Sipario..!!!

Stampa questo copione

“SIPARIO

“SIPARIO..!!!”

di

ANGELO ROJO MIRISCIOTTI

PREMIO DI DRAMMATURGIA

“ Fabrizio Romano 2009 ”

     Napoli                                                                     12 Marzo 2002/dic.2008

“SIPARIO..!!!”

DUE ATTI DI

ANGELO ROJO MIRISCIOTTI

PERSONAGGI E TIPI

QUINTO COLETTA ………..IL REGISTA D'AVANGUARDIA

RINO SALVIETTA  …………UN ATTORE….VECCHIO…

SERENA MEROLLA………...UNA ATTRICE BRAVA E AMBIZIOSA

ANTONIO RABITTI …………IL SUO RAGAZZO

LINA SARUBBI……………….LA….."PRIMA …ATTRICE….!"

MARIO COLOSIMO………... IL "GRANDE..L'ISTRIONE..!”

SERPIERI……………………...IL FACTOTUM DELLA COMPAGNIA

VINCENZO,

CLAUDIO ed

ORAZIO……………………. .TRE ATTORI GIOVANI E VELLEITARI

DONNA PIA……………… UNA VECCHIA SIGNORA DELLA SCENA

FLAVIA……………………..UNA MILANESE BELLA,MA SPRUCETA

IL COMMENDATOR PELLINO……UN "AMANTE" DELL'ARTE..!"

PERUGINI……………………...IL FIGURANTE

GENNARINO…………………..IL CHIERICHETTO

VOCE FUORI CAMPO………..L’ATTREZZISTA CAPO

§§§§§§§
§§§§§

“SIPARIO..!!!”

DUE ATTI DI

ANGELO ROJO MIRISCOTTI   

                                                        I° ATTO

LASCENA E’ IL VERO E PROPRIO PALCOSCENICO DI UN NOTO TEATRO NAPOLETANO. IL SIPARIO E’ APERTO PERCHE’ SONO IN CORSO LE PROVE DELLA COMMEDIA DI EDUARDO FILUMENA MARTURANO.C’E’ UN ABBOZZO DI SCENOGRAFIA….…SUL PALCO,SONO SITUATI IN ORDINE SPARSO DEI MOBILI: DUE COMODINI....UNA SCRIVANIA…UN LETTO..UNA SPECCHIERA OTTOCENTO..TRE,QUATTRO SEDIE.SONO PRESENTI IN SCENA IL REGISTA QUINTO COLETTA,IL PRIMO ATTORE MARIO COLOSIMO,L’ASSISTENTE DI SCENA SERPIERI E PIU’ IN DISPARTE UNA GIOVANE ATTRICE SERENA MEROLLA CHE RIPASSA LA PARTE. APPOGGIATI AL PROSCENIO DALL’ESTERNO IN PIEDI TRE GIOVANI: ORAZIO B.(UMBERTO).,VINCENZO S.( RICCARDO) E CLAUDIO A.(MICHELE) I TRE CHE NELLO SPETTACOLO DOVRANNO FARE I FIGLI DI FILUMENA. SULLA SCALETTA DISTRATTA,CHE SI DA DELLO SMALTO  UNA GIOVANE DONNA MOLTO BELLA FLAVIA DORFEL CHE NELLO SPETTACOLO FA LA PARTE DI DIANA L’AMANTE DI DOMENICO SORIANO..IL REGISTA COLETTA D’UN TRATTO SBOTTA: 

Colletta       :….( a Serpieri)...è arrivata la Sarubbi…?

Serpieri      :  non ancora, ma ha telefonato che faceva un attimino di ritardo..

Coletta     :  se c’è una cosa che non tollero è la mancanza di puntualità sul lavoro….Cristo Santo..la prova era fissata per al 10,30 sono le 11 e un quarto  e ancora non possiamo incominciare perché la nostra “ prima attrice ” se la sta pigliando comoda….

Colosimo   : io sto qua dalle 10 e 25….in anticipo… così come deve fare un vero professionista…E già, ma io vengo dalla scuola del grande Panariello….…altro che ..e con Attilio Panariello se eri capace di fare un minuto di ritardo….

Serpieri      : ..già..io ho saputo che ieri sera la Signora ha fatto un poco tardi ..é stata a cena con il Produttore nostro…il caro  Commendator Pellino…avrà avuto problemi di digestione....

Vincenzo  :   già…e il Commendatore l’ha vegliata…..e ci ha dato il “digestivo”..…notte agitata..!

Claudio     :  (maligno)..si…col mal di mare…ma fammi il piacere..quello Pellino tiene più di  65 anni…

Orazio          :…e che vuol dire…oggi c’è il Viagra che fa miracoli…

Flavia      : ( continuando a darsi dello smalto ) ..magari si sono messi a letto tete a tete  e si sono “ripassati  il .. “copione….!”

Coletta       : basta,…silenzio..!..state al posto vostro…insomma se la Sarubbi non  arriva nei prossimi 5 minuti, si becca la multa…

Colosimo     :..e il Commendatore ce la leva,..Caro Coletta non lo sa che oggi  il mondo va così…Ai miei tempi invece… con Panariello avevi voglia di fare la smorfiosa ….

Vincenzo     :  (sottovoce)…e grazie tante  …chillo Panariello era ricchione…!

Claudio       : …e state zitto,malalengua..!!

Colosimo    :…Talento..ci voleva il talento…!..altro che…ESCE IMPETTITO VERSO UNA QUINTA

Serpieri  : (conciliante e pratico ) beh…..possiamo provare un’altra scena nell’attesa..che so’..l’incontro dei tre figli di Filumena..I ragazzi stanno qua tutti e tre….

Coletta      : …..la scena di figli..? e perché..?…Stamattina il programma prove prevedeva la scena del Finto matrimonio in articulo mortis…perché devo stravolgere il mio programma..?..p’‘a bella faccia della Sarubbi..!

Flavia     :  Quinto…(correggendosi per non far intendere troppo della sua familiarità col Regista)…cioè Maestro…….ci stiamo pure io e Colosimo…magari facciamo la scena del bacio tra Diana e Domenico Soriano…

Coletta      :   ma quale scena del bacio…?!!!..tu.( ravvedendosi anche lui della confidenza eccessiva,ma celando a stento un pizzico di gelosia repressa)…cioè,lei Flavia…quando deve riprovare quella scena non  perde l’occasione…

Flavia      : sa Maestro ( molto allusiva e un po’ perfida nello stuzzicare la gelosia di Coletta) )..il fatto è che..nel bacio….sento il Colosimo un po’ impacciato,fermo,statico ..e allora ( maliziosa ) provo un po’ a scioglierlo (Coletta ingoia amaro)..

Claudio    : (maligno) già…quello Colosimo pure se era allievo di Panariello ( intendendo di un gran frocio) è tanto un bell’uomo…

Vincenzo :  e dunque….(maligno sapendo di ferire Coletta) dove c’è gusto non c’è perdenza… !!!

Orazio      : e po’ diciamocelo….quella, la nostra bellissima Flavia si deve ancora un pochettino perfezionare con la lingua….per migliore la scena si capisce..

Flavia     :     a te ..pistola…vuoi vedere come ti perfeziono questo ( mostrando la scatola trucco) suo muso…? Ma sentite questo pirla…! Beh….visto che qui  non ho da fare nulla… vado un attimino al bar ( entra tra le quinte  ancheggiando)

Claudio   :  (alludendo alla camminata) alla faccia del bicarbonato di sodio…!!

Coletta      :  ( innervosito) basta…!.Silenzio..!...Addò sta il Prete..?

Serpieri   : si sta riprovando la tonaca…ce l’hanno dovuta allargare in poco….i due servi stanno dietro le quinte…Il Maestro Colosimo mo’ stava quà.. Colosimo..! Colosimo..!

Colosimo    : eccomi pronto (rientra dalle quinte fumando)…scusi la sigaretta..

Coletta     : e spenga quella sigaretta..quante volte vi devo ripetere che in palcoscenico non si fuma…oltre che pericoloso,rovina la voce…

Colosimo    :   …a me no..anzi..Il grande critico Basilio Tettoni andava pazzo per la mia voce da fumatore..un po’impastata..da personaggio vissuto…decadente…

Serpieri  :   Colò..e per favore,….qua dobbiamo fare De Filippo non Fred Buscaglione…..perciò fatemi il sacrosanto piacere…

Colosimo  :   dottor Serpieri…..per sua norma..io sto aspettando da oltre cinquanta minuti e non dico niente….e sono Colosimo.. sono Colosimo e non dico niente..perciò… non badate ai miei  due tiri…guardate piuttosto alle mancanze degli altri….

Coletta     : …va buò..va buò..c’avessema ‘ntusseca pe’ ‘na sigaretta.?Dunque ..facciamo così…proviamo lo stesso la scena del matrimonio…vuol dire che utilizziamo la signorina qua per sostituire un attimo la Sarubbi…Lei,signorina…..dico a lei..venga avanti…come si chiama..?

SERENA SI ALZA DI SCATTO,ROSSA IN VISO INTIMIDITA PER L’IMPORTANZA INATTESA CHE LE VIENE DATA NELLE PROVE

Serena   :    Merolla..Serena Merolla…..faccio al servetta giovane di casa

                 Soriano..

Coletta     :    Allora, signorina Merolla...fatemi il piacere…..leggete un attimo la parte di Filumena..ecco….pagina sei….terza battuta..la tenete la parte..?

Serena       :    veramente …..la  parte di Filumena  la so tutta  a memoria  

                       ….quest’estate con la Filodrammatica l’ho replicata per nove

                       serate al Teatro “ Il Piccolo ” di Fuorigrotta…

Vincenzo  :    eh..ha detto ..al Covent Garden…!!!

Flavia   : (rientrando d’impeto sul palcoscenico e mettendosi in bella evidenza)…un momento…!..e come mai  legge proprio lei…? la posso provare io questa scena del cavolo…anche perché io … altro che filodrammatica..io ho fatto l’Accademia di Arte Drammatica…!!

Coletta      :  (un po’ impacciato)  Signorina ..con tutto il rispetto ma lei se non erro  è di Milano….e qua si deve recitare una scena in dialetto..

Flavia       : io per sua norma caro il mio Maestro… ho lavorato alla televisione a “ La sai l’ultima..? con Gigi  Sabani ….i dialetti li faccio tutti.. se poi invece con questa quì è una questione di preferenze…  vuol dire che al momento giusto anche io c’ho le mie..! (per intendere te la faccio vedere io nel privato si allontana sbuffando)

I TRE GIOVANOTTI SI DANNO DI GOMITO PERCHE’ E’ ORAMAI PALESE CHE TRA COLETTA LA BELLA MILANESE FUORI SCENA C’E DEL TENERO

Coletta    :    ma quale  preferenze e preferenze ?!..Qua due battute dobbiamo leggere e …comunque mo’ basta…!.silenzio e tutti zitti!! Incominciamo…(pausa) Allora…ecco voi Merolla mettetevi là sul letto…e voi signor Colosimo..quì…( Colosimo si posiziona) ai piedi del letto..bello contrito..si..così….Neh,Serpiè…ma stu’ cazzo ‘e prevete addò sta…?..e i due vecchi servitori…?..E’ mai possibile che devo sempre strillare per avervi tutti in scena..?

