Sette spose per sette fratelli

Stampa questo copione

Sette spose per sette fratelli

testo                      Lawrence KASHA e David LANDAY

liriche                    Johnny MERCER

musica                  Gene dePAUL 

canzoni aggiunte  Al KASHA e Joel HIRSCHHORN

traduzione             Michele RENZULLO

adattamento           Saverio MARCONI

scene                      Aldo DE LORENZO

costumi                   Zaira DE VINCENTIIS

coreografia             Fabrizio ANGELINI

direzione musicale      Giovanni Maria LORI

regia                        Saverio MARCONI

basato sul film della MGM  “The Sobbin’ Women”

di Stephen Vincent Benet

Versione aggiornata all’ 8 luglio 1998


PERSONAGGI e coppie

I FRATELLI                     LE SPOSE                I PRETENDENTI

ADAMO  PONTIPEE       MILLY 

GEDEONE                      ALICE                         JEB

BENIAMINO                    DORA                         CARL

CALEB                             RITA                           LUKE

DANIELE                        LISA                            MATT

EPHRAIM                        MARTA                       JOEL

FIL                                    SARA                          ZEKE

...E  INOLTRE

IL  SIGNOR  BIXBY                      

LA SIGNORA  BIXBY                  

IL REVERENDO  PERKINS                 

LA SIGNORA  PERKINS             

LA GENTE DEL VILLAGGIO


1850 - un villaggio dell’Oregon

Primo Atto

MUSICA 1- OUVERTURE - unita alla canzone di Adamo

Scena 1 -   STALLA

- Una scritta SETTE SPOSE PER SETTE FRATELLI

- La scritta sale e mostra Adamo che canta mentre fa il bagno in una tinozza aiutato da due fratelli, Caleb e Daniele.

MUSICA 2 - CANZONE “Una donna per me”

                   “Bless your beautiful hide” Adamo, Caleb e Daniele

ADAMO                                            UNA DONNA PER ME, MA DOVE SEI NON SO

                                                           DA QUALCHE PARTE TU DI CERTO SARAI

                                                           E TI CERCHERO’

FRATELLI                                        UNA DONNA PER TE, IL NOME SUO NON SAI

                                                           NON VI SIETE MAI VISTI MA PRESTO VEDRAI

                                                           CHE LA TROVERAI

                                   Daniele         NON C’E’ MULO SAI, NE’ FUCILE ORMAI

                                   Caleb             CHE TI POSSA DAR LA FELICITA’

                                   Insieme         LA DONNA TI CONQUISTERA’

ADAMO                                            SE PER ME CUCINERA’

                                                           SEI LA DONNA PER ME, E QUANDO TI VEDRO’

                                                           SOLTANTO QUELLO CHE TI DICO FARAI

                                                           E TI SPOSERO’

FRATELLI                 Daniele         NON C’E’ MULO SAI, NE’ FUCILE ORMAI

                                   Caleb             CHE TI POSSA DAR LA FELICITA’

                                   Insieme         LA DONNA TI CONQUISTERA’

                                                           SE PER TE CUCINERA’

                                               E’ LA DONNA PER TE, E QUANDO TI VEDRA’

                                                           SOLTANTO QUELLO CHE LE DICI FARA’

                                                           E TI SPOSERA’

                                                           (musica)

FRATELLI                 Daniele         BELLA SARA’ E TI ADORERA’

                                   Caleb             E PIU’ CHE MAI COMANDERAI

                                   Insieme         FA PRESTO PERCHE’, E’ LEI CHE FA PER TE

                                                           E’ LA DONNA PER TE

ADAMO                                            E LA SPOSERO’

                                              

- Durante la canzone Adamo, sempre aiutato dai fratelli, si veste e quando è pronto finisce la canzone entrando nell’emporio.

Scena 2 - EMPORIO - RISTORANTE

- Adamo si avvicina al signor Bixby, proprietario dell’emporio, mentre la signora Bixby sta preparando i tavoli.

BIXBY                   Salve Adamo

ADAMO                Salve. Mr. Bixby quanto costa il castoro quest'anno?

MRS BIXBY         Sei dollari la libbra.

ADAMO                Bene. Mi serve un aratro nuovo, poi due barili di lardo, un sacco di caffè, venti libbre di tabacco da masticare, e non avreste per caso anche una  donna, cerco moglie.

MRS BIXBY         (ridendo) Qualche preferenza?

ADAMO                Beh, si, cerco una moglie che non abbia paura di lavorare. Siamo in sette io e sei fratelli. La casa è un porcile e mangiamo come cani, e allora mi sono deciso.  

MRS BIXBY         Credi di poter comprare una moglie come fosse

un sacco di fagioli?

ADAMO                Ma non ci sono ragazze da marito in questa città?

MRS BIXBY         Sono tutte in parola. Non la troverai una ragazza disposta a sposarti.

ADAMO                Riesco sempre a fare una cosa se voglio. E non

tornerò a casa a mani vuote.

- Entrano i boscaioli e si siedono al tavolo reclamando il pranzo.

Adamo osserva la scena.

BOSCAIOLI         (JOEL) Avanti, Milly. (MATT) Abbiamo fame.

                              (ZEKE) Milly, portaci da mangiare! (LUKE) Milly, si mangia? (CARL) Coraggio Milly, muoio di fame!

MRS BIXBY         (verso la cucina) Milly, sbrigati. Qui c'è una   mezza dozzina di uomini affamati.

MILLY                   (fuori scena) Tenete a freno i cavalli, sto arrivando.

BOSCAIOLO1     (CARL) Vengo ad aiutarti, Milly.

BIXBY                   Non lo farei fossi in te.

- Il boscaiolo si alza ed esce verso la cucina.

- Sentiamo un forte rumore. Il boscaiolo rientra inseguito da

Milly che porta una pentola di stufato fumante e brandisce il

mestolo contro di lui.

MILLY                   Non mettere mai più piede in cucina, hai capito? (inseguendolo) La prossima volta che ci provi ti ritrovi lo stufato addosso invece che nel piatto.

- Gli altri boscaioli ridono. Il boscaiolo si sbatte ad Adamo che girandosi vede Milly. I due si guardano finchè…

BOSCAIOLO 3      (MATT) (fa un balzo e stringe con forza Milly

                                alla vita spingendola verso di sé) Credo che prenderò il dolce adesso, Milly.

-Milly tenta di divincolarsi, ma senza successo. Adamo interviene liberando Milly e minacciando il boscaiolo.

ADAMO                Questo non è il modo di trattare una signora.

BOSCAIOLO 3    (MATT) Ehi, mister!?…

- Adamo gli dà un pugno e lo fa rotolare dall’altro lato, il boscaiolo si rialza e ritorna a sedere.

 

ADAMO                (a Milly) …spero di non avervi dato fastidio?

MILLY                   (ad Adamo) Nessun fastidio affatto...

ADAMO                (imbarazzato, tenta di cambiare discorso)

                              E' stufato?

MILLY                   Hu, hum.

ADAMO                (sporgendosi sulla pentola e annusando)

                              Ha un buon odore.

MILLY                 E il sapore è anche meglio.

ADAMO              (si siede) C’è della mostarda?

MILLY                 Il mio stufato è già saporito. (gli riempie il piatto)

BOSCAIOLO 4    (JOEL) Milly è la miglior cuoca al di qua dei monti.

MILLY                  Buono?

ADAMO               Buono.

- Milly continua ad osservare Adamo.

 

MRS BIXBY         (a gran voce) Milly!

 - Milly va a parlare con Mrs Bixby. Si abbassano le luci, e resta uno spot su Adamo. I boscaioli continuano a mangiare mentre Adamo fa delle considerazioni su Milly.

MUSICA 3 - sottofondo per il pensiero di Adamo

ADAMO                Però, è graziosa... e mi sembra anche ordinata. Non è robusta ma non è troppo magra. Ha un bel viso e i capelli sono del colore del grano. Sembra proprio la taglia giusta per me. Semplice e dolce ma anche sfacciata come può esserlo una ragazza di carattere, si, credo proprio che sia la donna che fa per me.

                             

- I boscaioli escono salutando tutti, seguiti da Mr. Bixby, mentre Mrs. Bixby entra in cucina. Adamo si ritrova davanti al piatto di stufato. Milly sta pulendo. Sono soli.

ADAMO                (mangiando dalla pentola) Il vostro è lo stufato più buono che io abbia mai mangiato, Milly.

MILLY                   Grazie, Adamo.

ADAMO                Vostro padre vi fa lavorare parecchio.

MILLY                   Bixby non è mio padre. I miei genitori sono morti tutti e due l'anno scorso. Sono venuta in città qualche mese dopo.

ADAMO                Tutta sola?

MILLY                   (ancora lavorando) So badare a me stessa.

ADAMO                Milly, fermatevi un momento.

MILLY                   Prima devo finire quello che sto facendo.

ADAMO                (interrompendola a forza) Fermatevi.

                              (Milly si ferma tenendo una pila di piatti)

                              ..che ne direste di sposarmi? (Milly lascia

                              cadere i piatti) Milly? Mi avete sentito?

- Milly si riprende e confusa recupera i piatti. Adamo la aiuta.

MILLY                   Vi ho sentito. Ma non so niente di voi.

ADAMO                (si alza mentre Milly continua a pulire) Ho una fattoria, una bella fattoria. C'è una casa. C'è un bosco e ci sono dei prati di erba alta. Ci sono pecore e mucche da latte e cinquanta acri di terra a frumento. Una sola cosa non c'è... Non c'è una donna. Che ne pensate?

MILLY                   Di che cosa?

ADAMO                Capisco che è tutto un po' di fretta. Avremmo potuto incontrarci una domenica all'uscita di chiesa. Sei mesi dopo vi avrei chiesto di accompagnarvi a casa. Poi per due anni sarei venuto a trovarvi tutti i mercoledì sera. E finalmente avrei chiesto di sposarvi. Questo è quello che mia madre avrebbe voluto che facessi. Ma io non ho tempo, stasera sarò di nuovo tra i monti e solo fra cinque mesi tornerò qui a portare il grano. Avete intenzione di farmi aspettare cinque mesi solo per una vecchia usanza da far-west?… Allora che ne dite?

MILLY                   (lo guarda per un momento e poi decide) Prima

                              devo finire le faccende. (entrando in cucina)

ADAMO                L'ho capito subito che eri fatta per me 

MILLY                   (da dentro) Quanto è lontana la fattoria?

ADAMO                Circa dodici miglia.

MILLY                   (uscendo) A molti la solitudine fa paura, ma dopo essere stata qui alla locanda sto volentieri da sola.

ADAMO                (pausa… pensa) Sì.

MILLY                   Tutte le volte che sento quegli uomini rozzi e selvaggi reclamare il pranzo, penso a quanto dove essere bello cucinare per un uomo solo, uno soltanto. E adesso sarà così, e ne sono felice.

 ADAMO               (timidamente annuisce) Sìììììììììì..... (fa per uscire) Vado a cercare un prete e gli anelli, ci vediamo qui tra dieci minuti.

                                     

-Le ragazze, durante la scena, spiano dalla finestra del ristorante.

 

-Adamo uscendo si fa largo tra le ragazze che entrano nel ristorante. Milly va verso la cucina.

MARTA               Milly stai veramente pensando di passare del tempo da sola con Adamo Pontipee?

LISA                    Mi meraviglio di te, Milly.

DORA                 E' un montanaro!

MARTA               Non sono capaci di far niente i montanari.

ALICE                 Ho sentito dire che di notte si trasformano in orsi.

RITA                    Beh, almeno questo è un bell’orso.

SARA                  Ti piace Adamo Pontipee?

MILLY                 Sì, stiamo per sposarci.

RAGAZZE          (ALICE/RITA) Sposarvi?… (MARTA / LISA) Vi sposate? (SARA/DORA) Oh, sposarvi?

MARTA               Non sapevo neanche che ti facesse la corte.

MILLY                 Veramente non me la faceva. Cioè ha fatto in cinque minuti quello che si fa in tre anni.

SARA                  E’ incredibile!

MILLY                 (entrando in cucina) Non ci credo neanch'io. Ho un po' di fretta.  

LISA                    Ti aiuteremo noi a preparare la valigia.       

MILLY                 (rientra con la valigia) Non dimenticate i miei libri! (entra per prendere i vestiti)

DORA                 Oh, non vedremo più la nostra Milly.

MARTA               Non preoccuparti Lisa. La vedremo prima della prima nevicata.

LISA                    Milly, c'è qualcosa che dovresti sapere riguardo ad Adamo.

MARTA               E alla sua famiglia. 

MILLY                 (rientrando)So tutto quello che c'è da sapere. C'è bontà nei suoi occhi. La stessa che c'era in quelli di mio padre. Ho sempre sognato che sarebbe arrivato un uomo e mi avrebbe portato via.

DORA                 Oh Milly, sono preoccupata per i tuoi sogni.

MARTA               Quando ti sveglierai ti ritroverai sposata.

LISA                    E il matrimonio è per sempre.

MUSICA 4 - Canzone: “Giorno più bello non c’è”

                   (Wonderful day) Milly e le ragazze.

