRAVA DONNA SUL SERIO,  E    NON TI NASCONDO CHE  SAREI CONTENTO CHE TU DIVENTASSI MIA MOGLIE

ELEONORA/ OH CIRO , NON SAI QUALE GIOIA MI STAI DONANDO

CARMELA/ CIRO CONTINUA,

CIRO/ ELEONO'  PERO’  VENTI ANNI DI GALERA   HANNO LASCIATO IL SEGNO ELEONORA  …ELEONORA IO TI VOGLIO BENE ,  MA HO UNA SACCO DI PROBLEMI CHE NON SO SE RIUSCIRO' A RISOLVERE,

CARMELA/ CIRO MA CHE DICE?

CIRO/  CARME' TI PREGO FAMME  PARLA',  ( fammi parlare) ELEONO' IO  NON HO NIENTE,  NON HO UN POSTO DI LAVORO, NON HO UNA CASA,  ELEONO'  IO NUN  TENGO MANCHE ALL'UOCCHIE PE CHIAGNERE  (piange)  ( io non tengo nemmeno gli occhi per piangere)

ELEONORA/ CIRO MA COSA   DICI? ANCH'IO NON TI HO DETTO TUTTO DI ME CI CONOSCIAMO ANCORA DA POCO,  CIRO  ANCH'IO TE VOGLIO BENE 

CARMELA/ CIRO    E PROBLEME E TENIMME TUTTE QUANTE , CIRO NUN TE PREOCCUPA'   PARLE, ,  A SIGNORINA ELEONORA TE VO BENE , PARLA CIRO, ASSETTATEVE NCOPPO O DIVANO E RACCUNTECE TUTTE COSE ( ciro i problemi li teniamo tutti, ciro non ti preoccupare, parla, la signorina Eleonora ti vuole bene , parla ciro, sedetevi sul divano  e raccontale tutto)

ELEONORA/ E VA BENE ,  ( si vanno a sedere , Iniziano Una Discussione Che Poi Sfuma) ) ELEONORA  ASCOLTAMI,  ELEONO' IO NON  STO FACENDO NESSUNA COMMEDIA     E' SOLO CHE  SOFFRO DI CRISI DI DEPRESSIONE CHE PURTROPPO….

ANDREA/ ECCOMI QUA ,  FINALMENTE NEI MIE PANNI ..MAMMA MIA CON QUEL VESTITO NON CE LA FACEVO PIU'  SENTO  ANCORA TUTTO IL PRURITO

CARMELA/ SIGNOR CALMAZ  FATE PRESTO CHE  IL COMMISSARIO POTREBBE ARRIVARE DA UN MOMENTO ALL'ALTRO

ANDREA/ SI SI  , SOLO IL TEMPO DI RINGRAZIARVI PER TUTTO QUELLO CHE AVETE FATTO PER ME…SIGNORA CARMELA LASCIATE  CHE VI  ABBRACCI 

CARMELA/ SIGNOR CALMAZ  MO'  ACCUMINCIAMMO NATAVOTO? ( adesso iniziamo un’altra volta?)

ANDREA/   MA E' SOLO  PER RINGRAZIARLA, SOLO UN ABBRACCIO

CARMELA/ E VA BENE …

ANDREA/ GRAZIE (si abbracciano)

(arrivano il Commissario e Salvatore)

SALVATORE/ COMMISSA'  VE L'AVEVO DETTO CHE C'ERA SOLO IL CARDELLINO DI   ….CARME'?…MA CHE STAI FACENNE? ( ma che stai facendo?)

CARMELA/ SALVATO' NIENTE  NON T’IMPRESSIONARE?

SALVATORE/ COME SAREBBE NIENTE?

COMMISSARIO/ IL SIGNORE CHI E'?

CARMELA/ (impacciata)  COMMISSA' E' UN AMICO DI FAMIGLIA E' APPENA ARRIVATO   CI STAVAMO SALUTANDO

SALVATORE/ MA QUALE AMICO DI FAMIGLIA… MA CHI  LO CONOSCE

COMMISSARIO/ MA COME ?  QUEST'UOMO VIENE A CASA SUA  SI BACIA SUA MOGLIE E LEI NON LO CONOSCE?

SALVATORE/ (irritato) COMMISSA SCUSATE SE VE LO CHIEDO… MA SIETE SPOSATO?

COMMISSARIO/ SI

SALVATORE/ E FACITEVE E CORNE VOSTE CHE  A MIA MOGLIE CI PENSO IO…MA VIDITE NU POCO ( e fatevi le corna vostre che a mia moglie ci penso io)

COMMISSARIO/ MA COME SI PERMETTE? TERRUN

CARMELA/ COMMISSA' PERDONATELO…MA   LA GIORNATA E' STATA UN POCO MOVIMENTATA  , MIO PADRE , MIO FRATELLO,   SALVATORE STA UN PO’ NERVOSO

COMMISSARIO/ E VA BENE ..   RINGRAZI SUA MOGLIE,  SIGNORA CARMELA .ADESSO PERO' MI DICA  CHI E' QUEST'UOMO? E CHE FINE HA FATTO LA SIGNORA MATILDE