Serpieri     :    in  scena…tutti in scena….!!!

ENTRANO DI CORSA I TRE PERSONAGGI CHIAMATI ED UN BAMBINO ANCORA ALLE PRESE CON ABITI DI SCENA RAFFAZZONATI.SONO PERUGINI (IL PRETE),GENNARINO IL CHIERICHETTO, PIA TURACCIOLO (LA VECCHIA CAMERIERA ROSALIA SOLIMENE) E RINO SALVIETTA (NELLA COMMEDIA IL VECCHIO DRIVER ALFREDO AMOROSO UOMO DI FIDUCIA  DI DON DOMENICO MA NELLA VITA SERVO DI SCENA DEL TEATRO AUGUSTEO )

Salvietta   : scusate assai…(al Regista) ma vi stavo preparando un bel  caffè…..così v’accunciate ‘nu poco ‘a vocca…..al Dottore poco zucchero….al Maestro Colosimo amaro..!…ehh…ehh…oramai conosco i gusti di tutti quanti voi …

Pia           : ( tenendo tra le mani una tonaca da prete appena risistemata) io stavo allargando la tonaca Monsignore…quella la sarta si è pigliata una giornata di permesso…guè..Perugì….è fatta alla meglio…solo ago e ditale…..questo ho trovato…

PERUGINI E’ UN VECCHIO SIGNORE IN DISGRAZIA CHE PUR DI SBARCARE IL LUNARIO SI ARRANGIA FACENDO QUANDO CAPITA IL FIGURANTE E PICCOLE PARTICINE.INSOMMA LO CHIAMANO QUANDO C’E’ DA SPENDERE POCO E CONTARE SU UNA PERSONA COMUNQUE A MODO.STAVOLTA FA UMILMENTE IL PRETE.

Perugini    : …non vi basto a ringraziare Donna Pia ….siete sempre una vera signora….Allora Signor Regista adesso io e il mio assistente Gennarino saremmo pronti…

Orazio        : so’ arrivate Charlie Chaplin e Gekie Coogan…!

Vincenzo   : … (maligno)..Perugì,voi due battute tenete da dire…

Perugini     : già…solo due battute…ma la parte è comunque sostanziale all’insieme ..dico bene Signor Regista…?….anche una battuta ma va detta a modo….

Coletta         :.si capisce.. si capisce….beh, sbrighiamoci…

Claudio       : (irridente)..jamme Perugì, si faie buono ‘a parte ca stasera piglie l’aumento…

Perugini   :...quando siamo a questo..avendo voi e non io toccato l’argomento…col permesso del  Signor Regista…so che non è il momento..però volevo porgere una preghiera….No..il fatto è che io differentemente dagli altri attori,vengo pagato a battute,per cui a 25.000 a battuta....prendo 50.000 al giorno…5.000 vanno a Gennarino…signor Regista,con rispetto parlando,non riesco nemmeno a coprire i bisogni primari…

Vincenzo  :   …(volgare) e vuol dire che i bisogni nun ‘e faie…!

Perugini    :    …lei…la prego…non si intrometta…

Coletta      :  ..va beh..poi vediamo Perugì…..mo accumminciammo..

Serpieri     :  (sottovoce al regista traendolo da parte)..ma io non capisco perché hai voluto infilare nello spettacolo  ‘stu sacicce ‘e prevete e pure ‘o chierichetto ….dentro alla commedia originale non ci stanno e poi Perugini cacchio cacchio pe’ doie sole battute ce costa  tra contante, assicurazione e cassa malattia  quasi 100.000 lire al giorno…per trenta prove..pure so’ tre milioni…

Coletta    :   Serpiè..tu come amministratore, assistente, factotum della Compagnia sì ‘a chiave ‘e l’acqua….ma da un punto di vista Teatrale non tieni fantasia…..”Contaminazio”..si chiama …con-ta-mi-na-zio ”ossia l’inserimento ad arte di brani riusciti di altre pieces in quella principale..…L’inventarono duemila anni fa Plauto e Terenzio ed ebbe un grande successo…Nella fattispecie è la scena straordinaria d‘o prevete e d‘o chierichetto per il “matrimonio in articulo mortis” dal Film di De Sica …è bella..è un effetto..!..va bè..adesso tutti ai vostri posti….lei (Perugini) vada più indietro….indietro….e quante volte ve lo devo dire…ma ch’è ottuso…!??

Perugini    :    mi scusi tanto ……( si sposta) ..adesso va bene così..?

Coletta      :  ..Si (spicciativo)..così…così..Dunque signorina..parta dalla battuta  “ E che…aveva chiagnere pe’ te..?”

Serena       :   ( come Filumena Marturano) “.. E che…aveva chiagnere pe’ te..?!…Era troppo bello ‘o mobile ”…

Colosimo   : (come Domenico Soriano – Molto,troppo veemente) “Lassa sta ‘o mobile. Un’anima in pena, senza pace, maie.Una donna che non piange,non mangia, non dorme.T’avesse maie vista ‘e durmì….N’anema dannata, chesto si’..!.

Coletta        :…si….molto bene…solo…meno astioso…C’è rabbia, c’è tanta ira  nelle parole di Soriano..ma non livore,non odio…in fondo,lo sappiamo bene,lui questa donna l’ha sempre amata…però come si può amare il proprio cavallo prediletto ..insomma Filumena è una cosa sua…..c’adda sta lla…’o posto suoio….

Colosimo    :  ….( un po’ urtato)..bene…..la rifaccio….??

Coletta        :   per carità….prego signorina…avanti…

Serena        :  (Filumena – appassionata - fremente) …“E quanno me vulive vedè durmì,tu ? ‘A strada d’a casa t’‘a scurdave….’E meglio feste, ‘e meglio Natale me l’aggio passate sola comma a ‘na cana……Saie quanno si chiagne ?…Quanno si conosce ‘o bene e nun se po’ avè!…Ma Filumena Marturano bene nun ne cunosce..e quanno se cumosce sulo ‘o male nun se chiagne. (con la voce rotta)‘A suddisfazione ‘e chiagnere Filumena Marturano nun l’ha maie pututa avè!….Comme ll’urdemq  femmena m’è trattato,sempe..!.

Coletta     :   (convinto)….brava..!..vada avanti…

Serena       :  (A Rosalia e Alfredo,unici testimoni delle sacrosante verità che dice)“…E nun parlammo ‘e quanno isso era giovane, che uno puteva dicere:< Tene ‘e sorde,..’a presenza.> (Cambiando tono)..Ma no, all’urdemo all’urdemo a cinquantaduie anne se retira cu ‘e fazzulette spuorche ‘e russetto ca me fanno schifo…

                   ( a Rosalia )..Addò stanno..?”

Sarubbi    :   (entrando travolgente)..Salve a tutti…..salve……(osservando la

                    disposizione dei colleghi)…….e ‘mbè ..e che sarebbe questa

                    pagliacciata..?…Che  cavolo state facendo..?

Coletta       :    stiamo facendo quello che doveva fare lei…dalle 10 e trenta !!!

Sarubbi :  ..ah..è per quello…niente…stamani ho accusato un lieve malore…Comunque..mi dite che fate..?….e chesta ca chi è…?

Serpieri   : (giustificando e minimizzando)..dovete scusare….quella,la signorina Merolla si stava gentilmente prestando…. Il Dottore le ha chiesto di leggere la parte di Filumena….Sarebbe “La scena del  Matrimonio in articulo mortis..”…

Coletta     :  come da programma prove dettato, se non le dispiace…questo dobbiamo provare stamattina sempre se sta di genio,..sempre se tiene voglia…se ci da l’onore…

Sarubbi      : sbaglio o leggo una lieve vena polemica nel suo tono..?…Badi che io non  tollero scostumatezze…..io sono la Sarubbi…!!!!!

Coletta         : ed io sono il Regista..!..e siccome lei sta con un’ora di ritardo e nessuno ancora le ha detto niente ci consenta perlomeno un minimo si sarcasmo…

Sarubbi      :  non usi questo tono con me…..io sono ….la prima Attrice..!

Colosimo  :   ..e io sono Colosimo….il primo Attore…e umile come tutti i veri professionisti me ne  sono stato qui buono buono ad aspettare i suoi comodi…per cui la prego..non perdiamo altro tempo….

Sarubbi    :    qua non siamo in fabbrica che dobbiamo timbrare il cartellino..Io sono un’Artista ed i miei ritmi scenici li scelgo io….

Coletta    : …e no..! se permette i Suoi tempi devono coincidere con quelli della Compagnia e con i miei…noi siamo una squadra e privilegi qua non ce ne stanno…qui siamo tutti alla pari…

Sarubbi      :…come osa….?Se questa compagnia esiste..se vende un biglietto è perché in cartellone ci sta il nome di Lina Sarubbi…altro che chiacchiere..!

Colosimo  :  e mo basta,mo..!Ma  che cosa sta dicendo…?…A chi dovremmo ringraziare ..?…Se lei è la Sarubbi..io…io sono Colosimo…!

Sarubbi        : Colosimo chi..?..Ma se fuori Napoli non la conosce nessuno…

Colosimo   :  ….a me..?!!..Ma come si permette..?…Guardi per sua regola che io ho fatto venti serate di Pirandello al Teatro Argentina di Roma…! Dico... venti serate..!

Sarubbi       : si..venti serate di vuoto totale..!  Che crede che non si è saputo..? …Il Suo spettacolo è stato un fiasco clamoroso…!

Colosimo   : ..è stato un fiasco il mio “ Berretto a Sonagli ???!!!!!!”…Ma se ne hanno parlato tutti i giornali d’Italia….

Sarubbi        :  si..giusto per dire che era una vera schifezza…!

Colosimo   : Uh, Madonna…!!..Basta là…Coletta guardi che io non tollero questa mancanza di rispetto…..

Sarubbi       : ma non faccia il buffone..stia zitto…il rispetto si guadagna sapendo recitare di tutto e invece lei fa solo ridere ….

Colosimo      : ma chi le consente …??...come osa…?….Basta,Coletta…! A questo punto o via lei ..o via io..!

Sarubbi       : …e quando lei se ne è andato  qua nessuno ha perso niente….Guitto..!

Colosimo  :   …..cagna..!

Sarubbi      :   ….brutto frocio…!

Colosimo   :  Coletta,ma lei la sente..?…La sente come parla questa zandraglia ripulita..? Basta..!..Io me ne vado…Domenico Soriano te lo fai tu..! (passa la giacca di seta da camera al Driver e si avvia)..

Serpieri      : ..ma non mi sembra il caso....Maestro…in fondo….

Sarubbi     :     ma lo lasci andare….che ci perdiamo..?..il suo Domenico Soriano era penoso….

Colosimo  :  (tornando su i suoi passi)..se il mio Soriano era penoso la sua Filumena faceva schifo…!!…capito..? Puah..!..La prima attrice che fa Filumena con l’accento di Barletta…!Perchè questa qui pure se fa la nobile milanese..è di Barletta….si sappia..!