MILLY                                    MOLTI GIA’ NE RIFIUTAI,  DISSI NO A VARI PRETENDENTI

                                   RICCHI O COLTI DISSI NO, DOLCI, BELLI, BRUTTI O PREPOTENTI

                                   ERO SAGGIA FINCHE’ LUI NON VENNE DA ME.

                                  

LUI E’ ARRIVATO, M’HA GUARDATO ED HO CAPITO CHE

                                   GIORNO PIU’ BELLO NON C’E’.

                                   QUANDO MI HAN TOCCATO, MI HA DIFESO,

                                   CERTO CI TIENE A ME, GIORNO PIU’ BELLO NON C’E’.

                                   GIA’ NON VEDO L’ORA, DI RESTARE INSIEME A LUI

                                   DENTRO IL NOSTRO NIDO SOLO NOI

                                   COME NELLE FAVOLE.

                                    VOGLIO DIRLO A TUTTI, E CANTARE A SQUARCIAGOLA PERCHE’

                                   GIORNO PIU’ BELLO NON C’E’.

RAGAZZE                PENSA AGLI AMICI CHE LASCI IN CITTA’

                                   SE VAI LA’ SUI MONTI NON TORNI PIU’ QUA.

MILLY                                    DICE CHE LASSU’ C’E’ IL PARADISO, E LUI LO DONA A ME.

RAGAZZE                NON PUOI CREDERGLI NON L’HAI MAI VISTO

MILLY                                    GIORNO PIU’ BELLO NON C’E’.

RAGAZZE                NON LO CONOSCI, TI PUO’ INGANNARE

                                   UN LUPO LA’ TI POTREBBE MANGIARE .

MILLY                                    ANCHE QUI CI SONO LUPI ED ORSI

                                   CHE GIRANO INTORNO A ME

RAGAZZE                CHE DISASTRO, OH NIENTE DA FARE.

MILLY                                    GIORNO PIU’ BELLO NON C’E’.

- Durante la canzone Milly prepara la valigia aiutata dalle ragazze, poi entra Adamo con il reverendo, la signora e il signor Bixby. Adamo offre dei fiori a Milly.

- Il pastore si avvicina a Milly piuttosto agitato.

PASTORE            Milly! Desidero essere molto sincero, è una cosa che non approvo!

MILLY                   Oh, reverendo!

BIXBY                   Sei come una figlia per noi, non hai altri al mondo.

MILLY                   Ma tutti voi avete sempre insistito perché mi sposassi. 

Mrs. BIXBY         Sì, ma con uno dei nostri.

MILLY                   Ho tentato, ho tentato parecchie volte. A uno ho anche detto di si e subito dopo ho sentito come una morsa al cuore e l’ho rifiutato. Quando ho detto di si a lui credevo fosse lo stesso ma no invece! Sono tanto felice!

DORA                   Oh, Milly, è così romantico.

ALICE                   Amore a prima vista !

MARTA                 Alice, sono cose da dirsi!

REVERENDO      Sei decisa Milly?

MILLY                   Si, reverendo,

REVERENDO      (ad Adamo) Datele la mano. Vuoi tu Adamo prendere Milly come legittima sposa?

ADAMO                Si.

REVERENDO      Vuoi tu Milly prendere Adamo come legittimo sposo?

MILLY                   Si.

REVERENDO     Vi dichiaro marito e moglie.          

- Adamo e Milly si scambiano gli anelli e si baciano. 

TUTTI                         OGGI E’ UN GRANDE GIORNO

PER NOI TUTTI LA GIOIA REGNA QUI

GIORNO FANTASTICO, GIORNO ROMANTICO

MILLY                                    OGGI TI HO DETTO DI SI’.

TUTTI                         OGGI GLI HA DETTO DI SI’.

- Adamo prende la valigia di Milly e le ragazze corrono dietro di loro. Milly lancia il suo bouquet. Dopo che una l'ha preso Milly e Adamo partono. 

- Mentre le spose li salutano si forma l’interno di casa Pontipee.

MUSICA 5 - Play off per cambio scena

Scena 3 - CASA  PONTIPEE - INTERNO

- La casa è in grande disordine: biancheria che pende dalle travi, pile di piatti sporchi nel lavello, sporcizia dappertutto e un cesto della biancheria con una pila altissima di indumenti da lavare accanto alla porta della camera dei ragazzi.

- Caleb dorme dietro il tavolo rovesciato, coperto in modo da non essere visibile, Beniamino davanti alla porta della camera di Adamo.

- Adamo entra dalla porta, mentre Milly rimane sulla soglia.

MILLY                          (come se Adamo avesse dimenticato

                                      qualcosa) Adamo.

- Adamo, ricordando l'usanza, riesce dalla porta, prende in

braccio Milly e la porta al di qua della soglia. La mette giù.

Inorridita da quanto vede Milly rimane ferma immobile, raggelata.

MILLY                   Oh, che... che... bella stanza...grande.

ADAMO                Beh, bisogna metterla in ordine, ma adesso ci sei tu... (dà un calcio a Caleb ) Svegliati, dai il benvenuto a tua cognata. Questo è mio fratello, Caleb.

MILLY                   (tenta di nascondere la sua sorpresa) Fratello? Tanto piacere Caleb.

ADAMO                E questa è mia moglie, Milly.

CALEB                 (si risveglia lentamente e stenta a credere

                              ai propri occhi) Tua moglie? Mi venga un accidente! (urla verso la stanza) Ehi Daniele, Ephraim ce l’ha fatta, si è sposato!

- Altri due fratelli barbuti, sporchi e stracciati appaiono sulla

porta della stanza del piano terra. 

ADAMO                (facendo finta di niente) E questi sono i miei fratelli Daniele e Ephraim.

-I due rimangono silenziosi davanti a Milly.

MILLY                   Salve cognati. (non rispondono) Chi di voi è Ephraim e chi è Daniele?

EPH – DAN          (insieme) Io.

- Beniamino scende le scale di corsa cadendo alle spalle di Milly, che si volta spaventata.

ADAMO                E questo è Beniamino.

MILLY                   (facendo uno sforzo) Come stai Beniamino?

BENIAMINO         Bene.

MILLY                   (ad Adamo sottovoce, con rimprovero) Non mi avevi detto che avevi dei fratelli.

ADAMO                (imbarazzato) Oh... beh... con tante cose mi è uscito di mente. (a questo punto appare Fil dalla finestra della cucina) E questo è Fil.

FIL                         Salve!

MILLY                   (sempre più flebile) Come stai fratello Fil? Vivete qui intorno voi?

CALEB                 No...qui.

 

- Entra Gedeone dalla finestra delle scale.

GEDEONE           (felice di vedere che Adamo è tornato) Ehi, Adamo...

ADAMO                E questo è Gedeone.

MILLY                   (adirata) Ce ne è altri?

ADAMO                No.... Gedeone è l'ultimo.

MILLY                   (guardandoli uno dopo l'altro) Ci vorrà un po’ prima che impari i vostri nomi.

ADAMO                Aiutati con l'alfabeto.

                              Adamo (e poi indica a turno i fratelli) Beniamino, Caleb, Daniele, Ephraim, Fil e Gedeone.

MILLY                   Sono tutti dei bei nomi, e nomi biblici.

ADAMO                Già, è stata un'idea di mamma. E invece fu papà a volerli in ordine alfabetico. Voleva arrivare fino alla zeta, ma quando vide Gedeone, uscì e butto giù un albero da solo.

- I fratelli si sbellicano dalle risate. Gedeone non è felice.

MILLY                   (perplessa) C'è un nome che non ricordo di aver letto nella Bibbia... Fil. (si gira verso Fil che già comincia a mettersi sulla difensiva)

CALEB                 (provocatorio) Non è il suo vero nome... vero Fil?

EPHRAIM             Lo chiamiamo così perché è più corto.

CALEB                 Non ci sono nomi con la F nella Bibbia, e così mamma lo ha chiamato Filidoro.

BENIAMINO         Perché aveva i boccoli d’oro.

- Fil si gira da Beniamino e lo colpisce con violenza.

Cominciano a lottare. Milly li guarda  totalmente sconcertata e

terrorizzata. Gli altri fratelli si divertono a guardare la lotta.

MILLY                   (andando verso Adamo) Fermali Adamo?

ADAMO                Oh, ti ci abituerai. Fil è piuttosto permaloso. Di sopra c'è la nostra stanza. (indica la porta al

piano superiore) E qui c'è la cuccia dei ragazzi.

- Il combattimento continua. Adamo indica la grande pila di roba da lavare che c'è nel cestone.

ADAMO                E questa... questa è la cesta della biancheria da lavare. Siamo un po’ trasandati... e così...c'è

                              molto da lavare... e da rammendare, ma adesso...

MILLY                   (finendo la frase per lui) ..che ci sono io...

ADAMO                (le dà una rapida occhiata, poi si avvia verso la cucina) E qui c'è la cucina… Qui c'è farina... sale... latte...  tutto quello che ti serve... (i fratelli che stavano ancora lottando, si sbattono contro lui) Ora basta! Come volete che cucini se restate fra i piedi! Fuori. Anche tu Gedeone. E chiudi la porta quando esci!

- I fratelli escono dalla porta principale. Adamo e Milly rimangono in silenzio uno davanti all'altra. Lunga pausa.

ADAMO                La legna è in fondo al sentiero...La pompa

dell'acqua è sul retro... E fuori c’è la campana. Suonala forte quando è pronto il pranzo.

                              E' meraviglioso averti qui, Milly. (esce)

MUSICA 6 - Introduzione della canzone di Milly e canzone.

- Milly si guarda attorno sconsolata, decisa ad andarsene, prende la valigia diringendosi verso la porta ma risente le voci delle ragazze...

LISA                      Milly, c'è qualcosa che dovresti sapere di Adamo.

MARTA                 E della sua famiglia.

LISA                      Il matrimonio è per tutta la vita.

Ragazze               (In eco) Il matrimonio è per tutta la vita...

                              Il matrimonio è per tutta la vita...

- Milly si ferma, poi decisa si mette a lavorare e canta.

MUSICA 6ACanzone “Solo lui” (One man) Milly

MILLY                                    QUESTA STORIA MI FA MALE, MA NON VOGLIO RINUNCIARE

                                   E NON MI ARRENDERO’

                                   IO NON NE HO SPOSATI SETTE, NON NE HO SPOSATI SETTE

                                   MA SOLTANTO LUI.

                                   VOGLIO CHE LUI SIA SOLTANTO MIO

                                   AVVENTORI NON VOGLIO PIU’

                                   UN UOMO A CUI DEDICARMI, SENTIRMI LEGATA

                                   E LUI DEVE VOLERMI BENE MA, NON DEVE MENTIRE.

                                   VOGLIO UN UOMO CHE SI ACCORGA CHE

                                   NON SOLO LAVO O PREPARO IL THE’

                                   UN UOMO CHE MI RISPETTI,  MI SAPPIA ASCOLTARE

                                   E SOLTANTO FARA’ PROMESSE CHE, SAPRA’ MANTENERE.

                                   LO VIDI E LO AMAI ED ORA LO SO, IO NON CAMBIERO’, NO

                                   LO VOGLIO PER ME, PER SEMPRE PERCHE’

                                   IO NON SBAGLIERO’, IO NON SBAGLIERO’, IO NON SBAGLIERO’.

                                   VOGLIO CHE LUI SIA SOLTANTO MIO

                                   E PER QUESTO COMBATTERO’

                                   NON FERMARTI SE CI CREDI

                                   IO SON SICURA CHE E’ LUI

                                   NON MI FERMERO’, NON MI ARRENDERO’

                                   E MIO SARA’ LUI.

- Durante un pezzo musicale la casa gira su se stessa e quando riappare tutto è sistemato ed in ordine. Milly finisce la canzone. Dopo l'applauso, suona la campana.

- I fratelli corrono in casa e cominciano a mangiare come selvaggi. 

- Milly dà un colpo di mestolo sulle mani di Beniamino.

BENIAMINO         Ma cosa ho fatto!

MILLY                   Porci! Gettarsi sulle vivande a quel modo!

(i fratelli continuano a mangiare)

ADAMO                (arrivando) Che succede?

MILLY                   Ammira i tuoi fratelli!

ADAMO                Deve essere roba buona.

MILLY                   Va bene, visto che siete dei porci,,, (rovescia la tavola) mangiate da porci,

- Milly corre in camera da letto e dalla valigia prende la Bibbia.

MILLY                   Non gettate le perle davanti ai porci che talora

                              non le calpestino coi piedi e non vi si rivoltino contro.

- Le luci si attenuano sul tavolo.

MUSICA 7 - sottofondo

- Durante la musica i fratelli riassestano la tavola.

- Il tempo è passato.

Scena 4 - CASA  PONTIPEE - INTERNO

- Ticchettio di orologio a pendolo. La stessa sera, più tardi.

Nel soggiorno. Adamo fuma la pipa, Caleb gioca a carte con Ephraim, Daniele intaglia un pezzo di legno, Beniamino pulisce il fucile, Fil fruga nella cassapanca e Gedeone è sdraiato su una panca. Milly, in camera, seduta, legge la bibbia e piange.