 ANDREA/   , COMMISSARIO LA SIGNORA MATILDE ERO IO, AVEVO TROVATO QUESTO STRATAGEMMA  PER NON FARMI ARRESTARE , MA IN REALTA’ IO  SONO ANDREA CALMAZ  

SALVATORE/ (commosso) CALMAZ… CARME ' ALLORA E' OVERO ME FAI E CORNE CU CALMAZ CARME' RISPUNNE….( calmaz? Ma allora e’ vero , mi fai le corna con calmaz? Carmela rispondi)

CARMELA/ MA QUALI E CORNE  SALVATO'… SALVATO'  NUN TE   IMPRESSIONA' …(avvicinandosi) SALVATO' IO VOGLIO BENE SULE A TE   ( ma quali corna,  salvatore non t’impressionare, io voglio bene solo a te  ( lo abbraccia)

 ANDREA ,/ COMMISSARIO    SONO PRONTO,  ARRESTATEMI PURE ( un passo avanti)

COMMISSARIO/ A VOI…E PERCHE' MAI DOVREI ARRESTARVI'?

SALVATORE/   COMME SAREBBE , LO STAVATE CERCANDO  DA TUTTE LE PARTI A QUESTO CALMAZ E ADESSO CHE L'AVETE DI FRONTE LO LASCIATE ANDARE? COMMISSARIO ARRESTATELO

COMMISSARIO/  MA CHE DICE? (ride) IL SIGNORE SI CHIAMERA' PURE ANDREA CALMAZ ,   MA  PUR VOLENDO E CON TUTTA LA BUONA VOLONTA' NON POTREBBE MAI ESSERE  L'ANDREA CALMAZ CHE CERCO IO ,

CARMELA/ COMMISSA SCUSATE E POTREMMO SAPERE IL PERCHE'?

ANDREA/ MICA LO DOBBIAMO SAPERE PER FORZA

CARMELA/ SIGNOR CALMAZ SCUSATE MA A QUESTO PUNTO IL COMMISSARIO UNA SODDISFAZIONE CE LA DEVE PURE DARE

COMMISSARIO/ MA E' SEMPLICE  PERCHE' …L'ANDREA CALMAZ CHE CERCO IO NON E' UN UOMO MA UNA DONNA ECCO IL PERCHE'

TUTTI/ UNA DONNA?

COMMISSARIO/ SI, SI. UNA DONNA,  UNA BELLISSIMA DONNA DAI CAPELLI BIONDI E CON GLI OCCHI AZZURRI…ECCO , HO QUI UNA SUA FOTO  SE VOLETE DARE UN'OCCHIATA…

CARMELA/  ( Carmela  Salvatore guardano la foto, poi insieme gli sputano sopra) TE POZZENE ACCIDERE…( te possano ammazzare)  COMMISSA SCUSATE …MA CI  E' USCITO DALL'ANIMA, PREGO (gli ridà la foto)

COMMISSARIO/ SE LA TENGA PURE, SI E’ TRATTATO DI  UN ERRORE DI OMONIMIA  ( durante la scena  finale  scrive sull’agenda)

ANDREA/ SIGNORA CARMELA E ALLORA VISTO CHE ADESSO  TUTTO SI E' CHIARITO  COME PROMESSO DA DOMANI  VOSTRO FRATELLO LAVORERA' NELLA MIA  SOCIETA' ( durante la scena finale si gratta)

 CARMELA/ GRAZIE SIGNOR CALMAZ SONO COMMOSSA..  CIRO HAI SENTITO?

CIRO/    CARME' HO SENTITO, SIGNOR CALMAZ NON SO CHE DIRLE…

SALVATORE/ SIGNOR CALMAZ  ADESSO MI SIETE PIU' SIMPATICO

CIRO/ SALVATO', CARME', VI DEVO DIRE ANCH'IO UNA COSA ,  VISTO  CHE ADESSO  TENGO UN POSTO DI LAVORO,   CARMELA, SALVATORE COME PROMESSO,  DOMANI ME NE VADO

SALVATORE/  AH CHE PIACERE DOMANI SE NE VA, IN QUESTA CASA RITORNERA’ LA PACE

CARMELA/  E VA BUO' CIRO TIENE O  POSTO MA NUN TIENE ANCORA NA CASA ASPIETTE  NATUPPOCO ( e va bene ciro tieni un posto di lavoro ma non hai ancora una casa, aspetta un altro po’)

ELEONORA/  SIORA CARMELA … CIRO HA TROVATO ANCHE CASA, PERCHE'   DA DOMANI  SI TRASFERISCE A CASA MIA…SIORA CARMELA, SIOR SALVATORE  PROVIAMO A VIVERE  INSIEME

CARMELA/ DAVVERO? COMME SO' CUNTENTO…SALVATO' HAI SENTUTO? ( come sono contenta salvatore hai sentito?)