Sarubbi   :  …io,per sua norma, insegno dizione…la mia  lingua  è arte..!

Colosimo  :   …già..lo dicono  tutti i maschietti che la conoscono..!!

Sarubbi   :  Porco..!..Lei è un vero Porco..!..Ah..!! (lanciando delle urla fortissime)..Ahhh…..Ahhh..!!,..levatemelo d’avanti…….se no faccio una sciocchezza…via..!…via questo guitto…!

I DUE VECCHI SERVITORI,SERENA,PERUGINI E COLETTA SI FRAPPONGONO TRA I DUE CONTENDENTI TRATTENENDOLI AFFINCHE’ LA LITE NON DEGENERI IN AGGRESSIONE.

Colosimo    : si, me ne vado..e voi fatela lavare…lo sanno tutti che la sua puzza arriva alla terza fila…!!

Sarubbi       :..( urlando)…fatemelo sfregiare…!!..fatemelo uccidere…!

Coletta     : ora basta…zitti..zitti e fermi tutti e due…Ma dove vogliamo arrivare..?..Noi qua siamo una Compagnia professionistica..dove credete di stare..?

Sarubbi      : ….o io o lui…!

Colosimo   :   scelga ..!…o lei o io..!!!

Coletta   : (molto irato)..pe’ mo’ nessuno di tutti e due..!…Mi avete esaurito…..jatevenne.!!!….jatevenne mo’ mo’…basta..! nun ve supporto chiù…mi avete martellato le palle tutti e due…..basta..la prova per oggi è finita….Jatevenne…!!!!

Sarubbi      : se io adesso esco di scena non ci rientrerò mai più..!

Coletta    :  faccia quello che crede….e pure lei Colosimo..!!!!

Colosimo  :  guardi che questa gliela  la faccio pagare…..io ho un contratto…!

Sarubbi    :  e ti ci pulisci il culo…!..e poi …dopo… te la vedrai con il mio Ciccino…!…………………….ESCE A SINISTRA

Colosimo   : Ciccino..!! (le urla dietro)..e se non era per quel coglione di Ciccino facevi ancora gli spogliarelli all’Ambra Jovinelli…! Zoccola…!  ………………….ESCE A DESTRA

TUTTI SONO RIMASTI SCONVOLTI DALLA SCENA PENOSA CUI HANNO ASSISTITO. NESSUNO DEGLI ATTORI PRESENTI,IN SPECIE PIU’ GIOVANI, OSA PARLARE. IL REGISTA SI E’ PRESO IL CAPO TRA LE MANI E RIFLETTE …SERPIERI SI ASCIUGA IL SUDORE.

Perugini   :   ….adesso ho proprio visto tutto…povero Teatro…

FLAVIA RIENTRANDO CON IN MANO UNA BRIOCHE..

Flavia  :   ( guardandosi in giro senza capire)..uelà…ma cusa l’è che fate tutti così impalati…? Uè ..dico….chè  forse mi sono persa qualche cosa..?

Pia        :   tu mangiate ‘a brioche e statte zitta.! (poi al Regista che si tiene la testa tra le mani)..Dottò..e non fate così..non vi avvilite…so’ cose che succedono…mo vedete che tornano…gli artisti di teatro so’ stati sempre un poco pazzerelli…

MENTRE SALVIETTA SOTTOVOCE CON GESTI MISURATI RACCONTA L’ACCADUTO A FLAVIA CHE TRASECOLA

Vincenzo   :  nooo…questi due non tornano….hanno fatto ‘o gruosso…!

Claudio     :  però è stato bello quanno Colosimo l’ha chiammata zoccola…!

Flavia       : (svanita che ha capito qualcosa si e qualcosa no del racconto di Salvietta) … zoccola….e adesso chi sarebbe questa zoccola..?

Orazio   : la Sarubbi,no..? ..Neh… ma veramente essa faceva ‘o spogliarello all’Ambra Jovinelli…..certo p’essere bona …era bona…!

Vincenzo   :  …eh..seh…vint’anne fa…!

Salvietta  : guè..a vuie…embè…?!…e come vi permettete di mettere bocca…quelli la so’ due grandi artisti….e vuie site ancora tre muccusielle …col permesso del Dottore vi insegno io un poco di creanza…

Orazio        : ….tu haie  ragione ca si viecchio…!

Pia         :      ..basta..!..Salvietta s’è fatto viecchio cca dinto…e quando voi tre vi facevate ancora sotto isso già recitava cu’ Eduardo….!

Serpieri    :   …e mo comme facimmo..? se quei due non tornano è la rovina… noi qua tra dieci giorni teniamo la Prima..! Ci stanno gli abbonamenti venduti..Le locandine fatte….mille e più biglietti prenotati….è la rovina.,..la rovina totale..…!!!!

Coletta     :   Serpiè…curre….avverti il Produttore…poi telefona a Tino Grassi e a Lucina Giordani e…e se no prova con Memo Pascucci e la Melandri…..stessero liberi..?….S’à putessero fa loro ‘sta cacchio ‘e  “Filumena” ?

Serpieri     :  vado..ma fort’è…stiamo a novembre..i Cartelloni so’ fatti..ESCE

Perugini    : Dottor Coletta…..vedrà..tutto si aggiusta…la Signora e il Maestro Colosimo hanno firmato un contratto….

Orazio      :  eh, ma quelli tengono i soldi..se ne fottono del contratto firmato..

Vincenzo  :  a proposito…pure noi abbiamo firmato…

Flavia     : e se tutto va a puttane a noi chi ci paga,eh…? Io sono a Napoli da due mesi e oramai sto anche su con le spese…

Claudio     :.ah.,ma se non si va in scena io alla Produzione ci faccio causa…

Orazio     :  (vanitoso)..e dire che io per venire a fare  il Teatro ho rifiutato la Soap opera  a RAI 3…

Flavia       : ..a me quasi certamente  mi chiamavano per “ L’Isola dei famosi”

Pia      :  ..certo non è coscienza a mettere venti persone in mezzo alla strada…

Salvietta     :  …Dottò…mo vi vado a fare una bella camomilla…mi ricordo che il grande Eduardo non cominciava mai le prove senza la mia camomilla..e si ca “Isso” ne teneva spisso bisogno…

Vincenzo   :  (cattivo).…neh….ma tu per lo passato ..‘e fatto l’attore o ‘o guaglione d’’o bar….!!??

Salvietta  : ….io per tua norma ho recitato in tutte le più grandi Compagnie..con Eduardo, Peppino,Titina…Pupella e Beniamino Maggio …Casagrande..Rigillo….la Pagano..Regina Bianchi…

Claudio      : eh… ma facive ‘o figurante…’a cumparsa,…che ato putive fa..?

Salvietta   :   non zignore…(orgoglioso ) io facevo la spalla…!

Orazio      :  ….eh..seh… ‘a spalla ‘e prusutto…!...ma famme ‘o piacere…

Coletta   :  neh..ma la volete finire pure voi..non ci bastano i sacicci che teniamo..

Salvietta  :   e quelli sfottono…Dottò..loro non lo sanno perchè sono ragazzi …ma due o tre volte a Domenico Soriano Eduardo me lo fece fare a me… quando stava malato…giù di voce…in provincia si capisce….Donna Pia voi vi dovreste ricordare…

Pia           :   e come no,mi ricordo che a Campobasso nel ’65  fu un successo enorme..5..6..chiamate ….e quello il nostro Salvietta al grande Eduardo lo imitava alla perfezione….ci somigliava pure…

Perugini  :….e vero..!…col vostro permesso…Dottore,….lo ricordo anch’io..allora ero in sala per amore perché seguivo la mia povera Marisa..Eduardo che stava influenzato…uscì solo ai ringraziamenti lo portò con la mano al Proscenio per indicarlo agli applausi del Pubblico..che scena….!

Salvietta   :   gia…(ricordando)…e fu allora che mi regalò questo…(tira fuori dal logoro portafogli un vecchio biglietto da 100 lire)..ecco..è quello di scena..ci manca il pezzetto con la data…. “‘E figlie nun se pagano,Dummì..!”....vi ricordate -Disse - “Salviè,si erano overe nun te’ devo,ma chesti cca stasera te l’è meritate overo…Tiè..!!”

Claudio     :  ….e grazie …chille te dette pecchè erano faveze…

Vincenzo  : …eh…..faveze comme a  isso…!!!!

Orazio       :     ad attore fasullo…biglietto fasullo…!

Perugini      :   ..ma è possibile che voi tre non capiate proprio niente…???!!

Orazio         : chisto è n’ato ca se vo abbuscà ‘na tarantella ‘e cauce…! 

Perugini  :   …cafoni..!

Serpieri   :  (rientrando sconvolto)…niente..niente,Colè…!!..il Produttore sta in volo per Londra e il telefonino non piglia….Tino Grassi si è ricoverato per un’ernia….la Melandri e Pascucci si fanno la tutta stagione  a Torino…c’avimma fa…?..che putimme fa….? Lo sapete che se non andiamo in scena il 21 dobbiamo restituire tutti gli anticipi e ci becchiamo pure una madonna di  penale…

Flavia      : (insinuante proponendosi)..basterebbe guardarsi un cicinino intorno e magari si potrebbe trovare nei paraggi la naturale  sostituta  della Sarubbi …

Coletta   :    (la guarda stralunato..e dopo aver cogitato a lungo tormentandosi la barbetta e gli occhiali da miope)..Quasi quasi..…

FLAVIA PENSANDO DI ESSERE LA PRESCELTA SI AGGIUSTA I CAPPELLI VANITOSA,SORRIDE A TUTTI …

Coletta  :  Si…(tra se)…forse è l’unica possibilità…dunque…( indicando nella direzione di Flavia dietro la quale c’è però la  Merolla)… signorina Merolla….voi prima  avete detto che sapete a memoria tutta la parte di Filumena…: bene..vi invecchiamo un poco….vi appesantiamo….ci lavoriamo insieme su….e la parte di Filumena Marturano la fate voi..!

Flavia     :    cooooosaaaaaaaa…..?....la fa lei….!!!!!?????

Serena      :   …io…??!!....Ma come..?( confusa)  io…io..non so se ce la faccio

Coletta      : si..ce la fate..ce la fate…d’altra parte Serpieri vi ha scoperto lui nella Filodrammatica mentre facevate “benissimo” quella parte…è vero o no Serpiè..?

Serpieri     :  …è vero….e fu una rivelazione….perciò la portai qua…

Flavia     :   senta..Maestro..se si tratta di leggere due battute in prova posso anche starmene  zitta..ma adesso Lei vuol dare la parte di Filumena ad una ragazzina che non sa niente di Teatro mentre qui in Compagnia c’è la Flavia Dorfel !!…Se lei impazzito e si vuole suicidare noi non la possiamo accompagnare nel baratro…

Pia         :       (intervenendo decisa)…tu, statte zitta e lievate ‘a miezo…!.... e va bene  così per Filumena….ma non teniamo a Domenico Soriano….chi ‘o fa…??....Chi ‘o po’ fa…?