- I fratelli ogni tanto guardano di sopra, poi lanciano occhiate

furtive ad Adamo. Lui sa quello che stanno pensando: la sposa

adirata lo farà entrare?... ma lui preferisce scoprirlo da solo.

ADAMO                (facendo finta di essere naturale) E’ ora di andare a dormire ragazzi, ci sarà da zappare domani.

 

- Tutti i fratelli ridacchiano. Il vecchio orologio batte le nove.

ADAMO                Alle nove di solito dormite già!

EPHRAIM             Anche tu, no.

- Adamo prende una decisione. Si alza e sbadiglia.

ADAMO                Già... ho un po' di sonno.

- Adamo lentamente comincia a salire le scale. Davanti alla porta chiusa, ha un momento di esitazione, consapevole degli occhi dei fratelli puntati su di lui. Timidamente bussa alla porta.

MILLY                   Chi è?

ADAMO                (sottovoce) Sono io, Adamo... (con fermezza) ... tuo marito.

- C'è un momento di silenzio, poi...

MILLY                   Entra pure.

- Adamo tira un sospiro di sollievo, poi si volta sorridendo ai

fratelli che lo guardano da sotto.

ADAMO                (con calore) Buonanotte ragazzi.

FRATELLI            (ironicamente) Buonanotte, Adamo... Notte...

- Come Adamo entra. Dopo un silenzio interminabile.

ADAMO                Credevo fossi già a letto.

MILLY                   Davvero?

ADAMO                Devi essere stanca. E' stata una giornata faticosa.

MILLY                   Infatti.

ADAMO                (speranzoso) Vuoi che tiri giù le coperte?

MILLY                   Se ti fa piacere.

                                     

- Adamo fa per andare verso il letto ma la voce di Milly lo ferma.

                                     

MILLY                 Ma io non verrò a letto. (si gira verso di lui e lo guarda  con intensità) Tu non vuoi una moglie, Adamo! Vuoi una cuoca... una lavandaia... una serva. Beh, una serva ha diritto di dormire in una stanza propria.

ADAMO              (interrompendola) Milly, io non volevo...

MILLY                 Prendermi in giro?

ADAMO              Presto i ragazzi saranno sposati e vivranno per

                            conto loro. Se te l'avessi detto prima, forse non

                            saresti venuta con me, e ...io volevo sposarti,

                            Milly, lo volevo davvero.

MILLY                   (irata) Certo che lo volevi, perché sapevi che ero giovane e forte, e che il lavoro non mi spaventa.

ADAMO                In parte è vero. E' una vita dura quassù ma un

                              uomo ha bisogno di una donna che gli lavori a

fianco.

- C'è un momento di silenzio mentre si guardano l'un l'altra. Poi...

MILLY                   Lavorerò con te Adamo...(Adamo tira un respiro di sollievo e comincia a tirare giù la trapunta) Ma non dormirò al tuo fianco.

- Adamo la guarda e con risolutezza esce dalla stanza. I fratelli lo guardano. Lui li osserva e scende le scale imbarazzato.

ADAMO                (dando una spiegazione) Vuole un po’ d’acqua, Ha sete.

-I fratelli ridono del suo imbarazzo. Lui si gira, risale le scale,

entra nella stanza e va diritto verso la finestra.

MUSICA 8 - sottofondo di commento fino al giro casa.

La scavalca e si ritrova sulla tettoia. Milly guarda sorpresa Adamo, poi, mentre la stanza gira mostrando l’esterno, va alla finestra e lo osserva mentre tenta di trovare una posizione comoda per passare la notte sul tetto.

MILLY                   (curiosa) Che cosa stai facendo?

ADAMO                Mi preparo per la notte. (si rigira scomodamente) Come fanno i gatti... Buonanotte Milly.

MILLY                   (dopo una pausa) Adamo?

ADAMO                (come se si aspettasse di essere invitato) Uhm?

MILLY                   Vuoi una coperta?

ADAMO                No, grazie... Milly?

MILLY                   (va più vicino alla finestra) Sì, Adamo?

ADAMO                Puoi chiudere la finestra se vuoi.

MILLY                   Sì, certo. (fa per chiuderla) ...Adamo?

ADAMO                Uhu.

MILLY                   Non mi sembra giusto che uno sposo passi fuori dalla finestra la notte delle nozze

ADAMO                L’idea non è mia.

MILLY                   Avevo una gran rabbia in corpo. Tutti i miei sogni andati in fumo... avevo sognato l’amore, la luna di miele…

                                                       

MUSICA 9 – Canzone “Quando anche tu ami così”

   (When you’re in love) MILLY

MILLY                                               QUANDO ANCHE TU AMI COSI’

                                               SAI CHE L’AMORE NON FINISCE

                                               NON SEI PIU’ TU, QUESTO LO SAI

                                               E’ SOLO IL CUORE CHE DECIDE

                                               QUANDO ANCHE TU AMI LO SAI

                                               CHE FINALMENTE NON SEI SOLO

                                               E VUOI CHE IL MONDO SAPPIA CHE

                                               SEI INNAMORATO COME ANCH’IO DI TE.

MILLY                   Beh, tutto sommato, sarà meglio che tu venga dentro.

- Sulla musica che prosegue rigira la finestra mentre Adamo rientra.

MILLY                                               E VUOI CHE IL MONDO SAPPIA CHE

                                               SEI INNAMORATO COME ANCH’IO DI TE.

- Fine canzone, i due si baciano. I fratelli escono dalla casa e guardano verso la finestra. Adamo si accorge di loro e tira le tendine. I fratelli scoppiano a ridere e rientrano in casa. 

- Musica per cambio scena. Si sente il canto del gallo. E’ giorno.

Scena  5 - CASA PONTIPEE - ESTERNO 

- Mattina seguente. Milly esce di casa, va alla tinozza ed inizia a stendere le camicie.

ADAMO                (esce con una tazza di caffè) Buongiorno,

MILLY                   Buongiorno, vuoi dell'altro caffè?

ADAMO                No, grazie, ne ho una tazza piena. (verso l’interno della casa) Ehi, sveglia là dentro! Si lavora! (a Milly) Sono proprio contento di come sono andate le cose tra noi due.

MILLY                   Anch'io. (si baciano)

ADAMO                A dopo Milly. (esce)

MILLY                   A dopo.

- Milly prende la biancheria lavata e si accinge a stenderla non

vista dai fratelli che escono dalla casa.

- Si apre la porta di casa. Esce per primo Beniamino in mutandoni seguito dai fratelli.

 

CALEB                 Dove sono i miei pantaloni?

BENIAMINO         E la mia camicia?

GEDEONE           Eccoli, sono li stesi.

- I fratelli vanno verso i vestiti per prenderli

 

MILLY                   (Facendosi notare molto di buon umore)

                              Buon giorno, cognati.

- I fratelli, rendendosi conto che hanno indosso solo i mutandoni, sono in preda al panico e si nascondono dietro ai loro vestiti stesi.

CALEB                 Come hai fatto a prendere i nostri vestiti?

MILLY                   Mentre dormivate sono entrata nella vostra stanza e li ho presi. Non ho potuto prendere le mutande. Le prenderò adesso.

EPHRAIM             (indignato) Le mutande!

MILLY                   (molto pratica) Sì, le mutande con cui avete dormito. Datemele pure… tanto non avrete la colazione finché non vi sarete lavati e sbarbati.

- Mormorio dei fratelli. 

BENIAMINO         Dov'è Adamo.

CALEB                 Vogliamo parlare con Adamo.

MILLY                   E' fuori nei campi.

DANIELE              Vogliamo parlare con Adamo

MILLY                   (ignorandolo) Dopo. Vi ho preparato ciambelle calde...pancetta affumicata... frittelle...

FIL                         Frittelle!

MILLY                   Bistecche... patate fritte...

EPHRAIM             Hum...patate.

MILLY                   Caffè bollente.

FIL                         Caffè...mi piace il caffè.

MILLY                   (aspetta) Allora mi volete dare queste mutande… o volete che ve le venga a togliere di dosso?

CALEB                 Non oseresti mai! (commenti degli altri)

MILLY                   Ah, no?

- Milly va verso loro. I fratelli rientrano in casa richiudono la porta.

FRATELLI            (uscendo) (BENIAMINO) E va bene.

(EPHRAIM) Va bene. (CALEB) Le avrai.

MILLY                   Fate svelti la colazione è pronta.

MUSICA 11 - ripresa di “Solo lui” (One man)

MILLY                                               NON MI FERMERO’, NON MI ARRENDERO’

E LUI SARA’ MIO.

- Milly si avvia verso la casa che gira mentre la biancheria stesa esce di scena.

Scena 6 - INTERNO CASA.

- Milly entrando in casa va subito a finire di apparecchiare.

MILLY                   (parlando ai fratelli fuori scena) Quando mi sono sposata, non pensavo di capitare in una così bella famiglia. Siete davvero dei bei ragazzi. Lo siete veramente. Tutti quanti. Come mai non vi ho mai visti alle feste e ai balli per la vendemmia?

- I fratelli da dentro la stanza tacciono. Milly porta in tavola ciambelle, caffè, ecc.

MILLY                   Non vi vanno le ragazze?

GEDEONE           (da dentro) Non le abbiamo quasi mai viste.

MILLY                   Ora avete una sorella e le cose cambieranno.

GEDEONE           Milly, (uscendo dalla stanza) sono proprio contento che sia tu la sposa che Adamo ha scelto per la vita.

MILLY                   E' carino quello che dici. E tu pensi mai a una

ragazza tutta tua?

GEDEONE           Beh... ci ho pensato qualche volta.

EPHRAIM             (rimproverando Gedeone) Gedeone!

MILLY                   Non c'è niente di male. Anche tu dovresti pensare alle ragazze qualche volta.

- I fratelli uscendo dalla stanza commentano che non l'hanno mai fatto.

CALEB                 (scherzando) Io ci penso sempre alle ragazze.

- Gli altri gridano e fischiano al gioco.

MILLY                 Volete mangiare? Bene,

- I fratelli si mettono a tavola.

- Milly si mette a tavola con le mani giunte. I fratelli, uno dopo l'altro, la imitano. Lei piega la testa. Tutti quanti, insieme, la seguono.

MILLY                   Oh Signore, tu ci hai condotto attraverso il deserto ad una terra santa dove la messe è abbondante e non soffriremo la fame, ti ringraziamo per il tuo amore e per la tua bontà. Amen

FRATELLI            Amen.

Daniele e Fil si avventano insieme sul pane. Daniele lancia uno sguardo a Milly, poi come un perfetto gentiluomo, offre il pane a Fil. Fil prende il cesto, con cura prende un panino, e fa passare il cesto in giro. Tutti i fratelli cominciano a mangiare educatamente.

        

EPHRAIM             Mmmmm... buonissimi Milly.

FIL                         Molto buono Milly...

DANIELE              Speciale...

BENIAMINO         Ottimo ...

MILLY                   Grazie a tutti.

CALEB                 Milly…?!

MILLY                   Che c’è?

CALEB                 …Noi non andiamo mai al ballo per la vendemmia.

MILLY                   Perché?

CALEB                 Non ci sappiamo fare con le ragazze.

MILLY                   Potete imparare. Vi insegno io. Allora, io sono la ragazza e voi mi incontrate alla uscita della chiesa. Alzate il cappello. (fa vedere) Avanti.

- Tutti i fratelli, eccetto Daniele, fanno la pantomima di togliere il cappello. Daniele li imita calcandosi il cappello in testa.

MILLY                          Avanti… Daniele, che succede?

DANIELE                     Sono tutto spettinato. (I fratelli ridono)

MILLY                   (Dà uno sguardo di rimprovero a Daniele poi si rivolge a Gedeone) Adesso devi dire qualcosa di carino. Su Gedeone, dì qualcosa.

GEDEONE           (alzandosi) Tempo ideale per i fagioli

(i fratelli ridono)

MILLY                   Non dargli retta. C'è ancora tempo per imparare. Abbiamo ancora un mese prima della prossima festa. Ma dovete pensare che avrete dei rivali. Ognuna di quelle ragazze ha almeno sei spasimanti intorno.

BENIAMINO         (con entusiasmo) Prima di tutto faremo piazza pulita. (Tutti i fratelli sono d'accordo)

EPHRAIM             Li faremo fuori tutti.

MILLY                   (disperata) E' esattamente quello che non dovrete fare. Fate vedere a queste ragazze che siete superiori, agite da gentiluomini, fate vedere che conoscete l'etichetta.

GEDEONE           Eti...che?

MILLY                   Etichetta, Gedeone. Quando incontri una ragazza, non la devi afferrare come una frittella. Trattieniti. Offrile il braccio. Su.

- Gedeone porge il braccio rigido. Milly lo piega nel giusto modo.

MILLY                   Chiedile di ballare. E poi dille quanto è carina... Poi chiamala cara… tesoro… piccola… dolce.

MUSICA 12Canzone “Fai la corte” (Goin’ co’tin)

                            Milly e i fratelli.

Durante la canzone, seguendo Milly, alcuni dei fratelli fanno finta di essere dei potenziali corteggiatori. Come Milly insegna etichetta e belle maniere i ragazzi lentamente imparano.