SALVATORE/  E COME NO…

CARMELA/ SALVATO’ PIGLIA O’ CHAMPAGNE (prende champagne e bicchieri)  (salvatore prendi lo champagne)

SALVATORE/ GIUSTO CI VUOLE UN BRINDISI , VENGO SUBITO ( esce cucina  )

COMMISSARIO/ MI SCUSERETE MA IO TOLGO IL DISTURBO

ANDREA/ FORSE E' MEGLIO SE VADO ANCH'IO

CARMELA/ COMMISSA' ,  SIGNORA CALMAZ SIETE STATE  TUTTA LA  GIORNATA A CASA MIA ,  ADESSO UN BRINDISI CE LO DOVETE 

ANDREA/ SIGNORA CARMELA  A LEI NON RIESCO MAI A DIRE DI NO

 

COMMISSARIO/  E VA BENE  ,  MA SOLO UN GOCCIO

SALVATORE/ ( rientra)   ECCO QUA SONO PRONTO ….CARME'  E A CHE BRINDIAMO?

CARMELA/ SALVATO'  BRINDIAMO A NOSTRO FIGLIO, SALVATO' SO' INCINTA

SALVATORE/  CARME'  CHE  STAI DICENNO?, CARME' NUN PAZZIA'…( carmela non scherzare)

CARMELA/  SALVATO  ASPETTO UN BAMBINO.. SALVATO' CE L'ABBIAMO FATTA E' A VERITA'

SALVATORE/ UH MAMMA MIA ME TREMMENE E COSCE…. COMMISSA' MANTENETE UN ATTIMO (gli dà la bottiglia) COMME TE VOGLIO BENE CARME'    (si abbracciano)  CARME' NUN TE CAGNE CU NISCIUNE,  ( uh mamma mia, mi tremano le gambe , commissario reggete un attimo ( la bottiglia)  come ti voglio bene carmela , carmela non ti cambio con nessuna ( si abbracciano)

CARMELA/ SALVATO' PURE IO TI VOGLIO BENE

NONNO/ (esce dalla sua stanza) AH CHE DULORE E N'CAPA,  MA A QUANTO TIEMPO STO' DURMENNO? SALVATO' MA CHI E' TUTTA STA GENTE? ( ah e che dolore di testa, ma da quanto tempo sto dormendo? Salvatore ma chi e’ tutta questa gente?)

SALVATORE/ PAPA' COMME TE SIENTE? ( papa’ come ti senti?)

NONNO/ SALVATO' STO' BUONO ME FA MALE SULA A CAPA, AH CHE DOLORE…

MA PERCHE' NUN M'HAI SCETATE,  UH CE STA PURE CIRO , CIAO CIRO  ( salvatore sto bene , mi fa male solo la testa, ah che dolore, ma perché non mi hai svegliato?, uh  ci sta anche ciro , ciao ciro)

SALVATORE/ PAPA'  FA’ O’ BRAVE ….VUO' E ' CIUCCULATE? ( papa’ fai il bravo vuoi la cioccolata?)

NONNO/ E CIUCCULATE? E C'AGGIO FA CH'E' CIUCCULATE MICA SO' NU CREATURE…. PIUTTOSTO ME SERVE N'ASPIRINA,  TENGO NU DULORE PROPRIO CA' (indicando il centro della testa)  COMME SI COCCURUNE MA FUSSE DATO NA BOTTA  N'CAPA ( le cioccolate?  Ma che devo fare con queste cioccolate  non sono mica un bambino, piuttosto mi occorrerebbe un’aspirina,  tengo un dolore  proprio qua ( il centro della testa) come se qualcuno mi avesse dato una botta in testa)

SALVATORE/    PAPA'  MA ALLORA STAI BUONO ?  ( papa’ ma allora stai bene )

NONNO/ SALVATO NATAVOTO?  MA ALLORA SEI SCEMO? E TE L'AGGIO DITTO ME FA MALE SULA A CAPA ( salvato’ ma allora sei scemo?, ti ho detto che mi fa male solo la testa)

SALVATORE/ CARME'  PAPA' S'E' RIPRESO   ( carmela papa’ si è ripreso)

CARMELA/SALVATO' ASPETTA MO' CE A FACCIO IO A DOMANDA DECISIVA…PAPA'  VULITE ' A FILUMENA? ( salvatore aspetta adesso gliela faccio io la domanda decisiva?  Papa’ la volete a Filomena?)

NONNO/ A FILUMENA? (pensando) ( a Filomena?)

SALVATORE/ SI, SI,    A FILOMENA

NONNO/ FILUMENA? MA CHI A CONOSCE A STA FILUMENA….. ( ma chi la conosce a questa Filomena)

SALVATORE/  ( felice) CARME' BRINDIAMO ….  PAPA' E' TORNATO                                                           

NONNO/ (gay, sul proscenio fermo) IO NUN VOGLIO A FILUMENA,  IO VOGLIO A ( io non voglio a Filomena, io voglio…a pasquale) PASQUALE.

(Insieme sorpresi)

SALVATORE/ CARME’

CARMELA/ SALVATO’

( Canzone finale “ Carmela”

F I N  E

***

Dello stesso autore

http://www.orestedesantis.com/teatro.htm

 

 

 

 

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 0 volte nell' ultima settimana
  • 0 volte nell' ultimo mese
  • 6 volte nell' arco di un'anno