Coletta      : (indicando Salvietta che distratto sta spolverando una vecchia  giacchetta)….isso…..’o po’ fà isso…..!!!!

Salvietta    :   (cadendo dalle nuvole)..…io..?????!!!!!

Coletta    :   …a Domenico Soriano lo farete voi…!!!..Avete avuto l’enorme successo a Campobasso ?..e dunque…

Salvietta      :  . …ma è stato  più di trent’anni fa…

Coletta        : ..e avete pure avuto le congratulazioni del Maestro..’o biglietto..!

Salvietta    :   ..non mi pigliate in giro pure voi …..non me lo merito….

Coletta       : ….non vi piglio in giro….Domenico Soriano sarete voi…!!

Salvietta    : …..ma…??..

Coletta  :    ….basta così….!!…domani mattina tutti qui alle dieci per al prova…!! Serpiè pensa a loro due per i  nuovi costumi, poi al trucco e a tutto il resto…

Serpieri  :   Quinto…ma pensiamoci bene…ascolta…io mo corro dalla Sarubbi e da Colosimo..in albergo…li prego,..li scogliuro..’e faccio turnà…

Coletta      :  no…oramai ho deciso…qua teniamo un nome e una dignità… !  (dopo aver riflettuto)…Ah..a proposito..Alfredo Amoruso lo faccio io…Erano dieci anni che desideravo di tremare un poco dietro ad una quinta prima che si alzasse il sipario……Signori..a tutti…a domani…  ESCE

Serpieri   :   (lo insegue)..Quinto..!Quinto..aspetta…ma ci hai pensato bene..? è un salto nel buio…che penserà il Pubblico…e la Critica…è una pazzia…Quinto e aspettami,per Dio…ESCE

PIA,SERENA E SALVIETTA SI GUARDANO MUTI L’UN L’ALTRO PER LUNGHI MINUTI….NESSUNO HA IL CORAGGIO DI PROFFERIRE PAROLA..TROPPO GRANDE E’ L’EMOZIONE CHE AVVINCE IL VECCHIO E LA GIOVINETTA.ANCHE PERUGINI PARTECIPA FELICE ALLA LORO EMOZIONE. SI ESEGUE A SOGGETTO SOLO QUALCHE GESTO MINUTO DI PERPLESSITA’ E DI IMBARAZZO.

Perugini     : hem..hem…..vorrei estendere a tutti e due i sensi più sentiti delle

                    Mie felicitazioni…..auguri vivissimi Signorina Serena  per una

                    sfolgorante carriera..e cari complimenti al Signor Rino Salvietta

                    estensibili anche in famiglia….(baciamano a lei e stretta a lui)

Vincenzo   :  ( irridendo i tre)…  le belle statuine…..!

Orazio     :   nooo…..Coletta è uscito pazzo..!…come dice Serpieri è una pazzia…Qua ci faremo ridere dietro da tutta Napoli….

Flavia      : per protagonisti un vecchio ed una principiante sconosciuta…!

Claudio : .Serè..senza offesa..ma non’è petto tuo….Guè dico..qua il 21 dobbiamo debuttare all’Augusteo mica al Pidocchietto di Canicattì…!

Pia          :    ….Guè…..e mo voi la dovete smettere avete capito…?..io sono sicura che Serena e il signor Rino Salvietta  faranno una grande interpretazione…

Vincenzo  :  …eh..se ne cadrà il Teatro….

Claudio     : … si….dai pernacchi…..!!!

Perugini   : …permettete..??..secondo loro ..adesso..insomma …con il nuovo assetto della  Compagnia..mi verranno conservati i livelli di retribuzione…?...Perché sapete.,..sotto le 45.000 non ce la faccio proprio…

Vincenzo   :   ..uh..Perugì..e va t’arriffe…!

Perugini : …vado…vado a chiedere in Amministrazione…col vostro permesso……..andiamo Gennarì… 

ESCONO PRETE  E  CHIERICHETTO

Orazio     : ….e pensare che a me mi volevano a RAI 3….che fine che ho fatto….che fine…..

Vincenzo   : …jammuncenno….va…andiamoci a fare una pizza…domani Dio ci pensa…

Flavia       : (ai tre giovanotti)  mi sa che è meglio se ci mette Lui le mani…( poi rabbiosa)...Qui son capitata proprio in una gabbia di matti….

Orazio   :  ma ci pensate che qua ci giochiamo tutti la faccia…

Claudio   : ‘mmano a chi stammo….!cose ‘e pazze….!Vieni Flavia….jammo

Flavia    :   un momento….(a Serena ) tieni (le consegna una chiave) …questa è della casa del Maestro,gliela dai tu oppure ,viste le circostanze ,te la tieni…A me non credo che mi possa servire ancora…

Serena       : ..ma che cos’è…che significa  ‘sta chiave.…?

 Flavia    :    (pensosa e corrucciata,lei che è sempre apparsa come una bambola frivola e vanitosa adesso si è fatta seria) significa …che spesso nella vita si commettono tanti sbagli….per ambizione,per superficialità,per arrivismo…e io le ho provate tutte per arrivare alla notorietà,al successo….(sogghigna) Pensa te che io dopo l’Accademia m’ero messa in testa di fare Checov...Keruak… Ibsen..…Pirandello….macchè….Mi dicevano : bella mia,con queste gambe e queste tette altro che Pirandello e allora..allora sono finita a fare la velina..la letterina…la subrettina con le chiappe di fuori a Tele Lombardia ed i filmetti scollacciati di serie B…e non me ne pento…Ho fatto tutto,tutto pur di arrivare dalla mia Cusano Milanino ad Hollywood…Già…ma c’è una legge precisa nello spettacolo : quando si svende  la propria dignità bisogna almeno puntare sui cavalli giusti..e qua di giusti non ve ne sta nemmeno uno…(Poi a Pia)…Dite al maestro Coletta che Flavia Dorfel si è stufata di Lui,di Napoli e della vostra “Filumena” e se ne torna a Milano..Vado a donare la mia “arte” a qualcuno che la sappia apprezzare e che se  la porti dove dico io..…Andiamo ragazzi….!!!!

I TRE GIOVANOTTI ESCONO INSIEME A FLAVIA CONFABULANDO ANIMATAMENTE E MANIFESTANDO AD ALTA VOCE IL RAMMARICO PER GLI SVILUPPI DELLA SITUAZIONE.I TRE CHE RESTANO LI OSSERVANO USCIRE SENZA AVERE IL CORAGGIO DI TRATTENERLI.

Pia             : Comme..????....Se ne va pur’essa..? ma che ha voluto dì ‘st’ata pazza…? Io non ho capito niente…

Serena  :      l’ho capito io..Donna Pia per cortesia date questa chiave al Regista e voi signor Salvietta non ci badate a qui tre maligni  .. parlano solo per invidia..anch’io sono certa che con la vostra esperienza  ce la faremo…

Salvietta  :  no..piccerè….questi tre hanno ragione…sono passati troppi anni….la parte di un protagonista io forse la potevo fare allora…quando ero giovane e ricco di entusiasmo…se avessi avuto fortuna…se mi fossi applicato ..se fossi cresciuto con “quei Maestri”… ma adesso….adesso ho paura….paura….come faccio…?..Domenico Soriano..ma ci pensate…?..io….io fare quella parte straordinaria ..io che sono stato sempre e solo un piccolo artigiano dalla scena....una spalla….una maschera buffa relegata sempre in ruoli di quart’ordine….

Pia          :     Salviè...se il Regista vi vede nella parte vuol dire che ce la potete ancora fare..Coletta è giovane,ma geniale..vedrete che sarà un successo…e poi a Napoli ci sta un sacco di gente che si ricorda il vostro nome…sarete accolto con un mare di simpatia….

Salvietta   :  …no..non credo..i tempi so’ cambiati…appena mi vedranno entrare truccato dal fascinoso don Domenico Soriano..cu’ è capille tignute nire e ‘a vestaglia ‘e seta..se metteranno a ridere tutte quante…Donna Pì..io so’ viecchio..so’ troppo viecchio…

Pia              :  ….nunn’o dicite manco pe’ pazzìa…

Serena     :  signor Salvietta…è vero…non dica così…me lo dovrebbe insegnare lei che gli Attori sul palcoscenico non invecchiano mai..un po’ di trucco… la voce impostata..la camminata giusta e sulla scena si diventa giovani,belli,alti,magri,biondi,..insomma si diventa quello che si deve rappresentare e che il pubblico vuole vedere…

Antonio       :  (entrando dal fondo – Antonio è il ragazzo di Serena ed è venuto a prenderla come ogni giorno per la pausa pranzo)…Guè..Serenè..hai finito…?

Serena     :  solo un momento e andiamo,quando piglio le mie cose….

Salvietta   :  beh..allora vi saluto anch’io….buona notte e auguri per la grande occasione..in bocca al lupo…Chissà che oggi qua non sia nata una stella…! 

Antonio     : è nata una stella..?…qua..?…neh..ma che sta dicendo quel tipo..?

Serena      : già…non sai la novità..?..Filumena Marturano la faccio io..! E’ mancata la prima attrice e mi hanno data la parte a me..E la mia grande occasione..Ma…ci pensi..?Se va bene,diventerò una  attrice conosciuta…soldi….turnè….viaggi..…

Antonio     :  ( perplesso e pensoso) …ah…è così…?

Serena       : ..ma perché..qualcosa…?

Antonio    : (dopo aver a lungo meditato sulle parole)..quaccosa..?  E quaccosa si…!Serè…tu lo sai che io questo lavoro te lo sto facendo fare cu ‘e stentine ‘mbraccio…sperando che ti scocci e torni a fare la maestrina…così ci sposiamo…Tu mi parli di turnè ….di viaggi..

Pia          :   ma se questa è la strada della signorina..le vulisseve tarpà le ali…?

Antonio  :    p’amore ‘e Dio..io nun voglio tarpà proprio niente…sulo ca vulesse vicino a me ‘na femmena normale…’na mugliera normale ca ma vo bene e ca me cresce ‘e figlie…

Serena     :   ancora con queste fisime da medioevo..?..Antò,io ti voglio bene  e i figli li facciamo e li cresciamo lo stesso…

Antonio  :    ..si tra una atto e l’altro..!..No Serè,..io voglio una famiglia normale ..una famiglia che a Natale si siede a tavola tutti quanti insieme e non sta metà a Napoli e metà in turnè a Vercelli ..insomma  io voglio una moglie ca ‘a sera fa vedè ‘e lezione ‘e criature…cucina e quando arrivo a sera ‘a faticà. me strilla pecchè tengo ‘nu poco ‘a giacchetta stracciata e ‘e mane sporche ‘e grasso….

Salvietta    :  e allora vi dovete pigliare una ragazza normale…non un’artista…

Voce da fuori : (è l’Attrezzista Capo)…. neh…..visto che la prova non si fa più ….ce ne vulesseme ì tutte quante ‘a casa..?…..vogliamo sgomberare per piacere….Ja…levateve ‘a lloco…che si chiude….

Pia              :  (verso la voce)…aggiate pacienza quando si finisce la scena….