MILLY                                    FAI LA CORTE ALLE RAGAZZE, E VEDRAI CHE TI DIVERTIRA’

                                   FAI LA CORTE, FAI LA CORTE,AI TUOI PIEDI PRESTO LEI CADRA’

                                   QUANDO A CACCIA COL FUCILE ANDRAI

                                   ALLA LEPRE LESTO SPARERAI

                                   MA VEDRAI CHE E’ ASSAI PIU’ BELLO, FAR LA CORTE

GEDEONE               Una cosa del genere, Milly?

MILLY                                    Bè, sì, più o meno.

                                   IL MODO PRESTO IMPARERAI, DA SOLO AL BUIO INSIEME A LEI

                                   LA MANO STRINGERLE DOVRAI

                                   NIENTE DI PIU’ BELLO AL MONDO C’E’

                                   SE UN PO’ IMPACCIATO ESITERAI, LEI FORSE TI SORRIDERA’

                                   MA SE SFUGGIRTI LA VEDRAI, UNA STRATEGIA DOVRAI ADOTTAR

                                   Capito?

                                   FAI LA CORTE, FAI LA CORTE,  E SE INCONTRI LE DIFFICOLTA’

                                   TI CONSIGLIO UN ALTRO TRUCCO, CHE DI CERTO TI INCORAGGERA’

                                               OCCHI AL CIELO E POI SOSPIRERAI

FIL                              Uhhh…

MILLY                                               FITTE AL CUORE TU LAMENTERAI

EPHRAIM                 Ahhh…

MILLY                                               EMOZIONE MOLTO FORTE, FAR LA CORTE

CALEB                      Ma cosa dirle?

MILLY                                    Quali parole?

CALEB                      Sì!

MILLY                                    “NEL MIO ABBRACCIO TI ABBANDONERAI”

FIL                              Ma la tocco?

BENIAMINO             E poi la spoglio?

GEDEONE               SE UNA SBERLA LEI TI DA’, CHE FAI?

TUTTI                         GIA’

MILLY                                    SE UNO SCHIAFFO IN VISO PRENDERAI

                                   L’ALTRA GUANCIA PORGERLE DOVRAI

                                   E A QUEL  PUNTO UN’ALTRA COSA, E’ DA IMPARARE

                                   A BALLARE..

FRATELLI                 A ballare?

MILLY                                    CON IL BALLO LA SORPRENDERAI

                                   Coraggio Caleb

                                   A BALLARE,  UN INCHINO E LA CONQUISTERAI

                                   Beniamino, Daniele, avanti, fate come noi

CALEB                      E devo fare queste cose qui?

MILLY                                    SI’, QUESTO BALLO VIENE DA PARIS

                                   E TI AIUTA A FAR LA CORTE, FAR LA CORTE

                                   Seguitemi… in fuori… in dentro… giro.. giù su

                                   In fuori… in dentro… giro.. giù su

                                   E adesso come un pony

DANIELE                  Così, Milly?

MILLY                                    Sì.. Ripetiamo

                                   In fuori… in dentro… giro… giù su.

                                   Ehi, non è niente male!

Fate un po’ di spazio e proseguiamo.

BENIAMINO             E noi dovremmo imparare questa roba?

MILLY                                    Vuoi conquistare le ragazze, no?

BENIAMINO             Ma è roba da femminucce.

MILLY                                    Andiamo… come potrebbe un uomo grande e grosso

                                   come te aver paura di una cosa piccola come il ballo…

BENIAMINO             Mah!…

MILLY                                    Vieni qui, coraggio, e anche voi. Formiamo un cerchio.

                                   La mano destra con la mano destra. Pronti? Via!

                                   Cambio!

                                  

                                   Tutto bene Gedeone?

GEDEONE               Tutto bene, Milly!

MILLY                                    Beniamino?

BENIAMINO             Signora?

MILLY                                    Caleb!

Fil!

Ephraim!

Daniele!

Gedeone!

FRATELLI                 No, Milly! Aspetta! Questo non l’abbiamo capito!

                                   E’ troppo difficile!

MILLY                                    Tranquilli… Ve lo dimostrerò lentamente.

                                   Ripetete dopo di me.

FRATELLI                 FAI LA CORTE, FAI LA CORTE, E VEDRAI CHE TI DIVERTIRAI

                                   FAI LA CORTE, FAI LA CORTE, AI TUOI PIEDI PRESTO LEI CADRA’

QUANDO A CACCIA COL FUCILE ANDRAI

                                    ALLA LEPRE LESTO SPARERAI

                                   MA VEDRAI CHE E’ ASSAI PIU’ BELLO, FAR LA CORTE

                                   Mai più a caccia, o a pesca. Né le lotte, le zuffe, le botte

TUTTI                                    FAREMO LA CORTE.

- Durante la canzone, i fratelli e Milly si cambiano per il ballo: è passato un mese!

 

MILLY                          Avanti ragazzi. Adesso tutti in fila.

- I fratelli, lavati e rasati, si mettono in fila per l'ispezione.

MILLY                   Voglio vedere quelle belle unghie pulite.

- I fratelli rapidamente armeggiano con le unghie. Milly

ispeziona le mani protese in mostra.

MILLY                   Oh, le unghie più carine che io abbia mai

visto.

- Passa davanti a Gedeone, gli solleva le mani e le esamina.

MILLY                   Cosa è successo a quel pollice?

GEDEONE           (confuso) Per pulirlo l'ho bagnato nell'acido  , e per poco non ho perso l’unghia.

MILLY                   Bene sono orgogliosa di.... tutti voi. Ricordate cosa vi ho detto, comportatevi da gentiluomini, niente zuffe: qualunque cosa accada.

FRATELLI            Sì, signora.

- Entra Adamo.

ADAMO                Guarda qua i nostri ragazzi... trasformati in

cittadini.

MILLY                   Non è bello? 

ADAMO                Se dobbiamo andare alla festa... andiamo.

MILLY                  Un momento, le torte!

- Tutti prendono delle torte ed escono. Si abbassano le luci

MUSICA 13 - cambio scena e ballo

Scena 7 - PIAZZA DEL PAESE

 

 - La scena si trasforma nella piazza del paese mentre le ragazze ballano. I sei fratelli entrano in scena a destra, portando le torte che Milly ha preparato per la festa. Si fermano, perché non sanno cosa fare esattamente.

- I pretendenti notano i fratelli. Uno alla volta lasciano le loro

ragazze, arrabbiati per l'invasione del loro territorio, e fanno

gruppo contro i fratelli. Le spose, incuriosite, fanno gruppo opposto.

ALICE                   Sta per succedere qualcosa di terribile.

LISA                      Mamma dice che straniero vuol dire guai.

RITA                     Non li ho mai visti prima.

MARTA                 Non preoccupatevi ragazze... (forte ai pretendenti) i nostri ragazzi ci proteggeranno.

LISA                      Da dove vengono?

DORA                   (sexy) Dal Paradiso.

RITA                     Proprio carini.

LISA                      Alice quale ti piace?

ALICE                   Quello rosso.

- Entra Milly, seguita da Adamo.

MILLY                   (allegra) Salve ragazze, come va?

ALICE                   (eccitata va verso Milly) E' Milly! E' Milly!

- Le ragazze si precipitano da Milly, quasi travolgendo i pretendenti.

RAGAZZE            (MARTA) Sono mesi che non ti vediamo! (DORA) Come stai Milly! (le altre) Ciao Milly! Come va Milly! 

- Le spose circondano Milly, mentre i pretendenti sono pronti allo scontro con i Pontipee. Milly nota che le spose guardano i fratelli.

MILLY                   Ehi, ragazze. Questi sono i miei cognati. Vi dispiacerebbe fargli vedere dove possono mettere le torte che ho cucinato per la festa?

DORA                   (guardando Beniamino) Certo Milly, sarà un onore.

MILLY                   Beniamino, questa è Dora.

BENIAMINO         Onorato.

DORA                   (soggiogata) Molto piacere.

- Dora cammina a fianco di Beniamino, guidandolo verso la

tavola. Milly sorride raggiante e orgogliosa. Fil cammina verso Sara tenendo il cibo davanti senza mai staccare gli occhi da Sara.

MILLY                          Fil, Sara. Sara, Fil.

FIL                                Dove posso poggiare questa torta?

SARA                           Da questa parte, seguitemi.

FIL                                Con piacere.

- Sara si avvia verso il tavolo ancheggiando. Fil non le toglie gli occhi di dosso.

MILLY                          Daniele, Ephraim... Lisa, Marta.

- Daniele ed Ephraim,bloccati, guardano le ragazze. Daniele ed Ephraim si guardano, poi all'unisono, con grandi sorrisi...

EPHRAIM             Potreste assisterci e dirci dove possiamo mettere queste torte?

LISA – MARTA    Di qua.

- Le ragazze guidano i due al tavolo.

RITA                     (puntando Caleb, ma parlando con Milly)

Milly, che piacere rivederti.

MILLY                   Grazie, Rita. (a Caleb)

Caleb, potresti seguire Rita?

CALEB                 (guardando dritto negli occhi di Rita che gli

                              restituisce lo sguardo in modo innocente e

                              sensuale) Fino in capo al mondo!

- Alice, rimasta sola, viene avanti e guarda Gedeone, che non porta nessuna torta.

ADAMO                (ad Alice) Temo che le torte siano finite.

- Alice e Gedeone continuano a guardarsi l'un l'altra.

ADAMO                (richiamando la loro attenzione)

                              Ho detto che le torte sono finite.

- Alice va da Gedeone. E' un po' timida. 

ALICE                   Beh, posso comunque mostrarti il tavolo?

- Gedeone si avvicina. Alice lo prende sottobraccio.

GEDEONE           Sei la ragazza più carina che abbia mai

                              conosciuto.

ALICE                   (Conquistata) Oh. (vanno verso il tavolo)

MILLY                   Ora so che non passerà molto tempo e ci verranno a trovare a Natale... con moglie e figli.

ADAMO                Milly, corri un po' troppo.

MILLY                   Anche noi dovremo cominciare prima o poi.

ADAMO                (rimproverandola) Milly Pontipee...

PASTORE            Avanti ragazzi sceglietevi la dama, il ballo sta per cominciare.

MUSICA 14 - il ballo

- La musica comincia.

- I pretendenti vanno dalle ragazze e le portano a ballare.     

- Milly dà un'occhiata e Adamo la fa ballare, i due aprono le danze.

- Numero di danza per Adamo e Milly mentre i pretendenti e le ragazze fanno da coro. Allegria ed eccitazione. I pretendenti ballano con le spose e i fratelli non riescono a ballare. C’è della rivalità, i fratelli vorrebbero aggredire i pretendenti.

- Finisce la prima parte del ballo e Milly e Adamo si avvicinano ai fratelli mentre i pretendenti continuano a ballare con le spose,

GEDEONE           (con panico) Milly, non riusciamo a ballare con le ragazze.

MILLY                   Coraggio! Fatevi sotto!

Tutti quanti i fratelli vanno a ballare con le ragazze.

I pretendenti si ritirano a destra per decidere la loro strategia.

Inizia una specie di gara e la danza acrobatica raggiunge un alto livello di eccitamento. Le ragazze sono favorevolmente impressionate, i pretendenti sono rabbuiati e risentiti. Il ballo si conclude con le sei ragazze tra le braccia dei fratelli.

PASTORE            (in piedi sul palco) E' stato un ballo veramente magnifico.

-Grida di acclamazione. 

PASTORE            Amici, prendete martelli e chiodi, è ora di mettersi al lavoro.

TUTTI                   Dai su svelti! Mettiamoci al lavoro! Portate qui le scale...

PASTORE            A tutti voi che siete venuti da vicino e da lontano il mio grazie per l’aiuto che mi darete a costruire la chiesa. E grazie alle signore per le vivande che hanno portato. Prima finite, prima si fa merenda!

MUSICA  15  - Costruzione chiesa.

-Tutti iniziano a costruire la chiesa ma i pretendenti cercano di mettere fuori combattimento i fratelli.

-Un pretendente Joel da una martellata sulla mano di Ephraim.

EPHRAIM             Ahi! (si trattiene)

ADAMO                Che è successo, Ephraim?

EPHRAIM             (vedendo Milly) Ah, niente.

-Carl dà una martellata a Beniamino.

ADAMO                Che è successo, Beniamino?

BENIAMINO         Mi sono fatto male ad una mano.

-Luke portando una scala colpisce Caleb.

ADAMO                (a Caleb, ancora a terra) Cosa c'è che non va oggi, ragazzi?

CALEB                 (vedendo Mlly) Solo un attimo di distrazione.

ADAMO                Ho visto che lo ha fatto apposta. Perché non gli sei saltato addosso e...

CALEB                 L'abbiamo promesso a Milly: niente lotte.

ADAMO                Vi ha fatto diventare un branco di figli di rammolliti

DANIELE              Caleb, sei ferito?

CALEB                 Solo nell’orgoglio.

 -   Zeke sgambetta Fil e Adamo che ha visto gli si avventa contro ma viene trattenuto dai fratelli.

FRATELLI            Fermo, fermo, stai buono!

ADAMO                Volete restare lì impalati a prenderle?

DANIELE              L'abbiamo promesso a Milly.