Antonio      : avete detto bene…..la scena…..perché stasera qua stiamo facendo l’ultimo quadro…sulo ca io nun voglio e nun saccio recità.. e ti dico Serenè……se vuoi conservare il nostro rapporto…pensaci….pensaci bene….

Serena        : …ma lo capisci che questa è la grande occasione della mia vita..?

Antonio    : e come non lo capisco..?…ma capisco pure che se diventi un’attrice importante….come se dice…..’na star..io e te insieme non teniamo futuro…che  te ne fai  chiù e ‘nu capofficina ..e ‘nu pezzente comme a me..?…

Serena        :    sei uno stronzo…!

Antonio     :  …e tu sei un’illusa…e pure  un’idiota….!

Pia               :   e mo’ non esagerate…v’avisseve appiccecà ..?

Antonio    :  appiccecà..?..Nooo..quando mai…noi due qua ci stiamo solo chiarendo…e buona è stata questa situazione nuova che mi ha fatto capire chi tengo vicino……Serenè..il mio numero lo sai…                             

ESCE NERVOSISSIMO

Serena       :  ( facendo qualche passo )…Antonio….!..Antò….!!

Pia            :..lascialo andare…..poi vedi che si pente e torna…in fondo è ‘nu buono guaglione…

Serena       :   no..quello è nu diece ‘e capatosta…orgoglioso e stronzo…

Salvietta      : e si capisce..torna..torna…Mah….però…(pensoso)..a vote…chi sa addò sta ‘a ragione..?Io per esempio..quarant’anni fa partii per fa l’attore..Milano…Pavia…l’estero…sempre in giro.. Rita mia  invece restò a Napoli con Erricuccio piccolo..poi..una cosa..l’altra…seguii la vocazione e perdette ‘e famiglia …’a vita è tutta ‘na cumbinazione…chi sa…. ?..se fossi rimasto…

Pia        :  Salviè…e mo c’iavisseva azzellià pure vuie cu ‘e malinciunie ..iammo belle…stasera è festa…

Voce fuori campo:   e allora..?…Vulesseme fa a nuttata ‘ncoppo ‘e tavule…?

Salvietta    : ..solo un momento ….permettete Donn’Emì…..quando levo da mezzo le tazzine sporche del caffè…..

Pia            : ..ma che fusseve pazzo,Salviè..…??…vulite levà vuie ‘e tazzulelle ‘a miezo…?? (scherzosa ma convinta)Per questo ci stanno gli inservienti….voi,voi… che ormai in Compagnia siete ..il  Primo Attore …!

Salvietta   :   ..(sognante ed incredulo)..io….??..il primo attore….mi suona così strano…Rino Salvietta .. “il primo attore”…!

Serena         :   già..….il primo attore….!!

Pia               :  …..e ‘sta piccerella sarrà ‘a Primma attrice..!

Serena          :  ….mi sembra tutto un sogno…..

Voce da fuori : (Attrezzista Capo molto seccato)…..Guè……a voi llà sopra….e vi ho già pregato…(al tecnico luci)..Gennà, jamme ….arrecetta..…buio in sala…..buio sul palco….!!!!!

REPENTINO CALA IL BUIO SUL PALCOSCENICO E NELLA SALA E LENTAMENTE INSIEME AD ESSO

CALA LA TELA

“SIPARIO..!!!”

DUE ATTI DI

ANGELO ROJO MIRISCOTTI

II° ATTO

LA SCENA E’ AL MEDESIMA DEL I° ATTO,SOLO CHE IL PALCOSCENICO ADESSO E’ ARREDATO COMPLETAMENTE CON LA SCENOGRAFIA FINITA PER LA “FILUMENA MARTURANO" CHE DOVRA’ ANDARE IN SCENA LA SERA DEL GIORNO SUCCESSIVO.E’ LA TARDA MATTINA DEL VENTI NOVEMBRE E NELLA GIORNATA CI SARA’ LA PROVA GENERALE CUI E’ INVITATA LA STAMPA.SONO SUL PALCOSCENICO SERENA E RINO SALVIETTA. SONO LI’ CHE PROVANO E RIPROVANO TUTTE LE SCENE CHE LI VEdONO PROTAGONISTI.C’E NEI LORO ATTEGGIAMENTI UNA GRINTA,UNA FORZA SCENICA UNA CONVINZIONE CHE PRELUDE AD UN GRANDE INTERPRETAZIONE.

Salvietta   :  avanti,Serè....riproviamo un’altra volta la scena conclusiva….

Serena   :  ma l’abbiamo fatta già tre volte stamattina .. a me sembrava ottima..

Salvietta  :  ottima non  basta..!..deve essere perfetta....io e te non siamo attori qualunque…dobbiamo dare il massimo per essere giudicati sufficienti ..stasera qua sotto ci staranno le migliori penne di Napoli…hanna rummanè cu’ l’uocchie a fora…avanti..rifacciamo il finale de terzo atto riprendi da..da…si da… “ Madonna ma che stanchezza !”

Serena    :  “ Madonna ma che stanchezza ! Tutta mo m’ ‘a sento (si siede sulla poltrone e si toglie le scarpe)

Salvietta  : (Domenico)Tutta le giornata in movimento..poi l’emozione..tutti i preparativi di questi ultimi giorni..ma mo’ statti tranquilla e riposati (prende un  bicchiere dal tavolo)..e’ pure ‘na bella serata!

Serena  (Filumena) avverte qualche cosa alla gola chela fa gemere. Emette dei suoni quasi simili ad un lamento.Il volto le si riga di lacrime come acqua pure sulla ghiaia pulita e levigata.

Salvietta     : ( Domenico) Filumè,ch’è stato..?

 Serena   :(Filumena – felice)…Dummì,sto chiagnenno..quant’è bello 

                chiagnere…..

Salvietta : (Domenico - stringendola teneramente) E’ niente..è niente.He’ curruto..he’ curruto….te si misa appaura..si caduta..te si aizata…..te si arrampecata…Hè pensato, e ‘a  pensà stanca..Mo nun.è ‘a correre chiù….,nun he’ ‘a pensà cchiù…Reposate..! (con grande passione e partecipazione emotiva)..’E figlie so’ figlie..E so tutte eguale…Hai ragione Filumè,hai ragione tu..!

Pia          : (entrando in abiti da scena)..ancora…!?…ma che vulisseve vencere l’Oscar tutte e duie…

Serena   :   voi  ci prendete in giro…ma a me tremano le gambe da dieci giorni ..Da quando il Dottor Coletta ci ha date le parti principali....io non dormo più…non mangio più…

Pia          :   non bevo più…non amo più…non campo più…

Salvietta :   sfuttite  vuie…a me è venuta,con rispetto parlando,una forma di colite spastica…appena penso al momento del debutto devo correre dentro ‘o gabinetto…

Pia    : …..cose ‘e pazze…..eppure tenete cinquant’anni di Teatro addosso…dovreste essere vaccinato alla Platea….

Salvietta  :  si,. come comprimario si…..però come primo attore…permettete che mi tremano le vene e i polsi….e pure, sempre con rispetto parlando…l’intestino tenue…

Pia           :  ma che sagoma…comunque...mo andatevi a cambiare tutti e due chè alle ore sedici precise comincia la prova generale…gli altri stanno già nei camerini e mo vedete venire pure a Coletta….stiamoci attenti che da due giorni sta come un pazzo….

Serena     : e quello sta agitato più di noi …..deve fare pure la parte di Alfredo Amoroso….e non sta nei panni…si è messo pure un  nome d’arte….Sergio Polverino….Certo,lui come Regista è bravissimo, non si discute….però come attore…

Salvietta   :  se fa sotto pur’isso..!..“ Perdince..! ”…questa ed altre battutelle sfeziose se l’ha imparato da me…

Pia           :  mo vi state montando la testa…niente niente vulisseve fa pure ‘a Regia…’e Scene…..’e Luci….Jà…..Jateve a vestì…

SERENA E SALVIETTA ESCONO TRA LORO CONFABULANDO,PIA SI DA FARE INTORNO PER LA SCENA A SISTEMARE DEI PICCOLI DETTAGLIO,QUALCHE CENTRINO FUORI POSTO..DEI FIORI,LA POSIZIONE DI ALCUNE SEGGIOLE..INSOMMA ANCHE LEI ,NEL SUO PICCOLO, VUOLE CHE TUTTO SIA PERFETTO.ENTRA DA DESTRA PERUGINI CON IN MANO I LEMBI DELLA SOLITA TONACA.

Perugini  :  sarta…!!….sarta….per favore….sarta…!

Pia           : ‘a sarta nun ce sta…..cassa malattia…

Perugini : e come faccio ?…qua si è staccato questo bottone proprio sotto la pianeta ..si vede benissimo…non lo posso commogliare in nessun modo…

Pia        :   venite qua…vi arrangio io ..’o buttone ‘o tenite ..ago e filo li porto sempre con me….v’avita sta sulo ‘nu poco fermo..ecco ..così…

Perugini  : ( mentre lei cuce)…non vi basto a  ringraziare, Donna Pia..anzi Signora Pia……e si pecchè vuie cca dinte..siete una delle poche vere  signore ..altro ca’ prime attrici e grandi dive…..a chi…? Tutte quante pernacchie ripulite…!…ve lo dico io..Pernacchie ripulite…!!..e io, credetemi, me ne intendo perché..una volta..tanti ..tanti anni fa..ero un signore pure io…Papà buon’anima era Marchesino…: donn’Alvaro Perugini di Satriano…già…lui teneva il blasone ..e io me lo sono mangiato…

Pia            :  (cucendo)…overo..?

Perugini  : Eh…overo..! Tenevamo casa a Materdei…una villa estiva a Marina di Massa e pure una piccola scuderia da corsa….Niente….in due generazioni tra me e papà ci siamo mangiati tutte cose… …Viaggi…tavolo verde…ballerine…sciantose….attricette….E io è per un’attricetta mi trovo qua dentro….e si…fu un vero coupe de foudre..! Voi dite  “Il Teatro” Quella la vita è il vero Teatro…altro che…. !…L’Amore…..Ah..l’Amour….

Pia          : ( sempre cucendo)..fu per amore ?..e comme. fuie.?..dite dite…

Perugini   : ( Rimembrando)..Fulvia…!…una rossa primordiale ..certi occhi verdi…delle cosce, scusate il temine…che manco due colonne bianche di alabastro…Amore..!!…Fu amore senza limiti…almeno per me….Ahia…

Pia          :   vi ho punto..?

Perugini   : leggermente…dicevo…Fulvia,una donna magnifica..lei recitava qui  e io tutte le sere ..là..a quel palco lla sopra , sempre  là ad ammirarla….poi…. dopo lo spettacolo…a cena ..poi le rose rosse a vagoni…i gioielli….Insomma …quando finì la stagione  il mio  Capitale era sparito..e con esso sparì pure Fulvia.. io..invece venivo ancora qua..tutte le sere….povero in canna…muorto ‘e famma..ma qua..imperterrito….aspettando il suo ritorno…facendo il pagliaccio per stare qua dentro e per  sopravvivere…Ahi….ahi

Pia             : vi ho punto di nuovo..?

Perugini  :   no..è il ricordo che fa male…. Avete fatto….?

Pia          :    ecco servito…

Perugini  :  grazie..’a Madonna ve lo rende..Siete una Signora..’O riesto…tutte pernacchie..!..( con fare complice)..pernacchie…!   ESCE

PIA SORRIDE E SFACCENDA ANCORA UN PO.QUANDO LE SEMBRA TUTTO IN ORDINE,ESCE.ENTRANO SUBITO  DA SINISTRA I TRE GIOVANI ATTORI CLAUDIO,ORAZIO E  VINCENZO.

Orazio     :    ma voi vedete un poco il Padre Eterno…quella se ne va a    scendere  la voce la sera della prova generale

Vincenzo  : e tu a sera vai a fare il farenella cu l’inglesina abbascio ‘a Fenestella cu’ chella  cacchio di umidità…

Claudio    :   ehh..ehh..…e quello Casanova sperava in una intensificazione  di rapporti intimi italo–inglesi…..magari,…per alzarle  un poco la gonna  ci ha declamato un monologo di Shakespeare….

Orazio       : ..nooo...a chi.?..solo che quella Terry mi ha  fatto cantare cinque o sei canzoni napoletane a fronna ‘e limone…è stato  la che se ne è scesa la voce…..anche perché,pe’ fa ‘o zezo, stevo senza cappotto e cu ‘a cammisa aperta ‘mpietto…

Vincenzo  :   ma guardate che strunzo…mah…mo’ ti bevi duo o tre cognac e bollenti e ti passa tutto….

Claudio      : a chi…qua cognàc …si deve mangiare le acciughe salate….sono una mano santa per la voce…

Orazio         :   a me le acciughe salate mi fanno schifo…

Claudio    : e envece te magne…mica putimmo fa ‘na figura ‘e merda pe’ mezza toia…..qua tutto sta andando miracolosamente liscio cu chuilli duie ……

Vincenzo   : è vero..guardate che è stato un miracolo..voi lo sapete che a me non piace parlare bene dei colleghi..però s’adda dicere..Serena è ‘na grande attrice e Salvietta si è rivelato un mostro in scena…

Orazio       :   già ..non sbaglia una battuta,….preciso..tempista…tiene delle entrate  e dei toni che veramente certe volte se chiudo gli occhi mi sembra di sentire Eduardo in persona…

Claudio       : io non ci davo tre soldi in mano..invece ci sta da imparare…me sa ca ‘o chiù muscio è proprio ‘o Regista….per giunte di ruotolo ha perso pure quella gran gnocca della Dorfel… 

Orazio       :  già…quella veramente l’hanno chiamata a fà l’“Isola del famosi”….vuol dire che a Milano ha trovato il cavallo giusto…e al nostro Coletta ce so rimaste sulo ‘a chiave e ‘e corna…!

Vincenzo  :   zitto..parlanno d’o voje…mettimmece là.. me pare ca tene ‘na brutta cera…cu isso ce sta chell’ata faccia verde ‘e Serpieri…..

ENRANO DIFATTI INSIEME SERPIERI E COLETTA PARLANDO AGITATAMENTE : SI CAPISCE DAL LORO GESTICOLARE  CHE E’ SUCCESSO UN GRAVE CONTRATTEMPO.I TRE GIOVANOTTI CAPISCONO LA MALA PARATA E SI DEFILANO IM MODO PERO’ DA POTER ASCOLTAE TUTTO.

Coletta     : ..ma tu veramente stai facenno….?

Serpieri  :  e che sono cose da scherzare…a me un’altro poco mi veniva un  infarto sopra alla Regione …cose da non credere..da non credere…come…dico..grandissimi cornuti…voi a due giorni dal sipario ci andate a sospendere i finanziamenti…Quella carogna dell’Assessore Bassoprofilo  si fa uscire che so…il bilancio non approvato…..l’opposizione che controlla i conti…un vizio nella  delibera ....insomma sta di fatto….

Coletta      :  ca c’hanno levato i cinquanta milioni del contributo Regionale…!

                    E mo’ comme saciccio facimmo ….?….e come paghiamo tutti i creditori..?Il botteghino ci assicura si e no il costo dei costumi e delle scene…e gli stipendi…?…e le spese…?..e la pubblicità…’e i regale a quelle grandissime sanguette dei critici….?

Serpieri   : non so che dirti…eh..ma quà sotto ci sta la mano di quel grandissimo cornuto di Colosimo....ce l’aveva giurato e l’ha fatto…guè……l’ha fatto…!!

I TRE GIOVANOTTI SI AVVICINANO TIMIDAMENYTE.

Vincenzo    : scusate..dottò…ma abbiamo capito bene…?…non teniamo il finanziamento per uscire in scena…

Orazio        :   allora la commedia non si fa..?

Serpieri   :  che c’entra…??!…lo spettacolo in scena ci può andare…..solo che senza il contributo della Regione stiamo sotto di almeno cento milioni…è la rovina….la rovina….!

Coletta     :  ..ma hai cercato almeno di vendere la commedia alla televisione..?

Serpieri    :  e come no…..solo che mi hanno imparato di correre – hanno detto- “ Neh,Serpiè……ma a chi a vulite da ‘sta cosa..?..Senza un nome..senza i “grandi”…..cu' ‘nu viecchio sfiatato e ‘na guagliona sconosciuta per protagonisti…!!!”

Claudio  : eh..ma io l’avevo detto subito che con quei due non poteva funzionare…

Orazio    :   e si capisce passare dalla (esaltando)..Sarubbi e dal Maestro Colosimo a…..(minimizzando)..Merolla e ….Salvietta..!!

Coletta     :    voi tre statevi zitti..che quelli sono bravi sul serio....altro che…

Vincenzo   : saranno pure bravi..ma chi ‘e cunosce…?..e mo..?…e mo..?

Serpieri   :    e mo..Moplen…!Ch’avimma fa…?….andiamo in scena..e poi tutti quanti insieme ci diamo il pizzico sulla pancia….

Orazio     :   neh..qua pizzico..??…qua siamo professionisti..

Coletta    :   (ribadendo)..ci diamo il pizzico e stringiamo la cinghia..è andata così..d’altra parte è peggio se ci ritiriamo all’ultimo istante…..i giornali… la Critica..tutti gli addetti …ci sbranerebbero come lupi..e il mio..il tuo nome sarebbero  sputtanati per sempre……

Claudio   :     tutto per colpa di quella grandissima zoccola che si fece venire i rescenzielli…..

Orazio     :   …e quell’altra latrina di Colosimo te la raccomando….

Vincenzo :    eh si ..ma quello reagì..è stata lei la vera stronz…(gomitata tremenda di Claudio nello stomaco che gli blocca la parola)..haia..ma che cazzar…

Claudio     :  ….Commendatore bellissino…!!!

Serpieri :      …quale onore..!!…Il Commendatore Pellino…!!…qui da noi …  che piacere…Coletta…hai visto chi c’è…??!!

DIFATTI DAL FONDO DEL TEATRO SI AVANZA UN TIPO GRASSO E PELATO. E’ IL FACOLTOSO COMMENDATORE PRODUTTORE CINEMATOGRAFICO ED IMPRESARIO TEATRALE  PELLINO FRANCESCO DETTO DAGLI " INTIMI " CICCINO.

Orazio       : ..mi permetta di aiutarla a salire…

Comm.       :  ..grazie….

Serpieri  : Caro Commendatore…a che dobbiamo il piacere di vederla qui..?…Quale piacere…!...Possiamo omaggiarla di qualche poltrona..ci onorerà….magari alla Prima…??

Comm       : ..Serpieri..non dica fregnacce…io quando mi muovo è solo per affari…se sono qui è per un mio interesse…e non ho tempo da perdere…per cui..niente salamelecchi…

Coletta        :   va bene..ci dica dunque…qual è lo scopo della visita..

Comm.    : alle corte…ascoltatemi bene perché io non sono abituato a ripetermi….Voi….voi tutti…intendo come Compagnia Teatrale state rovinati….!

Serpieri    :    ma…?..veramente…..il fatto è che…

 

Comm.    :  silenzio..!  So tutto…La Regione vi ha ritirato il finanziamento…e adesso state con l’acqua  alla gola..non avete nemmeno i soldi per pagare i compensi degli attori… se non è rovina questa…

Coletta     : ma abbiamo sempre  le quote abbonamenti….la vendita dei biglietti…ce la caveremo comunque…

Comm.      :  non mi fate ridere…con gli incassi  ci pagate al massimo  i supplì che vi mangiate in questa topaia…ci vuol altro….

Serpieri   :   ma la Regione il contributo non l’ha revocato…..l’ha solo sospeso momentaneamente …per….in attesa….di..

Comm.      :   ancora…?..e per forza volete parlare a schiovere..!!…se vi dico che grazie  a qualche “buon amico” vi potete scordare ogni sovvenzione…mi dovete credere…so quello che  dico…

Coletta     : ma la stampa…stasera alla Prova Generale  ci saranno tutti i migliori critici ..che ..sono sicuro…scriveranno bene di noi …anche perché…

Comm.       : Coletta..lei si illude.la Critica scriverà peste e corna del vostro spettacolo…

Serpieri      :  …ma non è giusto…!.. noi li abbiamo pure pagati…!

Comm.       :  ..non abbastanza….

Coletta       :   ho capito..hanno avuto di più da "qualche altro" per demolirci…

Comm.      : già… insomma non avete scampo..avete sbagliato Colè..e mo’ pagherete …pagherete salato….

Coletta  .    :    ho capito…..il fatto della Sarubbi …!!

Comm. :      non dovevate andare in scena senza di lei ..lo spettacolo andava annullato…altro che sostituire la grande Sarubbi   con una principiante sconosciuta…siete rovinati…!!

Serpieri    :    ma è un'infamità…..tante persone messe in mezzo alla strada per un capriccio..

Comm.     :      già…..Però …..però…..volendo…ossia ..se io volessi……una soluzione  ci sarebbe …una via di scampo ci sarebbe ….

Coletta     :   …dite….

Comm.    :      Colè… voi sapete della mia affettuosa amicizia per la Signora de quo…embè…da dieci giorni intorno a me ci sta l’Inferno …quella se l’è avuta troppo a male della sostituzione…Una  belva..!..Pertanto..se volete trovare pace pure voi richiamate subito la Sarubbi….e con tante scuse…Così io vi copro tutte le spese …in più faccio un paio di telefonate alla Stampa….e domani sera andate in scena con un successo travolgente…..

Coletta     :    ma ….e come facciamo con la Merolla   …?

Comm.     :  e  chi se ne fotte…..’sta Marotta ... Merolla comme se chiamma essa s'arrangia....insomma …o accettate la mia proposta altrimenti per voi … è la fine…..kaputt… !! ‘E chiaro..?

Serpieri    :   Colè..qua non abbiamo  scelta..o così o è la fine…almeno non andiamo sotto e sopra con i debiti…

Coletta     :   (ci pensa qualche istante,poi infine amaramente cede)…e va bene..Serpie'….chiama al telefono la signora Sarubbi….