ADAMO                Vogliono accopparvi e voi che fate... chiedete anche scusa. Siete il disonore della famiglia Pontipee.

- Matt fa girare Adamo e lo stordisce. Di nuovo tutti gridano.

        

GEDEONE                  Hanno picchiato Adamo, facciamoli fuori!

- Tutti i fratelli si mettono a lottare con i pretendenti. Le ragazze

girano intorno e poi si stringono a Milly inorridita.

- La chiesa crolla e i pretendenti sono stesi a terra mentre i fratelli ed Adamo sono i vincitori.

MUSICA 16 - cambio scena.

Scena 8 - nella stalla -

- La stessa sera, più tardi.

- I fratelli ad uno ad uno entrano doloranti.

DANIELE              (zoppicando, sostenuto da Ephraim) Va piano.

CALEB                 (con un braccio al collo) Non so se mi sono rotto il dito o gli ho spaccato la faccia. Comunque ne valeva la pena.

BENIAMINO         Devo avere tre ferite. Ma non so dove.

FIL                         (lamentandosi per il dolore,strofinandosi il sedere) Ooooh. Ci vorrebbe Milly per curare questa ferita.

GEDEONE           (facendogli il verso) Ci vorrebbe Milly... (Fil si gira per dare una sberla  a Gedeone che scappa via) Ma Milly è molto arrabbiata con noi.

DANIELE              Ohi, ohi, ohi!

EPHRAIM             Smettila di frignare, ci metteremo una stecca. Io sono stato piuttosto fortunato. Neanche un graffio.

- Gedeone si mette a ridere, indicando la faccia di Ephraim.

GEDEONE           Già, aspetta di darti uno sguardo allo specchio.

- Ephraim si gira e per la prima volta il pubblico vede il suo

vistoso occhio nero.

FIL                         Huh?  

GEDEONE           Speriamo che Adamo convinca Milly a farci entrare in casa.

- Entra Adamo.

ADAMO                Forza ragazzi Milly ci ha perdonato. Venite in casa.

- Tutti si avviano meno Gedeone.

ADAMO                E tu che fai, non vieni? Che ti succede? Hai preso un pugno in pancia?

GEDEONE           No, non sono malato, Adamo... Ho solo una strana sensazione allo stomaco.

ADAMO                Io la sento sempre dopo una bella rissa.

GEDEONE           No, stavo così anche prima della rissa. Dall’istante che ho visto Alice.

ADAMO                Adesso non mi venire a dire che stai cominciando a pensare a quelle ragazze.

GEDEONE           Non a quelle ragazze... solo a una. Credi che quello che sento sia amore?

ADAMO                Dicono che l’amore è come il morbillo, capita una volta e più si è grandi e più è violento. Alla tua età è una cosa leggera. (lo osserva e ridacchia) No, forse no. Non te la prendere se non è questa ne troverai certo un’altra. Le donne in fondo sono tutte uguali. Dai vai da Milly a farti medicare. Io vado a foraggiare le bestie.

- Adamo esce di quinta e Gedeone dalla porta.

MUSICA 17 - piccolo stacco per cambio scena.

Scena 9    - INTERNO CASA -

- Milly sta finendo il suo lavoro di dottore improvvisato per i fratelli.  

MILLY                   Labbro rotto. Acqua e sale. Non ridere per qualche giorno. A chi tocca (vede il problema) Due bistecche. 

DANIELE              (mettendosi la bistecca sull'occhio) Sì, signora.

Entra Gedeone

MILLY                   Fil?

FIL                         Livido nel didietro.

MILLY                   E a te Gedeone, che cosa è successo?

GEDEONE           Nocche gonfie e perso un dente.

MILLY                   (esaminandogli le nocche) Mi meraviglio che ti sia rimasto qualche dente.

GEDEONE           (tristemente) Mi dispiace Milly... davvero. Ma quando hanno colpito Adamo...

MILLY                   Si Gedeone, lo so. Avete fatto del vostro meglio.

- Comincia a medicarlo mentre gli altri fratelli pensano alle ragazze.

GEDEONE           Milly... mi sento così strano. Come se non avessi mangiato. Ma non ho fame. (si stringe lo stomaco)

MILLY                   Se si tratta di quel che credo, l’acqua e sale non serve. (sorride) Alice è carina, vero?

GEDEONE           Non posso smettere di pensare a lei...  credo di amarla.

 MILLY                  Beh, se credi di amarla allora devi sapere che...

MUSICA 18canzone “Quando Anche Tu Ami Così”

                   (When you’re in love) Milly, Gedeone e i fratelli.

MILLY                        QUANDO ANCHE TU AMI COSI’, SAI CHE L’AMORE NON FINISCE

                        NON SEI PIU’ TU, QUESTO LO SAI, E’ SOLO IL CUORE CHE DECIDE.

                        QUANDO ANCHE TU AMI LO SAI, CHE FINALMENTE NON SEI SOLO

E VUOI CHE IL MONDO SAPPIA CHE

SEI INNAMORATO COME ANCH’IO DI TE.

MILLY                   (salendo le scale) Buonanotte ragazzi.

GEDEONE           Allora sono innamorato.

                   QUANDO ANCHE TU AMI COSI’,SAI CHE L’AMORE NON FINISCE

                        NON SEI PIU’ TU, ORA LO SO, E’ SOLO IL CUORE CHE DECIDE.

MILLY/GED/FRATELLI      SOLTANTO C’E’ LO SGUARDO CHE

                                               PROFONDAMENTE RASSICURA

                                               E VUOI CHE IL MONDO SAPPIA CHE

                                               SEI INNAMORATO COME ANCH’IO DI TE.

 - Alla fine della canzone entra Adamo e guarda i fratelli.

ADAMO                (rompendo il silenzio) Se solo poteste vedervi.

                              Sembrate una mandria di vitelli in amore. Se ci

                              tenete tanto a quelle ragazze, muovetevi!

                              Sposatele!

GEDEONE           (sulla scala) Certo le sposiamo! Facile a dirsi!

CALEB                 Come potremmo sposarle se non ci permettono nemmeno di corteggiarle.

ADAMO                Chi ha detto che dovete corteggiarle?

DANIELE              L'ha detto Milly.

ADAMO                Milly? Ho dovuto corteggiarla io? Andate  e sposatevele.

BENIAMINO         (ironicamente) Oh, certo. Proprio così.

EPHRAIM             Non ce lo permetteranno neanche tra cent'anni.

ADAMO                (ricordandosi del libro di Milly) Sì, certo, perché

                              non fate come fecero i Romani con le Sabrine,

                              Sibilline, Sabine o come diavolo si chiamavano.

(i fratelli ascoltano eccitati e impazienti) I Romani colonizzavano nuove terre e le donne erano scarse come qui da noi. E in una città vicina c’erano le Sabine, e i Romani che fanno? Vanno a prenderle e se le portano via. Se non siete all’altezza di quei Romani, non siete più miei fratelli.

- I fratelli ascoltano, mostrando per la prima volta qualche segno di interesse.

ADAMO                Naturalmente trattandosi dell'Oregon e di un territorio timorato di Dio, dovrete rapire anche un pastore.

- C'è un momento di silenzio

CALEB                 Ehi, quei Romani... non sono quelli che si sono trasferiti qui a nord?

ADAMO                Oh, no! No! Caleb, quelli sono Mormoni. Questo è successo secoli fa. (va a prendere il libro di Milly, sul camino) C’è qui nel libro di Milly.

FIL                         Oh, libri...

ADAMO                Ma questa è storia, è successo sul serio!

MUSICA 19 – canzone “Il ratto delle sabine” (Sobbin’ women) Adamo e i fratelli

ADAMO                     UNA TRUPPA DI ROMANI, UN BEL GIORNO A SPASSO ANDO’

                                    QUANDO UN GRUPPO DI SABINE, NELLO STAGNO SI BAGNO’

                                    E LA TRUPPA CHE PASSAVA LA’, LE VIDE NELLA NUDITA’

                                    ED INVECE DI LASCIARLE LI’, LA TRUPPA LE RAPI’

TUTTI                         OH SI’

ADAMO                     I ROMANI LE MANI, MANI, MANI, ALLUNGANO UN PO’

                                    LE SABINE COI PIANTI, PIANTI, PIANTI, DICONO NO

                                    MA LA DONNA QUANDO PIANGE UN PO’

                                    MAGARI LEI NON VUOL DIRE NO

                                    RICORDA QUESTO, FALLA PIANGERE UN PO’

                                    DOPO LO CAPIRAI, COSA C’E’ DIETRO UN NO.

                                                          

GEDEONE               Ehi, sentite un po’ questa:

                                    E NON MOLLARONO LE PREDE NESSUNO PIU’ LE LASCIO’

                                    CIASCUNO NELLA SUA CASA CON LA FORZA LE PORTO’

                            E PLUTARCO STESSO DICE CHE IL PRIMO BIMBO NATO LI’

                                   UN NOME ROMANO SI BECCO’ E BRUTO SI CHIAMO’

TUTTI                         OH  NO

                                   I ROMANI LE MANI, MANI, MANI, USANO ASSAI

                                   LA SABINE GIU’ IN CASA, CASA, CASA, SE NO SON GUAI

                                   A CUCIRE TOGHE IN QUANTITA’ PER MOLTI ROMANI D’OGNI ETA’

                                   DICENDO CHE LA DONNA CONQUISTERA’, OGNI SUA LIBERTA’

GEDEONE               SOLO SE CUCIRA’

CALEB                      Hei, state a sentire:

                                   POI QUANDO VENNERO I SABINI, NESSUNA CON LORO ANDO’

CIASCUNA COL SUO ROMANO, PER LA VITA SI FERMO’

ADAMO                     DA QUESTA STORIA IMPARA CHE, LA DONNA TU CONQUISTERAI

                                   SE DAI QUEI ROMANI IMPARERAI, E ANCHE TU LE RAPIRAI

TUTTI                         LO SAI

                                   I ROMANI LE MANI, MANI, MANI, USANO ASSAI

                                   LE RAGAZZE COI PIANTI, PIANTI, PIANTI, TU SENTIRAI

MA QUEL PIANTO OGNUNA TI DIRA’, NASCONDE LA SUA FELICITA’

ADAMO                     RICORDA QUESTO SOLO SE PIANGERA’

TUTTI                         AH AH AH, DOPO SORRIDERA’

                                   OH SI’

                                   I ROMANI LE MANI, MANI, MANI, USANO ASSAI

                                   ANCHE NOI SIAMO DURI, DURI, DURI, COME NON MAI

                                   SE I ROMANI ALLORA IMITERAI, LA DONNA FELICE RENDERAI

                                   E SE PER TE LEI FORTE PIANGERA’,

VEDRAI LA DONNA POI SORRIDERA’.

Fine Primo Atto

Secondo Atto    

Scena 1 La città.

MUSICA 20 - Ouverture che segue per tutta la scena.

 

- Adamo e i fratelli entrano di corsa e si radunano in proscenio a destra.

ADAMO                Tutti sapete dove vivono le vostre ragazze, vero?

- I fratelli commentano ad alta voce.

ADAMO                Piano! Ricordatevi di farle star zitte finché non saremo fuori città, specialmente quando passeremo per la valle dell'Eco, perché sapete quello che può succedere.

CALEB                 Ci cadrebbe una valanga addosso.

ADAMO                Giusto. 

- I fratelli cominciano a correre, Adamo li ferma.

                           

ADAMO                Noi poi non siamo ben visti in città. Perciò tenete gli occhi aperti, o vi ritroverete un fucile puntato addosso. (I fratelli aspettano, aspettano che Adamo finisca le raccomandazioni) Beh, che aspettate? Andate a prenderle!

- I fratelli gridano forte e poi escono a caccia delle loro ragazze. Adamo ha una reazione alle loro grida.

- Luce sulla ZONA 1. Interno ed esterno di una casa.

- Come si accende la luce Rita, sua madre e Luke sono in salotto. Fuori Caleb sta imitando il miagolio di un gatto.

SIGNORA            Il gatto è restato fuori. Povero Tabby. A quest’ora fa così freddo. Prenderà la laringite.

LUKE                    (desideroso di far bella figura). Vado a cercarlo io signora Perkins. (Luke va per uscire ma rimane sulla porta con Rita)

S.ra PERKINS     (rimproverandolo) Luke!!!

LUKE                    Sì signora!

- Le luci si abbassano sul salotto e si accendono sull'esterno.

Caleb continua a miagolare. Luke arriva e capisce che non è il gatto. Furtivamente si porta alle spalle di Caleb e gli fa il verso.

LUKE                           Miaooo...

- Prima che Luke riesca a colpire Caleb, appare Adamo che gli dà un colpo in testa, buttandolo fuori scena.

ADAMO                       E adesso sbrigati.

- Caleb intensifica il suo miagolio mentre Adamo esce.

CALEB                         (molto velocemente) Miao, miao, miao...

- Voci dall’interno.

S.ra PERKINS     Sì, sì, penso proprio che il vecchio Tabby abbia preso la laringite.

RITA                     (alzandosi) Vado ad aiutare Luke a cercarlo.  (esce all'esterno) Qui, gattino, gattino. Tabby.

S.ra PERKINS     (affacciandosi alla porta e sbattendola sul naso di Caleb che si era nascosto dietro) Rita non stare fuori troppo a lungo. Prenderai anche tu la laringite.

RITA                     Kitty,kitty,kitty... Caleb!

- La sua voce viene subito soffocata dalla coperta che Caleb le

butta addosso. Caleb la porta fuori scena.

 - Luci sulla ZONA 2 - una strada.

 

Daniele ed Ephraim entrano da sinistra con le coperte, incerti sul da farsi. Vedono Marta e Lisa che entrano a destra.

DANIELE              Eccole!

- Daniele ed Ephraim si nascondono mentre:

MARTA               Avanti Lisa. Sbrigati. Comincia ad essere veramente tardi.

LISA                    Ho qualcosa nella scarpa. Un momento.

MARTA               I nostri si preoccuperanno.

LISA                    Solo un momento.

MARTA               E va bene.

LISA                    Eccolo.E' un sassolino. Mamma dice che significa che sta per succedere qualcosa di inatteso.

- Daniele e Ephraim, mettono le coperte in testa alle ragazze, che continuano a strillare.

EPHRAIM           Tu hai la mia!

-Si scambiano le ragazze ed escono.

- Luci sulla ZONA 3 -

- Fil va a bussare alla finestra di Sara che si affaccia. Fil la sorprende mettendole una coperta addosso, tirandola fuori dalla finestra e portandola via.

- Luce sulla ZONA 4.

- Esterno della porta di una casa. Dora esce dalla porta con il suo corteggiatore locale, Carl.

CARL                    Avanti Dora, dammi un bacetto.

DORA                   Come sei insistente Carl.

CARL                    Uno soltanto.

DORA                   Uno piccolino allora... ma prima chiudo gli

                              occhi.

- Prima che Carl possa baciare Dora, Beniamino irrompe e dà un colpo in testa a Carl, facendogli perdere i sensi. Poi prende il suo posto e bacia Dora profondamente. Dopo il bacio, Dora è sorpresa.

DORA                   Ma, Carl. (apre gli occhi, vede Beniamino) Ben..?

- Come sta per urlare, Beniamino le mette una coperta sulla testa, se la mette in spalla e corre via. Dora scalcia e urla.

 

- Luci sulla ZONA 5  

- Alice e il padre entrano da sinistra e attraversano la scena chiacchierando.

- I pretendenti e altri entrano dal fondo con i fucili. Attraversano ed escono a destra, gridando mentre escono...

PASTORE                   Che è successo?

ZEKE                            E' successa una cosa terribile. Sara è sparita.

JOEL                            E anche Marta .

Sig. PERKINS             E anche Rita.

LUKE                            Sono stati loro: i fratelli Pontipee.

MATT                           Andiamo a prenderli.

PASTORE                   (con gli uomini) Alice, va subito a casa e restaci.

GEDEONE                  (entrando a sinistra) Buonasera signorina Alice.

ALICE                           Oh,mio... mi avete fatto paura.

GEDEONE                  Signorina Alice, mi stavo giusto chiedendo se avete paura dei topi.

ALICE                           Oh, sì. Mi fanno morire di paura.

GEDEONE                  Bene.

- Gedeone tira fuori un topo. Alice urla e sviene. Gedeone se la

carica in spalla ed esce.

Scena 2 - davanti al sipario e al tulle.

- I pretendenti e la folla, armati di fucili, corrono da destra a sinistra.

MATT                    Questa volta la faremo finita con quei Pontipee.

ZEKE                    Sì. Avremmo dovuto farlo tanti anni fa.

CARL                    Se solo hanno messo una mano addosso a quelle ragazze...

LUKE                    Sono finiti.

CARL                    Ma adesso devono attraversare il passo dell'Eco.

PASTORE            E se le ragazze strillano saranno sepolti da una valanga.

CARL                    Maledizione!

 

- Luce sul carro.

ADAMO                State zitti… ssst… ssst… Tenetele buone.

                              Stiamo attraversando il passo. Ssss… (forte) Lasciatele...

- I fratelli allentano la stretta alle ragazze. Le ragazze urlano.

Ragazze               Aiuto! Aiuto! Papà! Carl!

- Subito si sente un boato e un rumore di tuono. Anche le

ragazze stanno zitte e guardano indietro.

-Il boato si trasforma in una valanga di neve che precipita lasciando la folla davanti al siparietto coperto di neve.

LUKE                    E adesso non riusciremo ad arrivare alla fattoria prima della primavera prossima.

CARL                    Non c'è nessun altro modo di entrare o di uscire.

PASTORE            Povere ragazze.

Musica 21 – “Il lamento dei pretendenti”

                      (The townfolk’s lament)

PASTORE                            PROTEGGI ADESSO PIU’ CHE MAI

TUTTI                                    LE CANDIDE FANCIULLE

JOEL                         Bruciali vivi!

PASTORE                            MIO DIO!

                                               NON C’E’ NESSUNO AL MONDO CHE

TUTTI                                    SIA BUONO COME LORO

CARL                        Ammazzali!

PASTORE                            MIO DIO!

CARL                                    E SONO, QUESTO TU LO SAI,

TUTTI                                    PIU’ PURE DELLA NEVE

CARL                                    MIO DIO!

TUTTI                                    MIO DIO!

                                               SALVA LORO DA UNA FINE

                                               CHE NON MERITA VIRTU’

MATT                         Fagli cadere la casa in testa

TUTTI                                    PROTEGGI ADESSO CHE LO PUOI

                                               QUEI TENERI AGNELLINI

                                               MIO DIO!

                                               PERCHE’ NON SANNO COSA C’E’

                                               LONTANO DALLA CASA

                                               MIO DIO!

                                               E POI SE NON CI SIAMO NOI

                                               POTREBBERO MORIRE

                                               MIO DIO! MIO DIO!

                                               SALVA LORO DALLA MORTE

            (senza Pastore)       O NON TI PREGHIAMO PIU’

TUTTI                                    AMEN!

Scena 3 - ESTERNO CASA

 - Nevica. Le spose avvolte nelle coperte con cui sono state rapite corrono intorno a Milly, si lamentano e piangono. I fratelli con Adamo hanno un’aria di soddisfazione per quello che han fatto.

RAGAZZE            (piangenti) Milly! Milly! Milly!

MILLY                   Che è successo!

RAGAZZE            (DORA) Milly aiutaci. (SARA) Siamo state rapite. (ALICE) Digli che ci riportino a casa.

                              (MARTA) E’ stato terribile. (RITA)(piangendo)Milly

MILLY                   (inorridita) Riportate subito a casa queste ragazze. Subito, avete capito?

CALEB                 Impossibile! (orgogliosamente) C'è stata una valanga.

- Le spose hanno una reazione di terrore.

ADAMO                (allegramente) Dovranno aspettare fino a primavera.

-Inizia a ruotare la casa fino a mostrare l’interno.

MILLY                   Entrate in casa, ragazze.

- Facendo entrare le ragazze, seguite da Adamo e i fratelli.

MILLY                   E' stata tua l’idea, vero?

ADAMO                (per niente umiliato) No, è stata tua. L'ho letta nel tuo libro la storia delle Sabine.

MILLY                   (con fierezza verso i fratelli) Non vi vergognate di quello che avete fatto!? Siete delle bestie? Gettarvi come lupi su queste povere innocenti! 

ADAMO                No, sono solo innamorati, poveracci. Tu stessa dicevi che volevi vederli tutti sposati.

- Milly li fulmina con lo sguardo. Le spose si lamentano molto.

- Alice si getta tra le braccia di Milly.

ALICE                   (singhiozzando) Voglio mamma.

GEDEONE           (dispiaciuto) Oh, per favore, Alice, non piangere.  Mi dispiace... davvero.

ALICE                   (ritira la mano da Gedeone) Uh!

GEDEONE           Ma era il solo modo per sposarti.

ALICE                   (felice) Aaaaahhh...

GEDEONE           (gli si legge in volto un pensiero improvviso) Adamo!

ADAMO                Cosa?

GEDEONE           (sconvolto) Ci siamo dimenticati il pastore!

- Tutti i fratelli reagiscono scioccati. Anche Adamo si calma. Le

ragazze cominciano a gridare più di prima. I fratelli le guardano

pieni di vergogna, miserevoli.

MILLY                   (alle spose) Non preoccupatevi, ragazze, Non vi succederà niente, ve lo prometto.

ADAMO                (ai fratelli) Allegri ragazzi, ora le avete qui, tutto finirà benone. Senti Milly...

 MILLY                  La casa è per le ragazze. Finché ci sono loro voi non ci metterete piede. Mangerete e dormirete nella stalla con gli altri animali.

ADAMO                Adesso Milly non...

MILLY                   Anche tu!

ADAMO                Non farla così tragica! Tutto si sistemerà. Troveremo il modo di far venire il pastore.

MILLY                   (a bassa voce) E credi che li sposerebbero adesso? Solo perché è stato facile per te avermi, e non hai dovuto neppure farmi la corte, credi che questa sia la regola! Ti ho detto di si perché mi sono innamorata fin dal primo istante che ti ho veduto! E credevo fosse lo stesso per te!

ADAMO                Oh, Milly!

MILLY                   Tu in una moglie vedi soltanto una serva, per te non esiste ne il cuore ne il sentimento! Come hai potuto fare questo! Se penso a quelle povere famiglie in pena! Mi fai orrore solo a guardarti!

ADAMO                Adesso basta, Milly. Non voglio sentire più niente.  

MILLY                   Come hai potuto farlo senza parlarmene prima?  Credi che una moglie...

ADAMO                (stringendo il pugno, quasi a colpire)

                              Ho detto basta!

MILLY                   Vuoi picchiarmi? E' così che sistemi le cose,vero?

ADAMO                Sei venuta qui, a comandare i miei fratelli, a dirgli come vestirsi, come mangiare, come parlare, a fare di loro delle femminucce.

MILLY                   Che stai dicendo, Adamo?

ADAMO                Dico che sono io il capo di casa, Milly.

MILLY                   Questo non vuol dire che tu abbia ragione.

ADAMO                Ragione o no, nessuna donna può mandarmi a dormire in una stalla. Mi hai sentito, Milly?

MILLY                   Sì, ti ho sentito.

GEDEONE           Io penso che Milly abbia ragione.

CALEB                 Resteremo fuori di qui.

EPHRAIM             Dormiremo nella stalla.

ADAMO                Se è questo quello che volete, questo è quello che avrete. Io andrò a passare l’inverno su, nella baita. (Prende il fucile e si prepara un sacco). 

DANIELE              Sei ammattito Adamo!

GEDEONE           Non puoi star solo lassù.

ADAMO                Alla baita ci sono viveri per sei mesi.

CALEB                 Ma se ti ammali? Se per caso ti rompi una gamba, che fai lassù solo?

FIL                         Ci sono tanti lupi quest’anno.

ADAMO                Meglio loro che star qui a sentire certe cose.

CALEB                 Adamo, parliamo prima.

ADAMO                Ho già parlato abbastanza. Me ne vado.

MILLY                   Adamo, ascolta i tuoi fratelli.

ADAMO                L'ultima volta che li ho ascoltati, è finita che ho preso moglie. Sarebbe stato meglio fossi andato con una donna a ore. (esce)

GEDEONE           Adamo!

MUSICA 22 - Cambio scena.

- I fratelli lo seguono.

- Milly dopo un momento di esitazione, va dalle ragazze.

 

Scena 4 - Stalla Canzone dei fratelli

(Lonesome polecat)

FRATELLI                 SONO UN LUPO SOLO, TRISTE E SOLO STO

                                   PERCHE’ NON C’E’ MAI, OMBRA DI LUPA

                                   CHE MI GUARDI UN PO’, UH UH UH UH ….

                                   NON DORMIRO’, SE NON LA VEDRO’

- Tutta la scena vuota per assolo di Adamo

-I Fratelli ripetono la strofa mentre le ragazze fanno il controcanto.

RAGAZZE                CHIUSE QUI IN CASA PER L’INVERNO

                                   CHISSA’ SE L’AMORE ARRIVERA’

                                   IL NOSTRO CUORE SI INTRISTISCE

                                   VEDRAI CHE IN PRIMAVERA SI SVEGLIERA’

                                   E FELICE BATTERA’, BATTERA’, BATTERA’

-Adamo entra nella capanna.

MUSICA 23 - Play off per cambio scena

Scena 5 - Interno casa -

- Si riforma l’interno casa con le ragazze che ascoltano Milly che legge un libro.

 

MILLY                 (leggendo) ...E ad un segnale convenuto, tratte le spade, si slanciarono con grandi urli e rapirono così le figlie dei Sabini… (bussano) Chi è?

CALEB                Sono io Caleb.

MILLY                 Avanti, cosa vuoi?

CALEB                (entrando) Fa molto freddo Milly... io... vorrei una coperta.

MILLY                 (dopo una pausa) Va a prendertela.

- Rita segue con lo sguardo rapito Caleb, mentre Milly continua a

leggere.

MILLY                 (sempre leggendo) ... e ancora ai nostri giorni è uso che la moglie passi la soglia della sua nuova casa in braccio al marito in memoria delle Sabine che furono sposate con la forza.