Comm.     :    non c'è bisogno...La Vostra Prima Attrice sta qua fuori…lei non voleva venire ma io, sicuro che sareste stati ragionevoli e l’ho portata con me …a voi (a Claudio) andate a prenderla…sta nella mia BMW nera qua fuori..davanti all'ingresso……e, guagliò..mi raccomando…..tatto….tanto e tatto e servilismo..

Coletta       :   ….e con Colosimo….come si fa con Colosimo..?

Colosimo  :  ( evocato dalle parole come in un vecchio colpo di Teatro entra albagiosamente con un gran Borsalino in capo  e la enorme sciarpa bianca)..Colosimo sta qua…..Perché Colosimo ..che si sappia…è un vero Artista e non ci può stare lontano dalla polvere del Palcoscenico…..mi ero portato da queste parti per ritirare le mie cose  dal camerino..e da signore quale sono,e si sappia,vi sono venuto pure a salutare….(gli squilla in tasca un telefonino portatile – Colosimo risponde subito come se se l’aspettasse)….chiedo scusa……..Pronto…Prego..…si……sono io…Uè caro…..si caro… proprio adesso…si,il Regista Coletta  è qui davanti a me…certo..te lo passo..ecco caro…a presto caro… a tutte l’heurs …(a Coletta)…è l’Assessore Bassoprofilo  della Regione…vi vuole parlare….riservatamente….

Coletta       : (prende il telefonino con aria interrogativa)….Pronto…si, sono Coletta..?.Si…abbastanza bene…E lei come sta….?..anche bene grazie...Come ? Ah,..si…si….mi ha riferito…come..?..davvero ?…ma non so se..?…ma …ma guardi Dottore che….no..il fatto è che…beh…se cosi fosse….beh,certo….ne sarei lietissimo, ma….cosa..?..Cosa dovrei fare…?Ah, questa è la condizione ? (Pausa) ..si..si sono ancora qui…beh…che le devo dire..se è la “condizio sine qua non…”…..mi lasci pensare….…d’accordo …..accetto..!…Cosa..?…Pure..?..e va bene,..sarà come vuole lei…va bene…Ah..va in giunta il 28…perfetto..ancora grazie…grazie Onorevole..Si…Ancora Omaggi…

Serpieri    :       chi era…?

Coletta    : ….l’Assessore   della Regione…quello allo Spettacolo…si,proprio quello  del finanziamento…

Serpieri    :   ….e allora…?

Coletta     :  …niente….pare che ci ridanno il finanziamento..

Orazio     :   …evviva….!

Vincenzo  :  ….siamo salvi….!!

Coletta   :    silenzio …!..l’Assessore   però ha posto un piccolo problema ..una piccola condizione da soddisfare come dire..una condizio sine qua non…Scusate un attimo…(a Colosimo)….…Maestro permettete una parolina ..?

Colosimo  : ……siiii…?

Coletta    : sono a pregarvi…di voler…cortesemente..riprendere il vostro posto 

                     in Compagnia…..

Colosimo  :…non credo che sia possibile….sono stato veramente offeso….

Serpieri   :   ..ma no..ma no,ma dove..?…..Maestro…voi siete un grande del Teatro..Tenete un’esperienza enorme e lo sapete che sotto Spettacolo….la tensione....la carica emotiva…..insomma…sono cose che succedono….

Orazio      : ( viscido )..solo i Grandi sono capaci di grandi slanci….

Vincenzo : (lecchino)..in fondo anche un litigio ben fatto è un saggio di recitazione…..Maestro..voi foste grande anche nell’ira…!

Colosimo   :..davvero…!!??..beh,..allora…vedremo… d’altra parte…se tutti voi insistete tanto.. se l’atmosfera è quella giusta ….se è per il bene della Compagnia….e vuol dire che ancora una volta l’Arte vincerà..E va bene….!..però come si farà con Ella….

Serpieri    :   (suadente)..ad Ella…alla  “nostra Prima e Grande Attrice” ..vuol dire che ci penserà il nostro caro ..il nostro bene amato Commendator Pellino,vero…?Su..Commendatore..completate la vostra straordinaria opera di mediazione…

Comm.   :  e va bene…vuol dire che per il bene dell’Arte e della Compagnia..ci metterò di mio una buona parola ..e (sottovoce)..probabilmente  pure ‘nu sulitario a navetta…Vado e torno con la Vostra Prima Donna….!

Colosimo  :   solo i grandi cedono…beh..permettete vado un attimo nel “mio “ camerino…a frà pè…  ESCE

Serpieri : Uh aneme ‘e Dio…cca me pare ca stammo facenno l’Italia..Mazzini..Garibaldi…Cavour..il grande Tessitore..manco ‘e cani…io tengo ‘o stomaco ‘ncanna…

Coletta     : tu..?..e io che aggia dicere a chilli duie ca nun se ne fa niente cchiù…??!Facciamo così..Serpiè..A Serena ce lo dico io…ma con Salvietta te lo vedi tu…

Serpieri       :….beh ….lui può tornare a fare Alfredo Amoroso..

Coletta      :  e no…a quella parte mi ci sono affezionato io…tante prove..tanto studio..e poi ho comunicato alla Stampa il mio ritorno alla Recitazione…. che faccio ..? smentisco…Orazio..vammi a chiamare la ragazza …così mi levo il dente..

Orazio       : ..O.K. capo…vado…!

ESCE ORAZIO  E NEL FRATTEMPO DALLA SALA SI AVANZANO LA SARUBBI CON PELLINO.LEI E’ ELEGANTISSIMA TUTTA  IMPELLICCIATA ED INGIOIELLATA. LUMINOSA COME UNA MADONNA DEL ‘500.

Serpieri    : (quasi inchinandosi a 90°)…Signora..Signora Sarubbi..che piacere rivederla ..tra noi…Venga,,venga…Coletta,guarda chi c’è  : la nostra cara, grande  Signora Sarubbi..!!(Lungo Baciamano)

Coletta    : Madame…bentornata….che gioia…..finalmente ancora tra noi….

Sarubbi  : ..eppure mi avevano detto che ero stata sostituita…..

Coletta  : sostituire la Sarubbi..? Sarebbe impossibile…Un’artista così non si trova…Magari.!..Si…avevano rimediato ..come dire….con una “supplente”….tanto per poter andare “ comunque”  in scena..

NEL FRATTEMPO E’ SOPRAGGIUNTA LA MEROLLA INSIEME A PIA ED ASCOLTA ESTEREFATTA IL DIALOGO DEGLI ALTRI .

Serpieri   : ed infatti..ma la differenza si sentiva…altro che…Una ragazzina inesperta e berciante…a compensare la grande..l’immensa Lina Sarubbi…!!!…ma che scherziamo…??

Sarubbi   : e allora…?..Come mai mi avete fatta chiamare..?

Comm.    :..i signori hanno qualcosa di importante da dirti,cara…sempre che tu abbia voglia  di ascoltarli…

Sarubbi   : ….beh,..dunque….sentiamo (si pone in posa come una Divinità)

Coletta   : ecco..la verità è che..insomma ..dopo pochi attimi che Lei se ne era andata…io..noi.. la Compagnia…il Teatro..

Serpieri   : ecco..si..….il Teatro senza di lei…senza la Sua luce  era..come dire…? vuoto. oscurato..sparito…insomma s’era stutata ‘a luce..!

Coletta   : …insomma io ho sbagliato..è stato un attimo di …debolezza..

Serpieri : …e di orgoglio…

Comm.   : ….diciamo di presunzione…lo diciamo..?

Coletta   :  e diciamolo..! Comunque io sono a chiedervi..umilmente di tornare

                  in Compagnia..a riprendere il vostro Ruolo….

Sarubbi  : e quella ragazzina..?..si, la Merolla…

Serpieri  : e che n’avimma fa..? ‘E ‘na cusarella ..’na scartina…torna a fa a Filodrammatica si le cunviene ..e si no, ciccia…!

SERENA PIANGE IN SILENZIO CONFORTATA DA PIA.

Sarubbi   : …ed il mio collega….?…si..il “maestro” Colosimo…?

Colosimo  : (entra con una  rosa in mano)…Colosimo è qui umilmente a rendere l’omaggio  dovuto….alla nostra Prima donna.!(esagerato inchino e baciamano)

Sarubbi  : …lei è sempre il solito grande buffone..(sdolcinandosi)…nel senso, si capisce, di grande Istrione…comunque grazie…

Colosimo  :…Beh…in fondo non è successo nulla…direi..solo “un confronto tra giganti della scena”….che altro…?

Sarubbi  :  e vero..e poi …lei …. lo sa che io (flautando)  l’ho sempre ammirata…sia come Artista  che come Uomo …

Colosimo : ed io l’ho idolatrata…..Ah..che coppia artistica che facciamo ! …e che onore per il Pubblico di Napoli ..già vedo i giornali : “Colosimo e la Grande Sarubbi ancora insieme !”

Comm.     : e che successo che riscuoterete…!

Serpieri  : si capisce e la vostra “simpatica baruffetta”  la faremo passare per un escamotage pubblicitario..ci crederanno tutti…

Coletta  : si…certamente..adesso però che tutto è tornato a posto..andatevi a cambiare che tra dieci minuti inizia la prova generale..i giornalisti stanno quasi tutti già in platea…

Colosimo: ..sempre agli ordini del nostro caro  Regista…..andiamo cara….

Sarubbi   : …eccomi..ubbidiente come una collegiale…andiamo caro…..

Colosimo  : dopo di  lei  mia Dea..!          ESCONO A SOGGETTO

Vincenzo  : che scena….ce vuleva ‘na cinepresa….

Coletta   : state zittto..!!!..anzi andatevi  a cambiare tutti..tra cinque minuti pronti per il buio in sala…..via..via tutti…!..Andate…!!

TUTTI SI MUOVONO VERSO I CAMERINO E SPARISCONO DIETRO LE QUINTE..SOLO SERENA E’ RIMASTA E SI AVANZA TIMIDAMENTE VERSO IL REGISTA.

Coletta  : ah..lei sta qui….niente..le volevo dire…

Serena  : (distrutta ) ..ho sentito tutto…..

Coletta     : ….non tenevo scelta….

Serena    :…lo so…

Coletta    : ..che farete adesso…?

Serena      : chi sa…?..Ora ho troppa confusione in testa…è stata una mazzata tremenda…tutti i miei sogni..le mie ambizioni….puff..!..svanite..

Coletta   : ma voi  siete giovane..bravissima ..avrete ancora tante altre chances..anzi..parlo io con altre due o tre Compagnie..la paga poi..vi verrà confermata…

Serena      : la paga..?..la paga…quanto..?…trecento..? cinquecento..? un milione..?..quanto vale un sogno infranto…

Coletta : ….beh,..non esagerate queste cose alla fin fine nel Teatro servono….temprano…adesso scusatemi devo preparami alla Prova….( la guarda un’ultima volta)..mi dispiace ..!   ESCE

SERENA E’ RIMASTA SOLA..SI ASCIUGA UNA LACRIMA,POI SI GUARDA INTORNO SMARRITA..CAREZZA UN MOBILE DI SCENA..POI LE ROSE FINTE..….ALLE SUE SPALLE NEL FRATTEMPO COMPARE ANTONIO.