- Nel frattempo Caleb è uscito e si sente bussare di nuovo.

                           

MILLY                   Chi è?

EPHRAIM             (entrando) Ephraim.

MILLY                   Cosa vuoi?

EPHRAIM             La gamba! Mi fa male e... vorrei dell’olio caldo.

MILLY                   Avanti, fa presto però.

-Marta segue incantata con lo sguardo Ephraim. Una sposa gli da una spinta per farla tornare alla realtà.

- Mentre Milly riprende a leggere, Ephraim esce.

MILLY                   (leggendo) ...e si dice anche che l’abitudine di spartire i capelli con una lancia fu adottata...

-Si sente bussare e Milly si alza e va alla porta, la apre ed

entrano tre fratelli: Fil, Daniele e Beniamino.

BENIAMINO         Ho il torcicollo Milly...

MILLY                   Basta con queste sciocchezze!

DANIELE              Ma volevamo...

FIL                         Senti Milly...

MILLY                   Tornate nella stalla e tornate a dormire o vi ci spedisco io! (gli chiude la porta in faccia)

MUSICA 24 - commento - le ragazze si innamorano

- Inizia a nevicare.

- Milly torna a sedere e riprende a leggere mentre le ragazze

lentamente si avvicinano alla finestra.

MILLY                   (leggendo) ... fu adottata a ricordo dei loro matrimoni cominciati con la guerra e atti di ostilità, e finiti... (si interrompe accorgendosi che le ragazze non la ascoltano)

MARTA                 (si accorge che Milly ha smesso di leggere cerca di giustificarsi perché è alla finestra) Ma non fa che nevicare da queste parti.

LISA                      (con lo stesso tipo di reazione di Marta) Da due mesi non abbiamo visto altro giorno e notte!

ALICE                   (scoppiando) Io divento pazza chiusa qui dentro!

DORA                   Ti prego Milly, continua a leggere.

RITA                     Oh, no!

SARA                    L’abbiamo sentita già tre volte questa storia!

DORA                   Che importa!

MARTA                 Milly, ma che faremo tutto l'inverno?

MILLY                   Abbiamo un sacco di cose da fare. Occuparci della casa...farci dei vestiti nuovi...

MARTA                 Ma a che serve se non c’è nessuno a vederli!

ALICE                   …e allora organizziamo una festa tutti insieme.

RAGAZZE            Oh, bene. Sì. Che bella idea. Che bello...

MILLY                   No, conoscete le regole. Voi ritornerete dalle vostre famiglie sane e salve.

DORA                   Con quei noiosi ragazzi della città.

MILLY                   Su, andiamo a letto ora.

MARTA                 Milly non vogliamo tornare a casa.

LISA                      Ci sono un sacco di motivi per restare qui.

SARA                    Sì. Sei.

MILLY                   Vi piacerebbe davvero restare qui?

TUTTE                  Sì. Sì.....

ALICE                   Specialmente se potessimo parlare con i ragazzi.

MILLY                   Forse un giorno.

RAGAZZE            (DORA) Quando Milly? (SARA) Quando?

(LISA) Sì? (ALICE) Davvero? (RITA)(insistente) Quando, quando, quando?

MILLY                   (cercando di interrompere il discorso) Sarà meglio che andiate a letto adesso. Buonanotte.

RAGAZZE            Buona notte. (escono)

-Milly si avvia sulla scala quando si sente bussare alla porta,

allora con aria decisa va ad aprire ed entra Gedeone.

MILLY                   Gedeone, non dovresti essere qui.

GEDEONE           Milly, sono veramente preoccupato per Adamo. E' sulle montagne da più di due mesi. (Milly non risponde) E se si fosse ammalato? (Milly ancora non risponde) I lupi sono davvero affamati in questo periodo dell'anno.

MILLY                   I lupi sono la giusta compagnia per uno come lui.

GEDEONE           Potrei andare alla baita e dirgli di tornare a casa. (Milly vorrebbe rispondere ma non lo fa) Non ti manca Adamo, nemmeno un pochino?

MILLY                   Tento di non pensarci.

GEDEONE           So quello che provi.

MILLY                   Ti prego Gedeone torna a dormire. (chiude la porta)

MUSICA 25 - Commento stato d’animo di Milly e poi uscita di

Alice dalla stanza -

- Dalla porta della stanza delle ragazze esce Alice in mutandoni e

furtivamente si avvicina alla finestra. Dopo poco esce Marta.

MARTA                 Alice, è indecente guardare così dalla finestra col rischio che ti vedano.

ALICE                   Anche tu sbirci fuori quando nessuno ti vede!

MARTA                 (presa alla sprovvista) Questo non è vero!

LISA                      (uscendo dalla stanza con Rita) Ti ho vista io!

RITA                     Anch’io ti ho vista!

MARTA                 (a Rita) Ritira subito quello che hai detto! (gli si avventa contro)

ALICE                   (cercando di dividerle) Smettetela!

SARA                    (che era uscita dalla stanza) Non avete niente da dire sul conto di Marta!

DORA                   (alle spalle di Sara) E tu che facevi l’altra notte davanti alla legnaia?!

SARA                    (avventandoglisi contro) Sentila!

- Le ragazze si accapigliano.

- Sentendo il rumore, Milly esce dalla sua stanza.

MILLY                   Ragazze! Ragazze! Dora, Sara! Smettetela! (scende le scale e cerca di dividerle) Che vergogna! Ve ne prego non litigate proprio ora che ho più bisogno di voi. (le ragazze la guardano perplesse) Vedete... solo voi potete aiutarmi... aspetto un bambino.

RAGAZZE            (LISA) Oh, Milly, è bellissimo... (RITA) Che bello... (DORA) Che meraviglia! (MARTA) Milly, siediti!

- La fanno sedere e si radunano intorno.

MARTA                 D’ora in avanti non alzerai più un dito!

LISA                      Faremo tutto noi! La cucina, il bucato e tutto il resto!

MILLY                   No davvero! Non siate sciocche!

DORA                   Milly, Adamo lo sa?

MILLY                   (dopo una pausa) No.

ALICE                   Ma è terribile. Come mai non lo sa?

MILLY                   Non era il momento giusto per dirglielo. Ho pensato di aspettare che le cose tra noi andassero meglio. E adesso tornate a letto!

MARTA                 Ti accompagniamo in camera.

MILLY                   Non ce n’è bisogno. Sono in grado di farlo da sola. (sale le scale)

LISA                      Milly! Quando nascerà il bambino?

MILLY                   Ci vorrà un po’ di pazienza. (continua a salire)

ALICE                   Quando?

MILLY                   (con un sospiro) A primavera! (entra in camera)

MUSICA  26 - Introduzione e canzone 

“Sposa di giugno” (June bride) RAGAZZE

- Le ragazze sospirano.

DORA                   Vorrei essere al suo posto.

LISA                      (con rimprovero) Dora!

DORA                   Ho sempre sognato di sposarmi in giugno ed avere un figlio che nasca a primavera.

Dora                           CHI SI SPOSA DI GIUGNO LO SA, TROVA LA SUA META’

Marta                          E LA SPOSA DI GIUGNO AMERA’, IL SUO SPOSO AD OGNI ETA’

Dora/Lisa/Rita          SE A NATALE SPOSERAI, SEI FELICE PIU’ CHE MAI

Marta                          MA IL MARITO RESTERA’, SE DI GIUGNO L’ANELLO DARA’

Lisa/Dora/Alice        SOTTO IL CIELO DI STELLE VIVRAI, E NON TI PENTIRAI

Marta/Sara/Rita        E SE CHIUDI I TUOI OCCHI VEDRAI, SEI GIA’ LI’ PER IL SI’

Tutte                           SE TI SPOSI DI GIUGNO SI SA, LUI PER SEMPRE TUO SARA’

Dora                           IL GIORNO TUO PIU’ BELLO

                                    E’ PROPRIO QUELLO IN CUI GLI DICI SI’

                                    LA CHIESA CON I FIORI, ARRIVI E TUTTI SONO LI’

Tutte (no Dora)        LO SPOSO CHE GIA’ TI ASPETTA TI ACCOGLIERA’

E QUELLO CHE VUOI TI PROMETTERA’

Dora                           POI TUTTE LE TUE AMICHE TREPIDANTI ASPETTERANNO CHE

TU LANCI LORO CON AFFETTO IL BOUQUET

Marta                          SE TI SPOSI DI GIUGNO SI SA. LUI PER SEMPRE…

SEMPRE TUO SARA’

-Alla fine della prima parte della canzone i fratelli passano in

proscenio con gli arnesi da lavoro e continuano a cantare

“Canzone dei mesi “

FRATELLI                 A NOVEMBRE LA NEVE ALTA E’ GIA’, MOLTO PIU’ CHE IN CITTA’

                                    A DICEMBRE SI SA CHE QUASSU’, TUTTO E’ BIANCO SEMPRE PIU’

                                    IL GRAN FREDDO DURERA’, E GENNAIO PASSERA’

DICI “PRESTO FINIRA’”, MA E’ FEBBRAIO E POI MARZO DI GIA’

Riappaiono Milly e le ragazze.

RAGAZZE                PRIMAVERA E’ IN RITARDO PER NOI, NEVE QUI PIU’ CHE MAI

MILLY                                    DOLCE ATTESA ANCHE APRILE VEDRA’

FINCHE’ MAGGIO ARRIVERA’

RAGAZZE                PROPRIO QUANDO NON CI PENSI PIU’

- La casa completa il suo giro e siamo in esterno ma non c’è più neve sui tetti e sul fondo intravediamo il verde dei prati.

- Scoppia la primavera e le ragazze escono dalla casa e ballano e cantano coi fratelli.

                        Canzone della primavera (Spring, spring, spring)

GEDEONE               PRIMAVERA TI PORTA, IN UN GIARDINO FIORITO

                                   LA CAMPAGNA RINASCE, E TUTTO CAMBIA COLORE

                                   MADRE NATURA SA, CHE COME CENT’ANNI FA, POI SBOCCERA’

DORA                                   LE GALLINE E LE OCHE, SI RADUNANO IN POCHE

                                   A PROTEGGERE TUTTI QUANTI I LORO PICCINI

MARTA/EPHRAIM  DENTRO OGNI NIDO C’E’ UN PICCOLO UOVO CHE SI SCHIUDERA’

CALEB                      LA FAMIGLIA DI API NUOVO MIELE  DA’

                                   E DELL’ALTRO ANCORA NE FARA’

DORA/BENIAMINO      NELLO STAGNO ANCHE I PESCI FANNO GLU GLU GLU

LISA/DANIELE              E VERRANNO BOLLICINE IN SU

                                              

TUTTI                         ANCHE IL PRATO E’ PIU’ BELLO SE NON SERVE L’OMBRELLO

                                   LE VIOLETTE, I GERANI, LE PANSE’, I TULIPANI,

                                   MADRE NATURA SA CHE COME CENT’ANNI FA POI SBOCCERA’

- Verso la fine della canzone e del ballo Dora si affaccia alla finestra della camera di Milly.

DORA                   (dalla finestra) Ragazze, svelte! Il bimbo sta per nascere!

- Le ragazze si precipitano in casa e così cercano di fare anche i

fratelli che vengono ricacciati fuori da Alice.

MUSICA 27 - sottofondo dell’attesa con finale per cambio scena

- I fratelli sono nervosi e camminano in su e in giù, solo Beniamino sembra tranquillo e li prende in giro.

-Da fuori si capisce che in casa c’è un gran movimento delle ragazze.

- Ad un certo punto la musica si ferma, c’è un momento di silenzio e poi si sente il pianto di un bambino.

BENIAMINO         Sono zio! (sviene)

Scena 6 - la baita.

-Adamo, di nuovo con la barba, è fuori nella capanna, occupato

in una faccenda. Gedeone lo chiama da fuori scena.

GEDEONE           Adamo! Adamo! (entra correndo in scena. Si abbracciano)

ADAMO                Gedeone! Che c'è, ti sei stufato di dormire nella stalla?

GEDEONE           No, va tutto bene, Adamo.

ADAMO                (con sarcasmo)  Ah, sì? 

GEDEONE           Sì. Alla fine Milly ci ha permesso di corteggiare le ragazze. E così va tutto bene da noi.

ADAMO                (depresso) Oh... e allora cosa sei venuto a fare quassù? 

GEDEONE           Sono venuto a prenderti... per portarti a casa con me. E' di nuovo primavera alla fattoria.

ADAMO                Beh, qui non ancora.

GEDEONE           (dopo una pausa) Adamo... sei diventato padre!

- Adamo ascolta spaventato e incredulo.

ADAMO                E’ una balla!

GEDEONE           E' vero te lo giuro!

ADAMO                Non ci credo! E' un trucco di Milly per farmi tornare.

GEDEONE           Trucco!? Sarai il marito di Milly ma non la conosci affatto, te lo assicuro! E’ una donna orgogliosa ed è cocciuta! Non si piegherebbe mai a richiamarti!

ADAMO                Sprecherebbe il fiato! Io non torno giù.

GEDEONE           Ma non sei nemmeno curioso? Non la vuoi vedere la tua bambina? 