Antonio    : ..Serenè…

Serena      :    (di spalle,come rispondesse da un lontano pianeta)….si..?

Antonio    :  ..ho saputo…Jamme a casa…

Serena    : (con un filo di voce)….adesso sei contento….?

Antonio  : no…si....no..…insomma…per un certo verso….veramente….che t’aggia dì…?..Serenè..…io so solo che  ti vorrei vedere felice….e un poco ….vorrei essere felice anch’io…possibilmente insieme a te…e mo che mi hanno detto la cosa…..

Serena    : (distratta)..chi te l’ha detto…?

Antonio : quei tre giovani …‘e figli ‘e Filumena…stavano sopra alla porta comme  a tre capere  e pare che non vedevano l’ora di darmi la bella notizia…quasi ci godevano…ma che razza di amici che tieni…

Serena  :..a Teatro ce ponno esistere  solo compagni d’arte...maestri…..allievi …ma …(con tono  amarissimo)….amici maie…!!

Antonio : …basta,Serenè..non ti pigliare più veleno..tenteremo altre strade..

Serena : no…vuol dire che questo era il mio destino..Ho freddo…ho tanto freddo…Antò,puortame a casa…

ANTONIO LE CINGE LE SPALLE E TENERAMENTE LA PORTA VIA.RICOMPARE IN SCENA PIA CHE PORTA UN CENTRO TAVOLA RICAMATO.ANCH’ELLA MAL CELA TANTA AMAREZZA.DALLA SINISTRA SALVIETTA,..EUFORICO,..RAGGIANTE..PRONTO ALLA PROVA.INDOSSA IL COSTUME DI SCENA,OSSIA LA VESTAGLIA DI SETA DEL PRIMO ATTO.

Salvietta   :….guè donna Pia..e voi qua state….?!

Pia           : ..stavo sistemando questo centro tavola…è del mio corredo di  

                  ragazza ....tiene quasi   cento anni…

Salvietta   : bello…e io pure mi sono comprato questa vestaglia di seta…per fare  la parte …300.000 lire…mi sono praticamente quasi mangiato lo stipendio…ma le valeva  la pena per fare Domenico Soriano….!

Pia          : ( evasiva)..già…

Salvietta  : …e guardate qua…..come sto..?

Pia         :  (svagatamente)….che  cosa..?

Salvietta : ma come .!!….i capelli ed i baffetti..! Me li sono fatti tingere di nero per sembrare giovane..…come sto..?

Pia         :..(falsa e distratta )…benissimo…

Salvietta  : devo essere perfetto nel personaggio ..è l’occasione della vita….

Pia         : ….già…..

Salvietta   : neh, ma ch’è stato..? io non so come vi vedo stasera….guè,voi dovete stare pimpante..carica..quella mo comincia la Prova Generale….dobbiamo essere carichi….dare il massimo…

Serpieri  : (entrando)..ah..Salvietta….giusto voi…vi devo parlate un attimo…..

Salvietta  : ..dite….

Serpieri  : ecco....la verità è che…..insomma è successo che…fosse stato per noi…. la Signora prima..poi lui ..l’assessore…alla fine il Regista….

Salvietta  : neh..ma che  dite..? ..ma è succieso quaccosa..?

Serpieri    no….si..cioè…insomma Salviè…è tornata la signora Sarubbi e ha     

                 ripreso il suo posto in Compagnia…

Salvietta  : uh..povera Serena….!..uh povera criatura…!

Serpieri  : si..ma ..il fatto è che dopo di lei… è tornato pure Colosimo…pressioni politiche…Coletta non ci ha potuto fare niente…..

Salvietta  : ( trasecolando)..cosa..??….questo significa che io non...….

Serpieri  : si..mi dispiace assai..davvero…Dopo,con calma passate pure  in Amministrazione per le vostre spettanze……..ESCE

Salvietta  (quasi tra se)..io non faccio più Soriano…!!...io non recito più…!!..così…all’improvviso…io non sono più niente…niente…

Pia      :  Rino..su non fate così… il ritorno di quei due è stato imposto ….il Regista non tiene colpa…sono  stati altri.....l’Onorevole …il Commendatore…

Salvietta  :  ….l’Onorevole..il Commendatore…...le pressioni…Coletta..…le        

                  spettanze..?..perché…a me mi spetta qualche cosa….?….(ridacchia  

                  amaro)Ahh..Ahh.e quanto mi spetta…?quanto mi danno..?..Quanto                           

                  costa distruggere un uomo…??…..Quanto vale spezzare il cuore di           

                 qualcuno..?….Una vita..donna Pì,..una vita buttata qua dentro..su queste tavole ammuffite e polverose…!Tenevo sedici anni quando lasciai la scuola e la famiglia e me ne scappai di casa per correre appresso a una Compagnia di guitti.. mio padre non mi guardò più in faccia per la vergogna…a mia madre dopo poco si fece venire una cosa…..forse pure per questo ….a ventidue anni..recitavo al Bellini ..conobbi a Rita..giovanissima..bella….fu amore a prima vista..rimase incinta..Erricuccio…Uscì pure il posto in una Ditta di trasporti….."Aiello Travels di Aiello Samuele  e figli"..…lei..mi pregò..mi scongiurò..mi implorò di lasciare quella vita randagia…di accettare quel lavoro…di creare una casa…una famiglia normale..ma io niente..!..Io avevo dentro il fuoco dell’Arte..della Recitazione…del Teatro....e poi..mi aveva chiamato Eduardo..che facevo..mettevo ad Aiello Samuele e figli a confronto col il grande Eduardo..??..e non si poteva…e così  …partii…Milano….Varese…Venezia…Bologna…’e tengo ancora conservati i biglietti di quella prima turnè…due anni…si passava di successo in successo : “Napoli Milionaria”….“Filumena Maturano” “Le voci di dentro..”..”Sabato domenica e lunedì”..Trionfi!…Per Lui ovviamente….io facevo la comparsa.. il figurante..la seconda spalla…Rita mi telefonava..scriveva,..e io niente..sempre via..a Natale..per le Feste…..i Compleanni…...gli Anniversari…solo qualche apparizione..un regalino, tre o quattro biglietti da diecimila e via…di nuovo in turnè…..Ommo ‘e niente..!..Omme ‘e niente ca so’ stato ..!!! Omme ‘e niente..!! (si percuote il viso dandosi degli schiaffi con le palme aperte)

Pia     :      ..fermo!…ma che site pazzo..?.. mo calmatevi….  non vi affiggete più ..vedrete che in qualche modo…. si rimedia…

Salvietta : . e a che volete rimediare…?..Rita dopo dieci anni di quella vita di tre soldi….giustamente.. si stancò ….e .si mise con un Brigadiere della Finanza…..ad Erricuccio non me lo fecero vedere più …ci perdemmo di vista…e poi fu la solitudine..solo sempre solo…e stavo “in Compagnia..!”.. Battuta Tragica,è ovè..?…. Donna Pì,..il Teatro o ti da il successo o ti da il gelo…. lo diceva Lui…A me è toccato il gelo…la sconfitta…il niente…Adesso..adesso per la prima volta avevo toccato il successo..la rivincita..le vendetta..su di una esistenza inutile…..adesso che avevo trovato un “perché” …..un motivo…all’aver bruciato tutta la mia vita....adesso arrivano..all’improvviso…..contro a me,…a me  tutti insieme…. il Commendatore di destra,….l’Onorevole di sinistra..le pressioni politiche...la Sarubbi…..Coletta….Ahhh..ahh…ah..già e “le spettanze”….e quanto .??.quanto mi vogliono dare in cambio di una vita buttata..? (è sbiancato violentemente,la voce è incrinata)

Pia            : e su….Rino.. non fate così…..voi vi state sentendo male…

Salvietta   (ansimante)…dopo trent’anni avevo trovato il coraggio di chiamare mio figlio..l’avevo invitato a vedere la Prima....ad assistere al primo Trionfo di Suo Padre…a vedere il motivo per cui lo aveva abbandonato,"..Ecco,-avrei detto- ..il motivo ci stava Erricù....Papà era bravo....papà era un Genio….quello che ha fatto lo doveva fare…papà non ti ha tradito per senza niente….non ti ha lasciato per....per niente….per niente..!!!Ah…" (si porta la mano al petto)

Pia          :   Salviè…che avete….state male…?

Salvietta   : .nooo….è cosa ‘e niente…vado un attimo a stendermi di là…mo’ passa …mo mi ....passa…si…pas..sa…ESCE IN QUINTA SEGUITO DA PIA CHE LO SORREGGE PREMUROSA… .

ENTRANO DA DESTRA IL REGISTA A COMPAGNIA PRONTA ALL’AZIONE SCENICA.LO SPETACOLO  STA PER AVERE INIZIO.

Coletta  :  …su presto…tutti ai propri posti!.Colosimo là..benissimo....Signora

                    Sarubbi si scompigli un pò i capelli..ecco così..perfetto..siamo pronti…Emilio..tre minuti.!...mi raccomando ragazzi ..stasera…in platea ci sta tutta la Stampa cittadina..facciamogliela  vedere noi …a tutti...in bocca al lupo..e merda..merda..merda…! Vai Emilio….!!!

Voce      :  ( Emilio ) Signori, tre minuti..!!…Buio…Buio in sala..!! (grande agitazione e movimento degli attori che assumono  propri posti )

Colosimo  :  …non ho potuto trovare il foulard di seta….!

Sarubbi     : un momento..…le pantofole rosa…..le pantofole…!

Coletta       : ( agitatissimo)..silenzio..!…non importa ….fate senza…

Pia         :    (uscendo da una quinta sconvolta ..con un filo di voce)…Salvietta è morto… (quasi tra se )..il suo cuore …non ha retto…..

NELLA CONFUSIONE DEL MOMENTO NESSUNO LE BADA,ANZI C’E’ CHI LA URTA, CHI LA SOSPNGE FUORI..

Coletta        :      …. lei, donna cosa….si tolga di lì……!!!

Voce esterna   :(Emilio) ..Luci di  proscenio..!!!....un minuto…!

Coletta   :   (non l’ha ascoltata per niente)..silenzio..!..Adesso non voglio rogne all’ultimo istante…silenzio….!

Pia         :  (disperata tra le lacrime)…Rino Salvietta è morto…..!!!

Coletta    :...( che nella agitazione del momento non ha sentito le parole di Pia)  signò,e vi ho pregato..non mi create  altri problemi adesso…non adesso…(poi agli attori in scena ed in quinte) Allora…tutti zitti….!….tutti fermi…Silenzio e ..ciascuno nella propria  posizione esatta…mi raccomando…Pronti.???…Pronti..!!!

                    Vai Emilio, vai….!!!

                                                         …..Sipario..!!!!

         CALA,ANZI SI ALZA LA TELA……

    Questo copione è stato visto
  • 0 volte nelle ultime 48 ore
  • 1 volte nell' ultima settimana
  • 2 volte nell' ultimo mese
  • 18 volte nell' arco di un'anno