ADAMO                Bambina? Figurati se non faceva una femmina.

GEDEONE           E' il tuo ritratto sputato.

ADAMO                (dopo un attimo di esitazione) Scenderò quando si riapre il passo e sistemate le cose tra voi e le ragazze ritornerò quassù.

GEDEONE           Adamo, tu sei il mio fratello maggiore, ti ho sempre rispettato e ammirato... Ma oggi mi vergogno di te. (Adamo si irrigidisce) Puoi picchiarmi se vuoi, gonfiarmi di schiaffi... ma questo non mi fermerà dal dimostrarti quello che provo! (colpisce Adamo sulla mascella con tutta la sua forza)

ADAMO                (reagendo) Razza di... (si trattiene) Vai via, vattene.

 GEDEONE          Me ne vado Adamo. Ma questo non cambia niente... (esce)

- Adamo rimane a riflettere su quanto è accaduto.

Musica 28canzone “Se tu vuoi” cambio scena e ballo/gioco.

Scena 7 - ESTERNO CASA

Beniamino, Caleb e Ephraim amoreggiano con le rispettive ragazze affacciate alle finestre della casa, che inizia a ruotare.

                                              

DORA                                   SE TU VUOI, RESTO QUI TUTTA LA VITA

CALEB                      SE TU VUOI, SALGO SU, VENGO DA TE

MARTA                     DIMMI SOLTANTO SE TU VUOI, CHE MI VUOI BENE DAI

                                   CHE NON PUOI STARE PIU’ SENZA DI ME

MARTA/EPHRAIM              QUI CON TE, TUTTI I GIORNI E’ UNA GRAN FESTA

DANIELE                              QUI CON TE SO CHE NON MI ANNOIERO’

GEDEONE               E’ UN’ALTRA COSA QUI CON TE, TI DICO CHE PERCIO’

                                   ANCHE IL LAVORO E’ GIOIA E SAI PERCHE?

TUTTI                         PERCHE’ QUI CON VOI STO PROPRIO BENE

                                   CHE VITA, CHE SPASSO, CHE ALLEGRIA

                                   FAREMO BANCHETTI E GRANDI CENE

FRATELLI                 HO IMPARATO A FARE LA CORTE

RAGAZZE                SENTO IL CUORE CHE BATTE FORTE

TUTTI                         E SI UNISCE AL RITMO CHE FA COSI’

                  

- Alla fine del numero entra Adamo.

- Tutti all'improvviso notano che Adamo è alla porta. C'è un

momento di silenzio mentre tutti guardano Adamo.

Milly intanto dall’altro lato entra con la bimba dentro una cesta e

siede su una panca dietro i fratelli e le ragazze.

ADAMO                (burbero) Beh, che c’è da guardare? Il passo è aperto e sono tornato.

 

-Milly si gira da una parte. Tutti hanno reazioni.

TUTTI                   Il passo? (costernazione immediata)

RAGAZZE            (RITA/LISA) Oh, Milly? (MARTA) Che facciamo? (ALICE) Che cosa facciamo?

(DORA/SARA)Ti prego!

CALEB                 Prendiamo i fucili!    

MILLY                   Andate nella vostra stanza, ragazze. (si alza per spingerle nella loro stanza) Andate.

-Le ragazze, tristissime, vanno verso la stanza. I fratelli vanno

 verso la porta d'ingresso. Gedeone è l'ultimo. Adamo lo ferma.

ADAMO                Gedeone prepara il carro.

GEDEONE           Il carro?

ADAMO                E metti delle coperte sul fondo, riporteremo

                              a casa le ragazze.

- Gedeone esce. Adamo va verso la culla e vede la sua piccola

per la prima volta. La sua espressione si raddolcisce. C'è un

momento di silenzio.

MUSICA 29 - Attacco musicale - Tenerezza -

ADAMO                (dopo una lunga pausa) Hai scelto il nome?

MILLY                   (con esitazione, timidamente) Ecco io... vorrei chiamarla... Iaele o Ilida o Iesabel... per continuare l’ordine alfabetico.

ADAMO                Iaele.

MILLY                   (soddisfatta) Iaele.

ADAMO                Lassù in montagna ho avuto tempo per pensare... E mi sono chiesto come tratterei l’uomo che rapisse mia figlia. Credo che lo legherei a un albero e lo ucciderei come un cane. (Milly ascolta in silenzio. Adamo si gira verso di lei) Anche a te ho pensato quando ero lassù.

MILLY                   Davvero?

ADAMO                Sembra che non riesca a toglierti dalla mente. Quando uno è innamorato... quando uno ama davvero.

- Adamo lentamente si avvicina a lei. Si abbracciano e si baciano.

BENIAMINO         (entrando e tossendo per farsi notare) Adamo...

ADAMO                (a Milly) Vado in paese a riportare le ragazze.

MILLY                   Oh, Adamo, starai attento?

ADAMO                Non ti preoccupare, lo sarò. (si avvia alla porta)

- Entrano i fratelli dalla porta principale pieni di determinazione.

CALEB                 (con calma) Adamo, non vogliamo che se ne vadano via. Ne abbiamo parlato e siamo tutti d'accordo. (tutti annuiscono)

FIL                         (caparbiamente) Non se ne andranno.

EPHRAIM             Sono le nostre ragazze adesso.

ADAMO                Farete come ho deciso! Sono io che comando.

BENIAMINO         Questa volta è da vedere.

DANIELE              Esatto.

- Gli altri fratelli concordano. 

ADAMO                Che devo fare, rompervi la testa? Ma non capite che riportarle  a casa è l'unico modo per poterle sposare? Tutto il paese sta venendo qui. Avremo l'intera città addosso.

BENIAMINO         Che vengano pure. 

EPHRAIM             Faremo a fucilate. (i fratelli sono d'accordo)

ADAMO                Certo. Si, sparerete... e contro chi? Contro i loro parenti. Volete ferire il fratello o il padre di qualche ragazza? E vi illudete che dopo vi sposino? Milly chiama le ragazze.

-Milly entra nella camera delle ragazze mentre i fratelli

cominciano a rinsavire, la loro belligeranza si affievolisce.

GEDEONE           (mettendosi vicino ad Adamo) Adamo ha ragione. Io sto con lui.

ADAMO                Ma non tanto vicino.

- Milly rientra dalla porta.

MILLY                   Adamo! Le ragazze non vogliono ritornare in città! Vogliono restare qui con i ragazzi!

ADAMO                (con decisione) Andate a prenderle e portatele sul carro.

MUSICA 30 - Commento a tutta la scena

-I ragazzi si precipitano verso la porta mentre Adamo esce e

Milly porta la bambina nella sua camera.

- Si sente urlare e poi dalla porta escono le ragazze inseguite dai

fratelli.

RAGAZZE            Io non torno a casa! Non voglio tornarci! Voglio stare qui con te! Lasciami! Lasciami! Non voglio! No! Non voglio andare! (si butta a terra)

FRATELLI            Non c’è altro modo! Devi tornare! Su vieni Rita!

                              Dora! Sara! Marta! Alice! Lisa!

La casa inizia a ruotare. C’è un passaggio dei pretendenti, del signor Bixby e del Reverendo in proscenio come se passassero furtivamente davanti alla casa.

In quel momento dalla casa esce Alice inseguita da Gedeone.

BIXBY                   Non sparare! Potresti colpire la ragazza!

- Gedeone con Alice sulle spalle si scontra con il padre.

GEDEONE           (come se fosse in città) Oh.. . buona sera, signore.

PASTORE            Alice!  

ALICE                   Ehi Pa'! (poi) Scappa Gedeone! Scappa!

Jeb blocca Gedeone, gli dà un pugno e lo cattura.

Tutti si avvicinano alla porta della casa.

                  

CARL                    Ora non fate rumore! Possono sentirci!

LUKE                    Dobbiamo sorprenderli! (escono)

                           

-La casa continua a ruotare. In casa le ragazze lottano con i

fratelli. Dalla porta entra la folla e vede quasi un orgia .

I pretendenti man mano spingono col fucile i fratelli in un angolo della scena.

BIXBY                   (chiama affannosamente ) Dora!

DORA                   Ehi papà!

LUKE                    Rita, Rita sono io...Luke. Sei salva! Sei salva !

RITA                     (lamentandosi) Lo so. Lo so. (comincia a piangere)

-I fratelli e le ragazze sono ora separati in due gruppi e si

guardano gli uni e le altre...le ragazze piangono. La folla pensa che sia per la gratitudine di averle liberate e per l'emozione di ritrovarsi con i familiari.

DORA                   (guardando Fil) Cosa gli volete fare?

CARL                    Li uccideremo tutti come cani.

- Fine musica.                               

Un lamento si leva dalle spose. Quando la folla sta per prendere i fratelli... si sente il pianto di un bambino. C’è un attimo di silenzio interrogativo.

PASTORE            Oh no, questo no!

- Reazione dei pretendenti sui fratelli mentre le ragazze piangono

più forte credendo che vogliono ammazzarli.

PASTORE            Un momento. Un momento. Prima che li portiate via c'è una cosa che voglio sapere dalle nostre ragazze. Noi vi vogliamo bene, per cui non abbiate paura di rispondere. Ho sentito piangere un bambino in casa. Di chi è? (le spose non rispondono) Non abbiate paura. Di chi é?

- Un lampo passa sul viso delle spose.

PASTORE            Di chi è, non vergognatevi!

- Le ragazze rispondono all’unisono.

RAGAZZE                   Mio!

MUSICA 31 - Commento e “when you ‘re in love” ripresa.

- Reazione di orrore tra la folla. I fratelli vengono portati fuori sotto i fucili dei pretendenti e seguiti dalle ragazze.

- Dalla camera superiore esce Milly con la bambina in braccio,

quando è sulle scale entra Adamo, si guardano e cantano

andando in proscenio. Dietro di loro si chiude il sipario.

ADAMO                     QUANDO ANCHE TU AMI COSI’,
SAI CHE L’AMORE NON FINISCE

NON SEI PIU’ TU QUESTO LO SAI,

E’ SOLO IL CUORE CHE DECIDE

ADAMO/MILLY        SOLTANTO C’E’ LO SGUARDO CHE

PROFONDAMENTE RASSICURA

                                   E VUOI CHE IL MONDO SAPPIA CHE

                                   SEI INNAMORATO COME ANCH’IO DI TE

 

Alla fine della canzone buio.

Scena 8 - In un grande prato fiorito

          

MUSICA 32 - il matrimonio con finale

- Al centro c'è il pastore che legge il sermone di nozze ai fratelli e

alle ragazze vestite da sposa. Dietro i parenti con i fucili puntati.

 

PASTORE            Volete voi Alice, Sara, Marta, Lisa, Rita, Dora

                              prendere questi uomini come vostri legittimi sposi?

- I parenti guardano le spose, invitandole con lo sguardo a dare

la giusta risposta.

SPOSE                 Sì.

PASTORE            Volete voi Beniamino, Caleb, Daniele, Ephraim, Filidoro... (reazione di Fil) e Gedeone prendere queste ragazze come vostre legittime spose?

- I parenti alzano i fucili e li puntano verso i fratelli.

FRATELLI            Sì.

PASTORE            Vi dichiaro marito e moglie, marito e moglie

                              marito e moglie, marito e moglie, marito e moglie e ancora una volta, lo ripeto, marito e moglie fedele.

- Ad ogni “marito e moglie” del Pastore le coppie si baciano, una

alla volta. Le spose tirano i bouquet al pubblico.

- Milly e Adamo, anche loro in abiti nunziali si uniscono alle

danze.

TUTTI                         OGGI E’ UN GRANDE GIORNO

                                    PER NOI TUTTI LA GIOIA REGNA QUI

                                    GIORNO ROMANTICO, GIORNO FAQNTASTICO

                                    OGGI GLI HO/HA DETTO DI SI’

FINE

MUSICA 33 - Ringraziamenti e Medley.

                                    FAI LA CORTE FAI LA CORTE, E VEDRAI CHE TI DIVERTIRA’

FAI LA CORTE FAI LA CORTE, AI TUOI PIEDI PRESTO LEI CADRA’

                                    QUANDO A CACCIA COL FUCILE ANDRAI

                                    ALLA LEPRE LESTO SPARERAI

                                    MA VEDRAI CHE E’ ASSAI PIU’ BELLO FAR LA CORTE

                                    SOTTO UN CIELO DI STELLE VIVRAI , E NON TI PENTIRAI

                                    E SE CHIUDI I TUOI OCCHI VEDRAI, SEI GIA’ LI’ PER IL SI’

                                    SE TI SPOSI DI GIUGNO SI SA, LUI PER SEMPRE…

                                    SEMPRE TUO SARA’

                                    OGGI E’ UN GRANDE GIORNO

                                    PER NOI TUTTI LA GIOIA È QUI PERCHÈ

                                    GIORNO FANTASTICO GIORNO ROMANTICO,

                                    GIORNO PIÙ BELLO NON C’È

FINE

    Questo copione è stato visto
  • 1 volte nelle ultime 48 ore
  • 14 volte nell' ultima settimana
  • 24 volte nell' ultimo mese
  • 255 volte nell' arco di un'anno